Sei sulla pagina 1di 1

buongiorno, ho un paramento di un muro di sostegno alto 3.35 m (dall'incastro con la mensola di fondazione). Lo si vuole realizzare in c.

a per l'altezza di 2 metri (dall'incastro con la fondz.) e in pietra squadrata e malta per i restanti 1,35 m. Per il muro in c.a. (gi verificato), lo spessore 30cm, pi 15 cm di rivestimento in pietra. Il muro soprastante in pietra si raccorda con il rivestimento e sar dunque spesso 45 cm (30+25). Premesso che il muro in pietra gi stato verificato al ribaltamento, ho dei dubbi sui valori da inserire nella verifica a scorrimento: cio non so quale coefficiente di attrito utilizzare. Che valore ha il coeff. di attrito tra malta e pietra o tra malta e c.a.? Non ho trovato riferimenti e ringrazio in anticipo chiunque me ne voglia fornire! grazie scusa pasquale, c' un errore di digitazione, il muro superiore (pietra e malta) di spessore 30+15...in pratica 30 cm la testa del paramento in c.a sottostante, e 15 lo spessore del rivestimento (sempre del muro in c.a). In pratica proseguo il rivestimento al di sopra del muro in ca e "inserendolo" nel muro di pietra che avr quindi spessore pari a 45 cm. I diatoni saranno fatti della stessa pietra squadrata presente in loco, con la quale si realizza la parte in pietra del muro. Come gi ti avevo chiesto nel post precedente, sapresti consigliarmi se ci sono particolari accorgimenti tecnici per raccordare il muro in pietra superiore al muro in c.a inferiore? Grazie per il suggerimento sull'angolo di attrito (come si giustifica? l'angolo di attrito della malta interposta tra il piano in c.a. e la pietra soprastante?) ti ringrazio per l'attrito forse ti ho detto un numero abbastanza alto (tan 40 = 0,8), per le murature (lo scorrimento avviene all'interfaccia malta-pietra) ricordo che varia tra 0,2 e 0,8, cmq dipende dalla tensione verticale, vedo su un libro di Antonino Giuffr e uno di Tassios che ne parlano poi ti faccio sapere; per la connessione non saprei dirti, se proprio la verifica a scorrimento in quella sezione non soddisfatta si potrebbe pensare a dei "barrotti", come si fa per le connessioni cordoli-muratura Ok visto, per lo scorrimento lungo i giunti: degli studi di Hendry e Sinha (non so su quali murature) hanno ricavato un coefficiente di attrito 0,5 (27) (regressione lineare, ma di dati molto addensati intorno alla retta); ci sono delle raccomandazioni CIB che limitano quell'attrito tra 0,35 e 0,40; la normativa italiana (che devi rispettare), vedi cap. 4 NTC 08, assume fvk = fvko + 0,4*sigma, e quindi assume il coeff. di attrito 0,4 (22)