Sei sulla pagina 1di 1

Chi ha inventato la radio? Come funziona? Quando si � passati alla radio digitale?

Scopri tutto quello che vuoi sapere con Focus Junior.


Magari oggi pu� sembrare un mezzo un po' antiquato, ma la radio fu una delle
invenzioni pi� importanti della modernit�, che cambi� totalmente il nostro modo di
comunicare.

I PRESUPPOSTI SCIENTIFICI

Come spesso accade in questi casi, la radio fu il frutto di invenzioni precedenti


(come il telegrafo) e di diverse ricerche indipendenti che contribuirono allo
sviluppo della tecnologia che oggi tutti conosciamo.

Prima dell'apparecchio vero e proprio infatti, alcuni scienziati scoprirono


l'esistenza di queste strane radiazioni elettromagnetiche - le onde radio appunto -
che viaggiavano nell'aria e potevano essere intercettate da appositi strumenti.

I pionieri di questa scoperta furono lo scozzese James Clerk Maxwell, teorico nel
1864 dell'elettromagnetismo e della possibilit� di inviare segnali attraverso
l'etere, e il tedesco Heinrich Rudolf Hertz, che qualche anno dopo ne dimostr�
sperimentalmente l'esistenza.

Il mondo scientifico di allora per� pensava alle onde radio come una pura curiosit�
scientifica, senza grandi applicazioni pratiche. Fortunatamente non tutti la
pensavano cos�...

CHI HA INVENTATO LA RADIO?

La scoperta delle onde elettromagnetiche cattur� l'attenzione di due fisici


intraprendenti: l'italiano Guglielmo Marconi ed il russo Aleksandr Stepanovic
Popov.

Questi due studiosi vivevano e lavorarono in zone completamente diverse del globo
eppure, senza saperlo, cominciarono a lavorare contemporaneamente sul medesimo
progetto, ossia la costruzione di una tecnologia in grado di inviare e ricevere
segnali radio anche a notevoli distanze.