Sei sulla pagina 1di 79

1

2
Rivista Italiana di
Medicina Tradizionale Cinese
edizione italiana del

Journal of Traditional Chinese Medicine


18 Beixincang Dongzhimen Nei, Beijing People's Republic of China
Direttore: Prof. Niu Si Yuan Editore: Wei Yuanping
Associato USPI
Unione Stampa interventi da: Pacific Journal of Oriental Medicine, Journal of Chinese
Periodica Italiana Medicine, Folia Sinotherapeutica.

Numero 57 - Anno X n. 3 Fotocomposizione Center Service, Pollenza Stampa Grafiche Fioroni, S.Elpidio a
Luglio-Settembre 1994 Mare. Collaboratori di questo numero L. Sotte, Ettore De Giacomo, L. Pippa Cura
Direttore Responsabile delle Traduzioni Piergiorgio Biolchi, Manuela Di Chiara, Anna Maria Seghetti, Angelo
Giorgio Di Concetto Sprea. Corrispondenti Esteri Dai Lian Yi - Guangzhou - Cina; Francesca Gentile
Sievert - Santa Cruz - U.S.A.; Harley Gale - Australian Journal of Acupuncture -
Direttore Australia; Luc Vangermeersch - Dutch Folia Sinotherapeutica - Gent - Belgio; Wei Yuan
Lucio Sotte Ping - Journal of Traditional Chinese Medicine - Beijing - Cina; Laurentin Dumitrescu
- Svezia; Gabriela Hegyi - Budapest - Ungheria; Primoz Rozman, Ljubljana - Slovenia;
Comitato Editoriale M. S. Khan - Dublin - Ireland; Cedric K.T. Cheung - London - Canada.
Ettore De Giacomo: didattica
Carlo Fiocca: relazioni ospedali Norme Redazionali e Pubblicazione di Articoli Originali
Nunzio Matrà: medicina di base La Rivista Italiana di Medicina Tradizionale Cinese pubblica articoli di didattica, ricerca,
Massimo Muccioli: bibliografia aggiornamento, clinica ecc. secondo un piano redazionale che prevede due categorie di
Lucio Pippa: università Autori: quelli espressamente incaricati dalla redazione e quelli episodici. Dei lavori
Camillo Schiantarelli: ricerca originali, sia didattici che clinici, possono essere inviati alla Redazione, anche in assenza
scientifica di uno specifico invito; la loro accettazione è subordinata al giudizio dei Refeers. I lavori
Membri onorari debbono pervenire in Redazione dattiloscritti a doppio spazio su una sola facciata,
Wei Yuan Ping - Cina riveduti e corretti in modo definitivo. Ogni articolo deve essere corredato da un riassunto
Jean-Marc Kespi - Francia in inglese ed in italiano di non oltre 15 righe di 50 battute. Sulla prima pagina debbono
G. Maciocia - Gran Bretagna figurare, di ciascun autore, i seguenti dati: nome e cognome, qualifica, istituto di
Ted Kaptchuk - U.S.A. appartenenza, indirizzo privato. Le annotazioni bibliografiche vanno riportate in ordine
Qiu Zhuo Yi - Cina alfabetico, numerate e compilate come segue: cognome di ciascun autore, iniziale del
François Beyens - Belgio nome, titolo completo del lavoro, citazione abbreviata ufficiale della rivista, numero del
volume, pagina di inizio, anno. Se l’annotazione bibliografica si riferisce ad un libro,
Direzione e redazione occorrono il cognome di ciascun autore, l’iniziale del nome, il titolo dell’opera per esteso,
Corso Garibaldi, 160, 62012 l’indicazione dell’edizione (dalla 2° in poi), quella dell’editore e della città in cui questi
Civitanova Marche ha sede, l’anno, il volume e la pagina. Grafici, disegni e fotografie vanno allegati, su fogli
Tel. 0733/770654 separati, già pronti per la riproduzione fotografica, numerati e provvisti di chiare
Amministrazione didascalie, anche le tabelle (da limitare all’essenziale) vanno allegate su fogli separati,
Via Mazzini, 148, Bologna numerate e provviste di chiare titolazioni.
Tel. 051/348842 Cura dell'immagine El Cito. In Copertina Dame della corte dell’Imperatore, partico-
Trimestrale scientifico a cura lare, dinastia Tang (619-907 d.C.).Prezzo di Copertina Italia, lire 30.000
della Scuola Italiana di Medi- Nessuna parte può essere duplicata o riprodotta senza l'autorizzazione scritta della Rivista
cina Cinese Gruppo di Studio Italiana di Medicina Tradizionale Cinese, Gruppo di Studio "Società e Salute"
“Società e Salute”
Via Mazzini, 148, Bologna
Abbonamento Tariffa abbonamento annuo (4 numeri + 2 supplementi)
Iscritto nel Registro della Stam- Italia, lire 140.000.
pa del Tribunale di Forlì con il Modalità di Versamento Conto corrente postale n° 11813474 o assegno
n° 667 in data 28-12-1984 non trasferibile (spedito in busta chiusa, indicando chiaramente nome,
cognome, indirizzo, codice fiscale e partita I.V.A. per eventuale fattura-
Spedizione in abbonamento
postale. Pubblicità inferiore al zione) intestato a: Gruppo di Studio “Società e Salute” c/o dott. Lucio
50% Sotte, corso Garibaldi 160, 62012 Civitanova Marche MC Italy.

3
Numero 57 - Anno Decimo n. 3 - Luglio-Settembre 1994

Sommario
Editoriale
Basi della medicina cinese
Semeiologia
8 Lucio Pippa I 28 polsi della medicina tradizionale cinese, bing mai:
polso kou, polso fu
Contributi Italiani
10 Ettore De Giacomo La febbre - seconda parte
Ricette famose
14 Lucio Sotte Du huo ji sheng wan
Ginnastica medica cinese
18 Lucio Sotte Ginnastica per le patologie del polso

dal Journal of Traditional Chinese Medicine vol. 13 n° 3 ’93


Osservazioni cliniche
22 Zheng Yuanpang ed altri Osservazione clinica sul trattamento della bradiaritmia con i farmaci della
MTC
26 Liu Zhicheng ed altri Effetto dell’agopuntura sul calo ponderale valutato attraverso la
funzionalità surrenalica
29 Liu Xinlian ed altri Azione dell’agopuntura e della chimiopuntura sul sistema immunitario
nell’artrite reumatoide
32 Lu Jingshan Applicazione clinica del punto yanglinguan (34GB)
34 Wang Yukang ed altri Trattamento dell’emiplegia apoplettica con la craniopuntura in base al
l’immagine della tomografia computerizzata
36 Chen Decheng 47 casi di acne trattati con sanguinamento del punto seguito da coppettazione
38 Liu Jin Trattamento dell’acne giovanile con agopuntura
39 Lin Jinglon ed altri Effetti dell’agopuntura sull’attività mioelettrica dello sfintere di Oddi
40 Cui Yunmeng Trattamento di 60 casi di disfunzione dell’articolazione
temporo-mandibolare applicando l’agopuntura sul punto zusanli (36ST)
41 Zhang Yuxi ed altri Sanguinamento del punto weizhong (BL40) nella lombalgia acuta
42 Tang Xiaofeng 75 casi di obesità semplice trattati con agopuntura auricolare e somatica
44 Yang Cangliang ed altri 268 casi di miopia trattati con iniezioni e stimolazioni con semi di Vaccaria
nei punti auricolari
46 Jia Huaiyu ed altri Terapia della periartrite scapolo-omerale con craniopuntura
48 Qi Yue Trattamento del singhiozzo con agopuntura al sifeng medio
49 Lu Fan Trattamento dello spasmo facciale con martelletto a fiore di pruno e
coppettazione
51 Zhong Jishang Applicazione clinica del punto renying (ST9)

4
53 Song Xiaoge ed altri Studio sperimentale sull’effetto dell’agopuntura nel trattamento dello shock
emorragico prodotto
Massoterapia
61 Zang Fuke Introduzione al massaggio per mantenersi in forma
64 Wang Zhiqing ed altri Trattamento della xonofonia in ragazzi per mezzo del massaggio
extralaringeo ed esercizi di fonetica
Notizie
66 Chen Keji ed altri Recenti progressi sugli studi della medicina tradizionale cinese in rapporto
all’antiinvecchiamento
Conservazione della salute
69 Yuan Liren ed altri Moxibustione per il mantenimento della forma fisica
Letture
72 Chen Kangmei ed altri Trattamento per la cefalea con terapia tradizionale di auricolopuntura
Domande e risposte
75 Hu Jinsheng Come viene trattata l’impotenza con l’agopuntura?
Estratti
76 Autori vari Vari argomenti

Rubriche
77 Biblioteca

5
Corso di Perfezionamento sui “Fondamenti razionali della medicina
cinese”
Facoltà di Medicina - Università degli Studi di Chieti
Anche per l’anno accademico 1994-1995 si svolgerà, presso l’Università di Chieti, il Corso
di perfezionamento sui fondamenti razionali della MTC aperto ai laureati in medicina e
chirurgia. Il corso dà un’ampia ed approfondita visione della MTC attraverso lezioni teoriche
e pratiche (tenute da esperti della materia sia italiani che cinesi) che risultano, così,
estremamente interessanti sia per chi già pratica questa medicina, sia per chi non ne ha alcun
tipo di conoscenza. L’accesso al corso sarà subordinato alla partecipazione al concorso per
titoli ed esami che si terrà il giorno 21 dicembre, alle ore 9.00, presso l’Aula Magna della
Facoltà di Medicina e Chirurgia. La documentazione dovrà essere presentata a mano, e non
a mezzo lettera, alla segreteria della scuola di specializzazione entro il 15 novembre 1994 su
apposito prestampato distribuito dalla segreteria. Il numero dei posti disponibili è di 45. Le
modalità di partecipazione al concorso sono le seguenti:
– certificato di laurea con voti nei singoli esami in carta semplice;
– certificato di abilitazione in carta semplice;
– eventuali titoli allegati in carta semplice;
– versamento di £ 30.000 da effettuare su bollettino di c/c distribuito dalla segreteria delle
scuole di specializzazione.
L’ammissione al corso di perfezionamento non implica la presentazione del certificato
originale di maturità.
Il corso prevede 120 ore di lezioni teorico-pratiche articolate in 4 seminari che si terranno nel
periodo compreso fra il mese di luglio e il mese di ottobre.
Le materie trattate saranno le seguenti:
– lo sviluppo storico e le basi filosofiche della MTC;
– l’anatomofisiologia;
– la diagnostica e la semeiotica;
– la patologia;
– la clinica;
– l’agopuntura, la moxibustione e le tecniche complementari associate tradizionali e moder-
ne;
– il massaggio;
– la dietetica e la farmacologia;
– la ginnastica medica (wu shu, tai ji quan, qi gong).
Per informazioni rivolgersi alla segreteria delle Scuole di Specializzazione, telefono 0871/
355736 (lunedì 15.00-17.00, martedì, mercoledì, venerdì 10.00-12.00).

6
editoriale

medicina cinese: quale futuro?

Ci sembra giusto cercare di valutare da queste pagine il probabile e possibile futuro della
medicina cinese in Italia e nei paesi occidentali, per offrire spunti di riflessione per gli impegni
di domani.
Per il futuro prossimo si distinguono senza dubbio delle diversità tra i destini delle varie
branche della medicina cinese, o meglio, delle varie branche di terapia che la medicina cinese
offre al medico occidentale.
Alcune di queste, come l’agopuntura e le tecniche associate antiche e moderne di stimolazio-
ne degli agopunti, hanno già ricevuto una loro ufficializzazione in molti paesi occidentali e,
conseguentemente, una loro, seppur iniziale, regolamentazione. Accade così che, in Italia,
l’agopuntura sia diventata da anni un “atto medico”, praticabile esclusivamente da medici
regolarmente laureati, abilitati all’esercizio della professione ed iscritti all’Ordine professio-
nale. La voce agopuntura è inserita nei tariffari della F.N.O.M. ed in quelli del S.S.N.: in
questi ultimi è inserita tra le voci relative alla specialità di analgesia. Molti hanno contestato
questo inserimento perché, se è vero che l’agopuntura possiede effetti analgesici, è altrettanto
vero che è in grado di curare molte malattie che non si caratterizzano semplicemente con il
“sintomo” dolore. La presenza della “voce” agopuntura tra quelle relative dell’ambulatorio
di analgesia ha tuttavia dei motivi storici: l’introduzione dell’agopuntura in Occidente è
avvenuta tramite molti anestesisti-rianimatori-algologi che si erano ad essa avvicinati per la
sua possibile applicazione in ambito anestesiologico e, contemporaneamente, per apprendere
una tecnica di terapia che si inseriva naturalmente tra le prestazioni analgesiche. Crediamo
dunque che questi tariffari vadano rivisti e perfezionati. Contemporaneamente c’è ancora da
lavorare, e molto, per definire quali studi il medico debba affrontare prima di poter praticare
l’agopuntura. Riteniamo che sia questo l’argomento sul quale occorrerà dibattere in futuro.
Il massaggio e le ginnastiche mediche cinesi debbono trovare ancora una loro collocazione:
ci permettiamo di suggerire quella che a noi pare automatica: il settore della fisiokinesiterapia
e della riabilitazione (tenendo tuttavia presente che sia il massaggio, come le ginnastiche
cinesi, possono essere utilizzate sia in ambito preventivo che terapeutico per molte patologie
che attualmente non vengono inserite nel settore della fisiokinesiterapia e riabilitazione
occidentali: ad esempio, l’ipertensione arteriosa.
La farmacologia cinese rappresenta il settore per il quale occorrerà lavorare di più, ma che
ritengo, darà le maggiori soddisfazioni; si può affermare che occorre inventarsi una regola-
mentazione. Un dato mi sembra corretto sottolineare fin d’ora: qualsiasi legge che regoli l’uso
della farmacologia cinese deve partire da un semplice, ma determinante, postulato: «l’uso di
“farmaci”, e dunque anche dei farmaci naturali, è un “atto medico”».

7
semeiologia

I 28 polsi patologici della medicina cinese, bing mai:


polso cavo kou o kong, polso nascosto fu
Lucio Pippa *

polso cavo kou o kong Localizzazioni cun, guan, chi


1. Al pollice (cun)
È un polso che si apprezza bene in superficie, dove – perdita ematica con carenza di sangue del cuo-
lo si avverte grande e solido, ma nel premere re: palpitazioni, irritabilità, insonnia.
suscita la sensazione che si ottiene premendo un 2. Alla barriera (guan)
“gambo di cipolla”, cioè evoca un vuoto all’inter- – a seguito di ematemesi.
no. 3. Al piede (chi)
– a seguito di ematuria, sanguinamenti uterini,
proctorragia.

Pulsologia differenziale
Polso ge a pelle di tamburo: è superficiale e molto
teso.
Polso xu vuoto: è senza forza, tende a scomparire
appena lo si percepisce.

polso nascosto fu

Analisi del significato


Il polso cavo viene percepito frequentemente dopo
significative perdite ematiche ed esprime un defi-
cit di jin ye (liquidi organici) e di xue (sangue). È
un polso classificato come yin.

Polsi associati al polso cavo


Polso kong shuo (polso cavo e rapido)
Indica un deficit di sangue e di yin con qi ancora
valido.
Polso kong ru (cavo e molle)
Deficit di jing, deficit di sangue a seguito di
emorragia.
Si tratta di un polso profondo che deve essere
ricercato tra i tendini ed il piano osseo. È talora
* Scuola Italiana di Medicina Tradizionale Cinese difficile apprezzarlo pur esercitando una notevole
Gruppo di Studio “Società e Salute” pressione.

8
Analisi e significato Localizzazione cun, guan, chi
Il polso fu esprime la presenza di freddo yin che si 1. Al pollice (cun)
è annidato e nascosto in profondità nell’organi- – nausea e vomito da stagnazione del cibo.
smo: il freddo ostruisce la libera circolazione dei 2. Alla barriera (guan)
jing luo (meridiani) e compromette la funzione – freddo umidità al TR medio.
degli zang fu (organi e visceri). Un polso nascosto 3. Al piede (chi)
debole indica carenza dello yang che non riesce a – freddo al TR inferiore con ostruzione della
far affiorare il polso; un polso nascosto, ma dotato circolazione del qi.
di forza, è correlato a presenza abbondante di
freddo interno con ostruzione e stasi di cibo o tan.
È un polso yin. Pulsologia differenziale
Polso che profondo: è meno profondo del polso fu
e soprattutto applicando una certa pressione viene
Polsi associati al polso nascosto ben percepito senza dover scostare i tendini sul
Polso fu chi (nascosto e lento) piano osseo.
Freddo estremo con grande prevalere dello yin.

9
contributi italiani

La febbre
II parte
Ettore De Giacomo *

APPROCCIO CLINICO DELLA FEBBRE IN chiaro che le malattie esterne caratterizzate dalla
MEDICINA TRADIZIONALE CINESE febbre possono essere paragonate alle patologie
di origine batterica della medicina occidentale.
Febbre ed otto regole diagnostiche È anche interessante osservare che il brivido,
secondo la medicina occidentale, è un sintomo
a. Esterno e interno (biao-li): secondo questo associato soprattutto alle infezioni batteriche
tipo di differenziazione, tenendo presente che le (assimilabili alle patologie esterne della medicina
principali cause delle malattie febbrili sono i cinese). Lo stesso si può dire per i “sintomi gene-
pirogeni esogeni, la febbre è molto spesso deter- rali” (dolori dorsali, mialgie, artralgie etc.) che
minata da situazioni esterne, tuttavia è bene tener vediamo comparire, soprattutto in fase acuta, tra
conto della possibilità di innalzamenti della tem- le manifestazioni da freddo e calore esterni della
peratura riconducibili anche a patologie del li classificazione cinese.
(profondità). Un cenno particolare merita la sudorazione che,
Seguendo un criterio clinico distinguiamo una mentre per la medicina occidentale è considerata
situazione di freddo esterno o di calore esterno; in solo come un meccanismo di termodispersione,
entrambi i casi compariranno sintomi comuni per la diagnostica cinese ha un notevole contenuto
quali: brividi, febbre, cefalea, senso di bastonatu- prognostico.
ra, polso superficiale, lingua con induito sottile. b. Freddo e calore (han-re): questi due principi
A questi sintomi specifici si associano segni par- ci aiutano a comprendere la qualità della malattia.
ticolari: Le sindromi tipo “freddo” sono la conseguenza
– freddo esterno: brividi intensi, la febbre non è dell’aggressione di freddo patogeno esogeno, op-
molto elevata (febbricola), assenza di sete e di pure possono derivare da un deficit di yang all’in-
sudorazione, induito bianco, sottile e umido, pol- terno del corpo.
so superficiale e teso; Le malattie tipo “calore” derivano dall’esposizio-
– calore esterno: brividi lievi, febbre più elevata, ne al calore patogeno esterno, oppure da un deficit
sudore, sete, induito sottile e giallo, polso super- di yin all’interno del corpo.
ficiale e rapido. Stando a questa distinzione, la febbre compare
Il freddo o il calore esterno possono aggredire un nelle patologie di tipo “calore”.
organismo in stato di deficit energetico oppure in Ciò concorda perfettamente con i criteri della
buone condizioni; nel primo caso troveremo una medicina occidentale che affidano all’IL-1 ed al
sudorazione anche a riposo, nel secondo caso il TNF funzioni di “acceleratori metabolici”: la
sudore è scarso. stimolazione delle attività anaboliche o cataboliche
Per quanto concerne invece le patologie interne, determina un consumo di energia con conseguen-
bisogna chiarire come la loro patogenesi possa te aumento della temperatura (incremento della
essere riconducibile, sia alla persistenza degli lipolisi, della proteolisi e della glicogenolisi, la
agenti patogeni esogeni, sia a squilibri energetici vasodilatazione, la stimolazione della mielopoiesi
degli zang-fu. etc.).
Cercando di accostare le due medicine, sembra «Un aumento della temperatura può essere provo-
cato anche da un innalzamento dell’attività meta-
bolica per cause diverse: liberazione di epinefrina,
* Scuola Italiana di Medicina Cinese del Gruppo di Studio attacchi convulsivi, attività fisica, aumentata con-
“Società e Salute” centrazione di ormone tiroideo». (7)

10
Differenziazione clinica tra le sindromi freddo e calore

Sindrome freddo Sindrome calore

Pallore ed avversione al freddo, Colorito rosso, febbre, sete, stipsi,


feci molli, urine chiare ed abbondanti urine scarse e gialle

Lingua pallida con induito bianco ed umido Lingua rossa con induito giallo e secco

Polso lento o teso a corda Polso rapido

La febbre quindi rientra in quelle manifestazioni La differente entità dell’ipertermia (elevata, mo-
di tipo “calore”, che saranno particolarmente evi- derata, lieve) rispecchia abbastanza costantemen-
denti nelle malattie esterne acute. Ciò concorda te la localizzazione della malattia, quindi la sua
col concetto di aumento delle attività metaboli- prognosi.
che. c. Deficit-eccesso (xu-shi): questi due principi ci
Infine, come verrà meglio chiarito successiva- aiutano a definire i rapporti di forza tra qi
mente, vale la pena ricordare che i sintomi tipo antipatogeno e cause di malattia.
calore, anche se meno evidenti, sono presenti «L’iperattività dei fattori patogeni è causa di
anche nelle malattie interne croniche (calore- eccesso; il consumo dell’energia essenziale è cau-
deficit) caratterizzate da un deficit di yin con sa di deficit» (So wen).
eccesso relativo dello yang: in questi casi la febbre La febbre, associata ad altri sintomi, ha la sua
sarà meno elevata (vedi la febbricola della malat- importanza nella differenziazione tra le sindromi
tia tubercolare). da deficit di yang e di yin:

Deficit di yin Deficit di yang

Febbre vespertina, vampate di calore, calore ai Brividi, arti freddi, astenia, sudorazione spontanea
5 fuochi, sudore notturno, gola e bocca secche, al minimo sforzo, non sete, urine chiare ed
urine gialle, feci secche, il paziente abbondanti, oppure oliguria con edemi
ricerca il fresco feci molli o stipsi ostinata

Lingua rossa, fissurata, secca, sottile, induito scarso, Lingua pallida, umida, gonfia,
giallo o assenza di induito induito bianco

Polso rapido e fine Polso debole e lento

La febbre, come evidente, è meno elevata che per Febbre e sindromi dei livelli energetici
le patologie esterne e la situazione clinica descrit-
ta ci fa pensare alle patologie croniche della me- In linea generale possiamo ricordare che la
dicina occidentale. differenziazione delle sindromi secondo 6 meri-
d. Yin-yang: sono i due principi utilizzati per diani ci permette di studiare le diverse fasi del
sintetizzare le altre tre coppie di regole processo patologico sia in senso spaziale, che
diagnostiche. temporale.
È evidente che la febbre è un fenomeno di tipo Tale metodica di differenziazione prende in con-
“yang”; l’iperpiressia è riconducibile ad siderazione le differenti modalità di risposta del-
un’iperattività della yang qi del corpo, con svilup- l’organismo all’aggressione del freddo nocivo:
po di calore patogeno, a prescindere che si tratti di – nelle tre sindromi yang il qi antipatogeno è
un calore-deficit o di un calore-eccesso. sufficientemente forte ed i fattori patogeni sono
iperattivi; la malattia avrà una notevole espressi-
vità clinica e si manifesta in sindromi di tipo
eccesso-calore;
– nelle tre sindromi yin si assiste alla

11
contrapposizione tra fattori patogeni iperattivi ed siamo infatti, di fronte ad una localizzazione su-
un qi antipatogeno deficitario; così compaiono perficiale della malattia e la penetrazione del-
manifestazioni di tipo deficit-freddo. l’agente nocivo è riconducibile ad una condizione
Da quanto detto, è intuitivo che la febbre sarà di particolare “virulenza” dello stesso di fronte ad
presente regolarmente nella sintomatologia delle un deficit relativo del qi antipatogeno; invece, le
tre sindromi yang, in quanto espressione della sindromi dei tre livelli yin sono molto diverse da
buona risposta del qi antipatogeno di fronte all’in- quelle degli strati ying e xue, caratterizzate dalla
vasione del freddo; quanto più l’energia nociva trasformazione del calore in fuoco di fronte ad una
esogena colpisce in profondità, tanto maggiore buona capacità di risposta del qi antipatogeno
sarà la reazione del qi antipatogeno con le conse- (mentre le sindromi dei livelli yin sono riconduci-
guenti variazioni della temperatura: bili ad una situazione di deficit-freddo).
A parte la febbre, denominatore comune di queste
sindromi, è interessante esaminare certi sintomi di
accompagnamento presi in considerazione anche
Febbre discreta Sindrome dalla medicina occidentale; ci riferiamo in parti-
(lieve-moderata) tai yang colare alle manifestazioni psichiche.
L’agitazione, lo stato di ottundimento del sensorio,
Febbre intermittente Sindrome il delirio sono riconducibili, per la medicina cine-
con brividi shao yang se alla trasformazione del calore in fuoco, con
invasione dello strato ying strettamente correlato
Febbre elevata Sindrome yang ming al cuore (xin) ed al maestro del cuore (xin bao);
tale situazione disturba lo shen (che ha dimora nei
vasi e corrisponde al cuore), pertanto compaiono
le manifestazioni psichiche.
Se invece pensiamo alle sindromi dei livelli yin, Come già accennato, tale evoluzione dipende
ricordiamo che le manifestazioni cliniche sono di dall’intensità dell’agente patogeno, ma anche dal-
tipo deficit-freddo, pertanto, la febbre comparirà la reazione del qi antipatogeno che permette la
raramente e solo nei casi di marcato deficit di yin. trasformazione del calore in fuoco.
L’accostamento della sindrome tai yang alla pato- La medicina occidentale non spiega così
logia influenzale è ormai più che noto; in questa dettagliatamente la patogenesi dei disturbi psichici
sede ci sembra opportuno ricordare che i virus associati alla febbre, tuttavia, osserva che tali
(pirogeni esogeni della medicina occidentale) manifestazioni sono particolarmente frequenti nei
vengono assimilati alle energie cosmopatogene. soggetti giovani (che si presume abbiano un tasso
energetico ben rappresentato).
La trasformazione del calore in fuoco comporta
Febbre e sindromi degli strati alla lunga un depauperamento dei fluidi, dello yin
Si tratta delle malattie febbrili per eccellenza della e del sangue; il deficit di yin e sangue del fegato
medicina cinese. può determinare la liberazione del vento interno
Nel Wen bing lun, scritto durante la dinastia Ming (nei feng), responsabile delle crisi convulsive.
(Ye Tianshi - 1746), vengono interpretate le ma- Anche qui la medicina occidentale osserva ed
lattie febbrili acute ad insorgenza improvvisa e insegna che questo fenomeno è particolarmente
sintomatologia polimorfa. frequente nei bambini, ovvero in soggetti
Così come lo Shang han lun descrive le sindromi energeticamente integri che quindi possono rea-
dei livelli energetici parlando delle possibilità di gire in modo consistente alla penetrazione del
reazione dell’organismo alla penetrazione del fred- calore, favorendo la sua trasformazione in fuoco.
do nocivo, il Wen bing lun ci descrive le reazioni
del corpo di fronte all’aggressione del calore
Febbre e quadri clinici generali
esogeno.
L’insorgenza della malattia febbrile acuta viene Le sindromi del qi: deficit del qi, collasso del qi,
attribuita alla disfunzione di quattro sistemi: wei, stasi del qi, qi ribelle, non annoverano la febbre tra
qi, ying, xue. le loro manifestazioni cliniche.
Questa particolare modalità interpretativa per- Si può ipotizzare la possibilità di innalzamento
mette di individuare la localizzazione della malat- della temperatura nelle patologie da stasi di qi
tia (superficie-profondità) nonchè la sua gravità. aggravate da una conseguente stasi di xue. In
Si noterà una somiglianza evidente tra le manife- questi casi l’ostacolo alla libera circolazione del-
stazioni cliniche delle sindromi degli strati wei e l’energia e del sangue nei canali e collaterali
qi e quelle delle sindromi dei tre livelli yang; determina un’iperattività del fegato, con conse-

12
guente possibile liberazione di yang-calore BIBLIOGRAFIA
endogeno.
Molto più frequente da un punto di vista clinico è 1. Chamfrault A., Traité de Médecine Chinoise,
la constatazione che una situazione di deficit di qi Tome II: Les Livres Sacres. Ed. Chamfrault 1981.
implica una maggiore suscettibilità agli agenti 2. Chen Kai Yan - Vanroy G., Pathologie Générale
patogeni esogeni, pertanto la comparsa di tempe- et Diagnostic en Médecine Chinoise. Ed.
ratura, di solito moderata, in un paziente affetto da Maisonneuve 1983.
deficit di qi, deve far pensare alla sovrapposizione 3. De Giacomo E., La patologia allergica, Con-
di una patologia esterna. gresso SIA 1993.
Tutto questo ancora una volta ci ricorda il grande 4. Di Concetto, Sotte, Pippa, Muccioli, Trattato di
valore da attribuire all’iperpiressia quale mecca- Agopuntura e Medicina Cinese. Ed. UTET 1992.
nismo difensivo. 5. Faubert A., Traité didactique d’Acupuncture
Le sindromi del sangue: deficit di sangue, stasi Traditionelle. Ed. Guy Trédaniel 1977.
di sangue, perdita di sangue, calore nel sangue. 6. Harrison, Principi di Medicina Interna, 12a
Se consideriamo il fatto che in medicina cinese il edizione Ed. Diocesana 1991.
sangue non è altro che un particolare tipo di 7. Hurst J. W., Medicina clinica per il medico
energia, non ci meraviglierà constatare che la pratico. Ed. Masson 1991.
febbre non compare frequentemente. 8. Rotolo G., Prontuario di consultazione del
Unica eccezione sono le sindromi da calore nel Huangdi, Neijing Suwen Lingshu. Ed. So-Wen
sangue: 1985.
– da cause esterne: vedi sindromi degli strati;
– da cause interne: il surriscaldamento del sangue
è spesso riconducibile alla stasi del qi di fegato
che surriscalda e genera il fuoco che si agita in
alto. Altra causa può essere l’eccesso del fuoco di
cuore.
Se vogliamo accostare questo quadro clinico alla
medicina occidentale, penseremo alle patologie
infiammatorie gravi come le meningiti, le encefa-
liti. oppure alle fasi terminali di diverse leucosi,
alla porpora trombocitopenica.
La sintomatologia psicosensoriale è riconducibile
al fatto che il calore nel sangue “agita” lo shen,
mentre le emorragie dipendono dal fatto che il
calore fa “sbagliare strada” al sangue.
Le sindromi dei jin ye: sindrome da deficit dei
liquidi organici, edemi.
Il deficit dei jin ye può essere la conseguenza di
malattie febbrili prolungate che comportano un
consumo eccessivo di liquidi ad opera dello yang-
calore.
Bisogna notare come una normale idratazione
dell’organismo sia fondamentale per il consegui-
mento di un adeguato equilibrio energetico, nonchè
per un’adeguata risposta immunitaria.
Come si è già visto, i jin ye rappresentano il
terreno nutritivo ed umidificante in cui si svolgo-
no le prime reazioni atte a contrastare la penetra-
zione dei fattori pirogeni esogeni.

13
ricette famose

Du huo ji sheng wan


la pillola di Angelica e Loranthus
Lucio Sotte*

La medicina tradizionale cinese è in grado di gno della circolazione dell’energia e del sangue,
affrontare efficacemente la patologia reumatica, determinati dall’aggressione delle energie
sia acuta che cronica. cosmopatogene vento, freddo, umidità e calore in
L’agopuntura, il massaggio cinese e la organismi spesso predisposti da meiopragie inter-
farmacoterapia sono i principali metodi terapeutici ne.
utilizzati nel trattamento del paziente reumatico. L’eziopatogenesi dei vari tipi di bi può essere
Ricordiamo, tuttavia, che anche con la dietetica e studiata attraverso metodi differenti, che si inte-
le ginnastiche mediche è possibile esercitare grano vicendevolmente.
un’azione preventiva e terapeutica adatta soprat- Se si osserva questa patologia dal punto di vista
tutto nel caso di patologie croniche. della triade energia-sangue-fluidi, si può affer-
La pillola di Angelica e Loranthus du huo ji sheng mare che, generalmente, il primum movens è la
wan rappresenta, da più di milletrecento anni, la stasi dell’energia che, successivamente, tende a
più famosa prescrizione antireumatica della tradi- complicarsi con ristagno dei liquidi nei tessuti
zione medica cinese; la sua formulazione risale al periarticolari e può esitare in una stasi della circo-
Qian jin yao fang o “Formule del valore di mille lazione del sangue. Più raramente il ristagno di
ducati d’oro” compilato da Sun Si Miao nel 652 fluidi determina il rallentamento circolatorio
d.C. energetico ed ematico, che esita nella comparsa
Questa ricetta può essere efficacemente utilizzata dei segni locali e del dolore articolare.
singolarmente, come unica terapia, o in associa- Se la patologia reumatica viene osservata alla luce
zione all’agopuntura; infatti, l’utilizzazione con- della teoria degli organi e visceri, il rene e la
temporanea della farmacologia e dell’agopuntura milza-pancreas sono, senza dubbio, i principali
è particolarmente importante, soprattutto nei casi responsabili delle alterazioni osteo-articolari, per
più gravi, per il sinergismo ed il potenziamento il loro collegamento, sia fisiologico, che patologi-
reciproci, verificati clinicamente e studiati in molti co, con le strutture ossee, legamentose ed artico-
lavori sperimentali. lari. Tuttavia, anche il polmone può giocare un
ruolo determinante, sia come depositario del-
l’energia difensiva, che come cardine del metabo-
INQUADRAMENTO GENERALE DELLE lismo dei fluidi. Il cuore ed il fegato intervengono
PATOLOGIE REUMATICHE IN MEDICINA più raramente, soprattutto nelle forme a genesi
TRADIZIONALE CINESE endogena.
Il rapporto tra energie cosmopatogene ed
Eziopatogenesi delle patologie antipatogene è il terzo metodo di interpretazione
reumatiche in medicina tradizionale di questa patologia, soprattutto se il malato è
cinese particolarmente sensibile alle modificazioni me-
teorologiche. Una scarsa energia di difesa favori-
Un termine semplice e significativo definisce, in sce l’attacco e l’ingresso del vento, del freddo,
medicina cinese, le patologie reumatiche: bi, cioè dell’umidità, del calore e può essere il fattore
ostruzione. Si tratta del rallentamento e del rista- predisponente alle varie forme di bi. Il bi migrante
(dolori erratici) è collegato al vento, il bi fisso
(dolori a localizzazione fissa, accompagnati da
* direttore del Corso di Farmacologia Cinese, Scuola
Italiana di Medicina Cinese, Gruppo di Studio “Società e edema periarticolare) è determinato dall’attacco
Salute” - Ospedale Maggiore, Bologna dell’umidità, il bi doloroso (dolori acuti e contrat-

14
tura muscolare) è indotto dal freddo. - da stasi del sangue
Ogni teoria interpretativa deve, tuttavia, essere Bi croniche, generalmente di origine endogena:
integrata con le altre; ciò permette di osservare il - da deficit di energia e sangue
malato secondo quell’ottica globale che definisce - difetto di yang
la medicina cinese e che caratterizza la sua estre- - difetto di yin
ma efficacia clinica. - da catarri
Parafrasando in termini occidentali, si può affer-
mare che la teoria medica cinese considera da una
parte le cause endogene di malattia, “collegate LA PILLOLA DI ANGELICA E LORANTHUS
allo stato dell’energia, del sangue e dei fluidi, a
quello degli organi e visceri o a quello dell’ener- du huo
gia antipatogena”, dall’altra le cause esogene che radix Angelicae pubescentis 9-12
sono in “relazione con le energie cosmopatogene qin jiao
vento, freddo, calore, umidità e secchezza”. Un radix Gentianae macrophyllae 10-12
dismetabolismo endogeno dei liquidi organici, fang feng
una inadeguatezza immunitaria o delle radix Ledebouriellae 10-12
disendocrinie sono il motivo dell’affiorare di squi- xi xin
libri interni che predispongono all’attacco ester- herba Asari cum radice 6
sang ji sheng
no. ramulus Loranthi seu visci 12-15
La terapia, di conseguenza, ha il compito di trat- du zhong
tare “la cima e la radice”, cioè di armonizzare il cortex Eucommiae ulmoidis 12-15
microcosmo umano per inserirlo senza problemi huai niu xi
nel macrocosmo. radix Achyranthis 12
rou gui
cortex Cinnamomi cassiae 5
Classificazione generale delle patologie dang gui
reumatiche in medicina tradizionale radix Angelicae sinensis 6-10
cinese chuan xiong
radix Ligustici wallichii 6
La classificazione che vi propongo si fonda sulla shu di
distinzione tra patologie che si manifestano con radix Rehmanniae glutinosae praep. 12-15
segni di pienezza, generalmente di origine esogena, bai shao
e forme endogene che si esprimono soprattutto radix Paeoniae lactiflorae 12
con segni di vuoto. Ricordo, tuttavia, che quello fu ling
che presento è uno schema didattico che non va sclerotium Poriae cocos 15
assolutizzato: infatti, la penetrazione delle ener- ren shen
gie cosmopatogene, tipica delle forme esogene, è, radix Panacis ginseng 6
quasi di regola, favorita dal difetto dell’energia gan cao
contropatogena interna; le meiopragie degli orga- radix Glycyrrhizae uralensis 6
ni, caratteristiche delle forme endogene, sono
aggravate e molto influenzate dai fattori cosmici Patent Medicine
(vedi tab. 1). Du huo ji sheng wan
Duhuo and Loranthis Pills
Tab 1. Classificazione delle sindromi composizione:
reumatiche - bi du huo ra-
dix Angelicae pubescentis 7.31%
qin jiao
Bi eccesso, generalmente acute e di origine radix Gentianae macrophyllae 7.31%
esogena: fang feng
- forme singole (rare): radix Ledebouriellae 7.31%
- da vento o migrante xi xin
- da freddo o dolorosa herba Asari cum radice 7.31%
- da umidità o fissa sang ji sheng
- da calore ramulus Loranthi seu visci 7.31%
- forme miste (frequenti): du zhong
- da vento-freddo-umidità cortex Eucommiae ulmoidis 7.31%
- da vento-calore-umidità huai niu xi
- mista radix Achyranthis 7.31%

15
rou gui agli arti inferiori;
cortex Cinnamomi cassiae 7.31% – astenia
dang gui – talora parestesie;
radix Angelicae sinensis 4.88% – avversione al freddo e ricerca del calore;
chuan xiong – palpitazioni;
radix Ligustici wallichii 7.31% – dispnea;
shu di – colorito pallido;
radix Rehmanniae glutinosae praep. 4.88% – lingua pallida con patina bianca, talora legger-
bai shao mente improntata ai bordi;
radix Paeoniae lactiflorae 4.88% – polso sottile, debole, lento.
fu ling
sclerotium Poriae cocos 7.31%
dang shen Eziopatogenesi
radix Codonopsis pilosulae 7.31% La sintomatologia articolare si fonda su una sin-
gan cao drome bi, cioè un reumatismo, scatenata da uno
radix Glycyrrhizae uralensis 4.88% stato di deficit: da una parte del fegato e del rene
(il primo controlla i tendini ed il secondo ossa),
La patent medicine differisce dalla ricetta origina- dall’altra di energia e sangue. In un paziente così
le soltanto per il fatto che la radix Panacis ginseng debilitato, le energie cosmopatogene vento-fred-
è qui sostituita dalla radix Codonopsis pilosula. do-umidità trovano un terreno sensibile ed attac-
cano l’organismo, producendo l’ostruzione
Modalità di assunzione circolatoria che è alla base della sintomatologia.
La modalità classica di assunzione di questa pre- La medicina cinese afferma che la regione lomba-
scrizione è il decotto. Le sostanze debbono essere re e le estremità sono “la provincia del rene”;
decotte per circa 45 minuti, con il fuoco al mini- contemporaneamente le ginocchia sono “la pro-
mo, in circa 5-7 bicchieri di acqua, in un recipiente vincia dei tendini” e sono correlate al rene ed al
preferibilmente di terracotta e provvisto di coper- fegato.
chio. Terminata la decozione, occorre procedere
al filtraggio: il filtrato va assunto due volte al Analisi tradizionale cinese
giorno, prima dei pasti. ed occidentale della formula
Attualmente la formula è disponibile anche in Cercherò in primo luogo di descrivere i singoli
polvere. rimedi dal punto di vista dell’antica tradizione
La patent medicine è confezionata in perline che cinese, per arrivare poi alla loro analisi in termini
vanno assunte al dosaggio di 8-10, due volte al occidentali.
giorno, prima di pranzo e prima di cena. Il farmaco “imperatore” * della ricetta è radix
Angelicae pubescentis, uno dei principali rimedi
Azioni ed indicazioni tradizionali cinesi antireumatici cinesi, è amaro, piccante, tiepido. Il
La ricetta disperde vento-freddo-umidità, tonifica rimedio “espelle il vento-umidità” ed esercita
fegato e rene, tonifica energia e sangue ed esercita azione analgesica; è indicato nelle sindromi reu-
azione analgesica. matiche bi da vento-freddo-umidità; tratta soprat-
È indicata nelle sindromi bi da vento-freddo- tutto la lombalgia ed i dolori agli arti inferiori.
umidità e deficit di energia e sangue, di fegato e di Questa radice presenta in vivo degli interessanti
rene. effetti analgesici, studiati in animali da esperi-
mento sottoposti a somministrazione parenterale
Azioni ed indicazioni secondo la nosografia di un suo estratto. Anche i test di somministrazione
occidentale dell’estratto dell’intera ricetta du huo ji sheng
Osteoartrosi e sue manifestazioni croniche, in tang dimostrano di possedere chiari effetti
particolare lombalgia e sensazione di debolezza analgesici. Altri studi evidenziano importanti azio-
lombare, lombosciatalgia, osteoporosi e sue ni dell’Angelica pubescens: effetto ipotensivo,
complicanze, poliartralgie croniche che peggio- coronarodilatatore, spasmolitico sulla muscolatura
rano con le modificazioni climatiche e con l’espo- liscia ileale ed uterina. È importante segnalare
sizione all’umidità, artrite reumatoide, lombalgie che, a differenza degli antinfiammatori usati in
e gonalgie croniche. Occidente in reumatologia, l’Angelica pubescens
non solo non lede la mucosa dello stomaco, ma
Sintomatologia e semeiologia
Sindrome poliarticolare con dolore, edema, debo- * Le ricette tradizionali cinesi presentano costantemente
lezza, tensione e dolore muscolare generalizzati, quattro rimedi o gruppi di rimedi identificati con i nomi di:
ma soprattutto evidenti alla regione lombare ed imperatore, ministro, consigliere, ambasciatore

16
anzi possiede un effetto gastroprotettore, utilizza- Altri farmaci della ricetta tonificano l’energia
bile in caso di ulcera gastrica. radix Panacis ginseng, sclerotium Poriae e radix
I “ministri” sono tre: herba Asari cum radice, Glycyrrhizae uralensis praeparata. Sclerotium
radix Ledebouriellae e radix Gentianae Poriae serve anche per “trasformare l’umidità”.
macrophyllae. Herba Asari è un farmaco Radix Glycyrrhizae uralensis praeparata armo-
diaforetico di natura calda, che si adatta ai pazienti nizza gli altri rimedi e fortifica il riscaldatore
affetti da deficit dello yang, “libera l’esterno” per medio. Le note azioni farmacologiche di questi
la sua azione diaforetica, esercita azione analgesica rimedi inducono una “tonificazione energetica”
e risolve le stasi energetiche, tratta i dolori da stasi ed una “armonizzazione” degli altri rimedi della
in varie parti del corpo. L’olio volatile estratto da ricetta.
questo rimedio ha dimostrato di possedere effetto
sedativo ed analgesico ottenuto per Modifiche
somministrazione intraperitoneale; sono, inoltre, Per rafforzare l’effetto analgesico della prescri-
state dimostrate altre azioni: antipiretica ed antin- zione, aggiungere:
fiammatoria, anestetica locale, antibroncospastica, chuan wu tou
cardiostimolante ed antibatterica su vari ceppi. radix Aconiti Carmichaeli praep. 1.5-9
Radix Ledebouriellae è un diaforetico ed nelle sequele di poliomielite aggiungere:
antireumatico che “combatte soprattutto il vento, san qi
il freddo e l’umidità” esogeni. Gli studi occiden- radix Pseudoginseng 0.9-3
tali hanno dimostrato una sua azione antipiretica mu gua
ottenuta attraverso la somministrazione fructus Chaenomelis lagenariae 4.5-12
intragastrica del suo estratto nel coniglio, attività wei ling xian
antinfiammatoria ed analgesica nel ratto, azione radix Clemetidis chinensis 6-12
anticonvulsivante ed antimicrobica. Radix Gen- se i segni di stasi del sangue sono particolarmente
tianae macrophyllae “combatte il vento-umidità” evidenti, aggiungere:
e tratta i dolori diffusi, con particolare risalto per tao ren
quelli delle estremità che si manifestano con cram- semen Persicae 4.5-9
hong hua flos
pi; la gentianina in esso contenuta manifesta effet-
Carthami Tinctorii 3-9.
to antinfiammatorio in varie forme di edemi e,
soprattutto, negli edemi indotti da contatto con
formaldeide. Alcuni studi hanno dimostrato degli
effetti anafilattici ed antistaminici indotti dalla BIBLIOGRAFIA
somministrazione della Gentiana, inoltre anche
azioni analgesiche, sedative ed antipiretiche. 1. Sotte L., La Farmacoterapia Cinese, Manuale
I “consiglieri” sono molti. Alcuni “tonificano il delle Prescrizioni, Qiu Tian, San Marino, 1990.
rene ed il fegato”, trattano i dolori lombari ed 2. Sotte L., Muccioli M., Diagnosi e Terapia in
“espellono il vento e l’umidità”: ramulus Loranthii, Agopuntura e Medicina Cinese, Tecniche Nuove,
cortex Eucommiae e radix Achyranthis. Cortex Milano, 1992.
Eucommiae presenta effetto sedativo ed analgesico 3. Sotte L., Farmacologia Cinese: la fitoterapia:
studiato nel ratto ed azione antinfiammatoria ed principi, preparazioni ed uso dei rimedi vegetali,
inibitrice dell’edema indotto da bianco d’uovo, Red, Como, 1992.
non dimostra invece azione antiedemigena nel- 4. Di Concetto G., Sotte L., Pippa L., Muccioli M.,
l’edema da formaldeide. Trattato di Agopuntura e Medicina Cinese, UTET,
Altri rimedi tonificano e “promuovono la circola- Torino, 1992.
zione del sangue”: radix Angelicae sinensis, radix 5. Muccioli M., Pippa L., La Farmacologia Cine-
Ligustici chuanxiong, radix Paeoniae lactiflorae, se, sostanze e rimedi naturali della medicina
radix Rehmanniae glutinosae praeparata (questi tradizionale cinese, Qiu Tian, San Marino, 1992.
quattro rimedi sono alla base della famosa formu- 6. Accademia Medicina Cinese, Piante Medici-
la si wu tang o decotto delle quattro sostanze, la nali Cinesi, Organizzazione Mondiale della Sani-
classica ricetta cinese per la “nutrizione del san- tà, Red, Como, 1993.
gue”). Radix Angelicae sinensis presenta, oltre a
svariati effetti su utero, fegato ed apparato
cardiovascolare, un’interessante azione analgesica
sperimentata per iniezione diretta del suo estratto
nei punti di agopuntura. Radix Ligustici
chuanxiong dimostra di possedere degli effetti
cardiovascolari ed antibiotici.

17
ginnastica medica cinese

ginnastica per le patologie del polso


Lucio Sotte *

1. “raccogliere le stelle” 2. “il gallo d’oro dice di sì”


In piedi, piedi uniti, mani serrate a pugno ai In piedi, in posizione naturale.
fianchi. Stringere il pugno destro con il pollice all’interno,
Aprire la mano sinistra e portarla posteriormente flettere il gomito di 90°. Flettere il pugno al
il più possibile, con le dita leggermente piegate, massimo al lato opposto a quello del pollice,
come se dovesse afferrare la scapola omolaterale. quindi fletterlo dalla parte del pollice.
Estendere la mano destra in alto ed a sinistra, poi Ripetere 30 volte.
flettere il palmo tenendo le dita estese, sollevare la
testa e fissare il centro del palmo della mano.
Girare il tronco a sinistra senza girare le gambe.
Ripetere per 30 volte da entrambi i lati.

3. “raccogliere la frutta con una mano”


In piedi, piedi uniti, mani ai fianchi.
Flettere il gomito sinistro ponendo il palmo verso
l’indietro e sollevare la mano lungo il dorso,
toccando con il dorso della mano la spina dorsale.
Contemporaneamente, flettere il gomito destro,
tenendo la mano con il palmo all’infuori, e solle-
vare la mano sopra la testa. Girare il palmo verso
* Corso di Massaggio Cinese, Scuola Italiana di Medicina
l’alto, estendere il braccio in alto ed a destra con
Cinese, Gruppo di Studio “Società e Salute” - Ospedale la mano aperta e sollevare i talloni, come se si
Maggiore, Bologna dovesse raccogliere della frutta. Flettere ed esten-

18
raccogliere la frutta con la mano la coda del pesce

dere il polso e le dita reiteratamente come se si Ripetere 30 volte da ogni lato.


lasciasse la frutta e ritornare con i talloni a terra.
Ritornare alla posizione originale. 5. “sciogliere il nodo”
Ripetere 30 volte da ogni lato. In piedi, in posizione naturale.
Sollevare le braccia portando i gomiti a livello
4. “la coda del pesce” delle spalle, unire il dorso delle due mani con il
In piedi, piedi uniti, mani ai fianchi. palmo rivolto in basso. Ruotare i polsi su se stessi
Piegare di 90° gradi il gomito destro, portando la facendoli toccare dalla parte del pollice prima, al
mano davanti. Flettere il gomito dalla parte palmare centro poi, portando i gomiti in basso e il palmo
e dorsale, come se si agitasse la coda di un pesce. delle mani verso il volto. Far toccare tra loro i due
Flettere leggermente le dita e flettere il polso in polsi dalla parte palmare e poi portarli in avanti,
alto, dalla parte radiale e, successivamente, porta- facendoli scivolare dalla parte del pollice.
re la superficie volare dell’avambraccio verso Ripetere l’esercizio in sequenza contraria e poi
l’alto e flettere il polso dalla parte ulnare. ripetere tutto per 30 volte.

19
6. “prima preghiera” 8. “il pugno”
In piedi, in posizione naturale. In piedi, posizione naturale, gomiti piegati di 90°,
Congiungere le mani davanti al torace con le dita avambraccio in avanti e palmo della mano rivolto
estese, accostandole a livello del palmo e delle verso il basso.
dita, come se si stesse pregando. Premere forte Aprire entrambe le mani con forza e separare le
una mano contro l’altra a livello del palmo e delle dita. Chiudere poi con forza entrambe le mani.
dita e poi lasciare la presa. Ripetere 30 volte.
Ripetere 30 volte.

7. “seconda preghiera” 9. “gli artigli del falco”


In piedi, in posizione naturale. In piedi, gambe divaricate e piedi distanziati più
Congiungere le mani davanti al torace con le dita della larghezza delle spalle, mani ai fianchi, petto
estese, accostandole solo a livello dei polpastrelli in fuori.
delle dita, come se si stesse pregando. Premere Sollevare i pugni ai lati del torace, aprire le mani
forte i polpastrelli tra loro e poi lasciare la presa. e portare il palmo in avanti, curvare leggermente
Ripetere 30 volte. le dita, flettere dorsalmente il polso e portare
lentamente le mani in avanti, contemporanea-
mente accucciarsi. Spingere le mani fino a esten-
dere completamente le braccia, flettere il polso ed
atteggiare le mani ad artiglio. Ritornare alla posi-
zione originale lentamente ma esercitando una
discreta forza.

20
journal of traditional chinese medicine

vol. 13 n. 3 settembre 1993

21
osservazioni cliniche

Osservazione clinica sul trattamento della


bradiaritmia con i farmaci della MTC
Zheng Yuanpang, Gong Kangmin, Yao Xueyan, Chai Xiujian, Fan Liangqing, Wang Hongyi*

62 casi di bradiaritmia sono stati trattati con – sospetta sindrome di compromissione del nodo
il composto fu ben zeng mai tang la cui senoatriale: 5 pazienti;
azione è di riscaldare e tonificare il cuore e – bradicardia sinusale: 9 pazienti.
il rene, rafforzare il qi e favorire la circola- Patogenesi:
zione del sangue. I risultati hanno dimo- – cardiopatia ischemica: 18 pazienti;
strato la sua efficacia nell’accelerare il rit- – ipertensione e cardiopatia ipertensiva: 3 pa-
mo cardiaco, migliorare i sintomi e regola- zienti;
re le funzioni del nodo senoatriale. Altri – miocardite virale: 6 pazienti;
effetti sono stati una regolarizzazione delle – miocardosi: 3 pazienti;
funzioni endocrina, immunitaria e nervosa. – cause poco chiare: 32 pazienti.
Un gruppo di confronto di 24 pazienti è Differenziazione secondo la MTC
stato trattato con farmaci occidentali. – sindrome da deficit dello yang: 41 pazienti (di
cui 7 con stasi di sangue e 1 con catarri);
– sindrome da deficit dello yin: 12 pazienti (di cui
DATI CLINICI 4 con stasi di sangue);
I rimanenti 9 pazienti non sono stati chiaramente
In tutti gli 86 casi è stata diagnosticata la patologia classificati.
cardiaca concomitante. La malattia coronarica è I 24 pazienti del gruppo di controllo erano tutti
stata classificata in base ai criteri stabiliti dal ospedalizzati. Si trattava di 19 maschi e 5 femmi-
Simposio sul trattamento della malattia coronarica ne. L’età media era 49.9+-15.1 anni. La durata
con farmaci occidentali e della MTC tenutosi nel della malattia andava da 1 anno a oltre 10 anni.
1979, mentre la sindrome della compromissione Le diagnosi sono state:
del nodo senoatriale (SSS) è stata diagnosticata in – sindrome di compromissione del nodo
base ai criteri stabiliti a Pechino nel 1977. La senoatriale: 11 pazienti;
differenziazione per la MTC è stata formulata in – blocco atrioventricolare: 11 casi;
base ai criteri del Simposio Nazionale sulla – bradicardia sinusale: 5 casi.
differenziazione in base alla MTC della malattia Patogenesi:
coronarica del 1980 e ai criteri per le sindromi da – cardiopatia ischemica: 13 pazienti;
deficit nella MTC riveduti nel 1983. – ipertensione: 1 paziente;
Gli 86 pazienti sono stati divisi in due gruppi: il – miocardite virale: 4 pazienti;
gruppo di trattamento, di 62 pazienti, e il gruppo – cause sconosciute: 6 pazienti.
di controllo, di 24 pazienti.
Dei 62 pazienti, 45 erano ricoverati e 17 esterni,
40 erano di sesso maschile, 22 di sesso femminile. TRATTAMENTO E OSSERVAZIONE
L’età media era 50.4+-13.6 anni. La durata della
malattia andava da 1 anno a oltre 20 anni. Ai pazienti del gruppo dei trattati è stato sommi-
Le diagnosi sono state: nistrato il composto fu ben zeng mai tang, formato
– sindrome di compromissione del nodo da si ni tang con l’aggiunta di radix Astragali seu
senoatriale: 41 pazienti; Hedysary, ramulus Cinnamomi, rhizoma Ligusti-
ci chuanxiong, radix Angelicae sinensis, fructus
Psoraleae e herba Asari. Sono state usate due
* Zhejiang Academy of TCM, Hangzhou forme di somministrazione: in decotto, alla dose

22
di 100 ml/die, o in granuli, alla dose di 30 g/die, in RISULTATI
3-4 somministrazioni quotidiane. La quantità gior-
naliera di materia prima medicinale era 125 g., 27 I risultati sono stati valutati facendo riferimento ai
pazienti hanno assunto i decotti e 35 i granuli. Un criteri rivisti al Simposio sul trattamento della
ciclo di terapia durava un mese. La maggior parte cardiopatia ischemica, angina pectoris e aritmia
dei pazienti ha avuto un solo ciclo di terapia. Altri con l’associazione di medicina occidentale e MTC
farmaci che potevano influire sul cuore non sono temutosi nel 1979.
stati usati.
Ai pazienti del gruppo di controllo sono stati
somministrati ev. ATP, acido nicotinico, Vit. C e, Effetto di fu ben zeng mai tang sulla
alternativamente, atropina e isoproterenolo. In frequenza cardiaca
alcuni casi sono stati aggiunti efedrina e 645-2. In
casi singoli sono stati usati prednisone 10 mg TID, All’auscultazione la frequenza cardiaca media
gradualmente ridotto UID per 14 giorni e dei 62 pazienti del gruppo dei trattati è aumentata
desametazone 0.75 mg TID ridotto a UID per 20 da 51.9 pulsazioni/min prima del trattamento a
giorni. Prima del trattamento sono stati eseguiti su 61.9 pulsazioni/min dopo il trattamento. L’incre-
tutti i pazienti gli ECG di routine. In alcuni casi mento medio è stato 10.0+-0.97 pulsazioni/min.
sono stati eseguiti il test all’atropina, la misura- All’ECG la frequenza è incrementata da 50.6
zione della funzione del nodo senoatriale per via pulsazioni/min di media prima del trattamento a
esofagea ed altri tests pertinenti tra cui i dosaggi 57.4 pulsazioni/min dopo il trattamento. L’incre-
ormonali (E3, ormoni tiroidei, etc.) e delle IgG. mento medio è stato 6.8+-0.90 pulsazioni/min
Sono stati registrati sintomi quali palpitazioni, (P<0.01).
senso di pienezza toracica, capogiri, respiro corto,
stanchezza, induito linguale, polso e la
differenziazione delle sindromi secondo la MTC. Effetto sui sintomi soggettivi
Sono stati registrati la frequenza cardiaca, la PAO. I sintomi sono stati registrati, prima del trattamen-
I segni e i sintomi sono stati divisi in 4 gradi: 2, 1, to, in 54 pazienti. Palpitazioni: 38 pazienti, sensa-
0.5, 0, indicanti rispettivamente severo, modera- zione di pienezza toracica: 49 pazienti, respiro
to, lieve, asintomatico. Le cartelle sono state ag- corto: 32 pazienti, capogiri: 42 pazienti, stanchez-
giornate ogni settimana. Gli indici di cui sopra za: 42 pazienti. Dopo il trattamento i risultati sono
sono stati aggiornati alla fine di un ciclo di terapia. stati i seguenti:

Tabella 1.
Confronto tra prima e dopo il trattamento del punteggio assegnato ai principali sintomi per 54 casi

Palpitazioni Pienezza Dispnea Vertigini Astenia

Prima del
trattamento 45.0 62.0 35.0 46.5 52.5

Dopo il
trattamento 5.5 13.0 4.0 11.0 11.5

– scomparsa dei sintomi principali: 29 casi Effetto sull’ECG


(53.7%);
In base al tracciato ECGrafico, i 62 casi sono stati
– miglioramento significativo, cioè scomparsa
divisi in 4 categorie: bradicardia sinusale signifi-
dei sintomi principali >80%: 6 casi (11.11%);
cativa (sintomatica) 38 casi, sindrome bradi-
– miglioramento, cioè scomparsa dei sintomi prin-
tachicardica 4 casi, modificazioni patologiche dei
cipali >60%: 14 casi (25.93%);
due nodi 12 casi, blocco AV 8 casi. Dopo il
– nessun beneficio: 5 casi (9.26%).
trattamento, l’ECG è diventato normale in 21 casi
Il tasso di efficacia totale è stato 90.74%. I risultati
(33.87%), migliorato in 13 casi (20.97%),
sono mostrati in tabella 1.
immodificato in 27 casi (43.55%), peggiorato in 1
caso (1.61%). Il tasso di efficacia totale è stato del

23
54.84%. Relazione tra l’effetto terapeutico e la
31 pazienti sono stati sottoposti al test con atropina. differenziazione secondo la MTC
Di questi, 26 sono risultati positivi e 5 negativi.
Dopo il trattamento sono stati ritestati 15 pazienti I pazienti sono stati grossolanamente divisi in due
dei 26 positivi. Di essi 9 sono diventati negativi sindromi: deficit dello yang e deficit dello yin. Il
(60%). tasso di efficacia marcata è stato 39.02% nei primi
(16/41) e 16.67% nei secondi (2/12).

Effetto sulla funzione del nodo


senoatriale Effetto sugli ormoni sessuali
La funzione del nodo senoatriale è stata studiata in Gli ormoni sessuali sono stati dosati in 15 pazienti
33 pazienti con i seguenti parametri: SNRT, prima del trattamento e in 12 dopo il trattamento.
SNRTc, SACT(ms), SNRT1, IHR (t/m), AV W’s Il testosterone è aumentato in diversa misura in 8
Point (t/m), SANERP e AVNERP (ms). 25 pa- dei 9 pazienti maschi, mentre l’E3 non ha avuto
zienti avevano mostrato delle alterazioni della significative variazioni nelle 3 pazienti femmine.
funzione del nodo senoatriale. Dopo il trattamen- Il rapporto E2/T (maschio) a T/E2 (femmina) è
to, 23 di questi pazienti sono stati ritestati. I aumentato in 4 casi e diminuito in 8 dopo il
risultati sono mostrati in tabella 2. trattamento.

Tabella 2. Modificazione della funzione del nodo senoatriale prima e dopo il trattamento in 23 casi

Item Prima trattamento Dopo trattamento Prima-dopo tratt.


X X X ± SD

SNRT 1679.2 1470.9 208.3±39.8 **


SNRTc 620.2 471.8 148.4±37.8 **
SNRT1 1.56 1.46 0.10±0.037 *
SACT 230.9 176.0 54.9±17.2 **
IHR 66.7 80.4 -13.7±2.4 **
AV W’s point 101.7 120.9 -19.2±6.15 **
SANERP 561.9 476.3 85.6±35.62 *
AVNERP 456.3 441.3 15.0±37.0

Confronto prima e dopo il trattamento: * P < 0.05, ** P < 0.01.

Osservazione preliminare sulla funzione Confronto complessivo dei risultati tra il


tiroidea gruppo dei trattati e il gruppo di
T3 e T4 sono stati dosati in 10 casi nel gruppo dei controllo
trattati. Il T3 è aumentato in 5 pazienti, diminuito Il tasso di efficacia totale per il miglioramento dei
in 3 invariato in 2. Il T4 è aumentato in 4 pazienti, sintomi è stato 90.74% nel gruppo dei trattati e
diminuito in 5, invariato in 1. 87.5% nel gruppo di controllo. Il tasso di
negativizzazione al test dell’atropina è stato del
60% nel gruppo dei trattati e del 50% nel gruppo
Effetto sulle IgG di controllo. Per quanto riguarda l’ECG, il tasso di
Le IgG sono state dosate in 10 pazienti del gruppo efficacia totale è stato 54.84% nel gruppo dei
dei trattati. In 3 casi erano superiori alla norma: trattati, e 41.67% nel gruppo di controllo, con un
dopo il trattamento sono ritornate a valori norma- beneficio lievemente più evidente nel primo grup-
li. In 7 casi erano nella norma: dopo il trattamento, po. La durata della patologia era maggiore nel
in 6 di questi sono aumentate senza oltrepassare i gruppo dei trattati dove però la durata del tratta-
valori normali (64.5+-3.73, P<0.01) e in 1 sono mento è stata minore. Inoltre il trattamento con la
rimaste invariate. MTC ha ottenuto un miglioramento della fre-
quenza cardiaca più evidente rispetto al tratta-
mento con la medicina occidentale (tabella 3).

24
Tabella 3. Autoconfronto delle frequenze cardiache nei due gruppi prima e dopo il trattamento

Gruppi Casi (X±SD) ECG (X±SD)

Trattamento 45 9.55±1.10 * 7.44±0.93 *


Controllo 24 4.96±1.22 2.41±1.98

* P < 0.05, confronto con il gruppo di controllo

Osservazione sugli effetti collaterali 10 casi in cui sono stati eseguiti i tests tiroidei
abbiamo osservato la tendenza all’aumento del
Durante l’assunzione dei farmaci, anche quando i T3 e una certa regolarizzazione delle IgG. Benché
dosaggi erano elevati, non sono stati osservati
il numero di casi sia limitato, i dati provano
effetti collaterali di rilievo. Nei 15 casi
l’azione di riscaldamento dello yang e di rinforzo
ospedalizzati la funzionalità epatica e renale era del qi del composto fu ben zeng mai tang.
nella norma prima e dopo il trattamento. In alcuni
Le osservazioni cliniche hanno dimostrato che fu
casi si è verificata la presenza di blanda sete e
ben zeng mai tang migliora la frequenza cardiaca,
bocca secca che però non hanno interferito con il attiva le funzioni del nodo senoatriale nei pazienti
trattamento.
con sindrome del nodo senoatriale, migliora gli
indici elettrofisiologici e in grande misura anche
DISCUSSIONE i sintomi soggettivi. Abbiamo osservato però che
la percentuale di incremento della frequenza car-
La bradiaritmia è un sintomo comune difficile da diaca è in media attorno al 20% in un trattamento
trattare. In MTC è solitamente associato alla ver- a breve termine. Il motivo può essere correlato al
tigine e alle palpitazioni. In questi casi spesso si ha fatto che il composto, oltre che incrementare la
il polso lento o annodato, intermittente, rapido, frequenza cardiaca, favorisce una vasolidatazione,
filiforme o debole. La malattia è localizzata nel per cui si ha l’aumento della gittata cardiaca: in
cuore. Secondo la MTC il meccanismo principale questo modo migliorano i sintomi cardiaci e cere-
è il deficit di yang di cuore e l’insufficienza di qi brali. Per i casi con malattia di lunga data o con
di cuore che causano un battito debole. Oppure il complicanze, consigliamo l’aumento del dosaggio
meccanismo è il deficit di yin di cuore. Il rene è la e un periodo di terapia più lungo, oppure un’as-
radice dello yin e dello yang dell’organismo come sunzione intermittente del composto una volta
il fondamento della costituzione dell’individuo. ottenuto il beneficio. Ciò facilita una rapida gua-
Se lo yang del cuore è debole, non è in grado di rigione e il mantenimento degli effetti terapeutici.
aiutare il battito. Così la normale attività del cuore
dipende dal rene. Spesso in clinica il deficit di
yang di rene e di cuore sono associati, per cui noi
insistiamo nel trattare contemporaneamente il
cuore e il rene oltre al qi e al sangue. Il principio
di trattamento è quindi riscaldare lo yang, rinvigo-
rire il qi e promuovere la circolazione del sangue
al fine di migliorare la normale attività del cuore
e favorire la circolazione del sangue. Benché il
principio annuciato valga per il deficit di yang, è
utile pure nel deficit di yin, anche se in misura
minore. Studi sperimentali hanno dimostrato che
nel deficit di qi di cuore e rene, le funzioni di
regolazione del sistema ipotalamo-ipofisi-gonadi-
tiroide del sistema nervoso autonomo e del siste-
ma immunitario sono in stato di deficit. Con l’età
il livello di T3, nei casi di deficit di yang o yin di
rene, è significativamente inferiore rispetto ai
controlli.
In alcuni casi del nostro studio abbiamo osservato
dopo il trattamento l’aumento del livello di
testosterone e la diminuzione del rapporto E2/T. In

25
Effetto dell’agopuntura sul calo ponderale valutato
attraverso la funzionalità surrenalica
Liu Zhicheng, Sun Fengmin, Li Jia, Wang Yizheng, Hu Kui*

Al fine di comprendere la relazione tra sovralimentazione in 56 casi, familiarità in 44


funzionalità surrenalica del paziente e obe- casi, obesità postpartum in 39 casi, obesità infan-
sità semplice e l’effetto dell’agopuntura su tile in 11 casi, obesità postpuberale in 9 casi, da
quest’ultima, sono stati esaminati gli indici uso di IUD in 7 casi, esiti di una malattia in 7 casi,
di obesità, l’assetto lipidico, la glicemia a intervento di sterilizzazione in 4 casi, post aborto
digiuno, la noradrenalina, la dopamina, in 3 casi. 44 casi erano complicati da iperlipidemia,
l’adrenalina e il cortisolo. Dai risultati si 37 da ipercolesterolemia, 30 da iperglicemia, 4 da
comprende che i pazienti con obesità sem- infertilità, 4 da artrite, 3 da patologia coronarica,
plice evidenziano una ipofunzionalità del 1 da colelitiasi, 1 da reumatismo e 1 da diabete
sistema simpatico-surrene e del sistema mellito. I 68 pazienti sono stati trattati con ago-
ipotalamo-ipofisi-surrene. L’agopuntura puntura e moxibustione. Per stabilizzare i valori
non solo è stata efficace nel calo ponderale, normali di controllo sono stati prelevati dei cam-
ma anche ha beneficiato i due sistemi. Si pioni di sangue e di saliva da componenti sani
può ipotizzare che l’effetto dell’agopuntu- dello staff del college.
ra sul calo poderale passi attraverso la sti-
molazione della funzionalità dei due siste-
mi, il simpatico-surrene e l’asse Differenziazione dei sintomi
ipotalamo-ipofisi-surrene. e trattamento
L’analisi dei sintomi ha portato alla
I due sistemi simpatico surrene e l’asse differenziazione delle seguenti sindromi:
ipotalamo-ipofisi-surrene sono molto importanti – calore nello stomaco: 35 casi
nella fisiologia dell’organismo. Al fine di valutare – stipsi e secchezza dell’intestino:11 casi
la relazione tra l’effetto dell’agopuntura sul calo – deficit di cuore e polmone: 5 casi
ponderale e i due sistemi sono stati presi in esame – indebolimento del qi di stomaco e milza a causa
le variazioni dei parametri dell’obesità, l’assetto dell’umidità: 5 casi
lipidico, la glicemia a digiuno (FBG), il cortisolo – deficit della yin qi: 4 casi
(CS), la noradrenalina (NA) e l’adrenalina (Ad) in – deficit del qi di milza e rene: 3 casi
68 pazienti portatori di obesità semplice. – deficit del qi di polmone e milza: 2 casi
– esaurimento dello yin e liquidi: 2 casi
– deficit di cuore e milza:1 caso
DATI CLINICI
Dati generali
Criteri diagnostici
I 68 pazienti, di cui 10 maschi e 58 femmine, con
Per la definizione dei criteri diagnostici vedi rife-
età compresa tra 19 anni e 49 anni, erano in terapia
rimento 1. Tutti i pazienti rispondevano ai criteri
per obesità semplice. La durata del disturbo anda-
stabiliti.
va da 1 a 40 anni. Le cause dell’obesità erano:

Metodi di osservazione
* Nanjing College of TCM, Nanjing 1. Indici di obesità. Sono stati misurati prima e

26
dopo il trattamento, il peso, l’altezza, la circonfe- efficace sul contenuto di grasso corporeo e sul-
renza di torace, fianchi, vita e cosce. È stato anche l’assetto lipidico.
misurato lo spessore del tessuto adiposo rispetti-
vamente sul tricipite brachiale, sull’angolo
sottoscapolare e sulla parete addominale. Sono Confronto dell’attività simpatico
stati calcolati lo spessore del tessuto adiposo, la surrenalica nei pazienti trattati prima e
percentuale del grasso corporeo (F%), il grado di dopo la terapia rispetto ad individui
obesità (OD) e gli indici di peso relativi (RWI) normali
con il metodo di Pauline S. ed altri:
2. Indici sperimentali. Ai pazienti in trattamento
sono stati prelevati campioni di saliva (2 ml) e di La tabella 1 mostra che prima dell’agopuntura, il
sangue (3 ml) alle 8 del mattino prima e alla fine contenuto sierico di tiramina, DA, NA e Ad era
della terapia. Campioni analoghi sono stati prele- inferiore rispetto ai valori normali. Dopo il tratta-
vati ad individui sani dopo 30 min di riposo prima mento i valori hanno subito un incremento signi-
della prima colazione. Sono stati quindi dosati il ficativo.
cortisolo nella saliva e la tirosina (Tyr), la dopamina È stato studiato il rapporto tra modificazioni
(DA), l’acido omovanillico (HVA), la NA, l’Ad, dell’attività simpatico-surrenalica (prima e dopo
il cortisolo, i trigliceridi, il colesterolo totale (TC), il trattamento) ed efficacia del trattamento. I risul-
gli adici grassi liberi (FFA) e il glucosio nei tati hanno indicato che i gradi di diminuzione di
campioni di sangue. tirosina, DA, acido omovanillico e adrenalina
dopo il trattamento erano legati agli effetti
terapeutici. Ciò fa supporre che l’agopuntura in-
crementi l’attività simpatico-surrenalica.
RISULTATI

Criteri di assegnazione, cicli di terapia e risultati


Per la definizione dei criteri di efficacia vedi Confronto sui valori dell’attività
riferimento 1.
surrenalica fra i pazienti trattati rispetto
Dopo 1 ciclo di terapia i risultati sono stati:
– guarigione clinica: 12 casi (17.65%); a individui normali
– efficacia marcata: 5 casi (7.4%);
– miglioramento: 35 casi (51.47%); Nella tabella 2 è evidente che, prima del tratta-
– inefficacia: 16 casi (23.53%). mento, la cortisolemia era sensibilmente inferiore
Il tasso di efficacia totale è stato 76.47% alla norma, mentre la glicemia a digiuno era
Dopo la terapia con agopuntura (per un mese) tutti sensibilmente superiore. Dopo il trattamento la
gli indici erano sensibilmente più bassi rispetto ai cortisolemia è significativamente aumentata e la
valori iniziali. Nello specifico: il peso, la circon- glicemia diminuita.
ferenza del torace, della vita, dei fianchi e della È stata studiata la relazione tra modificazioni
coscia, il rapporto vita/fianchi, lo spessore del nell’attività surrenalica prima e dopo il trattamen-
tessuto adiposo sul tricipite, all’angolo to e efficacia terapeutica. I risultati indicano che
sottoscapolare e sulla parete addominale, il grado dopo l’agopuntra l’incremento della cortisolemia
di obesità, la percentuale del grasso corporeo e e la diminuzione della glicemia a digiuno sono
gli indici di peso relativo. correlati all’efficacia clinica. Ciò suggerisce che
Le differenze dei valori erano statisticamente si- l’agopuntura possa migliorare l’attività della cor-
gnificative per indicare che l’agopuntura è stata teccia surrenalica e quindi regolarizzare il meta-

Tabella 1.
Confronto dell’attività simpatico-surrenalica nei pazienti trattati prima e dopo la terapia rispetto ad
individui normali (M+-DS)

N Tyr DA HVA NA Ad
µg/ml ng/ml ng/ml ng/ml ng/ml

NP 33 10.34±4.50 355.80±98.33 99.11±28.89 20.38±2.22


BA 68 8.32±2.46∆ 313.49±95.24∆ 322.13±121.42 84.86±22.05∆∆ 16.44±3.11∆∆∆
AA 68 9.58±2.04* 426.84±121.37* 482.24±201.44** 100.75±29.32** 19.58±6.12**

27
bolismo dei carboidrati. regolato dalla feniletanolamina-N-metiltran-
sferasi. La noradrenalina è un mediatore simpati-
co delle fibre postgangliari. La sua concentrazio-
ne nel sangue riflette l’attività del simpatico. Nei
DISCUSSIONE feocromociti della midollare della surrenale c’è
una grande quantità di feniletanolamina
La disfunzione del simpatico è una delle cause N-metiltransferasi che opera la trasmetilazione
importanti di obesità. La tirosina si trasforma in della noradrenalina ad adrenalina. Poiché
dopa attraverso un processo di idrossilazione. l’adrenalina deriva dal surrene, è un indice credi-
Con la decarbossilazione della dopa si ha la bile dell’attività delle surrenali. Allo scopo di
dopamina la quale, a sua volta, si trasforma di capire la relazione tra attività simpatica e cortec-
adrenalina con un processo di transmetilazione cia surrenalica e l’effetto dell’agopuntura, abbia-

Tabella 2.
Confronto dei valori di attività surrenalica tra pazienti trattati (prima e dopo il trattamento) e individui
normali

BCS (N) SCS (N) FBG (N)


ng/ml ng/ml mg/dl

NP 138.60±31.20 (37) 15.07±2.01 (33) 100.00±20.00 (33)


BA 94.61±30.21∆∆ (68) 9.99±3.72∆∆ (37) 129.81÷30.20∆∆ (68)
AA 121.30±41.00∆** (68) 12.60±4.60∆** (37) 109.93±29.06** (68)

mo dosato nel sangue dei pazienti la tirosina, la salivare è un indice valido del cortisolo libero. La
dopamina, l’acido omovanilico, la noradrenalina funzionalità surrenalica, perciò, si riflette sia nel
e l’adrenalina. I risultati sono stati i seguenti: nei cortisolo ematico che il quello salivare. La secre-
pazienti con obesità semplice il contenuto sierico zione di cortisolo è regolata dal sistema
di detti indicatori era inferiore alla norma prima ipotalamo-ipofisi e da un sistema a feedback.
dell’agopuntura, indicando l’ipofunzionalità del Prima dell’agopuntura il cortisolo ematico e
sistema simpatico-surrene. Dopo l’agopuntura gli salivare erano inferiori alla norma. Dopo l’ago-
indici di obesità e l’assetto lipidico erano sensibil- puntura avevano subito un incremento proporzio-
mente migliorati e tutti gli altri indicatori avevano nale al risultato clinico sull’obesità. Si può ipotiz-
subito un incremento proporzionale agli effetti zare che l’agopuntura potenzi l’attività dell’asse
clinici del trattamento. La noradrenalina e la ipotalamo-ipofisi-surrene. Il cortisolo, oltre alla
dopamina sono ormoni lipolitici. La dopamina regolazione sul metabolismo dei carboidrati, dei
agisce contrastando l’acetilcolina e stimolando i lipidi e delle proteine, esplica anche un’azione di
recettori adrenergici, specialmente i stimolo sul sistema nervoso centrale.
beta-adrenergici. L’adrenalina aumenta sensibil-
mente il consumo di ossigeno e il quoziente respi-
ratorio, stimola la scissione del glicogeno epatico,
la lipolisi e la secrezione della corteccia surrenalica.
Quindi, l’incremento di noradrenalina, dopamina
e adrenalina può accelerare la lisi del grasso
corporeo e, di conseguenza, il calo ponderale.
Il cortisolo è uno degli ormoni principali del
surrene. Il cortisolo ematico rappresenta i quattro
quinti dei 17 idrossicorticosteroidi nel sangue. In
condizioni di normalità ha un livello costante ed
è presente sotto forma di cortisolo legato e cortisolo
libero. Il primo è legato ad una globulina mentre
il secondo, presente in una quota dell’1-3%, è la
parte attiva. La cortisolemia è un indicatore
valido dell’attività surrenalica. La saliva è priva di
globuline leganti il cortisolo, perciò il cortisolo

28
Azione dell’agopuntura e della chimiopuntura sul
sistema immunitario nell’artrite reumatoide
Liu Xinlian, Sun Liqin, Xiao Jun, Yin Shuying, Liu Chenggui, Li Qiushi, Li Hui* Jin Bohua**

Sono riportati i risultati del trattamento di stato usato un gruppo di controllo composto da
54 casi di artrite reumatoide con la tecnica individui sani trattati con il metodo della
dell’ago riscaldato e della chimiopuntura calorificazione.
con zhuifengsu. I risultati sono stati buoni, 1. Gruppo ago riscaldato. Composto da 34 pa-
con tasso di efficacia del 100%. Sono state zienti, di cui 5 maschi e 29 femmine, di età
inoltre studiate le modificazioni dell’im- compresa tra 15 e 65 anni. La durata della malattia
munità cellulomediata e umorale e di altri andava da 2 mesi a 14 anni. In 27 pazienti la
parametri nel sangue periferico, prima e malattia era in fase attiva, in 7 in fase di
dopo il trattamento. Nei pazienti affetti da quiescenza.
AR si è riscontrato che l’attività NK e il 2. Gruppo chimiopuntura. Composto da 20 pa-
valore IL-2 erano inferiori alla norma. zienti, di cui 2 maschi e 18 femmine, di età
Dopo il trattamento entrambi i parametri compresa tra 10 e 65 anni. La durata della malattia
sono significativamente aumentati andava da 2 mesi a 20 anni. In 9 pazienti la
(P<0.01). Ciò fa supporre che il metodo malattia era in fase attiva, in 11 in fase di quiescen-
dell’ago riscaldato e della chimiopuntura za.
con Zhuifengsu abbiano un effetto
regolatore sull’immunità cellulomediata.
Metodica terapeutica
L’artrite reumatoide è generalmente considerata 1. Gruppi ago riscaldato e controllo
una malattia autoimmune in cui viene compro- Selezione dei punti
messa l’attività immunitaria umorale e Punti huatuojiaji dalla prima toracica alla secon-
cellulomediata. In Cina sono stati prodotti molti da lombare. In ogni seduta venivano scelti alter-
studi sull’immunità umorale, pochi sull’immuni- nativamente 14 punti. Veniva infisso vertical-
tà celulomediata. Abbiamo trattato, dal 1988 al mente un ago di 40 mm di lunghezza e 0.3 di
1990, 54 casi di AR con il metodo dell’ago riscal- diametro. Dopo una manipolazione uniforme in
dato e della chimiopuntura con zhuifengsu (un tonificazione-dispersione, veniva inserito sul
prodotto della farmacopea cinese) e abbiamo os- manico dell’ago un trancio di sigaro di moxa di
servato le variazioni dei parametri immunologici 1.5 - 2 cm. Quando la moxa finiva di bruciare,
prima e dopo il trattamento. l’ago veniva ritirato. Si trattavano quindi allo
stesso modo i seguenti punti: dazhui (14GV),
shenshu (23BL), jianyu (15LI), waiguan (5TE),
xuehai (10SP), yanglingquan (34GB), sanyinjiao
PAZIENTI E METODI (6SP).Il trattamento completo consisteva in tre
cicli di 10 sedute quotidiane.
Gruppi di pazienti 2. Gruppo chimiopuntura
I 54 casi di AR sono stati assegnati secondo i Selezione dei punti: jianyu (15LI), quchi (11LI),
criteri diagnostici stabiliti dalla American zhongzhu (3TE), baxie (28Extra), zusanli (36ST),
Rheumatology Association (ARA) nel 1987. È yanglingquan (34GB), sanyinjiao (6SP), jiegu
(39GB).
Metodica di iniezione. È stato usato un ago no.
* General Hospital of PLA, Beijing 4.5. Il composto era formato da rhizoma Drynariae,
** Hospital of TCM, Congwen District, Beijing Speranskia tubercolata (Bunge) Baill e altre erbe.

29
Venivano iniettati 0.5 ml per punto su 6 - 8 punti terapia combinata con medicina tradizionale ci-
per seduta. Il trattamento completo consisteva di nese e medicina occidentale per le patologie reu-
30 sedute quotidiane consecutive. matiche, nell’aprile 1988.
Dei 34 pazienti trattati con il metodo della
calorificazione 12 (35.29%) hanno ottenuto un’ef-
Metodi sperimentali ficacia breve termine, 16 (47.06%) un risultato
1. Determinazione nei linfociti periferici delle sensibile e 6 (17.65%) un piccolo risultato. Dei 20
sottopopolazioni CD4, CD8, CD16 e del fattore pazienti trattati con chimiopuntura 6 (30%) hanno
HLA-DR: i linfociti sono stati isolati con Ficol e, ottenuto un’efficacia a breve termine, 11 (55%)
dopo colorazione fluorescente, sono stati testati un risultato sensibile e 3 (15%) un piccolo risulta-
con il citometro a flusso FACS 440. to. L’efficacia totale è stata del 100% e l’efficacia
2. Determinazione dell’attività dei natural killer: significativa dell’83.67%.
cellule mononucleari periferiche ottenute dai pa-
zienti sono state incubate con cellule bersaglio K
562 a 37˚C per 4 ore, colorate con propidio ioduro Modificazioni nelle sottopopolazioni di
(50 microg/ml) e esaminate al FACS 440. linfociti prima e dopo il trattamento
3. Determinazione dell’interleuchina-2 (IL-2): Usando l’analisi della varianza, i valori medi di
sono stati posti in incubazione 2 ml di sangue CD4, CD8, CD16 e HLA-DR non hanno avuto
venoso eparinizzato dopo stimolazione con PHA. variazioni significative prima e dopo il trattamen-
Dopo centrifugazione è stato separato il to, rispetto ai controlli in entrambi i gruppi
supernatante e posto a contatto con cellule sensi- (P>0.05).
bili all’IL-2 nei pozzetti di una piastra di coltura a
micropozzi. Dopo 48 ore di incubazione è stato
determinato il valore OD con l’analisi Modificazioni dell’attività dei
colorimetrica MTT.
4. Dosaggio delle immunoglubuline sieriche (IgG, natural-killer prima e dopo
IgA, IgM), del FR (fattore reumatoide) e della il trattamento
VES prima e dopo il trattamento. Prima del trattamento l’attività dei NK era inferio-
re nei pazienti affetti da AR rispetto ai controlli.
Dopo il trattamento ha avuto un incremento in
entrambi i gruppi, soprattutto in quello trattato
RISULTATI con chimiopuntura. Nel gruppo di controllo non è
stata osservata alcuna variazione, ad indicare che
Risultati terapeutici il trattamento dell’AR con la microiniezione di
Per la valutazione dei risultati sono stati adottati i zhuifengsu incrementa visibilmente l’attività dei
criteri stabiliti dal Primo simposio nazionale sulla NK (tab.1).

Tabella 1. Modificazioni dell’attività dei natural-killer (NK) prima e dopo il trattamento (M+-DS)

Gruppi Casi Prima trattamento Dopo trattamento

WN 31 19.23±1.58 22.98±1.80
PI 20 17.17±1.85 26.10±2.42 *
Controllo 24 20.10±1.22 22.00±1.39

* P < 0.01

Modificazioni delle concentrazioni di IL-2 Variazione dei livelli di


prima e dopo il trattamento. immunoglobuline prima
Il tasso di interleuchina 2 (IL-2) nei pazienti affetti e dopo il trattamento
da AR era inferiore ai controlli prima del tratta- I livelli sierici di IgG, IgM a IgA nei pazienti
mento. Dopo il trattamento c’è stato un incremen- affetti da AR erano sensibilmente più alti rispetto
to in entrambi i gruppi trattati. (Tab.2) al gruppo di controllo prima del trattamento. Nel
gruppo trattato con chimiopuntura i valori sono

30
Tabella 2. Modificazioni della concentrazione di IL-2 prima e dopo il trattamento (M+-DS)

Gruppi Casi Prima trattamento Dopo trattamento

WN 24 9004±758 11802±766 *
PI 17 9299±1693 12868±1108 *
Controllo 19 14237±2108 14670±2499

sensibilmente diminuiti, specialmente le IgG, Abbiamo osservato che, nei pazienti con AR,
avvicinandosi alla normalità. Nel gruppo trattato l’attività NK è inferiore alla norma, mentre la
con il metodo della calorificazione non ci sono sottopopolazione CD16 non subisce variazioni.
state variazioni evidenti. Ciò indica che l’attività NK non è correlata al
numero di NK. Dopo il trattamento, l’attività NK
è aumentata parallelamente al miglioramento dei
Variazione di altri paramentri prima e sintomi, specialmente nel gruppo trattato con
dopo il trattamento chimiopuntura. I NK sono la componente princi-
La VES nei pazienti in fase attiva è più alta pale del sistema immunitario, dotati di attività di
rispetto a quella dei pazienti in fase di quiescenza. regolazione. L’attività NK può essere rafforzata
Dopo il trattamento con il metodo della tramite la stimolazione dell’IL-2. Si è così
calorificazione c’è stata una sensibile riduzione ipotizzato che la diminuita attività NK non sia
della VES, sia nei pazienti in fase attiva, che in dovuta alla diminuzione del numero dei NK, ma
quelli in fase quiescente. Nel gruppo trattato con all’insufficiente produzione di IL-2. Perciò la
chimiopuntura, la riduzione della VES si è verifi- diminuzione dell’immunita cellulare in corso di
cata solo nei pazienti in fase attiva. Il RF (fattore AR è dovuta ad una alterata funzione TH, causa,
reumatoide) era positivo in 50 pazienti (92.6%) a sua volta, del deficit nell’immunità cellulare,
prima del trattamento. Dopo il trattamento si è del disturbo della funzione IL-2 e della diminuita
negativizzato in 34 pazienti (68% di conversio- attività NK. L’attività NK aumenta come conse-
ne). guenza dell’elevato livello di IL-2. Questo risul-
tato è in linea con la già esposta teoria circa la
presenza di un disturbo della funzione della cellu-
la T nell’AR e fornisce un dato importante per lo
DISCUSSIONE studio della patogenesi della malattia. È stato
altresì osservato un incremento dei livelli di
Secondo studi recenti, in corso di AR si hanno vari immunogluboline prima del trattamento ed una
disordini di tipo immunologico, quali la diminu- tendenza alla diminuzione dopo il trattamento
ita produzione di IL-2 da parte dei linfociti T o di nelle IgG e IgA. Il FR si è negativizzato nel 63%
tipo funzionale, come quelli a carico dei recettori dei pazienti trattati. Questi dati indicano che l’ago-
per le IL-2. Diminuiscono la sintesi di interferone puntura esplica un’attività regolatrice bidirezionale
e la funzione citotossica, si altera l’omeostasi. La sul sistema immunitario: inibisce le funzioni in
ritenzione di cellule, degenerate all’interno del- eccesso e stimola quelle in difetto. La sua azione,
l’organismo, stimola la sintesi di autoanticorpi e strettamente correlata allo stato funzionale del-
di immunoglobuline in alta concentrazione. Gli l’organismo, si realizza probabilmente attraverso
immunocomplessi che ne derivano si depositano il coinvolgimento di neuropeptidi mediatori, qua-
a livello articolare, scatenando il fenomeno li l’encefalina, comuni o simili nei due casi, cioè
artritico. L’IL-2 è considerata uno dei fattori mag- la stimolazione e l’inibizione.
giormente implicati nell’immunità. Nel nostro
studio, nei pazienti con AR, l’IL-2 era inferiore ai
controlli, sia nelle fasi di quiescenza che nelle fasi
attive della malattia. Dopo la terapia c’è stato
l’incremento di IL-2 in entrambi i gruppi di tratta-
mento. L’IL-2 è un importante regolatore
immunitario. È possibile che uno squilibrio a
questo livello generi un indebolimento nei mecca-
nismi di regolazione immunitaria e favorisca l’in-
sorgenza di patologie autoimmuni.

31
Applicazione clinica del punto yanglingquan (34GB)
Lu Jingshan*

L’autore presenta i vari usi del punto yan- e biancastro. Il polso era profondo e teso. Il punto
glingquan (34GB) in base alla propria espe- yanglingquan (34GB) è stato trattato con ago
rienza di anni. filiforme da 30 della lunghezza di 2 cun. L’ago è
stato inserito con movimento rapido e manipolato
con persistenza per 3 minuti. Poi è stato lasciato in
Localizzazione del punto sede per 30 min durante i quali veniva manipolato
Ci sono vari modi. Con il paziente a gambe ogni 10 min, mentre la paziente compiva con la
distese, a gambe rannicchiate o a gambe penzolo- spalla movimenti lenti e di ampiezza crescente. Il
ni mentre sta seduto su una sedia. Secondo l’auto- dolore era calato fin dalla prima seduta. Dopo la
re la posizione preferibile è il paziente supino con terza seduta c’è stato un recupero totale della
la gamba leggermente flessa. Il paziente è mag- mobilità della spalla.
giormente a suo agio e c’è meno pericolo che il
paziente svenga o che l’ago si pieghi. 2. Dolore al gomito
Il dolore al gomito può essere causato da invasio-
ne di vento, freddo umidità, oppure da contusione
Applicazioni o distrazione. L’agopuntura sul punto yanglin-
gquan (34GB) è particolarmente utile nell’ultimo
1. Dolore alla spalla
caso.
Il dolore alla spalla è dovuto, nella maggior parte
Caso clinico esemplificativo
dei casi, a periartrite, a invasione da vento-freddo
Li XX, un uomo di 25 anni, lamentava dolore ed
o a lesione a carico dei canali e dei tendini, con
impotenza funzionale al gomito sinistro, in segui-
ostruzione alla circolazione del qi e del sangue.
to a un movimento brusco. Il disturbo durava da
Usando il principio di “trattare l’alto selezionan-
un giorno. All’esame fisico il gomito era dolente
do punti specifici in basso”, l’autore ha usato per
alla pressione laterale e non poteva essere esteso
questa patologia il punto yanglingquan (34GB). I
oltre i 100 gradi. L’induito linguale era biancastro
risultati sono stati buoni, specialmente nei casi di
e sottile e il polso era teso. È stato inserito l’ago nel
recente insorgenza ed in quelli dovuti a contusio-
punto yanglingquan (34GB) omolaterale. L’ago
ne o a distrazione.
veniva manipolato mentre il paziente muoveva il
Caso clinico esemplificativo
gomito. Dopo alcuni minuti il dolore era comple-
Liu XX, una signora di 50 anni, si lamentava di
tamente scomparso.
pesantezza e dolore alle spalle da circa 4 anni. Il
sollevamento del braccio era costantemente ac-
3. Dolore ai lati del torace
compagnato da dolore per cui non era in grado di
I canali jue yin e shao yang del piede attraversano
vestirsi e di pettinarsi da sola. Il dolore migliorava
le costole. Dall’esperienza clinica si è visto che
con il calore e peggiorava con il freddo e con
l’agopuntura sul punto yanglingquan (34GB) è
l’umidità. Apparentemente la spalla era normale.
molto efficace nel trattamento del dolore
I movimenti di abduzione e di elevazione non
(retro)costale dovuto a patologie della milza o
superavano i 60 gradi, specialmente a destra. La
della cistifellea o a nevralgia intercostale.
lingua aveva un colore chiaro e un induito sottile
Caso clinico esemplificativo
Il sig. Yang XX, di 55 anni, avvertiva da 5 giorni
un dolore puntorio sul lato destro del torace. Il
* Shanxi College of TCM, Taiyuan dolore era aggravato dal tossire. L’esame fisico

32
metteva in evidenza una zona di dolorabilità alla min. Dopo la seduta il dolore era scomparso.
pressione di circa 3 cm di diametro nel lato sini-
stro del torace. La lingua era scura e l’induito 6. Crampi del polpaccio
sottile e biancastro. Il polso era teso. La diagnosi L’agopuntura profonda sul punto yanglingquan
è stata stasi di qi e sangue. Infisso l’ago sul punto (34GB) è molto efficace nel trattamento del cram-
yanglingquan (34GB) omolaterale, ad una pro- po del polpaccio. Nei casi in cui è evidente la
fondità di 1.5 cun, è stato manipolato in rotazione presenza di freddo patogeno va aggiunta la
e lasciato a dimora per 30 min. Nel frattempo moxibustione.
veniva manipolato ogni 10 min. Dopo il tratta- Caso clinico esemplificativo
mento, il dolore era completamente scomparso. La sig.ra Xu XX, di 27 anni, soffriva da 10 anni di
crampi frequenti ad inizio primavera e fine au-
4. Lombalgia tunno. L’attacco si presentava una-due volte per
La lombalgia da contusione o da distrazione può notte e durava 3-5 min. Il dolore era particolar-
essere acuta o cronica. Nei casi acuti di lombalgia mente severo dopo l’esposizione al freddo o al-
paravertebrale l’agopuntura sul punto yanglin- l’umidità. Le gambe erano rigide al punto da
gquan (34GB) è molto efficace. Nei casi cronici è rendere difficile la deambulazione. Il principio
più efficace l’agopuntura lenta con stillicidio sul del trattamento è stato riscaldare i canali per
punto weizhong (40BL). È importante differen- disperdere il freddo, rilassare i muscoli e i tendini,
ziare i due casi. promuovendo la circolazione del sangue e del qi.
Caso clinico esemplificativo L’ago sul punto yanglingquan (34GB) è stato
La sig.ra Liu XX, di 35 anni, aveva subito il giorno inserito ad una profondità di 2-2.5 cun con la
precedente uno strappo lombare doloroso, spo- punta diretta verso yinglingquan (9SP). Sul ma-
stando un oggetto pesante. Il dolore era severo e si nico dell’ago è stato poi applicato un pezzetto di
aggravava ad ogni movimento o con il tossire. sigaro di moxa. Dopo tre sedute il dolore era
L’esame fisico rivelava lo spasmo muscolare nel- alleviato e dopo dieci sedute i sintomi erano
la regione lombare paravertebrale di destra e una completamente scomparsi.
spiccata dolorabilità sul punto shenshu (23BL)
omolaterale. La lingua era chiara, con induito
biancastro. Il polso era teso. I sintomi indicavano
una lesione dei tendini con stagnazione (ostruzio-
ne) dei canali. Il trattamento doveva perciò libera-
re (la circolazione) nei canali. Infisso l’ago sul
punto yanglingquan (34GB), il paziente doveva
compiere con il tratto lombare degli esercizi di
ampiezza crescente, mentre l’ago veniva manipo-
lato. L’ago è stato poi lasciato in sede per 30 min
e manipolato di tanto in tanto. Dopo la seduta il
paziente era completamente guarito.

5. Gonalgia
La gonalgia può essere dovuta ad invasione del
vento-freddo-umidità o a cause traumatiche.
L’agopuntura profonda sul punto yanglingquan
(34GB) è efficace qualunque sia la causa. I risul-
tati sono migliori se l’ago è diretto verso il punto
yinlingquan (9SP).
Caso clinico esemplificativo
Il sig. Feng XX, di 39 anni, lamentava da una
settimana un dolore al ginocchio sinistro, irradia-
to alla gamba lateralmente. L’esame fisico del
ginocchio era negativo. La lingua era di colore
chiaro, con induito biancastro. Il polso era filiforme
e teso. È stato inserito sul yanglingquan (34GB)
un ago filiforme ad una profondità di 2.5 cun.
L’ago è stato manipolato in rotazione, fino a che
lo stimolo si è irradiato alla gamba. È stato poi
lasciato in sede per 30 min e manipolato ogni 10

33
Trattamento dell’emiplegia apoplettica con la
craniopuntura in base all’immagine della tomografia
computerizzata
Wang Yukang, Xu Gao, Li Guilan, Li Donglin, Fang Yufen, Li Yuying, Wu Fenghua*

L’agopuntura è utile nel trattamento farmaci occidentali. Il trattamento con agopuntu-


dell’emiplegia apoplettica. L’uso della ra veniva iniziato dopo 1-3 settimane dall’evento
craniopuntura per questa patologia ha una apoplettico, quando i pazienti avevano riacquistato
lunga storia. Fin dai primi anni 70 sono un sufficiente grado di coscienza.
state usate le aree funzionali del cervello
come referenti teorici per la selezione dei
punti di craniopuntura con buoni risultati. Metodo di trattamento
In questo lavoro sono riportati 110 casi Principio di selezione dei punti
trattati dagli autori nei loro ospedali negli I punti erano selezionati in base alle sede del
ultimi due anni. I risultati sono analizzati in danno motorio. Per es., in caso di paralisi dell’arto
collegamento alle immagini della superiore, veniva selezionata l’area motoria
tomografia computerizzata. controlaterale nei 2/5 mediali. In caso di paralisi
dell’arto inferiore, veniva selezionato il 1/5 supe-
riore dell’area motoria controlaterale, unitamente
Dati clinici all’area sensitivo-motoria del piede. In caso di
I pazienti erano 71 maschi e 39 femmine, l’età difficoltà alla deglutizione, venivano aggiunti fen-
andava da 26 a 78 anni. La causa della patologia gchi (20GB) e yifeng (17TE). In caso di paralisi
era ischemia cerebrale in 76 casi ed emorragia in del faciale con perdita di saliva, deviazione della
34 casi. Il 72% dei pazienti era compreso tra 50 e lingua e afasia motoria, venivano selezionati i 2/
65 anni. Tutti i pazienti erano portatori a vari 5 inferiori dell’area motoria controlaterale con
livelli di limitazioni funzionali. La forza muscola- l’aggiunta di lianquan (23CV) e yamen (15GV)
re media nelle articolazioni delle estremità, delle come ausiliari. In caso di stasi venosa marcata a
spalle, dei gomiti, dei polsi, delle anche, delle carico della vena sublinguale, venivano fatti san-
ginocchia e delle caviglie era di 4 gradi in 19 guinare i punti jinjin (10 extra a sin) e yuye (10
pazienti, di 2 gradi in 43 pazienti e in valori extra a destra). In via generale si sono osservati
compresi tra 1 e 2 nei rimanenti 48 pazienti. dei miglioramenti dopo 1-2 cicli di trattamento. A
C’erano vari gradi di disfasia ( soprattutto afasia quel punto venivano aggiunti altri punti somatici
motoria con alcuni casi di afasia nominale) in 37 a seconda della differenziazione della sindrome:
casi. 40 pazienti avevano difficoltà alla – sindrome da deficit del qi e ostruzione dei
deglutizione, deviazione della lingua, salivazione canali: emiplegia, arti flaccidi o intorpiditi, afasia
e paralisi facciale. In tutti i casi è stata localizzata o parola lenta, carnagione pallida e smunta, respi-
la sede della lesione primaria mediante tomografia ro debole e corto, lingua lievemente viola con
computerizzata. Le lesioni erano prevalentemen- induito sottile e biancastro o lingua deviata, polso
te nella regione dei gangli basali, soprattutto nella filiforme, debole e rallentato.
capsula esterna ed interna. Altre sedi sono state la Punti aggiunti: zusanli (36ST), sanyinjiao (6SP),
regione frontale, occipitale e temporale, il talamo, pishu (20BL), hegu (4LI);
i ventricoli cerebrale, il tronco encefalico etc. – sindrome da deficit dello yang di milza e rene
Tutti i pazienti sono stati ospedalizati e trattati con con ritenzione di catarri torbidi: emiplegia, arti
freddi, senso di stanchezza ai lombi e alle ginoc-
chia, lingua rigida, eloquio lento, eccesso di sali-
vazione e espettorato, vertigine e capogiri, feci
* The third People’s Hospital, Datong, Shanxi Province molli, appetito scarso, lingua scura con induito

34
sottile e biancastro grasso e bianco, polso scivoloso recuperata al grado 4, cosicché i pazienti erano in
e teso. grado di deambulare da soli e badare a se stessi,
Punti aggiunti: shenshu (23BL), pishu (20BL), malgrado le limitazioni funzionali.
zusanli (36ST), gongsun (4SP), fenglong (40ST); 19 casi hanno ottenuto un miglioramento: parzia-
– sindrome da deficit dello yin di fegato e di rene le recupero dell’afasia e dell’emiplegia, ripristino
con risalita dello yang di fegato: cefalea frequen- della forza muscolare al grado 1-2.
te, vertigini, tinnitus, capogiri, bocca secca, sudo- 5 casi non hanno ottenuto alcun miglioramento.
razione notturna, stipsi, senso di debolezza ai
lombi e alle ginocchia, agitazione e irritabilità,
improvviso senso di intorpidimento in tutto un Analisi dei risultati
lato del corpo, deviazione della rima labiale e 1. Relazione tra lesioni cerebrali e risultato tera-
della lingua, emiplegia, lingua rigida con eloquio peutico
lento, lingua rosso scuro con induito bianco o Il grado di successo terapeutico è stato strettamen-
giallastro, polso teso, filiforme e rapido. te legato alla localizzazione, numero ed estensio-
Punti aggiunti: taixi (3KI), shenshu (23BL), tai- ne delle lesioni cerebrali. Le sedi più frequenti di
chong (3LR). lesione sono state in ordine decrescente, i gangli
Il trattamento, della durata di 40 min, era quoti- della base (capsula interna ed esterna), il talamo,
diano. 10 sedute formavano un ciclo. Tra un ciclo i lobi frontoparietali, il tronco, i ventricoli. Per
e l’altro era previsto un intervallo di 3 giorni. La quanto riguarda la prognosi finale, le lesioni della
tecnica era la seguente: una volta inserito, l’ago capsula esterna erano migliori di quelle della
veniva manipolato in rotazione per 5 min ad una capsula interna, le lesioni nei lobi cerebrali erano
velocità tollerabile dal paziente. Nel frattempo il migliori rispetto alle lesioni del tronco. Lesioni
paziente doveva muovere gli arti come meglio singole erano migliori rispetto alle lesioni multi-
poteva. In seguito veniva applicata agli aghi la ple ed estese. Nei 29 pazienti essenzialmente
stimolazione elettrica con la frequenza di 150-200 guariti le lesioni erano soprattutto nella capsula
pulsazioni/min per i punti del capo e 100 pulsazio- esterna o nei lobi cerebrali, mentre erano rare le
ni/min per i punti del corpo. lesioni nella capsula interna o nel tronco. I 5
pazienti che non hanno ottenuto beneficio dalla
terapia avevano soprattutto lesioni multiple loca-
Risultati lizzate nei gangli basali nel tronco e nei ventricoli.
29 casi sono essenzialmente guariti: recupero Questi pazienti erano anche portatori di serie
della motilità degli arti, forza muscolare ripristi- complicanze o di patologie sistemiche
nata al grado 5, cosicché i pazienti potevano concomitanti.
prendersi cura di se stessi e sbrigare piccoli lavori 2. Relazione tra risultato e durata della malattia
domestici. (vedi tabella)
57 casi hanno ottenuto una marcato miglioramen- È evidente che l’applicazione tempestiva del-
to: i sintomi dell’emiplegia e dell’afasia sono l’agopuntura porta a risultati migliori.
essenzialmente regrediti, la forza muscolare

D. Numero casi Curati M imp Impr. Inefficacia Totale (%)

3 65 20 24 10 1 98.5
3-4 34 8 20 4 2 94.1
4 11 1 3 5 2 81.8

Sommario fornisce un utile ausilio per la gestione del caso.


L’analisi di questi 110 pazienti dimostra che i Abbiamo confermato che la craniopuntura, segui-
risultati terapeutici sono strettamente correlati ta nella fase post-acuta dalla somatopuntura, è
alla localizzazione, al numero e all’estensione utile nel trattamento dell’emiplegia apoplettica.
nelle lesioni cerebrali e che l’applicazine precoce
dell’agopuntura porta a risultati migliori. Non
sono emerse correlazioni tra età del paziente ed
efficacia del trattamento. L’indagine tomografica

35
47 casi di acne trattati con sanguinamento del punto
seguito da coppettazione
Chen Decheng *

L’acne è una patologia comune tra gli ni, i due gruppi di punti. Ogni ciclo di trattamento
adolescenti; consiste di papule e pustole, è durato 8 giorni e, durante il periodo di cura, è
distribuite, per lo più, sul volto, sul collo e stato consigliato al paziente di evitare condimenti
sul tronco. Le lesioni, in corrispondenza piccanti, nonché l’uso di saponi da toilette irritan-
dei follicoli piliferi, sono di colore rossastro, ti, consigliando invece di adoperare acqua calda
dovuto ad una leggera infiammazione. Pre- per lavare il volto e per fare il bagno.
mendo con le dita, può fuoriuscire una 3. Manipolazione: il paziente è stato fatto stendere
secrezione oleosa biancastra. Se ne regi- in posizione prona. I punti selezionati sono stati
strano vari tipi, dovuti alla diversa gravità disinfettati con alcool al 75%, come di routine.
dell’infezione, quali l’acne papulosa, l’ac- Con la mano sinistra è stato sollevato il tessuto
ne pustolosa e l’acne conglobata. molle della zona dei punti, che è stato poi infisso
Gli Autori riferiscono di aver ottenuto ri- con un ago triangolare in 2 o 3 punti con movi-
sultati soddisfacenti per 47 pazienti affetti mento rapido e regolare fino ad una profondità di
da tale patologia con il sanguinamento del 2-3mm. È stato poi spremuto fuori il sangue con
punto con ago triangolare seguito da entrambe le mani prima di applicarvi una coppetta
coppettazione. di suzione. La coppetta è stata tenuta per 15
minuti, in modo da succhiare da 5 a 8 ml di sangue
circa.
Dati clinici
47 pazienti affetti da acne si sono rivolti all’ago-
puntura dopo che altri tipi di cura, cinesi o occi- Effetti terapeutici
dentali, non erano stati in grado di aiutarli. Il Guarito: le lesioni cutanee sono state eliminate,
gruppo era costituito da 17 pazienti di sesso ma- ad eccezione di qualche pigmentazione residua.
schile e 30 di sesso femminile, di età compresa tra Notevolmente efficace: oltre il 60% delle lesioni
i 16 e i 28 anni; 44 pazienti erano celibi, mentre 3 cutanee è stato eliminato, senza che ne apparisse-
erano sposati. La malattia durava da meno di un ro delle nuove durante il trattamento.
anno in 18 casi, da 1 a 3 anni in 15 casi, e da più Migliorato: circa il 50% delle lesioni cutanee è
di 3 anni in 14 casi. Si trattava di acne papulosa in stato eliminato, senza che ne apparissero delle
23 casi, di acne pustolosa in 16 casi e di acne nuove durante il trattamento.
conglobata in 8 casi. Inefficace: è stato eliminato meno del 40% delle
lesioni cutanee, con l’apparizione di nuove lesioni
durante il trattamento.
Modalità teraputiche
1. Selezione dei punti in 2 gruppi:
Gruppo 1: feishu (UB 13), geshu (UB 17) Risultati del trattamento
Gruppo 2: xinshu (UB 15), ganshu (UB 18)
2. Metodo: per ciascuna seduta di trattamento In genere si sono cominciati a vedere gli effetti
sono stati utilizzati bilateralmente, a giorni alter- terapeutici del trattamento dopo un ciclo di sedu-
te, il che vuol dire che le lesioni avevano comin-
ciato a regredire restringendosi. Si sono avuti dei
* Jilin Provincial Academy of Traditional Chinese Medicine, risultati soddisfacenti dopo 3-4 cicli di sedute
Changchun (vedi la tabella).

36
Tabella. Risultati del trattamento

Tipo di N° guarigione efficacia notevole miglioramento inefficacia


acne

papulosa 23 10 11 2 -
pustulosa 16 5 7 4 -
conglobata 8 1 2 3 2
totale 47 16 20 9 2

Caso illustrativo resto il paziente era sano, se si esclude una


ipersecrezione cutanea. La diagnosi è stata di acne
Wang X, un operaio di 20 anni, celibe, con acne da
pustolosa. Tali pustole hanno cominciato a regre-
2 anni, si è rivolto all’agopuntura, dopo aver visto
dire dopo un ciclo di agopuntura e, dopo 5 cicli, si
fallire altri tipi di cura. All’esame obiettivo si sono
sono asciugate e ristrette tutte, mentre le papule si
riscontrate delle papule e delle pustole rosso scuro
erano ridotte del 50%, senza che apparissero delle
sul volto, sul collo e, in particolare, sulle guance,
nuove lesioni. Dopo 12 cicli di trattamento il
dove le lesioni, estremamente fitte, presentavano
paziente era guarito e la pelle appariva liscia e
una sommità bianca o nera ed avevano, a volte,
pulita alla visita di controllo effettuata un mese
delle pustole. Tali lesioni, variabili da 1 a 5 mm,
più tardi.
erano molli al tatto e sprigionavano calore. Per il

37
Trattamento dell’acne giovanile con agopuntura
Liu Jin *

L’autore ha trattato 98 casi di acne giovani- un’ora.


le con agopuntura, ottenendo dei buoni 3. È stato poi infisso il punto quchi (LI 11) con un
risultati, come riportato qui di seguito. ago filiforme (misura 26-28) ad una profondità di
2-3 cun; l’ago è stato lasciato in sede per 30
minuti.
Dati clinici Il trattamento è stato ripetuto ogni 2-3 giorni per
I 98 casi di acne giovanile, tutti pazienti non cicli di tre settimane; nel frattempo è stata sospesa
ospedalizzati, erano caratterizzati da papule e ogni altra cura.
pustole al viso. Di questi, 66 erano di sesso ma-
schile e 32 di sesso femminile, con età compresa
tra i 15 e i 28 anni e durata della malattia variabile Risultati del trattamento
da 3 mesi a 8 anni. 54 casi sono stati considerati guariti in quanto, sia
le papule che l’eritema circostante erano spariti, le
pustole erano diventate croste e poi erano cadute
Modalità terapeutiche e non erano insorte nuove lesioni nelle 3 settimane
Punti selezionati: dazhui (GV14), zhuipang e di trattamento. 42 casi sono stati considerati mi-
quchi (LI11) gliorati, in quanto le papule e l’eritema circostante
Manipolazione: erano quasi totalmente scomparsi, le pustole era-
1. Per prima cosa è stato infisso stabilmente un no diventate croste, ma erano insorte 3-5 papule e
grosso ago nel punto dazhui (GV14), con un’in- pustole durante le 3 settimane di trattamento.
clinazione di 15° rispetto alla superficie cutanea, Il trattamento è stato considerato inefficace in 2
ad una profondità di 2-3 cun. È stata usata la casi, in quanto c’è stata una riduzione di papule e
tecnica della dispersione fino ad ottenere una pustole durante le 3 settimane di cura, ma anche la
sensazione di scossa, poi l’ago è stato lasciato in concomitante continua insorgenza di nuove lesio-
sede per un’ora. Prima di sfilarlo, l’ago è stato ni. La percentuale totale di efficacia è stata dun-
manipolato leggermente, poi è stato tolto lenta- que del 98%.
mente, fermandosi alcuni secondi con l’ago anco-
ra infisso per 1/3 della sua lunghezza. Al paziente
è stato poi chiesto di dare un colpo di tosse e, in
quel preciso momento, l’ago è stato sfilato velo-
cemente, premendo il punto con un batuffolo di
cotone.
2. I punti zhuipang sono stati localizzati in modo
empirico dall’Autore, a 5 fen di distanza
bilateralmente al punto dazhui (GV 14). Un ago
grosso e corto è stato infisso con un’inclinazione
di 15° rispetto alla superficie cutanea, ad una
profondità di 1-2 cun, e lasciato poi nel punto per

* China-Mongolia Hospital of Zhalantum City, Inner


Mongolia

38
Effetti dell’agopuntura sull’attività mioelettrica
dello sfintere di Oddi
Liu Jinlong, Zhou Xiaona, Zeng Xiaorong, Zhu Jitian *

Per determinare l’efficacia del trattamento L’operazione è iniziata 10 minuti dopo il


terapeutico auricolare sui calcoli biliari, completamento della stimolazione.
abbiamo stimolato elettricamente i punti
auricolari MA-Sc8 (punto cistifellea-pan-
creas) a 12 pazienti affetti da calcoli biliari Risultati
durante un intervento chirurgico. Questo Il grafico risultante mostrava un’onda acuminata
metodo ci ha permesso di misurare e regi- in cui ogni scarica elettrica aveva un potenziale
strare l’attività mioelettrica dello sfintere massimo intorno a 5. Tra una scarica e l’altra c’era
di Oddì per mezzo di un elettrodo a forma una fase di riposo di durata variabile. Sia la
di spillo inserito nella cistifellea. frequenza che l’ampiezza dell’attività mioelettrica
dello sfintere, avevano subito una certa diminu-
zione dopo l’inizio dell’agopuntura. La frequenza
Dati clinici di scarica elettrica era diminuita, dopo l’agopun-
Dei 12 pazienti, 11 erano di sesso femminile ed tura, passando da 3.27 ± 1.88 SB al minuto a 0.85
1 di sesso maschile, con un’età media di 48 anni e ± 0.79 SB al minuto, con una differenza notevole
diagnosi di calcolosi biliare. Dopo aver sottoposto (P<0.01). Anche l’ampiezza delle scariche elettri-
i pazienti a digiuno preoperatorio, è stata effettua- che era diminuita dopo l’agopuntura, passando da
ta loro un’anestesia epidurale. È stato quindi sti- 0.22 ± 0.014 mv a 0.175 ± 0.078 mv, ma senza
molato il punto MA-Sc8 sinistro con uno stimolo differenze significative (P>0,05).
elettrico di 8 ± 2 V/cm di intensità e frequenza di
20 Hz, per 10 minuti, utilizzando un apparecchio
per l’elettromisurazione dei punti “Beijing” pro- Discussione
dotto dalla Ditta di Apparecchiature Elettro-Me- La presenza di calcoli biliari in corrispondenza
dicali “Beijing Haidian”. dello sfintere di Oddì era stata evidentemente
ridotta dopo la stimolazione elettrica del punto
auricolare; ciò dimostra chiaramente che l’ago-
Metodologia sperimentale puntura può ridurre la tensione del muscolo liscio
Per registrare l’attività del muscolo è stato utiliz- nel tronco comune che sbocca nel duodeno e che
zato un apparecchio per l’elaborazione dei dati la pressione interna del dotto biliare viene ridotta.
fisiologici a quattro vie. È stato inserito un elettro- L’agopuntura, inoltre, facilita o favorisce l’espul-
do a forma di spillo nella vescicola biliare dopo sione di calcoli biliari riducendo, al tempo stesso,
aver esposto chirurgicamente il dotto biliare. I 2 il dolore causato dagli spasmi del muscolo liscio.
dispositivi sono stati poi collegati con un filo Concludendo, la tecnica descritta in questo artico-
conduttore e al paziente sono stati dati 15 minuti lo può essere efficace come coadiuvante nell’eli-
per stabilizzarsi. È stata poi registrata per 10 minazione dei calcoli biliari.
minuti l’attività mioelettrica dello sfintere di Oddì
sotto stimolazione elettrica del punto selezionato.

* Luzhou Medical College, Sichuan

39
Trattamento di 60 casi di disfunzione
dell’articolazione temporo-mandibolare applicando
l’agopuntura sul punto zusanli (36ST)
Cui Yunmeng *

A partire dal 1974 l’autore ha trattato 60 parte dei sintomi era scomparsa e i pazienti pote-
casi di disfunzione dell’articolazione vano aprire la bocca un cm in più rispetto a prima
temporo-mandibolare, pungendo il punto del trattamento; i restanti 6 casi sono migliorati, in
zusanli (ST 36) ed ottenendo risultati sod- quanto i sintomi erano in gran parte scomparsi e la
disfacenti. Segue un breve riassunto di que- funzionalità dell’articolazione temporo-
sti casi. mandibolare era migliorata rispetto a prima del
trattamento.
Dati generali
Dei 60 pazienti, 18 erano di sesso maschile e 42 di Caso esemplificativo
sesso femminile, con età variabile da 18 a 72 anni; Il paziente Zhang, di sesso maschile, di 22 anni, è
35 avevano da 21 a 35 anni. La durata minima venuto in ospedale il 3 dicembre 1981 per una
della malattia era di un giorno, quella massima di visita. Da 6 giorni accusava dolore al lato sinistro
15 anni e, in 35 casi, variava da 10 a 30 giorni. della mandibola e difficoltà nell’aprire la bocca. I
Tutti, nell’aprire la bocca, presentavano vari gradi sintomi erano: apertura massima della rima buccale
di difficoltà e dolore locale in corrispondenza di un centimetro, accentuazione del dolore duran-
dell’articolazione temporo-mandibolare con dif- te la masticazione, rossore e gonfiore in corri-
ficoltà e debolezza nella masticazione e rumori di spondenza dell’articolazione temporo-
scroscio. mandibolare sinistra, tumefazione locale e devia-
zione della mandibola verso il lato sinistro.
Per trattare il paziente è stato utilizzato il punto
Modalità terapeutiche zusanli (St 36) sinistro. Il paziente ha riferito che,
Sono stati utilizzati aghi filiformi, con diametro oltre alla sensazione locale di irritazione e disten-
variabile da 0.26 a 0.33 mm, nel punto zusanli (St sione, ha avvertito la sensazione di scossa, che si
36) dallo stesso lato della sintomatologia, usando irradiava anche al punto dolente. Dopo il primo
la tecnica di tonificazione-dispersione finché il ciclo di trattamento con agopuntura, il paziente
paziente non avvertiva la sensazione di scossa. era in grado di aprire la bocca di 2 cm, mentre,
L’ago è stato inserito per circa 1 cun di profondità dopo 3 cicli, la mandibola non era più deviata ed
e lasciato in sede dai 20 ai 30 minuti. erano scomparsi tutti i sintomi.

Efficacia della terapia


In media questo gruppo di pazienti ha ricevuto 3-
4 cicli di trattamento, con un minimo di 1 ed un
massimo di 6 in certi casi. Per 39 casi si è ottenuta
la guarigione, con la scomparsa di tutti i sintomi e
l’apertura normale della bocca; altri 15 casi sono
notevolmente migliorati, in quanto la maggior

* Tangshan Hospital of TCM, Hebei Province

40
Sanguinamento del punto weizhong (BL40)
per il trattamento della lombalgia acuta
Zhang Yuxi, Zhang Liying, Liu Heping, Lei Zhen *

Gli Autori hanno utilizzato la terapia del 30), juliao (GB 29), chengfu (BL 36) e weizhong
sanguinamento del punto weizhong (BL (BL 40).
40) per curare la lombalgia acuta con buoni Gruppo sottoposto a fisioterapia: sono state utiliz-
risultati, superiori a quelli ottenuti con zate delle onde elettromagnetiche condensate a
massaggio e fisioterapia, come riferito qui 100 Hz sui tessuti molli della regione lombare e
di seguito. sul punto weizhong (BL 40).

Dati clinici Criteri dell’efficacia terapeutica


Il gruppo di pazienti sottoposti a sanguinamento e risultati del trattamento
del punto weizhong (BL 40) era formato da 70 Con “guarigione” si intende la completa scompar-
persone, 61 erano di sesso maschile e 9 di sesso sa del dolore lombare, la ripresa del movimento e
femminile, con età compresa tra i 18 e i 65 anni e la capacità di svolgere una normale attività lavo-
durata della malattia variabile da poche ore a 7 rativa e fisica.
giorni. Con “miglioramento marcato” si intende una no-
Il gruppo di pazienti sottoposti a massaggio era di tevole diminuzione del dolore lombare, la ripresa
61 persone, 53 di sesso maschile e 8 di sesso del movimento, ma una persistente sensazione di
femminile, con età compresa tra i 21 e i 50 anni e fastidio nella regione lombare.
durata della malattia variabile da 1 a 5 giorni. Con “inefficacia” si intende la persistenza del
Il gruppo di pazienti sottoposti a fisioterapia era di dolore o del fastidio nella regione lombare, con un
62 persone, 49 di sesso maschile e 13 di sesso miglioramento trascurabile che ha reso necessa-
femminile, con età compresa tra i 18 e i 70 anni e rio un ulteriore trattamento.
durata della malattia variabile da 4 a 7 giorni. Dei 70 pazienti sottoposti a sanguinamento del
punto si sono avuti 30 casi di guarigione, 36 casi
di miglioramento marcato e 4 casi di inefficacia
Modalità terapeutiche dopo una sola seduta.
Gruppo sottoposto a sanguinamento del punto Dei 61 pazienti sottoposti a massaggio si sono
weizhong (BL 40): al paziente è stato chiesto di avuti, dopo un numero di sedute variabile da 1 a
assumere una posizione verticale con gli arti infe- 10, 16 casi di guarigione, 30 casi di miglioramento
riori estesi, i talloni ben appoggiati a terra, le mani marcato e 15 casi di inefficacia.
o i gomiti sul letto o sul tavolo. Dopo aver steriliz- Dei 62 pazienti sottoposti a fisioterapia si sono
zato la cute in corrispondenza del punto weizhong avuti, dopo un numero di sedute variabile da 1 a
(BL 40) con alcool 75%, con un ago triangolare, 10, 15 casi di guarigione, 25 casi di miglioramen-
si pungono bilateralmente le vene e si fanno uscire to marcato e 22 casi di inefficacia.
circa 2.5 ml di sangue.
Gruppo sottoposto a massaggio: è stato effettuato
un massaggio con manipolazione ai tessuti molli
della regione lombare e dei punti huantiao (GB

* Datong Railway Hospital, Datong

41
75 casi di obesità semplice trattati con agopuntura
auricolare e somatica
Tang Xiaofeng *

L’Autore ha utilizzato l’agopuntura 20), taichong (Liv 3), ganshu (BL 18), hegu (LI 4)
auricolare e somatica per curare l’obesità e shenshu (BL 23).
con risultati soddisfacenti, come riportato e. Gruppo con eccesso di alcolici. L’Autore ha
qui di seguito. selezionato i punti auricolari milza, stomaco, boc-
ca, polmone e quelli somatici zhongwan (CV 12),
liangqiu (ST 34), pishu (BL 20), sanyinjiao (SP
Dati clinici 6), quchi (LI 11) e fenglong (S^T 40).
La diagnosi di questi 75 casi è stata di obesità f. Gruppo con deficit della milza e alterata funzio-
semplice perché mancavano prove dell’esistenza ne di trasporto e di distribuzione dell’energia
di malattie primarie. L’età dei pazienti era com- nutritiva. L’Autore ha selezionato i punti auricolari
presa tra 17 e 65 anni; tra questi, 42 avevano da 17 sanjiao, milza, uretra e quelli somatici pishu (BL
a 30 anni, 16 da 31 a 40 anni e 17 da 41 a 65 anni. 20), shuifen (CV 9), zusanli (ST 36), zhangmen
Il peso corporeo variava da 58.5 a 110 Kg. (Liv 13), sanyinjiao (SP 6), diji (SP 8) e sanjiao-
shu (BL 22).
g. Gruppo con obesità post-partum. L’Autore ha
Metodo di trattamento selezionato i punti auricolari fame, sanjiao, pol-
mone e quelli somatici tianshu (ST 25), qihai (CV
1. I pazienti sono stati suddivisi in 7 gruppi, secon-
6), liangqiu (ST 34), diji (SP 8), shuidao (ST 28),
do le diverse sindromi cliniche, con conseguente
quchi (LI 11), neiting (ST 44) e neiguan (PE 6).
scelta differenziata dei punti.
2. Procedimento. L’Autore ha usato il cercapunti
a. Gruppo con eccesso di calore allo stomaco.
elettronico WQ-10B ed ha individuato i punti
L’Autore ha selezionato i punti auricolari fame,
auricolari di minor resistenza elettrica. In tali
sanjiao, uretra e quelli somatici neiting (ST 44),
punti ha inserito dei piccoli aghi a dimora e li ha
liangqiu (ST 34), zhongwan (CV 12), quchi (LI
fissati con dei cerottini. Il trattamento è stato
11), shangjuxu (ST 37) e jiexi (ST 41).
effettuato su ciascun orecchio alternativamente,
b. Gruppo con ostruzione interna da catarri e umi-
ogni 3 giorni; sui punti somatici, invece, il tratta-
dità. L’Autore ha selezionato i punti auricolari
mento è stato effettuato a giorni alterni, lasciando
milza, sanjiao, stomaco e quelli somatici baihui
gli aghi in sede per 30 minuti. Ogni ciclo di
(GV 20), neiguan (P 6), pishu (BL 20), sanyinjiao
trattamento è stato di 10 sedute. È stato effettuato
(SP 6), shuifen (CV 9) e fenglong (ST 40).
un secondo ciclo di sedute, se necessario, dopo un
c. Gruppo con secchezza intestinale e stipsi. L’Au-
intervallo di 2 giorni.
tore ha selezionato i punti auricolari intestino
3. Nei pazienti che non erano in sovrappeso ma
crasso, polmone, stipsi e quelli somatici dachan-
avevano adiposità localizzata all’addome, l’Au-
gshu (BL 25), tianshu (ST 25), daheng (SP 15),
tore ha utilizzato l’elettroagopuntura locale con il
shangjuxu (ST 37), zhigou (TE 6), zusanli (ST
set terapeutico G6805. I cavi di uscita sono stati
36), qihai (CV 6) e taixi (KI 3).
collegati agli aghi inseriti localmente per poi
d. Gruppo con liberazione dello yang di fegato.
inviare scariche elettriche continue di 180 cicli al
L’Autore ha selezionato i punti auricolari sanjiao,
minuto. L’intensità della corrente è stata regolata
fegato, depressore e quelli somatici fengchi (GB
secondo il grado di tolleranza del paziente.

Department of Acupuncture, the First Employees’ Hospital,


The General Logistics Department of the PLA, Wuhan

42
Valutazione dei risultati
Per valutare l’efficacia totale dopo 3 cicli di
trattamento, l’Autore ha riscontrato che, dei 75
casi, il peso era calato da 1.5 a 2.5 Kg in 35 casi,
da 3 a 5 Kg in 26 casi e da 5.5 a 10 Kg in 5 casi. Per
9 casi il trattamento è stato considerato inefficace
in quanto il peso era calato meno di 1.5 Kg. La
percentuale di efficacia totale è stata dunque
dell’88%.

43
268 casi di miopia trattati con iniezioni e stimolazioni
con semi di Vaccaria nei punti auricolari
Yang Cangliang, Hu Ling, Zhu Fang * Li Limei **

La miopia può essere congenita o causata 2. Stimolazione con i semi di Vaccaria: sono stati
da cattive abitudini nell’uso della vista. Gli selezionati come punti auricolari principali: fega-
Autori hanno ottenuto dei buoni risultati to, occhio, oculus-1, oculus-2 e neo-occhio; sono
nel trattamento della miopia con iniezioni stati aggiunti anche: rene, milza, cuore, simpati-
di estratto placentare e stimolazione con co, shenmen, pancreas-bile, myopia-1, myopia-2,
semi di Vaccaria nei punti auricolari, come myopia-3 e myopia-4. Gli Autori hanno fissato un
riportato di seguito. seme di Vaccaria su ogni punto selezionato con un
cerottino, poi li hanno stimolati per circa 10 volte
con pollice e indice per provocare una sensazione
Dati clinici locale di dolore e distensione. Hanno iniziato
3 gruppi di pazienti miopi, con acuità visiva dall’orecchio posto sullo stesso lato dell’occhio
variabile da 0.2 a 9 decimi, sono stati trattati in più miope, proseguendo con l’altro orecchio a
modi diversi per confrontare gli effetti terapeutici. giorni alterni; ogni ciclo è durato 20 giorni. Hanno
Il Gruppo 1, formato da 268 pazienti (512 occhi), consigliato ai pazienti di premere i semi da soli a
è stato curato con iniezioni di estratto placentare casa almeno 6 volte al giorno e di curare partico-
e con la stimolazione dei punti auricolari selezio- larmente l’igiene degli occhi. Durante il tratta-
nati per mezzo di semi di Vaccaria trattati. Il mento hanno consigliato inoltre di interrompere
Gruppo 2, formato da 178 pazienti (346 occhi), è l’uso degli occhiali.
stato curato solamente con la stimolazione con Nota: preparazione dei semi di Vaccaria trattati.
semi di Vaccaria trattati. Il Gruppo 3, formato da Ingredienti:
103 pazienti (205 occhi), è stato curato solamente semen Vaccariae 1000g
con la stimolazione con semi di Vaccaria non rhizoma Acori Graminei 30g
trattati. radix Aconiti praeparata 30g
Borneolum syntheticum 3g
Canfora 3g
Modalità terapeutiche Con il rhizoma Acori graminei e la radix Aconiti
praeparata è stato preparato per due volte un
1. Iniezioni: gli Autori hanno localizzato i punti decotto fino ad ottenere un filtrato di 1 litro in cui
auricolari neo-occhio, oculus 1 e oculus 2; hanno sono stati immersi i semi di Vaccaria per 24 ore.
disinfettato la pelle, come di routine, con tintura di I semi sono stati poi tolti e messi ad asciugare
iodio al 2% e alcool al 75%. Usando una siringa da all’ombra. Il Borneolum syntheticum e la canfora
5 ml, con un ago di misura 4 o 5, hanno iniettato sono stati sciolti in 50 ml di alcool al 95%. A
per via sottocutanea a giorni alterni sull’orecchio questo composto sono stati poi aggiunti e mesco-
destro e sinistro una quantità da 0.2 a 0.4 ml di lati i semi essicati di Vaccaria in modo che
estratto placentare (disponibile in commercio) in assorbissero il composto stesso. I semi sono stati
ogni punto auricolare selezionato. Dopo le inie- poi sistemati in un contenitore chiuso, pronti
zioni hanno esercitato una pressione sui punti con all’uso.
del cotone idrofilo per evitare emorragie o perdite
di estratto placentare.
Risultati
* Clinic of Ningxia Military Region, PLA, Yinchuan 1. Criteri di valutazione del trattamento.
** Ningxia Institute of Traditional Chinese Medicine Guarigione: acuità visiva aumentata fino a 10

44
decimi o più; notevole miglioramento: acuità vi- terapia dipende dalla gravità della miopia. I mi-
siva aumentata di 3 o più decimi, ma non fino a 10; gliori risultati si hanno nei casi meno gravi. La
miglioramento: acuità visiva aumentata di 1-2 miopia con una acuità visiva uguale o superiore a
decimi; inefficacia: nessun miglioramento 2 decimi ha buone possibilità di guarigione.
dell’acuità visiva dopo la cura. 4. Efficacia della terapia in rapporto al numero di
2. Risultati del trattamento. cicli di sedute.
Dopo 1 o più cicli di cura, su 512 occhi del Gruppo Dei 512 occhi miopi del Gruppo 1, 438 hanno
1. 65 (12.7%) erano guariti, 170 (33.2%) erano ricevuto meno di un ciclo di sedute, 56 ne hanno
notevolmente migliorati, 237 (46.3%) erano mi- avuti 2 e 18 ne hanno avuti più di 3. La percentuale
gliorati e 40 (7.8%) non avevano ottenuto alcun totale di efficacia non era collegata in modo signi-
miglioramento. La percentuale totale di efficacia ficativo al numero di cicli effettuati. Tuttavia, il
era del 92.2%. Per i 346 occhi del gruppo 2, la numero di casi “notevolmente migliorati” aumen-
percentuale totale di efficacia era dell’89.9%. Per tava, in effetti, con un numero maggiore di cicli di
i 205 occhi del Gruppo 3 era del 49.8%. sedute.
3. Efficacia della terapia in rapporto alla gravità 5. Efficacia della terapia in rapporto all’età.
della miopia. La cura dava ovviamente dei risultati migliori nei
L’analisi dei dati dimostra che l’efficacia della pazienti più giovani.

Tabella. Risultati del trattamento

Gruppo N° casi N° occhi Occhi Occhi Occhi Occhi non


guariti notevolmente migliorati migliorati
migliorati

Gruppo I 268 512 65 (12.7%) 170 (33.2%) 237 (46.3%) 40 (7.8)%


Gruppo II 178 346 23 (6.6)

Discussione sitivi nella cura di affaticamento, debolezza costi-


tuzionale e malattie croniche degli occhi. Secon-
Basandosi sul fatto che la stimolazione sui punti
do la medicina tradizionale cinese, la placenta
auricolari con i semi di Vaccaria dava dei risultati
tonifica il qi, nutre il sangue, dona energia al corpo
certi nella cura della miopia, gli Autori hanno
e corregge il deficit congenito di qi e sangue.
cercato di rendere più efficace la cura con iniezio-
Gli Autori credono che i buoni risultati della loro
ni di estratto placentare e stimolazioni con semi di
nuova terapia siano dovuti al sinergismo di ago-
Vaccaria trattati. I risultati sono stati decisamente
puntura, stimolazione coi semi e medicamento
positivi.
usato per la tonificazione del qi e del sangue.
L’estratto placentare viene usato con risultati po-

45
Terapia della periartrite scapolo-omerale con
craniopuntura
resoconto di 210 casi
Jia Huaiyu*, Li Qiaoju**

Negli ultimi anni gli Autori hanno utilizza- xuanli (GB 6). Ai pazienti che accusavano dolore
to la craniopuntura come terapia per la cura soprattutto nella regione anteriore della spalla è
di 210 casi di periartrite scapolo-omerale stato inserito un secondo ago nello stesso punto,
con risultati soddisfacenti. Questa modali- davanti al primo, in modo da formare con que-
tà ha il vantaggio di essere semplice nella st’ultimo un angolo di 45° (come mostra la figura
scelta dei punti, facile nelle manipolazioni, 1). Ai pazienti con dolore soprattutto nella regio-
rapida e stabile nei risultati, con un disagio
minimo per il paziente.

Dati generali
Dei 210 pazienti, 28 presentavano periartrite
bilaterale, quindi, in totale, sono state curate 238
spalle. 51 pazienti erano di sesso maschile e 159
di sesso femminile, con età variabile da 36 a 84
anni; 168 casi (80%) rientravano nella fascia di età
dai 45 ai 55 anni. La durata della malattia variava
da 10 giorni a 9 anni e tutti i pazienti presentavano
i sintomi tipici del disturbo.

Modalità terapeutiche
Selezione delle linee sul cranio
In conformità alla nomenclatura standard WHO
per la craniopuntura è stata localizzata la linea
anteriore obliqua che va dal vertice del capo alla
regione temporale (MS6), controlateralmente nei
pazienti con patologia unilaterale e bilateralmente
ne posteriore della spalla il secondo ago è stato
nei pazienti con patologia bilaterale.
inserito dietro al primo, in modo da formare con
Agopuntura e manipolazioni
quest’ultimo un angolo di 45° (vedi la figura 2).
Dopo aver fatto sedere il paziente è stato localiz-
Gli aghi sono stati manipolati, sollevandoli rapi-
zato, per infiggere l’ago, il punto di unione del 2/
damente e con forza per non più di 3 mm e poi
5 superiori con il 3/5 inferiori della linea MS6. Un
approfondendoli di nuovo. La manipolazione è
ago filiforme di acciaio inossidabile, con 0,3 mm
continuata finché non si sono avuti i primi risulta-
di diametro e 40 mm di lunghezza, è stato inserito
ti. Al paziente è stato suggerito di rilassarsi, con-
rapidamente lungo la linea MS6 con un angolo di
centrandosi tuttavia sulla spalla interessata e di
15-30°, fino a pungere l’aponevrosi e poi, paralle-
ruotare il braccio avanti, indietro, in alto e in
lamente alla superficie cutanea per 30 mm verso
basso. Dapprima i movimenti sono stati lenti e
limitati in ampiezza, per poi aumentare di esten-
* People’s Hospital, Dongming County, Shandong Province
** Department of Acupuncture and Moxibustion, Hospital of sione e intensità a seconda della soglia di soppor-
Jincheng Mining Bureau, Shanxi Province tazione del paziente. Per i pazienti con patologia

46
risultata inefficace. La percentuale totale di effi-
cacia è stata del 98,6%.

Discussione
Il 2/5 centrali della linea obliqua anteriore che va
dal vertice del capo alla regione temporale (da
utilizzare per la terapia con craniopuntura) sono la
zona scelta per il trattamento delle patologie arti-
colari agli arti superiori. Inserendo 2 aghi incro-
ciati a 45°, viene notevolmente aumentata la sen-
sazione di corrente. Anche la rapida manipolazio-
ne di sollevamento simultaneo dei 2 aghi produce
un forte stimolo che favorisce l’effetto analgesi-
co, sebbene il 95% dei pazienti non provi alcun
dolore durante il trattamento.
Durante la manipolazione degli aghi, viene consi-
gliato al paziente di concentrarsi sulla spalla inte-
ressata e, al tempo stesso, di effettuare degli
esercizi che aiutino a condurre la sensazione di
corrente verso il punto interessato, per ottenere
rapidi risultati di guarigione. Nei casi di patologia
di vecchia data, in cui si sono formate aderenze
di vecchia data e aderenze nell’articolazione, un nell’articolazione, un assistente fa compiere al
assistente ha dovuto massaggiare la spalla e muo- paziente dei movimenti passivi alla spalla per
verla passivamente in tutte le direzioni. favorire lo scioglimento delle aderenze e liberare
La craniopuntura è stata effettuata solitamente l’articolazione con il recupero delle funzioni.
ogni 1-2 giorni. L’ago è stato manipolato per Osservazioni cliniche hanno dimostrato che circa
almeno 5 minuti, ogni volta per 2-3 volte, prima di il 90% dei pazienti ottiene un alleviamento istan-
lasciarlo in sede per 1-2 ore. Nei pazienti che taneo del dolore, con evidente miglioramento dei
accusavano forti dolori durante la notte, gli Autori movimenti dando loro fiducia per le ulteriori
hanno preferito lasciare l’ago in sede 24-48 ore, sedute terapeutiche.
suggerendo loro di effettuare, nel frattempo, mo- La manipolazione saltuaria degli aghi mentre
vimenti con il braccio e la spalla dolenti. Ogni sono in sede favorisce e stabilizza gli effetti cura-
ciclo di trattamento è stato di 7 sedute. tivi. Nei casi di forte dolore notturno, gli aghi
vengono lasciati in sede per tutta la notta per lenire
il dolore durante il riposo.
Valutazione dei risultati Nelle periartriti acute dovute ad aggressione da
freddo il trattamento con craniopuntura ha effetti
1. Criteri di valutazione dei risultati positivi; di solito guariscono con 3-5 sedute. Nei
I pazienti sono stati considerati guariti quando, casi cronici con aderenze alle articolazioni sono
dopo un ciclo di sedute, il dolore era svanito e si invece necessarie più sedute per ottenere la guari-
era ripristinata la normale mobilità nell’articola- gione.
zione della spalla. Sono stati considerati decisa-
mente migliorati quando il dolore si era notevol-
mente ridotto, la mobilità dell’articolazione era
ancora parzialmente compromessa e i pazienti
erano in grado di effettuare movimenti di ampiez-
za normale con poco dolore. Sono stati considera-
ti migliorati quando il dolore era ridotto ed i
movimenti dell’articolazione erano migliorati. La
terapia è stata considerata inefficace quando sono
rimasti tutti i sintomi dopo 1 ciclo di trattamento.
2. Risultati del trattamento
Dei 210 pazienti, 152 (72,4%) sono guariti, 31
(14,8%) sono decisamente migliorati, 24 (11,4%)
sono migliorati, mentre per 3 (1,4%) la terapia è

47
Trattamento del singhiozzo con agopuntura
al sifeng medio
Qi Yue *

L’Autore si riferisce al punto sifeng (extra Caso esemplificativo


29) del dito medio, indicandolo con “sifeng
Il Signor Yin XX di 61 anni si è presentato per un
medio”. Ha scoperto che l’agopuntura ef-
singhiozzo che durava da un mese e mezzo. I
fettuata su questo punto guarisce dal sin-
sintomi duravano tutto il giorno e il paziente
ghiozzo.
provava un senso di costrizione al petto. Aveva
La scoperta dello speciale effetto terapeuti-
buon appetito e godeva in generale di buona
co di questo punto sul singhiozzo è avvenu-
salute. Aveva avuto attacchi simili 6 mesi prima
ta per puro caso. Un uomo di 57 anni si è
ed anche nel passato ed era stato curato con
presentato il 13 ottobre 1969 con una tume-
medicine e agopuntura.
fazione dolente sul dito medio della mano
Nel suo caso sono stati selezionati i punti sifeng
destra, che gli impediva di fletterlo o esten-
medi bilaterali per effettuare l’agopuntura con la
derlo, aveva inoltre il singhiozzo. Seguen-
tecnica della dispersione. Gli aghi sono stati poi
do il principio di scegliere il punto dolente,
lasciati in sede per 30 minuti. 30 minuti dopo il
l’Autore ha localizzato il punto sifeng nel
trattamento i sintomi si erano alleviati, con una
dito medio destro e vi ha infisso l’ago; lo ha
lieve ricaduta nel pomeriggio, che ha richiesto
manipolato per 3 minuti, poi lo ha lasciato
un’altra seduta di agopuntura. Il paziente è risul-
in sede per 20 minuti. Il singhiozzo, che
tato completamente guarito senza recidive alla
durava da più di due mesi ed era refrattario
visita di controllo effettuata un mese dopo.
a qualsiasi trattamento, è improvvisamente
cessato ed il paziente ha sentito sollievo al
petto. Stupito dalla guarigione, l’Autore ha
effettuato lo stesso trattamento sulla mano
sinistra, poi lo ha ripetuto per altri 2 giorni.
Il singhiozzo non è più tornato. L’Autore
ha effettuato questo trattamento su altri
pazienti con risultati simili.

Modalità terapeutiche
Un ago filiforme lungo 1 cun è stato infisso nel
sifeng medio in direzione del palmo della mano
fino a raggiungere il periostio. L’ago è stato
manipolato e poi lasciato in sede per 20-30 minuti,
durante i quali è stato ruotato per un paio di minuti
ogni 5 minuti.

* Department of Acupuncture, College of Overseases


Education, Xiamen University, Xiamen

48
Trattamento dello spasmo facciale con martelletto
a fiore di pruno e coppettazione
Lu Fan*

Lo spasmo facciale è una patologia fre- come di routine, con alcool e poi percosso con il
quente caratterizzata da contrazioni invo- martelletto a fiore di pruno fino a far uscire delle
lontarie irregolari unilaterali dei muscoli minuscole gocce di sangue. A questo punto si
facciali. Può essere provocata da effettua la coppettazione per 10 minuti, poi si
intossicazioni, infezioni, traumi o paralisi toglie la coppetta e si pulisce il sangue con del
facciali di lunga data che non sono state cotone imbevuto di alcool. Il trattamento viene
curate in modo adeguato. Le libagioni, la ripetuto 1-2 volte alla settimana. L’agopuntura
frustrazione o la rabbia possono far precipi- viene effettuata sul punto shenmai (BL 62) e su
tare degli attacchi periodici. Il trattamento quelli di supporto a giorni alterni con aghi filiformi,
della patologia non è mai stato soddisfa- che vengono lasciati in sede per 20-30 minuti.
cente. Da molti anno l’Autore, basandosi
sul principio terapeutico del drenaggio dei
meridiani e della riduzione delle stasi, ha Caso esemplificativo
adottato il martelletto a fiore di pruno e la Il Sig. Xu XX di Hong Kong, di 61 anni, accusava
coppettazione per il trattamento del distur- da 6 mesi un tic involontario alla palpebra dell’oc-
bo con risultati piuttosto soddisfacenti, come chio sinistro. In apparenza non c’era stata alcuna
riportato qui di seguito. causa scatenante, anche se il paziente era stato in
precedenza un bevitore e fumatore.
Il trattamento con vitamine e sedativi non aveva
Modalità terapeutiche portato alcun risultato e il disturbo era peggiorato
1. Selezione dei punti: fengchi (GB 20) e shenmai col tempo.
(BL 62) sul lato interessato. All’esame obiettivo è stata riscontrata una contra-
2. Punti di supporto: In caso di stagnazione di qi zione frequente dei muscoli facciali sinistri, in
del fegato e iperattività di yang del fegato con particolare i palpebrali superiore ed inferiore e
differenziazione dei sintomi, viene aggiunto il quelli dell’angolo della bocca, quando il paziente
punto zulinqi (GB 41), utilizzando la tecnica della parlava. Questi spasmi erano più attenuati al mat-
dispersione, per ridurre lo yang del fegato. In caso tino e si aggravavano al pomeriggio con 10-15
di carenza di yin di fegato e dei reni con liberazio- attacchi al giorno, che duravano da alcuni a più di
ne di vento interno del fegato viene aggiunto il 10 minuti. Il paziente dormiva male ed era nervo-
punto taixi (KI 3), utilizzando la tecnica della so, con vampate al volto, sensazione di secchezza
tonificazione per nutrire sangue e muscoli. In caso agli occhi e malumore. Appetito e movimenti
di ritenzione interna di calore e umidità che, di intestinali erano normali, l’urina era leggermente
conseguenza, producono vento, viene aggiunto il gialla. La lingua aveva un colore più scuro ai
punto neiting (ST 44) per eliminare il calore ed bordi, con petecchie, il polso era teso e filiforme.
espellere l’umidità. Per il trattamento sono stati dapprima selezionati
3. Manipolazioni: Il paziente viene fatto coricare i punti hegu (LI 4), taixi (KI 3), taichong (LR 3),
sul lato sano in modo da esporre il punto fengchi zusanli (ST 36) e sanyinjiao (SP 6); l’ago è stato
(GB 20) dell’altro lato. Il punto viene disinfettato, infisso a poca profondità. Dopo due settimane di
trattamento non si vedeva ancora alcun risultato.
L’Autore è allora ricorso alla percussione con il
* Department of Acupuncture, College of Overseases martelletto a fiore di pruno e alla coppettazione.
Education, Xiamen University, Xiamen Alla prima seduta sono stati estratti circa 3 ml di

49
sangue color porpora scuro con la coppettazione altre terapie di supporto come indicato sopra, a
ed il paziente ha avvertito un alleviamento dei seconda dei diversi sintomi. L’utilizzo del martel-
sintomi durante la notte stessa. Alla terza seduta il letto a fiore di pruno e della coppettazione parte da
sangue era diventato rosso vivo ed i sintomi erano questo principio. In effetti la percussione con il
di gran lunga migliorati. Considerando il fatto che martelletto a fiore di pruno e la suzione con la
il paziente era avanti con gli anni, l’agopuntura coppettazione rimuovono il sangue stagnante nei
con aghi filiformi nei punti selezionati è stata meridiani principali e nei collaterali che, liberati
protratta per 1 mese per consolidare i risultati. Il dalle ostruzioni, lasciano scorrere liberamente il
paziente non ha avuto recidive fino al controllo qi, il sangue e quindi il nutrimento per i muscoli.
effettuato dopo 6 mesi. 2. La localizzazione degli spasmi facciali è stret-
tamente collegata ai meridiani yang dei livelli
energetici shao yang e yang ming. Lo yang qiao è
Discussione un meridiano curioso, collegato con shao yang e
Il meccanismo patologico dello spasmo facciale, yang ming, ed ha dunque un ruolo nella patogenesi
dovuto sia a fattori endogeni che esogeni, è provo- dello spasmo facciale. Seguendo le direttive di
cato dal movimento disarmonico del qi lungo i ricorrere ai meridiani curiosi per trattare le pato-
meridiani. Questo provoca un flusso sanguigno logie croniche di lunga data, l’Autore ha selezio-
rallentato nei meridiani principali e nei collaterali nato fengchi (GB 20) e shenmai (BL 62) come
con la conseguente malnutrizione dei muscoli. punti principali per il trattamento poiché sono il
Partendo da questo presupposto, il trattamento si punto iniziale e terminale del meridiano curioso
basa sulla riduzione del ristagno, per ripristinare il yang qiao. In tal modo ha ottenuto dei risultati
libero flusso nei meridiani, in combinazione con soddisfacenti.

50
Applicazione clinica del punto renying (ST9)
Zhong Jishang*

Il punto renying (ST 9) appartiene al meri- dello G6805, con emissione di corrente continua,
diano dello stomaco e allo yang ming del per provocare contrazioni ritmiche senza creare
piede. Gli antichi medici sentivano il polso disagio al paziente. Dopo 5 minuti la sensazione
in questo punto per diagnosticare le patolo- di corrente ha cominciato a propagarsi lungo il
gie degli organi interni. La pratica ha dimo- meridiano del grosso intestino dello yang ming
strato che l’agopuntura in questo punto della mano, partendo dal lato della spalla fino
allevia molti disturbi. Data la sua vicinanza all’estremità distale dell’indice e del medio della
con l’arteria carotide comune, l’agopuntu- mano. La sensazione di corrente si è propagata
ra effettuata in modo incauto può dare delle anche lungo il meridiano dello stomaco dello
conseguenze. Nel corso degli anni l’Autore yang ming del piede fino alla punta dei piedi.
ha utilizzato l’agopuntura intradermica in Dopo 10 minuti, la sensazione di corrente ha
questo punto con buoni risultati e con la raggiunto tutte 5 le dita, con un notevole miglio-
massima sicurezza. Ecco alcuni esempi. ramento della cianosi ed una diminuzione del
torpore. La stimolazione elettrica è stata interrotta
dopo 20 minuti, lasciando però l’ago in sede con
Malattia di Raynaud un cerotto. Il trattamento è stato ripetuto una volta
Il signor Cui XX, di 37 anni, soffriva da 3 anni di al giorno e la malattia è guarita dopo 14 sedute.
freddo intenso e senso di torpore alle mani e ai
piedi, con cianosi. Gli attacchi, dapprima intensi
e frequenti nella stagione fredda e leggeri in quella Ipertensione arteriosa
calda, negli ultimi 2 anni erano diventati frequenti La signora Wu XX, di 63 anni, soffriva da due
anche nella stagione calda. anni di vertigini, senso di pesantezza alla testa,
Esame obiettivo: mani e piedi erano cianotici e scarsa memoria, irritabilità, vampate al volto,
freddi, ma la sensibilità tattile, nocicettiva e termi- insonnia, tinnitus, eruttazioni e distensione
ca erano conservate. Non c’erano anomalie di addominale. La lingua era rossa, con una patina
sviluppo né atrofia muscolare; la tonicità musco- bianca, il polso era teso e filiforme. La pressione
lare era normale; le unghie si spezzavano facil- era 170/90 mmHg, l’ECG era normale ed i lipidi
mente, la lingua era pallida, con una patina sottile, del sangue rientravano nei valori normali.
il polso profondo e filiforme. Trattamento: un ago intradermico del tipo dispo-
Trattamento: al paziente, steso in posizione supi- nibile in commercio è stato infisso bilateralmente
na, è stato inserito, appena sotto la cute, verso il nel punto renying (ST 9) e fissato con un cerotto.
pomo d’Adamo, un lungo ago filiforme da 1 cun, Dopo 3 giorni tutti i sintomi erano migliorati e la
intradermico, preparato dall’Autore stesso. Al- pressione era passata a 140/80 mmHg. Dopo 6
l’ago era stato tolto il manico e recisa l’estremità giorni i sintomi erano ulteriormente migliorati e la
in modo da formare un anello. L’ago era così più pressione era 130/60 mmHg. A quel punto l’ago è
lungo e più spesso di quelli intradermici disponi- stato tolto. Alla visita di controllo, effettuata dopo
bili. Per aumentare la stimolazione, l’Autore ha 6 mesi, la pressione era 110/60 mmHg e la pazien-
collegato all’ago un apparecchio terapeutico mo- te si sentiva bene.

Laringite cronica
* Hai’an County Hospital of Traditional Chinese Medicine,
Jiangsun Province La signora Deng XX, di 45 anni, accusava da oltre

51
un anno prurito e secchezza alla gola, con tosse,
sensazione di corpo estraneo e leggera dolenzia,
specialmente dopo aver parlato a lungo o dopo
esposizione al freddo. Diverse medicine occiden-
tali e cinesi non le avevano portato alcun giova-
mento.
Esame obiettivo: la mucosa laringea era conge-
stionata e ipertrofica, con dilatazione dei vasi
sanguigni e follicoli linfatici ingrossati e riuniti a
grappolo. L’ugola era allungata.
Trattamento: alla paziente, stesa in posizione su-
pina, è stato inserito un ago filiforme da 1 cun nel
punto renying (ST 9) appena sotto la cute verso il
pomo d’Adamo. L’ago non è stato manipolato. È
stato utilizzato un apparecchio terapeutico mo-
dello G6805 per inviare all’ago corrente continua
tale da provocare delle contrazioni locali per 20
minuti all’intensità tollerata dalla paziente. Il trat-
tamento è stato effettuato una volta al giorno,
ottenendo la guarigione della paziente dopo 9
sedute.

Cefalea angioneurotica
Il signor Xue XX, di 38 anni, soffriva di mal di
testa da più di 10 anni. Gli attacchi insorgevano
spesso in concomitanza a stress mentale o affati-
camento fisico ed erano localizzati in particolare
nella regione temporale destra. Il dolore era con-
tinuo e pulsante, con esacerbazioni parossistiche
quando colpiva entrambe le regioni temporali,
con vertigini, nausea e scomparsa dell’appetito.
La diagnosi formulata da un neurologo era di
cefalea angioneurotica. L’ultimo attacco era ini-
ziato con veemenza 5 giorni prima, provocato da
stress emotivi ed il paziente non aveva tratto
giovamento né dall’agopuntura né dalle medici-
ne. La lingua era rossa, con una patina biancastra
e il polso era filiforme e debole. La pressione era
120/80 mmHg.
Trattamento: un ago intradermico disponibile in
commercio è stato inserito nel punto renying (ST
9) bilateralmente. Con l’apparecchio terapeutico
G6805 è stata inviata della corrente continua ad
un’intensità tollerata dal paziente. Dopo 15 minu-
ti il mal di testa era sparito e la corrente è stata
interrotta. Gli aghi sono stati lasciati in sede e
fissati con dei cerotti. Il trattamento è stato effet-
tuato quotidianamente. Dopo 3 giorni erano scom-
parsi tutti i sintomi. Gli aghi sono stati tolti e non
si sono registrate recidive alla visita di controllo
effettuata 2 anni dopo.

52
Studio sperimentale sull’effetto dell’agopuntura nello
shock emorragico
Song Xiaoge, Tang Zhaoliang, Hou Zhengming, Zhu Shunli*

È stato osservato l’effetto dell’infissione ed i conigli vengono fissati per il dorso. Sono
del punto neiguan (6PE) sulla regolazione posizionati elettrodi cardiaci di tipo RGA-5 in
dello shock emorragico in 90 conigli. Tutti quattro punti.
i risultati suggeriscono che l’infissione del Sono inserite cannule nelle due arterie femorali,
punto neiguan sia in grado di alzare la sia per provocare il sanguinamento, che per misu-
pressione arteriosa, proteggere la funzione rare la pressione arteriosa, si coagula il sangue con
inotropa cardiaca, correggere i disturbi del- eparina allo 0.3% (3ml/Kg), con la tracheotomia
la secrezione e del metabolismo dei fattori si connette l’animale al respiratore artificiale e si
umorali, ridurre la viscosità a livelli norma- rilascia la muscolatura con gallamine
li, in modo da realizzare un effetto anti- triethiodidum. L’elettrocardiogramma, il
shock emorragico. Questo studio è avvalo- cardiofonogramma, le differenti onde di impe-
rato da basi scientifiche per esporre il mec- denza cardiaca (dz/dt) e la pressione arteriosa
canismo anti-shock dell’agopuntura. femorale (il trasduttore è del tipo MPV-5) sono
In generale, l’agopuntura è una metodica ricondotti ad un apparecchio di tipo RM-86 a
efficace nel trattamento d’emergenza dello quattro uscite.
shock emorragico. Per esporre il meccani- Il sanguinamento dell’arteria femorale porta il
smo anti-shock dell’agopuntura, sono state calo pressorio a 50mm Hg entro 5 minuti e man-
usate moderne metodologie mediche, atte tiene tale valore per 30 minuti. Abbiamo control-
ad osservare gli effetti dell’agopuntura sul- lato e misurato alcuni indici nei due gruppi di
la regolazione degli sbalzi pressori, sulla conigli: prima dell’esperimento, 30 e 60 minuti
funzione della pompa cardiaca, sulla dopo lo shock. I conigli sottoposti al trattamento
viscosità ematica, sull’angiotensina II (A con agopuntura ricevevano una corrente di 100Hz
II), su un polipeptide natriuretico atriale con un’onda quadra di 5-30V al punto neiguan
(ANP) e sui fattori umorali presenti negli bilateralmente per 30 minuti.
animali sottoposti a shock emorragico. I
risultati dimostrano una base scientifica
dell’agopuntura nell’azione anti-shock. RISULTATI

1. Effetti dell’agopuntura sulle modificazioni del-


METODO la pressione arteriosa successiva a shock
emorragico (su conigli).
Modalità dell’esperimento Prima dello shock emorragico, la pressione
Sono usati 90 conigli di entrambi i sessi, con peso arteriosa è entro livelli normali, 30 minuti dopo lo
medio di 2.3±0.2 Kg. I conigli sono divisi, in shock non c’è differenza tra i due gruppi (P>0.05).
modo randomizzato, in due gruppi (uno di con- Trascorsi 60 minuti dallo shock, il gruppo trattato
trollo ed uno trattato con agopuntura). Gli animali con agopuntura presenta un rialzo pressorio che
sono anestetizzati per via endovenosa con urethra da 43±8 mm Hg passa a 87± mm Hg (tab. 1). I
al 25%, viene rasato il pelo del collo, dorso e petto risultati dimostrano che l’agopuntura può alzare
la pressione e quindi esercitare un effetto anti-
shock.
* Institute of Acupuncture and Meridians, Anhui College of 2. Effetti dell’agopuntura sulla pompa cardiaca in
Traditional Chinese Medicine, Hebei conigli con shock emorragico.

53
La funzionalità della pompa cardiaca migliora biano nei due gruppi: i contenuti di A II, ANP, 6-
significativamente nel gruppo trattato con ago- K-P sono aumentati nel gruppo di controllo (se
puntura rispetto all’altro di controllo; in quest’ul- confrontati con il periodo pre-shock tabella 1).
timo gruppo, infatti, la funzione della pompa Nel gruppo trattato con agopuntura, tutti gli indici
cardiaca si esaurisce e lo shock provoca effetti più diminuiscono in maniera significativa, tendendo
gravi. alla normalità. I risultati dimostrano che l’ago-
Nel gruppo trattato con agopuntura, la SV aumen- puntura è in grado di regolarizzare le modificazioni
ta, passando da 0.41±0.16 ml a 0.73±0.12 ml; si dei fattori umorali in corso di shock emorragico.
tratta di una differenza significativa, se paragona- 4. Effetti dell’agopuntura sulla viscosità del san-
ta a quella riscontrata nel gruppo di controllo. I gue in corso di shock emorragico su conigli.
risultati dimostrano che l’agopuntura è in grado di La tabella 2 dimostra che nel gruppo di controllo
proteggere la pompa cardiaca nello shock la viscosità sanguigna diminuisce in maniera mar-
emorragico. cata, mentre tende a normalizzarsi nel gruppo
3. Effetti dell’agopuntura sui fattori umorali du- trattato con agopuntura. L’indice P diminuisce
rante lo shock emorragico nei conigli. significativamente (P<0.05).
Dopo lo shock emorragico, i fattori umorali cam-

Tabella 1. Effetti dell’agopuntura nella regolazione dei fattori umorali nei conigli con scock emorragico

60’ dopo lo shock


Prima dello shock 30’ dopo lo shock

C. G A.G

A II pg/ml 23.77±1.01 54.68±18.78 77.89±2.59 48.28±3.64 **


ANP pg/ml 275.41±112.91 751÷65±324.58 1100.77±248.32 773.69±242.78 **
5-HT µg/ml 0.65±0.34 0.98±0.52 1.39±0.83 0.87±0.37 *
Hm µg/ml 0.25±0.05 0.35±0.09 0.36—0.08 0.27±0.05 *
6-K-P pg/ml 133.72±51.49 317.02±33.12 224.67±20.12∆
TXB2 pg/ml 99.04±10.79 219.85±22.84 152.11±24.59∆

Note: confronto con il gruppo di controllo *P < 0.05, ** P<0.01, ∆P <0.001, C.G. = gruppo di controllo, A.G. = gruppo
agopuntura

Tabella 2. Modifiche e paragoni della viscosità del sangue prima e dopo schock emorragico

Gruppo di controllo Gruppo agopuntura

Normalità Shock Normalità Shock

HCT 36±3.07 28.25±3.29∆ 36.25±2.81 30.17±3.93


nb 3.55±0.37 2.94±0.42∆ 3.7±0.39 3.18±0.37
np 1.54±0.10 1.42±0.07∆ 1.55±0.07 1.49±0.09 *

Note: shock confrontato con la normalità ∆P < 0.001, * P < 0.05

DISCUSSIONE è stato provocato uno shock emorragico: la P.A.


rimane a valori intorno al 75% di quelli normali,
Esistono molti lavori che prendono in esame la PP si innalza, il sangue continua ad irrorare gli
l’azione anti-shock del punto renzhong. In questo organi importanti.
lavoro è stato analizzato il risultato che l’infissione Abbiamo anche osservato in un altro lavoro, la
del punto neiguan ha nell’aumentare la pressione, differenza di risultato all’infissione di un punto di
dopo 30 minuti dalla stimolazione, in conigli dove agopuntura rispetto all’infissione di un non punto;

54
i risultati mostrano che l’infissione di neiguan ha cerca di ristabilire un equilibrio dinamico del
uno specifico effetto nell’alzare la P.A., riducen- corpo e delle funzioni cellulari tissutali.
do le resistenze dei vasi sanguigni periferici ed
aumentando la portata plasmatica. I risultati mo-
strano una certa fiducia nell’infissione mirata dei
punti di agopuntura nella terapia dello shock. Per
quanto riguarda il meccanismo indotto dall’ago-
puntura in grado di provocare un rialzo pressorio,
molti lo collegano alla stimolazione dei nervi
afferenti e delle fibre muscolari degli organi di
senso. È stato visto come, attraverso la stimola-
zione, si possa modificare la soglia di recettori
sensoriali muscolo-scheletrici in grado di provo-
care un riflesso cardiaco e vascolare, con conse-
guente aumento pressorio. Questo meccanismo di
incremento pressorio tramite agopuntura viene
sfruttato nell’azione anti-shock.
La nostra passata ricerca ha dimostrato come
l’agopuntura al punto neiguan sia in grado di
accrescere la componente inotropa del muscolo
cardiaco e proteggere il miocardio ischemico. Nel
corso di questo esperimento è stato visto che
l’infissione del punto neiguan è in grado di incre-
mentare il volume cardiaco nello shock di coni-
glio, aumentando il WL ed accrescendo la funzio-
ne della pompa cardiaca. I risultati suggeriscono
che l’infissione del punto neiguan è in grado di
migliorare la circolazione sanguigna del muscolo
cardiaco ischemico, accrescere la resistenza del
muscolo cardiaco all’anossia e di promuovere le
modificazioni patologiche reversibili.
I risultati dimostrano che a 30 minuti dallo shock,
l’organismo è in condizioni di stress con un au-
mento plasmatico significativo di AII, ANP, TXB,
6-K-P e 5-HT (confrontati gli esami con i prece-
denti lo shock). Con l’agopuntura di neiguan la
pressione sanguigna aumenta e la condizione di
stress si allevia: la concentrazione di AII e di ANP
diminuisce in maniera marcata, Hm, 5-HT tendo-
no alla normalità, in modo da prevenire una ulte-
riore costrizione dei vasi sanguigni ed una ostru-
zione del microcircolo e promuovere così una
stabilità ambientale interna al corpo.
Nel corso del nostro esperimento, abbiamo osser-
vato che, nello shock emorragico provocato da
una improvvisa riduzione sia del plasma che della
componente cellulare sanguigna, i liquidi tissutali
entrano nei vasi sanguigni, aumentando il volume
plasmatico con ovvia riduzione della viscosità
ematica; la pressione osmotica diminuisce, la
concentrazione degli ioni plasmatici si modifica,
in modo da compromettere seriamente il metabo-
lismo corporeo e la regolazione umorale.
Dopo l’infissione del punto neiguan, sia
l’ematocrito che la viscosità ematica nel coniglio
post-shock sono aumentati e tendono alla norma-
lità ed è quindi con un meccanismo attivo che si

55
Uno studio sperimentale e clinico sull’anemia
aplastica condotto con l’uso della farmacologia cinese
Xie Renfu, Liao Junxian*, Ma Rou**

Esistono vari modi per trattare l’anemia quello dell’AA, alcuni pazienti affetti da
aplastica (AA), grave patologia RA sono stati inseriti in questo studio.
ematologica: si possono usare sia androgeni,
sia la globulina antitimocita (ATG), le
ciclosporine A (CYA) e il trapianto di mi- OSSERVAZIONI CLINICHE
dollo osseo (BMT). Tuttavia, nessun tra-
pianto è di grande aiuto: in Cina sia la ATG Pazienti
che la CYA che il BMT, sono poco usati. Dall’aprile 1989, sono osservati 44 pazienti, 25 di
In questi ultimi anni, si è rivelata molto sesso maschile e 19 di sesso femminile, di età
efficace la terapia che prende in considera- compresa tra 12 e 74 anni, con 34 persone (77.3%)
zione l’uso della medicina tradizionale ci- di età inferiore ai 40 anni. La durata della patolo-
nese (TCM): l’80% o più di pazienti ne ha gia è compresa tra un mese e nove anni, in 8
tratto giovamento, soprattutto se la terapia pazienti è stata fatta diagnosi di RA, 36 pazienti
era abbinata alla terapia occidentale. hanno l’AA con pancitopenia, ma senza
L’anemia aplastica è una patologia caratte- splenomegalia, c’è una ipoplasia del midollo os-
rizzata da una emopoiesi midollare ineffi- seo e non sono presenti altre cause che possano
cace. In accordo con la teoria della medici- provocare una pancitopenia. Sette pazienti si pre-
na tradizionale cinese, lo shen (rene), cioè sentano in condizioni pessime con due dei tre
uno dei cinque maggiori organi del corpo parametri seguenti riscontrati all’esame del san-
umano, gioca un importante ruolo nel con- gue periferico: conto assoluto dei reticolociti
trollo del metabolismo osseo e del midollo <0.015x1012/L, numero dei neutrofili <0.5x103/L,
osseo, essendo depositario dell’essenza vi- conto delle piastrine <20x109/L e per tale motivo
tale e sorgente del sangue. Essenzialmente diagnosticati come portatori di anemia aplastica
la funzione renale modula l’emopoiesi del severa (SAA).
midollo osseo: nel contesto del trattamento
dell’AA, oggi è largamente accettato il
principio di un rafforzamento della funzio- Trattamento
nalità renale. I medici hanno focalizzato È stato somministrato giornalmente, a tutti i pa-
l’importante ruolo dell’equilibrio zienti, un decotto per rinforzare il rene e rinvigo-
emostatico nella patogenesi dell’AA ed rire il sangue; 36 pazienti hanno anche assunto
hanno usato erbe che tonificano il rene ed stanazolo (2mg t.i.d.).
erbe che rinvigoriscono il sangue, in modo I pazienti con emoglobina inferiore a <50-60g/L
da eliminare farmaci emostatici dalle loro sono stati sottoposti a trasfusione. Gli antibiotici
prescrizioni. sono stati usati in caso di infezioni o quando la
Dal momento che l’anemia refrattaria (RA) febbre saliva oltre i 38°C. I pazienti vengono
è un tipo di sindrome mielodisplasica osservati per almeno tre mesi; per confronto è
(MDS) ed il suo trattamento è simile a analizzato un altro gruppo di 23 casi di AA trattati
solo con stanazolo.

* Sino - japanese Friendship Hospital, Beijing


** Xiyuan Hospital, China Academy of Traditional Chinese
Medicine, Beijing

56
Indici degli effetti terapeutici hanno usato solo stanazolo, 5 hanno ottenuto
remissione, 8 sono marcatamente migliorati e 10
Remissione: non sintomi o segni di anemia e/o
non hanno ottenuto nessun effetto terapeutico.
valori ematici: Hb>120g/L nel sesso maschile o
La percentuale di pazienti che hanno ottenuto
100g/L nel femminile; conta leucocitaria >3.5x10/
miglioramento in questo gruppo è del 52.62% che
L; piastrine leggermente aumentate.
è significativamente inferiore all’84.09% dell’al-
Marcato miglioramento: non sintomi e segni di
tro gruppo (P<0.05). Degli 8 pazienti che hanno
anemia o emorragia, se presenti all’inizio ora
usato solo le erbe, 5 hanno ottenuto remissione e
sono marcatamente migliorati: Hb aumentata di
2 sono marcatamente migliorati. Dei 7 casi di
almeno 30g/l, se paragonata agli esami precedenti
SAA, 2 hanno avuto remissione del quadro pato-
il trattamento; leggero aumento dei leucociti e
logico, 2 sono marcatamente migliorati e 3 non
piastrine.
hanno avuto risultato.
Risposta negativa: le condizioni dei pazienti e la
Dei 7 pazienti che hanno sofferto di tale patologia
conta cellulare ematica rimane invariata o peggio-
da più di 5 anni (5-9 anni) e che sono stati trattati
rano.
con androgeni o con le erbe cinesi e che non hanno
avuto nessun effetto o ricaduta dopo il trattamen-
Risultati to, 5 hanno mostrato buon risultato (2 remissioni,
In accordo con il criterio sopra esposto, 15 casi 3 sono marcatamente migliorati).
(34.09%) presentano una remissione, 22 (50.0%) Durante il trattamento, si è visto che generalmente
sono marcatamente migliorati e 7 casi (15.91%) la conta dei reticolociti (Reti) si alza per prima,
non hanno ottenuto risposta con tale terapia. La mentre l’Hb per secondo e il numero delle piastri-
percentuale di pazienti che hanno ottenuto un ne e dei leucociti alla fine (vedi tab. 1). La sinto-
miglioramento è dell’84.09. Nei 23 pazienti che matologia data dallo stato anemico ha una remis-

Tabella 1. Conta delle cellule ematiche prima e dopo trattamento in 44 casi

Dopo il trattamento

Prima del ttrattamento

3 mesi > 3 mesi

Hb (g/L) 52.73±17.59 81.03±22.94 ** 98.20±30.14 **


Reti (x 109/L) 0.014±0.009 0.027±0.012 * 0.026±0.012 *
WBC (x 109/L) 3.57±1.88 4.18±2.00 4.79±2.14 *
N (x 109/L) 1.74±1.25 2.06±1.33 2.73±1.19 **
BPC (x 109/L) 42.69±27.85 48.82±30.20 70.00±41.38 **

* P < 0.05; ** P < 0.01

sione graduale all’aumento dell’Hb. La tendenza STUDIO DI LABORATORIO


al sanguinamento è spesso migliorata, sebbene
non ci sia una correlata elevazione di piastrine. Gli È stato fatto uno studio di laboratorio in rapporto
strisci di midollo osseo, in 11 dei 21 pazienti alla emopoiesi prodotta da erbe che tonificano il
affetti da AA riesaminati dopo il trattamento, rene o rinvigoriscono il sangue.
hanno mostrato un moderato aumento della
cellularità, mentre gli 8 pazienti affetti da RA non
mostrano significativi aumenti. Prescrizioni di erbe
Le cellule midollari progenitrici di granulociti- Sono state oggetto di studio tre prescrizioni con
macrofagi, in 3 casi di AA sono (0-4)/105 prima erbe:
della terapia, mentre dopo il trattamento sono 4- 1. radix Polygoni multiflori e caulis Spatholobi
10/105. etc.
All’analisi clinica non si sono osservati effetti 2. solo le erbe tonificanti il rene presenti nel decot-
secondari (epatici e renali) né trovate infezioni to 1
durante le osservazioni. 3. solo erbe per rinvigorire il sangue presenti nel

57
decotto 1. a. la IL - 2 è prodotta dalle cellule spleniche: è
Tutte le erbe delle tre prescrizioni sono decotte in stata fatta una biopsia;
una soluzione con una concentrazione di 1g di b. attività plasmatica dell’IL - 2: il test sul plasma
erba cruda per ml. di topo per la IL - 2 è stato fatto usando la linea
Animale cellulare CTLL - 2 e saggiando MTT.
In ciascun esperimento sono stati usati sei BALB/ 4. Attività fagocitaria dei leucociti.
C topi di 18-22 g di peso corporeo. Per calcolare l’attività fagocitaria è stato analizza-
to il potere di inclusione dell’inchiostro ed è stato
segnato come indice.
Metodi
1. Progenitori del midollo emopoietico
CFU-GM (granulociti-macrofagi-cellule Risultati
progenitrici) sono posta su dischi di agar, dopo 5 1. Esperimento A: studio dell’emopoiesi
giorni vengono contate le colonie (>50 cellule). I topi sono stati divisi in 4 gruppi e rispettivamente
Sono posta in cultura, su dischi di metilcellulosa sono stati somministrati i decotti di erbe N1, N2,
BFU - E o CFU - E (le ultime o prime cellule N3 ad un dosaggio di 0.2 ml (10ml a 10g/Kg), due
progenitrici degli eritrociti): sono state contate volte al giorno, per tre giorni, (gruppi trattati) e
rispettivamente dopo 3 e 7 giorni CFU - E (>8 con soluzione salina normale (NS) nel gruppo di
cellule nucleate rosse) e BFU - E (>50 cellule controllo.
nucleate rosse). Ogni 4 giorni sono prelevate cellule del midollo
2. Analisi della funzione stromale midollare osseo mononucleate e studiate sia le cellule
Un sistema di cultura midollare CFU - GM è stato progenitrici emopoietiche, che le funzioni stromali.
impiantato direttamente su uno strato di cellule I risultati sono mostrati nella tabella 2.
aderente al midollo allogenico (stato delle cellule La tabella 2 mostra che il decotto 2 è in grado di
stromali - SL) e sono state coltivate per una promuovere in modo massivo la comparsa di CFU
settimana, cinque giorni dopo sono state contate - GM (P<0.05 se paragonato al gruppo di control-
le CFU - GM come SL - CFU - GM. lo) e il decotto N 3 promuove la crescita di CFU -
3. Analisi dell’interleuchina - 2 (IL - 2). E/BFU - E e della funzione stromale, mentre il N1

Tabella 2. Effetti delle erbe sulle funzioni emopoietiche e stromali

CFU - GM CFU - E BFU - E SL - CFU - GM

N. S. 1000.00

Exp. A N. 1 160.75±5.77% (30)** 180.29±15.30% (29)** 182.95±12.10% (10)** 258.45±17.85% (30)**


N. 2 127.60±2.45% (30)* 93.72±23.68% (28) 98.06±8.14% (8) 117.17±8.77% (27)
N. 3 102.53±13.69% (29) 141.89±5.10% (30)* 155.04±11.40% (9)* 157.53±22.83% (29)*

N. S. 1000.00

Exp. B N. 1 166.51±16.23% (27)* _ _ 146.95±23.31% (30)*


N. 2 133.11±16.46% (30)* _ _ 105.0±15.54% (25)
Tp 140.83±11.63% (28)* _ _ 95.93±20.84% (27)
N. 1+Tp 187.56±21.85% (30)* _ _ 150.10±16.24% (28)*

Confronto con il gruppo di controllo * P <0.05; ** P < 0.01

ha un effetto significativo sia cu CFU - GM CFU Questo è il test per vedere se esiste sinergismo tra
- E/BFU - E e sulla funzione stromale, migliore il decotto 1 e il testosterone. A cinque gruppi di
rispetto il decotto N1 e N2 usati singolarmente: da topi sono stati iniettati per tre giorni rispettiva-
ciò noi abbiamo visto che il decotto N1 ha un’azio- mente il decotto 1, il N 2, testosterone propionato
ne sinergica con il N2 e il N3 nella stimolazione (Tp 0.5/Kg), il N1 con l’aggiunta di Tp e soluzio-
dell’emopoiesi. ne salina. Il quarto giorno è stata testata la presen-
2. Esperimento B za di CFU - GM e SL - CFU - GM midollare. I

58
risultati riportati nella tabella 3 mostrano che sia L’ottavo giorno viene prelevato il sangue per
il N1, il N2 e il Tp sono in grado di elevare il conto saggiare l’attività fagocitaria dei leucociti ed aspor-
di CFU - GM, sebbene il N1 abbinato a Tp sia il tata la milza per studiare la produzione di IL - 2.
più efficace: sulle cellule SL - CFU - GM non Altri due gruppi di topi sono trattati rispettiva-
hanno ottenuto alcun effetto né il N2 che il Tp mente con il decotto N1 e con la soluzione salina
introdotti singolarmente. per una settimana, l’8° giorno viene prelevato il
L’introduzione del N1 e del N1 abbinata al Tp ha plasma (scoagulato con eparina) e testato per l’IL
mostrato un significativo effetto sulla stimolazio- - 2. I risultati sono mostrati nella tabella 3.
ne di SL - CFU - GM, evidenziando che tali erbe
medicinali hanno un effetto sinergico con Tp
sull’azione emopoietica midollare.
3. Esperimento C La tabella 3 mostra che l’attività fagocitaria dei
Questo è il test per studiare l’effetto delle erbe sul leucociti e la produzione splenica di IL - 2 sono
sistema immunitario. A 4 gruppi di topi sono stati significativamente aumentate in tutti i 3 gruppi
somministrati in sede sottodermica, il decotto N1, trattati con erbe. La produzione di IL - 2 da parte
il N2, il N3 e soluzione fisiologica ad un dosaggio delle cellule spleniche risulta maggiore nel grup-
di 0.2 ml/ per topo per la durata di 7 giorni. po trattato con decotto N 2, erbe per tonificare il

Tabella 3. Effetto immunologico delle erbe medicinali

P Splenn IL-2
x (X±SD) (IL - 2 (X±SD) µ/ml (X±SD) µ/ml

N. 1 7.92±0.26 ** (20) 6.80±5.48 * (9) 45.64±10.45 * (16)


N. 2 7.53±0.30 * (16) 12.27±6.35 * * (6) _
N. 3 8.21±0.32 * (12) 4.99±2.93 * (8) _
Controllo 6.20±0.25 (20) 1.79±1.80 (9) 19.62±4.76 (18)

Confronto con il gruppo di controllo * P < 0.05; ** P < 0.01

rene, mentre il N 1 ha maggior effetto sulla stimo- rinforzare le funzioni renali, inoltre c’è da consi-
lazione plasmatica di IL - 2. derare che i pazienti con AA presentano spesso
petecchie o epistassi con un polso filiforme e
irregolare proprio da stasi di sangue; bisogna
DISCUSSIONE quindi aggiungere erbe per tonificare il sangue in
modo da eliminare la stasi di sangue e promuovere
Dei 44 casi di AA o RA, 37 (84.09%) hanno la emopoiesi. Come mostrano gli studi di labora-
risposto bene alla prescrizione per tonificare il torio, le erbe usate per tonificare il rene e il sangue
rene e rinvigorire il sangue, 4 dei 7 casi di SAA potrebbero sinergicamente promuovere la cresci-
hanno avuto una remissione del quadro patologi- ta di CFU - GM - CFU - E/BFU - E, migliorare la
co o un miglioramento marcato. funzione dello stroma midollare e possedere
Yang ed altri hanno riportato che pazienti affetti un’azione simile a quella del testosterone.
da AA e trattati con solo stanazolo, hanno ottenuto Le precedenti erbe hanno anche un effetto sul
un miglioramento nel 62, 74% dei casi; noi abbia- sistema immunitario; infatti, aumentano la produ-
mo trattato i pazienti AA con solo stanazolo con zione del IL - 2 o l’attività fagocitaria e forse è per
un effettivo miglioramento nel 56, 62% dei casi. tale ragione che i pazienti durante questo tratta-
In questo studio, 36 casi sono stati trattati anche mento non hanno presentato gravi infezioni; esi-
con stanazolo e i risultati sono stati migliori dimo- ste comunque una stretta relazione tra il sistema
strando che la MTC o la MTC abbinata agli immunitario e l’emopoiesi. Skettino riporta che la
androgeni sia in definitva una terapia efficace per IL - 2 potrebbe stimolare le cellule T umane per
la AA. produrre l’attività di scoppio (BPA) in vitro. Le
In accordo con la teoria della MTC, la AA è erbe medicinali sono in grado di stimolare la
considerata una sindrome da deficit dove la prin- funzione immunitaria ed anche l’emopoiesi; la
cipale causa è l’insufficienza renale, noi dobbia- relazione tra queste due azioni richiede però ulte-
mo tonificare con le erbe il rene, in modo da riori studi.

59
60
massoterapia

Introduzione al massaggio per mantenersi in forma


Zang Fuke *

Disturbi coronarici entrambe le mani per 5-7 minuti. La mano destra


sfrega il torace sinistro, mentre la sinistra sfrega la
Il paziente affetto da disturbi coronarici deve
parte destra. La manipolazione dovrebbe essere
essere sottoposto ad un trattamento medico di
rapida e leggera, piuttosto che pesante e lenta.
emergenza nel momento stesso dell’insorgenza
Particolare attenzione dovrebbe essere posta nella
dell’infarto miocardico, ma il massaggio per il
manipolazione del punto wuyi (ST15), che si
mantenimento della salute può aiutare a produrre
trova sulla linea mediano-mammaria, a livello del
buoni effetti terapeutici nello stadio di convale-
secondo spazio intercostale.
scenza durante il quale il paziente spesso accusa
Le manipolazioni suddette devono essere attivate
disturbi al torace, ipodinamia, ECG anormale, e
ogni due giorni, per 5-7 minuti ogni volta; un
spesso insufficienza cardiaca funzionale. Dopo
trattamento è costituito da 15 sedute. Questo me-
un trattamento di massaggio di mantenimento, i
todo, se usato appropriatamente, può dare dei
sintomi clinici del paziente possono scomparire,
buoni effetti terapeutici anche in una prima serie
l’ECG e il meccanocardiogramma migliorare sen-
di sedute, un secondo ciclo deve essere di nuovo
sibilmente o addirittura diventare normali.
ripetuto senza intervallo.
1. Selezione dei punti
Feishu (BL13), xinshu (BL15), wuyi (ST15),
shanzhong (CV17), e neiguan (P6). Epigastralgia
2. Manipolazione
L’epigastralgia è il sintomo maggiore dei disturbi
a. Pressione e impastamento dei punti feishu e
del tratto digestivo, caratterizzati da dolore nella
xinshu. Il paziente deve assumere una posizione
zona addominale superiore come nelle gastriti,
seduta. Il dottore spinge ed impasta i due punti con
nelle ulcere e nei gastrospasmi.
il pollice o con il dito medio per cinque minuti fino
La medicina tradizionale cinese afferma che la
a che non si produce un certo dolore e una certa
gastralgia è strettamente correlata alle funzioni
distensione locale.
della milza, dello stomaco, del fegato e del rene.
b. Impastamento del punto neiguan (DU6). Il pa-
Un disordinato funzionamento delle funzioni
ziente segue con le braccia in posizione neutrale.
ascendenti-discendenti e di trasporto dello stoma-
Il dottore preme ed impasta bilateralmente il pun-
co e della milza o l’invasione della milza da parte
to neiguan per cinque minuti.
dell’energia del fegato iperattivo o una insuffi-
c. Impastamento del punto shanzhong (CV17). Il
cienza dello yang del rene possono causare pato-
paziente assume una posizione seduta o si mette
logie dello stomaco e della milza. La massoterapia
allungato sulla schiena. Il dottore spinge ed impa-
può dare buoni effetti terapeutici e di manteni-
sta il punto shanzhong con il pollice o con il dito
mento.
medio per cinque minuti.
1. Selezione dei punti
d. Strofinamento del torace. Il paziente giace sulla
a. Punti principali: zhongwan (CV12), tianshu
schiena durante la durata del trattamento. Il
(ST25), qihai (CV6), neiguan (P6) e zusanli
dottore sfrega il torace verso il basso e verso l’alto
(ST36).
lungo il primo, il secondo e il terzo spazio
b. Punti ausiliari: in caso di dolore dovuto a una
intercostale con l’indice, il medio e l’anulare di
dieta non idonea, premere sui punti pishu (BL20)
e weishu (BL21) e frizionare l’addome; queste
* Department of Massage, Dongzhimen Hospital, Beijing manipolazioni sono adatte ad eliminare cibi che
College of TCM ristagnano o non digeriti; in caso di invasione

61
dello stomaco da parte di un qi del fegato iperattivo, ed il dito medio ognuno per un minuto i punti:
la pressione sui punti yanglingquan (GB34) e baihui, zusanli, zhongwan, tinshu, qihai.
taichong (LR 3) e la frizione di entrambi gli b. Stando in posizione supina, il paziente impasta
ipocondri sono adatti a risollevare il fegato de- l’addome con il palmo della mano, muovendolo
presso, a regolare la circolazione del qi e a ripristi- in senso orario lungo il bordo esterno dell’addome
nare la sua funzione di trasporto; in caso di per cinque minuti.
iperidrocloria, la pressione sui punti gongsun c. Pizzicamento della colonna vertebrale: il pa-
(SP4), riyue (GB24) e qimen (LR14) viene usata ziente assume una posizione prona, con la schiena
in maniera favorevole, in caso di dolore forte, scoperta. Il dottore pizzica la pelle lungo la colon-
premere e sfregare le aree sensibili che si trovano na vertebrale dalla regione sacrale al punto dazhui
sulla schiena. Il dolore dovrebbe essere immedia- (GV14) con i pollici e gli indici di entrambe le
tamente eliminato. mani. Questa manovra viene ripetuta tre volte e
2. Manipolazione poi il punto pishu (BL20) e weishu (BL21) vengo-
a. Sedendosi sul lato destro del paziente che si no premuti ed impastati per alcuni minuti.
trova in posizione supina, il dottore spinge ed d. Sostegno dello stomaco: in posizione supina il
impasta, oppure preme ed impasta il punto zhon- paziente pone entrambe le mani (le dieci dieci dita
gwan (CV12) con il pollice, per cinque minuti. sono incrociate l’una con l’altra) sulla parte infe-
b. Impasta la parte superiore dell’addome con il riore dell’addome. Occorre poi spingere lo stoma-
palmo della mano per tre minuti, e poi il medio e co verso l’alto mentre avviene l’espirazione e
basso addome per due minuti. rilassarlo dutante l’inspirazione. La forza usata
c. preme con il dito i punti qihai (CV6), tianshu sullo stomaco viene esercitata dal lato ulnare dei
(ST25), neiguan (P6), zusanli (ST36), riyue mignoli. Questa manovra viene ripetuta dieci vol-
(GB34), qimen (LR14). te.
d. Ponendosi al fianco del paziente che si trova in e. Inserimento delle dita all’interno delle scapole.
posizione prona, il dottore: Il paziente assume una posizione seduta con en-
– prima preme i punti pishu, weishu, ganshu, trambe le braccia posteriormente. Il dottore inse-
shenshu, o preme il punto morbido (punto sensi- risce l’indice, il medio e l’anulare nello spazio tra
bile) lateralmente al processo vertebrale toracico; la scapola e il torace lungo l’angolo mediano
– poi friziona con il palmo dal punto pishu (BL20) inferiore della scapola. Le punta delle dita eserci-
al punto shenshu (BL23), lungo entrambi i lati tano una forza che deve essere ben tollerata dal
della colonna vertebrale in casi di deficit da fred- paziente nella direzione della cavità glenoide per
do. un minuto. Questa manovra viene praticata poi
Nella pratica clinica le suddette manipolazioni sull’altro lato.
sono scelte e usate in base alle differenze presen-
tate nella sindrome.
Volvolo dello stomaco
Il volvolo dello stomaco può essere classificato in
Gastroptosi
due tipi: volvolo lungo l’asse longitudinale o
I sintomi più eclatanti della gastroptosi includono lungo l’asse trasverso dello stomaco. In generale
la distensione addominale che peggiora dopo i il primo caso può essere corretto cambiando la
pasti e migliora in posizione distesa, la nausea, posizione del corpo, mentre il secondo deve esse-
eruttazione, la gastralgia, la distensione dello sto- re ridotto attraverso delle manipolazioni. Una
maco, la costipazione o la diarrea, l’appetito scar- volta verificatosi il volvolo allo stomaco, possono
so. Ci sono inoltre altri sintomi generali come: apparire dei sintomi come nausea, vomito e
stato emaciato, vertigini, lassezza, palpitazione addominalgia. La massoterapia in genere dà dei
ed insonnia. L’indagine radiografica del tratto risultati soddisfacenti.
gastro-intestinale può aiutare nella diagnosi. 1. Selezione dei punti: pishu (BL20), weishu
La massoterapia è un metodo molto efficace di (BL21) e weidi (4.5 cun lateralmente al lato sini-
trattamento di questo disturbo che può essere stro dell’ombelico).
praticato dal paziente stesso o da un terapeuta. 2. Manipolazioni
1. Selezione dei punti a. Mentre il paziente giace in posizione prona, il
Zhongwan (CV12), tianshu (ST25), qihai (CV6), dottore preme ed impasta i punti pishu, weishu,
baihui (GV20), e zusanli (ST36) ed in più lo con i pollici delle due mani, ogni punto per un
spinale e l’addominale. minuto.
2. Manipolazione b. Manipolazioni di vibrazione e di sostegno in
a. Il paziente assume una posizione seduta o supi- posizione supina laterale. Dopo una pressione
na. Vengono spinti ed impastati con il dito pollice digitale dei punti suddetti, il paziente deve metter-

62
si sul fianco sinistro. Ponendosi dietro al paziente, liaria. La manipolazione dura mezzo minuto su
il dottore solleva il punto weidi con indice, medio, ogni punto, ma per tianshu (ST25) dura da 1 a 2
anulare e mignolo sovrapposti, di entrambe le minuti.
mani, e poi fa seguire una manipolazione di vibra- c. Pizzicamento dei muscoli addominali: il pa-
zione. Ripetendo le operazioni suddette tre volte, ziente giace sulla schiena, con i fianchi e le ginoc-
si può ottenere una distensione dello stomaco. chia flesse, per rilassare i muscoli addominali. Il
c. Manipolazione di vibrazione e di sostegno in medico sostiene i muscoli addominali per quanto
posizione seduta. Il paziente siede con il corpo possibile in una mano e li pizzica da cima a fondo
leggermente inclinato in avanti. Ponendosi sul per un minuto. Dopo questo l’addome viene spin-
fianco destro del paziente, il dottore pone l’emi- to ancora dall’alto verso il basso, alternativamen-
nenza ipotenar della mano destra sulla parte infe- te, con i due palmi delle mani per 2 minuti.
riore dello stomaco e spinge all’indietro, mentre d. Pressione ed impastamento del punto dachan-
sostiene lo stomaco verso l’alto con una leggera gshu (BL25): il paziente assume una posizione
forza, facendo seguire la manipolazione di vibra- seduta o distesa, solleva il lato palmare del pollice
zione. Con questa manovra lo stomaco può anche o del dito medio contro il dachangshu (1.5 cun
ritornare ad una posizione normale. lateralmente alla colonna vertebrale tra L5 e S1) e
poi impasta il punto per 1 minuto.
e. Spinta verso il basso dell’area sacro-coccigea:
Stitichezza il paziente siede o si mette prono, spinge la
Nella maggior parte dei casi le cause della stiti- porzione lombo-sacrale in basso verso la punta
chezza includono: coccigea con le parti palmari dell’indice, del me-
1. ipofunzione digestiva e poca attività fisica nelle dio e del mignolo o con l’ipotenar per due minuti.
persone anziane o di età media, o un volume fecale Con le manipolazioni suddette attuate ogni giorno
ridotto dovuto ad una piccola quantità di cibo si possono ottenere dei buoni effetti terapeutici
ingerito oppure una piccola quantità di cibo con dopo una o due settimane di trattamento.
fibre;
2. indebolimento dei gruppi muscolari della
defecazione (muscoli anali, diaframmatici o
elevatori) dovuto a varie malattie;
3. fattori neuropsichici, colon irritabile o effetti di
medicinali che portano ad una lunga ritenzione
fecale e ad un eccessivo assorbimento di acqua.
La stitichezza può causare una serie di reazioni
avverse come, per esempio: vertigini, cefalea,
lassitudine, inappetenza, sensazione di sapore
amaro in bocca, distensione addominale e
abdominalgia dovute a masse fecali stagnanti e a
ostruzione del tratto intestinale ostruito. Il mas-
saggio può essere utile nell’alleviare la stitichez-
za.
1. Selezione dei punti
Zhongwan (CV12), tianshu (ST25), qihai (CV6),
dachangshu (BL25) e zhigou (TE6) e regioni
addominali e sacro-coccigee.
2. Manipolazioni
a. Impastamento dell’addome: il paziente giace
supino ed impasta l’addome in senso orario al-
l’ombelico con entrambe le palme delle mani
allargate. La manipolazione in genere dura 2-3
minuti. Le palme dovrebbero esercitare una certa
pressione sull’addome ed il movimento dovrebbe
essere moderato o appena rapido.
b. I punti zhongwan, tianshu, qihai e zhigou sono
spinti ed impastati con il dito medio o il pollice,
fino a che non si ottenga una sensazione di dolore
e distensione. Allo stesso tempo, può essere usata
la manipolazione di vibrazione come misura ausi-

63
Trattamento della disfonia in ragazzi per mezzo del
massaggio extralaringeo ed esercizi di fonetica
Wang Zhiqing, Yu Wenjun, Cai Yiting*

La disfonia è una anomalia che si presenta Trattamento


nei giovani durante e dopo una variazione
del suono. I principali sintomi sono: tono Esercizio di respirazione: il paziente deve pratica-
alto, voce flebile, respiro corto e controllo re una respirazione addominale profonda per so-
instabile del suono; corrispondono a varia- stituire la respirazione toracica superficiale, poi si
zioni funzionali o a difetti vocali abituali. chiede al paziente di concentrare la mente sul
Questo disturbo può essere curato, sebbene dantian, il tutto in un ambiente silenzioso. Ciascu-
pochi pazienti si siano sottoposti a na respirazione è suddivisa in 4 tempi e dopo 2
tirocondroplastica. Dal 1982 gli Autori tempi si fa un intervallo di un secondo per inibire
hanno trattato 23 casi con il massaggio il tono dei muscoli respiratori ed i muscoli interni
extralaringeo ed esercizi linguali, ottenen- ed esterni laringei, in modo da modulare e regola-
do risultati soddisfacenti come viene ripor- re la capacità del cuore e della cavità toracica.
tato di seguito. Massaggio extralaringeo: per prima cosa con le
dita si premono i punti lianquan (23CV) e tiantu
(22CV), aumentando la pressione gradualmente.
Dati clinici Dopo aver ottenuto la sensazione, impastare i
punti per 30 volte in senso antiorario e 20 volte in
Tutti i 23 giovani presentano disfonia durante la senso orario. Si posizionano poi il pollice e l’indi-
variazione di altezza del suono. ce separatamente sull’osso ioide e sulla lamina
I pazienti hanno una età compresa tra i 14 e i 36 laterale della cartilagine tiroidea, si preme poi la
anni, la maggior parte ha una età tra i 14 e i 25 anni. cartilagine tiroidea in senso postero-inferiore; con
Il disturbo è presente da un periodo che va da 3 la parte ventrale del dito medio si preme e massag-
mesi a 20 anni, 11 casi lo riferiscono da 2 anni. gia la linea antero-mediana della membrana
Principali sintomi e segni: il tono vocale abituale cricotiroidea, premendola verdo i punti renying
di tutti i pazienti è di 2-3 note più alto rispetto al (9ST) e futu (18LI).
normale tono maschile, il volume del suono è Esercizio per la riduzione del tono: il dottore
debole e il perdurare del suono è corto. 18 pazienti sceglie un tono basso (sia A o B sul piano, corri-
parlano con grande sforzo e si stancano facilmen- spondenti a 110-123 Hz), in modo da trovare un
te nel parlare. Il tempo di emissione del suono in suono puro e chiede al paziente di pronunciare una
15 casi è inferiore ai 20 secondi, il più corto è di simile vocale “a”, in seguito chiede di pronuncia-
soli 9 secondi. Il tono è instabile: 11 casi (47.8%) re le parole, alzando ed abbassando il tono. Dopo
sono spesso sotto tono e producono un falso che il paziente ha pronunciato i toni più bassi, gli
doppio suono. si chiede di leggere frasi, idiomi, giornali, per
In 10 casi la voce è rauca, in 3 casi è come di flusso consolidare il risultato. Il medico deve porre at-
aereo e in 7 è ruvida con suono alto. tenzione alla possibilità di ricorrere a falsi suoni,
Non si è trovato ipogonadismo in nessuno dei casi in modo di correggerli prontamente e facendo
esaminati, 6 casi presentano una congestione del- eseguire l’esercizio, alzando ed abbassando il
la corda vocale con un margine carnoso e 5 hanno tono. Al paziente dovrà essere insegnato a rinfor-
un disrafismo della glottide. zare il potere di fonazione in modo da intensifica-
re il volume di pronuncia ed regolarizzare la
respirazione.
* Zhanjiang Second People’s Hospital, Guangdong

64
Risultati pazienti, in cui la cartilagine tiroidea non è in asse
con la lunghezza della corda vocale, c’è bisogno
Dopo il trattamento con il training respiratorio, il
di una tirocondroplastica. I pazienti possono esse-
massaggio extralaringeo e 2-7 giorni di training
re ospedalizzati, per formare e consolidare una
per il tono della voce, la maggior parte dei pazienti
nuova forma fonetica; possono inoltre ascoltare il
nota una minor anormalità alle alte frequenze del
fonema di pazienti guariti, facendo un confronto
suono delle parole. Per consolidare il risultato, si
tra prima e dopo il trattamento e stabilire in tal
continuano per altri 10-20 giorni gli esercizi per
modo una confidenza con questo tipo di terapia.
abbassare ed alzare il tono della voce.
Il massaggio extralaringeo aiuta la glottide a chiu-
22 pazienti abbassano il loro timbro di voce fino
dersi e a produrre suoni veri. Il paziente legge
a livelli fisiologici con un prolungamento del
parole con un tono basso e poi alto, in modo che
tempo dell’emissione del suono fino a 20 secondi;
l’epiglottide e la tiroide si muovano verso il basso,
scompare il doppio suono e la fonazione si stabi-
la superficie della lingua divenga piatta e la radice
lizza. Solo un paziente non ha risultati, a causa
si muova in senso postero-inferiore con un avvi-
della discontinuità nel fare gli esercizi sul suono.
cinamento della piega ventricolare; tutto ciò indu-
ce un aumento delle cavità faringee e laringee.
Discussione Durante l’ultimo periodo di trattamento, i pazienti
possono cantare canzoni, hanno le loro canzoni
La maggior parte di pazienti giovani affetti da registrate e quindi poi possono fare il paragone
xenofonia, può essere curata per mezzo del mas- con il loro tono, la loro intensità, respirazione e
saggio extralaringeo e degli esercizi linguali come ritmo in rapporto all’esercizio della pronuncia.
è dimostrato da questo lavoro. Solo per alcuni

65
notizie

Recenti progressi sugli studi della medicina


tradizionale cinese in rapporto all’antiinvecchiamento
Chen Keji, Li Chunsheng*

In questo lavoro si presenta uno studio su no embrionario (in rapporto ad un gruppo di


386 medicamenti tradizionali con azione controllo). È stato inoltre notato, in vitro, un
antiinvecchiamento ed azione sulla aumento delle mitosi dei linfociti umani ed un
proliferazione cellulare, sul tempo di vita, prolungamento della sopravvivenza delle cellule
sull’immunomodulazione, sul migliora- amniotiche umane.
mento delle funzioni viscerali e metaboli- I principi attivi per prolungare la vita cellulare
che e su una attività antiinfettiva: gli ele- risiedono nei gingenosidi, soprattutto Rg 1 il
menti contenuti in esse sono analizzati e quale esercita una stimolazione molto evidente
riassunti. sulle mitosi dei linfociti umani. Precedenti Autori
Ciò suggerisce che le conoscenze in Cina russi avevano scoperto che l’estratto al 10% delle
sulla materia medica ad effetto foglie di ginseng aumentava la proliferazione
antiinvecchiamento sono ancora da appro- delle cellule del lievito di circa 618 volte, mentre
fondire, mentre sono state studiate alcune l’estratto della radix Panacis Ginseng di solo 33
prescrizioni composite ed alcuni farmaci volte. Sono inoltre stati osservati (in vitro), gli
efficaci quali il Ginseng, la radix Astragali effetti stimolanti delle saponine estratte dal fo-
seu Hedysari, la radix Angelicae sinensis, lium ginseng e dal caulis Panacis Ginseng sulla
l’herba Epimedii, il Cordyceps, il sintesi del DNA in cellule miocardiche di feto di
Ganoderma lucidum seu japonicum, la ra- topo. In Cina sono stati eseguiti studi sugli effetti
dix Polygoni multiflori, la radix Acan- delle parti superiori del ginseng analizzando la
thopanacis senticosi, il rhizoma Polygona- sintesi del DNA di diploidi di fibroblasti di pol-
ti, il fructus Lycii e Poria. Tuttavia, molti di mone umano embrionario di differente età. I risul-
questi risultati preliminari sono da verifica- tati indicano un effetto stimolante del ginseng ad
re ulteriormente. un certo dosaggio sulla sintesi del DNA delle
cellule precedenti ed un effetto antiinvecchiamento
dato da una diminuzione della proliferazione
PROLIFERAZIONE CELLULARE cellulare.
ED ESPERIMENTO SULLA SOPRAVVICENZA 1.2 radix Astragali seu Hedysari: ritarda il natu-
rale processo di invecchiamento dei diploidi delle
1. Proliferazione cellulare cellule embrionarie di polmone umano: nel grup-
Recentemente, grazie alla metodica della po trattato si ottengono 98 generazioni di culture
proliferazione cellulare si possono subito identifi- cellulari, mentre solo 61-66 generazioni nel grup-
care gli effetti antiinvecchiamento della radix po di controllo. La vita cellulare è allungata di
Panacis Ginseng, della radix Astragali deu circa un terzo, anche la vita di cellule renali umane
Hedysari, della radix Polygoni multiflori, del té e appare prolungata.
dell’Apocynum. 1.3 radix Polygoni multiflori: viene iniettata ra-
1.1 Ginseng: in una cultura media contenente dix Polygoni multiflori (1.0 g/ml e 0.1 g/ml) in un
estratto di ginseng si è notato un significativo tubo contenente uno strato monocellulare di cel-
aumento delle cellule diploidi del polmone uma- lule diploidi di polmone embrionario umano: si è
visto che la proliferazione cellulare è di circa 3-4
giorni più lunga rispetto al gruppo di controllo. Le
* Institute of Geriatrics, Xiyuan Hospital, China Academy of osservazioni con il microscopio a contrasto e con
Traditional Chinese Medicine, Beijing lo scanning mostrano che la superficie cellulare e

66
gli organuli sono ben conservati. mortalità delle mosche domestiche trattate con
1.4 Apocynum lancifolium Tea e i suoi derivati: il estratto di pietra di Maifan è minore rispetto
Hua Dong Hospital riporta che la mortalità delle quelle trattate con acqua distillata o acqua di
cellule polmonari diploidi di embrioni umani nel- rubinetto. La curva di sopravvivenza del gruppo
la 48° generazione è inferiore nel gruppo trattato trattato con pietra di Maifan è marcatamente spo-
rispetto al gruppo di controllo, suggerendo che stato a destra dell’ascissa, soprattutto per le mo-
questi due gruppi hanno l’azione di prolungare la sche vecchie.
crescita cellulare di un certo periodo. 2.3 Ganoderma lucidum seu Japonicum: le
saponine del folium Ginseng e caulis Ginseng, la
2. Esperimenti sul prolungamento della vita radix Codopsis pilosulae, la radix Astragali seu
cellulare Hedysari, il rhizoma Polygonari odorati, il rhizo-
Si tratta di una metodica per analizzare l’azione ma Polygonati, il semen Cuscutae, l’herba
antiinvecchiamento di ciascun farmaco, osser- Cistanchis, il fructus Psoraleae, la Margarita e il
vando gli effetti sui processi di sopravvivenza, Gallus domesticus hanno tutte la caratteristica di
soprattutto la loro influenza sul periodo medio di allungare la vita del baco da seta e tra queste il
vita dell’animale e sulla sua longevità (bachi da rhizoma Polygonati l’aumenta del 3%, mentre il
seta, drosophila, mosche, topi, porcellini d’India fructus Psoraleae del 6%. Il semen Cuscutae pro-
e quaglie). lunga la vita della larva, mentre la Margarita
Dai dati riportati i farmaci che posseggono tale prolunga quella dell’adulto. Il Gallus domesticus
azione sono: Ganoderma lucidum seu Japonicum, prolunga la vita media del baco da seta, tuttavia
Tremella, folium Ginseng e caulis Ginseng, radix non sono stati notati effetti della Ganoderma
Codonopsis pilosulae, radix Astragali seu lucidum seu japonicum sulla longevità.
Hedysari, rhizoma Polygonati odorati, rhizoma Dopo il trattamento con radix Astragali seu
Polygonati, semen Cuscutae, herba Cistanchis, Hedysari, rhizoma Polygonati, rhizoma Polygo-
fructus Psoraleae, Margarita, Formica, tè, polline, nati odorati e Gallus domesticus, la quantità di
Gallus domesticus e pietre Maifan Stone. gelso mangiata dai bachi da seta diminuisce ed
2.1 Fungo bianco, Ganoderma lucidum seu anche il loro aumento ponderale e lunghezza
japonicum, polline e tè: questi farmaci sono in subiscono un rallentamento.
grado di allungare la vita della drosophila. Il 2.4 Radix et rhizoma Rhei: prolungano significa-
Tianjin medical college riporta che la vita della tivamente la vita dei porcellini d’India, come
drosophila, nutrita con marmellara di fungo bian- mostrato sperimentalmente (P<0.05). Sembra inol-
co è significativamente più lunga nel gruppo tre che posseggano l’azione di prolungare la vita
trattato (12.66 nelle femmine e 17..02 nei maschi) dei topi affetti da epatocarcinoma indotto da
in rapporto al gruppo di controllo. Il gruppo della trimetilaminoazobenzone.
ricerca cooperativa di geriatria nella provincia di 2.5 Il polline della pianta e l’herba Wahlen-
Hubei ha studiato la sopravvivenza di 84 anziani bergiae: prolungano la vita del topo.
(60-109 anni) ai quali era stato fatto assumere il
fungo bianco per un lungo periodo di tempo (1-3 3. Studi sull’invecchiamento umano
anni): 6 indici immunologici sono maggiori ri- 3.1 Latte: nel libro “Supplemento alle prescrizio-
spetto quelli del gruppo di controllo (P<0.05). Il ni essenziali per un secolo d’oro” scritto da Sun
fungo bianco può essere quindi un farmaco Simiao nella dinastia Tang, si legge: «Il latte è
antiinvecchiamento con un suo valore pratico. neutro e nutre il sangue e i vasi, tonifica il cuore e
Usando la metodica di sceening rapido, l’Accade- promuove la crescita e lo sviluppo in modo da
mia di medicina tradizionale cinese della provin- ottenere una struttura forte e sana, muscoli con un
cia di Heilongjiang ha osservato che la sopravvi- tessuto umido ed una espressione raggiante e
venza media della drosophila è marcatamente serena. È consigliato bere una certa quantità di
maggiore nel gruppo trattato con il polline, rispet- latte tutti i giorni. Il latte è di gran lunga benefico
to al gruppo di controllo (2.6 giorni per le femmi- per la salute e per la struttura corporea». Le alte
ne e 6.7 giorni per i maschi). Effetti simili sono qualità del latte sono anche descritte in monografie
stati descritti con la sommnistrazione di tè, soprat- mediche redatte sotto le dinastie Song, Yuan,
tutto nel gruppo trattato con tè nero. Ming e Qing. Nel 1980, un fisiologo russo, visi-
Differenti concentrazioni di polvere di formiche tando la Bulgaria, annotò che tutte le persone
sono in grado di prolungare marcatamente la ultracentenarie bevevano yogurt ed avanzò la
sopravvivenza della drosophila. teoria in base alla quale una sostanza prodotta
2.2 Pietra di Maifan cinese: è in grado di prolun- dall’E. Coli fosse in grado di allungare la vita e
gare la vita delle mosche domestiche. L’ospedale raccomandò di bere yogurt per inibire la
generale di PLA riporta che la percentuale di proliferazione dei batteri ad azione fermentativa

67
nel tratto gastrointestinale. terapeutica di Sun Simiao che, quando ha comple-
3.2 Miele: nel “Classico delle erbe di Shen Nong” tato il suo libro “Supplemento alle prescrizioni
scritto sotto la dinastia Han Orientale, si legge che essenziali per un secolo d’oro” aveva 102 anni.
il miele assunto regolarmente può rinforzare il Quindi è evidente che il miele è un farmaco
cervello e ridurre il peso corporeo senza far sentire efficace nell’antiinvecchiamento, come già pro-
la fame o i segni di vecchiaia. vato dai tempi remoti dagli esseri umani.
Il miele, in accordo con la scuola indiana Osservazioni cliniche sull’effetto antiinvec-
ayurvedica, è visto come una bevanda che pro- chiamento della placenta umana sono state con-
mette longevità. dotte in Russia, suggerendo che anche questo
Non è raro incontrare persone polacche o russe elemento possiede qualche effetto che rallenta
che godono della loro longevità ultracentenaria l’invecchiamento.
assumendo miele. Il miele è presente nella dieta

68
conservazione della salute

Moxibustione per il mantenimento della forma fisica


Yuan Liren, Liu Xiaoming *

Tra le tecniche tradizionali cinesi per la conserva- interrelazioni tra i visceri, così come dall’abbon-
zione della salute, la moxibustione per mantenersi danza del qi vitale. Quando sono raggiunti questi
in forma è un metodo unico ed efficace per rag- scopi, la resistenza dell’individuo alle malattie
giungere la longevità. Generalmente la sarà conseguentemente rafforzata, e sarà mante-
moxibustione consiste nel bruciare certe sostanze nuta una costante condizione di buona salute.
medicamentose su particolari punti, per raggiun- La moxibustione è particolarmente indicata per le
gere la stimolazione ottenuta col riscaldamento e, persone deboli e per gli anziani.
conseguentemente, trattare delle malattie, rinfor- I quattro punti più comunemente usati per la
zare il corpo e così raggiungere una lunga vita. moxibustione per mantenersi in forma sono de-
Nella maggior parte dei casi, la moxa, un erba scritti nel capitolo che segue (vedi la figura illu-
medicamentosa, viene usata come materiale per la strativa nella pagina seguente).
moxibustione e più a lungo la moxa è stata conser- 1. Zusanli (ST36): la moxibustione frequente sul
vata e maggiore è la qualità ottenuta. Questa punto zusanli può rinvigorire la milza e lo stoma-
cosiddetta lanuggine di moxa è ottenuta arroto- co, aiutare la digestione ed inoltre rafforzare il
lando la moxa stessa in un cono. La ragione per la corpo e rallentare i processi di invecchiamento.
quale la moxa è comunemente scelta per la Alcuni antichi esperti raccomandavano l’uso del-
moxibustione sta nel fatto che essa presenta la la moxa con cauterizzazione che consiste nel
proprietà di regolare i meridiani e i collaterali e porre la moxa direttamente sopra alla pelle, sul
l’odore fragrante può penetrare. Inoltre una moxa punto stesso in modo che si formi una cicatrice
a lungo conservata dà migliori effetti perché pren- dopo che la pelle stessa ha prodotto una bolla con
de fuoco facilmente senza raggiungere la fiamma pus. L’applicazione costante di questa
ed emana un calore che è più tiepido e dura più a moxibustione con cicatrizzazione manterrà la bolla
lungo; inoltre, riesce a far penetrare il calore senza di moxibustione e questo aiuterà a rafforzare il
lasciare sensazioni spiacevoli. La moxa cresce in corpo e prolungare la vita. Un altro metodo simile,
molte regioni della Cina, è prodotta in larga quan- conosciuto come moxibustione indiretta, consiste
tità ed è facile da raccogliere e da usare. Queste nell’appoggiare uno stick di moxa a 3-7 cm dal
proprietà della moxa la annoverano tra le erbe punto senza toccare la pelle per 5-10 minuti.
medicinali proprio perchè è usata comunemente 2. Shenque (CV8): una frequente moxibustione su
per la moxibustione. questo punto può rinvigorire il qi e rafforzare il
La moxibustione regola le funzioni del corpo corpo; è particolarmente indicata per le persone
attraverso il riscaldamento ed è particolarmente anziane e di media età. La procedura particolare di
efficace per riscaldare e tonificare; ha la funzione questo tipo di moxibustione descritta nelle righe
di riscaldare e regolare i meridiani e i collaterali successive: porre del sale sull’ombelico, impasta-
armonizzando le interrelazioni dei visceri e ripri- re un pezzo di moxa a forma di cono, che va
stinando il qi vitale. Ciò, naturalmente, aiuta a appunto sotto il nome di cono di moxa, per essere
raggiungere la longevità; perché le attività vitali acceso e posto sul sale, in modo da attuare in quel
del corpo dipendono dal vigore e dalla scorrevo- punto la moxibustione. La misura del cono di
lezza dei meridiani, del qi e del sangue, mentre il moxa dovrebbe variare a seconda delle condizioni
metabolismo attivo dipende dall’armonia delle individuali. Per le persone di forte costituzione si
useranno naturalmente dei grossi coni della misu-
ra di un grande fagiolo e per coloro con una
* Beijing College of Traditional Chinese Medicine costituzione più debole si useranno dei coni di

69
media misura grandi come un seme di soia o per il rafforzamento, capace di rinvigorire la mil-
ancora di misura, più piccola come un granello di za e lo stomaco. Sia uno stick di moxa che un cono
grano. di moxa sono adatti per la moxibustione su questo
Il cono di moxa viene definito zhuang. La punto, la durata della quale può protrarsi da 5 a 10
moxibustione sul punto shenque richiede da 7 a 15 minuti ogni volta.
zhuangs. 4. Yongquan (KI1): questo punto è situato al cen-
3. Zhongwan (CV12): questo punto è importante tro del piede. Per localizzare il punto si dovrebbe-

ro ripiegare le dita verso il basso e la depressione (CV12), il tempo sarà più lungo. In maniera simile
che si forma risulta essere il centro della pianta del si agirà in caso di età diverse; le donne ed i
piede. Una moxibustione frequente su questo punto bambini richiedono una moxibustione di durata
può rafforzare il corpo e contribuire a raggiungere inferiore, mentre i giovani e le persone di media
una certa longevità dal momento che nutre il rene età richiedono una moxibustione più lunga. Lo
e rinvigorisce lo yang. Quando si usano i baston- scopo del rafforzamento del corpo e della longe-
cini di moxa per la moxibustione, questa applica- vità non può essere raggiunto solo usando la
zione dovrebbe durare da 3 a 5 minuti; nel caso moxibustione una o due volte, perché deve invece
invece vengano usati coni di moxa, devono essere essere applicata per lungo tempo. Nel caso di una
usati da 3 a 7 coni ogni volta. convalescenza di persone deboli o malate, la
I punti menzionati sopra sono i quattro punti più moxibustione deve essere applicata ogni due o tre
frequentemente scelti per la moxibustione usata giorni nello stadio iniziale, mentre per il rafforza-
per mantenersi in forma. La durata della mento del corpo e la longevità dovrebbe essere
moxibustione dipende dalle condizioni indivi- applicata una volta a settimana nello stadio inizia-
duali. Usualmente la durata minore va dai 3 ai 5 le.
minuti, mentre quella maggiore va dai 10 ai 15
minuti. Generalmente la moxibustione per il raf-
forzamento e la longevità può durare meno, men-
tre la moxibustione usata in convalenscenza può
avere una durata maggiore. Una durata minore
senz’altro sarà più idonea in primavera ed in
estate ed una durata maggiore in autunno e in
inverno; per la moxibustione nei punti zusanli
(ST36), yongquan (KI1) e in altri punti sugli arti
si avrà una durata minore mentre per i punti dello
stomaco come lo shenque (CV8) e zhongwan

70
letture

Trattamento per la cefalea con terapia tradizionale di


auricolopuntura
Chen kangmei, Zhou Shulian, Zheng Ying*

La cefalea è una patologia frequente dovuta Metodo di trattamento


ad una stimolazione avversa nei confronti
1. Pressione di piccole sfere sui punti di
dei tessuti intracranici ed extracranici sog-
auricolopuntura: i due lobi dell’orecchio vengono
getti a dolore. La localizzazione del dolore
usati alternativamente ogni due giorni per l’appli-
può essere nelle regioni frontali, temporali,
cazione di piccole sfere negli agopunti scelti.
parietali od occipitali.
2. Agopuntura con ago filiforme: viene applicata
La cefalea è nella maggior parte dei casi di
una stimolazione media o forte per mezzo di un
natura psico-neurotica o può essere una
ago filiforme sugli agopunti scelti su entrambi i
conseguenza di problemi agli occhi, al naso
lobi ogni giorno o ogni due giorni. Gli aghi ven-
o alle orecchie. Può essere inoltre sintoma-
gono mantenuti in sede per 5-20 minuti; un ciclo
tica di ipertensione vascolare o una conse-
di trattamento è costituito da 3-7 sessioni ed è
guenza a lesioni craniche.
seguito da un altro ciclo, se necessario, dopo un
Secondo i principi della medicina tradizio-
riposo di 3-5 giorni.
nale cinese, la cefalea viene trattata apren-
do gli orifizi per l’analgesia, come viene
descritto qui di seguito tenendo conto dei CEFALEA TEMPORALE
differenti tipi di cefalea.
Il dolore nella regione temporale può essere uni-
CEFALEA FRONTALE laterale o bilaterale. È in genere di natura vascolare
o conseguente ad una mastoidite, ad una otite
media o a patologie dentarie.
Il dolore frontale è in genere secondario all’iper-
Secondo la medicina tradizionale cinese, i princi-
tensione vascolare o a problemi agli occhi, al naso
pi di trattamento della cefalea in zona temporale
e alle orecchie. Può essere inoltre un sintomo della
sono da ricercarsi nel riequilibrio yang del fegato
nevralgia trigeminale. Il principio per il tratta-
e nel trattenere il vento endogeno; bisogna quindi
mento è senz’altro quello di purificare il calore,
purificare il calore per l’analgesia.
purgare il fuoco, aprire gli orifici e drenare i
meridiani per l’analgesia.
Selezione dei punti di auricoloterapia
Selezione dei punti di auricoloterapia 1. Punti principali: cefalea-2, taiyang e yingan
(sensazione del collo).
1. Punti principali: cefalea-1, vertigini, fronte,
2. Punti aggiunti: guancia, orecchio interno, ner-
maxilla e shang er gen (radice dell’orecchio supe-
vo occipitale minore, cervello, vertigini, sedazione,
riore).
fegato, bile e erjian (apice dell’orecchio).
2. Punti aggiunti: guancia, area della guancia e
della faccia, er jian (apice dell’orecchio), nei bi
(naso interno), wai bi (naso esterno), mal di denti, Metodo di trattamento
oculus, occhio, stomaco e punto depressore.
1. Pressione con piccole sfere sui punti di
auricolopuntura: una piccola sfera viene applicata
su ogni lobo alternativamente ogni 2 giorni con 4
* Bejing Fuxing Hospital sessioni, che costituiscono un ciclo di trattamen-

71
to. Per una cefalea frontale unilaterale viene usato giorno; un ciclo di trattamento è costituito da 4
il lobo ipsilaterale per iniziare la terapia. sessioni.
2. Agopuntura con ago filiforme: viene applicata 2. Terapia di agopuntura con ago filiforme: un ago
una stimolazione media o forte per mezzo di un filiforme viene applicato su uno o su entrambi i
lobi con una stimolazione media o forte, ogni
selezione agopunti - cefalea frontale e temporale giorno o ogni due giorni, gli aghi sono mantenuti
in situ 5-15 minuti. Un ciclo di trattamento si
prolunga per 5-7 giorni e può essere seguito da un
altro ciclo, se necessario, dopo un riposo di 3-5
giorni.

CEFALEA OCCIPITALE

La cefalea nella regione occipitale è soprattutto


frequente nell’ipertensione vascolare, nell’attac-
co da fattori esogeni e nell’insufficiente apporto
di sangue alle arterie vertebrali.
Il principio di trattamento si basa sulla dispersione
del vento, sul drenaggio dei meridiani; bisogna
quindi mandare l’essenza purificata del cibo in
alto, aprire gli orifici e così si allevierà il dolore.

selezione agopunti - cefalea parietale e


ago filiforme nei punti scelti su uno od entrambi occipitale
i lobi, ogni giorno o ogni due giorni. Nei casi di
cefalea temporale unilaterale può essere usato il
lobo ipsilaterale per iniziare la terapia. Gli aghi
vengono trattenuti in sede per 5-15 minuti, un
ciclo di trattamento è costituito da 5-7 sessioni e in
genere viene seguito da un altro ciclo, se necessa-
rio, dopo un riposo di 3-5 giorni.

CEFALEA PARIETALE

La cefalea parietale ha frequentemente origine


psiconeurotica. Secondo la medicina tradizionale
cinese, in principio questa cefalea va trattata ri-
scaldando i meridiani, sottomettendo il flusso in
senso inverso, armonizzando lo stomaco, soppri-
mendo il vomito e così allontanando il dolore.

Selezione dei punti di auricoloterapia


1. Punti principali: ding (vertice), cefalea-1, tian-
ding, psiconeurosi. Selezione degli agopunti
2. Punti aggiunti: vertigini, mancanza di sonno, 1. Punti principali: occipite, ding (vertebre), cefa-
fegato, rene, weichang (stomaco e intestino), lea-3, ermigen.
esofago. 2. Punti aggiunti: vescica urinaria, cuore, shen-
men, vertigini, oculus-1, 2, occhio, fegato, freddo,
ipertensione, insonnia.
Metodo di trattamento
1. Pressione con piccole sfere sui punti di
auricolopuntura: viene apllicata una piccola sfera Metodo di trattamento
sui punti scelti su ogni lobo alternativamente ogni 1. Pressione con piccole sfere sui punti di

72
auricolopuntura: si applica una piccola sfera nei media o forte su un lobo o su entrambi i lobi ogni
punti scelti su ogni lobo alternativamente ogni giorno o ogni due giorni. Gli aghi sono mantenuti
due giorni; un ciclo di trattamento è costituito da in situ per 5-15 minuti, manovrandoli ogni 3
4 sessioni. minuti. Un corso di terapia è costituito da 5-7
2. Terapia di agopuntura con ago filiforme: si sessioni, e può essere seguito da un altro ciclo, se
applica un ago filiforme con una stimolazione necessario, dopo un riposo di 3-5 giorni.

73
domande e risposte

Come viene trattata l’impotenza con l’agopuntura?


Hu Jinsheng *

Con il termine di impotenza si identifica una yang, viene inoltre infisso un ago o rivolto verso
completa o parziale incapacità dell’erezione del il basso obliquamente per 0.5-1 cun nel punto
pene sicché viene compromessa la normale vita sanyinjiao (SP6) in modo da indurre una sensa-
sessuale. Clinicamente, solo una piccola parte dei zione di scossa che si irradia preferibilmente ver-
casi ha una eziologia organica, mentre nella mag- so yinlingquan (SP9) o verso il lato mediano della
gior parte dei casi è soltanto funzionale in origine coscia.
e senz’altro risponde molto bene al trattamento. Selezione dei punti aggiunti secondo le differenti
Le comuni cause di impotenza sono dovute ad una sindromi: l’agopuntura con il metodo della tonifi-
eccessiva attività sessuale, ad una indulgenza cazione allo xinshu (BL15), pishu (BL20) e shen-
nella masturbazione, che danneggia l’essenza vi- men (HT7) viene usata in casi originati da ansietà
rile o ad un’insufficienza del fuoco del mingmen o febbre, l’agopuntura con il metodo della disper-
(insufficienza del rene-yang). Alcuni casi sono sione allo yinlingquan (SP9) viene usata nei casi
causati da febbre e ansietà, che compromettono il dovuti ad un flusso verso il basso dell’umidità e
cuore e il rene, alcuni casi sono prodotti da un del calore e l’agopuntura con il metodo della
flusso verso il basso dell’umidità e del calore in dispersione al ganshu (BL18) e taichong (LR3)
modo da indurre un rilassamento della regione viene usata nei casi di stagnazione del qi del
uro-genitale. Il principio di trattamento consiste fegato.
nel tonifcare il rene, rinvigorire lo yang, chiarifi- Punti da notare: prima di porre gli aghi nei punti
care, l’umidità e il calore, riequilibrare le funzioni guanyuan (CV4), o zhongji (CV3), al paziente
del fegato e del cuore. viene chiesto di liberare la vescica; al momento in
La prescrizione degli agopunti: baihui (GV20), cui si hanno segni di miglioramento dopo il trat-
shenshu (BL23), mingmen (GV4), guanyuan tamento di agopuntura, al paziente viene chiesto
(CV4) o zhongji (CV3) e sanyinjiao (SP6). di non avere una attività sessuale; ai pazienti che
Il metodo: baihui (GV20), shenshu (BL23), e presentano una disfunzione emozionale bisogne-
mingmen (GV4), vengono trattati con l’infissione rebbe spiegare la natura della loro malattia in
di aghi con il metodo della tonificazione e viene modo da non farli cadere in errore e in modo da
applicata anche una moxibustione nei punti shen- stabilire una certa confidenza con il medico per
shu e mingmen, in modo da riscaldare il rene e arrivare ala guarigione del disturbo.
rinvigorire lo yang.
I punti guanyuan (CV4) e zhongji (CV3) vengono
infissi con un ago filiforme di 2 cun leggermente
inclinato verso l’ipogastrio per 1-1.5 cun in ogni
sessione, in modo da produrre una sensazione di
scossa che si irradia fino al pene. L’ago è poi
sollevato e girato con piccole curve per tonificare,
segue poi una ritenzione dell’ago stesso. La
moxibustione può essere applicata ai punti
guanyuan (CV4) in casi di insufficienza del rene

* Institute of Acupuncture and Moxibustion, China Academy


of Traditional Chinese Medicine, Beijing

74
estratti

Analisi degli effetti terapeutici 99 pazienti affetti da attacchi acuti


ottenuti in 182 casi di prostatite di cuore polmonare cronico trattati
cronica trattata con con una combinazione di medicina
terapia ombelicale occidentale e tradizionale
Cheng Kejia* Wang Ruiying*
I farmaci usati includono: semen Vaccariae, rhi- Sia il gruppo esaminato (95 casi) che il gruppo di
zoma Acori graminei, Indigo naturalis, folium controllo (90 casi) hanno avuto una uguale
Artemisiae argyi, herba Lysimachiae, radix somministrazione di farmaci occidentali ad azio-
Rublae, herba Taraxaci calcinato di os Draconis e ne antiflogistica, antitussigena, antiasmatica,
calcinato di concha Ostreae. cardiotonica, diuretica, in aggiunta alla terapia di
Tutti gli ingredienti sono macinati e poi passati ad pertinenza del caso sulla base dei quali sono stati
un setaccio da 100 maglie. Presi 3-5 g di polvere prescritti i seguenti farmaci tradizionali cinesi per
e mescolati con una mistura di vino e aceto in il gruppo testato. Tra questi farmaci erano inclusi
egual quantità, vengono poi aggiunti ml 2 di radix Ophiopogonis, pericarpium Citri reticula-
dimetil sulfoxide e fatto un sottile strato che viene tae, flos Farfarae, radix Vladimiriae, Poria al
posizionato per 30 minuti. dosaggio di 15 g ciascuna; rhizoma Pinelliae e
Bisogna pulire l’ombelico con acqua tiepida e radix Ephedrae 10 g ciascuna; semen Pruni arme-
massaggiarlo fino a farlo divenire leggermente niacae, fructus Schisandrae e radix Glycyrrhizae
rosso e tiepido, coprirlo poi con il preparato e 12 g ciascuna; radix Ginseng rubra 6 g, Cinnabaris
posizionarvi sopra una garza pulita e poi un pezzo (involucro) 3 g, zenzero fresco e dattero cinese in
di carta adesiva. Questo rimedio è applicato di adeguate dosi. I risultati dimostrano che 85 casi
notte e rimosso durante la giornata; 7 giorni costi- (89.5%), 60 (66.7%) sono marcatamente miglio-
tuiscono un ciclo terapeutico; sono necessari da 1 rati; 8 e 28 casi sono migliorati; 2 e 2 casi non
a 5 cicli con l’intervallo di 2 giorni tra uno e l’altro. hanno avuto alcun miglioramento (i numeri si
I risultati dimostrano che su 103 casi trattati, 48 riferiscono rispettivamente al gruppo testato e a
sono marcatamente migliorati, 26 casi migliorati quello di controllo). L’efficacia è stata maggiore
e in 5 casi non si sono avuti miglioramenti con una nel gruppo testato (P<0.01).
percentuale di miglioramento del 97.25%.

* Journal of Chinese Acupuncture & Moxibustion 1992, 12


(5) : 5-6 * Tribune of National Medicine 1992, 7 (5) : 31

75
Effetto della MTC sulla tonificazione
del sangue e sulla eliminazione
della stasi di sangue in emorragia
in carcinoma primario epatico
Li Zuoqing*
39 casi sono stati trattati con una ricetta composta
da squama Manitis arrostita, carapax Trionycis,
rhizoma Zedoariae, radix Notoginseng, radix Pa-
eoniae rubra, Eupolyphaga seu Stelephaga, herba
Agrimoniae, radix Salviae miltiorrhizae. Bisogna
decuocere tutti gli ingredienti con acqua per una
somministrazione orale.
26 casi di controllo sono stati trattati con
adriamicina, fluorouracile.
Risultati: il numero di persone che hanno tratto
giovamento da questa terapia sono riportate di
seguito, prendendo in considerazione rispettiva-
mente i pazienti del gruppo trattato con erbe e
quello di controllo.
Marcatamente migliorati: 24, 2 casi; migliorati
10, 4 casi; nessun miglioramento 5, 20 casi.
Tutti gli indici reologici sono marcatamente dimi-
nuiti dopo il trattamento nel gruppo testato
(P<0.001 - 0.05). Per il gruppo di controllo, fatta
eccezione per i valori compatibili con il trombo in
vitro che mostrano delle modificazioni dopo il
trattamento (P <0.05), tutti gli altri indici non
mostrano delle grosse modificazioni (P > 0.05).

* Guangxi J. of TCM 1992, 15 (5) : 4-6

76
biblioteca

a cura della redazione

MASSAGGIO PEDIATRICO CINESE


Lucio Sotte
red edizioni, Como, giugno 1994
Pa.gg. 170 £ 34.000

Dopo un’interessante introduzione che, partendo


dall’analisi dei principi fondamentali della medi-
cina tradizionale cinese, arriva alla descrizione
dei meridiani principali e secondari, il volume
affronta, seppur per cenni, l’approccio diagnosti-
co e terapeutico pediatrico.
Inizia poi la sezione dedicata specificatamente al
massaggio pediatrico, che descrive inizialmente
le tecniche di manipolazione generali e, dopo la
presentazione dell’anatomia dei punti e delle zone
di massaggio, passa all’esame delle manipolazio-
ni specifiche dei punti e delle zone dell’estremità
cefalica, del torace e dell’addome, dell’arto infe-
riore e superiore, con una descrizione particola-
reggiata delle tecniche di manipolazione dei punti
della mano.
Il volume si conclude con l’analisi delle varie
metodiche relative alla prevenzione ed alla tera-
pia di una selezione di patologie pediatriche di
comune riscontro.
Con questo volume la collana dell’altra medicina
studio, che spesso abbiamo recensito da queste
pagine, prende una nuova veste tipografica che
interpreta maggiormente lo stile di “consultazio-
ne e di studio” di questi testi.
La prima parte del testo è dedicata all’analisi dei
FORMULARIO PRATICO DI fondamenti della fitoterapia.
FITOTERAPIA La seconda parte affronta il trattamento fitoterapico
A. Sannia delle principali malattie, fornendo le prescrizioni
Tecniche Nuove, Milano, 1994 di base e descrivendo le principali caratteristiche
Pa.gg. 80 £ 29.000 di ogni singolo rimedio della ricetta, attraverso
L’esperienza didattica e clinica dell’autore che, un’analisi delle sue azioni farmacologiche.
da più di dieci anni si occupa di fitoterapia, traspa- La terza ed ultima parte fornisce il repertorio
re da questo breve, essenziale manuale, che forni- alfabetico di tutti i rimedi utilizzati nel testo; di
sce al lettore i dati fondamentali per un primo ogni rimedio vengono fornite le caratteristiche
affronto teorico e pratico della fitoterapia occi- organolettiche, cliniche e farmacologiche in ma-
dentale. niera chiara e schematica.

77
LE ERBE CURATIVE La seconda parte del testo presenta al lettore,
Guida fondamentale alle proprietà terapeutiche pianta per pianta, i cento principali fitofarmaci.
dei farmaci naturali Ogni rimedio viene presentato attraverso un’ap-
M. Castleman profondita analisi che, partendo dalla storia e
Tecniche Nuove, Milano, 1994 dalla descrizione delle applicazioni citate nei testi
Pagg. 482 £ 59.000 delle antiche tradizioni, giunge a presentare e
commentare le attuali indicazioni terapeutiche,
Nel mondo vegetale troviamo molte piante che concludendo la trattazione con una attenta analisi
presentano azioni terapeutiche, talora potenti, ta- dei fattori di rischio e della posologia.
lora modeste. La fitoterapia è nata partendo da Il testo si conclude con un lungo elenco di patolo-
questa semplice, ma essenziale considerazione gie e dei rimedi ad esse correlabili.
che ne ha favorito lo sviluppo attraverso i millen-
ni. Nel XX secolo la medicina scientifica, dopo un L’IRIDOLOGIA RINNOVATA
lungo periodo di relativo distacco, sta diventando Diagnosi delle malattie attraverso
sempre più consapevole del potenziale terapeuti- l’esame degli occhi
co di un’ampia gamma di piante e ne sta svilup- G. Jaunas
pando lo studio e l’utilizzo. IPSA editore, Palermo, 1995
Con “Le erbe curative” è possibile introdursi in Pagg. 244 + poster + atlante didattico £ 75.000
questo nuovo ed antico mondo della terapia natu-
rale. Tutti coloro che si interessano di agopuntura
Il volume introduce il lettore alla conoscenza dei sanno che la mano, il piede, il volto, l’orecchio
fitofarmaci partendo dalla antica storia della presentano una somatotopia loro caratteristica
fitoterapia che è il presupposto del suo attuale che fornisce la possibilità di agire con punti locali
sviluppo. Appare chiaro come tutte le civiltà ab- per affrontare patologie generali.
biano fatto tesoro della “farmacia della natura”; Esiste in medicina cinese un’approfondita cono-
purtroppo, mentre alcune ci hanno trasmesso le scenza dei rapporti che intercorrono tra le struttu-
loro conoscenze, altri patrimoni di esperienza re oculari ed i cinque movimenti, con relativi
sono andati irrimediabilmente perduti. organi e visceri; al rene corrisponde la pupilla, al
fegato l’iride, al polmone la sclera, al cuore i vasi

78
congiuntivali ed alla milza la palpebra. dopo aver constatato come, nel corso di una epi-
L’iridologia, seppur di origine occidentale, com- demia di colera, i malati guarissero meglio attra-
pleta ed amplifica le “relazioni” conosciute ed verso l’applicazione degli aghi che con i farmaci
utilizzate in Cina da millenni e permette al medico allora disponibili.
agopuntore di sfruttare l’osservazione dell’oc- La sua conoscenza della lingua, della cultura,
chio sia per la prevezione, come per la terapia dell’arte e della letteratura cinese gli permise di
delle malattie. avvicinarsi alla medicina cinese «dal di dentro»,
Esiste una raffinata topografia ididea che permet- come un orientale.
te di correlare le alterazioni strutturali e pigmentarie Il trattato “Agopuntura Cinese” rappresenta la
locali con i vari organi, visceri ed apparati. Ciò «summa» dell’eredità lasciata ai medici europei.
permette al medico di I tomi I e II (già pubblicati) introducono al
concetto di energia ed al suo uso, il tomo III cerca
di accostare l’Est all’Ovest; vi si trova una sintesi
dei lavori di Soulié de Morant sulla fisiologia
dell’energia. Lo scopo dei tomi IV e V è eminen-
temente pratico, per fornire ai lettori un approccio
concreto alla scelta dei punti di agopuntura.

AGOPUNTURA CINESE
Tomo I - L’energia, Tomo II - L’uso dell’energia
G. Soulié de Morant
IPSA editore, Palermo, 1995
Tomo I, pagg. 151 £ 50.000, Tomo II pagg. 172 £
50.000

Tutti gli agopuntori conoscono George Soulié de


Morant, che può essere considerato il vero
introduttore dell’agopuntura in Francia ed in Eu-
ropa. Questo insigne personaggio, che per la sua
statura culturale e scientifica è stato anche candi-
dato al premio Nobel, ci ha lasciato una immensa
eredità culturale, raccolta in questo trattato sul-
l’agopuntura cinese, che la IPSA editore presenta
per la prima volta al pubblico italiano.
George Soulié de Morant nacque a Parigi nel 1878
e, fin da ragazzo, ebbe modo di imparare la lingua
cinese. All’età di 20 anni fu inviato in Cina come
incaricato del Ministero degli Affari Esteri e,
successivamente, fu nominato Console di Francia
a Shanghai. Si dedicò allo studio dell’agopuntura

79