Sei sulla pagina 1di 14

7 Seleziona i concetti

UNITÀ

I NUMERI RAZIONALI ASSOLUTI

UNITÀ FRAZIONARIA
Se dividi un oggetto intero in parti uguali, ciascuna di queste parti si
chiama UNITÀ FRAZIONARIA.

Esempio:
hai un lo dividi ciascuna di queste 4 parti uguali si chiama
foglio intero in 4 parti uguali UNITÀ FRAZIONARIA e si scrive 1
4
1 è una UNITÀ FRAZIONARIA
4
(si legge: un quarto)

PROVA TU!
1. In quante fette uguali è divisa la torta? .............

Ciascuna delle fette uguali rappresenta l’UNITÀ FRAZIONARIA e si


scrive
1
..........

pag. esercizio n. pag. esercizio n.


422 5 423 9; 10; 12

FRAZIONE
Se dividi un oggetto intero in parti uguali e consideri alcune di queste parti
ottieni una FRAZIONE.

Esempio:
3
hai un lo dividi Colori 3 di queste 4 parti uguali cioè .
4
foglio intero in 4 parti uguali
3
è una FRAZIONE
4
(si legge: tre quarti).

408 UNITÀ 7I NUMERI RAZIONALI ASSOLUTI

408_421_SAGGI_A1_U7.indd 408 06/02/18 18:48


base dell’unità

COME SI CHIAMANO I TERMINI


DI UNA FRAZIONE
In una frazione vi sono due numeri separati da un trattino:

Esempio:

LINEA DI FRAZIONE
3 NUMERATORE (sta sopra)
4 DENOMINATORE (sta sotto)

Il DENOMINATORE indica in quante parti uguali è stato diviso l’intero.


Il NUMERATORE indica quante parti uguali sono state considerate.
3
La frazione indica che hai preso 3 parti di un intero “oggetto” (o INTERO)
4
che è stato diviso in 4 parti uguali.

PROVA TU!
2. Osserva la figura ed esegui l’esercizio.

a. In quante parti uguali è stato diviso il foglio? ...........

Questo numero è il DENOMINATORE.


Il denominatore è:
a 1 b 8 1 c
8
b. Colora 5 delle 8 parti uguali.
Ciò che hai colorato è una frazione dell’intero foglio (cioè di tutto il foglio).
Poiché hai colorato 5 parti su 8 parti uguali, la frazione si scrive così:

5
(si legge: 5 ottavi)
8
c. Numeratore o denominatore? Scrivilo sui puntini.
5
In ...
8
5 si chiama .............................................
8 si chiama .............................................

3. Prendi una arancia (vanno bene anche un pompelmo o un


limone). Sbuccia l’arancia e conta quanti spicchi (fette) ha.

Questo numero ti dà il DENOMINATORE. Mangia solo 2 spicchi.


Hai mangiato tutta l’arancia? SI NO
Hai mangiato solo una parte di tutta l’arancia cioè 2 spicchi su .................... .
..........
Hai mangiato la frazione .
..........

409

408_421_SAGGI_A1_U7.indd 409 06/02/18 18:48


7 Seleziona i concetti
UNITÀ

4. Questa è una scatola di pastelli.

Quanti sono i pastelli? ............

Quanti sono i pastelli rossi? ............


PASTELLI
Hai ............ pastelli rossi su ............ pastelli totali che
..........
in frazione diventa: .
..........

5
5. Andrea ha mangiato i di un cioccolato.
9
a. In quante parti uguali è stato diviso il cioccolato? .............

b. Quante di queste parti uguali ha mangiato Andrea? .............

6. Scrivi quale frazione della figura è stata colorata in blu e quale è


rimasta bianca.

colorata ........
colorata ........
9 ........

bianca ........
bianca ........
........
........

7. La figura è l’intero. Di ogni figura colora la frazione indicata.

7
Colora 1 Colora Colora un mezzo Colora cinque sesti
4 12

pag. esercizio n. pag. esercizio n. pag. esercizio n.


426 34; 37 427 39 428 43; 45

FRAZIONI PROPRIE:
frazioni più piccole di un intero, cioè frazioni che hanno il numeratore
più piccolo del denominatore.

Esempio:
3 FRAZIONE PROPRIA
4
infatti
3  4

1 intero

410 UNITÀ 7I NUMERI RAZIONALI ASSOLUTI

408_421_SAGGI_A1_U7.indd 410 06/02/18 18:48


base dell’unità

PROVA TU!
8. Scrivi tre frazioni proprie (quelle che hanno il numero sopra la linea
di frazione che è più piccolo di quello che è sotto).

FRAZIONI IMPROPRIE:
frazioni più grandi di un intero, cioè frazioni che hanno il numeratore
più grande del denominatore.

Esempio: 5
FRAZIONE IMPROPRIA
4
infatti
5  4

1 intero 1 intero

PROVA TU!
9. Scrivi tre frazioni improprie (quelle che hanno il numero sopra la
linea di frazione che è più grande di quello che è sotto).

FRAZIONI APPARENTI:
frazioni uguali a uno o più interi cioè frazioni che hanno il numeratore che
contiene esattamente il denominatore.

Esempio: 4
FRAZIONE APPARENTE
4
infatti
4 = 1
4
1 intero
Quando… NUMERATORE  DENOMINATORE la frazione è uguale a 1.

Esempio: 8
FRAZIONE APPARENTE
4
infatti
8 = 2
4
1 intero 1 intero

411

408_421_SAGGI_A1_U7.indd 411 06/02/18 18:48


7 Seleziona i concetti
UNITÀ

PROVA TU!
10. Scrivi tre frazioni apparenti.

FRAZIONI EQUIVALENTI:
sono le frazioni scritte in modo diverso che però indicano
la stessa quantità.

Esempio:

1 2 4 8
equivalente a equivalente a equivalente a
2 4 8 16

PROPRIETÀ DELLE FRAZIONI


Quando moltiplichi o dividi per uno stesso numero (diverso da zero)
il numeratore e il denominatore della frazione ottieni una frazione
equivalente (cioè che indica la stessa quantità).

Esempio:
a b

•2 :4
2 4 8 2
= =
4 8 16 4

:4
•2

412 UNITÀ 7I NUMERI RAZIONALI ASSOLUTI

408_421_SAGGI_A1_U7.indd 412 06/02/18 18:48


base dell’unità

PROVA TU!
11. Trasforma in frazioni equivalenti.
3 4 :2 :5
5 = .......... 2 = .......... 12 = .......... 10 = ..........

3 .......... 7 .......... 18 .......... 25 ..........

3 4 :2 :5

pag. esercizio n. pag. esercizio n. pag. esercizio n.


432 64; 65; 66; 70 433 76 434 82; 83

RIDURRE UNA FRAZIONE


AI MINIMI TERMINI
Ridurre una frazione ai minimi termini significa dividere il numeratore
(sopra) e il denominatore (sotto) per uno stesso numero, diverso da zero,
finché è possibile.

Esempio:
1° modo
30 = 2 ⋅ 3 ⋅ 5 = 5 = 5 FRAZIONE RIDOTTA AI MINIMI TERMINI
18 2⋅3⋅3 3 3
2° modo
:2 :3
30 = 15 = 5
FRAZIONE RIDOTTA AI MINIMI TERMINI
18 9 3
:2 :3

PROVA TU!
12. Scomponi i numeri in fattori primi e riduci ai minimi termini le
seguenti frazioni.

6 = 2 ⋅3 = .......
10 = .......
4 = .......
9 = .......
9 3⋅3 15 10 12
13. Riduci ai minimi termini con il modo che preferisci.

10 = ........
20 = ........
6 = ........
4 = ........
4 15 12 6

pag. esercizio n. pag. esercizio n.


435 88; 91; 92; 93; 94; 95 437 109; 110

413

408_421_SAGGI_A1_U7.indd 413 06/02/18 18:48


7 Seleziona i concetti
UNITÀ
ADDIZIONE SOTTRAZIONE

ADDIZIONARE O
SOTTRARRE FRAZIONI
   
1° caso: LE FRAZIONI HANNO I DENOMINATORI UGUALI

Esempio: ADDIZIONE SOTTRAZIONE


3
ADDIZIONE 2 32 5 7 4 74 3
     
8 8 8 8 8 8 8 8

n Riscrivi il denominatore e addiziona (o sottrai) i numeratori.


n Quando è possibile riduci 
ai minimi termini
 il risultato.
ADDIZIONE ADDIZIONE
2° caso: LE FRAZIONI HANNO I DENOMINATORI DIVERSI

Esempio: ADDIZIONE
  5  1  5 2 52 7
ADDIZIONE ADDIZIONE   Cerca il m.c.m
 dei denominatori:
 
8 4 8 8 8 8
m.c.m. (8 ; 4)  8
2

5   1 5
  5  1  2  5 52 2 7 52 7
  Trasforma
 infrazioniequivalenti 
8 4 8 8 4 8 8 8 8 8 8 8
  2
SOTTRAZIONE
5 1 55 2
1 52
5 7 2 52 7
   
  
   
8 4 88 4
8 88 8 8 8 8
1 5 5 2 2 5252 7 7
           
Addiziona i numeratori
4 4 8 8
SOTTRAZIONE
SOTTRAZIONE 8 8
SOTTRAZIONE 8 8 8 8

SOTTRAZIONE
2 1 4 3 43 1

 
   
  Cerca
   il m.c.m dei  =
 denominatori:
SOTTRAZIONE 3 2 6 6 6 6
m.c.m. (3 ; 2)  6

ONE 2 3

22  11  2 44 1 33 4 43 3 11
43 43 1

        
  ==in frazioni
 =
33 22 3 66 2 66 6 Trasforma
66 6 66 equivalenti
6 6
      2  3

2 1 4 3 43 1
  
  =
3 2 6 6 6 6
1 1 4 4 3 3 43 43 1 1 Sottrai i numeratori
        = =
2 2 6 6 6 6 6 6 6 6

n Quando è possibile, riduci le frazioni ai minimi termini.


n Trova il m. c. m. dei denominatori.
n Trasforma le frazioni in frazioni equivalenti che hanno per denominatore il m. c. m.
n Riscrivi il denominatore e addiziona (o sottrai) i numeratori.

414 UNITÀ 7I NUMERI RAZIONALI ASSOLUTI

408_421_SAGGI_A1_U7.indd 414 06/02/18 18:48


base dell’unità

PROVA TU!
14. a. 9 + 7 = ..... + .....
b. 4 − 2 = .............
10 10 .......... 3 3

15. ESERCIZIO RISOLTO


3 + 10
Calcola il risultato di .
2 5
3 + 10
Le frazioni hanno lo stesso denominatore?
2 5
No, allora cerca il m. c. m. dei denominatori. m.c.m (2; 5)  10

Scrivi le linee di frazione e sotto il m. c. m. = + =


10 10

(10 : 2)  3  15
Trova i nuovi numeratori delle frazioni così:
(10 : 5)  10  20
dividi il m. c. m. per il denominatore iniziale della
frazione e moltiplica il risultato per il numeratore
= 15 + 20 =
iniziale. 10 10

Addiziona i numeratori. = 15 + 20 = 35 =
10 10
SOTTRAZIONE
SOTTRAZIONE :5

Riduci ai minimi termini il risultato. = 35 = 7


10 2
:5
 
 
16. Esegui l’esercizio n° 2 a pag. 389 del libro.

17. Completa le operazioni e trova il risultato.

3 1 1
a. c. 1 
3
6
 1 
3 3 
 
6
3 3 1 1
 3  ..........    
 6  ..........  1 3
6 3 1
 ..........    ..........
 .......... 3 3
3 1
3  1  5
b. 4  2  d. 2 
4
3 2 8 
 3  .......... 
 4  ..........   2  5 
4 1 8
 ..........
 .......... 5
 ..........  
8
 ..........

3
1 
4  415
 1  3 
1 4
408_421_SAGGI_A1_U7.indd 415
......... 3 06/02/18 18:48
7 Seleziona i concetti
UNITÀ

18. Completa e trova il risultato.


3  1 3  ..........  3
1    ..........
4 1 4 4 4

19. Esegui le seguenti operazioni.


7 − 3
a. 1 + 1 = 2 + b.
.......... .......... ..........
............
= ............ − =
3 2 6 6 2 5 .......... ........... ..........

c. 1 + 1 = ............ d. 5 − 3 ..........
− ..........
..........
2 8 6 4 12 12

pag. esercizio n.
442 155; 156; 157; 158 pag. esercizio n.
443 159; da 162 a 165 444 da 176 a 180; 183; 185

MOLTIPLICARE FRAZIONI
1° caso: NUMERATORI E DENOMINATORI NON SI POSSONO SEMPLIFICARE cioè non
si possono dividere per uno stesso numero.

Moltiplica i numeratori fra loro e moltiplica i denominatori fra loro.

Esempio: 3 ⋅ 5 = 3 ⋅ 5 = 15
2 7 2⋅7 14

2° caso: NUMERATORI E DENOMINATORI SI POSSONO SEMPLIFICARE cioè si


possono dividere per uno stesso numero.

Semplifica i numeratori con i denominatori poi moltiplica N N


i numeratori fra loro e i denominatori fra loro. D D

Esempio:
15 ⋅ 2 =
4 9

n Semplifica 15 con 9
(dividi per 3 e scrivi il risultato). 5 1
= 15 ⋅ 2 = 5 ⋅ 1 = 5
n Semplifica 2 con 4 4 9 2 ⋅3 6
2 3
(dividi per 2 e scrivi il risultato).

n Quando non si può più semplificare, = 15 ⋅ 2 = 5 ⋅ 1 = 5


4 9 2 ⋅3 6
moltiplica tra loro i numeratori e
moltiplica tra loro i denominatori. = 15 ⋅ 2 = 5 ⋅ 1 = 5
4 9 2 ⋅3 6

416 UNITÀ 7I NUMERI RAZIONALI ASSOLUTI

408_421_SAGGI_A1_U7.indd 416 06/02/18 18:48


base dell’unità

PROVA TU!

20. a. 7 ⋅ 3 = .............. b.
4 ⋅ 3 = .............. c.
2 ⋅3 = 2 ⋅ 3 = ..............
2 5 9 2 5 5 1

21. a. 5 ⋅ 3 = .............. b.
6 ⋅ 14 = .............. c.
3 ⋅2 = ..............
6 10 7 9 4

pag. esercizio n.
445 192; 193; 194; 195; 196

DIVIDERE FRAZIONI
Scrivi la prima frazione, il “  ” al posto di “ : ” e la seconda frazione
invertita. Ora risolvi la moltiplicazione.

Esempio: 2 : 5
7 6
5 6
= 2 ⋅6 = 6 5
7 5

= 2 ⋅ 6 = 12
7 ⋅5 35

PROVA TU!

22. a. 5 : 2 = ..........
⋅ 3 = .............. b. 6 : 3 = ............................ = ..................
4 3 .......... ..........
7 14

c. 10 : 5 = .............. d. 5 : 15 = ..............
9 3 4 4

e. 2 : 4 = 2 .............. = .............. f. 4 : 2 = 4 : 2 = ..............


3 1 5 5 ..........

pag. esercizio n.
446 207; 208; 209; 211; 212

417

408_421_SAGGI_A1_U7.indd 417 06/02/18 18:48


7 Seleziona i concetti
UNITÀ
ELEVARE A POTENZA UNA FRAZIONE
INDIVIDUA L’ESPONENTE
Eleva il numeratore a quell’esponente e poi il denominatore a quello stesso esponente.

Esempio:
2
 5  52
  = = 25
3 32 9

PROVA TU!
2 2
2 5
23. a.   = .............. b.   = ..............
 3 4
3 2
 
c.  1  = d.  6  = ..............
 2  ..............
5

pag. esercizio n.
447 223; 224
448 231

CONOSCI IL VALORE DELL’INTERO


E UNA SUA FRAZIONE
DEVI TROVARE IL VALORE DELLA FRAZIONE

Esempio:
3
Quanto sono lunghi i di un filo lungo 400 cm?
4
4 parti
intero filo
400 cm

3 parti
3 di filo
4 ?

1 parte   400 : 4  100 cm


3 parti   3   3  100  300 cm

Si risolve seguendo, nell’ordine, le seguenti tappe:

1. valore 1 parte

2. valore delle parti considerate  (n. parti considerate)  (valore 1 parte)

418 UNITÀ 7I NUMERI RAZIONALI ASSOLUTI

408_421_SAGGI_A1_U7.indd 418 06/02/18 18:48


base dell’unità

PROVA TU!
24. Esegui l’esercizio n° 1 a pag. 401.
25. Esegui l’esercizio n° 2 a pag. 401.
26. Esegui l’esercizio n° 4 a pag. 401.
27. Esegui l’esercizio n° 5 a pag. 401.

pag. esercizio n.
459 430; 432

CONOSCI UNA FRAZIONE


E IL SUO VALORE
DEVI TROVARE IL VALORE DELL’INTERO

Esempio:
3
I di un filo sono lunghi 300 cm. Quant’è lungo tutto il filo?
4
3 parti
3
di filo
4 300 cm

4 parti
intero filo
?
1 parte   300 : 3  100 cm
intero filo  4  4  100  400 cm

Si risolve seguendo, nell’ordine, le seguenti tappe:

valore delle parti considerate


1. valore 1 parte = u =
ti
n. di queste part
2. valore intero  (n. parti dell’intero)  (valore 1 parte)

PROVA TU!
28. Esegui l’esercizio n° 9 a pag. 403.
29. Esegui l’esercizio n° 10 a pag. 403.
30. Esegui l’esercizio n° 11 a pag. 403.

pag. esercizio n.
460 445; 449

419

408_421_SAGGI_A1_U7.indd 419 06/02/18 18:48


7 Seleziona i concetti
UNITÀ

L’ E SS E N Z IA LE

SI
CLASSIFICANO LE FRAZIONI SI DICONO
IN

PROPRIE
Esempio
3
4

POSSONO
IMPROPRIE ESSERE
Esempio CONSIDERATE
5 COME
4

APPARENTI
Esempio
4
4

NUMERI
OPERATORI
RAZIONALI
ASSOLUTI

SIGNIFICA
FORMANO
L’INSIEME

Dividere un intero
in parti uguali
e considerarne
alcune a

CHE COMPRENDE
L’INSIEME

420 UNITÀ 7I NUMERI RAZIONALI ASSOLUTI

408_421_SAGGI_A1_U7.indd 420 06/02/18 18:48


base dell’unità

ADDIZIONE
Esempio

= 5 + 1 =
= 5
8 + 1
4 =
= 5
8 + 1
4 =
= 5
8 + 2
4 =
= 5
8 + 2
8 =
= 5
8 + 2
8 =
= 7
8 8
= 7
8
= 7
8
8

EQUIVALENTI
Esempio SOTTRAZIONE
2 3
Esempio
1 = 2 = 6 = ecc.
2 4 12 = 2 − 1 =
= 2 − 1 =
3
2 2
1
2 3 = 3 − 2 =
= 4
3 − 3
2 =
= 4 − 3 =
6
4 6
3
= 6 − 6 =
= 1
6 6
= 1
RIDOTTE AI 6
1
= 6
6
MINIMI TERMINI
Esempio
5
10 = 5 MOLTIPLICAZIONE
6 3
3 Esempio

= 15 2 =
= 15 2 =


= 15
4
4 ⋅ 2 =
9
9
5
4
15 91
2
= 15 ⋅ 2 =
=
= 15 ⋅ 2 =
=2 4
4 ⋅ 9
93
4 9
= 55
= 5
= 66
6

DIVISIONE
Esempio
CON CUI SI
ESEGUONO LE = 2
2 : 5
5 =
=
= 2
7 :: 5
6 =
=
OPERAZIONI 7 6
7
2 ⋅ 66
=
= 2
2 6
6 =
= 7 ⋅⋅
7 5
5
=
=
7
12 5
=
= 12
12
= 35
35
35

ELEVAMENTO
A POTENZA
Esempio
2
 5 
  = 52 =
2

 3 3
= 25
9

421

408_421_SAGGI_A1_U7.indd 421 06/02/18 18:48

Potrebbero piacerti anche