Sei sulla pagina 1di 7

Siamo nellEra dellAquario? Cosa significa Era dellAquario?

Negli ultimi ventanni c stato un gran parlare su questo argomento E necessario esaminare attentamente la questione perch la materia in oggetto trattata spesso con superficialit con il risultato di informazioni non corrette. Si rende quindi indispensabile fornire alcuni elementi astronomici che permettano di capire concetti non di uso corrente. LA SFERA CELESTE (per lastronomo la volta stellata una Sfera che circonda la Terra) Allosservatore che si trova sulla Terra, il cielo sembra una grande scodella rovesciata e le stelle e gli altri corpi celesti appaiono come allinterno di una Sfera con la Terra al centro. Dentro questa sfera immaginaria, per met visibile e per met no, la Terra ruota da Ovest a Est attorno ad un asse ideale che attraversa il centro del globo ma dalla Terra pare che il Sole e gli Astri sorgano a Est e tramontino a Ovest. La Terra anche il centro della Sfera. Immagine 1 Sfera Celeste

I punti nei quali lasse attraversa la superficie sono chiamati Poli, Nord e Sud, che prolungati diventano i Poli Celesti della Sfera. Il piano che passa per il centro della Terra, perpendicolare al suo asse inclinato, la divide in due met: Emisfero Nord e Emisfero Sud. La circonferenza del cerchio che separa le due met si chiama Equatore Terrestre : prolungato nella Sfera diventa lEquatore Celeste.

Immagine 2 - Cintura zodiacale: la linea mediana lEclittica

Pur girando su se stessa (origine del giorno e della notte), la Terra si sposta attorno al Sole. Allosservatore terrestre sembra sia il Sole a compiere un cerchio sulla sfera celeste mentre la Terra continua ad occupare il centro del cerchio. Questo movimento apparente della durata di un anno. La traiettoria solare tra le Costellazioni chiamata Eclittica. Lo Zodiaco una fascia che si estende per circa 9 su ciascun lato dellEclittica. Appare come una cintura nel cielo sulla quale si muovono il Sole e i pianeti del Sistema Solare passando attraverso le Costellazioni. La linea centrale lEclittica che rappresenta il percorso annuale apparente del Sole o il percorso reale della Terra come lo si potrebbe vedere dal Sole. Zodiaco significa Circolo di Animali. I cerchi dellEclittica e dellEquatore Celeste si intersecano in punti opposti del cielo: allinizio del Segno dellAriete ( Punto Vernale da Ver, Primavera ) al momento dellequinozio di Primavera e al primo punto della Bilancia , equinozio di Autunno. Quando il Sole nel suo cammino annuale raggiunge questi due punti, nellEmisfero Nord comincia rispettivamente la primavera e lautunno, e nellEmisfero Sud avviene il contrario. In questi due giorni la durata del giorno e della notte uguale su tutta la Terra. I punti pi distanti dallEquatore si chiamano Solstizi e sono i punti dove giunge il Sole quando entra nei Segni del Cancro e del Capricorno.

Immagine 3 Cintura zodiacale intersezione equatore celeste e Eclittica

FENOMENO DELLA PRECESSIONE DEGLI EQUINOZI E stato documentato per la prima volta dallAstronomo greco Ipparco (130 a.C.) Confrontando le sue osservazioni con quelle fatte 150 anni prima si rese conto che il punto Vernale che segnava lequinozio di primavera slittava indietro lungo lEclittica a un ritmo di 1 ogni 72 anni. Per cui ogni anno il 21 marzo al momento dellequinozio di primavera, il Sole attraversa lEquatore Celeste in un punto leggermente diverso. Ne consegue che ogni 2160 anni circa (mese platonico) il Sole al momento dellEquinozio di Primavera si trova nella Costellazione precedente ( movimento in senso orario) dando origine alle varie Ere ( del Toro, Ariete, Pesci, Acquario) che, secondo le pi antiche tradizioni, sono caratterizzate dal rispettivo Segno zodiacale. Se vogliamo esaminare le epoche che ci hanno preceduto, vediamo che durante lEra del Toro ( attorno al 4000 a.C. ) segno legato simbolicamente allagricoltura, lo sviluppo di tecniche agricole sia in Egitto che in Mesopotamia, permise a quelle civilt di evolversi e prosperare. LEra dellAriete (2000 a.C. c.) segno marziale, caratterizzata da guerre violente e da massicce ecatombe sacrificali dellanimale corrispondente. LEra dei Pesci, segno legato ad una maggiore sensibilit umana, segue la venuta del Cristo che ha portato allumanit il dono dellamore e del perdono. Curioso notare che il pesce era il simbolo che i primi cristiani perseguitati usavano per riconoscersi tra di loro. Il Punto Vernale impiega circa 25.920 anni (anno platonico) per tornare al punto di partenza. Dal tempo di Ipparco fino al 1600 si progred poco nella comprensione delluniverso e delle leggi che regolavano questo fenomeno. Fu Newton (1642-1727) il primo a fornire una spiegazione corretta. La Terra a causa del suo movimento rotatorio una sfera schiacciata ai poli e rigonfia allequatore: le forze gravitazionali di Sole e Luna premono sulla protuberanza della Terra come se cercassero di spingerla verso una posizione eretta, la Terra oscilla e si

comporta come una trottola ed il suo asse invece di puntare sempre uno stesso punto nella sfera delle stelle, si sposta in cerchio per cui il Polo Celeste Nord si trova di volta in volta vicino a stelle diverse che per un determinato periodo di tempo diventano la Stella Polare di riferimento. Attualmente la Stella Polare Ursae Minoris la pi luminosa dellOrsa Minore. Dal 4000 a 8000 sar in Cefeo, nel 7350 sar Alderamin in Cefeo e nel 14.000 sar la volta di Vega nella Lira. Nel passato, nellanno 2800 il Polo Celeste si trovava vicino ad Alfa Draconis nella Costellazione del Drago, nell800 d.C. la Stella Camelopardalis nella Giraffa era la Stella Polare dei Vichinghi. La Precessione quindi un effetto puramente terrestre collegato alla Terra: se la Terra non fosse una sfera schiacciata, ma una sfera perfetta, non ci sarebbe alcuna precessione e nessun mutamento della Stella Polare. Ed per lo stesso movimento a trottola della Terra che il 21 marzo circa di ogni anno il punto Vernale si trova a 50 ad Ovest della posizione che occupava lanno precedente.

Immagine 4 Precessione

Immagine 5 - Stella polare nelle varie epoche

ZODIACO TROPICALE-SIDERALE-ASTRONOMICO In realt il Tropicale e il Siderale si riferiscono sempre allo stesso cerchio di 360 diviso in 12 segmenti di 30 ciascuno: cambia solo il punto in base al quale lo si misura: lo Zodiaco Tropicale sul quale si basa lAstrologia occidentale, fa sempre cominciare il Segno dellAriete dal Punto Vernale, ossia allEquinozio di primavera. Per questo Zodiaco, il Sole ritorna quindi ogni anno per lequinozio al primo punto dellAriete. Poi il suo cammino mensile prosegue attraverso i Segni in senso antiorario; lo Zodiaco Siderale tiene conto della Precessione degli Equinozi (ayanamsa) e ad esso si riferiscono gli astrologi indiani oltre alcuni occidentali. Secondo questo sistema il Sole attualmente non entra in Ariete il 21 marzo ma il 13-14 aprile. Infatti secondo il sistema di calcolo ufficialmente adottato dal governo indiano lo scarto ammonta a circa 24 . La Fascia Zodiacale nella quale i Segmenti, a differenza dei primi due, hanno ampiezze diverse perch corrispondono alle costellazioni effettive, si pu definire lo Zodiaco Astronomico. In questo sistema le costellazioni sono 13 perch viene considerato anche lOfiuco. I confini attuali delle Costellazioni sono stati definiti dallInternational Astronomical Union ( IAU) nel 1930. Secondo lastronomo indiano Lahiri la coincidenza perfetta dello zodiaco siderale con quello tropicale avvenne nel 285 d.C. (data di inizio dellEra dei Pesci). Secondo questi calcoli adottati ufficialmente dal governo indiano, lEra dellAquario dovrebbe incominciare nel 2444! Secondo lo zodiaco astronomico lEra dellAquario dovrebbe iniziare nel 2645! Occorre precisare che non tutti gli astronomi concordano con queste date.

Consideriamo lEquinozio avvenuto allinizio di questo secolo, ossia il 20 marzo del 2001 alle 13.32 (GMT Tempo Medio di Greenwich): secondo il sistema tropicale si collocava allo 0 dellAriete, secondo il siderale ai 6 14 53 dei Pesci, secondo lo zodiaco astronomico a 9 di distanza dallinizio della Costellazione dellAquario. 30---0 Ariete, 30---0 Pesci, 30---0 Aquario, il punto Vernale procede in senso inverso rispetto al senso dei segni e al percorso del Sole: Ariete Toro, Gemelli ecc. La mia personale opinione che di fatto siamo alla fine dellEra dei Pesci e che lEra dellAquario apportatrice di tolleranza e di fratellanza ancora da venire. E vero per che ci troviamo in unepoca di transizione e come succede sempre in ogni passaggio, disordini e caos sono possibili perch : prima che il nuovo arrivi, occorre distruggere il vecchio. A ben vedere quanto sta accadendo ora sulla Terra ove innegabilmente si possono registrare segni di decadenza in ogni ambito. Ma occorre aprire lanimo alla speranza: lumanit sta attraversando una dolorosa crisi di crescita alla fine della quale potrebbe realmente giungere il sospirato senso di liberalit e di amicizia tra i popoli che il segno dellAquario simboleggia. Unaltra rilevante valenza del segno dellAquario che, data la presenza di pianeti quali Urano (la tecnica) Saturno (la capacit logica) e Nettuno ( curiosit e spinta al cambiamento) linteresse per la scienza assume una particolare importanza. Lapertura mentale, la curiosit per il nuovo e la prontezza ad accettare le novit fanno si che si possano lasciare alle spalle i vecchi paradigmi scientifici che hanno accompagnato lumanit negli ultimi secoli. Questa tendenza gi visibile soprattutto nel campo medico con lintroduzione crescente di nuove tecniche che hanno a che fare con le energie ( laserterapia ecc.) Un altro interessante fenomeno che le scoperte fatte pi di 50 anni fa da alcuni fisici nel campo dellinfinitamente piccolo ( meccanica quantistica) stanno uscendo dal chiuso dei laboratori e vengono sempre pi frequentemente citate da chi si occupa di Ricerca Spirituale, in quanto forniscono risposte nuove e stimolanti passibili sicuramente di interessanti sviluppi futuri.

Immagine 6 - posizione del Sole allequinozio di primavera del 2001

ESAMINIAMO ALCUNE DELLE CRITICHE CHE VENGONO FATTE ALLASTROLOGIA : il fatto che i Segni non corrispondano alle Costellazioni che la maggior parte degli Astrologi non tenga conto della Precessione

COSTELLAZIONI E SEGNI ZODIACALI Le dodici Costellazioni comprese nella fascia dello Zodiaco sono state fin dai tempi pi remoti oggetto di grande attenzione. Raggruppare le stelle in Costellazioni oltre che un significato mitologico, ha avuto una grande importanza pratica: ai primi osservatori le Costellazioni che tornavano anno dopo anno nello stesso periodo, indicavano le stagioni e si potevano considerare come un gigantesco orologio: dalla loro osservazione i nostri antenati sono stati in grado di tracciare il percorso del Sole e dei pianeti nellarco dellanno. Gi i Sumeri (3000 a.C.) osservando il corso del Sole avevano diviso lanno in quattro stagioni. Nel I millennio a.C. gli Astronomi-Astrologi Babilonesi ed Assiri codificarono la divisione della fascia in 12 segmenti di 30 ciascuno ai quali diedero i nomi delle Costellazioni corrispondenti: si trattava dei 12 Segni che ancora oggi vengono usati in Astrologia. E qui si crea la prima discordanza tra una realt astronomica ed una visione simbolica perch le Costellazioni non sono della stessa ampiezza ma variano dai 18 della Bilancia ai 46 della Vergine: ne consegue che i Segni non possono mai corrispondere completamente alle Costellazioni di cui portano il nome. E chiaro che non si devono confondere i Segni dello Zodiaco con le Costellazioni omonime e che la divisione in Segni di uguale ampiezza stata dettata da esigenze di ordine pratico e simbolico nello stesso tempo . CONSIDERAZIONI SULL ATTENDIBILITA DELLASTROLOGIA Molti considerano lAstrologia una pseudo-scienza perch non tiene conto della Precessione e di conseguenza quando il Sole, secondo lastrologia occidentale entra in Ariete allequinozio, di fatto si trova nella costellazione dei Pesci e la differenza di 24. Strano a dirsi per anche gli Astronomi che criticano lAstrologia, fanno partire tutte le loro osservazioni dal punto zero dellAriete. Comunque riportiamo quando ha detto Tolomeo (100-178 d.C.) uno dei Padri della moderna astrologia, a chi gli obiettava che la precessione poteva invalidare lAstrologia: linizio dei segni va stabilito in base agli equinozi e ai solstizi. Questa regola non soltanto stata enunciata molto chiaramente da vari studiosi ( aveva avuto accesso alla Biblioteca di Alessandria e al sapere antico) ma risulta altres evidente dalla dimostrazione costante che la loro natura, le loro influenze non hanno altra origine che quella dei solstizi e degli equinozi. Il ciclo stagionale nel suo significato reale e simbolico sta dunque alla base dello schema dello Zodiaco. Il fenomeno della retrocessione del Punto Vernale e la discrepanza tra le Costellazioni e i Segni, non hanno nessuna influenza nella nostra vita quindi non interessano lAstrologia che centrata soprattutto sulluomo; lo spostamento di un grado ogni 72 anni non pu avere un effetto dirompente sul singolo; la Natura Solare invece determina il nostro modo di essere: a parit di longitudine e di latitudine le rose fioriscono in primavera, la frutta matura destate, la vendemmia inizia in autunno e ci da sempre indipendentemente dalla reale posizione del punto Vernale o dalla posizione delle Costellazioni rispetto ai Segni. Dello stesso parere era anche K. J. Jung. Come abbiamo gi esaminato diversa linfluenza nei tempi lunghi, cosmici quando il passaggio da unEra allaltra comporta dei cambiamenti a livello mondiale. Testi elaborati da Germana Accorsi Verdi Bibliografia: Astronomia per Astrologi J. & P. Filbey (Astrolabio) Introduzione allAstrologia L. Morpurgo (Longanesi)