Sei sulla pagina 1di 15

I DODICI GIORNI SANTI

di Corinne Heline
Dal libro “I Misteri del Cristo”

Introduzione

Una credenza comunemente prevalente afferma che il 25


Dicembre, celebrato come il Natale, porti a termine il
festival spirituale della stagione solstiziale di metà inverno.
Questo non è vero. Esso segna solo l’inizio o l’ingresso di un
periodo dal significato profondo. Quel periodo sono i dodici
giorni di intervallo fra Natale e la Dodicesima Notte, giorni
che abbracciano in sé il cuore spirituale dell’anno che segue.
Questi dodici giorni sono stati chiamati in modo assai
appropriato il Santo dei Santi dell’anno.
Questa opera è destinata a studenti seri dei Misteri Cristiani,
per assisterli nel porre se stessi in una più completa sintonia
con le dodici forze zodiacali emesse sopra la terra in questo
periodo di tempo.
Ciascuno dei dodici Giorni Santi è sotto la supervisione di
una delle dodici Gerarchie zodiacali, ognuna delle quali
proietta sul pianeta un modello cosmico del mondo come
sarà quando il lavoro combinato delle Gerarchie sarà
completato. Inoltre, i dodici Discepoli sono in relazione con
questi dodici Giorni Santi, come lo sono i dodici centri
spirituali attraverso cui le dodici forze operano nel corpo-
tempio dell’uomo.
Ogni zelante studente farà, perciò, uso di questo sacro
periodo per visualizzare il lavoro perfetto delle Gerarchie,
meditando sulla vita e il lavoro dei Discepoli, e dirigendo le
irradiazioni spirituali delle Gerarchie nei centri interiori con
cui sono sintonizzati del suo corpo. Se egli è fedele e
persiste anno dopo anno in questo sforzo elevato, non potrà
fallire nel ricevere il compenso sottoforma di un grande
sviluppo spirituale.
Dall’epoca del Solstizio d’Inverno quando la luce del Cristo
entra nel cuore della terra, il pianeta viene invaso dalle
potenti radiazioni solstiziali che continuano, seppure un po’
diminuite, lungo tutti i dodici Giorni Santi. Molte e poderose
sono le attività dei piani interni durante questo periodo. La
prima Chiesa Cristiana concludeva il suo ministero esoterico
nella mistica Dodicesima Notte con il Rito del battesimo, una
delle Iniziazioni più elevate. I neofiti moderni che hanno
guadagnato l’illuminazione sanno che è allora possibile
entrare in comunione con gli Esseri divini e con il Signore
della Luce. Fu questa esperienza ad ispirare il Vangelo di
Giovanni, frequentemente definito il “Vangelo dell’Amore”.
Nell’oscurità esteriore della presente era storica l’uomo ha in
gran parte perso contatto con la luce del Cristo e con questi
giorni di rinnovamento spirituale. Col travaglio dell’anima
che egli sta attualmente attraversando, è destinato a
ritrovarli e a renderli una parte vitale della sua vita
quotidiana e della sua consacrazione annuale. Che questo
lavoro possa servirgli allo scopo.
ARIETE

La dedica del 26 Dicembre è rivolta alla Gerarchia


dell’Ariete, la Gerarchia che definisce il modello cosmico per
la vita durante il mese in cui il Sole transita nel segno
dell’Ariete. Dal 20 Marzo al 21 Aprile Ariete sostiene sopra il
mondo il modello archetipico di una terra perfetta. È il
nuovo cielo e la nuova terra apparsa a San Giovanni e
registrata nella sua sublime Apocalisse.
Secondo tutti i calendari sacri, Ariete introduce il Nuovo
Anno solare. Perciò viene chiamato il segno della coscienza
risorta. Chi abbia conseguito questa coscienza vede e
riconosce solo il divino in tutte le persone, le cose, le
circostanze, le condizioni e gli eventi. Vedere il lato che
porta a Dio è il motivo di dedizione per tutto il periodo
dell’Ariete.
Il Discepolo in relazione con l’Ariete è Giacomo, fratello di
Giovanni. Egli fu il primo a rispondere alla chiamata al
discepolato e il primo a calcare il sentiero del martirio, un
vero pioniere spirituale. Durante il mese dell’Ariete un
aspirante dovrebbe studiare la vita di Giacomo e tentare di
emularne le virtù.
Il centro del corpo in relazione con l’Ariete è la testa, e la
Gerarchia proietta il modello della testa umana in tutta la
sua divina e meravigliosa perfezione. Uno studente viene
spinto a visualizzare la testa con i suoi organi spirituali
risvegliati e illuminati, e con tutte le sue funzioni in piena
maturità.
Il pensiero-seme biblico per la meditazione sia il 26
Dicembre che durante il mese solare dell’Ariete (20 Marzo –
21 Aprile) è la citazione:

Ecco, io faccio nuove tutte le cose. – Ap. 21:5

Gli aspiranti sono consigliati di meditare sul significato


interiore del suddetto passaggio mentre i ritmi vibratori
dell’Ariete stanno permeando la terra.
TORO

La dedica per il 27 Dicembre e durante il mese solare di


Maggio, dal 21 Aprile al 22 Maggio, è rivolta alla Gerarchia
del Toro. Questa Gerarchia presiede sul regno degli
archetipi cosmici e il modello che sostiene sulla terra è
quello delle forme perfette. Amore ed armonia sono le forze
che essa riversa continuamente sul nostro pianeta.
Il Discepolo in relazione con il Toro è Andrea, la cui
caratteristica caratteriale è l’umiltà. Si tratta di uno degli
attributi più importanti che ogni aspirante deve coltivare.
Quando sia sviluppata ad un certo grado di altezza diventa
un potere animico formidabile.
La gola è il centro del corpo retto dal Toro. Nei corpi della
Nuova Era la gola sarà un centro luminoso capace di
emettere la divina Parola Creatrice.
La dedizione per il 27 Dicembre e per il mese solare di
Maggio consiste nel rendere se stessi un canale perfetto per
ricevere e disseminare amore ed armonia in tutte le diverse
esperienze della vita, siano esse gioiose o tristi, esaltanti o
deprimenti.
Il pensiero-seme biblico per la meditazione nel secondo dei
Dodici Giorni Santi e nel mese ad esso correlato è:

Chi dimora nell’amore dimora in Dio – 1 Giov. 4:16

Gli aspiranti sono invitati a meditare sul significato profondo


del suddetto passaggio durante tutto il periodo in cui i ritmi
vibratori del Toro permeano la sfera terrestre.
GEMELLI

La dedica per il 28 Dicembre e per il mese solare di Giugno


è rivolta alla Gerarchia dei Gemelli. Il modello cosmico
sostenuto da questa Gerarchia per la terra è quella della
grande pace, la pace che supera ogni intendimento, e che
sarà l’eredità della prossima razza Cristica.
Le caratteristiche da coltivarsi durante il periodo dei Gemelli
sono quella pace e quell’equilibrio conseguiti da San Paolo,
per cui egli poté dire: “Nessuna di queste cose [del mondo
esterno] mi tocca”. E così il salmista canta degli attributi
superiori dei Gemelli: “Mi fa giacere in verdi pascoli, mi
conduce per calme acque”.
Gemelli governa le mani. Esse debbono essere visualizzate
come centri-fiori, fragranti, luminosi e dotati dei doni
preziosi della guarigione e della benedizione.
Il Discepolo in relazione con i Gemelli è Tommaso. Egli si
identificò così intimamente con il Cristo che i suoi dubbi,
naturali per la mente mortale, furono trascesi da una
dinamica presa di coscienza dei poteri Cristici prima latenti
dentro di lui. Molti e meravigliosi sono i miracoli che egli ha
effettuato in seguito a questa trasformazione.
Il pensiero-seme biblico per la meditazione del 28 Dicembre
e durante il mese solare di Giugno, 22 Maggio – 22 Giugno,
è:

Fermati, e sappi che Io sono Dio – Salmo 46:10

Gi aspiranti vengono istruiti a meditare sul più profondo


significato di questo passo durante l’intero periodo in cui i
ritmi vibratori dei Gemelli permeano il pianeta terra.
CANCRO

Il 29 Dicembre e il mese solare di Luglio, 22 Giugno – 23


Luglio, sono dedicati alla Gerarchia del Cancro, che sostiene
per la terra il modello cosmico di esaltazione del principio
divino femminino in tutta la creazione. Questo segno è la
sede della gloriosa Madre del Mondo, un alto Iniziato della
Gerarchia del Cancro. Questo Essere, e il principio per cui
agisce, sono riconosciuti e contemplati in tutte le grandi
religioni mondiali.
Ariete tratta della vita; Toro della forma; Gemelli della
mente; Cancro dell’anima – anima in quanto rivelatrice della
verità. Di conseguenza, la dedizione per il mese del Cancro
è la devozione ad una ricerca di luce mai vista prima sulla
terra o sul mare.
Natanaele è il Discepolo in relazione con il Cancro. Egli è un
mistico privo si qualsiasi inganno.
Il centro del corpo governato dal Cancro è il plesso solare, a
cui talvolta ci si riferisce come al “sole dello stomaco”. Nei
giorni pre-Cristiani questo centro era considerato
massimamente importante ai fini dello sviluppo iniziatico. E
nella nuova razza Cristica il plesso solare sarà nuovamente
collegato allo spirito, poiché il sistema nervoso simpatico
sarà trasformato nella colonna femminina del corpo-tempio
umano.
Per il 29 Dicembre e durante il mese solare di Luglio il
pensiero-seme biblico assegnato per la meditazione è:

Se noi camminiamo nella luce, come Egli è nella luce,


siamo in comunione gli uni con gli altri. – I Giov. 1:7

Gli aspiranti che meditano fedelmente sul reale significato di


questo passaggio durante la pervadenza dei ritmi vibratori
del Cancro nella nostra sfera, saranno premiati con la
conoscenza di una tale comunione.
LEONE

Il 30 Dicembre e il mese solare di Agosto, 23 Luglio – 24


Agosto, sono dedicati alla Gerarchia del Leone. Il modello
cosmico sostenuto da questi Esseri celesti è quello della
terra che sarà permeata del potere dell’amore. Anche se la
divina saggezza è intrecciata con tutta la natura, questa
Gerarchia domina sopra il nostro pianeta. Tutte le attività
dovrebbero essere motivate da questo potere. Ogni
pensiero dovrebbe essere radiante d’amore; ogni parola
vibrante d’amore; ogni azione abbellita dall’amore.
Giuda è il Discepolo in relazione con il Leone. In lui è
indicato il grande potere di trasformazione dell’amore.
Una intima relazione esiste fra Giuda e Giovanni. Giuda
rappresenta la personalità; Giovanni lo spirito. Un profondo
significato è connesso al fatto che Giuda, dopo aver tradito il
Cristo, si è tolto la vita. La personalità deve sempre
soccombere per dare più forza allo spirito. San Paolo
ammonisce gli aspiranti alla Via Cristica di dismettere
l’uomo vecchio in favore del nuovo.
Quando la personalità diventi subordinata allo spirito, la
natura inferiore dell’amore nell’uomo – concernete
totalmente con la vita personale che è transitoria e deve,
perciò, morire come fece Giuda – viene sostituita da quella
natura superiore dell’amore posto in evidenza da Giovanni
l’Amato, il Discepolo che non conobbe mai la morte e che fu
il più vicino degli Immortali Dodici al cuore del Maestro.
Il centro del corpo in relazione con il Leone è il cuore.
Quando questo centro sviluppi le sue potenzialità divine
diventerà sempre più potente e luminoso, finché il suo
splendore sarà quello “della stella del giorno che brilla in
pieno sole”.
L’amore è anche il soggetto del pensiero-seme biblico per la
meditazione del 30 Dicembre e per tutto il mese solare di
Agosto:

L’amore è l’adempimento della legge – Romani 13:10

Ogni aspirante dovrebbe concentrarsi sull’importanza più


intima di questo passaggio mentre i ritmi vibratori del Leone
stanno permeando la terra.
VERGINE

La dedica per il 31 Dicembre e per il mese solare di


Settembre, 24 Agosto – 23 Settembre, è per la Gerarchia
della Vergine. L’amore del Leone conduce al servizio della
Vergine.
Quel divino Essere che noi conosciamo come la Madre del
Mondo è il prototipo per le Madonne di tutte le grandi
religioni; è il maestro di quegli elevati Iniziati femminini a
determinati stadi del loro sviluppo.
Durante il periodo in cu il raggio di Venere permea la nostra
sfera, questa Gerarchia sostiene alto sul pianeta il modello
cosmico di una terra purificata e ringiovanita. Ad un certo
punto dello sviluppo umano il conseguimento della purezza
diventa un formidabile potere dell’anima – una verità
sottolineata dal Cristo Signore quando disse: “I puri di cuore
vedranno Dio”.
Il Discepolo in relazione con il segno della Vergine è
Giacomo il Giusto, fratello di Giuda e Simone. Per molti anni
egli fu riverito come il capo della prima Chiesa a
Gerusalemme, ed era ben conosciuto per la purezza del suo
carattere e la consacrazione al servizio disinteressato.
Il tratto intestinale è il centro fisico nel corpo-tempio
dell’uomo correlato alla Vergine. L’aspirante lo visualizzerà
come la perfezione che manifesta in ogni sua funzione.
Dal Vangelo di Matteo 23:11 è tratto il pensiero-seme
biblico per il 31 Dicembre e per il mese solare della Vergine:

Il più grande tra voi sia vostro servo.

Chi aspira allo sviluppo spirituale viene invitato a meditare


sul profondo significato di questo magnifico passaggio
fintantoché i ritmi vibratori della Gerarchia della Vergine
stanno permeando questo pianeta.
BILANCIA

La dedica per il 1° Gennaio e per il mese solare di Ottobre,


23 Settembre – 24 Ottobre, è alla Gerarchia della Bilancia.
Il modello cosmico sostenuto da questa Gerarchia è la
bellezza del mondo. La sua impronta è possibile vedere in
ogni paesaggio, ogni albero, arbusto e pianta, ogni forma
nei diversi regni della natura. La bellezza e l’armonia sono la
firma della Bilancia. Pertanto, tutto ciò che viene sotto
l’influenza di questo segno celeste esprimerà questi attributi
divini. Quando l’umanità riceva più pienamente la sua
influenza, la povertà, la malattia, la discordia e il dolore
saranno aboliti.
Il Discepolo in relazione con la Bilancia è Giuda Taddeo. Egli
fu un ministro della bellezza. Molte e di vasta portata furono
le opere che egli fece come suo devoto.
Il centro del corpo umano in relazione con la Bilancia si può
trovare nelle ghiandole surrenali. Queste ghiandole, quando
funzionano correttamente, creano assoluto equilibrio fisico e
psicologico in ogni organo e nei suoi processi.
La meditazione per il primo Gennaio e per il mese solare di
Ottobre è sul pensiero-seme biblico di Giovanni 8:32:

Conoscerete la verità, e la verità vi farà liberi.

Grandi sono i significati interiori di questo passaggio.


L’aspirante dovrebbe meditare sugli stessi il 1° Gennaio e in
ogni giorno in cui i ritmi vibratori della Bilancia sono
focalizzati sulla terra.
SCORPIONE

Per il 2 Gennaio e per il mese solare di Novembre, 24


Ottobre – 23 Novembre, la dedica è alla Gerarchia dello
Scorpione. Il modello cosmico che questa Gerarchia sta
lavorando per stabilirlo sulla terra è il conseguimento per
mezzo della trasmutazione della materia in spirito.
Attraverso questo processo le essenze sublimate della
mente vengono unite con le forze dello spirito.
Giovanni l’Amato è il Discepolo in relazione con lo
Scorpione. La trasmutazione fu la nota-chiave della sua vita.
Egli progredì talmente nella scienza divina di trasmutare la
materia in spirito che non conobbe mai la morte.
Il centro fisico connesso con lo Scorpione è il sistema
generativo. In un aspirante zelante esso diviene il centro
della trasmutazione. Come già accennato,vi è una stretta
relazione fra Giuda (la personalità) e Giovanni (lo spirito).
Giuda deve morire affinché Giovanni possa regnare
supremo.
Vi è inoltre una stretta connessione fra il cuore (Leone) e il
sistema generativo (Scorpione). Finché domina la
personalità, il primo è sotto il controllo del secondo. Quando
la personalità sia stata innalzata nella individualità
spiritualizzata, è il cuore a governare. Nel corpo dell’uomo
Cristico la passione umana è stata trasmutata nell’amore
divino.

Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio – Matt. 5:8

È questo il pensiero-seme biblico per la meditazione del 2


Gennaio e durante il mese solare di Novembre. Viene
richiesto che l’aspirante si concentri sul suo profondo
significato il secondo giorno di ogni anno e mentre i ritmi
vibratori dello Scorpione fluiscono sulla terra.
SAGITTARIO

La dedica il 3 Gennaio e durante il mese solare di Dicembre,


23 Novembre – 22 Dicembre, è per la Gerarchia del
Sagittario. Il modello cosmico sostenuto da questi gloriosi
Esseri è di una terra che sia una enorme pala d’altare resa
radiante dall’aura dorata della suprema Luce del Mondo.
Il Discepolo Filippo è in relazione col Sagittario. Prima di
trovare il Signore egli non aveva alcuna concezione di che
cosa una mente spiritualizzata, o Cristica, avesse significato
nella sua vita. Era essenzialmente un pensatore. Ma dopo
che la luce del Cristo fu riversata su di lui, divenne degno di
essere annoverato fra gli Immortali Dodici.
Il Sagittario opera attraverso il plesso sacrale, il centro del
corpo collocato alla base della colonna vertebrale. La
colonna vertebrale, che connette il plesso sacrale col
cervello, è stata definita “il Sentiero del Discepolato”.
Quando un aspirante viva una vita motivata unicamente da
aspirazioni pure e sante, il fuoco-spirito spinale arrotolato
all’interno del plesso sacrale si risveglia, per poi ascendere
lungo la colonna vertebrale fino ai due organi spirituali
situati nella testa, la ghiandola pineale e il corpo pituitario.
È per questo processo che la mente dell’uomo diventa
Cristica. Il Sagittario quindi è sempre simbolizzato con la
luce, la luce della mente spiritualizzata.
Quando correttamente indirizzate e trasmutate in valori
animici, le esperienze della vita quotidiana diventano
trampolini di lancio per mezzo dei quali un aspirante
consegue la sintonia con la Luce Divina universale, la Luce
che viene nel mondo ad illuminare ogni uomo. È quanto il
Maestro intendeva quando disse:

Voi siete la luce del mondo – Matt. 5:14

Questo è il pensiero-seme biblico per il 3 Gennaio e per


tutto il periodo in cui la Gerarchia del Sagittario versa i suoi
ritmi vibratori sopra la terra. Innumerevoli benedizioni
attendono coloro che meditano su questa promessa.
CAPRICORNO

La dedica per il 4 Gennaio e per il mese solare di Gennaio,


22 Dicembre – 20 Gennaio, è per la Gerarchia del
Capricorno. Essi sono gli Esseri Arcangelici dei quali il Cristo
è il capo, e da loro proviene il poderoso potere per mezzo
del quale l’uomo mortale può essere innalzato a Sua
immagine. È anche il segno degli Avatar del mondo.
Il modello cosmico sostenuto dalla Gerarchia del Capricorno
prefigura il magnifico scopo della vita quando lo spirito del
Cristo si manifesti in tutta l’umanità. Sarà allora che il
nostro pianeta risponderà alla sua stessa nota-chiave
musicale, suonata la prima volta dagli Angeli e dagli
Arcangeli in quella lontana Notte Santa quando cantarono:
Pace sulla terra, buona volontà agli uomini”.
Il Discepolo in relazione con il Capricorno è Simone, fratello
di Giacomo e di Giuda. Nonostante Simone fosse vicino al
suo Signore per legami familiari, fu molto riluttante
nell’accettare la divinità del Maestro. Quando però fu
finalmente risvegliato dal Cristo la sua dedizione fu
completa. Il suo solo desiderio era di servire il Signore, e né
la vita né la morte avevano alcun significato per lui in
confronto a questo ideale.
Il duplice centro del corpo in relazione con il Capricorno è
collocato nelle ginocchia. Nell’uomo Cristico questi punti
diventeranno roteanti vortici gloriosi di luce.
Da Galati 4:19 viene il pensiero-seme biblico per la
meditazione del 4 Gennaio e durante il mese solare di
Gennaio:

Che il Cristo sia formato in voi.

Gli aspiranti dovrebbero meditare sul suddetto passaggio


finché esso cade in armonia con i ritmi vibratori coi quali la
Gerarchia del Capricorno sta sintonizzando la terra.
ACQUARIO

La dedica del 5 Gennaio e per tutto il mese solare di


Febbraio, 20 Gennaio – 19 Febbraio, è per la Gerarchia
dell’Acquario. Durante questi due periodi questa Gerarchia
sostiene sulla terra un modello cosmico incorporante gli
ideali di Paternità di Dio e di fratellanza degli uomini,
fondamenta per un tipo di amicizia destinato ad espandersi
fino a includere e abbracciare tutto il mondo. Questo ideale
dovrebbe essere mantenuto nel Santo dei Santi dell’anima e
mai dissacrato o corrotto da pensieri, parole o azioni
indegni. Operare per portarlo a manifestarsi è la missione
dell’Acquario, il divino portatore d’acqua dei cieli.
Per mezzo della benigna influenza della Gerarchia
dell’Acquario l’amore diverrà la forza motivante in tutto ciò
che vive. In quel felice giorno una umanità emancipata
mostrerà, come profetizzato da San Paolo, l’amore come
adempimento della legge. In altre parole, ogni legge sarà
fondata sull’amore e l’amore, a sua volta, porterà
all’esecuzione di ogni legge.
L’Acquario è la sede degli Angeli, e quanto sopra descrive
appropriatamente la gioiosa vita di questi Esseri celesti.
Il Discepolo in relazione con l’Acquario è Matteo, il ricco
pubblicano e peccatore che, quando sentì la voce del
Signore, lasciò tutto e lo seguì con gioia. Rinunciò a tutti i
possedimenti terreni per i quali più tardi ricevette una rara
ricompensa sotto forma di realizzazione spirituale, che trovò
espressione nell’immortale Vangelo che porta il suo nome –
una inestimabile eredità per tutta l’umanità.
I due arti inferiori formano il duplice organo del corpo in
relazione con l’Acquario. Essi sono le due colonne del
tempio-corpo dell’uomo e dovrebbero essere visualizzate in
movimento coordinato e simmetrico.
Il pensiero-seme biblico per la meditazione del 5 Gennaio e
durante il mese solare di febbraio si trova in Giovanni 15:4:

Voi siete miei amici.

Se l’aspirante si concentrerà sui sottili significati celati in


queste quattro brevi parole, e li terrà vivi nella coscienza
finché i ritmi dell’Acquario vibrano sulla terra, ne riceverà
grande illuminazione.
PESCI

La dedica per il 6 Gennaio e per il mese solare di Marzo, 19


Febbraio – 20 Marzo, è per la Gerarchia dei Pesci. Questa
Gerarchia opera per portare a manifestazione il principio di
unificazione attraverso tutta la creazione. Ralph Waldo
Emerson fece una iscrizione perfettamente Pesciana:
“L’Imperfetto adora il mio stesso Perfetto. La vita non è più
una cosa a toppe e brandelli, ma una gloriosa divina unità”.
Pesci è l’ultimo segno prima della nascita del nuovo anno
spirituale, un periodo di ricapitolazione e di auto-esame.
Esso segna il tramonto di una vita passata e l’alba di una
nuova vita.
Il modello cosmico sostenuto sopra la terra da questa
Gerarchia è l’uomo perfezionato, creato a immagine e
somiglianza di Dio e manifestante la sua divinità interiore.
L’Uomo Divinizzato è la nota-chiave dei Pesci, ed è anche il
modello cosmico dell’Ariete. Infatti, il perfezionamento
dell’uomo è ed è stato il divino lavoro di tutte e dodici le
Gerarchie creatrici fin dall’inizio dell’evoluzione umana.
Quando giunga al suo compimento finale, sarà sotto il
ministero della Gerarchia dei Pesci.
Pietro è il Discepolo in relazione con i Pesci – Pietro
l’instabile, l’uomo “ondivago” che, dopo avere risvegliato il
principio Cristico dentro di sé attraverso la fede, diventa la
Roccia dell’Iniziazione sulla quale fu fondata la Chiesa.
Il duplice centro del corpo in relazione con i Pesci sono i
piedi, e nella razza umana in generale questo centro deve
ancora essere risvegliato. Nella visione di Fatima i bambini
descrissero particolarmente le bellissime rose che fiorivano
sulle mani e sui piedi della Signora Benedetta.
Questo corpo fatto ad immagine e somiglianza di Dio sarà
luminoso, con stelle scintillanti, o fiori, risvegliati all’interno
dei suoi centri vitali. Questo corpo glorificato è il dorato
manto nuziale descritto da San Paolo come il glorioso corpo
celeste. Fu la sua visione di questo luminoso veicolo nella
Memoria della Natura che lo ispirò a dichiarare entusiasta
che l’uomo è “un po’ inferiore agli angeli”; e che egli non
appare ancora ciò che sarà.
Per la meditazione del 6 Gennaio mentre i ritmi vibratori dei
Pesci pervadono la terra, e durante il mese solare di Marzo,
viene assegnato il seguente pensiero-seme biblico.

Dio creò l’uomo a sua immagine – Gen. 1:27

*******

Durante i dodici Giorni Santi fra Natale e la Dodicesima


Notte la terra è avvolta della luce dell’arcangelo Cristo. La
fragranza della Sua aura trascendente permea il pianeta
come un profumo raro, come un accordo del respiro delle
rose più belle e dei gigli più puri. Ma la radiante luce e la
guaritrice fragranza vengono gradualmente assorbiti dalla
terra nel corso di questo sacro intervallo, rendendolo un
periodo ideale per la consacrazione dell’anima al Sentiero
della Santità.