Sei sulla pagina 1di 224

CHRISTMAS

ISSUE
TOM
HANKS
OLMO
SCHNABEL
LUCIO NISI
Dicembre 2019, N.235
E L’EREDITÀ
DEL PLASTIC

Moda
50 PAGINE DI SMOKING,
NEO SARTORIALE
& SPECIAL GIFTS

GQ Inc.
I 30 AVVOCATI
PIÙ POTENTI
D’ITALIA

IL REGALO DI NATALE

ZLATAN
IBRAHIMOVIĆ
FOTO G R A FATO P E R G Q DA J O S E P H D E G BA DJ O
DELOREAN® and related marks, trade dress, and logos are intellectual property of DeLorean Motor Company and are used under license. Tel. 02 38 59 59 59

E-BOUTIQUE. DIOR.COM
Enjoy responsibly.
PROLOGO
U N A STO R I A C H E N O N T I A S P E T T I . P R I M A C H E C O M I N C I Q U E STO N U M E RO D I G Q

Dicembre 1980, viale Umbria 120, Milano: apre il Plastic, il posto dove vivere di notte senza etichette,
senza generi, senza discriminazioni. Un indirizzo di “rottura” degli schemi che meriterà, nel 2009, l’Ambrogino d’oro

DOVE ERAVAMO RIMASTI?


F OTO C O U RT E SY A RC H I V I O P L A ST I C

L U C I O N I S I , U N O D E G L I S T O R I C I F O N D AT O R I , N O N C ’ È P I Ù . L A R E A LTÀ P I Ù
D I R O M P E N T E D E L L A N I G H T L I F E I TA L I A N A S TA P E R C O M P I E R E 4 0 A N N I . E
L A S Q U A D R A C H E H A D AT O V I TA A L L O C A L E R A C C O N TA C O M ’ E R A , E C O M E S A R À

T E S TO D I
NICOLA GUIDUCCI, PINKY, SERGIO TAVELLI, TOMMASO E FRANCESCO NISI (PLASTIC)*

DICEMBRE 2019 / 1 7
PRO LO GO

Lucio Nisi (a destra), uno dei fondatori del Plastic, nei primi anni del locale. Da qui passerà ogni genere di celeb:
Andy Warhol, Freddie Mercury, Madonna, Elton John, Bruce Springsteen, Prince, Keith Haring

Ci sono momenti in cui bisogna rompere. Le scatole, gli schemi, perché disturbavamo la quiete sonnolenta come un centro sociale,
l’ordinario. Il Plastic nasce per quello, e a parlarne oggi non si però con l’avanguardia: della musica, della società, della moda. I
racconta solo la storia di una discoteca che a dicembre compie punk arrivavano vestiti da Vivienne Westwood, noi scovavamo le
39 anni, ma quella di una rottura necessaria a cambiare le cose. suggestioni estetiche tra Londra e New York e un sacco di gente
Era il 1980, un altro mondo. Milano era ancora avvolta nella nebbia, scovava noi. Metaforicamente, quello del Plastic era l’indirizzo
in un grigiore borghese, tranquillo e vagamente conservatore. Per segnato sul foglietto che i ragazzi di provincia avevano in tasca
le strade i ragazzi andavano in giro con le creste punk, indossavano quando arrivavano a Milano: il posto in cui andare per sentirsi a
il proprio umore e i propri pensieri, e a molti non piaceva: capitava casa, per fare amici, per beccare i propri simili.
che di giorno la polizia chiedesse loro i documenti e li caricasse sulle Incidentalmente, in mezzo a quei ragazzi negli Anni 80 ci trovavi
camionette, che le signore li guardassero storto, che i genitori non Gianni De Michelis, il più nottambulo dei nostri politici. O Nick
li capissero. Quei ragazzi eravamo (anche) noi. E volevamo il nostro Kamen, che all’epoca era il sogno erotico del 90% della popolazione:
spazio. Così ci siamo costruiti un ghetto, che però funzionava al maschi e femmine, indistintamente. O magari incappavi in Freddie
contrario. Le porte non servivano a escludere, ma a includere: noi Mercury. Tra il bagno delle donne e quello degli uomini avevamo
e tutti quelli come noi. E poi tutti quelli che sarebbero arrivati negli un flipper: lui si piazzava lì a giocare tutta la notte. Gli piaceva di
anni: cambiando, anticipando, allargando confini e idee. brutto quel flipper, e a noi piaceva che gli piacesse. Al Plastic potevi
Il Plastic era il posto in cui ci sentivamo al sicuro, in cui potevamo anche finire seduto di fianco ai Pink Floyd, senza riconoscerli. È
essere noi stessi. Un rifugio in cui vivere di notte quello che si viveva successo, a uno di noi: una nottata intera a parlare con dei ragazzi
di giorno, senza etichette, senza generi, senza discriminazioni. fino a starsi davvero simpatici. E dopo, soltanto dopo, capire che
Infatti la selezione all’ingresso − la prima in Italia, diventata quasi quel tizio eccezionale era David Gilmour, in giro a Milano. Da
mitologica nei racconti successivi − non ha mai avuto niente di snob. New York veniva a trovarci Grace Jones, e anche Keith Haring: un
Non tagliava fuori le persone, ma soltanto i guai: non c’entravano amico vero. Arrivavano tutti quanti e si fondevano in quel crogiolo
i soldi o gli abiti, ma solo un senso di appartenenza e comunan- di umanità riparata dalle nostre quattro mura, mentre una fila
za. Una volta dentro, si diventava una tribù, ci si fondeva in una enorme si formava fuori, con la speranza di varcare la soglia. La
famiglia. La più democratica di tutte: da noi il denaro non ha mai coda era spesso così lunga che girava intorno all’isolato e arrivava
comprato accessi sicuri o tavolini speciali. Una volta varcata la fino a corso Ventidue Marzo, la strada che dall’aeroporto di Linate
soglia, si è sempre stati tutti uguali: e tutti diversi, naturalmente. porta in centro. Una volta ci costrinsero persino a chiudere, perché
Qualcuno, all’epoca, ci chiamava «un centro sociale a cinque stelle», stava arrivando Papa Giovanni Paolo II e le autorità non volevano

1 8 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
PRO LO GO

Il Plastic ai tempi gloriosi di viale Umbria: costretti a sloggiare, i suoi creatori sceglieranno un nuovo nome, Plastic
Palace, e un altro indirizzo, via Gargano 15. Nella vecchia sede ha appena aperto un ristorante e cocktail bar

che tutta quella gente − e che gente! − scorresse sotto gli occhi del nostro “centro di accoglienza” continua a entrare un’umanità
pontefice. Come dirgli che non era per lui? che dà fiducia e speranza per il futuro: un melting pot che è uno
Sono passati gli anni e il locale è sedimentato nell’esperienza col- dei migliori laboratori di progresso e tolleranza in circolazione.
lettiva della città, un punto di riferimento. Se ne parlava sui gior- Ed evidentemente non lo pensiamo solo noi: per questa “funzione
nali in toni un po’ mitologici, ma noi abbiamo voluto continuare sociale”, nel 2009, ci hanno dato un Ambrogino d’oro. È stato uno
a guardare avanti: intercettare quello che stava per succedere, dei momenti più memorabili della nostra storia: perché siamo l’unica
portare le persone nel futuro. Alle autorità cittadine, invece, in discoteca ad averlo ricevuto, e perché sancisce e istituzionalizza
un certo momento, pareva interessare intercettare noi. C’è stato un ruolo che ci siamo cuciti addosso, che abbiamo sempre sentito
un periodo, a metà dei Duemila, in cui l’oscurantismo sembrava nostro. E poi anche per un’altra ragione, molto più intima e impor-
avere di nuovo preso il sopravvento. Il popolo della notte non era tante. Quel riconoscimento ha potuto prenderlo anche Lucio Nisi,
ben visto e le regolamentazioni cambiavano così rapidamente, ed che da pochissimo non c’è più. Nessuno lo ha meritato quanto lui:
erano così stringenti, che abbiamo temuto di non farcela: ci facevano per tutti questi anni ha lasciato che il Plastic fluisse, che vivesse
chiudere per un’uscita di sicurezza spostata di mezzo centimetro la propria vita. Gli ha dato un’identità, e poi l’ha lasciata crescere
rispetto a dove avrebbe dovuto essere. Era giusto, naturalmente, senza intromettersi, come solo quelli bravi davvero sanno fare.
ma era anche molto complesso seguire le indicazioni, specie in (testimonianza raccolta da Gea Scancarello)
un palazzone vecchio come quello di viale Umbria 120, dove il
Plastic allora stava.
Sono stati i momenti peggiori, ma ce l’abbiamo fatta.
E il locale, anche dopo il cambio di sede − ci sono voluti dieci anni
per trovare un posto che ci piacesse abbastanza per trasportarci
la nostra tribù − ha continuato a plasmare la meglio gioventù: la
differenza tra l’ignoranza e la conoscenza sta nella curiosità, e i *Nicola Guiducci, mente musicale
nostri ragazzi sono curiosi, aperti, senza steccati. Arrivano ad del Plastic, ha fondato il locale
ascoltare musica che non si sente da nessun’altra parte e che magari con Lino e Lucio Nisi, scomparso
non conoscono nemmeno, ma vogliono provare. Sentono parlare a novembre. Una storia scritta
di arte e artisti, anche da noi, e approfondiscono. Si inventano negli anni con Rosangela “Pinky”
uno stile ogni settimana, ed è sempre meno legato alle etichette e Rossi e Sergio Tavelli. Tommaso
ai brand, e sempre più al proprio gusto, alla propria ricerca. Nel e Francesco sono i figli di Lucio Nisi

2 0 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
collezione grip
gucci.com swiss made
L’ E D I TO R I A L E

BELLO SENTIRVI COSÌ VICINI

Nei 10 numeri del 2019, su questo magazine di GQ su Tik Tok, gli 850mila complessivi con
abbiamo raccontato le idee, le avventure, i gesti, Instagram, Facebook e Twitter, di cui il 38%
le emozioni di ben 136 uomini e 48 personalità sono donne, raccontano la vitalità della nostra
femminili (non male per un maschile). Designer, identità editoriale.
chef, attrici e attori, pittrici e scultori, cantanti e La gratitudine è il mio sentimento preferito:
musicisti, manager, influencer, registi, galleristi, grazie per questo anno stupendo insieme. Siete
ambientalisti, economisti, profumieri, ingegneri, speciali e non vi deluderemo.
fotografi, imprenditori, sportivi, scrittori: GQ si è Per questo ultimo numero del 2019 abbiamo
costantemente connesso con il meglio della realtà scelto una ruvida, sincera, politicamente scor-
in evoluzione. Abbiamo parlato di 72 iniziative retta, generosa, sarcastica e ipertrofica personalità
culturali, tra mostre, festival, rassegne e spettacoli maschile di cui tutti parlano: Zlatan Ibrahimovic´,
di ogni genere. Ci siamo impegnati a realizzare che abbiamo incontrato per le strade di Los An-
33 reportage di attualità aprendo lo sguardo geles come fosse Vincent Vega in Pulp Fiction.
su luoghi di produzione, fenomeni di costume Guardatelo negli occhi e immaginate di provare
e punti geografici inconsueti, alla ricerca di un a dirgli che 38 anni anni sono tanti per tornare
taglio giornalistico originale. Sempre facendo a giocare nel calcio che conta.
della qualità dei contenuti la cifra di stile del Chi conosce la notte e le sue creature sa bene
nostro lavoro. Tutto questo ci ha permesso di cosa rappresenta il Plastic di Milano per la cul-
crescere. Oggi GQ entra in comunicazione con tura europea della movida. Nicola Guiducci,
3 milioni di persone al mese. Lo fa attraverso Pinky, Sergio Tavelli, Tommaso e Francesco Nisi
questa edizione cartacea, che cammina con passo ricordano a GQ chi è stato il grande Lucio Nisi,
sicuro e con le proprie gambe. Ma soprattutto apostolo evangelista dell’inclusione. E poi anco-
interagisce con una sempre più ampia comunità ra: i 30 avvocati più potenti d’Italia, i 17 pezzi
di lettori digitali i cui gusti sfamiamo quotidia- cult con cui premiarvi a fine anno, 50 pagine
namente. Con il suo +64%, GQItalia.it è al terzo di moda per interpretare le feste e l’avvento del
posto per crescita fra tutti i 20 GQ digitali del neo sartoriale.
mondo. E i nostri social network sono diventati Questo GQ starà con voi fino all’inizio del 2020.
il miglior strumento per avvicinarci alle nuove Quindi, auguri. Poi comincia un’altra storia.
generazioni. I sorprendenti 135mila follower Perché noi guardiamo sempre e solo avanti.

I G : @AU D I F F R E D I
T W I T T E R : @ GAU D I F F R E D I G I OVA N N I AU D I F F R E D I

2 2 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
CLASSIC FUSION BERLUTI

Bronze case. Dial and strap made


from patinated leather. Chronograph
hublot.com movement. Limited to 200 pieces.
DICEMBRE 2019
#235
96
RUBRICHE

17 P RO LO G O
Il Plastic di Milano si racconta,
dopo la scomparsa di Lucio Nisi

31 G Q TA L KS
La Fondazione di Lapo Elkann.
Venezia sostenibile di Gioele Romanelli

39 G Q ST Y L E
Abbinamenti casual per il pranzo
di Natale, America’s Cup ecologica per
North Sails, il nuovo corso di Sebago

61 GQ LIFE
Boeri rilancia Matera, la mostra di Virgil
Abloh, Noah Baumbach regista di un
divorzio, il ritorno dei Subsonica

133 WA R D RO B E
Olmo Schnabel interpreta la moda
destrutturata di Bottega Veneta
L’attaccante
del Cagliari
145 G Q PA S S I O N I
Leonardo Pavoletti,
L’orologeria controcorrente di Parmigiani
31 anni. Cappotto
Fleurier, il ginepro de L’Erbolario, le sto-
HERNO, maglia
rie di montagna di Dynafit e Salewa
SCAGLIONE

216 G Q TOYS
Il lusso intorno al tavolo da poker Foulard
167 in cashmere
e seta
HERMÈS

Giacca e camicia 115


F OTO D I R I C H A R D S A K E R / C O N TO U R B Y G E T T Y I M AG E S

GUESS,
papillon
DSQUARED2

DICEMBRE 2019 / 2 5
SO MMARI O

185
STORIE

78 TO M H A N KS
Con il film Un amico straordinario
lenisce i traumi della sua infanzia

82 G U STA F S K A R S GÅ R D
Le nuove sfide dell’ex Floki di Vikings
arrivano al cinema e su Netflix

86 D E A N E DA N C AT E N
Il loro brand, Dsquared2 , compie 25
anni: sarà un 2020 di festeggiamenti

96 L EO N A R D O PAVO L E T T I
La selezione dei 30
L’attaccante del Cagliari sogna
avvocati più
di approdare agli Europei
potenti d’Italia, gli
atenei che offrono
102 B EC K
vere opportunità
Il suo ultimo disco è un volo
di carriera, le
nell’iperspazio dell’anima
assistenti di
direzione che fanno
106 L’ EC O LO G I A P R E N D E I L T R E N O
la differenza
Viaggio su rotaia tra Svezia e Norvegia,
dove le persone rifiutano l’aereo
146 152

MODA

115 Evoluzioni dello smoking

COVER

205 Z L ATA N I B R A H I M OV I Ć
La voglia di tornare dove il calcio
conta. Incontro con il campione
che vive e gioca alla Vincent Vega

78
Tom Hanks, 63
anni. Al cinema
interpreta il
conduttore tv
CHRISTMAS
Fred Rogers
ISSUE
TOM
HANKS
OLMO
SCHNABEL
LUCIO NISI
E L’EREDITÀ
DEL PLASTIC

Moda
50 PAGINE DI SMOKING,
NEO SARTORIALE
& SPECIAL GIFTS

GQ Inc.
I 30 AVVOCATI
PIÙ POTENTI
D’ITALIA
Sulla cover di GQ,
Zlatan Ibrahimovic´
IL REGALO DI NATALE
ritratto da Joseph
ZLATAN Degbadjo. Total look
IBRAHIMOVIĆ
FOTO G R A FATO P E R G Q DA J O S E P H D E G BA DJ O

DSQUARED2

Segui IG: @ G Q I TA L I A – Twitter: @ G Q I TA L I A

2 6 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
Direttore Editoriale
LUCA DINI

Chief Marketing Officer


FRANCESCA AIROLDI
Sales & Marketing Advisor
ROMANO RUOSI
Q U A L I T Y I S O U R B U S I N E S S P L A N
Brand Advertising Manager
NICOLÒ CAMILLO VANNUCCINI
Advertising Manager
Ci accontentiamo semplicemente del meglio e creiamo i migliori prodotti editoriali. LUIGI PUGLIESE
Per questo abbiamo GQ, il mensile maschile più letto, e Wired, Responsabile Content Experience Unit
VALENTINA DI FRANCO
il brand divenuto ormai sinonimo di innovazione e futuro. Per questo siamo l’editore Responsabile Digital Content Unit
italiano più seguito sui social. Per questo ogni mese oltre 6 milioni di uomini SILVIA CAVALLI
scelgono i nostri siti. Tradotto in una parola, Qualità. In due parole, Condé Nast. Advertising Marketing Director
RAFFAELLA BUDA
Moda e Oggetti Personali:
MATTIA MONDANI Direttore
D I R E T TO R E R E S P O N SA B I L E
Beauty:
GIOVANNI AUDIFFREDI MARCO RAVASI Direttore
direttore.gq@condenast.it
Grandi Mercati e Centri Media Print:
ROMANO RUOSI ad interim
FAS H I O N D I R E CTO R A RT D I R E CTO R Arredo:
NIK PIRAS FEDERIGO GABELLIERI CARLO CLERICI Direttore
Digital Sales:
R E DA Z I O N E GIOVANNI SCIBETTA Responsabile
OLGA NOEL WINDERLING (CAPOREDATTORE) , CRISTINA D’ANTONIO (VICE CAPOREDATTORE) , Triveneto, Emilia Romagna, Marche:
LAURA PACELLI (CAPOSERVIZIO), ELISABETTA CAPROTTI (CAPOSERVIZIO) LORIS VARO Area Manager
Toscana, Umbria, Lazio e Sud Italia:
ANTONELLA BASILE Area Manager
UFFICIO GRAFICO U F F I C I O F OTO G R A F I C O S E G R E T E R I A D I R E DA Z I O N E Mercati Esteri:
BARBARA RINONAPOLI (CAPOSERVIZIO) FRANCESCA MOROSINI (PHOTO EDITOR) SILVIA STEFANI MATTIA MONDANI Direttore
RAFFAELLA ROSATI (PHOTO PRODUCER) Uffici Pubblicità Estero
Parigi/Londra:
ANGELA NEUMANN
GQ.COM New York:
CAMILLA STRADA (WEB EDITOR), VALENTINA CAIANI (VICE CAPOSERVIZIO) , PAOLA MONTANARO (VICE CAPOSERVIZIO) ALESSANDRO CREMONA

H A N N O C O L L A BO R ATO
ALICE ABBIADATI, SIMONA AIROLDI, NICOLÒ ANDREONI (FASHION EDITOR),
LAURA ASNAGHI, MICOL BOZINO RESMINI, ENRICA BROCARDO, ROBERTO CROCI, ENZO D’ANTONIO,
ALESSANDRA DE TOMMASI, ALBERTO DEL GIUDICE, MARZIO G. MIAN, LUCIA GALLI, VANESSA GIUDICI, EDIZIONI CONDÉ NAST S.p.A.
CLAUDIA LA VIA, MARTA MANZONI, LEGALCOMMUNITY, MAG, GIAMPIERO NEGRETTI, MICHELE NERI, DANIELE
Presidente GIAMPAOLO GRANDI
PERRA, GEA SCANCARELLO, ALBA SOLARO, STUDIO DIWA (CORREZIONE TESTI), ALESSANDRO VAI, MICHELE VIOLA
Amministratore Delegato FEDELE USAI
(FASHION MARKET CONSULTANT) , FURIO ZARA
Direttore Generale DOMENICO NOCCO

Vice Presidente GIUSEPPE MONDANI


Chief Digital Officer MARCO FORMENTO
Direttore Circulation ALBERTO CAVARA
Direttore Produzione BRUNO MORONA
JOSEPH DEGBADJO, MASSIMO DI NONNO, PHILIPPE FRAGNIÈRE
Direttore Risorse Umane CRISTINA LIPPI
CARLO FURGERI GILBERT, MAKI GALIMBERTI, MAX GUTHER, ALESSANDRO OLIVA,
Direttore Amministrazione e
MARK PILLAI, JOHAN SANDBERG, GUIDO TARONI
Controllo di Gestione LUCA ROLDI
Digital Marketing Manager GAËLLE TOUWAIDE
Social Media Director ROBERTA CIANETTI
Digital Product Director PIETRO TURI
Head of Digital Video RACHELE WILLIG
L E F I R M E D I Q U E STO M E S E Digital CTO MARCO VIGANÒ
Enterprise CTO AURELIO FERRARI
Digital Operations e Content Commerce Director
ROBERTO ALBANI

Sede: 20123 Milano, Piazzale Luigi Cadorna 5 - tel.


0285611 - fax 028055716. Padova, via degli Zabarella
JOSEPH DEGBADJO ROBERTO CROCI LAURA ASNAGHI MARK PILLAI 113, tel. 0498455777 - fax 0498455700. Bologna, via
Carlo Farini 13, Palazzo Zambeccari, tel. 0512750147
Una laurea in diritto Lui e la sua Vespa: a L.A. Ha cominciato a scrivere Uno dei fotografi più - fax 051222099 - Roma, via C. Monteverdi 20, tel.
0684046415 - fax 068079249. Parigi/Londra, 3 Avenue
tributario trasformata lo conoscono tutti. di moda per il quotidiano puntigliosi di sempre, Hoche 75008 Paris, tel. 00331-53436975. New York,
Spring Place 6, St Johns Lane - New York N Y 10013 - tel.
in talento della fotografia: Intervistatore seriale, aka la Repubblica negli Anni a partire dai casting. 2123808236.
29 anni, nato nel Benin, La Bestia, firma due 80, e non ha più smesso. Suo il servizio di moda
Degbadjo è nel cuore di ritratti speciali: Tom Suo il ritratto di Dean e per affrontare le feste
molte celeb’. Come Zlatan Hanks e la cover con Dan Caten per i 25 anni in grande spolvero, Night
Redazione: 20123 MILANO - Piazzale Luigi Cadorna 5 -
Ibrahimovic´ (PAG. 206) Zlatan ( PAG . 78 E 20 6 ) di Dsquared2 (PAG. 86) Clubbing ( PAG . 116) tel. 0285611 - 0285612347
TALKS
D U E P E R S O N A G G I R A C C O N TA N O C H I S O N O , C O S A FA N N O , C O M E E P E R C H É

LAPO ELKANN

I MIEI RICORDI PER


UNA BUONA CAUSA
Testo di L A U R A P A C E L L I

«Ciò che rifarei all’infinito è aiutare gli altri, creare e svi-


luppare progetti creativi, sostenibili e personalizzati nel
motion (auto, aerei, barche), nello stile, nel design, nella
moda… Ma oggi ciò che più mi sta a cuore è restituire».
Nell’immaginario collettivo Lapo Elkann è considerato un
dandy planetario. Lo confermano i riconoscimenti ricevuti
negli ultimi 10 anni: l’uomo più elegante del pianeta per
Vogue America, l’uomo dell’anno per GQ Cina, più volte
Best Dressed Men per Vanity Fair Usa, GQ Usa e tra i
30 uomini più eleganti del 2019 per GQ Italia. Eppure in
pochi conoscono il suo lato più umano, meno glamorous.
«Consapevole di essere stato fortunato economicamente
e socialmente, da un paio di anni ho lanciato un progetto
a sfondo benefico che vuole essere il mio piccolo impegno
di restituzione». Nel 2017 Lapo ha prima simbolicamente
chiuso il suo profilo Instagram, comunicando a tutti di
volersi godere la vita reale. E poi ha fondato LAPS (acro-
nimo di Libera Accademia Progetti Sperimentali) nata per
ideare e sostenere, grazie al contributo di «talenti sparsi
in tutto il mondo», iniziative e progetti per il sostegno
dei bimbi meno fortunati, vittime di abusi o con biso-
gni educativi particolari. Tra le ultime iniziative, oltre
a quella con la Croce Rossa Italiana in Sicilia, l’accordo
con Vestiaire Collective, il sito web di rivendita globale di
articoli pre-loved di lusso che, dal 16 dicembre, si occuperà
F O T O D I G U I D O TA R O N I

della commercializzazione degli articoli personalmente L’INIZIATIVA


Lapo Elkann, 42 anni, presidente di Italia
selezionati da Elkann.
Independent Group e membro del consiglio di
«La moda è uno dei canali migliori attraverso cui veicolare amministrazione di Ferrari N.V., dal 16 dicembre
a un pubblico vasto messaggi sani», racconta il nipote mette in vendita su Vestiaire Collective capi e
accessori personalizzati per la sua Fondazione
prediletto dell’avvocato Gianni Agnelli. «L’idea dalla quale benefica LAPS. Tra questi, la giacca Tricolore
siamo partiti nasce dalla mia volontà di trasmettere il che indossa nella foto. it.vestiairecollective.com

G Q I TA L I A . I T DICEMBRE 2019 / 3 1
TALK

L A F O N DA Z I O N E B E N E F I CA L A PS V U O L E
E S S E R E I L M I O P I C C O LO I M P E G N O
D I “ R E ST I T UZ I O N E ” A C H I D I V E RSA M E N T E
DA M E È STATO P O C O F O RT U N ATO

messaggio che ciò che conta davvero è essere se stessi. Sono


molto legato a tutti i progetti realizzati nel passato, dal
rilancio della Fiat 500 al lavoro con il team Ferrari Tailor
Made, fino all’Automotive Hall of Fame. Ma la cosa di
cui vado più fiero riguarda me stesso: aver superato la mia
tossicodipendenza», aggiunge con l’orgoglio di chi non
nasconde debolezze e scandali. Con il giusto desiderio di
lasciarsi alle spalle una stagione difficile.
«Nel mezzo delle difficoltà nascono le opportunità», diceva
Albert Einstein. Per Lapo fondare LAPS nasce proprio da
qui. «Durante il periodo della mia adolescenza ho vissuto
Sopra, da sinistra, momenti difficili: dalla dislessia ai deficit di attenzione, ai
le Wings sneaker, problemi di apprendimento, fino all’abuso sessuale subito.
due tracksuit sweater, Nonostante ciò, sono stato fortunato: la mia famiglia e
le Leopard, le Snake i miei amici mi hanno aiutato moltissimo a superare e a
e le British Flag trarre beneficio dalle patologie di cui ero e sono affetto.
sneaker, tutto adidas La maggior parte delle persone che vivono in condizioni
x Jeremy Scott; complesse non ha, però, accesso alle dovute cure, per
due K-Way con questo ho deciso che la mia Fondazione doveva essere
stampa zebrata rivolta principalmente a ragazzi dai 5 ai 15 anni».
e leopardata È per loro che Lapo ha deciso di vendere i capi a lui più cari:
da quelli di abbigliamento sartoriale ai pezzi street style,
come T-shirt, felpe e sneakers in limited edition. «Quello
a cui tengo di più è la giacca Tricolore: ho sempre amato
personalizzare e rendere unici i miei abiti e questo capo
nasce dall’amore per il mio Paese». Lo dimostra anche la
bandiera italiana tatuata sul braccio destro e la parola
“Italia”, scelta per tutte le sue avventure imprenditoriali:
da Italia Independent – società specializzata in produzione
e vendita di occhiali di lusso, accessori e abbigliamento,
di cui Lapo ha da poco annunciato il rilancio «con nuovi
prodotti, partnership, mercati esteri e canali di vendita»
– a Garage Italia Customs, un luogo esperienziale aperto
a Milano dove vivere, gustare e ammirare il meglio dell’i-
talianità in fatto di motori, design e cibo.
«La nostra è certamente una nazione ricca di contraddizioni
e con molte difficoltà, ma io credo che, puntando su qualità
e creatività, questo sia il miglior Paese al mondo dove vivere.
Sopra, la sneaker Lo stesso vale per LAPS il cui obiettivo è portare e dare
adidas Italian Flag amore con progetti di valore: all’inizio ci siamo concentrati
edition “customized sui disturbi di apprendimento dei minori, prossimamente
by Lapo”. A fianco, ci dedicheremo anche sulla devianza sociale e sulle nuove
l’impermeabile giallo dipendenze tecnologiche; l’impegno sociale e la passione
Marina Yachting dovrebbero essere il carburante dell’esistenza di ognuno
e il cappello “Most di noi». C’è un altro tatuaggio che affianca il tricolore sul
Valuable Pussy” suo braccio: «Guardare sempre avanti».

3 2 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
AN APPLE A DAY.
AN IWC FOREVER.

Portugieser Perpetual Calendar. Ref. 5034: ciclo ef fettivo del nostro satellite di un solo R E G I S T R AT I P E R U S U F R U I R E
D E L L' E S T E N S I O N E DA 2 A 8 A N N I D E L L A T UA
Vi piacerebbe un dispositivo in grado di funzio- giorno ogni 577,5 anni. Questo meccanismo G A R A NZ I A I N T E R N A Z I O N A L E
R E G I S T R AT I S U I WC .CO M/M Y I WC
nare per secoli e non soltanto fino all’uscita così sofisticato è racchiuso in un orologio da
del modello successivo? Il calendario perpetuo polso dalla bellezza senza tempo, con cassa Movimento meccanico · Sistema di ricarica automatica
Pellaton · Calibro di manifattura IWC · Autonomia di
di IWC riconosce da solo le diverse lunghezze in oro bianco 18 carati e quadrante blu: una vera
marcia di 7 giorni a carica completa · Calendario
dei mesi, aggiungendo automaticamente il 29 icona del design, che anche tra qualche secolo perpetuo · Vetro zaffiro con accentuata bombatura,
antiriflesso su entrambi i lati · Fondello trasparente in
febbraio se l’anno è bisestile. La sua indicazione non av rà pe r so nulla de lla sua mode r nità.
vetro zaffiro · Impermeabile 3 bar · Diametro 44,2 mm ·
delle fasi lunari è così precisa da deviare dal IWC . E NG IN E E RING DRE AMS . SINCE 1 8 68 . Cinturino in pelle di alligatore

IWC Schaffhausen, Switzerland · www.iwc.com


TALK

GIOELE ROMANELLI

COMUNICARE
VENEZIA
Testo di O L G A N O E L W I N D E R L I N G

Salvare Venezia è una sfida quasi fuori tempo massimo e da


combattere su più fronti, perché l’emergenza causata dal
clima va affrontata subito, con i massimi esperti, finan-
ziamenti adeguati, una burocrazia senza tentennamenti.
Ma il problema di una città unica al mondo che muore
ogni giorno – rapinata della sua identità, abusata da un
turismo mordi e fuggi – è più sottile, insidioso. E va con-
trastato nel quotidiano, rimbalzando l’immagine di una
Venezia da cartolina. Perché, mentre la folla si accalca in
piazza San Marco, tutt’intorno anche l’economia locale si
frantuma. «Bisognerebbe far capire agli ospiti che Venezia
è molto più bella di quello che sembra: piazza San Marco,

B I S O G N A V I V E R E L A C I T TÀ C O M E
FA N N O G L I A B I TA N T I , A N DA N D O A L L A
S C O P E RTA D E L L’A N G O LO N AS C O STO ,
D E L BACA RO , D E L L’A RT I G I A N O

appunto, va vista, magari non nelle ore di punta. Per poi


spingersi però fino al piccolo artigiano, al bacaro, alla
trattoria tipica». Gioele Romanelli, 47 anni, discende da
una famiglia di albergatori locali. Dal nonno e dal padre
ha ereditato l’Hotel Flora, in pieno centro e dotato di giar-
dino, dove ha iniziato a lavorare durante l’università per
scoprire che quella era davvero la sua strada. Col desiderio,
però, di traghettare l’educazione dell’ospitalità ricevuta
al presente, promuovendo gli aspetti più veri della città.
«Per questo, con mia moglie nel 2002 abbiamo aperto
Novecento, una struttura intima di nove camere in cui
F OTO D I F E D E R I C A T R E V I S A N

comunicare agli ospiti le nostre passioni». Una formula


che ha subito ricevuto apprezzamenti. Tanto da spingere
Gioele Romanelli, la moglie Heiby e la sorella Zoe a creare GIOELE ROMANELLI
il sito insidevenice.it, con cui informare i turisti già prima Nato in una famiglia di albergatori veneziani,
di cui rappresenta la terza generazione,
del loro arrivo. La piattaforma avrebbe fatto in breve da
ha 47 anni. Negli spazi dell’Hotel Flora, di Casa
cappello al progetto dell’ospitalità riassunto nella formula Flora e di Novecento promuove gli aspetti
by Romanelli Family, di cui Casa Flora – aperta due anni più autentici della città per sostenere l’identità
fa – rappresenta la sintesi. «L’idea era quella di realizzare locale e l’economia del territorio.

3 4 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
TALK

A fianco, Lamin Seidy,


sarto dell’atelier Talking
Hands che firma la linea
da camera Mixité (più a
sinistra, un kimono)
proposta in hotel. Sotto:
Romanelli con la sorella e
la moglie

P O I C H É L’AC Q UA D I V E N E Z I A È B U O N A , U N A N N O FA A B B I A M O
C O M I N C I ATO A F I LT R A R L A E A M E T T E R L A A D I S P O S I Z I O N E D E I D I P E N D E N T I
E D E G L I O S P I T I . A O G G I , N E L L E N O ST R E ST RU T T U R E A B B I A M O G I À CA LC O L ATO
U N A R I D UZ I O N E D I 4 0 M I L A BOT T I G L I E D I P L AST I CA

la casa ideale per l’ospite ideale di Venezia in uno spazio di e ai clienti». Nella mappa sono perfino indicate le fontane a
180 mq accanto all’Hotel Flora», continua Gioele Roma- cui gli ospiti possono attingere gratuitamente, riducendo il
nelli. Per riuscirci sono stati coinvolti l’art director Diego consumo e la dispersione in città delle bottiglie di plastica.
Paccagnella, italiano di stanza a New York, sei giovani Un altro tema fondamentale, considerando i 23 milioni
designer di tre differenti università (una americana e due di turisti annui censiti. «Il progetto Plastic free è nato un
italiane) e l’architetto Matteo Guidone. Risultato: un ap- anno fa», continua Romanelli. «Poiché l’acqua di Venezia
partamento di tre camere, ciascuna con bagno privato e è buona, abbiamo cominciato a filtrarla e a metterla a
hammam, per famiglie, amici o colleghi che desiderano disposizione dei dipendenti e degli ospiti, stringendo poi
provare l’esperienza unica di vivere Venezia come i ve- un accordo con 24Bottles per mettere loro a disposizione
neziani. Magari scansando i supermercati e facendo ac- anche le borracce termiche. A oggi, nelle nostre strutture
quisti allo storico mercato di Rialto, sostenendo così, per abbiamo calcolato una riduzione di 40mila bottiglie di
esempio, la pesca nelle isole. Quanto ai servizi: a quelli del plastica. Pensate se tutti gli esercenti di Venezia facessero lo
vicino Hotel Flora si aggiungono esperienze come lo chef stesso: il nostro ruolo sul territorio è molto più importante
a domicilio, che cucina ricette del luogo raccontandone la di quello che sembra».
storia e promuovendo i prodotti del territorio. L’ultima partnership è con la Talking Hands dell’art direc-
Cosa è cambiato nell’accoglienza, dai tempi di suo padre e tor Fabrizio Urettini, «iniziata durante l’ultima Biennale
suo nonno? «Oggi siamo bombardati dalle informazioni», con l’esposizione in hotel di alcune sedute rivestite con
afferma Romanelli. «È fondamentale selezionarle, per tessuti del lanificio veneto Paoletti». E diventata adesso
non rischiare di andare fuori strada. Per questo abbiamo una linea da camera, Mixité, proposta negli spazi di Casa
realizzato anche una mappa della città con indicazioni Flora e di Novecento e composta da coperte, kimono e
precise e immediate da fornire a tutti i nostri collaboratori borsoni nei tessuti della storica manifattura tessile.

3 6 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
STYLE
L E T E N D E N Z E D I S TA G I O N E AT T R AV E R S O C I N Q U E C L O S E - U P
M O D E L L O : L U C A G A LV I N I @ FA S H I O N M O D E L M A N A G E M E N T . G R O O M I N G : B I A N C A B A G N O L I . FA S H I O N M A R K E T C O N S U LTA N T : M I C H E L E V I O L A

Cozy warm
C O M E M I P R E S E N T O A L P R A N Z O D I N ATA L E D I F A M I G L I A ? C O N U N L O O K
N O N T R O P P O I M P E G N AT O , M A C O N Q U A L C H E T O C C O C H I C D I O R I G I N A L I TÀ

F o to d i A L E S S A N D R O O L I VA - S e r v i z i o d i N I C O LÒ A N D R E O N I

Maglia P A U L & S H A R K , pantaloni P T PA N TA L O N I T O R I N O , sciarpa P A U L SMITH, orologio B V L G A R I ,


calze A LT O MILANO, sneakers V O I L E BLANCHE
ST Y LE

Dolcevita F R E D MELLO, pantaloni RE-HASH, sciarpa S C A G L I O N E , orologio HERMÈS


calze e cintura PA U L S M I T H , stivali CLARKS
ST Y LE

Dolcevita D I K T A T , pantaloni B R I G L I A 1949, sciarpa GALLO,


orologio GUCCI, calze A LT O MILANO, sneakers SAUCONY ORIGINALS
ST Y LE

Maglia I M P U L S O , pantaloni BERWICH, sciarpa P A U L SMITH, orologio HERMÈS,


calze A LT O MILANO, sneakers M U N I C H
ST Y LE

Dolcevita F E R R A N T E , pantaloni B E R W I C H ,
sciarpa PA U L S M I T H , orologio OMEGA, calze G A L L O , scarpe C A L L A G H A N
ST Y LE FO CUS

A fianco, Ben Mears,


37 anni, inglese, Global
Creative Director
North Sails Collection

prestazioni, a testimoniare anche l’impegno


e la passione per la conservazione degli
oceani di cui il brand si fa portavoce da
diversi anni. «Dobbiamo essere consapevoli
dell’importanza di mantenere il nostro
pianeta sicuro per le generazioni future.
La situazione è critica anche se ci
sono ancora tempo e opportunità di
miglioramento, ma dobbiamo agire subito».
North Sails lo sta facendo concretamente
sostenendo progetti che preservano
gli oceani dall’inquinamento plastico,
contribuendo così a diffondere il messaggio
dei pericoli derivanti da un abuso della
plastica nella vita di tutti i giorni. «Ogni
anno il brand devolve l’1% delle sue entrate
alla Ocean Family Foundation che sostiene
progetti per la conservazione dell’oceano»,
aggiunge con entusiasmo Ben Mears.
Dalla giacca a tre strati alle polo, passando
per le maglie tecniche, gli shorts, un
costume da bagno, e l’immancabile
LA COLLABORAZIONE Un amore di vecchia data quello tra North cappellino, la collezione comprende una
Sails e l’America’s Cup. È il 1980 quando il serie di capi sia uomo sia donna, in pieno
Tra le onde della marchio fondato da Lowell North − velista spirito America’s Cup, dallo stile tecnico ma
americano, medaglia d’oro olimpionica, perfetti da sfoggiare anche in città. I colori
SOSTENIBILITÀ ingegnere con il sogno di creare le vele da scelti sono il bianco, il rosso e il blu, come
competizione più veloci al mondo − si lega nella migliore tradizione nautica.
Partner ufficiale dell’America’s al trofeo sportivo più antico di sempre,
per protrarsi per quasi quattro decenni.
Cup, North Sails lancia Tecnologia e innovazione sono le chiavi del
un’intera collezione realizzata successo del brand che portano alla vittoria
di ben 12 imbarcazioni.
con materiali riciclati Oggi la storia si ripete e, in occasione della
36esima America’s Cup presented by Prada
Testo di P A O L A M O N TA N A R O
(marzo 2021), North Sails, che dal 1989
è anche un marchio di abbigliamento, ne
diventa official clothing partner. A spiegare
la solida liaison, è Ben Mears, Global
Creative Director di North Sails Collection:
«In passato il nostro marchio ha vestito
Alinghi ed Emirates Team New Zealand
condividendo l’emozione indimenticabile
delle loro vittorie; oggi i valori che abbiamo
in comune con il trofeo sportivo per
eccellenza sono da una parte l’innovazione
e dall’altra la sostenibilità». Due principi
che sono il motore dell’intera collezione
che North Sails dedica all’evento e che Sopra e a sinistra, due capi
Mears definisce “Sustainable Performance”: di North Sails per 36th America’s Cup
la collezione infatti è interamente presented by Prada dalle caratteristiche
realizzata con materiali riciclati e dalle alte tecniche e sostenibili. northsails.com

4 4 / DICEMBRE 2019
Toric Quantième Perpétuel Rétrograde
Manufactured entirely in Switzerland
parmigiani.com
ST Y LE FO CUS

Da sinistra, Sebago x Pendleton ispirato ai nativi


americani; Lorenzo Boglione, Vice President Sales e
consigliere d’amministrazione del Gruppo BasicNet

L A S T R AT E G I A le scarpe Sebago ai piedi dei ragazzini, e è d’obbligo, l’omologazione verso lo


ci riusciremo puntando sulla loro anima streetwear imperante rappresenta: «Uno
Camminando sportiva». Con la BasicNet, società che ha stretch troppo forzato per un brand come
restituito il giusto prestigio a marchi storici questo». Perché scarpe che sono state
nel TEMPO come Kappa, K-Way e Superga, nel 2017 indossate da miti del passato come Kennedy
Boglione ha acquisito Sebago, iniziando e Newman e oggi da David Beckham e Kate
La capacità di Sebago di l’opera di riposizionamento. «Non abbiamo Middleton non hanno bisogno di essere
dovuto fare tanti compiti a casa per farci stravolte diventando improvvisamente delle
trovare un sentiero inedito e convincere», spiega, «apprezzavamo già da sneakers multistrato. «Il nome della nostra
coerente. Lorenzo Boglione lontano Sebago per l’iconicità del prodotto, società, BasicNet, deriva proprio dall’idea
una caratteristica che lo rende simile agli che l’eleganza corrisponda alla semplice
spiega il nuovo corso altri marchi che abbiamo in portfolio, quanto dimenticata capacità di adattarsi
motivo principale che ci ha spinti alla sua alle circostanze, mantenendo il proprio stile
Testo di S I M O N A A I R O L D I
acquisizione». e senza mai trascendere nella sciatteria»,
Modelli di culto come le nautiche conclude Boglione.
Docksides o i mocassini Citysides, rimasti
quasi immutati fino a oggi, sono stati
oggetto di una serie di nuove creatività: la
colata in pvc logato scaturita dall’incontro
Dalle rive dell’omonimo lago del Maine con Carla Sozzani e 10 Corso Como, la
alla Mole Antonelliana, passando per tomaia con le cromie ispirate agli indiani
Steve McQueen e Michael Jackson, la d’America dei leggendari tessuti Pendleton,
storia di Sebago è di quelle da romanzo: le collaborazioni con il tartan di Baracuta e
fondata nel 1946 a Westbrook, poco con il tessuto Solaro di Sease, neo brand dei
lontano dal confine occidentale con il fratelli Loro Piana.
Canada, da piccola fabbrica di calzature «Non esiste una formula magica per far
entra nell’immaginario collettivo grazie funzionare le cose, sicuramente l’aspetto più
ai mocassini “penny loafer” cuciti a mano importante è rispettare l’heritage, facendo
e alle inconfondibili scarpe da barca in modo di renderlo più contemporaneo
in pelle cerata. Ma i classici assumono e dandogli un giusto collocamento sul
fascino se hanno menti capaci di rinverdire mercato, riposizionando gli evergreen e
la prospettiva. E pochi come il torinese lanciandone di nuovi». Il modello Dan in pelle e pvc logato
Lorenzo Boglione, classe ’86, sono capaci Se per conquistare la generazione Z della limited edition di 150 pezzi
di nuove visioni: «Il mio sogno è vedere la virata su calzature più comfy e agili Sebago x 10 Corso Como. sebago.com

4 6 / DICEMBRE 2019
ST Y LE / NE WS

CAPSULE/1

Con LEGGEREZZA
I tessuti avant-garde Polartec
sono protagonisti della speciale
capsule che fonde il Dna tecnico
del brand islandese 66° North
con il nuovo stile scandi, giocoso
e sorprendente, di Ganni.
L’abito-cappotto colour block
“Vatnajökull” è imbottito con
Polartec Power Fill che isola
completamente senza aggiungere
peso, resiste all’assorbimento
dell’umidità e si asciuga
rapidamente. Non solo. È stato
sviluppato al 100% con materiali
riciclati post-consumo. _ (E.C.)

6 6 N O RT H . C O M

In velluto, con
suola ultralight e
inserto in polimero
CAPSULE/2
high-tech, Arkistar
Nobile ELEGANZA
Chi non ha mai immaginato come
ci si senta a portare l’uniforme da
cerimonia delle guardie reali inglesi?
La capsule “Guards” de La Martina
esplora il military equipment e lo
traduce in un elegante mix&match
SNEAKERS 3.0
urbano che esaspera le contraddizioni
fra stili. Da indossare rigorosamente Curvy IS GOOD
con spirito dégagé e ribelle.
Fluida nelle forme e nello stile
L A M A RT I N A . C O M genderless. Disegnato da Alberto
Del Biondi, il nuovo modello Arkistar
racconta l’evoluzione della sneaker.
Velluto, lana cotta e nappa della
tomaia si abbinano a una suola dalle
Fregi regimental, ricami araldici forme sexy e flessuose che impattano
tridimensionali, nastri e bordure anche sulla camminata.
nella collezione “Guards” de
La Martina per l’A/I 2019-20 A R K I S TA R . I T

4 8 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
ST Y LE / NE WS

L’A N N I V E R S A R I O

Fashion MIMESI
I colori del paesaggio montano,
i pattern materici, le trame
ritmate ispirate alla perfezione
degli organismi viventi. È un
inno alla natura la collezione
“Norway” di Impulso, brand dal
sapore artigianale che quest’anno
festeggia i primi 50 anni di attività.
Nato nel 1969 come Maglificio
Liliana, l’azienda a conduzione
familiare di Montichiari sta
investendo nella ricerca e
nell’ambiente mettendo al bando
tinture nocive e aggressive e
servendosi esclusivamente di fonti
di energia rinnovabile. _ (E.C.)

MAGLIFICIOLILIANA.COM

Troyer zip dégradé con collo risvoltabile della collezione “Norway”


di Impulso, per l’A/I 2019-20, illuminato dal tessuto argento reflex

C O N T E M P O R A RY S P O RT CONTEMPORARY CLASSICO

Cartoline dal VECCHIO WEST L’intreccio tra GENERAZIONI


Il viaggio come espressione Per questo inverno Besilent rivisita l’Italian style dei Seven-
creativa. L’altrove come ties senza lasciarsi contaminare dalle tendenze streetwear. Lo
luogo per contaminarsi sottolinea con alcuni scatti i protagonisti sono uomini di età
e ispirarsi. Stuzzica l’anima diverse e con una collezione trasversale i cui atout sono un
esploratrice la collezione morbido bouclé in versione vintage, il lino tramato e la lana.
Napapijri per l’A/I 19-20,
e ci porta dal Giappone B E S I L E N T. I T

ai Caraibi passando per il


La collezione
Nevada. Proprio ai paesag-
del brand
gi rarefatti del West sono
napoletano
dedicati i capi più caldi e
Besilent
resistenti della collezione, tra
propone
cui flanella, lana jacquard e
innovative
curly fleece. Soft & warm.
lavorazioni
della lana
N A PA P I J R I . I T

5 0 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
RADO.COM
MASTER OF MATERIALS

RADO CAPTAIN COOK


INSPIRED BY OUR VINTAGE ORIGINAL. SERIOUSLY IRRESISTIBLE.
ST Y LE NE WS

LA RE-EDITION

Dal Colorado alle ALPI


Negli Anni 80 la Colorado Jacket
di Holubar, specie in America,
era un vero e proprio cult. Il tipico
arancione che il brand (oggi in mano
all’imprenditore italiano Alberto
Raengo) ripropone per l’A/I 19-20
è lo stesso del parka che Robert De
Niro indossò ne Il cacciatore. La
replica vanta la collaborazione con
Colorado Mountain Club, uno dei
più antichi e prestigiosi del mondo,
impegnato nella tutela dell’ambiente,
che ha fondato il Rocky Mountain
National Park. _ (E.C.)

HOLUBAR.COM

La Colorado Jacket di Holubar, A/I 2019-20, supertecnica, è resistente


all’acqua e al vento e ha il logo del Colorado Mountain Club sul petto
Il k-way
Satelight
di Duno per
L ’ I M P R O N TA
la P/E 2020,
Resistere, con STILE in nylon leggero
e tessuto
Bomboogie ha lavorato intorno all’idea di un viaggiatore che luminescente
ha voglia di spingersi nel grande freddo. Per questo dedica la
collezione A/I 19-20 alle città del Nord: Oslo, Helsinki, Aberdeen.
L’highlight è il parka Montreal Thermal realizzato in broken twill,
resistente all’acqua con imbottitura in PrimaLoft Thermopiume.

BOMBOOGIE.COM‎

L’A N T I C I PA Z I O N E

Punto D’OSSERVAZIONE
Il Montreal
Thermal Parka New York fotografata dallo spazio, rielaborata
di Bomboogie artisticamente e impressa su luccicanti giacche a vento.
mantiene la Così la capsule Satelight di Duno per la prossima estate
temperatura racconta le metropoli. Il tessuto innovativo cattura la
corporea anche luce e la restituisce al buio.
nei giorni più
freddi d’inverno D-DUNO.IT

5 2 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
www.pineider.com

Firenze Piazza De’ Rucellai, 4/7


Roma Via dei Due Macelli, 68
Milano Via Manzoni, 12 [prossima apertura]
ST Y LE / NE WS

L' E V E R G R E E N

Like a romantic MOVIE


Si ispira al leggendario Peacoat
inventato nel Settecento dalla
marina militare olandese – e
diventato cult grazie ai film di
Steve McQueen e Robert Redford
– il nuovo caban di Mixture
per l'A /I 2019-20. Ritoccato nel
cappuccio para-acquazzoni e nella
pettorina per l'isolamento termico,
si è evoluto anche nei materiali.
La polylana, con cui è realizzato,
è una miscela di materiali riciclati
e non, dal ridotto impatto
ambientale e dalle prestazioni
avanzate. _ (E.C.)

MIXTURE.IT

LA COLLABORAZIONE

A passi ALIENI
Nevada. Area 51. Il luogo più top secret e invalicabile della Terra. È
lì che idealmente nascono le Shadow 5000 Dreamland di Saucony,
realizzate con la boutique di Las Vegas Feature. Il nero rappresenta
il mistero, le parti riflettenti gli aerei spia mentre i dettagli glow-in-
the-dark sottolineano la convinzione che gli alieni esistano davvero.
È in tessuto
ultralight e
S A U C O N Y. C O M ‎
imbottito con
ecodown fibers
il long puffy
di Esemplare

IL PIUMINO

È di pelle Evoluzione SOSTENIBILE


ruvida, nabuk
traforato e Nasce dalle bottiglie di plastica la piuma sintetica di
suede la Esemplare e si combina con lane di riuso e fake fur. Uno
sneaker di sportswear urbano evoluto per il brand dalla Y rovesciata,
Saucony x che caratterizza la costruzione dei capi, in grado di
Feature, ottenere alti livelli di termicità nel rispetto dell’ambiente.
Shadow 5000
Dreamland ESEMPLARE.COM

5 4 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
ST Y LE / NE WS

I L P RO G E T TO

Rendez-vous SU MISURA
I rotoli di principe di Galles,
Donegal, gabardine, tweed
spiegati sul banco per la scelta
del tessuto, il sarto che prende le
misure, poi il taglio, la prova di
vestibilità, infine la confezione
dell’abito. Tutto come un tempo.
Si chiama BeSpoke Experience
l’iniziativa di Drumohr che ricrea
l’esperienza della vecchia sartoria
e regala l’emozione di indossare un
abito costruito sulla propria figura
e cucito interamente a mano da un
sarto professionista direttamente
sul posto. Negli store Drumohr di
Milano e Torino. _ (E.C.)

DRUMOHR.IT

La BeSpoke Experience di Drumohr mette a disposizione dei clienti un sarto


nelle boutique di Milano in via Manzoni e Torino in via Lagrange

L’ I N D I R I Z Z O L’ I D E A

Cool HUNTER Decluttering DELUXE


L’iconica giacca da cacciatore, Anche la cravatta, nel suo piccolo, produce rifiuti. Per questo
rivisitata nei volumi, nei ma- il brand romano Talarico, famoso per aver accessoriato
teriali (che diventano hi-tech), Putin, Obama e Trump, ha pensato alla sua rottamazione, e
rigorosamente su misura. ogni cravatta usata riportata in negozio servirà per ripiantu-
È un vero bespoke, con taglio mare la città. Per fare un albero, oggi, ci vuole una cravatta.
a mano su base di un carta-
modello personale del cliente, TA L A R I C O C R AVAT T E . I T

quello che offre Officina Sar-


In seta e lana,
toriale di via Elba, a Milano.
le cravatte
L’atelier è riuscito nel difficile
Talarico sono
compito di mixare materiali
fatte in modo
tecnologici come il PrimaLoft
artigianale
con la lana scozzese di Harris
in edizione
Tweed. Per intenditori.
limitata
e pezzi unici
OSMILANO.COM

5 6 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
Lasciatevi conquistare
dalla sua bellezza
Crea ricordi che ti accompagneranno
per il resto della vita.
Visita Budapest.

Budapest è una capitale


europea fortemente autentica e
storica, ma ha anche una
personalità innovativa e
pulsante che la rende una città
versatile e cosmopolita. Lo
splendido scenario fatto di
natura e costruzioni,
l'architettura grandiosa, gli
storici bagni termali, la
gastronomia varia e vivace, una
scena fiorente nei settori di
moda e design e la vita culturale
immensamente ricca,
definiscono il carattere frizzante
e originale di Budapest.

spiceofeurope

@spiceofeurope
ANOTHER BEST DAY

Martin FOURCADE
Olympic Champion
Photo: Lapo Quagli

@ROSSSIGNOLAPPAREL
ROSSIGNOL.COM
LIFE
G U A R D A R E , L E G G E R E , S E N T I R E , V I A G G I A R E : L E S C E LT E D E L M E S E

Aspettare la notte di Natale davanti a una delle boule à neige con favola nera incorporata
della coppia Walter Martin & Paloma Muñoz: americano lui e spagnola lei, sono protagonisti
di A Mind of Winter, la monografica che il Museum der Moderne Salzburg, a Salisburgo,
dedica loro fino al 26 aprile (qui, Alone Together, 2006, dalla serie Travelers). museumdermoderne.at

P62 P64 P66


ARCHITETTURA, CINEMA, FICTION,
P70 P72 P74
ARTE, MUSICA, LIBRI
LIFE ARCHITET TUR A

S T E FA N O B O E R I

IL FUTURO
IN TRANSITO
Matera riparte dai treni.
E dal segno di un archistar
Testo di E N Z O D ’ A N T O N I O

Sfruttando lo status di Capitale europea


della cultura nel 2019 Matera vive un mo-
mento di grande vitalità. La nuova stazione
delle Ferrovie Appulo Lucane, in piazza della
Visitazione, luogo di raccordo tra la città
vecchia, quella del dopoguerra e l’attuale, alla città da nord, Matera festeggia il rinno- è fondamentale che torni ai suoi abitanti, che
è stata concepita da Stefano Boeri e il suo vamento della stazione. La guida migliore per sia accessibile agli studenti; se si trasforma
team di architetti come una porta d’accesso. descriverla è proprio Stefano Boeri. definitivamente in un parco giochi per turisti
La grande pensilina, retta da dodici colonne Ha insistito sul concetto di spazio pub- la sfida è persa. Economicamente e cultural-
di acciaio, copre una parte significativa della blico, che fa da luogo di sosta per i viaggia- mente: ai Sassi è infatti legato uno dei momen-
piazza, mentre le aperture dell’area interrata tori ma anche per i passanti. ti più interessanti dell’architettura italiana.
portano aria e luce al tunnel dove scorrono Siamo in un luogo di frontiera tra zone ur- Può raccontarlo?
i binari. La stazione si alimenta grazie ai bane molto diverse, su un pezzo di terreno Lo sfollamento voluto da De Gasperi nel 1954
696 pannelli fotovoltaici, capaci in futuro abbandonato da anni. È importante pensare − «Matera vergogna nazionale» − aveva por-
di fornire energia sufficiente all’intera piazza a rigenerare una parte di città. tato all’evacuazione di 17 mila persone e alla
e al parco destinato a cambiarne il volto. È L’opera sembra dotata di un valore sim- loro risistemazione in nuovi quartieri. Si era
un’opera in pietra e acciaio, avveniristica nella bolico, al di là della funzione di collegamen- così scatenata una rincorsa alla generosità
concezione, che si richiama all’architettura to extraurbano tra la Lucania e la Puglia. sociale e intellettuale, da Adriano Olivetti
per cui Matera è celebre: quella dei Sassi. Quando si progettano stazioni e aeroporti a Carlo Aymonino, che progetterà le Spine
Mentre aspetta la realizzazione della tratta da bisogna pensare allo sviluppo futuro. Con il Bianche, mentre Ludovico Quaroni e altri
Ferrandina, che garantirà l’accesso ferroviario raddoppiamento ferroviario, da questa estate hanno fatto nascere il quartiere della Mar-
si andrà da Matera a Bari in un’ora, senza tella. In quel periodo tutto il mondo dell’ar-

F O T O C O U R T E S Y S T E FA N O B O E R I A R C H I T E T T I - G E T T Y I M A G E S
dimenticare il traffico dei pendolari nelle sta- chitettura guardava a Matera. Progettare
zioni intermedie, affidato all’altra linea: sarà qui ha voluto dire per me tornare a vedere
una sorta di metropolitana extraurbana. La quei posti. È una storia bellissima, anche
stazione ha invece un’ambizione: anticipare difficile; alcuni sono degradati, altri male
con il linguaggio dell’architettura l’incredibile usati, altri vissuti con orgoglio. Purtroppo
sovrapposizione di spazi che caratterizza la Matera Capitale della cultura nel 2019 non
realtà dei Sassi di Matera. Si passa da grotte ha raccontato questa storia. Noi abbiamo
a balconi, a parti ipogee dove la luce entra in voluto ricordarla.
modo particolare. L’elemento che collega la
pensilina alla parte sottostante è una parete in
pietra di Apricena, richiamo alla pietra locale.
L’esempio dei Sassi, legato al passato più
antico, ispira allora una visione di futuro? Stefano Boeri, 63 anni.
Certo, anche perché introduce alla parte più Ha progettato
antica di Matera, quella che in qualche modo la nuova stazione
ne determinerà il carattere nei prossimi anni: ferroviaria di Matera

6 2 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
The best training experience
Da oggi puoi scegliere la classe e i trainer dei fitness studio
che preferisci, live e on demand. Solo con Technogym,
da sempre la migliore esperienza di allenamento.
Scopri Technogym Bike.
Chiama l’800 707070 o visita technogym.com
LIFE CINEMA

NOAH BAUMBACH per Netflix (dal 6 dicembre), interpretato da Tantissimo. Li ho voluti incontrare prima
Adam Driver e Scarlett Johansson. ancora di scrivere la sceneggiatura proprio
FINCHÉ ODIO Perché ha scelto questo titolo per un
film che parla di divorzio?
perché volevo confrontarmi con loro sulle
idee che avevo in mente. Adam e io avevamo
NON VI SEPARI Penso che proprio il non funzionamento
di una cosa ti consenta di vederla in una
già lavorato insieme. Con Scarlett è stata
la prima volta. Ma era da tanto tempo che
prospettiva nuova. Se ti trovi davanti a cercavo l’occasione giusta. Quando ci siamo
Chi è il regista che ha fatto una porta che non si apre, cerchi di capire visti, a pranzo, si è seduta e mi ha detto:
rompere Adam e Scarlett che cosa c’è che non va: ti poni un mucchio «Sai, sto divorziando». Tutti e due hanno
di domande. Lo stesso vale per una storia contribuito con le loro esperienze. Li ho in-
Testo di E N R I C A B R O C A R D O d’amore. È la seconda volta che affronto il contrati diverse volte e mi hanno raccontato
tema della separazione. Lo avevo già fatto delle loro relazioni. Quei dialoghi li ho usati
in Il calamaro e la balena, ispirato ai miei per costruire la sceneggiatura. C’è molto di
genitori. In quel caso, però, mi interessava entrambi nel film.
raccontare che cosa accade nel rapporto con Anche lei ha divorziato, nel 2013, da
figli quando una coppia si lascia. Jennifer Jason Leigh. Quanto ha usato della
Dovremmo cominciare ad accettare il sua di storia?
fatto che matrimonio e felicità spesso non Philip Roth ha detto: «Sfrego due pietre di
Amico di Wes Anderson − insieme hanno vanno d’accordo? realtà per accendere la scintilla dell’imma-
scritto Le avventure acquatiche di Steve Il punto è che il sistema ti costringe a lottare ginazione». Molto spesso l’idea per un film
Zissou e Fantastic Mr. Fox − e di Brian De l’uno contro l’altro. Chi ha ragione? Chi ha viene dalla mia vita, o da quella dei miei
Palma, con cui, racconta, discute da sem- torto? Dove sta la verità? Ma se un rappor- amici. Ma, a un certo punto, dimentichi
pre le idee per i suoi film. E viceversa. E to finisce non vuol dire che non ci sia più quale parte sia vera e quale, invece, frutto
poi compagno dell’attrice e regista Greta amore. La maggior parte di chi si trova nel di fantasia.
Gerwig, con la quale forma la coppia più mezzo di una separazione prova un senso
celebre del cinema indie americano. Noah di fallimento. Eppure il fatto che una storia
F OTO PA U L S T U A R T

Baumbach, 50 anni, è uno dei pochi registi in sia finita non implica che quello che c’è stato
grado di mettere insieme un cast da franchise non fosse meraviglioso, vero.
della Marvel per interpretare un dramedy Quanto hanno influito Scarlett Johans- Noah Baumbach, 50 anni,
familiare. Come ha fatto con Storia di un son e Adam Driver sulla definizione della regista di Storia
matrimonio, il suo nuovo film realizzato storia e dei personaggi? di un matrimonio (dal 6/12)

6 4 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
LIFE FI CTI O N

Dafne Keen, 14 anni,


come appare in His Dark
Materials - Queste oscure
materie, la serie fantasy
di Hbo/Bbc che in Italia
arriva il 1° gennaio
su Sky Atlantic

giovane è Lyra, la quattordicenne Dafne Keen


(la Laura Kinney/X-23 di Logan - The Wolve-
rine), e suo zio Lord Asriel è James McAvoy.
È già in lavorazione la seconda serie, mentre
la terza è al momento in stand-by.
Dafne, che tipo di storia è?
Riassumendo molto: è il romanzo di formazio-
ne di una ragazzina decisamente determinata
e in lotta contro il sistema in un mondo fan-
tastico. A tratti mi ricorda il Grande Fratello
di George Orwell.
Faceva parte della schiera di lettori di
Philip Pullman?
Non ho mai letto i suoi libri, ma mio cugino
ne era ossessionato. Per il provino ho iniziato
il primo della serie, ma l’ho mollato a metà,
convinta che non mi avrebbero presa: per
pessimismo, e perché viene descritta come
bionda, cosa che io non sono.
Nella trilogia gli umani sono accompa-
gnati da un cosiddetto daimon: quello di
Lyra è una martora. Quale sarebbe il suo?
Tutti mi chiamano scimmietta, quindi un
genere tipo la saimiri, la scimmia scoiattolo,
sarebbe appropriata.
Sembra un tipetto impertinente: lo è
davvero?
Sono figlia di due attori, Will Keen e María
Fernández Ache, ho due nazionalità e sono cre-
sciuta dietro le quinte dei teatri: una bambina
circondata da adulti, che quindi ha imparato
a sentirsi a proprio agio tra di loro.
L’adolescenza non la disturba ancora?
F A N TA S Y 1 / D A F N E K E E N Riuscire dove Nicole Kidman e Daniel Mamma è la mia coach: sui set e nel privato.
Craig hanno fallito, e cioè trasformare la tri- Al momento non desidero altra compagnia.
RAGAZZINA logia bestseller di Philip Pullman nella fiction
dell’anno che verrà: mentre il film La bussola
Certo: litighiamo e io grido “ti odio”, ma sap-
piamo chiederci scusa.
IN CARRIERA d’oro è finita veloce nel dimenticatoio, His
Dark Materials - Queste oscure materie, che
Ha finito di girare un film con Andy Gar-
cia e sembra che il suo avvenire sia già deciso.
Hbo ha prodotto con Bbc, in Italia su Sky Altre idee sul futuro?
Arrivano gli spiriti guida Atlantic dal 1° gennaio, ha le premesse per Sempre nel campo: scrivo sceneggiature, di-
di His Dark Materials
F OTO C O U RT E SY H B O

diventare la serie fantasy di cui si parlerà. pingo e sogno di dirigere io gli altri.
Ambientata in un mondo parallelo al nostro, In quale storia, potendo scegliere?
Testo di A L E S S A N D R A D E T O M M A S I dove le anime degli umani camminano al Quella di Anna Frank, che vorrei anche in-
loro fianco in forma animale, inizia da una terpretare. Ho in testa il modello di donne
profezia: da qualche parte c’è una ragazzina indipendenti, che sappiano lottare per sé e
che cambierà il destino dell’umanità. Quella per gli altri.

6 6 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
LAUREATO
Via Verri 7 - Milano STEEL, 42 MM
LIFE CINEMA

Freya Allan, 18 anni.


È la principessa Ciri
in The Witcher, la serie
fantasy che approda
su Netflix dal 20 dicembre

Per quale ragione?


Già durante le audizioni sentivo di avere un
legame con Ciri. Siamo entrambe nel mezzo di
una fase di grandi cambiamenti. Ho pensato
che analizzare troppo il personaggio avrebbe
rovinato il legame naturale che sentivo nei
suoi confronti, che avrebbe tolto spontaneità.
Mi sono detta: devo affrontare quello che le
accade con la stessa inconsapevolezza.
Qual è il cambiamento che la riguarda?
Da un giorno all’altro sono passata da una
vita regolare, con la mia famiglia, la scuola,
gli amici, a ritrovarmi in un luogo che non
conoscevo, circondata per lo più da adulti,
e con la responsabilità di un lavoro. Ma Ciri
e io siamo simili anche nel carattere. Siamo
entrambe testarde e combattive, non abbiamo
paura di far sentire la nostra voce.
Mi fa un esempio della sua testardaggine?
Verso la fine delle riprese, dopo aver trascorso
mesi con il mio personaggio, ero convinta di
conoscerlo come nessun altro e mi è capitato
di discutere su certi aspetti della sceneggia-
tura. Secondo me, Ciri certe cose le avrebbe
affrontate in modo diverso. E l’ho detto.
Le piace il genere fantasy?
Tantissimo. Sono cresciuta leggendo Harry
Potter, Le cronache di Narnia e altre saghe di
quel tipo. Da piccola giocavo a fare la fata e il
mio cucciolo immaginario era un unicorno.
Ero anche una fan del Doctor Who ed ero
letteralmente terrorizzata dagli angeli pian-
genti, queste creature che si muovono solo
quando non sono viste: se soltanto batti le
ciglia possono raggiungerti e ucciderti.
C’è parecchia azione nel film. Ha avuto
modo di prendere parte a molti stunt?
F A N TA S Y 2 / F R E YA A L L A N Di lei non si sa ancora nulla. Su Instagram, Purtroppo solo uno, una scena a cavallo:
l’unico social che utilizza, ha pubblicato in quel genere di cose ti fa sentire tosta, forte.
PRINCIPESSA tutto 12 post, che non rivelano niente se non
il fatto che è la protagonista, al fianco di Hen-
Avrei voluto essere al posto di Henry Cavill,
lui sì che ha un mucchio di scene d’azione. I
PER CASO ry Cavill, di una nuova serie di Netflix, The
Witcher (dal 20 dicembre).
combattimenti sono come le coreografie di un
balletto e io ho studiato a lungo danza. Sul
«Essermi ritrovata nel giro di poco con set, la vera sfida è stata il freddo. Quasi tutte
Proiettata in un mondo.
F O T O M I C H A E L S C H WA R T Z

decine di migliaia di follower m’intimidisce», le scene sono in esterno, nella neve.


E non è solo The Witcher dice Freya Allan. Diciotto anni, inglese, attitu- Come ha reagito quando ha saputo che
dine, per usare la sua definizione, da badass, avrebbe diviso il set con Henry Cavill?
Testo di E N R I C A B R O C A R D O ovvero cazzuta, ha raccontato che per inter- Non sapevo chi fosse: ho capito dopo che era
pretare la principessa Ciri in questo fantasy l’attore di Superman. Non amo quel genere di
di mostri e streghe ha scelto volutamente di storie: era molto più eccitato il mio fratellino
non prepararsi troppo. di sei anni...

6 8 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
A cena fuori
per pagare una pizza, o offrirla.

BPER Card e Apple Pay.


Paga in modo comodo e sicuro.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. *Per un elenco completo dei dispositivi compatibili con Apple Pay, vai su support.apple.com/km207105.
Per tutte le condizioni contrattuali ed economiche degli strumenti di pagamento utilizzabili con Apple Pay, si rinvia ai fogli informativi a disposizione della
clientela in ogni Filiale o su www.bper.it. La concessione della carta è soggetta a valutazione del merito creditizio e approvazione della banca. La carta è
emessa da Banca di Sassari S.p.A. che si avvale di BPER Banca per l’attività di distribuzione. Offerta valida fino al 31/12/2019 salvo proroga o chiusura anticipata.
LIFE ARTE

V I R G I L A B LO H

L’UOMO DEL
DESIDERIO
Le generazioni X, Y e Z
lo idolatrano, come i musei
Testo di D A N I E L E P E R R A

Metti di essere amico e collaboratore di


Kanye West, di creare una capsule per Serena
Williams targata Nike, di disegnare la linea
uomo di Louis Vuitton, di avere un tuo brand
che chiami Off-White − al primo posto come
marchio più desiderato del pianeta per la se-
conda volta negli ultimi quattro Lyst Index −,
Sopra, Jacket for
di avere oltre 4,5 mln di follower su Instagram
Arthur Jafa, 2018,
e di essere, secondo Time Magazine, tra le
con Arthur Jafa.
cento persone più influenti del mondo: allora
A sinistra,
ti chiameresti Virgil Abloh.
Virgil Abloh
Nato negli Stati Uniti da genitori emigrati
con il tappeto
dal Ghana, 39 anni, stilista, designer, impren-
Keep Off,
ditore, dj, in pochi anni è diventato un perso-
marchiato
naggio cult, tra i più corteggiati dalle aziende
Off-White per
(da Evian a Donda) e tra i più adorati dalle
Ikea, 2019
generazioni X, Y e Z. E pensare che si è laure-
ato in ingegneria civile e ha preso un master in
Architettura all’Illinois Institute of Technolo-
gy. È qui che conosce il Bauhaus, movimento
artistico che univa tutte le arti. Ed è proprio
l’interdisciplinarità ad averlo trasformato in
un creativo a 360°. Se Andy Warhol serigrafa
una serie di banconote da un dollaro, Abloh A fianco,
realizza per Ikea tappeti dalle sembianze di un’installazione
uno scontrino fiscale. Se Duchamp nel 1919 di Abloh in arrivo
mette i baffi alla Gioconda, lui la retroillu- all’High Museum
mina. E se i maestri del prêt-à-porter degli of Art di Atlanta,
Anni 70 hanno impiegato qualche decennio high.org
prima di essere consacrati in un museo d’arte,
lui ha bruciato le tappe: l’High Museum of
Art di Atlanta ospita fino all’8 marzo, dopo
la tappa al Museum of Contemporary Art di
Chicago, la mostra Virgil Abloh: Figures of
Speech. Qui c’è, quasi, tutto il suo mondo:
design, moda, video, musica, grafica e alcune
opere realizzate in collaborazione con artisti
di fama mondiale come Jenny Holzer, Arthur
Jafa e Ari Marcopoulos.

7 0 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
LIFE MUSI CA

SUBSONICA con il tastierista Boosta (Davide di Leo): com- bisogno. A volte, riascoltando le mie parti,
positore, scrittore, dj e, ovviamente, membro mi meraviglio delle idee che ci ho messo, cose
CIRCOLO fondatore dei Subsonica.
Com’è nata l’idea di aggiornare il disco
che ora non riuscirei a inventare.
Anche gli ospiti che avete scelto, da Eli-
VIRTUOSO che vi ha lanciati nel 1999?
Ci è sembrato un bel regalo di compleanno
sa a Cosmo, provano questa urgenza? Con
quale criterio li avete selezionati?
da fare a noi e al disco. Dopo vent’anni, è Ci siamo rivolti a musicisti affini nell’esigenza
Dopo 20 anni, un disco è di il momento di una rivisitazione del nostro di esprimere il proprio mondo, anche se con
chi lo fa o di chi lo ascolta? percorso. In più, siamo convinti che la musica, approcci alla musica diversi dai nostri. Vicini
una volta prodotta, diventi proprietà di chi a noi nell’attitudine.
Testo di E N Z O D ’ A N T O N I O la utilizza, perché viene usata dalle persone Siete una band di grande impatto live,
per comunicare, raccontarsi. La musica ha con un forte seguito, un pubblico vario. Pen-
una funzione sociale: rimetterla in circolo sate che possa allargarsi ancora?
significa riportarla alla vita delle persone. Chissà, col pretesto di andare a sentire il pro-
A vent’anni dall’uscita di una pietra mi- Microchip emozionale vi ha anche aperto prio beniamino, chi non ci conosce e ha un
liare come Microchip emozionale, il disco la strada al mainstream: in fondo è stato percorso musicale diverso potrebbe scoprire il
che ha indicato a una generazione di musi- quel disco a portarvi a Sanremo… nostro. Con la rivoluzione digitale è più diffi-
cisti come far convivere rock alternativo e Sì, è stato un’astronave che si infiltra in mon- cile andare a fondo delle cose, quindi sarebbe
pop elettronico, ispirazione e classifica, il di paralleli, non previsti dalla rotta. Ma è un bene, un aumento della conoscenza.
22 novembre i Subsonica tornano sui loro successo proprio perché è stato fatto senza
F OTO D I C H I A R A M I R E L L I

passi pubblicandone una versione aggiornata, calcoli. Il nostro obiettivo era suonare la
allargata a nuovi arrangiamenti e interpre- musica che ci piaceva, in un periodo in cui
ti: Microchip temporale. Per realizzarla la ascoltavamo di tutto. Il suo successo deri- I Subsonica: celebrano
band torinese ha radunato un’ampia cerchia va da questo, ma non esiste una ricetta per Michochip emozionale
di collaboratori, da Elisa a Lo Stato Sociale, ottenerlo. È importante seguire l’urgenza aggiornandolo come
da Achille Lauro a Myss Keta. Ne parliamo di esprimersi, si fa musica perché se ne ha Microchip temporale

7 2 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
LIFE LIBRI

L E Z I O N I D I STO R I A

GIOCHI
PROIBITI
In attesa del film che ne è stato tratto − Jojo
Rabbit con Scarlett Johansson − ecco lo
straziante Il cielo in gabbia di Christine
Leunens (SEM, traduzione di Maurizia
Balmelli, pagg. 408, € 18): un ragazzo,
convinto aderente alla gioventù hitleriana
nella Vienna del ‘38, scopre una giovane
ebrea nascosta in casa da sua madre, dietro
una finta parete. Impossibile resistere al
tumulto di sentimenti. _ (Michele Neri)

Nicholas Searle
La bugia più bella
Solo un inglese con 25 anni di
servizio nell’Intelligence britan-
nica può confezionare una storia
che sembra un giallo e una storia
d’amore tra due ottuagenari e che
d’amore non è; cita le spie di le
Carré poi strizza l’occhio a truffe
L’inganno perfetto, stile Ocean’s Eleven. Quanta felice
di Nicholas Searle, irriverenza per un primo romanzo.
Rizzoli. Traduzione Questo thriller smaliziato è ora
V.S. Naipaul al cinema: protagonisti, Helen
di Giacomo Cuva.
Viaggio nelle selvagge, primitive brame del potere Pagg. 368, € 19 Mirren e Ian McKellen.
Nessuno come Naipaul è in grado di descrivere, con tocco da fine
diarista, il destino di popolazioni sottomesse dalla corruzione e dal
colonialismo. In quattro ritratti affronta tre figure chiave del secolo
scorso: Mobutu, Evita Perón, l’attivista per i diritti civili Malcom X; M.G. Elizondo
conclude con chi, con Cuore di tenebra, aveva intuito lo scippo dei
bianchi ai danni delle popolazioni indigene: Joseph Conrad.
Delirio nella giungla
Diario in equilibrio tra realismo e
sogno, della volontà di finirla sulla
vita e l’amore perduto, di un gio-
Il ritorno
vane eroinomane rinchiuso nella
di Eva Perón,
più sordida casupola in fondo alla
di V.S. Naipaul,
foresta pluviale, tra scorpioni, os-
Adelphi.
sessioni e ubriachi, questo primo Appuntamento
Traduzione
romanzo del nipotino di García con Lady, di Mateo
di Valeria
Márquez piacerà a chi ama una García Elizondo,
Gattei.
mente che superi ogni confine Feltrinelli. Traduzione
Pagg. 301,
razionale e coltiva l’idea che, di Michele Sacchi.
€ 20
nell’umanità sull’orlo della fine, Pagg. 160, € 15
si nasconda ancora una leggenda
preziosa, una strana salvezza.

7 4 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
STORIE
I R E P O R TA G E , L E F I R M E , L E I N T E R V I S T E D E L M E S E

In Nord Europa
le persone scelgono
il treno invece
dell’aereo per motivi
ambientalisti: viaggio
di 3 mila chilometri
tra Svezia e Norvegia

P78 P82
F OTO D I M A S S I M O D I N O N N O

TOM HANKS, GUSTAF SKARSGÅRD,


P86
25 ANNI DI MODA DI DEAN E DAN CATEN,
P96 P102
LEONARDO PAVOLETTI, BECK,
P106
REPORTAGE: VIAGGIARE AI TEMPI DI GRETA
STO RIE

7 8 / DICEMBRE 2019
NOI,
I FIGLI
DI
FRED
Il signor Rogers è l’uomo che ha
cresciuto generazioni di americani
dallo schermo tv. Lo racconta
TOM HANKS con una lezione,
utile ai genitori. Una letterina di
Natale (senza macchina per scrivere)
Te s to d i R O B E R TO C R O C I
F o to d i M A K I GA L I M B E R T I

Per più di 30 anni intere generazioni di bambini


americani sono cresciute con Mister Rogers’ Neigh-
borhood, lo show televisivo scritto e creato da Fred
Rogers, che il programma lo conduceva. Oltre a intrat-
tenere il pubblico con ospiti, sketch, canzoni e mario-
nette, il signor Rogers esplorava in ogni episodio un
argomento importante, che aiutava il suo pubblico di
bambini ad affrontare gli argomenti classici dei timori
infantili spiegandoli in modo semplice e diretto: come
la paura di dormire al buio e quella delle vaccinazioni,
ma anche come guardare al dolore che attraversa una
famiglia quando manca una persona cara.
Su quegli anni d’oro la regista Marielle Heller ha co-
struito Un amico straordinario - A Beautiful Day in
the Neighborhood (in Italia nei primi mesi del 2020):
Tom Hanks è Fred Rogers e Matthew Rhys il gior-
nalista Lloyd Vogel, con il quale stringerà profonda
amicizia (la figura è ispirata a Tom Junod, che firmò
nel 1998 un lungo articolo intitolato Can You Say...
hero?, e da qui il soggetto del film).
Tom Hanks, questa volta le tocca un’icona della
televisione americana. Un’impresa difficile?
Difficile è stato soprattutto trovare il giusto equilibrio

G Q I TA L I A . I T DICEMBRE 2019 / 7 9
STO RIE

tra le mie abitudini e il ritmo di Rogers. Io ancora quelli che lavoravano per lui. Mi faceva scoprire in una versione più bella
sono avvezzo alla pressione, alle location hanno raccontato tante belle storie, e in e gentile di quella reale. Mi ci è voluto del
a tempo determinato, alle luci sparate in più ho letto gli appunti che scriveva per tempo per capire che il suo show non era
faccia, al su, corriamo, ché siamo in ritar- ogni episodio, e visto Won’t You Be My pensato per chi sa già come funzionano
do. Lui era l’uomo pacato che occupava con Neighbor? che Morgan Neville ha portato una torcia elettrica o un’ascensore. Mister
gentilezza il centro del suo neighborhood, al Sundance Film Festival. Uscito il 20 mar- Rogers parlava alle menti inesplorate dei
il suo quartiere, che era poi l’America tutta. zo 2018, in quello che sarebbe stato il 90° bambini: gli interessava che la loro crescita
Non è stato semplice trovare un punto di compleanno di Rogers, che invece è morto passasse attraverso la comprensione di al-
pace, dentro di me, che mi facesse sentire cuni concetti fondamentali. Ogni episodio
come lui appariva a tutti noi. si concludeva con lo stesso messaggio po-
« R O G E R S C R E AVA
Che tipo di ricerca ha fatto? sitivo: poiché siamo tutti unici, cerchiamo
Mi sono rivolto alla famiglia Rogers, fon- UNA VERSIONE di rendere speciale ogni giorno rimanendo
damentale per la riuscita del film: sono DEL MONDO autentici, solo così la gente ci apprezzerà
arrivati moltissimi materiali. Ho guardato per quelli che siamo.
PIÙ GENTILE
ore e ore del programma: tutto no, sarebbe Un predicatore del bene, insomma.
stato fisicamente impossibile visionare 886 DI QUELLA REALE» Rogers ha creato un modo di fare televisio-
episodi... E poi ho avuto la fortuna di girare ne attuale ancora oggi: anzi, possiamo de-
al Wqed di Pittsburgh, lo stesso studio di nel 2003, ha guadagnato 22,84 milioni di finirlo rivoluzionario, perché nessuno è più
Fred Rogers, dove parte dei tecnici sono dollari: non male, come segno d’amore. arrivato ai suoi livelli. Insisteva sull’accet-
Lei lo seguiva da bambino? tazione e l’inclusione: temi che andrebbero
La prima volta che l’ho visto avevo 11 anni rispolverati in un mondo come il nostro,
e non ho capito molto: guardavo questo dominato dall’odio e dal cinismo. Ha in-
signore che giocava con dei pupazzi, le segnato ad amare il prossimo, ci ha fatto
Tom Hanks, 63 anni. cui bocche però non si muovevano, e non sentire tutti speciali e ci ha dato fiducia.
Sta per tornare con capivo con chi stessero parlando. Forse a Cosa farebbe, se potesse passare una
Un amico straordinario - quella età non ero già più nel suo target, giornata con lui?
A Beautiful Day in the decisamente più giovane. Oggi che ne so di Gli chiederei di sé. Di come ha fatto a su-
Neighborhood (in Italia più ho capito che Rogers voleva insegnare perare le avversità. Di come si sentiva da
nei primi mesi del 2020) ai bambini come guardare il mondo: glielo ragazzino, quando era grasso, malato, sen-

8 0 / DICEMBRE 2019
Hanks ha una fissazione erano di un’altra generazione e a quei tempi Ci lasci concludere con una sua pas-
per le macchine non ci si parlava molto, non c’era neppure il sione, invece: come va la sua collezione
per scrivere: possiede vocabolario adatto a spiegarci tante cose. di macchine per scrivere?
anche una Olivetti Li ho perdonati, non sono più arrabbiato Ho smesso di comprarle. Negli ultimi
appartenuta con loro come lo ero da bambino. anni ne ho vendute parecchie ad amici e
a Matilde Serao Nessuno è esente da errori... appassionati: ho deciso di fare spazio per
Ah certo: anch’io ho sbagliato con i miei altre cose. Ho iniziato a collezionarle a
figli. Se mi fossi seduto con loro, piccoli, 19 anni: un amico me ne aveva regalata
davanti allo show di Mr. Rogers avrei ca-
pito come essere un padre migliore.
«QUANDO I MIEI
za amici. Tutti lo evitavano, prendendolo C’è un fatto che l’ha colpita in modo
in giro a ogni occasione: credo che l’isola- particolare? GENITORI SI SONO
mento patito da bambino abbia contribuito Ne ho scoperti tanti di curiosi. È stato Fred S E PA R AT I , S I S O N O
a sviluppare la sua creatività. Molti artisti Rogers a scegliere l’abbinamento cardi-
S PA RT I T I A N C H E
scoprono la propria vocazione quando pas- gan-cravatta. I suoi maglioni, coloratissimi,
sano molto tempo da soli. erano fatti a mano da sua madre Nancy: I Q U AT T R O F I G L I »
Lei che rapporto aveva con i suoi ge- glieli mandava ogni Natale. So che Rogers
nitori? si alzava tutti i giorni alle 5 e mezza, che una di plastica, che poi ho cercato di far
Quando i miei si sono separati si sono spar- faceva colazione con un succo di mirtillo riparare, ma il negoziante mi convinse a
titi anche i quattro figli. Io ho seguito mio caldo e che nuotava 20 minuti al giorno. E comprarne una vera. Era la Hermes 2000,
padre che lavorava sempre, e quindi pas- mi hanno detto che il suo peso ideale era un gioiello, si può persino aggiustare la
savo la maggior parte del tempo da solo di 143 pounds (65 chili), perché se scom- tensione dei tasti. Ne ho ancora quasi 200,
o con mia sorella. Onestamente: papà e poneva i numeri veniva fuori I Love You: ma un giorno vorrei arrivare ad averne solo
mamma non mi hanno insegnato molto. 1 come la lettera I, io; 4 come le lettere di una. Sarà una scelta difficile, anche se forse
Nessuno mi ha mai detto come dovevo Love, amore; 3 come le lettere di You, tu. terrei la Olivetti Lettera 22.
lavarmi i denti: ho imparato a usare il filo Un soggetto davvero, la cui frase preferi- Perché le piacciono tanto?
interdentale al liceo, durante la lezione di ta veniva da Il piccolo principe di Saint- Perché combinano design, ingegneria e uti-
igiene personale. Quando sono diventato Exupéry: l’essenziale è invisibile agli occhi. lità. Ognuna di loro è unica e irripetibile,
genitore anch’io, ho capito tanto dei miei: Insomma: un uomo fissato con la vita. come un’impronta digitale.

G Q I TA L I A . I T DICEMBRE 2019 / 8 1
F O T O D I M AT T H I A S C L A M E R / C O N T O U R B Y G E T T Y I M A G E S
STO RIE

IL SENNO
DI FLOKI
È arrivata l’ora di cambiare vita per il maestro d’ascia
di Vikings. Dopo sei capitoli della saga sanguinaria sugli
uomini di Kattegat, GUSTAF SKARSGÅRD resta
in zona di guerra: fotoreporter in ostaggio e stregone
in un fantasy. D’altra parte si è fatto le ossa in famiglia
Te s to d i E N R I C A B R O C A R D O

Sono passati già due anni e mezzo da essere qualcun altro. Scoprire che quello velato un training perfetto per diventare il
quando Gustaf Skarsgård ha detto addio avrebbe potuto diventare un lavoro fu una mago Merlino di questo fantasy medievale.
a Floki, il suo personaggio in Vikings. La rivelazione. Ancora oggi, la ragione per cui All’inizio sono un alcolizzato, un cinico, in
serie, però, non è finita per gli spettatori. amo questo mestiere è che mi dà modo di condizioni fisiche precarie, ho persino perso
La sesta e ultima stagione da venti episodi esplorare aspetti diversi dell’essere umano». i miei poteri. Ma, nel seguito della storia,
approda su Timvision divisa in due parti, la Da allora, Skarsgård ha lavorato prati- tornerò in azione. Ci saranno parecchi com-
prima dal 5 dicembre, la seconda all’inizio camente senza interruzione. Fino a Vikings, battimenti e dopo cinque anni di battaglie
del 2020. «Quando è arrivato il momento di appunto – che gli ha dato la visibilità inter- in Vikings mi sentivo preparato. Quando mi
lasciare, ho provato emozioni contrastanti», nazionale – e, nel 2018, alla seconda stagio- hanno offerto la parte mi è sembrato logico,
dice Skarsgård. «Da un lato, dispiace dire ne della serie di Hbo Westworld. «Anche una di quelle cose che devono succedere.
addio a una saga come questa, ma dall’altro con questa ho chiuso, visto che mi hanno Mi sono detto: «Sono la persona giusta».
è bello finire un progetto che ti ha tenuto sparato in testa». Un’altra occasione, per Pro e contro dei film svedesi e delle
occupato per cinque anni di fila. Significa lui, di provare emozioni contrastanti. Di produzioni internazionali?
poter esplorare opportunità nuove». fronte alla domanda su come abbia vissuto Per me quello che conta è il progetto. L’u-
Nato in una famiglia di attori – il padre anche quest’esperienza assume un atteggia- nica differenza è che in Svezia mi vengono
Stellan e tre dei cinque fratelli svolgono mento guardingo: «È stato interessante. spesso offerti ruoli più complessi e storie
la stessa professione – Gustaf a sei anni Una lezione importante di umiltà. Titolo: più interessanti. E, nel caso di 438 Days, è
aveva già capito che quello sarebbe stato il ricordati che il mondo non ruota intorno stato come lavorare a un film internazio-
suo futuro. «Mi piaceva saltare scuola per a te». Quindi si è preso una pausa dalla nale. Abbiamo girato in Sud Africa e gran
qualche giorno, essere coccolato e man- serialità con il film svedese 438 Days che, parte dei dialoghi sono in inglese. Non ho
giare un mucchio di caramelle», ammet- dopo un passaggio alla festa del cinema di avuto la sensazione di “tornare a casa”.
te. «Ma, soprattutto, era bello far finta di Roma lo scorso ottobre, uscirà nel 2020. Come immagina la sua carriera nei
La storia vera di due giornalisti catturati prossimi anni?
dalle milizie etiopi nel 2011 e detenuti con Non sono un tipo che ama programma-
l’accusa di terrorismo. re, o fare strategie. Sei ti poni obiettivi
Gustaf Skarsgård, Adesso a che cosa sta lavorando? precisi rischi da un lato di essere deluso,
39 anni, nel 2020 A una nuova serie per Netflix, Cursed. La e dall’altro di perdere di vista altre op-
sarà al cinema con il film proposta è arrivata al momento giusto. Due portunità interessanti che si presenta-
di Jesper Ganslandt anni dopo aver finito Vikings ero felice di no nel frattempo. Cerco sempre di dare
438 Days e su Netflix impegnarmi di nuovo in un progetto di il massimo in quello che faccio e spero
nella serie fantasy Cursed lunga durata. E interpretare Floki si è ri- che questo apra le porte a nuove occasioni.

G Q I TA L I A . I T DICEMBRE 2019 / 8 3
STO RIE

Cosa la spinge ad accettare una parte? Per esempio, nessuno ci diceva: «È ora di rare le cene per noi e gli amici. Anch’io me la
È una questione di intuito. A volte è il ruolo, andare a dormire». Stava a noi decidere. cavo piuttosto bene, ma mi manca la pratica.
oppure il regista, gli altri attori. Nel caso E siccome io non ero molto bravo a darmi Sono troppo spesso in giro e cucinare solo
migliore, tutti questi aspetti insieme. Ma la delle regole, spesso stavo sveglio fino a tardi per se stessi non è divertente.
lettura della sceneggiatura è sempre fonda- a guardare e riguardare gli stessi film in tv. C’è competizione fra di voi?
mentale. È in quel momento che incontro il Cos’ha pensato quando ha letto per la Capita spesso di prenderci in giro: «Quante
personaggio e sento di volerlo interpretare. prima volta la sceneggiatura di Vikings? nomination hai avuto?». «Più di me? Ma
Come quando conosci per caso una persona Il problema con i serial è che ti danno solo quante volte hai vinto?».
che diventerà il tuo partner o un amico. i primi due o tre episodi, ed è davvero dif- Tutto qui?
ficile immaginare come evolverà la storia. No. In passato mi è capitato di provare invi-
Ma ricordo di aver pensato che, sì, mi sarei dia nei confronti di mio fratello Alexander.
« H O I N V I D I AT O divertito a interpretare Floki. Alla fine, di E non per i motivi che sembrerebbero ovvi.
M I O F R AT E L L O , episodi ne ho girati una settantina. Ogni È successo quando Lars von Trier gli ha dato
FINCHÉ HO CAPITO volta è un salto nel vuoto, che fa paura ma una parte in Melancholia. Che ci fosse papà
è anche eccitante. Come nella vita. Non sai in quel film era una cosa che mi aspettavo,
C H E H A TA L E N T O » mai che cosa ti accadrà domani. ma mi sembrava ingiusto che fosse stato
Quanto è stato impegnativo dal punto scelto anche lui. Avevo un pregiudizio nei
Quanto ha contato suo padre nella sua di vista fisico? suoi confronti: «Tu sei quello dei ruoli da
scelta di fare l’attore? La sfida è stata immaginare la fisicità di que- bello, quello che piace alle ragazze, ma dei
Da bambino il primo lavoro che conosci è sto personaggio strambo che ha trascorso due io sono il vero artista». Ovviamente,
quello dei tuoi genitori. Ha influito senza la sua vita con l’ascia in mano. Poi è stato le cose col tempo sono cambiate. Ho avuto
dubbio. In particolare vedere quanta passio- necessario il training per affrontare le scene anch’io le mie soddisfazioni. E, poi, non
ne ci mettesse e quanta gioia gli desse farlo. d’azione: a cavallo, sulle navi, nelle battaglie. sono capace di provare gelosia per chi ha
Stellan non fa mistero di essere un Cosa le piace fare quando non lavora? successo perché ha talento.
bohémien. Com’è stato crescere con Mangiare e viaggiare. E in entrambi i casi
un genitore come lui? mi piace sperimentare: andare in luoghi
Mio padre non è una persona convenzio- in cui non sono mai stato e provare nuovi
nale. La nostra routine era la mancanza di cibi. Di recente sono stato in un ristorante In alto, Gustaf in Vikings.
routine. C’era sempre un viavai di gente e nigeriano a Londra, Ikoyi. È stato fantastico. La sesta e ultima stagione di 20
un mucchio di bambini in giro per casa. I Passioni che condivide con la famiglia? episodi della serie-cult arriva
miei fratelli e io siamo diventati indipen- Il cibo sicuramente. Mio padre ama cucinare su Timvision divisa in due
denti fin da piccoli, dovevamo arrangiarci da sempre. Quando non lavorava passava parti: la prima dal 5 dicembre,
da soli, assumerci le nostre responsabilità. ore e ore a casa tra i fornelli, era lui a prepa- la seconda all’inizio del 2020

8 4 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
F OTO D I A L I K H A N P H OTO G R A P H Y

Gli stilisti canadesi


Dan e Dean Caten, fratelli
gemelli, classe 1964,
si sono trasferiti in Italia
nel 1991. Il loro brand,
Dsquared2, compie 25
anni nel 2020
STORIE

D
2
G Q I TA L I A . I T
5 DICEMBRE 2019 / 8 7
STORIE

I gemelli dello stile


DEAN E DAN CATEN
promettono un anno
di festeggiamenti
rocamboleschi per
il 25esimo di Dsquared2.
Tra i primi appuntamenti:
il Super Bowl di febbraio,
con Jennifer Lopez
e Shakira in pista, e una
nuova capsule collection

Te s to d i L AU R A A S N AG H I

«Il denim è la nostra magnifica osses-


sione. Perché senza il denim dove vai?».
Dean e Dan Caten, i due fratelli gemelli
nati sotto il segno del Sagittario a distanza
di 6 minuti l’uno dall’altro, stanno viven-
do un momento magico. Sono alla vigi-
lia dei festeggiamenti per i loro primi 25
anni nel mondo della moda con il brand
Dsquared2, in una sorta di road show ru-
tilante, spettacolare, glamour e molto rock
in sintonia con il loro stile effervescente,

A sinistra, la prima sexy e irriverente. Dsquared2 compie 25


uscita della sfilata anni e loro – nativi del Canada, cresciuti
co-ed P/E 2020 di a Willowdale, nella provincia dell’Onta-
Dsquared2 rio – si raccontano in un inconfondibile
alla Fabbrica Orobia accento inglese intercalato da risate sonore
di Milano. Guest star e sempre in perfetta armonia tra loro. Uno
dell’evento: storytelling a due voci che sembra unico,
il cantante Maluma, perché dove inizia Dean conclude Dan. E
nella foto in alto viceversa. Insieme svelano subito il signi-
tra Dan e Dean Caten ficato di Dsquared2, un nome che ha a
che fare con la matematica anche se loro
a scuola con questa materia non avevano
grande affinità. «Significa D al quadrato.
Un nome perfetto per noi che siamo due, uniti,

8 8 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
STORIE

facciamo tutto insieme, una vera potenza cre- Dean e Dan Caten citano il Super Bowl,
ativa». Che affonda le sue radici nel denim. la manifestazione più seguita in America,
«E pensare che da piccoli non potevamo che si terrà a Miami il 2 febbraio e che
mettere i jeans perché faceva “troppo po- vedrà Jennifer Lopez e Shakira esibirsi in
vero”», ricordano. «Nostro padre Dante un superspettacolo. Dsquared2 presenterà
Catenacci, un artista meraviglioso che inoltre una speciale collezione realizzata in
cantava, suonava la tromba e disegnava co-branding con la Pepsi, sponsor dell’e-
benissimo – ma aveva pochi soldi in ta- vento, dove la foglia d’acero canadese – il
sca – ci faceva indossare i pantaloni neri loro simbolo – si fonde con quella del co-
in acrilico, così potevamo fare la nostra losso delle bibite. E i festeggiamenti non
bella figura quando andavamo in giro». si fermeranno qui. «Ci saranno tanti mo-

F O T O D I F I L I P P O B A M B E R G H I , H E L E N I O B A R B E T TA , A C H I M L I P P O T H
Visto che sul denim hanno costruito un menti celebrativi e istituzionali, la design
brand di successo, per loro i capi-icona non week, il MotoGp di settembre, il Toronto
potevano che essere i jeans supertrendy, Film Festival, senza dimenticare i party». Dan e Dean Caten nel
valorizzati da un guardaroba in cui lui e lei I due fratelli, abituati a viaggiare ovunque loro ristorante Ceresio 7
si scambiano volentieri giacche sartoriali (prendono almeno tre aerei a settimana), Pools & Restaurant
e camicie bianche molto sciancrate. Non hanno anche in programma l’inaugurazio- di Milano (prossima
a caso, dunque, questo tessuto sarà uno ne del loro ristorante Ceresio 7 a Dubai, apertura a Dubai).
dei grandi protagonisti di quello che i due una extension del progetto milanese, che In alto, la piscina
fratelli chiamano il Silver Jubilee per i 25 è molto più di un locale tradizionale, visto del locale all’ultimo
anni della loro carriera. Lo show inizierà che è stato concepito come un accogliente piano di un palazzo
con le sfilate dell’uomo di gennaio, dove salotto con tanto di piscina, all’ultimo pia- che include anche
saranno loro ad aprire le danze con una no del loro quartier generale meneghino, Ceresio 7 Gym & Spa;
passerella – per ora top secret – che si pre- ospitato all’interno di uno storico palazzo sopra, un capo della
annuncia mirabolante. Sfileranno uomo del periodo razionalista. Al Ceresio 7 si prossima capsule
e donna insieme, «con 12 minuti di show gustano le ricette dello chef Elio Sironi, collection D2XPEPSI
esaltante». Il calendario degli appunta- con una vista panoramica sulla città, per
menti è fitto, ma tra gli eventi top del 2020 «un concentrato di piaceri che rappresentano

9 0 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
STORIE

A sinistra, Beyoncé nel 2016


in Dsquared2 durante
il Formation World Tour.
Sotto: capi della collezione
D2XPEPSI che sarà lanciata a
febbraio; i designer Caten con
Cristiano Ronaldo

«SAPPIAMO
L AV O R A R E D U R O ,
MA ANCHE
DIVERTIRCI»

la sintesi della nostra “dolce vita”», spiega-


no. «Lavorare e avere successo vuol dire
permettersi il lusso di avere il meglio».
Dal ristorante alla Guest House con spa
inclusa, per dire, sotto lo stesso tetto in
via Ceresio, dove ci sono anche gli uffici e
l’atelier. «Il nostro motto è work hard, play
hard, lavora duro ma trova anche il tempo
per divertirti. Se no che vita è?». E i loro
spazi di piacere se li sono sempre regalati
fin dall’inizio, da quando cioè, nel 1995,
hanno lanciato il loro brand in Italia. «Già
da bambini amavamo la moda e non ave-
vamo dubbi su quello che avremmo fatto
da grandi», raccontano. «Abbiamo scelto
F OTO D I AC H I M L I P P OT H

di debuttare in Europa perché, se fossimo


andati a New York e le cose fossero andate
male, ci sarebbe bastato salire su un bus
per tornare in Canada. Da Milano, con
l’oceano di mezzo e la voglia di imparare
la lingua di nostro padre, ripiegare sarebbe

9 2 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
STORIE

stato più complicato». Nonostante i timori, è


stato un successo. Dalla loro parte hanno
avuto star come Madonna (che hanno ve-
stito per il Drowned World Tour 2001) e
Naomi Campbell, che ha sfilato nel 2003
per la prima collezione donna. O ancora
Rihanna, guest star della prima boutique
milanese, e Christina Aguilera, madrina
del lancio dell’underwear nel 2005. Ad-
dirittura, Mary J. Blige ha cantato con
loro per la festa dei 20 anni tra i Sette
palazzi celesti dell’artista Anselm Kiefer
all’HangarBicocca di Milano. «Ma l’ospi-
te inatteso, quello che non avremmo mai
immaginato, è stato Giorgio Armani. Era
la vigilia della sfilata del 2002 intitolata
Homeless. Un’ora prima dello show ha
chiamato per farci sapere che voleva esse-
re presente. Siamo quasi svenuti, ma alla
fine eravamo così orgogliosi di avere lui
in prima fila che ci siamo ripresi subito ed
è stata una sfilata fantastica».
imprinting creativo, Dean e Dan sono ap-
Tra gli eventi del prossimo anno per il
prodati alla Parsons School di New York
giubileo di Dsquared2 non manca anche « C I C O N S U LT I A M O mantenendosi facendo i camerieri. Poi, per
un po’ di sano tifo calcistico (non a caso
disegnano le divise per il tempo libero del SU TUTTO. inseguire il loro sogno, sono partiti per
l’Italia e si sono fatti strada «con determi-
Manchester City) e gli amati break with E PROVIAMO
nazione e con un mix di simpatia, voglia
family. Perché entrambi sono molto legati OGNI CAPO» di innovare e di trasgredire con stile». Il
alle radici familiari. «Siamo i più piccoli
tutto sempre senza mai perdere l’armonia
di nove tra sorelle e fratelli», raccontano.
fraterna. Quando devono pensare a una
«Papà Dante, italianissimo di Casalvie-
nuova collezione, per esempio, si chiudono
ri, in provincia di Frosinone, e mamma
nella loro casa di Londra, dove hanno uno
Helen, inglese, non navigavano nell’oro.
studio stracolmo di libri che si affaccia su
Anzi. La vita è stata dura per tutti noi.
un giardino. «Stiamo da soli, parliamo un
Ma se sappiamo disegnare lo dobbiamo a
sacco, ci scambiamo idee finché non nasce
nostro padre, un vero artista, che allonta-
il nuovo progetto».
nava le preoccupazioni della vita cantando
Sul lavoro si sono divisi i ruoli: Dean
le canzoni di Frank Sinatra». Con questo
segue la linea femminile e Dan quella ma-
schile. «Ma ci consultiamo su tutto. E i
primi clienti delle nostre collezioni siamo
noi. Ci proviamo sia gli abiti da donna
che da uomo, perché al di là del disegno
quello che conta è che alla fine un abito ti
stia bene addosso». In ufficio, sulla loro
scrivania non mancano mai i biscotti alla
cannella fatti in casa da Nathalie, la sorella
più grande che sta in Canada. A più riprese
li spedisce in Italia e Dean e Dan spesso li
A destra, un look condividono con gli amici. Gli stessi che
del 2015 presentato sono pronti a festeggiarli in occasione di
all’HangarBicocca premi e riconoscimenti. «Il più importante,
di Milano durante per noi, è essere sul Walk of Fame a Toronto
la settimana insieme a Celine Dion, Michael Bublé e
della moda uomo, Bryan Adams. Senza dimenticare che siamo
nel 20esimo diventati cittadini onorari di Casalvieri.
anniversario del brand. Un mix perfetto tra le nostre due anime,
In alto, Dean e Dan la parte italiana e quella canadese. Due
Caten da ragazzi anime e un cuore solo».

9 4 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
STO RIE

CENTRAVANTI
OPERAIO
Detesta la perfezione, in campo si diverte così e così,
ma sul lavoro LEONARDO PAVOLETTI
dà il massimo. Tanto che, mentre si prepara a tornare
al Cagliari dopo l’infortunio, già sogna gli Europei
del prossimo giugno: «Perché sognare è un diritto»
Te s to d i F U R I O Z A R A
F o to d i C A R LO F U R G E R I G I L B E R T

Se avete in mente il calciatore in plexi- la perfezione non piace, mi “stucca”, come sergente è lei. Ho un fratello più grande,
glas, omologato per contratto e oliato di diciamo a Livorno, mi stanca. A me piace Lorenzo, lavora in banca. Fino a dieci anni
narcisismo, siete di fronte all’uomo sbaglia- sbagliare, sporcarmi con le cose della vita. ho giocato a tennis, poi è arrivato il calcio.
to. Milano, spazio Six Gallery, è l’ora che Mi definisco un centravanti operaio, come Da adolescente mi sono allungato 20 centi-
galleggia verso la cena. Arpionati i 31 anni, lo è stato il mio idolo, un altro Cristiano, metri in pochissimo tempo, soffrivo per il
Leonardo Pavoletti sfugge all’iconografia ma Lucarelli, mito di Livorno. Nella vita morbo di Schlatter, le ossa non sostenevano
del calciatore che non prevede imperfezioni, mi sono sudato tutto. Sono cresciuto sen- la crescita muscolare. All’epoca mi chia-
smagliature e incompiutezze. È solare, se- tendomi dire che non sarei mai arrivato a mavano il “Conchi” , cioè il “Conchiglia”,
renamente tormentato, curioso di una vita certi livelli. per via delle orecchie: le ho belline, ma
che sa frastagliata, tra scintille di felicità e Chi deve ringraziare per il suo successo? piccole e tonde.
ombre di fragilità. Sta vivendo giorni di rin- Mio padre: mi ha spinto a dare sempre di La sciocchezza più grande che ha fatto?
corsa dopo un grave infortunio, il Cagliari più. Piangevo di rabbia e di frustrazione, Tante, ma la peggiore è quando ho lascia-
rivelazione della Serie A aspetta i suoi gol. per anni mi sono sentito schiacciato dalla to Elisa, mia compagna da dodici anni e
“Pavoloso” – lo chiamano così – racconta sua personalità. Ma è tutto servito a di- madre di Giorgio. È successo qualche anno
la sua speciale diversità. ventare ciò che sono. fa, ci si vedeva nei ritagli di tempo. Lei in
Come si definisce? Quando c’è stata la svolta? macchina che piange, io che faccio il duro:
Mi segua: Cristiano Ronaldo è il più forte A 22 anni stavo alla Juve Stabia, a Castel- a ripensarci mi viene ancora il magone.
di tutti, rappresenta la perfezione. E a me lammare, in serie C. Ero in confusione, Fortuna che dopo un paio di mesi mi ha
vicino alla depressione, giravo a vuoto. Mi ripreso. Eli ha reso la mia vita migliore,
sono detto: «Pavo, qui devi decidere cosa senza di lei mi sentirei perso.
vuoi fare di te stesso». È stata la prima volta Ha tatuaggi?
in cui mi sono sentito un uomo. L’anno Zero, sono un panda tra i calciatori. Però
Il livornese Leonardo dopo a Lanciano ho segnato 16 gol ed è da ragazzo – in vacanza a Lloret de Mar
Pavoletti, 31 anni, cominciata la mia seconda vita. con gli amici – ho fatto il piercing sul so-
attaccante del Cagliari In che famiglia è cresciuto? pracciglio.
e della Nazionale italiana. Sono livornese di scoglio, poi le spiego cosa È vera la storia del maiale?
Maglia B R U N E L L O significa. Papà Paolo maestro di tennis, Ne ho uno in casa, a Livorno, dai miei.
CUCINELLI mamma Camilla dirigente scolastico, il Si chiama Mou, è il nome che si dà ai maiali

G Q I TA L I A . I T DICEMBRE 2019 / 9 7
STO RIE

Abito LUIGI BIANCHI


M A N T O VA ,
camicia e cravatta
ERMENEGILDO
ZEGNA,
scarpe I G I &C O

vietnamiti. Era uno scricciolo, ora pesa più di Il calcio è sempre più inquinato dal È impossibile che non ci siano calciatori
cento chili. Ci sono affezionato, e pure lui razzismo. Che vie d’uscita vede? omosessuali. Mi spiace che si nascondano,
a me. Senta questa: in giardino abbiamo È una situazione desolante. Lo stadio è lo ma posso capirli. Il nostro è un mondo
una casina di legno. Una sera io ed Eli specchio della nostra società: ti vomitano maschilista, fatto di machismi.
siamo lì a farci gli occhi dolci finché non addosso di tutto. Penso con tristezza a Finora qual è il momento più alto della
sentiamo un rumore tremendo: era Mou sua carriera?
che sbatteva la testa sulla porta, voleva Di sicuro il gol in nazionale, al Lichten-
«NEL MIO
entrare, non riconosceva il nostro odore stein, nell’unica partita che ho giocato.
ed era infuriato. Abbiamo passato la notte AMBIENTE, I GAY Entro e segno subito: ho reso babbo e
in bianco, barricati dentro con il terrore SONO COSTRETTI mamma orgogliosi di me.
che Mou sfondasse la porta e ci caricasse. Lesione del legamento crociato an-
A NASCONDERSI»
Si diverte a giocare a calcio? teriore e del menisco esterno del gi-
Mmm… no. nocchio sinistro. Fa male solo a dirlo.
Lei scherza, vero? questi poveri ragazzi di colore che vengono Fine agosto, salto, metto il piede a terra,
Non mi diverto, dico sul serio. Si tratta a giocare da noi: ma che colpa ne hanno? sento un rumore forte e secco. Capita, non
di un lavoro, lo faccio meglio che posso Qual è l’insulto che l’ha ferita di più? ne faccio un dramma e non dico che sono
ma tutto finisce lì. Sono un tipo strano: a Quando mi davano del dopato dopo la sfortunato. Sto lavorando sodo, spero di
casa non guardo mai le partite alla tivù, squalifica: 40 giorni fermo per colpa di tornare a marzo. A giugno 2020 ci sono gli
troppa ansia, finisce che mi immedesimo uno spray nasale che compri in farmacia. Europei: avrò pochi mesi a disposizione,
e allora meglio lasciar perdere. Si parla di omosessualità nel calcio? voglio convincere Mancini a convocarmi.

9 8 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
STO RIE

Il suo Cagliari è la sorpresa della Serie


A. L’Europa è possibile?
È un momento bellissimo, è cambiata la
mentalità, si ragiona da grande squadra.
La qualificazione in Europa è un sogno
e sognare è un diritto.
Cosa la rende felice?
Mio figlio Giorgino quando lo aiuto a
camminare, gli faccio il bagnetto, gli can-
to le canzoncine. «Un cocomero tondo
tondo, che voleva essere il più forte del
mondo...». Ce l’ho in testa tutto il giorno,
ogni tanto parto e la ripeto da solo.
Legge?
Tengo sempre con me Il vecchio e il mare
di Hemingway. Mi ha insegnato che sei da
solo nella tua barca e ti devi arrangiare.
Che rapporto ha con i social?
Leggero. Di notte mi sveglio di colpo per-
ché mi viene in mente una cosa divertente,
il giorno dopo la scrivo.

«FINALMENTE
IL CAGLIARI
RAGIONA DA
GRANDE SQUADRA»

In cucina come se la cava?


Domanda di riserva? Diciamo che vado
matto per il “5 e 5” di Livorno, un panino
farcito con la torta di ceci. E che mi piace
il buon vino. Aggiungo anche che mi piace
essere un pochino brillo, avere quella sen-
sazione lì, di allegro stordimento. A casa
mia non manca mai nemmeno una bot-
tiglia di gin: non bevo mai da solo, però,
meglio in compagnia dopo una bella cena.
Come spende i soldi che guadagna?
Li investo. Non sono uno spendaccione.
L’ultimo acquisto è una coppola alla Pe-
aky Blinders, la mia serie tv preferita. Mi
sono concesso un solo lusso: la Porsche
911, tutta nera. La sognavo da ragazzo.
Cappotto
Ora ci spieghi: cosa significa essere
TA G L I AT O R E ,
un livornese di scoglio?
maglia D I K TAT ,
Il vero livornese al mare va sugli scogli,
pantaloni LARDINI
appunto, non sulla sabbia. Panino “5
Fashion Editor: Nicolò
e 5”, asciugamano, sole. La felicità sta
Andreoni. Grooming:
nelle cose semplici, no? È bello anche se
Roman Gasser using MAC
scomodo, in fondo come la vita: per stare
Cosmetics and Oribe
bene e goderti il sole un po’ devi soffrire,
Haircare Italia
io lo so bene.

1 0 0 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
L’Alto Adige cerca
talenti naturali.
L’Alto Adige cerca te.

Il regno delle Dolomiti da scoprire con gli sci.


Con piste sempre perfette, incastonate tra le vette maestose delle Dolomiti,
l’Alto Adige/Südtirol è la meta ideale per gli appassionati di sci. Vivi
un’esperienza unica, tra natura incontaminata e specialità culinarie locali.

suedtirol.info/inverno
F OTO D I P E T E R H A PA K , C O U R T E S Y U N I V E R S A L M U S I C
STO RIE

NELLO SPAZIO
E RITORNO
Quando un musicista californiano ha visioni felliniane,
colleziona cappelli, ha un’idea dello stile raffinata e
complessa, riesce ad attrarre Pharrell Williams, allora tutto
diventa chiaro: BECK è tornato. Con un disco che è un
viaggio nelle zone più remote di sé
Te s to d i A L B A S O L A R O

Beck fa una piroetta, poi un’altra, apre la suite di uno scintillante hotel milanese, dove
giacca del completo grigio per farsi ammirare il musicista californiano è ospite di Gucci, e
bene: «Sono abiti italiani, sono venuto fin qua parla un sacco, vuole sapere com’è la mostra
per procurarmi dei bellissimi abiti italiani». di Wes Anderson alla Fondazione Prada. Si
Lo dice sorridendo ma senza alcuna ironia, e toglie il cappello da mormone, ne possiede una
sembra quasi più un teenager ora che sta per quantità che neanche Imelda Marcos con le
compiere 50 anni (a luglio dell’anno prossimo) scarpe. Le cose sono decisamente cambiate.
e ha da poco pubblicato il quattordicesimo Alcune, perlomeno.
album, Hyperspace, che non nel ’94, quando «Incidere un album per me è come gira-
arrivò in Italia per promuovere Mellow Gold. re un film», comincia a raccontare. «È quel
Era il ragazzino di cui tutti parlavano perché tipo di processo creativo. Sono sempre stato
aveva inciso un pezzo intitolato Mtv Makes influenzato dai registi, amo P.T. Anderson, e
Me Want To Smoke Crack e poi Loser, uno dei Wes Anderson; se avessi fatto dei film sareb-
più grandi singoli di quel decennio. Ci eravamo bero stati simili ai loro. In fondo è merito di
incontrati a Roma sotto i portici di piazza mia madre. Quando ero piccolo mi portava «Il mio preferito, per quanto riguarda
Vittorio; aveva finito un’intervista radiofonica nei cineclub a vedere i lavori di Fellini, An- Fellini, è Giulietta degli spiriti», continua
ed era affamato. Siamo entrati in una tavola tonioni, Rossellini. Sono stati il mio primo a raccontare. «E anche l’episodio che aveva
calda, aveva ordinato una parmigiana. Parlava amore, Fellini soprattutto. La gente faticava girato in Boccaccio 70 (era Le tentazioni del
poco e aveva l’aria spaesata. Ora siamo nella a capire i miei primi dischi, “sono strani” mi dottor Antonio, con Peppino De Filippo bac-
dicevano, “succedono troppe cose contem- chettone che impazzisce per la fanciulla di
poraneamente”. Ma è quello che accade nei un enorme cartellone pubblicitario del latte,
film di Fellini. Un’intera orchestra di vita e di ndr). Ho fatto un’intera tournée con i costumi
umanità». Sua madre, Bibbe Hansen, è sta- ispirati a quella storia». Avrebbe anche voluto
ta un’artista e attrice della Factory di Andy portarsi dei robot sul palco per il tour di The
Warhol; il padre è il musicista canadese David Information ma era troppo costoso così alla
Beck, 49 anni. Hyperspace Campbell, adepto di Scientology, come Beck fine ha optato per dei burattini.
è il suo quattordicesimo del resto. Fino a un po’ di anni fa ne parlava Malgrado il titolo lo possa far pensare,
album in studio, appena ma ora si è stufato, chi lo intervista è avvisato: Hyperspace, il nuovo album, non ha nulla di
uscito su etichetta non nominare la setta di Ron Hubbard se non fantascientifico; musicalmente è un bel mix di
Capitol Records vuoi che si alzi e se ne vada. sintetizzatori, pop, languori, invenzioni, ombre.

G Q I TA L I A . I T DICEMBRE 2019 / 1 0 3
STO RIE

E se fosse un film? Beck si aggiusta sulla sedia: nella parte di East Los Angeles dove nessuno visto Nick Cave in concerto nell’85 ho pensato
«Sarebbe un film moderno, una storia di vita si avventura volentieri; ha lasciato scuola per che fosse l’uomo più elegante della terra. Bob
quotidiana. Che parla di fuga dalla realtà di andare a New York a familiarizzare con quello Dylan aveva stile, e Mick Jagger, anche se lui
tutti i giorni, l’iperspazio in questo caso non che restava della scena punk, poi è tornato a è sempre stato più bravo a spogliarsi che a ve-
sono le galassie ma è uno spazio interiore; il LA per fare i suoi dischi. È il tipo di musicista stirsi». E oggi? «Matt Shultz, il leader dei Cage
luogo dove tutti fuggiamo, ciascuno a modo che tutti rispettano, probabilmente perché ha The Elephant. Abbiamo fatto un tour insieme,
suo. C’è chi lo fa con il sesso; chi con le droghe; sempre fatto le cose a modo suo. «Il bello è quel ragazzo ha un guardaroba sorprendente».
per qualcuno è il cibo, per altri è il denaro; ma- che questo doveva essere un anno sabbatico; Siamo talmente abituati a farci sorprendere da
gari l’auto di lusso o i vestiti che ti sei comprato ero esausto. Poi è arrivata la prima canzo-
quella settimana. Ogni canzone racconta un ne, Uneventful Days, e ho capito che lì c’era
« I P E R S PA Z I O , N O N
modo diverso di superare le paure, i dolori, un album che poteva nascere. Come quando
i segreti. Conosco persone che si sentono a cambi casa, sei nel tuo nuovo appartamento COME GALASSIE
posto solo quando vanno in moto, o con un e tutto quello che c’è è il letto e una sedia, ma MA COME
certo taglio di capelli; senza quello vanno in è quanto ti serve per ricominciare».
LUOGO INTERIORE
crisi, si sentono delle nullità, non vogliono Un’altra cosa bella di Beck è che adora
neanche farsi vedere». Siamo tutti insicuri. «Sì, collaborare con gli altri. In Hyperspace ci sono DOVE FUGGIRE»
ma lo dico con amore, non sto giudicando. È ospiti di rango (Chris Martin dei Coldplay,
quello che anche Fellini faceva; mostrare che Sky Ferreira), soprattutto c’è un complice Beck, che è difficile immaginare cosa possa
grande circo è la vita. Assurdo, a volte triste, con cui sognava da tanto di lavorare. «Erano sorprendere lui. «Nella musica? Rosalia. Ha
strano e bellissimo». almeno sei anni che cercavo di fare un disco fatto del flamenco qualcosa di completamente
La sua vita è stata intensa, è cresciuto con Pharrell Williams, ogni volta succedeva nuovo. Oggi non è difficile sorprendersi, c’è
qualcosa. Pharrell è un motore creativo paz- così tanta musica. Per i miei figli (Cosimo e
zesco. È un minimalista, ma un minimalista Tuesday, 12 e 15 anni, ndr) è vecchio un di-
esuberante. La leggerezza e l’ottimismo che sco uscito l’anno scorso, ma io vengo da un
F O T O C I T I Z E N K A N E WA Y N E

mette nella musica, per me è così difficile da mondo dove un nuovo paio di scarpe ti doveva
Il nuovo album segue ottenere e invece per lui è la cosa più naturale durare almeno due anni. E quando entravi
Colors, del 2017, vincitore del mondo». Oltre alla musica li unisce anche nel negozio di dischi dovevi riflettere bene su
del Best Alternative Music la passione per i cappelli voluminosi. Allora come spendere i tuoi soldi: prendo gli Smiths?
Album e del Best parliamo di stile. «David Bowie, per me lo stile O il nuovo dei Sonic Youth? I miei ragazzi ora
Engineered Album è David Bowie. E Marcello Mastroianni. Mi seguono quello che piace anche ai loro amici:
ai Grammy piaceva come vestivano i Clash, e quando ho per me una cosa del genere era impensabile».

1 0 4 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
STO RIE

PREGIUDIZIO
ORGOGLIO
e

1 0 6 / DICEMBRE 2019
La stazione di Torneham,
in Svezia. Lo scorso anno
nel Paese il 23 per cento
della popolazione ha
rinunciato all’aereo per
ragioni ecologiche. Le
ferrovie hanno incassato
un aumento dell’otto per
cento sulle tratte nazionali
STO RIE

L’ondata ambientalista
promossa da Greta
Thunberg ha colpito il Nord
Europa, dove sempre più
persone scelgono il treno
invece dell’aereo. L’esperienza
merita un viaggio di GQ di
tremila chilometri su rotaia
tra Svezia e Norvegia

Te s to d i M A R Z I O G . M I A N
F o to d i M A S S I M O D I N O N N O

ecco, più o meno all’altezza del confine


tra Norvegia e Svezia, come se avessimo
pigiato su un telecomando, l’inverno arti-
co, avvolto nel suo mistero selvaggio. Nel
caldo della carrozza era calato il silenzio,
anche navigati avventurieri attrezzati per
il fine settimana into the wild osservavano
attoniti: s’era innescato tra noi quello che
Thomas Mann chiama “winterlust”, lo
struggimento dell’incanto invernale. Era
il giro di boa del nostro viaggio da Oslo
a Stoccolma, lo zenit ferroviario d’Eu-
ropa: qui la bellezza sconvolgente della
natura sembra celebrare la sfida dell’uo-
mo nel Grande Nord, quell’epopea – de-
gna del Klondike americano – che portò
cinquemila uomini e donne a costruire
la Ofotbanen, la linea ferroviaria più a
settentrione del continente, inaugurata nel
1902 per collegare le miniere di ferro di
Kiruna, nella Lapponia svedese, al porto
È stato dopo una breve galleria, mentre Protezioni contro frane
dell’Ofotfjorden a Narvik, allora quattro
bordeggiavamo lentamente il costone della e slavine sul tratto
baracche di pescatori di merluzzo, oggi
montagna: improvvisamente il mondo si di ferrovia al confine tra
una delle più dinamiche e ospitali città
è presentato in bianco e nero, la neve che Norvegia e Svezia. In
norvegesi. Eravamo dunque al culmine
turbinava, quella polverizzata al passaggio alto: stazione di Kiruna,
geografico ed estetico della nostra scarroz-
del treno, la coltre che copriva la valle la- nella Lapponia svedese
zata di tremila chilometri per sperimentare
sciando nude, e come incise su una lastra,
la nuova, prorompente giovinezza del treno
striature di roccia scurissima sulle sommità
in Svezia e Norvegia.
calve di un paesaggio ormai polare, e poi la
Tutto è iniziato con la contraerea
lingua nelle sfumature ghisa e piombo del
del movimento “flygskam”, “vergogna
Rombaksfjord là sotto oltre il crepaccio.
di volare”. Tra i fondatori, a Stoccolma,
Avevamo lasciato da poco Narvik, con
Malena Ernman, mezzosoprano e mam-
le case rosso mattone o senape, i fabbri-
ma di Greta Thunberg, che per andare
cati modernissimi dai colori pastello, ed
a pronunciare il suo j’accuse all’Onu ha

1 0 8 / DICEMBRE 2019
Sopra: il fiordo di
attraversato l’Atlantico su uno yacht a vela.
Ofotfjorden nella contea
Una sorta di boicottaggio degli aerei, re-
norvegese di Nordland,
sponsabili di produrre tra il 2 e il 3 per
il tratto di ferrovia più
cento delle emissioni di CO2 nell’atmosfera
a nord d’Europa. A fianco:
e il 12 per cento di tutte quelle generate dai
il controllore norvegese
mezzi di trasporto nel mondo. L’alterna-
Øystein Lillegaard.
tiva principale è il treno: ogni passeggero
Da 45 anni lavora sulla
che decolla produce 285 grammi di CO2
tratta tra Trondheim
al chilometro, contro i 14 grammi di chi
e Bodø, che attraversa
viaggia sui binari. Così che nell’ultimo
il Circolo polare artico
anno in Svezia, secondo il WWF, il 23
per cento della popolazione ha rinuncia-
to all’aereo e i dieci principali aeroporti
del Paese segnalano un calo dei biglietti
dell’otto per cento in sei mesi; mentre le
ferrovie incassano un aumento di quasi il compenso un solo cellulare ha squillato è accaduto con le auto elettriche».
nove per cento sulle tratte nazionali. durante le 40 ore di ferrovia attraverso i Dopo Dombås la luce è già tenue e
«Noi norvegesi preferiamo parlare di due Paesi. Piuttosto si nota il piacere di la campagna già bianca, il treno punta
orgoglio del treno più che di vergogna di riscoprire la conversazione tra umani. a nord come un segugio che sente odore
volare», dice Johanne Meyer nel quartier Con noi ci sono Kristoffer Carlin, re- di natura selvaggia. Nella carrozza-nido
generale del gruppo pubblico VY a Oslo. gista di 48 anni, ed Elisabeth Frost, di 22, i piccoli gattonano in un ampio spazio
Racconta che l’aumento di passeggeri nel laureanda in Sociologia: sono entrambi giochi, e i genitori sembrano godersi una
2019 è stato intorno al tre per cento e che diretti a Bodø, avrebbero potuto volarci vacanza, riposano accampati tra passeg-
stanno investendo su otto nuovi convo- in 75 minuti, invece si sobbarcano 16 ore gini attrezzati come fuoristrada, nell’aria
gli-letto, nelle combinazioni treno-ferry di treno con cambio a Trondheim. «Sto odore di borotalco e di pizza. Solo il giorno
lungo la costa e treno-auto elettriche nelle promuovendo il mio ultimo documenta- dopo, quando riprendiamo il viaggio da
città. Il tempo di curiosare nel cantiere rio e viaggerò per lo più in treno», dice Trondheim, il paesaggio comincia a fare
del Museo Munch che aprirà a Oslo la Kristoffer. «Solo un anno fa non ci avrei sul serio, il treno sfiora cascate possenti
prossima primavera – uno degli eventi cul- pensato. Ma ora sento che è la cosa giusta e penetra un susseguirsi di tormente di
turali e architettonici mondiali del 2020 da fare. E poi ho capito il trucco: il treno neve, alla foresta è subentrata la taiga. La
– e ci troviamo con il naso appiccicato al mi regala tempo anziché rubarmelo». Eli- nostra guida è ora Øystein Lillegaard, il
finestrino mentre scorre lo spettacolo del sabeth si lamenta che non si fanno sconti train manager, che percorre questa linea
lago Mjøsa e poi la valle di Lillehammer. per studenti, come accade con gli aerei: da 45 anni. Elegante, la barba curata come
Una delle prime sorprese in carrozza è che «Noi norvegesi siamo pratici, per non dire un ammiraglio, Øystein è one man show
sono pochi quelli che leggono libri, ma in tirchi, abbiamo bisogno d’incentivi, come (la stessa cosa accadrà con i suoi omologhi

G Q I TA L I A . I T DICEMBRE 2019 / 1 0 9
Jimmy Dubèt
e Felicia Wibe con
i loro figli sul treno
da Sundsvall
a Stoccolma

svedesi): serve al bar, aiuta le mamme con


le carrozzine, esce nel gelo a consegnare
la colazione al macchinista isolato sulla
motrice, passa per i vagoni a raccattare
plastiche e cartacce, trova il tempo per
alimentare con i suoi racconti la nostra
emozione al passaggio del Circolo polare
artico nella regione di Salten, un plateau
che si estende fino a Bodø, regno dei Sami
e delle loro mandrie di renne, ma anche di
alci, buoi muschiati e aquile che planano
quasi a voler artigliare quelli che curiosano
al finestrino. «Nell’ultimo anno direi che
i passeggeri sono raddoppiati. Viaggiare
senza sentirsi in colpa appaga», dice.
Nel Nordland, a Bodø, visitiamo
l’impressionante Saltstraumen, uno dei meno 25 gradi – si chiama Michael Lars- di ferro, le più grandi d’Europa, estrazioni
maggiori gorghi del mondo, provocato son. Racconta degli hipster che da Stoccol- che valgono un miliardo di euro all’anno.
dalle maree che quattro volte al giorno ma arrivano per fare heliski a Bikskräns- Tutta la città sarà rimossa in un’area si-
generano il travaso tra il fiordo e l’oceano er, dei giapponesi e cinesi che salgono cura nell’arco di un triennio, i fabbricati
e viceversa, una lezione di filosofia outdoor ad Abisko, ritenuta la capitale mondiale di pregio smontati e rimontati.
per ridimensionare le nostre presunzioni dell’aurora boreale: «Prima viaggiavano in Quando inizia, la foresta sembra non
umane. Saliamo quindi più a nord, il cielo aereo, ora fanno fatica a trovare posti su finire più, un paesaggio che ci accompa-
sopra Narvik è rosso, quasi a evocare quel questo treno», dice. Vediamo alci e renne. gnerà per due giorni quasi fino a Stoccol-
9 aprile del 1940, quando nell’Ofotfjorden Nonostante le reti protettive accade che ma. A Boden, 20 mila abitanti, facciamo
deflagrò una delle più devastanti batta- con la neve alta i poveri animali scelgano tappa per scoprire come una città-bunker,
glie navali della Seconda guerra mondiale. i binari per i loro spostamenti e Michael, roccaforte delle forze di difesa svedesi du-
Un’esperienza che il Museo della Guerra con uno sguardo pietoso, lascia intuirne rante la Guerra fredda, sia diventata la
inaugurato nel 2016 ricostruisce in modo le conseguenze. A Kiruna scendono una mecca degli adepti della wilderness, e non
intrigante, suscitando domande più che cinquantina di ragazzi impegnati in un a caso è in questa regione che si trovano
offrendo verità storiche. torneo di pallamano, e salgono studenti realtà come quella del Treehotel, alloggi di
Il macchinista che ci ospita per un trat- tedeschi reduci da sei mesi di master sul design sospesi nella vegetazione boreale.
to sul locomotore mentre attraversiamo la cambiamento climatico nell’Artico. Il treno Anche qui si arrivava in aereo da Stoc-
Lapponia svedese verso Kiruna – qui il pa- compie un’ampia deviazione, perché il ter- colma, ma ora solo uno svedese blasfemo
esaggio è pre-russo e la media invernale di reno sta collassando a causa delle miniere oserebbe imbarcare gli sci. Jimmy e Felicia,
nostri vicini sul treno per Stoccolma, con-
fessano sottovoce che a Natale andranno
in Vietnam: «Non posteremo foto, però:
nemmeno i nostri parenti, nell’era di “fly-
gskam” e di Greta, risponderebbero con
un wow!», dice Felicia. Volare sta quasi
diventando un tabù inconfessabile, tanto
che nel nuovo lessico ecologico-sociale c’è
un termine che descrive il loro dramma,
“smygflyga”, “volare in segreto”. Ma noi
non lo diremo a nessuno.

Miniere di ferro vicino a Kiruna,


la più grande città mineraria d’Europa
relativa a questo metallo. Il viaggio di 40 ore
su rotaia dei due inviati di GQ ha prodotto
84 kg di CO2. In aereo sarebbero stati 1.710

1 1 0 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
In un teatro di neve la musica
degli strumenti di ghiaccio
GQ PER CUPRA

Puntare alla
VETTA
Spingersi fuori
dai percorsi segnati,
respirare la libertà
e scegliere
l’eccellenza per vivere
momenti unici.
Con CUPRA Ateca si può

Luca Vezil, 28 anni,


influencer con la passione
per gli sport all’aria aperta,
alla guida della Cupra Ateca
nella versione Blu Energy
Sulle strade che si snodano lungo i pendii innevati,
CUPRA Ateca nella vitaminica versione Blu Energy
guidata da Luca Vezil si esprime in tutta la sua grin-
ta sportiva. Il Suv con motore 2.0 TSI con cambio
automatico DSG e trazione integrale 4Drive nelle
mani dell’influencer genovese classe 1991 mostra
tutta la potenza delle sue prestazioni. Appassionato
di velocità e freeride, Luca guida calibrando tutti i
300 cavalli, utilizzando la speciale funzione Snow
scelta tra le sei che caratterizzano il selettore driving
experience. Uno stile giovane, scattante, grintoso,
ma anche sicuro, proprio come la sua auto. Con
CUPRA Ateca può andare dove vuole, sfidare gli
elementi o semplicemente godersi il paesaggio. Il
comfort interno è garantito dall’abitacolo spazioso
e dagli avvolgenti sedili supersportivi in Alcantara,
un materiale di qualità superiore che offre al tatto
sensazioni esclusive. A garantire stabilità e tenuta
di strada, i pneumatici con cerchi in lega da 19” con
prestazioni superiori grazie ai freni Brembo, insieme
ai Fari Full LED con regolazione automatica del fa-
scio luminoso, per assicurare le migliori condizioni
su qualsiasi percorso. L’assetto sportivo si ritrova
nelle linee aerodinamiche, nella mascherina frontale
a griglia e nel poker di terminali di scarico. Piacevole
e facile da guidare anche grazie al Virtual Cockpit, lo
schermo LCD da 10,2" che permette di avere tutto

sotto controllo senza mai dover distogliere lo sguardo


dalla strada. Prestazioni ed estetica si fondono al
meglio e rendono CUPRA Ateca la vettura perfetta
per seguire la propria via senza limitazioni, sia che
si tratti di paesini innevati che metropoli trafficate.

Dall'alto, giubbotto MOORER, jeans GANT,


stivaletti CAR SHOE; giubbotto MOORER,
dolcevita LARDINI. Nella pagina accanto, parka
MOOSE KNUCKLES, dolcevita LARDINI,
pantaloni da sci VIST, casco e maschera SMITH
by Safilo, guanti LEVEL. In tutto il servizio portasci
THULE e snowboard DRAKE
www.brimarts.it
MODA
I L FA S H I O N S H O OT I N G D E L M E S E

Per entrambi:
smoking,
camicia e papillon
DIOR, orologio
BAUME
& MERCIER
F OTO D I M A R K P I L L A I

L E N U O V E I N T E R P R E TA Z I O N I D E L C O M P L E T O D A S E R A .
PER UOMINI DAL GUSTO CLASSICO IN VIA DI EVOLUZIONE
Da sinistra a destra:
smoking, camicia
e papillon
ALESSANDRO
GILLES, scarpe
MORESCHI;
smoking, camicia
e papillon
CORNELIANI, scarpe
TOD’S, orologio
BAUME & MERCIER;
cappotto, smoking,
camicia e papillon
CANALI, scarpe
CHURCH’S

NIGHT
CLUBBING
Foto di
Mark Pillai
Servizio di
Nik Piras
Parka, abito e camicia F E N D I , papillon D I O R
Giacche E T R O ,
camicia e papillon
CORNELIANI,
orologio B A U M E
& MERCIER
Da sinistra a destra:
smoking, camicia
e papillon L E B O L E ;
smoking, camicia
e papillon B O G G I
MILANO
Gilet B O G G I
MILANO, parka
SEALUP,
camicia P A U L
SMITH, pantaloni
BERWICH, sandali
BIRKENSTOCK
X RANDOM
IDENTITIES,
calze R E D , cappello
NEW ERA
Smoking, camicia e papillon B R U N E L L O CUCINELLI
Giacca e camicia
GUCCI,
papillon D I O R
Cappotto, smoking
camicia e papillon
TA G L I AT O R E
Smoking, camicia e papillon D O L C E & G A B B A N A
Smoking, camicia e papillon B O S S
Giacca S A R T O R I A
L AT O R R E ,
camicia X A C U S ,
papillon B O G G I
MILANO
Da sinistra a destra:
camicia, pantaloni
e cintura S A I N T
LAURENT
BY ANTHONY
VA C C A R E L L O ,
orologio BAUME
& MERCIER;
smoking, camicia
e papillon S A I N T
LAURENT
BY ANTHONY
VA C C A R E L L O
Smoking L U I G I
BIANCHI
M A N T O VA , camicia
XACUS, papillon
CORNELIANI,
scarpe T O D ’ S ,
orologio
BAUME&MERCIER.
Nella pagina accanto:
smoking, camicia
e papillon G I O R G I O
ARMANI, scarpe
TOD’S, orologio
BAUME
& MERCIER

Fashion Editor: Nicolò


Andreoni.
Grooming: Massimo
Gamba @Atomo.
Modelli: Ruben Pol @
Elite, Josef Ptacek @
Fashion, Tom Rey @
Special Management.
Casting Director:
Caroline Mauger.
Fashion Market Editor:
Michele Viola
Location: Anticamera
Location Agency
WARDROBE
I PERSONAGGI DI STILE E GLI ESSENZIALI DEL GUARDAROBA

Cappotto in gabardina
e pelle, maglia a collo
alto in tessuto tecnico,
pantaloni in lana
compatta e stivali
in pelle B O T T E G A
V E N E TA
F OTO D I J O H A N S A N D B E RG

B O T T E G A V E N E TA P R E S P R I N G 2 0 2 0 I N T E R P R E TATA D A O L M O S C H N A B E L .
E I L R A C C O N T O D E L L A S A R T O R I A L I TÀ D I D O L C E &G A B B A N A E D I O R M E N
OLMO SCHNABEL
WARD RO BE

Foto di
Johan Sandberg
Servizio di
Nik Piras
Olmo Schnabel
è uno dei sei figli avuti
da Julian, artista
e regista, con tre donne
diverse. I più grandi
sono tutti impegnati
nel settore dell’arte

Cappotto in tela
di cotone, maglia
e pantaloni in tessuto
tecnico, stivali in pelle
e duffle bag in pelle
di vitello B O T T E G A
V E N E TA . Nella pagina
accanto: cappotto
in gabardina
e pelle, maglia a collo
alto in tessuto tecnico
B O T T E G A V E N E TA
Olmo, nato a New York
da Julian Schnabel
e dall’attrice Olatz
López Garmendia,
ha un gemello, Cy.
Con l’amico Grear
Patterson ha fondato
la casa di produzione
ROD3O per realizzare
contenuti per
la generazione Z

Trench in nylon
e cotone, maglia a collo
alto in tessuto tecnico,
pantaloni in gabardina
di lana, stivali
in pelle B O T T E G A
V E N E TA . Nella pagina
precedente, trench
in pelle, giacca
e pantaloni in cashmere
e maglia a collo alto
in tessuto tecnico
B O T T E G A V E N E TA
WARD RO BE

L’ISTINTO DI FAMIGLIA
Olmo Schnabel, la lezione del padre Julian
e il futuro nell’era di Trump: è l’America
ammessa all’ultima Mostra di Venezia
Te s to d i C R I S T I N A D ‘A N TO N I O

Dice che è imbarazzante, e triste, che il modo di lavorare con gli altri? Anche i personaggi del film sono alla
volto dell’America sia quello di Donald Che il segreto è fare attenzione: lui è in ricerca di uno scopo.
Trump, e che il Paese non creda più a un cima alla piramide, ma dà sempre ascolto Loro si trovano in quella fase dell’esisten-
futuro di possibilità. Olmo Schnabel, figlio a chi sta sotto. E poi, essendo un meticolo- za in cui tutto è dubbio, in bilico: la scelta
di Julian, l’artista e regista, con il quale ha so, si prende la briga di ricontrollare ogni stupida del singolo condiziona il grup-
lavorato sul set di Van Gogh - Sulla soglia cosa due volte. Il suo obiettivo è creare po, una tragedia toglie loro ogni ragione
dell’eternità, ha 25 anni ed è il produttore un’arte che abbia un impatto sulla gente: per continuare. Conosco la sensazione
dell’unico film statunitense accettato nel- alla fine, se il pubblico apprezza, vuol dire di perdere qualcuno nella vita: a me è
la sezione Orizzonti dell’ultima Mostra del che ti sei impegnato per il motivo giusto. successo con mio cugino Nicholas e con
cinema di Venezia: Giants Being Lonely, il mio amico Kay. Forse, se avessero ca-
realizzato con l’amico Grear Patterson. E lei invece cosa gli insegna? pito che si può andare avanti, sarebbero
Una storia sui disagi e le difficoltà dei te- Chi è suo figlio Olmo: lo faccio con tutta la ancora qui. La vita non è stata concepita
enager che sopravvivono ai margini della trasparenza possibile, senza nascondere per essere semplice e sono le difficoltà
periferia americana, senza un lieto fine. la mia fragilità, e ci riesco perché so di che ti rendono più forte e consapevole,
essere in un ambiente protetto. non c’è altra via. Ma quando ne esci, lo fai
Leggendo degli Schnabel si capisce con una prospettiva diversa che, chissà,
che la famiglia è la partenza di tutto: È un modello che le piace replicare? può anche avvicinarti alla felicità.
come è stato crescere così? Direi che l’ho fatto: il mio primo film nasce
È vero, siamo sei fratelli e sorelle, molto tra amici, l’attrice protagonista è stata la Con Grear Patterson avete fondato
legati fra di noi, con tre madri diverse e un mia prima fidanzata, il cinematografo è la ROD3O: la definite una compagnia
padre che ci ha sempre coinvolti nelle sue quello della mia infanzia. È stato come di produzione di contenuti di qualità
cose e che ha cercato di essere presente fare un viaggio in famiglia nel North Ca- per la generazione Z. E cioè?
nelle nostre. Quando ha capito che ero rolina. Con Grear ci conosciamo da 10 In America film e telefilm continuano a
interessato al cinema, per esempio, mi ha anni: quando mi ha mandato il copione riprodurre un modello di gioventù che ha
chiamato a lavorare con lui sulla storia lavoravo come art dealer, a Los Angeles. come scopo di vita i social media. Ecco,
di Van Gogh: voleva darmi un imprinting, Era un periodo in cui mi sentivo molto credo sia il momento di prendere i ragazzi
fare in modo che mi sentissi a mio agio sul solo e confuso riguardo al futuro: potevo un po’ più sul serio e di osservare le loro
set; se sono qui a parlarne è perché ci è restare dov’ero, o cogliere l’occasione, e emozioni: sono persone che si sforzano
riuscito, e gliene sono grato. che andasse come doveva andare. Vo- di stare al mondo, che confondono la
glio tenere quella sensazione dentro di propria vulnerabilità con la debolezza.
Quanto è importante per lei sentirsi me, per ripartire da lì ogni volta che mi Parlare di sentimenti: credo sia questa,
parte di qualcosa? troverò a fare una scelta. oggi, la chiave.
Molto, perché è così che ci ha abituati
nostro padre: ci ha sempre chiesto la no- La solitudine: è un tema importante Tornando agli Stati Uniti: quali sono
stra opinione, anche davanti ai quadri che per la sua generazione? le storie che ha senso raccontare?
dipingeva a Montauk (la casa di famiglia Lo è, specie quando sei giovane, ma anche Quelle che ci ricordano che esiste la pos-
negli Hamptons, la spiaggia dell’élite quando sei vecchio. Tutti attraversiamo sibilità di un cambiamento: agli americani
newyorkese, ndr). Con lui ho capito che quel buio che ti avvolge quando non sai è stato tolto il sogno, non hanno più una
per sentirsi particella di un tutto bisogna bene chi sei o quali sono i motivi che ti visione. Invece dovrebbero ancora de-
anche sapersi circondare di persone sulle fanno sentire così. Io sono fortunato, per- siderare di costruire un futuro migliore,
quali sai di poter contare. ché ho delle persone con cui condividere più sicuro per tutti: dovrebbero sentirsi
i pensieri che sento potrebbero farmi del cittadini del mondo, invece di difendere
Cosa ha imparato invece dal suo male, senza provare vergogna. il loro asfittico cortiletto.

1 3 8 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
Olmo Schnabel,
25 anni, produttore
di Giants Being Lonely
dell’amico Grear
Patterson, unico film Usa
nella sezione Orizzonti
di Venezia 76

Abito in flanella
di cashmere, maglia
a collo alto in tessuto
tecnico B O T T E G A
V E N E TA

Fashion Editor:
Nicolò Andreoni.
Grooming:
Daniele Falzone using
Redken Brews
Ourplay @Atomo

Romolo in Il primo re
di Matteo Rovere, Alessio
Lapice ha passato
il testimone per Romulus,
la serie tv (produzione Sky)
in protolatino
che prosegue il racconto
sulla nascita di Roma

Bomber e pantaloni
TA G L I AT O R E ,
camicia P E N C E 1979,
orologio B V L G A R I
modello Octo Roma

Fashion Editor:
Nicolò Andreoni.
Grooming:
Simone Prusso @ Atomo
Management
Fashion Market
Consultant:
Michele Viola
Qui e nella
pagina accanto:
un’immagine
di backstage
e della sfilata
della collezione
Fatto a Mano
(A/I 2019-20),
presentata
a Milano
nell’headquarters
in viale Piave di
Dolce&Gabbana

L A C O L L E Z I O N E S A RTO R I A L E / 1 Le asole, i risvolti, i profili, le sciancrature. Domenico Dolce, quelle mani da grande, che
Silenziosa la mano corre lungo il tessuto ancora tagliano, appuntano, confezionano, se chiude
CON QUESTE sdraiato sul tavolo da lavoro e comincia ad gli occhi. «Ho imparato tutto osservandolo e
animarlo. Gesti sicuri, veloci, inviolabili, che ascoltandolo. La sartoria è il mio mondo da
MANI si ripetono solenni come la recita di un rosario. sempre, sono cresciuto tra tessuti, scampoli
«Con questa collezione vogliamo raccontare e cartamodelli. Ho disegnato e cucito i primi
L’eleganza artigiana del “Fatto l’arte nobile del fare con le mani, del tocco pantaloni all’età di sei anni!», racconta.
a Mano” di Dolce&Gabbana umano. Senza manualità agli abiti manche- Poi Milano, via Santa Cecilia, 1985. I due
rebbe la forma, la qualità, la sostanza. Le mani fashion designer muovono i primi passi nel
interpreta l’eleganza giovanile custodiscono segreti che non possono essere mondo della moda, e subito pensano di dotarsi
raccontati a parole» spiega Stefano Gabbana. di una sartoria; due-tre persone che in breve
Testo di E L I S A B E T TA C A P R O T T I La collezione in questione, per questo autun- tempo si moltiplicano fino a diventare il fio-
no-inverno, è la prima (e per ora unica) consa- re all’occhiello della maison. Oggi i sessanta
crata all’arte del “Fatto a Mano”. I due stilisti outfit creati per "Fatto a Mano"fondono le
si sono spogliati di ogni forma di eccentricità radici sartoriali della tradizione siciliana con
compositiva, gridata, ostentata, per sussurrare un’eleganza effortless, un’estetica contempo-
cos’è l’essenza della sartorialità maschile. Quasi ranea dove anche la scelta del colore diventa
un atto di fede, e una promessa di amore eter- un segno distintivo. Ogni capo, dal bomber in
no, senza riserve, che ci riporta alle origini. A cashmere alla giacca sportiva, dal cappotto
quell’emporio di Polizzi Generosa, in Sicilia, con collo di pelliccia al maglione intrecciato,
in cui negli Anni 60, un bambino guardava si distingue per il dettaglio, la proporzione,
rapito suo padre lavorare. E ancora le vede il volume ed è intriso di quella passione per

1 4 0 / DICEMBRE 2019
WARD RO BE

l’artigianalità che trasmette chi ha realiz-


zato ogni singolo pezzo. «Lo stile è pulito
ed essenziale, ma allo stesso tempo ha una
forte personalità, è pensato per far conoscere
ai più giovani la bellezza del sartoriale». Si
alternano cappotti cammello con martingala,
doppiopetto bordati in pelle di montone, pul-
lover tricot in cachemire, giacche e pantaloni
in velluto che raccontano un rigore fedele ai
codici dell’eleganza autentica, appassionata.
«Abbiamo puntato tutto sui dettagli, sulla
dedizione e sullo stile. Grazie a proporzioni
impeccabili e tessuti di prima qualità, questi
elementi si fondono con strutture leggere che
fanno stare bene, danno comfort e sicurez-
za» spiegano i fashion designer, «vorremmo
trasferire alle nuove generazioni l’amore per
l’Italia, il suo stile di vita, un sentimento, un
insieme di valori positivi. Le cose belle devono
essere portate avanti. A ogni nuova stagione
esploriamo vie nuove, tornando poi sempre
a rifugiarci nel classico».

G Q I TA L I A . I T DICEMBRE 2019 / 1 4 1
L A C O L L E Z I O N E S A RTO R I A L E / 2 In queste foto,

TAGLIO OBLIQUO alcuni momenti


della lavorazione
della collezione
Testo di P A O L A M O N TA N A R O
tailoring
A/I 2019-20
di Dior Men.
Tutti gli abiti
La moda formale maschile è in crisi? della collezione
Niente affatto. Lyst, la più grande piattaforma hanno,
di global fashion, l’ha inserita tra i maggiori tra i dettagli,
trend di stagione, complice il diffondersi di un’asola
un nuovo modo di intendere il guardaroba, cucita a mano
non più così rigido e impostato, ma più di- sul risvolto
versificato, dove il formale dialoga con lo
street e lo sporstwear.
A interpretare e soddisfare quella che
ormai sembra essere diventata un’esigenza
per l’uomo contemporaneo ci pensano anche
le grandi maison di moda. Come Dior che, da
quando ha nominato Kim Jones (marzo 2018)
alla guida del suo menswear, sta letteralmente
cambiando le regole del gioco. Nella mente
del designer inglese c’è sempre un omaggio a
Monsieur Dior stesso, ma gli archivi sono il La fodera delle
punto di partenza, il resto è contemporaneo, giacche riporta
legato a quello che è rilevante oggi. il monogramma
«Eleganza e sartoria sono per me fon- CD tratto
damentali. Se indossi un abito Dior, puoi dall’archivio
essere elegante con una base sartoriale, così della maison

1 4 2 / DICEMBRE 2019
WARD RO BE

come con un look sportivo ma con finiture


couture», spiega Jones. Il punto è rendere il
sartoriale un qualcosa di non troppo solenne,
da non far paura ai giovani. «Ho mantenuto
gli aspetti sartoriali di Dior che sono una
parte importante del business, ma li ho resi
più contemporanei e un po’ più rilassati al
tempo stesso», aggiunge il direttore creativo
della maison. «Non volevo necessariamente
realizzare abiti che le persone indossano per
lavorare, ma capi di design che gli uomini
vorrebbero indossare per lavorare». Da qui
le nuove proporzioni: i fianchi dei pantaloni
diventano più alti, i risvolti e i colletti delle
camicie più generosi. Alle silhouette viene
data una fresca fluidità, un senso di grazia
ariosa. Il classico abito monopetto rimane
una costante, con le sue caratteristiche strut-
turate e i dettagli cuciti a mano, mentre la
fodera porta ora il monogramma CD in jac-
quard, tratto dall’archivio dell’abbigliamento Kim Jones,
maschile Dior. direttore creativo
Lo stesso vale nella gamma formale nelle di Dior Men,
varianti monopetto, doppiopetto e tuxedo. ha interpretato il
Da qui nasce il Tailleur Oblique che, dopo il Tailleur Oblique
debutto nella collezione estiva, torna in quella declinandolo con
invernale in una varietà di tessuti sartoriali. lo stile moderno
I pantaloni hanno un taglio più snello, con e virtuoso
vita leggermente più alta senza cintura, fis- del tailoring 
sati con regolatori laterali. Un riferimento al della maison.
passato ancora attuale. dior.com

G Q I TA L I A . I T DICEMBRE 2019 / 1 4 3
PASSIONI
FA R E , G U S TA R E , C O M P R A R E : O G N I M E S E L A S E L E Z I O N E D I G Q

L’evoluzione dello sport fai da te. La nuova Technogym Bike si collega in streaming alle classi di indoor-cycling nei
migliori fitness studios del mondo, per allenarsi a casa in modo professionale (29 euro al mese per l’abbonamento
alle classi Revolution, 34 euro per le 1Rebel, 42 per l’accesso a tutti i contenuti). Prezzo: 2.950 €, technogym.com

P146 P152 P156


TIME, SPORT, MOTORS,
P158 P162 P164
BEAUTY, TASTE, TRAVEL
TIME

La sapienza
artigianale
e la precisione
delle macchine
si fondono per
la realizzazione
del Kalpagraphe
nero. Prezzo:
circa 17.300 €

LA MAISON Frutto dell’incontro tra il grande ma-


estro orologiaio e la fondazione Sandoz,
L’ATTITUDINE questo gioiellino del saper fare orologiero è
oggi guidato da un italiano, Davide Traxler.
A CONDIVIDERE «La nostra fabbrica produce quadranti per
le più belle aziende del settore», racconta.
La scelta controcorrente «Le nostre spirali sono comprate dalle più
importanti manifatture integrate, i nostri
di Parmigiani Fleurier componenti sono negli orologi dei concor-
Testo di M I C O L B O Z I N O R E S M I N I

DESIGN
La cassa in acciaio nero è abbinata
a un quadrante in zaffiro grigio

Guardate l’orologio al centro della pagi-


na. Se siete amanti delle lancette non vi può
CALIBRO
sfuggire un particolare: il Kalpagraphe nero Di manifattura, con più di 300 componenti
non segna le 10.10 – orario convenzional- per il movimento cronografo al suo interno
mente ritenuto “più fotogenico”, in quanto
riprodurrebbe la sagoma di un sorriso – ma
le 7.08. Il perché racconta molto dell’identità EDIZIONE LIMITATA
del brand svizzero Parmigiani Fleurier: è Il Kalpagraphe nero è stato
realizzato in soli 99 esemplari
quella, infatti, l’ora di nascita dell’uomo
alla base della maison, Michel Parmigiani.

1 4 6 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
L O S M A R T WAT C H

GENERAZIONE
PARLANTE
Non un semplice orologio, ma un com-
pagno fedele, capace di semplificare
molte delle operazioni che normal-
mente compiamo: Emporio Armani
svela Emporio Armani Connected,
nuova generazione del suo smartwa-
tch touchscreen. Basato sulla tecno-
logia Wear OS by Google questo
modello introduce una serie di miglio-
rie come la durata ottimizzata della
renti più importanti. In netta opposizione batteria (grazie a una tecnologia bre-
vettata il telefono può essere utiliz-
con la cultura dominante dell’orologiaio,
zato per più giorni con una singola
che mantiene gelosamente i suoi segreti, la
carica, continuando a usufruire delle
visione di Michel Parmigiani è stata quella di funzionalità di base come le notifiche
mettere a disposizione di tutti un know-how e il battito cardiaco), maggiore memo-
tecnico unico, sia nella produzione che nel ria (8 Gb) e un design più leggero.
restauro. Ci impegniamo per mantenere il Soprattutto, l’aggiunta dell’altopar-

patrimonio orologiero del passato e per es- lante permette ora di effettuare chia-
mate direttamente dal proprio smar-
sere innovativi, lavorando su una tecnologia
twatch (funzione valida sia per gli
che si basa su 200 anni di storia». utenti di Android che iPhone), di par-
Risultato: modelli in cui ogni compo- lare con Google Assistant e di ricevere
nente, anche se nascosto allo sguardo, è avvisi audio delle notifiche e ripro-
finemente decorato e che sanno combinare durre musica.
la tradizione con la voglia di stupire. Il Ceo di Parmigiani Fleurier Davide Design: cassa nera in alluminio super-
leggera da 44,5 mm e qualche tocco
«Per noi la sfida più grande è riuscire ad Traxler e, sopra, il restauro del modello
di colore nelle tonalità che attingono
affrontare gusti in continua evoluzione», Ovale. L’azienda, diversamente
dagli elementi più sportivi della linea
continua il Ceo della maison. «Oggi noi dall’orologeria tradizionale, realizza ready-to-wear (N.B.R) .
uomini abbiamo voglia di nuovi colori e componenti anche per altri brand
dimensioni, ma dall’altra parte ci traman-
diamo i pezzi dei nostri genitori con un ca- Quadranti social
rico emotivo e di ricordi importante. Ma un e personalizzabili per il nuovo
Parmigiani al polso dice sempre che sono Emporio Armani Smartwatch 3.
una persona che non cerca il riconoscimento Prezzo: 409 €
degli altri, e sa esattamente quello che vuole
per se stesso».

DICEMBRE 2019 / 1 4 7
PAS SI O NI TIME

IL NEOCLASSICO

SPALLE
ROBUSTE
Carattere ed eleganza.
Un nuovo magico equilibrio
per la maison Bell & Ross

Testo di G I A M P I E R O N E G R E T T I

Un deciso cambio di rotta per Bell & Ross,


che dopo una serie di orologi rigorosamente
sportivi o ispirati dalla strumentazione aerea
di bordo ha presentato un nuovo modello
di stile più urbano che, oltre all’eleganza,
dà una forte impressione di robustezza.
Si chiama BR 05 e il design della cassa,
che si rifà a qualche esempio degli Anni
70, è giocato sul cerchio inserito in un
quadrato arrotondato: un mix ben riu-
scito che ha dato vita a un orologio di
carattere e dal prezzo abbordabile.
Con la lunetta fissata da viti passanti,
la cassa è in acciaio satinato su cui risalta-
no gli angoli lucidati, mentre il quadrante
essenziale ha numeri, lancette e indici
luminescenti. Un discorso a parte merita
il bracciale metallico molto flessibile: si
inserisce perfettamente nella cassa tanto
da sembrarne quasi un prolungamento
naturale, ma può essere sostituito da un
cinturino in caucciù senza che l’armonia
dell’insieme venga compromessa. Il mo-
vimento, visibile attraverso il fondello in
vetro zaffiro, è un calibro a carica automatica
progettato dalla stessa maison.

CASSA
Realizzata in tre parti, ha la corona a vite Bell & Ross
protetta contro gli urti da due spallette BR 05: cassa
in acciaio
(o in oro rosa)
QUADRANTE
impermeabile
È disponibile in nero, blu profondo e grigio.
Ne esiste anche una versione scheletrata
fino a 100 metri.
Prezzi: 4.500 €
per il modello
CINTURINO con bracciale
La prima maglia centrale unisce alla cassa e 3.990 €
il bracciale o il cinturino in caucciù per il cinturino
in caucciù

1 4 8 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
L’Hamilton Khaki
Pilot Schott NYC
è proposto
in un’edizione
LA LIMITED EDITION
di 1.892 esemplari.

MOMENTI Prezzo: 1.095 €

DI GLORIA
Un anno speciale: il 1892. Una
serie di anniversari di stile per
il nuovo modello diHamilton

Testo di M I C O L B O Z I N O R E S M I N I

Tra i fatti salienti del 1892, molti ri-


guardano gli Stati Uniti: è in quell’anno,
per esempio, che si gioca la prima partita di
basket e che vengono fondate le squadre pro-
fessionistiche di football americano. Sempre
nel 1892 nasce Irving Schott, fondatore del
brand Schott NYC, che sarebbe diventato
il simbolo dello stile militare degli Anni
40 per aver fornito le giacche indossate
dai piloti Usa durante la Seconda guerra
mondiale. Ed è ancora in quell’anno che
viene fondata l’azienda-emblema delle
lancette a stelle e strisce: Hamilton.
Proprio dall’origine comune di queste
due icone born in the Usa è nato il nuo-
vo Hamilton Khaki Pilot Schott NYC.
Prodotto ovviamente in soli 1.892 pezzi,
questo orologio ha una cassa da 46 mm in
acciaio e quadrante verde kaki con lancette
e numeri in Super-LumiNova verde chiaro.
Mosso da un movimento automatico H-30
con riserva di carica di 80 ore e funzione
giorno e data, è proposto con un cinturino
realizzato nella stessa pelle usata da Schott
NYC per le giacche da volo fin dai tempi del
conflitto mondiale.

CINTURINO
Inizialmente rigido, invecchiando
si ammorbidisce e assume la forma del polso

CUSTODIA
L’orologio è presentato in un astuccio
pieghevole di pelle cucito a mano
Patek Philippe Alarm
Travel Time. Cassa
(42,2 mm) in platino
CASSA fornita con fondello
Pilot e protetta da vetro zaffiro, pieno in platino e un
è impermeabile fino a 200 metri di profondità altro in vetro zaffiro.
Prezzo: 209.000 €

DICEMBRE 2019 / 1 4 9
PAS SI O NI TIME

IL CAMPIONE È tutto incentrato sull’istante. Se pensa a del quadrante, la cassa in quarzo TPT® e il
quello che deve fare, il tempo è già finito. Vive cinturino blu chiaro o rosso, in nylon-velcro.
LO SLALOM È il qui e ora, cercando di cogliere l’attimo. A Un modello su misura per il campione: resiste
28 anni, Alexis Pinturault è già una leggenda. al freddo, è molto leggero e può accompagnare
QUESTIONE DI ATTIMI Talento poliedrico, è da poco sceso dal podio chi ritiene ogni traguardo possibile.
della Coppa del mondo di sci alpino di Söld- Siamo al cinque stelle Annapurna, l’hotel
Il nuovo modello Richard Mille
en (Austria), dove ha vinto l’oro nel Gigante. della famiglia Pinturault a Courchevel, il com-
ispirato ad Alexis Pinturault «Il tempo è il mio migliore amico, perché mi prensorio sciistico più esclusivo del mondo,
regala le emozioni più importanti della vita», dove Alexis ha lavorato duro e con rigore per
resiste al freddo e all’avventura
racconta. Non a caso Richard Mille gli ha de- diventare un campione. Come fa a vincere sem-
dicato l’RM 67-02 Alexis Pinturault, orologio pre? «Ottimismo, disciplina e allenamento»,
Testo di M A R TA M A N Z O N I
con i colori della bandiera francese all’interno risponde. «In gara non si può improvvisare».
Lui tira le curve fino a 100 chilometri all’o-
ra e ha una personalità ambiziosa che nasce
dall’impegno costante per migliorarsi, perché
Lo sciatore alpino «riuscire a superare se stessi è tutto».
francese Alexis «Lo sport è un’attitudine, che mi ha edu-
Pinturault, 28 anni, cato al rispetto di me stesso e verso gli altri»,
vincitore di tre aggiunge. «Uno stile di vita che può aiutare
medaglie olimpiche. molto le persone». Ci immergiamo con “Pintu”
A destra: l’orologio nella neve che ha coperto le montagne. Cer-
RM 67-02 Alexis chiamo la linea perfetta. Trovata. Sfrecciamo
Pinturault. Prezzo: insieme, ed esiste solo il presente.
142.500 €

CALIBRO
CRMA7 in titanio grado 5, testato
per confermare tutte le sue prestazioni

CASSA
In quarzo TPT®, costituito da oltre
600 strati di filamenti di silice paralleli

INGRANAGGI
La profilatura produce una pressione che
garantisce l’ottima trasmissione al bilanciere

1 5 0 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
SPORT

ERIC HJORLEIFSON Salire o scendere? Questo non è più il pro- I suoi scarponi? Come dice la canzone These
blema. Amleto calza boots da scialpinismo e boots are made for walking, ma lui pensa an-
SALITE E DISCESE sta comodo sia in salita che in discesa: così
il suo dubbio scompare. Mettetevi nei suoi
che alla discesa, con la voglia di fare meglio
di ieri e di riflettere sullo scarpone di oggi,
DI PRECISIONE panni, anzi nei suoi scarponi. Se sono Dynafit
si può star certi che contengano così tanta
anzi Hoji: un gioco di parole che in italiano
suona benissimo e che Eric tiene a battesimo,
passione, ricerca e tecnologia da aver fatto declinando il nome e il futuro dello skimo dal
L’invenzione del freerider: la storia dello skialp, al capitolo leggerezza. suo cognome, insieme al team Dynafit. «Il
gli scarponi a due direzioni In principio fu l’azienda del “leopardo delle segreto? Semplice: è uno scarpone progettato
nevi”. Cuore che batte oltralpe e poi si fonde da sciatori per altri sciatori». La famiglia di
Testo di L U C I A G A L L I con tanto made in Italy. Trentacinque anni fa scarponi Hoji, pensati fin dal 2014 e subito
compaiono loro, gli scarponi Tourlite e poi pluripremiati, sa coniugare gli opposti: ascesa
Low Tech, l’“attacchino”, poco più di un pin, e discesa, freeride e scialpinismo, comfort e
quel “morsettino” inventato da Fritz Barthel, performance. «Di solito uno scarpone nasce
che fa storcere il naso ai puristi, «Figurati se per andare in su o in giù: per 25 anni ho fatto
tiene» e via dubitando. Però è così leggero solo sci alpino, e per altri 10 di freeride usavo
che tutti lo provano e s’innamorano di quel scarponi da gara per avere un’alta resa in disce-
puntale delle meraviglie e di quella talloniera sa», ricorda lui. «Poi mi sono messo a studiare
così minuta e pure così affidabile. Dieci anni quale potesse essere la migliore connessione
fa ci si mette lui: Eric Hjorleifson, canadese, fra queste due anime», togliendo ogni attrito
freerider dalle pieghe vertiginose e dai sogni in salita e dando, poi, stabilità in discesa. A un
grandi. Dategli due punti per restare attaccato meeting Dynafit conosce Fritz, gli parla della
allo sci: sforzo, torsione, lui vola “pin” ai piedi. sua voglia di lavorare ai prototipi. Finisce che

1 5 2 / DICEMBRE 2019
Eric annulla il volo di ritorno e in tre settima- la sfida guarda al freeride con un sistema, il BINDINGS
ne comincia l’avventura che porta alle prime multi norm compatible sole, che permette di
tre generazioni dell’Hoji project: «L’ultimo agganciarsi agli attacchi Hybrid Alpine Tech. È ARRIVATO
prototipo resisteva un centinaio di giorni ai «E il futuro sarà sempre più ibrido, fra il setto-
nostri test». È la svolta che porta, nel 2018, al re freeride e quello touring», anticipa Mister
L’ATTACCHINO
primo modello Hoji Pro Tour che quest’anno Hoji. «Il nostro prodotto è ancora troppo pe-
si completa, compreso il “Pu” adatto agli ab- sante nel mercato classico europeo dello ski Se non ci fossero si dovrebbero inven-
solute beginners, anche nel prezzo (490 euro). touring. Quindi lavoreremo anche per limare tare. Prodotti in Germania, hanno
cambiato il passo degli skimo lovers.
Oggi la famiglia Hoji ha una resa pari a il peso, senza però compromettere la stabilità
Essenziali e robusti, i bindings Dynafit
quella di un buon scarpone da discesa, rigido in discesa: il grosso della ricerca va fatto nella reggono gite intense, come perfor-
ma dal cuore tenero per quando si spinge e si scarpetta interna che non deve cedere, ma de- mance in velocità. Hanno lo ski stop-
fatica a pelli (di foca) in su. Un tempo, giunti clinarsi sempre meglio alla rigidità del guscio per in discesa e sono compatibili con
in cima, ci si lagnava: «Se avessi i miei scarponi esterno». Tutto futuribile, anche se poi Eric lo i rampant per le situazioni più hard.
da discesa...». Ora ci si piega appena, si fa uno ammette: il nonno ti dice sempre che un bravo
switch e la curva è servita. «Abbiamo lavorato sciatore sa scendere con qualunque attrezzo.
anche sul processo di transizione da salita a Eppure il “papà” di Hoji sente di far parte di
discesa», ricorda Eric. «Incredibilmente era un una rivoluzione, perché tecnologia e progresso
aspetto che si curava già nei modelli randonné, sugli sci non si applicano più solo all’alto livel-
ma non in quelli classici da ski touring». Vo- lo, ma anche a beneficio dei principianti «per
lumi interni ridotti in alcuni punti del guscio, cui lo sci diviene molto più intuitivo». Come
plastiche più rigide, miglior dialogo fra scafo e si fa capirlo? «Guardatevi un film di sci degli
gambetto e semplificazione del passaggio dalla Anni 90», dice lui, accarezzando col pensiero
posizione di camminata a quella di sciata: ora l’Hoji e il domani dello skialp.
L’A L L RO U N D E R
St Radical: leggero, con talloniera
di facile calzata e alzatacco
a tre livelli. Ha ski stopper
e supporta i rampant. Da 450 €

I L P RO F E S S I O N A L E
Low Tech Race 105: massima
leggerezza, robustezza
e affidabilità. Per performance
agonistiche. Da 450 €

Il freerider canadese
M I ST E R S I C U R E Z Z A
Eric Hjorleifson,
St Rotation 12: con puntale
36 anni. Nell’altra
che ruota, assorbe gli urti
pagine, durante
e impedisce sganci imprevisti.
la lavorazione
Ideale per salite lunghe. Da 520 €
degli scarponi Dynafit

G Q I TA L I A . I T DICEMBRE 2019 / 1 5 3
PAS SI O NI SP O RT

combinata a poliamide e a una fodera tecnica


FORZA DELLA NATURA per serrare le maglie. Da qui nasce il tessuto
Tecnologie ibride e lana riciclata Sarner Wool Hoody che, reinterpretando
la tradizionale lavorazione Sarner dell’Alto
per il nuovo Sarner di Salewa
Adige – una maglia talmente fitta da essere
non solo più calda, ma anche più resistente
Testi di L A U R A P A C E L L I al vento e alla pioggia leggera –, aumenta le
prestazioni del prodotto finito. La giacca in
Sarner Wool Hoody è infatti più morbida
e del 30% più leggera dei modelli in lana
convenzionale. Con tanto di garanzia del
fatto in Italia e nel rispetto dell’ambiente,
dal riciclo all’assemblaggio, riducendo no-
A volte non c’ è bisogno di andare troppo
tevolmente il consumo di energia, acqua,
lontano, basta guardarsi attorno per trovare
agenti inquinanti ed emissioni di CO2 .
la soluzione, anche la più ingegnosa. Salewa,
Perché chi ama la natura la rispetta.
azienda altoatesina da più di 80 anni spe-
cializzata in abbigliamento e attrezzatura
outdoor, l’ha scovata davanti “casa”, nella
natura. E, nello specifico, nella lana perché
ovunque nel mondo, chi vive in montagna, A fianco, dalla collezione A/I
a cominciare dagli alpinisti, la utilizza per 2019-20 la giacca Sarner Wool
le sue proprietà assorbenti e termorego- Hoody, 260 €. In alto, per lui,
lanti. Ma l’idea di Salewa è andata oltre: Corda Wool Jacket, 240 €,
ovvero utilizzare la lana riciclata al 100% Salewa. salewa.com/it

1 5 4 / DICEMBRE 2019
A PROVA
DI TEMPESTA

I ciclisti professionisti non possono sce-


gliere i giorni in cui allenarsi. Non importa
quanto sia freddo o quanto pesante sia la piog-
gia, devono farlo. Alla loro protezione ci hanno
pensato due brand che di sport in condizioni
estreme fanno scuola: il marchio inglese di
ciclismo Rapha e Gore-Tex. Insieme hanno
lavorato allo sviluppo di tre nuove giacche per
andare in bici con il maltempo. La Pro Team
Lightweight Gore-Tex , la Pro Team Insulated
Gore-Tex e la Explore Gore-Tex «permettono
ai ciclisti di restare all’asciutto in condizioni di
bagnato, scongiurando il rischio di surriscal-
damento e garantendo il massimo comfort»,
assicurano da Rapha. Tutto questo grazie alla
membrana impermeabile e altamente traspi-
rante Gore-Tex Shakedry, rivestita – nel caso
del modello Pro Team Insulated (nella foto)
– da Polartec Alpha, un isolamento sintetico
sviluppato dall’esercito americano per offrire il
miglior rapporto calore/peso. Tutte le giacche
riportano cuciture nastrate, aerazioni per la
traspirabilità e polsini elastici per una tenuta
a prova di tempesta. Con un trade mark che
La giacca Pro Team Insulated Gore-Tex con membrana Shakedry, isolamento vuole essere una promessa: “Guaranteed to
Polartec e cappuccio antitempesta, Rapha, 375 €. rapha.cc keep you dry”.

LA VETTA
È PIÙ VICINA Mont Blanc Pro GTX
in pelle scamosciata con
sistema di allacciatura
“Speed Lacing” e suola
Nessun luogo è lontano, purché ben equi-
Essential AC di Scarpa,
paggiati. Le escursioni sono il modo migliore
459 €. scarpa.net
per vivere a pieno la montagna e con la giusta
attrezzatura si possono affrontare senza pro-
blemi i percorsi più impervi. A cominciare dalle
calzature, senza dubbio, le vere protagoniste
dell’equipaggiamento ad alta quota. I modelli
Mountain High Altitude di Scarpa, dedicati
all’alpinismo tecnico e alla scalata con ramponi
su terreni misti, grazie alla fodera Gore-Tex In-
sulated offrono massimo calore, comfort e im-
permeabilità. La suola studiata con Vibram ha
volumi contenuti per una calzata più precisa.

G Q I TA L I A . I T DICEMBRE 2019 / 1 5 5
MOTORS

La gamma Citycarver parte


da 23.950 € e arriva
fino a oltre 30.000 nel caso
della edition one

L A S P O R T I VA un mercato affamato di Suv, di ogni tipo,


costo e dimensione, l’idea di rialzare una
GRINTA piccola cittadina e donarle uno spirito avven-
turoso è quantomai azzeccata. E di spirito
IN CITTË si tratta davvero, perché la più piccola delle
Audi non ha guadagnato la trazione integra-
le, ma sospensioni rialzate e pneumatici più
La più piccola di casa Audi grandi, oltre a un’estetica diversa dalla più
ha messo i muscoli metropolitana A1 Sportback: la calandra
ha guadagnato due lati ed è ottagonale, una
caratteristica di solito riservata alle “Q”. La
Testo di A L E S S A N D R O VA I
Citycarver ha una dotazione di serie mag-
giore e un prezzo cresciuto di conseguenza, MOTORE
mentre le sensazioni di guida sono quelle 1.0 TFSI da 90 e 115 Cv con il cambio manuale
tipiche di Audi: facili ma rigorose. Inoltre, a 5 e 6 marce, o con il DSG a 7 rapporti

qui si apprezza l’assetto più morbido che


aiuta a uscire indenni da una giungla urbana
DIMENSIONI
«In questa squadra si combatte per un fatta di buche, dossi, sconnessioni, rotaie.
È lunga 4,05 metri e ha un bagagliaio da 335
centimetro», diceva il coach Tony D’Amato, All’interno, infine, ci sono gli effetti spe- litri. A bordo c’è spazio per cinque persone
alias Al Pacino, nell’ormai mitico discorso ciali dati dalla qualità dei materiali, dalla
pronunciato nel film Ogni maledetta dome- precisione degli accoppiamenti, dalla ricer-
nica del 1999. Nel caso della A1 Citycarver i ca estetica e dalla tecnologia da categoria DI SERIE
centimetri che fanno la differenza sono cin- superiore, con il sistema di infotainment La frenata di emergenza automatica
que, ma probabilmente nessuno ha dovuto basato sul display HD da 10,1” e inclinato con rilevamento dei pedoni e dei ciclisti

combattere per vederli realizzati. Perché in di 13° verso il guidatore.

1 5 6 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
La presenza del bocchettone di ricarica distingue
la Niro Plug-in dalla Hybrid standard.
Si ricarica come un’elettrica in poco più di due ore

L’ I B R I D A famiglia. Il restyling interessa le Niro Hybrid nella batteria. In più c’è un evoluto sistema
e Plug-in Hybrid, auto che propongono due telematico integrato, l’Uvo Connect, predi-
IL CROSSOVER diversi modi di combinare la tecnologia ibrida. sposto per consentire la totale connessione
Entrambe hanno motore a benzina a iniezione durante un viaggio non solo a chi guida, ma a
MAINSTREAM diretta (un GDi 1.6) e uno elettrico, ma cambia tutte le persone trasportate. Con la possibilità
Kia rinnova lo stile della la capacità delle batterie montate. Nel primo di accedere a numerose informazioni, che van-
caso, per ridurre i consumi è sufficiente ali- no dalle notizie sul traffico alla disponibilità
compatta “bimotore”. In due
mentare il motore elettrico nelle condizioni di parcheggi, fino alla ricerca di stazioni di
versioni a prova di indecisi più critiche, come le partenze; nel secondo è ricarica elettrica.
garantita una vera autonomia a emissioni zero,
senza correre il rischio di rimanere “a secco”
Testo di VA L E R I O B O N I
se non si trova una colonnina di ricarica. La
crossover Kia è compatta, ma non è affatto PREZZI
una semplice citycar. Al contrario, propone Per la Hybrid si parte da 26.250 €, per
soluzioni che non tutte le vetture più autorevoli la Urban della Plug-in invece da 36.250 €

e costose possono offrire. I paddle al volante


per esempio, le due “orecchie” usate dai piloti
AUTONOMIA
Ci sono i motori convenzionali, le ibride di Formula 1 per cambiare marcia, sulle Niro
Si percorrono fino a 65 km in città in modalità
(classica e plug-in) e tra qualche mese arriverà ibride hanno una doppia funzione: azionano elettrica con la Niro Plug-in Hybrid
in Italia anche la variante elettrica al 100 per il cambio se si sceglie la modalità di guida
cento. Si tratta di Niro, il crossover Kia. Il con- Sport, ma con la funzione Eco permettono
tenitore di questa tecnologia è un veicolo dalle di modificare i livelli di recupero di energia GUIDA ASSISTITA
forme che piacciono, aggiornato stilisticamen- quando si rilascia l’acceleratore. Più è alto il Il sistema di Livello 2 aiuta a mantenere
te per uniformare il suo design con quello della livello impostato, maggiore è il rallentamento le distanze di sicurezza e l’auto in corsia

e-Niro, destinata a diventare l’ammiraglia di automatico e la quantità di energia che rientra

DICEMBRE 2019 / 1 5 7
BEAUTY

LA COLLEZIONE combattere il vaiolo, mentre in Italia era distillata, sfruttandone i molteplici benefici».
abitudine interrare la pianta vicino a casa L’Erbolario ha associato questo elisir
IL GINEPRO per proteggersi dalla peste. Rametti di gi-
nepro appesi alle porte “servivano” inoltre
agli estratti di sesamo e di cumino nero,
non solo per infondere una profumazione
RENDE AUDACI per scacciare gli spiriti maligni, e durante le
festività natalizie, nelle campagne, venivano
legnosa-agrumata alle composizioni, ma
anche per coccolare la pelle con un ingre-
anche bruciati per eseguire rituali magici. diente insolito, ma tra i più rinvigorenti ed
Una nuova linea maschile Tra i molti, possibili utilizzi del ginepro energizzanti della cosmesi maschile.
a base di bacche sferzanti c’è anche la distillazione del gin, il liquore
che si ottiene dal mosto fermentato di cerea-
Testo di A L I C E A B B I A D AT I li, aromatizzato con i cosiddetti botanicals,
ovvero la miscela di erbe, bacche, fiori e
spezie in cui il ginepro conferisce l’incon-
fondibile sapore secco e la profumazione
aromatica.
Si tratta insomma di una pianta leggen-
Aromatica, sempreverde, dai sentori daria, non a caso scelta da L’Erbolario per
fragranti e insieme pungenti. La pianta del la sua linea viso e corpo tutta al maschile,
ginepro è conosciuta fin dai tempi dell’Antico Ginepro Nero. «L’abbiamo pensata per
Egitto per le sue virtù. Da sempre, infatti, l’uomo vitale e dinamico: un arbusto forte,
ha la fama di essere un potente “scudo spi- resistente, eroico. In una parola, libero»,
F OTO D I G E T T Y I M AG E S

rituale”. Ma soprattutto questo arbusto dai spiega Daniela Villa, co-fondatrice de L’Er-
frutti aspri e dalle foglie aghiformi appuntite bolario. «L’ispirazione è arrivata proprio
viene ancora oggi utilizzato sotto forma di dalle sue bacche color nero-bluastro, dette G I N E P RO N E RO il profumo L’Erbolario
olio essenziale come antisettico, per toni- anche coccole, conosciute da secoli per i loro con bacche di ginepro, arancio amaro, elemi,
ficare i muscoli e per prevenire i crampi. In attivi dalle proprietà toniche e astringenti. legno di cedro e benzoino di Sumatra.
passato è stato addirittura impiegato per Abbiamo così creato un estratto e un’acqua Prezzo: 100 ml, 32,90 €. erbolario.com

1 5 8 / DICEMBRE 2019
PROFUMI

NOTE INVERNALI
Camomilla romana, fieno e red patchouli. Le scelte
di GQ per sfidare il freddo con profumi di carattere

TO B E O R N OT TO B E S I G N ATU R E
di Police. Speziato- R EV E R S E di Replay.
fruttato con pepe, Aromatico-fougère con
pompelmo e fiori di melo bergamotto, lavanda e
(125 ml, 44 €, ambra (100 ml, 48 €,
shop.mavive.com) shop.mavive.com)

S I N C E 1 974 FO R H I M FA B U LO U S KO RY N T H I A
di Iceberg. Un di Salvador Dalí.
aromatico-fruttato con Orientale-floreale con
cardamomo, cappero rosa, vaniglia e oud (50
e red patchouli (100 ml, ml, 150 €, parfums-
49 €, iceberg.com) salvadordali.com)

MÉMOIRE D’UNE ZEYBEK di Pekji.


ODEUR di Gucci. Animale-floreale
Minerale-aromatico con fieno, limone,
con camomilla muschio, tabacco,
romana, gelsomino e tonka e vetiver
cedro (100 ml, 113 €, (50 ml, 165 €,
gucci.com) saccani.com)

G Q I TA L I A . I T DICEMBRE 2019 / 1 5 9
PASSIONI BE AUT Y

L’area hammam
di Asmana,
in Toscana, gravita
intorno alla vasca
ottagonale
riscaldata e
comprende un
tepidarium
con bagni turchi a
diverse temperature

WELLNESS Nella piana verde tra Prato e Firenze, permettono di lasciarsi trasportare dalla cor-
la struttura dell’Asmana Wellness World rente. Vale la pena di indugiare nell’abbraccio
IL PARADISO si staglia come una cattedrale del benesse- umido della Grotta, una cascata indoor di
re, un’oasi inaspettata che nasconde al suo 8 metri che riproduce le piogge monsoni-
PUÒ ATTENDERE interno la più grande spa d’Italia, con ben che – vincitrice dell’Italian Pool Award nel
12mila metri quadrati di superficie. A Campi 2017 – o nel vapore dell’area hammam con
Un’esperienza immersiva in
Bisenzio, nel parco di Villa Montalvo, la cop- tepidarium, bagni purificanti e stanza della
bilico tra Oriente e Occidente pia di imprenditori Florentin Döring e Ariba schiuma. In ammollo è anche il bar, dove si
Tanvir – svizzero lui e indiana lei – hanno può prendere l’aperitivo o bere una centrifuga
nella spa più grande d’Italia
infatti deciso di costruire la propria versione detox sugli sgabelli a sfioro. Un poker di saune
del paradiso (asmana, in lingua hindi) per completa il pacchetto relax: oltre a quella
Testo di S I M O N A A I R O L D I
scappare dalla frenesia di New York. al vino e alle erbe, l’ultima inaugurata è la
La struttura è pensata come un micro- maestosa Indian Sauna, che arriva a ospitare
mondo in cui il tempo rimane sospeso e l’ac- 120 persone. Mescolando la tradizione nor-
qua funziona da elemento immersivo. L’espe- dica Aufguss ai rituali asiatici, ogni giorno si
rienza inizia all’interno, in una serie di vasche può prendere parte a spettacolari cerimonie
dotate di idromassaggi che sollecitino ogni in cui gli operatori del centro – dopo aver
parte del corpo, con effetti di cromoterapia e apposto su particolari bracieri delle sfere di
percorsi Kneipp, per poi trasferirsi all’esterno ghiaccio e oli essenziali – si trasformano in
con un sistema di piscine collegate, tra cui dervisci, dispensando bruma aromatizzata
quella salina per il galleggiamento e il Vortice, sugli ospiti tramite una potente rotazione di
un corridoio ad anello con getti propulsivi che asciugamani.

1 6 0 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
GQ PER TRINOV

L’anti-calvizie del futuro

TRINOV Lozione Anticaduta

Il problema che più affligge gli Uomo è il trattamento tricologico,


disponibile in farmacia, che

uomini è l’alopecia, condizione contrasta la caduta e il


diradamento dei capelli. Un

degenerativa del follicolo pilifero che programma dall’azione combinata


che rende i capelli maschili più
forti e resistenti.
porta alla diminuzione dei capelli trinovanticaduta.com

Una causa certa della calvizie è l’ab- Farmaceutici, e la sua efficacia venne te-
bondante presenza di diidrotestosterone stata su un gruppo di 60 volontari, di cui 30
(DHT) nel follicolo, altamente dannoso uomini tra i 18 e i 55 anni. Dopo sei mesi di
perché potrebbe portare all’atrofia com- applicazione, l’87% degli uomini dichiarò
pleta del capello. Nel 2010 il professor la corrispondenza del trattamento alle
Giovanni Brotzu, studiando un farmaco loro aspettative. Il programma completo
contro una delle complicazioni del diabete, si basa sulla quotidiana azione sinergica
scoprì con il suo team che il restringimento di tre elementi: la lozione anticaduta, che
dei capillari e la mancanza di microcircola- contrasta la perdita dei capelli e ne favori-
zione, causati da questa malattia, compor- sce la ricrescita, lo shampoo restitutivo, a
tano, tra le prime conseguenze, anche la base di acido ialuronico solfatato indicato
caduta dei peli. Da lì il legame con la calvi- anche per chiome fragili e devitalizzate, e
zie. Nel 2018 fu così sviluppata la lozione lʼintegratore alimentare, che riporta il ca-
anticaduta Trinov nei laboratori di Fidia pello al suo benessere fisiologico.
TASTE

IL MESSICO
NEL BICCHIERE

Paloma, il cocktail da bere tutto l’anno,


è semplice anche da preparare a casa, anche
se ha radici profonde e complesse nel Mes-
sico, dove dall’agave blu è estratta Tequila
Premium Espolòn Blanco. Un distillato che ha
profumi e gusti intensi e rotondi. Certamen-
te esotici, se non addirittura afrodisiaci. Lo
stesso drink, secondo la leggenda, sembra sia
stato creato nella città di Tequila, nello storico
bar La Capilla. Armati di shaker e jigger, il
doppio misurino dei barman, misceliamo con
ghiaccio 6 cl di Tequila, 3 cl di spremuta o
tonica al pompelmo rosa, 1,5 cl di spremuta
di lime, 0,75 cl di sciroppo d’agave. Versiamo
in un bicchiere Collins, aggiungiamo un top
di pompelmo rosa, guarniamo con granelli di
sale e una fettina di pompelmo rosa. L’abbi-
namento perfetto? Tacos con carne di maiale
alla brace, ananas, coriandolo e cipolla.
Lenny Kravitz firma
l’etichetta
del Dom Pérignon
Vintage 2008.
Prezzo su richiesta

LA LIMITED EDITION Lenny Kravitz. Il musicista, attore e designer


newyorkese ha impresso la sua personalità
CI METTO sullo scudo in metallo lavorato a martello
delle pregiate edizioni limitate di due ultimi
LA FIRMA capolavori, Dom Pérignon Vintage 2008 e
Rosé 2006. Ma è stato l’incontro con lo storico
Il nuovo champagne Chef de Cave della Maison Richard Geoffroy
e il mondo dello champagne a folgorarlo nel
rinascimentale autografato nome della creatività e dell’amicizia.
da Lenny Kravitz Il Vintage 2008 è l’ultimo gioiello cesellato
dallo stesso Geoffroy per Dom Pérignon. Uno
Testo di A L B E R T O D E L G I U D I C E champagne in cui ha estratto il meglio del
Pinot Nero e dello Chardonnay, lavorando-
lo come un grande affresco rinascimentale.
Non esistono occasioni speciali: l’occasio- Mentre il Rosé (43% Chardonnay, 57 % Pinot
ne speciale è la vita. Ecco una massima che Noir) si distingue per un’eleganza energica e
unisce due mondi solo apparentemente lontani, decisa, di stile più contemporaneo, in cui agli I L C O C K TA I L

quello di una storica Maison de Champagne, aromi di frutta di bosco, fanno da controcanto Paloma è a base di Tequila Premium
come Dom Pérignon, e il fuoco poliedrico di la frutta secca e le note speziate. Espolòn Blanco e pompelmo rosa

1 6 2 / DICEMBRE 2019
D I S T I L L AT I

L’ARMONIA
DEL BLEND

Ci sono distillati diventati dei classici.


Tuttavia, Ron Zacapa crea un blend
di cui ogni edizione è un evento a sé.
Come Ron Zacapa Reserva Limitada,
miscela magistrale di rum invecchiati
dai 6 ai 24 anni, che affina in botti di
moscato a 2.300 m di altitudine. E poi
La cantina ci sono distillati come il gin venezue-
sotterranea lano Canaïma, composto da 19 bota-

di Berlucchi. niche, che rappresentano una vera


novità nella distillazione. Canaïma si
A destra, Palazzo
presta, dunque, nella mixology alla
Lana Riserva
preparazione di drink unici, insoliti,
2008 Extrême. dal sapore sorprendente.
Prezzo: 60 €

con pazienza, persino oltre 10 anni sui lieviti


QUALITÀ IN PUREZZA
come avviene per Palazzo Lana Franciacorta
Riserva, Pinot Nero in purezza proveniente
Dai vigneti sostenibili nasce
da due nostre storiche vigne».
il meglio della Franciacorta Oltre alla qualità, per Berlucchi è un im-
perativo anche la sostenibilità. «Senza falsa
modestia, ci riteniamo dei precursori nella
viticoltura a basso impatto ambientale. Nel
«Abbiamo una sola Franciacorta, e a que- 2016 abbiamo completato il triennio di con-
sto “piccolo” territorio in termini di estensione, versione al biologico e questo ha contribuito
una sorta di salotto del metodo classico italia- ad arricchire ulteriormente la biodiversità
no, dobbiamo riservare la massima cura per vegetale in vigna, la cantina è autosufficiente
poter trarne i migliori vini di qualità». Parola grazie alle coperture a pannelli solari. Ma que-
I N N OVAT I VO
di Arturo Ziliani, a capo della produzione di sto può non bastare, perciò abbiamo fondato
Gin artigianale super premium
Berlucchi. «Si comincia in campo dalla ge- Academia Berlucchi, una Agorà dedicata ad
Canaïma (40 €). canaimagin.com
stione del vigneto, si prosegue nella cantina affrontare temi di grande attualità, come i
– dove creiamo 200 basi spumante eccellenti territori sostenibili, coinvolgendo esperti e
– e nelle gallerie sotterranee affiniamo i vini grandi personalità di diverse discipline.

Grand Cru Royal


Millésimé 2008
L’ATTESA
matura sui lieviti (DI 10 ANNI) È FINITA
per oltre un decennio
nelle Caves Pommery. Negli annali dello Champagne la vendem-
Prezzo: 80 € mia 2008 è già stata registrata come ecceziona-
le. Ma ci sono Maison che hanno atteso fino a
oggi prima di condividere il loro vino. Pommery
ha custodito per dieci anni il Grand Cru Royal
Millésimé 2008 per ottenere una bottiglia che
I N V EC C H I ATO
esprimesse il meglio dell’annata. Ora è arriva-
Ron Zacapa Reserva Limitada
to il momento di stapparla. Questo gioiello è
(90 €). zacaparum.com
ottenuto dai 7 migliori Grand Cru della Côte
des Blancs e della Montagne de Reims. E col
tempo è destinato a brillare sempre di più.

G Q I TA L I A . I T DICEMBRE 2019 / 1 6 3
TRAVEL

LO S A N G E L E S

NATALE TRA LE PALME


La mappa per seguire gli Angeleno nel loro tempo libero,
nella città più cinematografica che c’è (con la Maria a cena...)
Testo di C R I S T I N A D ’ A N T O N I O

Usano i monopattini elettrici in sharing. tini e scooter elettrici sono diventati la prima In uno stato che produce più cannabis
Si fanno consegnare le canne come le pizze. scelta per spostarsi in fretta. Una delle mag- di quanto si riesca a consumarne − 9 mila
Passano i lunedì a setacciare i bar. E si iscrivo- giori società di noleggio, la Lime, ha lanciato tonnellate coltivate su 1.142 acri − e dove Mike
no a club segreti, pensati per chi vuole guar- la campagna See you there: incontriamoci in Tyson sta aprendo un suo resort a tema, è la
dare un film tra simili. Gli Angeleno hanno zona, agli eventi mappati dall’app, e rendiamo pianta della marijuana, e non più la palma,
F OTO D I G E T T Y I M AG E S

sempre avuto uno stile di vita a sé: un po’ più vitale la comunità di appartenenza in barba il simbolo dello state of mind locale. Emjay,
sottotraccia, che in un’area di 1.300 chilometri ai mali contemporanei, l’inquinamento e la tökr, Herbarium, MedMen (che ha chiesto a
quadrati non è sempre facile cogliere. solitudine. Servisse proprio una macchina, Spike Jonze di girare lo spot di lancio) e Eaze
In una metropoli dove il tempo trascorso c’è sempre Turo, la Airbnb delle auto: volendo sono le piattaforme dove trovare centinaia
nel traffico ha un costo − calcolato in 1.788 una Porsche, c’è anche quella e si affitta dai di prodotti, certificati come liberi da pestici-
dollari all’anno a conducente − bici, monopat- privati con 150 dollari al giorno. di: da fumare, ma anche da bere, mangiare

1 6 4 / DICEMBRE 2019
o come rimedio per il mal di testa. Tempo di Avalon, e per le gig al Fonda Theatre, all’Hi a Downtown. 99 posti soltanto: chi non ha
consegna del delivery a domicilio: 30 minuti. Hat e al Troubadour, dove ci si ricorda ancora ricevuto per tempo il biglietto, si risparmi la
Altrimenti c’è il Cannabis Cafe, aperto a ot- il passaggio di Elton John. fatica del viaggio.
tobre da Andrea Drummer all’interno delle In una città che aspetta l’opening dell’A-
Lowell Farms: invece della lista dei vini c’è cademy Museum of Motion Pictures progetta- American Airlines (aa.com) collega Roma e
quella di sativa e indica, che la chef abbina to da Renzo Piano, seguito nel 2021 dal Lucas Milano con Los Angeles da 509 e 526 euro.
a piatti dedicati. West Hollywood è il primo Museum voluto da George Lucas e signora, gli Per un’esperienza degna di Hollywood c’è
distretto ad ammettere licenze di questo tipo: Angeleno consumano cinema a modo loro. Le Five Star Service: terminal dedicato, servi-
il prossimo locale ad aprire, a primavera, sarà celebrities danno appuntamento al Four Sea- zio privato di security e, su richiesta, tran-
l’Aeon Botanica di Fred Eric. son at Beverly Hills per promuovere il prossimo sfer in elicottero in 5/7 minuti con Blade.
In una Los Angeles che il Primavera film, i cinefili si radunano nei cimiteri (i 100 Il reportage su L.A. continua su Gqitalia.it
Sound ha scelto per festeggiare i 20 anni del mila membri di Cinespia), sui roof top (ce ne
festival con un’edizione speciale, il 19 e 20 sono tre) e nell’ultima evoluzione del drive
settembre, un’italiana, Silvia Carluccio, sta in, e cioè le 12 sale della Alamo Drafthou-
organizzando InnerMission, che invece è un se inaugurata sopra il mall The Bloc, dove
festival diffuso lungo la Broadway, di 24 ore vengono serviti pasti a tema con la pellicola,
il primo anno, il 17 e 18 ottobre, pensato per direttamente in poltrona. Ma non solo. Se Dall’alto a sinistra, in senso orario:
ispirare il cambiamento in un’era di devasta- Jason Reitman ha donato un sistema 35 mm le serate di Cinespia nei cimiteri;
zioni climatiche. Da qui ad allora, il lunedì è alla Vidiots Foundation, il cineclub che riaprirà una gig alla School Night at Bardot;
sempre industry night: è la notte in cui l’indu- gli spazi dello storico Eagle Theatre, l’evento il Cannabis Cafe di Andrea Drummer;
stria discografica esce per scoprire in anticipo da non mancare è quello del Secret Movie il giardino del Four Seasons Hotel
i musicisti da assoldare. Dove? Alle School Club: titoli da intenditori e, dai primi mesi At Beverly Hills. Nell’altra pagina,
Night at Bardot, nello scantinato del nightclub del 2020, una sede con incubatore artistico la Downtown di Los Angeles

G Q I TA L I A . I T DICEMBRE 2019 / 1 6 5
ITEMS DICIASSETTE MODI DI INTENDERE IL PRESENTE

P OT

Candele profumate,
E T RO

Per premiarsi alla fine


di un duro anno. Oppure
per godere del piacere
di condividere il Natale.
Con un regalo lussuoso,
che lascia il segno

Foto di PHILIPPE FRAGNIÈRE


Styling di VANESSA GIUDICI
T R AV E L

Zaino in tessuto tecnico


e saffiano P R A DA

1 6 8 / DICEMBRE 2019
ITEMS

WA L K

Sneakers in camoscio, mesh


e knit con suola tecnica alta
EMPORIO ARMANI

DICEMBRE 2019 / 1 6 9
GA M E

Retro arcade machine


S A I N T L AU R E N T

X N EO L EG E N D

1 7 0 / DICEMBRE 2019
ITEMS

FOLDER

Borsa Peekaboo in nylon


F E N D I A N D P O RT E R

DICEMBRE 2019 / 1 7 1
L E AT H E R

Cintura in pelle con fibbia


metallica D S Q UA R E D 2

1 7 2 / DICEMBRE 2019
ITEMS

MUSIC

Maglia in lana vergine


con stampa Beatles
ST E L L A M C C A RT N E Y

DICEMBRE 2019 / 1 7 3
AG G R E S S I V E

Foulard in cashmere
e seta H E R M é S

1 7 4 / DICEMBRE 2019
C U LT

Personal case in metallo


con inserti di vitello
D I O R X R I M OWA
O RGA N I Z E R

Portadocumenti in vitello
bottalato P I N E I D E R

1 7 6 / DICEMBRE 2019
ITEMS

M E TA L L I C

Giacca metallizzata
in nylon 8 MONCLER

PA L M A N G E L S

DICEMBRE 2019 / 1 7 7
POSH

Portafoglio con stampa


Triomphe C E L I N E
BY H E D I S L I M A N E

1 7 8 / DICEMBRE 2019
ITEMS

FA N TASY

Gemelli in rame
e zinco PAU L SMITH

DICEMBRE 2019 / 1 7 9
DRIVE

Guanti in pelle G I V E N C H Y

1 8 0 / DICEMBRE 2019
ITEMS

P L AY

Custodia per chitarra


in pelle rossa G U C C I

DICEMBRE 2019 / 1 8 1
NIGHT

Stivali in pelle con fibbia


in palladio B A L E N C I AGA

1 8 2 / DICEMBRE 2019
ITEMS

H O L I DAYS

Valigia Bedford Travel


M I C H A E L M I C H A E L KO R S

Fashion Editor:
Nicolò Andreoni.
Styling Assistant:
Martina Verità
Secure your place at cniluxury.com Speakers include:

Natalia Hub
V
Superm odianova Artistic ert Barrère
o Directo
Philanthdel and r, Lesag
e
ropist

Andrea Luke M
sK eier
Creativ ronthaler Creativ & Lucie Meie
e Dire r
Vivienn e Director, Jil Sand ctors,
e West er
wood

29-30 April 2020, Vienna, Austria

THE PREMIER EVENT FOR LUXURY LEADERS Hélène


Da Pouli
The Ea vid Snowdon CEO, B t-Duquesne
rl
Chairm of Snowdon, ouchero
n
an, Chri H
500 luxury and fashion decision-makers, innovators, creatives and business stie’s E on.
MEA
figures will gather in Vienna, Austria, to discuss the topics that matter for the
global luxury and fashion industry.

The conference programme will Topics include:


explore the power of Central and • The definition of “Luxury”
Eastern Europe as a new consumer
• Size inclusivity in the luxury market
market for luxury retail, as well as a
source of dynamic and innovative • Luxury and fashion retail in Central Manfre
d Thie
rry Mu
Gu
CEO, V ram Gvasalia
ETEME
gler NTS GR
creativity. Speakers will also explore and Eastern Europe OUP

the critical topics of technology, • The relationship between


inclusivity and sustainability, and the commerce and creation
role of the artisan in the digital age. • Sustainability in luxury

More information and tickets available at:

| +44 20 7152 3472


Natach
CNILuxury.com aR
Creativ amsay-Levi
e Direc
Lynne
Manag Webber
ing
Chloé tor, Marina Director,
Rinaldi

@CNILuxury @SuzyMenkesVogue #CNILux

IN PARTNERSHIP WITH CITY PARTNER

Joerg Suzy M
Creato Zuber E
enkes
r, Noon
oouri Vogue ditor,
Interna
tional

See the latest speakers at cniluxury.com


EVENT SPONSORS INCLUDE

For details of commercial partnerships,


please contact: clare.casey@condenastint.com
I L LU ST R A Z I O N E D I M A X G U T H E R

L’ECONOMIA DELLA PROFESSIONALITÀ


Luoghi, storie, strategie: le persone che muovono il business
FORMAZIONE

LE TOP 5 4 5
L E C I N Q U E M I G L I O R I U N I V ER S I TÀ
I N T U T TO I L P I A N E TA (E L E 5 I N I TA L I A )
Università Istituto di
S E C O N D O I L T I M ES H I G H ER ED U C AT I O N
di Tecnologia del
WO R L D U N I V ER S I T Y R A N K I N G S 2020 . Stanford Massachusetts
S EL E Z I O N AT E P ER Q UA L I TÀ E P RO S P E T T I V E STATI UNITI STATI UNITI
F R A 1 . 4 0 0 AT EN EI D I 92 PA ES I

Te s t o d i O L G A N O E L W I N D E R L I N G
Numero di studenti Numero di studenti
16.135 11.247
Numero di studenti Numero di studenti
per professore per professore
NEL MONDO 7,3 8,6
Studenti internazionali Studenti internazionali
23% 34%
Rapporto tra studentesse Rapporto tra studentesse
Numero di studenti
e studenti e studenti
2.240

1 Numero di studenti
per professore
43:57 39:61

6,4
Studenti internazionali
Università 30%

94,4
di Oxford
94,5

Rapporto tra studentesse


REGNO UNITO

93,6
e studenti
34:66
90,5

89,0
Numero di studenti 95,0
82,5

20.664

79,5
Numero di studenti
per professore
11,2
3
91,4
95,4

90,5
92,8

Studenti internazionali
41%
96,4

94,3

Rapporto tra studentesse


92,1

e studenti Università
46:54 di Cambridge
ISTITUTO DI TECNOLOGIA

REGNO UNITO
DEL MASSACHUSETTS

Numero di studenti
TECHNOLOGY
INSTITUTE OF

18.978
2
CAMBRIDGE

STANFORD

Numero di studenti
OXFORD

per professore
10,9
Studenti internazionali
California
37%
Institute of
Technology Rapporto tra studentesse Voto complessivo
STATI UNITI e studenti Valutazione dell’insegnamento
47:53 Prospettive internazionali

1 8 8 / DICEMBRE 2019
57,3
SCUOLA 45,0
SANT’ANNA 56,0

4
57,2
NORMALE 57,2
DI PISA 52,8

56,0
Università
UNIVERSITÀ 51,5
di Padova
DI BOLOGNA 50,7
PADOVA
50,1 -53,7
UNIVERSITÀ 42,5 Numero di studenti
DI PADOVA 45,1 45.169
Numero di studenti
50,1 - 53,7 per professore
UNIVERSITÀ 38,7 21,3
SAN RAFFAELE 43,1 Studenti internazionali
4%
Rapporto tra studentesse
Voto complessivo e studenti
Valutazione dell’insegnamento
55:45
Prospettive internazionali

IN ITALIA
5
Università
1 San Raffaele

2 3
MILANO

Scuola Numero di studenti


Universitaria 2.610
superiore Scuola Normale Università Numero di studenti
Sant’Anna Superiore di per professore
di Pisa Bologna 10,7
PISA PISA BOLOGNA Studenti internazionali
3%
Rapporto tra studentesse
Numero di studenti Numero di studenti Numero di studenti e studenti
776 558 65.819 59:41
Numero di studenti Numero di studenti Numero di studenti
per professore per professore per professore
12,4 6,8 24,0
Studenti internazionali Studenti internazionali Studenti internazionali
19% 11% 12%
Rapporto tra studentesse Rapporto tra studentesse Rapporto tra studentesse
e studenti e studenti e studenti
35:65 29:71 56:44

G Q I TA L I A . I T
DICEMBRE 2019 / 1 8 9
LA VISIONE

UNA SEGRETARIA
QUASI PERFETTA
BASTEREBBE RICONOSCERE CHE LE ASSISTENTI DI DIREZIONE
OGGI SONO FIGURE MANAGERIALI, PER DARE ALLA PROFESSIONE
L A D I G N I T À C H E M E R I T A E A L L’ A Z I E N D A U N A M A R C I A I N P I Ù

Di CL AUDIA L A VIA

envenuti nell’era della “se- proprie business skill ai corsi di empowerment


gretaria 4.0”: grande ascol- e ai programmi di coaching personalizzati.

B tatrice, con spiccate doti


organizzative, poliglotta e
capace di affiancare figu-
Com’è cambiato questo lavoro?
Oggi l’assistente di direzione è una figura ma-
nageriale. Il ruolo richiede organizzazione,
re-chiave. Il suo lavoro è efficienza, autonomia, capacità nelle funzio-
una strada preferenziale per vivere e conoscere ni di filtro e di mediazione per la gestione dei
l’azienda a 360 gradi, con importanti prospet- processi di management e nelle relazioni fra i
tive. «Molte assistenti sono diventate quadri o livelli aziendali, ma anche una spiccata efficienza
dirigenti. Occupano posizioni importanti nella comunicativa e capacità di gestire lo stress. Si
comunicazione, nelle relazioni esterne o sono tratta insomma di una business partner che
diventate a loro volta imprenditrici». Parola di facilita i processi di comunicazione, regola la
Vania Alessi, che nel 2001, insieme alla sorella “temperatura” aziendale, anticipa o previene i
Jessica, ha fondato secretary.it, una business problemi diventando una leader positiva.
community che riunisce in Italia oltre 9.500 Lo stereotipo è che sia un campo femminile.
assistenti di direzione e più di 6mila aziende. È vero, ma non del tutto. Ci sono anche diversi
Vania, una laurea in Economia e Commercio, ha uomini fra gli assistenti di direzione. Semmai è
trascorso 15 anni nel ruolo di Project manager una questione di numeri e poi, di conseguenza,
e di Assistente di direzione. anche di “completamento”.
Perché secretary.it? In che senso?
Le principali professioni hanno un proprio Or- Oggi, è un dato di fatto, i principali dirigenti
dine e occasioni di confronto: sulla nostra piat- d’azienda sono soprattutto uomini. La figura D O N N E
taforma vogliamo ricreare la stessa dimensione. di un’assistente donna diventa quindi fonda- D ’A F FA R I

A cosa serve una community di questo tipo? mentale per completare quell’alchimia perfet- -
DA SINISTRA
A fare personal branding e anche a imparare ta che deve crearsi in una squadra, nel lavoro
A D ESTR A : VANIA
come gestire eventuali difficoltà nel lavoro. esattamente come nella vita. Per funzionare al ALESSI (50 ANNI)
Supportiamo sia le professioniste che le aziende. meglio serve una forte complementarietà nei E LA SORELLA
JESSICA (47),
Fate anche formazione... ruoli, nelle inclinazioni e nel carattere. Cambia-
F O N DAT R I C I
Oltre ai webinar gratuiti abbiamo un’offerta mo gli stereotipi sulla dirigenza e cambieranno DELLA COMMUNITY
di lezioni in aula: da quelle per potenziare le anche nel nostro settore. S E C R E TA R Y. I T

1 9 0 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
IL FENOMENO

TOP 30
AV VOCATI
I T R E N TA L E A D E R D E L M E R C AT O L E G A L E D ’A F F A R I I TA L I A N O
D E L 2 0 1 9 S O N O S P E C I A L I Z Z A T I N E L L’ A S S I S T E N Z A A I M P R E S E
E F I N A N Z A , D O TAT I D I U N A S P I C C ATA AT T I T U D I N E M A N A G E R I A L E ,
E S TA N N O T R A G H E T TA N D O G L I S T U D I P E R C U I L AV O R A N O V E R S O
I L F U T U R O D I U N S E T T O R E I N C R E S C I TA , C H E S U P E R A G I À I 2
M I L I A R D I D I E U R O D I V A L O R E . E S C L U D E N D O P E R S C E LTA I G I G A N T I
D E L S E T T O R E O V E R 7 0 , H A N N O U N ’ E TÀ M E D I A D I 5 4 A N N I

A cu ra di LEGA LCO M MUNIT Y E M AG

1-IL MODELLO - 48 ANNI 2-MR. PRESIDENT - 49 ANNI

Claudia Parzani Stefano Simontacchi

Presidente di Allianz Spa, quest’anno è stata inclusa (unica italiana) da HERoes È il grande timoniere di BonelliErede. Dopo due mandati da co-managing
e Yahoo Finance nella classifica Women Role Model. È una trascinatrice, anche partner è stato eletto presidente dell’organizzazione. Nel 2019 il commercialista
all’interno di Linklaters. Nella law firm del magic circle inglese, Parzani è è stato il regista dell’operazione con cui BonelliErede ha integrato la
european managing partner e global business development marketing partner. superboutique Lombardi e Associati, consolidando il primato per distacco dello
Una fuoriclasse nel mercato dell’equity capital markets. Quest’anno ha seguito studio. Quest’anno Urbano Cairo ha deciso di portare a 12
la quotazione di Nexi, la più grande Ipo del 2019. il numero dei consiglieri nel cda di Rcs per garantirsi la sua presenza.

1 9 2 / DICEMBRE 2019
3-IL LEADER - 54 ANNI 4 - I L T R A S C I N ATO R E - 6 0 A N N I

F i l i p p o Tr o i s i Bruno Gattai

Un trascinatore, capace di motivare e di guidare Legance in un percorso L’avvocato continua a far crescere la superboutique a cui ha dato vita sei anni
di crescita che da 2007 non ha conosciuto soste. Anche l’ultimo esercizio fa. Di recente ha portato in squadra Carla Mambretti e Filippo Rossi, due
si è chiuso con un aumento dell’incassato dell’8%, raggiungendo quota 84 nuovi soci con cui ha deciso di spingere sullo sviluppo dei settori energy e
milioni. Fuoriclasse dell’m&a, nei primi otto mesi dell’anno litigation. Lo studio così si avvicina a quota 100 professionisti.
ha portato a casa altrettante operazioni dal valore complessivo di 1,8 miliardi. Gattai non si occupa solo di gestione e strategie. Nel 2019, tra le altre, ha
Tra queste: la cessione di Doc Generici per conto di Cvc. guidato l’acquisizione di Doc Generici per Intermediate Capital.

5-IL RAINMAKER - 67 ANNI 6 - I L C I C L I S TA - 5 8 A N N I

Francesco Gianni F r a n c e s c o Te d e s c h i n i

È il punto di riferimento dell’avvocatura d’affari italiana. Nei primi nove Porta avanti con grande capacità di visione il ruolo di senior partner di
mesi del 2019 ha seguito otto tra le principali operazioni di m&a Chiomenti che riveste da poco più di un anno. In particolare, ha costituito
per un valore di oltre 3 miliardi di euro. Nell’ultimo anno ha anche riportato un innovation committee e ha voluto un esperto di knowledge management.
in Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners soci di peso. Oltre al rafforzamento dell’alleanza con i partner europei dello studio ha
Ha stimolato lo studio a guardare con sempre maggior attenzione al mercato annunciato anche un primo passo verso l’Africa, e nel frattempo ha lavorato a
Usa, a quello africano e all’Oriente, Medio e non. numerosi deal di rilievo. Oltre al diritto, lo appassiona il ciclismo.

DICEMBRE 2019 / 1 9 3
IL FENOMENO

7 - L’ U O M O S Q U A D R A - 5 5 A N N I 8 - LO S T R AT E G A - 5 4 A N N I

Francesco Gatti Federico Sutti

In prima linea in alcune delle partite societarie più delicate dell’ultimo anno Il managing partner di Dentons ha lanciato una nuova service line: un team
(da Carige a Tim), difende Blackstone con il socio Carlo Pavesi nell’arbitrato dedicato alla gestione delle attività di processo dei clienti.
con Rcs su via Solferino. È considerato uno degli avvocati più autorevoli dalla Fuoriclasse del real estate, anche quest’anno ha messo in fila una lunga lista
business community nazionale. Erede professionale del grande Carlo d’Urso, di operazioni: dal progetto SeiMilano all’acquisizione dell’area Milano 4,
insieme ai soci dello studio Gatti Pavesi Bianchi ha costruito l’archetipo del seguiti per Orion. Grande attenzione anche al benessere dei colleghi. A luglio
modello di studio che oggi definiamo superboutique. ha presentato il progetto di work-life blending denominato New Horizons.

9 - I L C R E AT I VO - 49 A N N I 1 0 - L’ I N N O V A T O R E - 6 2 A N N I

Francesco Sciaudone F r a n c o To f f o l e t t o

Si occupa della strategia dello studio, ma anche di alcune delle operazioni Ha reso lo studio Toffoletto De Luca Tamajo, insegna di riferimento del
più delicate in cui è coinvolto. Rumors di mercato lo hanno dato al fianco di mercato labour, una fucina dell’innovazione legale. Qui, per dire, è nato il
Atlantia sul dossier Alitalia. Managing partner di Grimaldi, nell’ultimo anno gestionale Elibra, che quest’anno ha integrato un sistema per l’elaborazione
ha lanciato un inedito modello di internazionalizzazione che in pochi mesi automatica dei preventivi. Nel 2019 lo studio ha ampliato la propria presenza
ha esteso il raggio d’azione dello studio a Balcani, Russia, Spagna, Egitto, sul territorio nazionale aprendo tre nuove sedi, a Brescia, Bologna e a Genova,
Turchia e Sud America attivando alleanze bilaterali con law firm locali. con l’obiettivo di offrire un servizio più vicino al mercato delle pmi.

1 9 4 / DICEMBRE 2019
11-IL RECORDMAN - 50 ANNI 12-IL BIANCONERO - 55 ANNI

Patrizio Messina Marcello Giustiniani

È uno dei fondatori di Orrick in Italia, dove coordina il team che si occupa Numero uno della practice di diritto del lavoro in BonelliErede, è il
di banking and finance, il più profittevole tra le law firm a livello mondiale socio consigliere delegato all’innovazione. In particolare, guida le azioni
nell’ultimo anno. È stato nominato (primo italiano) partner in charge per sull’integrazione dell’intelligenza artificiale nelle dinamiche e procedure.
l’Europa della law firm americana oltre a entrare nel management committee L’avvocato, juventino e ciclista, è esperto nella gestione dei rapporti tra aziende
mondiale. Quest’anno ha partecipato alla redazione del decreto Gacs e ha seguito e top manager. Sempre più spesso viene ingaggiato dai vertici societari per
alcune delle più importanti operazioni con Npl delle principali banche italiane. coordinare i delicati rapporti con i professionisti nelle posizioni di comando.

13-IL DISRUPTOR - 50 ANNI 14-LO SPORTIVO - 60 ANNI

Andrea Arosio Rober to Cappelli

Anni fa ha aperto una sede di Linklaters a Lecce. Nel 2019 ha portato il Asso del corporate m&a, è tra le punte dello studio Gianni Origoni Grippo
progetto al livello successivo avviando la trasformazione della sede salentina Cappelli. Al lavoro sul delicatissimo dossier Alitalia, nel corso dell’anno si è
della law firm magic circle nell’hub per l’innovazione delle attività in Italia. occupato anche del passaggio di Car Server a UnipolSai per conto di Iccrea e
In particolare, ha preso in squadra un innovation manager, Maziar Jamnejad. della vendita del 20% di Borio Mangiarotti a Värde Partners. È tra i soci che
Fuoriclasse del banking and finance, il managing partner di Linklaters ha hanno costituito il focus team di diritto sportivo nello studio. L’avvocato ha una
seguito, tra gli altri, il finanziamento della mega fusione Essilor-Luxottica. grande esperienza, in particolare, sul fronte calcistico.

DICEMBRE 2019 / 1 9 5
IL FENOMENO

1 5 - L’ I T A L I A N O - 5 3 A N N I 1 6 - L’ I N T E L L E T T U A L E - 5 2 A N N I

Massimiliano Mostardini Alessandro De Nicola

È il chairman mondiale di Bird & Bird (primo italiano), ed è considerato uno Senior partner di Orrick, nell’ultimo anno ha sviluppato prodotti ad alto
degli avvocati più autorevoli nel mercato della proprietà intellettuale. contenuto tecnologico per gestire alcune delle esigenze più diffuse tra i clienti,
Creativo, ha ben interpretato lo spirito della law firm nella costruzione della come la piattaforma MrO-Whistle per le segnalazioni di misconduct aziendale.
sede italiana, che non a caso ha dato molti “soci manager” all’organizzazione. Oltre all’attività di avvocato, agli incarichi professionali in istituzioni finanziarie
Quest’anno lo studio ha costituito Oxygy, una società che consentirà allo studio e aziende, alla presidenza dell’Adam Smith Society, quest’anno ha scritto anche
maggiore presenza anche nel business della consulenza strategica. I dieci comandamenti dell’economia italiana insieme a Carlo Cottarelli.

17-LA PROFESSORESSA - 63 ANNI 18-IL GAME CHANGER - 62 ANNI

Stefania Bariatti Giovanni Lega

Presidente di Mps e vice presidente di Sias (Gruppo Gavio), da quest’anno è Ha deciso di guidare il passaggio generazionale in Lca creando una squadra
anche vicepresidente di A2A. Of counsel dello studio Chiomenti, insegna di talenti fatta di giovani soci dalle grandi potenzialità e di partner più senior
diritto internazionale all’università di Giurisprudenza di Milano. All’inizio del capaci di dare un contributo d’esperienza. Nell’ultimo anno, lo studio ha messo
2019 è stata confermata nel consiglio direttivo di Unidroit. Ha seguito i profili a segno otto operazioni di lateral hire che hanno determinato l’ingresso di 18
antitrust dell’operazione con cui Investindustrial ha dato vita, insieme a Carlyle, nuovi soci. Ha fondato e presiede l’Asla, associazione degli studi associati italiani
al progetto per il primo polo internazionale dell’interior design. che raggruppa gran parte delle insegne attive in questo settore di mercato.

1 9 6 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
1 9 - L’ U M A N I S T A - 5 1 A N N I 2 0 - L’ A V I A T O R E - 4 2 A N N I

Giuseppe De Palma Michele Briamonte

È il managing partner di Clifford Chance in Italia e partecipa anche al global Il managing partner di Grande Stevens è tra i pochi business lawyer che in
partnership council della law firm magic circle. Quest’anno ha realizzato il Italia riescono a coniugare operazioni straordinarie, contenzioso e attività in
progetto Broletto 16, trasferendo la sede milanese dello studio in un palazzo ambito penale. Sulla sua scrivania, tra le altre, questioni come Tim-Open Fiber,
reinterpretato secondo il concetto del flow-space. È la prima volta che uno la possibile acquisizione della Sampdoria per conto di un private equity e il caso
studio tradizionale concepisce la sua organizzazione spaziale attorno alle Ginatta. L’avvocato, pilota d’elicottero e kickboxer, ha costruito il futuro della
persone. Territorio d’elezione dell’avvocato: il diritto finanziario. superboutique di matrice torinese puntando sulla multidisciplinarietà.

21-IL DECANO - 67 ANNI 22-IL PIONIERE - 45 ANNI

Guglielmo Maisto Carlo Gagliardi

Un punto di riferimento nel mercato della consulenza fiscale e tributaria, Alla guida della divisione legale del colosso Deloitte, dopo aver aperto una sede
fondatore dell’omonima boutique, tra le più quotate del settore tax. Nell’ultimo a Firenze è riuscito a portare l’insegna anche al Sud costruendo un’alleanza
anno ha seguito, tra l’altro, l’accordo per il patent box di Piaggio e i profili fiscali con lo studio barese Polis e aprendo un ufficio con il socio Francesco Paolo
della riorganizzazione societaria del gruppo Illy finalizzata alla costituzione del Bello. Nel primo semestre del 2019 lo studio si è distinto nel mercato m&a
Polo del Gusto. Il professore è stato anche decisivo nella definizione di alcune piazzandosi, secondo Mergermarket, tra le prime 15 organizzazioni per numero
contestazioni che hanno interessato clienti come Kering e Mediolanum. di operazioni, con 12 deal per un valore complessivo di circa 179 milioni di euro.

G Q I TA L I A . I T DICEMBRE 2019 / 1 9 7
IL FENOMENO

23-IL BIBLIOFILO - 59 ANNI 24-LA PRIMA - 49 ANNI

Giuseppe La Scala Stefania Radoccia

È il primo imprenditore legale del Paese. Lo studio La Scala è focalizzato Da pochi mesi è managing partner di EY Tax and Law. È la prima avvocata
soprattutto sulla gestione del credito. Con i suoi soci ha dato vita a iniziative italiana a guidare uno studio (non fondato da lei) di tali dimensioni: 640
come La Scala Cerved – società tra avvocati a responsabilità limitata attiva professionisti, 63 partner e 104 milioni di fatturato. Un colosso che negli ultimi
nel settore del recupero crediti – a cui è seguita la joint venture con AZ anni, proprio grazie al lavoro svolto dall’avvocata di origini abruzzesi, ha visto
info&collection, sempre sul fronte dei cosiddetti npls (in particolare small crescere in maniera importante (+300%) la propria anima legale. Per prepararsi
tickets e unsecured). Passioni: il Milan e le prime edizioni autografe di libri. al nuovo incarico ha studiato da manager alla Northwestern e ad Harvard.

25-IL PUGILE - 53 ANNI 2 6 - I L V I O LO N C E L L I S TA - 6 1 A N N I

Francesco Rotondi Luigi Ar turo Bianchi

Da quest’anno è il managing partner di LabLaw, boutique specializzata in Violoncellista e bibliofilo, è l’anima accademica dello studio Gatti Pavesi
diritto del lavoro che ha fondato insieme a Luca Failla nel 2006. L’avvocato ha Bianchi dove ha recentemente contribuito alla creazione di un advisory board
rinnovato la governance dello studio e ha portato avanti la politica di espansione formato da personalità del calibro di Roberto Maroni, Franco Bassanini
territoriale. Gli americani lo chiamerebbero self made man, di certo non ha e Giampiero Massolo. Ordinario di Diritto Commerciale e direttore del corso
paura della fatica e del lavoro duro. Appassionato di sport, supporta i dilettanti per giuristi d’impresa alla Bocconi di Milano, quest’anno ha fatto parte del pool
della AS Barona e pratica la boxe e le arti marziali. legale che ha ottenuto la conferma del delisting di Parmalat dal Tar Lazio.

1 9 8 / DICEMBRE 2019
2 7 - L’ A M E R I C A N O - 5 8 A N N I 2 8 - I L L I T I G ATO R - 5 2 A N N I

Luca Arnaboldi Ferdinando Emanuele

Il managing partner di Carnelutti, tra le più longeve insegne del mercato dei Nell’ultimo anno ha contribuito allo sviluppo della practice arbitrale
servizi legali in Italia, quest’anno ha aperto un nuovo ufficio a Los Angeles. internazionale di Cleary Gottlieb in Sud America. L’avvocato si conferma un
Si tratta della seconda sede negli Usa dopo quella di New York. «Adesso punto di riferimento per il mercato nel settore del contenzioso. Tra i clienti
siamo l’unico studio italiano in grado di abbracciare i due oceani», dice. «La seguiti di recente: Sky Italia, Telecom Italia, Vivendi e Inter Fc. È stato da poco
comprensione del mercato americano richiede almeno una doppia prospettiva». nominato presidente della Commissione arbitrato e Adr dell’Associazione
Interista appassionato, talvolta si presta a commentare in tv le imprese del club. italiana per l’arbitrato e coordinatore della delegazione nazionale all’Icc.

29-MR. DEAL - 51 ANNI 3 0 - I L C A P I TA N O - 5 4 A N N I

Stefano Sciolla Antonio Lombardo

Il private equity è il suo mondo. Socio della law firm americana Latham & È una delle figure chiave di Dla Piper, primo studio internazionale in Italia
Watkins, nel 2019 ha seguito quasi tutte le operazioni da prima pagina. Fra le per fatturato, dove ha il ruolo di capo del corporate finance con il compito di
più recenti: l’assistenza a Farfetch nell’acquisizione da 675 milioni di dollari di svolgere una funzione di indirizzo e coordinamento strategico per gli avvocati
New Guards Group. Socio di Latham dal 2011, l’avvocato è chair del corporate delle due aree. Uno dei partner più attivi e con il fatturato maggiore della law
department dello studio a Milano e co-chair del retail & consumer products firm. Di recente si è occupato della fusione tra Ivri e Sicuritalia e ha seguito per
industry group della law firm. Segni particolari: la schiettezza. conto di Unicredit il finanziamento della prima operazione del Fondo Ariel.

DICEMBRE 2019 / 1 9 9
NEWS
A cura di Claudia La Vita

CAPITANO
VITTORIOSO
Valorizzare gli imprenditori che hanno
saputo cogliere opportunità di mercato
creando valore per la propria azienda e
contribuendo in modo significativo all’in-
novazione e alla crescita dell’economia
italiana. Sono questi i presupposti del
Premio EY L’Imprenditore dell’anno, pre-
sente in 65 Paesi e destinato a chi guida
aziende con un fatturato di almeno 25
milioni di euro. L’edizione italiana 2019
ha premiato Massimo Perotti, a capo
di Sanlorenzo, “boutique” della nautica
made in Italy. Il merito di Perotti è stato
quello di trasformare una realtà italiana
di yacht e superyacht in un brand rico-
nosciuto a livello mondiale.

MASSIMO PEROTTI, EXECUTIVE


CHAIRMAN DI SANLORENZO,
N O M I N A T O E Y L’ I M P R E N D I T O R E
D E L L’ A N N O P E R I L 2 0 1 9

SALUTE!
progettato dallo studio Lpzr l’edificio
K19, selezionato da Expocomfort tra i
migliori 11 nZEB nel mondo e che punta
sulle nuove tecnologie per ridurre il consu- L’Italia al primo posto in Europa e tra i
mo di energie non rinnovabili: l’uso della primi al mondo per l’utilizzo delle tecno-
geotermia e lo studio maniacale di tutti logie digitali da parte dei professionisti
i dettagli dell’involucro hanno portato a sanitari: l’88% di questi dichiara infatti di
una realizzazione estremamente efficiente, aver utilizzato digital health technology o
in cui architettura e tecnologia si com- app nel proprio ospedale o studio. È il dato
binano perfettamente. A pochi passi dal che emerge dal Future Health Index 2019,
parco Sempione, invece, c’è il più recente realizzato da Philips, secondo cui l’Italia
Londonio 11 che conta su soluzioni tecno- segna il passo anche in tema di telemedi-
logiche innovative e piscina in copertura. cina: 6 professionisti su 4 dichiarano di
Ridurre il fabbisogno energetico degli edi- averla già utilizzata.
fici è il sogno dell’architettura moderna

ENERGIA
ma anche un diktat europeo grazie alla
direttiva nZEB del 2010, che ogni Paese
membro ha recepito definendo criteri e
ZERO requisiti per la realizzazione degli edifici
ad energia quasi zero. L’Italia è tra i Paesi
Edifici altamente energetici ma anche cool: più all’avanguardia in questo senso: la
una sfida che un gruppo di architetti mi- stima Enea al 30 giugno 2018 è di 1.400
lanesi è riuscito a vincere dando vita nel edifici nZEB in tutta Italia, contro i 600
cuore di Milano a due dei principali edifici censiti nel 2017, e altri 130 edifici pubblici
nZEB (Nearly Zero Energy Building) rico- potrebbero essere ristrutturati a livello
nosciuti a livello europeo. È stato infatti nZEB prima del 2020.

2 0 0 / DICEMBRE 2019
GREEN JOB
PER TUTTI
Oggi le competenze “verdi” sono sempre
più richieste, in maniera trasversale e in
ogni settore. In Italia sono più di 3 mi-
lioni i green job, ovvero il 13,4% degli
occupati, con 432mila imprese che, negli
ultimi 5 anni, hanno investito sulla green
economy per superare la crisi. A dirlo è
l’ultimo Rapporto Greenitaly 2019 della
Fondazione Symbola e di Unioncamere.
Fra le professioni verdi a più alto poten-
ziale c’è il cuoco sostenibile, con focus su
marchi di qualità, produzioni biologiche e
a chilometro zero, sul riciclo e la riduzione
degli sprechi. A questa figura si aggiungono
anche quelle del giurista e dell’informatico
ambientale: il primo con competenza certi-
ficata e specialistica in materia giuridica e R I D U R R E L’ I M P A T T O
legislativa per quanto riguarda l’ambiente, A M B I E N TA L E , R I S PA R M I A R E
ENERGIA E CONTENERE
il secondo specializzato nell’Internet delle
L E E M I S S I O N I D I C O 2:
cose con attenzione alla gestione di servizi LO FA QUA SI U N ’A ZI EN DA
energetici per ottimizzare i consumi. I TA L I A N A S U T R E

L’A.I. DETTA LEGGE


Intelligenza artificiale e robotica liberano
tempo e risorse da reinvestire in attività
più “alte”, anche quando di mezzo c’è
la giurisprudenza. Gli studi legali infatti
stanno iniziando a sperimentare il sup-

CAPELLO
porto della tecnologia nelle attività quo-
tidiane. In alcuni studi è già entrato Ross,
un avvocato-robot: si basa su Watson, il
software di Ibm capace di comprendere il
linguaggio umano e può essere utilizzato
DOCET
per semplificare e accelerare la fase delle Fornire agli imprenditori occasione di
ricerche per i singoli casi, ma è anche ca- formazione e networking per migliorare
pace di fare collegamenti logici e proporre le performance professionali. È l’obietti-
soluzioni ad hoc che aiutano l’avvocato vo del Leadership Forum, evento annuale
F OTO D I G E T T Y I M AG E S ( 3 )

a interpretare il caso e ad agire di conse- della società di consulenza Performance


guenza. Già nel 2017 J.P. Morgan aveva Strategies che organizza anche seminari
adottato il software Contract Intelligence su marketing, negoziazione e vendita ed
(Coin), che in pochi secondi è in grado di efficacia personale. Quest’anno sul palco
svolgere un’attività di analisi di documenti Fabio Capello, Claudio Cecchetto, Howard
che altrimenti costerebbe 360mila ore in Gardner e Massimo Bottura per raccontare
collaboratori e assistenti. la loro visione di leadership.

G Q I TA L I A . I T DICEMBRE 2019 / 2 0 1
IL LIBRO

SEMPRE
PIÙ SMART
COME E QUANDO SI REALIZZERÀ
L A Q U A R TA R I V O L U Z I O N E
INDUSTRIALE? QUI LE RISPOSTE

D i L AU R A PAC EL L I

Smart Economy, Smart Living, Smart Envi-


ronment, Smart Mobility, Smart People, Smart
Governance. Ambiente, economia, vivibilità,
mobilità, persone e gestione. In due parole,
Smart City, un modello di città organizzata
secondo l’utilizzo delle nuove tecnologie (so-
prattutto digitali) messe in relazione al capitale
umano presente (competenze, capacità, ecc.),
al fine di migliorare la qualità della vita e delle
relazioni tra i cittadini. Sulla carta sembra una
prospettiva luminosa ma il cambiamento in
atto non è senza risvolti, talvolta imprevedibili.
A porsi delle domande e a provare a dare delle
risposte è Leonardo Valle che, nel suo libro
Advanced Advisory, si chiede in che modo
i nuovi standard di progresso e le piattafor- capacità d’innovare e di innovarsi: «Perché
me futuristiche, soppiantando i tradizionali non esiste Progresso Intelligente se non è utile
distretti industriali, ci stanno conducendo alla collettività e alla sua crescita». Ma se la
verso un’innovazione sempre più orizzontale teoria è chiara la sua applicazione è più lenta e
che coinvolgerà tutti, indipendentemente dal tortuosa. «Le nostre regole economiche devono
grado di istruzione: colletti bianchi, tute blu, saper coniugare crescita, protezione sociale e
donne e uomini, prodotti e servizi. Un trend rispetto dell’ambiente», scrive David Sassoli L’A U T O R E

inevitabile dove «persino la moneta perderà nella prefazione del libro. Per fare questo, ag- Leonardo Valle, nato a Crotone
le sue tradizionali caratteristiche e, tra reale giunge il presidente del Parlamento europeo, nel 1971, è il primo “Advanced
e virtuale, poca differenza rimarrà», scrive c’è bisogno di «regole che sappiano coniugare Advisor” in Italia, ossia
Valle, attualmente General Manager presso la progresso tecnologico, sviluppo delle imprese un analista e divulgatore
Plastex Srl e direttore generale della Financial e tutela dei lavoratori e delle persone». Lì dove del paradigma Impresa 4.0.
& Capital Advisor Srl. L’autore va a fondo la “mediocrazia” non troverà più il suo terreno Sopra, la copertina del suo
sulla questione dando come prima chiave di d’azione lasciando spazio al compimento della libro Advanced Advisory
lettura la parola “innovazione”, intesa come Quarta rivoluzione industriale. (DFG Lab, pagg. 176, 17,50 €)

2 0 2 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
PIÙ DI

100
RICETTE E IDEE
PER RENDERE
STRAORDINARIA
LA TUA TAVOLA
DELLE FESTE

SCEGLI
IN EDICOLA
LA TUA
COPERTINA
DI NATALE
PREFERITA

# E V V I VA N ATA LE
W W W. L AC U C I N A I TA L I A N A . I T

DA 90 ANNI CUCINIAMO CON TE


COVER
L’ I N C O N T RO C O N I L G E N T L E M A N D E L M E S E

Zlatan
Ibrahimović.
Cappotto,
camicia
e cravatta
GIORGIO
ARMANI
F OTO D I J O S E P H D E G B A D J O

«SE LA GENTE CHE TI CIRCONDA NON CREDE IN TE,


VA I P E R L A T U A S T R A D A »

Z L ATA N I B R A H I M O V I Ć
COVER STO RY

Z L A T A N
«HO BISOGNO ».
V A S F I D A
UO
DI UNA N C H É I B RA
ECCO P E R
I N I T A L IA
RITORNA
Testo di
RO C I
ROBE RTO C
Foto di
BA DJO
JOSEPH DEG
Lo svedese Zlatan Ibrahimović, 38 anni,
considerato uno dei calciatori più forti
del mondo. Dopo quasi due anni
con i Los Angeles Galaxy, il 14
novembre scorso ha lasciato la squadra
per tornare in Italia, probabilmente
al Bologna o al Milan. La sua decisione
verrà resa nota in questi giorni.
Abito e camicia D S Q U A R E D 2

DICEMBRE 2019 / 2 0 7
COVER STO RY

«V I S O R P R E N D E RÒ
Los Angeles, un tran-
quillo week end fra palme
e cielo azzurro. La calma
prima della tempesta. Ra-
fael – un uomo gigantesco, A N C O R A , A I U TA N D O
L A M I A S Q UA D R A
abbronzatissimo, dagli oc-
chi letali e dall’assenza di
sorriso – sembra un agente
segreto del Mossad. Invece
è lo studio manager che ha il A V I NC E R E D I N UOVO »
compito di fissare le regole.
Dopo aver stabilito la fine
dell’operazione alle 3 PM,
una dozzina di professionisti si prepara guono e basta. Io amo fare la differenza. correre, corrono, fisicamente sono delle
a immortalare uno dei personaggi più Non voglio fare bene solo una o due cose, bestie. Ma non sono abituati a giocare con
chiacchierati, amati e odiati del 21esimo voglio farle bene tutte. I ragazzi che gio- i piedi, perché in tutti i loro sport tradizio-
secolo. Un uomo detestato per la sua ar- cano a calcio negli Stati Uniti devono ca- nali – baseball, football, basket – usano
guzia verbale, letale ma anche cristalli- pire questo semplice concetto: devi essere le mani. Un altro problema è che gli altri
na, per l’arroganza covata e fomentata capace di fare tutto e nel modo migliore». sport prendono tutto lo spazio televisivo
da un’infanzia leggendaria (assenza fa- Per questo torna in Italia? e commerciale durante l’anno, quindi per
miliare, razzismo, furti di biciclette), ma No. Vado in una squadra che deve vincere il calcio rimangono pochi soldi, almeno
ampiamente meritata sul campo. E per la di nuovo, che deve rinnovare la propria finché non si vince qualcosa. Così, sono
strafottente noncuranza del prossimo con storia, che è in cerca di una sfida contro pochi gli studenti universitari che scelgono
cui si ritaglia tempo, spazio e denaro, oltre tutti. Solo così riuscirò a trovare gli stimoli una carriera nel calcio, quando possono
che per la scanzonatoria semplicità con necessari per sorprendervi ancora. guadagnare decine di milioni di dollari
cui si esprime fuori e dentro il rettangolo Come è finito al Galaxy? negli altri sport. È che lì i padroni non
di gioco, dove ha collezionato 33 trofei Ci sono arrivato in un momento di cam- hanno passione, per loro è solo business.
– vincendo 11 campionati nazionali in biamento personale. Mi ero fatto male Non come Moratti. Grande tifoso, lui lo
Olanda, Italia, Spagna e Francia – con le con il Manchester United di Mourinho, faceva per vincere. Aveva cuore.
più grandi squadre del mondo. I 540 goal avrei potuto giocare ancora con loro, ma Cosa pensa del VAR?
all’attivo lo rendono di fatto uno dei più mi serviva più tempo per essere al top. Secondo me, nel dubbio bisogna sempre
prolifici marcatori della storia del calcio. Quando è arrivata la possibilità di andare controllare. Gli arbitri negli Stati Uniti
Si tratta di un personaggio così squisita- negli States mi sono detto che forse ave- hanno molto da imparare: se fischi un
mente controverso e di indubbio talento vo bisogno di un fresh start. Non volevo rigore devi essere sicuro, e se ti dicono di
da essere ormai noto con un solo nome: deludere il mister. Nella prima partita, controllare devi farlo, non puoi permet-
Zlatan. Proprio come Elvis, Kobe, Pelé, bahm! Gol storico e vincente nel derby terti di essere egocentrico. Siamo esseri
Messi e Maradona. 3-2 con i LAFC dell’odiato Carlos Vela. umani, sbagliamo tutti, l’importante è
Ibrahimovic´ è un guerriero di due me- Zlatan leggenda da subito. ammettere i propri errori. Nessuno è per-
tri con la chioma folta e il naso serissimo, Non era la prima volta che segnava un fetto. Anche io sbaglio. Come si dice negli
ma capace di un sorriso così prorompente gol da 40 metri, al volo... Usa: Better safe than sorry, la prudenza
e sincero da mettere subito a proprio agio. Per noi europei è normale. Per loro è stata non è mai troppa.
Scopriremo che è dotato di una simpatia un’esperienza extraterrestre. Giuro che E le nuove regole?
travolgente, di un’umanità contagiosa e quel gol mi ha seguito per mesi. Ero nel Tipo 5 cambi invece di 3, o il Time Out?
che il più delle volte parla di se stesso in parcheggio: «Che gol!». Ero in tv oppure No, io sono tradizionale. Meglio finire 1-0
terza persona. Segni particolari: non può dai Lakers: «Che gol!». Dopo due anni ho che 5-4. Certo per il pubblico è più bello
fare a meno delle sfide, che gioca solo detto basta. È stato un bel periodo, 53 da vedere, ma per me è sofferenza pura.
per vincere. reti in 58 partite. Ma è tempo di tornare Cosa pensa del razzismo sugli spalti?
Per conoscere il suo passato basta in Europa. Sono molto contento di aver Il tifoso vuole sempre disturbare il campio-
leggere le due autobiografie, I am Zla- fatto questa esperienza, anche perché dopo
tan Ibrahimović e I am Football: Zlatan l’infortunio molti dicevano che non sarei
Ibrahimović. Per quanto riguarda il pre- più stato in grado di giocare, invece ho
sente, ecco il resoconto di un incontro sin- dimostrato che posso ancora fare la diffe-
cero e ricco di colpi di scena. Cominciato renza. Negli States c’è un’altra mentalità, In Italia, Zlatan ha già
con questa premessa: «Ci sono calciatori tolto un paio di giocatori importanti per giocato con Juventus
che giocano a calcio e altri che pensano squadra, a causa del tetto salariale gli altri (2004-2006), Inter (2006-
il calcio. Quando uno pensa inventa un sono “normali”, devono ancora crescere 2009) e Milan (2010-2012).
nuovo modo di fare calcio, gli altri se- sia come tecnica che come tattica. Per Giacca e camicia D I O R

2 0 8 / DICEMBRE 2019
COVER STO RY
“Ibracadabra” è uno dei tre giocatori al mondo (gli altri due furono
Mutu e Carew) ad aver segnato con sette squadre diverse
in competizioni UEFA per club (Ajax, Juventus, Inter,
Barcellona, Milan, Paris Saint-Germain e Manchester Utd).
Soprabito, maglia e pantaloni E R M E N E G I L D O ZEGNA,
scarpe C H U R C H ’ S
COVER STO RY

« M AT E R A Z Z I G I O C AVA
ne, ovvio non è bello per chi
lo subisce. Non è solo un
problema italiano, capita
in tutto il mondo. L’impor-
tante è rimanere mental- DA C AT T I V O . È PER
QUESTO CHE L’ H O
mente forti e concentrati,
nonostante gli insulti. Per
risolvere questo problema
bisogna essere inflessibili.
Fermare il gioco per 3 mi- M A N DAT O I N O S P E DA L E »
nuti e poi farti tornare in
campo non è la risposta.
Sono anni che succede e
non si risolve nulla. Per esempio, l’episo- si un «hello» e sapere chi sono nel caso a cross e testate. E poi sono diventato
dio con Balotelli o Koulibaly: sospendi la succedesse qualcosa. Purtroppo non c’è quello che sono, e dalla Juventus sono
partita, e la squadra avversaria perde a il bar, come in Italia, dove puoi farti due andato all’Inter dove ho avuto una grande
tavolino. Punisci fino in fondo. Mettere chiacchiere, ma solo dei grandi mall con responsabilità, perché volevano vincere e
la maglia «No al razzismo» e sventolare l’aria condizionata sparata al massimo avevano bisogno del mio aiuto. Ho gio-
la bandiera «No al razzismo» è bello, ma dove fa un freddo cane. Però si sta bene, cato con grandi compagni che mi hanno
non risolve il problema. Meglio togliere devo dire la verità, anche se mi è mancata aiutato a farlo. La squadra era fortissima.
tre punti, sospendere la partita e perdere la mentalità europea. Anzi, quella italiana, Vuole che le dica una cosa che non ho mai
l’incasso, così rischi di andare in serie B. perché da voi c’è passione, quando parli raccontato a nessuno?
Devi essere severo, la gente non capisce con la gente ti senti più vivo. Certo, siamo qui per questo.
fino a quando non paga le conseguenze. Un’altra cosa dell’America è che nessuno Ero alla Juve e giocavo contro l’Inter. Ma-
Lei è mai stato oggetto di razzismo? ha mai cash. All’inizio è bello, poi diventa terazzi mi fa un’entrata assassina e mi
Sì. Da ragazzino ero timido, ma allo stesso una rottura di coglioni. E devi anche dare fa male. Come calciatore era cattivo. Ci
tempo testardo e arrogante. Sono sempre sempre un sacco di mance... Insomma, è sta, ma ci sono due modi per giocare da
stato diverso dagli svedesi: naso grande, un modo diverso di pensare. cattivo, e uno è per farti male. Anche Mal-
capelli neri, mi muovevo in modo diverso, Il bello degli americani? dini, per dire, giocava da cattivo, ma con
parlavo in modo diverso. Ero emargina- Nello show business sono il numero un altro obiettivo. Quindi, era Juve-Inter
to, sempre da solo contro tutti. Quando uno, nel marketing non li batte nessuno. 2006, dopo il fallo vado fuori un attimo
uno faceva un gol io dovevo segnarne 10, Prima pensano ai soldi, poi a qualità e per curarmi e Capello mi fa: «Ti cambio».
perché solo così venivo accettato. E poi, risultati. E va detto che da loro lo sport E io dico: «No, entro». Volevo tornare in
sì, ci sono tanti modi per disturbare i gio- è costoso, molto costoso. Per esempio: campo solo per ripagare Matrix, perché
catori. Quando ero in Italia mi gridavano per fare giocare i miei figli in una buona se uno mi fa una cosa così non mi passa
«Zingaro!». È razzismo anche quello, è squadra di calcio per un campionato devo più dalla mente. Ma dopo due minuti ho
ignoranza, anche se poi quando mi vedono pagare 3.500 dollari a testa. Non è per la troppo dolore, non riesco a giocare. Poi
fuori dallo stadio mi fanno i complimenti cifra, ma per il concetto. Tutto lo sport è vado all’Inter, al Barcellona, al Milan...
e vogliono farsi una foto con me. a pagamento. E siccome i genitori paga- Nella prima partita, il Derby della Ma-
Come si è trovato negli Usa? no, vogliono vedere i figli giocare anche donnina Milan-Inter 2010-2011, sono
Secondo me gli americani sono easy, ma quando non sono bravi. Mi spiace molto tutti contro di me. Va bene, questo mi
dove vivo io, a Beverly Hills, un po’ freddi, perché non tutti hanno i soldi necessari e carica. Però se non hai il controllo non va
distaccati. Per esempio non ho mai visto i invece lo sport deve essere per tutti, perché bene, perché perdi la testa e fai qualcosa
miei vicini, non li conosco, non ci siamo unisce le razze e i popoli. Pelé è diventato di stupido. Arrivo al rigore, e chi mi ha
mai salutati. Da una parte è meglio, perché un campione con niente, giocava con una fatto fallo? Materazzi. Doppio rigore, 1-0
non ti disturbano e tu non disturbi loro, palla di stracci... Il calcio è lo sport più Milan. Nel secondo tempo Matrix mi ca-
ma ogni tanto sarebbe bello scambiar- bello del mondo. rica e gli faccio una mossa di Taekwondo.
Del calcio italiano cosa pensa? L’ho mandato in ospedale. Stankovic´ mi
Vivere e giocare in Italia mi ha fatto di- dice: «Perché l’hai fatto, Ibra?». E io gli
ventare quello che sono oggi. Ero un at- rispondo: «Ho aspettato questo momento
taccante anche prima, ma non così bravo. per quattro anni. Ecco perché». E me ne
Zlatan, figlio di immigrati Capello mi ha insegnato tanto. Mi diceva: sono andato. What goes around comes
jugoslavi, è stato nominato «Tu lavori per fare i gol. E devi aiutare around. Poi il Milan ha vinto, ed è stato
miglior giocatore svedese la squadra a fare i gol. Le altre cose non un bel momento perché la vecchia società
dell’anno (premio Guldbollen) contano, mi serve solo che segni». E mi era grande. Galliani per me era bravissi-
undici volte. Record assoluto. spingeva. Tutti i giorni, dopo l’allenamen- mo, un dirigente fantastico. Faceva tutto
Camicia, pantaloni, cravatta to, mi metteva davanti alla porta con 5 o per la squadra, però aveva anche molta
e scarpe D S Q U A R E D 2 6 difensori e per un’ora si andava avanti disciplina. Quando non gli piaceva qualco-

DICEMBRE 2019 / 2 1 3
COVER STO RY

« TA R A N T I N O È L A
sa lo diceva in faccia a tutti e
quando andava tutto bene ti
dava credito. Dopo due anni
gli ho detto: «Galliani, non
voglio andare via, sto bene STORIA DEL CINEMA
C O M E Z L ATA N È L A
a Milano». Finché, ero al
mare, sul cellulare ho visto
cinque chiamate perse di fila
in 30 secondi, e lì capisci che
qualcosa non va. Chiamo STO R I A D E L C A LC IO »
Mino Raiola e mi comunica
che mi spedivano al PSG.
Qual è il suo calciatore
preferito? rare che io gli risolva tutti i problemi. Gli Top of the World. Invincibile. Non devi
È sempre stato il Ronaldo brasiliano. ho insegnato disciplina, rispetto e respon- mai mollare. Se la gente che ti circonda
Quando giocava tutti volevano copiarlo, il sabilità. Più o meno quello che ho ricevuto non crede in te, vai per la tua strada. Mi
movimento, quello stacchetto, bam-bam. io, ma ovviamente con più possibilità visto chiedono tutti: «Chi avevi tu come men-
Aveva uno stile troppo elegante. Lui era che non avevo niente. Sbagliare aiuta a tore?». Chi avevo io? Nessuno. Mi sono
quello che mi faceva stare davanti alla crescere, non posso proteggerli sempre. tolto dalla merda da solo.
televisione a guardare la partita. Oggi Nessuno è perfetto. Anch’io ho sbagliato Perché la passione per il Taekwondo?
non ne vedo tanti che mi fanno questo tante volte, ma ho sempre imparato dai Quando ero piccolo mio padre aveva tutte
effetto. Forse Mbappé fa la differenza, miei errori, per non commetterli di nuovo. le cassette di Jackie Chan e di Bruce Lee.
è giovane, speriamo continui a lavorare Cucina? Il Taekwondo mi piaceva perché era come
duro. A 19 anni è già una star. Spero abbia Sì, ma non sono bravo. Se mia moglie fare boxe con i piedi. Esteticamente, è un
ancora fame e passione per il gioco, per non c’è e i miei figli hanno fame prepa- kick bellissimo. È come ballare in modo
crescere e fare ancora di più. È difficile ro una pasta semplice. Spaghetti con il veloce, quasi come volare. È il Taekwon-
non montarsi la testa. Parmigiano oppure con il burro. A volte, do che mi aiuta a fare gol spettacolari, a
Mino Raiola come l’ha conosciuto? per cambiare un po’, chiamo Helena e le essere competitivo e creativo, a rimanere
Ero all’Ajax, cercavo un agente e un mio chiedo: «Oh, come si fa?». Maximilian e agile e flessibile. Per fortuna ho trovato
compagno, Maxwell, mi ha detto che c’era Vincent complottano, fanno di tutto per un club molto professionale, il Salim Ta-
un agente un po’ mafioso, ma bravissimo. non farmi cucinare. Mi dicono che prefe- ekwondo, si allenano come pazzi e ci si
Gli dissi di parlargli, di chiedergli dove riscono la consegna a domicilio, «perché mena davvero. Corriamo tutti insieme,
potevamo vederci. Il giorno dopo Maxwell in America si usa così». Sono furbi. ci facciamo forza a vicenda.
ritorna con una busta chiusa. La apro e Da dove nasce la sua passione per Il suo futuro dopo il calcio?
leggo il messaggio di Raiola: «Fuck You. Quentin Tarantino? Visto che giocherò ancora, per ora non
Segna di più che ti vendo a tutti». Mi ha È innamorato del cinema, come io lo lo so dire. Come calciatore non si tratta
mandato a fare in culo, spronandomi a sono del calcio. Mi piacerebbe conoscer- solo di scegliere una squadra, ci sono altri
fare più gol. Ho capito subito che era fatto lo, ascoltare le storie che ha da raccon- fattori che devono quadrare. Anche ne-
come me. tare. Si vede che ha passione, è un genio gli interessi della mia famiglia. Quindi le
Se esiste, chi è la prima persona che un po’ matto, ama quello che fa e vuole condizioni devono essere buone in tutti i
deve ringraziare? trasmetterlo al pubblico. Un po’ come sensi, ovviamente. Poi, quando smetterò
Helena, mia moglie, perché ha avuto Muhammad Ali, un altro mio mito, come completamente, non so. Seguirò i miei
tanta pazienza con me. Davvero, la mia persona e come atleta. Lo amavo perché ragazzi per aiutarli a fare le scelte giuste. Il
avventura non è stata semplice, con due faceva le cose come voleva lui. Aveva una mio futuro sono loro. Ma per il momento,
figli, cambiare tante squadre e Paesi. E poi sua visione, e la portava a termine. Stes- direi che ci vediamo presto in Italia.
non sono una persona facile. Però grazie sa mentalità mia, non guardo in faccia a
a lei e ai ragazzi sono cambiato. Quando nessuno: Tarantino è la storia del cinema,
ho detto «prego» a Mancini, invece di come Zlatan è la storia del calcio.
ringraziarlo come hanno fatto tutti, non Le piacerebbe una parte in un film?
volevo fare il fenomeno o lo sbruffone: io Sì, di Tarantino! Un bel film d’azione con Abito e maglia G I O R G I O
sono così. Quando mi conosci, capisci che Dwayne Johnson “The Rock”, dove faccio ARMANI, scarpe
sono naturale anche se dico sempre quello il cattivo e gli spacco la faccia. Lo metto CHURCHÕS.
che penso. E se hai ragione tu, ammetto giù, non c’è problema. Lo rispetto molto, Styling: Oretta Corbelli.
di avere sbagliato. in realtà, rappresenta il vero american Fashion editor: Nicolò
Cosa vuole insegnare ai suoi figli? dream, era un ragazzino con problemi Andreoni. Hair stylist: Virginie
A essere indipendenti. Voglio che siano di droga, senza una lira, è stato anche Pineda. Make-up
capaci di sbrigarsela da soli, invece di spe- un homeless, senza casa. E adesso è on artist: Mina Abramovic

2 1 4 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
TOYS
PA S S AT E M P I C H E N O N T I A S P E T T I , P R I M A C H E F I N I S C A Q U E S T O N U M E R O D I G Q

UNOTTO è il tavolo
da poker da 8 o 10 persone,
personalizzabile
su richiesta: dalla versione
in vetro con gambe
cromate, alla quale
si aggiungono i poggia-
braccia in pelle nera,
a quella con piano di gioco
in legno e alcantara. Prezzo
su richiesta. impatia.com
C A S I N O R O YA L E

IL BANCO
VINCE TUTTO

Il cinema si è divertito parecchio


con le facce da poker e un italiano,
Dario Sammartino, si è appena
qualificato secondo migliore giocatore
nelle world series. Agli appassionati
del genere Enrico Azzimonti dedica
ora un tavolo 100% design, e sbanca
gli avversari. _ (C.D’A.)

2 1 6 / DICEMBRE 2019 G Q I TA L I A . I T
Il set da poker
di Tiffany & Co.
è custodito
all’interno
di una valigetta
in pelle color
Tiffany Blue®.
Prezzo: 3.350 €.
tiffany.it

LE REGOLE DEL GIOCO

FORTUNA INASPETTATA

Pezzo forte della nuova Tiffany Men’s Collection, il poker set da viaggio
comprende 100 fiches in porcellana bianca, grigia, Tiffany Blue®
e nero. Nonché due mazzi di carte da gioco Tiffany Travel con bordo
metallizzato. La valigetta ha chiusura funzionale, doppia chiave e pulsante
in argento. Per giocatori di classe. _ (O.N.W.)

DICEMBRE 2019 / 2 1 7
Indirizzi
A L E S S A N D RO G I L L E S D RU M O H R MORESCHI PUBLISHED BY CONDÉ NAST
a le s s a n d ro g i lle s . i t d r u m o h r. co m m o re s c h i . i t
Chief Executive Officer Roger Lynch
A LTO M I L A N O DUNO Chief Operating Officer & President, International Wolfgang Blau
MUNICH
a lto m i l a n o . i t d-duno.it Global Chief Revenue Officer & President, U.S. Revenue Pamela Drucker Mann
munichshop.net
E R M E N EG I L D O Z EG N A U.S. Artistic Director and Global Content Advisor Anna Wintour
A R K I STA R ze g n a . i t Chief of Staff Samantha Morgan
N A PA P I J R I
a r k i sta r. i t Chief Data Officer Karthic Bala
napapijri.it
ESEMPLARE Chief Client Officer Jamie Jouning
B AU M E & M E RC I E R e s e m p l a re . co m
b a u m e - e t - m e rc i e r. co m
N O RT H S A I L S CONDÉ NAST ENTERTAINMENT
E T RO n o r t h s a i l s . co m President Oren Katzeff
B E RW I C H e t ro . co m O M EGA Executive Vice President–Alternative Programming Joe LaBracio
b e r w i c h . co m o m e g awatc h e s . co m Executive Vice President–CNÉ Studios Al Edgington
FENDI Executive Vice President–General Manager of Operations Kathryn Friedrich
BESILENT fe n d i . co m PAU L S M I T H
CHAIRMAN OF THE BOARD
b e s i le nt . i t p a u l s m i t h . co m
Jonathan Newhouse
FERRANTE
BO G G I M I L A N O fe r ra nte . i t PAU L&S H A R K WORLDWIDE EDITIONS
b o g g i . co m p a u l a n d s h a r k . co m France: AD, AD Collector, Glamour, GQ, Vanity Fair, Vogue, Vogue Collections,
F R E D M E L LO Vogue Hommes
BO M BO O G I E f re d m e llo . i t Germany: AD, Glamour, GQ, GQ Style, Vogue
P O L A RT EC
b o m b o o g i e . co m India: AD, Condé Nast Traveller, GQ, Vogue
p o l a r te c . co m
GA L LO Italy: AD, Condé Nast Traveller, Experienceis, Glamour, GQ, La Cucina Italiana,
BO S S g a llo 1 927. co m
P T PA N TA LO N I TO R I N O Vanity Fair, Vogue, Wired
h u g o b o s s . co m
p t - to r i n o . co m Japan: GQ, Rumor Me, Vogue, Vogue Girl, Vogue Wedding, Wired
G EOX R E S P I R A
Mexico and Latin America: AD Mexico, Glamour Mexico, GQ Mexico and Latin
BOT T EGA V E N E TA g e ox . co m
b o t te g ave n e ta . co m RE-HASH America, Vogue Mexico and Latin America
G I O RG I O A R M A N I re h a s h . i t Spain: AD, Condé Nast College Spain, Condé Nast Traveler, Glamour, GQ,
B R I G L I A 1 9 49 a r m a n i . co m
Vanity Fair, Vogue, Vogue Niños, Vogue Novias
b r i gl i a 1 9 49 . co m S A I N T L AU R E N T Taiwan: GQ, Interculture, Vogue
GUCCI ys l . co m
United Kingdom: London: HQ, Condé Nast College of Fashion and Design,
B RU N E L LO C U C I N E L L I g u cc i . co m Vogue Business; Britain: Condé Nast Johansens, Condé Nast Traveller,
b r u n e llo c u c i n e ll i . co m S A RTO R I A L ATO R R E
Glamour, GQ, GQ Style, House & Garden, LOVE, Tatler, The World of Interiors,
HERMÈS s a r to r i a l ato r re . i t
Vanity Fair, Vogue,Wired
BV LGA R I h e r m e s . co m United States: Allure, Architectural Digest, Ars Technica, basically,
b u l g a r i . co m
S AU C O N Y O R I G I N A L S
Bon Appétit, Clever, Condé Nast Traveler, epicurious, Glamour, GQ, GQ Style,
H O LU B A R
s a u co ny. co m
healthy ish , HIVE, Pitchfork, Self, Teen Vogue, them., The New Yorker, The Scene,
C A L L AG H A N h o lu b a r. co m Vanity Fair, Vogue, Wired
ca ll a g h a n . e s
I G I &C O S C AG L I O N E PUBLISHED UNDER JOINT VENTURE
CANALI i g i e co . i t s ca gl i o n e . i t Brazil: Casa Vogue, Glamour, GQ, Vogue
ca n a l i . co m Russia: AD, Glamour, Glamour Style Book, GQ, GQ Style, Tatler, Vogue
IMPULSO S E B AG O
PUBLISHED UNDER LICENSE OR COPYRIGHT COOPERATION
C H U RC H ’ S i m p u l s o . c lo u d s e b a g o . co m
Australia: GQ, Vogue, Vogue Living
c h u rc h - fo o t we a r. co m
Bulgaria: Glamour
L A M A RT I N A TAG L I ATO R E
C L A R KS l a m a r t i n a . co m
China: AD, Condé Nast Center of Fashion & Design, Condé Nast Traveler,
ta gl i ato re . co m
c l a r ks . i t
GQ, GQ Style, Vogue, Vogue Film, Vogue Me
LARDINI Czech Republic and Slovakia: La Cucina Italiana, Vogue
TA L A R I C O C R AVAT T E
CORNELIANI l a rd i n i . co m Germany: GQ Bar Berlin
ta l a r i co c ravat te . i t
co r n e l i a n i . co m Greece: Vogue
L E BO L E Hong Kong: Vogue
TO D ’ S
D I K TAT le b o le u o m o s h o p . i t Hungary: Glamour
to d s . co m
d i ktat - i ta l i a . co m Iceland: Glamour
LU I G I B I A N C H I Korea: Allure, GQ, Vogue
VO I L E B L A N C H E
DIOR M A N TOVA Middle East: AD, Condé Nast Traveller, GQ, Vogue, Vogue Café Riyadh, Wired
d i o r. co m lu b i a m . i t vo i le b l a n c h e . co m Poland: Glamour, Vogue
Portugal: GQ, Vogue, Vogue Café Porto
D O LC E &GA B B A N A M I X TU R E X AC U S Romania: Glamour
d o lce g a b b a n a . co m m i x t u re . i t xa c u s . co m Russia: Tatler Club, Vogue Café Moscow
Serbia: La Cucina Italiana
South Africa: Glamour, Glamour Hair, GQ, GQ Style, House & Garden,
Comunicato sindacale: i giornalisti di Condé Nast House & Garden Gourmet
in sciopero contro la chiusura di Glamour Thailand: GQ, Vogue
The Netherlands: Glamour, Vogue, Vogue Living, Vogue Man, Vogue The Book
Milano, 27 novembre 2019 Turkey: GQ, La Cucina Italiana, Vogue
I giornalisti di Condé Nast si oppongono alla decisione dell'azienda di cessare dopo 27 anni Ukraine: Vogue, Vogue Café Kiev
la pubblicazione di Glamour in Italia, che provoca l'esubero di 9 colleghe su 10.
Nonostante i ripetuti allarmi lanciati dal corpo redazionale sull'impoverimento degli staff e,
in contemporanea, su carichi di lavoro divenuti insostenibili anche a fronte dei tagli e delle Condé Nast is a global media company producing premium content with
uscite degli ultimi anni, l'azienda rifiuta di ricollocare sia le colleghe di Glamour sia tre colle- a footprint of more than 1 billion consumers in 31 markets.
ghe in cassa integrazione fino a febbraio 2020.
Tutto questo mentre, per far fronte alle pubblicazioni, all'aggiornamento dei siti, alla mole
condenast.com
sempre crescente di allegati ed eventi, l'azienda ricorre a risorse esterne. Dimostrando di
fatto che il lavoro in Condé Nast non manca.
Non solo: l'azienda ha già annunciato ulteriori operazioni espansive, come un’unità redazio-
nale organizzativa per il lancio di nuovi prodotti editoriali. Per la quale, però, non accetta di
considerare né le giornaliste di Glamour né le colleghe in cassa. Direttore Responsabile: Giovanni Audiffredi. Copyright © 2019 per le Edizioni Condé
Nast. Registrazione del Tribunale di Milano n. 402 del 28-5-1999. La Edizioni Condé Nast S.p.A. è iscritta
I giornalisti di Condé Nast non si rassegnano a una strategia di continui tagli che negli anni nel Registro degli Operatori di Comunicazione con il numero 6571. Tutti i diritti riservati. Spedizione
hanno dimezzato gli organici nelle redazioni, e chiedono la ricollocazione immediata delle in abbonamento postale - D.L. 353/03 Art. 1, Cm. 1, DCB - MI. Distribuzione per l’Italia: SO.DI.P.
colleghe. «Angelo Patuzzi» S.p.a. via Bettola 18, 20092 Cinisello Balsamo (Mi), tel. 02-660301, fax 02-66030320.
L'assemblea, che aveva già proclamato lo stato di agitazione, consegna al Cdr un pacchetto
Distribuzione Estero: Sole Agent for Distribution Abroad A.I.E. - Agenzia Italiana di Esportazione
S.p.a, via Manzoni 12, 20089 Rozzano (Milano), tel. 025753911. fax 02 57512606. www.aie-mag.com.
di 5 giorni di sciopero, il primo dei quali è proclamato per giovedì 28 novembre. In aggiunta Stampa:   Rotolito S.p.a, via Brescia 53/56 Cernusco sul Naviglio (MI) - Printed in Italy • Nume-
verrà attuato anche un blocco degli straordinari. ri arretrati € 6,00. Inviare importo a IeO Informatica e Organizzazione Srl Ufficio Arretrati,
I giornalisti, infine, chiedono all'azienda di incontrare quanto prima il Cdr e le rappresentanze a mezzo c/c postale n. 56427453, tel. 039.5983886 - fax 039.9991551 - e-mail: arretraticondenast@
ieoinf.it. Per spedizioni all’estero maggiorare l’importo di € 2,50 per le spese postali.
sindacali dell'Associazione lombarda dei giornalisti e della Federazione nazionale della
stampa italiana per trovare una soluzione che tuteli le colleghe.
ACCERTAMENTI
DIFFUSIONE STAMPA
CERTIFICATO N. 8552
DEL 18-12-2018
Powered by Ciro Santucci - Art Director Rocco Cosentino - Graphic Designer Gaspare Grammatico

PALESTRA 4.0 FRANCHISING 2020


FITNESS BOUTIQUES Costruisci con noi
FORMAT INNOVATIVO il tuo business di successo

WWW . CLAYSBOXING. COM


CERTIFICATO MASTER CHRONOMETER
Dietro l’eleganza di ogni singolo
orologio Master Chronometer si cela
il più alto livello di certificazione:
MOONWATCH 8 test della durata di 10 giorni,
per garantire precisione e resistenza
magnetica senza pari.

Milano • Roma • Venezia • Firenze - Numero Verde: 800 113 399