Sei sulla pagina 1di 9

Quinto Orazio Flacco

1 - Orazio

I testi:

il congedo

Carmina, III,
30

METRO: asclepiadeo minore


TEMI:
gloria immortale, desiderata nel carme proemiale, in
questo epilogo dei primi tre libri diventa certezza
orgogliosa.
Potere eternatore della poesia: lopera poetica render
immortale Orazio attraverso la memoria dei posteri.
Caducit delle opere umane ed ineluttabilit della
IlIl medesimo
medesimo concetto
concetto nel
nel carme
carme Dei
Dei
morte.
Sepolcri
Sepolcri di
di Ugo
Ugo Foscolo,
Foscolo, vv.
vv. 230-234:
230-234:
Forza distruttrice del tempo che
Siedon
Siedon custodi
custodi de
de sepolcri
sepolcri ee
porta loblio su ogni cosa.
quando
quando
Rievocazione della terra dorigine
ilil tempo
e con
tempo
con sue
sue fredde
fredde ali
ali vi
vi
spazza
spazza
dellumile nascita.
fin
fin le
le rovine,
rovine, le
le Pimple
Pimple fan
fan
2 - Orazio

lieti
lieti
di
di lor
lor

canto
canto

ii

deserti,
deserti,

ee

TEMI E IMMAGINI:
I testi: Pirra
Carmina, I, 5
o pseudonimo
di
una
donna
seduttrice e ingannatrice, volubile;
Chi
Chi ilil ragazzo
ragazzo snello
snello che
che tra
tra petali
petali di
di
o equilibrio e distacco dalle passioni
rosa,
rosa,
cosparso
con raffinata ironia;
cosparso di
di profumi
profumi raffinati,
raffinati, titi vuol
vuol
prendere,
prendere,
o gioia passionale ed illusione del
Pirra,
Pirra, nella
nella grotta
grotta accogliente?
accogliente?
Per
giovane innamorato;
Per chi
chi leghi
leghi allindietro
allindietro la
la chioma
chioma bionda
bionda
con
con semplice
semplice eleganza?
eleganza? Oh,
Oh, quante
quante volte
volte
o doloroso e amaro disinganno: la
pianger
pianger
la
tempesta in mare metafora della
la promessa
promessa ee la
la mutata
mutata volont
volont divina,
divina, ed
ed
inesperto
inesperto
donna volubile;
guarder
guarder stupito
stupito ilil mare
mare
o ringraziamento al dio Nettuno di
gonfio
gonfio per
per ii venti
venti neri,
neri,
lui
che
ora
gode
illuso
lui che ora gode illuso ilil tuo
tuo splendore,
splendore,
aver preservato il poeta saggio dal
lui
che
ti
spera
disponibile
sempre
lui che ti spera disponibile sempre ee dolce
dolce
naufragio in un amore tempestoso;
sempre,
sempre,
ee non
non conosce
conosce lincertezza
lincertezza
o figure femminili e tema damore
del
del vento.
vento. Sono
Sono infelici
infelici quelli
quelli per
per ii quali
quali
non sono delineati in una storia
sei
sei splendida
splendida ee intoccabile:
intoccabile: io,
io, lo
lo testimonia
testimonia
il
voto
il voto
organica lunga un libro, ma
appeso
appeso alla
alla parete
parete sacra
sacra del
del tempio,
tempio, ho
ho
rappresentano scorci di vita e
offerto
offerto
personalit, brevi quadri.
ormai
ormai le
le vesti
vesti del
del naufragio
naufragio al
al potente
potente dio
dio
del
del mare.
mare.
(trad.
(trad. L.
L. Canali)
Canali)

3 - Orazio

I testi:

non pensare al futuro


Carmina, I, 9

Ripresa
Ripresa con
con variazioni
variazioni del
del seguente
seguente
componimento
componimento del
del poeta
poeta lirico
lirico greco
greco
Alceo:
Alceo:

Vedi come si erge candido


dalta neve il Soratte! I boschi al peso
non reggono, fiaccati, e per lacuto
gelo si sono rappresi i fiumi.
Dissipa il freddo deponendo legna
sul focolare, in abbondanza, e mesci
da unanfora sabina a doppia ansa,
Taliarco, vino di quattranni!
(Carmina, I, 9, vv. 1-8; trad. L. Canali)

4 - Orazio

Zeus
Zeus piove.
piove. Dal
Dal cielo
cielo un
un grande
grande
temporale.
temporale. Sono
Sono gelati
gelati ii corsi
corsi dei
dei
fiumi.
fiumi.

Scaccia
Scaccia via
via questinverno,
questinverno,
attizzando
attizzando ilil fuoco,
fuoco,
ee mescendo
mescendo senza
senza risparmio
risparmio vino
vino
dolce;
dolce; ee intorno
intorno alle
alle tempie
tempie
cingi
cingi fasce
fasce morbide
morbide di
di lana.
lana.
(fr.
(fr. 90
90 Diehl;
Diehl; trad.
trad. F.
F. Sisti)
Sisti)

Vedi
Vedi come
come si
si erge
erge candido
candido dalta
dalta neve
neve
ilil Soratte!
I
boschi
al
peso
Soratte! I boschi al peso
non
non reggono,
reggono, fiaccati,
fiaccati,
ee per
lacuto
gelo
per lacuto gelo si
si sono
sono rappresi
rappresi ii fiumi.
fiumi.
Dissipa
il
freddo,
Dissipa il freddo,
deponendo
deponendo legna
legna sul
sul focolare,
focolare, in
in
abbondanza,
abbondanza,
ee mesci
mesci da
da unanfora
unanfora sabina
sabina aa doppia
doppia
ansa,
ansa,
Taliarco,
Taliarco, vino
vino di
di quattranni!
quattranni!
IlIl resto
resto lascialo
lascialo agli
agli dei
dei che,
che,
appena
placano
i
venti
in
appena placano i venti in lotta
lotta
sul
mare
in
burrasca,
sul mare in burrasca,
ecco
ecco che
che non
non si
si muovono
muovono pi
pi ii cipressi
cipressi ee ii
vecchi
vecchi ontani.
ontani.
Non
chiederti
Non chiederti cosa
cosa sar
sar domani,
domani,
ee tutti
tutti ii giorni
giorni che
che la
la sorte
sorte titi dar
dar
sgnali
sgnali tra
tra gli
gli utili,
utili,
ee non
non disprezzare,
disprezzare, ragazzo,
ragazzo, ii dolci
dolci amori
amori ee
le
le danze,
danze,
finch
finch titi ancora
ancora lontana
lontana la
la vecchiaia
vecchiaia
fastidiosa.
fastidiosa.
Adesso
Adesso frequenta
frequenta ilil Campo
Campo Marzio,
Marzio, le
le
piazze
e
piazze e
ii lievi
lievi sussurri
sussurri la
la sera
sera allappuntamento,
allappuntamento, ee ilil
riso
riso agognato
agognato della
della tua
tua ragazza
ragazza
che
che viene
viene dallangolo
dallangolo pi
pi segreto
segreto aa tradirla,
tradirla,
ee ilil pegno
pegno strappato
strappato al
al braccio
braccio ee al
al dito
dito che
che
appena
appena resiste.
resiste.
(trad.
(trad. L.
L. Canali
Canali ))

I testi:

5 - Orazio

non pensare al futuro Carmina, I,


9
MOTIVI:
il gelo invernale blocca la Natura;
le tempeste naturali richiamano le
tempeste umane;
invito al simposio che riscalda il
cuore;
luomo padrone del tempo
presente, lasciando il futuro
incerto agli dei: invito a vivere
gioiosamente il presente e a non
curarsi della fugacit del tempo e
del domani;
Invito
a
non
sciupare
la
giovinezza con le sue gioie di vita.

I testi:

carpe diem

Carmina, I, 11

rifiuto
rifiuto degli
degli
atteggiamenti
atteggiamenti
Non chiedere, o Leuconoe, ( illecito saperlo) qual fine
irrazionali
irrazionali ee
abbiano a te e a me assegnato gli di,
superstiziosi
superstiziosi
e non scrutare gli oroscopi babilonesi. Quant meglio accettare
quel che sar! Ti abbia assegnato Giove molti inverni,
oppure ultimo quello che ora affatica il mare Tirreno
contro gli scogli, sii saggia, filtra vini, tronca
lunghe speranze per la vita breve. Parliamo, e intanto fugge lastioso
tempo. Afferra loggi, credi al domani quanto meno puoi.
(Carmina, I, 11; trad. L. Canali)

invito
invito ad
ad accettare
accettare
con
con serenit
serenit
ci
ci che
che non
non dipende
dipende da
da noi
noi

6 - Orazio

invito
invito aa vivere
vivere in
in pienezza
pienezza ilil
presente,
presente, senza
senza affidare
affidare la
la
propria
propria felicit
felicit allincerto
allincerto
domani
domani

I testi:

carpe diem

Carmina, I, 11

TEMI (tratti dalla filosofia epicurea):


fugacit inesorabile del tempo e incertezza del
futuro;
allocuzione ad un tu confidenziale
legame
sentimentale con Leuconoe;
burrasche invernali rappresentano la condizione
umana in balia di eventi imprevedibili;
invito simposiale a bere vino;
CARPE DIEM: invito a dar valore al proprio
presente;
rapporto tra maestro e allieva;
sfiducia nellastrologia caldea mesopotamica.
7 - Orazio

I testi:

aurea mediocritas

Carmina, II, 10

IMMAGINI E TEMI:
virt = giusto mezzo, misura doro tra gli eccessi;
metafora marinaresca: navigazione sicura, lontana
dal mare aperto e dagli scogli della costa;
metafora paesaggistica: il vento scuote gli alberi pi
alti; il fulmine si abbatte sulle cime pi alte = luomo
saggio deve avere un atteggiamento equilibrato
nella buona e nella cattiva sorte;
metafora marinaresca finale;
dedicatario: Lucio Licinio Murena, cognato di
Mecenate, trova la morte dopo aver preso parte ad
una congiura contro Augusto
8 - Orazio

I testi:

non si sfugge alla morte

Carmina, II, 14

IMMAGINI E TEMI:
fugacit del tempo ed inesorabilit della morte;
inutilit delle pratiche devozionali e di evitare
guerre, viaggi per mare e malattie per eludere la
morte;
la morte strappa via tutto: la casa, la sposa, le
piante del giardino, il vino pregiato e ben custodito;
erede dissipatore dei beni lasciati con tanta fatica e
risparmio = meglio goderne in vita;
POSTUMO: o nome parlante (= figlio nato dopo la
morte del padre) o personaggio realmente esistito,
ma di difficile identificazione.
9 - Orazio