Sei sulla pagina 1di 26

Indice

PREMESSA
INTRODUZIONE
DehnIzIonI e Iorme deII`unImuzIone gIupponese
Evoluzione della terminologia
Pubblici, formati e tecniche
Il processo di produzione dellanimazione commerciale
Soggetto, sceneggiatura, ekonte
La fase di animazione: tradizione e innovazione
Post-produzione: sonorizzazione, vocalizzazione, montaggio
Costi, risorse, industria e mercato
Generi e sottogeneri dellanimazione commerciale
CIussIhcuzIone demogruhcu
CIussIhcuzIone LemuLIcu
Lanimazione non commerciale
Piano dellopera
I Le origini
1917-1929
I.1 Genesi, e dibattito sulla genesi, dellanimazione giapponese
I.1.1 Il frammento Matsumoto
I.2 ten Shimkawa, Seitar Kitayama e Junichi Kuchi
I.3 Gli animatori degli anni Venti
I.3.1 Lavvento del sonoro
II Lanimazione in tempo di guerra
1930-1945
II.1 Gli anni Trenta
II.1.1 Venti di guerra sullanimazione
II.1.2 Lanimazione di propaganda
II.1.3 Il divino Momotar contro gli americani
II.2 La competizione con le produzioni cinesi
e lanimazione non di propaganda del periodo bellico
III Il dopoguerra e la nascita dellanimazione industriale
1946-1963
.1 GII unnI deIIu rIcosLruzIone (1qq6-1qq)
III.1.1 Gli studi danimazione attivi nellimmediato dopoguerra
III.2 Il cinema danimazione della Tei Dga
e I`uvvenLo deII`unImuzIone LeIevIsIvu (1q-1q6)
.z.1 prImI hIm brevI deIIu TeI
15
19
19
19
22
28
28
32
35
;
39
39
39
41
43
45
45
q;
49
51
54
;
;
59
60
62
64
6;
6;
68
;1
;1
III.2.2 Hakujaden
III.2.3 Gli altri lungometraggi Tei del primo periodo
III.2.4 Lesordio dellanimazione televisiva
.z. I prImo conLrIbuLo dI Osumu Tezuku: Tetsuwan Atom
III.2.6 Le altre serie televisive animate del 1963
IV Il movimento indipendente
e il Sgetsu Ani mati on Festi val
V.1 Nobur IujI: I hIm deIIu muLurILu
IV.2 Yokoyama, Kuri, Manabe, Yanagihara
IV.3 Sviluppi dellanimazione dautore negli anni Sessanta
V La rivoluzione televisiva
1964-1970
V.1 Il tramonto del cinema ad animazione totale
V.2 La proliferazione degli studi danimazione
e Iu dIversIhcuzIone deI generI
V.3 Strategie e modelli:
i casi di Tei Dga e Mushi Production
V.3.1 Il caso Tei Dga
V.3.2 Il caso Mushi Production
VI/1 Dai super robot allanime boom
1971-1983
VJ1.1 NeI segno deIIu IunLuscIenzu:
super robot e variazioni sul tema
VJ1.1.1 `ImmugInurIo IunLuscIenLIhco dI G NuguI
VJ1.1.z Non soIo roboL gIgunLI: supereroI e usLronuvI
VI/1.1.3 Lastro nascente di Yoshiyuki Tomino
VJ1.z NuovI generI: II Sekai meisaku gekij
VJ1. u vurIeLu deIIu produzIone dI TeI,
Tky Movie e Tatsunoko
VI/1.4 La Tezuka Production e gli special TV
VI/1.5 u puruboIu deIIu SunrIo IIm e I`esordIo deIIu NHK
VJ1.6 OILre I super roboL: II reuIIsmo e Iu spuce operu
VJ1.; Tky MovIe SIInsIu, Iu IenIce
VI/1.8 Gli anni dellanime boom
VI/1.8.1 Anime boom s, ma con alti e bassi
VI/1.8.2 Un anime boom nato dai manga
VI/1.8.3 Anime, idol e musica: un boom di e per otaku
VI/1.8.4 Unesplosione di anime e di generi
VJ1.8. I boom neI cInemu e deI hIm TV
;q
;
;q
80
84
85
85
86
88
93
93
96
99
99
102
105
106
106
109
113
115
118
121
123
124
130
131
131
135
1;
139
141
VI/2 Lanime boom in Occidente. Il primo periodo
di successo dellanimazione commerciale giapponese
in Europa e in America
1978-1984
di Marco Pellitteri
VJz.1 DI cosu purIIumo quundo purIIumo dI unIme boom
VI/2.2 Prima dellanime boom
VI/2.3 Il primo anime boom in Europa
e la sua appendice negli Stati Uniti
VI/2.3.1 In Europa
VJz..z NegII SLuLI UnILI
VII Let delloro dellanimazione indipendente
Gli anni Settanta e Ottanta
VII.1 I grandi maestri del periodo
VII.1.1 Kihachir Kawamoto
V.1.z TudunurI OkumoLo
V.z Renz KInosIILu e Iu nuscILu deI IesLIvuI e deIIe scuoIe
V. AuLorI ed esperIenze sIgnIhcuLIvI deI perIodo
V..1 I Tokyo muge orum e NobuIIro AIIuru
VII.3.2 Il Tezuka sperimentale
V.. LurdI KurI e urukuwu
VII.3.4 Altri autori
VIII Lanimazione commerciale tra vecchi e nuovi formati
La crisi della serie televisiva, lesplosione
dellhome-video e il rilancio del cinema
1984-1994
VIII.1 1984
`epopeu dI MIyuzukI e deIIu suu NuusIcuu
NuscILu deIIo SLudIo GIIbII e deIIu GuInux
Parole dordine: fantascienza, magia, OAV
VIII.2 1985
Una situazione interlocutoria
IIm, serIe, OAV: uII`Insegnu deIIu vurIeLu dI IormuLI
ru Ie rugIonI deI boom degII OAV: eroLIsmo e pornogruhu
Decrescita delle serie televisive
VIII.3 1986
La Tei allinsegna dei supereroi
RomunLIcIsmo e modeIIInI
Al cinema
NeII`Iome-vIdeo
V.q 1q8;
Tanti OAV, nonostante tutto
IIm uI cInemu Iru sperImenLuzIone e successI
e serIe LeIevIsIve: uzIone, comIcILu e umorI udoIescenzIuII
145
145
1q;
151
151
153
155
155
155
156
1;
158
158
159
159
160
16;
168
169
1;z
1;
1;
1;
1;6
1;q
180
181
181
183
185
186
18;
18;
188
190
VIII.5 1988
Sguiti al cinema di serie televisive
Le due anime del Ghibli
Il fenomeno Akira
RIussesLumenLI produLLIvI
unLuscIenzu e IunLusLIco per I`Iome-vIdeo
VIII.6 1989
Il boomerang delleconomia giapponese
u morLe dI Osumu Tezuku
I cunLo deI cIgno deIIu super proIIhcILu serIuIe
Il picco storico degli OAV
Al cinema: successi e fantascienza
Ghibli in crescita: il gioiellino Kikis Delivery Service
V.; 1qqo
Lascesa di Hideaki Anno
Al cinema e nellhome-video
VIII.8 1991
Al cinema, fra capolavori e non
SerIe LeIevIsIve In crescILu numerIcu e cuIo quuIILuLIvo
Gli OAV deI dopo boom: quuIILu cosLunLe, quunLILu In cuIo
VIII.9 1992
Dal ristagno al rilancio
Il fenomeno Sailor Moon
Le altre serie rilevanti in televisione e nellhome-video
Porco Rosso e gII uILrI hIm cInemuLogruhcI
VIII.10 1993
La fuga degli sponsor
Allinsegna delle serie Tei e delle collaborazioni fra produttori
I successi OAV: fantascienza, fantastoria, fantamedicina
OsIII, KuwujIrI, TukIzuwu: gII usLrI deII`unno uI cInemu
VIII.11 1994
La diminuzione degli episodi delle serie televisive
AnIme e muILImedIuIILu progrummuLu
OAV: revival e inseguimento dei successi televisivi
`uppunLumenLo con II GIIbII e gII uILrI successI cInemuLogruhcI
IX La rinascita dellanimazione seriale
e il successo internazionale
1995-1999
IX.1 1995
Il Giappone trema, ma non crolla
La serie di culto del 1995: Neon Genesis Evangelion
Adolescenti, parodie e anime in notturna
Lapoteosi degli OAV dI quuIILu
IIm dI rIIIevo: sospIrI deI cuore, SIouI e posL-cyberpunk

191
191
192
193
195
196
199
199
200
200
203
205
zo;
zo;
zo;
211
212
213
215
z1;
219
219
221
222
225
226
226
zz;
230
233
235
235
236
239
241
245
246
246
zq;
249
251
243
IX.2 1996
Il modello Evangelion come volano di un nuovo boom
RInuscILu deII`unImuzIone LeIevIsIvu, mu serIuIILu pI breve
GII uILImI expIoIL deIIu Iungu serIuIILu LeIevIsIvu
La rigogliosa produzione di OAV
hIm dI rIIIevo neIIe suIe gIupponesI
X. 1qq;
N.A.S., Iu nuovu unImuzIone serIuIe (e deIIu noLLe):
vampire e guerrieri
La nuova cornucopia della platea televisiva
Due fenomeni multimediali: Pokmon e Utena
Le altre serie televisive degne di nota dellanno
OAV: erotismo, fan service e videogiochi
Al cinema: classici rispolverati e successi a colpo sicuro
I LesLumenLo hIosohco dI Huyuo MIyuzukI: Princess Mononoke
Kimba contro Simba e il samurai vagabondo
IX.4 1998
ru IuLLI, ceIebruzIonI e rIessIonI crILIcIe
Lincremento delluso del digitale e il fenomeno Cowboy Bebop
Giochi di carte, robot fuori tempo massimo
e fantascienza introspettiva
Le altre serie televisive di rilievo
Gli OAV: nuove idee e innovazioni tecniche
AI cInemu: gII usLrI dI Kon, OsIII, Lomo e Amuno
IX.5 1999
Maghette, pirati e ancora fantascienza
SerIuIILu per udoIescenLI e gIovunI uduILI
Il ritorno dei classici: corsari spaziali, samurai raminghi
e orfani vagabondi
Al cinema, personaggi di cassetta e capolavori
X Lanimazione indipendente a cavallo fra i due secoli
X.1 u generuzIone SgeLsu Lru gII unnI NovunLu e DuemIIu
X.1.1 TudunurI OkumoLo
X.1.2 Kikachir Kawamoto
X.1. YjI KurI, Renz KInosIILu, Tuku urukuwu
X.1.q NobuIIro AIIuru, KeIIcII TunuumI
X.2 La nuova animazione indipendente: prima generazione
X.2.1 Masaaki Mori, Keita Kurosaka
X.z.z KjI Yumumuru
X.2.3 Gli altri autori di rilievo
X.3 Seconda generazione e oltre
X.3.1 I nuovi eredi dellanimazione a passo uno
X.3.2 Kunio Kat
X.3.3 Gli altri nomi eccellenti della nuova covata di artisti
X.3.4 Verso una terza generazione di autori indipendenti
258
258
259
261
262
265
266
266
z6;
268
z;1
z;z
z;q
z;
z;;
z;8
z;8
z;q
281
284
285
288
291
292
295
298
299
321
323
323
323
325
326
z;
z;
328
331
333
334
335
336
338
X.4 Contatti fra animazione, videoarte
e arte contemporanea nel nuovo secolo
X.q.1 TukusII MurukumI e II SuperuL
X.4.2 Tabaimo
X.4.3 Takashi Ishida
X.4.4 Gli altri nuovi autori di talento
XI Lanimazione commerciale del nuovo secolo
2000-2008
XI.1 2000
Serie di successo per bambini
Le serie longeve esistono ancora: il caso Inuyasha
Serie e OAV per uduILI: Iorror, sLorIu, demenzIuIILu
AI cInemu: novILu LemuLIcIe e LecnIcIe
XI.2 2001
`unImuzIone uI LempI deIIu crIsI: Iure hnLu dI nIenLe
I LungIbIIe decIIno quuIILuLIvo degII OAV
u corposu produzIone cInemuLogruhcu
cupoIuvorI cInemuLogruhcI deII`unno J 1. Metropolis
cupoIuvorI cInemuLogruhcI deII`unno J z. La citt incantata
AILrI hIm ImporLunLI
XI.3 2002
RoboL gIgunLI dI nuovu generuzIone, cyborg gInoIdI e mugIu
Le produzioni per internet e per lhome-video:
lastro di Makoto Shinkai
IIm uI cInemu: IunLuscIenzu e vIsIonI gIIbIIcIe
XI.4 2003
e serIe LeIevIsIve dI spIcco: IupI, uIcIImIsLI, nInju e sLeumpunk
unLuscIenzu LeIevIsIvu dI quuIILu
OAV: Animatrix, CuvuIIerI deIIo ZodIuco, Ken II guerrIero
e Mazinga
Al cinema: i pochi gioielli dellanno
XI.5 2004
Lanno dei record: le serie in televisione
Quel che resta dellOAV: vecchie glorie ancora sulla breccia
e produzIonI cInemuLogruhcIe: duI dIsegno unImuLo
al cel-shading
Il ritorno di tomo: Steamboy
Mind Game, il talento di Makoto Shinkai
e la nuova fatica di Miyazaki
XI.6 2005
e nuove modIhcIe uI sIsLemu economIco
e organizzativo dellanimazione
SerIe LeIevIsIve: quunLILu vs. quuIILu
RIscoprIre I roboLLonI: Eureka Seven
unLuscIenzu, IunLusy, Iorror e MedIoevo: Ie uILre serIe dI rIIIevo
340
340
341
342
343
q;
348
348
349
351
353
355
356
359
360
363
365
6;
;o
;1
;8
382
383
384
389
391
394
q;
q;
409
410
444
415
418
418
420
423
424
Gli OAV: il ritorno della Tatsunoko e della commedia romantica
Al cinema: leterno ritorno di Gundam
X.; zoo6
ru crIsI deI sIsLemu e sperImenLuzIone d`uuLore
Sussulti direct-to-video e avanzata del web streaming
Il record degli anime in televisione
Unanimazione televisiva non solo devasione:
il tema dellisolamento sociale
Le serie di WOWOW
Ancoru spIrILI neI guscIo, quudernI morLuII
e mecha di nuova generazione
AI cInemu: uIIoIIumenLo dI grundI hIm
Il capolavoro visionario di Satoshi Kon: Paprika
u prImu voILu dI un guIjIn: Tekkonkinkreet
X.8 zoo;
u essIone deIIu produzIone
Samurai meticci, personaggi letterari e mecha poetici
Non soIo IunLuscIenzu: Ie InesuurIbIII rIsorse deI IunLusLIco
e della commedia
Gli eterni classici dello spazio: Gundam e Macross
Il nuovo corso degli OAV dautore: pochi e buoni
Al cinema: una festa di genii dellanimazione
Il ritorno di Evangelion
Mito e nazionalismo nipponici di inizio XXI secolo
XI.9 2008
n LeIevIsIone: dIscreLu vurIeLu nonosLunLe Iu grunde crIsI
Cyborg del passato, disagio giovanile e parodie
Gli OAV: pocII scuLLI dI creuLIvILu
Ancora Miyazaki: il richiamo dellanimazione
nuovI hIm dI OsIII e deIIu MusII
XII Il presente dellanimazione commerciale giapponese
2009-2011
XII.1 2009
Tempi cupi
Le grandi serie TV di Madhouse e Production I.G,
nonostante tutto
RIspoIverure GenjI e purIure dI LerremoLI
Certi classici non muoiono mai
Gli OAV: i manga delle CLAMP e di Yukinobu Hoshino alla ribalta
Cinema: il perentorio predominio artistico di Madhouse
e Production I.G
XII.2 2010
Cenni di ripresa macroeconomica
e contraddizioni del sistema dellanimazione
Cala ancora la produzione televisiva
qz;
428
431
431
433
435
441
442
444
qq;
452
453
456
456
456
463
466
469
q;1
q;6
q;;
480
480
484
q8;
489
491
495
495
495
496
500
502
505
506
512
512
513
Gli OAV: nuove tendenze e linguaggi introspettivi
La morte di Satoshi Kon e la reazione del cinema giapponese
XII.3 2011
Se Iu reuILu superu Iu IunLusIu
Le serie televisive
La produzione home-video
hIm dI rIIIevo deII`unno
Uno sguardo al futuro
CONCLUSIONI
GRAFICI E SCHEMI
RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
INDICE DEI NOMI, DELLE OPERE E DELLE AZIENDE
519
521
523
523
525
530
531
536
539
543
q;
565
IX.
La rinascita dellanimazione seriale
e il successo internazionale
1995-1999

u secondu meLu degII unnI NovunLu, curuLLerIzzuLu uncoru du un`In-
stabile leadership politica, non vide miglioramenti della congiuntura
economica giapponese.
1
Du un IuLo II Lusso d`InuzIone scese hno u
dIvenLure neguLIvo, segnundo I`InIzIo dI unu deIeLerIu Iuse dI deuzIo-
ne, ma dallaltro il conseguente drastico calo del costo del denaro non
Iu suIhcIenLe u IuvorIre I`uuspIcuLu rIpresu deIIu domundu, cIe conLI-
nu a restare bassa a causa dellaumento della disoccupazione, atte-
stata intorno al 5%, e della progressiva precarizzazione del mercato
deI Iuvoro. NeI 1qq;, Iu LImIdu rIpresu deI PIL registrata nel 1995-96,
comunque InIerIore uII`1%, Iu sLroncuLu duIIu gruve crIsI hnunzIurIu
asiatica, tra le cui cause vi fu il progressivo ritiro dai mercati dellarea
proprio dei capitali giapponesi. La sofferenza bancaria, determinata
duIIe dIIhcoILu dI recupero deI credILI eIurgILI Lroppo IucIImenLe u Im-
prese e privati negli anni passati, port altres al fallimento nel 1999 di
cInque grossI operuLorI deI seLLore, con gruvI rIpercussIonI suII`InLero
sIsLemu credILIzIo. Per Iu prImu voILu dopo oILre quurunL`unnI, Inhne,
tra il 1996 e il 1998 il reddito pro capite lordo dei giapponesi diminu.
I conLInuo IndeboIImenLo deIIu buse economIcu e poIILIcu dI quesLI
anni cominci a intaccare la tenuta socioculturale del Giappone, mi-
nuLu uncIe duI progressIvo uIhevoIImenLo deI IegumI IumIIIurI e deI
princip morali tradizionali, messi in crisi dal commercialismo, dal
consumismo e dallindividualismo affermatisi nel decennio preceden-
te.
2
TuLLo cI Ingener neIIu socIeLu nIpponIcu un dIIIuso e perdurunLe
stato di ansia, insicurezza e disorientamento che a livello individuale
soprattutto giovanile avrebbe prodotto nel tempo e continua a pro-
durre tuttora, oltre che un aumento dei casi di suicidio,
3
Iorme pI o
meno esLreme dI rIhuLo deI LrudIzIonuIe modeIIo socIuIe, IonduLo suIIu
radicale separazione tra lapparenza sociale (omote) e I`essenzu InLerIo-
re (ura),
4
suII`ordIne, suIIu coesIone e suI senso deIIu coIIeLLIvILu e deIIu
responsubIIILu, quuII queIIe degII hikikomori, deI NEET e dei freeter.
5

1 CIr. R. CuIveL, op. cit., pp. 433 sgg.
2 Cfr. K.G. Henshall, op. cit., pp. 263 sgg.
CIr. R. CuIveL, op. cit., p. q; R. CuroII - . GuLLI, op. cit., p. z;. n purLIcoIure, Lru II 1qq; e II 1qq8 sI
regIsLr un uumenLo dI quusI II % deI numero deI suIcIdI: sI puss duI zq.q1 cusI deI 1qq; uI z.86
deI 1qq8. Du uIIoru I suIcIdI non sono muI pI scesI uI dI soLLo deIIu sogIIu unnuu deI o.ooo cusI.
4 Sui concetti di omote e ura cfr. Takeo Doi, Omote to ura, Tokyo, SIoIun, 1q8; d., The Anatomy of
Self: the Individual versus Society, Tokyo, Kdansha International, 1986.
CIr. CurIu RIccI, Hikikomori: adolescenti in volontaria reclusione, MIIuno, runco AngeII, zoo8,
pp. z sgg.; K.G. HensIuII, op. cit., p. z;. I LermIne IIkIkomorI sIgnIhcu IeLLeruImenLe 'IsoIursI`,
'cIIudersI`, 'rILIrursI`, ed sLuLo conIuLo uII`InIzIo degII unnI OLLunLu duIIo psIcIIuLru TumukI SuIL
246
IX.1 1995
Il Giappone trema, ma non crolla
NeI compIesso conLesLo deIIu secondu meLu degII unnI NovunLu, II
1qq vIde verIhcursI In purLIcoIure due gruvI evenLI, cIe concorsero
u mInure uILerIormenLe Iu sIcurezzu e Iu hducIu deI gIupponesI. I 1;
gennuIo Iu cILLu dI Kobe Iu coIpILu du un devusLunLe LerremoLo cIe
cuus oILre seImIIu vILLIme e cIe mIse u nudo Iu cuLLIvu quuIILu dI cer-
ta edilizia, frutto di speculazioni e corruzione, ma anche limprepa-
razione del paese di fronte a una pur prevedibile emergenza, data la
IorLe sIsmIcILu deI GIuppone. I zo murzo, poI, In Lre IInee deIIu me-
tropolitana di Tokyo alcuni fanatici appartenenti alla setta religiosa
Aum Shinriky ('Supremu VerILu dI Aum`) dIIIusero deI gus sarin,
un micidiale gas nervino, uccidendo dodici persone e intossicandone
cIrcu cInquemIIu, dI cuI un cenLInuIo In modo IrrepurubIIe. SopruLLuL-
Lo quesL`uILImo IuLLo dI cronucu - un uLLenLuLo LerrorIsLIco In un pue-
se con un bussIssImo Lusso dI crImInuIILu - scosse neIIe IondumenLu
Iu socIeLu nIpponIcu, cosLreLLu u InLerrogursI In purLIcoIure suIIo sLuLo
delle nuove generazioni, dato che tutti i circa 12.000 adepti della set-
ta avevano meno di trentanni, ma anche sullimmaginario veicolato
da manga e anime, spesso strumentalizzato in chiave escatologica e
apocalittica dai capi per attirare e soggiogare i giovani fedeli.
6
In effetti, pu dirsi vero che il grande successo dei fumetti e della-
nimazione, in Giappone, sia in buona parte da imputare allimpel-
lente bisogno di evasione suscitato nella gente da una struttura so-
ciale capace, sin dai primi anni di scuola, di unincredibile pressione
sui suoi membri, di portata sconosciuta altrove nel mondo indu-
per indicare un numero sempre crescente di giovani giapponesi, soprattutto maschi, che, per una
Iormu dI upuLIu scoIusLIcu, In genere dovuLu u unu purLIcoIure dIIhcoILu InconLruLu (bruLLI voLI, boc-
cIuLuru, buIIIsmo, scursu InLegruzIone con I compugnI, eccessIvu severILu deI corpo InsegnunLe ecc.),
sI ussenLuno duIIe IezIonI e hnIscono per InLerrompere voIonLurIumenLe quuIsIusI comunIcuzIone
con il mondo sociale, ritirandosi nella propria stanza per mesi o addirittura anni, sviluppando cos
IobIe dI vurIo LIpo. ALLuuImenLe Ie sLuLIsLIcIe uIhcIuII rIIerIscono dI oILre un mIIIone dI cusI sImIII In
Giappone, ma secondo stime non governative la cifra va incrementata di almeno il 50%, considera-
Lo cIe moILe IumIgIIe Lendono u nuscondere quesLo comporLumenLo deI proprI curI. Con I`ucronImo
NEET (Not in Employement, Education or Training) vengono Invece IndIcuLI gIovunI dI umbo I
sessI cIe rIhuLuno II sIsLemu socIuIe uLLruverso II Iure nIenLe: non sLudIuno, non Iuvoruno, mu,
al contrario degli hikikomori, amano la comunicazione multimediale, trascorrendo spesso lintera
giornata fuori casa in compagnia di gruppi di altri giovani che condividono il medesimo stile di vita,
facendosi mantenere dalla famiglia. I freeter sincrasi dellinglese free, libero, e del tedesco Arbei-
ter, 'IuvoruLore` - sono Inhne gIovunI cIe rIhuLuno II posLo dI Iuvoro hsso, uII`InLerno dI un sIsLemu
gerarchizzato come lazienda o lo stato, preferendo mantenersi alla meglio con lavori saltuari part-
LIme; uncIe I IreeLer, uLLuuImenLe sLImuLI In GIuppone In cIrcu due mIIIonI, umuno Iu comunIcuzIone
muILImedIuIe e sI Iunno uIuLure duIIu IumIgIIu come I NEET.
6 u Aum SIInrIky possedevu uddIrILLuru un suo pIccoIo sLudIo dI unImuzIone LrumILe II quuIe reuIIz-
zava brevi anime per i bambini della setta in cui venivano raccontate le gesta miracolose del Maestro,
Shk Asahara (uIIus CIIzuo MuLsumoLo). NeI mesI successIvI uII`uLLenLuLo I`opInIone pubbIIcu nIp-
ponica non manc di interrogarsi sul possibile ruolo negativo giocato dai manga e dagli anime nella
cuILuru e neIIu socIeLu, come umpIumenLe documenLuLo du RIcIurd A. Gurdner In Aum SIInrIky
und u PunIc AbouL Mungu und AnIme, In Murk W. MucWIIIIums (u curu dI), Japanese Visual Cultu-
re: Explorations in the World of Manga and Anime, Armonk (NY), M.E. Sharpe, 2008, pp. 200 sgg.
zq;
sLrIuIIzzuLo. u Iugu dI mussu duIIu reuILu, IuvorILu sempre pI neI
Lempo duIIu orIdu IndusLrIu deII`enLerLuInmenL, peruILro, sembruvu
uver reso sopruLLuLLo Ie gIovunI generuzIonI degII unnI NovunLu In-
capaci di salde e concrete relazioni sociali e affettive, contribuendo a
minarne lautostima.
;
Ma neanche a farlo apposta il 1995, malgrado
Iu crIsI economIcu e unu cerLu dIIhdenzu deII`opInIone pubbIIcu, sI
rivel per lanimazione commerciale un anno doro, con unimpen-
nata delle produzioni televisive 38 nuove serie e tre special TV e
la creazione di opere, non solo per la televisione, di capitale impor-
Lunzu per II IuLuro deIIu sLorIu dI quesLo medIum.
La serie di culto del 1995: Neon GenesIs EvungeIIon
Tru Ie serIe LeIevIsIve cerLumenLe Iu pI InLeressunLe e InnovuLIvu
fu la pseudorobotica Shinseiki Evangelion (Il Vangelo del nuovo se-
coIo`; Neon Genesis Evangelion), scrILLu e dIreLLu du HIdeukI Anno,
realizzata dalla Gainax e coprodotta con TV Tokyo e NAS. Questo ani-
me geniale e drammatico si rivel di importanza cruciale perch, da
un lato, mostr una seria presa di coscienza a proposito delle attua-
li problematiche relazionali ed esistenziali dei giovani giapponesi
(rIspeLLo uIIe quuII Anno sI eru gIu mosLruLo sensIbIIe In pussuLo) e
dallaltro perch di fatto nei suoi 26 episodi mise compiutamente
a punto i canoni di una vera e propria rifondazione dellanime non
soltanto televisivo.
8
SoLLo II prImo prohIo, vIene In rIIIevo Iu compIessu Lrumu cIe, soL-
Lo unu LruccIu dI pI ImmedIuLu IeLLuru - orIgInuIe e InLrIcuLu mIsce-
Iu dI IunLuscIenzu, escuLoIogIu e mIsLIcIsmo deIIu QubbuIuI ebraica
- presenLu un IorLe rIcIIumo uIIu necessILu per gII IndIvIduI - e per I
giovani in particolare di aprirsi ed entrare in contatto con gli altri,
sconhggendo Iu puuru deI IuIIImenLo e deIIu soIIerenzu, guurdundo
con pI hducIu uIIu vILu. Un messuggIo dI sperunzu e rIgeneruzIone
in un Giappone sconvolto dalla crisi economica e dalla rottura del
patto generazionale posto alla base della ricostruzione postbellica.
9

RIguurdo uI secondo uspeLLo, Invece, In quesL`operu possIbIIe
rIsconLrure In Iormu esempIure LuLLe queIIe InnovuzIonI cIe uvreb-
bero consentito la rinascita tecnica e artistica dellanime televisivo,
ossIu unu muggIore uuLorIuIILu, Iu gIu sperImenLuLu concenLruzIone
deIIe rIsorse In un mInor numero dI epIsodI (1 o uI mussImo z6),
un`ImposLuzIone regIsLIcu uncoru pI vIcInu uIIu cInemuLogruhu duI
vero, I`uIIruncumenLo du cerLI sLIIemI gruhcI LrudIzIonuII ormuI Iogo-
; CIr. . PrundonI, op. cit., p. 1;. SuII`urgomenLo cIr. uncIe TosIIo Okudu, Otaku wa sude ni shindei-
ru (Gli otaku sono gIu morLI`), Tokyo, SIIncIsIu, zoo8.
8 Cfr. Y. Yamaguchi, op. cit., pp. 1o sgg.; HIrokI Azumu, AnIm or SomeLIIng Ike IL: Neon GenesIs
Evangelion, InterCommunication, n. 18, uuLunno 1qq6, NLLIcc.or.jpJpubJIc_mugJIco18JInLercILyJ
higashi_E.html.
q CIr. ubIo BurLoII, Neon Genesis Evangelion e la Kabbalah: dal Tempo di Dolore al Tempo Bene-
detto, Manga Academica, n. 4, 2011, Caserta, Editrice La Torre, pp. 23-49.
248
rI, I`uLLenzIone quusI munIucuIe uI deLLugII LecnIcI, un drusLIco rIdI-
mensionamento del rapporto di dipendenza dai soggetti dei manga
e, Inhne, unu muggIore IIberLu duI vIncoII deI mercIundIsIng InLeso
come fonte dispirazione obbligata.
10
Da principio la serie, messa in onda la mattina presto o a tarda
notte, venne sostanzialmente ignorata, ottenendo solo un breve tra-
hIeLLo dI presenLuzIone suIIu rIvIsLu Animage, e hnuncIe Iu BunduI
sI mosLr rIIuLLunLe u commercIuIIzzure I modeIIInI deI hn Lroppo
InsoIILI e InquIeLunLI mecIu, dIsegnuLI duIIo sLesso HIdeukI Anno,
con la collaborazione di Ikuto Yamashita. Tuttavia, nel giro di ap-
penu un unno I`InedILu quuIILu LecnIcu e urLIsLIcu deII`unIme, decI-
samente superiore alla media e resa possibile da un budget di oltre
6 milioni di yen per episodio e da uno staff di notevole spessore,
11

unILumenLe uII`esLremu rIccIezzu dI spunLI e orIgInuIILu deI soggeLLo
e al notevole approfondimento psicologico dei personaggi, disegnati
da Yoshiyuki Sadamoto, portarono a una vera e propria esplosione
del fenomeno Evangelion, alimentato nel tempo da un astuto e red-
ditizio sfruttamento commerciale del franchise.
I misteri di Evangelion
Una particolarit della vicenda di Shinseiki Evangelion riguard anche la gestio-
oe oe| oa|e. C|| o|t|| ooe eo|soo| te|ev|s|v|, |oatt|, so|azzaooo ao oate oe|
pubblico poich abbandonarono quasi del tutto la traccia principale della trama,
lasciando peraltro diversi interrogativi senza risposta, per concentrarsi invece sul
percorso del protagonista, il quattordicenne Shinji Ikari, facendo il punto sulla sua
esoe|eoza o| v|ta e so||e soe o|co|t o| e|az|ooe coo || oaoe e coo || a|t| |o
eoea|e. |oo ea ceto oo oa|e |ocoeeote, v|st| || |oooeevo|| |e|eot| a
questo tema disseminati nel corso della serie, ma stando alle cronache si tratt
in effetti di una scelta quasi obbligata per la produzione, che aveva ormai esaurito
|| booet a o|soos|z|ooe. |a oess|ooe oe| aooo oe oo oa|e c|e sve|asse ||
esiti della trama principale, tuttavia, si fece talmente forte che nel 1997 la Gainax
e Hideaki Anno |seo aoo a beo ooe |oooeta| c|oeatoac|, Shinseiki
Evangelion gekijban: shi to shinsei ('|| | oe| Vaoe|o oe| ooovo seco|o. ote
e resurrezione; Neon Genesis Evangelion: Death & Rebirth) e Shinseiki Evangelion
gekijban: The End of Evangelion AIR/Magokoro wo, kimi ni ('|| | oe| Vaoe|o oe|
nuovo secolo: AIR/Per te, tutto il mio essere; Neon Genesis Evangelion: The end
of Evangelion), c|e ssaooo |'aooca||tt|ca cooc|os|ooe oe||a sto|a |asc|ata |o so-
speso nella serie televisiva, raccogliendo ovviamente lauti incassi al botteghino.
|e| +``8, oo|, | ooe |, c|e |o oate s| sovaooooevaoo, veooeo coocateoat|
eliminando la parte in comune e ripubblicati con il nome Revival of Evangelion:
1o n quesLo senso purIu dI nuovu unImuzIone serIuIe SLeIuno GurIgIIo, In Andreu onLunu - DuvI-
de Tar, Anime. Storia dellanimazione giapponese 1984-2007, Piombino (LI), EdILrIce II ogIIo,
zoo;, pp. 1o sgg. Tru Ie InnovuzIonI InLrodoLLe, non vunno LruscuruLe queIIe esLeLIcIe e Iconogru-
hcIe, u comIncIure duI rIvoIuzIonurIo mecIu desIgn, cIe se, du un IuLo, uvvIcInu muggIormenLe Ie
unILu Evu uIIu hguru umunu, duII`uILro propone unu compIeLu usLruzIone deIIe Iorme deI nemIcI,
gII ungeII, con unu sceILu cIe uvru un ImpuLLo enorme suI desIgn delle serie del genere successive.
11 Alle ottime animazioni lavorarono, oltre alla Gainax, anche Tatsunoko, Production I.G e Studio Ghibli.

249
Death(true)
2
/AIR/Magokoro wo, kimi ni
(Neon Genesis Evangelion: The Featu-
re Film). Negli anni seguenti la serie
TV , quindi, stata oggetto di una rie-
dizione in versione directors cut, con
alcune scene rimontate o rifatte da
capo e originariamente inserite nel
o|o |, eote oe| 200 e |o|z|ata
la realizzazione di una nuova tetralo-
|a c|oeatoaca, Evangelion shin
gekijban: JoHaKy (La nuova ver-
s|ooe c|oeatoaca o| |vaoe||oo.
oe|oo|o-|oteezzo-oa|e', Rebuild of
Evangelion), che riscrive in buona parte la storia della serie utilizzando le migliori
tecniche di animazione disponibili. La successione apparentemente caotica delle
va|e eo|z|oo| oe||a se|e te|ev|s|va e oe| |, ooo s| sa oo a c|e oooto oee-
ditata oppure frutto di una sincera esigenza dautore, ha di fatto costituito unef-
cac|ss|a state|a coec|a|e, o|t|o||caooo ootevo|eote |e veoo|te oe|
mercato home-video di quello che sostanzialmente sempre lo stesso anime.
Adolescenti, parodie e anime in notturna
`uLLenzIone uIIe gIovunI generuzIonI e uIIe Ioro dIIhcoILu esIsLen-
ziali caratterizz anche altre produzioni televisive del 1995, tra cui
spicca in particolare Romeo no aoi sora ('I cIeIo bIu dI Romeo`;
6SLFFKLGLFLHORWUDEDIGLIXPR), unu serIe deI cIcIo SekuI meIsuku
gekIj
12
deIIu NIppon AnImuLIon, tratto dal romanzo Die schwarzen
Brder (I fratelli neri) scrILLo neI 1qq1 dugII svIzzerI KurL HeId e Lisa
Tetzner, sulla piaga dello sfruttamento del lavoro minorile nella Mi-
Iuno dI hne XIX secolo. Prosegu, inoltre, la saga di Sailor Moon con la
quurLu serIe Bishjo senshi Sailor Moon Super S (La bella guerriera
SuIIor Moon Super S`; Sailor Moon e il mistero dei sogni), deIIu quu-
le non mancarono cloni, come Ai tenshi densetsu Wedding Peach
('u Ieggendu deII`ungeIo deII`umore WeddIng PeucI`; Wedding
Peach) deIIu KSS, in cui le guerriere di turno vestivano abiti da sposa.
Meno ImpegnuLIve, mu comunque ben uccoILe duI pubbIIco, Iuro-
no altres due serie di genere fantastico, Fushigi ygi (Il gioco mi-
sLerIoso`) e Slayers (Un incantesimo dischiuso tra i petali del tem-
po). u prImu, LruLLu duII`omonImo mungu deIIu gIovune uuLrIce Y
Watase (n. 1q;o), Iu prodoLLu duIIo SLudIo PIerroL e dIreLLu du HujI-
me Kamegaki (n. 1q;) ed ebbe Lre seguILI In IormuLo OAV, mentre la
seconda diede il via a una vera e propria saga, basata su una serie
di light novel ispirata al mondo dei giochi di ruolo fantasy scritta da
HujIme Kunzuku (n. 1q6q). A meLu sLrudu Lru Iu purodIu deI genere e
12 Cfr. supra, Paragrafo V.2.
Fushigi ygi, 1995 Yu Watase/Sbogakukan/TV
Tokyo/Stuolo Plerrot.
250
il genere stesso, Slay-
ers riscosse un notevo-
le successo, tanto che a
oggi la saga conta altre
quuLLro serIe LeIevIsIve,
tutte dirette come la
prima da Takashi Wa-
tanabe, due OAV e cin-
que hIm per II cInemu.
Tra le altre produzio-
ni il 20 aprile TV Tokyo
inizi a trasmettere Bit
the Cupid (Cupido piz-
zica cuori), unu serIe
comica per bambini di
q8 epIsodI dI 1 mInuLI, con proLugonIsLI gII dI deII`OIImpo. PIuLLo-
sto ordinario e nemmeno tanto originale ricorda molto da vicino
Ochamegami monogatari Korokoro Pollon prodotta dalla Kokusai
Eigasha neI IonLuno 1q8z - quesLo unIme, IdeuLo, prodoLLo e dIse-
gnato, con il suo peculiare tratto da cartoonist, dal mangaka Susumu
Matsushita (n. 1qo), non regIsLr nemmeno IndIcI dI uscoILo purLI-
coIurmenLe eIevuLI; cI nonosLunLe, esso segn unu Luppu senzu dub-
bIo ImporLunLe neIIu sLorIu deII`unImuzIone gIupponese, In quunLo
fu in assoluto il primo anime seriale realizzato esclusivamente con
immagini generate al computer (CGI), operu degII sLudI Group TAC, B
ucLory e Satelight.
13
Proseguivano, inoltre, i tentativi della Bandai-Sunrise di lancia-
re nuove serie televisive che rialimentassero il business legato al
franchise di Gundam, umbIenLundoIe In unIversI uILernuLIvI u queI-
lo della saga storica dellUniversal Century concepita da Yoshiyu-
ki Tomino. Questanno, dopo loriginale ma vano esperimento di G
Gundam neIIu sLugIone precedenLe, Iu dunque Iu voILu dI Shin kid
senki Gundam Wing (Le nuove cronache della macchina manovra-
bIIe Gundum WIng`; Gundam Wing), serIe scrILLu duIIo sLuII creu-
tivo della Sunrise e diretta da Masashi Ikeda, che introdusse lele-
mento sentai nella metaserie con risultati, per, piuttosto deludenti.
A parte un paio di brevi OAV reuIIzzuLI Lru II 1qq6 e II 1qq;, I grundI
investimenti e il massiccio merchandising non riuscirono a sortire
gli effetti sperati, e il tentativo di lanciare una nuova saga si esaur
con I qq epIsodI dI quesLu prImu e unIcu serIe TV.
I 1qq vIde, Inhne, I`InIzIo deIIu progrummuzIone LeIevIsIvu noL-
turna degli anime, con produzioni ad hoc concepite per un pubblico
maturo e, pertanto, scevre dalle molte limitazioni di contenuto im-
1 onduLo u Supporo neI 1qq, Io sLudIo SuLeIIgIL sLuLo, come II pI unLIco Group TAC, uno dei pio-
nieri nelluso delle tecniche di animazione digitale applicate allanimazione seriale.
A slnlstra: Bit the Cupid, 1995 Susumu Matsusblta Company.
A oestra: Shin kid senki Gundam Wing, 1995 Sotsu Agency/
Sunrise.
251
poste dalla fascia diurna. La prima serie nata per essere trasmessa
dopo mezzanotte fu Ike! Inachu takkybu ('orzu! I cIrcoIo dI pIng
pong deIIu scuoIu medIu dI nu`), un unIme eroLIco-demenzIuIe In z6
epIsodI dI MInoru uruLumI prodoLLo duIIu KILLy IIms.
Lapoteosi degli OAV di qualit
Il successo di una serie come Shinseiki Evangelion dimostr
quunLo II pubbIIco LeIevIsIvo Iosse In reuILu rIceLLIvo uncIe rIspeLLo
u un LIpo dI unImuzIone duI conLenuLI pI pregnunLI e meno uccon-
discendente nei confronti della miope ragione commerciale degli
sponsor, queI LIpo dI unImuzIone from-fan-to-fan che, in effetti, ne-
gII uILImI dIecI unnI uvevu LrovuLo spuzIo quusI escIusIvumenLe neIIu
forma degli OAV, considerati una sorta di riserva per appassionati, in
cui si poteva sperimentare e innovare come in TV non eru pI sLuLo
possibile fare. Ci segn di conseguenza il declino dellanimazione
direct-to-video dautore, che in pochi anni avrebbe gradualmente
perso la sua stessa raison dtre, per essere (rI)ussorbILu In queIIu
LeIevIsIvu, oru rInnovuLu e ben pI vurIu e sLImoIunLe. NeI 1qq LuLLo
quesLo eru comunque uncoru dI Iu du venIre e uncIe quesL`unno non
mancarono nuovi interessanti titoli OAV.
Tra di essi si distinse, innanzitutto, il mediometraggio Seirei
tsukai ('I messuggero degII spIrILI`), scrILLo duII`uuLore deI mungu
orIgInuIe TukesII OkuzukI (n. 1q6;) e dIreLLo du KuLsuIILo AkIyumu
per la AIC. Caratterizzato dagli ottimi disegni di Hidenori Matsubara
e dalleccellente animazione di Hiroyuki Kitazume, lanime racconta
di una guerra tra esseri spirituali, i cosiddetti elementali, il cui
compILo queIIo dI Lenere In equIIIbrIo Ie Iorze deIIu nuLuru, menLre
LuLLu I`umunILu munLenuLu In un sonno proIondo In uLLesu deIIu
concIusIone deI conILLo. Tru Ie mInIserIe dIrecL-Lo-vIdeo un buon
successo fu Shinpi no sekai El Hazard (Il misterioso mondo di El
Huzurd`), OAV fantastico in sette episodi pubblicati tra il 26 maggio
1995 e il 25 gennaio 1996, prodotto dalla Pioneer LDC e ancora dalla
AIC, per la regia di Hiroki Hayashi, coautore dellanime insieme a
Ryoe TsukImuru.
14
Altra miniserie OAV decisamente interessante, la cui pubblicazione
inizi a ottobre con il primo di 6 episodi, fu Sasurai no o benky
('mpurure vugubondundo`; Golden Boy), prodoLLu du SIeIsIu, KSS
e Studio APPP, diretta da Hiroyuki Kitakubo e disegnata e animata
da Toshihiro Kawamoto u un IIveIIo quusI cInemuLogruhco. BusuLo
sullomonimo manga di Tatsuya Egawa, si tratta, in effetti, del primo
unIme dedIcuLo uI Ienomeno deI IreeLer, u meLu sLrudu Lru Iu purodIu
1q VIsLo II successo dI quesLu prImu mInIserIe OAV, AIC e Pioneer LDC ne produssero subito una versione
alternativa televisiva in 26 episodi, e successivamente unaltra miniserie OAV neI 1qq; e unu serIe
televisiva breve nel 1998.
252
e la celebrazione, raccontando con toni
leggeri e una buona dose di erotismo la
sLorIu dI KInLur Oe, un gIovune sLudenLe
universitario che ha deciso di abbando-
nare gli studi per girare il Giappone in
bicicletta e imparare la vita facendo
lavori saltuari. Attraverso le esperienze
deI proLugonIsLu, I`unIme - come gIu II
geniale manga riesce a fornire unacuta
critica sociale e di costume del paese ne-
gII unnI NovunLu, rIsuILundo uno deI pI
riusciti OAV del decennio.
AIIu hne deII`unno Iurono pubbIIcuLI uI-
tri tre titoli OAV molto apprezzati: il primo
episodio della miniserie Gunsmith Cats,
intitolato The Neutral Zone, la prima
parte di Shin kaitei gunkan (La nuova
coruzzuLu soLLomurInu`; Super Atragon), e I`epIsodIo unIco Kodo-
mo no omocha ('I gIocuLLoIo deI bumbInI`). I prImo LILoIo, LruLLo
dal seinen manga omonimo di Kenichi Sonoda (n. 1q6z), uII`epocu
ancora in corso di pubblicazione, fu prodotto dallo stesso editore del
manga, la Kdansha, mentre le ottime animazioni furono opera del-
Iu OrIenLuI IgIL und MugIc (OLM). Si tratta di una serie in tre episo-
di, disegnata anche dallo stesso mangaka e diretta da Takeshi Mori,
che racconta di una coppia di giovani e spericolate cacciatrici di ta-
glie costrette a collaborare a unindagine poliziesca ad alto rischio su
un LruIhco d`urmI u CIIcugo. PurLIcoIurmenLe sohsLIcuLu ed eIhcuce,
Lru I`uILro, Iu sequenzu dI uperLuru con I LILoII dI LesLu, unImuLu su
musIcu orIgInuIe deI ceIebre buLLerIsLu juzz PeLer ErskIne (n. 1qq).
Shin kaitei gunkan Invece un vero e proprIo hIm In due pur-
ti, uscite a distanza di otto mesi luna dallaltra, tra il 21 dicembre
1995 e il 1 agosto 1996, e frutto di un notevole sforzo produttivo
da parte della Th insieme con la Kadokawa e la Bandai Visual.
Anche se destinata direttamente al mercato home-video, si tratt in
eIIeLLI dI unu produzIone dI IIveIIo cInemuLogruhco, cIe Impegn un
nuLrILo sLuII con nomI dI prImo pIuno, Lru I quuII spIccu queIIo deI
veterano Yoshikazu Yasuhiko, ormai celebrato mangaka, che torn
IugucemenLe uII`unImuzIone per creure II cIurucLer desIgn deI hIm.
Il soggetto venne tratto da un vero e proprio prototipo della fanta-
scienza giapponese, Kait bken kidan: kaitei gunkan, un profeti-
co romanzo su una prodigiosa corazzata sottomarina impiegata dal
GIuppone In unu non LunLo ImmugInurIu guerru conLro Iu RussIu,
scrILLo du SIunr OsIIkuwu neI 18qq. GIu sIruLLuLo per Iu reuIIzzu-
zIone deI ceIebre hIm dI IunLuscIenzu Kaitei gunkan (Atragon), dI-
reLLo duI muesLro deI kuIju eIgu sIIr Hondu nel 1963, il romanzo fu
quIndI rIpreso du NobuukI KIsIImu per scrivere la sceneggiatura di
Golden Boy, 1995 Tatsuya Lgawa/
Sheisha/KSS.
253
quesLo sonLuoso OAV della durata di 100
minuti complessivi, diretto da Kazuyoshi
Katayama (n. 1qq) e MILsuo ukudu (n.
1q6o). nhne, II 16 dIcembre Iu pubbIIcu-
to il video di 30 minuti Kodomo no omo-
cha, tratto dal primo tankobn del popo-
lare manga omonImo dI MIIo Obunu (n.
1q;o), reuIIzzuLo duIIo sLudIo J.C.SLuII e
prodotto dalla stessa Sheisha, leditore
del manga. Il genere slice-of-life del fu-
metto, sviluppato da una prospettiva pre-
adolescenziale, riscosse consensi anche
presso gli appassionati di animazione, fa-
vorendo cos la realizzazione di una ver-
sione televisiva seriale lanno successivo.
Film di rilievo: sospiri del cuore, Shoah e post-cyberpunk
Il 1995 segn una stagione feconda anche per il cinema danima-
zIone, con dIverse peIIIcoIe dI prImo pIuno, uIcune deIIe quuII desLI-
nate a incidere anche profondamente sul corso della storia dellani-
mazione giapponese. Tralasciando i soliti mediometraggi di stagio-
ne tratti da anime seriali televisivi di successo, come Dragon Ball Z,
Slam Dunk e Sailor Moon Super S, cIe, seppure dI buonu quuIILu,
nuIIu dI rIIevunLe uggIungevuno uI punorumu, II prImo hIm deII`unno
di una certa importanza fu Lupin sansei: kutabare! Nostradamus
(Lupin III: vu` uII`InIerno, NosLrudumus!`; Lupin III Le profezie di
Nostradamus), quurLu peIIIcoIu dedIcuLu uI Iudro genLIIuomo creuLo
da Monkey Punch, prodotta dalla TMS e uscita nelle sale il 22 apri-
Ie 1qq, u quusI dIecI unnI duII`uILImu operu cInemuLogruhcu deIIu
serIe. I rIIuncIo cInemuLogruhco deIIu sugu dI upIn III Iu uIhduLo
in buona parte alla Telecom Animation dalla sua controllante TMS,
in coproduzione con la rete televisiva NTV, riunendo uno staff di ri-
lievo, tra cui Shunya It, un regIsLu dI cInemu duI vIvo, uIhuncuLo
dal veterano Takeshi Shirato, lo sceneggiatore Hiroshi Kashiwabara
e I`unImuLore KenjI HucIIzukI. Il risultato fu davvero mirabile dal
punto di vista dei disegni e delle animazioni, anche se la trama, a
causa di unestrema cautela commerciale, si rivel piuttosto medio-
cre nel tentativo di soddisfare troppi palati.
Mantenendo il ritmo di un lungometraggio allanno, nel 1995
lo Studio Ghibli fece uscire Mimi wo sumaseba (Se ascolti atten-
LumenLe`; I sospiri del mio cuore), prImo hIm per II cInemu deIIo
sLudIo non dIreLLo du uno deI due IonduLorI e uIhduLo uI LuIenLuo-
so animatore Yoshifumi Kond, alla sua prima regia, mentre Ha-
yuo MIyuzukI sI IImIL u dIrIgere Ie soIe sequenze dI umbIenLuzIone
IunLusLIcu - curuLLerIzzuLe duIIe sLupeIucenLI scenogruhe surreuII dI
Shin kaitei gunkan, 1995 Shin Kaitei
Gunkan Proouctlon Commlttee.
254
NuoIIsu ne (n. 1qq8) - oILre cIe u reu-
lizzare lekonte e a scrivere la sceneggia-
tura, tratta dallomonimo fumetto della
mangaka Aoi Hiiragi (n. 1q6z). u sLorIu
Iu per proLugonIsLI SeIjI e SIIzuku, due
studenti delle medie che inseguono cia-
scuno il proprio sogno: il primo vuole
andare in Italia per diventare un maestro
liutaio, mentre la seconda, grazie allin-
contro con il nonno del giovane, scopre
la scrittura e si cimenta nella stesura di
un rucconLo IunLusLIco. I hIm un InvILo
rIvoILo uI gIovunI uIhncI uscoILIno con
attenzione s stessi per seguire le proprie
uspIruzIonI e Iu proprIu vocuzIone, e quu-
si a sottolineare il O URXJH della trama
lintera produzione vide allopera molte
giovani leve dello studio, che nello stesso anno, peraltro, inaugu-
r uncIe unu proprIu severIssImu scuoIu dI unImuzIone, uIIu quuIe
furono ammessi soltanto sedici studenti.
15
NeIIo sLesso perIodo Hu-
yao Miyazaki, su richiesta del duo rock giapponese Chage & Aska,
scrisse e diresse un sorprendente cortometraggio danimazione di
sette minuti da utilizzare come videoclip per un loro brano musicale,
intitolato On Your Mark, che venne poi abbinato alla proiezione in
sala di Mimi wo sumaseba a partire da luglio.
Un puIo dI mesI dopo II hIm GIIbII, II 1q ugosLo uI cInemu usci Anne
no nikki ('I dIurIo dI Anne`), peIIIcoIu dIreLLu du AkInorI Nuguoku e
dedicata alla memoria della tragica storia della giovane ebrea tede-
scu Annu runk (1qzq-1qq) neI cInquunLesImo unnIversurIo deIIu
sua morte, avvenuta nel campo di concentramento tedesco di Ber-
gen-Belsen nel 1945. La produzione vide coinvolte la TBS e lo studio
Madhouse, che realizz le animazioni, nellambito di un progetto di
ampio respiro che si avvalse anche della prestigiosa collaborazione
deI composILore IngIese MIcIueI Nymun (n. 1qqq), uuLore deIIu spIen-
dIdu coIonnu sonoru orIgInuIe. Ne scuLuri un IungomeLruggIo dI 1oz
minuti estremamente curato, realistico e abbastanza fedele al conte-
nuto del famoso diario, di gran lunga migliore dellomonimo special
TV dI EIjI Okube reuIIzzuLo duIIu NIppon AnImuLIon neI 1q;q, In occu-
sIone deI cInquunLenurIo deIIu nuscILu deIIu sIorLunuLu gIovune.
16
15 A loro volta, i giovani animatori e il regista debuttante resero omaggio agli anziani dello studio ci-
Lundo neI hIm In dIversI modI, mu sempre con dIscrezIone, personuggI e opere dI MIyuzukI e TukuIuLu.
16 PurudossuImenLe, sIu II hIm deI 1qq cIe Io specIuI TV non sono sLuLI esporLuLI In OccIdenLe, eccezIon
IuLLu per un`edIzIone Iruncese deIIu versIone cInemuLogruhcu deI 1qq, pubbIIcuLu dIreLLumenLe In
DVD nel 2000. Le journal dAnne Frank, tuttavia, consiste in un rimontaggio della versione nippo-
nIcu, pI breve dI cIrcu 1 mInuLI e prIvo deIIu coIonnu sonoru dI MIcIueI Nymun, sostituita con
musiche originali di Carine Gutlerner.
Mimi wo sumaseba, 1995 Aol
Hllragl/Sbelsba/Nlbarlkl/GNH.
255
u hne deII`unno vIde quIndI debuLLure
nei cinema giapponesi altre due pellico-
le di grande rilievo. La prima fu Kkaku
kidtai (Polizia anti-sommossa corazza-
Lu d`ussuILo`; Ghost in the Shell), proIeL-
tata in prima visione il 18 novembre in
GIuppone e I`8 dIcembre neI Regno UnI-
Lo. I hIm Iu II rIsuILuLo dI unu coprodu-
zione tra Kdansha, Bandai Visual e lin-
glese Manga Entertainment, consociata
del gruppo Island-PolyGram, che invest
nel lungometraggio un terzo dei 600 mi-
lioni di yen del budget complessivo, e il
cuI ummInIsLruLore deIeguLo Andy ruIn
si impegn direttamente come produtto-
re. Lazienda britannica era stata fondata
nel 1991 per cavalcare londa dellenorme
successo commercIuIe oLLenuLo duI hIm
Akira di Katsuhiro tomo, e con lo scopo ulteriore di sfruttare il rin-
novato interesse occidentale per lanimazione giapponese, tanto da
essersI gIu spInLu hno ud ucquIsLure uncIe I dIrILLI mondIuII deI due
lungometraggi della saga di Patlabor per distribuirli in Europa e ne-
gli Stati Uniti. Il soggetto di Kkaku kidtai venne tratto dallomoni-
mo manga di Masamune Shirow, anche se ampiamente rielaborato
dallo sceneggiatore Kazunori It e duI regIsLu Mumoru OsIII, che ne
Iece un nuovo cupILoIo deIIu suu personuIe IndugIne suII`umbIguILu
deI conhne Lru hnzIone e reuILu, cIe quI Lrovuvu II suo rIesso neIIu
conLrupposIzIone Lru urLIhcIuIe e nuLuruIe, Lru cyborg e umuno, Lru
anima e corpo. A un soggetto decisamente affascinante, costellato di
citazioni colte,
1;
corrispose una spettacolare realizzazione tecnica e
artistica delle animazioni, opera della Production I.G, del sakkan To-
sIIIIko NIsIIkubo (n. 1q), deI cIurucLer desIgner HIroyukI OkIuru
e dei mecha designer SIjI KuwumorI e Atsushi Takeuchi (n. 1q6).
La trama di Ghost in the Shell
|e||'aooo 202` |e ba|ee e | cooo| ta |e oaz|oo| sooo o| atto abo||t| oa||e
coooess|oo| o| ooa ete |oba|e, a co| tott| oossooo co||eas| s|caeote az|e
ai progressi della cibernetica e della biomeccanica, esponendo per gli esseri
oao| a| |sc||o o| v|o|az|ooe oe||a ooo|a eote oa oate oe|| |ac'e oe | o|
pi disparati. Quando uno di questi, soprannominato Puppetmaster, inizia a vio-
lare il cervello di alcuni politici entra in azione la Sezione 9, un nucleo investigati-
vo oe| ||o|steo oe|| |oteo| |aooooese oato oa aeot| va|aeote oo|-
cati, le cui punte di diamante sono il maggiore Motoko Kusanagi, una cyborg con
1; DuIIu BIbbIu u Blade Runner dI RIdIey ScoLL, duI quuIe Kokaku kidtai trae molteplici spunti, sia di
forma che di sostanza.
Anne no nikki, 1995 Bungei
Sbunju/Hakubo/|maglca/TBS.

256
cervello umano, e Bat, un essere
umano potenziato con parti bio-
meccaniche. Lindagine porter i
protagonisti a porsi inevitabilmen-
te la domanda su cosa distingua, in
una societ dellinformazione cos
avanzata e complessa, la vita e li-
oeot|t |oo|v|ooa|e, oo a| co|oo o|
sceoa oa|e, |o co| || |oooetaste
si riveler unentit autocosciente
incorporea originata dalla rete.
Uno dei principali punti di
Iorzu deI hIm Iu II Iuvoro dI sperImenLuzIone e InLegruzIone deIIe
LecnIcIe dIgILuII dI unImuzIone condoLLe duIIo sLuII, hno uIIu com-
piuta messa a punto della digitally generated animation (DGA), os-
sia di un ambiente in cui comporre animazione tradizionale, imma-
gini generate al computer e motion capture, che avrebbe in segui-
to cambiato irreversibilmente il modo di fare animazione dei vari
studi.
18
Alla riuscita dellanime, inoltre, contribu non poco anche
Iu suggesLIvu coIonnu sonoru composLu du KenjI KuwuI, gIu ussIduo
coIIuboruLore dI OsIII uII`epocu deI gruppo Heudgeur.
19
Malgrado il
IIveIIo deIIu produzIone e II premIo come mIgIIor hIm uIIu prImu edI-
zione dellAnimshon Kbe, Kkaku kidtai non ottenne in Giap-
pone Iu sLessu popoIurILu dI Akira o deI hIm deIIo SLudIo GIIbII,
20

e anche negli Stati Uniti, dove fu presentato il 29 marzo 1996, non
rIscosse InIzIuImenLe gII IncussI speruLI; LuLLuvIu, In pocII mesI dI-
venne il primo e unico anime ad avere mai raggiunto il primo posto
neIIe cIussIhcIe dI vendILu Iome-vIdeo dI Billboard, contribuendo
In modo deLermInunLe, per queI cIe rIguurdu I`OccIdenLe, non soIo
alla conferma dellanimazione giapponese in contesti come Italia,
runcIu, Spugnu, mu uncIe uIIu dehnILIvu espIosIone deI Ienomeno
anime negli Stati Uniti, dove in particolare divenne un vero e pro-
prIo hIm dI cuILo.
21
18 EmbIemuLIcu, soLLo quesLo prohIo, Iu sLupeIucenLe sequenzu deI LILoII dI LesLu, cIe descrIve Iu
cosLruzIone dI un corpo bIomeccunIco, neIIu quuIe sI InLegruno perIeLLumenLe unImuzIone LrudIzIo-
nale e animazione tridimensionale generata al computer.
1q NeII`edIzIone occIdenLuIe deI hIm deIIu Mungu EnLerLuInmenL Iu mugnIhcu musIcu deI LILoII dI codu,
cIe cosLILuIvu Iu sInLesI hnuIe deI due prIncIpuII LemI conduLLorI deIIu coIonnu sonoru orIgInuIe dI
KenjI KuwuI, fu improvvidamente sostituita con un brano strumentale dei Passengers, nome dietro
uI quuIe sI ceIuvuno BrIun Eno e il gruppo irlandese U2, intitolato One Minute Warning e prodotto
dalla stessa Island-PolyGram.
zo Come spesso uccuduLo neIIu sLorIu deII`unImuzIone gIupponese, comunque sLuLo II Lempo u
decreLure In puLrIu II successo dehnILIvo deII`operu, LunLo cIe, come sI vedru, u dIsLunzu dI seLLe unnI
i tempi sarebbero divenuti maturi per la realizzazione di una prima serie televisiva, a cui sarebbero
seguILI un nuovo hIm cInemuLogruhco, unu secondu serIe TV e Inhne un Lerzo IungomeLruggIo per
la TV, su cui v. infra.
z1 CIr. S.J. NupIer, op. cit., pp. 1oq sgg. NeII`uprIIe zoo8 Iu DreumWorks del regista Steven Spielberg
Iu ucquIsILo I dIrILLI deI mungu per Lrurne un IungomeLruggIo duI vIvo.
Kkaku kidtai, 1995 Masamune Sblrow/Koansba/
8anoal vlsual/Manga Lntertalnment.
z;
`unLIvIgIIIu dI NuLuIe neIIe suIe gIupponesI
usci, Inhne, Memories (id.), umbIzIoso Iun-
gometraggio in tre episodi di altissimo livello
quuIILuLIvo, cIe segn II rILorno uIIu regIu dI
Katsuhiro tomo, otto anni dopo Akira. Pensa-
to inizialmente nel 1992 come un OAV du uIhdu-
re alla regia dello stesso tomo, autore dei tre
brevi manga posti alla base del progetto, dopo
una prima interruzione venne poi portato avan-
LI come hIm omnIbus duIIu KdunsIu e dalla
Bandai Visual, con tomo in veste di supervisore generale e regista
effettivo soltanto del terzo segmento. Il primo episodio, Kanojo no
omoide Magnetic Rose (' rIcordI dI IeI - MugneLIc Rose`; La rosa
magnetica), Iu reuIIzzuLo duIIo SLudIo qC, soLLo Iu regIu dI KjI Mo-
rimoto, gIu coIIuboruLore dI Lomo In Akira e Rjin Z; Iu sceneggIu-
tura, sviluppata da Satoshi Kon sulla base del manga omonimo di
tomo, racconta di due astronauti richiamati da un segnale di soc-
corso, che si ritrovano intrappolati in un incredibile mausoleo orbi-
tante, creato a forma di rosa con rottami alla deriva da una misterio-
sa forza magnetica e in cui ha vissuto una famosa cantante dopera,
prigionieri in una dimensione onirica originata dai suoi fatali ricordi.
Genii al lavoro: Studio 4C
Lo Studio 4C era stato fondato da Kji Morimoto, Eiko Tanaka e Yoshiharu
Sat nel 1986, e prima di entrare nel giro dellanimazione mainstream realizzava
soprattutto animazioni pubblicitarie e piccole produzioni indipendenti. Il salto di
qualit, grazie al rapporto esistente tra tomo e Morimoto, arriv proprio con
il coinvolgimento nel progetto Memories, che diede grande visibilit allazienda.
|a a||oa |o stoo|o |a seoe aaocato a ooooz|oo| oest|oate a| c|co|to co-
merciale anche opere di pura sperimentazione tecnica ed espressiva, come sot-
tolineato dal suo stesso nome: esso si riferisce, infatti, alla temperatura dellacqua
alla sua massima densit, per illustrare appunto il manifesto creativo dellazienda,
impegnata a ideare e produrre opere dense di sostanza e di qualit.
Il secondo capitolo, Saish heiki Stink Bomb (Larma puzzolen-
Le - SLInk Bomb`; La bomba puzzolente), reuIIzzuLo duIIu MudIou-
se sulla base del character design originale di Katsuhiro tomo, fu
Invece dIreLLo du TensuI Okumuru (n. 1q61), menLre Iu dIrezIone
deII`unImuzIone Iu uIhduLu u HIroLsugu KuwusukI (n. 1q8) soLLo Iu
supervIsIone dI YosIIukI KuwujIrI. Il soggetto, adattato dallo stesso
Lomo, dI regIsLro opposLo u queIIo deIIu prImu purLe, IncenLruLo
sulla tragicomica avventura di uno svampito ricercatore farmaceu-
LIco, II quuIe IngerIsce per sbugIIo unu pIIIoIu cIe Io LrusIormu u suu
InsupuLu In unu LerrIbIIe urmu bIoIogIcu. I Lerzo epIsodIo, Inhne,
intitolato Taih no machi Cannon Fodder ('u cILLu deI cunnonI
- Cunnon odder`; Carne da cannone), pruLIcumenLe un ussoIo
Kjl Morlmoto. degli
aventi diritto.

258
di Katsuhiro tomo, quI regIsLu, sce-
neggiatore e character designer, sup-
portato ancora dallo Studio 4C e dal
sakkan Hidekazu ara (n. 1q6). DI-
segnato in uno stile ispirato alla scuola
europeu deII`EsL, quesLo corLomeLrug-
gio, girato in un unico stupefacente
pIuno sequenzu dI zo mInuLI In DGA,
descrive lalienante giornata di una fa-
miglia modesta e conformista che vive
In unu cILLu-IorLezzu cosLeIIuLu dI cun-
noni di tutte le fogge, sotto un regime
militare totalitario perennemente in
guerra contro un nemico invisibile, e
ImpegnuLu come LuLLI quunLI gII uILrI
cittadini nelle sistematiche operazio-
nI dI cunnoneggIumenLo quoLIdIuno
di bersagli lontani e imperscrutabi-
li. Anime di grande pregio, insignito anche del prestigioso premio
IujI neIIo sLesso 1qq, Memories stato per lungo tempo lultimo
hIm omnIbus deII`unImuzIone gIupponese, IormuLo evIdenLemenLe
poco amato dal grande pubblico, che riservava immancabilmente
cocenti delusioni al botteghino.
IX.2 1996
Il modello Evangelion come volano di un nuovo boom
NeI 1qq6 sembr quusI cIe Iu crIsI economIcu sLesse uIIenLundo Iu
suu morsu, con II rIenLro duIIu deuzIone e unu LImIdu rIpresu deI PIL.
In effetti, se lanimazione fosse stata un indicatore macroeconomico,
In queII`unno sI surebbe poLuLo uncIe dIre cIe II GIuppone Iosse In
neLLu rIpresu, LuIe Iu Iu vILuIILu mosLruLu duI seLLore. Un segno LungI-
bIIe dI quesLo quudro IuvorevoIe Iu, ud esempIo, I`IsLILuzIone deI gIu
citato Animshon Kbe, un concorso unnuuIe dedIcuLo specIhcumen-
te alle opere, agli autori e alle aziende danimazione, che a partire dal
1qq6 sI LIene ognI uuLunno neIIu cILLu dI Kobe. u prImu edIzIone deI
festival consacr Hideaki Anno e il suo Shinseiki Evangelion, la se-
rie televisiva della Gainax partita nellottobre dellanno precedente e
concIususI II z; murzo, II cuI cIumoroso successo commercIuIe espIo-
se, come deLLo, proprIo In quesLu sLugIone. I boom comIncI duIIe
riviste specializzate del settore, come Newtype della Kadokawa, che
dedicarono pagine e pagine allanime, e con la proliferazione di deci-
ne dI voIumI monogruhcI suIIu serIe cIe InIzIurono u compurIre sugII
scaffali delle librerie, per poi propagarsi al merchandising di giocat-
Memories, 1995 Musbroom/
Memorles Project.
259
toli e modellini, con la Bandai che, dopo liniziale titubanza, si lanci
a gran ritmo nella produzione. Insomma, Shinseiki Evangelion ebbe
un impatto sulleconomia nazionale calcolato in miliardi di yen, con-
tribuendo inoltre in modo determinante alla diffusione del Digital
Versatile Disc (DVD), II nuovo supporLo oLLIco dIgILuIe cIe sosLILui II
mai decollato Laser Disc.
22
E difatti la nuova politica commerciale
InuuguruLu duIIu GuInux - presLo seguILu su quesLu sLrudu du LuLLI I
produLLorI - vedevu neI pussuggIo LeIevIsIvo non pI II punLo dI urrI-
vo degli anime seriali, ma solo una sorta di vetrina, il trampolino di
lancio per la vendita delledizione home-video, da collezionare con
una serie di gadget e pubblicazioni che andavano ad arricchire e per-
peLuure II rILo deIIu vIsIone, e cIe purudossuImenLe hni per svInco-
lare il successo dellanimazione televisiva dai dati dellaudience per
ugguncIurIo pIuLLosLo u queIII dI vendILu.
23
I pussuggIo LeIevIsIvo eru dIvenLuLo, In dehnILIvu, uncor pI cIe
nel passato una sorta di spot pubbIIcILurIo, necessurIo pI cIe uILro
a stimolare il feticismo del pubblico televisivo, ora ansioso soprat-
tutto di possedere lanimazione vista in TV come oggeLLo reuIe, hsIco,
senzu pI IImILursI u IruIrne In modo ImmuLerIuIe.
24
Cos facendo le
entrate dei grossi studi cominciarono a lievitare notevolmente, regi-
sLrundo IuLLuruLI ben pI uILI dI queIII gurunLILI duIIu soIu vendILu deI
dIrILLI LeIevIsIvI, e cI sI Lrudusse In pI uILI budgeL da investire nel-
Ie nuove serIe, con un InnuIzumenLo compIessIvo deIIu quuIILu cIe,
come gIu osservuLo, pruLIcumenLe unnuII Iu dIsLunzu dugII OAV. La
nuovu unImuzIone serIuIe, dunque, sI presenLuvu quuIILuLIvumenLe
come Iu produzIone dIrecL-Lo-vIdeo, mu con In pI II vunLuggIo dI
essere pI vIsIbIIe per Iu mussu deI pubbIIco gruzIe uIIu LeIevIsIone.
Rinascita dellanimazione televisiva, ma serialit pi breve
Il rinnovamento portato dallopera della Gainax determin dun-
que unu veru e proprIu rInuscILu deII`unImuzIone serIuIe, e cosi uncIe
il 1996 vide la realizzazione di un buon numero di nuove produzio-
nI LeIevIsIve, In LuLLo q, Iu muggIor purLe deIIe quuII non superuvu
per I z6 epIsodI. Tru quesLe rIenLrurono per esempIo Slayers Next,
secondu sLugIone deIIu sugu InIzIuLu I`unno prImu, e Ie IunLuscIenLIh-
che 7HQNQR(VFDRZQH ('Escuowne deI cIeIo`; ,FLHOLGL(VFDRZ-
ne) e Kid senkan Nadesico ('u coruzzuLu mobIIe NudesIco`; Mobile
Battleship Nadesico).
22 Cfr. S. Murakami, op. cit., p. 1;q. Per rendersI conLo deIIe dImensIonI deI Ienomeno, sI consIde-
ri che le uscite home-video di Shinseiki Evangelion superavano costantemente le 50.000 copie
venduLe, con punLe cIe shoruvuno Ie ;.ooo, ossIu II doppIo o II LrIpIo degII unIme pI venduLI dI
sempre hno ud uIIoru.
23 La stessa serie Shinseiki Evangelion non super mai il 5-6% di share e il suo successo fu tutto nelle
enormi vendite di VHS e DVD.
zq Du quI I`uLLenzIone sempre muggIore uI packaging delle confezioni e ai contenuti speciali da inse-
rIre neIIe edIzIonI Iome-vIdeo, oru ben pI espundIbIII gruzIe uIIu muggIore cupucILu duLI deI DVD.
260
7HQNQR(VFDRZQH, IdeuLu e supervIsIonuLu du SIjI KuwumorI,
fu prodotta e realizzata dalla Sunrise e ripropose il genere mecha/
IunLusy, rInnovundoIo u purLIre duII`orIgInuIe e ruIhnuLo desIgn, I
personuggI uIhduLI u NobuLeru YkI e il mecha a Kimitoshi Yama-
ne (n. 1q66), e presLundo muggIore uLLenzIone uIIu psIcoIogIu e uI
rapporti tra i personaggi, secondo le indicazioni del regista Kazuki
Akane (n. 1q6z). `Ideu dI purLenzu eru pI o meno comune ud uILre
serIe precedenLI deI genere: un essere umuno - In quesLo cuso Iu
liceale Hitomi Kanzaki viene catapultato in un mondo esistente
In un`uILru dImensIone - In quesLo cuso II pIuneLu Gueu, duI quuIe Iu
Terru e Iu unu sono pur LuLLuvIu ben vIsIbIII - e quI compIe II suo
percorso dI IormuzIone. OILre uI IuscIno purLIcoIure deIIu sLorIu, ben
cosLruILu, e uIIu quuIILu deII`unImuzIone, mugIsLruImenLe dIreLLu du
Hiroshi saka (1q6-zoo;), Iu serIe - cIe poL conLure su un budgeL
di ben 30 milioni di yen a episodio si distinse anche per il massic-
cio uso della CGI, ben integrata con lanimazione tradizionale grazie
allelevato know-how ormuI ucquIsILo neI cumpo duIIu SunrIse.
Il secondo anime seriale di una certa rilevanza fu, come detto, Kid
senkan Nadesico, prodotto e realizzato sulla base di un soggetto ori-
gInuIe dI HIroyukI KuwusukI (n. 1q6) e Satoru Akahori dalla Xebec,
e diretto da Tatsuo Sat (n. 1q6q). SI LruLLuvu dI unu commedIu dI
fantascienza pIuLLosLo orIgInuIe, con unImuzIonI dI buonu quuIILu,
caratterizzata dallinedita presenza di un anime nellanime, un super
robot stile anni Settanta intitolato Gekiganger III, ossessivamente
seguito dal protagonista Akito Tenkawa, aspirante cuoco, pilota per
caso e otaku, mentre si trova a bordo della nave per fronteggiare gli
alieni di turno che minacciano la Terra. La serie, seguendo la lezione
di Hideaki Anno, mescolava disinvoltamente diversi generi con tono
vagamente parodistico, e ottenne un buon successo, tanto che due
unnI pI LurdI ne Iu reuIIzzuLo un seguILo per II grunde scIermo.
Per quunLo rIguurdu Ie serIe IungIe InIzIuLe neI 1qq6, sIcurumen-
Le queIIu dI muggIore successo Iu Meitantei Conan (Linvestigato-
re Conun`; Detective Conan), prodoLLu duIIu Tokyo MovIe SIInsIu
sulla base del manga omonimo di Gsh Aoyama (n. 1q6), e u oggI
uncoru In corso dopo oILre 6o epIsodI. DIreLLu du KenjI Kodumu e
Yasuichiro Yamamoto (n. 1q61), quesLu serIe hume rIporL uI suc-
cesso il genere poliziesco (meitantei) u oILre 1o unnI du queIIo oLLe-
nuto da Meitantei Holmes, sfruttando lidea geniale di Aoyama, che
aveva creato un personaggio in grado di incontrare i gusti sia dei
bambini che dei teenager. Il protagonista, infatti, ha laspetto di un
ruguzzIno deIIe eIemenLurI, mu In reuILu II dIcIusseLLenne SIIn`I-
cII Kud, ubIIe e gIu Iumoso InvesLIguLore prIvuLo In erbu, rIdoLLo
cos da una sostanza somministratagli da una misteriosa organiz-
zazione criminale nel tentativo di ucciderlo. Costretto dalle circo-
sLunze u cumbIure IdenLILu, ussumendo II nome dI Conun Edoguwu
(Conan come Arthur Conan Doyle, Edogawa come il celebre scrit-