Sei sulla pagina 1di 13

1 La potenza di un numero

DEFINIZIONE. La potenza di un numero è il prodotto di tanti fattori uguali a quel numero detto base,
quanti ne indica l’esponente.

ESEMPIO

Esponente

Base
92 9 9 81
si legge <<nove alla seconda o nove al quadrato>>

Area 2 - Capitolo 1 - PAG. 204 1  


2 Le espressioni con le potenze

Per calcolare il valore di un’espressione contenente l’operazione di elevamento a potenza si devono


applicare le stesse regole utilizzate per risolvere le espressioni con le operazioni fondamentali.
Occorre tener presente che le potenze, essendo delle moltiplicazioni ripetute, si risolvono appena
possibile.

ESEMPIO

3 2 2 3 2
3 5 2 7 3 21 2 2

27 5 4 49 3 21 8 4

27 20 147 21 8 4
27 20 7 8 4 18

Area 2 - Capitolo 1 - PAG. 205 2  


3 Le proprietà delle potenze

REGOLA. Il prodotto di due o più potenze aventi la stessa base è uguale ad una potenza che ha
per base la stessa base e per esponente la somma degli esponenti.

ESEMPIO

prodotto di potenze
somma degli esponenti

2 3
3 3 32 3
35
stessa base

Area 2 - Capitolo 1 - PAG. 206 3  


3 Le proprietà delle potenze

REGOLA. Il quoziente di due potenze aventi la stessa base è uguale ad una potenza che ha per
base la stessa base e per esponente la differenza degli esponenti.

ESEMPIO

quoziente di potenze
differenza degli esponenti

5 3 5-3 2
10 10 10 10
stessa base

Area 2 - Capitolo 1 - PAG. 206 4  


3 Le proprietà delle potenze

REGOLA. La potenza di una potenza è uguale ad una potenza che ha per base la stessa base e
per esponente il prodotto degli esponenti.

ESEMPIO

potenza prodotto degli


di potenza esponenti

(3 2) 3 3 2 3
36
stessa base

Area 2 - Capitolo 1 - PAG. 206 5  


3 Le proprietà delle potenze

REGOLA. Il prodotto di due o più potenze aventi lo stesso esponente è uguale ad una potenza
che ha per base il prodotto delle basi e per esponente lo stesso esponente.

ESEMPIO

stesso esponente

4 4 4
5 3 (5 3 ) 15
4

prodotto delle basi


prodotto di potenze

Area 2 - Capitolo 1 - PAG. 207 6  


3 Le proprietà delle potenze

REGOLA. Il quoziente di due potenze aventi lo stesso esponente è uguale ad una potenza che
ha per base il quoziente delle basi e per esponente lo stesso esponente.

ESEMPIO

stesso esponente

3 3 3
6 2 (6 2 ) 3
3

quoziente delle basi


quoziente di potenze

Area 2 - Capitolo 1 - PAG. 207 7  


4 Le potenze con 0 e 1

REGOLA. La potenza di un qualsiasi numero diverso da zero, con esponente zero, è sempre uguale
a 1.

ESEMPIO

potenza con esponente 0

0
2 1

Area 2 - Capitolo 1 - PAG. 209 8  


4 Le potenze con 0 e 1

REGOLA. Una potenza con esponente 1 è sempre uguale alla base stessa.

ESEMPIO

potenza con esponente 1

1
7 7

Area 2 - Capitolo 1 - PAG. 209 9  


4 Le potenze con 0 e 1

REGOLA. Le potenze del numero 1 sono sempre uguali a 1 qualunque sia l’esponente.

ESEMPIO

13 1 1 1 1

REGOLA. Le potenze del numero 0, con esponente diverso da zero, sono sempre uguali a zero; la
potenza 00 non ha significato.

ESEMPIO
3
0 0 0 0 0
00 non ha significato

Area 2 - Capitolo 1 - PAG. 209 10  


5 La notazione scientifica

REGOLA. Un numero è in notazione scientifica se può essere scritto nella forma a ! 10n dove a è
un numero decimale con una sola cifra diversa da zero prima della virgola ed n è un numero
naturale.

Notazione scientifica Scrittura estesa

Distanza tra Terra e Luna 3,9 ! 105 km 390 000 km

Età della Terra 4,5 ! 109 anni 4 500 000 000 anni

Diametro dell’orbita della Terra 3 ! 108 km 300 000 000 km

Velocità della luce 3 ! 105 km/s 300 000 km/s

Area 2 - Capitolo 1 - PAG. 211 11  


6 L’ordine di grandezza

DEFINIZIONE. L’ordine di grandezza di un numero è la potenza di 10 più vicina al numero stesso.

ESEMPIO
6410

1000 < 6410 < 10000


3 4
10 < 6410 < 10
poiché

6410 1000 5410 e 10000 6410 3590


si deduce che 104 è la potenza più vicina al numero 6410 e diremo quindi che 104 è il suo
ordine di grandezza.

Area 2 - Capitolo 1 - PAG. 211 12  


6 L’ordine di grandezza

REGOLA.

1. Si scrive il numero nella notazione scientifica (la parte intera deve essere compresa tra 1 e 9).

2. Si stabiliscono le potenze di 10 tra le quali il numero è compreso.

3. Se la parte intera del numero è minore di 5 si assume come ordine di grandezza la potenza di 10
con esponente minore, se è maggiore o uguale a 5 si considera la potenza di 10 con esponente
maggiore.

ESEMPIO

2 2 2 3
830 8,3 10 10 < 8,3 10 < 10

ordine di grandezza 103

Area 2 - Capitolo 1 - PAG. 212 13