Sei sulla pagina 1di 6

SEMINARIO DI CRISTALLO 2007

ESSERE UN INSEGNANTE

Lezione 4 L’eredita di Atlantide

Esercizi e Meditazioni

In generale
Esprimi questi temi dipingendo i tuoi quadri e scrivendo le tue storie, o registrando i
testi di meditazione su CD, oggi si ricevono tanti apparecchi per amatori a buon prezzo.
Renditi conto della tua stessa voce o espressione, sii coraggioso e vinci la tua paura.
Ascoltati. È meraviglioso ascoltarsi e avvicinarsi a se stessi.

Considera i consigli nella DESCRIZIONE E CONDIZIONI, “il vostro modo di


procedere, paragrafo c”.
L’utilizzo del materiale, dei testi ed esercizi è nella vostra stessa responsabilità. I
redattori non si assumono nessuna responsabilità per eventuali conseguenze o risultati.
Fate solamente quegli esercizi che vi sembrano “affidabili”. Dal cuore vi dico però che
non vi danneggiano, anche se sarà possibile che vi troviate in un “viaggio infernale”
facendo i vostri viaggi di respirazione. Se rimanete aperti e accettate, alla fine arriverete
sempre “in cielo”. Anche se siete scossi, abbiate sempre fiducia.
Io Sono con voi, sempre quando vi dedicate a questi temi. Io Sono St. Germain.

Tutti gli esercizi e riflessioni,


che vi consigliamo, li trovate anche nelle lezioni precedenti. Ora e qui vi diamo un
indicazione più profonda sull’eredità di Atlantide, del suo significato nella vostra vita e
nell’elaborazione, cioè la redenzione di questo complesso.
Quello che qui chiamiamo “eredità di Atlantide”, è la dualità della vostra vita corporea e
tutto il cammino che avete perseguito, fino al punto più esterno della croce vitale e la
divisione ermetica dei poli, che avete creato con il tempo. Voi avete vissuto veramente
tutte le estremità della Luce e dell’Oscurità, spesso avete toccato i limiti della
POSSIBILITÁ DELLA VITA – e oltre. Questo vi portò a dimenticare il CENTRO – il
vostro CUORE SPIRITUALE, che non è duale, non è Luce, non è scuro e non è
separato.
Il tempo è veramente maturo per finire questo gioco (senza cuore)!

Poni l’attenzione nella tua stessa dualità e separazione, che hai messo tra LUCE e
OSCURITÁ, sui seguenti temi:

!"#$%&"'()' *'
1. Religione e politica – il principio Gesù-Giuda, il principio preda-predatore, il
principio colpa-penitenza, il principio come in alto così in basso, il principio giudizio-
condanna.
- Ti senti come una preda, quindi dentro di te si nasconde anche un predatore.
- Ami Gesù, allora anche il Giuda dentro di te vuole essere amato.
- Se ti senti in colpa oggi, fai la penitenza di una vecchia colpa.
- Ti senti dipendente da qualcuno nella gerarchia umana (in basso), questo è possibile
solamente, perché esiste una forza in te che ne sopprime altre e vuole continuare a fare
così (in alto).
- Se giudichi te e gli altri, internamente condanni te stesso (anima).

2. Corpo e psiche – il principio sintomo-psiche, il principio malattia-controllo, il


complesso colpa-superbia, il complesso paura-aggressione.
- un sintomo del corpo è identico a una ferita dell’Anima, che ha punito l’ego
- nella malattia vieni controllato da altri, come controlli gli altri attraverso la malattia
- riesci a sentire colpa solamente se esiste orgoglio in te. L’orgoglio chiaro e scuro è in
te finché porti la colpa con te.
- La stessa cosa è con la paura-aggressione e confusione-controllo. L’uno esiste
solamente perché c’è anche l’altro.

3. Incontro quotidiano con umani – il principio specchio-risonanza, il principio


redentore.
- il principio specchio-risonanza ti porta sempre da umani, che agiscono, reagiscono o si
comportano come fai tu. L’unica differenza è che loro lo fanno apertamente e tu di
nascosto. Significa: che tutto quello che ti viene mostrato dall’esterno ti fa notare lo
stato attuale delle tue forze e sentimenti nascosti. Questi incontri ti fanno capire la tua
situazione di vita duale, le tue connessioni e intrecci – che SOLAMENTE TU STESSO
puoi risolvere, non importa quante altre persone (e quali) fanno parte di questa
situazione. In questo caso l’altro (l’avversario, l’incontro) ti aiuta a capire e a redimere.
- il principio del redentore ti porta dagli umani cui serve il tuo aiuto, proprio quell’
aiuto, quel sostegno, quell’amore che puoi dargli tu. Questi incontri dimostrano la tua
indipendenza, la tua forza redente e la tua emanazione, la tua connessione con gli spazi
Spirituali della vita. In questo caso aiuti l’altro (avversario o incontro) a capire e a
redimere. In entrambi i casi, la tua attuale emanazione (che può cambiare da un attimo
all’altro) attira la o le persone adatte.

Cognizione e decisione:
Le parole “principio” e “complesso” significano: che un polo solo non può esistere
senza l’altro, né nello spazio redento, né in quello imprigionato. Non importa per quale
dei due poli decidi, rimarrai sempre negli intrecci della dualità.

Rifletti e medita su questi aspetti e renditi conto fino a che punto riguardano la tua vita e
toccano il tuo cuore.

!"#$%&"'()' +'
Riconosci che esistono cicli, incontri, storie e sentimenti nella tua vita, che ritornano
continuamente. Prendi la decisione di cambiare i complessi, i principi e le strutture.
Un aiuto spirituale efficace lo trovate nei temi: “Nella montagna di cristallo” – “Il
ritorno dei sacerdoti di Atlantide”, la liberazione dell’orgoglio, Colpa e espiazione di
Sabine Wolf.

Meditazione

Le mura tra il paese chiaro e quello scuro


Tutti i sintomi, le malattie, i problemi, le domande e le irrequietezze sono l’eredità dei
tempi, spazi, ruoli, giochi e decisioni passate. Questa eredità ascende in questi tempi e
vorrebbe essere redenta nel flusso libero.
Incessanti sintomi e malattie croniche, tutti i problemi, domande e irrequietezze sono un
segno del blocco del flusso. Si crea attraverso l’unipolarità, che accetta, ama e cerca la
LUCE – ma non la trova. Rinnega, odia, ed evita l’OSCURITÀ – ma non incontra
nient’altro. Con questo atteggiamento interiore il canale-spirito-anima-corpo rimane
chiuso e niente può più affluire o defluire.
La parete del vostro cuore fisico è necessaria per tenere separati il flusso chiaro e scuro
sanguineo del vostro corpo. Il vostro cuore-Anima è uno spazio senza separazione e il
vostro cuore-Spirito è quell’ UNO SPAZIO del cosmo – infinito.
Il vostro corpo e le vostre decisioni comunicano insieme in proporzioni invertite.
Questo significa: tutta la separazione che tenete viva nei vostri sentimenti (Anima) e nei
vostri pensieri (spirito/mente), dividono il vostro cuore-Anima e il vostro cuore-spirito,
che per natura sarebbero uniti. Questa spaccatura emozionale-mentale si ripercuote sul
vostro cuore del corpo, sui flussi corporei duali e sulle meccaniche corporee.
Soltanto nel dispregio, dell’equivalenza dell’oscurità e della luce, del facente e della
vittima, di Gesù e di Giuda, spaccate il vostro cuore e il vostro corpo.
Con TUTTO potete spaccare e frantumare il vostro cuore – e – con TUTTO potete
guarirlo, redimerlo e bilanciarlo. Non esiste niente che non potete risolvere col cuore –
o: non esiste nessun altro strumento che il cuore, che vi offre le risposte perfette alle
vostre domande e che vi serve per liberarvi dai sintomi e dalle malattie.
Però questo cuore deve essere INTERO – non spaccato. Deve scorrere liberamente tra
luce e oscurità. Deve poter amare: Gesù e Giuda, la preda e il predatore, il guaritore e il
guerriero, la luce radiante e l’orrore puro. Ti vuoi aprirti a tutto ciò?
Ora e qui faremo l’apertura, il rinforzo e la cristallizzazione dei vostri cuori e attiveremo
le strutture e l’espansione cristallina. Abbiate fiducia nel processo e in tutti gli effetti
collaterali. Respirate e rimanete aperti. Così sarete in grado di usare quando, dove e
come volete questo strumento, il vostro cuore cristallino, molto presto, molto
consciamente e molto volutamente.
Noi siamo con te.
Noi siamo Yeshua Sananda e Arcangelo Michele

!"#$%&"'()' ,'
Meditazione per il diaframma del cuore
Riposa disteso e calmo, respira profondamente e vai con la tua attenzione nel tuo cuore.
Immagina che passi leggermente il diaframma del tuo cuore ed entri nell’interiore.
Percepisci questo grande e diviso spazio di luce e di oscurità.
Percepisci questa continua pulsazione e flusso a servizio della luce e dell’oscurità nella
tua vita corporea. Lascia fluire liberamente tutti i pensieri, lasciali andare e venire e crea
il vuoto interiore. Guarda intorno dentro il tuo cuore e immagina o lascia arrivare quei
sentimenti o immagini che vogliono entrare nel tuo conscio.
Respira profondamente e rilassati. Permetti che tutte le energie vecchie del tuo corpo
sprofondino nel suolo, durante questa fase della tua nascita spirituale, e lo spazio-corpo
si apra a tal punto che le onde Teta dello Spirito possono attraversarlo.
Immagina un paese, attraversato da un muro – una parete alta e infinitamente lunga che
separa questo paese in due metà. Tu stesso stai seduto sopra – sulla corona di questo
muro e da lì puoi espandere il tuo sguardo a destra e a sinistra in un paesaggio
meraviglioso e luminoso. Luce, gioia e sicurezza respirano qui, e garantiscono la
crescita di tutti gli esseri.
E se volti il tuo sguardo dall’altro lato, vedi un paese oscuro. L’oscurità regna qui nel
suolo, nell’acqua e nell’aria – senza orizzonte, perché nell’oscurità non riesci a vedere
dove finisce il paesaggio e dove inizia il cielo.
Rimani seduto sul tuo muro – totalmente rilassato - respira profondamente. Lascia che
sia tutto così com’è e ritorna del tutto a te. Ritorna nel centro del tuo cuore.
“IO SONO QUI e ORA PERFETTO.”
Permetti che tutti i sentimenti che in questa situazione ascendono in te possano fluire
liberamente.
Chiudi gli occhi mentre stai seduto sul muro e cerca di percepire tutt’e due le parti del
paesaggio. Senti l’aura del paesaggio luminoso, il calore del sole sulla tua pelle e nel tuo
cuore. Percepisci la chiarezza dello spirito e la vibrazione vitale degli esseri che
regnano, crescono e vivono qui.
Percepisci il calore e l’ampiezza del paesaggio. Senti i suoni dell’amore e della vita, i
suoni della gioia, del canto e delle risate. Cerca di percepire i flussi con il tuo corpo, i
tuoi pori, le tue cellule.
Senti il paesaggio della luce dentro il tuo cuore e percepisci che sei in totale risonanza
con esso. Tra te e il paesaggio ora inizia una comunicazione, uno scambio di sentimenti,
energie ed essenze.
Espira e inspira profondamente e lascia che questo paesaggio prenda forma nella tua
vita. Ricevilo con tutti i suoi esseri dentro te stesso. Percepisci che con ogni respiro una
parte di questo paesaggio affluisce in te – si fonde con te e diventa uno con te.
Mentre continui a respirare senti che l’ampiezza del paesaggio, le montagne e i boschi
illuminati dal sole, prati con fiori, alberi con frutti, fiumi e ruscelli vivaci sono dentro di
te – e tu continui a respirare.

!"#$%&"'()' ('
Prendi la decisione interiore di voltarti e guardare dalla corona del muro sopra il
paesaggio oscuro e accetta semplicemente ciò che vedi e ciò che senti.
Percepisci che l’oscurità ascendente dal suolo ha reso brulla la vita. Da nessuna parte
cresce e fiorisce qualcosa, non esiste nessun impulso vitale. L’oscurità ha trasformato in
stagni o siccità tutti i ruscelli e fiumi.
Percepisci che l’oscurità spunta da dietro l’orizzonte e si espande sopra il paesaggio
ricoprendolo di nebulosa confusione e di orrore. Non splende più neanche l’oscurità del
cielo del firmamento – ogni connessione verso la vita sembra soffocata.
Stai seduto sul muro e chiudi i tuoi occhi interiori mentre ritorni a te. Respira
profondamente e apri di nuovo il tuo cuore. Accetta quello che era, quelle che è, e
quello che sarà.
Apriti e dì a te stesso:
“SI”
“SI, anche questo paesaggio sono io.”
“SI, anche questo paesaggio è dentro di me e ci può stare.”

Apriti respirando profondamente, espanditi dal centro del tuo cuore fino all’orizzonte - e
oltre.
E così si aprono i tuoi pori e le orecchie. Così senti il paesaggio scuro, i suoi toni del
nascosto, il pianto dei feriti, e le voci della paura e della prigionia, dei guerrieri e dei
sovrani scuri.
Tu senti il paesaggio inaridito nella tua gola – senti gli stagni nelle viscere, la paura nel
tuo stomaco – il dolore nel tuo cuore – e nonostante ciò permetti che questo paesaggio
comunichi con te. Ti apri anche a questo e lasci fluire l’amore del tuo cuore – non per
schiarire l’oscuro, per guarire il paesaggio, ma per accogliere l’oscuro di questo
paesaggio dentro di te.
Permetti che con ogni respiro affluisca un’onda di oscurità a te – direttamente nel tuo
cuore amorevole – per nobilitarsi lì. Permetti al paesaggio scuro di muoversi, attraverso
te, con te e in te.
E mentre questo accade, il muro sul quale sei seduto, inizia lentamente a decadere, a
insabbiarsi e a sparire totalmente. Con ogni respiro che regali al paesaggio luminoso e a
quello oscuro il muro si attenua, perde densità e altezza. Infine stai seduto sul suolo –
sulla linea di confine - precisamente tra questi due paesaggi.
L’oscurità ora può fluire nel paesaggio della luce,
e la luce nel paesaggio dell’oscurità.

L’amore ora può fluire dalla paura e la paura dall’amore.


L’odio ora può fluire dalla compassione e la compassione dall’odio.
Ora - veramente- l’aggressione può scorrere dalla gioia e la gioia dall’aggressione,
la guerra dalla pace e la pace dalla guerra.

Mentre lo permetti, senti che si crea una danza, una danza vorticosa che diventa sempre
più veloce, più allegra - grandi onde oscure entrano pulsando dentro la luce e grandi

!"#$%&"'()' -'
onde luminose affluiscono nell’oscurità. E profondamente in te danzano il dolore e la
gioia in un modo mai conosciuto.
Sempre più veloce diventa il vortice, sempre più forte la danza delle
voci luminose e oscure.
Sempre meno puoi percepire e distinguere gli esseri singoli.
Sempre più cambia la natura dei poli
Sempre più si fondono le forze nel tuo cuore.
Sempre più cambia il mondo intorno a te,
- e in te stesso.

Così si uniscono due paesaggi separati e la tua vita diventa VERITIERA.


Così si crea il CRISTALLO nella fusione dell’oscurità con la luce.
Così avviene la trasformazione della vita e dei mondi,
mentre tu stesso semplicemente Sei e accetti tutto questo.

E così sia.

!"#$%&"'()' .'