Sei sulla pagina 1di 6

INTERVENTO

DI RINFORZO STRUTTURALE DI MENSOLE IN CALCESTRUZZO


ARMATO MEDIANTE APPLICAZIONE DI FRP – APPROCCIO AL DIMENSIONAMENTO.
A cura dell’ing. Alberto Grandi – Socio Building Improving s.r.l.

Il recupero strutturale delle mensole in calcestruzzo armato è tra gli interventi più delicati e anche tra i
meno diffusi in Italia. La causa è sempre la sostituzione del vecchio carroponte con un altro nuovo con
inevitabile aumento dei pesi, pertanto dalle verifiche o le mensole stesse od anche le travi risultano quasi
sempre sottodimensionate.
Nell’esempio che verrà qui brevemente illustrato, ci troviamo di fronte ad un rinforzo di n° 9+9 mensole in
calcestruzzo armato situate presso un’industria meccanica bresciana che necessitavano di un recupero
strutturale per il posizionamento di un nuovo carroponte con portata 250 kN. Praticamente un aumento
del 20% rispetto a quello esistente. Non è molto ma è bastato a non verificare le mensole.

GEOMETRIA DELLA MENSOLA
Altezza totale 530 mm
Altezza in punta 330 mm
Sporgenza 400 mm
Larghezza 500 mm
Distanza di applicazione del carico 150 mm

RILIEVO ARMATURE ESISTENTI
Ferri principali 4x18 mm quadri
Staffe 4Ø8 zigrinati

MATERIALI
Livello di conoscenza LC1 FC = 1,35
Rck = 400 kg/cm2
Calcestruzzo
fcd = 13,43 MPa
Tipo FeB32k
Acciaio
fyd = 202,90 MPa

CARICHI
Carico verticale totale (portata) VEd = 300 kN
Carico orizzontale totale HEd = 27,20 kN

Si riporta, qui di seguito, alcune immagini generali delle mensole ed alcune fasi lavorative con la fibra di
carbonio:

1. VERIFICA DELLA MENSOLA NON RINFORZATA

Per quanto riguarda la progettazione con gli FRP si nel nostro caso è fatto riferimento alle seguenti
normative:

Ø D.M. 14 gennaio 2008
Ø Norme Tecniche per le Costruzioni
Ø Circolare Min. LLPP 2 Febbraio 2009 n. 617
Ø Istruzioni per l’applicazione Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni di cui al D.M.
14/01/2008
Ø CNR-DT 200/2004 R1 2013
Ø Istruzioni per la progettazione, l’esecuzione ed il controllo di interventi di consolidamento
statico mediante l’utilizzo di compositi fibrorinforzati

Verifica ai sensi del D.M. 14/01/2008
Si faccia riferimento al par. C4.1.2.1.5 della Circolare Min. 617/2009.

Area totale di barre d'armatura principale As 1296 mm2
Snellezza di taglio λ 0,56 -
Portanza della mensola in termini di resistenza dell'armatura PRs 464,71 kN
Resistenza del puntone di calcestruzzo PRc 1226,86 kN

Resistenza finale della mensola tozza PR 464,71 kN

Verifica di sicurezza Ped = 300 kN ≤ PR = 464,71 kN VERIFICATO

1.1. Verifica ai sensi di CNR 10025


Si verifica se la mensola in c.a. in esame risulta essere un elemento tozzo o molto tozzo.

λ = a/h0 = 150/500 = 0,30 < 0,5 MOLTO TOZZA


Pertanto, si verifica il meccanismo taglio-resistente che corrisponde al comportamento di due elementi
tozzi di calcestruzzo, cuciti da armature che li attraversano, sotto sollecitazioni taglianti: tale meccanismo,
appunto, tende a formarsi per mensole molto tozze (ovvero per λ ≤ 0,50).
La resistenza di calcolo per tale meccanismo vale:

𝑐𝐴' 𝑓)#
𝑉"# =
𝛾+

dove c è il coefficiente d’attrito pari a 1,20 per getto monolitico;
γn è il coefficiente di comportamento pari a 1,20 in presenza di sollecitazioni di fatica.



Av è l’armatura di parete resistente al taglio, e corrisponde nel presente caso a 4Ø8 = 3,80 cm2.

1,20 ∙ 380 ∙ 202,90
𝑉"# = = 77,10 𝑘𝑁 < 𝑉9# = 300 𝑘𝑁 → 𝐍𝐎𝐍 𝐕𝐄𝐑𝐈𝐅𝐈𝐂𝐀𝐓𝐎
1,20

2. DIMENSIONAMENTO DEL SISTEMA DI RINFORZO


Tutti le formule e i valori predefiniti di seguito impiegati fanno esclusivamente riferimento alle
raccomandazioni tecniche del CNR-DT 200/2013. Pertanto risulta:

2.1. MATERIALI IMPIEGATI


Building Improving progetta ed utilizza per i propri lavori di rinforzo strutturale sistemi di materiali
compositi in fibra di carbonio distribuiti da Società in possesso del documento C.I.T. edito dal C.S.L.P. ed
opera in conformità al punto 11.1 del D.M. 14/01/2008 nonché del DT200/2004 e sue revisioni -
Applicazione tipo A-. Il Certificato di Idoneità Tecnica del sistema FRP in accordo alla “Linea Guida per
l’identificazione, la qualificazione ed il controllo di accettazione di compositi fibrorinforzati a matrice
polimerica (FRP) da utilizzarsi per il consolidamento strutturale di costruzioni esistenti” pubblicata con DPCS
LLPP n. 220 del 09/7/2015, è un documento fondamentale che viene rilasciato dal Consiglio Superiore dei
Lavori Pubblici dopo aver effettuato positivamente tantissime prove sui materiali presso Laboratori
Universitari. Le Norme Tecniche per le Costruzioni vigenti (NTC 2008 – D.M. 14 gennaio 2008), al capitolo

11, paragrafo 11.1 lett. C, prescrivono che tutti i materiali e prodotti da costruzione per uso strutturale,
quando non marcati CE ai sensi del Regolamento (UE) n.305/2011 o non provvisti di Benestare Tecnico
Europeo (ETA), devono essere in possesso di un Certificato di Idoneità Tecnica all’Impiego (CIT).
Per il nostro specifico lavoro è stato utilizzato il Tessuto unidirezionale in fibra di carbonio ad alta
resistenza, tipo SikaWRAP 300C, con le seguenti proprietà fisico-meccaniche:

Grammatura 304 ± 10 g/m2
Spessore di progetto 0,167 mm
Resistenza minima a trazione > 4.000 MPa
Modulo elastico a trazione > 230.000 MPa
Allungamento a rottura > 1,70%

Resina epossidica per impregnazione tessuti di rinforzo strutturale in fibra di carbonio, tipo Sikadur 330,
con le seguenti proprietà fisico-meccaniche:
Adesione su calcestruzzo > 4,00 MPa
Resistenza a trazione 30,0 MPa (maturato a 7 gg, + 23°C)
Modulo elastico a flessione 3.800 MPa (maturato a 7 gg, + 23°C)
Temperatura di applicazione da +10°C a +35°C

2.2. DESCRIZIONE DELL’INTERVENTO


Si realizzano le seguenti fasciature in tessuto unidirezionale in fibra di carbonio:
1 – fascia diagonale “ad U” di n. 1 strato di tessuto in CFRP del tipo precedentemente detto, di larghezza
100 mm e sviluppo lineare pari a 1,90 m;
2 – fascia orizzontale “ad U” di n. 2 strati di tessuto in CFRP, di larghezza 250 mm e sviluppo lineare pari a
1,80 m.

2.3. PROGETTO DEL SISTEMA (cfr. DT200/2013)



CONTRIBUTO VRd,f FRP - FASCIA DIAGONALE

Lunghezza effettiva di ancoraggio su pilastro le 200 mm


Angolo di inclinazione della fascia rispetto all'orizzontale β 60 °
Resistenza media a compressione del calcestruzzo fcm 40 MPa
Resistenza media a trazione del calcestruzzo fctm 3,02 MPa
Coefficiente di tipo geometrico kb 1,20 -
Coefficiente di tipo sperimentale per compositi impregnati in situ kG 0,037 -
Valore dell'energia specifica di frattura ΓFd 0,361 MPa
Resistenza al distacco d'estremità del composito ffdd 831,54 MPa
Resistenza efficace di calcolo del sistema di rinforzo ffed 722,42 MPa

Contributo a taglio della fascia diagonale di rinforzo VRd,f,1 142,06 MPa


CONTRIBUTO VRd,f FRP - FASCIA ORIZZONTALE

Larghezza della fascia FRP bf 250 mm


Numero di strati della fascia FRP nf 2 -
Tipologia di fasciatura CONTINUA
Lunghezza effettiva di ancoraggio sul pilastro le 250 mm
Angolo di inclinazione della fascia rispetto all'orizzontale β 90 °
Raggio di curvatura degli spigoli rc 25 mm
Coefficiente ΦR ΦR 0,32 -
Resistenza al distacco d'estremità del composito ffdd 587,98 MPa
Resistenza efficace di calcolo del sistema di rinforzo ffed 614,00 MPa

Contributo a taglio della fascia diagonale di rinforzo VRd,f,2 153,81 MPa

Resistenza totale a taglio offerta dal sistema di rinforzo VRd,f 295,87 MPa
Resistenza di progetto a taglio dell'elemento rinforzato VRd 372,97 MPa

Verifica di sicurezza VEd = 300 kN ≤ VRd = 372,97 kN VERIFICATO

3. LA REALIZZAZIONE
L’intervento è stato realizzato lavorando su un cestello a 5 metri d’altezza, pertanto con una logica lentezza
nei movimenti; considerando che tra una mensola e l’altra vi erano quasi 8 metri l’esecuzione del rinforzo
in soli tre giorni è stato un successo. Alcune fotografie allegate illustrano meglio l’intervento.
Per quanto riguarda la progettazione il FRP apporta un incremento di portata delle mensole in esame pari
295,86 kN fino a raggiungere una resistenza finale dell’elemento strutturale uguale a 372,97 kN > PEd = 300
kN, derivante dall’installazione del nuovo carroponte.