Sei sulla pagina 1di 10

www.cantoeprego.

it

Adorazione

Martedì 26 Luglio 2011


id_2012 v01.02 ado
Indice

1003.11 Adoro te devote ............................. 1


1003.41 Adoro te devote ............................. 2
0701.11 Inni e canti ................................ 3
1025.11 Pange lingua ................................ 4
1025.12 Pange lingua ................................ 5
1025.13 Pange lingua ................................ 6
0702.11 T'adoriam ostia divina ...................... 7
2113.11 Dio sia benedetto ........................... 8
1003.11
Adoro te devote pag. 1

euc com inn sss Testo di S. Tommaso d'Aquino (? 1225 – 1274) (g5: 67) ( ) {gre} [ag.
25/07/11]

Adóro te devóte, latens Déitas, Ti adoro devotamente, o Dio nascosto,


quae sub his figúris vere látitas: davvero presente sotto questi segni:
tibi se cor meum totum súbjicit, il mio cuore a te tutto si affida
quia te contémplans totum déficit. perché, contemplandoti, tutto viene meno.

Visus, tactus, gustus in te fállitur, La vista, il tatto, il gusto, non ti percepiscono,


sed audítu solo tuto créditur. ma solo per l'ascolto si crede con certezza.
Credo quidquid dixit Dei Fílius; Credo tutto ciò che detto il Figlio di Dio;
nil hoc verbo veritátis vérius. nulla è più vero di questa parola di verità.
1003.41
Adoro te devote - 41 pag. 2

Testo di S. Tommaso d'Aquino (? 1225 – 1274) {ado} [ag. 25/07/11]

Adóro te devóte, latens Déitas, Ti adoro devotamente, o Dio nascosto,


quae sub his figúris vere látitas: davvero presente sotto questi segni:
tibi se cor meum totum súbjicit, il mio cuore a te tutto si affida
quia te contémplans totum déficit. perché, contemplandoti, tutto viene meno.

Visus, tactus, gustus in te fállitur, La vista, il tatto, il gusto, non ti percepiscono,


sed audítu solo tuto créditur. ma solo per l'ascolto si crede con certezza.
Credo quidquid dixit Dei Fílius; Credo tutto ciò che detto il Figlio di Dio;
nil hoc verbo veritátis vérius. nulla è più vero di questa parola di verità.

In cruce latébat sola déitas; Sulla croce solo la divinità era celata,
at hic latet simul et humánitas. qui anche l'umanità non appare,
Ambo tamen credens atque cónfitens ma credendo e confessando entrambe
peto quod petívit latro poénitens. chiedo ciò che chiese il ladrone pentito.

Plagas sicut Thomas non intúeor; Non tocco le ferite come Tommaso,
Deum tamen meum te confíteor. ma pur ti professo, mio Dio.
Fac me tibi semper magis crédere, Fa' che io creda sempre più in te,
in te spem habére, te dilígere. in te speri, ami te.

O memoriále mortis Dómini, O memoriale della morte del Signore,


Panis vivus vitam praestans hómini, pane vivo che dà la vita all'uomo,
praesta meae menti de te vívere, fa' che il mio spirito viva di te
et te illi semper dulce sápere. e abbia sempre il dolce gusto di te.

Pie Pellicánae, Jesu Dómine, Come l'amorevole pellicano, o Gesù Signore,


me immúndum munda tuo sánguine, purifica me, immondo, col tuo sangue,
cujus una stilla salvum fácere di cui una goccia può purificare
totum mundum quit ab omni scélere. tutti i peccati.

Jesu quem velátum nunc auspício, Oh Gesù, che velato ora osservo,
oro fiat illud quod tam sítio: che tu possa dissetare la mia sete di te:
ut, te reveláta cernens fácie, affinché, scoperto il tuo volto,
visu sim beátus tuae glóriae. possa essere beato contemplando la tua gloria.
Amen. Amen.
0701.11
Inni e canti pag. 3

com euc maestoso T: M: Tavoni {ado} [ag. 25/07/11]

Inni e canti sciogliamo fedeli,


al Divino eucaristico Re.
Egli ascoso nei mistici veli
cibo all'alma fedele si diè.

Dei tuoi figli lo stuolo qui prono


o Signor dei potenti, ti adora:
per i miseri implora perdono
per i deboli implora pietà. (2 volte)

O Signor che dall'Ostia radiosa


sol di pace ne parli e d'amor.
in Te l'alma smarrita riposa,
in Te spera chi lotta e chi muor.

Sotto i veli che il grano compose


su quel trono raggiante di luce
il Signor dei signori s'ascose
per avere l'impero dei cuor.
1025.11
Pange lingua pag. 4

inn euc T: S. Tommaso d'Aquino (1225 – 1274) (SS.mi Corporis et Sanguinis Christi - ad
processionem) {gre} [ag. 25/07/11]

Pange língua gloriósi Canta, o mia lingua,


Córporis mystérium, il mistero del corpo glorioso
Sanguinísque pretiósi, e del sangue prezioso
Quem in mundi prétium che il Re delle nazioni,
fructus ventris generósi frutto benedetto di un grembo generoso,
Rex effúdit géntium. sparse per il riscatto del mondo.

Nobis datus, nobis natus Si è dato a noi, nascendo per noi


ex intácta Vírgine, da una Vergine purissima,
et in mundo conversátus, visse nel mondo spargendo
sparso verbi sémine, il seme della sua parola
sui moras incolátus e chiuse in modo mirabile
miro cláusit órdine. il tempo della sua dimora quaggiù.
1025.12
Pange lingua - 12 pag. 5

Testo di S. Tommaso d'Aquino (Roccasecca, ? 1225 – Fossanova 1274) [ag. 25/07/11]

In suprémae nocte cenae Nella notte dell'ultima Cena,


recúmbens cum frátribus, sedendo a mensa con i suoi fratelli,
observáta lege plene dopo aver osservato pienamente
cibis in legálibus, le prescrizioni della legge,
cibum turbae duodénae si diede in cibo agli apostoli
se dat suis mánibus. con le proprie mani.

Verbum caro panem verum Il Verbo fatto carne cambia con la sua parola
verbo carnem éfficit: il pane vero nella sua carne
fitque sanguis Christi merum. e il vino nel suo sangue,
Et si sensus déficit, e se i sensi vengono meno,
ad firmándum cor sincérum la fede basta per rassicurare
sola fides súfficit. un cuore sincero.
1025.13
Pange lingua - 13 pag. 6

Testo di S. Tommaso d'Aquino (Roccasecca, ? 1225 – Fossanova 1274) [ag. 25/07/11]

Tantum ergo Sacraméntum Adoriamo il Sacramento


venerémur cérnui: che Dio Padre ci donò
et antícuum documéntum nuovo patto nuovo rito
novo cedat rítui: nella fede si compì,
praestet fides suppleméntum al mistero è fondamento
sénsuum deféctui. la parola di Gesù.

Genitóri, Genitóque Gloria al Padre onnipotente,


laus et jubilátio, gloria al figlio Redentor,
salus, hónor, virtus quoque lode grande sommo onore,
sit et benedíctio: all'Eterna Carità;
procedénti ab utróque gloria immensa, eterno amore,
cómpar sit laudátio. alla Santa Trinità.
Amen. Amen.
0702.11
T'adoriam ostia divina pag. 7

ado euc [ag. 25/07/11]

T'adoriam, Ostia divina,


t'adoriam, Ostia d'amor.
Tu dell'angelo il sospiro,
tu dell'uomo sei l'onor.

T'adoriam, Ostia divina,


t'adoriam, Ostia d'amor.

T'adoriam, Ostia divina,


t'adoriam, Ostia d'amor.
Tu dei forti la dolcezza,
tu dei deboli il vigor.

T'adoriam, Ostia divina,


t'adoriam, Ostia d'amor.
Tu salute dei viventi,
tu speranza di chi muor.

T'adoriam, Ostia divina,


t'adoriam, Ostia d'amor.
Ti conosca il mondo e t'ami,
tu la gioia d'ogni cuor.
2113.11
Dio sia benedetto pag. 8

{ado} [ag. 25/07/11]

Dio sia benedetto.


Benedetto il suo santo nome.

Benedetto Gesù Cristo, vero Dio e vero uomo.


Benedetto il nome di Gesù.
Benedetto il suo sacratissimo cuore.
Benedetto il suo preziosissimo sangue.
Benedetto Gesù nel Santissimo Sacramento dell'altare.

Benedetto lo Spirito Santo Paraclito.


Benedetta la gran Madre di Dio, Maria santissima.
Benedetta la sua santa e immacolata Concezione.
Benedetta la sua gloriosa Assunzione.
Benedetto il nome di Maria, vergine e madre.

Benedetto san Giuseppe, suo castissimo sposo.


Benedetto Dio nei suoi angeli e nei suoi santi.