Sei sulla pagina 1di 3

LECLISSI CHE HA PRECEDUTO LA MORTE DI GESU.

La maggior parte degli studiosi e delle persone comuni non dubita dellesistenza storica di Ges, ma molti non credono alla sua natura divina, e in particolare non credono alla sua Resurrezione. Al riguardo io non ho mai avuto tesi preconcette da dimostrare, ma credo che a un astrologo (specie se di indirizzo tradizionale) non sia difficile condividere le

seguenti osservazioni in merito alleclissi solare che ha preceduto la morte di Ges e che avvenuta tre giorni prima dellEquinozio di primavera del 33 d.c. Di questa eclisse ho gi parlato ne Il Mistero di Ges svelato dallastrologia, saggio che interamente e gratuitamente scaricabile qui su Scribd. Un seguito lho esaminato in modo pi approfondito con le tecniche dellastrologia tradizionale, basata sulle ricezioni tra i pianeti, che hanno una grande importanza non soltanto in astrologia oraria, ma anche nellinterpretazione dei temi natali e delle carte di sigizie, eclissi e grandi congiunzioni. Ho applicato le stesse tecniche allo studio del presunto tema natale di Ges (in futuro pubblicher anche queste osservazioni), a proposito del quale mi preme chiarire fin dora due cose: 1) a mio avviso un grave errore interpretarlo in senso psicologico, poich la psicologia attribuisce una grande importanza allego, mentre la caratteristica degli uomini spirituali proprio la vittoria sullego, che ai loro occhi la vera origine di tutti i mali, in quanto spinge allidentificazione con un io illusorio. Il tema natale di Ges va quindi interpretato come simbolico della missione che venuto a compiere per adempiere alla Volont del Padre, e non certo per gratificare il suo ego. 2) il tema natale di Ges in assoluto la cosa meno importante del libro, poich quel che davvero conta che le configurazioni astrali del periodo confermano la veridicit del racconto evangelico, e in secondo luogo il fatto che ci consentono di fare chiarezza sullanno di nascita e di morte di Ges. Leclissi avviene sul grado esatto dellesaltazione di Venere-Amore (27 Pesci), e Venere stessa su un grado critico e in virt del suo moto retrogrado sta per uscire dal suo esilio ed entrare nella sua esaltazione. Venere domina delleclissi in quanto ne signora per esaltazione e va verso la congiunzione con i luminari. Si noti che tre pianeti sono in gradi critici, a sottolineare limportante momento di transizione: Nettuno a 0 Aquario, quindi anche lui appena entrato nella sua esaltazione, ed perfettamente sestile a Venere (in applicazione con orbita di 4). Mercurio sta per entrare in Pesci, cio nel suo esilio caduta, e infatti qui rappresenta il Figlio nella sua dimensione umana, il quale sta per andare incontro alla morte ( infatti strettamente afflitto dal quadrato di Marte). I due signori dellottava casa Saturno e Urano sono entrambi retrogradi, a confermare il ritorno dalla morte. Il trigono Marte-Nettuno indica la Passione di Ges, e anche il miracolo in questione, lopposizione Giove-Plutone la morte del Dio, e non a caso Urano retrogrado signore dellottava punto di Talete di questa opposizione. Plutone (significatore naturale della morte) trigono ad Urano (signore dellottava), e Giove (signore dellAc) si applica al sestile di Urano. Lultimo aspetto formato dai luminari prima delleclisse un trigono a Saturno; il primo aspetto formato dopo un sestile a Marte. Saturno governa lottava casa ed retrogrado nella dodicesima, ad indicare il miracolo consistente nel ritorno dalla morte, come conferma anche la debolezza di Saturno-morte che in esilio e retrogrado. Quanto a Marte, in mutua ricezione con Venere, alla quale si applica per sestile. Venere, significatore naturale dellamore, rappresenta qui un altro aspetto di Ges, inteso come colui che si immola per amore, e che con il suo sacrificio segna lesaltazione, lapoteosi di Venere-amore. Abbiamo quindi lincontro con la morte (Saturno), leclissi (il miracolo della Resurrezione) che segna il trionfo dellamore (dopo la congiunzione con il Sole la Luna va

al sestile di Marte, che essendo in mutua ricezione con Venere simile a un suo sostituto). Il sestile Venere-Marte con mutua ricezione e con Venere e Marte che sono ciascuno nel loro esilio indica che lAmore di Ges sar umiliato e passer per la Passione e Morte, ma che proprio tramite questo sacrificio affermer se stesso. La mutua ricezione, infatti, sottolinea lo stretto legame tra la sofferenza (Marte) e lAmore (Venere). Ma entrambi i pianeti stanno per rompere la mutua ricezione, in quanto entrambi sono prossimi a cambiare segno. Venere non da ritenere combusta nel senso negativo del termine, in quanto in una sorta di mutua ricezione con il Sole: il Sole ha potere su Venere in quanto la tiene sotto i suoi raggi, e Venere ha potere sul Sole in quanto il luminare diurno sul grado esatto della sua esaltazione. Al momento delleclisse i due astri sono in mutua ricezione tra loro, ad indicare che ad operare il miracolo della Resurrezione stato Dio-Amore. Certo, lAmore stato effettivamente umiliato durante la Passione e morte di Ges, e quindi la retrogradazione e la combustione di Venere qualche effetto lhanno comunque avuto. Ma dal contesto facile capire che si tratta solo di una tappa intermedia prima della vittoria finale. Questa la catena degli affidamenti della disposizione da un pianeta allaltro: dopo il trigono a Saturno signore dellottava (la morte), la Luna si congiunge al Sole con eclissi (il miracolo della Resurrezione), poi si applica al sestile di Marte (la cui mutua ricezione con Venere indica il sacrificio che Ges ha fatto per amore). Una volta ricevuta la disposizione della Luna, Marte va a sua volta al sestile con Venere retrograda, che nel frattempo entra nella sua esaltazione ad indicare la vittoria dellamore (Venere) sulla morte e sulla sofferenza (Marte). Potremmo anche vedere Marte in senso pi fisico, come il corpo martoriato di Ges che giaceva nel sepolcro, che in virt della mutua applicazione per sestile con la dignificata Venere che anche il suo dispositore migliora il suo stato. Quando infatti un pianeta si trova nel suo domicilio o esaltazione (o in almeno due dignit minori) dona la sua forza al pianeta cui si applica ( la figura detta della pulsatio fortitudinis o dono del potere), e nel caso in cui questultimo sia in debilit si parla anche di largitio, cio appunto di una sorta di elargizione, di dono che il primo pianeta fa al secondo. A dire il vero largitio in senso stretto si d quando lastro elargitore il dispositore dellaltro, ma in ogni caso anche la pulsatio fortitudinis esprime significati non molto diversi. Il significato della figura in questo caso chiarissimo: la traslazione lunare porta al corpo martoriato di Ges (Marte) il miracolo simboleggiato dalleclisse (la Resurrezione). Ma il Sole eclissato in mutua ricezione per esaltazione con VenereAmore (anzi sul grado esatto dellesaltazione di Venere, con Venere che nellesaltazione del Sole), e questo indica che ad operare il miracolo stato lAmore stesso, poich secondo la concezione cristiana Dio (il Sole) , appunto, Amore.

Gli studiosi di astrologia troveranno forse interessante visitare il mio sito www.astrologiaprevisionale.net