Sei sulla pagina 1di 64

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr.

LAURA ERCOLI

Universit di Palermo
Facolt di Ingegneria
Corso di laurea

Ingegneria Civile

Laura Ercoli

Geologia Applicata
Parte I
Litologia generale
1

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

ELEMENTI DI LITOLOGIA GENERALE

Lorigine e la classificazione delle rocce

Dr. Laura Ercoli

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Definizioni
Roccia : qualsiasi massa minerale o amorfa
che forma parte della crosta terrestre
Roccia monomineralica : costituita da un solo minerale
Roccia polimineralica : costituita da pi di un minerale
Materiale lapideo di pregio: qualsiasi roccia tagliabile e lucidabile
(marmo in senso commerciale)
Marmo : (in senso geologico) roccia carbonatica
di origine esclusivamente metamorfica

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Le rocce impiegate come pietre da costruzione: esempi

MARMO

LAPIDEO DI PREGIO
4

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Le rocce impiegate come pietre da costruzione: esempi

Calcare

Gneiss

R. MONOMINERALICA

R. POLIMINERALICA
5

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

I minerali : definizioni
Minerale: corpo solido, omogeneo, con struttura atomica
continua e costante nellunit minerale, con composizione
chimica ben definita e con struttura cristallina
Sostanze rocciose amorfe: corpi rigidi, privi di una struttura
cristallina
Nelle rocce si distinguono
Minerali o sostanze amorfe costituenti , che formano la
maggior parte del volume della roccia
Componenti minerali o amorfi accessori, che sono presenti
in piccole quantit, ininfluenti ai fini classificativi, ma che
possono condizionare fortemente il colore o lalterabilit di
una roccia
6

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Origine delle rocce ignee


La formazione delle rocce incessante sulla e nella
crosta terrestre
ed avviene secondo un ciclo detto ciclo petrogenetico.
Il fluido indifferenziato del mantello risale
attraverso spaccature della crosta terrestre e forma il
magma
che, raffreddando, cristallizza o vetrifica
dando origine alle
rocce ignee
e a gas e vapore acqueo che si immettono
7
nellatmosfera e nellidrosfera

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Origine delle rocce sedimentarie


Atmosfera ed idrosfera da una parte rendono possibile
lesistenza della
biosfera
e cio degli organismi che con i loro
prodotti metabolici e catabolici formano accumuli di
depositi organici,
dall altra generano correnti di fluidi che
attraverso processi di degradazione, erosione e trasporto
sgretolano i materiali preesistenti dando origine ai
sedimenti .
I sedimenti organogeni o detritici, attraverso
i processi di diagenesi formano
le rocce sedimentarie

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Origine delle rocce metamorfiche


Le rocce preesistenti in seguito a seppellimento profondo,
riscaldamento e forte compressione danno origine alle
rocce metamorfiche.
Queste, se raggiungono zone della crosta molto profonde,
con fenomeni di rifusione completa o parziale (anatessi)
formano nuovi magmi.
Gli stessi processi possono investire le rocce
dello stesso gruppo e quindi si possono avere rocce
sedimentarie policicliche,
rocce ignee di origine anatettica,
9
rocce polimetamorfiche

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Ciclo petrogenetico

10

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Cos una sezione sottile ..


Sezione sottile: lamina di roccia
spessa 0,03mm incollata su un
vetrino con collanti otticamente inerti
( p. es. Balsamo del Canada)

Sezione sottile colorata con alizarina S:


presenta una colorazione selettiva
(staining) per facilitare la distinzione dei
carbonati
(dolomite grigia, calcite rosa 11
arancione)

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

. a cosa serve

Permette di osservare le rocce con il microscopio


petrografico in luce trasmessa polarizzata
secondo un piano (PPL) o secondo due piani
ortogonali ( XPL)
Serve per analizzare la tessitura della roccia e per
individuarne i componenti cristallini od amorfi

12

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

L identificazione e la classificazione delle rocce


Classificazione genetica
classificazione composi zionale (scala del campione da
laboratorio)
Car att er ist ich e da osser va re p e r lid e n tifica zion e e la cla ss ifica zion e d e lle rocc e

Te ss itu r a : ins ie me de lle car a tte rist ich e g eo m e tr ich e d e i gra n i ch e


co m p o n go no la ro ccia
( fo rm a d ei g ra n i ,co nt a tti tr a i g ran i, o rie nt a zi on i p ref e re n z ial i d e tta an ch e fa b ric o str u ttu ra-, d istr ib uz io n e d ei co m p o n e n ti)
fo rt e m e nt e d iffer e n z iata tra le tr e p rinc ip al i fam ig lie d i ro cce
Gr a na: dim e n sio n e d ei g ra n i ch e co mp o n go n o u na ro ccia
Co mp o s izio n e : a bb o n da n za re lat iv a d ei m in e ra li ch e co mp on g o n o
la ro ccia
Pa r a ge n es i: o rd in e di for maz io n e d e i co m p o n e nt i
13

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Tipologia dei campioni


e sa me dei caratte ri organole ttici, in sito
Cam pioni ma cro scopici:
qua litativa, in sito
de te rmi nazione d e lle pro prie t fisiche
quantitaticv a , in labora torio
e sa me al micr oscop io ott ico
Cam pioni micros copici:
analisi chimi che e ro entgeno gra fiche (raggi x)

Per lesame organolettico, che permette il riconoscimento


di massima del litotipo, ci si avvale dei propri sensi,
osservando la superficie di rottura che si genera ,
al momento del prelievo,
per percussione del campione asciutto

14

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Procedura di riconoscimento
La procedura da seguire si avvale del sistema per chiavi,
in cui a partire dalla scelta tra caratteristiche
evidenti e ben distinte,(ad esempio la tessitura),
per opzioni successive tra diverse alternative,
si giunge alla diagnosi.
Per riconoscere le rocce necessario
riconoscerne i costituenti,
ed in particolare i minerali pi ricorrenti
Anche in questo caso ci si avvale del sistema per chiavi,
in cui la caratteristica di partenza il
tipo di sfaldatura
15

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Procedura di riconoscimento
Per identificare le rocce prima di tutto necessario
individuarne i componenti e quindi riconoscere
i minerali principali e le sostanze amorfe
in esse contenute
Il riconoscimento macroscopico dei minerali pi
comuni possibile attraverso losservazione di
alcune
caratteristiche tipiche come
la sfaldatura, la lucentezza, la durezza..
16

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Riconoscere i minerali: la sfaldatura


Molti minerali, alla frattura per percussione,
presentano superfici di rottura preferenziali,
piane, parallele a possibili facce del cristallo,
che formano angoli costanti tra loro.
Tali piani si sviluppano in corrispondenza delle superfici del
reticolo cristallino lungo le quali si concentrano
i legami atomici pi deboli.
La perfezione della sfaldatura inversamente proporzionale
alla forza dei legami atomici su quel piano.
Alcuni minerali sono privi di superfici di sfaldatura
e si rompono secondo superfici del tutto irregolari
e di forma assolutamente casuale.
Il numero di piani di sfaldatura e langolo tra di essi
17
diagnostico per i vari minerali

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Tipologia di Sfaldatura (cleavage)

Sfaldatura

un piano

due piani

Frattura

tre piani

18

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Esempio: sfaldatura secondo un piano

19

Gesso selenitico

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Esempio: sfaldatura secondo un piano

Biotite

Muscovite

20

10

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Esempio: sfaldatura secondo due piani

Ortoclasio

21

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Esempio: sfaldatura secondo tre piani

Calcite

Salgemma

22

11

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Esempio: sfaldatura assente

Zolfo

Quarzo

23

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Classificare un campione

24

12

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

IDENTIFICAZIONE PER CHIAVI /1


Campion e di m inerale
S faldatura assente o poco d istint a Sfaldatu ra distinta
Vai a 1
Vai a 2
Suppon iamo di avere un campion e di un individuo con sfaldatu ra
assen te o po co distin ta, si p assa alla chiav e 1
Suppon iamo di avere un campion e di un individuo con sfaldatu ra
distinta, si pa ssa alla chiave 2
1 (Individuo con s faldatu ra assente o poco di stinta)
opzion i:
splendore delle superfici v itreo con riflessi v ari
vai a 3
splendore metallico
vai a 4
splendore matto o qu asi, o non b en de finibi le
v ai a 5
splendore serico (simi le alla seta)
vai a 11.
Suppon iamo d i avere un c ampion e di un ind ividuo con sp lendo re
vitreo,si pa ssa alla chiave 3

25

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

IDENTIFICAZIONE PER CHIAVI /2

2 (Individuo con s faldatu ra distin ta)


opzion i:
un pi ano di facile sfaldatura
vai a 12
2 piani ad angolo retto
vai a 13
2 piani ad angolo qu asi retto
vai a 14
3 piani ad angolo retto
vai a 16
3 piani ad angoli d iversi dal retto, ma ugu ali tra loro
pi di un p iano, m a non ben d istinguib ili gl i angol i

3 ( individuo c on sfaldatura assente o poco distinta,


vitreo)
opzion i:
non si incide con un a punta metallica
vai a 6
si incide facilmente con una pun ta metallica
v ai a 8
si incide con lunghi a
vai a 9

v ai a 17
vai a 19
splendore

26

13

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

IDENTIFICAZIONE PER CHIAVI / 3

Supponiamo di avere un campione che si incide con l unghia, si


passa alla chiave 9

9 ( individuo c on sfaldatura assente o poco distinta, splendore


vitreo, si incide con lunghia
opzioni:
colore chiaro, colore della stria bianco, allincisione stride e d polvere
in grani quasi isometrici, alla fiamma d colorazione rosso mattone, si
disidrata e diventa bianco e polverulento: gesso microcristallino
in acqua si rigonfia o si spappola: minerale argilloso vai a 23
Non si spappola : gesso microcristallino.
27

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rilievo dei caratteri organolettici per l identificazione


e la classificazione macroscopica di una roccia /1
Osser va zione

Ca ra tte ris tica

Ta tto
Lisc ia
Ruvida
Sca bra

gra nulome tria , form a de i gra ni,


omog e ne it te ss itur a le

Tipo di superf icie


Asciutta
Umi da
Untuosa

Consiste nza

Com pa tta
Friab ile
Polve rule nta

com posizione

sta to di a ggreg a zion e ,coe sione ,


omog e ne it te ssitural e

se ns a zion e te mp. fre dda


Ca pa cit te rmic a
(qua lita tiva)

com posizion e
se nsa zion e tem p. am bie nte

Dur e zza re siste nza al lincisione con un ghia o punta me ta llica

compo sizione, sta to di ag gre ga zione

28

(qua lita tiva )

De ns it

compo sizione, sta to di ag gre ga zione

(va lutazi on e de l pe so risp e tto a l volum e qua lita tiva

14

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rilievo dei caratteri organolettici per l identificazione


e la classificazione macroscopica di una roccia /2
Vist a
Dime ns io ne d e i gr an i

te ss itur a

Form a d e i gr a ni

Colo re

te ss itura , com po sizion e

Ere dita to (d a d e tri ti co sti tue nti)


Pr imar io (d ei mi n e r a li co sti tue nti o a cce s so ri)
Se co nd a rio ( d a a lte ra zio ne )
Del le polv e ri
Per strofin a me nto

Ad a ma ntino
Ve tro so
Re s ino so
Me ta llico
Ma dre p e rl a ce o
Sp le ndor e d e lle s up erfi ci Iri da to
Cer oso
Gra ss o
Terr oso
Ma tto
Op a co
Tipo di fra ttura

com po sizio ne , m a no n s e m pre dia gn os tico

dia gno st ico

compo sizio ne

29
compo sizio ne, sta to d i ag gre ga zio ne ,
tess itura , gra n ulom e tri a

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rilievo dei caratteri organolettici per l identificazione


e la classificazione macroscopica di una roccia /3
Gus to

Sa por e

sa la to
ca us tico
amar o
a strin ge nte
picca nte
dol ce
a lla pp a n te

compo sizio ne

Olfat to
Pe r roc ce c ont en e nti compo ne nti vo la tili,
od ore c he si svilu pp a s po nta ne a me nte ,
per fri zione , pe r tritur a zion e ,
p e r p e rc uss ione, per i ns uffla zio ne d i ari a ,
per im bibizion e di a cqu a

compo sizio ne

Udito
per per cu ss io ne, per a tta cco c himi co
per im bibizion e

com po sizion e , sta to di aggr e ga zio ne , poro sit

30

15

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

ELEMENTI DI LITOLOGIA GENERALE

ROCCE IGNEE

Dr. Laura Ercoli

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce ignee

Derivano dal raffreddamento di magmi con processi di

cristallizzazione totale o parziale associati o meno a


processi di vetrificazione totale o parziale.
Si classificano in base alla composizione mineralogica o
alla composizione in ossidi (per le sostanze vetrose)
e alla tessitura.
Si distinguono in rocce ignee intrusive o plutoniti
e rocce ignee effusive o vulcaniti
32

16

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce ignee intrusive

Cristallizzano dentro la crosta terrestre, in grandi ammassi


(batoliti) o in filoni ed hanno tessitura olocristallina
e porosit pressoch nulla.

33

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce ignee effusive

Derivano dal raffreddamento delle lave e cio da eruzioni


subaeree o sottomarine e quindi litificano sopra la
crosta terrestre o sui fondali marini.
Non sempre sono totalmente cristalline, anzi spesso
contengono sostanze allo stato amorfo (vetrofiri).
Possono avere tessitura porfirica o afanitica .

34

17

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Tipi di magmi

Chimismo
Profondit

magma basaltico
basico
da 50 a 100 km

Temperatura

1200- 1500

magma granitico
acido
< 20 km
550- 800

Viscosit

bassa

alta

Effusivit

alta

bassa

Rocce effusive
Rocce intrusive

basalto frequente
gabbro raro

riolite rara
granito frequente
35

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Classificazione rocce ignee


Diagramma QAPF
Incompatibilit tra
quarzo e feldspatoidi
In caratteri maiuscoli
nomi delle rocce
intrusive
In caratteri minuscoli
quelli delle
corrispondenti rocce
effusive
36

18

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Gruppi di rocce

Rocce soprassature o granitoidi (acide): Quarzo (Q)>20%


Rocce sature : Quarzo = 0- 5%
Rocce sottosature (Basiche) : Feldspatoidi (F) >5%

37

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce ignee: identificazione macroscopica

38

19

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Principali tessiture effusive


Vetrofirica bollosa

Afanitica oloialina
Ossidiana

Lava scoriacea

39

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Tessitura vetrofirica
Ossidiana

7x lr

Tipica frattura concoide,con superfici


curve separate da creste sottili e taglienti

40x lr

40

20

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Principali tessiture effusive


Porfirica
Porfido

Sez. sott 12x. XPL

41

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Principali tessiture effusive


Porfirica
Limburgite

sez. sott. 12x XPL

42

21

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Piroclastiti da accumulo subarereo: tefra e tufi


Fragmental
Tufo saldato

43

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Piroclastiti da effusioni sottomarine:


agglomerati vulcanici

Colata di pillow lava su fondale Ialoclastite di Aci Trezza


marino

44

22

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Principali tessiture intrusive


Olocristallina inequigranulare allotriomorfa
Gabbro

Sez. sott. 12x XPL


45

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Principali tessiture intrusive


Olocristallina inequigranulare subidiomorfa
Sienite

Sez. sott. 12x XPL


46

23

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Principali tessiture intrusive


Olocristallina equigranulare subidiomorfa
Diorite

Sez. sott. 12x XPL

47

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce effusive sottosature


Feldspati sodico potassici
Fonolite

Sez. sott. 12x XPL

Feldspati calcico sodici


Tefrite

Sez. sott. 12x XPL


48

24

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce intrusive basiche


Gabbro
.12x lr

Sez. sott.12x XPL

Ricche di feldspati calcico sodici


49

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce effusive basiche


Effusiva : Basalto
Sezione sottile12 x XPL

50

25

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce intrusive intermedie


Diorite
16x lr

Sezione sottile 12x XPL

Ricche di feldspati calcico sodici


51

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce effusive intermedie

Andesite

Sez. sott.12x XPL


Ricche di feldspati calcico sodici

52

26

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce intrusive ed effusive intermedie


Sienite

Trachite

Sez. sott.12x XPL

Sez. sott.12x XPL

Ricche di feldspati sodico-potassici (alcalini)


53

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce intrusive acide


Ricche di feldspati calcico sodici,
con quarzo

Granodiorite

Quarzodiorite

12x lr

12x lr
54

27

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce intrusive acide


Granito

7x LR

Ricche di feldspati sodico potassici,


con quarzo
55

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce effusive acide


Riolite: Liparite
Ricche di feldspati sodico
potassici,
con quarzo

sez. sott.12x XPL


56

28

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

ROCCE
METAMORFICHE
Dr. Laura Ercoli

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Origine
Derivano dalla ricristallizzazione allo stato
solido, senza quindi subire processi di fusione, di
rocce preesistenti
(ignee, sedimentarie, metamorfiche) prodotta da:
innalzamento della temperatura fra 200 e 600800
pressioni fra 0 e 8 kb
spinte tettoniche orientate
presenza di piccole quantit di fluidi interstiziali
58

29

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Tipi di metamorfismo
Contatto crosta
oceanica-mantello

Contatto crosta
continentale
mantello

59

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Tipi di metamorfismo
Metamorfismo di contatto : si verifica nelle
rocce
incassanti masse magmatiche intrusive
Metamorfismo regionale : si verifica in zone
sottoposte
a intense deformazioni tettoniche, nel caso di
subduzione
tra due masse continentali, di altissima
pressione
Anatessi: il campo di confine con il
plutonismo,
comporta la parziale o totale fusione delle rocce
preesistenti

60

30

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Gradi di metamorfismo
Bassissimo

Basso

Medio

Alto

61

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

La complessit del metamorfismo


Un esempio. Data la stessa
composizione chimica
di partenza (protolito)
se questo composto da
unalternanza di livelli
decimicrometrici di calcite ed argilla,
il metamorfismo produrr un unico
strato composto da silicati di calcio,
se esso invece composto da uno
sedimentaria metamorfica straterello millimetrico di calcite a
calcite
marmo
contatto con uno straterello di argilla si
origineranno tre diversi materiali: un
argilla
fillade
livello di marmo, un livelletto
intermedio di silicati di calcio, ed un
silicati
livello di fillade
di calcio
62

Protolito

Esempio tratto da DAmico,Innocenti,Sassi

31

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Classificazione tessiturale
delle rocce metamorfiche

63

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Marmo

Gneiss

R. MONOMINERALICA

R. POLIMINERALICA
64

32

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce metamorfiche non scistose


Tessitura: omeoblastica poligonale
MARMO

Sezione sottile12x XPL

65

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce metamorfiche non scistose


Quarzite

Microfotografia 12x lr
66

33

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Metamorfismo di rocce basiche :


bassissimo grado e bassa pressione
Diabase

Sezione sottile12x XPL


67

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Metamorfismo di rocce basiche: basso


grado e alta pressione
Tessitura porfiroblastica

Anfibolite

Sezione sottile12x XPL


68

34

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce metamorfiche non scistose


di medio grado

Fels granatifero
69

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce metamorfiche non scistose


di medio grado
Tessitura: eteroblastica- peciloblastica
Fels granatifero

Microfotografia 12x lr

Sezione sottile12x XPL


70

35

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce metamorfiche scistose


di basso grado
Fillade

Microfotografia 12x lr

71

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Scistosit nelle filladi


Sez. sott. 25x XPL

72

36

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce metamorfiche scistose


di medio grado
Micascisto

Microfotografia 7x lr

73

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce metamorfiche scistose


di alto grado
Alternanza di tessitura lepidoblastica - granoblastica
Gneiss

Sezione sottile12x XPL

74

37

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Struttura gneissica occhiadina


Sezione sottile 20x PPL

75

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

ELEMENTI DI LITOLOGIA GENERALE

ROCCE SEDIMENTARIE

Dr. Laura Ercoli

38

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Origine
Si formano per accumulo di sedimenti.
I sedimenti sono costituiti da
frammenti di rocce pre-esistenti (clasti)
sali da precipitazione diretta da soluzioni
prodotti dellattivit biologica (fossili)
In seguito a fenomeni di diagenesi possono
litificare

77

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Si distinguono rocce monomineraliche , costituite da un


unico minerale, e polimineraliche, costituite da pi minerali
Calcare

R. MONOMINERALICA

Argilla scagliosa

R.POLIMINERALICA
78

39

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Le famiglie di rocce sedimentarie

evaporitiche

Rocce di origine chimica

incrostanti
organogene

Rocce clastiche
79

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce organogene e detritico organogene

Derivano dallaccumulo di sedimenti di origine


organogena associati o meno a frammenti
detritici e dalla loro successiva diagenesi, che
porta alla litificazione.
Si classificano in base alla tipologia e
allabbondanza relativa dei grani e al tipo di
cemento.
80

40

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce detritico - organogene: classificazione


macroscopica

BIOMICRITI

BIOSPARITI
81

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Micrite e Sparite
GRANULI CARBONATICI

< 5

Micrite

> 5

Sparite
Sezione sottile 40x XPL

82

41

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce organogene
Biogene
Madrepora attuale

Madrepora fossile

83

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Calcari organogeni
Bioclasto

Sezione sottile 16x XPL

84

42

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Dolomia

Sezione sottile 16x XPL

85

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Calcare organogeno

Microfotografia 25x lr

86

43

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Calcare

87

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Peliti: calcari marnosi

TRUBO

Microfotografia 62x lr
88

44

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Foraminiferi fossili

Microfotografia
25x lr
89

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Trubo
Sez . Sott 50x XPL

90

45

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Peliti: calcilutite
LATTIMUSA

Microfotografia 62x lr

91

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Foraminiferi fossili

Microfotografia 25x lr

92

46

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Marna da cemento

93

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Classificazione e
nomenclatura calcari - arenarie
A
r
e
n
a
r
i
a

Arenaria
calcarea

Calcare
arenaceo

C
a
l
c
a
r
e

0 10
50
90 100
%grani carbonatici

94

47

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Classificazione calcari-argille

Litologica

Commerciale
95

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce organogene silicee: diatomiti


Tripoli
144x LR

96

48

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce organogene silicee: diaspri


Diaspro
90x LR

97

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Frattura concoide

Microfotografia 40x lr

98

49

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce clastiche

Derivano dallaccumulo di frammenti


detritici (clasti) e dalla successiva
diagenesi, che pu portare alla
litificazione.
Si classificano in base alla
composizione dei clasti ed alla loro
granulometria

99

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

100

50

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce clastiche: identificazione macroscopica

RUDITI

ARENITI

SILTITI
101

ARGILLITI

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Ruditi
Conglomerato poligenico
Elementi: arrotondati
Clasti prevalenti:
ortoconglomerato
Matrice prevalente.
paraconglomerato

102

51

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

I flysch
Alternanze pi o meno
regolari
di strati di rocce
clastiche
a diversa granulometria
In questo esempio
conglomerato ed
arenaria

Flysch di Reitano

103

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Ruditi
Breccia monogenica

Elementi: spigolosi
Matrice assente
pulita
Matrice prevalente
Sporca

104

52

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Arenaria conglomeratica
Prevalgono i
grani
arenacei

105

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Conglomerato con matrice arenacea

106

53

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Arenarie: quarzarenite

Sezione sottile 16x XPL

107

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Areniti: arcose

Arcose

Sezione sottile 16x XPL

Arenazzolo

108

54

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Areniti: grovacca
Tufite di Tusa

Microfotografia 40x lr
109

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Siltiti
Siltite calcarea

Microfotografia 40x lr110

55

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Argille ed argilliti
Argilla scagliosa

111

Microfotografia 40x lr

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Caolino

Microfotografia 90x lr 112

56

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Vermiculite

Microfotografia 40x lr

113

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

L origine delle argille

caolinite
montmorillonit
e

caolinite
illite
clorite

sericite
clorite

glauconite
sericite, illite, clorite
114

57

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Gli ambienti di formazione


Alta piovosit
pH decrescente
Alta mobilit Ca e Mg

Bassa piovosit
pH crescente
Bassa mobilit Ca e Mg

Rapporto Si/Al =1/1

Rapporto Si/Al =2/1

Argille tipo T-O

Argille tipo T-O- T

Gruppo caolinite

Gruppo montmorillonite
115

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

I reticoli dei minerali argillosi non espandibili

Legenda
116

58

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

I reticoli dei minerali argillosi non espandibili

117

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

I reticoli dei minerali argillosi:


espandibili o smectici

Legenda

118

59

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce chimiche di precipitazione inorganica

Derivano da soluzioni sovrassature per


modificazioni dei parametri fisicochimici ambientali.
Si distinguono in rocce chimiche
incrostanti e da cristallizzazione
capillare e in rocce evaporitiche
119

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce chimiche di precipitazione inorganica:


il travertino.

Alcamo

Monreale

120

60

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

...come si forma

Per decremento del contenuto di


anidride carbonica nellacqua fluente o
percolante
Cause della perdita di anidride carbonica
Agitazione dellacqua
(cascate, rapide, gorghi)
Attivit biologica dei vegetali

121

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce incrostanti: Alabastro calcareo.

Microfotografia 25x lr

122

61

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

come si forma
Perdita di anidride carbonica per variazioni
di pressione
Dove si forma
Cavit sotterranee
Discontinuit negli ammassi rocciosi
Strutture tipiche
Stalattiti
Stalagmiti
Cortine
Incrostazioni

123

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce evaporitiche
Si depositano in bacini evaporitici od
endoreici
nei quali levaporazione superiore agli
apporti idrici
I sali precipitano in ordine inverso alla loro
solubilit
Nellordine :
Carbonati
Solfati idrati
Solfati anidri
Cl
i

124

62

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce evaporitiche: calcare evaporitico


Calcare perciuliato o brecciato

125

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce evaporitiche: Gesso


Gesso

balatino

selenitico

alabastrino

126

63

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Rocce evaporitiche: halite


Salgemma

127

Modulo di Geologia Applicata (CL Ingegneria Civile n.o.) Dr. LAURA ERCOLI

Le immagini delle rocce a scala macroscopica e


microscopica,scattate dallautrice, sono di campioni
appartenenti alla collezione del Dipartimento di
Ingegneria Strutturale e Geotecnica
dellUniversit di Palermo.

Si diffida dallimpiego, dalla riproduzione e dalla


diffusione delle immagini contenute nella presente
presentazione, anche citando la fonte
128

64