Sei sulla pagina 1di 3

IL MOTO IN UNA

DIMENSIONE

MECCANICA
• statica
• dinamica
• cinematica --> punto materiale ha una traiettoria

IL MOTO DI UN PUNTO MATERIALE


Un corpo può essere approssimato a un punto materiale quando le sue dimensioni sono trascurabili rispetto alle
distanze che percorre.

ES. La Terra può essere considerata un punto materiale nel suo moto attorno al Sole perché il suo diametro, circa
104 km, è trascurabile rispetto alla lunghezza della sua orbita, circa 109 km.

LA TRAIETTORIA
Si dice traiettoria l’insieme dei punti attraverso i quali passa un punto materiale durante il suo moto.
Può essere molto facile, come difficile, la più facile è quella rettilinea, un semplice segmento di retta.

SISTEMA DI RIFERIMENTO
Per descrivere il moto rettilineo di un corpo si utilizza un sistema di riferimento costituito da:
•un asse coordinato che contiene la traiettoria del corpo; l’asse è una retta sulla qua-le sono fissati un punto detto
origine, un verso positivo e un’unità di misura di lunghezza;
•un orologio per misurare i tempi.

A ciascun punto della traiettoria corrisponde un punto dell'asse e quindi una coordinata s detta posizione del
corpo, mediante l'orologio si può determinare l'istante di tempo t in cui il corpo è i una particolare posizione

LEGGE ORARIA
La legge oraria di un corpo è la relazione che lega l’istante di tempo t e la posizione s del corpo a quell’istante.

SPOSTAMENTO
Si dice spostamento Δs = s2 − s1 la variazione di posizione del corpo.
• Lo spostamento è positivo se s2 > s1
• Lo spostamento è negativo se s2 < s1

In un moto rettilineo lo spostamento e la distanza hanno lo stesso valore solo quando il corpo non cambia il verso
del moto.

INTERVALLO DI TEMPO

Δt = t2 − t1
LA VELOCITA
La velocità media di un corpo è il rapporto fra lo spostamento del corpo e l’intervallo di tempo Δt in cui è
avvenuto:

Δs
̄v =
Δt

CONVERSIONE DA M/S A KM/H


Da m/s a km/h bisogna moltiplicare per 3.6 i m/s
Da km/h a m/s bisogna dividere per 3.6 i km/h

LA PENDENZA
La velocità media in un certo intervallo di tempo è uguale alla pendenza della retta che congiunge i due punti del
grafico spazio-tempo corrispondenti agli estremi di quell’intervallo.

IL MOTO RETTILINEO UNIFORME


Un corpo si muove con moto rettilineo uniforme quando si sposta lungo una retta con velocità costante.
Δs
v= quindi Δ s=v Δ t
Δt
LA LEGGE ORARIA
Se un corpo si muove lungo una retta con velocità costante v e all’istante t0 = 0 s occupa la posizione s0, al
generico istante t la sua posizione è data dalla formula
s=s0 + vt
detta legge oraria del moto rettilineo uniforme

ACCELERAZIONE
L’accelerazione media ̄ a di un corpo è il rapporto fra la variazione di velocità Δv del corpo e l’intervallo di
tempo Δt in cui è avvenuta
Δv
̄a =
Δt

PENDENZA
L’accelerazione media in un certo intervallo di tempo è uguale alla pendenza della retta che congiunge i due punti
del grafico velocità-tempo corrispondenti agli estremi di quell’intervallo.