Sei sulla pagina 1di 297

COSA VEDREMO

YOUTUBE – PARTE PRIMA

1) YouTube: le origini. Introduzione al socialnetwork più «vecchio


della rete».

2) Lo stato di Youtube nel mondo e in Italia: i dati di diffusione di


uso.

3) #OccupYouTube: sono pronto ad andare su YouTube?


COSA VEDREMO

YOUTUBE – PARTE SECONDA

4) Manuale operativo: come creare un account su YouTube.

5) Manuale operativo: come creare, settare e gestire il proprio


canale su YouTube.

6) Manuale operativo: come caricare e ottimizzare un video su


YouTube.

7)Manuale operativo: alla scoperta del «Toolbox», ovvero la cassetta


degli attrezzi che YouTube ci mette a disposizione per modificare i
nostri contenuti video.
COSA VEDREMO

YOUTUBE – PARTE TERZA

8) YOUTUBE & I COMPETITORS: tool per monitorarli.

9)YOUTUBE & SEO: norme generali per il posizionamento su YouTube.


COSA VEDREMO

YOUTUBE – PARTE QUARTA

10) YouTube & Storytelling: video, parole, immagini teaser… qual è la


ricetta perfetta per il tuo brand?
11) «Content is the King», ovvero come raccontarsi in maniera vincente
con un video. Best practise per la realizzazione di un buon contenuto
video.
Esposizione di casi studio positivi e negativi.
COSA VEDREMO

YOUTUBE – PARTE QUINTA

12) YOUTUBE & DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO: seeding,


viral & Digital PR

13) YOUTUBE Marketing: il circuito di promozione video di YouTube.

14) YOUTUBE STRATEGY: integrazione del content video con la


propria strategia di marketing e comunicazione
COSA VEDREMO

YOUTUBE – PARTE SESTA

15) Video Content Marketing: YouTube, Instagram o Facebook?

16) YouTube & G+: integrazione e spunti per il 2014.

YOUTUBE - PARTE SETTIMA

17) Voglio diventare uno YouTubers: minitips


PRIMA PARTE

1)YOUTUBE: LE ORIGINI.
INTRODUZIONE AL SOCIALNETWORK PIÙ
«VECCHIO DELLA RETE».
DISCOVERING YOUTUBE

Chiunque controlli il cinema, controlla il mezzo più


potente di penetrazione delle masse!
(Thomas Alva Edison)
DISCOVERING YOUTUBE
DISCOVERING YOUTUBE

Nel 2005 Chad, Jawed e Steve escono da un


meraviglioso party serale.
Foto, scatti di gruppo, video degli attimi più preziosi:
ogni momento della serata viene immortalato!
DISCOVERING YOUTUBE

Il giorno dopo il party il problema maggiore è ….


scambiarsi tutti i ricordi della serata!
DISCOVERING YOUTUBE

I tre ragazzi, fino a quel momento dipendenti di Paypal,


iniziano a pensare a un modo rapido e semplice per
condividere on line i propri file video …
DISCOVERING YOUTUBE
23 aprile del 2005 ore 20:27
«Me at the Zoo»
DISCOVERING YOUTUBE

Il 23 aprile 2005, con «Me at the Zoo» nasce YouTube, la più grande
piattaforma di videosharing in cui utenti e brand possono caricare
autonomamente, previa registrazione, i propri contenuti video.

Il regolamento di YouTube vieta di caricare video protetti da copyright o che


possano in qualche modo ledere e/o rappresentare un’offesa alla dignità
umana o un’incitazione alla violenza.

Qui il regolamento ufficiale di YouTube >> http://bit.ly/regolamento-


youtube

Ricorda che sei personalmente responsabile dei contenuti che carichi in


rete!
PRIMA PARTE

2) LO STATO DI YOUTUBE NEL MONDO E IN


ITALIA: I DATI DI DIFFUSIONE DI USO.
DISCOVERING YOUTUBE

YouTube è la più grande piattaforma al mondo di videosharing digitale.

Ogni giorno gli utenti di 39 Paesi diversi guardano circa 3 miliardi di ore di
video.
DISCOVERING YOUTUBE

In pratica è come se ogni mese tutti gli abitanti dell’Europa, dell’Australia e


del Giappone visitassero YouTube.
DISCOVERING YOUTUBE

Mentre stiamo parlando sono state già caricate 60 nuove ore di video
DISCOVERING YOUTUBE

Nel 2013, YouTube ha


ottenuto più di un
trilione di visualizzazioni.

E’ come se ogni persona


sulla Terra avesse visitato
almeno 140 volte la
piattaforma YT.
DISCOVERING YOUTUBE

Ogni giorno su Facebook vengono


guardati 500 anni di video di YouTube e
ogni minuto su Twitter vengono
condivisi oltre 700 video di YouTube.

700 video al giorno.


500 video al giorno.
DISCOVERING YOUTUBE
1 tweet condiviso automaticamente genera in media 6 nuove sessioni su
youtube.com. Si registrano più di 500 tweet al minuto contenenti un link a
YouTube.
DISCOVERING YOUTUBE

Ogni giorno milioni di utenti usano YouTube come un motore di ricerca per
le per le proprie esigenze, effettuando centinaia di milioni di ricerche.
YouTube è, dopo Google, il 2° motore di ricerca al mondo.
DISCOVERING YOUTUBE

Con più di 200 milioni di


visualizzazioni al giorno
YouTube Mobile si configura
come il 2° sito video al
mondo.

Il primo è la versione
desktop di YouTube!
DISCOVERING YOUTUBE

E in Italia… quanto
è diffuso e da chi è
usato YouTube?
DISCOVERING YOUTUBE

YouTube in Italia
DISCOVERING YOUTUBE

YouTube in Italia
DISCOVERING YOUTUBE

In maniera più consistente, il pubblico


maschile ha già modificato le modalità
di fruizione di contenuti video,
spostandosi su YouTube.

Il pubblico femminile sta migrando


sull’alternativa alla «Tv del domani»
con un po’ di ritardo ma in maniera
più rapida.
DISCOVERING YOUTUBE

La TV come dimensione casalinga della fruizione dei contenuti è mutata. Le


nuove generazioni «consumano» i contenuti visivi attraverso il pc, seguendo
piattaforme digitali di video sharing o video streaming.
DISCOVERING YOUTUBE

La fruizione dei contenuti su


YouTube è al passo con una nuova
gestione del tempo, più
consapevole dei bisogni dei
fruitori.

Perso uno show in tv, o il dettaglio


di una ricetta, oppure il passaggio
di un tutorial, l’utente non ha altra
scelta se non rivolgersi a un media
che si adatta al suo consumo del
tempo.
DISCOVERING YOUTUBE

Il content video su YouTube è


la risposta ai nuovi e diversi
contesti di fruizione del
tempo e dell’intrattenimento.

E’ sufficiente digitare cosa si


desidera vedere sulla propria
barra di ricerca.. E il gioco è
fatto!
DISCOVERING YOUTUBE

L’uso dei device digitali


(mobile e desktop) da parte
degli utenti sta diventando
sempre più simile all’uso di
quello che è stato il media
per eccellenza, ovvero la tv.
DISCOVERING YOUTUBE

Il consumo dei contenuti sulla


piattaforma YouTube non è di certo
sfuggito a brand e aziende, che ne hanno
saputo approfittare in maniera
eccellente producendo dei veri e propri
miti generazionali.
DISCOVERING YOUTUBE

YouTube si è conquistato, nel


tempo, il nome di «tv del
futuro». Affiancato ai media
tradizionali (tv advertising
cartaceo/radiofonico) e all’uso
integrato di Twitter, diventa
una irrinunciabile cassa di
risonanza per il proprio brand.

In realtà YouTube non è


semplicemente la «tv del
futuro» ma l’alternativa valida
e autorevole alla fruizione
televisiva.
PRIMA PARTE

3) #OCCUPYOUTUBE: SONO PRONTO AD


ANDARE SU YOUTUBE?
DISCOVERING YOUTUBE

Quando un brand oppure un utente che


desidera fare personal branding
dovrebbe scegliere di promuoversi e
raccontarsi con un video?
DISCOVERING YOUTUBE

Dopo i dati appena visti, YouTube sembra


il media ideale per la riuscita di una
buona strategia di marketing.

In realtà ci sono una serie di condizioni da


valutare prima di attuare la propria
«scesa in campo» su YouTube.
DISCOVERING YOUTUBE

Un content video di qualità richiede una base minima di


investimento.
E’ necessario curare la sceneggiatura, la musica, il
MA SE MANCANO
suono, la color, le luci, la scenografia ... E tanti altri
aspetti che distinguono una buona produzione video da
quelle «fatte al risparmio».
DISCOVERING YOUTUBE

Girare un video con una cam economica, lasciando


fruscii di fondo & immagine mosse non vuol dire fare
un video virale: vuol dire fare un brutto video!
MA SE MANCANO
DISCOVERING YOUTUBE

USCIAMO DAL CONCETTO DI «VIDEO FAI DA TE» in stile


STREGA DI BLAIR COME VIDEO VIRALE E/O COME
VIDEO CONTENT OTTIMALE PER YOUTUBE.

MA SE MANCANO
DISCOVERING YOUTUBE

Per presidiare con successo


YouTube, è necessario
preventivare un budget di
investimento per la MA SE MANCANO
realizzazione di video
content di qualità
DISCOVERING YOUTUBE

Oltre al budget per la


produzione del video
content, è necessario
MA SE MANCANO
stanziare un fondo per la
comunicazione del
contenuto.
DISCOVERING YOUTUBE

Le metodologie di
distribuzione del contenuto
possono essere diverse.

Seeding, advertising
MA SE MANCANO
YouTube, Digital PR, attività
con influencer della rete …

E’ importante solo
considerare un fattore: la
comunicazione non si fa a
costo zero!
DISCOVERING YOUTUBE

Presidiare YouTube vuol dire presidiare una community!


Assicuriamoci che il content video che stiamo andando a produrre sia
coerente con i valori del nostro brand e non tradisca le aspettative
della nostra community.

MA SE MANCANO
DISCOVERING YOUTUBE

Se le condizioni di cui abbiamo


parlato non sussistono, è necessario
rivedere leMA
modalità di integrazione
SE MANCANO
di YouTube nella propria strategia di
marketing!
SECONDA PARTE

4) MANUALE OPERATIVO: COME CREARE UN


ACCOUNT SU YOUTUBE.
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

1. Fai clic su Accedi nell'angolo in alto a destra di YouTube dal


computer.
2. Fai clic su Crea Account e inserisci alcune informazioni di base per
la creazione del nuovo account Google. Al momento della
registrazione ti viene richiesto di creare un nome utente Google.
Questo sarà solo il tuo nuovo indirizzo email Gmail e non il tuo
nome pubblico su YouTube.
3. Una volta terminata la configurazione dell'account Google, fai clic
su Torna a YouTube.
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

4. Una volta terminata la fase di apertura è


giunto il momento di personalizzare il
tuo canale YouTube.
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

Ho sguarnito il mio canale per voi 


COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

Scegliamo insieme la grafica di


copertina e della nostra foto
profilo tenendo bene a mente che
stiamo usando YouTube per
costruire la nostra reputazione on
line
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

Scegli una foto profilo che rappresenti il logo del tuo brand.
Scegli qualcosa che sia facilmente riconoscibile
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

Data la forte integrazione fra il mondo G+ e quello YouTube,


scegli la stessa foto per mantenere riconoscibilità!
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

Passiamo alla foto copertina, di dimensioni 2560 X 1440 px


COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

YouTube mette a disposizione il modello Fireworks per la


costruzione della propria grafica personalizzata.

Puoi scaricarlo a questo link >>


http://bit.ly/YouTube_Fireworks
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

YouTube mette a disposizione il modello Fireworks per la


costruzione della propria grafica personalizzata.

Puoi scaricarlo a questo link >>


http://bit.ly/YouTube_Fireworks
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

YouTube mette a disposizione il modello lavorabile con


Photoshop per la costruzione la propria grafica
personalizzata.

Puoi scaricarlo a questo link >>


http://bit.ly/Photoshop_Youtube
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

Se non hai ispirazione puoi prendere spunto da queste


immagini disponibili su >>

http://bit.ly/YouTubeDesign
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

La tua cover versione desktop


COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

La tua cover versione desktop


COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

La tua cover versione smartphone


COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

La tua cover versione tablet


COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

Ricordiamoci di scegliere una cover in grado di raccontare il vostro


brand e i vostri valori
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
MANUALE OPERATIVO: PROBLEMI?

Qualcosa non ti è chiaro? Non riesci ad aprire il tuo canale YouTube?


Qui trovi l’area di supporto ufficiale >>

https://support.google.com/youtube/answer/1
61805?hl=it
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

YouTube offre l’opportunità di inserire dei


collegamenti interattivi in sovrapposizione con la
nostra cover.

Cogliamo questa interattività gratuita per fare del


nostro canale YouTube un vero e proprio e-
commerce!
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

E stiamo attenti non attuare dei veri e propri


autogol!
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
Torniamo un paio di slide indietro.. Dove sto portando il mio utente?
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

Non sarebbe più opportuno portare il tuo utente al tuo


store, al tuo sito web e/o ai tuoi canali ufficiali social?
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

Come faccio “operativamente” a portare i miei utenti ai


miei canali social attraverso la mia “copertina interattiva”?
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

Inseriamo il trailer del nostro canale: il nostro spot per presentarci!


COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

Non è detto debba essere un video


caricato sul nostro canale.
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE

Abbiamo finito di personalizzare il nostro canale YouTube? NO!


COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CREARE IL TUO CANALE YOUTUBE
COME CARICARE E OTTIMIZZARE IL PROPRIO VIDEO SU YOUTUBE

6) MANUALE OPERATIVO: COME CARICARE E


OTTIMIZZARE UN VIDEO SU YOUTUBE.
COME CARICARE E OTTIMIZZARE IL PROPRIO VIDEO SU YOUTUBE

Andiamo nel back end di gestione del nostro canale


canale YouTube e carichiamo il nostro «primo»
video!
COME CARICARE E OTTIMIZZARE IL PROPRIO VIDEO SU YOUTUBE
COME CARICARE E OTTIMIZZARE IL PROPRIO VIDEO SU YOUTUBE
COME CARICARE E OTTIMIZZARE IL PROPRIO VIDEO SU YOUTUBE
COME CARICARE E OTTIMIZZARE IL PROPRIO VIDEO SU YOUTUBE
QUANDO USARE IL TOOLBOX?

7)MANUALE OPERATIVO: ALLA SCOPERTA DEL


«TOOLBOX», OVVERO LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI
CHE YOUTUBE CI METTE A DISPOSIZIONE PER
MODIFICARE I NOSTRI CONTENUTI VIDEO.
QUANDO USARE IL TOOLBOX?

Abbiamo parlato del toolbox di YouTube.


Probabilmente (anzi sicuramente) gli esperti del
settore avranno storto il naso….

Perché usare una cassetta degli attrezzi YT quando


esistono strumenti di video editing avanzati?
QUANDO USARE IL TOOLBOX?

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI DI YOUTUBE NON


SOSTITUISCE L’USO DI PROGRAMMI PROFESSIONALI
PER IL VIDEO EDITING, PROPRIO COME LE RIPRESE
DELLA CAM DI UN PC NON SOSTUISCONO QUELLE
CHE SONO LE QUALITA’ LAVORATIVE DI UN
CAMERAMAN.
QUANDO USARE IL TOOLBOX?

L’USO DEL TOOL BOX E’ CONSIGLIATO PER EDITARE


MATERIALI ON LINE NELL’APPROCCIO PRIMARIO A
YOUTUBE E NON PUO’ IN ALCUN MODO SOSTUIRE
IL LAVORO DI UN OPERATORE PROFESSIONISTA DEL
SETTORE.
QUANDO USARE IL TOOLBOX?

IL TOOLBOX PERMETTE DI
-editare video
- Aggiungere una colonna sonora grauita (evitando
di cadere in spiacevoli inconvenienti)
- Migliorare la qualità di un video
- Aggiungere delle transizioni (non fatelo!)
- Rendere un video girato in maniera non
professionale più appetibile per l’utenza YouTube
TERZA PARTE

8) YOUTUBE E I COMPETITORS: COME


MONITORARLI?
YOUTUBE: E GLI ALTRI COSA FANNO?

Cerca fra i commenti di YouTube usando


questa stringa
YOUTUBE: E GLI ALTRI COSA FANNO?

Fai un check nel footer


di ogni video:
qualcuno (anche tu!)
potrebbe aver lasciato
le statistiche
«pubbliche»
YOUTUBE: E GLI ALTRI COSA FANNO?

Fai un check del tuo


video e di quello dei
competitors
attraverso
«YouTube Seo
Analysis Tool»
http://compelling.tv/
tools/youtubeseotoo
l/
YOUTUBE: E GLI ALTRI COSA FANNO?

Installa l’estensione
VidIQ per Chrome e
monitora in tempo
reale le stats sui
tuoi video e su
quelli dei
competitors senza
accedere a pannelli
di monitoraggio
complessi
YOUTUBE: E GLI ALTRI COSA FANNO?
Mention -> https://en.mention.net/ voto 8 ½ (free/pagamento)

Questo strumento di monitoraggio permette


1) la classificazione manuale del sentiment delle conversazioni
2) La divisione fra fonti social e blog
3) La selezione delle fonti a seconda delle tipologie di content
4) La possibilità di ricevere notifiche in tempo reale sulle keyword
stabilite
5) La possibilità di mettere in spam quei canali che utilizzano le nostre
keyword in maniera non utile al nostro monitoraggio.
6) L’esportazione delle conversazioni monitorate su un excel o pdf
7) La possibilità di creare grafici con benchmark su competitors
8) Accesso multiutente
9) Non è eccessivamente costoso
TERZA PARTE

9)YOUTUBE & SEO: NORME GENERALI


PER IL POSIZIONAMENTO SU YOUTUBE.
COME OTTIMIZZARE UN VIDEO SU YOUTUBE

I TITOLI

I titoli aiutano il pubblico e i sistemi di rilevazione di YouTube a dare un senso ai


tuoi contenuti, quindi assicurati di inserire parole chiave pertinenti che aiutino a
descrivere i contenuti.

Altrettanto importante è trattare titoli e miniature come elementi complementari


che insieme possano offrire una panoramica immediata dei tuoi contenuti.
COME OTTIMIZZARE UN VIDEO SU YOUTUBE

I TITOLI

Se il titolo e la miniatura del tuo video fossero


visualizzati nei risultati di una ricerca, tu sceglieresti di
guardarlo?
COME OTTIMIZZARE UN VIDEO SU YOUTUBE

I TITOLI
COME OTTIMIZZARE UN VIDEO SU YOUTUBE

I TITOLI

Includi parole chiave descrittive e pertinenti all'inizio del titolo.

Visualizza il branding e il numero della puntata verso la fine, se appropriato.


Scegli titoli brevi in modo che non vengano tagliati per il numero di
caratteri troppo elevato.

Descrivi sempre con precisione i tuoi contenuti, poiché titoli fuorvianti


possono condurre a cali di pubblico che influiscono negativamente sulle
visualizzazioni e sul tempo di visualizzazione.
COME OTTIMIZZARE UN VIDEO SU YOUTUBE

Prendiamo come esempio il caso del noto brand di lingerie Intimissimi


COME OTTIMIZZARE UN VIDEO SU YOUTUBE
Un racconto emozionale in cui il brand appare solo alla fine del video
COME OTTIMIZZARE UN VIDEO SU YOUTUBE

Brand dell’usato che ha creato una sit-com su YouTube


COME OTTIMIZZARE UN VIDEO SU YOUTUBE

Il brand compare in alcune inquadrature (mai maniera diretta) ed


è reso esplicito solo alla fine del video
COME OTTIMIZZARE UN VIDEO SU YOUTUBE

I TITOLI

Crea titoli che incrementino l'efficacia delle


miniature. I due elementi insieme devono
rappresentare una storia coerente e
convincente.
Aggiorna i titoli in modo che siano sempre
pertinenti e continuino ad attrarre
visualizzazioni nel tempo.
COME OTTIMIZZARE UN VIDEO SU YOUTUBE

I TITOLI
COME OTTIMIZZARE UN VIDEO SU YOUTUBE

LE DESCRIZIONI

Come quello del titolo, il campo della descrizione di un


video è uno spazio prezioso che permette al pubblico
e ai sistemi di rilevazione di YouTube di comprendere
cosa trattano i tuoi contenuti. Solo le prime frasi della
descrizione del video vengono mostrate nei risultati di
ricerca e nella posizione "above the fold" in una pagina
di visualizzazione, quindi curale con attenzione.
COME OTTIMIZZARE UN VIDEO SU YOUTUBE

LE DESCRIZIONI

Descrivi con precisione il tuo video in massimo tre frasi


concise in alto.
Includi nella descrizione parole chiave pertinenti che
possano aiutare nella ricerca dei contenuti.
Aggiungi link che rendano l'esperienza più completa,
come richieste di iscrizione, video correlati, playlist
ecc.
COME OTTIMIZZARE UN VIDEO SU YOUTUBE

LE DESCRIZIONI

1) Inserisci link ad altri video e canali di YouTube, ma anche a siti web esterni.

2) Includi link a codici temporali nel video per i contenuti di durata estesa.

3)Visualizza una formula colloquiale ricorrente che includa parole chiave pertinenti
basate sulla ricerca.

4)Utilizza la funzione "metadati predefiniti" che ti consente di creare modelli di


metadati per garantire sempre l'inserimento di testo o link importanti.
COME OTTIMIZZARE UN VIDEO SU YOUTUBE

LE DESCRIZIONI
COME OTTIMIZZARE UN VIDEO SU YOUTUBE

I TAG

I tag sono parole chiave descrittive che aiutano i sistemi di rilevazione di


YouTube a mostrare i tuoi video a nuovi segmenti di pubblico.

Crea tag univoci che estrapolino gli argomenti del video, i personaggi, i
talenti più importanti ecc. (ad es.: Psy, Gangnam Style, Dance ecc.).

Inoltre, valuta l'inserimento di una serie di tag standard che possa essere
applicata a tutti i tuoi video per spiegare al meglio di che cosa tratta il tuo
canale (ad es.: Musica, Pop coreano ecc.).
COME OTTIMIZZARE UN VIDEO SU YOUTUBE

I TAG

Includi una combinazione di tag specifici per il video e di altri più generici
(ma comunque pertinenti).

Utilizza solo i tag necessari a descrivere in modo scrupoloso e accurato i


tuoi video.

Aggiorna i tag del video se dovessero emergere nuovi trend di


visualizzazione pertinenti.

Includi le parole chiave del titolo nei tag del video.


Utilizza le virgolette (") per inserire tag composti da più parole (ad es. "Harry
Potter " ," costumi da bagno ").
COME OTTIMIZZARE UN VIDEO SU YOUTUBE

I TAG
QUARTA PARTE

10) YOUTUBE & STORYTELLING: VIDEO,


PAROLE, IMMAGINI TEASER… QUAL È
LA RICETTA PERFETTA PER IL TUO
BRAND?
C'era una volta ….
YOUTUBE E LO STORYTELLING

La fiaba è il luogo di tutte le


ipotesi: essa ci può dare delle
chiavi per entrare nella realtà
per strade nuove, può aiutare
il bambino a conoscere il
mondo. (da La freccia azzurra,
G. Rodari)
YOUTUBE E LO STORYTELLING

La fiaba è l'artificio narrativo che i marketers


posso usare per raccontare nel modo più
universale possibile i brand per cui lavorano.
YOUTUBE E LO STORYTELLING

Storytelling
Tecnica di comunicazione che consiste nel raccontare
una storia stimolando uno specifico desiderio nei
confronti degli utenti, persuadendoli ad appassionarsi
all'universo narrato.
YOUTUBE E LO STORYTELLING

Che si scelga di raccontare


prodotti e/o valori di un
determinato brand, lo storytelling
è una tecnica pubblicitaria da
sempre esistita all'interno delle
varie strategie di marketing e
comunicazione.
YOUTUBE E LO STORYTELLING
Lo Storytelling è stato finora affrontato a partire da due
approcci:

1.Storytelling management: interesse prevalentemente


strumentale. L'arte di raccontare storie è intesa come
tecnica, espediente per rendere la comunicazione più
coinvolgente e accattivante.

2. Organizational storytelling: sviluppato nell'ambito degli


studi organizzativi. Storie, saghe, miti, riti e cerimoniali
possono essere considerati come espressioni del nucleo
fondante di una cultura.
YOUTUBE E LO STORYTELLING

Lo storytelling è l'atto del narrare,


disciplina che usa i principi della
retorica e della narratologia.
Lo storytelling è inseribile nel
settore letterario e audiovisivo,
ma anche verbale.

http://it.wikipedia.org/wiki/Storytelling_(narrativa)
YOUTUBE E LO STORYTELLING

Lo storytelling non deve essere


confuso con lo storytelling
management, finalizzato a
promuovere e posizionare prodotti o
idee.
YOUTUBE E LO STORYTELLING

Lo Storytelling Management è una


disciplina ampia e articolata che,
basandosi sui principi della
narrazione applicata all'impresa,
genera un vasto assortimento di
strumenti cartacei, digitali e
relazionali.
YOUTUBE E LO STORYTELLING

Gli strumenti generati dallo


Storytelling Management
possono essere applicati a diverse
aree o funzioni aziendali, come per
esempio:

- principi strategici
- brand management
- comunicazione integrata
- advertising
- formazione
- product design
YOUTUBE E LO STORYTELLING

La catena evolutiva dello


storytelling
YOUTUBE E LO STORYTELLING
Nell'era postpubblicitaria
1. il brand ha un temperamento che può evolvere nel corso
del tempo
2. le narrazioni vengono sempre più collegate alla
comunicazione istituzionale =>corporate branding
3. Il valore di uso prevale sui valori di base nella narrazione di
un brand
YOUTUBE E LO STORYTELLING
Barilla/Mulino Bianco> La serialità banale
YOUTUBE E LO STORYTELLING
Tim> La serialità vuota
YOUTUBE E LO STORYTELLING
Lavazza: la serialità che deve far ridere per forza
YOUTUBE E LO STORYTELLING

- Banalizzazione del brand e dei relativi prodotti


- Piano del significato della narrazione vuoto e
inefficace per la fidelizzazione spettatore/brand
- Incoerenza fra i valori narrati e il mondo
riferimento del brand e la community che si vuole
coinvolgere
YOUTUBE E LO STORYTELLING

QUAL E’ LA RICETTA PERFETTA?


QUARTA PARTE

11) «CONTENT IS THE KING», OVVERO COME


RACCONTARSI IN MANIERA VINCENTE CON UN
VIDEO. BEST PRACTISE PER LA REALIZZAZIONE
DI UN BUON CONTENUTO VIDEO.
ESPOSIZIONE DI CASI STUDIO POSITIVI E
NEGATIVI.
CASE STUDY YOUTUBE

CASE STUDY INTERNAZIONALI E


ITALIANE DI PROMOZIONE VIDEO &
DIGITAL PR
CASE STUDY YOUTUBE
Storytelling & Brand Ambassador
CASE STUDY YOUTUBE
Storytelling & Brand Ambassador: Chanel & Brad Pitt
CASE STUDY YOUTUBE
Storytelling & Brand Ambassador: Chanel & Nicole Kidman
CASE STUDY YOUTUBE

Storytelling : la famiglia Tommy Hilfiger


CASE STUDY YOUTUBE
CASE STUDY YOUTUBE
I brand possono scegliere di trasmettere ( e promuovere) su YouTube
contenuti in anteprima, ad hoc per il media e per il suo pubblico.

La famiglia «Hilfinger» fa i suoi auguri agli utenti


e li invita sullo shop on line Tommy Hilfinger»
CASE STUDY YOUTUBE
Emozioni e sensualità con il noto brand di lingerie Intimissimi
CASE STUDY YOUTUBE
Intimissimi/ storytelling sui socialnetwork

Facebook: un copy
commerciale per
presentare il nuovo
capo di lingerie
Intimissimi.

Anteprima in close
up di prodotto
CASE STUDY YOUTUBE

Intimissimi/ storytelling sui socialnetwork

La presentazione dello spot su YouTube cambia: lo


stesso spot cambia titolo, copy e descrizioni.
Alla community YouTube viene presentata la storia
d'amore fra un sarto e una donna, la bellissima
Blanca Suarez.
CASE STUDY YOUTUBE

Intimissimi/ storytelling sui socialnetwork

Il reggiseno lavorato a
mano rappresenta
l'oggetto che sublima la
loro passione.

http://www.youtube.com/watch?v=
4LYSaaKHnfg
CASE STUDY YOUTUBE

Intimissimi/ storytelling sui socialnetwork

Il copy non è emozionale come quello di


YouTube: il brand su Facebook sposta
l'attenzione su prodotto e testimonial
CASE STUDY YOUTUBE
Storytelling: i racconti emozionali di Intimissimi attraverso la serialità
CASE STUDY YOUTUBE

BRAND E COMPLICITA’ CON L’UTENTE


Tippex/ storytelling sui socialnetwork

Come abbiamo già visto, non solo la moda può


permettersi il lusso di «giocare» su YouTube

https://www.youtube.com/channel/UCWzrcA
bSlD6cCfJ8bAeJMGA
CASE STUDY YOUTUBE

Tippex/ storytelling sui socialnetwork


CASE STUDY YOUTUBE
Carling e lo storytelling multicanale
CASE STUDY YOUTUBE
La show interattivo di Carling permette agli spettatori di diventare gli
«allenatori» della propria squadra.

Interazioni con il brand da dispositivo mobile, desktop e tv durante lo


stesso evento.
CASE STUDY YOUTUBE
Casa.it: Nonna Lea e lo storytelling basato sul personaggio
CASE STUDY YOUTUBE

Casa.it: Nonna Lea e lo storytelling basato sul personaggio


CASE STUDY YOUTUBE
Reale Mutua : lo storytelling da sit com
CASE STUDY YOUTUBE
RealmenteProtetti: Storytelling a puntate
CASE STUDY YOUTUBE
RealmenteProtetti: Storytelling a puntate … che diverte!
CASE STUDY YOUTUBE
Unicredt : lo storytelling da sit com …. E non solo
CASE STUDY YOUTUBE
La famiglia conti & Billy the budget
CASE STUDY YOUTUBE

EMOZIONI & BRANDAWARNESS


CASE STUDY YOUTUBE
La campagna integrata #GoForth è un buon esempio di come non
solo i numeri, ma anche una buona gestione delle conversazioni
abbia contribuito al successo dell’iniziativa.
CASE STUDY YOUTUBE

LEVI'S/ storytelling sui


socialnetwork

#GoForth: Levis racconta


qualcosa che va ben oltre
un semplice paio di jeans

http://www.youtube.com/watch?v=K
T16DcHcjRA
CASE STUDY YOUTUBE

Sei imperfetto, sei genuino: sei


autentico...
CASE STUDY YOUTUBE

O Capitano, mio Capitano … sei l'autentico Sogno Americano.


CASE STUDY YOUTUBE
LEVI'S/ storytelling sui socialnetwork
LEVI'S/ storytelling sui socialnetwork

E dopo tante
emozioni profonde,
Levi’s non
dimentica che il suo
pubblico ama
ridere.. E ama gli
sconti!
CASE STUDY YOUTUBE

YouTube & Visual Storytelling:

video e immagini hanno lo stesso


valore comunicativo?
CASE STUDY YOUTUBE

Dove: quando le immagini usate


come teaser non comunicano ma
confondono
CASE STUDY YOUTUBE

Dove: quando le immagini usate


come teaser non comunicano ma
confondono
CASE STUDY YOUTUBE
Dove: quando le immagini usate come teaser non
comunicano ma confondono
CASE STUDY YOUTUBE

#coglioneno vs LordBean: quando i


video hanno più appeal di un’ottima
campagna per immagini

@perplessaMente
E ora veniamo al nostro ultimo caso
studio da cui trarre le buone regole
per una comunicazione di successo
su YouTube ….
CASE STUDY
CASE STUDY
CASE STUDY
CASE STUDY

I contenuti di
backstage
BEST TIPS ON VIDEO CONTENT & STORYTELLING

Fare community attraverso uno storytelling


strutturato, diretto e in linea con i canoni della
rete.
BEST TIPS ON VIDEO CONTENT &
BEST TIPS ON VIDEO CONTENT & STORYTELLING
STORYTELLING

Le storie che funzionano


veramente e che
appassionano le persone
sono storie che raccontano
emozioni umane.
BEST TIPS ON VIDEO CONTENT & STORYTELLING

Veniamo a noi … e alle emozioni primordiali 


BEST TIPS ON VIDEO CONTENT & STORYTELLING

Nell’utente (nel bambino o nell’adulto) il


processo di transfer delle emozioni e di
catarsi attraverso la visione si innesca
solo se avviene uno scambio emotivo
sul piano del significato fra il mondo del
soggetto/spettatore e il mondo narrato.
BEST TIPS ON VIDEO CONTENT & STORYTELLING

Tale processo di
catartico avviene in un
lasso di tempo minore
se supportato da
immagini, poiché
l’elaborazione emotiva
mentale di
un’immagine è minore
rispetto all’elaborazione
delle parole.
BEST TIPS ON VIDEO CONTENT & STORYTELLING: FIRST KISS

http://www.youtube.com/watch?v=IpbDHxCV29A
BEST TIPS ON VIDEO CONTENT & STORYTELLING: FIRST KISS
I commenti generati dall’attività
BEST TIPS ON VIDEO CONTENT & STORYTELLING

Una buona storia appassiona e fidelizza più di spot milionari.

Nel campo dei social media visuali non occorre essere un «big
spender» per essere visibile.

E’ necessario saper emozionare.


QUINTA PARTE

12) YOUTUBE & DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO: seeding,


viral & Digital PR
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

SEEDING:
Seeding è una parola che letteralmente significa “seminare”,
“piantare”.
L’azione di seeding indica un’operatività in cui si gettano le basi
per far fiorire una determinata attività.
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

SEEDING

Nell’ambito del social media marketing il termine seeding


assume una sfumatura molto diversa.
Si tratta infatti di operare una semina strategica del proprio
contenuto, in grado di costruire una identità di marca e di
prodotto mano a mano più forte nel tempo.
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

SEEDING VIDEO

Nell’ambito del video content marketing il termine seeding


assume un’accezione ancora più precisa.

Il seeding video è quell’azione attraverso cui le aziende


raccontano se stesse e/o un progetto affine presso un
pubblico interessato e potenzialmente in target, fino a farlo
divenire una community.
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

VIRAL
Un video virale, o viral video, è un contenuto che si diffonde
come un virus fra diverse persone, acquisendo in brevissimo
tempo una popolarità esplosiva.
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

Qual è la formula perfetta per produrre un video virale?


YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

La formula perfetta per produrre un video virale non esiste!


YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

L’esplosione virale di un contenuto è data da una serie di


fattori umani, personali ed emozionali davvero imprevedibili.

Per esperienza possiamo dedurre una serie di caratteristiche


che sicuramente renderanno il tuo video NON VIRALE.
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

COSA NON DEVI FARE PER PRODURRE UN VIDEO VIRALE?

- Video brutti, mossi, in stile «Blair’s Witch Project»


YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

COSA NON DEVI FARE PER PRODURRE UN VIDEO VIRALE?

- Video «fake viral»


YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

COSA NON DEVI FARE PER PRODURRE UN VIDEO VIRALE?

- Video in cui si nega palesemente il placement pubblicitario


YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

COSA NON DEVI FARE PER PRODURRE UN VIDEO VIRALE?

- Video estremamente lunghi in cui si abusa del tempo dello


spettatore
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

COSA NON DEVI FARE PER PRODURRE UN VIDEO VIRALE?

- Video per pochi eletti che non sono in grado di comunicare


con il target di riferimento
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

Soprattutto, non diventa virale ciò che rimane chiuso in un


cassetto!
L’azione fondamentale per dare al tuo video l’opportunità di
divenire virale o comunque conosciuto, è l’investimento nelle

DIGITAL PR
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

DIGITAL PR
Una serie di attività on line volte a promuovere prodotti,
servizi, progetti o eventi di un’azienda o di un'organizzazione
attraverso relazioni digitali.
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

DIGITAL PR
L’obiettivo è quello di diffondere e far circolare notizie corrette
e positive per il prodotto, servizio, progetto o evento che si
vuole promuovere.
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

DIGITAL PR
Opinion leader, community manager, giornalisti, blogger,
PRO.AM: sono diversi gli esponenti digitali che possono essere
coinvolti in una campagna di Digital PR.
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

Come selezionare i contributor e gli spazi media di una


campagna di digital PR sul content video?

1. Usa un tool di monitoraggio in grado di raccogliere le


conversazioni che si sviluppano intorno ai tuoi topic di
interesse. Seleziona le fonti più popolari e rintraccia gli
autori
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

Come selezionare i contributor e gli spazi media di una


campagna di digital PR sul content video?

2. Scegli voci popolari e competenti in maniera equilibrata. Stai


svolgendo una campagna di Digital PR: un esperto del settore
che stai promuovendo potrebbe non conoscere le logiche della
comunicazione e rimanere una voce autoreferenziale e
solitaria.
Non basarti solo sulle «starlette digitali»: hanno vita breve e
rischiano di causarti critiche aggressive da parte del tuo
pubblico abituale.
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

Come selezionare i contributor e gli spazi media di una


campagna di digital PR sul content video?
3. Stanzia un budget per le digital PR. Riporre fiducia nello
scambio merci e nella visibilità non produrrà una campagna di
Digital PR degna di questo nome.
Pagare per essere visibile non è un crimine.
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

Come selezionare i contributor e gli spazi media di una


campagna di digital PR sul content video?
4. Contrattualizza in maniera precisa le azioni digitali da
compiere in maniera organizzata e coerente.
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

Come selezionare i contributor e gli spazi media di una


campagna di digital PR sul content video?
5. Effettua periodici e regolari recall con i collaboratori al fine di
costruire una sinergia vincente e non un mero «scambio post».
YOUTUBE/ DISTRIBUZIONE DEL CONTENUTO

E alla fine ….?


Misura sempre i risultati delle tue campagne di digital PR
attraverso tool di analisi delle conversazioni e raccolta dati delle
piattaforme in analisi.
QUINTA PARTE

13) YOUTUBE Marketing: il circuito di promozione video di


YouTube.
YOUTUBE ADVERTISING

YouTube può diventare una versatile vetrina


per promuovere il proprio brand verso un
pubblico altamente profilato.

A seconda della visibilità voluta, si possono


scegliere forme di re-marketing che
richiamano l’attenzione dell’utente in tempi
più o meno dilatati.
YOUTUBE ADVERTISING

Si possono
scegliere forme di
ads che
introducono i
video scelti
dall’utente (con
l’opportunità di
skip)

Si possono scegliere
formati che
«interrompono» la
visualizzazione video
dell’utente o che
vengono suggeriti
nella ricerca,
attraverso banner
statici o dinamici
YOUTUBE ADVERTISING
YOUTUBE ADVERTISING
YOUTUBE ADVERTISING
Per accedere al circuito pubblicitario di YouTube è sufficiente accedere al tuo pannello adword

A
Piccolo reminder: dal 2014 se non trovi i tuoi «annunci in search» non disperare!
La dashboard di gestione delle campagne video è assimilabile alla tua lavagna di
gestione delle campagne adword!
Passiamo insieme alla parte operativa del modulo di
advertising!
Proviamo a creare insieme una campagna video.
Assegna alla tua campagna un nome, un budget e un metodo di pubblicazione.
Rivolgiti al tuo target e selezionalo grazie alla variabili demografiche.
Una volta che hai «selezionato» il tuo pubblico, scegli i formati, video, preview di
anteprima...
Inserisci il tuo banner companion rispettando alla lettera le dimensioni date da
YouTube
A
Calendarizza la tua campagna secondo le date di distribuzione del contenuto e il
metodo di delivery (rotazione e quota limite)
Hai sempre un pieno controllo delle tue campagne video.
Puoi scegliere di ripetere le campagne con frequenze precise (giorni della
settimana, orari..)
Puoi selezionare i dispositivi su cui far visualizzare la tua campagna e una seria di
parametri «tecnologici» adatti a far performare meglio la tua campagna.
E ora la parte più divertente!
Targeting e offerte sul CPV che sei disposto a spendere.
Una corretta selezione dell’audience è la parte più complesse e più importante
del set up della campagna.
Non trascurare alcun dettaglio!
Sei arrivato «incolume» al pannello di selezione interessi, argomenti e parole
chiave?
Questa selezione è fondamentale per centrare i goal della tua campagna!
Ed eccoci alla schermata delle performance.
A seconda delle performance registrate puoi rivedere la tua campagna e capire
cosa sta performando meglio.
QUINTA PARTE

14) YOUTUBE STRATEGY: integrazione del content video con la


propria strategia di marketing e comunicazione
YOUTUBE / VIDEO STRATEGY

Nella realizzazione di un video per YouTube integrato a una


campagna di marketing è necessario tenere a mente alcuni
punti fermi
YOUTUBE / VIDEO STRATEGY

La sola pubblicazione del video non è sufficiente a creare una


campagna marketing.

Il content video va integrato all’interno della tua strategia di


comunicazione.
YOUTUBE / VIDEO STRATEGY

1) Stabilisci un hashtag per la tua campagna e riproponilo anche


sul video che stai per andare a mettere on line!
YOUTUBE / VIDEO STRATEGY

2) Riproponi la brand identity che hai creato attraverso il


content video su cataloghi cartecei, adv Facebook, adv YouTube
etc
YOUTUBE / VIDEO STRATEGY

3) Stila una serie di


valori e di parole
attraverso cui
esprimerli da usare
negli annunci
pubblicitari, nei
comunicati stampa
e nei tweet. In
questo modo, piano
piano, gli utenti
familiarizzeranno
con il tuo mondo!
YOUTUBE / VIDEO STRATEGY

4) Ricorda che gli


utenti non pensano
tutti i giorni al tuo
brand.
Porta il tuo marchio
nella quotidianità
degli utenti!
SESTA PARTE

15) Video Content Marketing: YouTube, Instagram o


Facebook?
YOUTUBE, INSTAGRAM O FACEBOOK

Partiamo da un presupposto comune: sappiamo bene che


ogni social network ha il suo pubblico e il suo linguaggio.
YOUTUBE, INSTAGRAM O FACEBOOK

Ogni social network ha il suo sistema di raccolta dati.


Si dà il caso che YouTube abbia quello più completo (per ora).
YOUTUBE, INSTAGRAM O FACEBOOK

Facebook sta apertamente sfidando YouTube sul campo dei


video con «novità» come l’autoplay dei video, il nuovo
sistema di insights video …
YOUTUBE, INSTAGRAM O FACEBOOK

Instagram non sta


direttamente sfidando
YouTube. Sta puntando a un
pubblico di nicchia che ama
video effettati ed è alla
ricerca di una «console» di
gestione del content
semplice e totalmente
fruibile da mobile
(preferibilmente da IOS
mobile).
YOUTUBE, INSTAGRAM O FACEBOOK

YouTube
1) Dispone di un sistema di
archiviazione, analisi e promozione
estremamente rodati;

2) Permette un’ottima gestione del


content sia mobile sia desktop;

3) E’ gestibile da IOS, Android et vari;

4) Dispone di strumenti validi per la


gestione della community
YOUTUBE, INSTAGRAM O FACEBOOK

E questi sono solo alcuni dei motivi per cui consiglio di scegliere
YouTube per la gestione di campagne di comunicazione per i
propri brand.
SESTA PARTE

16) YouTube & G+: integrazione e spunti per il 2014.


YOUTUBE & GOOGLE PLUS

1) Pagina G+ e canale YouTube sono connessi l’uno all’altro.


Ciò vuol dire che la popolarità di YouTube può essere usata su
Gplus e viceversa
YOUTUBE & GOOGLE PLUS

2) Le nostre interazioni su YouTube portano il nostro volto su


G+.
Se vogliamo gettare le basi per una brand identity forte
questo è il momento di pensare all’unione sinergica
G+/YouTube
YOUTUBE & GOOGLE PLUS

3) I canali YouTube possono essere embeddati nella nostra


pagina G+ con una tab ben visibile.
YOUTUBE & GOOGLE PLUS

4) Grazie all’integrazione fra i due social è


possibile gestire a «4 mani» i canali del
proprio brand.
SETTIMA PARTE

17) Voglio diventare uno YouTubers: minitips


DA GRANDE VOGLIO FARE LO YOUTUBER
DA GRANDE VOGLIO FARE LO YOUTUBER

Chi è che cosa fa uno YouTuber?

Lo YouTuber è un «blogger» che opera su YouTube.


Intrattiene, informa, diverte, produce contenuti e gestisce la
propria community su YT.

E’ un influencer che presidia la rete attraverso il content


video.
DA GRANDE VOGLIO FARE LO YOUTUBER

Quali sono gli YouTuber attualmente più influenti in Italia?

Yotobi Willwoosh

The Jackal Francesco Sole


DA GRANDE VOGLIO FARE LO YOUTUBER

Quali sono gli YouTuber attualmente più influenti in Italia?

Clio Make up Mikeligna

Cutie Pie Marzia Terrone Splendore


DA GRANDE VOGLIO FARE LO YOUTUBER

Come si diventa YouTuber?

Ahimè, non esiste la ricetta perfetta per diventare YouTuber!

Possiamo esaminare insieme alcuni fattori utili a diventare


uno YouTuber e non un «caso da YouTube».

VS
DA GRANDE VOGLIO FARE LO YOUTUBER

Come si diventa YouTuber?

1) Passione & Pazienza


Non aprite un canale perchè lo
fanno tutti; aprire un canale è un
impegno da portare avanti con
costanza e con passione; se apro
un canale Youtube perchè tanto lo
fanno tutti …. Meglio impiegare il
tempo libero in altro.
DA GRANDE VOGLIO FARE LO YOUTUBER

Come si diventa YouTuber?

2) Qualità ( non improvvisarti «tecnico video» )


Requisito base per un video di qualità ottimale per Youtube è la
risoluzione 720p (HD)/ anche 1080p (Full HD)
DA GRANDE VOGLIO FARE LO YOUTUBER

Come si diventa YouTuber?

3) Organizzazione ( crea un palinsesto)


Una volta a settimana, una volta ogni due
giorni….
L'importante è essere costanti nella
pubblicazione.
In questo modo creerai delle aspettative e
il pubblico saprà quando tornare per
vedere qualcosa di nuovo.
DA GRANDE VOGLIO FARE LO YOUTUBER

Come si diventa YouTuber?

4) Pensa ( prima di registrare)


Segui la tua passione e definisci il pubblico
con cui vuoi condividerla!
Costruisci il tuo personaggio attraverso dei
rituali e attraverso un linguaggio
personale.
DA GRANDE VOGLIO FARE LO YOUTUBER

Come si diventa YouTuber?

5) Integra ( sei on line)


Integra i tuoi video con la tua intera
personalità e presenza on line!
Non dimenticare mai di riportare il
link al tuo sito e/o i pulsanti di share
riferiti alle altre piattaforme.
DA GRANDE VOGLIO FARE LO YOUTUBER

Come si diventa YouTuber?

6) Ama la tua community ( è grazie


ai tuoi fan se sei famoso!)
Integra i tuoi video con la tua intera
personalità e presenza on line!
Non dimenticare mai di riportare il
link al tuo sito e/o i pulsanti di share
riferiti alle altre piattaforme.
DA GRANDE VOGLIO FARE LO YOUTUBER

Come si diventa YouTuber?

7) Studia e cresci( e impara dai tuoi


competitor!)
Non montarti la testa e non pensare
di aver finito il tuo cammino da
YouTuber…. Passione e voglia di
crescere devono supportarti
sempre… anche imparando dai
competitors!
Siamo arrivati insieme alla fine…