Sei sulla pagina 1di 15

I SENI PARANASALI

SENI FRONTALI

• 2 cavità scavate ai lati dell’incisura nasale


• Presentano varietà nella forma a seconda della somatica
facciale, all’età e al sesso
• Si aprono nelle fosse nasali a livello del meato medio per
mezzo dell’infundibulo etmoidale
• Sono in rapporto con la parete interna dell’orbita ( sopra al
lacrimale e davanti alla lamina papiracea dell’etmoide)
• Sono separate dal cervello da una sottile lamina ossea e dalla
membrana durale del seno longitudinale superiore
• La loro parte orbito-nasale è in rapporto con le semicellule
etmoidali anteriori
• frontali
SENI ETMOIDALI

• Sistema di cavità che formano il labirinto etmoidale


• Semicellule anteriori meato medio
Semicellule posteriori meato superiore
Semicellule postremo cavità nasale sopra al cornetto sup.

SENI SFENOIDALI

• 2 cavità scavate nel corpo dello sfenoide al di sotto della sella


turcica e del solco ottico
• Si aprono nel meato superiore delle fosse nasali
• Sono in rapporto con le semicellule etmoidali posteriori
• sfenoidali
• etmoidali
SENO MASCELLARE

• 1 grande cavità contenuta nel corpo dell’osso mascellare


• La parete superiore è in rapporto con l’orbita
• La parete posteriore confina con la fossa pterigo-palatina
• La parete inferiore è in rapporto con il processo alveolare
dell’osso mascellare
• La parete mediale è in rapporto e comunica con le fossa nasali
SENI PARANASALI:

• mascellari
CONSIDERAZIONI CLINICHE

• Essendo tutte cavità in comunicazione tra loro, la congestione di un


seno nelle profondità delle proprie pareti mucose è la conseguenza
ultima del disturbo in atto; in realtà tutti i seni sono coinvolti nella
disfunzione
• Durante l’inspirazione-espirazione cranica tutti i seni subiscono
un’opera di pompaggio che viene trasferita dalla cinetica cranica da
un osso all’altro:
SFENOIDE responsabile del movimento del frontale , etmoide, e
vomere
TEMPORALI trasmettono il movimento della base cranica ai
mascellari con l’interposizione dei malari
• Le membrane durali che accompagnano e direzionano il movimento
di queste ossa sono il tentorio e la grande falce, anch’esse coinvolte
nel drenaggio dei seni paranasali
• Il ganglio sfeno-palatino gestisce le secrezioni mucose
ROTAZIONE ESTERNA DEL MASCELLARE

• Movimento su asse paraverticale passante tra linea incisivo /cranica


e processo frontale:
Sul piano AP:
• Il palato si appiattisce
• La parte anteriore si alza
• La parte posteriore si abbassa
Sul piano frontale:
• I mascellari si allontanano (maggiormente nella parte
inferiore) = palato più largo
• I denti compiono un’eversione

Sul piano orizzontale:


• Il bordo mediano arretra
• La parte esterna avanza
FLESSIONE DELL’ETMOIDE
Asse Trasversale, perpendicolare a lamina verticale
Crista galli indietro (falce)
Lamina verticale arco di cerchio in avanti alto(parte anteriore sale , parte posteriore
scende)
Rotazione esterna mascellare
Sul piano frontale:
• I mascellari si allontanano (maggiormente
nella parte inferiore) = palato più largo
• I denti compiono un’eversione

Sul piano orizzontale:


• Il bordo mediano arretra
• La parte esterna avanza
IPOTESI DI TRATTAMENTO

• Detensionamento grande falce e tentorio


• Base cranica
• Sutura temporo-zigomatica
• Riequilibrio dei temporali
• Seno mascellare lavorando in rot est del mascellare
• Seni etmoidali e sfenoidali lavorando su flex dell’etmoide
• Seni frontali lavorando sulla sutura fronto-mascellare
Rotazione esterna mascellare
Sul piano frontale:
• I mascellari si allontanano (maggiormente
nella parte inferiore) = palato più largo
• I denti compiono un’eversione

Sul piano orizzontale:


• Il bordo mediano arretra
• La parte esterna avanza