Sei sulla pagina 1di 2

38 M A RT E D Ì 7 M AG GIO 2019 LA GAZZETTA D E L LO SP O RT

Serie B e C/LA STORIA

MARCELLO M A T T E O

Da sinistra

Profeta in patria Marcello,


Marco e Dal Canada
«Da bambini Matteo
Mancosu
all’Entella in B
era la cameretta «Papà giocava
il nostro stadio» Ispirati da lui»

Marcello Mancosu 27 anni, Matteo Mancosu 34 anni,


attaccante del San Marco Assemini attaccante dell’Entella LAPRESSE

M «U
arcello è il fratello n segreto? Non
più piccolo della credo ci sia. For-

Fratelli
banda Mancosu. Do- se è questione di
po un lungo peregri- dna. Ma per fare
nare tra Lega Pro e il calciatore ci
Serie D lo scorso dicembre è vogliono tanti fattori. Certo, se
tornato a casa, in Sardegna, con pensi che solo uno su tantissi-
la San Marco Assemini. Squa- mi riesce a fare carriera, am-

promozione
dra a pochi chilometri da Ca- metto che la nostra storia sia
gliari, Promozione sarda. Un molto particolare». Matteo
passaggio che potrebbe sem- Mancosu, attaccate dell’Entel-
brare un passo indietro nella la, racconta il momento suo e
carriera dell’attaccante 27enne dei fratelli. Essendo il maggiore
che però ha le idee chiare: «Per è stato lui, anni fa, a tracciare
anni ho giocato lontano da casa agli altri la strada:«Ma al calcio
e alla fine sono tornato in Sar- io mi sono avvicinato per papà
degna per avere un lavoro an- Mimmo — racconta — Lui gioca-
che fuori dal calcio». Proprio va. Mai professionista ma è sta-
come l’Entella di Matteo anche
la San Marco di Marcello ha ot-
Dinastia Mancosu: in otto giorni tre imprese con tre club, to un buon dilettante. All’epoca
quelli come lui li chiamavano
tenuto all’ultima giornata di
campionato la promozione, in
dai dilettanti alla A. Sabato la favola aspetta il lieto fine jolly: sapeva fare tutti i ruoli».

Eccellenza, vincendo 1-0 lo di Giuseppe Calvi, Roberto Pinna e Italo Vallebella


L’emigrante
scontro diretto contro il La Pal- Matteo è rientrato in Italia a
ma, che si trovava a +2 dall’As- gennaio. All’Entella avrebbe
semini prima dell’ultimo turno, potuto avere vicino il fratello

E
come il Piacenza con l’Entella. adesso in famiglia (e 5 assist) è il secondo marcato- Marcello, che giocava a Sestri
Salto triplo
MARCO
manca solo il suo re nel Lecce (La Mantia ne ha Levante, in D, pochi chilometri
Promossi marchio. Marco fatti 16) ed è al quinto posto del- da Chiavari. Ma dieci giorni
Marcello ha contribuito alla Mancosu spera di la classifica cannonieri di B, con prima che Matteo firmasse per
promozione con quattro gol ma Con Liverani chiudere i conti sa- Simy e Nestorovski. In Italia, Marco Mancosu l’Entella, Marcello ha deciso di
ancora il lavoro non è compiu-
to: «Spero anche Marco ottenga
la metamorfosi bato, nella sfida contro lo Spezia
che potrebbe assegnare al Lecce
dalla A alla C, nessun altro cen-
trocampista ha segnato di più. LECCE
tornare in Sardegna: «Peccato,
mi avrebbe fatto piacere vivere
la A. Sarebbe una gioia incredi-
bile: per la prima volta tutti
E a Lecce sogna la promozione in A. A 30 anni
sta vivendo la stagione più im- Campo e casa Sabato vicini. Purtroppo non riuscia-
mo a incontrarci moltissimo
promossi». Ma che rapporto ha il capolavoro portante della carriera, già a 13 Riservato, Mancosu, con la mo-
da Serie B
a Serie A ? anche con Marco. Ma ci sentia-
con i suoi fratelli Marcello? «Da gol (con 2 rigori) in 33 partite in glie Valeria e la figlia Gioia, 4 an- mo spessissimo». Matteo e
bambini giocavamo a pallone campionato. Numeri da bom- ni, ha legato molto con l’am- Marcello l’obiettivo della pro-
anche in camera... Io e Matteo ber vero, lui che in casa è il cen- biente leccese. A febbraio ha Matteo Mancosu mozione lo hanno già centrato.
contro Marco, così le squadre trocampista, in mezzo ai fratelli prolungato il contratto a giugno Ora tifano per Marco: «Si meri-
erano più equilibrate». Insieme Matteo e Marcello, attaccanti, 2021. A un passo dalla A, Marco ENTELLA terebbe di tornare in Serie A —
però i tre Mancosu non hanno per la felicità di papà Mimmo, ripensa al suo esordio nel para- Il 4 maggio sottolinea Matteo — Lo dico per
mai giocato ma c’è una speran- un passato da dilettante. diso calcistico, con la squadra da Serie C il gioco che ha espresso il Lecce.
za: la nazionale sarda di calcio. della sua città: ad Ascoli, scon- a Serie B Ma anche Marco stesso si meri-
Il 2 giugno i sardi affronteranno Isola felice fitta per 2-1 ma con un suo gol. ta la promozione. Sicuramente
la Corsica a Olbia e chissà che il Con la Sardegna sempre nel In A conta solo 13 gare nel suo è il più serio di tutti e tre. Anche
Marcello Mancosu
c.t. Bernardo Mereu non li chia- cuore, dal 2016 ha trovato un’al- Cagliari, dove ammirava Danie- da ragazzini se c’era da alzarsi
mi: «So che loro hanno avuto tra isola felice a Lecce: l’anno le Conti e Nainggolan. Sognava SAN MARCO al mattino per andare a correre,
dei contatti, per me sarebbe un scorso ha conquistato la B e nel- di raggiungere Matteo nella Mls, ASSEMINI lui era sempre presente. Magari
piacere enorme». l’attuale torneo recita da prota- ora si tiene stretto il Lecce. Marcello e io un po’ meno...».
© RIPRODUZIONE RISERVATA Marco Mancosu 30 anni, gonista. Liverani l’ha convinto a © RIPRODUZIONE RISERVATA
Il 5 maggio © RIPRODUZIONE RISERVATA
da Promozione
centrocampista del Lecce LAPRESSE calarsi nel ruolo di trequartista a Eccellenza
s TEMPO DI LETTURA 1’15” e Marco, diventato anche capi-
tano, si è esaltato. Con 13 centri s TEMPO DI LETTURA 1’23”
RCS s TEMPO DI LETTURA 1’15”

Il posticipo della 37a giornata


S I T U A Z I O N E

Ultimo sprint:
La battaglia è del Foggia. Nesta, playoff a rischio sabato alle 15
tutti in campo
Partita nervosa, un rigore di Greco di Sgarbi su Mazzeo è sanzio-
nato da Di Paolo con il rigore
Zambelli 6 (dal 37’ p.t. Loiacono 6);
Mazzeo 6,5, Iemmello 6. (Noppert, ● LA CLASSIFICA
regala la vittoria ai rossoneri
Top Boldor, Sonnini, Tonucci, Arena, Brescia 67; Lecce 63; Palermo 62;
che Greco ha trasformato nel- Ngawa, Cicerelli, Chiaretti, Benevento 57; Pescara 52; Spezia 51;
Grassadonia avvicina la salvezza, l’1-0. Il Foggia — sostenuto da-
gli 11.000 dello Zaccheria — ha
Matarese). All. Grassadonia 7 Cittadella 50; Cremonese, Verona 49;
Perugia 47; Cosenza 46; Ascoli 43;
il Perugia più lontano dagli spareggi resistito fino all’ultimo e si gio- 7 LEANDRO GRECO
PERUGIA (4-3-1-2) Gabriel 6,5;
Rosi 5,5, Gyomber 6, El Yamiq 5,5 (dal Crotone 40; Salernitana, Livorno 38;
cherà playout e salvezza nella 27’ s.t. Sgarbi 5), Mazzocchi 5,5 (dal Foggia (-6) 37; Venezia 35; Padova 30;
Leader del 1’s.t. Falasco 5,5); Kouan 6,5, Carraro Carpi 29.
di Emanuele Losapio - FOGGIA sfida di sabato a Verona. La Foggia. Segna il 6, Dragomir 6 (dal 20’ s.t. Kingsley ● IL PROSSIMO TURNO
qualificazione ai playoff del rigore decisivo, Ultima giornata, sabato, ore 15
5,5); Verre 6; Sadiq 6,5, Vido 5.

U
na vittoria ti allunga sta, perché il suo Perugia gioca Perugia è invece rimandata al- detta geometrie (Bizzarri, Perilli, Felicioli, Ranocchia, Brescia-Benevento (andata 1-1), Carpi-
la vita. Al Foggia ba- una gara di grande personalità lo scontro diretto contro la e fa da argine Cremonesi, Moscati, Falzerano, Han). Venezia (1-1), Crotone-Ascoli (2-3),
sta il graffio su calcio in Puglia. Gli umbri hanno Cremonese. Gli umbri dovran- sulle ripartenze All. Nesta 6,5 Lecce-Spezia (1-1), Padova-Livorno
di rigore di Leandro pressato e sfiorato il vantaggio no vincere e tifare in un risul- del Perugia ARBITRO Di Paolo di Avezzano 6,5 (1-1), Palermo-Cittadella (1-0), Perugia-
Greco a un quarto con Verre (palo esterno), ma tato positivo proprio dei rosso- ASSISTENTI Muto 6-C. Rossi 6 Cremonese (0-4), Pescara-
FOGGIA-PERUGIA 1-0 ESPULSI Tonucci (F) dalla panchina Salernitana (4-2), Verona-Foggia
d’ora dalla fine per battere il hanno avuto la grande colpa di neri, per conquistare l’ultimo (2-2). Riposa Cosenza.
Perugia e sorpassare il Venezia rallentare sul più bello. Gabriel posto utile per gli spareggi pro- PRIMO TEMPO 0-0 al 32’ s.t. per proteste
MARCATORE Greco su rigore al 30’ AMMONITI Iemmello (F) e Vido (F) ● I VERDETTI
in classifica. La notte dello ha salvato il possibile vantag- mozione. s.t. per proteste Brescia promosso in Serie A;
Zaccheria sorride a Gianluca gio rossonero, compiendo un © RIPRODUZIONE RISERVATA
FOGGIA (3-5-2) Leali 6,5; Martinelli NOTE paganti 3.955, abbonati 7.346, Padova e Carpi retrocessi in C.
Grassadonia, alla seconda vit- miracolo su Deli sul finire della 6, Billong 6, Ranieri 7; Gerbo 6, quota e incasso nc. Tiri in porta 2-2 Mancano una promozione e una

s
toria consecutiva. Resta l’ama- prima frazione. Gara di grande Busellato 6,5 (dal 33’ s.t. Agnelli s.v.), (con un palo). Fuori 8-12. In fuorigioco retrocessione diretta, una promozione
TEMPO DI LETTURA 1’03” e una retrocessione dopo spareggi.
ro in bocca ad Alessandro Ne- intensità nella ripresa, il fallo Greco 7, Deli 6 (dal 22’ s.t. Galano 6), 1-2. Angoli 4-4. Recuperi: p.t. 2’, s.t. 6’
M A RT E D Ì 7 MAGGIO 2019 LA GAZZETTA D ELLO S P O RT 39

Serie B e C/LA TENDENZA

Ansia da panchina, altri due cambi flash


La Salernitana chiede la salvezza a Menichini, il Catania per la B richiama Sottil
di Nicola Binda

«
Sono il signor Wolf, il suo arrivo ha firmato una
risolvo problemi». preziosa vittoria a Catanzaro e
L’allenatore chiama- la prima sconfitta della capoli-
to per una massimo sta Juve Stabia. Sembrava la
due partite non è svolta per una squadra forte ma
IN B proprio come Harvey Keitel che
suona il campanello della vil-
partita adagio dopo le traversie
estive (ma l’alibi non regge più,
IN C
letta in Pulp Fiction. E il proble- visto quello che ha fatto l’Entel-
ma - ben più serio - lo risolve in la). Le tre sconfitte nelle suc-
meno di 40 minuti. Come fa- cessive 4 giornate hanno raf-
ranno gli allenatori chiamati in freddato l’entusiasmo; non è
extremis in questi giorni a fir- stato fatale a Novellino solo il
mare quelle che sembrano vere pareggio interno di domenica
imprese? con il Rieti, evidentemente alla
società non andava di affronta-
Palermo Serie B re i playoff in queste condizio- Novara
Delio Rossi Pensiamo a Leonardo Menichi- ni. Perché la Serie B per il Cata- William Viali è
ha sostituito ni, richiamato per la terza volta Leonardo Menichini 65 anni, già allenatore della Andrea Sottil 45 anni, ha allenato il Catania dal luglio nia è quasi vitale. In questo ca- ritornato dopo
Stellone (nel 2014-15 prima del via al Salernitana dal 2014 al 2016 LAPRESSE 2018 allo scorso febbraio LAPRESSE so il signor Wolf è Andrea Sottil, Sannino
posto di Somma salendo in B, richiamato dopo l’esonero del
nel 2015-16 dopo 24 giornate scorsa, quando il Verona (club spetto a quello che si è trovato 24 febbraio. Almeno la squadra
GIUDICE SPORTIVO
per Torrente salvandosi al numero 11 di B che ha cambia- davanti 10 giorni prima Delio la conosce. Un po’ come Wil-
playout) da una Salernitana che to) si è deciso a esonerare Gros- Rossi entrando nel garage del liam Viali, tornato a sorpresa a
sta precipitando. Quattro scon- so dopo settimane di tentenna- Palermo. Per la A - diretta o ai Novara dopo l’esonero di Beppe
fitte di fila, 4 punti in 10 partite, menti, salvataggi in extremis e Dodici fermati playoff - le possibilità ci sono, Sannino, seguito all’ininfluente
un ambiente ostile e una squa- fiducie incondizionate, anzi no. per una partita visto l’organico. Il problema è il 3-0 di sabato a Pisa. «Serve una
dra spedita in ritiro a Pomezia Il signor Wolf dell’Hellas non processo di venerdì, con la pro- scossa» gli ha fatto sapere la so-
Verona fino alla vigilia della partita di ha fatto in tempo a ordinare un Cuneo, stop bis babile richiesta di retrocessione cietà. Una scossa. Senza pensa-
Alfredo Aglietti Pescara. «E’ una scella di cuo- caffè con molta panna e molto all’ultimo posto: in questo caso re che Sannino era rimasto
ha preso il re: ho conquistato la B, la voglio zucchero per concentrarsi: gli ● Squalificati per una giornata Delio Wolf si dovrà arrendere. l’unico motivo di fiducia per i
Varone (Carrarese), Esposito
posto di Grosso mantenere» ha confidato me- sarebbe andato di traverso, vi- (Catania), Palomeque (Cavese), tifosi verso una società e una
nichini. Gregucci - che dopo 16 sto il debutto di Cittadella (3-0 Castellana e Gissi (Cuneo), Pellizzer Serie C squadra che in questo campio-
gare aveva rimpiazzato Colan- già al 41’). Forse Aglietti si è (Entella), Pesce (Feralpisalò), Anche per l’eterno Walter Al- nato li hanno delusi parecchio.
tuono - ha ricevuto il benservi- preoccupato più di ravvivare la Boccardi (Imolese), Delli Carri (Rieti), fredo Novellino è finita. E in un Domenica, ore 15, Siena-Nova-
to al risveglio dopo la sconfitta sua squadra che di arginare Rossi (Siena), N’Ze (Virtus Verona), modo beffardo visto che ieri ra, prima gara dei playoff: se
serale in casa con il Cosenza; il l’avversario, e l’ha pagata cara. Buonocunto (Vis Pesaro). Tremila mattina, intervistato da Radio Viali comincerà risolvendo il
euro di multa all’Entella perché nel
sostituto ha accettato con la Ora ha una partita per conqui- finale con la Carrarese «venivano
Anch’io, parlava delle possibili- problema, il mito di Harvey
promessa di conferma in caso stare i playoff e poi chissà. Se fatti mancare i palloni, causando la tà di promozione del suo Cata- Keitel comincerà a vacillare.
di salvezza, ha suonato il cam- Wolf aveva un cadavere senza sospensione della gara per circa un nia. Finita la trasmissione, ecco © RIPRODUZIONE RISERVATA

panello di casa Salernitana e da testa da far sparire, Aglietti ha minuto». Multati anche Piacenza la comunicazione della società:
oggi è al lavoro. Un po’ come
Alfredo Aglietti la settimana
una squadra in coma da riani-
mare. Un compito più arduo ri-
(2.500), Cavese (2.000), Carrarese
(1.000), Bisceglie e Virtus (500 euro).
grazie di tutto, è finita. «Ma co-
me?» ha sbottato lui, che dopo s TEMPO DI LETTURA 2’55”