Sei sulla pagina 1di 5

PROGETTAZIONE SCALE FISSE ACCESSI MACCHINE: EN ISO 14122-4

Aggiornamento EN ISO 14122-4:2016 (Traduzione IT non ufficiale)

Il Presente Vademecum, estratto dalla norma EN ISO 14122-4, intende fornire una panoramica generale sulla
progettazione di scale fisse di accesso alle macchine, con illustrazioni.

Il documento Rev. 2.0 è basato sulla norma Ed. 2016 (EN ISO 14122-4:2016) che è cambiata in modo
sostanziale rispetto alla Ed. 2010 (EN ISO 14122-4:2010).

EN ISO 14122-4:2016 SCALE FISSE - NOVITÀ INTRODOTTE


Il Vademecum EN 14122-4: 2016 Rev. 2.0 analizza le novità introdotte dalla versione 2016 della norma
rispetto all'Edizione 2010.

Il presente documento non sostituisce la norma tecnica di riferimento, la cui consultazione rimane di
fondamentale importanza per una corretta progettazione delle scale fisse.

A differenza della vecchia norma EN ISO 14122-4:2010 che metteva da subito in evidenza quali fossero le
dimensioni da rispettare nella progettazione delle scale fisse, la versione 2016 della norma fornisce una linea
guida per la scelta delle caratteristiche che il prodotto dovrà avere.

Le linee guida della norma permettono di scegliere la scala in base allo spazio disponibile ed i dispositivi di
protezione in base alla valutazione dei rischi (rif. EN ISO 12100).

La versione 2016 della norma stabilisce anche come eseguire le prove di robustezza su ogni singolo elemento
della scala (come applicare i pesi di prova ai vari elementi della struttura) e quali devono essere le sue
caratteristiche geometriche.

Tra le novità introdotte:

non è più possibile realizzare dei pioli di forma circolare;


- introduzione dei requisiti sulle botole di accesso per impedire la salita a personale non autorizzato, non
formato o non munito dei dispositivi anticaduta;

- possibilità di usare le strutture che circondano la macchina (muri, o parti di altre macchine) come gabbia di
sicurezza;

- obbligo dell'uso di recinzioni o protezioni anticaduta anche se è previsto l'uso dell'imbragatura sulla scala.

Esempio 1:

I pioli devono essere posizionati in modo che la loro superficie di appoggio del piede sia perpendicolare
all’asse del montante. I pioli circolari non possono essere usati, la superficie calpestabile deve essere ≥ 20
mm.
Legenda
1. Superficie calpestabile
2. Nessuno spigolo vivo
3. Piolo

Es. 2: Botola di uscita

Legenda
1. Botola
2. Meccanismo di rilascio
3. Presa
Es. 3: Dimensioni gabbia di sicurezza

La parte più bassa della gabbia di sicurezza, ad esempio il cerchio più basso, deve essere ad una altezza
compresa tra 2200 e 3000 mm.

Legenda
1. Corrimano della zona di arrivo
2. Ostacolo
3. Spazio aperto
a. Altezza della scala totale H, o della rampa

Es. 4: Spazi interni gabbia


Es. 4 Sintesi dei principali dimensioni di una scala fissa dotati gabbia di sicurezza

Fonte EVS
EN ISO 14122-4:2016
Sicurezza del macchinario
Mezzi di accesso permanenti al macchinario
Parte 4: Scale fisse

RESS Direttiva macchine 2006/42/CE "Presunti Conformi":


Allegato ZB (Informativo) Relazione tra la presente norma europea e i Requisiti Essenziali (RESS) della
Direttiva 2006/42/CE

La presente norma internazionale è stata elaborata nell'ambito di un mandato conferito al CEN dalla
Commissione Europea e l'Associazione europea di libero scambio per fornire un mezzo per soddisfare i
requisiti essenziali della Direttiva Nuovo Approccio 2006/42/CE.

Una volta che questo standard è citato nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea ai sensi di tale direttiva
ed è implementata come norma nazionale in almeno uno Stato membro, il rispetto della norma, entro i
limiti del campo di applicazione, è "Presunzione di conformità" ai Requisiti Essenziali dell'Allegato I della
Direttiva macchine:

1.6.2. Accesso ai posti di lavoro e ai punti d'intervento utilizzati per la manutenzione


La macchina deve essere progettata e costruita in modo da permettere l'accesso in condizioni di sicurezza a
tutte le zone in cui è necessario intervenire durante il funzionamento, la regolazione e la manutenzione della
macchina.

1.5.15 Rischio di scivolamento, inciampo o caduta


Le parti della macchina sulle quali è previsto lo spostamento o lo stazionamento delle persone devono essere
progettate e costruite in modo da evitare che esse scivolino, inciampino o cadano su tali parti o fuori di esse.
Se opportuno, dette parti devono essere dotate di mezzi di presa fissi rispetto all'utilizzatore che gli
consentano di mantenere la stabilità.