Sei sulla pagina 1di 18

tamente dimenticato ii coinvol­ nomeni paranormali basata su sua Emilie era una schizofrenica che

gimento di Carl Gustav Jung nel cugina medium spiritista. spesso parlava da sola. II figlio
nazismo tramite le idee esoteri­ ricordera di averla sentita spes­
che. Un coinvolgimento molto, Le Origini so parlare da sola, ma durante ii
molto particolare, e che non ri­ Carl Jung e nato con ii nome di processo, la sua voce cambiava
guarda semplici fraintendiment_i Karl. Piu tardi lo cambio come radicalmente, come se ci fosse­
concettuali. Nonostante Jung, quello di suo nonno, in Carl ro davvero piu persone dentro
anni dopo la caduta del nazi­ Gustav Jung (senior), famoso di lei. Jung divenne uno gnosti­
smo, fara di tutto per smentire medico di Basilea che era amico co, e viveva immerso nella filo­
queste voci su di lui, rileggendo di Liszt e Humboldt. Si diceva sofia cristiana. Non importa ii
documenti autentici e evidente anche che fosse ii figlio fatto che, come scrive Lach­
ii suo coinvolgimento e la parte­ illegittimo di Johann Wolfgang mann, Jung era deluso dalla
cipazione indiretta al nazismo. von Goethe. II nonno di Jung oltre chiesa, circondato da ministri
Oggi Jung puo essere conside­ ad essere un rinomato dottore era protestanti o da uomini di fede
rato uno dei piu grandi ideologi anche rettore dell'Universita di sia sul lato paterno che su quel­
del nazismo, e lo dimostreremo Basilea e Gran Maestro della lo materno. Jung pensa come
in questo articolo. II coinvolgi­ massoneria svizzera. un cristiano, ed e forgiato da
mento e l'interesse di Jung per Karl nacque nel 1875 a Kesswil da Kant, convinto che non e possi­
le pratiche esoteriche inizia con suo padre Paul e sua madre Emilie. bile conoscere la verita assoluta
la sua giovinezza - non c'e biso­ Suo padre era un pastore cos) com'e. Jung era anche ri­
gno di parlare della sua tesi di protestante con numerosi masto molto impressionato da.
dottorato sulla psicologia dei fe- problemi di fede e di autostima. Schopenhauer, ma ii filosofo

tiera"� 47
ni), dove ho anche parlato del
nazismo esoterica e di una par­
te della storia dell'hitlerismo
che non viene mai discussa nel­
le scuole. In questo articolo, ri­
prenderemo alcuni di questi
contenuti, ma per lo piu amplie­
e
remo cio che gia stato detto
in questi libri. Molti studiosi di
Jung lo lodano totalmente igno­
rando cio che ha detto nel con­
testo nazista. Tutto cio non puo
e
piu essere ignorato ed essen­
ziale conoscere anche l'ombra
di Jung.
e
II nazismo non un movimento
politico che, dopo ii suo succes­
so, incorpora anche una compo­
nente esoterica. II nazismo nac­
que come movimento politico
sostenuto alla base da organiz­
zazioni esoteriche del tempo,
tra cui spicca la societa di Thule
(Thule-Gesellschaft), la cui ideo­
logia era praticamente identica
a quella del nazismo. Semplice­
mente perche erano la stessa
ideologia. II motto della societa
di Thule recitava «ricorda che
sei un tedesco. Mantieni ii tuo
sangue puro!» [1]. A quel tempo
si assisteva a una grande rinasci­
ta del misticismo. Le basi di
questo interesse si trovano in
numerosi fattori. Nel libro
Mythos (Enigma Edizioni ) ho
anche discusso ii coinvolgimen­
to della linguistica, da Schlei­
cher a Schlegel, e la loro scoper­
ta del protolinguaggio indoeu­
stesso non aveva compreso ii mente ii piccolo Jung, ma piut­ ropeo, che ha portato alla ne­
buddhismo: come possiamo tosto l'ambiente religioso in cui cessaria e corretta - ma non in­
· sperare che lo avrebbe trasmes­ viveva, e in seguito la separazio­ nocua - conseguenza dell'ipote­
so correttamente a Jung? ne da Freud. Ma andiamo per si di un Urheimat, una proto-pa­
Non vogliamo qui suggerire che gradi. tria per questa razza di ariani,
un ragazzo cosi particolare, co­ da cui discenderebbero i popoli
me lo descrive Lachmann, fosse II �aiismo, dell'Europa e dell'lndia.
un pazzo. In effetti, questi sono pr1m1 approcc1 Non solo la linguistica storica ha
generalmente segni di grande Sul coinvolgimento di Jung nel contribuito a creare un'aura di
genio e nessuno lo nega. Non nazismo, scrissi per la prima volta misticismo intorno a questc1 po­
voglio discutere qui se Jung nel libro La M adre di Psiche polazione indoeuropea-ariana
avesse o meno parlato con ido­ (Enigma Edizioni, 2016), ma era [2]. La scoperta dell'Oriente, ol­
letti fabbricati da bambino, o solo un riferimento interno alla tre a portare alla luce ii sanscr.i­
che avesse due personalita o storia della psicoanalisi. Ho to, porto alla luce anche nume­
che sua madre fosse schizofreni­ ripreso la vicenda in modo molto rosi testi della piu raffinata lette­
ca (vedi Lachman, 2010). Di tut- piu approfondito nel libro . ratura orientale, dall'lndia al Ti­
. te queste cose, nuIla, secondo Mythos. La Natura e la Dimen­ bet, e gli europei furono affasci­
me, ha influenzato negativa- sione def Mita (Enigma Edizio- nati di:l questa profonda cultura.

48
tiera�
L'orientalismo idealizzava la sag­ fette" che avrebbero dovuto es­ sta ideologia, ma cio che e im­
gezza orientale e l'idea - soste­
nuta dai linguisti - che persino gli
sere gli indoeuropei. Mentre gli
indiani, con la loro conoscenza
e
portante sapere che propria­ e
europei una volta fossero stati un mistica ed esoterica, erano giun­mente strutturata come una reli­
tutt'uno con un tale popolo tal­ gione. II nazismo prima e poi
ti in India dal nord Europa. II no­
mente erudito, esorto gli occi­ do fondamentale ·era, quindi, l'hitlerismo, quindi, sono solo
dentali a voler identificarsi con credere che la Germania fosse la due prodotti di un movimento
questo popolo molto particolare. terra degli Ariani e del mistici­di misticismo culturale diffuso in
Tra la fine del diciannovesimo e e
smo. La teoria nordica si diffu­ tutta Europa, e in particolare in
Germania. All'interno dell'hitleri­
l'inizio del ventesimo secolo, se­ sa in una cultura intellettuale e
guendo gli studi di Karl Penka e popolare all'inizio del XX secolosmo, Adolf Hitler era venerato
Gustaf Kossinna, si e comune­ e
ed stata sostenuta dal nazismo come una vera divinita, e Jung
stesso sosterra questa tesi. Ser­
mente creduto che la cosiddetta e dalla cultura Volkisch. La "teo­
rano scrivera un libro di apolo­
ria germanica" sulle origini aria­
razza ariana provenisse dal nord
gia al nazismo esoterica in cui af­
Europa, in particolare dalla Ger­ ne non era l'unica che circolava
ferma che Hitler era la reincarna­
mania settentrionale e dalla in quel secolo, infatti molti stu­
zione di una divinita capostipite
Scandinavia meridionale, preci­ diosi britannici, americani e te­
degli ariani. Prima di leggere
samente dalla zona geografica deschi teorizzarono che gli in­
queste testimonianze parliamo
che era anche ii luogo di origine doeuropei fossero emigrati dal
di precursori.
dei tedeschi, considerato dun­ nord-est: dalla Russia e dall'U­
Helena Petrovna Blavatsky era
que ii luogo in cui la realta etni­ craina, comprese le montagne
una mistica russa che fondo la
ca ariana era stata preservata del Caucaso.
societa teosofica. Molti la accu­
nel tempo. Ovviamente, i tede­
schi erano orgogliosi di loro NazismQ • • savano di satanismo, ma solo
stessi: erano i discendenti origi­ come re1191one perche ii periodo storico in cui
viveva era terrorizzato dalla sua
nali di quelle popolazioni "per- Ecco dunque i precursori di que- conoscenza. Ha fatto numerosi
viaggi in tut:to ii mondo, in parti­
colare in India e Tibet, dove ha
affermato di essere venuta in A sinistra, i nazisti
contatto con grandi maestri e studiano i carat­
guru illuminati. teri somati.ci dei
La sua conoscenza affascina tal­ tibetani per ten­
mente tanto Hitler e Himmler tare di dimostra­re
che nel 1938 venne organizzata le loro teorie
dalla SS Ahnenerbe una missio­ razziali.
ne di ricerca in Tibet, guidata da
Ernst Schafer. In Tibet, e ormai
stabilito che la gerarchia nazista
a capo della spedizione conob­
be anche Tenzin Gyatso, che
all'epoca era solo un bambino
ma gia governatore del Tibet.
Dopo la missione, i nazisti ripor­
tarono in Germania una quantita
significativa di testi sacri buddi­
sti. Per oltre trent'anni, la Blavat­
sky visse in Asia e, nei suoi diari,
racconta di essere entrata in
contatto con gli abitanti illumina­
ti di un misterioso regno sotter­
raneo. Furono quei testi che
affascinarono i nazisti e Ii spinse­
ro a investire in una missione co­
s] costosa nell'Himalaya per re­
cuperare quelle antiche cono­
scenze e riportarle in quella che
credevano. essere la terra natia
di questa sapienza: la Germa-
che la razza tibetana, per cerca­
Di fianco, Ernst re di dimostrare una connessio­
Schafer in Tibet. ne tra loro e gli ariani.
II fatto e che anche ii nazismo

del tempo e stato mosso da teo­


rie che non sono del tutto vali­
de. Oggi sappiamo che i tibeta­
ni non sono nemmeno indoeu­
ropei, a differenza degli indiani.
Ma all'epoca una teoria pcipola­
re nei circoli esoterici e un'alter­
nativa al germanico Urheimat
proponeva che i veri ariani fos­
sero i tibetani e che avessero
conquistato la Cina e ii Giappo­
ne oltre !'India. L'autore di que­
sta teoria e stato ii sostenitore
dell'eugenetica Hans Friedrich
Karl Gunther.
II misticismo nazista includeva
non solo elementi orientali, ma
nel contesto del nazionalismo
sfrenato, era interessato ad esal­
tare la cultura germanica, portan­
do alla luce una versione moder­
na e riveduta dei culti norreni.
I nazisti presero ii simbolo della
svastica, presente nei templi in­
diani da millenni, e lo apposero
sulla loro bandiera. Mescolando
culti e simboli indiani con rune
germaniche, hanno creato l'im­

magine del sole oscuro, che e


diventato ii simbolo del mistici­
smo nazista. lnoltre, la societa
di Thule usava ii sole nero come
simbolo, ma lo rappresentava
come una svastica arrotondata.
Ouando Himmler prese posses­
nia. Non sappiamo quanta delle tente partito politico in Europa so del castello di Wewelsburg,
storie di Blavatsky siano verita e ad andare in Tibet e riportare voile un enorme sole nero da
quanta sia fantasia. Molti storici oltre ventimila fotografie e cen­ rappresentare sul pavimento.
la accusarono di aver scritto so0 tootto antiche scritture buddhi­ Costrul anche una sala dedicata
lo dei romanzi e di non aver mai ste originali. Non solo ii nazi­ a Hitler, la Oberguppenfuhrer­
vissuto quelle esperienze, alcu­ smo si interesso al Tibet. Persi� saal, in cui incontrava i gerarchi
ne davvero troppo incredibili no ii fascismo, con Giuseppe nazisti per pregare, riuniti in un
per essere credute vere (rifer) Tucci, si interesso all'Oriente. circolo, gridando ad alta voce i
anche di aver conosciuto Gari­ Oggi Tucci e ancora considera­ nomi germanici delle rune.
baldi e di aver combattuto alcu­ to uno dei piu grandi tibetologi La svastica era un antico simbo­
ne battaglie con lui, in cui fu fe­ del mondo. lo indo-europeo che indicava ii
rita e si credette morta, ma poi I nazisti non studiarono solo le sole, e la troviamo usata in mol­
sarebbe stata salvata da alcuni antiche scritture tibetane, alla ri­ te zone tra gli indiani, ma anche
maestri con poteri incredibili). cerca di arcaiche saggezze eso­ tra i celti, i tedeschi e gli italici.
e e
Ouel che certo che cio che teriche, . persino magiche, che Dopa ii nazismo, e stata ripresa
la Blavatsky ha scritto, finzione o potevano aiutare ii Fuhrer nella nel sigillo teosofico.
no che sia, ha ispirato ii piu po- sua battaglia, ma studiarono an- Un altro precursore puo essere
considerato lo scrittore austriaco

50
vedeva in Hitler ii suo stesso vicenda. Nel suo libro, Serrano lo dimostrano [5].
profeta. Jung stesso ha scritto cita continuamente Jung e que­ Anche se sapeva che Hitler era
che Hitler era "come Maomet­ st'ultimo non nego mai la sua psicotico, Jung si rifiuto di di­
to", sostenendo questa ipotesi. amicizia con lo stesso Serrano. chiararlo. Paura? Prudenza?
Ancora oggi ci sono sostenitori Tutto cio che fece Jung fu solo Chissa. Allo scoppio della se­
moderni, nazisti e fascisti di que­ una lunga dichiarazione nel conda guerra mondiale, Jung
sta religione. 1949 al Bulletin of the Analytical ha 65 anni. Nel 1942, respinse
Psychology Club di New York in la richiesta di un medico tede­
«Hitler e un vaso spirituale, una cui afferma di non essere mai sco di andare in Germania per
semi-divinita; ancor meglio, un stato un filo-nazista. Tuttavia, al­ psicanalizzare Hitler [6].
Mita. [...]Non ci si puo spiegare la fine della dichiarazione, si Freud invece entro in contatto
Hitler mediante un contatto per­ smentisce da solo ribadendo con Hitler quando questi era an­
In basso, il libro sona le, come non si puo spiega­ che secondo lui esisterebbe un cora solo un bambino: nel 1895
di Miguel Serra­ re un 'opera d'arte esaminando inconscio ariano ii cui potenzia­ e sugger1 di far ricoverare ii pic­
no sull' amicizia la personalita dell'artista. La le sarebbe superiore a quello colo Adolf in un centro di salute
tra Junge grande opera d'arte e ii prodot­ e
ebraico, che una dichiarazione mentale per bambini, dopo che
Hesse. to di tutto ii mondo in cui l'arti­ oserei dire abbastanza ii medico della famiglia di Hitler,
sta vive e dei milioni di persone (psico)nazista. Non dimentichia­ Eduard Bloch, chiese consiglio
che lo circondano e de/le mi/le mo che per anni Jung scrisse ar­ a Freud. Descrisse i frequenti in­
correnti di pensiero». ticoli su Zentral bl att fur Psy­ cubi del piccolo Adolf e Freud
(Cfr. Le parole di Carl Jung ripor­ chotherapie, una rivista sostenu­ vide segni evidenti di isteria,
tate da Serrano: Adolf Hitler: ta dal partito nazista. epilessia e persino paranoia.
The Ultimate Avatar,· "T he Lord Le sue false smentite non hanno Per rimanere in tema di incon­
of Darkness", vedi la bibliogra­ valore quando si affrontano i fat­ gruenze su Hitler: Bloch era
fia) ti. Jung non era un nazista in ebreo e rimase ii medico perso­
senso politico. Non era a favore nale di Hitler anche nell'eta
Miguel Serrano e Carl Jung si delle loro scelte politiche, ma adulta. Nel 1937 Hitler disse di
conoscevano e si rispettavano a Jung rappresentava ii piu gran- Bloch che era un "ebreo onore­
de esponente della vole" (edeljude) e gli permise di
corrente filosofico­ rimanere illeso (lch werde Ihnen
esoterica che aveva ewig dankbar sein). Tuttavia, ii
creato ii nazismo. consiglio di Freud non fu accet­
Jung non era certo tato.
un nazista politico Una persona non dovrebbe es­
, ma lo era ideologi­ sere giudicata solo per alcune
camente, forse an­ delle sue idee ma per la totalita
che involontaria­ del suo pensiero e delle sue
mente, chissa, ma e azioni. Alcuni neo-nazisti moder­
innegabile che le ni rivendicano tutte le azioni di
sue idee rappresen­ Hitler, ma ci sono alcuni che di­
tassero tutto cio fendono Hitler negando l'Olo­
che ii nazismo ha causto e parlando solo delle
sempre visto come buone azioni che ha fatto per la
base della sua ideo­ Germania, come ii fatto ,di aver
logia. risanato ii debito. Ouesto mec­
Sappiamo anche canismo di ignorare alcune azio­
che a Jung venne ni e parlare solo di quelle positi­
offerto di diventare e
ve, tipico della retorica umana
l'analista personale­ nonche ci certi atteggiamenti re­
di Hitler, ma rifiuto visionisti. Ouando menzioniamo
perche lavorava per Hitler, lo troviamo disgustoso,
!'Office of Strategic ma quando parliamo di Jung,
Services negli Stati tutti lo difendono.
Uniti come agente I moderni psicologi analitici
numero 488 - i re­ ignorano semplicemente ii coin­
centi archivi rivelati volgimento di Jung con l'Ario­
dai servizi di intelli­ sofia, o semplicemente lo nega­
gence statunitensi no. Certo, Jung non era un mili-

52
tieta�
tante nazista e proba­ def subconscio organi­
bilmente non gli impor­ co-psichico, quella co­
tava della politica. Era Miguel Serrano struzione demoniaca
un uomo eclettico da de/la fine de/ XIX seco­
un punto di vista politi­ /o e dell'inizio de/ XX
co. Ma se esiste un'i­ IL secolo, che riduceva
tutto a/lo stesso live/lo.
deologia che descrive
perfettamente ii pen­
siero di Jung, inclusi CERCHIO [...] Hitler era un genio.
Contrariamente a cio

ERMETICO
sia ii suo misticismo che si potrebbe crede­
che la sua psicologia, re, un genio de/ bene.
allora questa e Arioso­ Non e venuto per di­
fia. struggere ma per dare
E per coincidenza, l'A­ Carl Gustav Jung e Hermann Hesse al/a razza bianca la sua
riosofia era anche la re­ CON l!N EP!STOLAR!O lNEDJrO ultima possibilita di sal­
ligione del nazismo. vezza. Ma questa razza,
Riconosco che Jung che era diventata cosi
sia stato un grande filo­ egoista, cosi pigra e
sofo, un pensatore ri­ 11 Cerchio Ermetico congiunge in un uni­ stupida, spiritualmente
voluzionario e uno psi­ co vincolo tre personalita diverse: Hesse, degenerata dal veleno
cologo riformista per ii diafano e spirituale; Jung, illuminante e ebreo inculcato per
profondo; !'autore, infine, che da questo amal­
mondo europeo e piu di duemila anni, In alto, libro di
gama trae le sue prodigiose combinazioni.
americano. Tuttavia, ii goccia a goccia nel lo­ Miguel Serrano in
suo pensiero era am­ ro sangue, non voleva cui si citano Hes­
piamente sopravvalu- riconoscerlo oltre 1 se e Junge le dot­
tato in Occidente, dal confini de/la sua Ger­ trine esoterico­
momenta che ii Buddi-
Casa Editrice Astrolabio mania. [... ]». spirituali sviluppa­
smo non era conosciu- (Serrano, Miguel: te dal nazismo.
to correttamente e, Adolf Hitler: T he Ulti­
specialmente a quel tempo, quali sono gli Archetipi Junghia­ mate Avatar, vedi la bibliografia)
Jung fu preso in maggior consi­ ni de/1'/nconscio Collettivo? So­
derazione perche era uno psi­ no entita inumane. Gli antichi Ii e
Ouesto solo un piccolo assag­
chiatra. Anche le idee di Freud chiamavano Dei e Demoni. E gio, anche se ii libro di Serrano
avevano una maggiore risonan­ qua/ e/'inconscio collettivo? E meriterebbe di essere commen­
za proprio perche era un neuro­ la "memoria de/ sangue", o me­ tato pagina per pagina anche
logo. Ouando le stesse cose ve­ glio, un "ricordo che passa at­ per interesse antropologico nel
nivano dette da un filosofo, a traverso ii sangue", che agisce vedere la nascita di una religio­
nessuno importava. su//a terra per mezzo de/ san­ ne estremista e razzista, cos) co­
Lo stesso Freud lo ha ammesso. gue. [...] Credo che ii sangue me la devozione di un nazista
Leggiamo come Miguel Serrano ariano e iperboreo non sia la lu­ per Jung e altrettanto interes­
nel suo libro formula affermazio-· ce de/ Sole d'oro, di un sole ga­ sante da un punto di vista di
ni razziste e ptolemopatiche ba- lattico, ma de/la luce de/ Sole uno studioso di psicoanalisi,
sate sul sostegno junghiano: Nero, de/ Verde Fu/mine. [...] Gli che a questo punto comincia a
ebrei fanno qualcosa di comple­ farsi qualche domanda sul per­
«E Jung che ci porta, con la sua tamente diverso, ne//'estremo che Jung non ha mai tenuto a
straordinaria teoria de/1'/ncon­ opposto con ii loro anti-sangue. smentire la sua amicizia con un
scio Collettivo degli Ariani e dei [...] Se Jung poteva credere, a esponente del nazismo cileno.
Semiti, gli strumenti per permet­ volte, che l'hitlerismo rappre­ Miguel Serrano ha incontrato
terci di spiegare a/le menti obe­ sentasse solo una religione na­ Jung nel 1959 nella Kusnacht, e
rate di lavoro dalla scienza con­ zionale de/la Germania, si illu­ e nel suo libro definisce la sua
temporanea, traducendo per lo­ so, poiche la sua "religione" e amiciz)a con Jung "preziosa",
ro, per cos/ dire, queste idee an­ di carattere universale. Ha tutti un "regalo". Secondo Gary La­
tiche a cui Weininger fa riferi­ gli ingredienti mitici e archetipi­ chman, Jung ha ignorato ii fatto
mento. Dobbiamo ringraziare ci per questo, come arriveremo che Serrano era un militante del
Jung per essere riuscito a pene­ a capire. II popolo tedesco so­ e partito nazista cileno e ii princi­
trare nell'Hitlerismo esoterica. lo ii suo miglior veicolo. [...] pale ideologo dell'hitlerismo
Ora faremo lo stesso per ii pro­ Jung non riusci a liberarsi dall'in­ esoterica. La conversazione tra i
blema ebraico. [...] Dopotutto, venzione ebraica e freudiana due fu probabilmente esaltata

53
Serrano e Jung si rispettavano,
si erano incontrati personalmen­
te e Serrano ha vissuto questi in­
contri con grande emozione,
dedicandogli un libro e riportan­
do una lunga intervista con
Jung. Sono andati d'accordo
quasi su tutto - secondo Serra­
no, e Jung non ha mai negato la
sua amicizia con l'esoterista cile­
no. Jung descrive Hitler come
una "nave spirituale, una semi­
divinita, un mito: l'uomo con la
volonta piu forte che sia mai esi­
stita". La politica tedesca non
sarebbe stata fatta, bens1 si
sarebbe rivelata attraverso
Hitler-profeta Non dimenticare
mai che, nel suo libro,
Serrano si definisce
"junghiano". Affermazione mai
negata da Jung. Se paragonato
alla furia di Freud contra ii nazi­
smo o quella di Wilhelm Reich,
che ha persino scritto un libro
sulla patologia fascista, le affer­
mazioni di Jung su Hitler sem­
brano piu delle scuse che un'a­
nalisi psicologica.

«Hit ler sembrava essere ii dop­


pio di una persona reale, come
se Hit ler, l'uomo, stesse dentro,
come un'appendice, deliberata­
ment e occult at o, per non
per­t urbare ii "processo"».
(Carl Gustav Jung [8])
da Serrano. Freud le considerava semplice­
Secondo Lachman, Jung delira­ mente delle patologie, non Su Internet possiamo trovare
va "come in trance" su un fiore, avrebbe permesso che un tale moltissime dichiarazioni di Jung
una pietra, un cristallo, un re e uso delle sue idee fosse fatto. che sembrano negare ii suo an­
una regina insieme a una donna Tuttavia, Jung era uno gnostico, tisemitismo, ma qui non e ii suo
"morta anni fa". Questa conver­ certamente non un anti-religio­ ipotetico antisemitismo a essere
sazione fu esaltata da Serrano so. Non era affascinato dalle re­ messo in discussione, bens1 una
In alto, lo scritto- nel suo Iibro e interpretata ese­ ligioni come antropologo, inte­ teoria psicologica che di fatto
re Herman Hesse geticamente come se fosse la ressato ai processi umani. Le sostiene una teoria razziale. Gli
(a sinistra) e Mi- parola riveIata di un prof eta. II studio perche era affascinato sforzi di Jung per smentire que­
guel Serrano in fatto che Jung abbia ignorato i dal potere religioso stesso e ri­ sta associazione sono stati prati­
una foto del 1961. legami tra Serrano e ii nazismo, fiuto l'idea che la religione po­ camente nulli, e tutta l'Ariosofia,
a mio avviso, non lo esime dal­ tesse non essere una buona co­ prima e dopo Hitler, ha sempre
l'aver consegnato al principale sa, ma uno strumento di control­ citato Jung per sostenere le sue
ideologo dell'Hitlerismo esoteri­ lo delle masse. Tutto cio ha per­ tesi xenofobe.
ca del materiale potente, che messo a Jung di favorire l'aria­ Miguel Serrano e l'apoteosi di
Serrano uso per creare un sup­ nesimo, piu o meno consape­ questo meccanismo. La cosmo­
porto mistico per un culto reli­ volmente da parte sua. Ma non
gioso. Se Jung avesse preso sapremo mai quale fosse la sua
gonia di Serrano e evidente, e
una posizione piu seria nei con­ vera opinione. Eppure, una co­ in qualche modo puo somiglia­
fronti delle religioni, laddove e
sa assolutamente certa: re a quella riportata in Mythos
(2017). Tuttavia, in Mythos por­
tiamo inesorabili prove linguisti­
che e storiche su un'originale
54
logia .che in lpsoa na lisi. L'intero
Occidente vive a lla ricerca di
un'identita, ci identifichia mo in
una cultura , in una na zione o in
uno stereotipo socia le. In realta,
e
tutto questo un inga nno. Cer­
care l'identita significa prova_r e
a difendere ii Se imperma nente
e ii terrore inconscio dell'imper-
manenza. L'identita e un
meccanismo di di­fesa Egoico
implementa to da persone
ignora nti che non com­
prendono ii vuoto (Sunya ta). Tut­
ta via , questo mecca nismo si tra­
duce in un a tteggia mento con­
servatore: paura del cambiamen­
to e pa ura del diverso. Chi pos­
siede un'identita egoica ha tati in bibliografia come "Piaghe ni dopo. lnizialmente Jung scri­
sempre ii terrore che lo "stra - del Pensiero" (Ferrari Editore). ve di sentirsi isolato, di non ave­
niero" che viene da fuori lo In pa ssa to, ho ipotizza to che re piu amid e cambia radical­
privi della sua identita. Ouindi
Jung a vesse sviluppato un odio mente ii suo stile di scrittura. Si
le diverse e le minora nze
per ii popolo ebra ico, proiettan­ ritira da solo per molto tempo,
diventa no ii nemico da di-
do la sua sofferenza interiorizza­ ma quando finalmente ritorna
struggere. Non ripetero concetti
gia discussi nei libri di
tc;1 deriva nte da lla separazione sulla scena non e affatto vero
da Freud. Nei libri, ho documen­ che avesse superato la rottura,
Medelogia, e per approfondire ii
tema dell'identita, dell'imperma­ ta to come in rea lta Jung abbia anzi, l'aveva semplicemente in­
nenza del se e della xenofobia - sofferto profondamente per ii di­ troiettata. Nella sua sofferenza
la ma la ttia menta le che deriva stacco con Freud, e anche Freud inconscia, l'odio continua a cre­
dal Se - invito a leggere i libri ci- ha continuato a soffrire molti an- scere e fu tradotto in una teori�

57
dell'odio, che accusava ii popo­ in Italia erano proprio i preti, ma delle leggi razziali. Perche
lo ebraico di essere inferiore, che hanno benedetto le armi), tutta questa incoerenza? Chi ha
poiche mancava di un terreno e
non mai stato in grado di fare davvero manovrato Hitler?
archetipico. Mentre Freud non nulla senza inquinare tutte le Demistifichiamo Jung. Jung non
In altoJung da permise mai a Ila psicoanalisi di sue teorie con una visione occi­ e una persona stimabile. Ci sono
giovane (sinistra) cadere nelle mani dei nazisti, dentale e cristianizzata. Eppure, stati numerosi studiosi piu gran­
eAdolf Hitler Jung si piego al nazismo, e in ef- anche la psicoanalisi e figlia di di di lui che hanno detto le stes­
(destra). fetti la psicologia analitica non un pensatore ebreo, cos) come se case - ma senza le apologie al
fu mai considerata un nemico pure ii comunismo (da cui ii so­ nazismo. In Oriente lo avevano
del nazismo ma piuttosto un so­ cialismo e ii nazionalsocialismo, gia raggiunto e superato molti
stenitore dell'ideologia ariana. quindi ii nazismo). Spinoza era secoli prima, ma senza bisogno
J ung era anche un perfetto aria­ ebreo, Freud era ebreo, Marx di andare troppo lontano, pro­
no pure somaticamente, men­
era ebreo, Einstein era ebreo. prio nell'Europa credo che Jung
tre Freud era un ebreo, odiato
dal partito nazista. Sano gli ariani bianchi come sia stato eccessivamente soprav­
Secondo me, in J ung ci sono i Jung che soffrono del comples­ valutato. In America, inutile par­
complessi di inferiorita - e non so di inferiorita e la mania della larne, era decisamente troppo
negli ebrei - dal momenta che persecutione nei confronti degli benvoluto, ma dopotutto, Jung
ha una mentalita cristiana e ii cri­ ebrei? Lo stesso Hitler aveva an­ era uno dei piu grandi ideologi
stianesimo e un figlio dell'ebrai­ tenati ebrei e rase al suolo un del nazismo, e !'America, come e
villaggio per assicurarsi che ii noto, non combatteva ii nazismo
smo (infatti e formalmente odia­ partito non lo scoprisse (docu­ tedesco per essere contra le ·
to dal nazismo, sebbene ii nazi­ mentato in bibliografia). II dotto­ idee naziste, ma perche ii Gli Sta­
smo adotti una mentalita cristia­ re di Hitler era ebreo, ma Hitler ti Uniti lo vedevano come un
na-razzista e numerosi i fascisti gli acconsentl di scappare pri- concorrente in Europa.

58 tiera�