Sei sulla pagina 1di 148

programmi dal 25 al 31 maggio

Da Bulgakov, mini-serie cult


Ohche bel dottore, era unpiccolomaghetto
Anticipazioni Se torna
James Gandolni
e non fa il criminale
Personaggi I segreti
di Jon Hamm,
la stella di Mad Men
Documentari Quando
la medicina diventa
incredibilmente strana
P
O
S
T
E
I
T
A
L
I
A
N
E
S
P
E
D
.
I
N
A
.P
.
-
D
.L
.
3
5
3
/
2
0
0
3
C
O
N
V
.
L
.
4
6
/
2
0
0
4
A
R
T
.
1
,
C
.
1
,
D
C
B
M
I
L
A
N
O
-
P
U
B
B
L
I
C
A
Z
I
O
N
E
S
E
T
T
I
M
A
N
A
L
E
I
L
V
E
N
E
R
D

C
O
N
I
L
C
O
R
R
I
E
R
E
D
E
L
L
A
S
E
R
A

1
.7
0
(
S
E
T
T
E

0
.5
0
+
C
O
R
R
I
E
R
E
D
E
L
L
A
S
E
R
A

1
.2
0
)
-
N
E
I
G
I
O
R
N
I
S
U
C
C
E
S
S
I
V
I

1
.5
0
+
I
L
P
R
E
Z
Z
O
D
E
L
Q
U
O
T
I
D
I
A
N
O
.
N
O
N
V
E
N
D
I
B
I
L
E
S
E
P
A
R
A
T
A
M
E
N
T
E
24 maggio 2013 numero 21
Abdul Sattar Edhi,
natonel 1928in
Gujarat, dal tempo
della spartizione
dellIndia vive
inPakistan, dove
ha costruitola rete
di ambulanze pi
grande al mondo.
UnuomotraGandhi eMadreTeresa
Hainiziatochiedendolelemosinaper i pideboli. Oggi inPakistan
hacostruitounimperodel bene. Eccounvero Nobel per laPace
di Francesco Battistini
Reportage. Aulla, il paese
dimenticatodaunannoe
mezzosottoal fango. Niente
aiuti, matantepromesse
di Agostino Gramigna
SETTETV
Storiaeletteraturain
mini-serie, daBulgakov a
Hemingway, passando
per laGrandeDepressione
Biennale. AVenezia, dietro
lequinte, primadella
inaugurazione. Congli
artisti dateneredocchio
di Francesca Pini
i-EM
Green Lab Engineering
CalBatt
Mirubee Smart-l
Athonet
Atea
E CCO L E S TART UP CHE AI UT E RE MO A CRE S CE RE .
Enel Lab, il Laboratorio dImpresa di Enel, ha scelto tra 215 progetti 7 grandi idee
per il nostro futuro. Grazie al suo supporto, fatto di risorse economiche, consulenze,
laboratori e competenze tecnologiche allavanguardia, una nuova generazione di imprese
italiane e spagnole uscir dal guscio. Con questo sostegno cresceranno molte soluzioni
innovative applicabili nei vari settori della clean technology: digitalizzazione e sistemi
di comunicazione, stoccaggio di energia, reti intelligenti, rinnovabili. Tutte nel segno
dellefcienza e del miglioramento concreto della vita delle persone. Seguici su lab.enel.com
#EnelLab COVA 7 GRANDI IDEE DI CLEAN TECHNOLOGY.
24 maggio 2013 numero 21
UnuomotraGandhi eMadreTeresa
Hainiziatochiedendolelemosinaper i pideboli. Oggi inPakistan
hacostruitounimperodel bene. Eccounvero Nobel per laPace
di Francesco Battistini
Reportage. Aulla, il paese
dimenticatodaunannoe
mezzosottoal fango. Niente
aiuti, matantepromesse
di Agostino Gramigna
SETTETV
Storiaeletteraturain
mini-serie, daBulgakov a
Hemingway, passando
per laGrandeDepressione
Biennale. AVenezia, dietro
lequinte, primadella
inaugurazione. Congli
artisti dateneredocchio
di Francesca Pini
Contenuti/
N21 24 maggio 2013
9 / Italians
di Beppe Severgnini
10 / Cavalli di razza
di Gian Antonio Stella
12 / Malintesi
di Aldo Grasso
12 / Check-Point Elle
di Ellekappa
14 / Flash News
di Maria Luisa Agnese
16 / Italia s, Italia no
di Aldo Cazzullo
18 / Contromano
di Antonio Ferrari
18 / Una scena,
unimmagine appena
di Roberto Burchielli
20 / Ache Prezzo
di Danilo Taino
22 / Consegna Pacchi
di Antonio DOrrico
22 / Parole Ritrovate
di Alessandro Masi
24 / La storia
di Cesare Fiumi
26 / Storie (di) note
di Umberto Broccoli
27 / Blowin In The Web
di Roberto Cotroneo
30 / DAmore e di Altri Disastri
di Maria Laura Rodot
40
Chris-Dercon
direttore
dellaTateModern
Opinioni
Setteinedicolatutti i giorni
Sette del Corriere della Sera sempre
con voi. Oltre al venerd, con il quotidiano
a 1,70 euro, si pu comprare nei giorni
successivi, sempre inabbinamento
conil Corriere, a 1,50 euro pi il prezzo del
quotidiano.
In copertina,
Abdul Sattar Edhi
fotografato da
GuidoHarari/Contrasto
LA NOSTRACARTA
Questo giornale
stampato su carta
che deriva da legno
proveniente da
foreste gestite in
maniera corretta
e responsabile
secondo rigorosi
standard ambientali,
sociali ed economici.
48
Aulla, citt
dimenticata
Lisoladi Kyushu,
animadel Giappone
54
SETTE | 2124.05.2013 5
S
crive, il Financial Times, che la Francia scandalo-
samente antimoderna e irrazionalmente provincia-
le perch osa immaginare una tassa sul digitale per
finanziare la cultura. Premesso che lo sciovinismo
francese non una novit e che tutti noi proviamo fastidio
quando si prospettano ulteriori imposte, prima di respin-
gere ideologicamente il dibattito vorrei poterci ragionare
serenamente. La Rete e in generale le nuove tecnologie
sono innovazioni cos radicali da essere accostabili, nella
storia delluomo, alla scoperta del fuoco e della ruota o alla
possibilit di coltivare i terreni: non semplici evoluzioni
ma vere rivoluzioni sociali, tanto profonde da mettere in
discussione le certezze precedenti. naturale che simili
balzi comportino rischi e se non si educati a comprende-
re le potenzialit e i limiti del nuovo, si possono bruciare
ciecamente le conquiste precedenti e cadere vittime di
nuove religioni che promettono (come Lucignolo nel
paese dei balocchi) scorciatoie. Non dimentichiamo che
sono in gioco immense ricchezze e nulla come il luccicho
delloro alimenta cinismo e avidit a spese dei grulli. A
oggi, la diffusione del Web ha spostato in massa capitali
e capacit di moltiplicarli da molti settori delleconomia e
della societ verso i produttori di tecnologie e i venditori
di connessione. A scapito, soprattutto, della componente
umana: di chi fa musica, informazione, educazione, lette-
ratura, cinema, arte, ricerca. Per i tecnocrati meno illumi-
nati, tutto ci, vale a dire lobiettivo finale a cui la tecno-
logia dovrebbe facilitare laccesso, definito contenuti,
generici figli di un dio minore che non meritano remune-
razione: i contenuti si trovano e rubano in Rete, quindi
sono gratis. Perch la ricchezza deve rimanere tutta a chi
produce tecnologie e le innova con i tempi decisi dagli uf-
fici marketing. Ne consegue lillusione momentanea (poi la
pagheremo cara) che la professionalit, la cura, la dedizio-
ne, linvenzione e la creativit sono argomenti fasulli messi
in campo dalle diverse caste che mirano a proteggere i
loro privilegi. Basta un nulla, un clic, per illudersi di saper
fare qualsiasi cosa, dallinformazione a unopera letteraria,
dallamministrazione di unazienda allorganizzazione dello
Stato. Ai produttori di tecnologie va benissimo: pi i con-
sumatori credono che basti acquistare i loro prodotti per
essere qualcuno, pi i loro fatturati fioriscono. La religione
del click-tivism, lattivismo digitale, ci fa sentire grandi
senza aver dedicato un giorno a imparare qualcosa. E cos
prendono forma le nuove superstizioni di cui invasa (e a
volte invasata) la Rete, come i vaccini che provocano lomo-
sessualit, i microchip della Cia per il controllo mentale,
linesistenza dellAids, lodio per la scienza in tutte le sue
forme e lidea che i politici eletti siano insetti da schiac-
ciare. Detto questo, se Internet , come sicuramente , il
nostro futuro, dobbiamo educarlo ed educarci alla con-
vivenza. Deve essere realmente un mezzo che ci migliora
la vita, non il fine che la peggiora. Qualcosa che unisce,
non divide, che rende tolleranti non insofferenti. Sono le
persone e la loro creativit il cuore dei processi evoluti-
vi, non la tecnologia. Cos mi chiedo: davvero assurdo
immaginare che le multinazionali si facciano carico di un
acculturamento della Rete che tanto li arricchisce?
pvercesi@corriere.it
RIPRoDUzIoNE RISERvATA
EDiTOriALE
Se il Web non tutto
di Pier Luigi Vercesi
programmi dal 25 al 31 maggio
Da Bulgakov, mini-serie cult
Ohche bel dottore, era unpiccolomaghetto
Anticipazioni Se torna
James Gandolni
e non fa il criminale
Personaggi I segreti
di Jon Hamm,
la stella di Mad Men
Documentari Quando
la medicina diventa
incredibilmente strana
Contenuti /
N21 24 maggio 2013
34
Edhi, tra Gandhi e Madre Teresa.
Unpoveroche aiutai poveri. Che
nonvuole soldi dai ricchi e non
capisce le guerre sante. Da anni
merita (pidi altri) il Nobel
di Francesco Battistini
40 / Biennale/1. Larteungran
teatrodellamemoria
di Francesca Pini
42 / Biennale/2. Nelle segrete
stanze dei padiglioni
di Francesca Pini
48 / Aulla, una citt
dimenticata sotto il fango
di Agostino Gramigna
54 / Tra i grattacieli e il mare
dove fior
il primo seme dello Zen
di Marco Restelli
62 / Cantina con maiale
per la signora del vino
di Edoardo Vigna
66 / LAmerica che trovi
di Massimo Gaggi
67 / Latinos
di Rocco Cotroneo
68 / MediOrienti
di Stefano M. Torelli
69 / AfrAsia
di Edoardo Vigna
70 / Europa
di Donatella Bogo
71 / Il mio eroe
di Salvatore Giannella
71 / InVisibili
di Franco Bomprezzi
72 / Ledicola del Corriere
di Peppe Aquaro
74 / Meglio prestare denaro
a monaci piuttosto che a re
di Giovanni Vigo
76 / Per i pirati doggi
Internet vale pi di una nave
di Mirella Serri
78 / Come in un flmnoir
la vita di Vito Guarrasi.
Luomo dei misteri dItalia
di Giuseppe Di Piazza
81 / Parola Chiave
di Giorgio DellArti
82 / Un occhio capace
di vedere morire le stelle
di Giovanni Caprara
84 / Pecci: Anche se reciti
Sofocle devi essere pop
di Vittorio Zincone
145 Lettere al Direttore
la nostra mail lettereasette@rcs.it
Cover Tv 125
Attualit
Piaceri&Saperi
SetteTv
103 / Cover
di Cristiana Gattoni
104 / Cinema
di Mariarosa Mancuso
e Claudio Carabba
105 / Scuola
di Giovanni Pacchiano
106 / Musica
di Luca Bottura
106 / I dischi della settimana
di Stefania Ulivi
107 / Jazz
di Lorenzo Vigan
107 / Effetto Note
di Mario Luzzatto Fegiz
107 / Tecnologie
di Andrea Milanesi
108 / Libri
di Antonio DOrrico
110 / Saggistica
di Diego Gabutti
111 / PassatoPresente
di Lucrezia DellArti
112 / Quei dieci direttori
non sempre allaltezza
114 / Tempo al tempo
a cura di Manuela Croci
116 / Viaggio
di Ilaria Simeone
118 / BenEssere
a cura di Sara Gandolf
118 / Consigli alimentari
di Caterina e Giorgio Calabrese
119 / Dolori addio
di Dario Oscar Archetti
120 / Cibo e Oltre
di Camilla Baresani
120 / I Vini della Settimana
di Daniele Cernilli
121 / Botteghe
di Marisa Fumagalli
121 / Il Menu di Benedetta
di Benedetta Parodi
122 / Animalia
di Danilo Mainardi
e Paola DAmico
123 / Cocktail Martini
di Paolo Martini
144 / Oroscopo
di Alessandra Paleologo Oriundi
Stili di vita
93 / Cover
di Maria Luisa Agnese
94 / Moda
a cura di Gianluca Bauzano
96 / Moda Uomo
di Carlo Ortenzi
97 / En vogue
di Alessandro Calascibetta
98 / Moda Donna
di Elena Formenti
100 / Biglietto dInvito
di Ivan Rota
101 / Sfarfalloni
di Paolo Martini
127 / Telepatici
di Paolo Martini
127 / Telescherno
di Stefano Disegni
128 / Storiaeletteraturainserie
di Arnalda Canali
129 / Quellabizzarraepidemiaintv
di Fabio Bottiglione
Emma
Watson
101
Daniele Pecci 84
Londra
116
Il telescopiopipotente
del mondo
86 / Il maschio sicuro,
la natura trionfa
e lUlivo vince le elezioni
di Giuseppe Scaraffa
87 / Un mare sempre blu
e spot dautore
di Maria Cristina Milanesi
90 / Il tempo delle Donne
di Monica Ricci Sargentini
82
SETTE | 2124.05.2013 6
Beppe Severgnini /
Italians
Andrea Curti andrea.curti@hotmail.it
Buffo (anzi, triste) vedere che in quarantan-
ni le cose non sono cambiate. Ho letto,
amato e imparato da Cesare Pavese solo
perch me lo sono scelto per la tesina di
maturit. Col programma di terza liceo
eravamo arrivati solo a quel mattacchione di
DAnnunzio. Detto ci, dipendesse da me,
dopo questa lettera tu sei promosso; ma io
non sono in commissione desame, caro
Andrea! Ah, dimenticavo: ricorda la Regola
del P.O.R.C.O. quando scrivi il tema di
maturit. Pensa (prima di scrivere una sola
parola), Organizza (quello che intendi dire),
Rigurgita (butta fuori! La scrittura un
momento dionisiaco), Correggi (momento
apollineo! Controlla ci che uscito), Omet-
ti (scrivere vuol dire togliere: tutto quello
che non indispensabile dannoso).
ValeriaMarini presidente
CaroSevergnini, durantelelezione
del presidentedellaRepubblica, che
dovrebbeesserelapialtaespressione
dellanostrademocrazia, qualcunodei
grandi elettori hascrittosullaschedai
nomi del conteMascetti (dal flmAmici
miei, 1982) edi ValeriaMarini. Equesti
sarebberoi rappresentanti del popolo
italiano?Manonsi vergognano?
PaoloAllegrailgiocattolodiallegra@hotmail.com
A
lcuni parlamentari, negli anni,
hanno fatto di peggio. Molto di
peggio, caro Allegra.
Chi nasceeviveinItaliaitaliano
Caro Bsev, in merito alle discussioni sul
C
aro Beppe, sono allultimo anno di
liceo classico a Roma e, come tutti i
maturandi sono in dirittura darrivo
con la spasmodica corsa verso la fne dei
programmi. Un modo diplomatico per giu-
stifcare il fatto che autori come Pirandello si
trattino in una settimana senza scrupoli. Ci
si dedica pochissimo al Novecento italiano,
e le letterature e culture tedesca, americana
e russa (per citarne solo tre) sono com-
pletamente ignorate. Siamo in un mondo
moderno e complesso, o no?
neo-ministro Kyenge Kashetu, vorrei
farle soltanto una domanda: ritiene
giusto che venga introdotto lo ius
soli (che inevitabilmente porter a
un notevole aumento di popolazione),
mentre tanti italiani (e intendo quelli da
generazioni e generazioni, che si chia-
mano Rossi, Bianchi, Esposito) devono
andare allestero perch nel loro Paese
non trovano lavoro? Per lei tutto questo
giusto?
M. Fabbri fabbrimassi@tiscali.it
L
o ius soli un passo troppo lungo,
per la stanca gamba italiana: ma chi
nasce e vive in Italia deve diventare
presto italiano. Mi sembra ne abbia titolo
almeno quanto chi nato e vive in Sudame-
rica, ha un trisnonno nato in Veneto o in Pu-
glia, non ha mai messo piede in Italia e non
conosce una parola ditaliano. Aggiungo:
non a causa dellaumento di popolazione
(quale?) che tanti giovani italiani faticano a
trovare lavoro, e devono scappare allestero.
Mi creda...
La barzelletta delle pseudo-province
EgregioSevergnini, il nuovogovernoha
ripropostoil temadellabolizionedelle
province, dopochenegli ultimi mesi
abbiamoassistitoaunaseriedi scandali
relativi alleamministrazioni regionali.
Siamosicuri chenonsarebbemeglio
abolireleregioni (conleloropseudo-
ambasciateingironel mondo)?
Marco De Giorgi marco773@hotmail.com
L
e pseudo-ambasciate regionali
sono una barzelletta (costosa). Ma
le province, come enti amministra-
tivi, hanno fatto il loro tempo: si occupano
ormai solo di edifci scolastici, cave e
strade. Per il resto, non si preoccupi: il
bergamasco e il foggiano rimarranno tali,
anche senza le province di Bergamo e
Foggia.
La flosofa del puntoe virgola
BuongiornoBeppe, hotrovatonellabi-
bliotecadi miamadreunlibrodi Vittorio
Alferi. Tirannideindistintamenteap-
pellaresi debbeogni qualunquegoverno,
incui chi propostoallaesecuziondelle
leggi, pufarle, distruggerle, infrangerle,
interpretarle, impedirle, sospenderle; od
anchesoltantodeluderle, consicurezza
dimpunit. Equindi, oquestoinfrangi-
leggesiaereditario, osiaelettivo; usur-
patore, olegittimo; buono, otristo; uno
omolti; eaogni modochiunquehauna
suaforzaeffettivachebasti, acifare,
tiranno; ogni societ, cheloammette,
tirannide; ogni popolochelosopporta,
schiavo. Ecco, mi sembrachelautore
abbialeideechiaresucomesi debba
usareil puntoevirgola. Oggi mi sembra
chenonci si provi neanche, sbaglio?
FrancescoDeTomafrancescodetoma@gmail.com
I
l punto e virgola il pi breve trattato
flosofco mai scritto. Che ritmo, ragaz-
zi. Viva Vittorio Alferi! Leggi La vita,
fascinoso &rock.
Nella scuola dei programmi tipo fast food
Sono 40 anni che alla maturit si arriva
di corsa, affrontando in una settimana autori importanti
del Novecento. E ignorandone tanti altri
RiPROduziOnE RiSERVATA
www.corriere.it/italians
M
A
N
U
E
L
A
B
E
R
T
O
L
I
Sette | 21 24.05.2013 9
GianAntonioStella /
Cavalli di razza
S
iccome parla il meno possibile
in un mondo di comari, Zde-
nek Zeman passa da sempre
per un intellettuale. Il pap
faceva il primario, il fratello il primario, il
cognato il primario e lui stesso era desti-
nato a fare il primario se non avesse avuto
quella passionaccia per il calcio e se non
avesse lasciato Praga dopo linvasione dei
carri armati sovietici per raggiungere in
Sicilia lo zio Cestmir Cesto Vycpalek,
giocatore prima e allenatore poi della Juve
e del Palermo.
A dire il vero, confess una volta, legge
pochi libri, va pochissimo al cinema,
passa un sacco di tempo davanti alla tiv
a guardare gli sport di ogni genere. Porta
il nome boemo di san Sidonio Apollina-
re, vescovo e scrittore del quinto secolo
d.C., che divenne celebre per aver recitato
in Senato il panegirico di suo suocero,
limperatore Avito (cosa con cui guadagn
una statua nel Foro Traiano) e poi quando
quello cadde in disgrazia il panegirico del
suo successore Maggioriano e ancora un
terzo panegirico successivo per Antemio.
Venendo premiato con la carica di prefet-
to e il titolo di patrizio.
Il nostro Zdenek Sidonio Zeman il
panegirico non lha mai recitato per
nessuno. Anzi. Sono anni che scazzotta e
butta fammiferi accesi nei pagliai.
Come quando, alludendo al doping disse
che per vincere a una societ servono
solo due persone, una esperta di farmaci
e unaltra brava in matematica, che sappia
far quadrare i conti. O spar che nel
nostro calcio si dopano pure i ragazzini
e non si parte mai alla pari, c sempre
qualcuno che fa il furbo. O defn Jos
Mourinho un grande comunicatore che
nasconde bene la propria mediocrit di
allenatore. O attacc il presidente della
Federcalcio Giancarlo Abete: Non un
nemico mio, un nemico del calcio. O
ironizz sul numero degli scudetti vinti
dalla Juve: Rivendica 30 scudetti? Credo
che gi 28 siano troppi.
forzature pericolose E ricordate la po-
lemica pi dura con Gianluca Vialli? Lex
centravanti della Juve, piccato per tante
polemiche del passato, aveva defnito
lallenatore un paraculo, una persona
intelligente ma che combatte solo le bat-
taglie che gli fanno comodo e si dimen-
tica di altre. La risposta di Sidonio,
con la solita allusione al doping, fu una
rasoiata: Vialli si sbaglia. Pensavo che
avesse smesso di prendere farmaci.
Spesso ha ragione, qualche volta ha torto.
E per amor di paradosso esagera. Come
quando in una intervista a Sette fu cos
ambiguo sulla mafa da sollevare un ve-
spaio: Io non lho mai scoperta, la mafa.
Nel senso che non ho una defnizione
della mafa. Prima dovrei sapere qual la
defnizione, poi potrei rispondere. Cosa
intendiamo per mafa?. Immagino che
sappia cos Cosa Nostra. No.... Non
sa cos Cosa Nostra?. No.... Aggiunse
anzi: Sono tante, le cose che si dicono.
Io ho sentito anche dire, nella vecchia
Sicilia, che c gente della mafa che in as-
senza dello Stato ha fatto pure delle cose
buone sul piano sociale. Che ha aiutato la
gente che ne aveva bisogno. Raggelante.
Lultima forzatura, su Mario Balotelli:
Credo che non se la prendano sempre
con lui perch di colore diverso. Il fatto
che con i suoi atteggiamenti Balotelli
attira qualcosa. la stessa cosa quando
in tutti gli stadi fschiano ed offendono
Totti. Purtroppo oggi si gioca sul colore
della pelle, ma visto che altri giocatori
del Milan di colore non vengono presi di
mira, allora vuol dire che centra anche il
comportamento.
Una tesi insostenibile. E pericolosa. Ha ra-
gione Demetrio Albertini: Siccome certi
cori sono indirizzati solo a giocatori di
colore allora non posso non considerarli
come espressione di razzismo. Perch
fschiano solo Balotelli? Perch allora
non fanno buu a un bianco, mi chiedo?
Non sono daccordo con Zeman: davanti
a certe manifestazioni di idiozia non si
pu pensare che sia colpa del giocatore.
una lettura unilaterale e superfciale
del fenomeno. Parole doro. Sulle quali
Sidonio farebbe bene a meditare.
linsostenibile tesi del boemosidonio
Zdenek Zeman ha preso il nome dal santo che recitava
panegirici per gli imperatori romani. Lui oggi preferisce
i paradossi: ma talvolta come nel casoBalotelli esagera
riproduzione riservata
Calci eforzature
Da anni Zeman getta cerini accesi nei pagliai
del pallone. Ma ora dovrebbe meditare meglio.
M
A
N
U
E
L
A
B
E
R
T
O
L
I
Sette | 21 24.05.2013 10
AldoGrasso /
Malintesi
I
buu razzisti a Balotelli e ad altri
calciatori di colore sono una ver-
gogna. Com noto, per la prima
volta nel campionato italiano un
arbitro stato costretto a sospendere la
gara per le urla barbariche rivolte a un
atleta. Unabitudine sempre pi diffusa
negli stadi e che giustamente deve essere
stroncata. intervenuto persino il mi-
nistro per le Pari opportunit, lo sport e
le politiche giovanili Josefa Idem: Tutti
dobbiamo sentirci coinvolti in questa
battaglia e voglio rassicurare i tanti tifosi
che far tutto quanto nelle mie possibi-
lit per far s che lo sport torni a essere
uno strumento di educazione alla convi-
venza, al rispetto reciproco, alla salute e a
un sano e corretto stile di vita. Speria-
mo. Gli interventi non devono limitarsi
alle buone intenzioni.
Intanto per, i calciatori potrebbero fare
qualcosa, solidarizzando in maniera pi
esplicita con i compagni presi di mira e
tenendo in campo un comportamento
pi consono al ruolo che svolgono.
Uno dei gesti pi odiosi che si vede sui
campi di calcio la richiesta del cartel-
lino, giallo o rosso che sia. Il calciatore
a interrompere il gioco, o un suo colla-
boratore. Il giocatore che interrompe il
gioco lanciando fuori la palla verr im-
mediatamente ammonito. Cos la smette-
ranno. Come al solito, questa sceneggiata
tipicamente italiana, non la si vede su
altri campi da gioco. Se in Inghilterra
o in Spagna un calciatore butta la palla
fuori signifca che ha la percezione della
gravit. In Italia, dopo il colpo magico di
spugna, il calciatore si rialza, spezzettan-
do la partita, usando questo artifcio per
interrompere le azioni di gioco.
Certo, con letica non si gioca, ma un
po pi di etica nel gioco farebbe bene
a tutti, anche allo spettacolo, anche agli
spettatori, anche a quei cretini e incivili
che rivolgono ululati razzisti a Balotelli.
Cartellino rosso agli antisportivi
Buttare la palla fuori a ogni infortunio, togliersi
la maglia al gol: i buu razzisti sono una vergogna, ma
i calciatori la fniscano con le sceneggiate allitaliana
Leticadellatartaruga
Cavani festeggia una rete togliendosi
la maglia: e se lesibizione fosse da espulsione?
Check-Point Elle
che ha subito il fallo si rivolge immedia-
tamente allarbitro e, alzando le dita al
cielo, mima lo sventolio del cartellino.
Non tocca al giocatore chiedere sanzioni
di questo tipo, un gesto profondamente
antisportivo. Chi chiede lammonizione
dellavversario deve essere subito ammo-
nito, cos perde il vizio.
Il gIoCo? lo fErmI larbItro. Basta con
i giocatori che dopo aver segnato un gol
si tolgono la maglia. una cosa ridicola,
infantile, narcisistica. Una circolare del
2004 del Regolamento Fifa precisa che
un calciatore che, per celebrare una rete,
si tolga la propria maglia, deve essere
ammonito per comportamento antispor-
tivo. Eppure molti calciatori, dopo aver
buttato la palla in rete, non sanno resiste-
re a questo spogliarello. E se invece del
cartellino giallo venisse mostrato quello
rosso? In questi anni abbiamo assistito
alle pi incredibili recite, dalla danza tri-
bale al gesto della culla, in un precipizio
di regressione.
Quando un calciatore cade a terra dopo
uno scontro di gioco non bisogna subito
buttare fuori la palla. Devessere larbitro
riproduzione riservata
G
e
t
t
y
I
m
a
G
e
s
agrasso@rcs.it
sette | 21 24.05.2013 12
Flash News /
a cura di Maria Luisa Agnese @maragnese
Resta cu mme. Sembra quasi aggrappar-
si al collo di Matteo Colaninno, Pier Luigi
Bersani, e chiss che, da canterino qual ,
non gli stia sussurrando Come te non c
nessuno, tu sei lunico al mondo. Certo
lunico (forse) rimasto al suo fanco.
Santa Teresa da Pisa. In gara mistica con
Angelino Alfano, ma anche con la fgura religiosa
alle sue spalle, il premier Enrico Letta durante un
momento di estasi quasi levitante, Teresa dAvila
docet. Comprendiamo (solidali) il suo bisogno di
astrazione dalle quotidiane miserie governative,
ma urge, ministro, che lei torni fra noi.
Inguardia, Nichi!
Ma con chi ce lha
Guglielmo Epifani,
neosegretario, per
quanto pro tempore
del Pd? Forse con
Nichi Vendola che si
mette le stanghette
in bocca: Cos non
si fa, al massimo
puoi fare cos con la
manina, come faccio
io, ma la boccuccia
proprio no!.
C
A
S
A
S
O
L
I
/
A
3
/
C
O
N
T
R
A
S
T
O
A
3
/
C
O
N
T
R
A
S
T
O
C
A
S
A
S
O
L
I
/
A
3
/
C
O
N
T
R
A
S
T
O
SETTE | 2124.05.2013 14
Proflospazioso. In
posa pensosa come un
Federico da Monte-
feltro, Nitto Palma,
neo presidente della
Commissione Giustizia
al Senato (con voto tri-
bolato), futa laria con
naso sopraffno e cosa
sente? La preoccu-
pazione che il governo
possa cadere. Ma per
mano del Pd.
Senti chi parla. Boccuccia mia
non stare zitta, e preparati a dire
la tua, ormai sei allopposizione
e vai E cos non passa giorno
che, in barba a Epifani, Nichi
Vendola non dica la sua. E dia
pagelle al governo.
Ci vorrebbe unamico.
Blues Brothers in
versione bianco e nero,
starring il sindaco di
Roma Gianni Aleman-
no, in visita al mercato
rionale dellAlberone,
stretto a un amico
extracomunitario.
Everybody, persino
Alemanno, needs
somebody to love, gli
canterebbero Belushi &
Aykroyd.
Proflomistico. Messo in castigo dal premier Enrico Letta per
la sua partecipazione alla manifestazione di Brescia, il ministro
degli Interni Angelino Alfano sconta la penitenza: canta dieci
odi a SantIvo, patrono dei magistrati e degli uomini di legge.
riproduzione riservata
Estasi mistica
e abbracci
Reduci dalla dura prova del ritiro governa-
tivo nellabbazia di Spineto nel Senese, il
premier Enrico Letta e il suo vice Angelino
Alfanononsmettonodi raccomandarelani-
ma alla Divina Provvidenza. E ce n bisogno
perch, dopo le strigliate del primo verso
il secondo, reo, da ministro dellInterno,
daver partecipato alla manifestazione Pdl
contro la magistratura in quel di Brescia, e
dopo le nottate trascorse al gelo e senza ri-
scaldamento in quelle stanze del convento
senese battute dalla pioggia di maggio, c
ora da affrontare la prova pi dura, la sta-
gione accidentata del governo che si pre-
senta come una vera via crucis. Ma mentre
tutti, per salvaguardarsi, o guardano al cielo
o cercano di guardare oltre e lontano, solo
il cucciolone Pier Luigi Bersani si stringe in
cerca di calore umano a Matteo Colaninno,
imprenditore imprestato alla politica. Sem-
bra proprio che si stringa al petto il fglio
(maschio) che non ha avuto. O forse, con
quel caldo abbraccio, Bersani voleva solo
consolare il fgliolo mancato delle fatiche
da neo prezzemolino mediatico, lanciato
nellagone tv in qualche quota Pd, subito
sperduto nel sempre pi stucchevole tea-
trino, fra le lezioncine e gli scuotimenti di
capo dei dinosauri pidiellini.
F
O
T
O
G
R
A
M
M
A
S
e
R
R
A
N
O

/
A
G
F
C
A
S
A
S
O
L
I
/
A
3
/
C
O
N
T
R
A
S
T
O
A
N
S
A
/
e
T
T
O
R
e
F
e
R
R
A
R
I
SETTE | 21 24.05.2013 15
AldoCazzullo /
Italia s, Italia no
No
La follia omicida di
Adam Kabobo non
solo la storia di un
pazzo. anche una
storia esemplare dellItalia di oggi, e del
suo principale problema: lineffcienza
dello Stato, e la sfducia dei cittadini nei
suoi confronti.
Kabobo non doveva pi essere in Italia
da tempo. Aveva gi dimostrato, in pi di
unoccasione, la sua natura violenta. In
questi casi non ci dovrebbe essere doman-
da di asilo che tenga; i violenti dovrebbero
essere respinti o espulsi al pi presto.
Pi in generale, larrivo e la presenza di
migliaia di immigrati senza lavoro, senza
famiglia, senza casa e senza cibo una
ferita alla loro dignit e a quella del Paese
che li ospita, o li tollera. In questo momen-
to, con la disoccupazione giovanile che
sfora la vergognosa soglia del 40% (anche
di pi al Sud), lavoro per altri immigrati
non c. I fussi devono essere fermati. La
Bossi-Fini per lettera morta, come le
gride spagnolesche citate dal Manzoni.
diffcile avere fducia in uno Stato che
non funziona. Ma resta davvero incredi-
bile che Kabobo abbia potuto girare per
un quartiere di Milano per due ore e un
quarto e aggredire chiunque gli capitasse a
tiro, senza che nessuno facesse la cosa pi
ovvia: chiamare la polizia. Un gesto sem-
plice, gratuito, doveroso, privo di pericoli:
eppure nessuno lha fatto. Neppure i feriti
meno gravi e i loro parenti, che hanno
pensato solo a se stessi, e non al pericolo
per gli altri che veniva da un uomo intento
a sfondare il cranio dei passanti. grave
pure che al 118 abbiano pensato solo al
loro mestiere, e non a fare una telefonata
che se non altro avrebbe evitato altri feriti.
Tant che, quando fnalmente la poli-
zia stata avvertita, ha impiegato pochi
minuti a fermare lassassino. Vorrei infne
rivolgere un pensiero ad Alessandro Carol
e Ermanno Masini, e a Daniele Carella. Il
fatto che questultimo fosse in giro allalba
per consegnare i giornali con il padre
mestiere duro e sempre meno remunerati-
vo ci ricorda quanto lavoro ci sia dietro il
foglio di carta che state leggendo.
S
ovvio che la follia di
Kabobo non deve infuire
sulla questione dello ius
soli. Che per sembra gi
archiviata. Questo governo, si sente dire,
non pu affrontarla. vero il contrario:
questo il governo che la deve affrontare.
I diritti civili, proprio come le riforme
costituzionali, richiedono accordi ampi;
altrimenti rischiano di essere vanifcati
da un cambio di maggioranza. Concedere
la cittadinanza a chiunque nasca in Italia
sarebbe un errore: siamo una terra di
frontiera e di passaggio; un bambino che
magari nasce qui per caso sarebbe per
tutta la vita cittadino di un Paese che non
il suo. Ma dover attendere i 18 anni non
per avere, ma per chiedere la cittadinanza
(che spesso non arriva prima del ventesi-
mo compleanno), uningiustizia che non
aiuta lintegrazione. Il governo Letta-Alfa-
no, discutibile sotto molti aspetti, una
chance per trovare una soluzione duratura:
per esempio legando la cittadinanza alla
conclusione della scuola dellobbligo. Ma
temo che non se ne far nulla.
Ps
Vedo che su internet, quando
si evoca la possibile sconftta di
Ignazio Marino a Roma, si cita a volte la
profezia di Cazzullo. Io per non ho mai
scritto che Marino avrebbe perso. Anzi, ho
scritto che probabilmente vincer. Per due
motivi: Alemanno non ha amministrato
bene; e poi Roma ha sempre espres-
so maggioranze progressiste (quando
Alemanno vinse per il rigetto di Rutelli,
Zingaretti conquist agevolmente la Pro-
vincia). Il trionfo di Marino alle primarie
conferma per una tendenza generale:
quando deve scegliere il suo candidato, la
sinistra non punta su quello che avrebbe
pi chances di prevalere al ballottaggio,
ma su quello che rappresenta meglio
la sua identit; insomma, quello pi di
sinistra. Nei Comuni spesso funziona. A
livello nazionale, no. Bersani non ha vinto.
Renzi lavrebbe fatto. Lo far probabilmen-
te la prossima volta. Ma viaggiare sempre
con unelezione di ritardo (come dimostra
la parabola di Veltroni, che avrebbe vinto
nel 2006 e fu mandato a perdere nel 2008)
non il massimo.
Kabobo, una storia italiana
Lassassino era un violento che non doveva pi
essere qui da tempo. Ma la vicenda racconta
anche che tutti hanno pensato solo a se stessi
Cosa resta della solidariet
Kabobo gira col piccone: neppure
il 118 ha avvisato la polizia.
riproduzione riservata
A
N
S
A
Sette | 21 24.05.2013 16
AntonioFerrari /
Contromano
N
el libro-biografa che in Ger-
mania si preannuncia come
una bomba mediatica e un
garantito best-seller, soprat-
tutto se si considera che mancano pochi
mesi alle elezioni tedesche, due giornalisti
propongono una ricerca sul passato nella
Ddr di Angela Merkel. Non la prima volta
che si vanno a rovistare gli anni giovanili
della Cancelliera, e il suo prudente navigare
nel mondo totalitario dellallora Germania
comunista, come ha scritto, annunciando
luscita del libro, il nostro corrispondente
Paolo Lepri. In Turchia, ma anche in Grecia
e in Italia, molti sostengono che la Can-
celliera, che ha fatto del rigore economico
europeo la sua bandiera, potrebbe avere il
complesso dellex comunista. Sar, ma a
me rimasto impresso un episodio illumi-
nante della sua linearit. Era il settembre
del 2006, e durante un evento a Franco-
forte, organizzato dalla comunit turca
per festeggiare lemittente EuroD, perla
decennale del gruppo editoriale Dogan, era
stata invitata, in qualit di ospite donore,
proprio la Cancelliera. La signora Merkel
sal sul palco e, senza tanti giri di parole,
disse: Cari amici turchi, come sapete sono
sempre stata contraria al vostro ingresso
nellUnione europea. Ho sempre sostenuto
che sarebbe stato meglio un partenariato
privilegiato. La penso sempre cos. Per,
visto che il mio predecessore Schroeder ha
frmato il documento che prevede la vostra
piena adesione se rispetterete le condizio-
ni, io rispetter limpegno che il governo
della Repubblica federale ha sottoscritto.
Mi alzai dal tavolo per applaudire. Ero
ammirato dal rispetto reciproco che in
Germania possono nutrire leader di fronti
contrapposti.
perdono agli ateniesi Come rimasi
colpito qualche anno prima, nel 1999,
quando lallora presidente degli Stati
Uniti Bill Clinton scese ad Atene, accolto
da durissime manifestazioni di prote-
sta. Comprensibili, perch i greci hanno
sempre sospettato che il colpo di stato dei
colonnelli fu possibile grazie al sostegno
di Washington. Clinton non ebbe alcun
dubbio e non mostr alcuna esitazione.
Senza tanti giri di parole, comp il passo
che pochi ritenevano possibile. Chiese il
perdono degli Stati Uniti dAmerica per
il golpe del 1967, ammettendo quella che
troppi qualifcavano come unipotesi. Nulla
di pi. Cito questi due casi in quanto per
me sono emblematici. Non perch siano
stati unici, ma perch ho avuto la fortuna
di ascoltare, da due grandi leader, parole
di dura ma apprezzabile sincerit. Evento
sempre abbastanza impressionante.
il coraggio di dire la dura verit
Angela Merkel ai turchi, prima di lei Bill Clinton ai
greci: due esempi di leader capaci di parlare la lingua
della verit quando non faceva piacere a nessuno
riproduzione riservata
La forza della Cancelliera
Cari amici turchi, sono contraria al vostro
ingresso nella Ue, ma manterr gli impegni
presi dal mio predecessore: cos la
cancelliera Merkel dimostr rispetto per tutti.
M
a
n
u
e
l
a
B
e
r
t
o
l
i
lattimo che precede il bacio, protetti da un telo bianco
Un uomo e una donna, dallaspetto daltri tempi, si guardano
negli occhi con tenerezza: lattimo che precede il bacio. Lui ha
lo sguardo truffaldino, di chi ha sempre vissuto despedienti,
raggirando in modo quasi benevolo la gente. La luce nei suoi
occhi ci dice che ha sogni di grandezza, la smorfa sulle sue
labbra svela un animo disilluso e il suo attaccamento ai beni
materiali: il denaro prima di tutto. Lei ha un viso limpido, dalla
bellezza disarmante, che lascia trasparire il grande amore per
luomo che le sta di fronte. Ha movenze da regina, ma i suoi
occhi sono umili e pieni di malinconia: riescono magicamente
a vedere il bene dentro ogni essere umano, ma lei sa che
questo non basta per sconfggere il male. Lui ha un leggero
smarrimento, nello sguardo della sua amata ha trovato la strada
di mattoni gialli che lo porter a vincere il suo egoismo. Una
luce potente, quasi accecante, si accende dietro di loro. La
macchina da presa carrella in dietro svelando un telo bianco
che li protegge dagli occhi altrui. Ora sono ombre proiettate,
due profli fatati che lentamente si avvicinano e si uniscono
in un lungo bacio che suggella il loro amore. cos, quasi per
magia, che nato il cinema.
di Roberto Burchielli Una scena, Unimmagine appena
Di quale flm si tratta? la soluzione a pag. 146
aferrari@corriere.it
sette | 21 24.05.2013 18
prenota entro il 31/5
risparmi il 15%
*
DaniloTaino /
A che Prezzo
I
l Giappone tornato. E chi ha vissu-
to gli Anni Ottanta, durante i quali
la cultura e leconomia nipponiche
erano un fenomeno straordinario,
sa quanto ci sia mancato. Il guaio che
oggi sembra avere unaltra faccia. Non
che allora non avesse tratti aggressivi:
nellindustria, le Sony e le Toyota mette-
vano alle corde le imprese americane ed
europee; il favoleggiato Miti, ministero
del commercio internazionale, sgomitava
in mezzo mondo. Ma era unaggressivit
commerciale, fondata sullinnovazione dei
prodotti e del modo di farli. Concorrenza
pacifca, per quanto spaventasse le aziende
occidentali che dormivano sugli allori. La
faccia dura che Tokyo mostra da qualche
mese, da dopo lelezione a premier di
Shinzo Abe, pare del tutto nuova. O troppo
vecchia.
provocazioni Abe si fa fotografare ai
comandi di un caccia che sulla carlinga
ha stampato il numero 731, lo stesso di
una unit medico-militare che effettuava
esperimenti su prigionieri-cavia durante
la Seconda guerra mondiale. In aprile, 168
deputati hanno fatto visita al santuario
scintoista di Yasukuni, nel quale si ono-
rano, tra gli altri, oltre mille criminali di
guerra, 14 dei quali di classe A: visite che
ogni volta suscitano proteste indignate
della Cina e della Corea del Sud. Anche
due ministri del governo sono andati al
santuario e lo stesso Abe ha fatto una
donazione. Pochi giorni fa, una delle stelle
nascenti della politica giapponese e pos-
sibile futuro primo ministro, il sindaco
di Osaka Toru Hashimoto, ha detto che
le donne forzate a fare le prostitute nei
bordelli creati dai giapponesi in Cina e
in Corea durante la guerra erano neces-
sarie per distendere i nervi dei soldati
nipponici. Al tempo erano necessari per
mantenere la disciplina nellesercito,
ha spiegato. Daltra parte, ha aggiunto, i
militari americani nellisola di Okinawa
farebbero bene a usare di pi i bordelli
legali che ci sono: diversamente, non
possiamo controllare lenergia sessuale di
questi bravi marines.
Il Giappone, ovviamente, non tutto qui.
Nellarcipelago c per unonda montante
di nazionalismo forzato, palesemente sen-
za fondamento, che viene utilizzato come
arma politica allinterno e per fare la faccia
cattiva allesterno. Anche la forse troppo
apprezzata in Occidente Abenomics la
svolta economica che consiste nello stam-
pare denaro a volont e inondare il mondo
di yen per svalutarlo a scopi commerciali
vista alla luce della nuova aggressivit
diventa preoccupante. Pu fnire male.
@danilotaino
Tokyo a muso duro
I toni aggressivi mostrati dal Giappone sono molto
diversi da quelli degli Anni 80. La concorrenza pacifca
di allora diventata un forte richiamo a simboli bellici
Sol Levante: ma versoquali lidi?
Il premier Abe ha scelto di richiamarsi
ad aerei militari e santuari che onorano
criminali di guerra. Brutto segno.
dtaino@rcs.it
M
A
N
U
E
L
A
B
E
R
T
O
L
I
riproduzione riservata
numeri a confronTo
ma quanto salito il commercio italiano con i paesi non ue
2,6miliardi
Surplus commerciale italiano con i Paesi
extra Ue nel marzo 2013
491milioni
Nel marzo 2012
43%
Entrate fscali in percentuale sul Pil
in Italia
40%
In Germania
76,3milioni
Computer venduti nel mondo, nel primo
trimestre 2013
13,9per cento
Calo rispetto allo stesso periodo del 2012
Fonti: ISTAT, Der Spiegel, IHS
SeTTe | 21 24.05.2013 20
La sfda la lancia, in un capitolo
della sua autobiografa, Franco
Ferrini, lo sceneggiatore di Sergio
Leone e Dario Argento. Se qualche
lettore volesse raccoglierla...
AntonioDOrrico /
Consegna pacchi
F
ranco Ferrini, lo sceneggiato-
re di tanti flm (da Cera una
volta in America di Sergio
Leone al primo cinepanettone
passando per varie pellicole di Dario Ar-
gento), ha scritto (ne ho gi parlato nella
rubrica dedicata ai libri) unautobiografa
professional-esistenziale (Cera una volta
il cinema, Gremese editore). Nellultimo
capitolo del libro, Ferrini si diverte pro-
ponendo un gioco da cinefli. Ribattez-
zare con un nuovo titolo flm celebri e,
nel caso, sintetizzarne la trama con un
gioco di parole (prendendo esempio dal
grande Ennio Flaiano, uno specialista del
genere). un bel gioco e perci vi invito a
giocarlo con me questa settimana.
cinefilia e cinofilia. Cominciamo
con Attrazione fatale (il flm che ha fatto
perdere ai maschi la loro innocenza) che
diventa Amore e Psyco. Proseguiamo con
Come te nessuno mai di Gabriele Mucci-
no. La trama, per chi non la ricordasse,
la seguente: Muccino piccolo tromba
coetanea. Il titolo conseguente non pu
che essere: Acme giovanile. Passiamo a
un flm che personalmente mi ha molto
emozionato (sono di fondo un cinoflo
pi che un cineflo). Si tratta di Hachiko
- Il tuo miglior amico (con uno strepitoso
e commovente Richard Gere). Il titolo che
gli rid Ferrini si richiama alla pi pura
tradizione nazionalpopolare italiana:
Cane, amore e nostalgia.
Pi letterario, come citazione, ma non
per questo meno godibile, il gioco su
In amore niente regole, il flm del 2008
di George Clooney, che viene ribattezzato
con rivisitazione gossip in salsa manzo-
niana: Quel ramo del lago di Clooney.
Eccoci a un classico della storia del
cinema, Indovina chi viene a cena, regia
di Stanley Kramer. Qui Ferrini avverte
che la cena stata gentilmente fornita da
Catering Hepburn.
cera una volta il western. Ang
Lee nel 2006 sconvolse il genere we-
stern e lombra virile di John Wayne, suo
massimo interprete, con lardito I segreti
di Brokeback Mountain. Il nuovo titolo si
appella alla pi collaudata toponomastica
avete visto Quel ramo del lago di clooney?
Giochi cinematografci: trovare nuovi titoli
a flm famosi. Esempi. King Kong? Bestion
contrario. Hachiko? Cane, amore e nostalgia
Parole ritrovate
in italia,
nulla pi
pop
di Dante
A partire dagli Anni Venti, in area anglofona, questo aggettivo
indicava le canzoni con un buon successo popolare. Da noi il
pi pop di tutti continua a essere Dante, che dopo aver fatto
morare il mondo con i suoi versi ed essere stato protago-
nista di libri, dipinti, sculture, flm, fumetti e videogiochi,
oggi nelle pagine di un noto best seller. Tra qualche
anno, probabilmente, del pop ci saremo dimenticati,
di Dante no. La grande letteratura, per fortuna, soprav-
vive anche ai suoi estimatori.
del genere rispecchiando fedelmente la
trama del flm: Cavalcata sul Rio Glande.
(Sospetto che questo gioco sia un po una
specie di allenamento per sceneggiatori.
un allenamento alla battuta, alla sintesi,
al rovesciamento di senso).
Ma continuiamo. Con un ace, come si
direbbe nel gergo del tennis, una prima
battuta secca, violenta e vincente. Il flm
King Kong, ovvero Bestion contrario. Che
cosa si pu dire del sulfureo
Laltra faccia del diavolo?
Elementare: Sottotitolato per
i non credenti.
Chi il regista di Una gior-
nata particolare? Etero Scola.
Come defnire Il caimano di
Nanni Moretti? In due modi.
Il primo: Il lato oscuro
della Forza (Italia). Il secondo: Arcore
non si comanda. Come riassumere un
classico del cinema italiano fne Sessanta,
Indagine su un cittadino al di sopra di
ogni sospetto, in quattro parole? Polizia
organizza confronto allamatriciana.
Per fnire ecco gli ultimi 3 titoli. Thelma
e Louise? Qui si strizza locchio ai flm a
luci rosse: Casalingue inquiete saltano il
fosso. Mine vaganti di Ozpetek (ambien-
tato in Puglia)? Lecce omo. Vincere, il
Mussolini di Bellocchio? Fascio tutto me.
riproduzione riservata
di Alessandro Masi
adorrico@corriere.it
sette | 21 24.05.2013 22
Cesare Fiumi /
La storia
L
a prima lei ha capito di non po-
ter pi andare avanti e cos s
presa indietro i suoi ventanni
dicendogli: Basta, fnita.
Lui per non s dato pace e per cinque
mesi lha seguita e minacciata (di morte),
perseguitata e pure malmenata. Fino a in-
timarle, lultima volta che lha incontrata,
in pieno centro, di togliersi i pantaloni, re-
galo di lui. Lei, terrorizzata, scappata in
casa e ha chiamato il 112. Si tranquilliz-
zata solo quando ha sentito il campanello
suonare ed corsa ad aprire. Peccato fosse
ancora lui, il 28enne ex fdanzato, che i ca-
rabinieri ha preceduto giusto il tempo di
prenderla a schiaff e spedirla allospedale,
prima di essere fermato.
La seconda lei, invece, ha resistito per
anni prima di trovare il coraggio di fuggi-
re, picchiata persino mentre era al nono
mese di gravidanza. Insultata, umiliata e
obbligata a vestire ogni volta pi castigata,
ch lui, il marito 35enne (lei ne ha appena
ventitr), lha presa a cinghiate e le ha fat-
to assaggiare pure pentole bollenti prima
di fnire, una volta sconftta la paura della
ritorsione, denunciato per maltrattamenti.
DELUSI DI S. La terza lei quel coraggio
non lo ha mai trovato. Eppure, per un
anno e mezzo, lui ha continuato a non
perdonarle i torti che le faceva subire,
picchiandola e prendendola a sediate per-
ch la donna voleva andarsene dopo aver
scoperto il marito a letto con lamante.
Cos lei, terrorizzata, ogni volta che fniva
allospedale per una frattura o una ferita,
accampava improbabili scuse: una caduta,
un incidente in cucina, unaggressione
e persino una rapina, per giustifcare i
tagli alla testa a colpi di mattone. Fino a
quando le sue urla lui la stava prenden-
do a bottigliate non hanno richiamato
lattenzione di un vicino e i carabinieri
non lhanno trovata, in casa, sanguinante.
un italiano. La seconda lei, la moglie di un
marocchino. La terza lei, la moglie di un
cinese. La terra la stessa, Reggio Emilia.
Dove, lo scorso anno, Ivan Forte strangol
la sua compagna Tiziana Oliveri, mentre
nella stanza di fanco dormiva il loro bim-
bo di undici mesi: un caso che tornato a
far parlare e indignare, ch il reo-confesso
appena uscito di galera per decorrenza
dei termini. E dove, lanno prima, Moham-
med El Ayani, condannato a trentanni in
primo grado, uccise a martellate la moglie
Rachida Rida che lo voleva lasciare. Ulte-
riore dimostrazione del perfetto gemel-
laggio di (sotto) culture che della donna
fanno ogni volta il capro espiatorio della
propria impotenza macho-sociale.
ILLUSI DEL POSSESSO. Succede a Reggio
dove, cinque anni fa, allalbeggiare della
crisi, i numeri mostravano ancora un
benessere diffuso: a partire dal tasso
di occupazione pi alto dItalia (dopo
Bologna) con pi di 8mila imprenditori
stranieri presenti sul territorio, per fnire
alle scuole, realt educative di cui la citt
ha sempre menato vanto. Ebbene, dallini-
zio dellanno, sono gi sette i casi (negli
altri quattro, tre lui taliani e uno moldavo)
di uomini denunciati o arrestati per aver
menato le mani e aggredito le loro don-
ne (colpite con calci alla testa, imprigio-
nate col fl di ferro, prese a morsi), mentre
hanno raggiunto quota 697 (dal 2008 a
oggi) le richieste di aiuto allassociazione
Nondasola da parte di donne che hanno
subito violenza dai loro non uomini.
Come a dire che non c pi alcuna terra
protetta (da stalking e paura, pestaggi e
morte) oggi in Italia, dove tinelli e camere
da letto sanno diventare labirinti infernali
per le donne che vogliono uscirne, scio-
gliendo quei legami diventati legacci
con uomini che si sentono Minotauri ma
son solo mostri da Minority rapport.
Quando lintegrazione unvero delitto
Italiani, marocchini o cinesi nonfa differenza:
da noi picchiare (a volte, arrivando a uccidere)
la propria donna nonconosce confni etnici
La stessa (sotto) cultura
A Reggio Emilia, in pochi giorni, tre
storie nere di machismo globale:
dal gennaio 2012 a oggi sono stati
215 i provvedimenti aperti per
maltrattamenti dalla locale Procura.
riproduzione riservata
Prendete, in questi giorni di maggio, una
citt da anni modello di integrazione, e
ambientateci queste tre storie di ordinario
pestaggio sospese sul ciglio cedevole
che d sul burrone del femminicidio e
avrete laltro (e alto) grado di integrazione
che conosce oggi, in Italia, la violenza
sulla donna. Intesa come propria. Come
propriet privata. Nei confronti della
quale ammesso il furto della dignit e la
privazione della libert fno a svuotarle la
vita e a portarsela via: bottino pieno per
uomini che son solo guaine vuote. Per
frustrati incapaci di stare al mondo per se
stessi inadeguati a sesso&ruolo non
mostrando, quel loro s, autosuffcienza
emotiva ma solo una bestialit palese.
La prima lei di queste storie la moglie di
cfumi@corriere.it
M
A
N
U
E
L
A
B
E
R
T
O
L
I
sette | 21 24.05.2013 24
Tutto il resto noia
A Roma, guerriglia di autonomi contro il sindacato,
a Bologna di autonomi contro tutti. Anche la musica
ribelle. Ma Franco Califano inventa un proverbio
1977
Anno della
creativit al
potere. Ma la
grande creativit cammina quasi sem-
pre accanto a contraddizioni altrettanto
grandi, a contrapposizioni e contrasti fra
mondi lontanissimi, pronti a prevalere
luno sullaltro in una catena esponenziale
di eventi fuori norma. Gli anni Settanta
sono andati avanti in crescendo. Per
rendersene conto, basta affancare due
date: 1968 e 1978. Nel giro di dieci anni si
passa dai moti di piazza a via Fani e alla
sua evoluzione in via Caetani. La voglia di
cambiamento, il desiderio inconsapevole
di archiviare defnitivamente il dopoguerra
si trasforma in un vortice incontrollabile e
accelerato nel quale tutto rischia di andare
contro tutto. Il 1977 la vigilia di via Fani:
con i movimenti estremi per strada a
contestare non solo il potere costituito, ma
anche quanto si ritene-
va fancheggiasse quel
potere. Quindi ci si rivolta
anche contro lo stesso Par-
tito Comunista e contro
il sindacato. 17 febbraio:
nel piazzale della Minerva
allUniversit di Roma La
Sapienza, il segretario ge-
nerale della Cgil Luciano
Lama parla agli studenti
da un palco ricavato da
un autocarro. La citt
universitaria occupata
dagli autonomi: sulle prime solo fschi, poi
spintoni, poi contrasti forti con il servizio
dordine e alla fne Lama deve smettere di
parlare, scendere dal palco improvvisato,
scappare via di corsa, mentre gli autonomi
distruggono lautocarro.
nasce il bellodella direTTa. 11 marzo
1977, data storica per il vortice in movi-
mento: al grido di Zangher, Zangher ti
bruciamo la citt a Bologna incubo au-
tonomo. Zangheri il sindaco e lo slogan,
metricamente sgangherato, preso alla
lettera: si autonomi dalla forma, badan-
do alla sostanza. Eccola: centro storico de-
vastato, incidenti con le forze dellordine,
morte di Pier Francesco Lorusso, militante
di Lotta Continua, colpito da una pallotto-
la. In quegli anni di creativit erano nate
le radio private, diventate simbolo della
libert di espressione. A Bologna si chiude
Radio Alice, legata allautonomia. Laccusa:
aver diretto gli scontri via etere. La difesa
autonoma: nessuna direzione strategica
via etere, ma semplicemente cronaca degli
scontri dal vivo. Dal vivo: un bel paradosso,
se letto in senso letterale. Del resto, nasce
pi o meno in quegli anni il bello della
diretta e ogni parola lecita davanti al mi-
crofono liberato. In Radio Alice a Bologna
tutto era trasmettibile, dice la leggenda:
Brandelli di libri, comunicazioni sindaca-
li, poesie, lezioni di yoga,
analisi politiche, dichiara-
zioni damore, commenti
ai fatti del giorno, ricette,
favole della buonanot-
te, liste della spesa, la
musica dei Jefferson
Airplane, degli Area, dei
Fugs o di Beethoven. Le
trasmissioni si aprivano
e si chiudevano sempre
col brano Lavorare con
lentezza di Enzo Del Re,
cantautore pugliese. Po-
tere della creativit al potere. Una creativit
a corrente alternata, evidente manovrando
la manopola della sintonia della radio.
Per cui si passava da Keith Emerson con
Honky tonk train blues a Umberto Balsamo
con Langelo azzurro e Umberto Tozzi
con Ti amo. Tra uno scroscio e un altro
era possibile sognare con i Chicago e
quellindimenticabile If you leave me now
trovandosi immediatamente dopo in grop-
pa a Furia cavallo del West / che beve solo
caff, agitati da Ma Baker dei Boney M.
1977, un vortice creativo di note. Non so se
Radio Alice abbia mai trasmesso un suc-
cesso di allora, fnito in proverbio: Tutto
il resto noia. Direi di no, perch il Califfo
(Franco Califano) era s estremo e autono-
mo nelle scelte di vita. Ma lo era da unaltra
prospettiva: troppo vincente, troppo prota-
gonista, troppo maschile in un momento
in cui il femminile era tendenzialmente
femminista. Per cui era inammissibile
canticchiare: S, daccordo lincontro
/ unemozione che ti scoppia dentro /
linvito a cena dove c atmosfera / la barba
fatta con maggiore cura. / La macchina a
lavare ed era ora / hai voglia di far centro
quella sera. Per carit! Un appuntamento
galante tradizionale, una visione a senso
unico della coppia, una riproposizione
qualunquista del rapporto: atmosfere
retrograde, da censurare. Eppure, in quel
1977, sovrappensiero capitava spesso di
immaginare quelle situazioni antiche,
ripetute come un segnalibro esistenziale
e trovarsi a cantare a ugola piena: S dac-
cordo ma poi/ tutto il resto noia / no,
non ho detto gioia, ma noia, noia, noia, /
maledetta noia. Riconoscendosi.
UmbertoBroccoli /
Storie (di) note
Amore &Noia
Califano cantava il suo motivo pi famoso a
39 anni, mentre impazzava Ti amo di Tozzi.
Chiude Radio
Alice con laccusa
di dirigere gli
scontri via etere:
era solo cronaca
dal vivo. Si parla
di tutto davanti al
microfono liberato
riproduzione riservata
O
L
Y
C
O
M
sette | 21 24.05.2013 26
RobertoCotroneo /
Blowin In The Web
O
gni anno migliaia di visita-
tori si perdono tra le stele
di Peter Eisenman a Berlino.
Camminano per i corridoi
a cielo aperto dellHolocaust Memorial
nel quartiere Mitte e hanno un senso di
disagio: la paura di perdersi dentro un
sistema di spazi logico, perfettamen-
te ordinato e razionale. E invece quel
sistema di stele non ha una ragione e
chiunque abbia camminato per i corri-
doi di quel labirinto ha provato una forte
sensazione di solitudine.
Si dir che normale smarrirsi in un
labirinto. Ed vero. Ma non tutti sanno
che i labirinti non sono sempre ugua-
li. E imparare a capirli sta diventando
indispensabile, oggi pi che in qual-
siasi altra epoca. Perch ormai viviamo
dentro un labirinto di terzo tipo, senza
rendercene conto, e non possiamo
uscirne. Anche se ci si cancella dai social
network o si pretende di vivere senza
connessioni internet.
Ma procediamo con ordine. Ci sono
tre tipi di labirinti. Il primo quello
classico di Cnosso. un percorso lineare
che porta sempre alluscita. E vuole che
alluscita ci sia il Minotauro perch sen-
n il percorso sarebbe facile e la prova
sarebbe inutile. Il secondo tipo quello
manieristico: l non c un solo percorso
ma ci sono molti corridoi, tutti portano
a un punto cieco eccetto uno.
Ma il terzo tipo di labirinto che ri-
guarda le nostre vite digitali. Non un
flo (il flo di Arianna), non un albero
come quello manieristico, ma un
labirinto a rete. Proprio cos, lo stesso
termine che usiamo per parlare di web
e di social network. In quello a rete ogni
punto pu essere connesso con un altro
punto qualsiasi. Non c un interno o un
esterno, non entri e non esci, fnito ma
potrebbe essere infnito. Ma la cosa pi
importante che in un labirinto a rete
correggi sempre il percorso a seconda
delle scelte che fai. E correggendo il
percorso cambi continuamente la strut-
tura stessa del labirinto, che non mai
uguale.
Il labirinto a rete un modello, non
una metafora. Ovvero non racconta qual-
cosa daltro. Non una prova da supera-
re, non c un Minotauro da sconfggere
o una via di uscita giusta, come in quello
manieristico.
Tutti pensano che i social network sono
uno specchio dei tempi, un rifesso di
quel che avviene nel mondo. Ma
il modello non lo specchio, i social
non sono un rifesso, in scala ridotta,
della societ. I social sono un modello
miope da cui non puoi uscire anche
se lo decidi, come hanno fatto alcuni
noti opinion leader. E sono un modello
miope perch dentro Twitter o Facebo-
ok tu non puoi vedere e leggere le cose
in modo globale. I post e i tweet sono
micro modelli, opinioni singole, e per-
sino insulti individuali e personali. Non
fanno sistema.
Come quello di berlino. Paradossal-
mente nella cecit che si ha lunica
visione possibile, perch nel labirinto
a rete puoi muoverti soltanto a tentoni.
I social network vivono di congetture,
attraverso queste ci si orienta, in un
sistema che cambia di continuo e rende
mutevoli le connessioni.
E allora tutto il dibattito sulla rete, sui
social, sullopinione pubblica non porta
a una nuova coscienza sociale, politica e
culturale. I social non sono n uno stru-
mento di crescita e neppure di barbarie.
In unintervista Peter Eisenman ha di-
chiarato: Qualcuno potrebbe affermare
che lHolocaust Memorial sia legato al
concetto di espiazione, ma non cos.
Quello che volevo a Berlino non era tanto
restituire ai tedeschi la loro storia, ma
piuttosto la loro memoria. ll labirinto
di Berlino un labirinto a rete. E anche
la rete in cui navighiamo ogni giorno
un labirinto, un labirinto di terzo tipo.
E non c politica o dibattito che tenga.
Lascia soltanto memoria e solitudine.
Prigionieri del labirinto del 3 tipo
Nelle nostre vite digitali, ogni punto pu connettersi
con un qualsiasi altro. Non c un interno o un esterno,
non entri e non esci. E sei circonfuso di solitudine
riproduzione riservata
La rete della rete
I labirinti non sono tutti uguali: c quello di
Cnosso, quello manieristico e infne quello
odierno, a rete, perfetto per i social network.
M
A
N
U
E
L
A
B
E
R
T
O
L
I
sette | 21 24.05.2013 27
P e r i n f o r ma z i o n i s u l l a t u a v a c a n z a i n A u s t r i a
c h i a ma 8 4 0 9 9 9 9 1 8 ( c o s t o c h i a ma t a 1 5 c e n t . )
www. a u s t r i a . i n f o
Momenti felici,
in buona compagnia.
Va c a n z e s o t t o i l c i e l o i n f i n i t o
Terso il cielo sopra il Neusiedler See, lago profondo al massimo due
metri e che gode di un clima continentale con pi di 300 ore di sole
lanno. Paradiso per gli sport acquatici e per osservare le numerose
specie di uccelli che qui nidificano.
Festival dEstate 2013
3 notti in hotel a 3 stelle nella regione del Neusiedler See, inclusa prima
colazione, la Neusiedler See Card per ingressi gratuiti alle attrazioni
turistiche e 1 biglietto del valore di 70,00 compreso nel pacchetto.
Disponibilit dall11.07. al 22.09.2013, da 205,00 a persona in camera
doppia.
Burgenland Tourismus
tel. 0043 (0)2682 633 84 0
info@burgenland.info
www.burgenland.info/it
Ca mmi n a r e n e l g i a r di n o de l l Ede n
Dallalta montagna al mare, lAlpe Adria Trail attraversa Carinzia,
Slovenia e Italia. Strada facendo si scoprono luoghi magici, incantevoli
bellezze naturali e prelibatezze culinarie per vivere momenti
indimenticabili.
3 pernottamenti in mezza pensione con specialit culinarie Alpe Adria,
2 tappe a scelta dellAlpe Adria Trail, trasporto bagaglio, transfer come
previsto dal trekking, Alpe Adria Krnten Card e documentazione
trekking; a partire da 269,00.
Offerta valida dal 01.05. al 26.10.2013
Ente regionale per il turismo della Carinzia
tel. 0043 (0)463 3000
info@kaernten.at
www.carinzia.at
Vi v i l e s t at e a Rogne r Bad Bl umau
Vivi lestate nel modo pensato e realizzato da Hundertwasser,
dove la vita in armonia con la natura. Godetevi la tranquillit, la zona
benessere e scoprite la regione con un romantico pic nic a base di
deliziose specialit culinarie della Stiria, magari ai piedi della quercia
millenaria di Bad Blumau.
4 notti in albergo**** inclusa prima colazione e buffet serale,
1 cestino pic nic, terme, sauna e bagni nel lago termale Vulkania,
valido dall1 aprile al 22 settembre 2013 a partire da 520,00
per persona in camera doppia. Validit dal 02.04. al 23.09.2013
Rogner Bad Blumau
tel. 0043 (0)3383 5100 9449
reservierung.blumau@rogner.com
www.blumau.com
www.bad blumau.com
Vacanze per t ut t a l a f ami gl i a
Da oltre 20 anni i Kinderhotels offrono vacanze a misura di famiglia
con assistenza ai massimi livelli.
Gli alberghi contrassegnati da 5 smiley offrono strutture alberghiere
a 4 stelle, ampie aree wellness, piscina per i pi piccoli e il fiore
allocchiello dei Kinderhotels: assistenza e intrattenimento per beb
e bambini 6 giorni la settimana, babyphone computerizzato, teatro
e cinema indoor, Il programma Freds Swim Academy, disponibile
negli alberghi contrassegnati da una divertente rana, prevede corsi
di nuoto per bambini e beb a partire dai 4 mesi.
Per tutte le informazioni sullofferta
Kinderhotels, e per richiedere
gratuitamente il catalogo,
www.kinderhotels.com
sterreich Werbung/Bernhart
DAmore e di Altri Disastri /
di Maria Laura Rodot
LaSantittemporanea?
Nonmitizziamogli uomini, cheper lopinonsononsplendidi
nGranBastardi, mamezzo e mezzo. Aogni modo, lacosa
miglioreper ledonneprevenire. Pronteafaregli stessi scivoloni
postacuore@rcs.it
M
a se un SantUomo
(SU) si comporta
da Gran Bastardo
(GB) diciamo per un
pomeriggio, e poi
ritorna lo splendido SUdi sempre, con
sentite e sincere scuse, recuperabile
oppure il suo sar il primo di una serie di
scivoloni?
Ho rotto due anni di castit con il SUdi
cui sopra e non vorrei pentirmene.
Marchesa trevigiana
Non pentirtene. Installa uno scivolone
demergenza, per, per te.
Terapia consigliata
Prevenire meglio che curare. Una donna
giovane e nel pieno delle sue forze non
dovrebbe rimanere casta troppo a lungo.
Esistono svariati protocolli per evitarlo:
includono la partecipazione a feste con
ospiti non astemi, la frequentazione di
pub e palestre, gli straordinari sul lavoro.
Sempre in questi casi sempre, suvvia
usando proflattici. In caso contrario,
ovvero ri-facendo sesso dopo due anni
di castit, anche la pi trevigiana delle
marchese potrebbe accusare un calo
nelle capacit di valutazione, attribuibile
allentusiasmo. Magari il SU non
santissimo, mezzo-e-mezzo come quasi
tutti e tutte noi. Non mitizzarlo. Non
diventare paranoica. Non essere assente
o vendicativa per ripicca, non rinunciare
alla tua vita. E poi raccontami bene cosa
accidenti ha fatto (se vuoi non pubblico,
ma a questo punto lo vorrei sapere).
Sogni
C
ara Malli, adesso che sono felice-
mente fdanzata (ma proprio fe-
licemente), di notte sogno molto
spesso di spassarmela con chiunque,
famoso e non, tranne il mio fdanzato.
Per dire, stanotte ho fatto cose turche
nientemeno che con Johnny Depp. Che
cosa sta cercando di dirmi il mio incon-
scio? Certo, dirai tu, meglio dormire cos
che svegliarsi con la consapevolezza di
avere Miccich sottosegretario.
Nina
Tu sei della vecchia scuola Dio nei
dettagli, mi par di capire. Per via di
Miccich, dico.
Terapia consigliata
Andare a quel paese. Da sveglia sei felice-
mente fdanzata, da dormiente te la spas-
si con Johnny Depp. Probabilmente con
un Johnny Depp pi giovane e in forma
di quello reale. Per fai bene a raccontar-
celo, son cose che fanno sognare (non
una battuta).
Lettoni
G
ood morning, my darling
...went all over Riga, had little
dinner in the Old town, where
I met my cousin that I had not seen for
a very long time. She told me that her
sister has moved to Italy as she has an
Italian boyfriend. It seems it is quite po-
pular here to have Italian boyfriends... :D
....
Come vede, io non sono un caso isolato.
Ero a Riga sette giorni fa. Lei dovrebbe
vedere quellaereo. Un terzo normale
traffco commerciale. Un terzo sono
uomini soli che vanno l. Un terzo sono
I
L
L
U
S
T
R
A
Z
I
O
N
I
D
I
M
A
N
U
E
L
A
B
E
R
T
O
L
I
SeTTe | 21 24.05.2013 30
DAmore e di Altri Disastri
donne sole che vengono qua.
Meditate, gente, meditate ...
Giove
Caro Giove, stavolta lei si frma per intero.
Non pubblico perch non so. Ma pa-
rente dellattore che eccelle in Romanzo
Criminale o ne ha copiato il cognome?
Terapia consigliata
Ci creda, Giove, ci creda. In lei stesso,
dico. Mostrare bigliettini o inoltrare altrui
e-mail, dopo la terza media, segno di
insicurezza. Dopo quante bionde lettoni
riuscir a sentirsi ganzo? Si voglia un po
di bene (mi sto affezionando, lo sento).
Ingegneri 1
A
nna Calvi: cantautrice italobri-
tannica (che infatti nonha nulla
di italiano).
Mi ha insegnatoche la jeune flle en fleur
2.0 stelo, acciaio, e puconquistare il
mondose lodesidera... sempre se indos-
sa unlipstick rossogiungla!!
Esiti terapia consigliata.
Sviluppi della liaisonconsoggettobipola-
re: bandiera bianca; hodepostole armi.
Ricerca ingegnere: work inprogress... la
crisi, bellezza!
Suggerimentoagli ingegneri che si rendo-
nodisponibili a uscite: i diritti di soprae-
levazione nonsonounbuonargomento!!
Le parole pesano!! Uomini! Da qualche
parte, abilmente camuffata nella giurista
a cena convoi, c ancora la seienne tra-
vestita da pirata che scarta baci perugina
e molla calci sugli stinchi alle suore!
Consimpatia.
Virgin Mary
Grazie, Virgin. Il tuo giovanile entusiasmo
rinfranca, almeno me. Ma non mi rende
meno petulante. Il Rosso giungla origina-
rio per le unghie, ed nel superclassico
flm Donne di George Cukor (1939). Per il
resto, vai cos. Un materno abbraccio alla
seienne.
Ingegneri 2
T
aglientissima Maria Laura,
leggo solo ora la lettera di Virgin
Mary 23. Perch se un maschiet-
to scrive molte righe viene tacciato di
prolissit maniacale e inevitabilmen-
te tagliato, mentre una (fntamente
brillante) prosa di ragazza occupa due
colonne? RingraziandoLa per i dieci
minuti settimanali di cinico buonumore,
La saluto sperand... di non ess... tagl...
(accid..., lo sapev...!)i.
Andrea
Son brutte, eh, le impari opportunit.
Terapia consigliata
Come si dice qui a Roma: stacce. Da
sempre, per la maggioranza delle donne,
obbligatorio. Ma non (ci) si dispera, e
stavolta non si taglia (ma lei almeno
ingegnere?).
Ingegneri 3
S
ento dire che Big Bang Theory
la sitcomdel momento, che
ogni donna in et fertile impaz-
zisce per Sheldon Cooper e gli altri geek
coprotagonisti, poi trovo su Sette questa
mail di Virgin Mary 23, che dichiara di
aborrire gli ingegneri, e rimango confuso.
Spezzo una lancia per i miei colleghi:
sono buoni partiti (in genere un lavoro
ce lhanno, il che oggid non guasta),
teneri e affettuosi amanti (in genere
devono recuperare anni di astinenza - lo
so, ci sono passato), ti risolvono i pro-
blemi con lo smartphone e risintonizza-
no persino il digitale terrestre. Aiutano a
mantenere la casa ordinata. E, dispo-
nendo di un assortimento di vestiario
piuttosto ridotto, lasciano molto spazio
a disposizione negli armadi. Insomma,
meritano una chance.
Ingegnere felice
Anche secondo me. Avevo un nonno
ingegnere e molto spiritoso. In effetti
vestiva sempre allo stesso modo.
Terapia consigliata
Nessuna. La montagna andr a Maomet-
to. Col progredire si fa per dire della
crisi, lappeal degli ingegneri con stipen-
di sicuri crescer. Forse anche quello
delle ingegnere, che sono poche ma
ottime. Ho solo due microscopici appun-
ti. 1) Se le aziende chiudono, rimangono
senza lavoro anche gli ingegneri in esse
impiegati. 2) In The Big Bang Theory,
Sheldon Cooper (interpretato da Jim Par-
sons, che ha vinto un Emmy per il ruolo
e che nella vita gay e serenamente
fdanzato) un fsico teorico. Lingegne-
re il suo amico e collega universitario
Howard Wolowitz. Che Sheldon prende
continuamente in giro proprio perch
ingegnere. Comunque una grande se-
rie. Il mio personaggio di riferimento
ammesso che a qualcuno interessi la
neuroscienziata che si vede con Sheldon,
Amy Farrah Fowler (Mayim Bialik). Mi
piacerebbe parlarne, o anche no.
Col progredire si fa per dire della crisi,
lappeal degli ingegneri (come lamicodi SheldonCooper
che invece unfsicoteorico nella sitcomBigBangTheory)
constipendi sicuri crescer. Forse anche quello
delle ingegnere, che sonopoche ma ottime.
RIPRODUzIOnE RISERVATA
Il re delle ambulanze
Indiano del Gujarat, dove
nato nel 1928, Abdul Sattar
Edhi arrivato in Pakistan
ai tempi della spartizione
religiosa dellIndia e subito
si dedicato a soccorrere
i miserabili. Negli anni
ha costruito una rete di
ambulanze che oggi la
pi grande del mondo.
Nella foto a destra, lora
della nanna per i bambini
dellorfanotrofo di Karachi. G
U
I
D
O
H
A
R
A
R
I
/
C
O
N
T
R
A
S
T
O
Storiadi copertina Luomoche inPakistanha costruitolimperodel bene
Edhi, traGandhi
eMadreTeresa. Unpovero
cheaiutai poveri.
Chenonvuolesoldi
dai ricchi enoncapisce
leguerresante.
Daanni merita(pidi altri)
il Nobel per laPace
di FrancescoBattistini
A
F
P
/
G
e
T
T
y
I
m
A
G
e
S
SETTE | 21 24.05.2013 35

appena tornato dalla dialisi. Stanco. Il sangue ripu-


lito, la mente intossicata di bocche da sfamare, oc-
chi da asciugare, piaghe da curare. Avete chiamato
lospedale civile per il bambino arrivato ieri?. Edhi
su un divano sgangherato. Poggiato al bracciolo, composto
come un paziente in attesa, curioso come un vecchio che non
ne ha mai abbastanza. S, maulana, abbiamo chiamato. Ma
perch nonti riposi unpo?.... Nellangolo ronza una fotocopia-
trice ingiallita dalluso, otto ritratti incorniciati sul muro bianco
piastrellato e sudicio: Sono i nostri impiegati uccisi a Karachi
in questi anni. Un gatto gli dorme sui sandali, un indolente
ventilatore gli muove lo shalwat kemilzesoli blu con le macchie
rapprese, probabilmente lunico pigiamone pakistano che pos-
siede. Ne ho un altro, a ram-
mendare. Mi bastano due vestiti
per non sentirmi mai povero. Il
macellaio di fanco arpiona sulla
strada quarti di montone farciti
di mosche, lacqua arrossata di
sangue che scorre sul pavimento
fno ai sandali di Edhi, a sveglia-
re il gatto. Dopo i giornalisti portatemi a Kaghzi, c da con-
trollare il cibo dellorfanotrofo. Va bene, maulana, ma non
meglio se ci andiamo solo noi?.... Nel vicolo di Bolden Market
scorre una fumana di bambini impolverati, gabbie coi piccioni,
venditori di telefonini, mendicanti macilenti, motoape che sga-
sano, cavi sospesi, fumi da caos primigenio. A fatica si fa largo
la sirena di unambulanza, bianca con la scritta rossa Edhi-115,
ce ne sono in giro altre duemila: La prima lho comprata cin-
quantanni fa chiedendo lelemosina in strada. 55 dollari. Non
c vergogna nel ricevere la carit. Simpara che i ricchi, quando
ti danno qualcosa, non ti guardano negli occhi.
Il monumento pi venerato di Karachi non la tomba di Jinnah,
il fondatore del Pakistan. una stanzetta lercia nella miseria del-
la megalopoli disperata. Unpo di neonacceso nel pozzo nero di
quindici milioni di poveri. Uninsegna di legno verniciato, Pro-
perty of Abdul Sattar Edhi Foundation, e dentro Edhi: ci arriv
nel 1947, dal Gujarat indiano, giovane profugo della partizione
post-coloniale. Voleva abbracciare gli ultimi di questa Karachi
baraccata che cresceva, si gonfava, diventava una cloaca di sin-
dhi, baluchi, punjabi, pashtun, kashmiri, afgani, arabi, iraniani,
africani, e alla fne decise di non levarsi mai pi. Oggi fatico
a ricordare tante storie di chi ho aiutato. Ho sempre in men-
te quelli che non sono riuscito a salvare. E quel che luomo
capace di fare: nella parte nuova di Karachi, una volta trovai i
resti dunirriconoscibile. Lavevano spappolato conunascia. Era
carne macinata. Non potevo fare nulla. Solo adagiarlo in un len-
zuolo e avvolgerlo.
La sua unit di misura la mi-
seria interna lorda. Il suo ca-
polavoro, un welfare unico al
mondo, gestito dai poveri per
i poveri, che si regge solo su di
lui. Ha costruito dal nulla e, ses-
santanni dopo, il suo impero
del bene lo governa con una regola immutata: nulla per s, tutto
per gli altri. Un divano, due scrivanie. Una montagna dofferte
dovere dogni buon musulmano che ogni giorno gli arrivano
sulla fducia. E una lista infnita di cose da fare per tre milio-
ni di bambini abbandonati, 40mila neonati del cassonetto, un
milione di sciancati tolti dalle discariche umane, 80mila malati
di mente e tossicodipendenti, 350mila volontari, otto ospedali
e decine dorfanotrof, due banche del sangue, tre gigantesche
mense pubbliche, 250 centri per la protezione civile e la ricerca
degli scomparsi, cinque scuole per infermieri, 400 programmi
di vaccinazione, venti centri daiuto femminile, 300 pompe fu-
nebri, 306 ambulatori di pronto soccorso, il pi grande servizio
dambulanze del mondo (condue aerei e unelicottero), una rete
Unalistainfnitadi cosedafareper 8
ospedali, decinedi orfanotrof, 2banchedel
sangue, 3giganteschemenseealtroancora
A
F
P
/
G
e
t
t
y
I
m
A
G
e
s
sette | 21 24.05.2013 36
per il soccorso stradale e in mare, due cliniche oncologiche,
quattro centri raccolta di cibo e vestiti, perfno servizi veterinari
per animali maltrattati, botteghe della carit per gli emigrati a
NewYork, Londra, Tokyo, negli Emirati Arabi e in Canada, cam-
pagne daiuto in Afghanistan, Somalia, Bosnia, Libano
Il ricordovivodellamadre. Tutto gratis et amore. Non Dei, ma
di Edhi. Perch gli di stanno alla larga dallinferno di Karachi,
dove si sopravvive con dieci euro al mese, i bambini sono
buoni a cinque anni per il semaforo e le bambine a die-
ci per qualche vecchio, ogni mattina la nettezza urbana
raccatta qualche cadavere, dove i poveri saranno anche
beati, come dice il Vangelo, ma qui non si nota tanto. Pri-
mo comandamento: Non esistono mendicanti felici.
Secondo: Aitati, ch Dio taiuta ma solo un po. Edhi
li ha imparati da sua madre, donna tormentata, divorzia-
ta da un precedente matrimonio e obbligata a lasciare
al loro padre, e a un destino incerto, due fgli di primo
letto. La mamma torna sempre, nei discorsi: Da picco-
lo minsegnava che i sofferenti non devono mai essere
abbandonati. Lei sola e paralitica, lui unico sostegno, a
undici anni Edhi se la prese in carico, imparando a ven-
dere penne a sfera e poi a portare a casa, bambino di
strada, gli altri bambini che una madre non lavevano.
Quando mi dava due rupie, ha raccontato una volta
alla scrittrice Tehmina Durrani, voleva che ne donas-
si una a chi aveva pi bisogno. Era intransigente: se
non lo fai, diceva, mi deludi molto. Il suo program-
ma di vita rimasto su un cartoncino, love humani-
ty, che Edhi porta sempre con s: Quando arrivai dallIndia,
non sapevo fare altro. Dare senza pretendere un insegnamen-
to dellIslam. Non capisco le guerre sante, combattere le altre
fedi. Che perdita di tempo! LIslamvuole unumanit che vive in
pace. La sua essenza darsi da fare per gli altri. Non ci arrivi con
le parole o le spiegazioni, solo con lesempio. Mettere in pratica
Dio, mi fa sentire degno dessere nato.
(Un minareto avverte che lora di pregare e daltre urgenze: ar-
rivano venti bocche sdentate, Edhi salza con fatica a indicare un
porticato, il fglioFeisal fa stendere una cerata rossa, risoe pollo.
A questora, ce ne sono altre migliaia a Rawalpindi, a Lahore,
a Peshawar. Se Dio mi desse soltanto unaltra vita, comincerei
di nuovo da loro. Andiamo allorfanotrofo, lambulanza che
ci porta si deve fermare a ogni budello, chi ha un bisogno e chi
Cibo, istruzione e carit
Asinistra, la moglie di Edhi, Bilquis, nella scuola dellorfanotrofo.
Con una sua fondazione, Bilquis si occupa di 18 strutture per bambini,
anziani e donne. Sopra, Edhi condivide il pasto con ragazzine ospiti della
casa di carit. Sotto, chiede la carit in una strada di Peshawar.
A
P
N
(
2
)
bisogno dun abbraccio. I bambini abbandonati stanno facendo
ginnastica, un urlo che rimbomba quando compare nonno
Edhi. Lavvolgono in unanaconda di risate, lo baciano, lui si fa
prendere da una mano, questo labbiamo trovato che dormiva
nudo sotto un camion, e si preoccupa della frutta per la me-
renda, poca, perch gliene date cos poca?, si scusa quasi e
fa un lieve inchino, servo umile di piccoli re, prima di salutarli
e duscire).
Povero fra i poveri, coi poverissimi Edhi ci dorme. E li cresce,
li lava, li veste, li ascolta, spesso li seppellisce. Ha una moglie
infermiera, Bilquis, la madre del Pakistan, sposata dopo che
altre sette avevano detto no. La vera santa lei che ne sopporta
le esplosioni dira, ride il vecchio segretario, e che da ragazza
cercava dingelosire il fdanzato,
inutilmente, raccontandogli di
qualche bellimbusto di Dubai
che le sussurrava vieni via con
me, perch stai con quellubria-
cone che raccatta i poveracci?.
Con Bilquis, Edhi abita in presti-
to un bilocale di Kharadar, uno
dei bassi pi pericolosi di Karachi. Cinque fgli, tutti a dare una
mano. Di suo, non ha uno stipendio, unauto, una propriet, un
computer, un telefonino, un orologio. Niente. Parla solo lurdu.
il Terzomondoche assiste il Terzomondoe nonvuole soldi da
stranieri, dai governi, soprattutto dai ricchi: Li accetto solo se
vengono dal Pakistan e dalla gente. Ogni anno lo candidano al
Nobel per la pace, i giornali nazionalisti scalpitano perch a 85
anni comincia a essere un po tardi (e che indignazione, quando
Stoccolma premi il bengalese MuhammadYunus, chiacchiera-
tobanchiere delle baraccopoli): Hogi il denaroche mi serve,
Edhi non se ne cura granch, ma se col Nobel arrivano soldi
per questi che mangiano qua fuori, sono felice. Da una vita
il dio delle piccole case di Karachi paragonato, ovvio, a Madre
Teresa di Calcutta. Non ne sorride: Venne tre volte in Pakistan,
ma non lho mai incontrata. Il governo laccoglieva con tutti gli
onori, per evitava di portarla da me: preferivano nascondere
questo posto, naturalmente. Lei mi piaceva, era una persona
coraggiosa. Ma non mi piaceva quel che rappresentava, la sua
Chiesa. Io non condivido che saiuti luomo dentro un gruppo
religioso: luomo laiuti e intanto lo lasci libero. Lo dico anche di
tanti musulmani che non capiscono chi d una mano aglinfe-
deli. Lumanit non unprodotto di supermarket conletichetta
appiccicata: ind, sikh, musulmano, cristiano.
(Una volta, Edhi scrisse pure una letteraccia a Gheddaf, per-
ch il dittatore libico aveva offerto aiuto ai Paesi musulmani
del mondo: bene, bravo, lo sgrid, ma guarda che laiuto si
deve dare a tutti, musulmani e
non. Unaltra volta fu attaccato
da alcuni barbuti, perch aveva
assistito una ragazza rimasta in-
cinta al di fuori del matrimonio,
e allora dovette urlare: Quale
Dio pu condannare un neo-
nato innocente, che gi senza
padre, a non avere neanche la madre?).
Lochiamanomaulana, maestro, qualcunoanche dottore perch
ha una laurea ad honorem. Non ho studiato. Ma nella vita con-
ta restituire a Dio quello che ti ha dato. Io ho avuto una mamma
paralizzata da assistere, la pi umiliante delle condizioni: era
quel che Dio voleva da me. Avolte Edhi spolpa parole come un
profeta, fa un po la voce del santone, anche se dice che ormai
non prega pi: Non vado mai alla moschea. Avrei tempo per
farlo, come no, mi sveglio la mattina alle 4 e mi corico la sera
alle 8. Ma se prego, tolgo tempo ai poveri, a chi mi cerca per
donare qualcosa. LIslam dice che dobbiamo occuparci delluo-
mo e io preferisco pregare cos: il mio venerd, lo trascorro con
gli orfani. Il mio haji, il pellegrinaggio ai Luoghi Santi, quel-
Sepregotolgotempoai poveri. LIslam
dicechedobbiamooccuparci
delluomoeiopreferiscopregarecos
Igiene e pulizia
un bagno a base di zolfo e canfora
per uno dei ragazzini assistiti da
edhi nella casa di Karachi.
c
o
R
b
i
S
sette | 21 24.05.2013 38
lo. E di questo Papa Francesco, che dice? Una Chiesa che torna
alla povert delle origini Non voglio avere parole cattive. Ma
guardo i fatti: le cinque pi grandi religioni del mondo si occu-
pano dei poveri con organizzazioni, palazzi, fondazioni. Queste
cose non servono ai poveri: servono a chi se ne occupa. Lunica
religione luomo. Nessuna religione pu starvi sopra. La pre-
ghiera nulla, se non ha al centro luomo.
Il lusso e la carit. Luomo un optional, nella bolgia Karachi.
C acqua in una casa su tre. Niente fogne. E il 75 per cento dei
rifuti resta dove lo buttano, cio dappertutto. Si paga il pizzo
pure per lelemosina e a incassare, venti ammazzati la settima-
na, sono le bande criminali che possiedono met dei depositi
bancari di tutto il Pakistane rispondono ai grandi potenti di tur-
no, che siano il nuovo premier Sharif o il clan dei Bhutto. Un
tempo minacciavano anche Edhi, racconta Asham Khan, 60
anni, il barista del Tower Caf che tutte le mattine gli porta pane
e marmellata e non vuole una rupia, anzi, a volte gliene lascia
lui, ma ora non osano pi: troppo amato dalla gente. Quello
di Edhi unsemplice, garantito sistema di carit basato sul cari-
sma e sui numeri sterminati delle masse asiatiche: chi gli versa
un dollaro, ha cinque anni di tempo per presentarsi e riaverlo.
Non torna mai nessuno a riscuotere: impiegati e mercanti, fa-
miglie e sconosciuti, donare a Edhi fa sentire meglio e d orgo-
glio sociale. Ho girato ottantatr Paesi, dice lui, non ho mai
trovato gente come a Karachi. Vivono con poco, non chiedono
aiuto a nessuno, mi hanno sostenuto in quel che sognavo. Ha
incontrato re, dittatori, presidenti, milionari. Benazir Bhutto e
Cory Aquinho, Suharto e Musharraf: Nessuno mi ha mai fatto
impressione, perch non mai nato quello capace deliminare
la povert. Comprano armi, fabbricano latomica e poi parlano
di solidariet. Quando mi diedero il premio Balzan, anche il vo-
stro governo italiano fece unofferta. La rimandai indietro. Non
ho bisogno di denaro che non so a chi stato tolto. Ricevere un
aiuto da fuori, o dallalto, soltanto la scusa dei pigri. Com
spesso chi fa del bene, Edhi non perde tempo
a lisciare il pelo dei ben intenzionati: La rivo-
luzione sociale non centra nulla coi potenti.
Loro ragionano a breve termine e per se stessi.
I poveri invece devono aiutarsi reciprocamente,
fdarsi solo dei poveri. Il povero il pi vicino
alla verit, cos nudo che non pu nasconder-
la. Perch dovrebbe dare ascolto a unideologia,
a un partito, a una religione?.
A lezione di povert, ogni tanto saffaccia da
Edhi qualche europeo sulla via dellOrien-
te. Diplomatici e ong, mistici e giramondo in
fuga dalla nostra grande depressione. In Eu-
ropa non c vera povert. La sera avete la luce,
lacqua, case calde. Per c una grande sete di
giustizia sociale, uguale allAsia. I greci, glita-
liani vedono che senza giustizia sociale non si
vive. Devono esigerla anche i governanti: se c
giustizia, il sistema sopravvive. Altrimenti col-
lassa. Luomo viene prima della fnanza, delle
multinazionali, delle banche. Edhi accoglie
tutti, ma qualche mercante nel tempio Non
gli piacciono i milionari che giocano alla flan-
tropia, per esempio. Ole damazze che si lavano la coscienza con
qualche euro: Un uomo che d soldi, pu farlo per molti moti-
vi. I ricchi donano una parte minuscola di quel che hanno. Mo-
strarsi mentre si dona, un buon modo per incassare vantaggi
sociali. Ci sono organizzazioni umanitarie che pagano uffci,
dipendenti, hotel. Ma non capisci un povero e i suoi bisogni pi
profondi se entri nella sua vita solo per pochi minuti. Il lusso e
la carit non possono essere amici.
(Ci prende una mano, e pensiamo a una preoccupazione since-
ra: Tu dove dormi stanotte?. Mah, in un albergo E quanto
paghi?. Centocinquanta dollari. Lo sai che con quei soldi,
e il sorriso non una carezza, ci possono mangiare trecento
persone?).
Francesco Battistini
riproduzione riservata
La distribuzione degli aiuti
Qui accanto e sotto, si scaricano gli aiuti umanitari che giungono
nelle numerose case organizzate dalla Edhi Foundation e che
vengono distribuiti a seconda delle necessit e delle emergenze.
R
E
U
T
E
R
S
A
S
S
o
c
i
A
T
E
d
P
R
E
S
S
sette | 21 24.05.2013 39
A
nno dopo anno, la Biennale oltrepassa sempre pi i
confni dei padiglioni ai Giardini, molti altri sono
accolti nella citt, e una cinquantina sono gli eventi
collaterali. In che modo Chris Dercon, direttore della
Tate Modern di Londra, prepara la sua agenda? Ho per bussola la
casualit, non privilegio certo i padiglioni e gli artisti importanti ri-
spetto ad altri, non mi faccio accompagnare dagli art dealers. Non si
pu visitare la Biennale di Venezia se non partendo dalla letteratura
e dallarchitettura stessa della citt, che in parte ti guida; bisogna
conoscere il passato di Venezia. Non manco di visitare la Querini
Stampalia, e questo perch ammiro Carlo Scarpa. Ho letto abba-
stanza libri su Venezia, scritti nei secoli, per conoscerla a menadito.
Mi piace perdermi nel suo labirinto di calli. Mondanit? Quasi
niente. A Venezia magnifco alzarsi presto, e andare in edicola. S
mi piace ancora la versione cartacea dei giornali. Mi piace poi lidea
che a Venezia, alle 11 di sera, cali il silenzio totale. Certo, durante la
Asei giorni dallevento piattesodellanno, il direttore della Tate
Modern raccomanda: Dimensioni meno roboanti e pi valori
di FrancescaPini
Larteungranteatro
della memoria
DietrolequintedellaBiennale/1 incontro con chris dercon
Biennale, lopposto. E questo Palazzo Enciclopedico, prospetta-
to dal curatore della Biennale, Massimiliano Gioni? A quale tipo di
sapere ci confrontiamo noi oggi? Le persone si stanno abituando
a leggere immagini sempre pi complesse, che richiedono unin-
terpretazione, un vedere al di l di esse. Oggi abbiamo unimmensa
letteratura visiva. Non credo per che questo sia avvenuto grazie ai
new media che, troppo concentrati sul presente, cimpongono in-
vece di trovare nuovi strumenti per memorizzare. Dobbiamo quindi
imparare ex novo a dimenticare. Non c memoria senza oblio. Il
museo lunico mass media in grado di mischiare il passato con il
presente e il futuro. E anche dintervenire sullarte che necessita di
cure. Noi stiamo vivendo in una dimensione propria della semeio-
tica. Larte ci permette di dimenticare e di riportarci indietro, un
teatro della memoria. Ci che mincuriosisce del progetto del Pa-
lazzo Enciclopedico il perch Gioni non abbia inserito artisti di
altre regioni del mondo, ma principalmente europei e americani.
Noi viviamo immersi in una modernit globalizzata, siamo abituati
a vedere artisti cinesi, africani, sudafricani, arabi (alla Tate Modern
in corso una mostra di Saloua Raouda Choucair, poi sar la volta
di Meschac Gaba e Ibrahim El-Salahi). Chiss che impressione avr
visitando questa mostra. Forse potr essere frustrante, ma anche
questo pu rivelarsi positivo. Sar un test per verifcare se possiamo
dimenticarci delle immagini di unarte globalizzata. Ma il mio non
un giudizio preconcetto e negativo su questa mostra.
Novantenni alla riscossa. Questanno il Leone doro bicefalo,
assegnato a Maria Lassnig e Marisa Merz. In tutta questa Biennale
la presenza femminile molto alta. C anche Carol Rama, 95 anni.
Ma le artiste donne continuano a essere meno quotate dei colleghi
maschi. Alla Tate Modern vogliamo dare sempre pi spazio alle
donne artiste, specie a quelle che sono state fondamentali per levo-
luzione dellarte (lanno scorso abbiamo ricostruito con una mostra
unimportante performance realizzata da Suzanne Lacy nel 1987 con
caldo/freddo Tavares sTrachan (nelle foTo) parTiTo
dalle sue bahamas per una speciale missione al polo nord.
con quesTa sua performance ha voluTo unire due punTi
della Terra che mai si poTranno Toccare.
V
i
n
c
e
n
t
M
e
n
t
z
e
l
/
c
O
n
t
R
A
S
t
O
sette | 21 24.05.2013 40
430 donne anziane). Siamo molto attenti al fenomeno del femmi-
nismo in arte. A Londra, con una battuta cinica, le artiste anziane
vengono chiamate Owas (acronimo di Old Woman Art) per marcare
la differenza con il movimento della Yba (Young British Art), sorto
nel 1990. Carol Rama, Marisa Merz, sono donne molto forti. I lavori
di Maria Lassnig sono molto pericolosi, destabilizzano limma-
gine dellartista uomo. In lei non c cinismo, ma poesia, e un altro
mododi concepire la comdie humaine. Queste tre artiste esprimo-
no la possibilit di un eterno ritorno, cosa che non sempre riesce
ai loro colleghi maschi. Non sono interessato al costo delle opere,
i prezzi sono una cosa artifciale, sono per le persone senza cultu-
ra, senza educazione. C infatti chi cono-
sce il prezzo di tutto, e il valore di niente,
come diceva Oscar Wilde. Quanto conta
oggi, in una Biennale, la spettacolarit di
un padiglione? Penso a quello degli Usa
nel 2011, con il carroarmato rovesciato di
Allora e Calzadilla, e il tipo che faceva jogging sul cingolato. Beh,
viviamo in un mondo mediatico dove bisogna catturare lattenzio-
ne delle persone in 5 secondi. Io invece mi concedo molto tempo
per vedere. Ci sono dei padiglioni non spettacolari, ma di grande
contenuto. Ricordo bene quello di Pawel Althamer, per esempio.
Non bisogna basarsi neppure sulle dimensioni roboanti delle ope-
re. Questanno ci saranno centinaia di artisti cinesi a Venezia, a
riconferma che il loro Paese sta puntando sul soft-power. Il fatto
che le autorit cinesi improvvisamente considerino seriamente il
soft-power dellarte un fattore politico ed economico che pu far
parte della macchina della propaganda, ma non ha nulla a che ve-
dere con larte vera. Molti artisti cinesi possono essere funzionali
al regime, ma questi non sono quelli che mi interessano. Guardo
ad altri valori, come quelli espressi da Ai Weiwei. Di cui, alla Giu-
decca, si terr un suo solo show. E poi anche il Vaticano avr il suo
Padiglione. Per secoli la Chiesa stata il pi importante commit-
tente dellarte; dall800 in poi si verifcato il declino, un incompa-
tibilit tra arte, architettura e Chiesa. Oggi i musei si sono sostituiti
alla sacralit della Chiesa vera? Sono cresciuto in Belgio, in una
famiglia molto cattolica, davvero sono molto curioso di vedere
che cosa proporr il Vaticano. No, i musei non hanno rimpiazzato
la Chiesa. La Tate Modern pi simile a ununiversit della vita.
Conosco diversi musei che sinteressano
allarte sacra, come quello straordinario
di Colonia, come lo Schntgen. Se il Padi-
glione del Vaticano si assumer gli stessi
rischi di un museo sar solo un bene.
riproduzione riservata
Chris dercon, direttore
della tate Modern di Londra.
sette | 21 24.05.2013 41
Sarah Sze fa piovere massi dal cielo.
Richard Mosse gira un flma luci
infrarosse. Berlinde De Bruyckere
celebra San Sebastiano. Tavares
pianta la bandiera delle Bahamas al
Polo Nord. Levento fa gi discutere
di FrancescaPini
Nellesegretestanze
dei padiglioni
DietrolequintedellaBiennale/2 Tutti gli artisti da tenere docchio
U
n luogo di culto, reale e metafsico,
dove tutti vogliono esserci: artisti, cu-
ratori, direttori di musei e di fondazio-
ni, galleristi, art dealers, collezionisti,
studenti di Belle Arti, stilisti, nonch ipermonda-
ni. Ma La Biennale di Venezia (88 nazioni ospiti,
pi tutto il Fuoribiennale, 47 eventi) anche un
momento, un luogo dove le minoranze diventano
visibili e protagoniste (per esempio il Tibet che l
acquista autonomia, principio riaffermato anche da
Catalogna e Scozia) e quei Paesi che dalloffshore o
dalla tintarella passano allArte (come le Bahamas,
le Maldive, le Tuvalu Islands). Poi magari tornano
immAgini DA un confLiTTo
DimEnTicATo
RichaRd Mosse, che RappResenta
liRlanda, ha giRato nellest del
congo un filM in 16 MM adottando
la tecnica MilitaRe degli infRaRossi
(a fianco due fotogRaMMi dallopeRa
the enclave). il suo scopo eRa RendeRe
visibile un conflitto invisibile a livello
inteRnazionale, Ma che ha Mietuto
Milioni di vittiMe.
peR giRaRe questa pellicola laRtista
ha dovuto accoRdaRsi con le
bande di Ribelli che contRollano il
teRRitoRio, spesso passando anche
in Mezzo a MassacRi, coMe quello di
Masisi. dove ha spento la cinepResa
peR leffeRRatezza di ci che aveva
davanti agli occhi: solo donne e
baMbini tRucidati.
1 2
nel limbo, ma in quel preciso momento esistono.
Cos Tavares Strachan si spinto dalle Bahamas
fno al Polo Nord, sulle orme dellesploratore afroa-
mericano Hansen (1909), per questo video. Il Polo
Nord uno spazio virtuale, un po come il nostro
Paese, un fantasy land. Il ghiaccio della banchisa
spesso solo due metri, e si sposta continuamen-
te, quindi non si resta mai nello stesso punto, dice
lartista che ha sviluppato un altro progetto video
basato sullestinzione della lingua inuit. Lho fatta
imparare a 40 allievi di una scuola elementare, sotto
forma di una canzone che ascolterete.
Sassi sul tetto. Ma c da chiedersi se la Biennale
sia ancora un terreno della sperimentazione. Nelle
ultime edizioni si avvertito il peso delle gallerie
degli artisti invitati. Attorno ai padiglioni vige un
embargo (specie per quello degli Stati Uniti, del-
la Gran Bretagna e del Cile con Alfredo Jaar), che
invoglia a indagare. Sarah Sze, scelta dagli Usa,
ha fatto piovere sul tetto, ma anche sul pronao del
tempietto, una serie di fnti massi. Il suo lavoro
consistito nel realizzare un enorme collage di objets
trouvs, raccolti anche in loco. Questa tendenza al
riutilizzo di materiali della memoria viene condi-
visa anche da Lara Almacergui che ha riempito il
padiglione spagnolo con una montagna scultorea
di detriti, materiali edilizi simili a quelli usati per
costruirlo, nel 1922. La sua ricerca continua con un
intervento sullisola che non c (Sacca San Mat-
tia), creata artifcialmente con rifuti di materiali
edilizi e di scarto provenienti dalle fornaci di Mu-
rano. Ai detriti spaziali ci pensa invece Elisabetta
Benassi (nella mostra Vice-versa di Bartolomeo
Pietromarchi) che, nella sua sala al padiglione Italia,
con diecimila mattoni (fatti a mano, con la terra del
Polesine) sui quali riportato il nome e il numero
seriale del rottame, ha costruito sul pavimento un
cielo capovolto. Grande attesa per ci che ha fatto
Jeremy Deller (Turner Prize 2003), londinese che
sembra un texano. Qualcosa trapela. Il suo progetto
si concentra su come il mondo vede la britannicit.
LInghilterra una societ multiculturale, ma per
ragioni politiche si chiude a riccio. In Europa noi
inglesi siamo i bambini strani, amiamo il nostro
isolazionismo, e abbiamo certo pi cose da spartire
con gli Usa che non con lEuropa. Anche se a Londra
vive la pi importante comunit francese, 400mila
persone, dice Deller. Tipico dellartista quel mi-
schiare volentieri cultura alta e bassa, aggiungere
complessit alle immagini, come nel barocco. Al
Courtauld Institute ho studiato approfonditamente
Guido Reni, il Guercino, i Carracci e Caravaggio. Io
posso essere teatralmente molto barocco.
irriTuALi 1) Ali KAzmA (tuRchia) pResenta uninstallazione di 15
video, un lavoRo sul coRpo coMe piattafoRMa di Resistenza uMana.
il coRpo MuoRe seMpRe, e questo iMbaRazza il poteRe e il consuMisMo,
dice laRtista (qui MentRe filMa alex Kofuu ReinKe hoRiKitsune, MaestRo
di tattoo). 2) la scultuRa in equilibRio pRecaRio di mArK mAnders ha
quasi laspetto di una Macchina scenica. saR esposta al padiglione
olandese, costRuito 60 anni fa dallaRchitetto Rietveld. 3) un lavoRo
fotogRafico di JAmAl PenJweny (iRaq) su saddaM hussein e liMpatto
duRatuRo del suo bRutale RegiMe sulle peRsone. JaMal vive in una zona
RuRale, peR anni ha fatto il pastoRe coMe suo padRe.
il curatore inglese James
putnamha invitato la giovane
americana whitneymcVeigh a
realizzare due progetti (uno per
Glasstress a palazzo franchetti
e laltro alla FondazioneGer-
vasutti) nei quali c un oggetto
che li accomuna. nella project
roomche le stata affdata
alla gervasutti, lei ha proceduto
per unordinata accumulazione
di oggetti della memoria (libri,
anche arabi, porcellane, mestoli,
vetri e ceramiche, molti raccolti
nei mercatini, altri di casa sua).
curiosamente troviamo anche
un tiralatte del 1890, una forma
che lartista ha poi rifatto in
vetro (nella fornace di adriano
berengo a Murano) realizzan-
do un centinaio di esemplari
per riempire quella carrozzina
esposta a palazzo franchetti.
unopera catartica per Whitney,
che lha realizzata dopo aver
assistito per un anno e mezzo
il suo bimbo in ospedale, e ora
guarito.
iL monDo
DEgLi oggETTi
3
carol rama, indomabile
anche a 95 anni
Trasgressione e ribellione, ecco due
parole chiave che lei ha sempre
adoTTaTo. carol rama, Torinese,
leone doro alla biennale
di venezia nel 2003, ha
davvero percorso un secolo
di sToria, non allineandosi a
nessuna correnTe, se non la
propria. carol rama figura
Tra gli arTisTi de il palazzo
enciclopedico, la mosTra
realizzaTa da massimiliano
gioni, curaTore della 55
a
biennale.
dalla sofferenza
della carne a
una visione di luce
nella sculTura in cera
della belga Berlinde de
Bruyckere, (a sinisTra)
viTa e morTe sinTrecciano
inesorabilmenTe. la
sculTura che presenTa
modellaTa sulla forma di
un grande olmo. larTisTa
coreana kimsooja (soTTo)
ha realizzaTo un padiglione
diviso fra luce e buio,
cosTruendo anche una
sTanza aniconica. soTTo, a
sinisTra, maria lassnig,
94 anni, leone doro di
quesTa biennale insieme a
marisa merz.
Linstallazione multimediale di richard mosse (Ir-
landa) si basa su un flmato girato in 16 mm con
gli infrarossi. Una tecnica abitualmente usata in
campo militare, per snidare i soldati intuta mi-
metica. Lartista ha effettuato le riprese nellest
del Congo, dove, secondo le fonti uffciali,
dal 1998 sono morti 5,4 milioni di persone,
un massacro passato pressoch inosservato
a livello internazionale. Una tipica tragedia
africana. Con quella tecnica ho voluto ren-
dere visibile quel confitto invisibile, dice
lartista che si spinto anche nella giungla. Gli
effetti speciali sono tutti di tipo coloristico, con
degli azzurri e dei rosa psichedelici. Il governo
non ha un vero controllo nellEst del Paese, nelle
mani di una ventina di bande ribelli. Per attraversare
quelle zone ho dovuto accordarmi con loro. Abbia-
mo flmato in condizione estreme, anche dopo una
carnefcina di donne e bambini, avvenuta dodici ore
prima del nostro passaggio a Masisi. Mai visto niente
di pi atroce. Nelle immagini esteticamente belle del
mio flmscorre molta sofferenza.
Potererosa. Biennale fortemente al femminile, que-
sta55esimaedizione. Il progettodi berlindedebruy-
ckere (curato per desiderio dellartista belga dallo
scrittoreCoetzee) venutoa maturazionelentamente,
intrecciando al ricordo delle immagini di alberi morti
in una foresta della Borgogna e di un olmo sradicato,
licona del San Sebastiano traftto, spesso raffgurato
legato a un albero. Ma questuomo, malgrado le fe-
rite, rimane un simbolo di virilit e di bellezza. Noi,
come lui, dobbiamo accettare le nostre nostre cica-
trici per sopravvivere, dice lartista che ha realizzato
una complessa scultura, interamente in cera, in cui il
corpo del santo imprigionato nellintrico dei rami,
talvolta ricoperti di bende. Lalbero-scultura la copia
di quello, sradicato, nel quale lei simbatt in Francia
e che port, per pietas, nel suo
studiodi Ghent. Se ne servita per
modellare lopera, realizzata con
un lungo procedimento di calchi
in silicone e poi in gesso fno alla
forma realizzata in cera, poi di-
pinta nei colori tipici del suo re-
pertorio: il rosa, il verdastro, il blu,
lasciati penetrare nei diversi strati.
Ricorrente nellopera di Berlinde il
memento mori. Con il lavoro della
coreana Kimsooja cimmergiamo
in una porzione di Creato, fatta
di luce, ma anche di buio (ha co-
struito una stanza aniconica dove
noi ascoltiamo solo il nostro re-
spiro, mentre nellaltro spazio
del padiglione sentiremo invece
quello dellartista). Questopera
ambientale ha qualcosa di calei-
doscopico, per via degli specchi
e della pellicola traslucida che
avvolge ledifcio come un botta-
ri (il fagotto che si usa in Oriente
nelle migrazioni). La canadese
shary boyle si voluta fortemen-
F
e
r
d
i
n
a
n
d
o
S
c
i
a
n
n
a
/
M
a
g
n
u
M
P
h
o
t
o
S
S
e
P
P
d
r
e
i
S
S
i
n
g
e
r
M
i
r
j
a
M
d
e
v
r
i
e
n
d
t
sette | 21 24.05.2013 44
fondazione prada
la mostra When attitudes become Form, a ca corner della regina,
ripropone esattamente la stessa esposizione realizzata nel 1969
da harald szeemann a berna. laggettivo contemporaneo ha qui
unestensione quarantennale. dice germano celant ideatore di que-
sta rievocazione: la rilettura degli eventi e dei documenti storici
sempre contemporanea. non solo facendo una lista di artisti poco
conosciuti che si fa il presente. di fatto lavere assunto la mostra
come un readymade, un oggetto gi fatto, e spiazzandola nel
tempo e nello spazio, farla rileggere secondo una prospettiva sia in-
tellettuale quanto fsica. incrociando le pareti settecentesche e quelle
moderne si ottenuto un contrasto come uno strappo visivo ed
esperienziale. inoltre il contatto diretto con le opere, che non sono su
piedistalli o basi, solleciter un rapporto emotivo e corporale meno
distaccato e indiretto come quello sollecitato nei musei tradizio-
nali. le stimolazioni saranno numerose, non solo sulla conoscenza
dellarte esposta nel 1969, ma del modo di avvicinarla in relazione
al modo odierno. il tutto collocato in un sistema dinformazione,
basato su documenti e ricerche altamente scientifche, presentate in
parallelo alla rivisitazione e alla ricostruzione.
te confrontare con la struttura non facile del suo pa-
diglione. E sulla trave pi alta, in vetta, ha installato
una strana fgura nera, quasi un idolo di rituali pre-
cristiani, propiziatori alla fertilit. Tant che la colon-
na per lei rappresenta un fallo, reso pi femminile
da quei nastri colorati. Quella scultura in bronzo,
Ophiodea, ispirata a un fotoritratto di mia zia. Ho
voluto umanizzare il padiglione, per me quella fgura
rappresenta un guardiano che ha le chiavi della vita,
dice. Nel Fuoribiennale, cresciuto a dismisura nelle
ultime edizioni, i curatori presentano i loro esercizi di
stile. Reperibile a Venezia anche achille bonito oliva
che presenta (il 30) il suo secondo volume dellEnci-
clopedia delle arti contemporanee (Electa). Germa-
no celant cura quattro mostre: Vedova-Tintoretto
alla Scuola Grande di San Rocco, Vedova pluri-
mo al Correr, Marc Quinn alla Cini, e limpe-
gnativa When attitudes become Form. Bern
1969/Venice 2013 per la Fondazione Prada a
C Corner della Regina (dall1/06). Si tratta
della rievocazione-reinterpretazione di una
mostra ideata da harald szeemann (tra i
pi importanti curatori del XX secolo), che
segn unepoca. Szeemann era noto per avere
un archivio personale straordinariamente ricco
(ora al Getty Institute), tra cui anche migliaia e mi-
gliaia di cartoncini dinvito alle mostre. Nel preparare
questa esposizione, dalla documentazione darchivio
sono emersi dettagli importanti che hanno aiutato a
ri-strutturare la mostra. La collaborazione conil Get-
ty Institute, insieme agli archivi degli artisti, stata
fondamentale al fne di ricostruire elemento per ele-
mento lintero avvenimento. Anzi sono emerse opere
e materiali che non erano stati studiati n analizzati,
presenze non registrate e lavori non catalogati per cui
leonessa
doro
marisa merz (87 anni) ha
condiviso con il mariTo mario la
sTagione dellarTe povera, uTilizzando
per le sue opere maTeriali di uso comune.
larTisTa celebraTa dai pi imporTanTi musei
inTernazionali, ha appena inauguraTo
una personale alla gladsTone
gallery di new york. afianco
unopera del 2012.
P
h
o
t
o
:
S
i
e
g
F
r
i
e
d
K
u
h
n

S
t
a
a
g
/
r
B
a
sette | 21 24.05.2013 45
Punta della dogana
Prima materia la nuova mostra curata da Caroline Bourgeois e da
Michael Govan. Delle 18 sale in cui si snoda lesposizione, quella cen-
trale stata concepita come un focus speculare tra gli artisti dellArte
povera e quelli del movimento giapponese Mono-ha sviluppatosi tra
gli Anni Sessanta e Settanta. Oggi viviamo in unepoca di completa
immersione nella globalizzazione ed normale per noi pensare al
mondo come a un palcoscenico unico, dove facile realizzare scambi e
confronti. La stessa collezione Pinault da cui la mostra attinge non
guarda alla nazionalit dei singoli artisti, ma ragiona con uno sguardo
generale. Abbiamo immaginato e realizzato questa sala per far luce
sulle ragioni che inducono i giovani artisti di oggi a cercare nel ritorno a
un linguaggio basico, primigenio, quasi primitivo, le risposte a quelle
pressioni causate dallincertezza del vivere, tipica del nostro tempo.
Non solo: laccostamento, in questa sala, di molte opere emblemati-
che dei movimenti Mono-ha e dellArte povera evidenzia le risonanze
e le corrispondenze tra i due movimenti artistici, rispettivamente
giapponese e italiano, sviluppatisi tra gli Anni Sessanta e Settanta del
Novecento. Nonostante gli artisti dei due movimenti agissero in con-
testi culturali e geografci diversi, ci non ha impedito loro di trovare
nellessenzialit un linguaggio comune.
la riproposta a Venezia apporter molte informazioni
inedite. Anche sul piano espositivo molte opere sono
state restaurate, perch parzialmente distrutte, per cui
la rivisitazione propone quasi il 95 per cento dellarte
esposta, includendo anche i lavori che erano stati bloc-
cati in dogana e gli interventi fatti in citt, eseguiti dagli
stessi artisti a Venezia, con materiale dellepoca, dice
Celant. Quella mostra di Szeemann lontana anni luce
dallattuale concetto di mercato, ma oggi quegli stessi
artisti (Boetti, Long, Kounellis, Merz, sono diventati gal-
line dalle uova doro. Nel 1969 nessuno decideva stra-
tegie globali, eppure larte circolava nel mondo, certo
regolata sui parametri americani del business. Larte
bastava, e badava solo a se stessa? Se si analizzano le
mille e pi fotografe che documentano lesposizione a
Berna si nota come allepoca le uniche persone implica-
te nel lavoro erano gli artisti e gli amici che lavoravano
con loro, al punto da aiutarsi reciprocamente. Il valo-
re economico non era il perno del fare e del muoversi.
Eravamo tutti l a condividere un momento di vita e di
entusiasmo artistico. Le energie erano rivolte a costrui-
re sistemi aperti con materiali effmeri e morbidi, poco
dispendiosi come feltro, cenere, gomma, corde, carbo-
ne, margarina, bamb, gesso, vetri e neon rotti che si
trovavano per strada e nei negozi normali oppure erano
recuperati come avanzi tecnologici. La speranza era di
riuscire a comunicare unidea di libert operativa senza
i vincoli tradizionali della pittura e della scultura. Il rico-
noscimento venuto in seguito, trentanni dopo, senza
calcoli strategici che non fossero legati alla sopravviven-
za. Non stata unavventura facile. Gli antichi muri di
mattone di Punta della Dogana, cos lasciati da Tadao
Ando, nel pieno rispetto flologico delledifcio, sono
elementi visivi, di materialit grezza, dialoganti con le
C
O
u
R
t
E
s
y
t
H
E
A
R
t
i
s
t
A
n
d
L
E
C
A
s
E
d
A
R
t
E
,
m
i
L
A
n
O
sette | 21 24.05.2013 46
dalla
collezione
Pinault
Marlene DuMas ha ritratto anna
Magnani in MaMMa RoMa (Dipinto Del
2012, a sinistra). al centro unopera
Del 2007 Di llyn Foulkes che ucciDe
letteralMente la pop art. sotto,
lorMai FaMosa installazione Di aDel
abDesseMeD. Qui sopra, achRoMe
Di piero Manzoni, Del 1962.
il Padiglione galleggiante
Joana vasconcelos (portogallo) salpata
per Venezia con Questa Vecchia naVe
(traFaria praia) riMessa a nuoVo, al
cui interno c la sua installazione.
Fatta Di tubi luMinosi e Decorata con
ManuFatti alluncinetto (a sinistra,
lartista in stuDio, a lisbona). sotto,
la canaDese shary Boyle, che ha
innestato una sua scultura in ciMa
alla struttura stessa Del paDiglione:
il personaggio richiaMa un iDolo, coMe
Quelli aDorati nellantichit per il loro
potere Di renDere Fertili.
opere appese al chiodo nella nuova mostra di Punta
della Dogana, Prima Materia (dal 30/05), curata da ca-
roline Bourgeois e da Michael govan. Dopo lirridente
incipit allingresso con il video del clown di Bruce Nau-
man e poi il delirante exploit flmico di Fitch&Trecartin
(che, per la loro installazione sur place, utilizzano anche
la mobilia dellIkea), decisamente la mostra si depura,
le atmosfere si fanno geometriche. Quasi fosse larchi-
tettura stessa a dettare le regole espositive: ed stato
anche cos (si tratta perlopi di commissioni, come nel
caso di Parreno, Marlene Dumas, Graud, Zeng Fanzhi),
visto che molti artisti hanno lavorato con gigantografe
delle loro opere per immaginare il risultato allestitivo
fnale. Tutto limpianto espositivo segue una scansio-
ne degli opposti: materiale/immateriale, suono/luce,
bianco/nero, pieno/vuoto, precisa Martin Bethenod
direttore di Palazzo Grassi e di Punta della Dogana.
Nucleo speciale della mostra, quel focus speculare tra
Arte povera e Mono-ha, quasi un omologo movimen-
to nato in Giappone tra il 1960/1970. Dimpatto la sala
delle sculture di Thomas Schtte che, per quelle sue
teste, sembra ispirarsi anche a Messerschmidt, eserci-
tando una feroce critica al monumentalismo di regi-
me. Lui tratta, infatti, il bronzo in modo antieroico. Nel
cubo centrale, limponente installazione delle due tele
di Zeng Fanzhi inaugura una project room nella quale
si alterneranno mostre temporanee, stimolo dinamico
allinterno di questa collezione, il cui allestimento sta-
to spesso criticato per la non rotazione delle opere nel
lungo periodo. Dice Bethenod: Noi siamo per la durata
(criterio proprio di un museo) e contro le mostre gad-
get, che si consumano rapidamente.
Francesca Pini
riproduzioneriservata
P
A
O
L
O
B
E
R
L
O
F
F
A

P
A
L
A
z
z
O
G
R
A
s
s
i
,
O
R
C
H
O
R
s
E
n
i
G
O
_
C
H
E
m
O
L
L
O
C
O
u
R
t
E
s
y
A
R
C
H
i
v
i
O
O
P
E
R
A
P
i
E
R
O
m
A
n
z
O
n
i
,
m
i
L
A
n
O

L
L
y
n
F
O
u
L
k
E
s
sette | 21 24.05.2013 47
Aun anno e mezzo dallalluvione e dallesondazione del Magra, nei
centri colpiti tutto come allora: ponti crollati, case inagibili, frazioni
isolate. Mancano i soldi (mai arrivati). Ma abbondano le promesse
di AgostinoGramigna foto di AlessandroGandolf
Aulla, unacitt
dimenticatasottoil fango
ProfondoNord La ricostruzione mancata inLunigiana
D
allautostrada che collega Parma
a La Spezia il paese non si vede.
Pochi sanno dove si trova Aulla,
nonostante sia a una mancia-
ta di chilometri dalla riviera ligure e dalle
famose Cinque Terre. Un po di notoriet
mediatica se l guadagnata tempo fa. Per
un evento, o meglio una sciagura, che lha
segnata: lesondazione del fume Magra.
Allorigine unalluvione o forse un errore
umano (la maldestra apertura di una diga,
su questo c unindagine della magistratu-
ra). Unica certezza che a quasi due anni da
quella tragedia il tempo come se si fosse
fermato alle ore 18 della sera del 25 ottobre
2011: non c pi il fango, anche se qua e l
se ne percepisce ancora lodore, ma la ri-
costruzione promessa non c stata. I soldi
non sono arrivati. E i simboli della distru-
zione sono ancora l. Testimoni di pietra.
UscitaAulla. Si arrivanel centrodellacittadi-
na di 10mila abitanti e si notano i container,
di colore blu e bianco. Si potrebbe pensare
che sono gli alloggi di operai che lavorano.
Invece ospitano da due anni le classi delle
scuole medie ed elementari. In quelli bian-
chi, pi nuovi, dati in afftto al Comune
che paga ogni mese 25mila euro, ci sono i
bambini delle elementari. Quelli blu (costo:
700mila euro circa) sono meno belli e han-
sette | 21 24.05.2013 48
Progetti
Asinistra, la
vecchia stazione
di Aulla oggi
abbandonata.
Su questarea
sarebbero
dovute sorgere la
nuova scuola, la
biblioteca, le nuove
case popolari,
addirittura un
museo di arte
sacra. Per ora
il progetto
solamente sulla
carta.
Frane
Asinistra, un
ponte crollato fra
Mulazzo e Arpiola.
Qui a destra, una
ragazza porta
a casa la spesa
camminando
lungo la frana che
ha isolato le tre
frazioni di Braia,
Debiantognolo
e Salano.
no le sbarre alle fnestre.
Nulla cambiato per i residenti che in po-
chi attimi si sono visti stravolgere la vita dal
fango. E ancora oggi si chiedono come da
un fume neanche tanto grande sia potuta
fuoriuscire unonda anomala. Simile a uno
tsunami. Erano le sei del pomeriggio, pio-
veva, il buio era calato gi da un pezzo. Venti
minuti di pioggia intensissima hanno sca-
tenato il caos: due i morti, palazzi, uffci e
negozi distrutti, automobili completamen-
te rovesciate. Sommersa pure la biblioteca,
unica in Italia a conservare i registri notarili
prima dellUnit. Ora giacciono nelle celle
frigorifere del mercato ortofrutticolo di Fi-
renze. Ironia della sorte,
una delle prime strutture a
essere colpita stata quel-
la dei vigili del fuoco. La
palazzina si trovava vicino
allargine.
Per certi versi la signora
Renata Mondini una
donna fortunata: abita an-
cora nella sua casa, dichia-
rata agibile, che per ha
dovuto ristrutturare a sue spese. Ha riacqui-
stato tutti i mobili. La credenza allentrata,
il divano blu, le mensole. Convive ancora
con una leggera traccia di tanfo di umido,
soprattutto in cucina. Ma non ha pi gli
oggetti che davano forma alla memoria: le
foto di famiglia, i dischi, i libri. Un incubo.
E sono piena di debiti.
Il Paese flagellato. Come spesso accadu-
to nella storia di questo Paese, la ferita delle
vittime delle catastrof naturali doppia.
La perdita dei ricordi e della memoria si
sovrappone alle promesse mancate. Aulla:
cinquantatr abitazioni inagibili, altrettan-
te quelle da ristrutturare.
Pi gli edifci pubblici.
Nella vicina Monterosso,
posto chic delle Cinque
Terre, pure distrutta dalla
pioggia e dal fango, nove
mesi dopo le case sono
state ricostruite. Velocit
diverse. Aulla non chic.
Il presidente della Regione
Toscana, Enrico Rossi, no-
minato anche commissario stra-
ordinario, era in zona un giorno s e laltro
pure. Qui in paese se lo ricordano con le la-
crime agli occhi, promettere. Ricostruiremo
tutto, diceva. Avrete le case in poco tempo.
Basta andare in giro, parlare con le persone
che hanno subito il danno per capire come
stannorealmente le cose. Il sindacoRoberto
Simoncini ammette i ritardi. Burocrazia. Si
sa in Italia come vanno certe cose. Quattro
mesi si son persi perch era scaduto il man-
dato del precedente commissario allemer-
genza. Per i progetti ci sono.
Melania Sebastiani, la cui nonna ha perso il
cinema di propriet, ha partecipato alla ker-
messe della presentazione della nuova Aul-
la, a dicembre: i famosi progetti, proiettati
in 3D. Con ingegneri e urbanisti. Qui nasce-
ranno le case popolari, qui la pista ciclabile
da Pontremoli a Sarzana, il nuovo parco fu-
viale, le scuole, la palestra, il museo di arte
sacra, la nuova biblioteca.
La preside della scuola media, Paola Bruna
Speranza, dispiega sul tavolo una magnif-
ca planimetria: Ecco, vede? A ogni colore
corrisponde la struttura che sarebbe dovuta
Equitalia vuole
100europer la
tassa nonpagata
sul fume. Hanno
pure il coraggio
di chiederci
questi soldi?
sette | 21 24.05.2013 49
Italia
Aulla
DARCO
Mar
mediterraneo
Aulla
La Spezia
Fivizzano
Pontremoli
nascere. Mi avevano promesso che le nuove
scuole sarebbero state pronte a settembre
del 2012. Sta per fnire lanno. A settembre
i ragazzi ritorneranno a studiare nei con-
tainer. Quelli blu e bianchi (il contratto di
afftto stato prorogato di un altro anno).
La preside si affaccia alla fnestra. Indica
con un dito il punto dove sarebbe dovuta
esserci la scuola: Lei vede qualcosa? Una
ruspa, un mattone? Niente. Solo erbaccia,
la struttura della vecchia stazione abban-
donata da tempo, pezzi di ferro, lamiere.
E i container. Eppure nelle ordinanze cera,
nero su bianco, la procedura da seguire.
Semplicissima. La distinzione: case inagibi-
li e case da ristrutturare. Le prime sarebbero
state sostituite da nuove abitazioni in tempi
rapidi. Per i lavori di ristrutturazione i rim-
borsi avrebbero coperto il 75% delle spese.
Quasi tutti hannopagatodi tasca propria. Di
case per ora nessuna.
Tre mesi dopo lalluvione una quarantina di
famiglie che abitavano nelle case popolari
sono state evacuate. Molte famiglie hanno
continuato a pagare lImu. La signora Mo-
nica, fglia di Renata, mostra una lettera di
Equitalia: pretendono la riscossione di 100
euro per il mancato pagamento della tassa
sulla bonifca obbligatoria del fume Magra.
Rido per non piangere. Dovrei pagare la
bonifca del parco fuviale mentre proprio
il fume ha distrutto la mia casa?. Equita-
lia non scherza. Le case popolari sono state
dichiarate inagibili ma molte famiglie, so-
prattutto quelle che abitavano ai piani alti,
ci vanno ancora. Magari per usare la lavatri-
ce o il frigorifero. Non tutti hanno la possi-
bilit di acquistare nuovi elettrodomestici.
E c labusiva, un anziana signora del 1934.
Il sindaco le aveva messo a disposizione
unalloggio ad Albiano, frazione vicina. Ma
lei non ha lauto. Vive da clandestina nella
sua casa popolare inagibile.
Lestraderidotteasentrieri. Ogni volta che
piove ad Aulla c il toto ponte: quale sar il
prossimo a crollare? Nel 2011 ben cinque.
Nessuno ricostruito. Lultimo a sbriciolar-
si stato quello di Serricciolo a novembre.
Sempre dopo una pioggia abbondante.
Aulla un simbolo della Lunigiana abban-
donata. Non la sola. Tutta larea circostante
Larea deL disastro
isolati, a un passo dai centri del turismo
Il 25 ottobre 2011, dopo sei ore di
pioggia, il fume Magra super gli argini
e inond il centro di Aulla (due i morti:
Enrica Pavoletti e Claudio Pozzi). Dopo
un anno sono salite le acque di altri
due torrenti della citt: il Taverone
e lAulella. stato proprio lAulella a
provocare pi danni, abbattendo un
ponte. Molte sono le frazioni della
Lunigiana ancora isolate (in rosso nella
mappa qui di fanco).
sette | 21 24.05.2013 50
Ascuolanel container
Asinistra, la vecchia sede
scolastica inondata; a destra,
la preside delle medie Paola
Speranza; in alto, uninsegnante
alla fnestra del container che
ospita la scuola media Dante
Alighieri. Sotto, unauto rimasta
bloccata dal fango in un garage.
porta i segni della non-ricostruzione. Diver-
se frazioni sono ancora isolate. Alcuni abi-
tanti di Salano, Debiantognolo e Braia han-
no escogitato il sistema della doppia auto:
ne lasciano una nel punto dove la strada
franata, percorrono a piedi il tratto ridotto
a un sentiero e prendono la seconda auto
appena dopo il baratro che s creato.
La signora Manuela ha subito danni per
35mila euro. Si chiede che fne hanno fatto
i 6 milioni raccolti con gli sms subito dopo
la tragedia. A sentirle, le storie ad Aulla si
ripetono. Si assomigliano fra loro, anche se
ogni famiglia si lamenta a suo modo.
C la fglia arrabbiata di Renata che dice di
essere stata cancellata dalla pagina di Face-
book del presidente Rossi per le tropppe
proteste. La sera dellalluvione, quando
rientrata a casa pensava fossero passati i la-
dri. Ora dalla sua fnestra vede le ruspe che
da gennaio hanno iniziato a smuovere un
po di terra per allargare il letto del fume.
A parte questo, dice, lunica novit latteg-
sette | 21 24.05.2013 51
Laprotestadellelenzuola
Dallalto, CorradoMazzola, chehapersoi locali
doveabitava, elenzuolaai balconi per protesta.
Nellafotogrande, il pontecheportavaallafrazione
di Stadano; inbasso, lasignoraMariaconil fglio.
giamento della Protezione Civile. Basta un
po di pioggia e telefonano a casa. Aqualun-
que ora, per avvisarci. Hotoltoil telefono: se
chiamano alle tre di notte mia madre che
anziana rischia di rompersi un femore.
Tra gli edifci distrutti, quellodella Asl. Cera
un ambulatorio, si potevano fare radiogra-
fe, ecografe. Adesso per le analisi occorre
andare a Pontremoli o Fivizzano. Si perde
un sacco di tempo. La corriera fa un giro as-
surdo per il crollo del ponte di Serricciolo.
Corrado Mazzola ha perso i locali dove abi-
tava. Gli rimasta solo la palestra. Che ha
rimesso su con i soldi prestati da una banca
a tasso zero. Mi sono trovato con le tasse
triplicate e la casa inagibile. Sono andato
alluffcio delle entrate e ho dimostrato che
non ho i soldi per pagare. Nei locali inagi-
bili c ancora molto fango essiccato. In uno
sintravede un carretto con la statua di una
madonna, dei lumi, un paravento. Oggetti
della chiesa che io tenevo per il prete che mi
pagava un afftto di 60 euro al mese. Ora ho
perso pure quelli.
La signora Maria alloggiava nelle case po-
polari. Le avevano promesso la nuova abi-
tazione in diciotto mesi. Non lha ancora
avuta. Ora vive nella stessa stanza del fglio,
perch le pareti della sua camera da letto
sono ricoperte da uno strato di muffa che
pare moquette. A volte mi chiedo come
si possa vivere cos nel 2013. Per giunta nel
Nord del Paese, commenta la fglia.
Il gioco dellordinanza. La preside della
scuola media, Speranza, una donna che
sprizza energia e ha tanta ironia. Racconta
degli incontri periodici con il sindaco Si-
moncini, come prevedonole ordinanze, con
gli ingegneri, come prevede la legge; uno di
loro stila periodicamente un rapporto, che
lei frma e che va al sindaco. E tutto fnisce
qui, taglia corto. Lemergenza non pu du-
rare cos a lungo. Molte attivit del tempo
prolungato non si possono fare nei contai-
ner. Manca lo spazio. Mancano i laboratori.
Quando mi hanno fatto vedere il progetto
della nuova scuola ho pensato: fantastico.
Ma sa cos che pi mi addolora? Le mam-
me dei fglioli. Sono contente dei container.
Per certi versi le comprendo: credono che in
caso di terremoto o di alluvione i loro bam-
bini siano al sicuro. Io ho fatto votare un
referendum: hanno accettato i container.
Intanto da due anni il colleggio docenti si
tiene nei locali del Comune.
Antonella Signorini la donna che ha orga-
nizzato la protesta delle lenzuola, esposte
sui balconi delle case popolari. Non verran-
no tolte, dice, fnch non saranno realizzate
sette | 21 24.05.2013 52
le promesse. Di mestiere fa la cuoca a 1.100
euro al mese. Suo marito lavorava a Lava-
gna, nei cantieri navali. stato licenziato
per la crisi del settore. Ad agosto riprende-
r a pagare il mutuo della casa alluvionata.
Lavevano costruita a poco a poco. Dopo il
25 ottobre caduta in una lunga depressio-
ne. Nonriuscivonemmenoa stare conmio
fglio. Poi s messa a leggere le ordinanze
e a spiegarle a quelli che si trovavano nella
sua stessa situazione. Alla fne ne sapevo
pi dei tecnici del comune. Poco alla volta
ha ritrovato forza e ha iniziato a rompere le
scatole. Il sindaco quando mi vedeva cam-
biava strada. Mi ha anchedetto: la devi fnire
di andare sui giornali. E io: ma se c scritto
dei rimborsi perch non li date? Se c la sua
frma sulla costruzione delle case popolari
perch ancora nonci sono?. Aulla nonsar
Cinque Terre. Per ha molti progetti.
Agostino Gramigna
riproduzioneriservata L
e
f
o
t
o
d
e
L
s
e
r
v
i
z
i
o
s
o
n
o
d
i
P
A
r
A
L
L
e
L
o
z
e
r
o
Tragrattacieli emare
dovefior
il primosemedelloZen
LANIMASEGRETADEL GIAPPONE
Nel segnodellacquaedellanatura.
Yanagawa una cittadina della prefettura di Fukuoka,
sullisola di Kyushu. meta di turisti sia giapponesi che
stranieri, attratti dai 470kmdi canali, che si possono
attraversare conle tradizionali imbarcazioni (nella
foto). Alle origini Yanagawa era nata come villaggio
di contadini e i canali servivanoper lirrigazione. Dal
1952 partitolosviluppourbanisticoe oggi gli abitanti
sonopidi 70mila.
SETTE | 21 24.05.2013 54
di MarcoRestelli
foto di Eric Martin
Per conoscere
il Sol Levante si parte
dal Kyushu, lisola
dove nacque la civilt
nipponica.
E da un portale sacro
aperto sulle onde.
Larrivo a Nagasaki,
la capitale,
dove scoppi latomica
e ora volano gli aquiloni
SETTE | 21 24.05.2013 55

un sapore tutto giapponese quel-


lo del sak misto al profumo del
pesce. Le seppie appena pescate
vengono stese su di un flo ad
asciugare al sole, come fossero panni in
riva al mare. I pescatori le lasciano l a es-
siccare e poi, dopo averle svuotate, le usano
a mo di scodellina: ci versano allinterno il
sak e lo sorseggiano lentamente. Seduti a
gambe incrociate sulla spiaggia bevono con
grande calma il liquore di riso fermentato,
aspettando che il liquido ammorbidisca le
pareti della scodellina; alla fne, dopo aver
bevuto lultima goccia di sak, si mangiano
la seppia. Al termine fanno un breve inchi-
no verso le Rocce Sposate due piccoli fara-
glioni a pochi metri dalla spiaggia, legati da
una grossa corda di paglia e se ne vanno.
Ogni popolo ha un suo rapporto particolare
con il mare e il Kyushu, la pi meridionale
fra le grandi isole del Sol Levante, unbuon
posto per capire il legame fra i giapponesi e
loceano che li circonda. Sulla battigia sorge
un torii, cio un portale di legno, che tradi-
zionalmente d accesso a uno spazio sacro.
Ma quale? Davanti al portale ci sono soltan-
to le onde del mare. Che qui sacro, come
pu esserlo qualsiasi cosa un albero, un
fore, un sasso nella visione panteista
della pi antica religione del Giappone, lo
Shintoismo. Una sacralit dovuta a ci che
si vede pochi metri oltre il portale: i due
piccoli faraglioni legati fra loro, che i giap-
ponesi chiamano Miyoto no seki, le Rocce
Sposate. Rappresentano Izanagi e Izanami,
le due divinit che generarono le isole del
Giappone e con esse la dinastia imperiale
del Sol Levante, che oggi la pi antica di-
nastia regnante del mondo. Non a caso c
unaltra coppia di Rocce Sposate nellisola di
Honshu, a Futamigaura nei pressi di Ise, il
pi sacro fra i santuari imperiali dello Shin-
toismo. Questa religione infatti ha legitti-
mato per secoli lorigine divina del potere
imperiale. Fino a quando, nel 1945, per la
prima volta nella Storia lImperatore parl
LeRocceSposate rappresentanoIzanagi eIzanami, leduedivinitchegenerarono
leisoledel Giapponeeconesseladinastiaimperialedel Sol Levante, lapianticadel mondo
alla radio per spiegare agli attoniti giappo-
nesi che il Paese aveva perso la guerra e che
lui stesso, lImperatore, non era un dio ben-
s un uomo.
Unanima nascosta. Se il passare del tem-
po e lavanzare della modernit hanno uma-
nizzato la fgura dellImperatore non hanno
per affatto cancellato gli antichi culti shin-
toisti, compresi quelli sullorigine divina del
Giappone. Ma non cercate le Rocce Sposate
di Fukuoka nelle pagine di una guida: non
le troverete. Questi sono considerati luoghi
per giapponesi, nonper turisti occidentali. Il
Giappone dei grattacieli sfavillanti conserva
unanima segreta che non mostra facilmen-
te (n tantomeno spiega) ai gaijin, cio noi
stranieri. Unanima che particolarmente
viva nel Kyushu perch questa la regione
di nascita della civilt giapponese, il luogo
da cui essa si propag in tutto larcipelago
due millenni orsono.
Nel corso della sua storia il Kyushu ha poi
Sette | 21 24.05.2013 56
Sabbie immobili.
Qui a destra,
una ragazza si
sottopone alle
sabbiature a
Ibusuki. In questi
bagni (sunayu)
si gode del calore
prodotto dalle
acque termali del
sottosuolo: lusanza
tipica del luogo,
ma bisogna stare
attenti a non stare
coperti troppo a
lungo. Sotto:
a sinistra,
un passaggio
tra i boschi
di rododendri
nella penisola
di Shimabara;
a destra, una
spiaggia dellisola
Yakushima.
luoghi dispirazione
puccini, Yakushima
e i cartoon
Alcuni luoghi del Kyushu, a torto o ragione,
sono associati dalla popolazione locale a
personaggi e opere famosi. il caso del
compositore Giacomo Puccini: nella citt
di Nagasaki c Casa Glover, la residenza
di un mercante inglese che l am una
giapponese; gli abitanti credono che sia il
luogo dispirazione della Madama Butterfly.
Ma chiss cosa ne penserebbe Puccini...
Ben pi fondata pare invece la credenza
sulla foresta di cedri di Shiratani, nella
piccola isola di Yakushima. Sembra
infatti che il geniale regista e cartoonist
giapponese Hayao Miyazaki (premio
Oscar a Hollywood e Leone dOro alla
carriera a Venezia) si sia ispirato proprio a
questo luogo per creare lambiente in cui si
svolge la vicenda del flmdanimazione La
principessa Mononoke. Una meravigliosa
faba ecologista, ricca di riferimenti alla
spiritualit panteista dello Shintoismo.
Sette | 21 24.05.2013 57
Le sorgenti nel parco e la citt che sbuffa
Un buon bagno termale pu curare qualsiasi cosa, a parte lamore, dice
un canto tradizionale. Il Giappone ha una ricca tradizione termale e un gran
numero di splendide terme (onsen) in luoghi chiusi o in mezzo alla natura.
Fra i pi celebrati: quello di Takeo, nella prefettura di Saga, e le sorgenti
dacqua termale del Parco Nazionale di Unzen-Amakusa. Ma il pi famoso
Beppu, nella prefettura di Oita. una citt che sbuffa, gorgoglia e ribolle,
con nuvole di vapore ovunque, e 3.800 sorgenti dacqua sulfurea. Ci sono
piscine allaperto (rotenburo), fanghi caldi e geyser inferni (jigoku). Gli
abitanti del Kyushu non si negano poi il piacere delle sabbiature: il luogo
delezione di questi benefci trattamenti Ibuski, prefettura di Kagoshima.
seminato e fatto crescere alcuni elementi
fondamentali della cultura tradizionale nip-
ponica. Nella citt di Saga oggi si pu visi-
tare lEremo di Yamamoto, dove il celebre
maestro darmi concep e insegn ai suoi
seguaci lo Hagakure, il testo fondamentale
sulletica e il codice di condotta dei samurai.
Eancoraoggi alcuni abitanti del Kyushupra-
ticano come forma di meditazione larte del
combattimento con la spada degli antichi
samurai, oppure il tiro con larco Zen. Nella
prefettura di Fukuoka invece si trova il pri-
mo tempio Zen del Paese, lo Shofukuji, fon-
dato nel 1195 dal grande maestro buddhista
Eisai, di ritorno da un lungo viaggio in Cina.
A Fukuoka nata anche la Cerimonia del
T (chanoyu), un rito che esprime perfetta-
mente lo spirito dello Zen, la sua raffnata
estetica, il suo amore per larmonia, il suo
rispetto per gli altri, la sua attenzione al qui-
e-ora, cio alla presenza mentale nellatti-
mo fuggente.
Ospiti inattesi. Dal mare sono giunti dun-
que i primi semi dello Zen. Ma anche genti
di ogni genere, che in vario modo hanno
fatto la storia del Kyushu. Come gli invasori
mongoli di Kublai Khan: nel Tredicesimo
secolo minacciarono le coste del Kyushu
conunimmensa fotta che pervenne spaz-
zata via improvvisamente da un violentissi-
mo tifone; i giapponesi, riconoscenti, ribat-
tezzarono quel tifone vento divino, cio
kamikaze. Di quella parola si ricordarono
poi, durante la Seconda guerra mondiale,
i piloti giapponesi che compivano attacchi
suicidi con i propri aerei contro le navi da
guerra americane.
Dal mare sono arrivati anche audaci mer-
canti europei come linglese William
Adams, che nel XVII secolo si mise al ser-
vizio del governatore militare, lo Shogun,
diventandone un fdo consigliere e otte-
nendo, dopo mille avventure, un feudo
come ricompensa dei propri servigi. Nel
ASaga, nellEremodi Yamamoto, il celebremaestrodarmi concep einsegnai suoi
seguaci loHagakure, testofondamentalesulleticaeil comportamentodei samurai
Sette | 21 24.05.2013 58
Sottoil vulcano.
In senso orario, da
sinistra: lhotel-
museo (con terme)
Hakusuikan Ryoka;
una veduta della
valle dominata dal
monte Aso, il pi
grande vulcano
attivo del Giappone
e tra i pi grandi al
mondo; una donna
in costume
tradizionale
giapponese e
con il ventaglio,
dallantichit uno
dei simboli del Sol
Levante; il Huis
Ten Bosch (casa
nella foresta),
parco tematico che
ricostruisce una vera
citt olandese.
Sette | 21 24.05.2013 59
secolo scorso la fgura di Adams che i
giapponesi chiamavano Anjin ha ispirato
al romanziere James Clavell il personaggio
di Anjin, protagonistadel celebrebest seller
Shogun. La tomba di Adams/Anjin si trova
oggi su una collina che domina il porto di
Hirado, isoletta al largo della prefettura di
Nagasaki, che per centinaia danni stata
la porta del Giappone sul mondo. E al
luogo di sepoltura di Adams/Anjin vanno
tuttora a rendere omaggio tanti occidentali
innamorati (come lui) del Giappone.
Le onde delloceano hanno portato nel
Kyushu anche una lunga serie di abilissimi
ceramisti coreani che insegnarono ai giap-
ponesi la propria arte: grazie a loro oggi
il Kyushu pullula di laboratori artigiani e
fabbriche di raffnate ceramiche, per la gio-
ia degli appassionati di shopping. E ogni
anno agli inizi di maggio nella citt di Arita
si tiene la pi grande fera di ceramiche di
tutto il Giappone.
Infne, dal mare arriv anche il Cristianesi-
mo, che ha avuto una parte fondamentale
nella storia del Kyushu. Girando oggi per
lisola infatti il visitatore pu stupirsi nel
notare la quantit di chiese cattoliche e di
steli commemorative di eventi legati al Cri-
stianesimo.
Il Vangelo arriv in Giappone nel 1549, su
una nave spagnola che attracc nellisoletta
di Hirado. Su quella nave spagnola viaggia-
va il gesuita missionario Francesco Saverio
(poi proclamato santo) che con grande
energia diede avvio allevangelizzazione.
La comunit cristiana nel Kyushu crebbe
velocemente ma ben presto cominci a es-
sere perseguitata dallo Shogun, il governa-
tore militare che vedeva la nuova religione
come una minaccia allautorit imperiale
spogliata del suo valore divino. Fra il XVI
e il XVII secolo la situazione prese una pie-
ga drammatica: prima la crocifssione di
ventisei cristiani, poi il divieto assoluto di
professare la fede, quindi una vera e propria
guerra civile che sfoci nella grande repres-
sione della citt di Shimabara, dove venne-
ro uccisi quarantamila cristiani, compresi i
bambini.
Sotto mentite spoglie. Nel 1641, un secolo
dopo larrivo di san Francesco Saverio, lo
Shogun proibiva per decreto ogni contatto
fra i giapponesi e gli stranieri missionari,
mercanti o altro e chiudeva le porte del
Paese al mondo esterno. Il Giappone rima-
se perci completamente isolato per due
secoli e mezzo (tranne che sullisoletta di
Hirado, aperta a mercanti e prostitute) fno
al 1853, quando le navi da guerra americane
imposeroal Giapponedi riaprirsi al mondo.
Ma durante quei duecentocinquantanni di
chiusura il Cristianesimo non era scom-
1) Shogun. Romanzo di James Clavell.
Bompiani, 2005, 10 euro.
2) Giappone. Di Rossella Menegazzo.
Mondadori Electa (collana I dizionari
delle civilt), 2007, 20 euro.
3) Hagakure. Il codice dei samurai.
Di Yamamoto Tsunetomo. A cura
di L. V. Arena. Biblioteca Universale
Rizzoli, 2003, 6 euro.
4) Il cristianesimo in Giappone
e la seconda ambasceria nipponica
in Europa. Di padre Giuseppe Sorge.
Editore Clueb, 1991, 12 euro.
Doratotramontoshintoista.
Sopra, la penisola di Shimabara al tramonto: il mare per i giapponesi un
elemento sacro, come insegna la visione panteista dello Shintoismo. A destra, in
alto, la spiaggia di Momochi, a Fukuoka. Sotto, una tipica onsen: le terme, sono
piscine naturali di acqua sulfurea, apprezzate da chi cerca unoasi per il relax.
i libRi consigliati
Per saperne di pi
Sette | 21 24.05.2013 60
parso; i cristiani giapponesi erano entrati
in clandestinit continuando a professare
la propria fede sotto mentite spoglie: per
esempio esibivano le immagini della dea
buddhista Kannon mentre in realt venera-
vano la Vergine Maria.
Oggi ovviamente il Giappone riconosce
piena libert a tutte le confessioni religiose
e nel Kyushu ci sono un po ovunque trac-
ce del passaggio di san Francesco Saverio,
come il parco a lui intitolato nella citt di
Kagoshima: allingresso del giardino c un
arco romano con iscrizioni in latino e un
busto del santo. Nel 2008 Papa Benedetto
XVI nella citt di Nagasaki, centro cristiano
del Kyushu, ha tenuto una cerimonia di be-
atifcazione di 188 martiri cattolici uccisi fra
il 1603 e il 1639.
Nagasaki un nome tristemente noto a
causa della Seconda guerra mondiale: fu
la seconda citt del Giappone, dopo Hiro-
shima, a essere cancellata da una bomba
atomica lanciata dagli americani il 9 agosto
del 1945. A Nagasaki cera anche la pi im-
portante cattedrale cattolica del Giappone;
spazzata via dallatomica, stata ricostruita.
Lodierna Nagasaki una citt modernissi-
ma e affascinante che non sembra conser-
vare traccia della propria tragedia. La sua
memoria per tenuta viva dal Parco della
Pace; lipocentro dello scoppio dellatomica
(che si estese per un raggio di 240 chilome-
tri) indicato da un blocco di marmo nero.
Intorno, ignari, oggi crescono ciliegi e pini.
Ogni anno, il 9 agosto, gli abitanti di Na-
gasaki si radunano intorno al Monumento
della Pace per commemorare le settantami-
la persone uccise dallatomica. , nonostan-
te tutto, un giorno di festa, dedicato a tutti
gli uomini e a tutte le religioni. E ogni anno
a primavera a Nagasaki volano gli aquiloni:
sono migliaia, a volte talmente grandi da
richiedere dieci o venti persone per mano-
vrarli. Tutta la citt sta col naso allins, a
osservare gli aquiloni in volo.
I giapponesi conoscono il valore della leg-
gerezza.
Marco Restelli
riproduzioneriservata
l
e
f
o
t
o
d
e
l
s
e
r
v
i
z
i
o
s
o
n
o
d
e
l
l
a
g
e
n
z
i
a
v
o
l
p
e
/
f
i
g
a
r
o
m
a
g
a
z
i
n
e
Sette | 21 24.05.2013 61
dARco
Val di Cornia
Piombino
Suvereto
Cantina conmaiale
per la signora del vino
La struttura frmata dallarchistar, il concime naturale di suini
e bovini, il fotovoltaico girevole sul laghetto: cos nascono, a Petra,
bottiglie dautore. Sotto la guida di una donna predestinata
di EdoardoVigna
I
l primo viaggio memorabile: A
12 anni, fra i vigneti della zona dei
Bordeaux. Le si illuminano ancora
gli occhi: non esiste, nella natura
umana, nessun miglior indicatore di pas-
sione. Da bambina mi chiamavano Stri-
cabicer ( dialetto bresciano, ndr), con-
fessa, divertita. Strizzabicchiere, perch
alla fne delle cene, andavo a bere il vino
rimasto sui tavoli. E mi prendevo delle
grandissime sgridate. Fu il primo se-
gno. Altri ne seguirono. Gli studi superio-
ri, con la tentazione di andare subito a fare
la scuola da enologa, dopo le medie: Era
lontana da casa ma aveva un convitto, per
era fondamentalmente per maschi: i miei
Eccellenze italiane Francesca Moretti, dai viaggi giovanili nel Bordeaux alla creazione dei suoi rossi
mi dissero Ma anche no, e mi spedirono
allo Scientifco vicino casa. Poi c stata
luniversit: Agraria, a Milano, quando
durava cinque anni. Ero allieva di Attilio
Scienza, un grande. Viticoltura era stata
appena introdotta in facolt. Quindi, due
anni di specializzazione nellOltrep Pave-
se. Tutto, insomma, sembrava portarla
qui, a Petra, tenuta in Val di Cornia, giu-
sto alle spalle di Piombino: di notte, dalla
cima della collina, fra le vigne, si vedono le
luci della cittadina e il buio nero del mare,
che di giorno ti stupisce con la sagoma
dellIsola di Montecristo. la mia crea-
tura, racconta con semplicit, Francesca
Moretti, della cantina che sotto le sue cure
produce Merlot e Cabernet dal 1998.
TraVascoebollicine. Educazionedi unau-
tentica signora italiana del vino. Atten-
zione: quando legger questa defnizione
giornalistica un po di sana banalit pro-
fessionale ci sia concessa lei non si ri-
conoscer, statene certi. Potrebbe mai una
giovane che nel questionario della vita
alla domanda Il viaggio? mette, al primo
posto, le settimane passate in Patagonia,
con una borsa per le mie macchine foto-
grafche Leika pi grandi dello zaino? E
che mentre guida ascolta le schitarrate di
Paco De Lucia e Al Di Meola e magari
rigorosamente da sola si mette a cantare
Battisti, Vasco e Simon&Garfunkel?
No, che non potrebbe. Ovvio. Ma ci non
toglie che sia proprio cos. Bellavista,
letichetta di punta della famiglia Moret-
ti, con 1,4 milioni di bottiglie, al vertice
della sfda italiana allo champagne fran-
cese. Quando mio padre ha cominciato
a produrre bollicine a Erbusco, nel 1977,
voleva seguire la sua passione. Bellavista,
con pi di 190 ettari vitati in Franciacorta,
ormai un brand delleccellenza italiana.
Cui sono seguiti, nelle acquisizioni di casa
Moretti, Contadi Castaldi e Petra. E anche
se Francesca, a 39 anni, a capo dellin-
tera area vino del Gruppo di casa (con
sede a Erbusco, in provincia di Brescia),
proprio la tenuta di Suvereto a svelarla
meglio. Sebbene qui passi meno di una
settimana al mese. Pap Vittorio, che oggi
ha 72 anni, in Toscana, cera arrivato con
un progetto preciso: Volevo ripercorrere
il concetto antico che i francesi avevano
applicato al mondo vinicolo realizzando
i grandi Chteaux, costruiti per rendere
immediatamente evidente allocchio luni-
cit del vino e del territorio in cui pro-
dotto.
Poi lidea paterna comincia a prendere for-
ma dalle mani di Francesca, che ormai ha
ben dimostrato di essere destinata alla vi-
gna non solo perch fglia. A Petra, ho
fatto con Attilio Scienza i primi studi di
zonazione, per assegnare ad ogni appezza-
mento della tenuta il vitigno pi idoneo.
Merlot, soprattutto, poi Cabernet Sauvi-
gnon. E Sangiovese. Terra di galestro simi-
le a quella del Bordeaux, ricca di manga-
nese e ferro, che d la balsamicit al vino.
Lachiesettadei cinghiali. Quaranta ettari
di vigneti diventano 100, su una proprie-
t di 300, che conta anche boschi, una
piccolissima chiesetta sconsacrata dove
ormai i cacciatori portavano a dissangua-
re i cinghiali: mia madre lha fatta ricon-
sacrare a San Lorenzo, una quarantina
di maiali che spostiamo nella propriet
e di cui utilizziamo il letame per il sove-
scio. Per fertilizzare, insomma, il terre-
no. Ma usiamo anche quello di cavalli e
mucche: niente prodotti chimici, tutto
naturalmente biologico. Il mio principio
sono almeno 15 17 cantine griffate
nel cuore toscano
Petra la cantina creata dal Gruppo
Moretti a Suvereto: disegnata
dallarchistar Mario Botta, una delle
15-17 cantine dautore che, dal 2014,
dovrebbero comporre un percorso di
turismo enologico nella Regione Toscana.
g
u
g
l
i
e
l
m
o
d
e
m
i
c
h
e
l
i
sETTE | 21 24.05.2013 62
che dobbiamo lasciare ai nostri fgli un
mondo migliore di quello che abbiamo
ricevuto.
Perch la terra maiuscola o minuscola
che la si scriva non labbiamo in eredit
dai nostri genitori ma presa in prestito dai
nostri fgli: quante volte abbiamo sentito
citare questo antico detto degli Indiani
dAmerica? Beh, Francesca Moretti sem-
bra crederci davvero. Nel laghetto della
propriet abbiamo montato 60 pannelli
solari. Quando lho proposto a mio padre,
mi aspettavo di doverlo convincere, invece
mi ha sorpreso con una controproposta:
perch non facciamo un impianto che
possa ruotare intorno a un perno sullac-
qua in modo da ricevere i raggi per tutto
il giorno? In quattro mesi linvestimento
(di 50mila euro, ndr) era ripagato; adesso
produciamo in modo pulito tutta lenergia
che ci serve e rivendiamo leccedenza. Per
lacqua vale lo stesso: anche se questa la
terza area pi siccitosa dItalia, quella che
ruscella dai monti ci d la possibilit di ir-
rigare da maggio a ottobre.
Ecosostenibili e autosuffcienti. Cos
Petra cresciuta con me, racconta Fran-
cesca Moretti. Una volta, un vignaiolo
dello Champagne, amico di mio padre,
mi ha dato la lezione pi grande: ci che
la vigna produce comunque il tuo
100%. Il lavoro che viene dopo, per arri-
vare alla bottiglia, consiste nel rispettare
Capoedenologa
Francesca
Moretti, 39 anni,
a capo dellArea
Vino del Gruppo
Terra Moretti,
che comprende
le etichette
Bellavista, Petra,
Contadi Castaldi,
ed lei stessa
unenologa.
Sotto, esterno
e interno della
cantina di Petra.
sETTE | 21 24.05.2013 63
Premiato
dalla bibbia
Petra Quercegobbe 2008
il Merlot in purezza premiato
dalla rivista americana (e
bibbia del settore enologico
mondiale) Wine Spectator
con un prestigioso 94 (su
100). Porta il nome della
vigna di origine i cui flari sono
stati piantati ai margini della
macchia mediterranea e
orientati verso il mare.
e cercare di mantenere questo massimo,
nello scendere il meno possibile al di sotto
dellasticella iniziale. Metafora della vita, a
guardarla bene, prima ancora che scuola di
vino. E la lezione migliore di pap Vittorio?
La carica: a 72 anni trascina ancora tutti.
Quando gli propongo cose nuove: non mi
dice mai sei impazzita?, lui guarda sem-
pre avanti.
Avanti, di sicuro, guardavano entrambi
quando, avviati i vitigni, hanno deciso di
portare a compimento lidea originaria,
creando a Petra una cantina di design,
che lasciasse un segno forte, affdando la
sua realizzazione a unautentica archistar:
Mario Botta. Siamo andati in giro per il
mondo, alla fne abbiamo preso a modello
Opus One (la joint venture fra il barone Phi-
lippe de Rothschild e Robert Mondavi nella
californiana Napa Valley, ndr) e Chateau
Pichon-Longueville, a Pauillac, nel francese
Medoc.
Limpatto notevole: un corpo cilindrico
totemico (copyright dellarchitetto svizze-
ro) in pietra rosso di marmo veronese
la cromia pi simile a quella della ter-
ra che fu degli etruschi. Da Brescia sono
arrivati poi i pannelli di cemento armato,
assemblarli stato come costruire un gros-
so Lego, ricorda Francesca. Botta, pur
nellimpianto architettonico deciso da lui,
s messo al servizio delle nostre esigenze
di produzione.
Lagallerianellaroccia. Dentro, infatti, ogni
elemento architettonico funzionale, ogni
passaggio della produzione pensato con
attenzione alla qualit e ai consumi ener-
getici. Linterno, enorme, scenografco
quanto lesterno, con lenorme cilindro che
accoglie i visitatori, i serbatoi della vinifca-
zione di acciaiorosettato, la profondit della
cantina che pucontenere 1.000 barrique su
tre livelli, la lunga galleria dinvecchiamento
scavata per ben 70 metri nella roccia (Non
cera nel progetto, lha chiesta mio padre),
fno alla pancia della montagna. E Petra
una delle stazioni di spicco di un ipotetico
percorso di cantine dautore di Toscana,
una a distanza massima di 25-30 chilometri
dallaltra: Lha messo bene in evidenza il
sindaco di Suvereto, Gianpaolo Pioli, spie-
ga Francesca Moretti, che ha avuto lidea
di promuovere un turismo ad hoc. Lidea,
ottima, gi funziona altrove, a cominciare
dalla Napa Valley (La Regione Toscana ha
appena approvato il progetto, che coinvol-
ger almeno 15-17 cantine e dovrebbe esse-
re operativo dal 2014, conferma Pioli).
Petra ha tutte le qualit per essere un gran
vino, dice quasi con timidezza la sua
artefce. In realt, non unautocelebrazio-
ne. Wine Spectator, bibbia mondiale del
settore enologico, ad avere dato pochi
giorni fa ben 94 punti (su 100) alla botti-
glia Petra Quercegobbe (prende il nome dal
vigneto pi antico della tenuta) 2008. Qui
produciamo 30-35mila bottiglie, a seconda
delle annate, ma abbiamo fatto la scelta di
commercializzarle solo quando davvero
buono. Il 60% se ne va allestero: Stati Uniti
e Svizzera, soprattutto, ma anche Giappone,
Belgio, Germania, GranBretagna. Il nostro
enologo il secondo al mondo, anche se
di quelli che preferisce stare dietro le quin-
te, precisa Francesca Moretti. Il francese
Pascal Chatonnet, quando viene a Petra, 6-7
volte lanno, coinvolge tutti nel lavoro, e as-
saggiando i tagli chiede anche ai ragazzi
della cantina: cosa ne pensi?.
Condividere. Condividere, insomma,
il principio. Traducendo nel reale il man-
tra dei social network, che Francesca ha
cominciato a usare: Posto su Facebook
immagini e news dalla Val di Cornia, vedo
che sempre pi amici seguono la vita della
cantina. Ma sul campo che funziona di
pi, il coinvolgimento. O meglio, sui cam-
pi: come dimostra il successo avuto dai
corsi di potatura organizzati da Petra nella
valle. Ci che fai in campagna te lo porti
fno alla bottiglia. Le donne che lavorano
nei vigneti sono le prime a voler imparare a
farlo bene, conclude la signora del vino
di Petra. A cominciare da semplici gesti.
Come il fatto di girare le foglie cos da pro-
teggere il singolo grappolo dal sole: In
modo naturale. Perch, viene da chiedere
a questo punto, ne esiste uno diverso?
riproduzioneriservata
Vigneti come giardini
Francesca Moretti con pap Vittorio fra i
vigneti di Bellavista. Questi e quelli di Petra
fanno parte dei Grandi Giardini Italiani a
fanco tra gli altri della Reggia di Venaria
e del giardino di Boboli, a Firenze.
A sinistra, la galleria nella roccia di Petra.
f
a
b
i
o
c
a
t
t
a
b
i
a
n
i
sette | 21 24.05.2013 65
newyork
california
Il suo un negozio di moda un po particolare: una boutique su quattro ruote spesso parcheg-
giata sulla 125esima strada, la via pi animata di Harlem, tra Lenox Avenue e lAdamClayton
Boulevard. Nneka Gren-Ingram, unautista di autobus di NewYork con lo spirito dellim-
prenditrice, ha deciso di investire i suoi risparmi nellacquisto di un vecchio
camion per la consegna dei Cheetos, patatine fritte e altri snack prodotti
da una sussidiaria della Pepsi Cola, che ha trasformato in una piccola ma
accogliente boutique nella quale vende capi vintage e abiti nuovi, scarpe,
accessori, bigiotteria. Tutto scelto con gusto e venduto a prezzi mai supe-
riori ai 100 dollari. Il successo le ha portato elogi, ma ha messo in allarme
gli eleganti negozi del vicino Upper East Side che ora temono di ritrovarsi
in strada la concorrenza di Nneka o di altre boutique lowcost. Il suo, infatti,
non un caso isolato. Nato in California, il fenomeno dei negozi di moda
ambulanti si sta ormai diffondendo in tutti gli Stati Uniti. Ad alimentarlo
stato il successo travolgente dei gourmet food truck: i ristorantini mobili
che non servono pi solo gelati o banali hot dog ma che, nelle mani di veri
chef, sformano piatti di qualit, si specializzano in cucine etniche, pietanze
vegetariane, perfno diete lowcarb. Questi camion del gusto sciamano
ormai per le vie di Manhattan, Boston o Washington e, a ora di pranzo, non
insolito vedere davanti a loro interminabili fle di impiegati usciti dai palazzi
di uffci. Anche le origini dei fashion truck sono californiane. Cominciarono
nel 2010 a Los Angeles Stacey Steffe e Jeanine Romo lanciando un negozio
mobile chiamato proprio Le Fashion Truck. In meno di tre anni le boutique mobili sono
diventate centinaia in California (dove nata pure la West Coast Mobile Retailing Associa-
tion) e nel resto degli Usa. Iniziative prese quasi sempre da donne imprenditrici che vogliono
creare qualcosa di nuovo o che hanno chiuso, negli anni della crisi, un negozio fsso diventato
troppo costoso da mantenere. Nneka non ha la fla davanti al camion, ma fa buoni affari. Col
successo sono arrivati i controlli, anche perch avere la licenza a NewYork non affatto facile.
Ma lei ha tutte le carte in regola. Sono state invece fatte sloggiare Joey Wolffer e Sara Droz
che non possono pi vendere per le strade di Manhattan, ma continuano a scorrazzare col
loro camion sulla East Coast dagli Hamptons, le localit balneari newyorchesi sulle spiagge di
Long Island, fno a PalmBeach, in Florida.
DopoDacca, chi falacorsaalletica
Dopo la strage nel Bangladesh, il crollo
della fabbrica di Dacca in cui sono rimasti
uccisi pi di 1.100 lavoratori stipati come
bestie, i giganti della distribuzione di
abiti da H&Ma Zara, alla Tesco si sono
affrettati a sottoscrivere un piano che, tra
standard minimi di sicurezza, introduzioni
di controlli e aumento dei salari minimi,
dovrebbe scongiurare il ripetersi di simili
tragedie e migliorare il tenore di vita della
manodopera. Gli americani si sono divisi:
Pvh (Calvin Klein, Izod, Tommy Hilfger) ha
sottoscritto il piano, Wal-Mart no, ma ha
comunque varato un suo codice alternati-
vo. Tutti a esibire buoni propositi per il fu-
turo e non solo per qualche sussulto etico.
Anche se dopo la tragedia molti lo hanno
chiesto, nessuno ha voglia di lasciare il
Bangladesh, terzo esportatore mondiale di
vestiario (dopo Cina e Italia) col rapporto
salari-produttivit pi conveniente al
mondo, con gli operai pagati la met di
quelli pachistani o della Cambogia e un
quinto di quelli cinesi. Meglio spendere di
pi e salvare il business. Tra i ceti pi facol-
tosi e sensibili a temi sociali e ambientali,
prende quota il movimento buy local che
gli attivisti provano a estendere dal food
allabbigliamento. Con pochi risultati, vista
la diffcolt di risalire al reale produttore e
alle condizioni di lavoro negli stabilimenti.
Giusto singole boutique e i 250 negozi
della catena American Apparel com-
mercializzano solo capi ethically made:
l1%del mercato. Ma i grandi distributori
temono che, con nuovi incidenti, il tam
tamdel buy local possa riprendere e
danneggiare il loro business.
riproduzione riservata
la moda va sul camion
Meno costi fissi e clienti inseguiti su strada:
cos le boutique scelgono la mobilit
lamerica che trovi /
di Massimo Gaggi
sette | 21 24.05.2013 66
riproduzione riservata
Caracas a manoarmata
Il successore di Chvez manda in strada
lesercito per contrastare la violenza
Latinos /
di Rocco Cotroneo
VENEZUELA
CILE
BRASILE
ARGENTINA
Gli studenti in piazza per difendere le borse
Puntuali, per il terzo anno consecutivo, gli stu-
denti medi e universitari cileni tornano a prote-
stare contro il governo. Il grande movimento in
grado di mobilitare decine di migliaia di ragazzi
nelle strade di Santiago e altre citt intensi-
fca la battaglia approfttando dellultimo anno
di mandato del presidente Sebastin Piera.
Oltre alle richieste che si trascinano da anni sui
costi delleducazione superiore e la diffcolt di
accesso alle universit pubbliche, questanno le
accuse riguardano il taglio di 3mila borse di stu-
dio e altri fnanziamenti. Il movimento degli stu-
denti cileni non molla la presa dal 2011: la crisi
del sistema scolastico ha gi costretto Piera a
cambiare tre ministri dellEducazione. Alcune
concessioni e promesse fatte agli studenti non
sono bastate a far terminare le manifestazioni e
le occupazioni di facolt. Il tempiodel calciorestaunbenepubblico. Per ora
La concessione ai privati del Maracan, celebre stadio di Rio de Janeiro,
torna in alto mare. I giudici hanno accolto un ricorso per sospendere la
frma del contratto tra il comune e un gruppo di imprese, guidate dal
miliardario Eike Batista. Secondo gli accordi, il gruppo avrebbe potuto
amministrare limpianto per i prossimi 35 anni. La polemica sul Ma-
racan dura da anni, con una buona parte della popolazione contraria
allo sfruttamento commerciale del tempio del futbol, ma tornata
di attualit in questi giorni dopo la riapertura dello stadio. I lavori di
ammodernamento in vista dei Mondiali 2014 sono durati quasi tre anni,
sfondando ogni preventivo di spesa.
Il giornalista dinchiesta punta i riflettori
sul caveau segretodei Kirchner
Nuove rivelazioni nel braccio di ferro tra la
presidenta Cristina Kirchner e i media argen-
tini scatenati alla ricerca di prove sul presunto
arricchimento illecito della famiglia al potere. Il
programma Periodismo para Todos, condotto
dal popolare giornalista Jorge Lanata (foto),
ha svelato che la villa dei Kirchner a El Calafate, localit turistica della
Patagonia, dotata di un grande caveau, fatto costruire per nascondere
denaro e altri beni preziosi: un piccolo locale protetto da una porta blin-
data costata 13mila dollari. stato fatto costruire nel 2002 su richiesta di
Nestor Kirchner. Lavvocato Alejandro Fargosi ha subito chiesto verifiche:
Se ci sono beni acquisiti illegalmente, la legge dovr fare la sua parte.
Per 15 anni Hugo Chvez ha ignorato uno dei pi gravi problemi del Venezuela, la violenza
urbana. Le conseguenze sono drammatiche, i numeri della criminalit sono esplosi e oggi il
successore Nicolas Maduro costretto a intervenire. Il governo promette un piano articolato,
ma inizia da una decisione facile e di pronto effetto: lesercito nelle strade. Si parte dalla capi-
tale Caracas, ormai una delle metropoli pi violente del mondo, e con 3mila soldati. Inizie-
ranno a pattugliare i municipi Sucre e Baruta, dove si trovano i barrios (favelas)
pi violenti del Paese. un piano speciale per proteggere il popolo venezuelano,
ha spiegato Maduro, ma lesercito far soltanto una parte del lavoro: la polizia
e i rappresentanti dei movimenti sociali agiranno nel frattempo allinterno delle
comunit. Patria segura, cos stato battezzato lintervento, sar presto esteso
dalla capitale al resto del Paese, e intende diventare un sistema di protezione
integrale. Secondo le statistiche divulgate dallo stesso governo, nel 2012 si sono
registrati in Venezuela 16mila omicidi, con un aumento del 14%rispetto allanno
precedente. Caracas ha superato nella classifca tutte le metropoli latinoamerica-
ne. Sullo sfondo resta la contrapposizione con lopposizione e il suo leader Capriles,
che per poco lo scorso aprile non vinceva le elezioni proprio per il malcontento
sulla violenza. Maduro ha annunciato in tv che il governo vuole depurare la poli-
zia dello Stato Miranda, del quale Capriles governatore. Il governo centrale vuole
concentrare nel ministero dellInterno tutte le competenze sullordine pubblico.
A
S
S
O
C
I
A
T
E
D
P
R
E
S
S
(
2
)
A
P
SETTE | 21 24.05.2013 67
riproduzione riservata
Stadi pieni. Di razzismo
Insulti, aggressioni, cori. La Fifa colpisce
con sanzioni, che per non funzionano
MediOrienti /
di Stefano M. Torelli
iran
eMirati arabi
iraq
beremetteinpericolodi morte
Spedizione punitiva in grande
stile, a Baghdad: uomini armati
con tanto di silenziatore hanno
aperto il fuoco contro un nego-
zio che vendeva alcolici. Dodici
i morti, mentre altri 4 sono stati
uccisi in unaltra circostanza legata
alla vendita di bevande alcoliche.
una costante che vede prota-
gonisti gruppi di radicali islamici
e si riscontra anche in altri Paesi,
come la Tunisia. Ma oltre allacca-
nimento contro un simbolo della
disobbedienza allIslam, in Iraq
continua la violenza nonostante
il processo di pacifcazione: nel
2013 sono morte una media di 7
persone al giorno, tra autobom-
be, attentati suicidi, sparatorie e
scontri con le forze dellordine.
Voli infumo conil narghilinsalotti riservati
La compagnia di volo degli Emirati Arabi Uniti con sede
a Dubai, la Emirates Airline, ha annunciato la settimana
scorsa una novit destinata a rendere le ore di volo dei
passeggeri ulteriormente piacevoli. Almeno per i tra-
dizionali passeggeri arabi e mediorientali, soprattutto
coloro che non hanno perso lattaccamento ad alcune
usanze. Coloro che volano sugli A380 della compagnia,
infatti, potranno avere un nuovo servizio: la shisha. Si
tratta, per chi non lo sapesse, della tipica pipa ad acqua, simbolo dei punti di ritrovo
degli arabi, dal Marocco allIraq. In altre parole, quello che comunemente viene chia-
mato narghil. Vi saranno degli appositi salotti, che si potranno prenotare in anticipo o
direttamente sullaereo, in cui i viaggiatori potranno godersi la loro rilassante fumata.
Ci si aggiunge ad altri servizi gi esistenti a bordo per le business class e la prima
classe, come le spa. Nel comunicato uffciale si legge che, in questo modo, oltre a far
sentire a casa i viaggiatori arabi, la compagnia contribuir a far respirare latmosfera
delle strade mediorientali a viaggiatori che arrivano dallestero, ancor prima di atter-
rare. E pensare che, mentre in volo si fuma, a terra gli Emirati hanno vietato luso di
shisha nei quartieri residenziali in prossimit delle scuole.
La federazione calcistica iraniana, insieme a quella israeliana, lunica istituzione del calcio
mediorientale che ha avviato una campagna anti-razzismo mirata a sconfggere i pregiudizi
di natura religiosa, etnica e sociale, per lo meno dai campi di gioco. Ci nonostante, vi sono
ancora delle contraddizioni, seppure si deve constatare che, nel panora-
ma del mondo mediorientale e del Nord Africa, la situazione sia in media
molto peggiore che a Teheran. Ainizio maggio la federazione iraniana
ha squalifcato per otto giornate lallenatore della squadra di seconda
divisione Paykan FC, reo di aver apostrofato con parole come cannibale
e negro il giocatore della squadra avversaria Sendley Sidney Bito, olan-
dese delle Antille e di origine africana. Non solo: a Firouz Karimi, questo il
nome dellallenatore, stata comminata anche una multa di circa 2.000
euro. Una sanzione che va incontro alle richieste della commissione anti-
razzismo da poco creata dalla Fifa la Federazione internazionale del
calcio in senso repressivo del fenomeno. Ma cosa dire se, come spesso
capita e come in Italia ben si sa, gli interessi calcistici si fondono con quelli
politici? il caso, sempre in Iran, del lassismo delle istituzioni calcistiche
nei confronti di un altro fenomeno razzista, che non rappresenta solo un
caso isolato. I giocatori e i supporter del Traktor Sazi, squadra di Tabriz
(foto), sono infatti continuo oggetto di insulti razzisti da parte degli avversari. Tabriz la capi-
tale della regione dellAzerbaijan iraniano lIran ha una cospicua minoranza azera di pi di
10 milioni di persone e, per questo, dovunque approdi il pullman dei giocatori del Traktor
in Iran, questi vengono appellati come asini e fatti oggetto di insulti razzisti. Ma, siccome
la questione degli azeri in Iran molto delicata, in quanto potenzialmente foriera di spinte
separatiste, le autorit chiudono un occhio per non disturbare i vertici politici. In Israele,
invece, accade che il Beitar Jerusalem, squadra legata al partito del premier Netanyahu, il
Likud, possa permettersi di rifutare giocatori arabi per partito preso, senza che la federazio-
ne intervenga con particolari sanzioni. Lo stesso acquisto di due giocatori ceceni musulmani,
allinizio di questanno, ha provocato dure manifestazioni di dissenso da parte dei tifosi.
Sette | 21 24.05.2013 68
I baroni della gomma
Rastrellano la terra dei Paesi vicini di casa,
premessa per una futura guerra tra poveri
AfrAsia /
di Edoardo Vigna
VIetnAm
nIgerIA
cInA
Ha tutte le caratteristiche della guerra fra Paesi poveri. Della quale unici vincenti
sono un pugno (immagine che calza a pennello per la violenza con cui sim-
pongono) di super-ricchi. Come Doan Nguyen Duc (foto), uno dei miliardari
vietnamiti cresciuti negli ultimi decenni in un Paese rimasto, per ampie zone,
poverissimo. Un documentato report di Global Witness, ong impegnata soprat-
tutto sul fronte della difesa dellambiente, chiama Duc e quelli come lui Rubber
Barons, Baroni della gomma, andando a ripescare, con un gioco di parole,
lespressione utilizzata nellAmerica di fne 800 dal commentatore Matthew
Josephson Robber Barons per indicare i businessmen che si erano arricchiti in
maniera spietata e illegale. Altrettanto spietati sono gli uomini daffari di Hanoi a
capo di due gruppi, Hagl e VietnamRubber Group (in cui sono riunite 22 societ
statali), che dopo aver rastrellato in patria ogni terreno utile a piantare alberi
della gomma, ora stanno facendo la stessa operazione nei vicini Laos e Cambo-
gia. Nel piatto ricco di questi due Paesi, dove dal 2000 a oggi pi di 3,7 milioni di
ettari sono stati sottratti, senza complimenti, alle popolazioni che li coltivavano,
i vietnamiti si sono fccati appropriandosi a loro volta di 200mila ettari: nessuna
compensazione agli indigeni sfrattati laccusa nessun rispetto per la foresta,
spianata con le ruspe per fare spazio alle nuove piantagioni, con aggiunta di
accuse di corruzione delle lite al potere. Global Witness attacca anche due
istituti fnanziari, responsabili di aver investito nelle societ colpevoli del land
grabbing: Deutsche Bank (che ha per risposto di non fnanziare direttamente i
due gruppi) e Ifc, braccio fnanziario della Banca Mondiale (che ha ammesso di
avere azioni Hagl). Resta lanomalia che di accaparramento della terra, fnora,
si erano macchiati gruppi provenienti da grandi potenze economiche come Cina,
Usa e alcuni Stati Ue. Ora sembrano avanzare nuovi protagonisti delle razzie:
vicini di casa che trovano connivenze fra i politici locali. Una realt potenzialmen-
te portatrice di sanguinosi conflitti prossimi venturi.
Lafabbricadi bambini
fgli di unsolopadre
Erano 17, tutte teenager e tutte incinte,
e con loro cerano anche 11bambini
piccolissimi. Oltre, naturalmente, ai loro
carcerieri. Ma qui, nello Stato nigeriano
sud-orientale dellImo, la violenza era
soltanto un optional. La polizia che ha
fatto irruzione si trovata davanti una
vera fabbrica di bambini. Da vendere,
al prezzo di 4.200 euro luno. Non la
prima fabbrica del genere scoperta in questa zona della Nigeria. Capita spesso,
anzi, che le ragazze pi povere, in caso di gravidanza al di fuori di un matrimonio,
vengano avvicinate da rappresentanti di cliniche private che le convincono a
vendere il bambino, per esser poi dato in adozione (illegale) o usato per il traffco
di uomini, se non ucciso per utilizzare i suoi organi in rituali dogni genere. Questa
volta, per, la fabbrica aveva una particolarit: i fgli erano tutti dello stesso
padre, uno dei carcerieri, di 23 anni. Arrestato anche lui.
Scoppialaprotesta. Apiccoli gruppi
AShanghai protestano per opporsi a im-
pianti industriali (produzione di batterie al
litio, foto). Per ragioni analoghe (contro una
societ chimica tessile) sono scesi in piazza
a Kunming. Anche Pechino (caso gi di per
s sorprendente) li ha visti manifestare:
migranti della provincia di Anhui, urlavano
davanti a un mercato chiedendo giustizia per
una ragazza gettata da un palazzo al termine
di una violenza di gruppo, caso archiviato
dalla polizia come suicidio. Agruppi di poche
centinaia, al massimo arrivano al migliaio,
ma i cinesi sono tornati in piazza. Ogni gior-
no, in campagna come in citt. Indignazione,
autodifesa. Segnali, ancora. Ma tre indizi,
come si sa, spesso valgono pi di una prova:
linsoddisfazione sociale ribolle. E la risposta
di Pechino non pu farsi attendere.
riproduzione riservata
@globalista
A
k
i
n
t
u
n
d
e
A
k
i
n
l
e
y
e
/
R
e
u
t
e
R
s
R
e
u
t
e
R
s
/
A
l
y
s
o
n
g
Sette | 21 24.05.2013 69
riproduzione riservata
Chi rivuolelisolachenoncpi
La Francia cede la sovranit su uno scoglio
nellOceano Indiano. I nazionalisti insorgono
Europa /
di Donatella Bogo
GRECIA
In Francia c ancora chi rimpiange il passato coloniale della nazione e
in questi giorni si sta facendo sentire. Largomento la decisione presa
dal senato di dare corso defnitivo allaccordo datato 2010 nel quale si
prevede la condivisione con Mauritius dellamministrazione dellisola di
Tromelin, fazzoletto di 1500 metri di lunghezza per 700 di larghezza sper-
duto nellOceano Indiano. Francese dal XVIII secolo e abitata da colonie di
uccelli marini e tartarughe, lisola non avrebbe di per s alcun interesse,
nemmeno turistico, se non fosse che la condivisione di sovranit riguarda
anche la zona economica esclusiva associata allisola, vale a dire i 280
mila chilometri quadrati di territorio marino circostante. Ricco di giacimenti
e risorse naturali? Forse. Ed su questo dubbio che si sono scatenate le
accuse di mollezza dello Stato. La paura degli oppositori dellaccordo
che Tromelin sia solo il primo dei territori delle ex colonie (e delle relative
risorse) che il Paese rischia di perdere nellindifferenza generale.
Atenericeveil cibodellodio
Si fanno sempre pi aggressive le
iniziative di Alba Dorata, il partito di
estrema destra greco che alle ele-
zioni dello scorso anno aveva con-
quistato 18 seggi (su 300) in Par-
lamento. Facendo leva sullo stato
di indigenza in cui versano sempre
pi cittadini e dando fato alla loro
politica anti immigrati, hanno deciso
di organizzare ad Atene un centro di
distribuzione pasti solo per greci in
piazza Syntagma, proprio di fronte
al Parlamento. Le contestazioni non
sono mancate, anche da parte del
sindaco che ha defnito liniziativa
la cucina dellodio, e si sono presto
trasformate in scontri violenti. Quel
che preoccupa le autorit che
ormai Alba Dorata il terzo partito
della Grecia.
Il rossettodellehostesscambiacoloreinfretta
Smentita o retromarcia? Il risultato non cambia: le hostess della compagnia di bandiera turca po-
tranno continuare a mettersi il rossetto del loro colore preferito, rosso compreso. Nelle scorse setti-
mane era apparsa la notizia che la Turkish Airlines (per il 49%
di propriet pubblica) aveva emesso un ordine di servizio che
proibiva alle assistenti di volo di portare colori sgargianti sulle
labbra. Unimposizione che molti avevano letto come il ten-
tativo del governo flo-musulmano di Erdogan di islamizzare
la societ turca e che aveva dato il via a dure e immediate
reazioni da parte dei laici. Cos la compagnia ha emesso un
secondo comunicato in cui si parla di malinteso, causato da
un funzionario di basso livello che parlava a titolo personale.
Il fscoindaga a Gibilterra
Disperatamente bisognoso di danaro
fresco, il fsco spagnolo va a cercarlo
a Gibilterra. Madrid ha infatti creato
un gruppo di agenti speciali incaricati
di indagare sui trasferimenti di fondi
tra la Spagna e lenclave britannica. Si
sospetta siano numerose le aziende
dellAndalusia (la regione cui Gibilterra
appartiene geografcamente) che hanno fttiziamente trasferito la sede al di l del confne,
travasando cos milioni di euro nelle casse della Rocca anzich in quelle spagnole. AGibilterra,
infatti, che ha circa 30mila abitanti, ci sono pi o meno 30mila imprese. Forse anche perch
dal 2010 le imposte sulle societ sono scese dal 22%al 10. Mentre in Spagna sono al 30%.
FRANCIA
SPAGNA
tuRChIA
G
u
n
n
a
r
K
n
e
c
h
t
e
l
/
l
a
i
f
/
c
o
n
t
r
a
s
t
o
a
f
P
/
G
e
t
t
y
i
m
a
G
e
s
a
P
SEttE | 21 24.05.2013 70
AlbertoGiacometti
Lo scultore lo spirito guida dellattore FabrizioGifuni:
Mi commuovono le sue fgure improntate alla fragilit
Il mio eroe /
di Salvatore Giannella
C
aro Gifuni, stai dando voce nei
teatri italiani, a partire dal mi-
lanese Parenti, agli intellettuali
antifascisti, da Gobetti a Calamandrei.
Io includerei anche tuo nonno, Giam-
battista, lantifascista che piaceva a Be-
nedetto Croce, che di Gobetti fu amico.
Immagino che il tuo spirito guida sia
da ricercare in quellarea
Gobetti e Calamandrei sono sicura-
mente due esempi luminosi della storia
e della cultura del nostro Paese, anche
per questo al centro dello spettacolo
Gli indifferenti, parole e musiche da un
Ventennio. Ma, dovendo scegliere, la
fgura di unartista (lo scultore Alberto
Giacometti) quella che per me pi somi-
glia allimmagine di uno spirito guida.
Da quando, intorno ai ventanni, mi sono
imbattuto in una sua opera, c sempre
unimmagine proveniente dal suo mondo
che mi accompagna, inflata in un libro
o in un copione o nella tasca di una mia
giacca.
Che cosa ti comunica lumanit silen-
ziosa plasmata dalle mani sapienti di
Giacometti?
Le sue donne e i suoi uomini di gesso
o di bronzo, descritti spesso come un
esercito muto di fantasmi, hanno sempre
suscitato in me, al contrario, un senso
di grande felicit. Mi commuove la loro
energia sovrumana tutta fondata su
unidea di fragilit. Anime, dotate di una
G
I
A
C
O
M
O
G
I
A
N
N
E
L
L
A
/
S
T
R
E
A
M
C
O
L
O
R
S
Se il buttafuori
diventa
il buttadentro
Capita che il muscolare
della security aiuti chi
arriva indiscoteca
insedia a rotelle. Non
sempre per cos
C un caso in cui il buttafuori di un locale
di concerti rock si trasforma alloccorrenza in
buttadentro. Avviene quando allingresso si
presenta uno spettatore in sedia a rotelle, che
impatta con un certo numero di gradini, mai
sostituiti con una rampa o con un elevatore.
Tanto ci pensa lui, il muscolare della security,
e cos, in qualche modo, laccesso garanti-
to. Mica sempre per. Succede che una sera
ai Magazzini Generali di Milano si presenti
Federica, con regolare biglietto, pronta a
impazzire per gli amati Black Rebel Motor-
cycle Club. Peccato che la sua sedia a rotelle
non una superleggera, ma una carrozzina
elettronica, con batterie che pesano come
macigni: niente da fare, concerto off limits.
un caso palese di discriminazione tuona
il servizio legale di Ledha, la Lega per i diritti
delle persone con disabilit, e chiede al Co-
mune di chiudere temporaneamente il locale
per eliminare la barriera allingresso. Un caso
estremo? Non si direbbe davvero, stando ai
commenti piovuti nel blog InVisibili: disagi e
umiliazioni in giro per lItalia, quando a voler
assistere a un concerto uno spettatore con
disabilit.
di Franco Bomprezzi
riproduzioNe riservata
memoria profonda, sempre sul punto
di spezzarsi in maniera irreparabile. Il
pensiero che si possa trarre tutta la forza
dalla propria fragilit una cosa che
riconosco e mi emoziona.
Delle lunghe fgure di donna, dei
frammenti anatomici, dei cani e gatti,
dei ritratti della madre e dei busti del
fratello, Sartre ha scritto che sono la
raffgurazione della tragedia delluomo
contemporaneo, destinato a vivere con
la morte nellanima.
Ognuno incontra e legge intimamente
unopera nei tempi e nei modi che pi
lo riguardano. Sartre leggeva lopera di
Giacometti come una traduzione del suo
pensiero esistenzialista. Personalmente
mi parla molto di pi la sua ossessione
nel non riuscire a rifare una testa e un
volto esattamente per come li vedeva.
Lidea di continuare a fallire tenacemente
senza perdere la concentrazione. Il volto
stesso di Giacometti, poi, unopera
indimenticabile.
Quale consiglio utile pu venire da
Giacometti per la gente comune?
Il potere di trasformare il dolore in
bellezza, la sofferenza in un formidabile
processo creativo. Non c per la bellezza
altra origine che la ferita, dice Jean
Genet, assiduo frequentatore dellatelier
parigino di Giacometti. Ecco, ognuno
pu attingere a quel fusso di energia
spudorata in qualsiasi momento.
Questione di creativit
In alto: Fabrizio Gifuni (Roma, 16
luglio 1966), sposato con lattrice
Sonia Bergamasco. Qui sopra: lartista
svizzero Alberto Giacometti (Stampa
1901 Coira 1966). Nel 2010 una sua
opera stata pagata 74 milioni di euro.
sette | 21 24.05.2013 71
Ledicola del Corriere
Unamaratona per capireWagner
LAnello del Nibelungo con guida allascolto prima della Scala
P
assa la maratona Wagner: Verdi,
sebbene anche per lui questanno
si festeggino i 200 anni dalla nasci-
ta, pregato di restar seduto. Ma i
due compositori sincontrarono mai nel corso
della loro vita? Nemmeno una volta, compor-
tandosi cos da vere prime donne, risponde
Elisabetta Fava, docente di Storia e critica della
musica alluniversit di Torino. C per un
bellissimo libro, Verdi. Il romanzo dellopera,
di Franz Werfel, incui si immagina unincontro
tra i due a Venezia. Verdi pure stavolta rester in
incognito per tutto il tempo della sua perma-
nenza nella citt lagunare, aggiunge la musi-
cologa, pronta a spiegare a chiunque ne abbia
voglia, tra un mese, nella fondazione Cariplo, a
Milano in via Romagnosi, bellezza, importan-
za e fortuna di un capolavoro musicale come la
Tetralogia wagneriana in programma alla Sca-
la dal 17 al 29 giugno prossimi. In pratica, due
settimane per quattro opere (Loro del Reno,
La Valchiria, Sigfrido, e Il crepuscolo degli dei)
raccolte nei due cdde Il Ring alla Scala, la col-
lana del Corriere della Sera in collaborazione
con Skira Classica in edicola dal 22 maggio
a 10,90 euro, escluso il costo del quotidiano.
Parola di Barenboim. Con i cd dellAnello
del Nibelungo, troviamo introduzione, gui-
da allascolto e unintervista inedita di Enrico
Girardi al Maestro Daniel Barenboim, colui il
quale diriger il tour del Ring in una sola setti-
mana. Proprio come desiderava Wagner, sen-
za soluzione di continuit e con straordinario
trasporto romantico: per lui, il fusso interiore
della musica, utilissima nel sottolineare i vari
stati danimo dei personaggi in scena, era tut-
to. Come dire, avviso ai di Bayreuth rettori
del repertorio wagneriano: inutile accelerare
nella partitura. I direttori, diciamo, pi lenti,
sono quelli che convincono di pi; penso, per
esempio, a Wilhelm Furtwngler, dice Fava.
E dice bene, perch proprio il Maestro tede-
sco a dirigere il Ring in edicola col Corriere,
in questa magica registrazione del 1950 alla
Scala.
Se nellAnello del Nibelungo c una netta dif-
ferenza tra lessere e il divenire, la stessa cosa
si pu dire per le esecuzioni di Furtwngler.
La sentenza di Daniel Barenboim, Maestro
scaligero, il pi grande direttore musicale
dellopera di Wagner, praticamente di casa al
festival di Bayreuth, in Baviera, luogo di cul-
to per i pellegrini del divino Richard che qui
scelse di vivere. Volendo fare le pulci a un mito
della musica, magari entrando nel campo mi-
nato dei pregiudizi, potremmo partire proprio
dalla citt in cui fu eseguito per la prima volta,
nel 1876, Loro del Reno.
vero, una volta giunti sul posto si avverte
unatmosfera mistica, da grandi iniziati, con
tutta una ritualit tipica di Bayreuth, che non
piaceva nemmeno allo stesso Nietzsche, ami-
co e grande estimatore dellartista di Lipsia,
spiega Fava. Che subito aggiunge quanto tutto
questo non sia altro che un pregiudizio: Molti
spettatori mal sopportano il fascino incantato-
re di Wagner, quella sua capacit musicale di
dominare sul pubblico e di trascinarlo in un
mondo mitologico fuori dal tempo, ma se assi-
stiamo alla rappresentazione della Traviata di
Verdi, anchessa ambientata in un mondo a noi
lontanissimo, siamo pronti a emozionarci.
Come per linizio del terzo atto de La Valchiria,
con la celebre Cavalcata. Tutto un altro tipo di
emozione in perfetto stile visionario wagneria-
no, ma se un secolo dopo Francis Ford Coppo-
la decider di utilizzarla nel flm Apocalypse
Now, una ragione (musicale) ci sar. Al di l di
Nietzsche e delle gite a Bayreuth.
inedicoladaoggi
LaTeTraLogia
indUe cd
Loro del Reno, La
Valchiria, Sigfrido, e Il
Crepuscolo degli dei:
sono quattro le opere di
Richard Wagner (nella
foto) raccolte nei due cd
de Il Ring alla Scala, la
collana del Corriere della
Sera in collaborazione
con Skira Classica in
edicola dal 22 maggio
a 10,90 euro, escluso il
costo del quotidiano.
di Peppe aquaro
riproduzione riservata
w
w
w
.a
l
i
n
a
r
i
a
r
c
h
i
v
e
s
.i
t
seTTe | 21 24.05.2013 72
D
opo lo scoppio della crisi che
ha messo a nudo la fragilit del
sistema fnanziario internazio-
nale, c stato un solo giorno
in cui non si sia parlato di debito pubblico,
di default o di spread? diffcile trovarne
qualcuno, ed ancora pi diffcile trovare
uno Stato che non abbia sulle proprie spal-
le un pesante fardello di debiti accumulati
nel corso del tempo. Anche se si tratta di un
problema balzato allonore delle cronache
soltanto negli ultimi decenni, il debito delle
istituzioni pubbliche, siano esse citt, Stati
o imperi, ha una lunga storia, spesso sfug-
gente, che merita di essere raccontata.
Ma, in primo luogo, che cosa il debito
pubblico? Alcuni anni fa Herbert Lthy ha
sottolineato con particolare vigore che non
bisogna confondere il debito pubblico con
la semplice possibilit per loStatodi trova-
re dei prestatori di denaro o dei fornitori di-
sposti a far credito. Questi ci sono sempre
stati. Per esempio, nel 432 a.C., in vista della
guerra del Peloponneso, gli alleati di Sparta
ottennero dai santuari di Delf e di Olimpia
loro necessario per armare una fotta in
grado di fronteggiare con successo gli ate-
niesi. Un secolo pi tardi dieci citt delle
Cicladi ottennero grossi prestiti dal santua-
rio di Apollo. Polibio e Plinio il Vecchio rac-
contano che intorno al 240 a.C. i romani pi
ricchi fornirono alla propria citt navi de-
stinate a rafforzare la fotta impegnata nel
duro scontro con Cartagine. Un atto patriot-
tico, sottolineano i due storici, se non che
nel momento stesso in cui consegnarono le
navi chiesero di essere rimborsati delle spe-
se sostenute quando la campagna si fosse
conclusa, cosa di cui non dubitavano, con
la vittoria. Nessuno di questi prestiti aveva il
carattere di debito pubblico, una delle rare
istituzioni economiche di qualche impor-
tanza che, come ha scrittoEarl J. Hamilton,
non affonda le proprie radici nel mondo
antico. La ragione, aggiungeva lo storico
americano, era semplice: i greci e i romani
non ne avevano bisogno. Laccumulazione
di tesori in tempo di pace, i sequestri arbi-
Gli Stati hannosempre avutobisognodi chi sostenesse le fnanze
pubbliche. Ma inpassatomettere i propri capitali nelle mani dei regnanti
era moltorischioso. Le dinastie potevanotramontare. I conventi,
invece, apparivanoistituzioni pisolide. Epercioffrivanopigaranzie
di GiovannoVigo
trari di risorse in caso di guerra, le imposte
straordinarie nei momenti di emergenza
rendevano superfuo il ricorso a prestiti
consolidati.
I legami tra debitori e creditori. A com-
plicare la nascita del debito pubblico come
oggi lo intendiamo, contribu anche la con-
fusione esistente fra le fnanze del sovrano
e quelle dello Stato, una confusione che
impensieriva i prestatori perch le dinastie
potevano tramontare (e con esse i loro de-
biti) o perch, messi alle strette, i monarchi
potevano sospendere il pagamento degli in-
teressi, dilazionare i rimborsi, consolidare i
debiti futtuanti o, in caso estremo ma non
raro, dichiarare bancarotta.
I debiti incominciaronoadassumere la con-
fgurazione odierna quando si spezzarono i
legami personali fra debitore e creditore, e
vennero riferiti a istituzioni che garantivano
la continuit nel tempo. Il problema non
aveva carattere giuridico ma nasceva dalla
consapevolezza sempre pi diffusa che il
debito del re era il debito di tutti. Agli Stati
generali di Orlans del 1561 il cancelliere Mi-
chel de lHpital dichiar che il debito rag-
giungeva la cifra astronomica di 43,5 milio-
ni di lire tornesi. In quelloccasione non us
il termine debito pubblico, commenta
Philippe Hamon, ma i deputati erano per-
fettamente consapevoli che il debito del
re era pubblico perch il sovrano agiva
(anche quando commetteva degli errori) al
servizio della res publica e del bene comu-
ne. NellEssay upon Public Credit pubbli-
cato nel 1710 Daniel Defoe mise ancora me-
glio in luce questa caratteristica: Il debito
nazionale e non personale, e perci non
S
t
e
f
a
n
o
B
i
a
n
c
h
e
t
t
i
/
c
o
r
B
i
S
Storiadel debitopubblico Come trovare i soldi senza rischio di default
Meglioprestaredanaro
amonaci piuttostocheare
l termine debito pubblico come lo intendiamo oggi ebbe
origine quando si prese consapevolazza che il debito del re
era quello di tutti. Aconiare questa espressione fu Michel de
lHpital (nel ritratto) agli Stati generali di Orlans del 1561
per denunciare un debito francese che aveva assunto cifre
smisurate. De lHpital fu consigliere al parlamento di Parigi,
sovrintendente delle fnanze e infne cancelliere di Francia.
LOrIgINE DEL TErmINE
La Francia del 1500
aveva 43 milioni di defcit
Sette | 21 24.05.2013 74
La svalutazione
della moneta come
strumentoper
ridurre il pesodel
debito stata pi
volte impiegata
LEZIONI DAL PASSATO
Comincia questa settimana una serie
di articoli che raccontano la nascita
e lo sviluppo dellistituto del debito
pubblico. Lautore, Giovanni Vigo,
professore di Storia delleconomia
internazionale allUniversit di Pavia.
garantito da un bene
o da una persona, da un
uomo o da un gruppo di
uomini, ma dal governo,
cio dalla regina e dal
parlamento.
Pure i vescovi passano.
Fin quando questa ambi-
guit non venne chiarita
il rischio che correvano i
prestatori era molto elevato e gli interessi
sui prestiti raggiungevano tassi vertiginosi.
I prestatori pi prudenti preferivano evita-
re questa alea e mettere il loro denaro nelle
mani di istituzioni pi salde come i mo-
nasteri. Un curioso episodio, accaduto in
Inghilterra allinizio del XIII secolo, illustra
con tutta evidenza questa situazione. Tho-
mas di Marlborough riusc a convincere i
suoi confratelli del monastero di Eversham
a contrarre ungrosso prestito per sostenere
le spese legali in una causa contro il vesco-
vo di Worchester. Largomento addotto, che
rassicur i monaci e ancor pi i prestatori,
era che il convento immortale mentre
i vescovi passano, sottintendendo che essi
non potevano ottenere altrettanto facil-
mente i prestiti neces-
sari per tener testa ai
monaci.
Prestare ai re e ai prin-
cipi non era soltanto
molto rischioso; a volte
poteva tradursi in vere e
propriecatastrof. Losa-
pevano bene i banchieri
forentini travolti dalla
bancarotta di Edoardo
III e coloro che avevano investito nei titoli
dellimpero zarista i cui debiti vennero ripu-
diati daLenindopolarivoluzionedi ottobre.
Ma cera anche il rovescio della medaglia. I
guadagni erano di solito ingenti e i creditori
potevano attenuare i rischi ottenendo soli-
de garanzie come la riscossione diretta del-
le imposte destinate al servizio del debito,
e contando sul fatto che i governi avevano
tutto da guadagnare se tenevano fede alle
promesse: una bancarotta avrebbe messo
in allarme i prestatori e reso pi onerosi i
successivi indebitamenti. Non per nulla an-
che i governi decisi a rompere conil passato
cercarono di mantenere, almeno in parte,
gli impegni assunti dai loro predecessori.
Dopo il 1789 il governo francese si guard
bene dal ripudiare i debiti contratti durante
lancien rgime: semmai prefer ricorrere
a un espediente pi insidioso ripagando i
creditori con gli assignats, una moneta di
carta che perse rapidamente il proprio valo-
re e venne abolita nel 1797.
La svalutazione della moneta come stru-
mento per ridurre il peso del debito pub-
blico stata pi volte impiegata. Oggi viene
riproposta da qualche economista come
scorciatoia inevitabile per risolvere i proble-
mi dei Paesi pi indebitati senza ricorrere
a un default conclamato. Ma se ci doves-
se accadere per i prestatori le conseguenze
non sarebbero molto diverse.
1 - Continua
riproduzioneriservata
Dalloracololoro
per fare la guerra
Nel disegno, una
raffgurazione
delloracolo di Delf,
il pi importante
dellantica Grecia.
Nel 432 a.C.,
per la guerra del
Peloponneso, gli
alleati di Sparta
ottennero dal
santuario loro per
armare una flotta.
Sette | 21 24.05.2013 75
Per i pirati doggi
Internet vale
pidi unanave
AGorizia si parla di Banditi: quelli che da 20
anni hanno ricominciato a dominare i mari
e quelli che usano il web per truffe milionarie
di Mirella Serri
N
ella calma piatta delle tre del
mattino al comandante in se-
condadellaAustralianStar, par-
tita da Singapore 12 ore prima e
diretta in Giappone, si chiudevano gli occhi
per la stanchezza. Si proflavano le spiagge
delle isole Natuna Besar e luffciale nella
parte inferiore dello schermo radar vide
un puntino che si avvicinava rapidamente.
Nemmeno il tempo di rendersene conto e
un coltello gi gli premeva la gola mentre il
capitano veniva sorpreso nel sonno. La voce
che dava ordini lo faceva in un inglese com-
pito, stile Oxford. Erano gli Anni Novanta,
ma anche se quellarrembaggio fece gran-
de scalpore, le sue modalit e i mezzi, una
scala di bamb e un machete, riportavano
ai tempi di Edward Teach detto Barbane-
ra, che colpiva con uno sciabolone fatto su
misura. Quegli ultimi anni del secolo scorso
gi segnavano per una cesura e un inizio,
erano lavvio della moderna pirateria inter-
nazionale. Che proprio da allora ha fatto
passi da gigante. Si sta verifcando un feno-
meno caratteristico dei tempi di contrazio-
ne economica e di crisi: il mondo del lavoro
e il welfare si rimpiccioliscono, diventano
di proporzioni sempre pi ridotte mentre
la malavita organizzata, sui mari e non, per
la debolezza delle istituzioni prospera e si
ingrossa, afferma Adriano Ossola, granpa-
tron della manifestazione Storia.
Predonimarini. Al IXFestival Internazionale
della Storia, che si svolge a Gorizia dal 24 al
26 maggio, il tema designato di questanno
il provocatorio Banditi, inteso non solo
come viaggio nel passato ma anche come
sguardo sulla modernit: studiosi e specia-
listi si occuperanno dei bucanieri di ieri e di
oggi, di mafa, di riciclaggio, di banditismo
bancario e internettiano, di tutto un univer-
so che sta protendendo i suoi tentacoli ver-
so il futuro. Lesempio pi rappresentativo
di questa forte espansione? Sono gli attuali
predoni marini. Il brigantaggio odierno ha
una linea di continuit con il passato pi
lontano, osserva Edward Luttwak, uno dei
massimi esperti di storia militare e geopo-
litica, consulente strategico nella lotta alla
pirateria, il cui intervento tra i pi attesi
al festival. Gettiamo uno sguardo molto
Briganti di tutti i tempi Al Festival Internazionale della Storia
indietro. Dal XIV secolo in poi c stata una
trasformazione. Ai capitani di ventura che
volevano arricchirsi con la guerra, i monar-
chi cominciarono a rilasciare le lettere di
corsa. Autorizzavano gli attacchi contro le
imbarcazioni di Stati con cui erano bellige-
ranti. I corsari dovevano essere sicuri che si
trattasse di velieri di un Paese effettivamen-
te nemico e il vascello catturato diventava il
loro bottino. I briganti degli oceani cos si
trasformarono: nonsi cimentavanopisolo
su un orizzonte di cappa e spada ma anche
in transazioni fnanziarie e in investimenti
per armare le imbarcazioni e procurarsi
supporter alle loro imprese. Vedeva la luce
una attivissima generazione destinata a
diventare lantenato degli odierni pirati-im-
prenditori. Sono in gran crescita i predoni
somali che, partiti da spedizioni compiute
a ridosso delle loro coste, oggi si spingono
Punti di vista
Storia, IX Festival Internazionale della Storia, si
svolger a Gorizia dal 24 al 26 maggio (info: estoria.
it). Padrone di casa sar Adriano Ossola (il primo
a sinistra). Tra gli ospiti: (in ordine, a lato) Umberto
Rapetto, lo sbirro digitale; Graziano Mesina, che
ha avuto la grazia dopo 38 anni di prigione; Edward
Luttwak, esperto di storia militare e geopolitica.
v
e
r
o
n
i
q
u
e
d
e
v
i
g
u
e
r
i
e
/
g
e
t
t
y
i
m
a
g
e
s
i
m
a
g
o
a
n
s
a
(
2
) o
l
y
c
o
m
Sette | 21 24.05.2013 76
fno alle Seychelles. Come riescono a ci-
mentarsi in questi traffci? Sono appunto i
novelli impresari: circa cinque anni fa, per
esempio, dopo aver ricevuto dai sauditi 50
milioni di dollari come riscatto per una pe-
troliera sequestrata, li hanno reinvestiti. E
cos vanno, il caso di dirlo, a gonfe vele,
osserva ancora Luttwak. E per difendersi?
Fondamentale laddestramento. I pirati
indonesiani, che sono stati adeguatamente
ostacolati, sono in diminuzione. I somali
invece sono molto foridi proprio per le loro
tecniche allavanguardia:
non mirano al carico ma
chiedono riscatti e, visto
che devono mantenere
per settimane marinai e
prigionieri, cercano capi-
tali. Li trovano per esem-
pio dagli importatori di
khat, la droga provenien-
te dallo Yemen.
Criminalit dis-organizzata. Il pi mo-
derno banditismo naviga oggi sui futti e
si sta estendendo a macchia dolio. Ma an-
che unaltra avanguardia malavitosa gode
di ottima salute e si sviluppa. Il passo dagli
abissi oceanici a quelli informatici breve
nel mondo del malaffare: Io la chiamerei
criminalit dis-organizzata, osserva David
Wall, uno dei massimi esperti a livello mon-
diale di cybercrimine che sar tra i relatori
nella cittadina friulana. In rete si possono
compiere tanti piccoli illeciti, con il vantag-
gio di non essere scoperti. Si pu sfruttare
il web per una molteplicit di frodi attuabili
anche da una persona sola. La delinquenza
odierna un pullulare di un numero infni-
to di singole truffe e di deviazioni. Ma que-
sta di Wall unopinione
isolata: non basta mettere
laccento sulla iniziativa
individuale, sulla galas-
sia dei mini-imbrogli, il
mouse delinquenziale
infatti ha un forte appe-
tito di grandi occasioni.
Osserviamo la storia di
internet. A partire dagli
Anni Settanta sono state
sempre pi frequenti le alchimie di natura
contabile, chiamate salami technique,
osserva uno dei pi famosi sbirri digitali,
Umberto Rapetto, che di hacker ne ha messi
tanti in manette (compresi quelli che anni
fa molestarono il Pentagono) e che intrat-
terr il pubblico sulla pirateria informatica.
Se hai un salame in frigorifero, nessuno si
accorge se ne tagli una fetta. Analogamente
da tanti grossi conti si possono fare minimi
prelievi che alla fne possono fruttare por-
zioni succulente. C stata anche unenorme
trasformazione: nel settore commerciale-
industriale che ora si dribblano tutte le mi-
sure di sicurezza e le guerre cibernetiche
tra aziende vanno per la maggiore. Il volto
della malavita dalla fne della seconda guer-
ra mondiale appare completamente tra-
sfgurato. cos? Questi nostri tempi bui
e poveri mi ricordano gli Anni Cinquanta-
Sessanta. Dove cerano tante disuguaglian-
ze e si era quasi costretti a rubare. Oggi, al
contrario, il termine bandito si usa non solo
per i pi poveri ma per i pi abbienti, per i
politici o i grandi manager, spiega chi di
banditismose ne intende, GrazianoMesina,
che interverr alla kermesse raccontando le
sue esperienze e le sue numerose evasioni.
Sono stato soprattutto un solista. Sarei ri-
uscito a scappare dal carcere anche pi di
frequente se non mi fossi fdato troppo dei
miei amici e compagni. Comunque adesso
dominano i gruppi, le bande. Data la strut-
tura economica, gli investimenti e il notevo-
le impegno che unorganizzazione richiede,
maturano tante illusioni. E pure la convin-
zione assolutamente erronea e infondata
che si possa facilmente farla franca.
riproduzioneriservata
Dalla realt al mito.
A sinistra, Abdul Hassan, capo di un gruppo
di pirati somali che, con 350 uomini
e 100 barche, nel 2008 ha attaccato 29 navi
e guadagnato 10 milioni di dollari.
Sotto, lironico Jack Sparrow, interpretato
da Johnny Depp, nella saga Pirati dei Caraibi
e, in basso, La cattura del pirata Barbanera
(1718) di J. L. G. Ferris.
In Somalia
i pirati moderni
vogliono riscatti,
non il carico.
Perch sono
incerca di capitali
c
o
r
b
i
s
a
p
Sette | 21 24.05.2013 77
I
mmaginate la sceneggiatura di un flm noir, prota-
gonista un uomo alla Jean Gabin, ma con accento
siciliano, per cinquantanni al centro dei pi torbidi
misteri: dalle trattative con la mafa per lo sbarco al-
leato alla morte di Mattei e De Mauro. La traccia di sceneg-
giatura che segue, bene saperlo, fondata su fatti veri e
su racconti a mezzabocca.
Prima scena, esterno giorno, Palermo Anni Venti. Luomo
ancora bambino e gioca con due compagni di scuola
nellatrio alberato dellIstituto Gonzaga. I tre si inseguono,
danno calci a un pallone, poi si fermano a chiacchierare. Il
pi alto si chiama Galvano ed il principino Lanza di Tra-
bia, antica nobilt siciliana. Il pi basso si chiama Mim,
vezzeggiativo per Domenico; il suo cognome La Cavera,
buona borghesia della citt. Il terzo, il nostro futuro Jean
Gabin, ascolta e giudica, d agli altri due alcuni consigli
su come colpire il pallone. Si chiama Vito Guarrasi, nato
nel 1914, e per tutta la vita dar consigli. Suo padre un
possidente di Alcamo, e la natura ha voluto il piccolo Vito
non solo dotato di mezzi fnanziari, ma anche di astuzia e
senso raffnato dellumorismo. Davanti a s il bimbo che
d consigli ha un futuro gigantesco, quello che la bozza
di sceneggiatura che state leggendo racconter, a tinte ora
chiare, ora scure.
Seconda scena, porto di Algeri, primi di settembre del
1943. Da una corvetta inglese scende una delegazione di
militari italiani in borghese guidata dal generale Giuseppe
Castellano. La missione italiana, coperta dallassoluto se-
greto, ha il compito di trattare i termini dellarmistizio che
da l a poco sar frmato a Cassibile, provincia di Siracusa.
Del gruppo fanno parte due giovanotti dallaspetto elegan-
te: il principe Galvano Lanza di
Trabia, sottotenente di caval-
leria, e il suo amico di sempre
Vito Guarrasi, capitano di com-
plemento degli autieri. I due
siciliani, che non hanno anco-
ra trentanni, parlano entrambi
un fuente inglese e prendono
parte, sin da subito, alle trattative con la controparte alle-
ata. Guarrasi scrive sui giorni di Algeri un diario che con-
segna nel corso della sua vita al terzo amico dei giardinetti
del Gonzaga, Mim La Cavera, divenuto nel frattempo pri-
mo presidente della Confndustria siciliana e deus ex ma-
china di molte delle imprese fnanziarie dellisola. Questo
diario, davvero sorprendente per ricchezza di particolari
e precisione dei meccanismi politico-militari, stato da
poco pubblicato da due bravi giornalisti, Marianna Bartoc-
celli e Francesco DAyala, nel libro LAvvocato dei misteri
(Castelvecchi editore), imperdibile saga sulla vita del no-
stro Jean Gabin, lavvocato Guarrasi.
Rapporti trasversali. Terza scena, Palermo, pochi giorni
dopo l8 settembre. In una villa liberty di via Dante, dove
oggi abita per diritto deredit il sindaco Leoluca Orlando,
il giovane capitano Vito Guarrasi, su mandato del genera-
le Castellano, sta spiegando ai nobili palermitani che lo
sbarco alleato non comporter larrivo del comunismo in
Italia. Il capitano d assicurazioni ampie, avendo discusso
di tutto questo ad Algeri, lungamente. I nobili ascoltano
preoccupati. Presenti alla riunione ci sono anche alcuni
gabellotti delle famiglie patrizie. Cio, con molta probabi-
lit, mafosi di modesto rango. Lo sbarco alleato era avve-
nuto con laccurata regia di Cosa Nostra.
Lucky Lucianoaveva lubrifcatoogni ingranaggioe persino
don Vito Genovese era giunto da New York, dove risultava
latitante, per farsi fotografare in divisa yankee insieme al
comandante americano in Sicilia, generale Charles Poletti.
I due capimafa del tempo vennero nominati dagli Alleati
uno sindaco di Villalba (don Calogero Vizzini), laltro re-
Ha gestito lo sbarco degli alleati in Sicilia. Aveva stretti rapporti con
Andreotti e Cefs. stato coinvolto in mille trame.
Ora un libro fa luce sui segreti di un avvocato che amava il potere
di GiuseppeDi Piazza
Comeinunflmnoir
lavitadi VitoGuarrasi.
Luomodei misteri dItalia
La storia Una biografa scritta da due giornalisti illumina la fgura oscura di un siciliano Doc
Sospettatodi avereavutounruolonellacadutadellaereo
di Mattei, risposeconpocheparole: Erail miomiglior
cliente. Sarei stato cos stupido da farlo ammazzare?
sette | 21 24.05.2013 78
sponsabile del centro di as-
sistenza di Mussomeli (don
Genco Russo). Si potrebbe
dire che la Cosa, durante lo
sbarco, fu davvero Nostra.
La sceneggiatura procede
con lavvocato che viene
candidato alle politiche del
48 per il Blocco del Popolo
(primo dei non eletti), vo-
luto in lista dal leader comunista
siciliano Mommo Li Causi; poi con lavvocato che, da sim-
patizzante socialista e amico di Marco Pannella, diviene
uomo di fducia di Enrico Mattei allindomani della sco-
perta del petrolio a Gela (1956); e ancora con lavvocato che
siede in cabina di regia del milazzismo, il primo governo
siciliano che fece fuori la Dc, grazie a unallenza tra comu-
nisti e missini (1958).
Ma a questo punto, e siamo nel 62, le tinte della sceneg-
giatura diventano noir. Un volo privato tra Catania e Milano
cade a due passi dal futuro casello di Melegnano, comune
di Bascap. A bordo c il presidente dellEni, Mattei, che
non sopravvive. Mattei aveva sfdato le sette sorelle ameri-
cane, cio le grandi compagnie petrolifere Usa, stringendo
alleanze con i Paesi nordafricani. Lavvocato Guarrasi, so-
spettato di avere avuto un ruolo nella caduta dellaereo, dis-
se sulla questione poche e taglienti parole, consegnate al
giornalista Claudio Fava, in una delle rare interviste conces-
se durante i suoi 85 anni di vita: Mattei era il mio migliore
cliente. Sarei stato cos stupido da farlo ammazzare?.
Eppure, qualche tempo dopo, quando (1970) scomparve
nel nulla il giornalista de LOra Mauro De Mauro, molti
Amicizie e parentele
1. A sinistra, lavvocato Vito Guarrasi (Alcamo, 22 aprile 1914 Mondello,
31 luglio 1999). Nel 1998 fu interrogato come testimone nel processo per
mafa a carico di Giulio Andreotti. 2. Enrico Mattei a Roma negli Anni 60; 3.
Il giornalista Mauro De Mauro, scomparso nel 1970. 4. Il banchiere Enrico
Cuccia, lontano parente di Guarrasi (una zia di Guarrasi era sposata con uno
zio di Cuccia). 5. La frma dellarmistizio di Cassibile, avvenuta il 3 settembre
1943. Guarrasi fu uno dei mediatori tra gli alleati e il potere siciliano, inclusi
pezzi di Cosa Nostra.
pensarono che a farlo ammazzare fosse stato proprio il
nostro Jean Gabin, tra gli ultimi a incontrarlo poche ore
prima del rapimento per parlare giusto del caso Mattei.
De Mauro stava dando una mano a Francesco Rosi per
scrivere la sceneggiatura del flm sul presidente dellEni. E
sera rivolto a uno che lo aveva conosciuto bene. Abbiamo
parlato, conferm Guarrasi. Ma niente pi. Accusato di es-
sere il Signor X del rapimento De Mauro, lavvocato que-
rel una dozzina di giornalisti, ma la storia fn l, senza
danni per nessuno. E senza il ritrovamento delle spoglie di
De Mauro. In quegli anni, Guarrasi fu un ascoltato consi-
gliere dei servizi segreti americani, dellEni di Cefs, dei co-
munisti siciliani, del Banco di Sicilia, dellEnte minerario e
degli esattori Salvo di Salemi, pluriaccusati di mafa.
Il flm si conclude con il nostro avvocato che contempla il
volo di un calabrone, nella veranda della sua villa moresca
di Mondello. il 31 luglio del 1999, una giornata afosa. Jean
Gabin si assopisce per sempre, portando con s le verit
che non scopriremo mai.
Il volo del calabrone era una delle metafore che nel corso
1
2
3
4
5
sette | 21 24.05.2013 79
dei decenni sono state utilizzate per de-
scrivere la sua vita cos tanto riservata e
misteriosa. Il calabrone un insetto che
vola sfdando le leggi della fsica: corpo pesante e ali minute.
Cos come lavvocato Guarrasi: pesante il suo ruolo nella sto-
ria oscura del nostro Paese, minimi gli attacchi che ha dovuto
realmente subire. Tant che vol indisturbato per 85 anni e
lunica volta che ebbe a che fare con i giudici fu un paio dan-
ni prima di andarsene, come testimone del primo processo
contro Giulio Andreotti, calabrone supremo. In quella sede,
dialogando con i giudici, parl del suo
lontano cugino Enrico Cuccia, altro
magnifco esemplare di calabrone, con
il quale parlava cos disse delle cose di cui parlano gli an-
ziani: parenti scomparsi e sepolture. Il proprio epitaffo, che
consegn a Claudio Fava nellintervista gi citata, doveva esse-
re: Fu un uomo intelligente. E chiacchierato. Non credo che
il suo volere venne rispettato.
Giuseppe Di Piazza
riproduzione riservata
LINTERVISTA INEDITA A VITO GUARRASI
Quella volta che disse: I mafosi? Io li difenderei
C
onobbi lavvocato Vito Guarrasi una
mattina di dicembre dell86, nella sede
romana del Banco di Sicilia, e riuscii a
convincerlo a rispondere ad alcune domande
su Sicilia, mafa, antimafa. Da qualche mese a
Palermo si celebrava il maxi-processo istruito
da Falcone, che accusava per la prima volta
Cosa Nostra di avere una Cupola. Il colloquio
che avemmo rimasto in gran parte, per 26
anni, sul mio taccuino. Ecco il resoconto di quella
conversazione.
avvocatoGuarrasi, ferodi esseresiciliano?
Io brontolo, per non mi mai passato per
la testa di voler nascere altrove. Tutto ci che
continua nella mia famiglia non n siciliano,
n italiano. La mia unica fglia sposata con un
francese. Hanno due fgli. Tutti e quattro sono, se
si pu dire, sudditi di Francia. Ma stiano attenti:
se dicono che mandano i fgli in Francia allora io
mi risento.
Cosanonlepiacedi palermoedei siciliani?
Non mi piacciono la diffdenza e la furberia, non
mi piace il dialogo incivile della societ siciliana:
ammantato di coperture, ed fazioso. Se solo
imparassimo a parlare chiaro! C una parola
che a Palermo riassume quel che lei descrive:
spagnolismo. Forse c ancora da noi il gusto di
tenere alle apparenze. Nel Settecento cercavamo
di seguire i mobilieri francesi. Ci sono modelli
siciliani di quel tempo riusciti a perfezione, ma
si vede che sono siciliani non appena si apre un
cassetto: linterno di tavolaccio.
difenderebbeimputati del maxi-processoin
corsoapalermo?
S, certamente. Clienti amici mi hanno portato
casi di persone in diffcolt per via di questo
giudizio. Ame non capitato, a qualche collega
s, di avere tutta la clientela in carcere.
Chegiudizioddel maxi-processo?
La difesa in estrema diffcolt. Questa gente
stata condotta in aula sulla base di un preconcet-
to. Ci sono sentenze istruttorie che mandano gli
imputati allo sbaraglio. E c il fatto che di queste
cose si deve poter discutere: lo si legge anche
nella sentenza di Cassazione di Carnevale.
Masecondolei si stannoonogiudicandodei
mafosi?
Tra questi imputati ci saranno quelli veri, pos-
sibile. Ma questo tipo di istruttorie non giovano
ad avere la verit. Pu succedere che tutto venga
travolto e che, pi in defnitiva, questo giovi a chi
si attendeva un processo duro.
Madaccordoonosullimpiantodel maxi-
processo?
Non si doveva fare un processo cos grande.
uno snaturamento del diritto fare un processo
contro la mafa. Il problema mafa si tratta sul
piano sociale, sociologico, flosofco. I processi
invece si fanno contro le persone che abbiano
commesso dei reati o che ci sia il sospetto che li
abbiano commessi.
ei magistrati?
Oggi si dice: questo un magistrato contro la
mafa. Ma un magistrato non pu essere, nella
sua azione, contro la mafa. Lui pu essere contro
quel mafoso o contro quellaltro mafoso contro
cui s iniziata lazione legale.
Cosapensadellaleggerognoni-Latorre, che
haintrodottoil reatodi associazionemafosa?
Lo stato di diritto deve rivedere le sue leggi. La
Rognoni-La Torre ha molti difetti. Tanto che in
Sicilia ormai si dice: abbiamo due guai, la mafa
e lantimafa. Io dico che ci si deve adattare ai
tempi rifondando il sistema giuridico.
Malamattanzacstata
Lo so. Ma non si pu, di fronte alle centinaia
di morti ammazzati, rispondere con la carcera-
zione di massa, stile prefetto Mori. E poi resta
il problema culturale. Faccio un esempio. In
Sicilia giurano che quel tale ragazzino non
stato abbattuto dalla mafa. Che come dire: la
mafa non capace di abbattere un ragazzino.
In questo modo le si d un attestato. Quindi mi
chiedo: dov questa Sicilia tutta protesa contro
la mafa? La lentezza, la strafottenza colpa
anche nostra: dietro gli sportelli ci sono siciliani,
non piemontesi.
Chegiudizioddei politici siciliani?
Stanno per cominciare a migliorare.
unannofastatoelettoungiovanesindaco,
Leolucaorlando...
fglio di un carissimo amico che mi dice: aiu-
tatelo, aiutatelo. Per quando il sindaco afferma
che ora tutto trasparente, questo no! Ci vuole
un po di misura.
unproblemachelevieneinmentepensando
allasicilia.
Non c spirito associativo.
Macome?Mi parechelamafasiastatainven-
tatadasiciliani...
Non c ununica mafa contro cui lotta il giudice
Falcone. Ci sono innumerevoli mafe. Ma quale
Cupola....
Comesi combattelamafa?
Agendo sul terreno economico. Man mano che
leconomia cresce si leva terreno alla mafa. Biso-
gna agire sulle coscienze delle persone e spiega-
re che le regole della cavalleria sono fasulle.
Qual lasuagrandepassione?
La comunicazione. Le racconto un aneddoto.
Ero ragazzino, e ad Alcamo venne ammazzato
uno che si chiamava Guarrasi. Lo aspettarono
sotto casa e lo riempirono di piombo. Venne da
me un cugino di mio padre, che aveva una quin-
dicina danni pi di me. Voleva che facessi una
dichiarazione scritta per dire che questa persona
niente aveva a che vedere con la famiglia Guar-
rasi. La scrissi. Sapevano che ero capace a fare
comunicazione.
i suoi autori preferiti?
Verga, Pirandello, Tomasi di Lampedusa.
esciascia?
Mi diverte, ma non mi incatena.
il suoregistapiamato?
Visconti, il Gattopardo. Noi, di ci riteniamo.
G. D. P.
Da sinistra in alto, in senso orario,
quattro siciliani celebri: Leoluca
Orlando, Emanuele Macaluso,
Pietro Grasso, Giovanni Falcone.
sette | 21 24.05.2013 80
Valeria Io sono un
piccolo computer, ho il
disco rigido, ricordo il
codice del bancomat,
quelli bancari,
una cosa di testa,
memorizzo facilmente.
Ben vengano il
riconoscimento
delliride e dellimpronta
digitale, ma a me non
servono (Valeria Marini).
Impiegate Il trenta per cento delle
password inserite da impiegate nei
loro computer sono soprannomi o
parolacce che riguardano il capo.
Seguono: il nome della persona
amata (16%), il nome della localit
di vacanza preferita (15%), il
nome del campione sportivo
preferito (13%).
Svizzera La signora di Newcast-
le che acquist un telefonino di
seconda mano in unasta online e
trov, memorizzati nellagenda, i
pin e le password per accedere ad
alcuni conti bancari in Svizzera.
!@#$%^&*,; Altri consigli. La pas-
sword sicura deve contenere almeno
8 caratteri e di quattro differenti tipi,
tra maiuscole, minuscole, numeri e
caratteri speciali come !@#$%^&*,;.
Pi la password lunga, pi tempo oc-
corre per decifrarla. Non deve essere
un nome, una data di nascita, il codice
fscale o una parola del dizionario, n
deve includere parte dellindirizzo mail
o del nome utente. Mai utilizzare la
stessa per tutti i siti.
BILL GAteS La
password mor-
ta (Bill Gates nel
2004).
PerfettA Secondo lEconomist un
modo per avere una password perfetta
quello di prendere le iniziali di una frase
a scelta, metterle insieme, aggiungere
qualche maiuscoletto e inserire numeri
e punteggiatura dov possibile. Bruce
Schneier, uno dei massimi esperti
di sicurezza informatica,
suggerisce come esempio la
frase Too much food and
wine will make you sick
(Troppo cibo e vino ti faranno
stare male). La combinazione
alfanumerica diventerebbe:
2mf&wwmUs. Avvertenza: la frase
non deve essere gi su Google.
Classifca Password pi diffuse al
mondo: password, 123456,
12345678, abc123, qwerty,
cio i primi sei tasti in alto a sinistra della
tastiera (indagine Splashdata).
Caratteri Una password che
contiene meno di 8 caratteri
pu essere utilizzata per
una settimana circa, mentre
una password con 14 o pi
caratteri pu essere utilizzata
per molti anni.
People Matteo Marzotto (1) ha una una decina di password tutte segnate su un
foglietto inflato nel portafogli. Giancarlo De Cataldo (2), giallista, ammette: Vado
avanti per inerzia, c sempre qualcuno che mi aiuta a introdurre e cambiare password.
Ogni tanto le scordo e chiamo un soccorritore. Michele Cucuzza (3): Sono un hacker
di me stesso. Provo a differenziare in modo presumibilmente furbesco i miei codici.
Poi li dimentico. Piergiorgio Odifreddi (4) ha una sola password che usa per tutto: E
mi girano le scatole perch le banche italiane si ostinano a sceglierti loro il codice di
sicurezza. Luca Sofri (5) le dimentica continuamente: Sono un grandissimo cliccatore
del comando hai dimenticato la password?.
Ogni persona, per usufruire
dei molti dispositivi digitali di
cui dispone e dei servizi pi
comuni offerti da internet,
deve tenere a mente almeno
ventiquattro password.
Password
Neabbiamo24atesta, cchi lericordatutte(ValeriaMarini), chi
lehaunifcate(Odifreddi), chi seleperde(LucaSofri). Esonola
provacheancheBill Gates sbaglia: Sonofnite, dissenel 2004
Percentuali Una ricerca inglese
condotta dalla compagnia di
assicurazioni Cpp ha dimostra-
to che molte delle password
sono facilmente individuabili.
Il 43%dei clienti ricorre alla
stessa password per ogni tipo
di servizio. Il 29%si limita a
variare la chiave aggiungendo
una cifra o una lettera alla for-
mula base. Il 40%ammette di
averla rivelata ad amici, parenti
e colleghi.
Margherita Hack ha da tempo
rinunciato al bancomat: Ho
provato a usarlo quando mi
hanno spedito il numero di pas-
sword in busta sigillata, ma era
sbagliato. Allora ho deciso che
era meglio lasciar perdere. Le
macchine non sono perfette.
HaCk
rIPrOdUzIONe rIServAtA
Parola Chiave /
di Giorgio DellArti
1 2 3 4 5
m
i
l
e
s
t
o
n
e
(
8
)
Unocchiocapace
di vedere
morirelestelle
Ecco come lavora Alma, il pi potente
telescopio del mondo. appena entrato
in funzione, nel deserto di Atacama.
E ha gi fatto le prime scoperte planetarie
di Giovanni Caprara
H
a appena aperto gli occhi e
gi regala scoperte celesti che
fniscono nei libri. il radio-
telescopio Alma inaugurato al
Plateau di Chajnantor, su una vetta delle
Ande, in Cile, a 5.000 metri daltezza, con
ministri e responsabili degli enti america-
ni, europei, giapponesi e taiwanesi che lo
hanno voluto. Con le sue parabole, lastrof-
sica italiana Claudia Palatini dellUniversit
di Vienna ha individuato per la prima volta
una gigantesca struttura a spirale formata
dal materiale eiettato nello spazio dalla vec-
chia stella morente R Sculptoris, riuscendo
a misurare con precisione quanto un even-
to simile poteva durare nel tempo: circa
200 anni. Intorno a una giovane stella (Iras
16293-2422) della taglia del nostro Sole si
sono avvistate delle molecole di zucchero,
Astronomia Visita allosservatorio di Chajnantor, in Cile
Le menti italiane nascoste dietro alle lenti giganti
Leonardo Testi, ricercatore
dellOsservatorio
di Arcetri e project
scientist
del radiotelescopio Alma.
Gianpietro Marchiori,
presidente della
European Industrial
Engineering che ha
concepito lOsservatorio.
Fabio Biancat Marchet,
deputy project
manager
del progetto Alma.
cio i mattoni chimici della vita, nel posto e
momento giusto per far parte del materiale
da cui dovranno formarsi dei pianeti. E nel-
le profondit cosmiche sono state scovate
oltre cento galassie considerate le pi fertili
sorgenti di stelle delluniverso primordiale.
Ed solo linizio per Alma (acronimo di
Atacama Large Millimeter/submillimeter
Array), unimpresa tecnologica e scientifca
che ha mobilitato i continenti per scrutare
luniverso come mai era stato possibile f-
nora. La prima stranezza che non si tratta
di un radiotelescopio unico, cio una sola
antenna, ma formato da 66 parabole, 54
delle quali di 12 metri di diametro e le altre
12 di 7 metri. Invece di raccogliere la radia-
zione della luce visibile come accade nei
tradizionali telescopi ottici, intrappolano
onde anche pi piccole del millimetro, mo-
strando gli astri che le lanciano nel vuoto si-
derale. Aseconda delle necessit di osserva-
zione, vengono anche spostate con diverse
geometrie suquel tetto del mondo senza un
flo derba che ha per confne soltanto il cie-
lo. Il deserto di Atacama nel quale svetta il
Plateau considerato il luogo pi arido del
pianeta, ma anche per questo giudicato il
posto migliore per scrutare luniverso grazie
alla stabilit dellatmosfera sovrastante. Gli
astronomi europei partecipano attraverso
lEso (European Southern Observatory, del
quale fa parte anche lInaf, lIstituto italiano
di astrofsica), con numerosi scienziati ita-
liani in posizioni chiave.
Alla fne degli anni Novanta, racconta
Fabio Biancat Marchet, deputy manager del
progetto, trovammo laccordo fra tutti i Pa-
esi interessati e cos nel 2002 la costruzione
ebbe inizio. Con tante parabole distribuite
sul terreno separate fra loro da una distanza
massima di 15 chilometri si poteva racco-
gliere pi energia dallo spazio. Ci rendeva
il radiotelescopio pi sensibile, consenten-
do di vedere sia pi lontano sia di cogliere
sorgenti molto pi deboli.
Guarderemo in particolare un universo
freddo e profondo, precisa Leonardo Testi,
project scientist, forentino con esperienze
al Caltech californiano, dove si coagula-
rono le prime galassie; oppure riusciremo
a indagare le fasi fnali della morte di una
stella. Ma con altrettanta precisione an-
dremo a caccia dei pianeti extrasolari e in
Sette | 21 24.05.2013 82
tal senso abbiamo gi fotografato anelli di
materia proto-planetaria attorno ad alcuni
astri, riuscendo a distinguere i dettagli del
complicato processo. Infne, il terzo obietti-
vo principale quello di indagare la presen-
za di molecole prebiotiche essenziali per la
nascita della vita.
Una foresta di antenne. Se lOsservato-
rio comincia a dare i suoi frutti scientifci,
questo permesso da unautentica impre-
sa tecnologica. Del programma costato un
miliardo di euro lEuropa garantisce il 37,5
per cento costruendo 25 parabole. Altre 25
sono fornite dagli Stati Uniti e 16 dal Giap-
pone. Il progetto delle antenne europee
nato in Italia, sottolinea il project manager
Stefano Stanghellini. E sempre dal nostro
Paese provengonopure vari componenti del
software e dellhardware legati ai sistemi di
motorizzazione e di controllo che devono
essere rigorosissimi per correggere le alte-
razioni provocate dalle grandi variazioni di
temperatura e dai venti. Per fare un esem-
pio sulla precisione, una parabola sarebbe
in grado di colpire una moneta di due euro
alla distanza di 10 chilometri. Ma per giun-
gere a questo risultato la sfda e gli ostacoli
sono stati notevoli.
La competizione si rivelata subito ardua,
ma abbiamo vinto sui concorrenti euro-
pei, commenta soddisfatto Gianpietro
Marchiori a capo dellEuropean Industrial
Engineering, la societ di ingegneria di Me-
stre che ha concepito il progetto delle para-
bole. Alle spalle aveva una lunga esperien-
za con altri progetti astronomici dellEso e
questo ha affnato la risposta alle nuove ne-
cessit degli astronomi. Bisognava, per,
adottare criteri decisamente innovativi,
aggiunge Marchiori, e nello stesso tempo
semplici e sicuri perch la foresta delle an-
tenne si muovesse scrutando perfettamen-
te il cielo senza interventi delluomo negli
anni, contrastando le insidie dellambiente
e pure la forza di gravit della Terra. Cos
nacquero disegni con parabole e strutture
portanti tutte in carbonio capaci di resiste-
re innanzitutto a sbalzi termici da meno
40 a pi 40 gradi centigradi senza subire
alterazioni. Abbiamo poi adottato motori
senza bisogno di manutenzione e le stes-
se parabole sono fornite di cento sensori
termici per poter essere regolate a seconda
delle ore del giorno o della notte. Insom-
ma, una vera opera dingegneria che deve
resistere al tempo permettendo un balzo in
avanti della scienza.
Alla costruzione hanno collaborato varie
societ italiane come Thales Alenia Space
e Phase Motion Control, ma anche piccole
aziende di alta tecnologia (da Media Lario
ad Atr, da Novaterm a Microgate). Per rac-
cogliere le emissioni degli astri la superfcie
delle orecchie metalliche deve essere sem-
pre perfetta. Perch ci accada ci deve es-
sere, appunto, una costruzione eccellente.
Fra i miei compiti, dice Paolo G. Calisse,
c quello di verifcare la perfezione del
lavoro: lerrore consentito sulla superfcie
di 5 micron, cinque millesimi di millimetro,
un decimo del diametro di un capello.
Ora Alma in azione, orientandosi solita-
rio nel silenzio del Plateau di Chajnantor.
Tecnici e astronomi, per riuscire a soprav-
vivere meglio, hanno una base a una quo-
ta inferiore, a 3.000 metri daltezza. Ma la
solitudine anche qui regna. Il villaggio pi
vicino, San Pedro de Atacama, a 40 chilo-
metri e per incontrare una citt bisogna an-
dare 150 chilometri pi lontano, a Calama,
dove c la miniera di rame a cielo aperto
pi grande del mondo. Ma la conquista del
cosmo sembra cancellare le fatiche fsiche
e annullare gli ostacoli tecnologici. Le sco-
perte ripagheranno ampiamente.
riproduzione riservata
Stelle e pianeti
senza pi segreti
una vista delle
antenne che
compongono
losservatorio
alma: 54 hanno un
diametro di 12 metri,
le altre 12 di 7.
sono state
trasportate a una
a una sulla cima
del plateau di
Chajnantor, caricate
su speciali mezzi
meccanici dotati di
28 ruote, che hanno
coperto 2mila metri
di dislivello
e 21 kmdi strada.
in alto, a sinistra,
unimmagine della
stella morente r
sculptoris. in basso,
una vista dei gas che
circondano la stella
iras 16293-2422.
a
l
m
a
o
b
s
e
r
v
a
t
o
r
y
.o
r
g
Sette | 21 24.05.2013 83
F
a teatro da 24 anni, ma diventato famoso come prota-
gonista di una popolarissima serie tv: Orgoglio. In que-
sti giorni duetta sul palco di Siracusa con Ugo Pagliai
nellEdipo, ma i fan del gossip lo riconoscono soprattutto
in quanto ex fdanzato di Michelle Hunziker. Daniele Pecci, classe
1970, un attore alfaomega: galleggia da anni tra i versi pi ostici
della drammaturgia classica e le sceneggiature pi nazionalpopola-
ri della fction nostrana. Gli chiedo chi sia il regista con cui vorrebbe
lavorare e lui cita Robert Zemeckis. Domando: Quello di Ritorno
al futuro? una scelta molto pop. Risponde con una sentenza:
Il mio mestiere o pop o non . Segue spiegazione: Alla prima
dellEdipo cerano settemila persone. Sotto il sole, con i panini e le
bottiglie dacqua. Se ti trovi di fronte a una platea cos, interclassista
e intergenerazionale, ti accorgi che la devi conquistare. Anche se re-
citi Sofocle, devi essere pop. Come? Hai presente la Disney? Ogni
fotogramma studiato per conquistare le pi ampie fasce di pubbli-
co. Per essere pop bisogna arricchire il prodotto e dare qualit, non
abbassarne il livello.
Incontro Pecci in un bar di Trastevere. Barba lunga con punta im-
biancata e occhiali scuri. Lui non ha la fama dellartista engag,
ma non disdegna linvettiva politica. Quando gli
sottopongo la nota del regia allEdipo di cui
protagonista, un testo che paragona i cittadini
tebani, meschini, opportunisti, voltagabbana,
reticenti, adulatori e sottomessi, agli italiani di
oggi, sorride: Siamo anche peggio. Partiamo
da qui.
Gli italiani peggio dei tebani di Sofocle.
C una crisi devastante, ma sembriamo indiffe-
renti. Tutto crolla, nel disinteresse generale.
Se avessi davanti a te Enrico Letta, che un tuo
coetaneo, che cosa gli chiederesti?
Proverei a capire se ha unidea di politica globale.
E lo inviterei a invertire la rotta: consumiamo troppo. Ho letto che
il pianeta regge due miliardi e mezzo di abitanti, invece siamo sette
miliardi, tutti smaniosi di consumare sempre di pi.
Sei un seguace della decrescita? Dormi col decalogo ambientali-
sta di Al Gore sotto al cuscino?
Faccio quel che posso: raccolta differenziata, riduzione degli spre-
chi Sarebbe bello che anche la politica si adeguasse. Qualche
mese fa ho scritto un post su Facebook per la riduzione drastica del
fnanziamento dei partiti.
Un politico di centrodestra ti risponderebbe citandoti i milioni
Daniele Pecci /
intervistato da Vittorio Zincone
Teatro classico e fction nazional-popolari. Lattore che sogna
Zemeckis e Nanni Moretti, racconta la sua doppia anima.
Shakespeare mi ha stregato, ma non si pu snobbare lincasso
Anchesereciti Sofocle
devi essere pop
buttati via dallo Stato coi fnanziamenti alla cultura.
Cascherebbe male. Sobene che i nostri attori e registi hannograndi
responsabilit. E che sono stati distribuiti male molti soldi. Lo Stato
deve fnanziare larte, ma larte deve sforzarsi di andare verso il pub-
blico. Diciamo che non mi vedrai tra gli occupanti del Teatro Valle.
Il Teatro Valle okkupato da mesi. L vengono realizzati molti
spettacoli e performances.
Ho frequentato le prime riunioni. Poi mi sono innervosito. In que-
sto momento, per colpa delloccupazione, Roma non ha pi un te-
atro di quel livello. Dicono: Al Valle vengono centinaia di persone
ogni sera. Rispondo: Grazie, gratis. Il teatro non si fa cos.
Come si fa?
Il teatro unazienda. Non possiamo andare avanti con i circolet-
ti autoreferenziali, con le platee riempite con biglietti regalati agli
amici degli amici. Ci sono teatri stabili affdati alle persone sbagliate
che mettono in scena spettacoli che costano settecentomila euro e
poi fanno solo venti repliche.
Fuori i nomi.
Preferisco ribadire un principio: il teatro italiano non pu per-
mettersi di snobbare gli incassi. Io sono nato artisticamente bastar-
do, senza padrini, parenti, scuole alle mie spalle.
E sono consapevole che molti mi prendono e mi
pagano bene solo perch stacco biglietti. Ri-
cordo esattamente il momento in cui ho deciso
di cominciare a fare tv per raggiungere questo
obiettivo.
Quando stato?
La sera del mio ventinovesimo compleanno.
Ero in tourne e stavo festeggiando con la com-
pagnia. A un certo punto mi si avvicin il regista
Giuseppe Patroni Griff. Mi fece gli auguri e mi
disse: Tu sei bravo. Ma chi ti conosce? Non ti
potr mai far recitare da protagonista. Vattene
un po in tv. A me la televisione non piaceva. Per mi misi subito
al lavoro. Dopo una piccola parte in Il bello delle donne, vinsi il
terno al Lotto.
Parli del ruolo da protagonista in Orgoglio? Quella serie ha rag-
giunto milioni e milioni di telespettatori.
Da quel momento il mio nome ha cominciato a circolare.
Il tuo esordio in teatro a quando risale?
Al 1990. Edipo.
una mania.
Allora non ero protagonista. Portavo un vassoio in una scena e in
Artisticamente
nascobastardo,
senzapadrini,
parenti, scuole
allespalle. Mi
paganoperch
stacco biglietti
A
n
d
r
e
A
C
i
u
C
C
i
/
L
A
P
r
e
s
s
e
Sette | 21 24.05.2013 84
unaltra trascinavo fuori un cadavere.
Come sei diventato attore?
Grazie alla mia professoressa di Latino, alle magistrali. Un giorno
mi disse di seguire un corso di recitazione, a scuola. Mi innamorai
di Shakespeare.
Chi il regista italiano con cui vorresti lavorare?
Paolo Sorrentino. O Moretti. Dai Nanni, fammi un provino!.
un appello a mezzo stampa?
S. Ancora oggi tutto quello che ottengo me lo devo sudare. Sono
passato dallo snobismo della tv per la mia dizione teatrale a quello
del cinema per le mie apparizioni nelle fction.
La fction italiana non ha sempre una qualit eccelsa.
Diciamo pure che raramente si pu parlare di prodotto artistico.
Ti sei chiesto come mai?
Credo che sia un problema di politica industriale. Da noi si cerca
di allargare la platea riducendo la complessit e puntando sulla
generalizzazione.
Altrove non cos?
Hai mai visto Downton Abbey? OBoardwalk Empire? Quello vero
cinema in tv.
Inglesi e americani se lo possono permettere perch poi espor-
tano le fction su un mercato mondiale molto redditizio.
Anche Orgoglio ha girato il mondo. Purtroppo spesso sbagliata la
mentalit con cui si realizzano le fction.
Qual la fction in cui ti piaciuto di pi lavorare?
Forse Crimini bianchi.
La serie venne sospesa per gli ascolti poco esaltanti.
Gi, si parlava di malasanit e crimini negli ospedali. Non poteva
durare pi di tanto.
A cena col nemico?
Con Francesco Totti. un personaggio positivo. E ti assicuro che
non facile dirlo per un tifoso della Lazio.
Hai un clan di amici?
Certo. Uno su tutti: Bizio, ha un chiosco di bibite.
Lerrore pi grande della tua vita?
Mi succede di dire cattiverie e poi pentirmene.
Recitando ti mai capitato qualche inciampo?
Certo. Una volta sono caduto nella buca dellorchestra. Da ra-
gazzo, durante uno spettacolo tratto da Cervantes, inflai quattro
papere di fla. Ora succede meno e faccio in modo che il pubblico
non se ne accorga.
La scelta che ti ha cambiato la vita?
Una inversione a U in via Cavour, a Roma. Stavo tornando a casa in
macchina e mentre guidavodecisi di tornare indietroper partecipare
a un provino di cui avevo sentito parlare per puro caso. Il regista era
Patroni Griff. Mi presero. E poi con lui feci altri cinque spettacoli.
Che cosa guardi in tv?
Tutto. Anotte fonda pure Uomini e donne di Maria De Filippi: aiuta
a capire la societ italiana.
Il flmpreferito?
Barry Lyndon di Stanley Kubrick.
La canzone?
Wuthering Heights di Kate Bush. Il testo riprende brani interi del
romanzo omonimo Cime tempestose di Emily Bront.
Il libro?
Delitto e castigo di Fdor Dostoevskij.
Sai quanto costa un pacco di pasta?
In realt lo butto nel carrello senza guardare. Sessanta centesimi?.
Un po di pi. Cinguetti su Twitter?
Pochissimo. Ma sto molto su Facebook.
Conosci i confni della Libia?
Egitto, Tunisia, Algeria.
Larticolo 3 della Costituzione?
quello sulla libert di stampa e di espressione?.
No, quello il 21. Il 3 dice che siamo uguali di fronte alla legge.
Fosse vero!.
UnOrgoglio
fortunato
Daniele Pecci
nato a Roma
il 23 maggio 1970.
Ha debuttato in
teatro nel 1990,
ma il successo
arrivato con la tv:
Il bello delle donne
(2002/2003)
e Orgoglio
(2004/2006), San
Pietro e Giovanni
Paolo II (2005),
Lultimo padrino
e Crimini bianchi
(2008). Nel 2009
debutta al cinema
con Fortapsc, di
Marco Risi, e nel
2010 in Mine
vaganti di Ferzan
Ozpetek. Fino al 23
giugno in scena
con Edipo Re al
Teatro di Siracusa.
riproduzione riservata
Sette | 21 24.05.2013 85
U
na virilit sicura di s, che non
ha bisogno per esprimersi di
affettare incuria e trasanda-
tezza, il messaggio sottile
dellAcqua di Gi. LApollo che, nella se-
quenza di lancio, domina le onde marine
lespressione di una bellezza che si co-
niuga con la natura senza farsene travol-
gere. La presenza del gelsomino nel bou-
quet del profumo apriva lessenza anche
alle donne che dimostrano di gradirlo,
ribadendo la nuova intesa tra maschile e
femminile consentita ai contemporanei
dallemancipazione. E la linea uomo del-
lo stilista ribadisce la sorvegliata raffina-
tezza di Armani, la sua individuazione di
una personalit che si definisce non solo
attraverso, ma anche al di l della moda.
La vita rincorrere il tempo, dichiara il
velocista e saltatore Carl Lewis che accu-
mula medaglie alle Olimpiadi. Vittorie che
si aggiungono a quelle di Alberto Tomba,
Deborah Compagnoni e Isolde Kostner.
Si sciolgono i Take That. Il 29 gennaio,
la polizia di Venezia, passando davanti al
Teatro La Fenice, vede colonne di fumo
uscire dalledificio. Pochi minuti dopo i
vigili sono in azione, ma troppo tardi e la
devastazione lascia ben poche reliquie del
passato. Ma, come la mitica fenice che le
d il nome, il teatro destinato a risorgere
dalle proprie ceneri.
Il gruppo britannico dei Take That Gary
Barlow, Robbie Williams, Howard Donald,
Jason Orange e Mark Owen si scioglie,
nel giorno del compleanno di Robbie Wil-
liams, che aveva lasciato la
band nel luglio 1995 per af-
fermarsi pienamente come
solista con Angels. Io mi
siedo e aspetto / che un
angelo guardi il mio desti-
no / loro conoscono / i po-
sti dove andremo /quando
saremo vecchi e coi capelli
grigi perch mi hanno det-
to / che la salvezza fa apri-
re le loro ali / cos quando
io sono disteso nel mio
letto / i pensieri scorrono
nella mia testa; / io sento
che lamore morto, / ed
invece mi sto innamoran-
do di un angelo.
Sono ormai passati
trentanni dal loro esordio,
quando i Pink Floyd ven-
gono ammessi nella glo-
riosa Rock and Roll Hall
of Fame and Museum, la
sala della Gloria del Museo
del Rock di Cleveland dove
tanti grandi, da Chuck Berry a Bob Dylan,
li hanno preceduti.
Debutta vittoriosamente un figlio darte,
Jacques Villeneuve, che si fa notare, oltre
che per le indubbie doti di pilota di For-
mula 1, per la tintura biondo platino dei
capelli e la tuta di una taglia superiore alla
sua. Vuole, spiega, sentirsi comodo come
in un pigiama.
In Palestina, le prime elezioni legislative e
presidenziali vedono la vittoria di Yasser
Il maschio sicuro,
la natura trionfa
elUlivovinceleelezioni
Intanto Johnson corre come il vento, Lewis domina
i Giochi e gli scienziati si dividono sulla pecora Dolly.
Ma anche lanno in cui vanno al potere Eltsin
e Arafat, brucia la Fenice e tutti ballanola Macarena
di GiuseppeScaraffa
I profumi della nostra vita /1996 La fragranza Acqua di Gi di Giorgio Armani
SeTTe | 21 24.05.2013 86
Acqua di Gi, di Giorgio Armani, nasce nel 1996 e ancora oggi nel mondo se ne vende uno ogni
cinque secondi. In Italia, dove la fragranza stabilmente leader dei profumi maschili, si acquistano
382mila flaconi lanno. In questi 17 anni ha girato il mondo, accompagnando stagioni di vita, anni-
versari, appuntamenti, colpi di fulmine
Eppure Re Giorgio aveva gi un profumo maschile, Eau pour Homme, e aveva un femminile forte come
Gi, ma si sa quando la creativit geniale non si pone limiti. Si pens cos a un altro maschile, che
pur non essendo un one shot era vissuto come stagionale, estivo, per vari motivi: la forte freschezza,
la seduzione del suo jus, la comunicazione marina, con una sorta di Apollo che padroneggia le onde.
Il successo fu inaspettato quanto eccezionale, piacque da subito a uomini e donne, cos pensarono di
osare proponendo lo spot marino anche dinverno, in barba ai mutamenti climatici stagionali. Nasce
nel momento giusto, quando in corso una ridefnizione dei codici maschili. Al profumo si chiede una
connotazione meno virile, pi contemporanea, emotiva, meno legata ai modelli olfattivi rigidi, identici
da generazioni. In un maschile, sboccia un fore, il gelsomino, ma la trasparenza dellordito, quella
freschezza pulita che dura a lungo, a sedurre molti uomini. Anche la moda detta nuove regole, la
collezione maschile primavera/estate 1996 dello stilista (sotto, al centro e a destra, due modelli) vede
sflare un signore di stile, che rifuta la sciatteria e predilige forme precise, pulizia dei contrasti, tessuti
dallaspetto pi croccante, colore come esempio di composizione. E tutto con quellaria da intellettuale
ironico e disincantato che ama la propria personalit al di l della moda.
Il successo, quello vero, unalchimia perfetta di pi ingredienti, una dimostrazione il contribu-
to decisivo che le 3 comunicazioni pubblicitarie hanno dato ad Acqua di Gi. La prima, quella del
debutto, ebbe come regista il grande Herb Ritts, il modello Larry Scott (sotto, a sinistra) divenne un
mito tanto che per ben dieci anni la campagna pubblicitaria non venne rinnovata. Nel 2007 un altro
monumento della fotografa, Peter Lindbergh, dirige il modello tedesco Lars Burmeister, stampa e
tv in bianco e nero, ma nello spot il mare resta blu intenso. Nel 2012 Bruce Weber a interpretare
la fragranza, il testimonial Simon Nessman, la colonna sonora dei Depeche Mode. La composi-
zione olfattiva fglia di un naso celebre, uneccellenza con pochi rivali: Alberto Morillas, si apre con
accenti esperidati (bergamotto), aromatici (rosmarino) e con leffetto liquido dato dallEdione, una
nota di sintesi estratta dal gelsomino. Al centro, nel cuore, primeggia il Calone, altra nota di sintesi
che trasmette la sensazione di essere in riva
al mare, nota ozonica che sa di vento misto a
salsedine. A sigillare il profumo, a fssarne la
freschezza, ecco il muschio bianco che sa di
camicia di lino, di bucato steso ad asciugare al
sole mediterraneo.
Forse il segreto di questa fragranza si pu rias-
sumere con una dichiarazione che fece Giorgio
Armani in occasione del decimo compleanno
del profumo: probabilmente, al pari dellam-
biente naturale che lo ha ispirato (i sentori delle
coste dellisola di Pantelleria, ndr), Acqua di Gi
possiede le caratteristiche eterne del mare,
delle coste, della natura stessa.
essenza di modernit
Un mare sempre blu e spot dautore
di Maria Cristina Milanesi
riproduzione riservata
Arafat, che rimarr sino alla morte presi-
dente dellAutorit Nazionale Palestinese.
Due anni prima Arafat ha avuto insieme
ai leader israeliani Peres e Rabin il premio
Nobel per la pace. In marzo laccordo di
Sharm el-Sheikh tra Israele e Olp prevede
il riconoscimento dello Stato di Israele e
il diritto a uno Stato palestinese indipen-
dente.
Vorrei incontrarti fra centanni il brano
vincitore del Festival di Sanremo nellin-
terpretazione di Ron e di Tosca. Vorrei in-
contrarti fra centanni / tu pensa al mondo
fra centanni / ritrover i tuoi occhi neri /
tra milioni di occhi neri / saran belli pi
di ieri. Ma a richiamare
lattenzione sono Elio e
le Storie Tese con la loro
esibizione in costume
da alieni e i loro testi
poco adatti a Sanremo.
La Terra dei cachi scher-
za sui disagi nazionali:
Italia s Italia no Italia
bum, la strage impuni-
ta. / Puoi dir di s puoi
dir di no, ma questa la
vita. / Prepariamoci un
caff, non rechiamoci al
caff / c uncommando
che ci aspetta / per assassinarci un po.
A giugno i russi vengono chiamati per la
prima volta a eleggere il presidente della
Repubblica. Il vincitore, Boris Nikolaevic
Eltsin, aveva detto: Si pu creare un tro-
no con le baionette, ma non ci si pu stare
seduti a lungo.
Nero, nato a Dallas, Michael Johnson il
pi piccolo di cinque fratelli. Il suo modo
di correre con il busto eretto, a brevi passi,
riducendo il moto delle braccia, lo fa bat-
tezzare il soldatino di piombo. Nel 1996
supera il record del mondo sui 200 metri
in 19,66 secondi. Per poi batterlo nuova-
mente ai Giochi Olimpici, percorrendo i
200 metri in 1932.
A Las Vegas, il rapper Tupac Amaru Sha-
kur, uscito dal combattimento tra Mike
Tyson e Bruce Seldon, cade sotto cinque
colpi di pistola sparati da unauto. Strana-
mente non indossava il
giubbotto antiproiettile
con cui si proteggeva.
Qualche anno prima
infatti avevano gi ten-
tato di ucciderlo ed era
rimasta famosa la frase
con cui aveva reagito ap-
pena ripresi i sensi: Oh,
merda. Rollami un po di
erba.
In Italia vince la coalizio-
ne dellUlivo, un blocco
che riunisce tutte le ten-
denze politiche della si-
nistra, sotto la guida di Romano Prodi. A
Edimburgo: nei laboratori del Roslin Insti-
tute, nasce la pecora Dolly, il primo mam-
mifero frutto di clonazione. Il nome stato
proposto dal suo allevatore, in onore della
appariscente cantante country Dolly Par-
ton. Una barzelletta di quei giorni scherza
su quelloperazione criticata o addirittura
condannata da molti come una violazione
alle leggi della natura: Il creatore della pe-
cora Dolly viene svegliato, nella sua camera
dalbergo, da un insolito belare provenien-
te dal pianerottolo e sente il cameriere
bussare e chiedere: Il signore ha ordinato
la clonazione in camera?.
Venuto a Roma per lIncontro mondiale
sullalimentazione promosso dalla Fao,
Fidel Castro, in un inedito doppiopetto
blu, ricevuto dal papa, Giovanni Paolo II.
Secondo larcivescovo Calderon, che ne ha
parlato con il dittatore, Castro ha giudica-
to un avvenimento straordinario lincontro
col Santo Padre ed era molto contento.
A Venezia, il leader della Lega Nord Um-
berto Bossi proclama lindipendenza della
Padania. La Repubblica Federale della Pa-
dania comprende le otto regioni dellItalia
settentrionale, divise in dieci Stati federati
ovvero Valle dAosta, Piemonte, Liguria,
Lombardia, Trentino, Alto Adige, Veneto,
Friuli-Venezia Giulia, Emilia e Romagna, e
tre regioni del centro, Toscana, Umbria e
Marche. Roberto Maroni il portavoce del
comitato provvisorio di liberazione della
Padania. Ma bisogner aspettare ancora
due anni per vedere nascere il concorso
Miss Padania.
Un ibrido, nato da una mescolanza di in-
flussi brasiliani e africani, ottiene un suc-
cesso internazionale. Incisa tre anni prima
dal duo spagnolo Los del Ro, la Macarena
diventa tormentone estivo nel 1996 grazie
alla versione dance realizzata dal duo ita-
liano Los Locos. Dale a tu cuerpo alegria
Macarena / Que tu cuerpo es pa darle ale-
gria y cosa buena / Dale a tu cuerpo ale-
gria, Macarena / Hey Macarena.
Giuseppe Scaraffa
riproduzione riservata
Il leader dellaLega
Nord, Umberto
Bossi, proclama
lindipendenza
dellaPadania.
Maci vorrannodue
anni per lanascita
del concorso
per lamiss verde
sette | 21 24.05.2013 88
Il tempodelle donne
S
iamo nel XXI secolo, il mondo
cambia alla velocit della luce
ma il clich del marito italia-
no, spaparanzato sul divano
mentre la moglie mette a posto casa, resta,
purtroppo, una dura realt. Ancora oggi il
76,2% del lavoro domestico (dati Istat 2011)
ricade sulle spalle della donna che, per riu-
scire a far tutto, si trasforma in unacrobata.
Lha ricordato lanno scorso anche lallora
ministra del Lavoro Elsa Fornero: La con-
ciliazione non solo un tema femminile
ma anche maschile: gli uomini dovranno
fare di pi in famiglia.
lavatrice, questa sconosciuta. Come
riequilibrare la divisione dei compiti? Ho
affrontato il tema sulla 27sima in un post
provocatorio e ironico dal titolo: Il marito
italiano un peso morto in casa ma siamo
noi madri a dover cambiare. Apriti cielo:
moltissimi uomini mi hanno scritto arrab-
biati, elencando le loro fatiche quotidiane.
Ora vero che i padri sono migliorati, nel
senso che per la prima volta si prendono
cura dei fgli o almeno ci provano. Magari
cambiare il pannolino proprio no, per
portano i bambini al parco, ci giocano
molto, a volte li vanno a prendere a scuola.
Rimane la riluttanza per i lavori domesti-
ci: il 26,1% dedica sei minuti al giorno ad
attivit come apparecchiare o lavare i piatti,
il 98,9% non impugna un ferro da stiro
neanche sotto minaccia di morte e guarda
la lavatrice come se fosse un ufo.
Per noi mamme italiane dobbiamo farci
un esame di coscienza. C una millenaria
resistenza femminile a delegare al maschio,
della serie faccio prima a farlo io perch
lui non capace. Insomma, questi mariti
riluttanti li abbiamo creati noi viziandoli
sin dalla culla. Mi ricordo ancora che mia
suocera, fantastica ma molto allantica,
andava nel panico quando sapeva che suo
fglio sarebbe rimasto solo qualche giorno
in casa. Ma il frigo pieno? chiedeva con
occhi disperati. Cosa manger?. Oggi
non arriviamo a questi eccessi ma quante
mamme vediamo portare lo zaino al bam-
bino gi grandicello alluscita da scuola?
E io non sono certo migliore. Mio fglio
grande quando entra in casa semina tutto
sul pavimento, arrotola i vestiti e li lascia
sul letto, non pulisce dove sporca e non
c verso di fargli appendere il cappotto
nellarmadio. Eppure uno scout e quando
va in uscita pulisce persino i bagni. Metti
in ordine la tua roba gli dico spesso non
voglio che tua moglie un giorno mi odi per
come ti ho allevato.
Monica ricci sargentini
@msargentini
saranno tutti mariti pigrissimi?
Gli uomini in casa fanno poco o nulla.
Ma li abbiamo educati cos noi
mamme, viziandoli fn dalla culla
Il tempodei maschi
Secondo i dati Istat, il 26,1% degli uomini
dedica 6 minuti al giorno ai lavori domestici
27ora@corriere.it
M
A
N
U
E
L
A
B
E
R
T
O
L
I
riproduzione riservata
i coMMenti dei lettori
la mia situazione
(ANTOMA16)
Lasciami scritto cosa devo
fare mentre sei al lavoro, mio
marito ha parecchio tempo
libero per i vetri da pulire, la
lavatrice da caricare, le tende
da lavare proprio non le vede.
Perch oltre a lavorare fuori
casa, seguire corsi di aggior-
namento obbligatori, far fare i
compiti al bambino devo sob-
barcarmi tutta la pulizia della
casa? Ho provato a farglielo
notare. Nessun risultato, se
non musi lunghi, per la serie
per, passo laspirapolvere,
vado a prendere il bambino a
scuola e a basket e vado anche
al supermercato!. Insomma,
limpressione che sono stati
talmente male abituati che non
riescono a rendersi conto del
poco aiuto che danno in casa.
La favola della tremenda ma-
dre italica ha un fondamento!
lesempioche conta
(Lettore_2761251)
Anchio ho 3 fgli maschi e
combatto la stessa battaglia. Li
abituo a pulire, sparecchiare e
riordinare... mentre il padre si
gode la scena dal divano. Per
il momento obbediscono, ma
quanto durer?
______
queste sonomacchiette
(Rickylondra)
Da marito italiano sento
il dovere di intervenire. La
descrizione che fate qui da
macchietta in un teleflm, ma
non fotografa affatto la realt.
Se io entrassi in casa, mi but-
tassi sul divano e dicessi ho
fame mia moglie mi ammaz-
zerebbe. Il ferro da stiro in casa
lo uso solo io, faccio la spesa,
uso la lavatrice, anche se da
piccolo sono stato coccolato
come tutti i bambini (grazie
mamma!).
In questa rubrica sviluppiamo i temi pi
discussi sul blog al femminile del
Corriere, pubblicando alcuni commenti
dei lettori http://27esimaora.corriere.it/
Sette | 2124.05.2013 90
2 SMS da cellulare
2o5 chiamata da rete fissa
www.oxfamitalia.org
925milioni di personerischianodi Morire
di faMe. oxfamitaliaSoStienepidi 18.000
donnenel mondoperchsonoloroche
portanoil ciboatavola, anchedovenonc.
con2o5euro, puoi aiutareledonnea
cancellarelafaMe.
aiutiaMo le donne a cancellare la faMe. Ilaria dAmico, Malika Ayane.
dal 14 maggio al 2 giugno 2013
DONA ORA 45505
2 chiamata da rete fissa
peR uN
futuRO
seNzA
fAme
LOCMAN
ITALY

MONTECRISTO
Movimento meccanico automatico S.I.O. (Scuola Italiana di Orologeria) o cronografo al quarzo.
Titanio e acciaio. Impermeabile fino a 10 atm.
MODA Lelisir di eleganza
di Piggy, la star dei Muppets,
in unintervista (im)possibile.
MODADONNA I colori della
primavera. Cipria per il bon ton,
verde per occasioni pi informali
SFARFALLONI DiCaprio si
sente pi giovane, la Watson pi
matura, Shakira fa la mamma
94 98 101
MODA / CASA / AUTO/ OROLOGI / BELLEzzA
lunghi e liberi i capelli delle cattive
ragazze di Sofa Coppola sulla passerella
rossa e bagnata di Cannes, sciolti e quasi
selvaggi quelli di Marine Vacth (nella
foto), prostituta per noia o curiosit nel
flm scandalo di Ozon. E persino Keira
Knightley, leroina dei Pirati dei Caraibi,
che andava famosa per gli chignon,
decide di lasciare ondeggiare le chio-
me ad altezza spalla nel giorno del suo
matrimonio nel Sud della Francia. Torna
il fascino del capello lungo, curato,
vaporoso, volteggiante, lasciato sciolto
anche per la sera, anche per i red carpet
e i grandi eventi.
Secondo il nuovo codice boccoluto di
Kate Middleton ma anche di alcune attrici
del passato hollywoodiano, la rossa Rita
Hayworth per esempio, a cui sembrano
ispirarsi la giovane fglia darte Claire
Julien (Pfster), debuttante in Bling Ring,
come la immarcescibile Julianne Moore.
Dopo i quaranta meglio tagliare, diceva la
regola dantan. Oggi forse sarebbe meglio
ribaltarla, quella regola. Specialmente se
si ha la chance di essere alte come Nicole
Kidman: niente cofana ma capello sciol-
to, per non oscurare, come successo a
Cannes, gli altri membri della giuria.
Maria luisa Agnese
Vietato accorciare.
Basta chignon e
tagli sbarazzini, sui
red carpet tornano
i capelli sciolti,
selvaggi e naturali.
Anche per le over 40
Sette Stili di vita
riproduzione riservata
S
E
B
A
S
T
I
E
N
N
O
G
I
E
R
/
E
p
A
Sette | 21 24.05.2013 93
Lelisir di eleganza
di Miss Muppet.
Lo svela in unintervista
esclusiva. Uno scherzo?
E la risposta immaginaria
si fa verit
L
a satira su una persona, magari esasperandone pregi &di-
fetti, la conferma della sua notoriet. Come lo era lessere
ospiti-vittime di una puntata del Muppet Show. Accett
anche Rudolf Nureyev, ma a condizione di danzare con
Miss Piggy, la fashion victim tra le fashion victim. Nella sua ultima
performance nel flmI Muppets (2011) una fashioneditor di Vogue
Paris in versione curvy (in alto e a lato). Inavvicinablile come tutte le
icone fashion, al lancio del nuovo progetto Muppets &Hilfger (vedi
box a destra) ha concesso unintervista. Le risposte hanno distillato
il suo elisir di eleganza. Lo stile dipende dallamare se stessi. Se ti
ami sarai sempre bellissima. In ogni caso se fai fatica ad amarti,
ama me. Risolvi. Come non amare tal modestia. Prosegue. Mi
faccio sempre consigliare nella scelta di un abito. Alla fne per
indosso quello che mi pare e ignoro i consigli. Vince il lavoro
di squadra. La sua collega attrice pi elegante? Come presi-
dente dellAssociazione internazionale delle dive
ho attribuito la certifcazione di icona
della moda famosa e apprezzata a livello
internazionale a... me stessa. Intervi-
sta surreale? Le risposte, bench di un
Muppet (ma la pi seducente di tutti,
Piggy), non si discostano molto da tanti
veri discorsi bordo passerella. E in quei
casi la realt a superare la fnzione.
Stili di vita Moda/
a cura di Gianluca Bauzano
4
salvatore
Ferragamo
Rosso, colore
energetico
e simbolo
di passione.
Usato per
un completo
diventa ottima
alternativa per
un total look.
Prada
Variando
la sfumatura
si ottiene
un risultato
differente.
Come, in questo
caso, esaltare
linee asciutte
e dallesprit
geometrico.
Balenciaga
Giochi
di contrasti
monocromi.
La pennellata
accesa
carminia
si incontra
scontra
con dettagli
e T-shirt neri.
Brioni
Punto vita
segnato
per dare
pi slancio
alla silhouette.
Un tocco
luminoso arriva
dalla camicia
e dalla pochette
candida.
1
2
3
DaL guarDaroBa Di stagione:
iL Maschio in rosso
Due ruote in vaLigia
e iL reaLity MuseuM
sPostarsi con Passo sPeDito. Quindici per undici. I secondi di tempo necessari per
ripiegarla nella sua sacca trolley in pelle; i chilogrammi del suo peso. Ecco le caratteristiche
principali della nuova bicicletta lanciata da Moreschi, la griffe di calzature dalta gamma.
tender Mambo Bike il nome del modello, disponibile solo su ordinazione (moreschi.it), giocato
sul contrasto optical: tutta bianca con dettagli neri come il micro logo della
griffe ideato nel 1963 dal grafco Angelo Gabriele Franzoni.
Modello con cambio a sette velocit ultracompatto, pren-
de il nome dalla storica
cucitura Mambo, tra le
lavorazioni pi esclusive
di realizzazione delle
calzature del brand. Per-
fetta per spostarsi in citt,
rappresenta la soluzione
per vivere nel traffco con
spirito eco.
sette | 21 24.05.2013 94
Porte seMPre aPerte. Entrare in un museo a qualunque ora del giorno. Un sogno per molti.
Realizzabile sul web varcando la soglia del Valentino Garavani Virtual Museum(valentino-
garavanivirtualmuseum.com). Progetto lanciato lo scorso anno, oltre a essere una magica
galleria per ri-scoprire le creazioni dello stilista (sopra, la sala black&white) un museo in pro-
gress. Meglio ancora un reality museum. Aggiornamento continuo dei contenuti con interviste,
flmati e immagini, le Instaglams, rubate dalla vita pubblica e privata dello stilista. Costante
anche il dialogo con i follower su Facebook e Twitter. Entrambi in perfetto red Valentino.
DettagLi Di stiLe
Fondazioni griffate
navigano in Laguna
S
ulle passerelle, in interscambio con il
design, a braccetto con larte. Non pu
essere che lei nostrasignoralamoda,
protagonista a tutto tondo. Questa volta va in
scena alla Biennaledartedi Venezia(1 giugno
24 novembre 2013; labiennale.org/it/arte)
in gran spolvero confermando quanto la moda
abbia un imprescindibile ruolo di motore nella
creativit. Immancabile la scelta dei palcoscenici
pi prestigiosi. Se nella propria sede istituzionale
a Ca Corner della Regina, la FondazionePrada
presenta When Attitudes Become Form: Bern
1969/Venice 2013(prada.com), la Fondazione
Swarovski ha
optato per la basi-
lica di San Giorgio
Maggiore per il suo
debutto. Il capola-
voro palladiano palcoscenico di Perspectives di
John Pawson (swarovskigroup.com), installa-
zione con una macro lente Swarovski sintesi
tra luce, spazio e proporzione, come spiega
NadjaSwarovski (qui sopra, alla sinistra della
basilica di San Giorgio) presidente della Fonda-
zione artistica di famiglia. Formatasi al fanco
dellicona fashion Isabella Blow, Swarovski pre-
cisa che la neonata istituzione vuole sostenere
progetti innovativi e promuovere quelli a favore
della comunit, oltre a proteggere le risorse
naturali. Alla FondazioneQuerini Stampaliala
FondazioneFurla (fondazionefurla.org) presen-
ta la performance I did not Say or Mean Warning
di ChiaraFumai (in alto al centro) frmata dalla
vincitrice della nona edizione del Premio Furla.
Una seconda
pelle da Piggy
Immagine dellame-
rican style, Tommy
Hilfger (nel tondo) lancia
per questestate una capsule
collection per bimbi e teenager
protagonisti I Muppets
(http://it.tommy.com/Muppet).
Oltre allorso Fozzie, a Beaker e
Animal, i due vecchietti pestiferi Statler
&Waldorf e Kermit la rana, lamato da
Miss Piggy. Protagonista assoluta quan-
do si parla di moda. Basta osservarla,
nello scatto qui a lato, con un modello
la Zac Posen, mentre mostra il ritrat-
to dellamato ranocchio. Tema
sentimentale presente anche
su una delle T-shirt (in alto
destra) della linea Hilfger.
rIProduzIoNe rISerVata
G
i
l
b
e
r
t
M
c
c
a
r
r
a
G
h
e
r
c
r
a
i
G
M
c
D
e
a
n
sette | 21 24.05.2013 95
Stili di vita ModaUomo
di Carlo Ortenzi
foto di Paolo Spinazz
1
Ventiquattrore in pelle martellata con
manici allungabili (1.350 euro) e
2
gemelli
in oro con cristalli (prezzo su richiesta),
Dolce & Gabbana.
3
Porta carte di credito
in pelle di coccodrillo, Tods (prezzo su
richiesta).
4
Bomber in pelle trapuntata con
profli in maglia di lana, Dolce & Gabbana
(prezzo su richiesta).
5
Casco jet in fbra
di vetro stampata con imbottiture in pelle
trapuntata, Agv (199 euro).
6
Occhiali da sole
con montatura in metallo dorato e lenti a
specchio, Piazza Italia (8,95 euro).
7
Mocassino in pelle scamosciata con trafori
e nappine, Loriblu (280 euro).
8
Camicia
in popeline di cotone con colletto e polsini
a contrasto (180 euro),
9
cravatta in seta
regimental (110 euro),
10
bretelle elasticizzate
con dettagli in vernice e metallo (prezzo su
richiesta), tutto Corneliani.
Come fondo: tessuto in lana gessata, Reda.
Vado in uffcio
in moto. Giubbino
di pelle, casco e
occhiali a specchio.
Da portare con camicia
classica, cravatta
regimental, gemelli
e ventiquattrore
integrazioni
di stile
2
7
9
10
8
1
tonino lamborghini eyewear
Occhiali da vista con montatura
in acetato e logo in metallo
(305 euro).
Ferrari Prima
Bomber in pelle di agnello
con dettagli in nappa plong
(1.980 euro).
Barrett
Francesina in vitello spazzolato con decori
a coda di rondine (410 euro).
Herms
Cravatte in seta con stampe geometriche
(145 euro cad.).
1
2
3
4
h
a
c
o
l
l
a
b
o
r
a
t
o
g
i
o
e
l
e
p
a
n
e
d
d
a
sette | 21 24.05.2013 96
3
4
5
6
en Vogue
Quel calzino bianco
che non sempre stona
C
ercate su Google tra le foto di Paul
Newman e di Marlon Brando. E poi
cercate anche quelle di Ray Petri, colui
che invent il mestiere dello stylist e che realizz
negli Anni Ottanta decine di straordinari servizi
moda per I-D e The Face: Ray che pensava che
fosse diffcile sembrare belli in qualcosa che non
fosse il jeans, Ray che mand a casa il giubbotto
di pelle del ribelle Marlon Brando e lo sostitu con
quello nero, in tessuto sintetico, dei piloti dellUs
Air Force (da Repubblica 2007). Tanto i due attori
quanto Petri amavano indossare il denimcon le
calze bianche. Ma la moda, per sua defnizione,
mutamento, trasformazione. La moda sorpren-
dente. La moda a volte eccesso, stravaganza
e, anche nella costruzione di un shooting di moda,
qualche volta vale la pena di osare e di subirne
le conseguenze! Come succede ai designer nelle
sflate, anche gli stylist che lavorano per le riviste
rischiano di suscitare indignazione: proponi
le calze bianche sotto un abito di alta sartoria e
piovono insulti, anche se la bellezza della foto di
Gianluca Fontana oggettivamente incontesta-
bile. Se detestate lidea di una calza che non sia
blu o grigia, soprattutto per un abito come questo,
non detto che abbiate tutti i torti. Ma nemmeno
che abbiate per forza ragione.
Foto
di Gianluca
Fontana per
Style Maga-
zine. Abito Ki-
ton, Mocassini
Bally.
riproduzione riservata
AlessandroCalascibetta
Montblanc
Porta iPad in pelle di vitello
spazzolato (305 euro).
l.B.M. 1911
Blazer sfoderato
doppio petto in
lana e cotone
fnestrato con
revers a lancia
(prezzo su
richiesta).
Xacus
Camicia button
down in popeline
di cotone doppio
ritorto
(110 euro).
5
6
7
sette | 21 24.05.2013 97
Stili di vita ModaDonna
di Elena Formenti
foto di Enrico Su Ummarino
1
Abito in cady di seta, 18CRR81 Cerruti
(169 euro).
2
Occhiali in acetato rosa, Nau
(69,90 euro).
3
Pochette in raso con ricami,
Prada (590 euro).
4
Tubino con cinturina
in cuoio e strass, Annarita N(109 + 97 euro).
5
Portafoglio in saffano, Coccinelle (135
euro).
6
Sandalo in satin con focco in strass,
Valentino Garavani (820 circa).
7
Sandalo in
raso e tacco a farfalla, Alberto Guardiani (625
euro).
8
Clutch in pelle con borchie, Valentino
Garavani (1.050 euro circa).
9
Mini cappelliera
in rettile con tracolla, Trussardi (1.290 euro).
10
Giacca in cotone e lurex, Comptoir Des
Cotonniers (225 euro).
11
Borsa bellfower,
in pelle verniciata, Louis Vuitton (prezzo su
richiesta).
12
Polo in cotone, Petit Bateau (44,50
euro).
13
Polo smanicata in cotone, Brooksfeld
(93 euro).
14
Camicia in lino e seta (115 euro),
15
maglia in cotone traforato (126 euro) e
16
bermuda (126 euro), tutto Fred Perry.
17
Borsa
in pelle, Moschino (895 euro).
18
Dcollete
con tacco a spillo, Ballin (360 euro).
19
Gonna
in tweed di cotone con frange in tripolino,
Elisabetta Franchi (231 euro).
20
Cintura in
vernice, Comptoir Des Cotonniers (195 euro).
Per il fondo decoro Prada.
Pastelli di primavera.
Tonalit cipria
per abitini bon ton.
E cangianti nuances
di verde per impegni
pi informali
Sei gioielli
da mettere al dito
2
3
4
5
9
6
7
8
1
H
A
C
O
L
L
A
B
O
R
A
T
O
v
i
T
A
C
e
s
A
R
i
Breil
Anello steel silk
effetto catena,
in acciaio
lucido con logo
sovraimpresso
(60 euro).
Bulgari
Anello B.zero1 in oro rosa e marmo verde
bowenite (1.100 euro).
Crivelli
Anello in oro
rosso e pav di
brillanti con
diamante fancy
taglio cuore
(prezzo su
richiesta).
1
2
3
sette | 21 24.05.2013 98
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
riproduzione riservata
mim
Anelli Leela, in oro, diamanti e giada o agata
bianca in diversi colori
(1.300 euro cad.).
damiani
Anello della collezione D. Lace
in oro bianco, onice nera e pav
di diamanti (3.690 euro).
Vhernier
Anello in oro rosa, granato,
madreperla e cristallo di rocca
(prezzo su richiesta).
4
5
6
sette | 21 24.05.2013 99
Cannes si veste anni Venti. Serata a tema per la prima del
Grande Gatsby. Scollature audaci e rossetti accesi sul red carpet
Stili di vita Bigliettodinvito /
di Ivan Rota
parole gioVani. Tre nuove
voci per la radio, tre giovani
aspiranti speaker che avranno
la possibilit di cimentarsi con
il lavoro dei loro sogni e farsi
sentire da milioni di ascoltatori
sulle frequenze di Rai Radio1.
Paolo Franciosi di Padova,
Andrea Di Ciancio di Roma e
Fernando Tucci di Napoli sono
i vincitori della quarta edizione
del concorso La radio di parola,
lunico talent italiano dedicato
agli aspiranti conduttori radio-
fonici, ideato e promosso dal
programma Il ComuniCattivo di
Igor Righetti (sopra).
CoCktail da Campione. In
concomitanza con lapertura
degli internazionali di tennis,
Mot &Chandon ha celebrato
il suo brand ambassador Ro-
ger Federer nella meraviglio-
sa cornice del Grand
Hotel Jumeirah, a
Roma: cocktail
chic per il torneo
Mot Tiny Tennis,
che ha visto
sfdarsi numerosi
personaggi dello
spettacolo. Dopo un duello
allultima pallina con Claudia
Gerini, il vincitore stato
lattore Filippo Nigro, premiato
dallo stesso Roger Federer.
T
anti campioni della MotoGp, tra cui andrea
dovizioso, Jorge lorenzo, Bradley Smith,
randy de puniet, hanno trascoso unintera giornata
a Disneyland Paris per il ventesimo anniversario
del parco giochi, prima della gara sul circuito di Le
Mans. I piloti hanno provato tutte le attrazioni, dal
MoteurActionStuntShow al RocknRoller Coaster.
E, alla fne, paperino (con loro, nella foto a sinistra)
li ha salutati tutti in allegria.
U
n grande chef pu cucinare proprio di tutto, specie per
una buona causa. il caso delliniziativa Passaparola: 50
sfumature di Rosa, ideata da Perlana per raccogliere fondi in
favore della Susan Komen Association (per la prevenzione del
tumore del seno), a cui ha aderito Filippo la mantia, chef tra
i pi creativi e amati del panorama nazionale. Il progetto vede
50 vip lavorare a maglia, ma lui i ferri sembra usarli piuttosto
per gustare scherzosamente un piatto di lana rosa (sotto).
Il Festival di Cannes iniziato alla
grande: la prima sera red carpet all
star per Il Grande Gatsby con Carey
Mulligan(3), in Dior, tra gli altri due
protagonisti, Tobey Maguire e Leo-
nardo DiCaprio. Allanteprima, occhi
puntati su NicoleKidman (6), mem-
bro della giuria, FreidaPinto (7),
GeorgiaMayJagger (4), Cara De-
levingne e CindyCrawford (5)
in Cavalli. Poi, cena preparata
dagli chef pluristellati Anne
Sophie Pic e Bruno Onger.
Tema della serata, let
del jazz: molti abiti anni
Venti. Fan impazziti per
LanaDel Rey (2), Emma
Watson e IslaFisher
(1). Chi ha incuriosito di
pi? La splendida Marine
Vacth, protagonista di Jeune and Jolie
di Franois Ozon (a pag. 95).
RIPRoDuzIoNe RIseRvata
1 2
3
4
5
6
7
sette | 21 24.05.2013 100
Questioni di et
Leo si vede ventenne, Emma si sente grande. Audrey lotta
con il passato. E Shakira, a 37anni, impara a fare la mamma
Non mi sento bella. Posso piacere, ma le
belle ragazze sono altre. In passato ho
addirittura sofferto la loro presenza, mi
mettevano un po di soggezione. Chiss,
forse anche per questo che sono diventa-
ta attrice: per superare le insicurezze.
Audrey Ta
(Ma guarda: non era poi cos favoloso, allora, il mon
dAmelie?!? una delle star francesi pi amate e co
teggiate del mondo ma ha aspettato di arrivare a ta
flm quanti i suoi anni, 37, per svelarci la molla segre
suo talento artistico).
Il nuovo papa? Conceda sacerdo
alle donne e matrimonio per tut
Pedro Almodvar Caba
(Francesco sfonda ogni muro mediatico e, dopo aver
rimproverato persino le suore, invitandole a essere meno
zitelle, viene invitato a varare riforme storiche. E il grande
regista spagnolo gli indica la via breve: fai sposare tutti.
Proprio tutti).
Quando sono arrivato
mi sembrato che
lelicottero mi facesse
scendere in La dolce
vita. Questo un
luogo incredibile in
cui presentare i film
e stavolta devo dire
che lopera in cui recito
rischiosa, ma Baz un
regista coraggioso.
Leonardo DiCaprio
o per mettere le mani avanti con
Baz Luhrmann, a Cannes lineffa
e Leo apre la conferenza stampa
fciale sul Grande Gatsby con una
ta da superstar e una bella presa
distanza preventiva dallopera del
gista. Del resto, si sente ancora lo
spirito dei ventanni, no?).
Sono timida ma determinata, non ho
paura di difendere le mie idee.
Emma Watson
(Ne deve sapere qualcosa il suo agente, dato che
solo gi dopo lesordio con la parte nella saga di
Harry Potter Emma, a 12 anni, vantava un patri
monio in banca che in euro volava sopra i cento
milioni. Ora, alla prova della maturit con Sofa Cop
pola, vedremo se vale davvero tutti i soldi che guada
SECONDO ATTO COERENTE
Sonofierodei
miei quasi
quarantanni
veri, vissuti,
anchesemi
sentolospirito
di quandone
avevoventi
LeonardoDiCaprio
(Alla vigilia della partenza
per Cannes, dove era
atteso per il lancio del
Grande Gatsby, linquieto
attore ha rilasciato intervi
ste programmatiche con
in sottofondo Forever
young. La linea dellim
maturit programmatica
non verr smentita).
LEO GRANDE, ATTO PR
FACCIAMO DUE CONTI
CARA, NON SEI SICURA?
Stili di vita Sfarfalloni /
di Paolo Martini
M
I
L
E
S
T
O
N
E
(
5
)
rIProduzIoNe rIServata
D.: Cosa fa mamma Shakira con il suo bambino?
R.: Quello che mi capita. Dicono sia importante stimolare i
sensi del bambino. Recentemente ho anche scoperto i dvd
di Baby Einstein: Milan li adora, lo capisco da come ride. Ha
solo tre mesi, ma gi in grado di concentrarsi: che si tratti
di un libro letto da me o da suo padre, oppure di una scenet-
ta che gli recito, capta ogni cosa.
D.: Qual laspetto della maternit che pi lha sorpresa?
R.: Non mi aspettavo che i bambini avessero bisogno di cos
tanti pannolini: nessuno mi aveva detto che devono essere
cambiati cos spesso. Milan molto tranquillo, ma non avrei
mai immaginato che sarebbe stata cos dura pren-
dermi cura di lui: spendo un sacco di energie, ma
adoro farlo.
D.: Che cosa le piace di pi della sua nuova vita?
R.: Mi diverte ogni piccola cosa. La maternit non
una condizione idilliaca come molti la descrivo-
no, ma nemmeno cos tremenda come viene
dipinta da altri. un po come la vita: devi
accettare il pacchetto completo.
Shakira
(Shakira Isabel Mebrak Ripoll ha 37 anni e certe notizie
doveva averle gi imparate. In ogni caso, un mese dopo
il parto era gi in tv a fare da giudice per il talent show
The Voice Usa. La maternit pacchetto completo
versione popstar).
LINCUBO FECALE
GALOPPA IL CABALLERO
26/05 02/06 7 notti 599
02/06 09/06 7 notti 599
09/06 16/06 7 notti 699
16/06 23/06 7 notti 699
26/05 02/06 7 notti 599
02/06 09/06 7 notti 599
09/06 16/06 7 notti 599
16/06 23/06 7 notti 629
26/05 02/06 7 notti 455
02/06 09/06 7 notti 455
09/06 16/06 7 notti 455
16/06 23/06 7 notti 455
Un quattro stelle lusso con grande spa, posizione panoramicissima,
a pochi passi dal centro, vicino alla spiaggia dei Maronti.
Nel cuore di SantAngelo un albergo dal ricercato stile moresco
situato in una zona tranquilla a pochi passi dalla splendida piazzetta.
Sul mare, tra il profumo dei limoni, degli aranci e le calde acque
termali, ofriamo unatmosfera familiare in uno scenario da favola.
26/05 02/06 7 notti 362
02/06 09/06 7 notti 377
09/06 16/06 7 notti 377
16/06 23/06 7 notti 437
26/05 02/06 7 notti 450
02/06 09/06 7 notti 450
09/06 16/06 7 notti 500
16/06 23/06 7 notti 500
26/05 02/06 7 notti 385
02/06 09/06 7 notti 455
09/06 16/06 7 notti 455
16/06 23/06 7 notti 455
Loreley un'oasi di pace, il luogo ideale per trascorrere una vacanza
in assoluto relax e benessere. Molto panoramico.
Un delizioso albergo dal tipico stile mediterraneo, a conduzione
familiare. Afacciato sul mare e sullaTorre di SantAngelo.
Hotel a carattere familiare, panoramico, con centro benessere,
spiaggia privata, piscine e solarium. Accoglienza autentica e sincera.
26/05 02/06 7 notti 350
02/06 09/06 7 notti 350
09/06 16/06 7 notti 350
16/06 23/06 7 notti 365
26/05 02/06 7 notti 349
02/06 09/06 7 notti 429
09/06 16/06 7 notti 429
16/06 23/06 7 notti 429
26/05 02/06 7 notti 350
02/06 09/06 7 notti 336
09/06 16/06 7 notti 336
16/06 23/06 7 notti 350
Immerso nel verde di un vigneto, il posto ideale per chi vuole
trascorrere una vacanza rilassante tra il mare e la natura.
In posizione centralissima, ma anche tranquilla, lideale per una
vacanza benessere nel cuore del borgo pi chic dellisola di Ischia.
Immersa tra le boungavilles e afacciata su una vista emozionante,
Casa Romualdo vi accoglier in un caldo ambiente familiare.
Hotel Terme San Michele Hotel La Palma Hotel Terme Casa Rosa
Hotel Loreley Hotel Villa Maria Hotel Terme Ferdinando
Hotel Casa La Vigna Hotel Villa Sirena Pensione Casa Romualdo
CONDIZIONI DELLE OFFERTE: [1] Per camere di categoria superiore sono previsti supplementi. [2] Per 3 e 4 letto sono previste delle riduzioni. [3] Per accedere alle cure termali necessaria limpegnativa
del medico di base. Il pagamento del ticket ASL diretto in hotel. [4] Tutte le oferte possono essere soggette a variazione in base alla data in cui viene efettuata la prenotazione.
La trasparenza del suo mare, lincanto dei suoi panorami,
la poesia delle sue case colorate, le spiagge, il sole che
brilla tutto lanno, la magia delle notti in piazzetta.
SantAngelo, il connubio perfetto tra glamour e natura.
SANTANGELODISCHIA
Mare, sole e terme. Il paradiso appena dietro langolo
scopri tutte le nostre oferte su
www.hotelsantangelodischia.it
SPIAGGIA GRATUITA INCLUSA NEL PREZZO
Servizio spiaggia gratuito, per tutta la durata del soggiorno, compreso di ombrellone e
lettini, sulla splendida e grande spiaggiadei Maronti.
INGRESSOGRATUITOAL PARCOTERMALE TROPICAL
Per tutta la durata del soggiorno, con 10 piscine, piscina di acqua di mare, cascate,
idromassaggio, percorso vascolare, sauna, grotte romane, lettini, ed ombrelloni.
LE NOSTRE OFFERTE VACANZA Tutti i prezzi sono per persona, in camera standard e trattamento di mezza pensione
081 999276
081 999313 081 999252 081 999269
081 999712 081 999717 081 999282
081 999215 0815076111
Sette Piaceri&Saperi
scuola / musica / tecnologia / libri / tempoal tempo/ medicina / cibo/ vino/ cocktail
CINEMA Due grandi amori
per Sorrentino: Servillo e
una Roma densa di malinconia
VIAGGI Londra celebra i 150 anni
della metro con mostre e foto storiche.
Poi una merenda dal cappellaio matto
ANIMALI Ai delfni del Rio
delle Amazzoni basta un sasso
per corteggiare le femmine
106 116 122
Gara di schizzi
per il grande
schermo.
Rapide, salti,
cascate: percorsi
in canoa adesso
portati in Valsesia.
Per il flm festival
IL teMAseMbrAuNpo dI NIcchIA, ma
i documentari selezionati per il Valsesia
Canoa Film Festival sono capaci di far
venire la pelle doca anche a chi non mai
salito su un kayak: fumi imponenti, rapi-
de, salti, gorghi e cascate, dove i profes-
sionisti delle avventure fuviali si buttano
a capoftto, con la stessa naturalezza con
cui un comune mortale entra nella doccia.
E sono proprio i lavori di alcuni tra questi
registi-canoisti a essere stati selezionati
per la kermesse cinematografca valse-
siana, in programma oggi e domani a
Campertogno, piccolo comune della valle
piemontese. Levento, unico nel suo gene-
re, conta questanno undici opere in con-
corso, italiane ed europee, realizzate tra il
2012 e il 2013: dalle avventure dellolande-
se Yuri Klaver, che ha disceso in solitaria
il fume Indigirka in Siberia, fno alle
imprese del genovese Stefano Spigno che,
insieme ad altri atleti, ha esplorato i fumi
ad alta verticalit della zona di Veracruz,
in Messico. Non mancano avventure pi
tranquille, storie in cui la canoa diventa
lo strumento per immergersi in paesaggi
incontaminati. Una giuria di sei esperti
decider il vincitore del Kayakko 2013
(valsesiacanoafestival.it).
Cristiana Gattoni
riproduzione riservata
SEttE | 21 24.05.2013 103
due amori per Sorrentino
Un Servillo malinconico e una Roma felliniana. Ma spetta
al fallito Verdone e alla spogliarellista Ferilli dare un po di grinta
LamleticoLubitschrestaurato
vaassolutamenterivistoal cinema
Piaceri&Saperi cinema /
di Mariarosa Mancuso
Le recensioni /
di Claudio Carabba
Q
uasi due ore e mezzo per coltivare due
amori: Toni Servillo e Roma. Lattore
prediletto di Paolo Sorrentino torna nel
ruolo che lo ha reso una star del cinema:
malinconico osservatore di un mondo in disfaci-
mento. La citt felliniana, alle feste mondane fanno
da contraltare preti e suore con tonache svolazzanti.
Terrazze, anche. Sui divani, intellettuali e belle don-
ne che provocano una ftta di nostalgia per il flm di
Ettore Scola, anno 1980. Dove Jean-Louis Trintignant,
sceneggiatore in crisi, si schiariva le idee mettendo
sotto il rubinetto la pallina rotante della macchina
per scrivere Olivetti. Via Veneto deserta, ora non
ci vanno pi neanche quelli che credono di essere
noi, come nella battuta di Ennio Flaiano: al risto-
rante mangiano sceicchi e donne velate.
omaggi e citazioni. Il futuro del cinema italiano
che oltre a Matteo Garrone ha Paolo Sorrentino tra
i portabandiera guarda al passato. Nello stile di
ripresa, nelle inquadrature, nei dialoghi e nel perso-
naggio di Jep Gambardella. Scrittore di un solo libro
uscito negli Anni 70 con il titolo depoca Lappara-
to umano vaga chiacchierando con vecchie e nuove
conoscenze. Caustico nelle intenzioni, meno nei ri-
sultati. Anche lui crede di essere Flaiano, nella voce
fuori campo e nella cadenza che ricorda i giovanotti
di Leoni al sole, diretto da Vittorio Caprioli nel 1961
(per la ricca signora milanese, qui affdata a Isabella
Ferrari, un pensiero affettuoso va a Franca Valeri).
Lodore delle case dei vecchi era la risposta del gio-
vane Jep Gambardella a chi gli chiedeva le cose per cui
vale la pena di vivere. Ora prova orrore per chi si atteg-
gia a intellettuale accostando Marcel Proust a Niccol
Ammaniti. Il suo viaggio al termine della notte la
citazione da Cline sta nei titoli di testa, non possiamo
sbagliare lo conduce tra artisti contemporanei e scrit-
tori frustrati che mettono in scena DAnnunzio. Il ruolo
da fallito tocca al bravo Carlo Verdone, sfortunato con le
Lagrande beLLezza
di Paolo Sorrentino
con Toni Servillo, Sabrina
Ferilli, Carlo Verdone, Carlo
Buccirosso e Iaia Forte
Se non lo conoscete, vestitevi e uscite. Ma anche se avete in
casa un vecchio dvd (spesso imperfetto come il mio) andate al
cinema lo stesso; sar una festa. To be or not to be (girato a caldo,
nel 1942) una scatenata commedia su un tema tragico (i
nazisti che occupano la Polonia) e uno dei capolavori di Lubitsch,
maestro tedesco arrivato a Hollywood sulla rotta di Colombo. La
copia, restaurata e rimasterizzata dalla Teodora di Vieri Razzini
(che sempre sia lodato), promette nuove emozioni. Sar bello
rivedere i duetti dei coniugi Tura (capricciosi attori nella Varsavia
del 1939), il passaggio dallillusione della pace alla terribile
occupazione, gli equivoci e i giochi di travestimento, che portano
tutta la compagnia nel cuore della Gestapo, faccia a faccia col
generale Concentrone e con lo stesso dittatore. Il carosello
buffo comincia quando il superbo Tura attacca il monologo di
Amleto, essere o non essere. Appena lui comincia, un giovane
aviatore si alza: stavolta, questo il problema.
TobeornoTTobe
(vogLiaMovivere)
con Carole Lombard, Jack Benny
e Robert Stack
SeTTe | 21 24.05.2013 104
Mi rifacciovivo
di SergioRubini. Con EmilioSolfrizzi, Lilloe Neri Marcor
Lascensore per lInferno preso da Lubitsch, langelo
custode da Frank Capra; la reincarnazione da mille com-
medie trascendenti. Teso e ambizioso, Rubini sceglie la
commedia aurea americana per rilanciare lutopia che la
vita sempre meravigliosa. Ovviamente non allaltez-
za degli altissimi modelli e pasticcia un po. Ma la giostra
celeste, a suo modo, va.
LuoMoconi pugni di ferro
di RZA. Con Russell Crowe, Lucy Liu e Rick Yune
Nel villaggio lontano, nella Cina pi remota, sta per arri-
vare loro dellimperatore. La scorta militare forte, ma
fatalmente si scatener una guerra per bande: il tesoro
un piatto troppo ghiotto. Rapper pazzo e immaginoso,
RZA mescola i sapori del cinema (da Leone a Tarantino)
senza badare alle dosi (di sangue). Il risultato scorretto
ma divertente.
il libro, unosconosciuto
I ragazzi leggono se il tema
li trascina. Ose il prof li coinvolge
Scuola /
di Giovanni Pacchiano
donne e ancor pi con la letteratura. Assieme a Sabrina
Ferilli, spogliarellista che sguazza in piscina con il ciam-
bellone salvagente, il personaggio pi genuino. Final-
mente unpo di grinta, e unpo di umana sofferenza, tra
tante fgure pi esemplari che verosimili.
Nulla da dire sulle immagini. A una citazione segue un
omaggio, a un omaggio segue una citazione. La visita
notturna alle statue con una sorta di San Pietro laico
che custodisce le chiavi, o forse un Caronte che traghet-
ta versogli inferi suggestiva e spaventosa. Il grottesco
delle punture di botulino pubbliche, con il numeretto
come alla mutua e la richiesta di preghiera (non sa
quanto le tasse incidono sul mio reddito, si raccoman-
da il punzonatore), riesce altrettanto bene. Restiamo
pi perplessi di fronte al rimpianto per lamore di gio-
vent sulla scogliera: le rose che non colsi (da Guido
Gozzano) illustrate con fash back da fotoromanzo.
un altro flm. La grande bellezza piacer a chi trova-
va This Must Be The Place troppo appiattito sullim-
maginario on the road americano. Ma l cera un
grandioso Sean Penn, sostenuto da battute memora-
bili (per non parlar del trucco, delle unghie smaltate,
della camminata con il trolley). Qui sentiamo la fati-
ca di una sceneggiatura ancora bisognosa di ritocchi.
La decadenza da basso impero in versione discoteca
resta indietro rispetto alla cronaca. Lentrata in scena
della santa sdentata, tale e quale a madre Teresa di
Calcutta con calzino e ciabatta, d limpressione che
stia per cominciare un altro flm.
RIPRoduZIoNE RISERVATA
L
a letteratura di lingua
inglese, com risaputo,
molto pi ricca della
nostra. Ho voluto perci chie-
dere a Marco Franzoso, che in-
segna, appunto, inglese al liceo
Alessandro Volta di Milano, e
che abbiamo gi incontrato in
queste pagine come eccellente
organizzatore di concerti nella
stessa scuola, di scordarsi per
un momento della parte lingui-
stica del suo insegnamento, e di
raccontarci come fa letteratura
in classe. Iniziando dalla do-
manda di rito: i ragazzi leggo-
no? Solo alcuni leggono, ma
in generale non sono lettori.
La risposta era prevedibile, pur-
troppo. Perch, spiega Marco,
il ruolo della scuola un po
cambiato: tu propo-
ni la conoscenza di
un patrimonio che
gli sconosciuto e a
cui non si avvicine-
rebbero mai di loro
iniziativa. Arrivano
al liceo avendo letto
qualche romanzo
fantasy o Harry Pot-
ter; tuttal pi qual-
cuno pu aver letto,
alle medie, Il ritrat-
to di Dorian Gray di Oscar Wilde
o Il giardino segreto della Bur-
nett o Lisola del tesoro di Ste-
venson. Poco in confronto alle
letture che si facevano una volta.
Io comincio la letteratura dalla
seconda, ma con testi sempli-
fcati, altrimenti, per esempio,
un romanzo che scelgo spesso,
come Passaggio in India di E.M.
Forster, sarebbe troppo diffcile
per loro. Opto sempre per libri
con flm, cos Forster o Il giro
di vite di Henry James, perch i
ragazzi ci si ritrovano meglio.
E la storia della letteratura? La
reggono? Certo! Comincio dal
Medioevo perch unepoca di
grande fulgore letterario che a
loro piace. Li affascina il mon-
do del ciclo arturiano e del ci-
clo bretone, ma ancor di pi le
ballate con musica. Tra le pi
gettonate, Geordie (in Italia lha
cantata Fabrizio De Andr) e La
tomba inquieta: sono a sfondo
macabro, ma questo non li spa-
venta, anzi, li attrae.
Tutteper labront. E poi si arri-
va a Shakespeare... Certo, ma lo
faccio in quarta, perch in terza
sarebbe sprecarlo. Mi soffermo
di solito su Amleto e Macbeth,
perch il tema della follia cri-
minale li appassiona. In quinta,
dove abbiamo quattro ore in-
vece delle solite tre, unora alla
settimana facciamo lettura di
narrativa. Punto molto su 1984
di George Orwell: piace perch
facile dal punto di
vista della trama e
perch il tema del-
la manipolazione
delle coscienze e
del lavaggio del
cervello attuale,
facendo parte del-
la politica. Un altro
romanzo che fac-
cio leggere molto
spesso Cime tem-
pestose di Emily
Bront. Quasi sempre le ragazze
lo conoscono gi. Sorprendente,
vero?. Strano, perch un libro
diffcile. Strano s: un roman-
zo molto complesso. E comun-
que ne vale la pena. Delle tre
sorelle Emily era il genio. Un
appassionato di letteratura, se
sollecitato, diventa un fume in
piena. Ma c un punto da chia-
rire subito: qual , oggi, lobiet-
tivo di un insegnante di inglese
che insiste sulla lettura di testi?
Lobiettivo principale inse-
gnare la lingua e la cultura at-
traverso la letteratura. E formare
nei ragazzi un atteggiamento
critico nei confronti della paro-
la. Torneremo a parlarne nella
prossima puntata.
Lobiettivo
insegnare
lalingua
attraverso
laletteratura.
Eformare
nei ragazzi
unapproccio
critico
SeTTe | 21 24.05.2013 105
VoglioFabioVolocomefollower
Per averlo seguace su Twitter, lo si pu tentare con le note.
Islandesi, come la sua compagna e gli emergenti Samaris
Piaceri&Saperi Musica /
di Luca Bottura
H
o lavorato alcuni densi mesi con Fabio Volo e devo dire
che non come sembra.
Cio, poniamo tu sia di sinistra. Lui non superfciale
come ti sembra, prevenuto che non sei altro. Anzi, in
generale, piuttosto progressista. Solo che sconta sta puzzetta sotto
al naso di noi vecchi arnesi sinistrorsi che a chi fa successo la menia-
mo tanto sempre e comunque.
Poniamo tu sia di destra, invece. Non come ti sembra. Non lico-
na del disimpegno, il baluardo inconsapevole contro il culturame
communista, con due m, quello del libro che ti compri in auto-
grill e poi metti a fanco di Bruno Vespa so-
pra al plasma 102 pollici. Anzi, divora quelli
degli altri. Magari Chomsky lo impasta con
Rifkin, per quello che ne esce, allincirca
Chomskin, na robba che alla fne un sen-
so ce lha pure.
Poniamo che tu sia di centro, e lo ritenga
uno a cui sostanzialmente piace tanto la
gnocca. Ecco, l come sembra. Per da un
po diventatopure monogamo. Sta per fare
un fglio. E pure in quel campo, alla fne,
licona non corrisponde. Ho detto icona.
Come ormai chiaro a chiunque legga que-
ste righe, non solo non so niente di musica ma ho cominciato a uti-
lizzare la rubrica a uso personale. Lo scopo di questa settimana (o
chiusa) quello di farmi seguire su Twitter da Volo. Questo perch il
suo miliardo di follower, sovrapposto ai miei, dovrebbe agevolmen-
te trasformarmi inuna twitstar e permettermi di chiedere a Sette un
aumento del compenso.
Dunque ho pensato a un pezzo sulla musica islandese visto che la
sua compagna attuale viene di l. Magari si commuove. Potevo scri-
vere di Bjrk, ma sarebbe stato troppo facile. Potevo vergare qualche
riga su Emiliana Torrini, che a dispetto del nome da Comasina
nata a Kpavogur ed cresciuta a pane e geyser. Tra laltro c una
sua bella cover di I hope that I dont fall in love with you, quella
di Tom Waits, che consiglio a chiunque voglia dare un bellabbrivio
a un innamoramento ancora da scrivere. Ma sarebbe stato ancora
troppo semplice.
Allora ho pensato ai Samaris. Di cui ignoravo lesistenza fnch non
mi arrivato un comunicato sormontato da una foto, la loro, tipo
Pussy Riot con intruso (uno un uomo). Allinizio manco pensa-
vo di ascoltarli: una recensione senza sentire il pezzo non si nega
a nessuno. Per sono un tizio ostinato. Ho
chiesto informazioni proprio su Twitter
ho una follower islandese, Naima Ivansdt-
tir, suona pure lei e lei mi ha risposto: Un
gradevole retrogusto bjrkiano ma pare
siano la nuova avanguardia, pu darsi che
facciano il botto questestate, chiss!.
A sto punto il pi era fatto, ma per strafare
ho voluto anche sentire il disco: One little
indian. Ecco. Diciamo innanzitutto che sa-
rebbe stata la colonna sonora perfetta per Il
Grande Capo di Lars Von Trier, la comme-
dia in cui il capo in questione era islandese.
Ma il Dogma nonprevede colonna sonora, quindi ciccia. Allora met-
tiamola cos. Voi siete tipo Fabio Volo. Avete appena scritto il libro
della vita e per festeggiare uscite a bere una cosa congli amici. Birra,
sigaretta simpatica, fan scatenate. Al quindicesimo secondo circa,
rientrate a casa con la prescelta, accendete qualche candela e fate
partire il Bose con su i Samaris a volume medio-basso. Come sotto-
fondo perfetto, e ci siamo capiti per cosa.
Mi sa che non mi followa pi.
@bravimabasta
Ai confni
RandoMaccess
MeMoRy
di Daft Punk
Colonna sonora
THe GReaT GaTsby
di AAVV
Italiana
daRwin!
di Banco del mutuo
soccorso
Get Lucky gi in orbita da un
mese. Ma il nuovo album del duo
francese non merita di essere se-
zionato: unopera perfetta, satura
di idee, imperdibile non solo per chi
ama la dance elettronica. Giorgio
by Moroder delizia pura.
Lhip hop come il jazz. Ne con-
vinto Baz Luhrmann che si affdato
a Jay-Z per il suo Gatsby. Sul suo
flm ci si divide. Pi unanimi i giudizi
sulla colonna sonora (Lana Del Rey,
Beyonc, Emeli Sand, Jack White).
Anche questa volta ha fatto centro.
Giusto il ritorno, quarantanni
dopo, di uno dei classici del rock
progressivo italiano, su cui si sono
formate generazioni di rockettari
italiani. Edizione da collezione
arricchita dallinedito Imago Mundi
con Battiato.
i discHi della seTTiMana
samaris
di stefania Ulivi
seTTe | 21 24.05.2013 106
O
gni anno qualche artista prova a lanciare il tormentone estivo.
Requisito fondamentale: la canzone deve essere idiota. Ma di una
idiozia particolare: deve entrare sotto la pelle e fare tendenza senza
che uno si vergogni pi di tanto a cantarla. Questanno il comico Marco Mila-
no, in arte Mandi Mandi, ci prova con un brano intitolato Gino il bagnino, che
vi consigliamo vivamente di visionare su YouTube. Il video ammicca ai pi triti
luoghi comuni della spiaggia: le chiappe delle ragazze, il sole, il pirlone Mandi
vestito da pirata e dei bagnini improbabili, orrendamente sovrappeso, che si
abbuffano allora di pranzo. Il testo allaltezza: talmente brutto che rasenta
il genio: Ogni bagnino ha il suo pattino, ogni bagnino ha la casa piena, ha la
casa piena di mosconi, e anche i mosconi fanno sempre allamor. Eppure
lautore e interprete, nel presentare il brano, parte da un argomento serio:
nellestate del 2012 sono annegate nelle spiagge italiane 175 persone, di
cui l80%maschi. Pi imprudenti loro o maggiore attenzione dei bagnini a
salvare solo le bagnanti? Sempre Mandi Mandi ci informa che la Capitaneria
di porto di Imperia ha scoperto il trucchetto di un bagnino pigro: ha compra-
to una bambola gonfabile, le ha fatto indossare la sua maglietta e perfno
cacciato in bocca un fschietto. Ma gli sbirri del mare non hanno apprezzato la
sostituzione affbbiandogli una multa da 1.032 euro. In compenso i bagnini di
Toscana, Emilia Romagna e Puglia hanno salvato nel 2011 ben 180 persone.
jazz
Lanalogia tra armonia e citt
b
rani ispirati, onirici, dove il
silenzio suono; brani che
mischiano avanguardia e jazz
acustico, suoni etnici a composizioni
neoclassiche. cos ricco di spunti Son-
gways (Ecm), il nuovo disco del pianista
Stefano Battaglia (nella foto) in trio
con Salvatore Maiore al contrabbasso e
Roberto Dani alla batteria , che la cosa
migliore affdarne il racconto
direttamente al suo autore.
Songways il risultato di
un lungo lavoro iniziato
con il disco precedente The
River of Anyder, e dedicato
ai luoghi che non esistono
messi in relazione al linguaggio
musicale. Attraverso una com-
binazione di stili ho cercato di creare
unanalogia tra larmonia e le citt.
Il jazz si sta contaminando con la
musica davanguardia?
Premesso che non so pi che signif-
cato dare alla parola avanguardia, visto
che continuano a essere considerate
tali quelle che lo erano gi negli Anni
70, credo che il jazz abbia comincia-
to una propria rilettura quando ha
iniziato a essere studiato nelle scuole,
quando la comunit afroamericana
ha spostato su altri linguaggi la sua
forza dirompente. Il jazz stato molto
importante nella mia formazione, ma
credo che la musica che compongo
non parli un linguaggio strettamente
jazz, ma il jazz sia solo una delle sue
lingue. Ci che mi interessa limprov-
visazione.
Perch il trio considerato
la formazione perfetta?
Perch una formula ma-
gica, e non soltanto nel jazz,
si pensi a Beethoven, a Jimi
Hendrix. In trio si possono
avere pi schemi e combina-
zioni: uno a due, due a uno, uno
pi uno pi uno. Se fosse una squadra
di calcio sarebbe una squadra vincente.
un triangolo di cui mi interessa che il
vertice cambi, anche nello stesso pezzo.
Il mio trio infatti non pianocentrico
come poteva accedere con quello di Bill
Evans o di Oscar Peterson, ma ha un
equilibrio che si sposta continuamente.
E Songways lo dimostra.
Lorenzo Vigan
riProDuzione riserVAtA
effetto note /
di Mario Luzzatto Fegiz
Il tormentone del bagnino
Per i nostalgici del mattoncino. Ambientata
nel mondo immaginario di una Lego City in
versione San Francisco, lavventura poliziesca
Lego City Undercover ha come protagonista
leroico agente Chase McCain ed realizzata
in esclusiva per la console Wii U e
i comandi dello speciale GamePad
che, oltre a ospitare la mappa del-
la citt, si trasforma anche in uno
scanner virtuale che, puntato ver-
so lo schermo della tv, permette di
individuare i malviventi e trovare i
bonus speciali (Wii U, 55 euro).
Pallottole e adrenalina. Gears of War: Judg-
ment segna il nuovo capitolo di una delle
saghe di titoli sparatutto da guinness dei
primati (oltre 19 milioni di copie vendute in
tutto il mondo); con modalit mul-
tiplayer e cooperativa (fno a quat-
tro giocatori), questa volta si parte
in missione per salvare il pianeta
Sera sullorlo della distruzione a
causa dellinarrestabile Orda di
Locuste, storici nemici dei soldati
delle Squadre Speciali (Xbox 360,
abilitato per Xbox Live, 65 euro).
il mondo nel pallone. Il nuovo simulatore di
stile di vita sportivo Lords of Football una
sorta di reality che permette di seguire e gui-
dare la vita dei giocatori della propria squadra
ventiquattro ore al giorno, sette giorni alla
settimana, sul campo tra allena-
menti e partite ma anche durante
il tempo libero. Una curiosit: per
la realizzazione del gioco gli autori
si sono avvalsi della collaborazione
di un consulente di lusso, Gianluca
Vialli, gi giocatore, allenatore e
commentatore televisivo di sicura
affdabilit (per Pc, 25 euro).
Una galassia di avventure. Con Star Trek: Il
Videogioco la mitica USS Enterprise atterra sul
pianeta dei videogames per affrontare nuovi
episodi completamente originali che ripren-
dono le vicende narrate nel flm di Abrams
(2009); nei panni del capitano Kirk
o di Spock (oppure di entrambi, in
modalit co-op) si parte alla sco-
perta di remote stazioni spaziali
e ci si difende dai nuovi attacchi
sferrati dagli immancabili Gorn
(Pc, Ps3 e Xbox 360, da 50 euro).
scontri virtuali
Buoni e cattivi in lotta
nei nuovi videogiochi
Tecnologie /
di Andrea Milanese
seTTe | 21 24.05.2013 107
IN 25 PAROLE
A
ugusto Cavasso un
campione italiano di
pallacanestro e gioca
nella Nba in America.
arrivato allultima partita di una
luminosa carriera e ha appena fnito
di disputarla quando riceve la noti-
zia che suo padre, Cesare, morto.
Con il padre, un famosissimo cuoco
(che detestava e proibiva luso della
parola chef), Augusto ha da tem-
po e bruscamente interrotto ogni
rapporto perch non ne sopportava il carat-
tere autoritario ed egocentrico, non tollerava
la vertiginosa considerazione che il genitore
aveva di se stesso.
Augusto sale sul primo aereo per lItalia dove,
in un paesino ligure, la famiglia Cavasso vive e
dove il patriarca aveva il suo stellatissimo (nel
senso delle stelle Michelin) ristorante, il tem-
pio dove offciava il suo culto personale (chec-
ch ne pensi il fglio, a me Cesare Cavasso sta
simpaticissimo). Mentre in volo, Augusto
ripensa alla sua vita e al tormentato legame
col padre (ma senza segni di cedimento o di
pentimento bens continuando a detestarlo).
A scuoterlo dai ricordi una bella ragazza che
sta litigando con le hostess a proposito dei
privilegi di chi viaggia in prima classe rispetto
a quelli che viaggiano in economica. Augusto
(che un uomo che guarda le donne ancora
ce n qualcuno! , anzi fa loro delle radiogra-
fe complete con dettagliate analisi dei capi
di vestiario che indossano) molto
divertito dallalterco e interviene ca-
vallerescamente a difesa di Rossella,
cos si chiama la contestatrice. Da
cosa nasce cosa e Augusto e Ros-
sella cominciano a scambiarsi, ad
altissima quota, le prime esplorati-
ve tenerezze. Il loro amore a prima
vista.
Al momento dello sbarco il sogno
si scontra con una realt non altret-
tanto gradevole. Una delle sue sorel-
le informa Augusto che la ragazza da lui co-
nosciuta in volo una nemica acerrima della
famiglia Cavasso (e qui famiglia ha anche la
sfumatura di signifcato che assume quando
pronunciata in ambito mafoso). Lex campio-
ne di basket viene catapultato in una riedizio-
ne gastronomica di Giulietta e Romeo. Cosa
accaduto? accaduto che Cavasso padre ha
avuto per anni un secondo che poi lo ha tra-
dito carpendogli segreti industriali, aprendo
un ristorante concorrente e giurandogliela a
morte. Costui il padre di Rossella, subornato
dalla moglie che ha sempre nutrito invidia nei
confronti dei Cavasso covando verso quella di-
nastia di gourmet un rancore feroce (di natura
sociale, estetica, culturale).
una guerra che Augusto non vuole combat-
tere. Lui non vuole saperne di neo-Capuleti e
di neo-Montecchi. Non vuole saperne del lo-
cale, della sua tradizione, del suo prestigio. Ha
altri progetti. Ora che ha smesso di giocare a
Storia della marchesa
Luisa Casati (1881-
1957) che ebbe come amante
Gabriele dAnnunzio e fu il pi
bel personaggio inventato da
dAnnunzio (a parte dAnnunzio
stesso).
Il racconto pi strano
ambientato durante la Resistenza.
Della Resistenza non c quasi
lombra. Se fosse, proprio per
questo, il miglior racconto scritto
sulla Resistenza?
Le strade, le case, i
quartieri dei flmambientati nella
capitale. Il libro conferma un vecchio
sospetto: Verdone ha un occhio
pasoliniano per le location.
LAcAsAtI.
LAmusAEgOIstA
di Vanna Vinci
Rizzoli Lizard
RAccONtO
dAutuNNO
di Tommaso Landolf
Adelphi
ROmA, sI gIRA! 2
di Mauro DAvino e
Lorenzo Rumori
Gremese
una Giulietta e Romeo dei ristoranti liguri
La rivalit mortale tra due cuochi della Riviera minaccia
la love story tra i fgli. Commedia rosa dal retrogusto amaro
Piaceri Libri /
di Antonio DOrrico
cosa bolle inpentola
Roberto Perrone, giornalista
del Corriere, autore dei
romanzi La lunga e Averti
trovato ora. Nella pagina
accanto, lo scrittore
giapponese Kenzaburo Oe,
Nobel letteratura 1994.
LAcucINA
dEgLI AmORI
ImPOssIbILI
di Roberto perrone
(Mondadori)
sEttE | 21 24.05.2013 108
Uscito nel giugno 60, Psycho
polverizz i record dincasso. Per
la prima volta fu proibito lingres-
so, allora usuale, a spettacolo
cominciato. Hitchcock pretese, per
rispetto della suspense, che fosse
visto dallinizio alla fne. Per Peter
Bogdanovich probabilmente il
flmpi visivo e cinematografco
del regista. Per Peter Cowie non
solo il miglior flmdi Hitchcock, ma
lhorror pi intelligente e inquie-
tante mai realizzato.
hItchcOck(LINcREdIbILE
stORIAdI Psycho)
di Stephen Rebello
il Castoro
Cammeo / La lettrice emotiva
che temeva mi avessero deportato
improvvisamente in Russia
LA FAccIA PI bELLA dEL NOvEcENtO. Vito Pafundi, Potenza, vota
Kenzaburo Oe, perch la sua faccia il risultato di una vita vissuta intensa-
mente che non gli ha risparmiato niente. Gentile Vito, non sono convinto.
NON scOmOdIAmO LAudAcIA. Emanuela Minnai scrive a proposito
di La locanda degli annegati di Simenon, racconti da me celebrati su La let-
tura: Non so da quanti anni la leggo, il suo sguardo sui libri e anche sugli
uomini mi piace molto, anche sul calcio. Non le ho mai scritto perch temo
riceva migliaia di lettere. Oggi per voglio farlo. Ci vuole audacia in Italia a
parlare di racconti che se non profumano di lago o cose del genere non ven-
gono considerati scrittura seria, anche se si tratta di Simenon. A proposito io
credevo di avere letto tutto e che niente di questo grande scrittore mi avrebbe
pi stupito. Mi sbagliavo. La ringrazio e le dico, con estrema sincerit, che
non ci vuole tutta questa audacia a scrivere quattro parole su un giornale.
normale mestiere. Laudacia ci vuole e va scomodata per altre cose, di pi
grave momento (come si diceva una volta).
AssENtEIstA? Avendo saltato
una rubrica sono stato sommerso
di lettere. Vi ringrazio per la pre-
mura. Barbara Giorgi ha scritto una
lettera preoccupata: Sono Barba-
ra di Rapallo: lo so, le avevo detto
che non lavrei pi disturbata, ma
questultimo venerd dal magazine
mancavano le sue rubriche un
colpo al cuore! e quindi... insom-
ma... parliamone. Io sono unemo-
tiva patologica lavr capito mi
appassiono e mi affeziono anche
a distanza e le brutte sorprese mi
destabilizzano (anche le belle, se
per questo...). L per l, ho persino
pensato a un dispetto del mio edi-
colante (da tempo ha sgamato il
mio misero e solitario acquisto del venerd): temevo mi avesse staccato appo-
sta le sue pagine. Se fossimo in Russia, penserei a una improvvisa deporta-
zione: con quellaria da simpatica canaglia e con lacume critico che si ritrova
magari lei davvero scomodo per qualcuno... ma suvvia, siamo in Italia,
in un Paese libero e democratico, quindi non andata cos. Ho escluso, per
scaramanzia, un eventuale problema di salute; e poi, quando mai le simpa-
tiche canaglie (vd. sopra) si ammalano o perdono? Ho anche contemplato la
possibilit di un involontario effetto boomerang provocato da noi lettori a
lei fedelissimi: il successo, si sa, suscita invidia e linvidia prima o poi porta
guai... Ma anche questa ipotesi suona macchinosa ed credibile solo per me
che, quanto a senso della realt, difetto non poco. Da ultimo, mi sono detta
che forse la concorrenza (?) le ha fatto unofferta talmente vantaggiosa da non
poter essere rifutata: ok va bene, felice per lei, per almeno ci/mi dica: dove
possiamo trovarla? Mi gioco anche la carta del patetico ricatto: se venerd
prossimo le sue rubriche saranno ancora desaparecidas, non comprer pi
il Corriere (sai che danno?! per come si dice in fondo tutto fa brodo!).
P.S: il mio romanzo rothiano preferito Il fantasma esce di scena; non cen-
tra nulla con quanto scritto sopra lo so sto solo tentando di provocare una
qualche compassionevole risposta. Tranquilla Barbara, sono tornato.
adorrico@corriere.it
basket, coltiva lidea di diventare uno sceneg-
giatore (il cinema una sua grande passione
cos come la musica leggera italiana degli anni
Sessanta e Settanta, anche quella pi kitsch,
in particolare quella pi kitsch). E, soprattut-
to, lui vuole vivere la sua storia damore appe-
na sbocciata con Rossella senza farsi ricattare
dalle faide familiar-ristorative dietro le quali
intravede lombra ingombrante, anche adesso
che non c pi, del padre. Ma non sar facile
e succederanno molte cose che tingeranno la
vicenda di rosa, di giallo e (quasi) di nero.
Roberto Perrone ha scritto una commedia
perfetta dove mischia le sue varie passioni (lo
sport, la Liguria di riviera e dentroterra ,
lalta cucina, il cinema, la musica leggera, lab-
bigliamento femminile, quello che c oltre
labbigliamento femminile) con toni ora scan-
zonati, ora romantici, ora drammatici (non
lasciatevi fuorviare dalla fnta bonomia di Per-
rone, il succo amaro). Ne verrebbe fuori un
bel flm, di gusto francese pi che italiano.
In Perrone ho creduto sin dai tempi di Zamora
e di La lunga. Per lui ho infranto la regola che
mi ero imposto di non scrivere sui libri dei
colleghi del Corriere e, a causa di questo, un
collega mi tolse perfno il saluto. Certi giorna-
listi sono pi permalosi degli chef.
RipRoDuzione RiSeRVATA
C
h
i
a
r
a
C
a
d
e
d
d
u
J
a
C
q
u
e
s
B
r
i
n
o
n
/
a
p
sEttE | 21 24.05.2013 109
UnHemingway senza genio
Dos Passos raccont la guerra di trincea come un gelido
memoir narrativo. E dopo aver rinnegato Stalin, rest solo
Piaceri&Saperi Saggistica /
di Diego Gabutti
C
ome Hemingway, che ne trasse Ad-
dio alle armi, anche John Dos Pas-
sos fu conducente dambulanza sui
fronti della Prima guerra mondiale,
unesperienza da cui trasse Liniziazione di un
uomo. Se era una gara a raccontare meglio la
guerra, fu Hemingway a vincerla, tuttavia la
storia era la stessa. Hai mai letto Alice nel Pa-
ese delle Meraviglie? chiede un tale. Diavolo,
continuo a pensare che sto per incontrare il co-
niglio che imburra il suo orologio in ogni an-
golo. Se Hemingway, che ne aveva i numeri,
scrisse unromanzo bello e solido, JohnDos Pas-
sos scrisse un memoir narrativo, gelido, spas-
sionato, senza concessioni al sentimentalismo.
Per il grande romanzo, bench Jean-Paul Sartre,
uso alle iperboli, lo reputasse il pi grande
scrittore del secolo, Dos Passos non ebbe mai
il genio. Non di meno fu lautore di Manhattan
Transfer e della cosiddetta Trilogia Usa (Il 42
parallelo, 1919, Un mucchio di quattrini): altret-
tanti monumenti al romanzo modernista che in
quegli anni stava nascendo a Parigi, la location
(diciamo cos) della Recherche proustiana, la
citt in cui fu stampato per la prima volta lUlys-
ses di James Joyce e dove la colonia americana
raccolta intorno a Gertrude Stein, di cui James
R. Mellow racconta la vita straordinaria in un
grande libro, Cerchio magico, si guadagn ne-
gli anni del dopoguerra il marchio doc di lost
generation, o generazione perduta. Sono state
scritte molte storie di questa leggendaria fliale
rive gauche del Greenwich Village newyorche-
se. Quella che preferisco Il ritorno degli esuli
di MalcolmCowley, che fuuno dei giovani colo-
ni americani nella Ville Lumire dei cubisti, dei
surrealisti, delle cause radicali. Chi trotzkista,
chi devoto al Padre dei popoli, i giovani intellos
americani erano tutti di sinistra estrema, com-
preso Dos Passos, il quale perse per la fede nel
comunismo quando il suo amico e traduttore
spagnolo, Jos Robles Pazos, fu assassinato
dagli stalinisti, per futili motivi ideologici,
durante la guerra di Spagna. Allepoca, come
racconta Ignacio Martnez de Pisn in Morte
di un traduttore, Dos Passos era a Madrid con
Hemingway e Joris Ivens, il documentarista,
per girare un flm sulla rivoluzione. Ma fece
troppe domande sulla fne del suo amico e le
sue domande non piacquero alla Ghepe. Piac-
quero poco anche agli altri scrittori americani
di sinistra presenti in Spagna, a cominciare da
Hemingway, che dapprima cerc di convincere
Dos Passos a farla fnita contutti quei piagnistei
e che, quando cap che la sua morale da caccia
grossa non avrebbe convinto Dos Passos a de-
sistere, gli tolse il saluto. Fecero lo stesso anche
gli altri pezzi grossi del fronte popolare.
Non un saluto. A Dos Passos, colpevole daver
perso tutto il suo entusiasmo per Stalin e soci,
Hemingwayelealtrestar del giornalismoameri-
cano di sinistra giurarono eterna vendetta. Ogni
suo libro, per i successivi ventanni, fu ignorato
oppure recensito ferocemente dalla critica uff-
ciale. Dos Passos aveva sgarrato, e nessuno, tra
quelli che contavano, volle avere pi nulla a che
fare con lui. Con Hemingway, che col tempo e
le nespole della guerra fredda si sarebbe a sua
volta disamorato dello stalinismo, lautore di
Manhattan Transfer sincontr a Cuba molti
anni dopo. Sulla porta di casa Hemingway, al
posto del nome sulla cassetta delle lettere, cera
un busto di gesso dello scrittore. Dos Passos lo
us per appenderci il cappello. Hemingway gli
tolse defnitivamente il saluto.
LiNiziazioNe di UNUomo
di John Dos Passos
Piano B Edizioni 2013,
pp. 144, 12 euro
da leggere inoltre...
Tempi migLiori
di John Dos Passos
Dalai 2004,
pp. 304, 15 euro

iNTrodUzioNe
aLLagUerraCiviLe
di John Dos Passos
Mondadori 1947,
pp. 404, s.i.p.

morTe di UNTradUTTore
di Ignacio Martnez
de Pisn
Guanda 2006,
pp. 224, 14,50 euro

iL riTorNodegLi eSULi
di MalcolmCowley
Rizzoli 1963,
pp. 314, s.i.p.

CerCHiomagiCo
di James R. Mellow
Garzanti 1978,
pp. 592, s.i.p.
RIPRoDuzIone RIseRvata
iN Libreria
Grande giornalista, saggista raffnato,
che nella sua carriera ha raccontato gli
eventi e i calchi umani del secolo breve in
libri come Il mistero di Lenin e Hotel Lux,
Enzo Bettiza torna sugli arcana ideologici
della guerra fredda col suo nuovo ro-
manzo. Novantenne, ex agente segreto,
Peter Jarkovic ricorda le sue avventure
negli anni del totalitarismo, lascesa di
Hitler, il terrore rosso, di cui rende conto
come un moderno uomo del sottosuolo.
Alla sua terza monografa, dopo Ban-
ksy. Il terrorista dellarte e Shepard Fairey.
In arte Obey, sui maestri della street
art, Sabina De Gregori racconta adesso
lopera di Christian Gumy, C215, che
aggiorna la ritrattistica classica (volti
vibranti e introspettivi, unanatomia
del dolore e della gioia di vivere)
allet dei murales e dello stencil. Sono
pura ritrattistica, naturalmente, anche
le monografe di Sabina De Gregori.
C215. UNmaeSTro
deLLoSTeNCiL
di sabina De Gregori
Castelvecchi 2013,
pp. 216, 29 euro
LadiSTrazioNe
di enzo Bettiza
Mondadori 2013,
pp. 495, 20 euro;
ebook: 9,99 euro
SeTTe | 21 24.05.2013 110
PassatoPresente /
di Lucrezia DellArti
guerraconungiornodi ritardo. Per il telegrafo
24maggio1915: unsecolofa lingressodellItalia nel Primo
conflittomondiale. Tra lacrime e lettere di minaccia al re
Trincee. Il primo caduto fu un alpino di Udine, nella Grande Guerra morirono 700mila italiani.
Il Piave mormorava calmo e placido al
passaggio / Dei primi fanti il ventiquattro
maggio: / lEsercito marciava per raggiunger
la frontiera, / per far contro il nemico una
barriera. / Muti passaron quella notte i fanti;
/ tacere bisognava e andare avanti. / Sudiva
intanto dalle amate sponde / Sommesso e
lieve il tripudiar de londe: / era un passaggio
Piave
LItalia, che rimand di un giorno lentrata in
guerra contro gli Imperi centrali in segno di
cortesia internazionale, perch il 22 maggio
le linee telegrafche con lAustria erano state
interrotte e non vi era modo di recapitare la
dichiarazione di guerra al Governo austro-
ungarico.
Guerra
(Alla casa reale) Avvertite il re che se
dichiarer la guerra noi uccideremo lui, sua
moglie, sua madre, i suoi fgli, i suoi parenti, i
suoi ministri e le loro famiglie e tutti i grossi
personaggi che riterremo responsabili in
qualunque modo. Li uccideremo lindomani,
dopo un mese, dopo un anno, due anni,
quando meno laspettano, come meno se lo
sognano. Certo non scamperanno alla mor-
te perch ne andrebbe della vita nostra e
dei nostri fgli. E avvertitelo subito e in modo
sicuro per non avere il rimorso di non averlo
fatto bene. in nome del Signore Onnipoten-
te. Amen. Maggio 1915 (Lettere estratte
LeTTera
Lalba del 24 maggio 1915 vide effettuarsi
il primo balzo delle truppe che si erano ve-
nute concentrando in Friuli durante il lungo
periodo della tormentata vigilia, mentre la
popolazione tutta fuori, sulle strade e sulle
piazze, attendeva fdente ed ansiosa di
conoscere linizio dei fatti darmi, dai quali
sembrava quasi far dipendere lesito della
guerra [Giuseppe Del Bianco, nel secondo
volume de La guerra e il Friuli]
armi
La guerra mise fne allimpero austro-unga-
rico, a quello ottomano e agli zar di Russia.
Crollarono gli Asburgo, gli Hohenzollern e
i Romanov. Si port dietro per unepide-
mia la spagnola che tra 1918 e il 1919
provoc pi morti dei combattimenti. La crisi
economica successiva alla guerra fu il primo
passo verso quella del 1929.
Crisi
Dal balcone del Quirinale, il Re baci il
tricolore, gridando: Viva lItalia!, la Regina
pianse di commozione, il Principino Ereditario
fu visto sventolare il berretto da marinaio col
pi vivo entusiasmo davanti alle 100mila
persone che accolsero con clamore la notizia
dellentrata in guerra.
Lalpino Riccardo Di Giusto, 20 anni, ferroviere
di Udine, colpito in fronte da un proiettile
nemico, fu il primo caduto italiano. Durante la
I Guerra Mondiale morirono in 700mila.
BerreTTo
CaduTo
NoTTe
Soldati di terra e di mare! Lora solenne delle
rivendicazioni nazionali suonata. Seguendo
lesempio del mio Grande Avo, assumo oggi
il Comando Supremo delle forze di terra e
di mare con sicura fede nella vittoria, che il
vostro valore, la vostra abnegazione, la vostra
disciplina sapranno conseguire. Il nemico che
vi accingete a combattere agguerrito e de-
gno di voi. Favorito dal terreno e dai sapienti
apprestamenti dellarte, egli vi opporr tena-
ce resistenza; ma il vostro indomito slancio
sapr di certo superarlo. Soldati! Avoi la glo-
ria di piantare il tricolore sui termini sacri che
la natura pose ai confni della Patria nostra.
Avoi la gloria di compiere, fnalmente, lopera
con tanto eroismo iniziata dai nostri padri.
Gran Quartier Generale, 24 Maggio 1915.
Vittorio Emanuele (il proclama del Re).
soLdaTi!
Le altre notizie della giornata
su www.cinquantamila.it
P
U
B
L
I
F
O
T
O
dolce e lusinghiero. / Il Piave mormor: Non
passa lo straniero (Giovanni Gaeta, pi noto
con lo pseudonimo di E. A. Mario, La leggenda
del Piave).
I bersaglieri ciclisti partirono alle 2 del
mattino, passarono il confne a Stupizza e
puntarono verso Caporetto senza incontrare
resistenza, perch le truppe nemiche si erano
ritirate sui monti; nelle stesse ore un reparto
di bersaglieri raggiunse la Valle dellIsonzo
attraverso Luico; alle 16.30 arrivarono a
Corada senza colpo sparare perch libero.
Tuonavano cannoni sul versante di Tolmino
(dal libro della parrocchia di don Giovanni
Petricig).
da R. Monteleone, Lettere al Re, Editori Riuniti,
Roma 1973).
seTTe | 21 24.05.2013 111
Il nuovo numero della rivista del Pen Club italiano mette il dito sulla
piaga delle nominepolitiche negli Istituti italiani di Cultura. Ecco
lestratto di unintervista a un signore che la materia la conosce bene
Quei dieci direttori
nonsempreallaltezza
Polemiche culturali Quando la chiara fama non basta
L

attivit di promozione della


lingua e della cultura italiane
allestero si avvale attualmente di
una rete di 90 Istituti italiani di
Cultura, distribuiti nei cinque continenti. Il
loro funzionamento regolato da una legge
del 1990, ma oggi si avverte lesigenza inde-
rogabile di procedere a una sua profonda
riforma. Nodi cruciali da sciogliere sono le
strategie per battere la concorrenza di altri
Paesi europei e il reclutamento del perso-
nale, in particolare per quel che riguarda
le nomine politiche, quelle cosiddette di
chiara fama. Su questi due punti abbiamo
chiesto unopinione a Giuseppe Manica, gi
direttore degli Istituti di Cultura, di Dama-
sco, New Delhi, Ankara, Tunisi, Barcellona,
Budapest, Lisbona, Stoccolma e Bruxelles
Come affrontare la concorrenza di quei
Paesi che destinano alla cultura risorse
ben pi consistenti delle nostre?
Il ministero degli Affari esteri dovrebbe
operare con maggiore effcacia dal centro,
promuovendo grandi progetti di comune
interesse da far circolare allestero. Ci con-
sentirebbedi ridurrelespeseedi imprimere
unimmagine piforte di politica estera, pur
lasciando agli Istituti la facolt di realizzare
proprie iniziative al fne di venire incontro
alla domanda di cultura in loco. Lalleanza
con soggetti privati (Aziende, Fondazioni,
Istituti di credito, ecc.) ormai un must, te-
nuto conto che il nostro Paese destina alla
cultura, considerata gi da molto tempo
una dea negletta, risorse miserevoli, a dif-
ferenza di altri Paesi quali Francia e Germa-
nia, che, pur disponendo di un patrimonio
culturale non paragonabile al nostro, sono
soliti impiegare ben altri mezzi. Al fne di
indurre i soggetti privati a investire in cul-
tura, sarebbe quanto mai opportuno, sulla
falsariga di quanto gi accade in altri Paesi,
concedergli agevolazioni fscali.
Il reclutamento idoneo a selezionare un
personalefornitodelledoti necessarieper
dirigere un Istituto italiano di Cultura?
del 1990. Lesperienza limitata, per alcuni,
al solo settore di provenienza professionale
non ha consentito, inoltre, di promuovere
la cultura italiana nei suoi molteplici aspet-
ti. Inevitabile, quindi, dare allestero unim-
magine solo parziale del nostro patrimonio
culturale. Allora non sarebbe pi opportu-
no conferire ai chiara fama, tenuto conto
della loro area di specializzazione, incarichi
di esperti presso le nostre rappresentanze
diplomatico-consolari?.
I direttori di chiara fama percepiscono
retribuzioni di gran lunga superiori a
quelle di un direttore di carriera.
Sarebbe opportuno, oltre che giusto, alla
luce anche della spending review, ridurle
sensibilmente ed equipararle a quelle dei
dirigenti culturali di carriera.
Per concludere: poich la legge in questio-
ne non ha defnito lelenco delle dieci sedi
di maggiore rilevanza su cui il ministro de-
gli Esteri in carica nomina dieci direttori,
non sarebbe meglio che ci avvenisse al pi
presto per evitare che la scelta delle sedi vari
continuamente, a seconda degli interessi
individuali manifestati dagli aspiranti?
Lhotel de Galliffet a Parigi
Il settecentesco palazzo in Saint-Germain acquistato dallo Stato
italiano nel 1909, che dal 62 ospita lIstituto italiano di Cultura.
riproduzione riservata
Occorrerebbe sottoporre i candidati, in
sede di concorso, non solo a prove psico-
attitudinali, ma anche a prove di esami per
accertare, da un lato, la preparazione cul-
turale, dallaltro, la conoscenza del project
management, la capacit di comunicazio-
ne, le doti organizzative nella gestione am-
ministrativa e nelle risorse umane.
Le cosiddette nomine di chiara fama,
che spettano al ministro in carica, valuta-
no le competenze necessarie per conferi-
re una direzione dIstituto?
Tenendo conto dellesperienza acquisita
sul campo, il personale di carriera ha gi
questi requisiti. Non altrettanto si pu dire
per i personaggi di chiara fama (a volte
sconosciuti al grande pubblico), per i quali,
fra laltro, non previsto alcun corso di for-
mazione presso lIstituto diplomatico. Non
hanno tutti dato prova di una buona gestio-
ne degli Istituti, salvo alcune eccezioni rap-
presentate da personalit che hanno rivesti-
to il ruolo di manager in amministrazioni
pubbliche e/o istituzioni culturali private
o da personaggi di spicco, come accadde
nella prima fase di applicazione della legge
sette | 21 24.05.2013 112
il tuo 5 x1000
a te non costa nulla,
insieme si pu fare molto!
1
tutela del patrimonio
storico, artistico e naturale
3
restauro e valorizzazione
dei beni culturali e delle opere darte
4
conservazione dei parchi e
delle aree marine protette
5
educazione e formazione
alla conoscenza e alla difesa
del patrimonio
2
difesa del paesaggio e
dei luoghi di cultura
piccoli
grandi
gesti
dal 1955
5 buoni motivi per donare a Italia Nostra onlus
80078410588
scrivi il Codice Fiscale
Partecipa alla tutela del nostro Paese,
associati o dona tramite bonifco bancario
Iban: IT 12 R 02008 05324 000400039817
Info su www.italianostra.org
Bergamoospita gli indigeni del Pianeta
Pigmei africani, indios dellAmazzonia, aborigeni australiani,
nativi nordamericani. Tutti custodi di tradizioni millenarie
Piaceri&Saperi Tempoal Tempo /
a cura di Manuela Croci
N
on mancher nessuno allappello per la XIII edi-
zione di Spirito del Pianeta: tra musiche etniche,
danze purifcatrici e strumenti esotici, per il fe-
stival internazionale per gruppi tribali indigeni
sono attesi pigmei dal Camerun, indios dallAmazzonia e
dervisci rotanti dalla Turchia, nativi nordamericani e abo-
rigeni australiani, popoli custodi di tradizioni millenarie e
di un patrimonio culturale che rischia oggi di scomparire,
ma che per oltre due settimane saranno protagonisti di un
magico mondo fatto di suoni, canti e balli provenienti da
ogni parte del mondo (anche dalla Scozia e dalle vicine valli
orobiche). Fino al 9 giugno, nella cittadina della provincia
bergamasca sono attese oltre 150mila persone, per una va-
riopinta kermesse che si articoler in una serie di attivit pa-
rallele come mostre, conferenze, seminari, cene conmenu a
tema, mercatini di artigianato e cos via, ma che questanno
ospiter anche un evento nellevento: il 7 giugno dal festival
partir una marcia noncompetitiva che, dopo 1.300 chilome-
tri di cammino, arriver a Vitoria nei Paesi Baschi, dove alle
autorit locali verr consegnato un simbolico bastone degli
anziani, in vista dellottavo Incontro degli Anziani saggi del
Pianeta che si terr il prossimo settembre ad Albacete.
Andrea Milanesi
IN Breve
roMacolore inmusica
Tra pitture sonore e melodie croma-
tiche, lo storico spettacolo realizzato
nel 1928dal pittore Vassilij Kan-
dinskij sulla musica dei Quadri duna
esposizione di Modest Musorgskij
torna a rivivere nellAula Magna della
Sapienza, dove il pianista Mikhal
Rudy eseguir il capolavoro del
compositore russo con proiezio-
ne in sincrono di un video basato
sulla versione teatrale di Kandinskij,
autore di quadri di grandi dimensio-
ni che si andavano componendo in
perfetta sintonia con la partitura.
Kandinskij/Musorgskij
28 maggio - Universit
Sapienza - concertiiuc.it
ModeNaPippodelbonosi fa intre
Al Festival di Cannes nei panni di un prete alla Che
Guevara per il flmdi Valeria Bruni Tedeschi Un Chteau en
Italie e protagonista di Henry, storia damore e solitudine
diretta da Yolande Moreau. Dal 25 in teatro con Orchidee,
immagini, suoni, colori, danza e limmancabile Bob.
Orchidee - 25 e 26 maggio - viefestivalmodena.com
MIlaNoalbanese inscena per benefcenza
Gi testimonial della campagna 5 per 1.000 dellIstituto
Nazionale dei Tumori, Antonio Albanese concede il bis e
con lo showRecital indosser i panni dei suoi personaggi
pi celebri per una serata di spettacolo e solidariet.
Recital - 28 maggio - T. Nazionale - teatronazionale.it
MIlaNola leggenda del Magoe del Parn
Helenio Herrera e Nereo Rocco, il Mago e il Parn
degli Anni 60 sono protagonisti della mostra Quelli
che...Milan Inter 63, organizzata a Palazzo Reale con
Comune di Milano e Skira. Curatore Gigi Garanzini;
molte foto sono del centro documentazione Rcs.
Quelli che...Milan Inter 63 - Fino all8 settembre.
laQuIlaTutti insieme per la citt
I weekend dellAquila rinascono grazie ad asso-
ciazioni e movimenti cittadini. Tanti gli appunta-
menti: domani grande festa nellarea dellex O.P. di
Collemaggio, mentre al Muspac va in scena Serafno
Gubbio Operatore, dallopera di Pirandello.
Il sabato del cratere - Fino al 22 giugno
Spirito del pianeta
Dal 24 maggio al 9 giugno
Chiuduno (Bg)
lospiritodelpianeta.it
Nelle foto, gli indiani dAmerica
della Louisiana.
@ManuelaCroci
mcroci@corriere.it
SeTTe | 21 24.05.2013 114
food & wINe
culTura
PISToIaIncontri sulluomo
Tra oggi e domenica torna
a Pistoia Dialoghi sulluomo,
il festival dellantropologia
contemporanea intitolato Loltre
e laltro. Il viaggio e lincontro e
articolato tra dialoghi, readings
letterari, spettacoli teatrali e
mostre fotografche.
Dialoghi sulluomo
Dal 24 al 26 maggio
dialoghisulluomo.it
laSPeZIaeticaemorale
Tra incontri, dibattiti e conferen-
ze, la V edizione della rassegna
Parole di Giustizia ha lobiettivo
di portare nuovi contributi su un
tema di scottante attualit: Que-
stione morale ed etica pubblica:
lItalia a una svolta?.
Paroledi Giustizia - Dal 24 al
26 maggio - paroledigiustizia.it
MIlaNorestauroconvista
Si trova al centro del cortile
donore del Palazzo di Brera dal
1859, in uno dei luoghi-simbolo
della vita artistica milanese, ma
la statua bronzea di Napole-
one come Marte Pacifcatore
di Antonio Canova necessita
ora di un intervento di restauro
(realizzato sul posto usando
una struttura trasparente) che
inizier grazie al contributo di
Bank of America Merrill Lynch e
sotto la supervisione di Daniele
Pescarmona nel mese di giu-
gno. Durata, dodici mesi.
RestauroNapoleonedi Brera
brera.beniculturali.it
caNdelo(BI) Giovani lettori
Doppio appuntamento per
giovani lettori (con genitori al
seguito) tra gli stand del Festival
del Libro per ragazzi, che si
svolger nel borgo medievale
di Candelo. Ospite deccezione,
Geronimo Stilton.
Festival del Libroper ragazzi
25/26 maggio e 1/2 giugno
prolococandelo.it

N
on muore mai il
canto della terra,
scriveva John Keats.
Un abbraccio di tutto quello che
ci circonda e che vive insieme con
noi: fumi, mari, citt, montagne.
Un mondo in evoluzione nel
quale orientarsi e del quale avere
cura. Per farlo durare e forire.
questa lidea alla base del Festival
dellAmbiente, a Bergamo dal 24
al 26 maggio: una manifestazione
che promuove iniziative, associa-
zioni e imprese che lavorano nel
rispetto del nostro pianeta e di stili
di vita ecocompatibili. Il percorso
del festival si snoda attraverso
quattro aree aria, acqua, terra
e fuoco allinterno delle quali
sono suddivisi gli espositori e le at-
tivit proposte: concerti, spettacoli
teatrali, laboratori, convegni sulla
green economy, mostre di arte
e design. Qualche assaggio? La
onlus Cesvi propone Lenergia del
Castano, un percorso fotografco
a pannelli sulla pianta della noce
amazzonica in Bolivia e Per; o
il progetto Bergamo di tutti, che
si tradurr in una giornata di
raccolta differenziata dei rifuti
e nella piantumazione di giovani
alberi in centro e in periferia.
Allinsegna dellecosostenibilit
anche le opere di Koji Yoshida
e di Dario Tironi, costruite con
materiale riciclato, in esposi-
zione durante il festival, cos
come gli arredi e gli oggetti
di Giorgio Caporaso, che con
suoi Sogni di cartone - La
sostenibile leggerezza del
design porta il verde nella vita
di tutti i giorni. Non mancano
le iniziative dedicate ai pi
piccoli, che potranno salire su
Ecobus, il laboratorio itinerante
che propone esperimenti scienti-
fci, e partecipare al grande Gioco
delloca solare dove, a ogni casella
raggiunta, si conquistano nuove
pratiche del vivere sostenibile.
Micaela De Medici
Festival dellAmbiente
Dal 24 al 26 maggio - Bergamo
associazionefestival-
dellambiente.it
Un weekend per lambiente
Concerti, spettacoli teatrali
e mostre di foto, arte, design
MIlaNoIl festival dei ristoranti
La quarta edizione di Taste of Milano cambia indirizzo ma non formula:
ci si sposta al Superstudio Pi di zona Tortona, ma lidea resta quella di
riunire in un unico luogo alcuni dei ristoranti-top della citt (dieci in tutto).
A disposizione dei visitatori, a prezzi popolari, le creazioni dalta cucina di
chef come Andrea Aprea del Vun, Viviana Varese di Alice Ristorante, Luigi
Taglienti di Trussardi alla Scala. E poi ancora men per bambini, degusta-
zioni di vini e incontri con i protagonisti (biglietti da 15 euro).
Taste of Milano - Dal 30 mag. al 2 giu. - Superstudio Pi - tasteofmilano.it
RIPRODuzIONe RISeRvATA
PadovaTutti incampo
Si disputeranno il 25
maggio al Cus di Padova
le fnali della 2
a
Coca-Co-
la Cup, progetto rivolto alle
prime due classi delle scuole
secondarie di II grado attraverso
un percorso didattico multidisciplinare e
un torneo di calcio a 5; i primi classifcati
faranno vincere alla propria comunit un
campo di calcetto realizzato in parte con
Pet riciclato.
Coca-Cola Cup- 25 mag. - coca-colacup.it
alBa(cN) arte tra i vigneti
C lessenza delle Langhe nella
mostra dellartista albese Valerio
Berruti: prima di tutto il titolo, Dove il
cielo sattacca alla collina, ispirato a Il
partigiano Johnny di Fenoglio, scrittore
simbolo di questo territorio. E poi c la
location, Cantina Bricco Rocche della
famiglia di vignaioli Ceretto.
Dove il cielo sattacca alla collina
Dal 24 mag. al 30 giu. - ceretto.it
SeTTe | 21 24.05.2013 115
Una bella festa del Tubo
Londra celebra i 150 anni della metro.
Con mostre, installazioni e foto storiche
Piaceri&Saperi Viaggio /
di Ilaria Simeone
A
lla stazione londinese di Amer-
sham, quello del 25 maggio
sar un fne settimana storico.
Proprio come la Metropolitan
SteamLocomotive No. 1, locomotiva a vapo-
re del 1898, che per tre giorni torner a cor-
rere sui binari fno a Harrow-on-the-Hill
in occasione di Steam back on the Met (46
euro), uno dei tanti eventi organizzati per
festeggiare i 150 anni della metropolitana di
Londra. The Tube (viene chiamata cos per
la forma a sezione circolare dei suoi tun-
nel), che fece il primo viaggio nel gennaio
del 1863, la pi antica del mondo e, con
TrAdizioni
A merendA dAl cAppellAio mAtto
Il t delle cinque a Londra un classico, ma pu diventare anche
molto insolito. Provate il Mad Hatters Tea del SandersonHotel
(sandersonlondon.com) e vi sembrer di essere alla tavola del
Cappellaio Matto di Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie.
Piatti decorati con animali, orologi, curiosi stuzzichini. Dalle meringhe
alla carota alle tazze da t di cioccolato che si possono mangiare.
450 km di binari e 382 stazioni, la seconda
per estensione, dopo quella di Shanghai.
La sua storia raccontata nelle sale del
london transport museum (ltmuseum.
co.uk), che conserva i primi motori in uso,
dove, fno al 27 ottobre, c la mostra Poster
Art 150. London Undergrounds Greatest
Design: 150 manifesti depoca e spot pubbli-
citari legati allazienda di trasporti. Larte
scesa nei mezzanini delle stazioni con Art
on the Underground, mostre e installazioni
temporanee, mentre al posto degli annunci
pubblicitari sui vagoni si leggeranno poesie
(Poems on the Underground). Per il gene
tliaco sono state coniate due nuove mo-
nete (frmate, tra gli altri, da Jay Osgerby e
Edward Barber, che hanno disegnato la tor-
cia olimpica per i Giochi del 2012) edemessi
francobolli commemorativi che ritraggono
operai al lavoro e le stazioni pi belle.
Taxi e autobus rossi. The Tube il mezzo
di trasporto pi comodo per girare Londra,
ma per scoprire panorami e angoli meno
noti della capitale britannica vale la pena
sperimentarne anche altri, originali e rigo-
rosamente british. Cominciate con i tradi-
zionali cab (i taxi neri depoca) e i rossi au-
tobus a due piani. Poi comprate un biglietto
per una crociera di un giorno a bordo dei
A
rrivano dallOceano e si riversano in massa nel Medi-
terraneo lambendo le coste a branchi compatti. I tonni
rossi, gustosa ricchezza del Mare Nostrum, a San pietro,
isola al largo della costa sudoccidentale della
Sardegna, tra maggio e giugno sono di casa.
Tanto che qui ancora funziona una delle
pi antiche tonnare mediterranee, quella di
Carloforte, dove dal 1738 si perpetua il rito della
mattanza (oggi praticata con metodi molto
meno cruenti di un tempo). E alloro rosso
locale riservata, dal 30 maggio al 2 giugno,
una grande kermesse gastronomica: Girotonno.
Uomini, storie e sapori sulle rotte del tonno
(girotonno.it). Grandi chef che vengono da
Argentina, Francia, Giappone, Italia, Spagna e
Mauritius si sfderanno a colpi di menu esclusivamente a base di
tonno (cotto e crudo), ci saranno incontri culturali e degustazioni
nella casa del tonno rosso. A Carloforte, dove la Liguria incontra
la Sardegna, una kermesse da gustare, con chef da tutto il mondo
con abbinamenti ai vini sardi, mentre il lungomare e le stradine
del centro storico si trasformeranno in ristorante allaria aperta
dove assaggiare le migliori ricette locali (lingrediente principe,
naturalmente, il tonno rosso). Per loccasione
Carloforte accoglie mercati dartigianato locale,
concerti e spettacoli. Finita la festa del tonno,
fate un giro per i vicoli di questo piccolo angolo
di Liguria in trasferta (Carloforte fu fondata da
marinai genovesi che venivano da Tabarka, co-
lonia ligure della costa tunisina): stretti carrugi,
case dalle facciate alte e i colori forti, piazze che
si chiamano Pegli e un dialetto che mescola le
lingue del Mediterraneo. Per la notte il poecylia
resort (poecyliaresort.it; da 140 euro) che ha
sposato la flosofa delle vacanze digital detox
(niente optional digitali come tv, telefono, internet ed vietato
tutto ci che tecnologico, compresi frigo-bar e aria condizionata).
t
i
p
s
(
3
)
seTTe | 21 24.05.2013 116
lAsT minUTe
FrAnCiACorTA
ad alta gradazione il primo
weekend di giugno nelle terre
di Franciacorta. Va in scena
Franciacortando (stradadelfran-
ciacorta.it; 31 maggio-2 giugno)
grande festa del vino che si
celebrer con visite guidate,
degustazioni in cantine e nei la-
boratori di prodotti tipici, menu
e aperitivi a tema, passeggiate
guidate a piedi, in bici e a caval-
lo. LAgriturismo Borgo Santa
Giulia (borgosantagiulia.it)
propone 2 notti in doppia, cesto
di frutta, cena per due con vini
inclusi, visita della cantina con
degustazione e una bottiglia di
brut Franciacorta a 280 euro.
modenA
Storiche Lamborghini, Ferrari
dannata, Ducati dantan. E poi
Maserati, Dallara e De Toma-
so. Il 25 e 26 maggio Modena
sar invasa da un esercito di
auto e moto depoca italiane
radunate per la prima Motor
Gallery, mostra-scambio di due
e quattro ruote da collezione. La
zona una mecca per i patiti del
genere: ci sono 13 musei (lulti-
mo, il MuseoCasaEnzoFerrari,
ha aperto un anno fa) e 12 col-
lezioni private, 4 autodromi e 11
kartodromi. Per loccasione c
un soggiorno speciale: due notti
in zona, biglietto dingresso a
Motor Gallery il 25 e allAuto-
dromodi Imola il 26 a 69 euro
a persona (motorvalley.it).
orTisei
Fine settimana lungo e rosa
allAdler Balance di Ortisei in
Val Gardena. Fino al 16 giugno,
per le signore c un pacchetto
speciale: 4 giorni con ingresso
al centro benessere il Mondo
delleAcque, impacco esfoliante
salino, trattamento viso, mani-
cure, colazione, merenda e cena
gourmet (o bio-menu) costano
656 euro (adler-balance.com).
Il bello sta in superfcie. Metro a parte, ecco tre immagi-
ni-simbolo di Londra: il Tower Bridge (sopra), gli autobus
rossi a due piani in Oxford Street (a sinistra) e una cabina
della funivia urbana Emirates Air Line (sotto), con vista
sulla cupola dellarena O2(ex MillenniumDome).
rIproduzIonE rISErVAtA
barconi da carico a vela del XIXsecolo
(restaurati e adattati al trasporto pas-
seggeri): si parte dal london Bridge
city pier e si toccano i St Katharine
docks, canary Wharf e la thames Barrier
(top-sail.co.uk, 70 euro). Dopo salite sulla
emirates Air line (emirates.co.uk; 5 euro),
la funivia urbana che vola sopra il braccio
orientale del Tamigi, dai royal docks alla
penisola di Greenwich: dallaltola vista spa-
zia sui vecchi docklands, sui grattacieli del-
la City e sulla cupola dello2. E proprio la
cupola del grande tendone-sala da concerti
(in passato fu Millennium Dome) offre la
pi strana passeggiata con vista londinese:
una breve arrampicata sul tetto, attaccati a
un cavo di sicurezza perch il telone rimbal-
za sotto i piedi, fno alla piattaforma pano-
ramica dove si avvistano i profli dei palazzi
dellOlympic Park e lo Shard, la Scheggia di
Renzo Piano (theo2.co.uk, 25 euro).
Infne due suggerimenti per un weekend
low cost. Un pranzo da Bradys (513 Old
York Road) che prepara uno dei migliori
fsh&chips di Londra (9 euro). Una notte
al church Street Hotel (churchstreethotel.
com; da 90 euro): camere colorate, arredi
eclettici e atmosfere tipo Messico.
n
epal, una giornata limpi-
dissima di fne maggio
del 1953. Due uomini,
un alpinista neozelandese, Sir
Edmund Hillary, e uno sherpa,
Tenzing Norgway, raggiungo-
no la cima di una montagna
che nessuno aveva mai scalato
prima. Era il 29 maggio e da
allora la vetta dellEverest non
fu pi inviolata. A sessantanni dalla storica
impresa, il Nepal festeggia la ricorrenza con
gare, maratone, trekking celebrativi, eco-
maratona sulleverest.
In Nepal, festa per chi
ama il trekking. E 23
nuovi monti da scalare
spedizioni e 23 nuove montagne che il Paese
apre per la prima volta alle scalate. Il 29 si
terr la tradizionale Tenzing-Hillary Everest
Marathon, la maratona pi alta del mondo,
per la prima volta affancata da una versione
estrema che prolunga il percorso da 42,2
a 60 chilometri. Per partecipare ai festeggia-
menti, raggiungere il campo
Base sulla parete sud dellEverest
(punto di partenza di Hillary e
Norgway) e ammirare la corona
degli ottomila della catena
himalayana, Azonzo Travel (tel.
02 36513294; azonzotravel.com)
propone un viaggio di 16 giorni
(da organizzare su misura, quote
da 1.500 euro a persona per
gruppi di minimo 4 partecipanti,
voli dallItalia esclusi) che da
Kathmandu raggiunge la regio-
ne del Khumbu, il monastero di tengpo-
che e Kala pattar, lo sperone di roccia nera
proprio sopra il Campo Base.
g
e
t
t
y
seTTe | 21 24.05.2013 117
Il ragazzofuma?Per farlosmettere, premialo
Al ristorante dopo 48 ore, una gita in bici dopo una settimana.
E dopo 3 mesi, a sigaretta spenta per sempre, il Superdono
Piaceri&Saperi BenEssere /
di Sara Gandolf
I dannI sottoI 24 annI
sonoPEggIorI chE nEglI adultI
Tredici sigarette al giorno: la dose me-
dia dei fumatori italiani. Ma il dato pi
allarmante riguarda i giovani: nonostante
i divieti e le campagne educative (che ri-
cordano come i danni del fumo, in adole-
scenza, sono pi seri che in et adulta), il
15,9% dei ragazzi e il 21,8% delle ragazze tra
i 15 e i 24 anni fuma, per un totale di cir-
ca un milione e mezzo di giovani. Molti di
loro, peraltro, si accendono le bionde nei
cortili di scuola, tra una lezione e laltra. In
occasione della Giornata mondiale contro
il fumo, vediamo come si pu aiutarli a
smettere, senza assillarli inutilmente.
1
Il buon esempio. Vale pi di mille ra-
manzine. Un genitore che non fuma o
smette lo stimolo migliore per far spe-
gnere (per sempre) le sigarette ai ragazzi.
2
Scegliere il momento giusto. Meglio
durante le vacanze: meno stressati dai
ritmi della scuola e meno pressati dal rito
collettivo della sigaretta, i ragazzi come gli
adulti affrontano meglio i primi fatidici
4 giorni in cui a volte si palesano, soprat-
tutto nei fumatori pi accaniti, i sintomi
dellastinenza: irritabilit, voglia irrefre-
nabile di fumare, aumento dellappetito e
S
e viola di Albenga, anzi della
Piana dAlbenga, linsolito colore
di una particolare variet di
asparago ligure la cui produzione
tanto esigua che ha rischiato di sparire
del tutto. I frutti e gli ortaggi il cui colore
appartiene alla pigmentazione viola o
bluastro sono molto pi ricchi di principi
attivi come le antocianine, le responsabili
neamente una ottima fonte di vitamine
e minerali, fra cui la Tiamina (o Vitamina
B1), la Riboflavina (o Vitamina B2) e
soprattutto lAcido Folico (o Vitamina B9).
Inoltre, 100 grammi di turioni forniscono
solamente da 24 a 35 calorie a seconda
della variet.
odore particolare. Lasparago un
ottimo diuretico proprio per la massiccia
quantit di Potassio che contiene e la
bassa dose di Sodio. La normale bollitura
fa perdere la vitamina C termolabile,
chi ne volesse usufruire pu gustare le
cimette tenere, crude, in insalata. Laspa-
ragina un amminoacido molto caratte-
ristico, responsabile di quel particolarissi-
consigli alimentari
ad albenga
lasparago viola
dei colori rosso, blu, violetto, e sono molto
utili alla vista perch proteggono i capilla-
ri e i piccoli vasi sanguigni, mantenendoli
puliti e costituendo quindi un aiuto a non
accumulare colesterolo. Troviamo ancora
tanta vitamina C e gli antiossidanti del
gruppo dei flavonoidi, cio composti
polifenolici dal forte potere antiossidan-
te. Lossidazione sempre sinonimo di
invecchiamento e linvecchiamento fa
produrre al nostro organismo prodotti di
scarto del metabolismo chiamati radicali
liberi, che vengono letteralmente spaz-
zati via dagli antiossidanti, in proporzio-
ne alla loro stessa presenza. Lasparago
povero di calorie e di carboidrati, ab-
bastanza ricco di proteine e contempora-
di caterina e giorgiocalabrese
diffcolt a dormire.
3
Via tutte le tentazioni. Almeno in casa,
fate sparire sigarette, posacenere, accen-
dini. E ricordategli spesso quanto stato
bravo/a a decidere di rinunciare al fumo.
4
Portatelo in un buon ristorante. Dopo
appena 48 ore, la percezione di odori e sa-
pori molto pi forte.
5
Fate una bella camminata (o una gita
in bicicletta). Aumentare lattivit fsica o
altre attivit che danno piacere allontana
il pensiero della sigaretta, e dopo qualche
settimana permette di apprezzare i benef-
ci della scelta, a partire dalla respirazione
e dalla maggiore resistenza agli sforzi.
6
Riempite il frigo di frutta e verdura
fresca. Se ci si abitua a sgranocchiare una
carota, una mela o a bere tanta acqua, si
vince pi facilmente la voglia di fumare,
senza ingrassare. Sono rimedi temporanei
da adottare fnch non si spegner defni-
tivamente il desiderio della bionda.
7
Premiatelo al raggiungimento di ogni
tappa. Dopo 1 giorno senza fumo, dopo 2
giorni senza fumo, dopo 1 settimana senza
fumo e cos via, in un crescendo che pu
arrivare a un premio importante dopo 3-4
mesi: unidea potrebbe essere quella di
mettere in un salvadanaio, ogni giorno,
una piccola cifra e al termine del periodo
di prova, quando il vizio si ormai perso
per strada, la somma raccolta potr essere
spesa liberamente (non in sigarette!).
Consiglio fnale: al Museo Nazionale del-
la Scienza e della Tecnologia di Milano
aperta fno al 30 giugno la mostra-labo-
ratorio No Smoking Be Happy, progetto
di lotta contro il fumo della Fondazione
Umberto Veronesi. Si tratta di un percorso
educativo allinterno del corpo umano che
permette di toccare con mano i danni
fsici e psicologici provocati dal fumo di
sigaretta. Ma ai giovani piacer anche la
app No smoking be happy, scaricabile gra-
tuitamente su iPhone e iPad.
Sito internet: nosmokingbehappy.it
sEttE | 21 24.05.2013 118
lasclErosI nascostanEl talamo
La sclerosi multipla potrebbe essere asso-
ciata allatrofa di unimportante regione
del cervello, sostiene uno studio pubblica-
to online sulla rivista Radiology. I ricerca-
tori dellUniversit di Buffalo, in Usa, han-
no infatti scoperto che misurare latrofa
del talamo una struttura di materia grigia
posta in profondit nel cervello median-
te risonanza magnetica per immagini pu
predire con un alto grado di precisione il
rischio di ammalarsi di sclerosi multipla.
Il talamo agisce come una sorta di centro
di raccolta degli impulsi nervosi. Latrofa
del talamo potrebbe diventare unimpron-
ta della malattia e dirci come sviluppare
nuovi farmaci per trattarla, ha spiega-
to Robert Zivadinov, primo autore dello
studio. Gli scienziati hanno scoperto che
la diminuzione del volume del talamo e
laumento di volume del ventricolo laterale
sono le sole misure indipendentemente
associate alla sclerosi multipla.
mo odore causato dal metil-mercaptano
che sentiamo nelle urine dopo aver man-
giato gli asparagi. La presenza sostenuta
di Purine, acido urico e ossalico, rende
lasparago inadatto a chi soffre di gotta o
di iperuricemia e di calcoli renali; in questi
casi bene che questo vegetale lo si
mangi di rado e non in dose eccessiva.
Processi infiammatori. La controindi-
cazione relativa e non assoluta perch
va comunque detto che sia le Purine sia
lacido si perdono in parte con la bollitura.
Chi soffre invece di cistiti, prostatiti e
disturbi alle vie urinarie in generale, non
pu abusarne, proprio per non accentua-
re i processi infammatori.
i
l
l
u
s
t
r
a
z
i
o
n
i
d
i
s
a
n
d
r
a
f
r
a
n
c
h
i
n
o
Nei disegni, due
esercizi consigliati
per allungare,
rinforzare e
sciogliere i muscoli
delle gambe.
Sono ideali
anche abbinati a
digitopressione per
attenuare il dolore.
U
n dolore muscolo-scheletrico
cerca di dirci qualcosa. Non
quasi mai il segno di un danno
ormai avvenuto. Non da ignorare
n da mettere sempre a tacere con
un farmaco. da intendere come un
allarme, poi da interpretare per correre
ai ripari in modo serio. Affermazioni
ovvie per chi del settore, un po meno
per chi vive di corsa, senza il tempo o
gli stimoli giusti per fermarsi a ragio-
nare su un male che vede solo come un
ostacolo alleffcienza che la vita di oggi
impone. C un metodo che spopola
in Germania, dov stato adottato dalla
Nazionale di calcio, di sci e da diverse
squadre che si preparano alle prossime
Olimpiadi, basato proprio su questa
semplice affermazione: il dolore un
allarme. Si chiama LnB, prende il nome
dai coniugi che lhanno sviluppato in
venti anni di studi, in collaborazione
con universit di Medicina e Fisiologia:
la dottoressa Petra Bracht e Roland
Liebscher.
laposturacorretta. Il trattamento
consiste in semplici digitopressioni
per sciogliere le contratture muscolari
(le tensioni, a parte il dolore, determi-
nano unazione sbagliata dei muscoli
e portano a uno stress eccessivo sulle
articolazioni e sulla colonna vertebrale)
associate a esercizi di allungamen-
to e rinforzo dei muscoli, dei fasci
muscolari e del tessuto connettivale.
Si interviene sugli squilibri dinamici
della muscolatura e delle articolazioni.
Gradualmente ma non
troppo perch i tempi di
recupero possono essere
davvero rapidi, si ritrova un
equilibrio muscolo-dina-
mico, si eliminano schemi
dolori addio
metodo tedesco per il dolore utile
di dariooscar archetti
di movimento sbagliati, si correggo-
no posture dannose, si ristabilisce
unazione corretta del lavoro muscola-
re, si stimola un miglior metabolismo
muscolare. Quasi sempre, nel corso
del trattamento, si scopre che la causa
dei malesseri o dei dolori sono attivit
fsiche non correttamente eseguite o
una sedentariet eccessiva, con posture
che a lungo andare provocano danni al
sistema muscolo scheletrico, oppure
scatenano quei dolori che ci avver-
tono che qualche cosa non funziona
nelluso del nostro corpo. Viene
utilizzato in diversi casi di dolori acuti
e cronici, come stati di artrosi, principi
di ernia, calcifcazioni, sovraccarichi,
infammazioni. Gli studi dimostrano
che il dolore diminuisce in modo
sensibile. Il metodo si dimostrato
molto utile sia nello sport sia nella vita
di tutti i giorni. Gli esercizi a corpo
libero, insegnati da istruttori, seguono
una precisa sequenza di movimenti.
Eseguiti in maniera completa e corretta
garantiscono la mobilit di tutti i mu-
scoli e si possono poi ripetere a casa
non soltanto per ritrovare il movimen-
to posturale corretto. Danno infatti
anche benefci sulla forza, lelasticit,
la tonicit e larticolarit. Attenuando la
tensione muscolare, aumentano il livel-
lo denergia, riequilibrando e ottimiz-
zando luso del sistema muscolare
durante le attivit quotidiane, di ftness
o sportive. Senza gridare al miracolo o
alla moda, LnB pu certamente essere
considerato come un sistema utile per
diverse fasce di et, anche
avanzata, per ritrovare
benessere e forma fsica, e
per educare o rieducare il
proprio corpo a un uso pi
corretto.
i
l
l
u
s
t
r
a
z
i
o
n
e
d
i
m
a
n
u
e
l
a
b
e
r
t
o
l
i
sgandolf@corriere.it archetti.dario@gmail.com
riproduzione riservata
sEttE | 21 24.05.2013 119
Oddo, unsushi chefnalmentesadi mare
Gamberi rossi e molluschi crudi, verdure dellorto, fritto misto,
spiedini di pesce e dolci dello chef. Nel beach club pugliese
Piaceri&Saperi Ciboe oltre /
di Camilla Baresani
COCCarObeaChClub
Ctr. Pantanelli 72
Capitolo (Ba)
coccarobeachclub.it
Ambiente
Cucina
Servizio
I
n Italia (e probabilmente nel mondo) il mi-
gliore dei cosiddetti beach club Il Riccio
di Anacapri. Imbattibile per vista, posizio-
ne al tramonto, allestimento, qualit del
cibo e del servizio. Tuttavia, per lo spasso di esteti
e gourmet, sulla scena ci sono fortunatamente al-
tri contendenti di grande qualit. Poco a sud della
splendida Polignano, nella valle dItria (quella dei
trulli, di Cisternino e Martina Franca), lungo una
spiaggia di sabbia setosa c il Coccaro Beach Club.
Il mare particolarmente turchese, ma ancor pi
speciale e sorprendente la cucina. Pane, pizza,
dolci e gelati sono preparati dallo chef Luigi Gian-
nuzzi e dal pasticcere Martino Neglia, le verdure
vengono dagli orti della Masseria Torre Coccaro,
il pesce perlopi locale. Perci anche labusato
sushi, che altrove quasi sempre sconsigliabile
perch preparato con pesci di allevamento e di
qualit scadente, qui in lista e ha tutto un altro
sapore. Del resto, siamo nellunica regione dItalia
dove il pesce lo si sempre mangiato crudo (so-
prattutto frutti di mare), senza bisogno daspetta-
re che arrivassero i giapponesi.
eil pescatovanellabrace. Provate i gamberi ros-
si di Gallipoli crudi con granita di mango e sedano
croccante, o i frutti di mare crudi di Savelletri con
granita e gelatina al lime. Tra i primi, ottimi quelli
con pasta corta lavorata a mano: gli strigoli di pa-
tata alle olive coratine con frutti di mare e pesto
di basilico, e gli strascinati integrali con funghi
cardoncelli, pomodorino di Torre Guaceto al timo
e crema di pecorino dolce. E poi limmancabile
fritto misto, gli spiedini di pesce dellAdriatico,
ma soprattutto il pescato del giorno alla brace. Il
conto per tre portate di circa 55/60 euro.
Un bianco sardo profumato ed estivo
ce lo propongono gli Argiolas, famosa
famiglia di vignaioli di Serdiana, nella
Sardegna sud-orientale. Deriva da
uve vermentino, ha colore giallo
verdolino, fragranti e nitidi profumi
di mela annurca e di cedro e sapore
quasi salato, fresco, immediato, di buon
corpo. Se lo servirete a 8 accostandolo
a fregola in minestra di pesce o
aragosta al vapore, avrete momenti di
vera felicit organolettica.
Oltre a gestire un agriturismo bellissimo,
Guido e Nobuko Busetto fanno anche
vini di ottima qualit. Il loro Chianti
Classico uno di quelli senesi fno al
midollo. Colore granato limpido, profumi
di amarena matura e di prugna, sapore
pieno, alcolico, ricco ma teso da una
piacevolissima acidit. Un rosso agile e
corposo da servire anche fresco, a 16,
abbinandolo a carni rosse alla griglia e a
primi piatti sostanziosi e saporiti della
tradizione toscana.
Un piccolo capolavoro di viticoltura
e di enologia artigianale. Ce lo offre
Giovanna Maccario, che ci ricorda
come il suo nome Rossese derivi da
roccese, vino di rocce, e questo vi fa
capire cosa signifchi lavorare in vigna
dalle parti di Dolceacqua, nellentroterra
di Sanremo. Colore granato chiaro,
profumi di fragoline di bosco e di ribes,
sapore setoso, equilibrato, molto
elegante. Da bere a 16 con agnello alla
ligure e funghi porcini alla griglia.
IsargIOlas
86/100
Vermentino di Sardegna doc
14 euro
Argiolas
Via Roma 29
Serdiana (Ca)
argiolas.it
ChIantI ClassICO2010
85/100
Chianti Classico docg
12 euro
Castello di Selvole
Loc. Selvole 1
CastelnuovoBerardenga (Si)
selvole.com
POsau2010
91/100
Rossese di Dolceacqua doc
14 euro
Maccario Dringenberg
Via Torre 3
San Biagio della Cima (Im)
Tel. 0184 289947
I vInI della settImana
di daniele Cernilli daniele.cernilli@doctorwine.it
mail@camillabaresani.com
sette | 21 24.05.2013 120
Pomodorointutte le salse
Polpe, passate, spicchi e la materia prima arriva da campi bio.
Le specialit? Il pesto modifcato e il carciofo morello toscano
medIterranea
belFIOre
Loc. Cinquantina
via Guerrazzi
Cecina (Li)
mediterraneabelfore.it
s
e chiedete a un bambino italiano
qual la sua pasta preferitaal 99
per cento vi risponder: la pasta al
pomodoro. A casa nostra semplicemente
la pasta al sugo perch quello il con-
dimento per antonomasia,
mentre io da piccola la chia-
mavo la pasta in rosso. In-
somma cambiano i nomi ma
la sostanza sempre la stessa:
dolce, vellutata, arricchita da
un soffritto di cipolla oppure
di aglio con sedano e carote,
con prezzemolo o basilico,
con un pizzico di zucchero o
di peperoncino! Le versioni sono infnite,
ma quella che vi voglio consigliare io oggi,
ha qualcosa in pi rispetto a tutte le altre:
magica. E vi spiego subito il perch.
appena uscito, edito da Rizzoli, un mio
nuovo libro, Le fate a met e il segreto di
Arla (180 pp. 12,50 euro). Questa volta mi
sono dedicata alla narrativa: una storia
magica dedicata alle bambine di tutte le
et, in cui la magia del cibo si intreccia con
quella della natura e due gemelline con
strani poteri saranno chiamate a salvare il
mondo delle fate. Per questo libro mi sono
divertita a inventare ricette un po diverse,
le ho immaginate custodite in un volume
misterioso e antichissimo
e ho stabilito che avessero
dei poteri straordinari. Se
avete tempo di ritagliarvi una
mezzora divertente con i
vostri bambini provate a fare
questi spaghetti al pomodo-
ro pi buoni del mondo(con
un tocco di magia) e aspettate
di vedere che cosa accadr.
sPaghettI alPOmOdOrO
PIBUONI DELMONDO
Ingredienti per 4persone
250 g di spaghetti, 4 cucchiai di olio (versati
nella padella con una piroetta), 3 cipollotti
freschi (affettati con indosso gli occhiali
da sole per non piangere), 3 pomodori rossi
(e possibilmente ancora caldi di sole estivo),
12 foglie e mezzo di basilico, sale
Preparazione.
Immergere i pomodori nellacqua bollente (farsi
venire in mente un pensiero felice dunque sorri-
dere con tutti i denti). Tirarli fuori, spellarli senza
scottarsi le dita (in caso ci sar il nostro pensiero
allegro a consolarci) e tagliarli a pezzi. Soffriggere
i cipollotti affettati nellolio bollente (annusando
a pieni polmoni laroma delizioso del soffritto,
ma occhio agli schizzi sulla camicetta). Unire i
pomodori (pronunciando forte la parola Ol).
Far cuocere per 5 minuti con il coperchio, poi
aggiungere al sugo il sale, il basilico e spegnere il
fuoco (con la mezza foglia di basilico che avanza,
strofnarsi le ditache profumino delizioso!). Met-
tere il frullatore a immersione nel sugo con il basi-
lico fno a ottenere una crema vellutata. Salare
lacqua e buttare gli spaghetti (dopo averli contati
attentamente uno a uno. Beh, se avete molta fame
questo passaggio lo potete anche saltare). Scolare
la pasta, condirla con il sugo, aggiungere una va-
langa di grana (e, mentre la mangiate, condividete
con gli altri commensali il vostro pensiero felice).
t
re deliziose sorelle toscane per deliziarci
con I sapori del cuore: nome poetico
dato alle loro specialit che provengono
da orti e campi. Materie prime selezio-
nate, preparate e conservate nel laboratorio di fami-
glia, a Cecina. E qui c anche il punto vendita dove
acquistare le Salse del cuore, fatte con i pomodori
polpe, passate, spicchi che arrivano da terreni
biologici. Lavorati in modo semplice, naturale, con
laggiunta di aromi freschi. In particolare il basilico,
che cresce nellorto delle sorelle Ciarlo. Simonetta,
Antonella ed Emiliana hanno imparato larte con-
serviera dal padre Donato, che cominci lattivit
nel 1952, coltivando pomodori nella piccola azien-
da di famiglia, a due passi dal mare. Il laboratorio
nasce nel 1974, ma le sorelle sinseriscono a tempo
pieno quando il pap costretto a lasciare (1997).
lacalda estate. Con lingresso della nuova gene-
razione, limpresadomesticasi dunobiettivo: pren-
dere le distanze e differenziarsi dalla concorrenza
industriale. Il risultato eccellente. I pomodori re-
stano il core business della nostra attivit, concen-
trata a luglio e agosto, mesi in cui dal laboratorio
esce la produzione annuale, racconta Antonella.
Prepariamo 40.000 vasetti al giorno, trasformando
in poche ore il prodotto fresco. Oltre ai pomodori,
le sorelle Ciarlo propongono una particolare salsa
al pesto (Abbiamo modifcato il rapporto tra gli
ingredienti; oltre al nostro basilico, domina il par-
migiano reggiano stravecchio), verdure sottolio,
sottaceto, piccanti e in agrodolce: peperoni, melan-
zane, zucchine, olive, funghi, pomodorini, carciof.
Questi ultimi sono eccezionali. Il nostro carciofo
il morello toscano, spiega Antonella. Lavoriamo
solo questa variet. Con grande soddisfazione.
La pasta in rosso
fa impazzire i bimbi.
Dolce e vellutata,
con cipolla, sedano,
aglio o peperoncino
Il menu dI benedetta
m
a
s
s
i
m
o
s
e
s
t
i
n
i
benedetta@benedettaparodi.it - benedettaparodiblog.corriere.it
Piaceri&Saperi botteghe /
di Marisa Fumagalli
mfumagalli@rcs.it
rIProDuzIone rIServAtA
sette | 21 24.05.2013 121
Unsassodi fdanzamento
I delfni del Rio delle Amazzoni
lo usano per corteggiare le femmine
Piaceri&Saperi Animalia /
di Danilo Mainardi
Q
uando arriva la primavera
mi torna sempre in men-
te il battistero di Parma.
alla marmorea Sflata
dei mesi che penso, quella che scol-
p Benedetto Antelami per spiegarci
il sempre uguale scorrere del tempo.
Anno dopo anno i contadini mieteva-
no il grano, poi pigiavano luva e cera
pure chi, arrivata la stagione fredda,
ammazzava il povero maiale. Quante
volte sono tornato l, in quel battiste-
ro tutto rosa, per ammirare la simbo-
lica parata?
Ora cambiato tutto, o quasi tutto. E
se dico quasi perch a me ancora
succede, come a quei villici del Me-
dioevo, di trovarmi coinvolto in un
evento che si ripete con garantita pun-
tualit, proprio come avveniva con la
mietitura e col sacrifcio del porcello.
Il mio per un evento moderno, per-
ch ogni primavera puntualmente mi
arriva una ricca messe di flmati zoo-
logici, che dovr visionare, selezio-
nare e poi commentare per il nuovo
Superquark. Sono pi di trentanni
che succede e questarrivo mi riempie
sempre di curiosit. Mi butto goloso
sui flmati e le sorprese non mancano
mai. Questanno ce ne sono fn troppe
e ad alcune sar purtroppo costretto a
rinunciare. La pi bella la metter nel-
la prima puntata, se Piero Angela sar,
come mi auguro, daccordo.
Il piacere di sforarsi. Tratta, questa
sorpresa, di affascinanti delfni dacqua
dolce, quelli del Rio delle Amazzoni
(Inia geoffrensis), e ci che maggior-
mente mha avvinto stato lo scoprire
il loro peculiare corteggiamento. In-
nanzitutto facile percepire, leggendo
lespressione delle loro emozioni, il
piacere che manifestano quando se ne
stanno insieme, luno accanto allaltra,
sforandosi appena. poi sorpren-
dente il rito che il maschio esegue per
conquistare la sua bella, consistente
nel mostrarle, e poi donarle, un grosso
sasso. Una pietra preziosa, direbbe lei,
se parlasse come noi.
PItUtelAPerI rAndAgI
Nasce a Milano e si chiama Mare (Mo-
vimento antitraffco randagi in Europa)
lassociazione nata per iniziativa di
Alma Galli e di un gruppo di animalisti
che si battono perch i randagi abbia-
no pi tutele e per accendere i riflettori
sulla movimentazione degli animali
verso alcuni Paesi europei dove non
esiste unanagrafe canina nazionale.
Lassociazione ha una segreteria
contattabile al numero 389 5211780
o allindirizzo e-mail: antitraffco@
gmail.com, dove ci si pu iscrivere
compilando un modulo che ver-
r inviato a coloro che ne faranno
richiesta; una pagina Facebook:
facebook.com/pages/MARE-Mo-
vimento-Antitraffco-Randagi-in-
Europa/134811203371559?fref=ts
e un blog: http://traffcidianimali.
blogspot.it
lAtIgre CleotrAsferItA
dAnAPolI ABolognA
Era il simbolo dello Zoo di Napoli. Ma
adesso la tigre Cleo stata trasferita,
temporaneamente, presso il centro
Tutela e Ricerca Fauna Esotica e Sel-
vatica Monte Adone di Sasso Marconi,
in attesa che lo
storico giardino del
capoluogo parteno-
peo venga trasfor-
mato in un centro di
nuova concezione,
fnalizzato alledu-
cazione ambientale
e alla conservazione
della natura. A coordinare il trasfe-
rimento di Cleo stato chiamato il
servizio Cites del Corpo Forestale dello
Stato. Cleo era stata sequestrata ai
contrabbandieri negli Anni 90 quando
era un cucciolo, divenendo in breve la
mascotte della struttura campana.
riproduzione riservata
AmICI mIeI
t
i
p
s
i
m
a
g
e
s
di Paola dAmico
pdamico@rcs.it
sette | 21 24.05.2013 122
Errori di valutazione
Eco fa ricredere Rushdie e Crasso sbagli strategia militare.
Mentre ai tronchi viene un embolo e la lettiga cambia signifcato
Piaceri&Saperi Cocktail Martini /
di Paolo Martini
Scrittore permaloso,
prendi lezioni dal pendolo
Con tutto il via-
vai di lettighe
portate a spalla
dagli schiavi che
stiamo veden-
do in tv, tra la
serie Spartacus e i
tanti documentari
depoca romana
antica, viene naturale riflettere sul
singolare slittamento duso del
termine lettiga nei secoli.
Il letto portatile per signori,
dincerta origine orientale (Egitto
o Arabia), era ricoperto da un
tettuccio da cui pendevano tende
(vela, plaga, plagulae) e provvisto
di materassi e cuscini per rendere
il viaggio ancora pi confortevole.
In epoca romana la portavano a
spalla i lecticarii, che erano schiavi.
Mano a mano, nel
Medioevo, agli
schiavi suben-
trarono i cavalli e
le poche lettighe
ancora adatte
al trasporto
sulle spalle degli
uomini erano chiamate bussola
o portantina. Con il passare dei
secoli e lavanzare dei mezzi di
trasporto, questi termini spari-
rono dal linguaggio comune per
entrare, dal Settecento, a far parte
della terminologia medica. Ancora
oggi, in Italia, autolettiga si usa
pressoch solo come sinonimo di
autoambulanza. Essere trasportati
in lettiga, decisamente, non pi
un privilegio del benessere, ma
casomai un sintomo dellopposto.
Unprivilegioda benestanti
oppure unsimbolodi sfortuna?
Senti come urla di sete
quel magnifco albero
I libri si possono leggere in tanti modi: Joseph Anton di Salman Rushdie, il
racconto in terza persona sulla persecuzione subita dagli iraniani e dagli
estremisti islamici dopo la pubblicazione di Versetti Satanici, anche uno
straordinario campionario di aneddoti letterari. Se non quasi una contro-
storia della letteratura contemporanea. Si parte subito con il funerale di
Bruce Chatwin e una descrizione fulminante del leggendario autore de
Le vie dei Canti, viaggiatore tra i meno sprovveduti e
spartani, che dovunque si trovasse aveva il numero di
telefono del re e delle autorit. C anche la ricostru-
zione di come sia nata lamicizia con Umberto Eco, che
in breve si allargata al sodalizio con Mario Vargas
Llosa. Il Nobel peruviano aveva criticato Salman Ru-
shdie, rimproverandogli di essere troppo di sinistra, ed
era stato a sua volta accusato da Eco di essere troppo
di destraRushdie stava passando uno dei momenti
pi neri del lungo periodo di clandestinit, in cui si
era scelto come nome di copertura appunto Joseph
Anton, omaggio ai due amatissimi maestri Conrad
e Cechov. Era diventato proverbialmente antipatico
e collerico, anche nelle sue collaborazioni ai giornali.
Aveva appena stroncato Il pendolo di Foucault,
scrive di se medesimo, nella recensione pi negativa
che avesse mai scritto in vita sua. Ritrovandosi a
Parigi per una delle rarissime uscite pubbliche, a un
incontro dellAcadmie Universelle des Cultures, in un
salone del Louvre, fu cos affrontato dal nostro grande
alessandrino: Eco piomb verso di lui e si comport
con uneleganza senza pari. Allargando le braccia,
esclam: Rushdie! Sono quel cazzaro di Eco!. E fu
linizio di unottima relazione.
Nonostante quel che si sentito dire in giro, a proposito di una primavera
alquanto piovosa, stato registrato proprio nel maggio di questanno lurlo
dellalbero assetato, scoperto da unquipe dellUniversit di Grenoble, sulle
Alpi francesi, guidata da Philippe Marmottant. I ricercatori sono riusciti a regi-
strare il rumore prodotto dalle bolle daria che si formano nei tronchi durante
i periodi di siccit, in conseguenza dello sforzo per cercare di assorbire acqua
dalle radici quando il terreno secco.
Il suono, troppo veloce per lorecchio umano, stato registrato in laboratorio,
immergendo del legno di pino in un idrogel, aspirando poi lacqua e simulan-
do quindi le condizioni di un terreno dopo la siccit. Aquesto punto hanno
iniziato a formarsi le bolle daria e a risalire in superfcie attraverso lapparato
radicale, seguendo il processo cosiddetto di cavitazione. La ricerca, il cui pros-
simo passo potrebbe essere quello di riprodurre il rumore della sete
degli alberi in ambiente, punta a comprendere
meglio il processo che porta alla morte degli
alberi: potrebbe anche essere prodotto proprio
dalle bolle, che come un embolo blocchereb-
bero la distribuzione di acqua allinterno della
pianta (da montagna.tv).
riproduzione riservata
Quella crassa inettitudine
da Spartaco a Surena
Amargine della riproposta televisiva dellepopea di
Spartaco, si pu ricordare che Marco Licinio Crasso, uno
dei condottieri romani che riusc fnalmente a domare
lesercito degli schiavi ribelli, stato poi il protagonista indiscusso di
uno dei primi grandi errori militari della storia delluomo. Nella cam-
pagna contro Spartaco, per Crasso era stato decisivo lappoggio di
Pompeo e delle sue legioni reduci dai trionf in Spagna, e cos, quando
si trov ad affrontare la guerra contro i Parti, si precipit a provare a
risolverla in fretta. Ma i Parti, grazie a una cavalleria molto agguerrita,
avevano uno schema di combattimento assolutamente moderno,
con attacchi a sorpresa e sganciamenti immediati. E Crasso, con sette
legioni, cio circa 42mila uomini, e quattromila cavalieri, li insegu,
obnubilato dal suo orgoglio, in una disastrosa campagna che si
concluse con la sconftta di Carrhae. Lumiliazione dei Romani fu opera
di un astuto generale condottiero dei Parti, Surena, fgura tra le pi
note dei personaggi storici persiani, la cui statua in bronzo svetta nel
museo nazionale dellIran. Secondo Charles Fair,
autore di una singolare e documentata Storia degli
errori militari (ed.it. Odoya, pp. 411, 20 euro), Roma
raramente produsse condottieri militari inetti,
ma quando succedeva erano davvero generali
terribilmente inetti come Crasso, o come il povero
Varo di cui i Germani sterminarono le legioni nella
foresta di Teutoburgo, nel IX secolo d.C..
FG FG FG FG
Mario
vargas Llosa
rushdie
eco
SEttE | 21 24.05.2013 123
6,
90

*
e-book
4,
49

In collaborazione con
IN EBOOK
nei migliori store digitali e nellapp
per iPad

Biblioteca del Corriere


programmi dal 25 al 31 maggio
Da Bulgakov, mini-serie cult
Ohche bel dottore, era unpiccolomaghetto
Anticipazioni Se torna
James Gandolni
e non fa il criminale
Personaggi I segreti
di Jon Hamm,
la stella di Mad Men
Documentari Quando
la medicina diventa
incredibilmente strana
Hamm e Radcliffe in
Appunti di un giovane medico.
Telescherno /
Di StefanoDisegni
riproduzione riservata
telepatici - Inprima pagina /
di Paolo Martini
Se Gandolni cambia segno
Dopo aver prodotto un lmsu Hemingway, lattore dei Soprano torna
protagonista di una serie. E rid smalto alla prossima acca stagione
N
on sono sempre buone notizie, quelle che ci arrivano dal
nostroamatomondodei telelm, e inparticolare dai produt-
tori americani. Anzi. Cadonoleseriecomei birilli, avoltedopo
una prima stagione o poco pi, ma non sempre meritavano
lachiusura: per staresui titoli attualmenteinondainItalia, citiamosolo
Smash, con il timbro di Steven Spielberg, che si pu seguire su Mya.
Per contro, diversi telelmche si conquistanonuove opportunit, non
paiono proprio esaltanti: pensiamo a Scandal, che corre verso il nale
di stagionesuFoxlife, eppurenonci haancoramostratoil famosotocco
magicodi ShondaRhimes, laproduttricedi Greysanatomyealtreserie
ben pi indovinate. Poi, dato che con i primi trailer online si annun-
cianoi nuovi telelm, facile per chiunque rendersi conto, purtroppo,
che non si intravedono allorizzonte grandi novit. Ma il pessimismo
viene sempre puntualmente smentitoda qualche sorpresa, com suc-
cesso per londata di telelm succedanei o eredi di Sex and the City,
che in realt ha portato alla ribalta almeno un capolavoro (ve ne
abbiamoparlatospesso, Girl) e unaltroottimoprodotto, TwoBroken
Girls. Loccasione che ci fornisce inquesti giorni SkyArte quindi par-
ticolarmente ghiotta: una mini-serie di qualit, basata su un testo
letterario importante e interpretata dallex maghetto cine-potteriano
Daniel Radcliffe e dal bel tenebrosodi MadMenJonHamm. Cos, per
quante lodi possiamocantare anche a questonuovocanale di Sky (che
ci ricorda paradossalmente e dolorosamente le contraddizioni del ser-
vizio pubblico in Italia: la Rai non riuscita a fare nemmeno una
piccola rete digitale del genere!), non cesseremo mai di rimproverare
i programmatori italiani di Murdochper averci interrotto, malamente
e senza riguardo, la visione di MadMenormai due serie fa. Esperiamo
proprio di poterle recuperare in chiaro su Rai4.
Aproposito di buone notizie, ecco il ritorno sui teleschermi di
James Gandolni, che peraltro come produttore ha rmato unaltra
mini-serie cult a base letteraria, come Hemingway & Gellhorn, can-
didata a fare incetta di premi (vedi pag. 128). Gandolni un attore
straordinario, ingiustamente schiacciato dal successo coni Soprano:
al cinema ha gi avuto modo di mostrare il suo eclettismo, ricordia-
moci comera strepitoso, per esempio, nei panni del sindaco di New
York in Pelham 123 di Tony Scott. Ora Gandolni ha concluso un
accordo, sempre con la sua rete americana, Hbo, per essere il pro-
tagonista della versione newyorchese di una serie legale molto
drammatica della Bbc, Criminal Justice, su cui lavorano anche altri
due nomi importanti di Hollywood, gli sceneggiatori Richard Price e
Steven Zaillian, che ne sar il regista. Sannunciano, a giudicare dal-
lepisodio pilota di molti mesi fa, sette puntate da non perdere.
riproduzione riservata
Sette | 21 24.05.2013 127
Serialmente /
di Arnalda Canali
Storia e letteratura in serie. Altro che santi...
Da Bulgakov a Hemingway passando per la Grande
depressione americana. La miopia invece tutta italiana
A
mmettiamolo, la televisione degli altri
spesso molto migliore della nostra. Per-
ch fatta meglio, con pi cura: qui
come se non ci fosse il rispetto del mez-
zo televisivo, da parte di chi lo pratica, ma solo il suo
bieco utilizzo ad altri ni. Si grida sempre che non
c cultura in tv, ma quello che manca, da noi, una
cultura della televisione, o forse anche solo gente
un po acculturata che ci lavori. E non si tratta solo
di canali tematici, che dovrebbero essere gestiti con
passione e spericolatezza, ma anche di prodotti di
grande consumo, come la narrativa seriale. Se infatti
la produzione di serie tv nostrana tanto migliora-
ta negli ultimi tempi, senzaltro merito di un ap-
proccio tanto pi attento e rispettoso di linguaggi,
strutture narrative e canoni produttivi, primo tra tut-
ti quello che recita che non c un buon prodotto sen-
za un buon lavoro di casting. Peccato dunque che si
sia nel contempo persa la tradizione dei primi anni
rispetto a quelli che un tempo si chiamavano sce-
Anni 30 Nella foto
grande, Daniel Radcliffe
e Jon Hamm nella scena
del bagno di Appunti
di un giovane medico.
Nelle due piccole, Nicole
Kidman e Clive Owen
in Hemingway & Gellhorn
APPUNTI DI UNGIOVANE MEDICO
Su Sky Arte, ogni marted alle 21.10. L11
giugno la maratona delle 4 puntate.
Murev, 1917. Il dott. Vladimir Bomgard
(Daniel Radcliffe) un giovane medico,
fresco di laurea, che arriva in un piccolo
villaggio sperduto nel freddo delle
campagne russe. Deve curare decine di
pazienti ogni giorno ma ben presto si rende
conto che la sola teoria imparata
alluniversit non gli basta e deve trovare il
modo di conciliare il suo sapere con la dura
pratica.
128 SETTE | 21 24.05.2013
LA SERIE
7 PICCOLE COSE SU JON HAMM
Mosca, 1934. Il dott. Vladimir Bomgard (Jon
Hamm) un medico affermato della
capitale russa. Durante unispezione
militare nel suo studio ritrova dei vecchi
appunti che lo riportano in quel villaggio del
suo passato. Cos inizia un dialogo surreale
tra Bomgard-Hamm, il dottore adulto, e
Bomgard-Radcliffe, quello alle prime armi.
Uno scambio di esperienze ricco di
umorismo nero e di toni sarcastici e
irriverenti soprattutto da parte dallex
maghetto di Harry Potter. Che non manca
certo di sense of humour neanche nella vita
reale. Dopo la scena della vasca da bagno
(vedi foto sopra) con Jon Hamm dichiar:
stato grandioso, perch sapevo che sarei
stato invidiato da tutte le donne!. Le serie,
scritta da Mark Chappell, un
adattamento dei
racconti autobiograci
di Mikhail
Bulgakov.
1 FAMIGLIAJonathan Daniel Hamm 42
anni, di Saint Louis, Missouri. Figlio di una
segretaria e di un gestore di autotrasporti, i
suoi divorziano quando lui ha due anni.
Poco prima di compierne dieci sua madre
muore per un cancro e poco dopo i venti
perde anche il padre a causa del diabete.
2 SOFT-PORNODopo la laurea Hamm
torna al suo liceo per insegnare recitazione
ma presto decide di tentare la fortuna: alla
giuda della sua Corolla, con 150 dollari in
tasca, arriva a Hollywood. Costretto a
sbarcare il lunario si improvvisa cameriere,
poi arredatore di scena per lm soft-core:
neggiati, ora sono ction e in inglese mini serie, e
che erano inizialmente intesi anche da noi come un
sicuro veicolo verso unalfabetizzazione non solo ba-
sica. Oltremanica e oltreoceano, la qualit di questi
prodotti in continua crescita, tant che se negli anni
80 i grandi successi erano Uccelli di rovo o Radici,
stucchevoli romance per casalinghe, ora si guarda alla
Letteratura e alla Storia, senza perdere di vista il bot-
teghino. Era cominciato con Angels in America, ri-
duzione del dramma teatrale di T. Kushner sullir-
rompere dellAids nella comunit gay newyorkese,
e si arrivati a Mildred Pierce, ottimo romanzo di Ja-
mes M. Cain, peraltro tra i padri fondatori della let-
teratura noir, ma anche a I Kennedy, riletti in chia-
ve Dynasty. E oggi si continua addirittura con Bul-
gakov di Appunti di un giovane medico, mentre in
America fa incetta di candidature Hemingway &Gel-
lhorn, racconto del matrimonio tra lo scrittore e la
reporter sullo sfondo della guerra civile spagnola. Da
noi, intanto, si continuano a cercare nuovi santi o
nuovi membri della grande famiglia dellOnnipotente
di cui raccontare le gesta, o pi banalmente si cele-
brano gure e gurine di un made in Italy da car-
tolina. Negando proprio quella che sarebbe lessen-
za del mezzo televisivo, cio la capacit di aprirci a
visioni lontane e differenti, e solo per miopia, pigrizia
e ignoranza.
Anni 40 Kate
Winslet in
Mildred Pierce,
serie tv tratta
dallomonimo
romanzo di
James M. Cain
Poche categorie professionali possono dirsi altrettanto
amate dal piccolo schermo di quanto lo siano i medici. E
non solo nella ction. I camici bianchi, infatti, sono stati
tra i primi a conquistare un posto da protagonisti nel
boom della reality Tv dello scorso decennio. Tra
questi ricordiamo i chirurghi estetici dlite
della serie Doctor 90210 (sublime la trovata
del botox party domenicale per la gioia delle
ricche signore di Beverly Hills), antesignani di
quel lone plastico ancor oggi in voga sui
canali di mezzo mondo. Una delle novit pi
interessanti di questanno (si da poco conclusa la seconda stagione)
stata certamente Junior Doctors (Bbc Knowledge), il docureality che
segue le avventure di un gruppo di medici neo-laureati alle prese con i
primi passi in ospedale, catturandone drammi personali e professionali,
dagli esordi carichi di tensione agli amori nati in corsia stile Greys
Anatomy. Dal 2 giugno (ogni domenica alle 22.05) arriva, invece, su
Discovery Science la sesta stagione di Malattie misteriose (nella foto in
alto). Non si tratta di Malattie imbarazzanti (nella foto in basso), altra
serie di culto di Real Time, ma di problemi di salute spesso gravi che,
mal diagnosticati o nascosti, rischiano di compromettere la vita di
milioni di persone. Il ritmo serrato delle ricostruzioni e i toni mistery con
cui vengono narrate le storie fanno di questa serie un prodotto originale
e di qualit. I palati pi forti possono, inne, dare un occhio a Bizarre E.R.
su Dmax. la raccolta, in presa
diretta, di un campionario delle
pi rare e impressionanti
stranezze che possano capitare
in un pronto soccorso. Da
vedere solo con spirito freak.
Fabio Bottiglione
DOCUMENTARI
SETTE | 21 24.05.2013 129
Quella bizzarra epidemia
che ha contagiato anche la tv
SEGNALAZIONI
A 150 dollari al giorno? Certo che
accetto!.
3 CINEMA Il suo esordio in Space
Cowboys di Eastwood, poi in Kissing Jessica
Stein, The Town di Ben Affleck e nel 2011 in
Friends with Kids, scritto e diretto dalla sua
compagna, lattrice e regista Jennifer
Westfeldt (insieme nella foto). Sempre
con lei ha aperto una casa di
produzione: Points West Pictures.
4 DONDon Draper, creativo,
affascinante, virile, cinico e
spietato ma sempre con stile.
Fumatore accanito, nel cassetto
della scrivania ha una slza di
camicie bianche perfettamente
inamidate e fuori dalla porta una la
di giovani donne perfettamente
truccate pronte a gettarsi ai suoi piedi.
un gran bevitore di bourbon.
5 - JONJon Hammha la stessa donna
da 16 anni, non lha mai spostata
ALLEGROUNPO TROPPO possibile
vedere la musica? Ascoltare immagini?
Pare di s. Almeno cos ci vuol far credere
lillusionista Arturo Brachetti che promette
di trasformarsi in un cartone animato
vivente per raccontare la storia della
musica sinfonica per magia e note in un
tempo Allegro, un po troppo. Il 1 giugno,
su Rai 5 in prima serata con lOrchestra Rai
diretta da Francesco Lanzillotta.
PARTITADEL CUORE Torna anche
questanno la Partita del Cuore (il 28
maggio, su Rai 1 alle 21.10). Alla sua
22esima edizione, vedr la Nazionale
cantanti affrontare i Campioni per la
Ricerca. Ma il vincitore sar uno solo: la
solidariet. Lintero ricavato andr alla
fondazione Telethon, per la cura delle
malattie genetiche rare, e allIstituto di
Candiolo, per la ricerca e la cura del cancro.
(perch gi mi sento sposato) n lha mai
tradita (non sono un imbroglione). Non
fuma ma beve un caff dopo laltro. Ha
unavversione per la palestra (non sono
gay n un supereroe) ma ama gli sport:
football, basket, tennis e golf. un gran
bevitore di bourbon.
6 PIANODi lui si dicono che
generoso, gentile, intelligente,
simpatico, divertente e pare che
da ragazzo fosse anche un
pianista prodigio (su questo
molto modesto. Ma basta farlo
bere per accorgersene).
7 CASACon i primi soldi si
comprato unAudi A5, ma la casa
il posto che gli piace di pi:
Quando torno a casa ci sono solo
Jen, il nostro cane e le nostre
bollette. A casa nessuno dei miei
personaggi viene con me.
Neanche Don Draper.
25 Maggio Sabato
21.10 Don Puglisi martire
a Brancaccio
Attualit Massimo Giletti, con la
partecipazione di Luca Zingaretti,
ricorda la figura di DonPino Puglisi,
il prete di Brancaccio, ucciso dalla
mafia il 15 settembre 1993
21.05 Castle
Telefilm Hal Lockwood, luomo
che ha delle informazioni sulla
morte della madre di Beckett,
scappa durante il suo processo. Si
scatena una feroce caccia alluomo
21.30 Ulisse: il piacere
della scoperta
Documentari Assieme ad Alberto
Angela faremo un viaggio in
unepoca lontanissima, per
scoprire una delle pi affascinanti
civilt del passato: la civilt egizia
6.10 Da da da Musica
e cinema Videoframmenti
6.20 ApriRai Variet
6.30 UnoMattina in famiglia
9.55 Rai Parlamento
Settegiorni Attualit
10.25 Cerimonia di
Beatificazione
di Don Pino Puglisi
12.00 La prova del cuoco
13.30 Telegiornale Notiziario
14.00 Easy driver Magazine
14.30 Le amiche del sabato
17.00 Tg 1. Che tempo fa
17.15 A Sua immagine
17.45 Passaggio a Nord Ovest
Documentari
18.50 Leredit Game show
20.00 Telegiornale Notiziario
20.30 Tg sport Rubrica sportiva
20.35 Affari tuoi Game show
21.10 Don Puglisi martire
a Brancaccio Attualit
Conduce Massimo Giletti
23.45 Beata Provvidenza
Documentari
0.35 Tg 1 Notte. Che tempo fa
1.45 Cinematografo
6.00 Due uomini e mezzo
Telefilm
6.30 Real School Attualit
7.00 Cartoon Flakes Weekend
9.25 Inside the world
Documentari
10.10 Sulla via di Damasco
10.40 ApriRai Variet
10.55 Rai Parlamento
Punto Europa Attualit
11.35 Mezzogiorno in famiglia
13.00 Tg 2 Giorno Notiziario
13.25 Dribbling Sport
14.00 La nave dei sogni Film tv
15.40 Squadra speciale Lipsia
Telefilm
16.25 Sea Patrol Telefilm
17.10 Sereno Variabile Attualit
18.00 Tg 2 Flash L.I.S. Notiziario
18.05 Automobilismo: Gran
Premio di F1
19.35 Squadra Speciale
Cobra 11 Telefilm
20.30 Tg2 20.30 Notiziario
21.05 Castle Telefilm
22.40 NYC 22 Telefilm
23.20 Tg 2 Notiziario
23.35 Tg 2 Dossier Informazione
7.50 Cuori senza frontiere Film
(dramm., 1950)
9.15 Paese reale Attualit
10.15 Doc Martin Telefilm
11.00 Tgr BellItalia Attualit
11.30 Tgr Prodotto Italia
12.00 Tg 3 Rai Sport Notizie
12.25 Tgr Il Settimanale
12.55 Tgr Ambiente Italia
14.00 Tg Regione. Tg Regione
Meteo Notiziario
14.20 Tg 3 Notiziario
14.45 Tg3 Pixel Attualit
14.50 Meteo 3 Informazione
14.55 Ciclismo: Giro dItalia
2013 Sport
15.15 Tg 3 Lis Notiziario
18.00 Tv Talk Attualit
18.55 Meteo 3 Informazione
19.00 Tg 3. Tg Regione. Tgr
Meteo Notiziario
20.00 Blob Videoframmenti
20.10 Che tempo che fa
21.30 Ulisse: il piacere della
scoperta Documentari
23.20 Tg 3. Tg Regione
23.40 Un giorno in pretura
0.45 Tg 3 Notiziario
Rai Uno Rai Due Rai Tre
13.40 I tre delloperazione drago
Film
15.20 Wonderland 2013
15.45 Ashes To Ashes Serie
16.35 Alphas Serie
17.20 Rai News - Giorno
17.25 Eureka Serie
18.10 Warehouse 13 Serie
18.55 Haven Serie
19.35 Sanctuary Serie
20.20 Torchwood Serie
21.10 MediumSerie
22.45 Strade perdute Film
Rai 4
17.25 Concrete Canvas - Arte da
calpestare Documentari
17.55 Linsostenibile Leggerezza
del Prezzo Documentari
18.55 Earth La Potenza del
Pianeta-Atmosfera
19.45 Gordon Ramsay Cose
dellaltro Mondo
20.35 Bignomi
20.45 Cool Tour Arte Magazine
21.15 Teatro - La Governante
22.50 Stage Memories:
Omaggio ai Cetra
Rai 5
12.05 Giorni da Leone 2 Miniserie
13.50 La Nuova Squadra
15.45 Anica Appuntamento al
Cinema Rubrica
15.50 Nora Roberts - Carolina
Moon Film
17.30 Rai News - Giorno
17.35 Io e Mio figlio - Nuove
Storie per il Commissario
Vivaldi Miniserie
19.25 Il Conte Tacchia Miniserie
22.40 Crimini 2 - La doppia vita
di Natalia BlumFilm
Rai
Premium
7.30 La ragazza di Bube Film
9.25 Movie Drugstore Magazine
9.55 Cronisti dassalto Film
11.45 Quel che resta di mio
marito Film
13.15 Squadra antigangsters Film
14.45 Grandi speranze Film
17.40 Rai News - Giorno
17.45 Welcome Film
19.30 Cuore di tenebra Film
21.15 Codice: Genesi Film
23.10 Fiume rosso Film
0.55 Rai News - Notte
Rai Movie
17.00 La Guerra in casa-Chieti
citta aperta
18.00 Art News
18.30 Riassunto Signora Ava
18.35 Signora Ava
19.40 Anteprima-Signora Ava
19.45 Come eravamo 78-82
20.10 Ricette q.b.
20.40 Res Gestae Fatti
21.10 Dixit volti di parole
23.10 Punti di vista-Figli del
Terzo millennio-Mie care
mamme miei cari papa
Rai Storia
16.20 Ultimate Spiderman
Cartoni Animati
16.45 Extreme Sports - Pop
Corn Tv Sport
17.05 Winx Club 5 Cartoni
17.30 Mia And Me Cartoni
18.20 Gulp Girl 2013
18.45 Grachi
19.35 Fantafilm: Devi Crescere
Timmy Turner! Film
20.35 Geronimo Stilton Cartoni
21.25 Winx Club 5 Cartoni
21.50 Mia And Me Cartoni
Rai Gulp
14.55 Cambio casa, cambio vita
Reality show
15.50 Men in trees Telefilm
17.20 Che Trucco! Reality show
17.40 Vieni a vivere con me
Reality show
18.34 Cambio casa, cambio vita
Reality show
19.30 Extreme Makeover Home
Edition Documentari
21.10 Inga Lindstrom-
Unaccusa infamante Film
23.05 Pushing Daisies Telefilm
La 5
16.45 Adventure Time
17.35 Dragon Ball
18.25 One Piece - Tutti
allArrembaggio!
18.50 Doraemon
19.15 Spongebob
19.40 I Pinguini di Madagascar
20.05 Le Nuove Avventure di
Scooby Doo
20.55 Scooby Doo Mystery Inc.
21.45 Febbre 80 Georgie
22.10 Febbre 80 Occhi di Gatto
23.00 The Garfield Show
Boing
20.40 Calcio:
Borussia D.-Bayern M.
Sport In diretta dal Wembley
Stadium di Londra, una finale di
Champions League tutta
tedesca. In gara le squadre di
Jrgen Klopp e Jupp Heynckes
21.10 Puzzole alla riscossa
Film Nessuno mai riuscito a
scacciare gli agguerriti animali
dellOregon dalla loro foresta, di
certo non ci riusciranno ora gli
spietati affaristi immobiliari
6.00 Tg 5 Prima pagina
Attualit
7.55 Traffico
8.00 Tg 5 Mattina Notiziario
9.10 Supercinema Rubrica
cinematografica
10.00 Melaverde Magazine
11.00 ForumAttualit
13.00 Tg 5. Meteo.it Notiziario
13.40 Better with you Sitcom
14.10 Hart of Dixie Telefilm
15.10 Inga Lindstrom- Il cuore
di mio padre Film-tv
17.00 Verissimo Extra Attualit
18.50 The Money Drop Quiz
20.00 Tg 5. Meteo.it Notiziario
20.20 Striscina la notizina
Variet satirico
20.40 Calcio: Borussia D.-
Bayern M. Sport
22.45 Speciale Champions
League Rubrica sportiva
0.00 X-Style Magazine
0.30 Tg 5 Notte. Meteo.it
1.00 Striscina la notizina
Variet satirico
1.20 Rosamunde Pilcher:
Estate damore Film-tv
Canale 5 Italia 1
7.40 Lavvocato Porta Serie
9.30 Carabinieri Telefilm
10.30 Come si cambia Reality
show
11.30 Tg 4 - Telegiornale
12.00 Detective in corsia
Telefilm
12.55 La signora in giallo
Telefilm
14.00 Tg4 - Telegiornale
14.45 Lo sportello di Forum
Attualit
15.30 Perry Mason - Omicidio
sullasfalto Film-tv
17.45 Monk Telefilm
18.55 Tg4 - Telegiornale
Notiziario
19.35 Tierra de Lobos Telefilm
21.15 Impatto imminente Film
(azione, 1993) con Bruce
Willis, Sarah Jessica Parker.
Regia di Rowdy Herrington
23.20 Potere assoluto Film
(thriller, 1996) con Clint
Eastwood, Gene Hackman.
Regia di Clint Eastwood
1.45 Tg 4 Night News News
2.10 Ieri e Oggi in Tv Special
Variet
Rete 4
8.55 Ben 10 Cartoni animati
9.40 Scooby Doo Cartoni
10.05 I pinguini di Madagascar
10.25 Jetsons Cartoni animati
10.50 National Museum-
Scuola di avventura TF
12.25 Studio Aperto. Meteo
13.00 Sport Mediaset
13.40 Sergente Bilko Film
(comm., 1996)
15.45 Superbike G.P. UK -
Classe WSBK Superpole
17.00 The middle Telefilm
17.50 Magazine Champions
League Rubrica sportiva
18.30 Studio aperto -
La giornata Notiziario
19.00 Life bites Sitcom
19.15 Striscia, una zebra
alla riscossa Film
(comm., 2004)
21.10 Puzzole alla riscossa Film
(comm., 2010) con
Brendan Fraser, Brooke
Shields
22.55 Io, me &Irene Film
(comm., 2000)
1.00 Poker1mania Sport
130 SETTE | 2124.05.2013
programmi dal 25 al 31 maggio
7.20 Ti ci porto io... in cucina
con Vissani Haga/|ne
7.30 The Dr. Oz ShowVar|e|a
8.30 Tg La7 lo||/|ar|o
8.50 I men di Benedetta
9.40 Cuochi e fiamme C|oco
11.40 Cambio Moglie
13.40 Ricetta sprint di
Benedetta Haga/|ne
14.15 Josephine Ange Gardien
Te|e|||m
16.10 Le interviste barbariche
18.10 S.O.S. Tata Rea|||y show
20.10 I men di Benedetta
21.10 Zitti e mosca l||m(comm.,
1991)
23.05 Lanniversario l||m
(dramm., 1998)
0.55 Perch proprio a me?
l||m(comm., 1989)
La 7
La 7 D
6.00 Tg La7. Meteo. Oroscopo.
Traffico lo||/|ar|o
7.00 Omnibus A||ua|||a
7.30 Tg La7 lo||/|ar|o
9.50 Coffee Break A||ua|||a
11.05 Laria che tira A||ua|||a
12.00 Bookstore A||ua|||a
12.40 La7 Doc: Austin Stevens
Fotografo per Natura
0ocumen|ar|
13.30 Tg La7 lo||/|ar|o
14.05 Tg La7 Cronache A||ua|||a
14.40 Cuore dAfrica Te|e|||m
16.20 The district Te|e|||m
17.55 Lispettore Barnaby l||m-|v
20.00 Tg La7 lo||/|ar|o
20.30 In onda A||ua|||a
23.00 In my Country l||m
(dramm., 2003) con Juliette
Binoche, Samuel L. Jackson
1.00 Tg La7 Sport
1.05 M.O.D.A. A||ua|||a
6.00 Ha|a|||e m|s|er|ose
6.55 Crass| con|ro magr|. |
g|ovan|ss|m| Documentari
7.50 Cuardaroba per|e||o
8.15 l| boss de||e |or|e
8.45 Pa//| per |a spesa Variet
9.40 Ha|e-up T|me con C||o
10.40 luor| menu Variet
11.35 Tor|e |n corso con Rena|o
12.30 las| lood 8aby
13.30 la|| lab Documentari
14.00 0|re, lare, 8ac|are Variet
15.00 le|egan/a de| masch|o
15.25 0ua||ro ma|r|mon|
16.20 Ab||o da sposa cercas|
17.15 we|come S|y|e
18.15 l| boss de||e |or|e
18.40 l| re de| c|occo|a|o
19.10 Tor|e |n corso con Rena|o
20.10 Ha come || ves||?!
21.10 Ha|a|| d| r|sparm|o
21.40 Ha|a|| d| r|sparm|o
22.10 V|rg|n 0|ar|es
Real Time
7.25 R|be||e-The 8rave
7.40 Har|go|d lo|e| Film
9.45 una sp|a non bas|a Film
11.25 Per|ec| s|ranger Film
13.15 The Raven Film
15.10 Vacan/e d| la|a|e 2OOO
Film
17.05 8|ancaneve Film
18.55 Har|go|d lo|e| Film
21.00 S|y C|ne lews Rubrica
21.10 una sp|a non bas|a Film
22.55 la memor|a de| cuore Film
0.45 Top Cun Film
2.40 H|||enn|um- uom|n| che
od|ano |e donne Film
6.40 lon nuocere Film
8.15 S|y|a||
8.35 lamore che res|a Film
10.10 l| Trono 0| Spade 3
10.25 0ue| mos|ro d| suocera Film
12.10 lach||o - l| |uo m|g||ore
am|co Film
13.45 la ch|ave d| Sara Film
15.30 Ange| - la v||a, || roman/o
Film
17.30 lon nuocere Film
19.05 Ser l|s| Film
21.00 A|||e Film
22.50 So|o se || des||no Film
0.50 la ch|ave d| Sara Film
7.25 las| Han S|and|ng Film
8.50 Co|h||a Film
10.30 Har|mumConv|c||on Film
12.10 0re d|spera|e Film
13.55 Tes||mone |nvo|on|ar|o Film
15.35 las| Han S|and|ng Film
17.00 S.w.A.T. - Squadra
Spec|a|e An||cr|m|ne Film
19.00 l||||a Film
21.00 8a|man - l| r||orno Film
23.10 A Per|ec| Ce|away - una
Per|e||a V|a 0| luga Film
0.55 !ac||e 8rown Film
3.30 Tes||mone |nvo|on|ar|o
Film
6.25 l| Trono 0| Spade 3
6.40 wh||e Ch|c|s Film
8.30 lan|o//| va |n pens|one
Film
10.10 l| superpo||/|o||o de|
supermerca|o Film
11.45 2 s|ng|e a no//e Film
13.45 8envenu|| a| lord Film
15.40 una se|||mana da 0|o Film
17.25 la|a|e |n lnd|a Film
19.15 S.P.0.R. 2OOO e l|2 ann| |a
Film
21.00 8uona g|orna|a Film
22.40 l|na|men|emagg|orenn| Film
0.15 Pron|| a||a r|ssa Film
6.50 Spy K|ds Film
8.20 Spy K|ds 2 - l|so|a de|
sogn| perdu|| Film
10.05 H|ss|one 3-0 - Came
0ver Film
11.30 The Crea| Ra|d - un
pugno d| ero| Film
13.45 Th|s ls 8ea| - S||da d|
ba||o Film
15.20 l| g|oca|ore - Rounders Film
17.25 Chos| - lan|asma Film
19.35 Per s|or|una che c| se| Film
21.10 l| pa/|en|e |ng|ese Film
23.55 le donne de| ses|o p|ano
Film
6.45 luchs|a, una s|rega |n
m|n|a|ura Film
8.15 la marc|a de| p|ngu|n| Film
9.45 Haes|ro de||anno Film
11.40 l| campegg|o de| papa Film
13.10 l p|ngu|n| d| Hr. Popper Film
14.50 l| ga||o con g|| s||va|| Film
16.25 una squadra d| c|asse Film
18.05 0ue geme||e e un pa||one
19.35 Koda |ra|e||o orso Film
21.00 Koda |ra|e||o orso 2 Film
22.20 l p|ngu|n| d| Hr. Popper
Film
0.00 T|m8ur|ons l|gh|mare
8e|ore Chr|s|mas Film
Sky
Cinema 1
Sky Cinema
Passion
Sky Cinema
Max
SkyCinema
Comedy
Sky Cinema
Family
11.30 Spec|a|e. The 8oa| Show
2Ol3
12.00 8as|e|. l8A P|ayo||
14.30 Rubr|ca. Adrena||n|| 2Ol3
15.00 Rugby. Tro|eo Topo||no
15.30 Rugby. S|y Prepar|||a
16.00 Rugby. AVlVA Prem|ersh|p
18.00 Rugby. S|y Pos|par|||a
18.15 Rugby. Super l5
20.00 Rubr|ca. Homen|| d| Co||
20.30 8ore. wor|d Ser|es o|
8or|ng
21.30 8as|e|. l8A P|ayo||
0.00 Rugby. AVlVA Prem|ersh|p
1.45 l|ssan The 0ues|
18.00 Champ|ons league. A
Shor| l|s|ory
18.30 C|||a de| Camp|on|.
0or|mund|Honaco d|
8av|era
18.45 Spec|a|e. Spec|a|e P|a||n|
19.15 Spec|a|e. Coa| 0eejay
Spec|a|e Champ|ons
19.30 Rubr|ca. Champ|ons
league Prepar|||a
20.45 Ca|c|o. uElA Champ|ons
league
22.45 Rubr|ca. Champ|ons
league Pos|par|||a
0.00 l S|gnor| de| Ca|c|o
Sky
Sport 2
Sky
Sport 1
13.45 C|ard|n|er| |n a|||||o
14.40 Ch| ves|e |a sposa-
Hamma con|ro suocera
15.40 Ha|r|mon|o per|e||o
16.30 Casa v|s|a mare
17.20 Camb|o casa
(||na|men|e!) Aus|ra||a
18.15 l do|ce||| d| Pao|a
18.45 Keasha. |ab||o per|e||o
19.15 Accumu|a|or| ser|a||
20.05 Cuoch| e ||amme Rubrica
21.00 Ch| ves|e |a sposa-
Hamma con|ro suocera
22.00 Ha|r|mon|o per|e||o
22.55 la seconda casa non s|
scorda ma| Documentari
14.00 una casa per |es|a|e
15.00 la seconda casa non s|
scorda ma| Documentari
16.00 l|a||a per ar|a Documentari
17.00 Crand| v|agg|, grand|
|avo|e Documentari
18.00 l g|ard|n| p|u be||| de|
mondo Documentari
19.00 la nos|ra pr|ma casa
20.00 Vado a v|vere |n
campagna Documentari
21.00 Casa v|s|a mare
22.00 lEuropa d| R|c|
23.00 l|a||a per ar|a Documentari
0.00 lacc|amo due pass|?
13.00 Access 3GO la grande
barr|era cora|||na
13.55 0og wh|sperer
14.55 le case p|u verd| de|
mondo Documentari
15.55 Hega|abbr|che - lego
16.55 l magh| de| garage
17.55 C|| an|ma|| p|u per|co|os|.
nuov| ep|sod| Documentari
18.55 lup| d| mare Documentari
19.55 Han vs lood. |a s||da
||na|e Documentari
20.55 l| parad|so deg|| squa||
21.55 la reg|na de||e |ene
22.55 Russ|a. |erra se|vagg|a
lei
14.10 Vange|| Pun|a|a 2 - l|
Vange|o secondo Harco
15.00 la Crande Hus|ca
15.50 la 8|bb|a ne||ar|e
16.20 8orgh| dl|a||a
16.50 Vade Re|ro
17.35 le| Cuore de||a 0omen|ca
18.00 Rosaro da lourdes
18.30 Tg 2OOO
19.00 Roman/o lam|||are
20.00 Rosar|o da lourdes
20.30 le| Cuore de| C|orn|
20.55 Tg|g
21.20 un bamb|no d| nome
Cesu Film
22.50 le| Cuore de||a 0omen|ca
Tv 2000
10.45 Amer|can 0ad Telefilm
11.10 l S|mpson Telefilm
13.00 l Cr||||n Telefilm
13.30 The 8|g 8ang Theory TF
14.00 C|ee Telefilm
14.50 l Cr||||n Telefilm
15.40 lu|urama Telefilm
17.25 l S|mpson Telefilm
18.20 Tu||o |n |am|g||a Telefilm
19.10 The 8|g 8ang Theory TF
20.00 l S|mpson Telefilm
21.00 lewC|r| Telefilm
21.25 lon ||dar|| de||a s|r
de|||n|erno 23 Telefilm
21.50 The lewlorma| Telefilm
22.15 Hodern lam||y Telefilm
Fox
National
Geographic
Dove Tv
8.50 lG Ann| e lnc|n|a Variet
10.50 Ca|||sh. la|se lden|||a
Attualit
12.40 l| Tes||mone Attualit
13.30 Har|o - una Ser|e d|
Hacc|o Capa|onda Variet
14.20 Ceord|e Shore Variet
16.00 C|nnas|e - V||e Para||e|e
Variet
17.40 Teen Hom2 Variet
19.30 l| Tes||mone Attualit
21.10 Ceord|e Shore Variet
23.00 l||m
1.10 ln Cerca d| !ane Telefilm
2.00 Spec|a|e HTV lews
MTV
14.00 le S|rade d| Har
15.00 l|no a||a ||ne de| Hondo
15.55 0eejay Tg
16.00 0ccupy 0eejay 8es| 0|
17.00 0eejay Ch|ama l|a||a Rem|r
18.30 loremlpsum8es| 0|
18.55 0eejay Tg
19.00 l|nco|n le|gh|s
20.00 l||e As we Knowl|
21.00 la p|s|o|a ne||a borse||a
Film
23.00 w|||red
23.30 V|a Hassena 2 8es| 0|
0.30 0eejay Ch|ama l|a||a
Rem|r
Deejay Tv
12.25 lu|||ma se|||mana
Documentari
13.20 En|gm| a||en| Documentari
14.15 la/| T||an|c Documentari
16.05 lO cose che non sa| d|...
17.00 A cacc|a d| |esor|
18.00 A||ar| a| bu|o Documentari
19.00 le ba||ag||e de| g|gan||
20.00 A||ar| a| bu|o Documentari
21.00 HAlKll0 - le l2 ch|av|
de| successo Documentari
22.00 Te |o do |o || Hed|oevo
23.00 l| comp|o||o de||a
|ampad|na Documentari
0.00 A||ar| d| |am|g||a
1.00 C|| ero| de| gh|acc|o
History
Channel
Sky Cinema
Hits
SETTE | 2124.05.2013 131
26 Maggio Domenica
21.30 Il signore della truffa
Film-tv Federico Sinacori (Gigi
Proietti), un tempo maestro
della truffa, per vivere una vita
tranquilla si finge un generale
della Finanza in pensione
21.00 Automobilismo:
G.P. di Monaco di Formula 1
Sport Questa sera si corre il
Gran Premio di Monaco di
Formula 1 sul circuito cittadino
di Montecarlo nel Principato
di Monaco
20.10 Che tempo che fa
Attualit Fabio Fazio conduce il
noto talk show e attraverso una
conversazione amichevole
affronta con i suoi ospiti temi di
interesse e attualit
6.00 Rai Parlamento Punto
Europa Attualit
6.30 UnoMattina in famiglia
9.30 Tg 1 L.I.S. Attualit
9.35 Mixitalia Attualit
10.00 Linea Verde Orizzonti
10.30 A Sua immagine
10.55 Santa Messa
12.00 Recita Angelus da Piazza
San Pietro
12.20 Linea verde Attualit
13.30 Telegiornale Notiziario
14.00 Il meglio di Domenica In
LArena Variet
16.30 Tg 1 Notiziario
16.35 Domenica in Il meglio di
Cos la vita Variet
17.45 Calcio: Lazio Roma Sport
20.00 Telegiornale Notiziario
20.35 Tg Sport
20.40 Affari tuoi Game show
21.30 Il signore della truffa
Film tv
23.35 Speciale Tg1 Attualit
0.40 Tg 1 Notte. Che tempo
fa Notiziario
1.05 Cinematografo Speciale
Cannes
6.00 Due uomini e mezzo
Telefilm
6.30 Real School Il
Divertinglese Attualit
7.00 Cartoon Flakes Week End
10.10 Ragazzi c Voyager Fai
la tua domanda
10.50 A come avventura
Magazine
11.30 Mezzogiorno in famiglia
Variet
13.00 Tg 2 Giorno Notiziario
13.30 Tg2 Motori Rubrica
sportiva
13.40 Meteo Informazione
13.45 Delitti in paradiso
Telefilm
15.50 Omicidio in prima serata
Film tv
17.15 Tg2 L.i.s. Informazione
17.20 Lamore non basta Film tv
20.30 Tg 2 Notiziario
21.00 Automobilismo: G.P. di
Monaco di Formula 1
Sport
23.30 La Domenica sportiva
estate Rubrica sportiva
0.35 Tg 2 Notiziario
8.00 Tot cerca pace Film
(comm., 1954)
9.25 Doc Martin Telefilm
10.15 Scatole cinesi Attualit
10.45 Tgr Estovest Attualit
11.05 Tgr Mediterraneo
11.30 Tgr RegionEuropa
12.00 Tg3 Notiziario
12.25 TeleCamere Attualit
12.55 Testimoni del tempo
Lezioni sulla Corte
Costituzionale Attualit
13.25 Passepartout Magazine
14.00 Tg Regione. Tg Regione
Meteo Notiziario
14.30 In 1/2 h Attualit
15.00 Tg 3 Lis Notiziario
15.05 Ciclismo: Giro dItalia
2013 Sport
18.05 Equitazione: Gran Premio
Citt di Roma Sport
18.55 Meteo Informazione
19.00 Tg 3. Tg Regione. Tgr
Meteo Notiziario
20.00 Blob Videoframmenti
20.10 Che tempo che fa Attualit
22.35 Off the Report Attualit
0.00 Tg 3. Meteo Notiziario
Rai Uno Rai Due Rai Tre
11.20 Eureka Serie
12.05 Annas StormFilm
13.45 Company Men Film
15.50 Private Practice Serie
17.20 Rai News - Giorno
17.25 Band of brothers Serie
18.20 Flashpoint Serie
19.45 MediumSerie
21.15 Sopranos Serie
23.05 Mainstream2013
23.30 Tropa de Elite 2 Film
1.25 Anica appuntamento al
Cinema
Rai 4
17.50 Lisola del Campione -
Haida Gwaii Documentari
18.45 Idro Il Viaggiatore
19.15 Spartiacque, La Cattedrale
sullacqua Documentari
19.45 Lera Spaziale - Missioni
Fallite Documentari
20.40 Bignomi
20.45 Concrete Canvas - Arte da
calpestare Documentari
21.15 Michel Petrucciani - Body
and Soul Film
23.00 Raitune5 Musicale
Rai 5
15.45 Anica Appuntamento al
Cinema Rubrica
15.50 Titanic - Nascita di una
leggenda Serie
17.40 Rai News - Giorno
17.45 Giorni da Leone 2
Miniserie
19.30 Fiction Magazine
20.15 Il Bene e il Male Serie
21.15 Nora Roberts - Montana
Sky Film
23.00 La Moglie Cinese Miniserie
0.50 Rai News - Notte
Rai
Premium
11.55 Il richiamo della foresta
Film
13.20 Difesa ad oltranza Film
15.05 Dietro la maschera Film
17.05 Soundtrek Magazine
17.25 Rai News - Giorno
17.30 Indian - La grande sfida
Film
19.30 Billy Bathgate - A scuola
di gangster Film
21.15 The Core Film
23.30 Lussuria - Seduzione e
tradimento Film
Rai Movie
17.10 a.C.d.C. Carvilius:
unenigma dallantica
Roma
18.10 I-Varieta -Hai visto mai?
18.35 La rivoluzione francese
20.05 Anteprima - La
Rivoluzione francese
20.10 Ricette q.b.
20.40 Res Gestae Fatti
21.10 Dixit Mondo Intransigenze
a confronto
23.10 Pasta nera
0.05 Res Gestae Fatti
Rai Storia
15.00 Rebelde Way Telenovela
15.50 Mudpit
16.20 Ultimate Spiderman
Cartoni Animati
16.45 Extreme Sports - Pop
Corn Tv Sport
17.05 Winx Club 5 Cartoni
17.30 Mia And Me Cartoni
18.20 Gulp Cinema - Ep. 5
18.45 Grachi
19.35 Azur E Asmar Film
21.05 Geronimo Stilton 2 Cartoni
21.25 Winx Club 5 Cartoni
Rai Gulp
12.45 Extreme Makeover Home
Edition Documentari
13.30 Modamania Attualit
14.10 Vite in apnea Reality show
15.50 Ugly Betty Telefilm
17.50 Non aprite quellarmadio
Reality show
18.30 Vite in apnea Reality show
19.30 Extreme Makeover Home
Edition Documentari
21.10 Dr. House - Medical
division Telefilm
22.50 Body Work Documentari
La 5
17.05 Ninjago
17.30 Dragon Ball
18.20 One Piece - Tutti
allArrembaggio!
18.45 Doraemon
19.10 Spongebob
19.35 Adventure Time
20.00 I Pinguini di Madagascar
20.25 Spongebob
20.50 Isa TVB
21.40 Febbre 80 Lady Oscar
22.05 Febbre 80 Occhi di Gatto
22.55 The Garfield Show
Boing
21.30 Amici
Talent show Penultimo
appuntamento con il talent show
ideato e condotto da Maria De
Filippi, per una semifinale ricca di
momenti emozionanti
21.25 La mummia
Il ritorno
Film Le mummie dello stregone
Imhotep e del suo antico amore
Anck Su Namun vengono
trasportati a Londra per una
mostra
6.00 Tg 5 Prima pagina
Attualit
7.55 Traffico
8.00 Tg 5 Mattina Notiziario
8.50 Le Frontiere dello Spirito
9.40 Ciak Junior
10.30 La vita dei mammiferi -
Lavorando di cesello
Documentari
12.00 Melaverde Magazine
13.00 Tg 5. Meteo.it Notiziario
13.40 LArca di No Attualit
14.00 Anna e i cinque 2 Serie
16.30 Lo showdei record
Variet
18.50 The Money Drop Quiz
20.00 Tg 5. Meteo.it Notiziario
20.40 Striscia la domenica
Variet satirico
21.30 Amici Talent show
0.10 Tg 5 Notte. Meteo.it
0.40 Striscia la domenica
Variet satirico
1.55 Abbiamo solo fatto
lamore Film(comm.,
1998) con Daniele Liotti,
Valerio Mastandrea. Regia di
Fulvio Ottaviano
Canale 5 Italia 1
7.55 Vita da strega Telefilm
9.00 La notte della Sindone
Documentari
10.00 Santa Messa
11.00 Le storie di viaggio a...
Cultura
11.30 Tg 4 - Telegiornale
12.00 Pianeta mare
Documentari
13.00 Ricette allitaliana
Attualit
14.00 Tg4 - Telegiornale
14.40 Dove vai in vacanza?
Film(comm., 1978)
16.00 Apocalypse -
LApocalisse Film-tv
18.55 Tg4 - Telegiornale
Notiziario
19.35 Tierra de Lobos Telefilm
20.30 Tempesta damore Soap
opera
21.30 Il negoziatore Film
(thriller, 1998) con Samuel
L. Jackson, Kevin Spacey.
Regia di F. Gary Gray
0.25 ShadowProgram-
Programma segreto
Film(thriller, 1997) con
Charlie Sheen
Rete 4
7.40 Gormiti Cartoni animati
8.05 Transformers: Prime
Cartoni animati
8.30 Ben 10 Cartoni animati
9.20 Scooby Doo Cartoni
9.45 I pinguini di Madagascar
10.10 I Jetsons Cartoni animati
10.35 Spymate Film(comm.,
2006) con Emma Roberts
12.15 Studio Aperto. Meteo
12.30 Superbike: G.P. UK Classe
WSBK - Gara 1 Sport
13.45 Fuori giri Sport
14.25 Tom&Jerry: the fast and
the furry Film(animaz.,
2005) Regia di Bill Kopp
16.00 Superbike: G.P. UK Classe
WSBK - Gara 2 Sport
17.20 The middle Telefilm
18.10 Life bites Sitcom
18.30 Studio Aperto. Meteo
19.00 La mummia Film(horror,
1999)
21.25 La mummia - Il ritorno
Film(horror, 2001)
23.50 The Time Machine Film
(fant., 2002)
1.45 Sport Mediaset
132 SETTE | 2124.05.2013
programmi dal 25 al 31 maggio
7.40 The Dr. Oz ShowVar|e|a
8.30 Tg La7 lo||/|ar|o
8.50 I men di Benedetta
9.40 Cuochi e fiamme
11.40 M.O.D.A. A||ua|||a
12.15 Quattro donne e un
funerale Te|e|||m
14.10 Movie flash
14.15 Josephine Ange Gardien
Te|e|||m
16.00 Una nuova vita per Zoe Tl
17.50 Ricetta sprint di
Benedetta Haga/|ne
18.40 S.O.S. Tata Rea|||y show
20.30 I men di Benedetta
21.30 Crozza nel paese delle
meraviglie Var|e|a
22.50 Novecento atto I l||m
(dramm., 1976)
1.55 Il gioco della paura l||m
La 7
La 7 D
7.00 Omnibus - Rassegna
stampa A||ua|||a
7.30 Tg La7 lo||/|ar|o
7.50 Omnibus A||ua|||a
9.50 Coffee Break A||ua|||a
11.05 Ti ci porto io Haga/|ne
12.25 I men di Benedetta
13.30 Tg La7 lo||/|ar|o
14.00 Tg La7 Cronache A||ua|||a
14.40 Mister Mamma l||m
(comm., 1983)
16.25 The district Te|e|||m
18.10 Lispettore Barnaby l||m-|v
20.00 Tg La7 lo||/|ar|o
20.30 In onda A||ua|||a
21.30 Amadeus l||m(dramm.,
1984) con TomHulce, F.
Murray Abraham. Regia di
Milos Forman
0.45 Tg La7 Sport
1.05 Jack Hunter e il tesoro
perduto di Ugarit Ser|e
7.50 Cuardaroba per|e||o
8.15 l| boss de||e |or|e
8.45 le|egan/a de| masch|o
9.40 Ha|e-up T|me con C||o
10.10 la|| lab Documentari
10.40 ln cuc|na con Ramsay
11.35 luor| menu Variet
12.30 l| boss de||e |or|e
13.00 l| re de| c|occo|a|o
13.30 Tor|e |n corso con Rena|o
14.30 0ua||ro ma|r|mon|
15.25 Ab||o da sposa cercas|
16.20 0|re, lare, 8ac|are Variet
16.50 la|| lab Documentari
17.15 Ha|e-up T|me con C||o
18.15 Ha come || ves||?!
19.10 Pa//| per |a spesa Variet
20.10 luor| menu Variet
21.10 Cra|| wars. s||da a||u|||ma
crea/|one Variet
22.10 2/ ore |n sa|a par|o uSA
23.05 lo e |a m|a ossess|one
Documentari
Real Time
9.10 S|y|a||
9.35 Top Cun Film
11.30 l| Trono 0| Spade 3
11.45 Cera una vo||a |n Amer|ca
(Er|. Vers.) Film
15.55 la memor|a de| cuore Film
17.45 la |redda |uce de| g|orno
Film
19.25 Hadagascar 3. r|cerca|| |n
Europa Film
21.00 S|y C|ne lews Rubrica
21.10 w||| Film
23.00 H||||on 0o||ar 8aby Film
1.15 0ceans E|even - la|e ||
vos|ro g|oco Film
8.00 So|o se || des||no Film
9.55 Prove daccusa Film
11.40 Ha come |a a |ar |u||o?
Film
13.15 lOO me|r| da| Parad|so
Film
15.05 un amore d| |es||mone
Film
16.50 0uas| am|c| Film
18.45 l| pr|nc|pe de| deser|o Film
21.00 0ue| che res|a d| m|o
mar||o Film
22.40 le/|on| d| c|occo|a|o 2 Film
0.30 0ua||ro ma|r|mon| e un
|unera|e Film
6.45 Commando Film
8.15 A Per|ec| Ce|away - una
Per|e||a V|a 0| luga Film
10.05 8a|man - l| r||orno Film
12.00 0n |he lns|de - la
pr|g|one de| |o||| Film
13.35 Vu|cano - los Ange|es
l997 Film
15.20 la ver||a nascos|a Film
17.00 The l|| l|s| - l|s|a d|
mor|e Film
18.35 lace|0|| - 0ue |acce d| un
assass|no Film
21.00 Con A|r Film
23.00 Commando Film
7.20 la|a|e |n lnd|a Film
9.10 S.P.0.R. 2OOO e l|2 ann| |a
Film
10.55 una se|||mana da 0|o Film
12.40 8uona g|orna|a Film
14.15 la dura ver||a Film
15.55 lmma|ur| - l| v|agg|o Film
17.50 A spasso ne| |empo -
lavven|ura con||nua Film
19.25 l| pesce |nnamora|o Film
21.00 l|na|men|e |a |e||c||a Film
22.40 l| m|o wes| Film
0.20 Sur8ad - 3 men|| sopra ||
pe|o Film
2.15 S|y|a||
7.35 Chos| - lan|asma Film
9.45 Came o| 0ea|h Film
11.25 X-Hen - l|n|/|o Film
13.40 le donne de| ses|o p|ano
Film
15.30 Ka|e &leopo|d Film
17.30 8|g Hama. |a|e padre |a|e
||g||o Film
19.20 Equ|||br|umFilm
21.10 P|ra|| de| Cara|b| - la
ma|ed|/|one de| |or/|ere
|an|asma Film
23.45 Scream3 Film
1.45 Scary Hov|e 3 - una r|sa|a
v| seppe|||ra Film
12.55 uno sc|mpan/ d|...
|am|g||a Film
14.10 Koda |ra|e||o orso 2 Film
15.20 T|m8ur|ons l|gh|mare
8e|ore Chr|s|mas Film
16.40 Space Ch|mps 2. Zar|og
co|p|sce ancora Film
17.55 Sur|s up - l re de||e onde
Film
19.20 Raga//e a 8ever|y l|||s Film
21.00 S|uar| l||||e 2 Film
22.25 Ar|hur e |a guerra de| due
mond| Film
0.10 Space Ch|mps 2. Zar|og
co|p|sce ancora Film
Sky
Cinema 1
Sky Cinema
Passion
Sky Cinema
Max
SkyCinema
Comedy
Sky Cinema
Family
12.00 8as|e|. l8A P|ayo||
14.30 Spec|a|e. The 8oa| Show
2Ol3
15.00 Rubr|ca. lcarus
15.30 Tenn|s. Spec|a|e Tenn|s
17.30 Haga/|ne. Ho|orSpor|
18.00 Au|omob|||smo. lndyCar
21.30 8as|e|. l8A P|ayo||
0.00 8ore. wor|d Ser|es o|
8or|ng
1.00 Rugby. Tro|eo Topo||no
1.30 Rugby. Super l5
3.15 Rugby. AVlVA Prem|ersh|p
5.00 Haga/|ne. Trans wor|d
Spor|
17.45 Spec|a|e. l|s|ory Rem|r
Champ|ons - le l|na||
18.15 Ca|c|o. Ser|e 8 P|ayou|.
Cara d| anda|a
20.00 Spec|a|e. Spec|a|e P|a||n|
20.30 C|||a de| Camp|on|.
0or|mund|Honaco d|
8av|era
20.45 Ca|c|o. uElA Champ|ons
league Sport
22.45 Spec|a|e. l|s|ory Rem|r
Champ|ons - le l|na||
23.15 C|||a de| Camp|on|.
0or|mund|Honaco d|
8av|era
Sky
Sport 2
Sky
Sport 1
12.40 la guerra de||e |or|e
13.30 Has|erChe| uK - Ep. l
14.35 Casa v|s|a mare
15.30 Ch| ves|e |a sposa-
Hamma con|ro suocera
16.30 Ha|r|mon|o per|e||o
17.20 Camb|o casa
(||na|men|e!) Documentari
18.15 l do|ce||| d| Pao|a
18.45 Keasha. |ab||o per|e||o
19.15 Accumu|a|or| ser|a||
20.05 Cuoch| e ||amme Rubrica
21.00 Has|erChe| uK - Ep. 2
22.05 la guerra de||e |or|e
22.55 Ch| ves|e |a sposa-
Hamma con|ro suocera
15.00 una casa per |es|a|e
16.00 l g|ard|n| p|u be||| de|
mondo Documentari
17.00 Crand| v|agg|, grand|
|avo|e Documentari
18.00 lEuropa d| R|c|
19.00 la nos|ra pr|ma casa
20.00 Vado a v|vere |n
campagna Documentari
21.00 Casa v|s|a mare
22.00 la seconda casa non s|
scorda ma| Documentari
23.00 una casa per |es|a|e
0.00 lacc|amo due pass|?
Documentari
15.25 le case p|u verd| de|
mondo Documentari
15.55 Hega|abbr|che ||a||ane
16.55 l magh| de| garage
17.55 C|| an|ma|| p|u per|co|os|.
nuov| ep|sod| Documentari
18.55 lup| d| mare Documentari
19.55 Han vs lood. |a s||da
||na|e Documentari
20.55 lrancesco. l| Papa venu|o
da |on|ano Documentari
21.55 lns|de. Area 5l
22.55 S|or|a segre|a deg|| ul0
0.50 Hond| a||en| Documentari
1.45 C|| apoca|||||c|
lei
14.00 la grande avven|ura d|
Scaramouche Film
15.40 l| Credo ne| Hosa|c| d|
Honrea|e
16.25 Come un grane||o d|
senapa...
17.15 Vade Re|ro
18.00 Rosar|o da lourdes
18.30 l| Tempo Vo|a? - le| cuore
de| g|orn|
19.00 l Pass| de| S||en/|o - lecce
20.00 Rosar|o da lourdes
20.30 la 8|bb|a ne||ar|e - le
S|or|e d| C|useppe
21.05 Ero| per caso Film
22.35 Cocce d| H|e|e
Tv 2000
10.45 Amer|can 0ad Telefilm
11.10 l S|mpson Telefilm
13.00 l Cr||||n Telefilm
13.30 The 8|g 8ang Theory TF
14.00 Cera una vo||a Telefilm
14.50 Touch Telefilm
15.40 l S|mpson Telefilm
16.30 lewC|r| Telefilm
16.55 lon ||dar|| de||a s|r
de|||n|erno 23 Telefilm
17.25 C|ee Telefilm
18.20 Tu||o |n |am|g||a Telefilm
19.10 The 8|g 8ang Theory TF
20.00 l S|mpson Telefilm
21.50 l Cr||||n Telefilm
22.15 The lewlorma| Telefilm
Fox
National
Geographic
Dove Tv
9.10 Teen Hom2 Variet
10.50 Ca|c|a|or| - C|ovan|
Speran/e Variet
12.40 l| Tes||mone Attualit
13.30 Har|o - una Ser|e d|
Hacc|o Capa|onda Variet
14.20 Tu||e |e er de| m|o raga//o
Film
16.20 lr|end/one. Am|c| o
l|dan/a||? Variet
16.50 C|ovan| Spos| Variet
21.10 l||m
23.00 lra|e||as|r| a /O ann| Film
1.10 Har|o - una Ser|e d|
Hacc|o Capa|onda Variet
MTV
13.30 loremlpsum8es| o|
13.55 0eejay Tg lews
14.00 S|r 0egrees
15.00 A Propos||o d| 8r|an
15.55 0eejay Tg lews
16.00 le S|rade d| Har
17.00 0ccupy 0eejay 8es| o|
18.00 l|no a||a ||ne de| mondo
18.55 0eejay Tg lews
19.00 l|nco|n le|gh|s
20.00 V|a Hassena 2 8es| o|
21.00 l|en|e da perdere Film
23.00 w|||red
23.30 0eejay Ch|ama l|a||a
Rem|r
Deejay Tv
8.45 Top Cun Documentari
9.40 A||ar| a| bu|o Documentari
10.35 A cacc|a d| |esor|
11.30 l| |a|o oscuro de| po|ere
12.25 lu|||ma se|||mana
13.20 En|gm| a||en| Documentari
14.15 0a Car|ba|d| a 8er|uscon|
16.05 lO cose che non sa| d|...
17.00 A||ar| d| |am|g||a
18.00 S|an les Superhumans
20.00 A||ar| d| |am|g||a
21.00 Ca||go|a. l/OO g|orn| d|
|errore Documentari
23.00 En|gm| a||en| Documentari
0.00 S|or|a de||un|verso
Documentari
History
Channel
Sky Cinema
Hits
SETTE | 2124.05.2013 133
27 Maggio Luned
21.10 Il Commissario
Montalbano
Fiction Durante le ricerche del
figlio di Augello, sparito dalla
villetta di Montereale, Montalbano
trova il corpo senza vita di una
ragazza scomparsa sei anni prima
21.05 Criminal minds
Telefilm Il Bau viene chiamato a
Philadelphia per indagare su
una serie di omicidi brutali che
vengono connessi al mondo
della box
21.05 Fantozzi subisce
ancora
Film Continua il calvario del rag.
Ugo Fantozzi, impiegato di
concetto in una multinazionale.
Schiavizzato dai colleghi e
picchiato dai condomini
6.00 Euronews News
6.10 Unomattina Caff
Attualit
6.30 Tg 1 Notiziario
6.45 Unomattina Attualit
12.00 La prova del cuoco
Variet
Conduce Antonella Clerici
13.30 Telegiornale Notiziario
14.00 Tg 1 Economia Attualit
14.10 Verdetto finale Attualit
15.15 La vita in diretta Attualit
18.00 Tg1 Speciale: Elezioni
Amministrative 2013
Attualit
18.50 Reazione a catena Gioco
20.00 Telegiornale Notiziario
20.30 Affari tuoi Game show
21.10 Il Commissario
Montalbano Fiction Con
Luca Zingaretti
23.20 Porta a Porta Attualit
Conduce Bruno Vespa
0.55 Tg 1 Notte. Che tempo
fa Notiziario
1.30 Sottovoce Attualit
2.00 Terza pagina Attualit
4.10 Da Da Da Videoframmenti
6.00 La strada per la felicit
Telefilm
6.40 Cartoon Flakes
8.15 Art attack Programma
per ragazzi
8.35 Le sorelle McLeod Serie
9.15 Seltz Videoframmenti
9.30 Sorgente di vita Rubrica
religiosa
10.00 Tg2 Insieme Attualit
11.00 I fatti vostri Variet
13.00 Tg 2 Giorno Notiziario
13.30 Tg2 Costume e societ
13.50 Medicina 33 Rubrica di
attualit medica
13.55 Tg2 Flash Lis Notiziario
14.00 Detto Fatto Attualit
15.30 Tg 2 Speciale Elezioni
Amministrative Attualit
18.45 Cold Case Telefilm
19.35 Squadra Speciale Cobra
11 Telefilm
20.30 Tg 2 20.30 Notiziario
21.05 Criminal minds Telefilm
23.25 Tg 2 Notiziario
23.40 Made in Sud Variet
0.50 Rai Parlamento
Telegiornale Notiziario
8.00 Agor Attualit
9.00 Agor Brontolo
10.00 La Storia siamo noi
10.50 Codice a barre Attualit
11.30 Buongiorno Elisir
12.00 Tg 3. Tg 3 Fuori Tg
12.45 Le storie Diario Italiano
13.10 Lena, amore della mia
vita Soap opera
14.00 Tg Regione. Tg Regione
Meteo Notiziario
14.20 Tg 3. Meteo 3 Notiziario
14.50 Piazza Affari Magazine
14.55 Tg3 Lis Notiziario
15.00 Tg 3 Speciale Elezioni
Amministrative Attualit
18.00 Geo Magazine 2013
19.00 Tg 3. Tg Regione. Tgr
Meteo Notiziario
20.00 Blob Videoframmenti
20.10 Celi, mio marito! Attualit
20.35 Un posto al sole SO
21.05 Fantozzi subisce ancora
Film(comm., 1983)
22.45 I dieci comandamenti
Attualit
23.30 Superstoria 2013
0.00 Tg3 Linea notte Meteo
Rai Uno Rai Due Rai Tre
13.35 Being Erica Serie
14.20 Brothers &Sisters Telefilm
15.05 Desperate Housewives Serie
15.50 One Tree Hill Serie
16.35 Streghe Serie
17.20 Rai News - Giorno
17.25 Battlestar Galactica Serie
18.10 Babylon 5 Serie
18.55 Alphas Serie
19.40 Lost Serie
20.25 Desperate Housewives
21.10 Fearless Film
22.50 Sopranos Serie
Rai 4
17.15 I giardini pi belli del
mondo - Usa Documentari
18.15 Raitune5 Musicale
18.45 Posso venire a dormire da
voi? - Marocco
19.40 I Sentieri del Mondo: I
Machiguenga Documentari
20.35 Bignomi
20.40 Passepartout - Dada
Pillola di Vitamina
21.15 Gli Spreconi - Tutto LowCost
22.15 Linsostenibile leggerezza
del prezzo Documentari
Rai 5
13.40 Rush 3 Telefilm
14.25 Un Caso per Due
15.25 Seconde Chance Soap
15.50 Anica Appuntamento al
Cinema Rubrica
15.55 La Squadra 2
17.40 Rai News - Giorno
17.45 Perla Nera Telenovela
18.25 La Forza del Desiderio TN
19.15 Capri 2 Serie
21.10 La Bibbia: Davide Miniserie
0.25 Rai News - Notte
0.30 La Nuova Squadra
Rai
Premium
10.00 Giuramento Film
12.05 Larmata Brancaleone
Film
14.05 Un uomo e il suo cane Film
15.50 Conciati per le feste Film
17.25 Rai News - Giorno
Notiziario
17.30 Professione inventore Film
19.05 I dieci giorni che
sconvolsero il mondo Film
21.15 I professionisti Film
23.15 Movie Drugstore Magazine
23.45 Missing in America Film
Rai Movie
17.00 La Grande Guerra-le
illusioni
18.00 Res-Luigi Tenco
18.30 Ce musica e musica-
Overture
19.15 Soggetto donna
20.30 Res Gestae Fatti
21.00 Dixit Guerre Testimoni
dellorrore:i due volti di
Auschwitz
22.00 Dixit GuerreTestimoni
dellorrore: nata in un
campo di concentramento
Rai Storia
15.00 Rebelde Way Telenovela
15.50 Mudpit
16.20 Ultimate Spiderman
Cartoni Animati
16.45 Tiggi Gulp 2012 2013
17.05 Winx Club 5 Cartoni
17.30 Mia And Me Cartoni
18.20 Gulp Girl 2013
18.45 Grachi
19.30 Violetta
20.20 Split
21.10 Winx Club 5 Cartoni
21.35 Mia And Me Cartoni
Rai Gulp
15.20 The O.C Telefilm
16.10 Samantha chi? Telefilm
16.35 Extreme Makeover Home
Edition Documentari
17.20 Vite in apnea Reality show
17.50 Che Trucco! Reality show
18.20 Amici Reality show
19.30 Gossip Girl Telefilm
20.25 Dr. House - Medical
division Telefilm
21.10 Bye Bye Cinderella Sitcom
21.40 Suburgatory Sitcom
22.05 Cougar Town Telefilm
La 5
17.05 Ninjago
17.30 Dragon Ball
18.20 One Piece - Tutti
allArrembaggio!
18.45 Doraemon
19.10 Spongebob
19.35 Adventure Time
20.00 I Pinguini di Madagascar
20.25 Spongebob
20.50 Isa TVB
21.40 Febbre 80 Lady Oscar
22.05 Febbre 80 Occhi di Gatto
22.55 The Garfield Show
Boing
21.10 The Wedding Date
Lamore ha il suo prezzo
Film Una single si fa
accompagnare da un gigol al
matrimonio della sorella.
Lobiettivo della donna far
ingelosire il suo ex fidanzato
21.10 Arrow
Telefilm Oliver (Stephen
Amell) e Diggle entrano in
competizione per impedire a
Dark Archer di sfogare la sua
vendetta contro The Glades
6.00 Tg 5 Prima pagina
Attualit
7.55 Traffico Informazione
7.57 Borsa e Monete
8.00 Tg 5 Mattina Notiziario
8.40 La telefonata di Belpietro
Attualit
8.50 Mattino Cinque Attualit
11.00 ForumAttualit
13.00 Tg 5. Meteo.it Notiziario
13.40 Beautiful Soap opera
14.10 CentoVetrine Soap opera
14.45 Amici Talent show
15.30 Pomeriggio cinque
Attualit
18.50 The Money Drop Quiz
20.00 Tg 5. Meteo.it Notiziario
20.40 Striscia la notizia Variet
satirico
21.10 The Wedding Date
Lamore ha il suo prezzo
Film(comm., 2004) con
Debra Messing, Dermot
Mulroney. Regia di Clare
Kilner
23.00 Tg5puntonotte Notiziario
0.30 Tg 5 Notte. Meteo.it
1.00 Striscia la notizia
Canale 5 Italia 1
6.50 T.J. Hooker Telefilm
7.45 Miami Vice Telefilm
8.40 Hunter Telefilm
9.50 Carabinieri Telefilm
10.50 Ricette allitaliana
Attualit
11.30 Tg 4 - Telegiornale
12.00 Detective in corsia
Telefilm
12.55 La signora in giallo
Telefilm
14.00 Tg4 - Telegiornale
14.45 Lo sportello di Forum
Attualit
15.30 Hamburg distretto 21
Telefilm
16.35 My Life Soap opera
17.00 Suor Therese Telefilm
18.55 Tg4 - Telegiornale
19.35 Tempesta damore Soap
opera
20.30 Quinta Colonna - Il
quotidiano Attualit
21.10 Quinta colonna Attualit
Conduce Paolo Del Debbio
0.00 The Dreamers - I
sognatori Film(dramm.,
2003) con Michael Pitt
2.25 Modamania Magazine
Rete 4
7.00 Zeke e Luther Telefilm
7.50 Tutto in famiglia Telefilm
8.40 Una mamma per amica
Telefilm
10.30 E.R. Medici in prima linea
Telefilm
12.25 Studio Aperto. Meteo
13.00 Sport Mediaset
13.40 I Simpson
14.35 Whats my destiny
Dragon Ball Cartoni
15.00 Naruto Shippuden
Cartoni animati
15.25 Le avventure di Lupin III
15.55 Smallville Telefilm
17.40 Top one Quiz
18.30 Studio Aperto. Meteo
19.20 C.S.I. - NewYork Telefilm
21.10 ArrowTelefilm
22.00 Nikita Telefilm
23.50 Sin City Film(fant.,
2005) con Bruce Willis,
Mickey Rourke. Regia di
Robert Rodriguez, Frank
Miller
2.10 Knight rider Telefilm
3.05 Sport Mediaset Notiziario
sportivo
134 SETTE | 2124.05.2013
programmi dal 25 al 31 maggio
7.40 The Dr. Oz ShowVariet
8.30 Tg La7 Notiziario
8.50 I men di Benedetta
9.40 Cuochi e fiamme Gioco
10.40 Cambio moglie Reality
show
11.40 Lerba del vicino Attualit
12.30 Le interviste barbariche
13.30 Agente speciale Sue
Thomas Telefilm
15.10 I men di Benedetta
16.10 The Dr. Oz ShowVariet
17.10 Non ditelo alla sposa
18.10 Cambio Moglie
19.10 Cuochi e fiamme Gioco
20.10 I men di Benedetta
21.10 Cambio moglie Reality
show
0.10 The Dr. Oz ShowVariet
1.15 Victor Victoria Variet
La 7
La 7 D
6.00 Tg La7. Meteo. Oroscopo.
Traffico Notiziario
7.00 Omnibus - Rassegna
stampa Attualit
7.30 Tg La7 Notiziario
7.50 Omnibus Attualit
9.50 Coffee Break Attualit
11.00 Laria che tira Attualit
12.25 I men di Benedetta
13.30 Tg La7 Notiziario
14.00 Tg La7 Cronache Attualit
14.40 Le strade di San
Francisco Telefilm
16.30 Commissario Cordier
Telefilm
18.10 The district Telefilm
19.05 NYPD Blue Telefilm
20.00 Tg La7 Notiziario
20.30 Otto e Mezzo Attualit
21.10 Piazzapulita Attualit
23.45 Omnibus notte Attualit
0.50 Tg La7 Sport
10.40 Abito da sposa cercasi
11.10 Leleganza del maschio
11.35 Make-Up Time con Clio
12.05 Torte in corso con Renato
12.30 Il boss delle torte
13.00 Fuori men Variet
14.00 Make-Up Time con Clio
14.30 Leleganza del maschio
15.00 Torte in corso con Renato
15.25 Welcome Style
15.55 Abito da sposa cercasi
16.20 Quattro matrimoni
17.15 Tabatha Mani di Forbice
18.15 Torte in corso con Renato
18.40 Il boss delle torte
19.40 Gordon Ramsay: cucine da
incubo Variet
20.40 Abito da sposa cercasi
21.10 Extreme Makeover: Diet
Edition Documentari
22.10 Grassi contro magri
23.05 Sepolti in casa
0.00 Malattie imbarazzanti XXL
Real Time
10.00 Ribelle-The Brave
10.15 Madagascar 3: ricercati in
Europa Film
11.50 Oceans Eleven - Fate il
vostro gioco Film
13.45 Will Film
15.30 Million Dollar Baby Film
17.45 Chronicle Film
19.15 Bel Ami - Storia di un
seduttore Film
21.00 Sky Cine News Rubrica
21.10 Skyfall Film
23.40 Margin Call Film
1.30 Il Trono di Spade - 3a
stagione Telefilm
6.05 Arriva la bufera Film
7.55 Skyfall
8.15 Lolita Film
10.30 Un amore di testimone
Film
12.15 Quattro matrimoni e un
funerale Film
14.15 Quel che resta di mio
marito Film
15.55 Fast Food Film
17.30 Cose da maschi Film
19.15 Proof - La prova Film
21.00 Casanova Film
23.00 Piccole donne Film
1.05 Quando la notte Film
7.55 Jackie Brown Film
10.30 Il Trono Di Spade 3
10.45 Con Air Film
12.40 Face/Off - Due facce di un
assassino Film
15.00 Arma letale Film
16.50 Pronti a morire Film
18.40 Matrix Film
21.00 Men in Black 3 Film
Con Will Smith, Tommy Lee
Jones
22.50 Hannibal Film
1.05 Desert Vampires Film
2.35 Batman &Robin Film
4.40 Pronti a morire Film
7.35 NewYork Taxi Film
9.15 A spasso nel tempo -
Lavventura continua Film
10.50 Il pesce innamorato Film
12.25 Il mio West Film
14.05 Finalmente la felicit Film
15.45 Le comiche 2 Film
17.20 Com bello far lamore Film
19.05 Zohan - Tutte le donne
vengono al pettine Film
21.00 Natale a Miami Film
22.45 NewYork Taxi Film
0.30 Skyfall
0.50 Yuppies, i giovani di
successo Film
9.20 EquilibriumFilm
11.10 Skyfall
11.30 Big Mama: tale padre tale
figlio Film
11.30 Convesazione con Paolo
Sorrentino Rubrica
13.20 Pirati dei Caraibi - La
maledizione del forziere
fantasma Film
15.55 Nata ieri Film
17.40 Texas Rangers Film
19.15 The Shipping News -
Ombre dal profondo Film
21.10 Cast Away Film
23.35 False verit Film
7.45 Shaggy Dog - Pap che
abbaia... non morde Film
9.30 Tome Thomas - Un solo
destino Film
11.25 Duma Film
13.10 Ragazze a Beverly Hills Film
14.50 Snowday Film
16.25 Arthur e la guerra dei due
mondi Film
18.10 Stuart Little 2 Film
19.30 Magic Silver Film
21.00 Alvin Superstar 3 - Si salvi
chi pu Film
22.35 Real Steel Film
0.45 Il gatto con gli stivali
Sky
Cinema 1
Sky Cinema
Passion
Sky Cinema
Max
SkyCinema
Comedy
Sky Cinema
Family
13.00 Wrestling: WWE
Superstars
14.00 Basket: NBA Playoff
16.30 Rugby: AVIVA Premiership
17.30 Automobilismo: Ferrari
Challenge
18.30 Rubrica: Icarus Sport
19.00 Wrestling: WWE
Experience
20.00 Speciale: The Boat Show
2013
20.30 Automobilismo: IndyCar
21.30 Basket: NBA Playoff
0.00 Boxe: World Series of
Boxing
17.00 Magazine: Fan Club
Napoli
17.30 Magazine: Fan Club
Juventus
18.00 Calcio: UEFA Champions
League
18.30 Rubrica: I Signori del
Calcio
19.00 Magazine: Mondo Gol
20.00 Rubrica: Sky Calcio
prepartita
20.45 Calcio: Derby SLAncio di
Vita
22.15 Rubrica: Sky Calcio
postpartita
Sky
Sport 2
Sky
Sport 1
11.45 I dolcetti di Paola
12.15 Cuochi e fiamme Rubrica
13.10 I men di Benedetta
14.00 Non ditelo alla sposa!
15.00 Keasha: labito perfetto
15.30 10 anni pi giovane
16.25 Prendere o lasciare
17.15 Case da incubo - USA
17.45 Case da incubo Variet
18.10 I men di Benedetta
19.05 I dolcetti di Paola
19.35 Sugarstar Variet
20.05 Cuochi e fiamme Rubrica
21.00 Giardinieri in affitto
22.00 Cambio casa
(finalmente!) Documentari
13.00 Grandi viaggi, grandi
tavole Documentari
14.00 Casa vista mare
15.00 La nostra prima casa
16.00 Facciamo due passi?
17.00 Grandi viaggi, grandi
tavole Documentari
18.00 LItalia di Dove - Vicenza:
sulle orme del Palladio
19.00 La nostra prima casa
20.00 Prendere o lasciare
21.00 Casa vista mare
22.00 Una casa per lestate
23.00 La seconda casa non si
scorda mai Documentari
11.55 Antichi misteri
12.55 Le case pi verdi del
mondo Documentari
13.55 Gli animali pi pericolosi
14.55 Man vs Food: la sfida
finale Documentari
15.55 Dog Whisperer
16.55 Le case pi verdi d'Italia
17.55 La versione di Kissinger
18.55 Lupi di mare Documentari
19.55 Wild Real Tv Documentari
20.55 Tab - I disadattati
21.55 Gli apocalittici
22.55 Man vs Food: la sfida
finale Documentari
lei
14.30 Nel cuore dei giorni
15.00 Kojak Telefilm
15.50 Nel cuore dei giorni
16.20 Quel che passa il
Convento
17.00 Nel cuore dei giorni
18.00 Rosario in diretta da
Lourdes
18.30 Tg 2000
19.00 Romanzo Familiare
20.00 Rosario da Lourdes
20.30 Nel cuore dei giorni
20.55 Tgtg
21.20 Cadfael i Misteri
dellAbbazia Fiction
22.30 Kojak Telefilm
Tv 2000
14.25 La vita secondo JimTF
14.50 Tutto in famiglia Telefilm
15.15 The Big Bang Theory TF
15.45 Glee Telefilm
16.40 Futurama Telefilm
17.05 American Dad Telefilm
17.35 I Simpson Telefilm
18.30 The Big Bang Theory TF
19.00 La vita secondo JimTF
19.20 Tutto in famiglia Telefilm
19.45 I Griffin Telefilm
20.10 I Simpson Telefilm
21.00 Touch Telefilm
21.50 Da Vincis Demons TF
22.45 I fantasmi di BedlamTF
23.35 I Griffin Telefilm
Fox
National
Geographic
Dove Tv
9.45 Teen MomVariet
12.00 NewGirl Telefilm
13.00 Hollywood Heights - Vita
Da Popstar Telefilm
13.55 Scrubs Sitcom
14.50 NewGirl Telefilm
15.50 Ginnaste - Vite Parallele
16.40 Hollywood Heights - Vita
Da Popstar Telefilm
17.30 Catfish: False Identita
18.25 Ginnaste - Vite Parallele
19.25 NewGirl Telefilm
20.15 Scrubs Sitcom
21.10 Geordie Shore Variet
22.50 Il Testimone Attualit
MTV
14.00 Pascalistan
14.30 Fuori Frigo
15.00 Perfetti... ma non troppo
15.30 Occupy Deejay
15.55 Deejay Tg News
16.00 Occupy Deejay
17.00 Jane stilista per caso
18.00 Felicity
18.55 Deejay Tg News
19.00 Lincoln Heights
20.00 Pascalistan
20.30 Fuori Frigo
21.00 The River
22.00 Deejay Chiama Italia
Edizione Serale
Deejay Tv
11.30 Vietnamin HD: Linizio
della guerra Documentari
12.25 Affari al buio Documentari
13.20 Affari di famiglia
14.15 Cacciatori di miti
15.10 Disastro in diretta
16.05 Affari di famiglia -
Louisiana Documentari
17.00 Vajont, limmagine
dellorrore Documentari
18.00 Segreti svelati
19.00 Affari al buio Documentari
20.00 Affari di famiglia
21.00 Te lo do io il Medioevo
22.00 Le battaglie dei giganti
23.00 Segreti svelati
History
Channel
Sky Cinema
Hits
SETTE | 2124.05.2013 135
28 Maggio Marted
21.10 La partita
del cuore 2013
Sport In diretta dallo Juventus
Stadium di Torino, si gioca il
match tra la Nazionale Cantanti
e i Campioni per la Ricerca.
Conduce Fabrizi Frizzi.
21.05 Squadra Speciale
Cobra 11
Telefilm A causa di un incidente,
Ben e Semir vengono ricoverati
in una clinica tra i boschi. Anche
qui dovranno indagare su alcuni
fatti poco chiari
21.05 Ballar
Attualit Il settimanale
condotto da Giovanni Floris
ospita protagonisti della politica
e dellimprenditoria italiana. La
copertina di Maurizio Crozza
6.00 Euronews News
Il telegiornale europeo
6.10 Unomattina Caff
Attualit
Conduce Guido Barlozzetti
che si occupa di libri, arte,
cultura, anche con notizie e
curiosit
6.30 Tg 1 Notiziario
6.45 Unomattina Attualit
12.00 La prova del cuoco
Variet
Conduce Antonella Clerici
13.30 Telegiornale Notiziario
14.00 Tg 1 Economia Attualit
14.10 Verdetto finale Attualit
15.15 La vita in diretta Attualit
18.50 Reazione a catena Gioco
20.00 Telegiornale Notiziario
20.30 Affari tuoi Game show
21.10 La partita del cuore 2013
Sport
23.35 Porta a Porta Attualit
Conduce Bruno Vespa
1.10 Tg 1 Notte. Che tempo fa
Notiziario
1.45 Sottovoce Attualit
2.15 Terza Pagina Attualit
6.00 La strada per la felicit
Telefilm
6.40 Cartoon Flakes
Programma per bambini
8.35 Le sorelle McLeod Serie
10.00 Tg2 Insieme Attualit
11.00 I fatti vostri Variet
13.00 Tg 2 Giorno Notiziario
13.30 Tg2 Costume e societ
Attualit
13.50 Medicina 33 Rubrica di
attualit medica
14.00 Detto Fatto Attualit
16.15 Senza traccia Telefilm
17.45 Tg2 Flash Lis Notiziario
17.50 Tg Sport
18.15 Tg 2 Notiziario
18.45 Cold Case Telefilm
19.35 Squadra Speciale Cobra
11 Telefilm
20.30 Tg 2 20.30 Notiziario
21.05 Squadra Speciale Cobra
11 Telefilm
22.50 Strike Back Telefilm
23.35 Tg 2 Notiziario
23.50 aggratis! Variet
1.10 Rai Parlamento
Telegiornale Notiziario
6.30 Il Caff Attualit
7.00 Tgr Buongiorno Italia
7.30 Tgr Buongiorno Regione
8.00 Agor Attualit
10.00 La Storia siamo noi
10.50 Codice a barre Attualit
11.30 Buongiorno Elisir
12.00 Tg 3. Tg 3 Fuori Tg
12.45 Le storie Diario Italiano
13.10 Lena, amore della mia
vita Soap opera
14.00 Tg Regione. Tg Regione
Meteo Notiziario
14.20 Tg 3. Meteo 3 Notiziario
14.50 Tgr Piazza Affari Attualit
14.55 Tg3 Lis Notiziario
15.00 Ponderosa Telefilm
15.50 Unaltra occasione Film tv
17.20 Geo Magazine 2013
19.00 Tg 3. Tg Regione. Tgr
Meteo Notiziario
20.00 Blob Videoframmenti
20.10 Celi, mio marito! Attualit
20.35 Un posto al sole SO
21.05 Ballar Attualit Conduce
Giovanni Floris
23.20 Report Cult Attualit
0.00 Tg3 Linea notte Meteo
Rai Uno Rai Due Rai Tre
14.25 Brothers &Sisters Telefilm
15.10 Desperate Housewives
15.55 One Tree Hill Serie
16.40 Streghe Serie
17.25 Rai News - Giorno
17.30 Battlestar Galactica Serie
18.15 Babylon 5 Serie
19.00 Alphas Serie
19.45 Lost Serie
20.30 Desperate Housewives
21.15 Highwaymen Film
22.35 Wonderland 2013
23.00 Dal tramonto allalba Film
Rai 4
17.00 Rai News - Giorno
17.05 I giardini pi belli del
mondo - Oriente
18.10 Cool Tour Moda Magazine
18.40 Posso venire a dormire da
voi? Australia Documentari
19.35 I Sentieri del Mondo: Valle
dellomo Documentari
20.30 Bignomi
20.40 Passepartout - La Danza
Macabra
21.15 Noi Albinoi Film
22.40 David Letterman Show
Rai 5
14.25 Un Caso per Due
15.25 Seconde Chance Soap
15.50 Anica Appuntamento al
Cinema Rubrica
15.55 La Squadra 2
17.40 Rai News - Giorno
17.45 Perla Nera Telenovela
18.25 La Forza del Desiderio TN
19.15 Capri 2 Serie
21.10 Io e Mio figlio - Nuove
Storie per il Commissario
Vivaldi Miniserie
23.00 Attori e Divi Italiani
Rai
Premium
9.25 Il ladrone Film
11.15 Pronto... Lucia Film
12.45 I carabbinieri Film
14.15 14 anni vergine Film
15.45 Baciati dalla sfortuna Film
17.25 Rai News - Giorno
17.30 La tregua Film
19.35 Adorabili amiche Film
21.10 Nuovo cinema Paradiso Film
0.05 100 pallottole d`Argento
0.10 Sangue facile - A Woman,
a Gun and a Noodle Shop
Film
Rai Movie
15.00 Dixit Speciale Altrove
17.00 La Grande Guerra-Nei
continenti e sui mari
18.00 La festa, la farina, la forca-
la sfida
18.30 Ce musica e musica-Due
nellorchestra
19.20 Soggetto donna
20.30 Res Gestae Fatti
21.00 Dixit Speciale Austerity
22.00 Dixit Speciale The Flaw
23.00 Tablet-Italia in 4d
0.00 Res Gestae Fatti
Rai Storia
15.00 Rebelde Way Telenovela
15.50 Mudpit
16.20 Ultimate Spiderman
Cartoni Animati
16.45 Tiggi Gulp 2012 2013
17.05 Winx Club 5 Cartoni
17.30 Mia And Me Cartoni
18.20 Gulp Girl 2013
18.45 Grachi
19.30 Violetta
20.20 Split
21.10 Winx Club 5 Cartoni
21.35 Mia And Me Cartoni
Rai Gulp
16.10 Samantha chi? Telefilm
16.35 Extreme Makeover Home
Edition Documentari
17.20 Vite in apnea Reality show
17.50 Che Trucco! Reality show
18.20 Amici Reality show
19.30 Gossip Girl Telefilm
20.25 Dr. House - Medical
division Telefilm
21.10 Vieni a vivere con me
Reality show
22.10 Cambio Casa, Cambio Vita
Reality show
La 5
17.05 Ninjago
17.30 Dragon Ball
18.20 One Piece - Tutti
allArrembaggio!
18.45 Doraemon
19.10 Spongebob
19.35 Adventure Time
20.00 I Pinguini di Madagascar
20.25 Spongebob
20.50 Isa TVB
21.40 Febbre 80 Lady Oscar
22.05 Febbre 80 Occhi di Gatto
22.55 The Garfield Show
Boing
21.10 Benvenuti a tavola 2
Fiction Il ristorante di Paolo si
riempie di nuovi clienti grazie
alla lite in televisione. Perrone,
per, rischia una multa per aver
aumentato il numero dei tavoli
21.10 Una notte da leoni 2
Film Sono passati due anni
dalla folle notte di Las Vegas in
cui Phil, Stu e Alan rischiarono di
far saltare il matrimonio del loro
amico Doug
6.00 Tg 5 Prima pagina
Attualit
7.55 Traffico Informazione
7.57 Borsa e Monete
Informazione
8.00 Tg 5 Mattina Notiziario
8.40 La telefonata di Belpietro
Attualit
8.50 Mattino Cinque Attualit
11.00 ForumAttualit
13.00 Tg 5. Meteo.it Notiziario
13.40 Beautiful Soap opera
14.10 CentoVetrine Soap opera
14.45 Amici Talent show
15.30 Pomeriggio cinque
Attualit
18.50 The Money Drop Quiz
20.00 Tg 5. Meteo.it Notiziario
20.40 Striscia la notizia Variet
satirico
21.10 Benvenuti a tavola 2
Fiction
23.30 Tg5puntonotte Notiziario
0.55 Tg 5 Notte. Meteo.it
Notiziario
1.25 Striscia la notizia Variet
satirico
2.15 Amici Talent show
Canale 5 Italia 1
6.50 T.J. Hooker Telefilm
7.45 Miami Vice Telefilm
8.40 Hunter Telefilm
9.50 Carabinieri Telefilm
10.50 Ricette allitaliana
11.30 Tg 4 - Telegiornale
12.00 Detective in corsia
Telefilm
12.55 La signora in giallo
Telefilm
14.00 Tg4 - Telegiornale
14.45 Lo sportello di Forum
Attualit
15.30 Hamburg distretto 21
Telefilm
16.35 My Life Soap opera
16.55 La legge del capestro
Film(western, 1956)
18.55 Tg4 - Telegiornale
19.35 Tempesta damore Soap
opera
20.30 Quinta Colonna - Il
quotidiano Attualit
21.10 Il buio nellanima Film
(azione, 2007) con Jodie
Foster, Terrence Howard.
Regia di Neil Jordan
23.55 Identit violate Film
(dramm., 2004)
Rete 4
7.00 Zeke e Luther Telefilm
7.50 Tutto in famiglia Telefilm
8.40 Una mamma per amica
Telefilm
10.30 E.R. Medici in prima linea
Telefilm
12.25 Studio Aperto. Meteo
13.00 Sport Mediaset
13.40 I Simpson
14.35 Whats my destiny
Dragon Ball Cartoni
15.00 Naruto Shippuden
Cartoni animati
15.25 Le avventure di Lupin III
Cartoni animati
15.55 Smallville Telefilm
17.40 Top one Quiz
18.30 Studio Aperto. Meteo
19.20 C.S.I. - NewYork Telefilm
21.10 Una notte da leoni 2 Film
(comm., 2011) con Bradley
Cooper, Ed Helms, Zach
Galifianakis, Justin Bartha,
Paul Giamatti. Regia di Todd
Phillips
23.15 Libera uscita Film
1.15 Sport Mediaset Notiziario
sportivo
136 SETTE | 2124.05.2013
programmi dal 25 al 31 maggio
7.40 The Dr. Oz ShowVariet
8.30 Tg La7 Notiziario
8.50 I men di Benedetta
9.40 Cuochi e fiamme Gioco
10.40 Cambio Moglie
11.40 Lerba del vicino Variet
12.30 Le interviste barbariche
13.30 Agente Speciale Sue
Thomas Telefilm
15.10 I men di Benedetta
16.10 The Dr. Oz ShowVariet
17.10 Non ditelo alla sposa
18.10 Cambio Moglie
19.10 Cuochi e fiamme Gioco
20.10 I men di Benedetta
21.10 Fur Un ritratto
immaginario di Diane
Arbus Film(biogr., 2005)
23.20 La Mala EducaXXXion
0.40 The Actors Film
La 7
La 7 D
7.00 Omnibus - Rassegna
stampa Attualit
7.30 Tg La7 Notiziario
7.50 Omnibus Attualit
9.50 Coffee Break Attualit
11.00 Laria che tira Attualit
12.25 I men di Benedetta
Variet
13.30 Tg La7 Notiziario
14.00 Tg La7 Cronache Attualit
14.40 Le strade di San
Francisco Telefilm
16.30 Suor Therese Telefilm
18.10 The district Telefilm
19.05 NYPD Blue Telefilm
20.00 Tg La7 Notiziario
20.30 Otto e Mezzo Attualit
21.10 La libreria del mistero
Libri, ricatti ebiberon
Film-tv
22.50 La libreria del mistero -
Chi stato? Film-tv
10.40 Abito da sposa cercasi
11.10 Leleganza del maschio
11.35 Make-Up Time con Clio
12.05 Torte in corso con Renato
12.30 Il boss delle torte
13.00 Fuori men Variet
14.00 Make-Up Time con Clio
14.30 Leleganza del maschio
15.00 Torte in corso con Renato
15.25 Welcome Style
15.55 Abito da sposa cercasi
16.20 Quattro matrimoni
17.15 Tabatha Mani di Forbice
18.15 Torte in corso con Renato
18.40 Il boss delle torte
19.40 Gordon Ramsay: cucine da
incubo Variet
20.40 Abito da sposa cercasi
21.10 Il re del cioccolato
21.40 Il boss delle torte
22.10 Fuori men Variet
23.05 Hotel da incubo
0.00 Malattie imbarazzanti XXL
Real Time
7.25 The Whistleblower Film
9.20 Il dittatore Film
10.50 I fantastici 4 Film
12.40 The Lady - Lamore per la
libert Film
14.55 Skyfall Film
17.20 Margin Call Film
19.10 Act of Valor Film
21.00 Sky Cine News Rubrica
21.10 La verit che non gli
piaci abbastanza Film
23.25 I fantastici 4 Film
1.15 The Whistleblower Film
3.10 Magnifica presenza Film
4.55 40 carati Film
6.35 Cose da maschi Film
8.20 Lamore in gioco Film
10.10 Piccole donne Film
12.10 Dreamgirls Film
14.20 Striptease Film
16.20 Possession Film
17.50 Lamore allimprovviso -
Larry Crowne Film
19.30 Il fidanzato della mia
ragazza Film
21.00 Flashdance Film
22.40 Lamore in gioco Film
0.30 Lamore allimprovviso -
Larry Crowne Film
2.10 Striptease Film
6.30 Hannibal Film
8.40 Matrix Film
10.55 Mission: Impossible -
Protocollo Fantasma Film
13.10 Men in Black 3 Film
15.00 Shark Night - Il lago del
terrore Film
16.35 Batman &Robin Film
18.40 Matrix Reloaded Film
21.00 Cera una volta in Messico
Film
22.45 Paranormal Xperience Film
0.20 Mission: Impossible -
Protocollo Fantasma Film
2.35 Il 13 guerriero Film
6.05 Le comiche 2 Film
7.40 Skyfall
8.00 Com bello far lamore Film
9.45 Zohan - Tutte le donne
vengono al pettine Film
11.40 Skyfall
12.00 Scuola di polizia 2: Prima
missione Film
13.35 Natale a Miami Film
15.20 Anni 90 - Parte II Film
17.25 Italians Film
19.25 I soliti idioti Film
21.00 Jack e Jill Film
22.35 E adesso sesso Film
0.10 Anni 90 Film
6.45 Beautiful Girls Film
8.40 The Shipping News -
Ombre dal profondo Film
10.35 Ribelle-The Brave
10.50 Boys &Girls - Attenzione:
Il sesso cambia tutto Film
12.25 False verit Film
14.15 Bad Teacher - Una cattiva
maestra Film
15.50 Ticket Out - Giustizia ad
ogni costo Film
17.25 14 anni vergine Film
19.00 The Terminal Film
21.10 Ricordati di me Film
23.20 Save the Last Dance Film
6.25 Il gatto con gli stivali
6.45 Duma Film
8.30 Snowday Film
10.05 I racconti di Terramare
Film
12.05 Mr. Magoo Film
13.35 Magic Silver Film
15.05 Real Steel Film
17.15 Il castello nel cielo Film
19.25 Martin e Julia
21.00 La leggenda degli animali
magici
22.40 Una moglie per pap Film
0.35 Minouche la gatta
2.10 Una magica estate Film
Sky
Cinema 1
Sky Cinema
Passion
Sky Cinema
Max
SkyCinema
Comedy
Sky Cinema
Family
12.30 Rubrica: Icarus
13.00 Wrestling: WWE
Experience
14.00 Basket: NBA Playoff
16.30 Rugby: AVIVA Premiership
17.30 Automobilismo: IndyCar
18.30 Magazine: MotorSport
19.00 Wrestling: WWE Domestic
Raw
21.30 Basket: NBA Playoff
0.00 Boxe: World Series of
Boxing
1.00 Rugby: Amlin Challenge
Cup
2.00 Magazine: MotorSport
18.00 Rubrica: I Signori del
Calcio
18.30 Calcio: UEFA Champions
League
19.00 Rubrica: I Signori del
Calcio
19.30 Super History: Maradona
vs Platini
19.45 Super History: Van Basten
vs Baggio
20.00 Rubrica: Serie A Remix
21.00 Calcio: UEFA Champions
League
23.00 Rubrica: Serie A Remix
0.00 I Signori del Calcio
Sky
Sport 2
Sky
Sport 1
14.00 Non ditelo alla sposa!
15.00 Keasha: labito perfetto
15.30 10 anni pi giovane
16.25 Prendere o lasciare
17.15 Case da incubo - USA
17.45 Case da incubo Variet
18.10 I men di Benedetta x
19.05 I dolcetti di Paola x
19.35 Sugarstar Variet
20.05 Cuochi e fiamme Rubrica
22.00 Chi veste la sposa-
Mamma contro suocera
23.00 Scuola da cani Variet
23.50 Case da incubo - USA x
0.20 Accumulatori seriali
Documentari
13.00 Grandi viaggi, grandi
tavole Documentari
14.00 Casa vista mare
15.00 La nostra prima casa
16.00 Facciamo due passi?
17.00 Grandi viaggi, grandi
tavole Documentari
18.00 LItalia di Dove - Da
Cremona a Parma: un
itinerario dautore
19.00 La nostra prima casa
20.00 Prendere o lasciare
21.00 Casa vista mare
22.00 LEuropa di Rick
23.00 Italia per aria Documentari
11.05 American Colony
11.55 Antichi misteri
12.55 Le case pi verdi del
mondo Documentari
13.55 Gli animali pi pericolosi
14.55 Man vs Food: la sfida
finale Documentari
15.55 Dog Whisperer
16.55 Truffato a Roma!
17.55 Megafabbriche - Piaggio
18.55 Lupi di mare Documentari
19.55 Wild Real Tv Documentari
20.55 Cosa ti dice il cervello?
22.55 Man vs Food: la sfida
finale Documentari
lei
13.40 Happy Days Fiction
14.30 Nel cuore dei giorni
15.00 Kojak Telefilm
15.50 Nel cuore dei giorni
16.20 Quel che passa il Convento
17.00 Nel cuore dei giorni
18.00 Rosario in diretta da
Lourdes
18.30 Tg 2000
19.00 Romanzo Familiare
20.00 Rosario da Lourdes
20.30 Nel cuore dei giorni
20.55 Tgtg
21.20 Quando arriva il Giudice
Fiction
22.20 Gocce di Miele
Tv 2000
14.00 I Griffin Telefilm
14.25 La vita secondo JimTF
14.50 Tutto in famiglia Telefilm
15.15 The Big Bang Theory TF
15.45 Glee Telefilm
16.40 Futurama Telefilm
17.05 American Dad Telefilm
17.35 I Simpson Telefilm
18.30 The Big Bang Theory TF
19.00 La vita secondo JimTF
19.20 Tutto in famiglia Telefilm
19.45 I Griffin Telefilm
20.10 I Simpson Telefilm
21.00 Cera una volta Telefilm
21.50 NewGirl Telefilm
22.25 The NewNormal Telefilm
Fox
National
Geographic
Dove Tv
12.00 NewGirl Telefilm
13.00 Hollywood Heights - Vita
Da Popstar Telefilm
13.55 Scrubs Sitcom
14.50 NewGirl Telefilm
15.50 Ginnaste - Vite Parallele
16.40 Hollywood Heights - Vita
Da Popstar Telefilm
17.30 Catfish: False Identita
18.25 Ginnaste - Vite Parallele
19.25 NewGirl Telefilm
20.15 Scrubs Sitcom
21.10 Il Testimone Attualit
22.50 La Prova dellOtto di
Caterina Guzzanti Variet
MTV
14.00 Pascalistan
14.30 Fuori Frigo
15.00 Perfetti... ma non troppo
15.30 Occupy Deejay
15.55 Deejay Tg News
16.00 Occupy Deejay
17.00 Jane stilista per caso
18.00 Felicity
18.55 Deejay Tg News
19.00 Lincoln Heights
20.00 Pascalistan
20.30 Fuori Frigo
21.00 Le Strade di Max
22.00 Deejay Chiama Italia
Edizione Serale
Deejay Tv
10.35 Ustica - Tragedia nei cieli
11.30 Vietnamin HD: Ricerca e
distruzione Documentari
12.25 Affari al buio Documentari
13.20 Affari di famiglia
14.15 Cacciatori di miti
15.10 Disastro in diretta
16.05 Affari di famiglia -
Louisiana Documentari
17.00 Ustica - Tragedia nei cieli
18.00 Segreti svelati
19.00 Affari al buio Documentari
20.00 Affari di famiglia
21.00 Missione restauro
22.00 Macchine da soldi
23.00 Segreti svelati
History
Channel
Sky Cinema
Hits
SETTE | 2124.05.2013 137
29 Maggio Mercoled
21.10 Il grande Torino
Miniserie linverno del 1947. Il
Torino la squadra pi forte del
campionato. Angelo, un
adolescente, sogna di poter
giocare con loro
21.05 Beauty and the Beast
Telefilm Nel 2003, Catherine
Chandler assiste allomicidio di
sua madre e viene salvata da una
creatura misteriosa. Nel 2012, la
donna diventa una detective
21.05 Chi lha visto?
Attualit Federica Sciarelli torna
sul caso di Marianna Cendron, la
giovane cuoca di Castelfranco
Veneto, scomparsa dopo il lavoro
il 27 febbraio scorso
6.00 Euronews News
Il telegiornale europeo
6.10 Unomattina Caff
Attualit
6.30 Tg 1 Notiziario
6.45 Unomattina Attualit
12.00 La prova del cuoco
Variet
Conduce Antonella Clerici
13.30 Telegiornale Notiziario
14.00 Tg 1 Economia Attualit
14.10 Verdetto finale Attualit
15.15 La vita in diretta Attualit
18.50 Reazione a catena Gioco
20.00 Telegiornale Notiziario
20.30 Affari tuoi Game show
21.10 Il grande Torino Miniserie
23.40 Porta a Porta Attualit
Conduce Bruno Vespa
1.15 Tg 1 Notte. Che tempo
fa Notiziario
1.50 Sottovoce Attualit
2.20 Magazzini Einstein
Attualit
2.50 Mille e una notte
Musica
4.25 Sette note. Musica e
musiche Attualit
6.00 La strada per la felicit
Telefilm
6.40 Cartoon Flakes
8.15 Art attack
8.35 Le sorelle McLeod Serie
10.00 Tg2 Insieme Attualit
11.00 I fatti vostri Variet
13.00 Tg 2 Giorno Notiziario
13.30 Tg2 Costume e societ
13.50 Medicina 33 Rubrica di
attualit medica
14.00 Detto Fatto Attualit
16.15 Senza traccia Telefilm
17.45 Tg 2 Flash L.I.S. Notiziario
17.50 Tg sport Rubrica sportiva
18.15 Tg 2 Notiziario
18.45 Cold Case Telefilm
19.35 Squadra Speciale Cobra
11 Telefilm
20.30 Tg 2 20.30 Notiziario
21.05 Beauty and the Beast
Telefilm
23.25 Tg2 Notiziario
23.40 Economia e Futuro
Attualit
0.30 Close to home Telefilm
1.10 Rai Parlamento
Telegiornale
8.00 Agor Attualit
10.00 La Storia siamo noi
10.50 Codice a barre Attualit
11.30 Buongiorno Elisir
12.00 Tg 3. Tg 3 Fuori Tg
12.45 Le storie Diario Italiano
13.10 Lena, amore della mia
vita Soap opera
14.00 Tg Regione. Tg Regione
Meteo Notiziario
14.20 Tg 3. Meteo 3 Notiziario
14.50 Tgr Piazza Affari Attualit
14.55 Tg3 Lis Notiziario
15.00 Ponderosa Telefilm
15.50 Un giorno ancora Film
(dramm., 2007)
17.15 Geo Magazine 2013
19.00 Tg 3. Tg Regione. Tgr
Meteo Notiziario
20.00 Blob Videoframmenti
20.10 Celi, mio marito! Attualit
20.35 Un posto al sole Soap
opera
21.05 Chi lha visto? Attualit
Con Federica Sciarelli
23.15 Le Storie di Chi lha
visto? Attualit
0.00 Tg3 Linea notte Meteo
Rai Uno Rai Due Rai Tre
15.50 One Tree Hill Serie
16.35 Streghe Serie
17.20 Rai News - Giorno
17.25 Battlestar Galactica Serie
18.10 Babylon 5 Serie
18.55 Alphas Serie
19.40 Lost Serie
20.25 Desperate Housewives
21.10 Cattivo tenente - Ultima
chiamata NewOrleans Film
23.05 Quella strada nel bosco
Film
0.30 Misfits Serie
Rai 4
18.15 Cool Tour Arte Magazine
18.45 Posso venire a dormire da
voi? - India
19.40 Carnets de Voyage:
Islanda Documentari
20.35 Bignomi
20.45 Passepartout - Bologna
Arte in Festa
21.15 Earth La Potenza del
Pianeta-Ghiacciai
22.05 Lera Spaziale - Ultima
Frontiera Documentari
23.00 David Letterman Show
Rai 5
14.25 Un Caso per Due
15.25 Seconde Chance Soap
15.50 Anica Appuntamento al
Cinema Rubrica
15.55 La Squadra 2
17.40 Rai News - Giorno
17.45 Perla Nera Telenovela
18.25 La Forza del Desiderio TN
19.15 Capri 2 Serie
21.10 Commesse Miniserie
23.00 Io e Mio figlio - Nuove
Storie per il Commissario
Vivaldi Miniserie
Rai
Premium
11.45 Moviextra Magazine
12.20 Cos parl Bellavista Film
14.05 Lo spazio bianco Film
15.45 Ritorno a Tara Road Film
17.25 Rai News - Giorno
Notiziario
17.30 Enigma Film
19.25 Frame Magazine
19.35 Alla ricerca dellassassino
Film
21.10 The Queen - La regina Film
22.50 Rischiose abitudini Film
0.40 Movie Drugstore Magazine
Rai Movie
17.15 La grande Guerra-il
tragico 1917
18.00 Scrittori per un anno
Mirella Serri
18.30 Ce musica e musica-
Verso la scuola ideale
19.20 Soggetto donna
20.30 Res Gestae Fatti
21.00 Dixit Stelle Una stella
chiamata Luciano
22.00 Dixit Stelle Il Burlesque
23.00 Italia in 4d
0.00 Res Gestae Fatti
Rai Storia
15.00 Rebelde Way Telenovela
15.50 Mudpit
16.20 Ultimate Spiderman
Cartoni Animati
16.45 Tiggi Gulp 2012 2013
17.05 Winx Club 5 Cartoni
17.30 Mia And Me Cartoni
18.20 Gulp Girl 2013
18.45 Grachi
19.30 Violetta
20.20 Split
21.10 Winx Club 5 Cartoni
21.35 Mia And Me Cartoni
Rai Gulp
14.25 Gossip Girl Telefilm
15.20 The O.C Telefilm
16.10 Samantha chi? Telefilm
16.35 Extreme Makeover Home
Edition Documentari
17.20 Vite in apnea Reality show
17.50 Che Trucco! Reality show
18.20 Amici Reality show
19.30 Gossip Girl Telefilm
20.25 Dr. House - Medical
division Telefilm
21.10 Single by contract Film
22.50 Bye Bye Cinderella Sitcom
La 5
17.05 Ninjago
17.30 Dragon Ball
18.20 One Piece - Tutti
allArrembaggio!
18.45 Doraemon
19.10 Spongebob
19.35 Adventure Time
20.00 I Pinguini di Madagascar
20.25 Spongebob
20.50 Isa TVB
21.40 Febbre 80 Lady Oscar
22.05 Febbre 80 Occhi di Gatto
22.55 The Garfield Show
Boing
21.10 Come un delfino
La serie
Miniserie Alessandro sempre
pi nel mirino della malavita e
viene arrestato. Intanto, Anna
conduce unindagine personale
per scagionare il nuotatore
21.10 Batman Begins
Film Dopo un lungo soggiorno
in Oriente presso un ninja
master, Bruce Wayne torna a
Gotham City e scopre che la citt
in pericolo
6.00 Tg 5 Prima pagina
Attualit
7.55 Traffico Informazione
7.57 Borsa e Monete
Informazione
8.00 Tg 5 Mattina Notiziario
8.40 La telefonata di Belpietro
Attualit
8.50 Mattino Cinque Attualit
11.00 ForumAttualit
13.00 Tg 5. Meteo.it Notiziario
13.40 Beautiful Soap opera
14.10 CentoVetrine Soap opera
14.45 Amici Talent show
15.30 Pomeriggio cinque
Attualit
18.50 The Money Drop Quiz
20.00 Tg 5. Meteo.it Notiziario
20.40 Striscia la notizia Variet
satirico
21.10 Come un delfino - La
serie Miniserie Con Raoul
Bova
23.30 Tg5puntonotte Notiziario
0.55 Tg 5 Notte. Meteo.it
Notiziario
1.25 Striscia la notizia Variet
satirico
Canale 5 Italia 1
6.50 T.J. Hooker Telefilm
7.45 Miami Vice Telefilm
8.40 Hunter Telefilm
9.50 Carabinieri Telefilm
10.50 Ricette allitaliana
11.30 Tg 4 - Telegiornale
12.00 Detective in corsia
Telefilm
12.55 La signora in giallo
Telefilm
14.00 Tg4 - Telegiornale
14.45 Lo sportello di Forum
15.30 Hamburg distretto 21
Telefilm
16.35 Sciarada Film(comm.,
1963) con Cary Grant,
Audrey Hepburn. Regia di
Stanley Donen
18.55 Tg4 - Telegiornale
19.35 Tempesta damore Soap
opera
20.30 Quinta Colonna - Il
quotidiano Attualit
21.10 Il ragazzo di campagna
Film(comm., 1984) con
Renato Pozzetto
23.20 Eyes Wide Shut Film
(dramm., 1999) con Tom
Cruise, Nicole Kidman
Rete 4
7.00 Zeke e Luther Telefilm
7.50 Tutto in famiglia Telefilm
8.40 Una mamma per amica
Telefilm
10.30 E.R. Medici in prima linea
Telefilm
12.25 Studio Aperto. Meteo
13.00 Sport Mediaset Notiziario
sportivo
13.40 I Simpson
14.35 Whats my destiny
Dragon Ball Cartoni
15.00 Naruto Shippuden
15.25 Le avventure di Lupin III
Cartoni animati
15.55 Smallville Telefilm
17.40 Top one Quiz
18.30 Studio Aperto. Meteo
19.20 C.S.I. - NewYork Telefilm
21.10 Batman Begins Film
(fant., 2005) con Christian
Bale, Michael Caine. Regia di
Christopher Nolan
23.45 Domino Film(thriller,
2005) con Keira Knightley
2.05 Sport Mediaset
2.30 Studio aperto - La
giornata Notiziario
138 SETTE | 2124.05.2013
programmi dal 25 al 31 maggio
7.40 The Dr. Oz ShowVariet
8.30 Tg La7 Notiziario
8.50 I men di Benedetta
9.40 Cuochi e fiamme Gioco
10.40 Cambio Moglie
11.40 Lerba del vicino Variet
12.30 Le interviste barbariche
13.30 Agente Speciale Sue
Thomas Telefilm
15.10 I men di Benedetta
16.10 The Dr. Oz ShowVariet
17.10 Non ditelo alla sposa
18.10 Cambio Moglie
19.10 Cuochi e fiamme Gioco
20.10 I men di Benedetta
21.10 Fast Forward Telefilm
23.40 Let barbarica Film
(comm., 2007) con Marc
Labreche, Diane Kruger.
Regia di Denys Arcand
La 7
La 7 D
7.50 Omnibus Attualit
9.50 Coffee Break Attualit
11.00 Laria che tira Attualit
12.25 I men di Benedetta
Variet
13.30 Tg La7 Notiziario
14.00 Tg La7 Cronache Attualit
14.40 Le strade di San
Francisco Telefilm
16.30 Commissario Cordier
Telefilm
18.10 The district Telefilm
19.05 NYPD Blue Telefilm
20.00 Tg La7 Notiziario
20.30 Otto e Mezzo Attualit
21.10 Le inchieste di Gianluigi
Nuzzi Attualit
23.05 La7 Doc Massoneria -
Realt e mito
Documentari
0.05 Omnibus notte Attualit
1.10 Tg La7 Sport
8.45 Wedding Planner Variet
9.40 Cortesie per gli ospiti
10.40 Abito da sposa cercasi
11.10 Leleganza del maschio
11.35 Make-Up Time con Clio
12.05 Torte in corso con Renato
12.30 Il boss delle torte
13.00 Fuori men Variet
14.00 Make-Up Time con Clio
14.30 Leleganza del maschio
15.00 Torte in corso con Renato
15.25 Welcome Style
15.55 Abito da sposa cercasi
16.20 Quattro matrimoni
17.15 Tabatha Mani di Forbice
18.15 Torte in corso con Renato
18.40 Il boss delle torte
19.40 Cucine da incubo USA
20.40 Abito da sposa cercasi
21.10 Ma come ti vesti?!
22.10 Come tu mi vuoi
23.05 Pazzi per la spesa Variet
0.00 Malattie imbarazzanti
Real Time
6.40 Bianco e nero Film
8.25 Act of Valor Film
10.20 Terapia durto Film
12.10 40 carati Film
13.55 La verit che non gli
piaci abbastanza Film
16.05 Shark Tale Film
17.40 Pelham1 2 3: Ostaggi in
metropolitana Film
19.30 Street Dance 2 Film
21.00 Sky Cine News Rubrica
21.10 The Amazing Spider-Man
Film
23.30 Il Trono di Spade Telefilm
1.25 Terapia durto Film
6.05 Liberty Heights Film
8.10 Il Trono Di Spade 3
8.25 Sognando BeckhamFilm
10.20 Thelma &Louise Film
12.30 Il fidanzato della mia
ragazza Film
13.55 12 volte Natale Film
15.25 Una hostess tra le nuvole
Film
16.55 Emma Film
19.00 Sognando BeckhamFilm
21.00 Think Like a Man Film
23.10 Thelma &Louise Film
1.25 Emma Film
3.25 Un incantevole aprile Film
7.50 Identit Film
9.20 Matrix Reloaded Film
11.40 Paranormal Xperience
Film
13.15 Il 13 guerriero Film
15.00 Cera una volta in Messico
Film
16.45 Arma letale 3 Film
18.45 Matrix Revolutions Film
21.00 Codice donore Film
23.20 Amici x la morte Film
Con Jet Li
1.05 Identit Film
2.35 Batman Begins Film
4.55 Il sarto di Panama Film
6.35 Anni 90 - Parte II Film
8.35 Italians Film
10.35 I soliti idioti Film
12.10 Vacanze in America Film
13.45 Jack e Jill Film
15.20 Natale a NewYork Film
17.20 Fantozzi in Paradiso Film
19.00 Mi presenti i tuoi? Film
21.00 Matrimonio a Parigi Film
22.45 La figlia del mio capo Film
0.15 Skyfall
0.35 Vacanze in America Film
2.10 Ho perso la testa per un
cervello Film
3.45 Skyfall
7.50 The Terminal Film
10.00 Faccia a faccia Film
11.45 Save the Last Dance Film
13.40 Ricordati di me Film
15.45 The Twilight Saga:
Breaking Dawn Film
17.45 Beauty shop Film
19.35 Duplex - Un
appartamento per tre Film
21.10 Erin Brockovich - Forte
come la verit Film
23.25 Hook - Capitan Uncino Film
1.50 Dal tramonto allalba Film
3.40 The Twilight Saga:
Breaking Dawn Film
8.45 Il castello nel cielo Film
10.55 Una moglie per pap Film
12.50 Martin e Julia
14.25 La leggenda degli animali
magici
16.00 Il gatto con gli stivali Film
17.35 Minouche la gatta
19.10 Le avventure di Tintin: il
segreto dellunicorno Film
21.00 Shrek Film
22.35 Bob - Un maggiordomo
tuttofare Film
0.10 Il tesoro dei Templari III Film
1.40 Supercuccioli a caccia di
tesori Film
Sky
Cinema 1
Sky Cinema
Passion
Sky Cinema
Max
SkyCinema
Comedy
Sky Cinema
Family
16.30 Rugby: AVIVA Premiership
17.30 Automobilismo: Trofeo
Abarth 500
18.15 Rubrica: Nissan The
Quest
18.30 Rubrica: Momenti di Golf
19.00 Wrestling: WWE
Superstars
20.00 Magazine: MotorSport
20.30 Rubrica: Icarus
21.00 Speciale: The Boat Show
2013
21.30 Basket: NBA Playoff
0.00 Boxe: World Series of
Boxing
17.30 Magazine: Fan Club
Juventus
18.00 Calcio: UEFA Europa
League
18.30 Magazine: Sky Magazine
19.00 Rubrica: I Signori del
Calcio
19.30 Speciale: History Remix -
Roma vs Lazio
20.00 Rubrica: Serie A Remix
21.00 Calcio: Serie A Una
partita
22.45 Calcio: Serie A Una
partita
23.00 Rubrica: Serie A Remix
Sky
Sport 2
Sky
Sport 1
15.00 Keasha: labito perfetto
15.30 10 anni pi giovane
16.25 Prendere o lasciare
17.15 Case da incubo - USA
17.45 Case da incubo Variet
18.10 I men di Benedetta
19.05 I dolcetti di Paola
19.35 Sugarstar Variet
20.05 Cuochi e fiamme Rubrica
21.00 Cambio casa
(finalmente!) Documentari
22.00 Accumulatori seriali
22.50 Chi veste la sposa-
Mamma contro suocera
23.50 Case da incubo - USA
Variet
12.00 Prendere o lasciare
13.00 Grandi viaggi, grandi
tavole Documentari
14.00 Casa vista mare
15.00 La nostra prima casa
16.00 Facciamo due passi?
17.00 Grandi viaggi, grandi
tavole Documentari
18.00 LItalia di Dove -
Lombardia segreta
19.00 La nostra prima casa
20.00 Prendere o lasciare
21.00 Casa vista mare
22.00 La seconda casa non si
scorda mai Documentari
12.55 Le case pi verdi del
mondo Documentari
13.55 Gli animali pi pericolosi
14.55 Man vs Food: la sfida
finale Documentari
15.55 Dog Whisperer
16.55 Truffato a Marrakech!
17.55 Megafabbriche -
Maserati Documentari
18.55 Lupi di mare Documentari
19.55 Wild Real Tv Documentari
20.55 Lupi di mare Documentari
21.55 Pesca nel fango
22.55 Man vs Food: la sfida
finale Documentari
lei
13.40 Happy Days Fiction
14.30 Nel cuore dei giorni
15.00 Kojak Telefilm
15.50 Nel cuore dei giorni
16.20 Quel che passa il
Convento
17.00 Nel cuore dei giorni
18.00 Rosario in diretta da
Lourdes
18.30 Tg 2000
19.00 Romanzo Familiare
20.00 Rosario da Lourdes
20.30 Nel cuore dei giorni
20.55 Tgtg
21.20 Cappello a cilindro Film
23.10 In ascolto del Papa
Tv 2000
14.00 I Griffin Telefilm
14.25 La vita secondo JimTF
14.50 Tutto in famiglia Telefilm
15.15 The Big Bang Theory TF
15.45 Glee Telefilm
16.40 Futurama Telefilm
17.05 American Dad Telefilm
17.35 I Simpson Telefilm
18.30 The Big Bang Theory TF
19.00 La vita secondo JimTF
19.20 Tutto in famiglia Telefilm
19.45 I Griffin Telefilm
20.10 I Simpson Telefilm
21.00 I signori della fuga TF
22.45 Da Vincis Demons TF
23.35 I Griffin Telefilm
Fox
National
Geographic
Dove Tv
13.00 Hollywood Heights - Vita
Da Popstar Telefilm
13.55 Scrubs Sitcom
14.50 NewGirl Telefilm
15.50 Ginnaste - Vite Parallele
16.40 Hollywood Heights - Vita
Da Popstar Telefilm
17.30 Catfish: False Identita
18.25 Ginnaste - Vite Parallele
19.25 NewGirl Telefilm
20.15 Scrubs Sitcom
21.10 Film
23.10 Spit Variet
0.10 La Prova dellOtto di
Caterina Guzzanti Variet
MTV
14.00 Pascalistan
14.30 Fuori Frigo
15.00 Perfetti... ma non troppo
15.30 Occupy Deejay
15.55 Deejay Tg News
16.00 Occupy Deejay
17.00 Jane stilista per caso
18.00 Felicity
18.55 Deejay Tg News
19.00 Lincoln Heights
20.00 Pascalistan
20.30 Fuori Frigo
21.00 A Proposito di Brian
22.00 Deejay Chiama Italia
Edizione Serale
Deejay Tv
11.30 Vietnamin HD: Loffensiva
del Tet Documentari
12.25 Affari al buio Documentari
13.20 Affari di famiglia
14.15 Cacciatori di miti
15.10 Disastro in diretta
16.05 Affari di famiglia -
Louisiana Documentari
17.00 Scemi di guerra
18.00 Segreti svelati
19.00 Affari al buio Documentari
20.00 Affari di famiglia
21.00 Enigmi alieni Documentari
22.00 Storia dellUniverso
23.00 Segreti svelati
0.00 Affari di famiglia
History
Channel
Sky Cinema
Hits
SETTE | 2124.05.2013 139
30 Maggio Gioved
21.10 Che Dio ci aiuti
Fiction Dopo aver scoperto la
verit sul suo passato, Marco
decide di chiudere con Suor
Angela (Elena Sofia Ricci) e di
lasciare il convitto
21.05 The voice of Italy
Talent show Prosegue il
programma condotto da Fabio
Troiano alla ricerca della migliore
ugola italiana. Tra i coach del
talent, Piero Pel e Noemi
21.05 Mine vaganti
Film I Cantone, una famiglia un
po stravagante basata su
rapporti ed equilibri precari,
sono i proprietari di un pastificio
in Puglia
6.00 Euronews News
6.10 Unomattina Caff
Attualit
6.30 Tg 1 Notiziario
6.45 Unomattina Attualit
12.00 La prova del cuoco
Variet
13.30 Telegiornale Notiziario
14.00 Tg 1 Economia Attualit
14.10 Verdetto finale Attualit
15.15 La vita in diretta Attualit
18.50 Reazione a catena Gioco
20.00 Telegiornale Notiziario
20.30 Affari tuoi Game show
21.10 Che Dio ci aiuti Fiction
23.30 Porta a Porta Attualit
Conduce Bruno Vespa
1.05 Tg 1 Notte. Che tempo
fa Notiziario
1.40 Sottovoce Attualit
2.10 Scrittori per un anno
Attualit
2.40 Fate largo ai
moschettieri Film(avv.,
1954) con Yvonne Sanson,
Gino Cervi, Steve Barclay,
George Marchal. Regia di
Andr Hunebelle
6.00 La strada per la felicit
Telefilm
6.50 Cartoon Flakes
8.35 Le sorelle McLeod Serie
10.00 Tg2 Insieme Attualit
11.00 I fatti vostri Variet
13.00 Tg 2 Giorno Notiziario
13.30 Tg2 Costume e societ
13.50 Medicina 33
14.00 Detto Fatto Attualit
16.15 Senza traccia Telefilm
17.45 Tg 2 Flash L.I.S. Notiziario
17.50 Tg sport Rubrica sportiva
18.15 Tg 2 Notiziario
18.45 Cold Case Telefilm
19.35 Squadra Speciale Cobra
11 Telefilm
20.30 Tg 2 20.30 Notiziario
21.05 The voice of Italy Talent
show
23.45 Tg2 Notiziario
0.00 Close to home Telefilm
0.40 Rai Parlamento
Telegiornale Notiziario
0.50 Close to home Telefilm
1.40 Peaceful Warrior Film
3.35 Tg2 Eat Parade Magazine
3.50 Videocomic
8.00 Agor Attualit
10.00 La Storia siamo noi
10.50 Codice a barre Attualit
11.30 Buongiorno Elisir
12.00 Tg 3. Tg 3 Fuori Tg
12.45 Le storie Diario Italiano
13.10 Lena, amore della mia
vita Soap opera
14.00 Tg Regione. Tg Regione
Meteo Notiziario
14.20 Tg 3. Meteo 3 Notiziario
14.50 Tgr Piazza Affari Attualit
14.55 Tg3 Lis Notiziario
15.00 Ponderosa Telefilm
15.50 I passi dellamore Film
(dramm., 2002)
17.25 Geo Magazine 2013
19.00 Tg 3. Tg Regione. Tgr
Meteo Notiziario
20.00 Blob Videoframmenti
20.10 Celi, mio marito! Attualit
20.35 Un posto al sole SO
21.05 Mine vaganti Film(comm.,
2010) con Riccardo
Scamarcio, Alessandro
Preziosi. Regia di Ferzan
Ozpetek
23.05 La Storia siamo noi
Rai Uno Rai Due Rai Tre
13.40 Being Erica Serie
14.25 Brothers &Sisters Telefilm
15.05 Desperate Housewives
15.50 One Tree Hill Serie
16.30 Streghe Serie
17.15 Rai News - Giorno
17.20 Battlestar Galactica Serie
18.05 Babylon 5 Serie
19.00 Alphas Serie
19.45 Lost Serie
20.30 Desperate Housewives
21.15 Il Trono di Spade Serie
23.05 Misfits Serie
Rai 4
17.15 I giardini pi belli del
mondo-Sudafrica
18.15 Incontri Ravvicinati
18.45 Posso venire a dormire da
voi? - Cile Documentari
19.40 Carnets de Voyage: Scozia
20.35 Bignomi
20.40 Passepartout
21.15 Food Markets-Profumi e
Sapori a KmZero
22.10 Come larte ha creato il
mondo: La Morte
Documentari
Rai 5
13.40 Rush 3 - Lesca Telefilm
14.25 Un Caso per Due
15.25 Seconde Chance Soap
15.50 Anica Appuntamento al
Cinema Rubrica
15.55 La Squadra 2
17.40 Rai News - Giorno
17.45 Perla Nera Telenovela
18.25 La Forza del Desiderio TN
19.15 Capri 3 Serie
21.10 La Nuova Squadra
23.05 Titanic - Nascita di una
leggenda Serie
Rai
Premium
6.30 Lamore senza volto Film
8.20 Lemigrante Film
10.15 Non pi tempo di eroi Film
12.30 La seconda volta non si
scorda mai Film
14.05 La citta proibita Film
16.00 Fracchia contro Dracula Film
17.35 Rai News - Giorno
17.40 Ricette damore Film
19.30 Risorse umane Film
21.15 Alive - Sopravvissuti Film
23.20 100 pallottole d`Argento
Magazine
Rai Movie
15.00 Dixit Mondo Intransigenze
a confronto durata
17.00 La grande Guerra-Verso
la vittoria
18.00 Testimoni del tempo
18.30 a.C.d.C. Carvilius: unenigma
dallantica Roma
19.30 Soggetto donna
20.30 Res Gestae Fatti
21.00 Dixit Religio Frammenti di
Bellezza
22.00 Dixit Religio Lezioni di
Fede
Rai Storia
14.15 Grachi
15.00 Rebelde Way Telenovela
15.50 Mudpit
16.45 Tiggi Gulp 2012 2013
17.05 Winx Club 4 Cartoni
17.30 Mia And Me Cartoni
18.20 Gulp Girl 2013
18.45 Grachi
19.30 Violetta
20.20 Split
21.10 Winx Club 5 Cartoni
21.35 Mia And Me Cartoni
22.20 Gulp Girl 2013
Rai Gulp
15.20 The O.C Telefilm
16.10 Samantha chi? Telefilm
16.35 Extreme Makeover Home
Edition Documentari
17.20 Vite in apnea Reality show
17.50 Che Trucco! Reality show
18.20 Amici Reality show
19.30 Gossip Girl Telefilm
20.25 Dr. House - Medical
division Telefilm
21.10 Vite in apnea Reality show
22.05 Non aprite quellarmadio
Reality show
La 5
17.05 Ninjago
17.30 Dragon Ball
18.20 One Piece - Tutti
allArrembaggio!
18.45 Doraemon
19.10 Spongebob
19.35 Adventure Time
20.00 I Pinguini di Madagascar
20.25 Spongebob
20.50 Isa TVB
21.40 Febbre 80 Lady Oscar
22.05 Febbre 80 Occhi di Gatto
22.55 The Garfield Show
Boing
21.10 Red
Film Quattro agenti della Cia,
ormai in pensione, decidono di
rimettersi in gioco per catturare
un pericoloso killer tecnologico.
Con Morgan Freeman
21.10 Colorado
Variet Appuntamento con lo
show condotto da Paolo Ruffini
affiancato da sei co-conduttori
diversi. Stasera la volta di
Fabio Troiano
6.00 Tg 5 Prima pagina
Attualit
7.55 Traffico Informazione
7.57 Borsa e Monete
8.00 Tg 5 Mattina Notiziario
8.40 La telefonata di Belpietro
Attualit
8.50 Mattino Cinque Attualit
11.00 ForumAttualit
13.00 Tg 5. Meteo.it Notiziario
13.40 Beautiful Soap opera
14.10 CentoVetrine Soap opera
14.45 Amici Talent show
15.30 Pomeriggio cinque
Attualit
18.50 The Money Drop Quiz
20.00 Tg 5. Meteo.it Notiziario
20.40 Striscia la notizia Variet
satirico
21.10 Red Film(thriller, 2010)
con Bruce Willis, Morgan
Freeman, John Malkovich,
Helen Mirren, Mary-Louise
Parker. Regia di Robert
Schwentke
23.30 Tg5puntonotte Notiziario
0.55 Tg 5 Notte. Meteo.it
1.25 Striscia la notizia
Canale 5 Italia 1
6.50 T.J. Hooker Telefilm
7.45 Miami Vice Telefilm
8.40 Hunter Telefilm
9.50 Carabinieri Telefilm
10.50 Ricette allitaliana
Attualit
11.30 Tg 4 - Telegiornale
12.00 Detective in corsia
Telefilm
12.55 La signora in giallo
Telefilm
14.00 Tg4 - Telegiornale
14.45 Lo sportello di Forum
15.30 Hamburg distretto 21
Telefilm
16.35 My Life Soap opera
16.50 DreamHotel: Caraibi
Film-tv
18.55 Tg4 - Telegiornale
Notiziario
19.35 Tempesta damore Soap
opera
20.30 Quinta Colonna - Il
quotidiano Attualit
21.10 The closer Serie
23.15 Bones Serie
1.00 Tg 4 Night News News
1.30 Amore mio, non farmi
male Film(comm., 1974)
Rete 4
7.00 Zeke e Luther Telefilm
7.50 Tutto in famiglia Telefilm
8.40 Una mamma per amica
Telefilm
10.30 E.R. Medici in prima linea
Telefilm
12.25 Studio Aperto. Meteo
13.00 Sport Mediaset Notiziario
sportivo
13.40 I Simpson
14.35 Whats my destiny
Dragon Ball Cartoni
15.00 Naruto Shippuden
Cartoni animati
15.25 Le avventure di Lupin III
Cartoni animati
15.55 Smallville Telefilm
17.40 Top one Quiz
18.30 Studio Aperto. Meteo
19.20 C.S.I. - NewYork Telefilm
21.10 Colorado Variet
23.50 Confessione reporter
Attualit
1.20 Sport Mediaset
1.45 Romanzo criminale - La
serie Serie
2.40 Studio aperto - La
giornata Notiziario
140 SETTE | 2124.05.2013
programmi dal 25 al 31 maggio
8.30 Tg La7 Notiziario
8.50 I men di Benedetta
9.40 Cuochi e fiamme Gioco
10.40 Cambio Moglie
11.40 Lerba del vicino Attualit
12.30 Le interviste barbariche
13.30 Agente Speciale Sue
Thomas Telefilm
15.10 I men di Benedetta
16.10 The Dr. Oz ShowVariet
17.10 Non ditelo alla sposa
18.10 Cambio Moglie
19.10 Cuochi e fiamme Gioco
20.10 I men di Benedetta
21.10 Greys Anatomy Telefilm
23.40 Alex &Emma Film
(comm., 2004)
1.30 Victor Victoria Variet
3.00 Para vestir santos A
proposito di single TF
La 7
La 7 D
7.00 Omnibus - Rassegna
stampa Attualit
7.30 Tg La7 Notiziario
7.50 Omnibus Attualit
9.50 Coffee Break Attualit
11.00 Laria che tira Attualit
12.25 I men di Benedetta
13.30 Tg La7 Notiziario
14.00 Tg La7 Cronache Attualit
14.40 Le strade di San
Francisco Telefilm
16.30 Suor Therese Telefilm
18.10 The district Telefilm
19.05 NYPD Blue Telefilm
20.00 Tg La7 Notiziario
20.30 Otto e Mezzo Attualit
21.10 Servizio pubblico
Attualit
23.45 Omnibus notte Attualit
0.50 Tg La7 Sport Notiziario
1.00 Otto e mezzo Attualit
1.40 La7 Doc Documentari
9.40 Cortesie per gli ospiti
10.40 Abito da sposa cercasi
11.10 Leleganza del maschio
11.35 Make-Up Time con Clio
12.05 Torte in corso con Renato
12.30 Il boss delle torte
13.00 Fuori men Variet
14.00 Make-Up Time con Clio
14.30 Leleganza del maschio
15.00 Torte in corso con Renato
15.25 Welcome Style
15.55 Abito da sposa cercasi
16.20 Quattro matrimoni
17.15 Tabatha Mani di Forbice
18.15 Torte in corso con Renato
18.40 Il boss delle torte
19.40 Cucine da incubo USA
20.40 Abito da sposa cercasi
21.10 Welcome Style
22.10 Vendo Casa...
Disperatamente
23.05 24 ore in sala parto USA
0.00 Malattie imbarazzanti
Real Time
6.20 Pelham1 2 3: Ostaggi in
metropolitana Film
8.10 I pinguini di Mr. Popper Film
9.45 Il Trono Di Spade 3
10.00 Marigold Hotel Film
12.05 Street Dance 2 Film
13.35 The Amazing Spider-Man
Film
15.55 Chef Film
17.25 I pinguini di Mr. Popper Film
19.05 Oceans Eleven - Fate il
vostro gioco Film
21.00 Sky Cine News Rubrica
21.10 Oceans Twelve Film
23.20 One for the Money Film
6.40 Mosse vincenti Film
8.30 One Day Film
10.20 Splash - Una sirena a
Manhattan Film
12.10 Un mese al lago Film
13.45 Lezioni di cioccolato 2 Film
15.30 Un incantevole aprile Film
17.10 Manuale damore Film
19.10 Mosse vincenti Film
21.00 Amici di letto Film
22.55 One Day Film
Con Anne Hathaway
0.50 Darling Companion Film
2.35 Lezioni di cioccolato 2 Film
4.25 Manuale damore Film
6.45 Sex Crimes 4: il crimine
ancora pi seducente Film
8.20 Skyfall
8.40 Matrix Revolutions Film
10.50 Batman Begins Film
13.10 Amici x la morte Film
14.55 Codice donore Film
17.15 Il sarto di Panama Film
19.05 Luomo senza ombra Film
21.00 Batman Forever Film
23.05 Annapolis Film
0.55 Skyfall
1.15 Sex Crimes 4: il crimine
ancora pi seducente Film
2.50 Batman Film
7.45 Skyfall
8.05 Fantozzi in Paradiso Film
9.45 Mi presenti i tuoi? Film
11.45 Skyfall
12.05 La figlia del mio capo Film
13.35 Matrimonio a Parigi Film
15.15 Skyfall
15.35 Bodyguards - Guardie del
corpo Film
17.25 Natale in crociera Film
19.15 Bar Sport Film
21.00 I tre amigos! Film
22.45 Christmas in Love Film
0.50 Yuppies 2 Film
2.35 Nientaltro che guai Film
8.00 Duplex - Un
appartamento per tre Film
9.30 Beauty shop Film
11.15 Hook - Capitan Uncino Film
13.40 Erin Brockovich - Forte
come la verit Film
15.55 Breakdown - La trappola
Film
17.35 Amici di... letti Film
19.10 I fratelli Grimme
lincantevole strega Film
21.10 Trappola damore Film
22.55 Haunting - Presenze Film
0.55 Skyfall
1.15 Supercop Film
9.35 Il gatto con gli stivali Film
11.10 Bob - Un maggiordomo
tuttofare Film
12.45 Le avventure di Tintin: il
segreto dellunicorno Film
14.35 Il mio vicino Totoro Film
16.05 Shaggy Dog - Pap che
abbaia... non morde Film
17.50 Shrek Film
19.25 Supercuccioli a caccia di
tesori Film
21.00 Diario di una schiappa
Film
22.40 Super 8 Film
0.35 Chimpanzee Film
Sky
Cinema 1
Sky Cinema
Passion
Sky Cinema
Max
SkyCinema
Comedy
Sky Cinema
Family
13.00 Wrestling: WWE
Superstars
14.00 Basket: NBA Playoff
16.30 Rugby: AVIVA Premiership
17.30 Golf: Golf Highlights
18.30 Rubrica: PGA European
Tour Weekly
19.00 Wrestling: WWE
Experience
20.00 Speciale: The Boat Show
2013
20.30 Magazine: MotorSport
21.00 Golf: US PGA Tour
0.00 Boxe: World Series of
Boxing
17.00 Magazine: Fan Club
Napoli
17.30 Magazine: Fan Club
Juventus
18.00 Magazine: Sky Magazine
18.30 Calcio: UEFA Europa
League
19.00 Rubrica: I Signori del
Calcio
19.30 Speciale: History Remix -
Inter vs Juventus
20.00 Rubrica: Serie A Remix
21.00 Calcio: Serie B Playoff.
Finale. Gara di andata
22.45 Calcio: Serie A
Sky
Sport 2
Sky
Sport 1
12.15 Cuochi e fiamme Rubrica
13.10 I men di Benedetta
14.00 Non ditelo alla sposa!
15.00 Keasha: labito perfetto
15.30 10 anni pi giovane
16.25 Prendere o lasciare
17.15 Case da incubo - USA
17.45 Case da incubo Variet
18.10 I men di Benedetta
19.05 I dolcetti di Paola
19.35 Sugarstar Variet
20.05 Cuochi e fiamme Rubrica
21.00 Il cibo mio nemico
21.50 Spose extralarge
22.50 Matrimonio perfetto
Documentari
12.00 Prendere o lasciare
13.00 Grandi viaggi, grandi
tavole Documentari
14.00 Casa vista mare
15.00 La nostra prima casa
16.00 Facciamo due passi?
17.00 Grandi viaggi, grandi
tavole Documentari
18.00 LItalia di Dove - Asti e i
profumi delle Langhe
19.00 La nostra prima casa
20.00 Prendere o lasciare
21.00 Casa vista mare
22.00 I giardini pi belli del
mondo Documentari
14.55 Man vs Food: la sfida
finale Documentari
15.55 Dog Whisperer
16.55 Truffato a Praga!
17.55 Megafabbriche - illy
18.55 Lupi di mare Documentari
19.55 Wild Real Tv Documentari
20.55 Apocalypse: La Seconda
Guerra Mondiale
21.55 Apocalypse: La Seconda
Guerra Mondiale
22.55 Man vs Food: la sfida
finale Documentari
23.55 Tab - Quelli che lo fanno
davvero strano
lei
13.40 Happy Days Fiction
14.30 Nel cuore dei giorni
15.00 Kojak Telefilm
15.50 Nel cuore dei giorni
16.20 Quel che passa il Convento
17.00 Nel cuore dei giorni
18.00 Rosario in diretta da
Lourdes
18.30 Tg 2000
19.00 Santa Messa Corpus
Domini e Processione
Eucaristica presidute da
Papa Francesco
20.55 Tgtg
21.20 Sherlock Holmes
23.10 Kojak Telefilm
Tv 2000
14.50 Tutto in famiglia Telefilm
15.15 The Big Bang Theory TF
15.45 Glee Telefilm
16.40 Futurama Telefilm
17.05 American Dad Telefilm
17.35 I Simpson Telefilm
18.30 The Big Bang Theory TF
19.00 La vita secondo JimTF
19.20 Tutto in famiglia Telefilm
19.45 I Griffin Telefilm
20.10 I Simpson Telefilm
21.00 La vita segreta di una
teenager americana TF
21.50 La vita segreta di una
teenager americana TF
22.45 Cera una volta Telefilm
Fox
National
Geographic
Dove Tv
12.00 NewGirl Telefilm
13.00 Hollywood Heights - Vita
Da Popstar Telefilm
13.55 Scrubs Sitcom
14.50 NewGirl Telefilm
15.50 Ginnaste - Vite Parallele
16.40 Hollywood Heights - Vita
Da Popstar Telefilm
17.30 Catfish: False Identita
18.25 Ginnaste - Vite Parallele
19.25 NewGirl Telefilm
20.15 Scrubs Sitcom
21.10 La Prova dellOtto di
Caterina Guzzanti Variet
22.00 I Soliti Idioti Variet
MTV
14.00 Pascalistan
14.30 Fuori Frigo
15.00 Perfetti... ma non troppo
15.30 Occupy Deejay
15.55 Deejay Tg News
16.00 Occupy Deejay
17.00 Jane stilista per caso
18.00 Felicity
18.55 Deejay Tg News
19.00 Lincoln Heights
20.00 Pascalistan
20.30 Fuori Frigo
21.00 Sex Degrees
22.00 Deejay Chiama Italia
Edizione Serale
Deejay Tv
12.25 Affari al buio Documentari
13.20 Affari di famiglia
14.15 Salvate il soldato Ryan -
la vera storia Documentari
15.10 Disastro in diretta
16.05 Affari di famiglia -
Louisiana Documentari
17.00 Diario di un giovane
fascista Documentari
18.00 Segreti svelati
19.00 Affari al buio Documentari
20.00 Affari di famiglia
22.00 A caccia di tesori
23.00 Segreti svelati
0.00 Affari di famiglia
Documentari
History
Channel
Sky Cinema
Hits
SETTE | 2124.05.2013 141
31 Maggio Venerd
20.30 Calcio
Italia-San Marino
Sport Stasera, allo stadio
Renato DallAra di Bologna,
lItalia di Cesare Prandelli
affronta in amichevole
la squadra di San Marino
21.05 Rex
Telefilm Il commissario Fabbri
parte per una crociera con Katia.
Nel frattempo, la donna conosce
una giovane russa che poco
scompare
21.05 Amore criminale
Attualit In primo piano la storia
di Deborah, una ragazza piena di
gioia di vivere, che giovanissima
fa un incontro sbagliato. Conduce
Barbara De Rossi
6.00 Euronews News
6.10 Unomattina Caff
6.30 Tg 1 Notiziario
6.45 Unomattina Attualit
12.00 La prova del cuoco
Variet
Conduce Antonella Clerici
13.30 Telegiornale Notiziario
14.00 Tg 1 Economia Attualit
14.10 Verdetto finale Attualit
15.15 La vita in diretta Attualit
18.50 Reazione a catena Gioco
20.00 Telegiornale Notiziario
20.30 Calcio: Italia San Marino
23.05 TV 7 Attualit
0.05 Lappuntamento Attualit
Consueto approfondimento
letterario, curato e condotto
da Gigi Marzullo
0.35 Tg 1 Notte. Che tempo
fa Notiziario
1.10 Sottovoce Attualit
1.40 Rewind Visioni private
Attualit
Conduce Cinzia Tani
2.10 Rai Sport Up
2.20 Mille e una notte Teatro
4.05 Da Da Da
6.00 La strada per la felicit
Telefilm
6.40 Cartoon Flakes
8.05 TGR Montagne Attualit
8.15 Art attack
8.35 Le sorelle McLeod Serie
10.00 Tg2 Insieme Attualit
10.20 Banca DItalia: relazione
del Governatore
12.00 I fatti vostri Variet
13.00 Tg 2 Giorno Notiziario
13.30 Tg2 Eat Parade Magazine
13.50 Tg2 Si, viaggiare Attualit
14.00 Detto Fatto Attualit
16.15 Senza traccia Telefilm
17.45 Tg 2 Flash L.I.S. Notiziario
17.50 Tg sport Rubrica sportiva
18.15 Tg 2 Notiziario
18.45 Cold Case Telefilm
19.35 Squadra Speciale Cobra
11 Telefilm
20.30 Tg 2 20.30 Notiziario
21.05 Rex Telefilm
22.50 Tg2 Notiziario
23.05 Lultima parola Attualit
0.35 Rai Parlamento
Telegiornale Notiziario
0.45 Close to home Telefilm
7.00 Tgr Buongiorno Italia
7.35 Tgr Buongiorno Regione
8.00 Agor Attualit
10.00 La Storia siamo noi
10.50 Codice a barre Attualit
11.30 Buongiorno Elisir
12.00 Tg 3. Tg 3 Fuori Tg
12.45 Le storie Diario Italiano
13.10 Lena, amore della mia
vita Soap opera
14.00 Tg Regione. Meteo
14.20 Tg 3. Meteo 3 Notiziario
14.50 Piazza Affari Magazine
14.55 Tg3 Lis Notiziario
15.00 Ponderosa Telefilm
15.50 Shes the man Film
17.25 Geo Magazine 2013
Documentari
19.00 Tg 3. Tg Regione. Meteo
20.00 Blob
20.10 Celi, mio marito! Attualit
20.35 Un posto al sole SO
21.05 Amore criminale Attualit
23.05 uno di quei giorni che...
22 novembre 1963
0.00 Tg3 Linea notte Meteo 3
1.05 Appuntamento al cinema
1.10 Art News
Rai Uno Rai Due Rai Tre
13.40 Being Erica Serie
14.25 Brothers &Sisters Telefilm
15.10 Desperate Housewives
15.55 One Tree Hill Serie
16.40 Streghe Serie
17.25 Rai News - Giorno
17.30 Battlestar Galactica Serie
18.15 Babylon 5 Serie
18.55 Alphas Serie
19.40 Lost Serie
20.25 Desperate Housewives
21.10 Blade Trinity Film
23.10 Wonderland 2013
Rai 4
18.15 Roadbook - Libano,
Australia, Spagna
18.45 Posso venire a dormire da
voi? - Belgio
19.40 Carnets de Voyage:
Giappone Documentari
20.35 Bignomi
20.40 Passepartout - Daye de
Tacco Daye de Punta
21.15 America on the Road La
Route 66
22.10 Spartiacque, La Cattedrale
Sullacqua Documentari
Rai 5
13.40 Rush 3 - Gelosia Telefilm
14.25 Un Caso per Due
15.25 Seconde Chance Soap
15.50 Anica Appuntamento al
Cinema Rubrica
15.55 La Squadra 2
17.40 Rai News - Giorno
17.45 Perla Nera Telenovela
18.25 La Forza del Desiderio TN
19.15 Capri 3 Serie
21.10 Don Bosco Miniserie
23.00 Pericolo dal Cielo Film
0.40 Rai News - Notte
Rai
Premium
11.00 Se fossi in te Film
12.40 Sturmtruppen Film
14.20 Breach - Linfiltrato Film
16.15 Un uomo e il suo cane Film
17.55 Rai News - Giorno
18.00 Quella svitata della mia
ragazza Film
19.35 Amore e altri disastri Film
21.10 1408.0 Film
22.50 Rendition - Detenzione
illegale Film
0.50 Rai News - Notte
Notiziario
Rai Movie
18.00 Misteri darchivio-
Assassinio delleroe
afgano Massoud 2001
18.30 Lancio Restauro-
diciassettesima puntata
18.35 Scatola aperta - Se non
ancora la felicit Ravenna
Giovani
19.30 Soggetto Donna
20.30 Res Gestae Fatti
21.05 Dixit Film- Tornare per
rivivere
23.00 Tormento &Estasi
Rai Storia
15.00 Rebelde Way Telenovela
15.50 Gulp Cinema
16.20 Mudpit
16.45 Tiggi Gulp 2012 2013
17.05 Winx Club 4 Cartoni
17.30 Mia And Me Cartoni
18.20 Gulp Girl 2013
18.45 Grachi
19.30 Violetta - Ep. 40
20.20 Split
21.10 Winx Club 5 Cartoni
21.35 Mia And Me Cartoni
22.20 Gulp Girl 2013
Rai Gulp
16.10 Samantha chi? Telefilm
16.35 Extreme Makeover Home
Edition Documentari
17.20 Vite in apnea Reality show
17.50 Che Trucco! Reality show
18.20 Amici Reality show
19.30 Gossip Girl Telefilm
20.25 Dr. House - Medical
division Telefilm
21.10 La musica nel cuore -
August Rush Film
23.20 Vieni a vivere con me
Reality show
La 5
17.05 Ninjago
17.30 Dragon Ball
18.20 One Piece - Tutti
allArrembaggio!
18.45 Doraemon
19.10 Spongebob
19.35 Adventure Time
20.00 I Pinguini di Madagascar
20.25 Spongebob
20.50 Isa TVB
21.40 Febbre 80 Lady Oscar
22.05 Febbre 80 Occhi di Gatto
22.55 The Garfield Show
Boing
21.10 Superpaperissima
Variet Gerry Scotti e Michelle
Hunziker propongono il meglio
delle gaffe e degli errori di vip,
giornalisti, telefilm, filme persone
comuni visti nelledizione 2013
21.10 True Justice II
Serie Kane molto vicino alla
cattura del colpevole della morte
dei suoi compagni. Intanto,
Finch deve intervenire sempre
pi in prima persona
6.00 Tg 5 Prima pagina
Attualit
7.55 Traffico Informazione
7.57 Borsa e Monete
Informazione
8.00 Tg 5 Mattina Notiziario
8.40 La telefonata di Belpietro
Attualit
8.50 Mattino Cinque Attualit
11.00 ForumAttualit
13.00 Tg 5. Meteo.it Notiziario
13.40 Beautiful Soap opera
14.10 CentoVetrine Soap opera
14.45 Amici Talent show
15.30 Pomeriggio cinque
Attualit
18.50 The Money Drop Quiz
20.00 Tg 5. Meteo.it Notiziario
20.40 Striscia la notizia Variet
satirico
21.10 Superpaperissima
Variet
23.00 Speciale Tg5 Attualit
Il programma di
approfondimento del Tg5
0.30 Tg 5 Notte. Meteo.it
Notiziario
1.00 Striscia la notizia
Canale 5 Italia 1
6.50 T.J. Hooker Telefilm
7.45 Miami Vice Telefilm
8.40 Hunter Telefilm
9.50 Carabinieri Telefilm
10.50 Ricette allitaliana
Attualit
11.30 Tg 4 - Telegiornale
Notiziario
12.00 Detective in corsia
Telefilm
12.55 La signora in giallo
Telefilm
14.00 Tg 4 - Telegiornale
14.45 Lo sportello di Forum
Attualit
15.35 Come si cambia Academy
Reality show
16.05 Il sipario strappato Film
18.55 Tg4 - Telegiornale
19.35 Tempesta damore Soap
opera
20.30 Quinta Colonna - Il
quotidiano Attualit
21.10 Quarto Grado Attualit
Conduce Salvo Sottile. In
studio Sabrina Scampini
0.00 Hard luck - Uno strano
scherzo del destino
Film-tv
Rete 4
7.00 Zeke e Luther Telefilm
7.50 Tutto in famiglia Telefilm
8.40 Una mamma per amica
Telefilm
10.30 E.R. Medici in prima linea
Telefilm
12.25 Studio Aperto. Meteo
13.00 Sport Mediaset Notiziario
sportivo
13.40 I Simpson
14.35 Whats my destiny
Dragon Ball Cartoni
15.00 Naruto Shippuden
Cartoni animati
15.25 Le avventure di Lupin III
Cartoni animati
15.55 Smallville Telefilm
17.40 Top one Quiz
18.30 Studio Aperto. Meteo
Notiziario
19.20 C.S.I. - NewYork Telefilm
21.10 True Justice II Serie Con
Steven Seagal
23.00 Person of interest Serie
1.25 Sport Mediaset Notiziario
sportivo
1.50 Romanzo criminale - La
serie Serie
142 SETTE | 2124.05.2013
programmi dal 25 al 31 maggio
7.40 The Dr. Oz ShowVariet
8.30 Tg La7 Notiziario
8.50 I men di Benedetta
9.40 Cuochi e fiamme Gioco
10.40 Cambio Moglie Reality
show
11.40 Lerba del vicino Attualit
12.30 Le interviste barbariche
13.30 Agente Speciale Sue
Thomas Telefilm
15.10 I men di Benedetta
16.10 The Dr. Oz ShowVariet
17.10 Non ditelo alla sposa
18.10 Cambio Moglie
19.10 Cuochi e fiamme Gioco
20.10 I men di Benedetta
21.10 Bad girl: Melanie Griffith
Documentari
22.00 Sex and the City Telefilm
23.30 Un tocco di zenzero Film
La 7
La 7 D
7.00 Omnibus - Rassegna
stampa Attualit
7.30 Tg La7 Notiziario
7.50 Omnibus Attualit
9.50 Coffee Break Attualit
11.00 Laria che tira Attualit
12.25 I men di Benedetta
13.30 Tg La7 Notiziario
14.00 Tg La7 Cronache Attualit
14.40 Le strade di San
Francisco Telefilm
16.30 Commissario Cordier TF
18.10 The district Telefilm
19.05 NYPD Blue Telefilm
20.00 Tg La7 Notiziario
20.30 Otto e Mezzo Attualit
21.10 Vacanze nel paese delle
meraviglie Variet
22.20 Zeta Attualit
0.15 Omnibus notte
1.15 Tg La7 Sport Notiziario
1.20 Sotto canestro
8.45 Wedding Planner Variet
9.40 Cortesie per gli ospiti
10.40 Abito da sposa cercasi
11.10 Leleganza del maschio
11.35 Make-Up Time con Clio
12.05 Torte in corso con Renato
12.30 Il boss delle torte
13.00 Fuori men Variet
14.00 Make-Up Time con Clio
14.30 Leleganza del maschio
15.00 Torte in corso con Renato
15.25 Welcome Style
15.55 Abito da sposa cercasi
16.20 Quattro matrimoni
17.15 Tabatha Mani di Forbice
18.15 Torte in corso con Renato
18.40 Il boss delle torte
19.40 Cucine da incubo USA
20.40 Abito da sposa cercasi x
21.10 Quattro matrimoni
22.10 Abito da sposa cercasi
23.05 Il boss delle torte
23.35 Il re del cioccolato
Real Time
9.25 W.E. - Edward e Wallis Film
11.25 Ribelle-The Brave
11.40 Oceans Eleven - Fate il
vostro gioco Film
13.35 Oceans Twelve Film
15.45 One for the Money Film
17.20 The Double Film
19.05 La bussola doro Film
21.00 Sky Cine News Rubrica
21.10 Il Trono di Spade - 3a
stagione Telefilm
22.05 Il Trono di Spade - 3a
stagione Telefilm
23.05 Special Forces - Liberate
lostaggio Film
6.25 Pazzo di te! Film
8.00 Basta guardare il cielo Film
9.45 La signora in rosso Film
11.15 Il mio piccolo genio Film
12.55 Amici di letto Film
14.45 Il club delle prime mogli
Film
16.30 Manuale damore 2 -
Capitoli successivi Film
18.35 Cavalcando col diavolo Film
21.00 Pazzo di te! Film
22.40 Quando lamore brucia
lanima Film
1.00 Il club delle prime mogli
Film
6.45 Luomo senza ombra Film
8.40 Batman Film
10.50 Skyfall
11.10 Annapolis Film
12.55 Batman Forever Film
14.55 Glory - Uomini di gloria
Film
17.00 Tekken Film
18.35 The Avengers Film
21.00 1921 - Il mistero di
Rookford Film
22.50 Bad Boys II Film
1.20 BW2 - Il libro segreto delle
streghe: Blair Witch 2 Film
2.50 Tekken Film
6.00 Bodyguards - Guardie del
corpo Film
7.50 Natale in crociera Film
9.40 Skyfall
10.00 Bar Sport Film
11.45 I tre amigos! Film
13.30 Christmas in Love Film
15.35 Paparazzi Film
17.25 Le nuove comiche Film
19.10 Beverly Hills Cop - Un
piedipiatti a Beverly Hills
Film
21.00 Ex - Amici come prima Film
22.45 Anno uno Film
0.30 Skyfall
6.10 Ritorno a Cold Mountain
Film
8.45 Ribelle-The Brave
9.00 Tanguy Film
10.50 Without a paddle - Senza
pagaia Film
12.30 Haunting - Presenze Film
14.25 Happy Feet Film
16.15 Il talento di Mr. Ripley Film
18.35 Pirati dei Caraibi - La
maledizione del forziere
fantasma Film
21.10 Ritorno a Cold Mountain
Film
23.45 Game of Death Film
11.10 Alvin Superstar 3 - Si salvi
chi pu Film
12.40 Smitty - Un amico a
quattro zampe Film
14.15 Surfs Up - I re delle onde
Film
15.45 Lo schiaccianoci Film
17.35 Super 8 Film
19.30 Alvin Superstar 3 - Si salvi
chi pu Film
21.00 Diario di una schiappa 2 -
La legge dei pi grandi
Film
22.45 Ragazze a Beverly Hills
Film
Sky
Cinema 1
Sky Cinema
Passion
Sky Cinema
Max
SkyCinema
Comedy
Sky Cinema
Family
12.30 Rubrica: Icarus
13.00 Wrestling: WWE
Experience
14.00 Basket: NBA Playoff Sport
16.30 Rugby: Heineken Cup
17.30 Automobilismo: Ferrari
Challenge
18.30 Speciale: The Boat Show
2013
19.00 Wrestling: WWE NXT
20.00 Wrestling: WWE
Superstars
21.00 Wrestling: WWE Domestic
Smackdown!
22.45 Basket: NBA Playoff
17.30 Magazine: Fan Club
Juventus
18.00 Magazine: Sky Magazine
18.30 Magazine: Sky Magazine
19.00 Rubrica: I Signori del
Calcio
19.30 Speciale: History Remix -
Juventus vs Milan
20.00 Rubrica: Serie A Remix
21.00 Calcio: Serie A Una
partita
22.45 Calcio: Serie A Una
partita
23.00 Rubrica: Serie A Remix
0.00 I Signori del Calcio
Sky
Sport 2
Sky
Sport 1
12.15 Cuochi e fiamme Rubrica
13.10 I men di Benedetta
14.00 Non ditelo alla sposa!
15.00 Keasha: labito perfetto
15.30 10 anni pi giovane
16.25 Prendere o lasciare
17.15 Case da incubo Variet
18.10 I men di Benedetta
19.05 I dolcetti di Paola
19.35 Sugarstar Variet
20.05 Cuochi e fiamme Rubrica
21.00 La seconda casa non si
scorda mai
22.00 Giardinieri in affitto
23.00 MasterChef UK Variet
0.05 Case da incubo - USA
14.00 Casa vista mare
15.00 La nostra prima casa
16.00 Facciamo due passi?
17.00 Grandi viaggi, grandi
tavole Documentari
18.00 LItalia di Dove - Firenze:
un viaggio insolito tra arte
e sapori Documentari
19.00 La nostra prima casa
20.00 Prendere o lasciare
21.00 Casa vista mare
22.00 Italia per aria Documentari
23.00 I giardini pi belli del
mondo Documentari
0.00 Facciamo due passi?
14.55 Man vs Food: la sfida
finale Documentari
15.55 Dog Whisperer
16.55 Truffato a Buenos Aires!
17.55 Megafabbriche -
Eurofighter Documentari
18.55 Monster Fish: pesci
giganti Documentari
19.55 Wild Real Tv Documentari
20.55 Megafabbriche italiane
21.55 Tab - Loltretomba
22.55 Man vs Food: la sfida
finale Documentari
23.55 Tab - Quando gli adulti
hanno il ciuccio
lei
15.00 Kojak Telefilm
15.50 Nel cuore dei giorni
16.20 Quel che passa il Convento
17.00 Nel cuore dei giorni
18.00 Rosario in Diretta da
Lourdes
18.30 Tg 2000
19.00 Romanzo Familiare
20.00 Rosario da Lourdes
20.30 Nel cuore dei giorni
21.00 Conclusione del Mese di
Maggio alla Grotta di
Lourdes Presieduta da
Papa Frances
22.00 Vade Retro
22.40 Kojak Telefilm
Tv 2000
14.25 La vita secondo JimTF
14.50 Tutto in famiglia Telefilm
15.15 The Big Bang Theory TF
15.45 Glee Telefilm
16.40 Futurama Telefilm
17.05 American Dad Telefilm
17.35 I Simpson Telefilm
18.30 The Big Bang Theory TF
19.00 La vita secondo JimTF
19.20 Tutto in famiglia Telefilm
19.45 I Griffin Telefilm
20.10 I Simpson Telefilm
20.35 I Simpson Telefilm
21.00 Da Vincis Demons TF
21.50 Touch Telefilm
22.45 NewGirl Telefilm
Fox
National
Geographic
Dove Tv
13.00 Hollywood Heights - Vita
Da Popstar Telefilm
13.55 Scrubs Sitcom
14.50 The Inbetweeners: Quasi
Maturi Telefilm
15.50 Ginnaste - Vite Parallele
16.40 Hollywood Heights - Vita
Da Popstar Telefilm
17.30 Catfish: False Identita
18.25 Ginnaste - Vite Parallele
19.25 Catfish: False Identita
20.15 Scrubs Sitcom
21.10 Spit Variet
22.00 ShootEmUp - Spara o
Muori Film
MTV
14.00 Pascalistan
14.30 Fuori Frigo
15.00 Perfetti... ma non troppo
15.30 Occupy Deejay
15.55 Deejay Tg News
16.00 Occupy Deejay
17.00 Jane stilista per caso
18.00 Felicity
18.55 Deejay Tg News
19.00 Lincoln Heights
20.00 Pascalistan
20.30 Fuori Frigo
21.00 Fino alla fine del mondo
22.00 Deejay Chiama Italia
Edizione Serale
Deejay Tv
13.20 Affari di famiglia
14.15 Braveheart - la vera
storia Documentari
15.10 Disastro in diretta
16.05 Affari di famiglia -
Louisiana Documentari
17.00 Fumo nero allorizzonte
18.00 Segreti svelati
19.00 Affari al buio Documentari
20.00 Affari di famiglia
21.00 Gli uomini che fecero
lAmerica Documentari
22.00 Gli uomini che fecero
lAmerica Documentari
23.00 Segreti svelati
0.00 Affari di famiglia
History
Channel
Sky Cinema
Hits
SETTE | 2124.05.2013 143
Piaceri Oroscopo/
di Alessandra Paleologo Oriundi
riproduzione riservata
SETTIMANA DAL 24 AL 30 MAGGIO
Con Urano nel segno, i ritmi professionali sono
allaltezza delle aspettative: la carriera vi regala
soddisfazioni. Mercurio richiama lattenzione
sulla famiglia. Luna: architetto. Ascendente: Sa-
gittario. Consigli: prendete il largo con un Can-
cro, non siate pessimisti con uno Scorpione.
Dovete tenere la guardia alzata su questioni
bancarie, transazioni immobiliari, questioni
fscali e legali. Ma Mercurio dal 30 cambier
segno e vi protegger. Luna: accattivante.
Ascendente: Capricorno. Consigli: siate genero-
si con un Bilancia, non accanitevi con un Ariete.
Con la grinta di Marte, sar facile prendere
nuove iniziative e trovare una nuova occupa-
zione. Poi potrete buttarvi sullamore. Luna: se-
rena. Ascendente: Acquario. Consigli: lasciate la
porta aperta con un Vergine, non siate pignoli
con un Capricorno.
Mettete impegno nella vostra attivit: loccasio-
ne ve la offre Mercurio. Presto arriver Giove e
non dovete farvi trovare impreparati: seminate
il pi possibile. Marte vi libera dallansia. Luna:
soddisfatta. Ascendente: Pesci. Consigli: ascol-
tate un Pesci, non gareggiate con un Vergine.
Occupatevi della vostra vita: la settimana vi
porta un ottimo Mercurio, in Gemelli fno al 30,
e Marte vi regala una tregua. Curate anche la
vostra immagine. Luna: estroversa. Ascen-
dente: Ariete. Consigli: alleatevi con un Toro,
non siate superfciali con un Sagittario.
Saturno in Scorpione ottimo per lattivit e le
fnanze. Insegna la disciplina e permette di su-
perare le diffcolt e le noie burocratiche o legali
che dovessero presentarsi. Luna: professionale.
Ascendente: Toro. Consigli: svegliate un Bilan-
cia, non fate il doppio gioco con un Acquario.
Con Saturno in Scorpione, dovete pianifca-
re ogni cosa, in famiglia e sul lavoro. State
attenti alle gaffe quando dovete comunicare.
Perch lamore sia sereno dovrete attendere
il 3 giugno: per ora flirtate e divertitevi. Luna:
fortunata. Ascendente: Scorpione. Consigli: fate
largo a un Vergine, non disturbate un Acquario.
Nonostante il momento in salita dato da Satur-
no in Scorpione e da Marte in Toro, dissonanti,
nel mezzo del vostro cielo splende Venere, che
vi consente di brillare nellambiente profes-
sionale e nelle riunioni sociali e mondane,
importanti per il successo. Luna: combattiva.
Ascendente: Bilancia. Consigli: mostratevi con
uno Scorpione, non bluffate con un Pesci.
Siete infastiditi dalle voci di corridoio e dalle
chiacchiere nellambiente di lavoro. Non perde-
te la pazienza, ma tessete la vostra tela. Luna:
lucida. Ascendente: Vergine. Consigli: avventu-
ratevi in un viaggio lontano con un Sagittario,
non giocatevi unopportunit con un Cancro.
Marte si avvicina ai Gemelli, segno
sulla vostra intuitiva intelligenza e sulla vostra
passionalit. Cominciate con le trattative senza
la fretta di concludere; meglio rimandare. Luna:
nervosetta. Ascendente: Cancro. Consigli: fatevi
vivi con un Toro, non ascoltate un Leone
Marte in Toro batte in testa e pu provocare
un gran dispendio di energie: controllate il
sistema nervoso. Chiarimenti in famiglia.
Luna: litigiosa. Ascendente: Gemelli. Consigli:
rincarate la dose con un Vergine, non fatevi
mancare di rispetto da un Gemelli.
Cercate di non litigare: Marte crea rapporti tesi
con soci e partner. Urano dallAriete, positivo,
non far per da paciere. Affari fnanziari, in-
vece, al meglio. Luna: accettabile. Ascendente:
Leone. Consigli: fate pace con un Capricorno,
non fate fuoco e famme con un Ariete.
ARIETE
20 marzo 20 aprile
TORO
21 aprile 20 maggio
GEMELLI
21 maggio 20 giugno
CANCRO
21 giugno 21 luglio
LEONE
22 luglio 22 agosto
VERGINE
23 agosto 22 settembre
PESCI
20 febbraio 19 marzo
ACQUARIO
21 gennaio 19 febbraio
CAPRICORNO
22 dicembre 20 gen
SAGITTARIO
22 novembre 21 dicemb
SCORPIONE
23 ottobre 21 novembre
BILANCIA
23 settembre 22 ottobre
SETTE | 2124.05.2013 144
DIrETTODA
pier Luigi vercesi
(pvercesi@corriere.it)
direttore responsabiLe
Ferruccio de Bortoli
condirettore
Luciano Fontana
vicedirettori
Antonio Macaluso, Daniele Manca
Giangiacomo Schiavi, Barbara Stefanelli
2013 - RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Quotidiani
Sede Legale: via A. Rizzoli 8, Milano - Registrazione Tribunale di Milano
n. 526 del 26/11/2009 Redazione: via Solferino 28, Milano - tel. 02/62821
Stampa: Nuovo istituto italiano arti grafiche spa, via Zanica 92, Bergamo
Pubblicit: Rcs MediaGroup S.p.A.
Divisione Pubblicit - 20132 Milano - via A. Rizzoli 8, tel. 02/25841.
COPyrIGhTrCSMEDIAGrOUPS.P.A. DIVISIONEQUOTIDIANI
TUTTI I DIrITTI SONOrISErVATI. NESSUNAPArTE
DI QUESTOSETTIMANALEPUESSErErIPrODOTTA
CONMEzzI GrAFICI, MECCANICI, ELETTrONICI ODIGITALI.
OGNI VIOLAzIONESArPErSEGUITA ANOrMADI LEGGE.
roberto Gobbi
Caporedattore centrale
(rgobbi@corriere.it)
edoardo vigna Caporedattore vicario - Attualit
(evigna@corriere.it)
Laura ballio Caporedattore - Spettacoli e Lifestyle
(lballio@corriere.it)
antonio dorrico Caporedattore
(adorrico@corriere.it)
donatella bogo Vicecaporedattore
(dbogo@corriere.it)
chiara Mariani Photo editor (cmariani@corriere.it)
cesare Fiumi Inviato (cfiumi@corriere.it)
Ferruccio pinotti Caposervizio (fpinotti@corriere.it)
Manuela croci Vicecaposervizio(mcroci@corriere.it)
Gianluca bauzano (gbauzano@rcs.it)
sara Gandolfi (sgandolfi@corriere.it)
agostino Gramigna (agramigna@corriere.it)
Francesca pini (fpini@corriere.it)
Franca porciani (fporciani@corriere.it)
stefano rodi (srodi@rcs.it)
rEDAzIONE GrAFICA
Luca Milani Caporedattore (lmilani@rcs.it)
nicola Gandelli Caposervizio iniziative speciali
(ngandelli@rcs.it)
Jlenia damiata (jdamiata@rcs.it)
carlo davide Lodolini (clodolini@rcs.it)
SEGrETErIADI rEDAzIONE
cinzia cozzi responsabile (ccozzi@rcs.it)
Francesca deluca (fdeluca@rcs.it)
alessandro Franco photo research (afranco@rcs.it)
cornelia Marchis photo research (cmarchis@rcs.it)
DIALOGOCONI LETTOrI
beppe severgnini
(www.corriere.it/italians)
PrOGETTOGrAFICO
Leftloft
Davide Ponchia Marketing manager
Ivana Catalano Product manager
Giuseppe Disimino responsabile pubblicitario
(giuseppe.disimino@rcs.it)
Francesca Marzotto Ufficio stampa
(francesca.marzotto@rcs.it)
Massimo zingardi
Art director
(mzingardi@corriere.it)
supplemento della testata Corriere della sera
rEALIzzAzIONE ACUrADI
bcdsrl con socio unico
CONSULENzAEDITOrIALE paoloMartini
Lettere al Direttore
C
ome si pu affermare che il
Bologna Process o laurea
triennale stato un fasco,
senza motivare n documen-
tare? successo (purtroppo)
su Sette e una tale pesante affermazione
mi ha colpito e amareggiato. Anche perch
il Corriere della Sera ha sempre dato ampio
spazio a ricerche e dati dimostrando lesatto
contrario. Cito un grande titolo dello scorso
marzo dedicato, nelle pagine delle cronache,
a una rilevazione dellUniversit di Bergamo
(suffragata da affermazioni di vari impren-
ditori): Crisi, lauree brevi alla riscossa.
Larticolo sottolinea che l80 per cento dei
giovani laureati trova lavoro in un anno
e che, grazie al dialogo ateneo-territorio, le
aziende fanno esplicita richiesta di lauree
triennali. Lutilit proprio delle lauree
triennali sostenuta da Confndustria e da
Assolombarda. E altre ricerche cito solo
quelle di Almalaurea e del consorzio Stella
indicano la via. Nel 2009 la percentuale
dei laureati triennali che trovano lavoro
entro un anno dalla laurea ha toccato quota
43,1%(Almalaurea). Per le indagini Stella
siamo al 44,3%, a cui vanno aggiunti i
giovani che non lavorano ma proseguono
lo studio iscritti alla laurea specialistica:
44,3%(Almalaurea); 43,5%(Stella). Tra i
giovani che hanno trovato lavoro c anche
una quota interessante che, appunto,
lavora e studia per la laurea specialistica
(15,8%per Almalaurea, 11,5%per Stella).
Ci signifca che quanto sperimentato dagli
anglosassoni il Bachelor e il Master
ormai diventato un modello di successo
nei Paesi influenzati da quella cultura (Stati
Uniti, Canada, India, Australia, Sudafrica...).
Il successo dovuto allarticolazione in pi
livelli delle lauree che corrisponde alla ar-
ticolazione del mondo del lavoro. La laurea
unica non funziona pi. Non a caso lEuropa
ha scelto di seguire tale modello. Tutti e 27 i
Paesi dellUnione hanno deciso di aderire al
Bologna Process e affnare la realizzazione
effcace della laurea triennale. Di pi, negli
ultimi anni si sono aggiunti altri 20 Paesi al
di fuori dei confni europei. Se si vuole che i
laureati italiani lavorino in Europa chiaro
che la durata per conseguire i diversi titoli
universitari debba essere uguale. E che
lobiettivo devessere quello del reciproco
riconoscimento della validit di quei titoli
permettendo a tutti di scegliere dopo il
triennio: cercare lavoro e/o proseguire
negli studi. Naturalmente un processo
da perfezionare, ci sono diffcolt e difetti
e le democrazie evolute stanno lavorando
proprio sulle criticit. Ma latteggiamento
non pu essere quello di rigettare tutto e
lasciare i nostri ragazzi ai margini, isolati. il
Bologna Process, e non un fasco.
Luigi Berlinguer
L
a vostra inchiesta sulla scuola mi
ha fattovenire inmente lostudio
della Fondazione Agnelli, effettua-
tosu 145.000studenti di quattroregioni
(Lombardia, Piemonte, Emilia e Calabria)
conlintentodi stabilire chi sia ingradodi
preparare meglioallUniversit, tra i Licei
e gli Istituti Tecnici e, congrande sorpresa,
attribuita a questi ultimi. Tale strabiliante
risultatomi porta a fare una semplice consi-
derazione, che si collega alle varie classifche
internazionali, secondole quali gli studenti
del NordEuropa (fnlandesi e danesi intesta)
sarebberomoltomegliopreparati dei nostri
ragazzi delle superiori. Ora, nelle sopracitate
nazioni lostudiodelle materie scientifche
prevale largamente sullostudiodi quelle
umanistiche (le lingue classiche sonopres-
soch sconosciute) e inpratica quelloche
avviene anche nei nostri Istituti Tecnici, dove
nonsi studia il Latinoe nemmenola Filoso-
fa, ma moltosi approfondisconodiscipline
come la Chimica, la Fisica, le Scienze (negli
Istituti Tecnici Industriali), omaterie del set-
tore economicocome la Statistica, le Scienze
della Finanza, lEconomia e il Diritto(negli
Istituti per ragionieri). La domanda dunque
questa: defnitivamente tramontatoil mito
del LiceoClassico, giacch gli studi scientifci,
tecnologici edeconomici preparanomeglio
allUniversit, oppure sonopocoattendibili i
risultati, davverosorprendenti, della Fonda-
zione Agnelli?
Secondiano Zeroli, Bagnoregio (Viterbo)
C
omplimenti per lanalisi sul regres-
so dellistruzione e per gli articoli di
Pacchiano e Rizzo. Tuttavia il male
parte da pi lontano ancora, fn dai Decreti
delegati di Scalfaro-Malfatti (74), poi dai
programmi Falcucci (85) che preparavano
la scuola primaria a moduli (Mattarella
e Jervolino, 1990). Pi recentemente, il
disastro degli OSA(obiettivi specifci di
apprendimento) di Bertagna e Berlinguer.
Alcune idee: riscrivere i programmi, che
siano una guida anche per gli insegnanti
meno preparati; riaffdare le prime due
classi elementari a una maestra unica,
che insegni la scrittura in corsivo e abbia
il tempo di affascinare gli alunni; proporre
testi di lettura accattivanti, senza fnestrelle
e quiz. I questionari di Proust del Corriere
sono signifcativi: la grafa dei piccoli alunni
sempre disordinata e quasi illeggibile. Alla
domanda che cosa non ti piace fare?, la
risposta i compiti. Che tristezza! Oggi,
nella scuola, mancano i due pilastri di base:
la maestra e i programmi...
Clementina Melotti Boltri
H
oapprezzatomoltoleditoriale sulle
Infrastrutture culturali e condivido
pienamente le osservazioni sullo
statoincui listruzione e la cultura versano
nel nostroPaese. Il tema mi coinvolge come
cittadina e come rappresentante di quella
Pubblica Amministrazione cos tristemente
chiacchierata, capace solodi farsi notare per
la mala burocrazia, gli sprechi e una discreta
propensione al nonfar nulla. Mi occupo
da anni di politiche formative e del lavoro
per la Provincia di Siena ed inquesta veste
che le scrivounidea che non solomia, ma
appartiene anche ai numerosi colleghi che
hannocontribuitoalla sua realizzazione nel
corsodegli ultimi due anni. Mi spiegomeglio.
Oggi siamodi fronte a una crisi economica e
sociale feroce. La disoccupazione giova-
nile nel nostroPaese alle stelle, i tassi
di abbandonoscolasticononsonomeno
drammatici e le risorse economiche da
destinare al potenziamentodelle politiche
per loccupabilit dei cittadini sempre minori.
Inquestoscenarioi servizi per limpiego
sonodi fronte a una sfda senza precedenti:
il profondorinnovamentodelle pratiche di
orientamentoprofessionale attraversomodi
e strumenti che possanoeffettivamente
favorire e aiutare i cittadini, e inparticolare i
giovani, nei loropercorsi di crescita profes-
sionale e di ricerca attiva del lavoro. Sono
proprioi giovani, pur rappresentandola
fascia di popolazione inmedia pi istruita e
anche pi pronta alla nuova societ digitale
della conoscenza, a soffrire maggiormen-
te la crisi economica e occupazionale in
atto. inquesta direzione che nel 2011la
Provincia di Siena ha promossoe sostenu-
toil progettoeuropeoJOBTRIBU- nuove
tecnologie per lorientamentoe la mobilit
professionale, ottenendounfnanziamento
dalla Commissione Europea attraversoil
programma Progress. Lobiettivoprincipale
statoquellodi esplorare e condividere le
opportunit offerte dalle nuove tecnologie
Luigi Berlinguer difendelasua laureatriennale
Insegnanti e operatori culturali danno il loro contributo
per salvare lItalia dallanalfabetismo. E dal declino
sette | 21 24.05.2013 145
riproduzione riservata
IL GRANDE E POTENTE OZ
regia di SamRaimi
Unascena, unimmagine appena
La risposta di pagina 18
e inparticolar mododagli strumenti Web
2.0e dai social networks, per avvicinare i
tradizionali servizi di informazione, di orien-
tamentoe di accompagnamentoal lavoro
alle fasce di utenza pi giovani, per favorire
la transizione tra scuola e lavoro, per aprire
e creare nuove opportunit di conoscenza,
di networking professionale e di mobilit in-
ternazionale e agevolare linserimentoinun
mercatodel lavorosempre pi complesso
e sempre pi globale. Molte azioni offerte
dai servizi pubblici per il lavoropossono
oggi essere migliorate e rese pi effcienti
congli strumenti tecnologici: negli ultimi
anni le iCt e inparticolare la rivoluzione del
Web2.0hannoresodisponibili immense
risorse informative e teoricamente illimitate
possibilit di comunicare e interagire in
dimensione planetaria a costi moltobassi, e
il lorousosi diffusoinmaniera esponen-
ziale, soprattuttotra le giovani generazioni,
al puntoda poterle defnire digital natives.
nonostante la lorodiffusione, ineuropa
lapplicazione pratica delle iCt allinternodei
servizi pubblici per limpiego, laddove pre-
sente, ancora relativamente bassa. sono
infatti necessari, da unlato, il ripensamento
di alcuni modelli organizzativi per leroga-
zione dei servizi, dallaltrolacquisizione di
modalit adeguate e conoscenze tecnolo-
giche specifche. su queste basi che, dopo
una prima fase dedicata alla ricerca di livello
europeosulle buone pratiche per lusodi
iCt nei servizi per il lavoroe lorientamen-
to, abbiamorealizzatouna consistente
azione di formazione e condivisione congli
operatori, necessaria alla successiva fase di
testing dei nuovi strumenti nei servizi per
limpiego. sonodiverse le azioni sperimen-
tate: dallutilizzodi twitter, Facebook e altri
strumenti di blogging per linformazione
orientativa, alla consulenza di orientamento
a distanza attraversoskype e openMee-
tings, al video-curriculum, ai Webinars per
la ricerca attiva del lavoro, alla creazione di
e-portfolio, di pagine webpersonali e piani
di carriera online conil software Mahara.
ognunodi questi strumenti statopensato
e sviluppatoattraversosoftware open-
source, integrati e resi accessibili tramite una
piattaforma moodle, linfrastruttura tecno-
logica del progetto, disponibile sul portale
www.jobtribu.eu. i nuovi strumenti hanno
consentitodi migliorare i servizi pubblici per
limpiego: oggi, dopoil testing effettuatonel
corsodellultimoanno, alcuni servizi web2.0
si affancanoai tradizionali e sonodi grande
aiutonelloffrire servizi personalizzati e
adeguati ai contesti, contempistiche decisa-
mente pi brevi, unaccessomoltopi ampio
e una sostenibilit intermini di costi che va
oltre quella fsiologica del fnanziamento
concessodalla Commissione europea. Gli
effetti del progettononsi fermanoqui. si
estendonoanche alle policies adottate
nellultimoannodalla provincia di siena per
il contrastoallabbandonoscolasticoe for-
mativo. gi incorsodi realizzazione unul-
teriore sperimentazione delle-portfoliocon
i giovani dropout, coloroche abbandonano
la scuola ogli specifci percorsi formativi
a lorodedicati al fne di adempiere al
diritto-dovere allistruzione e Formazione
professionale. il processoche porta alla
costruzione delle-portfoliopermette infatti
di sviluppare conoscenze, competenze e
attitudini ingradodi migliorare e facilitare i
futuri apprendimenti, rendendoli al tempo
stessotrasferibili anche adaltri contesti. i
giovani, pi coinvolti nel loroprocessodi ap-
prendimento, sonoincoraggiati a riflettere
sulle esperienze maturate, riuscendocos a
presentare pi facilmente le proprie compe-
tenze, e aumentandola loromotivazione a
pianifcare successive azioni formative...
Miriana Bucalossi, Resp. P. O. Politiche
Formative e Progetti Europei,
Provincia di Siena - Settore Formazione,
Lavoro, Sviluppo Economico e Turistico
D
iciannove anni 6mesi 1giorno:
questoera il sognodellostatale
negli anni post bellici fnoal 1970,
ovveroandare inpensione dopo20anni di
lavoro. nel 1970questosognofu abbrevia-
todi 5anni. nacque la pensione baby e ne
approfttaronospecialmente le insegnanti
e tutte le dipendenti statali. nonfu un
provvedimentodemenziale come ha scritto
sergiorizzo. Ceranoi reduci dalla guerra
che chiedevanolavorodopoaver servitoil
paese ederanotanti. e chiedevanounposto
sicuroche riconoscesse ai fni pensionisti-
ci quelli del serviziomilitare. nella scuola
entraronolaureati inlegge che insegnarono
lettere, veterinari matematica, laureati in
lettere lingue straniere. era statoapprovato
lobbligoscolasticofnoa 14anni e la scuola
media intutti i comuni fnoa 500abitanti.
il pensionamentoanticipatoc sempre
stato. il portuale di Livornoprima della legge
prandini andava inpensione a 4oanni. Gli
uffciali della Marina, che hannoriconosciuti
ai fni pensionistici gli anni di accademia, se
a 50anni nondiventanoammiragli vannoin
pensione. tantoper fare qualche esempio.
per ricordare inmodocorrettoil passato.
Mario Lorenzini, Livorno
D
a una statistica pubblicata sullEco-
nomist emersoche i paesi incui
si legge di pi sonoanche allavan-
guardia nell innovazione, nellosviluppo
economico, sociale e culturale e dove poco
signifcativa la corruzione. insvezia la per-
centuale dei cittadini che legge almenoun
libroallanno del 72%, initalia si abbassa
fnoal 42%. i vari misuratori di competiti-
vit economica e innovazione vannodi pari
passocongli indici di lettura: inentrambe le
classifche a farla da padrone sonoi paesi
del nordeuropa, mentre litalia malin-
conicamente negli ultimi posti. initalia il
problema della scarsa propensione alla
lettura preoccupante anche per lelevato
analfabetismodi ritorno, riscontrabile anche
tra gli insegnanti. dopogli studi universitari,
granparte di lorononprende pi inmano
unlibro, viene cos a mancare lostimoloalla
lettura negli studenti proprioda parte di chi
dovrebbe indurlo: infatti solochi legge pu
trasmettere agli altri questopiacere.
Mauro Luglio Monfalcone (GO)
Su questi temi abbiamo ricevuto molte
lettere e idee che qui, per motivi di spazio,
non abbiamo potuto pubblicare. Con
tinueremo per la prossima settimana.
Giriamo la domanda con cui si conclude
la lettera del signor Secondiano Zeroli ai
nostri lettori.
R
elativamente al serviziocomparso
nel numero19di Sette, dal titolo
Quellostranofloche lega Chiesa e
massoneria, la famiglia dellingegner Ber-
nardinonogara, nella persona dellamba-
sciatore Bernardinoosio, nipote di nogara e
curatore dellarchiviorelativoal congiunto,
desidera precisare: da unesame esau-
riente delle fonti e della documentazione
innostropossessoemerge che lingegner
nogara era unfervente cattolicoe nonera
iscrittoadalcuna massoneria. si trattava di
unuomomoltopio(vicinoai rosminiani),
deditoalla propria missione di banchiere e di
amministratore delle fnanze vaticane. Certo
nel suoruolodi rappresentante della Comit
a Costantinopoli ebbe rapporti conambienti
massonici, a quel tempoforti inturchia,
che espresseroil movimentodei Giovani
turchi. nel mondodella fnanza i massoni
eranoe sonocertamente numerosi ed
normale che nogara ne abbia incontrati. Ma
questononsignifca che egli fosse masso-
ne. sulla fgura di nogara uscir tra breve
una biografa auspicata dalla Comit e dal
Consiglionazionale delle ricerche e scritta
dal professor angeloCaleca delluniversit
di Firenze che far piena luce su una fgura
che ha rivestitounruolochiave nel mondo
della fnanza italiana e che statounemi-
nente protagonista nella storia della Banca
Commerciale italiana. nogara ha svoltouna
intensa attivit diplomatica e fnanziaria in
turchia e nel restodeuropa.
Lettere al Direttore