Sei sulla pagina 1di 1

MARTEDÌ 30 OTTOBRE 2018 LA GAZZETTA DELLO SPORT 29

SerieB L’INTERVISTA
R TU C
PE
O
U

N..
A T

Roberto Venturato

V
Roberto Venturato, 55 anni, a
sinistra con il d.g. Stefano
Marchetti e in panchina. Qui
sopra il genoano Kouame, che il
tecnico ha lanciato nel Cittadella

E
PADOVASPORT-LAPRESSE-GETTY

«IlmioCittadella
suo padre vicino a Montebellu-

L'IDENTIKIT na. Perché questa scelta?


«Sto con lui dopo che è manca-
NATO A ATHERTON (AUSTRALIA)
ta mia madre, sono figlio uni-
co, e viene sempre alle partite.

guardaallaSerieA
N
IL 14 APRILE 1963
RUOLO ALLENATORE CITTADELLA I miei figli sono grandi, mia
(EX CENTROCAMPISTA) moglie ogni tanto viene e torno
io a casa almeno una volta la
Ha giocato con Montebelluna, settimana, senza problemi».
Cremonese, Pergocrema,

seguendoMennea»
Giorgione, Venezia, Treviso e Proposte per andare via?
Pizzighettone, dove nel 1996 ha «Mai. E io sto bene qui, mi pia-

T
iniziato ad allenare nelle giovanili ce quello che posso fare, se mi
fino a vincere la C2. Nel 2007 era chiameranno vedremo».
vice di Mondonico a Cremona,
dove poi ha allenato nel 2009-10 Quali i concetti del suo calcio?
prima di Pergolettese (due volte)
e Piacenza. Al Cittadella dal 2015 1Il tecnico da più tempo su una panchina della B «Far partecipare tutti al gioco,
essere propositivi, creare grup-

«Abbiamo le qualità per rincorrere i nostri sogni»


pi con condivisione delle idee,

U
in cui tutti possono fare tutto».

«Un Pordenone-Cittadella in C Il trequartista è poco di moda,


Nicola Binda vinto 3-0 che ci ha dato convin- lei lo impiega nel 4-3-1-2.

E
zione e fatto partire la cavalca- «Mi è sempre piaciuto avere
ra il 2015, Renzi era ta verso la B. E poi il 5-1 al Ve- uno o più giocatori tra le linee,
presidente del Consi- rona dopo essere andati sotto». mi intriga avere gente di quali-

R
glio e Mancini allena- tà che sappia fare più ruoli».
va l’Inter. Sembra ieri, Perché a Cittadella un allenato-
ma il mondo è cam- re si sente forte? Marchetti ogni anno vende i mi-
biato. Non per Roberto Ventu-
rato, da allora sulla panchina
«Perché la proprietà e il diret-
tore Marchetti affrontano le
SEMBRAVA NON gliori del Cittadella e le propone
giocatori poco noti. Si fida?
del Cittadella: nessuno in B cose nel modo giusto. L’allena- POTESSE BATTERE «E’ un grande conoscitore di
resiste da tanto tempo. tore sente la fiducia e pensa so-
lo al campo: il calcio è questo».
CERTI AVVERSARI, giocatori, sa trovare quelli con
le qualità migliori per noi. C’è

A
Ci credeva? MA CE L’HA FATTA un confronto, è capitato che
«Sapevo che questa società Marchetti ha giocato con lei a abbia consigliato qualcosa an-
punta sugli uomini e le loro Treviso negli anni Novanta. ROBERTO VENTURATO ch’io, abbiamo ottima l’intesa».
capacità. Lo speravo, ma non «Prima avversari e poi compa- SU PIETRO MENNEA
ci pensavo: eravamo in C e gni, un rapporto cresciuto nel Lei si intende di consulenze fi-
volevamo tornare in B. Io so- tempo». Non avere pressioni aiuta? nanziarie: su quale giocatore
no ambizioso e ho accettato «Chi fa questo mestiere le pres- lanciato se la sente di investire?

T
la sfida , ma qui hanno scritto Il Cittadella in A è un’utopia? sioni le ha, voler migliorare è «Varnier mi ha colpito dall’ini-
lunghe pagine anche Glerean, «Non è una cosa facile, ma è una pressione che mi piace». zio: mi dispiace che si sia infor-
Maran e Foscarini». giusto sognare. Per la serietà e tunato, ma l’Atalanta avrà un
le capacità del club la possibili- Spesso è polemico con arbitri: talento con qualità importanti.
Sono passati 1.208 giorni: mai tà c’è. Ma ci si arriva con una vi sentite poco tutelati? E poi Kouame, sta facenco cose
avuto momenti critici? crescita continua, non per ca- «Non sono polemico... Sono straordinarie al Genoa».
«Certo c’è stato, ma cose per le so. Per noi è importante fare la schietto e sincero, li rispetto

O
quali basta sedersi al tavolo B, però vogliamo crescere». perché fanno un mestiere com- E’ più facile che il Cittadella va-
per risolverle. Cose che capi- plicato. Me la sono presa solo da in A o che lei torni in Austra-
tano. Ma sono stati di più i C’è un atleta che identifica que- davanti a qualche errore, ma lia dove è nato?
momenti belli: una promo- sto sogno? poi è finita lì. Se siamo più bra- «Sono venuto in Italia che ave-
zione e due playoff in B». «Mennea non sembrava potes- vi vinciamo noi, non credo as- vo 10 anni, sicuramente ci tor-
se battere certi avversari, ma solutamente ai complotti». nerò in vacanza. Spero che pri-
In 208 partite di campionato c’è riuscito con abnegazione: ma il Cittadella vada in A».
quale vuole incorniciare? mi piace come paragone». La famiglia a Cremona, lei con © RIPRODUZIONE RISERVATA