Sei sulla pagina 1di 100

Daligon

ORDINE DEI NOVE ANGOLI

Daligon
Il libro nero di satana

Daligon
Il libro nero di Satana
Secondo la tradizione, ogni Maestro o Padrona che era
responsabile di un particolare Tempio Satanico o
gruppo, è stato dato sulla sua assunzione di tale
responsabilità, una copia del Libro nero di Satana. Il
libro nero conteneva i fondamentali riti satanici, le
istruzioni relative alla magia cerimoniale in generale.
Era dovere del Maestro o della Maestra mantenere
questo libro al sicuro, e ai non Iniziati del Tempio fu
proibito di vederlo. Le copie furono proibite di essere
fatte, sebbene gli iniziati sopra il grado di Adepto
esterno potevano vedere e leggere la copia del
Tempio. Nel satanismo tradizionale (cioè coloro che
usano il sistema settenario: questo sistema è noto anche
come Hebdomatria) questa pratica è continuata fino a
poco tempo fa, quando il Gran Maestro che
rappresentava la tradizione dei gruppi ha deciso di
consentire agli Iniziati in regola di copiare il lavoro.
Questa decisione è stata recentemente estesa per
consentire la pubblicazione specialistica in edizione
limitata.
L'intero testo del tradizionale libro nero è incluso nel
presente lavoro, insieme a diversi capitoli aggiuntivi,
(Ad esempio: auto-iniziazione, organizzazione e gestione
di un tempio). Queste aggiunte rendono il presente
lavoro un pratico manuale conciso per tutti coloro che
sono seriamente interessati alle arti nere.
Daligon
CONTENUTO
Prima parte: riti satanici e pratiche
I: 21 punti satanici
I: Cos'è il satanismo?
II: Il tempio
III: Rituali cerimoniali
IV: La messa nera
V: La cerimonia della nascita
VI: Il rito della morte
VII: L’impegno
VIII: Il rito dell'iniziazione
IX: Consacrazione del Tempio
X: Il Tempo di morire
XI: La cerimonia del richiamo
XII: Ordini satanici
XIII: Canti Sinistri

Daligon
Seconda parte: il tempio satanico
introduzione
XIV: auto-iniziazione
XV: organizzazione e gestione di templi satanici
XVI: Invocazione agli dei oscuri
Appendice
Appendice I: una benedizione satanica
Appendice II: Credo Sinistro
Appendice III: Iniziare i nomi

Dèi Oscuri
Percorsi

MSS
Fare Petrichor
Meditazione del Sole Nero

Daligon
Daligon
PARTE UNO:
Riti Satanici e Pratiche

XXI PUNTI SATANICI


1. Non rispettare pietà o debolezza, perché sono una
malattia che rende malati i forti.
2. Metti alla prova la tua forza, perché qui sta il
successo.
3. Cerca la felicità nella vittoria - ma mai in pace.
4. Godi di un breve riposo, piuttosto che uno lungo.
5. Vieni come un mietitore, perché così seminerai.
6. Non amare mai così tanto ciò che non puoi veder
morire.
7. Costruisci non su sabbia, ma su roccia e costruisci
non per oggi o ieri ma per sempre.
8. Sforzati sempre di più, perché la conquista non è
mai fatta.
9. E muori piuttosto che sottometterti.
10. Forgia non opere d'arte ma spade di morte,
perché in questo sta la grande arte.
11. Impara a innalzarti sopra te stesso per poter
trionfare su tutti.

Daligon
12. Il sangue dei viventi fa da buon fertilizzante per i
semi dei nuovi.
13. Colui che si trova in cima alla più alta piramide
di teschi può vedere più lontano.
14. Scartare non l'amore, ma trattarlo come un
impostore, ma sempre essere giusto.
15. Tutto ciò che è grande è costruito sul dolore.
16. Sforzati non solo in avanti, ma verso l'alto,
perché la grandezza si trova nell'altezza.
17. Vieni come un vento fresco e forte che rompe ma
anche crea.
18. Lascia che l'amore per la vita sia un obiettivo,
ma lascia che il tuo obiettivo più alto sia la
grandezza.
19. Niente è bello se non l'uomo: ma la più bella di
tutte è la donna.
20. Rifiuta tutte le illusioni e le bugie, perché
ostacolano i forti.
21. Ciò che non uccide, rende più forti.

Daligon
I
Cos'è il satanismo?
Il satanismo è fondamentalmente un modo di vivere: una filosofia
pratica della vita. L'essenza di questo modo è
la convinzione che tutti possiamo, in quanto individui, ottenere molto
di più con le nostre vite di quanto non ci rendiamo conto. La maggior
parte delle persone spreca le opportunità che la vita offre,
con la magia è possibile ottenerle.
La magia satanica è semplicemente l'uso di forze o energie magiche
per migliorare la vita di un individuo o
individui secondo i loro desideri. Questo utilizzo può essere di due
tipi: uno è "esterno" e l'altro "interno". La magia esterna è
essenzialmente stregoneria: il cambiamento di eventi esterni,
circostanze o individui in accordo con i desideri dello stregone. La
magia interna è il
cambiamento individuale di coscienza del singolo mago usando certe
tecniche magiche - questo è
essenzialmente la ricerca dell'Iniziato per i gradi superiori al
conseguimento della magia, percorrere il cammino
dell'Adeptato.
Alla magia esterna appartengono rituali cerimoniali ed ermetici. Alla
magia interna appartiene il “Sentiero Settenario Sinistro” (7FW). I
rituali cerimoniali sono rituali che coinvolgono più di due individui,
l'assunzione rituale da
collocare in un Tempio o un'area all'aperto consacrata come Tempio. I
rituali cerimoniali coinvolgono un set di
testo che è seguito dai partecipanti, e l'uso di abiti da cerimonia
insieme all'uso di
alcuni oggetti con significato magico o occulto. I rituali ermetici sono
di solito intrapresi da un
individuo che lavora da solo o con un assistente / accompagnatore.
Questo libro riguarda la Satanica Magia cerimoniale: la magia ermetica
satanica invece è trattata nel libro "NAOS”– Una guida pratica alla
sinistra magia ermetica - .
Il satanismo, ai suoi inizi, si basa sul rendere cosciente (o liberare)
la nostra natura oscura o ombra,

Daligon
e a tal fine viene intrapresa la magia satanica. I satanisti credono che
siamo già dei: ma soprattutto
le persone non riescono a capirlo e continuano a strisciare: verso gli
altri o verso un "dio". Il Satanista è orgoglioso, forte, fiero
e sfida e detesta la religione del dio crocifisso fondata dal Nazareno,
Yeshua. Un nazareno
(un seguace di Yeshua) ha paura di morire ed è appesantito dal senso
di colpa e dall'invidia. La religione di Yeshua
ha invertito tutti i valori naturali, arretrando il corso della nostra
evoluzione cosciente. Il Satanismo, al contrario, è un'espressione
naturale dell'urgenza evolutiva o "prometeica" dentro di noi: e la sua
magia
significa farci degli dei sulla Terra, realizzare il potenziale che giace
dentro di noi.
Le cerimonie sataniche sono un mezzo per godersi i piaceri della
vita: offrono la carnalità, il piacere di
soddisfare i propri desideri, porta benefici materiali e personali e le
gioie dell'oscurità. Ma questi
sono solo un inizio, uno stadio verso qualcosa di più grande. Uno degli
scopi di un tempio satanico è
guidare quegli Iniziati che potrebbero essere interessati al lungo
percorso difficile e pericoloso che è il sistema settenario.
Coloro che non desiderano seguire questo percorso verso l'Adeptato e
oltre, dovrebbero semplicemente godere dei
molti piaceri che il Principe dell'Oscurità offre loro, e a chiunque
desideri iniziarsi alla filosofia di vita satanica.
Nel satanismo tradizionale c'è un apprezzamento del ruolo delle
donne, il satanismo al suo più alto livello
si occupa dello sviluppo dell'individuo: i ruoli, in quanto tali sono una
parte necessaria dello
sviluppo. Per essere giocato, scartato e poi trasceso. La struttura dei
templi tradizionali e
i rituali eseguiti da quei membri di quei templi riflettono questo
apprezzamento e comprensione.
Ad esempio, è possibile e davvero auspicabile che una Maestra della
Terra stabilisca e organizzi il proprio
Tempio a meno che lei non desideri diversamente, così come è
possibile e desiderabile celebrare la Messa Nera
Daligon
usando un prete, nudo sull'altare, mentre la Sacerdotessa conduce il
servizio, tale inversione è un principio accettato di Magia Nera .

II
Il tempio
I riti satanici sono condotti in un tempio al coperto o in una località
esterna isolata durante le
ore di oscurità. I templi interni di solito hanno un altare statico, fatto
di pietra o legno, e questo
altare dovrebbe essere orientato verso est. Dovrebbe essere coperto
da una tovaglia fatta di materiale di buona qualità e di
colore nero. Su questo è intessuto un pentagramma invertito, o il
sigillo settenario o il sigillo personale
del Maestro / Maestra o del Tempio se ce n'è uno. Portacandele, fatti
di argento o oro, sono
posti sull'altare, ognuno alle due estremità. Le candele nere sono di
solito le più impiegate, anche se alcuni rituali
richiedono l'uso di altri colori.
Gli altri portacandele dovrebbero essere collocati attorno al Tempio,
poiché l'unica luce usata nel Tempio,
durante i rituali e in altri momenti, dovrebbe provenire dalle candele.
Il libro nero dovrebbe essere posto su un altare in quercia, l'altare
stesso deve essere di dimensioni sufficienti per contenere un
individuo giacere su di esso.
I templi interni dovrebbero essere dipinti sia neri che cremisi (o una
combinazione dei due), il pavimento spoglio
o coperto con tappeti dal design semplice, sempre color nero o
cremisi. Quando non è in uso, il Tempio
dovrebbe essere tenuto scuro e caldo, l' incenso nocciola dovrebbe
bruciare frequentemente. Una sfera di quarzo o un grande cristallo
dovrebbe essere tenuto nel Tempio o nei pressi di esso, e posto
sull’altare o vicino a questo: se vicino, sostenuto da un supporto di
quercia.
Sopra l'altare o dietro dovrebbe essere posta un'immagine o una
scultura di Baphomet secondo Satanica
Tradizione. Baphomet è considerata dai satanisti come una "dea
violenta" ed è raffigurata come una bella donna,seduta, nuda dalla vita
in su. Nella sua mano sinistra tiene la testa mozzata di un uomo.
Daligon
Nell'altra mano tiene una torcia accesa. La testa mozzata, che gocciola
sangue sul suo indumento bianco inferiore, è
tenuta in modo che oscuri parzialmente la sua faccia sorridente.
Baphomet è considerata l'archetipo della Padrona
della Terra e la Sposa di Lucifero.
Nessun altro arredo è richiesto nel Tempio. Gli strumenti del tempio
sono pochi e dovrebbero essere fatti o commissionati dal Maestro o
dalla Padrona. Se questo non è possibile, dovrebbero essere
scelti da loro con cura. Gli strumenti necessari sono: diversi grossi
calici argentati, un Censore (o contenitori di incenso), un tetraedro di
quarzo, una grande ciotola d'argento e il coltello sacrificale che
dovrebbe avere il
manico in legno. Questi attrezzi possono essere tenuti sull'altare se è
abbastanza grande da ospitarli o avvolti in un panno nero
e riposti in una cassa di quercia.
A nessuno è permesso di entrare nel Tempio se non vestiti in abiti
da cerimonia e scalzi. Le vesti sono generalmente nere con cappuccio,
anche se alcuni rituali richiedono l'uso di altri colori. Se possibile,
i membri devono usare un'anticamera per cambiarsi nelle vesti
cerimoniali.
Se viene utilizzata una posizione esterna, l'area deve essere
contrassegnata da un cerchio di sette pietre, dal Maestro
o Padrona. Un altare all'aperto è solitamente il corpo di uno dei
partecipanti - che sia nudo o vestito – a seconda
del rituale e dalle condizioni prevalenti. Quello scelto per questo onore
giace su una tovaglia d'altare di colore nero, con sopra tessuto un
pentagramma invertito, la dimensione di questo tessuto non è
inferiore a sette piedi per tre.
Le candele dovrebbero essere collocate in lanterne che si aprono
solo da un lato, questo lato è di vetro ed è
spesso colorato di rosso. I partecipanti dovrebbero conoscere bene
l'area, dal momento che non dovrebbero usare alcuna fonte artificiale
di luce, di nessun tipo, incluse le candele, per guidarli verso il sito
prescelto. Nessuno dei fuochi deve essere acceso durante
qualsiasi rituale. Per questo motivo viene spesso scelta la notte di luna
piena.
Sia i templi interni che le aree esterne scelti per i rituali dovrebbero
essere consacrati secondo il rito
Daligon
della ‘consacrazione del tempio'. Quando viene intrapreso qualsiasi
rituale di magia satanica, non si deve tentare in alcun modo di bandire
le forze magiche residue - quali forze o energie rimanenti a seguito di
un rituale, queste devono rimanere,
dal momento che dedicano l'area o il Tempio ai poteri delle Tenebre.

Preparazione per i rituali:


Il Maestro o la Maestra dovrebbero scegliere un membro che funge
da "Altare Fratello o Sorella". È dovere di
questo membro assicurarsi che il Tempio sia preparato - ad esempio,
accendendo le candele, riempiendo i calici
con il vino, incensando prima del rituale.
È compito del Maestro e della Maestra preparare i membri per il
rituale. Questo di solito comporta
l' assemblaggio degli abiti del Tempio in un'anticamera designata
come area di preparazione almeno
mezz'ora prima dell'inizio del rituale. Durante questo periodo devono
mantenere il silenzio mentre sono
in piedi, concentrandosi sull'immagine di Baphomet o di qualche
sigillo (come un pentagramma invertito) come
decretato dal Maestro o dalla Padrona.
Uno o più membri dovrebbero essere scelti per agire da Cantore/i e
istruiti nel canto secondo tradizione.
Altri membri possono essere scelti come musicisti - gli strumenti
preferiti sono tabor (tamburo a mano) o flauto.

III
Rituali cerimoniali
I rituali cerimoniali, come qui riportati, sono condotti
fondamentalmente per due motivi: generare energia magica
(e quindi dirigere quell'energia per raggiungere un obiettivo o
desiderio magico) e per il beneficio della
congregazione partecipante. I benefici che la congregazione deriva da
un rituale di magia nera condotto con successo
sono molti e vari: ci sono quelli carnali, materiali e spirituali.
Per avere successo, un rituale cerimoniale deve essere sia
drammatico che emotivo.

Daligon
L' atmosfera deve essere creata e mantenuta. L'obiettivo è coinvolgere
le emozioni della congregazione,
e tutti i molti elementi ritualizzati (ad esempio le vesti e le candele)
sono un mezzo per aiutare in questo. Però,
l'elemento più importante è il potere della voce, sia essa pronunciata,
cantata, vibrata o cantata.
(Vedi capitolo su "Vibrazioni Magiche" per un aspetto di questo.)
Quando conduci un rituale cerimoniale devi usare i testi e i canti
impostati (come ad esempio il
Satanico Padre Nostro, il Diabolus) come mezzo per diventare
gradualmente emotivi ma fermi, in uno stato di
frenesia controllata. È inutile dire semplicemente le parole corrette -
devono essere pronunciate o cantate con un vero
Desiderio Satanico - e l'emozione una volta portata deve essere
sostenuta fino al termine del rituale. Questo non
significa semplicemente recitare: significa in realtà diventare il ruolo
che si assume, quello di un potente stregone o
maga. E questa sensazione deve essere comunicata al pubblico: con la
voce, con i gesti, gli occhi e così via.
La magia cerimoniale è ed è sempre stata un'arte, e per padroneggiare
questa arte ci vuole pratica.
Tuttavia, tu (e la persona che lavora come Padrona / Maestra o
Sacerdotessa / Sacerdote) devi sempre rimanere dentro
il controllo delle tue emozioni e fermandoti poco prima della
possessione. Questo significa anche che ogni rituale
deve essere intrapreso senza paura o dubbio (nemmeno paura o
dubbio inconscio) - cioè, nel vero spirito
dell’orgoglio satanico e maestria: con un'esultanza delle forze evocate.
Nella maggior parte dei rituali cerimoniali uno dei compiti della
congregazione è di abbandonarsi alla
concupiscenza e la frenesia, ma tu come maestro cerimoniale /
padrona non puoi farlo, poiché devi controllare e dirigere
tutte le energie e la frenesia che vengono prodotte attraverso il rituale.
Spetta a te iniziare
l'emozione nel Tempio, coltivare il suo sviluppo nella congregazione,
per far raggiungere la giusta
frenesia e climax. Quindi l'energia deve essere controllata e
convogliata - verso uno specifico obiettivo magico o
Daligon
disperso da voi nel Tempio / area circostante e lasciata dissipare /
diffondere secondo la sua natura
e alla gloria del Principe delle Tenebre.
Per dirigere l'energia, devi prima del rituale, scegliere un
determinato desiderio o scopo (o tuo o come
favore a uno dei membri). Questo scopo (per esempio, potrebbe
essere quello di danneggiare un individuo specifico) deve
essere sancito sia in una semplice frase che in una semplice
visualizzazione secondo i principi magici ermetici. La visualizzazione
dovrebbe essere del risultato positivo desiderato, tuttavia, se ciò si
rivela difficile,
concentrati esclusivamente sulla frase. Questa frase, che dovrebbe
essere succinta, dovrebbe essere scritta
da te prima del rituale, su un pezzo di pergamena - potresti usare un
"copione segreto" di tua
propria ideazione o uno di quelli magici di uso generale. Quindi brucia
questa pergamena al culmine del rituale: ad un certo punto che senti
essere giusto. Per fare questo, riempi la ciotola d'argento con lo
spirito, inserisci la pergamena in
questo all'inizio del rituale e accendi usando una delle candele usate
durante il rituale. Mentre brucia
grida/ canta/ vibra la frase scelta, visualizzando il tuo desiderio in
base alla scelta fatta ( e puoi includere la parte di visualizzazione).
Quindi esulta nel trionfo del tuo desiderio. Segui questo continuando il
rituale fino a fine cerimonia.
Per disperdere l'energia, basta immaginarla (come, ad esempio, dei
filamenti) che circondano il Tempio e
gradualmente si insinuano verso l'esterno. Puoi anche (per esempio in
un rituale di iniziazione) dirigere l'energia in un
individuo che è presente in quel rituale, usando un sigillo e un canto.
IV
La messa nera
Introduzione:
La Messa Nera è un rituale cerimoniale con un triplice scopo.
Innanzitutto, è un'inversione positiva della
messa della chiesa nazarena, e in questo senso è un rito di Magia Nera
(vedi 'Guida alla magia nera').

Daligon
Secondo, è un mezzo di liberazione personale dalle catene del dogma
nazareno e quindi una bestemmia: un
rituale per liberare sentimenti inconsci. In terzo luogo, è un rito
magico in sé, cioè una performance corretta
genera l'energia magica che il celebrante può dirigere.
La messa nera è stata molto fraintesa. Non è semplicemente
un'inversione del simbolismo nazareno
e parole - quando si celebra una messa del Nazareno (come succede
ogni giorno, molte volte, in tutto il
mondo) certe energie o vibrazioni compatibili con l'ethos nazareno
possono o non possono essere generate,
a seconda delle circostanze e dei partecipanti. Cioè, in determinate
circostanze,
la massa nazarena può essere un rituale di "magia bianca": le energie
che a volte vengono prodotte in rapporto,
perché un numero di individui dalla mente simile sono riuniti in un
ambiente ritualizzato; non c'è niente
nella produzione di energie che è attribuibile ad agenzie esterne (ad
esempio "dio").
Ciò che fa una vera Messa Nera è 'sintonizzare' quelle energie e poi
alterarle in modo sinistro.
Ciò si verifica durante la parte "consacrazione" della Messa Nera.
Anche la Messa Nera genera le sue
forme di energia (sinistra).
Vedere la Messa Nera come una semplice beffa significa
fraintenderne la vera magia. Inoltre, la messa nera
non richiede a chi la conduce o vi partecipa di credere o accettare la
teologia nazarena:
significa semplicemente che i partecipanti accettano che gli altri, quelli
che frequentano le messe del Nazareno, credono almeno
in una certa misura in quella teologia - la Messa Nera usa l'energia
prodotta da queste credenze contro
coloro che credono in loro, distorcendo quell'energia, e talvolta
reindirizzandola. Questa è vera magia nera.

^^^^^
Partecipanti:
Altare Sacerdote - giace nudo sull'altare
Daligon
Sacerdotessa - in vesti bianche
Padrona della Terra - in vesti scarlatte
Maestro - in abiti viola
Congregazione - in vesti nere
Ambientazione:
Di solito un tempio al coperto. Se all'aperto, le radure nelle foreste o
nei boschi sono adatte. Le grotte sono l'ideale. Il
motivo per cui tali impostazioni esterne sono necessarie, è perché
devono fornire un'impressione di "recinzione".
Versioni:
La messa nera esiste in diverse versioni. Quella a seguire è la versione
più usata oggi.
L'altra versione principale usa quasi lo stesso testo, ma è intrapresa da
un sacerdote che usa una sacerdotessa nuda sull'altare.
Preparazione del Tempio:
Incenso Nocciolo da bruciare (se ottenibile, il nocciolo si mescola con
il civit, ‘Zibetto'). Diversi calici pieni di forte
vino. Candele nere. Diverse patene (d’argento se possibile) contenenti
le torte consacrate - queste sono
cotte la sera prima dalla Sacerdotessa e benedette (cioè dedicate al
Principe delle Tenebre - vedi capitolo
di canti) dalla Signora della Terra. I dolci consistono in miele, acqua di
sorgente, sale marino, farina di frumento, uova
e grasso animale. Una patena è riservata agli ospiti (ostie) rituali.
Queste dovrebbero essere ottenute da un luogo di culto nazareno- ma
se ciò non è possibile, sono fatti dalla Sacerdotessa ad imitazione loro
(Ostie bianche non lievitate).
La messa
La Sacerdotessa annuncia l'inizio della Messa battendo le mani due
volte.
La Signora della Terra si rivolge alla congregazione, fa il segno del
pentagramma invertito con la sua mano sinistra, dicendo:
Andrò agli altari all'Inferno.
La Sacerdotessa risponde dicendo:
A Satana, il datore della vita.
Tutti:
Padre nostro che eri in cielo
consacrato sia il tuo nome
Daligon
in cielo così come è sulla terra.
Dacci oggi la nostra estasi
E liberaci dal male e dalla tentazione
Perché noi siamo il tuo regno per eoni e eoni.
Maestro:
Possa Satana l'onnipotente Principe delle Tenebre
E Signore della Terra
Concederci i nostri desideri
Tutti:
Principe delle Tenebre, ascoltaci!
Credo in un principe, Satana, che regna su questa terra,
E in una legge, il caos, che trionfa su tutto.
E credo in un tempio
Il nostro tempio di Satana, e in una parola che abita in noi tutti:
La parola dell'estasi.
E credo nella Legge dell'Eone,
Che è sacrificio e nella locazione di sangue
Per cui non verso lacrime da quando elogio il mio principe
Il portatore del fuoco e attendo il suo regno
E i piaceri che verranno!
La Signora bacia il Maestro, poi si rivolge alla congregazione, dicendo:
Che Satana sia con te
Maestro:
Veni, omnipotens aeternae diabolus!
Padrona:
Per la parola del Principe delle Tenebre, ti lodo
(Bacia le labbra dell'altare-Sacerdote)
Mio Principe, portatore di luce, oscurità e fuoco, ti saluto
Chi ci fa lottare e cercare i pensieri proibiti.
(Il Maestro ripete il canto "Veni")
Padrona:
Beati i forti perché erediteranno la terra.
(Bacia il petto dell'altare-Sacerdote)
Beati gli orgogliosi perché genereranno dei!
(Bacia il pene dell'altare-Sacerdote)
Lascia che l'umile e il mite muoiano nella loro miseria!

Daligon
(Bacia il Maestro che passa il bacio alla Sacerdotessa che bacia ogni
membro della congregazione. Dopo questo, consegna la patena
contenente gli "ospiti" alla Signora. La Mistress tiene
la patena sopra l'altare-sacerdote, dicendo :)
Lodato sei, mio principe e amante, dai forti:
Attraverso il nostro male abbiamo questa sporcizia; con la nostra
audacia e forza, diventerà per noi una gioia in questa vita.
Tutti:
Ave Satana, principe della vita!
(La Padrona depone la patena sul corpo dell'altare-Sacerdote, dicendo
sottovoce :)
Suscipe, Satanas, munus quad tibi offerimus memoriam Recolentes
vindex.
(La Sacerdotessa, tranquillamente dice "Sanctissimi Corporis Satanas",
inizia a masturbare l'altare-Sacerdote.
Mentre lo fa, la congregazione inizia a battere le mani e urla in
incoraggiamento mentre il Maestro e
la Signora cantano il 'Veni'. La Sacerdotessa permette allo sperma di
cadere sugli "ospiti", quindi passa la
patena alla Mistress che lo tiene davanti alla congregazione dicendo
loro :)
Possano i doni di Satana essere per sempre con te.
Tutti:
Come sono con te!
(La Padrona restituisce la patena al corpo dell'altare-Sacerdote,
prende uno dei calici, dicendo :)
Lodato sei tu, mio Principe, dalla sfida: attraverso la nostra arroganza
e orgoglio
Abbiamo questa bevanda: lascia che diventi per noi un elisir di vita.
(Spruzza un po 'del vino sopra l'altare-sacerdote e verso la
congregazione, poi restituisce il
calice all'altare, dicendo alla congregazione :)
Con orgoglio nel mio cuore rendo lode a chi ha guidato
Le unghie
E colui che ha conficcato la lancia nel corpo di Yeshua,
L'impostore.
Che i suoi seguaci marciscano nel loro rifiuto e nella loro sporcizia!
(Il Maestro si rivolge alla congregazione dicendo :)
Daligon
Rinunci a Yeshua, il grande impostore e a tutte le sue opere?
Tutti:
Rinunciamo al Nazareno Yeshua, il grande impostore
E tutte le sue opere.
Maestro:
Affermi Satana?
Tutti:
Noi affermiamo Satana!
(Il Maestro inizia a vibrare "Agios o Satanas" mentre la Padrona
raccoglie la patena con gli "ospiti" e
si rivolge alla congregazione, dicendo :)
Io che sono le gioie e i piaceri della vita che uomini forti
Ho cercato per sempre, vengo a darti il mio corpo e il mio sangue.
(Dà la patena alla Sacerdotessa, quindi rimuove la tunica della
Sacerdotessa, dicendo :)
Ricorda, tutto ciò che hai raccolto qui, nulla è bello tranne l'Uomo:
Ma la cosa più bella di tutte è Donna.
(La Sacerdotessa restituisce la patena alla Padrona, poi prende i calici
e le torte consacrate e le porge alla
congregazione che mangia e beve. Quando tutti hanno finito, la
Mistress solleva la patena, dicendo :)
Ecco, lo sporco della terra che mangeranno gli umili!
(La congrega ride mentre la Signora scaglia contro di loro le ostie, che
calpestano,
mentre il Maestro continua con la vibrazione 'Agios o Satanas'. La
padrona batte le mani tre volte
per segnalare alla congregazione. Poi dice:
Danza, ti comando!
(La congregazione inizia quindi una danza, contro il sole, cantando
"Satana! Satana!" Mentre balla
La sacerdotessa li prende uno per uno, bacia la persona catturata e poi
rimuove la tunica dopo di che
torna al ballo. La Maestra si trova al centro dei ballerini e, sollevando
le braccia, dice :)
Lascia che la chiesa dell impostore Yeshua si sbricioli in polvere
Lascia che tutta la feccia che adora i pesci in decomposizione soffra e
muoia nella loro miseria e rifiuto!
Li calpestiamo e sputiamo sul loro peccato!
Daligon
Sia l'estasi e l'oscurità; che ci sia il caos e le risate,
Che ci sia sacrificio e conflitto: ma soprattutto godiamoci
I doni della vita!
(Fa segno alla Sacerdotessa che ferma il ballerino di sua scelta, quindi
la congregazione si accoppia e
inizia l'orgia della lussuria. La Padrona aiuta l'altare-sacerdote a
scendere giù dall'altare e si unisce ai festeggiamenti
se lo desidera.)
Se il Maestro e la Maestra desiderano, le energie del rituale sono
quindi dirette da loro verso un
intenzione specifica.
NOTE: Durante la "consacrazione" delle"ostie", il Master può decidere
di dire quanto segue in silenzio (lasciando
il canto Veni alla Maestra):
Muem suproc mine tse cob
Poi prende il calice, dicendo:
Murotaccep menoissimer ni rutednuffe sitlum orp iuq iedif muiretsym
itnematset inretea ivon iem
siniugnas xilac mine tse cih.
È questo calice che poi la Padrona prende per spargere l'altare-
Sacerdote. Le parole sopra sono di solito
Stampate su una piccola carta che viene posta sull'altare prima
dell'inizio della Messa: il Maestro usa la carta e legge
quanto detto sopra.
Come con tutti i rituali cerimoniali, è utile se tutti i partecipanti
conoscono a memoria il contenuto del
testo parlato. È importante che ciò sia fatto e che il rituale, una volta
intrapreso, segua il testo in
ogni occasione. Il rituale quindi è più efficace se si consente ai
partecipanti di essere il più
rilassati possibile e più capaci di entrare nello spirito del rito.
V
La cerimonia della nascita
Ambientazione:
Tempio coperto, o area esterna precedentemente utilizzata per i
rituali.
Partecipanti:
Maestro - vesti nere legate con cintura cremisi
Daligon
Padrona - vesti nere legate con fascia cremisi
Sacerdotessa - vesti bianche legate con fascia nera
Sacerdote - vesti bianche legate con cintura nera
Congregazione (se presente): vesti nere
Preparazione:
Candele nere sull'altare insieme a cristallo di quarzo o tetraedro. Fiala
di olio di muschio (se maschio bambino) o
olio zibetto (se bambina). Incenso di Tasso da bruciare (figlio
maschio) o Pioppo nero (figlia femmina).
Prima della cerimonia i genitori del bambino nominano due membri
del Tempio come guardiani del neonato.
Forniscono anche un piccolo ciondolo fatto di argento inscritto con un
septagono invertito (o sigillo del
Tempio) che, per la cerimonia, sono appesi al collo del neonato su un
cinturino in cuoio. Quando
il bambino è abbastanza grande, questo può essere indossato da loro
tutto il tempo. Una festa, per seguire la cerimonia, è
preparata. Il neonato viene portato alla cerimonia liberamente avvolto
in un panno nero.
La cerimonia:
Il Maestro annuncia l'inizio del rito suonando sette volte la campana
del Tempio. I genitori allora
Consegnano il neonato alla Sacerdotessa se il bambino è maschio, e al
Sacerdote se femmina. Il Maestro allora dice:
Ci riuniamo qui per dare il benvenuto al neonato destinato a
condividere i nostri doni.
Padrona: Agios o Satanas!
Congregazione: Agios o Satanas!
(La Padrona si gira verso l'altare, tiene le mani protese e dice
sottovoce ma in un udibile
voce:)
Veni, omnipotens aeterne Diabolus!
(Lei quindi torna ai partecipanti, dicendo :)
Agios o Baphomet!
Congregazione: Agios o Baphomet!
(Nota: se non sono presenti congregazioni, le risposte sono dette dalla
Sacerdotessa et al.)
(Il Maestro tocca la testa del neonato dicendo :)
Daligon
Possano i doni di Satana essere per sempre con te, come sono con noi.
Pone, diabolus, custodiam. Con questo marchio sigillo wyrd.
(La Padrona gli porge la fiala e unge la fronte del neonato con essa a
forma di un
pentagramma invertito o di sigillo del Tempio e dice mentre lo fa :)
Ad Satanas qui leatificat juventutem meam.
(Si rivolge quindi ai genitori, dicendo :)
Come deve essere conosciuto?
(I genitori rispondono, dando il nome del Tempio che hanno scelto per
il neonato :)
L'abbiamo chiamato / a .......
(Il Maestro allora dice :)
Così sarà. Ti chiamo ....... tra di noi.
(Poi tocca la fronte del neonato, visualizzando un pentagramma
invertito o il sigillo del
Tempio. Mentre lo fa, la padrona dice :)
Pone, diabolus, custodiam!
(Il Maestro si rivolge quindi alla congregazione dicendo :)
Venite avanti, guardiani di questo bambino.
(I guardiani fanno un passo avanti. Il Maestro dice loro :)
Tu, così scelto, ti impegni a custodire e sorvegliare questo neonato e
ad insegnare quando il tempo dell'insegnamento è
giusto, i nostri modi fin tanto che ....... (Egli afferma il nome del Tempio
del neonato) possa impararli?
(I guardiani rispondono: "Lo facciamo". Il Maestro si rivolge quindi
alla congregazione, dicendo :)
Guardali! Ascoltali! Conoscili!
(La Padrona gli porge la fiala e unge ciascuna delle loro fronti con il
segno del pentagramma invertito o del sigillo del tempio. Quindi si
gira verso la congregazione dicendo :)
Quindi è fatto secondo i nostri modi. Che la festa cominci!
(I partecipanti lasciano il Tempio per partecipare alla festa - questa è
fornita dai membri del Tempio, ad
onorare i genitori del neonato, e possono anche fornire regali per il
neonato e i genitori.) *
VI
Il rito della morte
Partecipanti:
Daligon
Sacerdote - in vesti nere
Sacerdotessa - nuda, sull'altare
Padrona - vesti cremisi, sessualmente allettanti
Congregazione - vesti nere legate con corda cremisi
Preparazione del tempio:
Candele nere sull'altare. Piccola campana del tempio in argento.
Incenso di Marte da utilizzare (muschio). Una piccola bara in legno (di
dimensioni adatte per l'effigie di cera che sarà realizzata),
drappeggiata di nero, è posta vicino all'altare
e una manciata di terra del cimitero è posta su di essa.
Prima che inizi il vero rituale, la Padrona fa una figurina di cera in un
angolo del Tempio solo con
la Sacerdotessa presente. (Il modo più semplice per fare l'effige è
posizionare diverse candele bianche in un ricettacolo
contenente acqua appena bollita. Dopo un po ', la cera formerà un film
sottile sulla superficie.
Questa cera può quindi essere usata per modellare, a mano, la
statuetta che dovrebbe essere fatta il piu somigliante possibile al
soggetto in vita). La Sacerdotessa giace nuda sull'altare. La Mistress
colloca questa statuetta nel grembo della
Sacerdotessa, quindi si muove simbolicamente verso il basso per
riposare tra le sue cosce. Lei lo nomina con un muschio
olio base, che posa: "Io che ti ho fatto e ti ho dato alla nascita ora ti
chiamo N.N". (Lei afferma il pieno
nome della vittima). La maestra e la sacerdotessa visualizzano quindi
la statuetta come vittima designata -
e possono, se lo desiderano, vestirlo come abiti della vittima.
L'immagine viene quindi posizionata nel grembo della Sacerdotessa, la
Signora che suona il campanello tredici volte per significare l'inizio del
rituale in cui
il sacerdote conduce la congregazione nel tempio.
Il rituale
Sacerdote:
Andrò agli altari all'Inferno.
Tutti:
A Satana, il datore della vita.
(Il Sacerdote bacia la Sacerdotessa sulle labbra, si gira verso la
congregazione e fa il segno del
Daligon
pentagramma invertito, dicendo :)
Padre nostro che eri in cielo ...
(La congregazione si unisce a lui nel Satanico Padre Nostro - vedi la
Messa Nera per il testo
congregazione nel dire il Credo Satanico: "Io credo ..." - vedi testo in
Messa nera. Dopo il Credo
Il sacerdote dice :)
Dacci piacere, Principe delle Tenebre, e aiutaci a soddisfare i nostri
desideri.
(Si gira e accarezza la Sacerdotessa, dicendo :)
Con l'estasi diamo lode al nostro Principe.
(La congregazione recita il Sanctus Satanas - vedi Canti - come dice il
Prete silenziosamente sopra l'Immagine di cera:)
Sie anod namretae meiuqer.
(Poi dice ad alta voce, di fronte alla congregazione :)
Veni, onnipotent aeternae diabolus!
(La padrona allora dice :)
Agios o Satanas!
(A cui la congregazione risponde :)
Agios o Satanas!
Padrona:
Satanas - venire!
Tutti:
Satanas - venire!
Padrona:
Dominus diabolus sabaoth. Tui sunt caeli
Tutti:
Tua est terra!
Padrona:
Ave Satanas!
Tutti:
Ave Satanas!
(La Signora bacia il sacerdote, Il sacerdote fa il segno del
pentagramma invertito sopra la
congregazione, dicendo :)
Noi, la progenie del Caos, malediciamo N.N.
Tutti:
Malediciamo N.N.
Daligon
Sacerdote:
N.N. si contorcerà e morirà
Tutti:
N.N. si contorcerà e morirà!
Sacerdote:
Per nostra volontà, distrutto!
Tutti:
Per nostra volontà, distrutto!
Sacerdote:
Uccidi e ridi!
Tutti:
Uccidi e ridi!
Sacerdote:
Uccidi e ridi e poi balla al nostro principe!
Tutti:
Uccidi e ridi e poi balla al nostro principe!
Sacerdote:
N.N. sta morendo!
Tutti:
N.N. sta morendo!
Sacerdote:
N.N. è morto!
Tutti:
N.N. è morto
Sacerdote:
Abbiamo ucciso e ora gioiamo nell'uccisione!
Tutti:
Abbiamo ucciso e ora gioiamo nell'uccisione!
(Il sacerdote ride, poi la congregazione ride, salta e balla con gioia
La padrona suona due volte il campanello, il sacerdote indica su di lei.
Lei dice:)
La Terra respinge N.N.
Tutti:
Tu respingi N.N.
(La Padrona raccoglie l'immagine, la tiene per la congregazione per
vederla e poi la mette sulla terra del cimitero, piegandoci sopra il
panno nero. Mette il tessuto con la terra e l'immagine al suo interno,
dentro la bara. Si rivolge alla congregazione, dicendo :)
Daligon
N.N. è morto.
(La congregazione inizia a ballare, contro il sole, cantando il Diabolus
(vedi i canti). Dopo il canto,
si radunano intorno alla bara e alla Signora. Il sacerdote dice loro :)
Fratres, ut meum ac vestrum sacrificium accettabile fiat apud Satanas.
(Il Sacerdote ha rapporti sessuali sull'altare con la Sacerdotessa
mentre la congregazione batte le mani
in approvazione, cantando 'Ave Satanas!' ripetutamente mentre lo
fanno. Dopo il climax, il sacerdote si ritira,
La padrona bacia la Sacerdotessa sulle labbra e poi "locis
muliebribus". Poi bacia ogni membro della
congregazione. Il sacerdote, dopo ciò, fa il segno del pentagramma
invertito sopra la bara, dicendo
a voce alta:)
N.N. è morto e tutti noi abbiamo condiviso questa morte. N.N. è morto
e ci rallegriamo!
Padrona:
Dignum et justum est.
(Il sacerdote e la congrega ridono, la padrona si dirige quindi verso il
sacerdote, prende il suo pene nella
bocca finché non è di nuovo in posizione eretta. Quindi si ferma per
ammirare il suo lavoro, dicendo alla congregazione :)
Chi porta vita, anche prende.
(Poi passa le mani sopra la bara, visualizzando il cadavere di N.N. che
giace in una bara. Lei prende la bara e lascia il Tempio. Mentre se ne
va, il sacerdote dice :)
Festeggia ora e rallegrati, perché abbiamo ucciso, facendo il lavoro del
nostro Principe!
(Inizia l'orgia della lussuria nel Tempio. La Mistress porta la bara in
una piccola tomba, fuori,
preparata in anticipo. Mette la bara al suolo, la copre con la terra
dicendo: "N.N. sei morto,
ora, ucciso dalla nostra maledizione. ' Completa la sepoltura e lascia
l'area.)

VII
L'Impegno
(Nota: questa è la tradizionale cerimonia del matrimonio satanico.)
Daligon
Ambientazione:
Tempio - o area esterna all'interno di un cerchio di nove pietre.
Partecipanti:
Maestro - vesti viola
Padrona - vesti viridiane
Sacerdotessa e Sacerdote - vesti nere
Congregazione - vesti nere
(Coloro che stanno facendo il loro impegno indossano abiti cremisi)
Preparazione:
Altare coperto di panno nero su cui è intessuto il sigillo dell'Albero del
Wyrd con il collegamento dei
percorsi. Candele viola da utilizzare. Calici di idromele. Ciotola
d'argento sull'altare contenente liquido infiammabile.
Piccolo quadrato di pergamena. Coltello affilato. Due anelli d'argento,
forniti da coloro che fanno il loro impegno. Cenere d’incenso da
bruciare.
La cerimonia
La congregazione si riunisce al Tempio: il Maestro e la Signora in
piedi davanti all'altare con
il Sacerdote e la Sacerdotessa accanto a loro. Quando tutto è pronto, il
Maestro suona la campana nove volte a
segnale del Guardiano che conduce all’altare nel Tempio quelli
desiderosi di impegnarsi.
Il Maestro e la Signora salutano entrambi con un bacio, dicendo:
Noi, Maestro e Padrona del Tempio, vi salutiamo.
(La Sacerdotessa e il Sacerdote cantano insieme "Agios o Satanas
Agios o Satanas!" Questo canto viene ripetuto dalla
congregazione. Dopo, il Maestro dice :)
Siamo qui riuniti per giurare attraverso la nostra sinistra magia
quest'uomo e questa donna. Insieme loro
saranno come santuari interiori ai nostri dei!
(La Maestra si rivolge alla congregazione, dicendo :)
Salve a coloro che vengono nei nomi dei nostri dei! Parliamo dei nomi
proibiti! Agios o Baphomet!
Congregazione:
Agios o Baphomet
Padrona:
Agios o Atazoth!
Daligon
Congregazione:
Agios o Atazoth!
Padrona:
Agios o Satanas!
Congregazione:
Agios o Satanas!
(Il Maestro si rivolge ai promessi sposi, dicendo :)
Sei conosciuto in questo mondo come (afferma il nome
dello spaeman) accetta come spaewife questa signora .......
(Dichiara il nome della signora iniziata) conosciuta in
questo mondo come ....... (afferma il nome della signora)
secondo i precetti del nostro tempio e alla gloria
del nostro Signore Satana?
Spaeman:
Lo voglio.
(Il Maestro dice alla signora :)
Conosciuta in questo mondo come ...... (afferma il nome della signora)
accetta come spaeman questo jarl ...... (afferma il nome del jarl)
secondo i precetti del nostro Tempio e alla gloria del nostro Signore
Satana?
Spaewife:
Lo voglio.
Maestro:
Quindi dai come segno del tuo impegno, questi anelli.
(La Mistress prende gli anelli d'argento dall'altare e il jarl e la sua
signora li posano ognuno sulle dita dell'altro nella mano sinistra.
La Maestra si rivolge alla congregazione dicendo :)
Così nel giuramento e nella magia si uniscono.
(Il Maestro alza le braccia, dicendo :)
Guardali! Ascoltali! Lascia che sia conosciuto tra te e gli altri della
nostra specie, che dovrebbe esserci qualcuno qui
riuniti o dimoranti altrove cercano di rendere a pezzi questo jarl e la
sua signora contro il desiderio di ciò che
jarl e quella signora, allora quella persona o queste persone saranno
maledette, scacciate e costrette dalla nostra magia a morire di una
morte miserabile! Ascolta le mie parole e ascoltale! Ascoltami, tutto
ciò che hai raccolto nel mio Tempio! Ascoltami, tutto

Daligon
sei legato dalla magia di nostro Signore, il Principe delle Tenebre!
Ascoltami, a cui gli dei oscuri si stanno riunendo a
testimonianza di questo rito!
(La Padrona prende il coltello e il quadrato di pergamena mentre il
jarl e la sua signora si tengono le sinistra
mani. Si taglia rapidamente i pollici, preme gocce di ogni sangue sulla
pergamena e poi preme
i due pollici insieme. Poi preme il pollice del jarl sulla fronte della
signora e poi il
pollice della donna contro la fronte del jarl, segnando entrambi nel
sangue. La pergamena è gettata nella
ciotola d'argento e la Sacerdotessa illumina il liquido in questo.
La seguente dichiarazione viene quindi letta prima dalla signora e
poi dal jarl. Questa affermazione è di solito
scritta / stampata su una carta che viene tenuta sull'altare e
consegnata alla signora dal sacerdote dopo
la sacerdotessa accende il liquido nella ciotola :)
Esse filo captum palchritudinis suae, et nil amplius desiderare, quam
ejus amplexu frui: et omen
concubito - ex commixtione hominis cum Diabolo et Baphomet
aliquoties nascuntur hominis, et tali
modo nasciturum esse Anti-Nazarenus.
(Dopo che questo è letto dal jarl, il prete prende la carta e la
sostituisce sull'altare mentre la Padrona
si fa avanti per baciare prima la signora poi il jarl. Il Maestro fa lo
stesso, dopo di che dice :)
Li dichiaro impegnati!
(La congregazione poi scambia i saluti con lo spaeman e sua moglie, il
sacerdote e la sacerdotessa
Distribuiscono i calici che si svuotano. Una festa di solito segue la
cerimonia.)
NOTA: Ciascuna delle parti può terminare l'iscrizione in qualsiasi
momento posizionando il proprio anello sull'altare e informando il
Maestro o Padrona che annuncia la separazione al prossimo raduno
del Tempio.
VIII
Il rito dell'iniziazione
Introduzione:
Daligon
Il candidato è solitamente sponsorizzato da un Iniziato esistente e
questo membro accompagna il candidato
alla prova di fedeltà che specifica il Maestro o la Maestra del Tempio.
Anche il candidato
subisce una prova di conoscenza (relativa a ciò che lui o lei ha
imparato degli insegnamenti del Tempio durante i sei-
mese di prova) e una prova di coraggio.
Il testo qui sotto è per un candidato di sesso maschile: per una
candidata, il testo dovrebbe essere modificato nei
luoghi appropriati
Partecipanti:
Maestro del Tempio - in vesti scarlatte
Padrona della Terra - vesti scarlatte sessualmente seducenti
Sacerdotessa - nuda, sull'altare (se candidata)
Sacerdote - nudo, sull'altare (se candidato)
Guardiano del Tempio - vestito di nero e con una maschera facciale
Congregazione - vesti nere
Preparazione:
Il candidato offre una nuova veste nera, progettata secondo i precetti
del Tempio. Questa è
data al Maestro prima del rituale e posta sull'altare. Il candidato
assiste al rituale indossando un grossolano
indumento marrone che può essere facilmente rimosso.
Il rituale si svolge al tramonto. Una piccola fiala contenente un olio a
base di civit (zibetto) è posta sull'altare.
Candele nere da usare, incenso della Luna da bruciare (petriochor, se
disponibile, altrimenti nocciola).
Dovrebbero essere presenti anche il simbolismo appropriato alla Luna
- ad es. cristalli di quarzo. Calici pieni di forte vino.
La congregazione si riunisce nel Tempio con il Maestro e la Maestra.
Il Guardiano si trova vicino all'ingresso del tempio. Il candidato è
bendato ed è condotto nel tempio dallo sponsor.
Il rito
(Il Maestro saluta il candidato, dicendo :)
Voi senza nome siete venuti qui per ricevere quell'iniziazione data a
tutti coloro che desiderano la grandezza del nostro percorso sinistro!
(Il Maestro bacia la Signora che bacia l'altare-Sacerdote [o
Sacerdotessa]. Il Maestro allora dice :)
Daligon
Voi senza nome siete venuti per donarvi a noi e alla vostra ricerca:
Per sigillare con un sinistro giuramento le credenze e le pratiche.
Hai accettato sin da quando ti è stato permesso di farlo il
Tempio di Satana.
(Il Maestro si rivolge alla congregazione, fa il segno del pentagramma
invertito su di loro con la sua sinistra
mano e dice :)
Vi saluto tutti nel nome del nostro Principe. Lascia che le sue legioni
Raccolgano testimonianza di questo, il nostro rito satanico! Veni
omnipotens aeterne diabolus!
(La congregazione ripete il canto "Veni" dopo il quale la Maestra si
rivolge a loro e dice :)
Danza, ti comando! E con il battito dei tuoi piedi
solleva le legioni del nostro Signore e degli Dei Oscuri che guardano
Oltre i nostri giochi!
(La congregazione ora danza, in senso antiorario, cantando il Diabolus
mentre ballano.
Il Maestro prende un calice e lo solleva dicendo: :)
Voi senza nome siete venuti a rompere le catene che vi legano!
(La Padrona rimuove la veste del candidato lasciandolo/a nudo/a. Il
Maestro si avvicina a lui/lei, mette il
Calice sulle labbra, dicendo: "Bevi!" Il candidato beve il vino. La
congregazione continua la sua danza
e canta finché la Signora non alza le sue braccia come segnale per loro
di fermarsi. Lei dice loro :)
Radunatevi, figli miei, e sentite la carne del nostro dono!
(La congregazione si riunisce attorno al candidato e passa le mani su
tutto il suo corpo.
Ridendo, il Maestro canta più volte il canto del ‘Veni'. La padrona batte
le mani due volte e la congregazione si allontana. Bacia il candidato
[sia maschio che femmina] e dice :)
Noi, nobile, ci rallegriamo che tu sia venuto per seminarci con il tuo
sangue e doni.
Noi, parenti del Caos, vi diamo il benvenuto, ora senza nome.
Tu, l'indovinello e io la risposta che inizi la tua ricerca.
Noi, i maledetti, ti diamo il benvenuto chi ha osato sfidare.
All'inizio era il sacrificio, ma ora le parole per legarti per tutto il tempo
a noi.
Daligon
All'inizio - eravamo.
Nella tua ricerca - siamo.
Prima di te - eravamo.
Dopo di te, saremo di nuovo.
Davanti a noi - Coloro che non sono mai nominati.
Dopo di noi - Saranno, in attesa.
E tu attraverso questo Rito sarai di noi e quindi di quelli che non sono
mai nominati.
Poiché noi, la fiera, che ci vestiamo di nero con loro possediamo la
roccia che chiamiamo questa terra.
(Il Maestro sta davanti al candidato, dicendo :)
Accettate la legge come decretata da noi?
(Il candidato [R] risponde :)
Lo voglio.
Maestro:
Ti leghi con la parola, l'azione e il pensiero, a noi il Seme di Satana
senza paura e terrore?
R:
lo voglio
Maestro:
Dichiari in presenza di questo incontro che io sono il tuo Maestro e che
lei che sta davanti a te
è la tua Padrona?
R:
Lo voglio.
Maestro:
Allora capisci che la rottura della tua parola è l'inizio del nostro ratto!
Vedilo! Ascoltalo!
Conoscilo!
(Il Maestro indica il candidato e la congregazione si raduna intorno a
lui, toccandolo di nuovo,
la Signora, rimuove la sua benda. Il Maestro dice al candidato :)
Rinunci all’impostore Nazareno Yeshua e a tutte le sue opere?
R:
Rinuncio a Yeshua l'ingannatore e tutte le sue opere.
Maestro:
Affermi Satana?
R:
Daligon
Io affermo Satana.
Maestro:
Satana, la cui parola è Chaos?
R:
Satana, la cui parola è Chaos.
Maestro:
Quindi rompi questo simbolo che detestiamo.
(La Padrona consegna al candidato una croce di legno
opportunamente contaminata che il candidato spezza e
butta a terra).
Maestro:
Ora ricevi come simbolo del tuo desiderio e come segno
del tuo giuramento questo sigillo di Satana.
Da questo giorno in avanti questo sigillo del Potere che Il Maestro
esercita farà sempre parte di te - un segno per quelli che vedono e il
marchio del nostro Principe.
(La Mistress porge la fiala di olio al Maestro che traccia il segno del
pentagramma invertito sulla
fronte del candidato, vibrando, come lo fa, il nome che il candidato ha
scelto. Allora la padrona
sta dietro al candidato e traccia con il suo indice sinistro, il sigillo del
Tempio sul retro del
candidato, cantando 'Agios o Satanas' mentre lo fa. Se non ci sono
sigilli del Tempio, lei traccia l'invertito
pentagramma. Lei sta davanti al candidato. Se il candidato è un
maschio, lo bacia sulla fronte,
poi le labbra, il petto e il pene. Se il candidato è una femmina, la bacia
sulla fronte, ogni seno,
poi pube. Dopo questo, lei batte le mani una volta come segnale per il
Guardiano di farsi avanti. Come lui lo
fa, dice al candidato :)
Ora devi insegnargli la saggezza del nostro modo!
(Il Guardiano afferra il candidato e tiene le sue braccia, costringendolo
a inginocchiarsi davanti alla Signora
chi ride e dice :)
Vedi, tutto quello che hai raccolto nel mio Tempio: ecco chi ha pensato
conosceva il nostro segreto: colui che segretamente ammirava se
stesso
Daligon
La sua astuzia! Guarda come la nostra forza lo supera!
(La congrega ride mentre il Maestro benda di nuovo il candidato,
quindi il Guardiano vincola le sue
mani con una corda. La Padrona sussurra quindi al candidato, dicendo:
"Sdraiati, continua
il tuo silenzio e sii calmo! La congregazione e il guardiano lasciano il
tempio.
Il Maestro ha poi rapporti sessuali con la Sacerdotessa sull'altare [o
se il candidato è di sesso femminile,
la Padrona ha rapporti con il Sacerdote]. In entrambe le versioni,
questa attività può essere delegata a un membro della congregazione,
scelto prima del rituale dal Maestro o dalla Padrona. Il membro
maschio o femmina
così scelto rimane nel Tempio quando la congregazione parte.
Dopo l'atto, la Sacerdotessa [o Sacerdote] è assistita dall'altare e il
Maestro e la Padrona
[e quello scelto per esibirsi al loro posto, se presente] lasciano il
Tempio. La Sacerdotessa [o Sacerdote allora
si avvicina al candidato, dicendo :)
Ricevi da me e attraverso di me il dono della tua iniziazione
Così è stato, così è, e così sarà di nuovo.
(Quindi separano e rimuovono la benda dal candidato e il rapporto
sessuale ha luogo.
Dopo, la Sacerdotessa [o Sacerdote] preleva la veste dall'altare e veste
il candidato con essa. Lei [o lui]
poi lascia brevemente il Tempio per annunciare alla congregazione il
'Così-è fatto' secondo il nostro
desiderio! La congregazione al dunque ritorna al Tempio, ciascuno
salutando il nuovo Iniziato con un bacio. I calici vengono consegnati e i
membri si divertono come vogliono).

NOTE: Per il rituale dell'Iniziazione, la Sacerdotessa viene scelta per il


piacere che ottiene dal coito, il
Guardiano per la sua forza fisica; se il candidato è una femmina, il
sacerdote dell'altare scelto per il suo controllo
durante il coito - dovrebbe portare la padrona all'ecstasy, senza
perdere il controllo, salvando così l'elisir

Daligon
per il candidato. È compito della Padrona trovare qualcuno tra i
membri del Tempio per realizzare questo
ruolo, sebbene possa delegare questo compito a una donna membro
del Tempio, la persona scelta da
l'ovvia sperimentazione. Quelli così scelti vengono quindi investiti nel
loro ufficio di sacerdote o altare
Sacerdotessa a tenere questo ufficio per un anno e un giorno.
Se possibile, i candidati non dovrebbero conoscere dettagli del Rito
di iniziazione, cioè non dovrebbero essere informati su
cosa aspettarsi. Per questo motivo, i membri del Tempio dovrebbero
fare voto di silenzio riguardo al Rito,
promettendo di non rivelare i suoi dettagli ai non membri e ai
candidati, per cui il "Libro nero" dovrebbe per questo
e altri motivi non venire mai mostrato ai non iniziati.
IX
Consacrazione del Tempio
Preparazioni:
L'incenso di Marte deve essere bruciato per diverse ore prima
dell'inizio del rituale. Il Tempio stesso è
arredato come per una messa nera. Un calice contiene L'elisir.
(Per creare L'elisir: la notte prima del rituale, il Maestro ha rapporti
sessuali nel Tempio [il tempio è già stato arredato, con l'altare ecc.] Al
momento della sua estasi che deposita il suo seme
in un calice vuoto. A questo, la sacerdotessa va ad aggiunge sette gocce
del proprio sangue [prese dalla sua sinistra mano e dal dito
indice dopo il rapporto sessuale], tre pizzichi di terreno [finemente
macinati ed essiccati] prelevati da una tomba in un
cimitero nella notte di luna piena, terra e trucioli essiccati da una
quercia raccolti in una notte
quando Saturno sta salendo e vino forte per riempire il calice. Il calice
è lasciato sull'altare fino ad inizio rituale.)
Il Maestro entra nel Tempio prima della congregazione e sigilla le
dimensioni secondo il Rito della sigillatura:
Per questo è richiesto un tetraedro di cristallo. Dovrebbe essere il
più grande possibile e fatto di quarzo. La
persona che conduce il rito, pone entrambe le mani sul cristallo (che
può essere su un altare) e

Daligon
visualizza un soffitto che appare in un cielo tempestato di stelle.
Questo gradualmente diffonde la sua oscurità verso il basso e
il cristallo, che lo racchiude e l'ambiente circostante. La persona vibra:
Binan Ath Ga Wath Am.
Questa vibrazione viene ripetuta sette volte. La persona allora dice:
Dalle dimensioni oscure li chiamo!
La persona quindi visualizza un'oscurità che entra nel cristallo. Dopo,
la persona si inchina al cristallo. Il rito
è quindi completo, la persona che si toglie le mani e si allontana dal
cristallo.
Partecipanti:
Maestro del Tempio - in vesti nere
Sacerdotessa - in tunica nera
Congregazione - in vesti nere

(Nota: se il gruppo in questione è gestito da una Mistress, allora


assume il ruolo assegnato al Master,
e un Sacerdote è presente invece di una Sacerdotessa. Per produrre
l'elisir, si segue la procedura sopra riportata
sebbene il sangue sia quello della Signora e il seme quello del
Sacerdote).
La Dedizione
Il Maestro va all'ingresso del Tempio e fa entrare la congregazione.
Entrando cantano il Sanctus Satanas (vedi Canti) e girano in senso
antiorario per tre volte attorno all'altare. Continuano
cantando finché il Maestro non batte due volte le mani. Si trova dietro
l'altare, di fronte alla congregazione, la
Sacerdotessa accanto a lui. Dice alla congregazione:

Ci riuniamo qui per dedicare questo Tempio al nostro sinistro lavoro.


Evochiamo Satana, Principe delle Tenebre e Guardiano della nostra
Porta,
Per testimoniare questo rito di Dedizione.
Perché troveremo e beviamo l'elisir che è nero per i ciechi.
Consapevole del nostro passato che ha reso possibile questo Lavoro,
riaffermiamo il nostro Credo.
(Tutti i presenti recitano i 21 Punti Satanici. Dopo, il Maestro stende le
sue mani sul calice che contiene
Daligon
L'elisir e vibra 'Agios o Satanas'. Poi bacia la Sacerdotessa che va a
baciare ogni membro della
congregazione. Quindi tiene il -calice, dicendo :)
Come è stato, così è e così sarà di nuovo dalla Potenza del nostro
Principe, Satana, e dai poteri di Loro
che non sono mai nominati.
Dalle dimensioni oscure vengono quando gli altri dormono.
(Rimette il calice sull'altare, allarga le mani sul tetraedro di cristallo e
vibra
'Nythra' tre volte. Dopo questo, prende il calice, spruzza parte del suo
contenuto verso la
congregazione e Sacerdotessa e poi sopra l'altare. Poi spruzza di più
intorno all'entrata del tempio prima di camminare attorno ad esso
cospargendo le pareti e il pavimento. Quindi versa
il resto del contenuto attorno alla base dell'altare. Sostituisce il calice
vuoto sull'altare,
si rivolge alla congregazione, dicendo :)

Come è stato, così è e così sarà di nuovo!


Cominci il rito della messa nera!
(Assiste l'eletto in precedenza come sacerdote-altare a togliersi la
tunica e prendere il suo posto sull'altare. Quindi inizia la messa. La
Messa segue il testo nel Libro nero tranne che la Sacerdotessa
assume sia il ruolo della Padrona che il suo ruolo di Sacerdotessa, e il
Maestro conclude la Messa con le seguenti parole [dopo che la
'Padrona' ha detto '... godiamoci i doni della vita'])
Con il mio potere - il potere di Satana, principe delle tenebre - Dichiaro
questo tempio caricato!
(Inizia la solita orgia / festa che segue la messa nera.)

X
Il tempo della morte
Ambientazione:
All'aperto, in un luogo isolato. Una pira funeraria è preparata dal
Guardiano. Un'ellisse di nove pietre
dovrebbe essere fatto per racchiudere la pira. Dovrebbero esserci
calici di legno, sufficienti in numero per ogni partecipante

Daligon
riempito di idromele e tenuti pronti su un tavolo di legno (rovere se
possibile) lontano dalla pira.
Partecipanti:
Maestro
Padrona
Sacerdote
Sacerdotessa
Congregazione
Custode
(tutti sono in abito nero)
Possono essere nominati Guardiani Aggiuntivi per proteggere
l'accesso al sito, garantendo la privacy.
Il rito
(Il corpo del membro defunto viene portato in una bara di legno
chiara, portata dai membri del
Tempio verso le pietre e la pira. È coperto da un tendaggio cremisi.
Dopo che la bara è stata
posta sul rogo, tutti i presenti si radunano intorno all'eclissi di pietre.
Il Maestro inizia il rito dicendo :)
Agios o Satanas! Ci riuniamo qui per rendere omaggio a nostro fratello
/ sorella che con la sua vita e la sua magia ha fatto
azioni di gloria per l'onore del nostro nome! Agios o Satanas!
Congregazione:
Agios o Satanas!
Maestro:
Agios o Baphomet!
Congregazione:
Agios o Baphomet!
Padrona:
Così lamenteremo ricordare le azioni gloriose che ancora si aspettano
di essere fatte!
Maestro:
Così lamenteremo ricordare le azioni gloriose che ancora si aspettano
di essere fatte!
Congregazione:
Così lamenteremo ricordare le azioni gloriose che ancora si aspettano
di essere fatte!

Daligon
(Il Sacerdote e la Sacerdotessa distribuiscono i calici e quando questo
è fatto, il Maestro alza la testa verso il
rogo, dicendo :)
Ad Satanas qui laetificat juventutem meam.
(La Padrona accende la pira e mentre brucia, il Maestro beve dal suo
calice, lanciando il vuoto calice nelle fiamme. Allora la congregazione
alza i propri calici, recitando il canto "Ad Satanas",
beve e allo stesso modo getta i calici vuoti nelle fiamme. La padrona è
l'ultima a bere. Dopo che ha
gettato il suo calice, lei dice :)
Possano i nostri ricordi soffermarsi a tormentare gli spazi e il buio!
Così è stato, così è e così sarà ancora!
(Il raduno quindi parte dal sito. È compito del Guardiano [e dei suoi
aiutanti, se ce ne sono] di sorvegliare il rogo, assicurandosi che la bara
e il contenuto siano ridotti in cenere dalle fiamme. Ciò che rimane è
rimasto, disperdere a piacere).

XI
La cerimonia del richiamo
Introduzione:
La cerimonia esiste in tre versioni. Quello qui indicato è quello più
usato oggi - dove la
"Conclusione sacrificale" è simbolica. In passato, il sacerdote, essendo
stato scelto secondo
tradizione un anno prima, era ritualmente sacrificato dalla Maestra e
dal Maestro. Questa versione è pubblicata in
OPFER (Fenrir Vol II n. 2). Questa cerimonia di sacrificio si verifica
tradizionalmente una volta ogni ciclo di
diciassette anni.
Preparazioni:
La notte prima del rituale, la Sacerdotessa cuoce le torte consacrate a
base di grano, acqua (naturale),
uova, miele e grasso animale. La congregazione si riunisce fuori dal
Tempio, il Maestro e la Padrona aspettano
dentro. Il guardiano guida il Sacerdote verso la congregazione e la
sacerdotessa benda il sacerdote.
Poi lo conduce da ciascun membro del Tempio che lo bacia.

Daligon
Il tempio stesso è arredato con candele rosse; L'incenso di Giove sta
bruciando. Tetraedro al quarzo posto
sul basamento o sull'altare. Fiala contenente olio di muschio.
Partecipanti:
Maestro - in vesti nere
Padrona della Terra - vesti bianche
Sacerdotessa - in una tunica rossa legata con una fascia bianca
Guardiano del Tempio - abito nero, con maschera facciale
Sacerdote ("Il Prescelto" / Opfer) - veste bianca
Congregazione - vesti rosse
La cerimonia
(La Sacerdotessa e il Guardiano guidano il sacerdote nel tempio e
sono seguiti dalla congregazione.
La padrona saluta il sacerdote con un bacio mentre il padrone vibra
[con le mani sul tetraedro] 'Agios o Atazoth '.
Dopo questo, la congregazione canta il "Diabolus" [vedi Canti]
mentre cammina lentamente, in senso antiorario,
attorno al sacerdote in un cerchio. Questo canto viene ripetuto sette
volte. Il padrone e la padrona [o i due
membri del tempio scelti e addestrati come cantori] cantano in
parallelo e un quarto in accordo con i
‘Principi del Canto Esoterico', il canto di 'Agios o Baphomet'. Questo
canto può essere un'ottava e un quarto
a parte. Tuttavia, per qualsiasi ragione,
coloro che conducono il rituale non possono cantare in questo modo,
gli Agios o Baphomet possono essere vibrati
sette volte secondo i principi della vibrazione esoterica. [La magia è
più potente se il canto
è cantato in parallelo come indicato.] Durante questo, il Guardiano
solleva il sacerdote sull'altare e la Sacerdotessa
rimuove la sua veste.
Dopo il canto, la Padrona unge il corpo del sacerdote con l'olio
mentre la congregazione
cammina, come prima, cantando il Diabolus. Dopo l'unzione, la
Sacerdotessa e la Padrona rimuovono le loro
vesti, la Sacerdotessa suscita poi il "fuoco segreto" del sacerdote con le
sue labbra - senza portarlo

Daligon
tuttavia a l'estasi. Quando è soddisfatta, fa segno al Guardiano che alza
il sacerdote dall'altare
e lo costringe a inginocchiarsi davanti alla Sacerdotessa. Il Maestro
quindi si inginocchia davanti alla Signora a quel punto
la congregazione cessa il loro canto e si riunisce formando un cerchio.
La Sacerdotessa copia la
Padrona in entrambe le parole e azioni, usando il Sacerdote.
La Padrona mette le mani sulla testa del Maestro e il Maestro dice :)
È la protezione e i succhi del tuo corpo che cerco
(La Padrona quindi apre le sue cosce e il Maestro beve. Il Guardiano
costringe il Sacerdote a fare altrettanto con
la Sacerdotessa. Quindi, la Maestra lo respinge, dicendo :)
Come hai bevuto così morirai!
Maestro:
Verso i miei baci ai tuoi piedi e mi inginocchio davanti a te
Chi schiaccia i tuoi nemici e chi lava in un catino pieno del
loro sangue. Alzo gli occhi per contemplare la bellezza del corpo
- Tu che sei la figlia di e una Porta dei nostri Dei Oscuri:
Loro che non sono mai nominati. Alzo la voce per alzarmi
(Lui qui sta)
Di fronte a te, mia sorella, ti offro il mio corpo in modo che la mia
progenie nutrirà la tua vergine carne.
Padrona:
Baciami e ti farò come un'aquila alla sua preda.
Toccami e ti renderò una spada forte che mette a tacere e macchia la
mia Terra con il sangue.
Assapora me e ti renderò come un seme di mais che
cresce verso il sole e non muore mai. Arami e piantami
con il tuo seme
E ti renderò come una Porta che si apre ai nostri dei!
(La Padrona va dal Sacerdote e gli sussurra :)
Prendimi, perché lei è me e io sono tua!
(Quindi rimuove la benda e lo spinge tra le braccia della Sacerdotessa,
poi ha un congresso
con il Maestro mentre la congregazione continua con il loro lento
camminare e cantare. Dopo che il sacerdote ha
raggiunto la sua estasi, dice la padrona :)
Quindi hai seminato e dai tuoi doni potrebbero venire se
Daligon
obbedisci a queste parole che dico.
(Il Guardiano le regala la fascia dalla tunica della
Sacerdotessa. Lei batte le mani due volte e la congregazione, il
Sacerdote, Sacerdotessa si radunano intorno a lei, il Maestro e il
Guardiano
Lei dice:)
Ti conosco i miei bambini oscuri: sei sinistro eppure nessuno
Di voi è sinistro o mortale come me.
Conosco voi e i pensieri in tutti i vostri cuori:
Eppure nessuno di voi è altrettanto odiato o amato di me.
Con uno sguardo posso colpirti morto!
(Va ad ogni membro, baciandolo a sua volta - sulle labbra e
rimuovendo le loro vesti
il sacerdote e il guardiano si fanno avanti per tenerlo fermo mentre lei
lega le mani con la fascia. Lei allora
gli benda gli occhi e il Guardiano lo distende sul pavimento, coprendo
il suo corpo prostrato con la veste della
Padrona. Si trova immobile e mentre la Padrona dice alla
congregazione :)
Nessuna colpa ti legherà qui; nessun pensiero limitato.
Festeggia quindi e divertiti, ma ricorda sempre che io sono il
Vento che rapisce la tua anima!
(Il Guardiano lascia quindi il Tempio, ritornando con vassoi di vino e
cibo preparato in anticipo per la
Festa; la congregazione comincia a bere e a prendere i loro piaceri in
base al loro desiderio sempre lasciando un cerchio
attorno al Sacerdote [il cerchio può essere disegnato sul pavimento
prima della Cerimonia e del Sacerdote posto
al suo interno dal guardiano nel punto appropriato]. La festa e i piaceri
continuano fino a che sull’ altare
le candele bruciano su una linea inscritta in precedenza dal Maestro -
questa durata è sufficiente per
molti piaceri da gustare. A questo punto la Signora applaude le mani
sette volte e la
congregazione e [a parte la Padrona, la Sacerdotessa e il Maestro]
lasciano il Tempio. Rimuove la Sacerdotessa
la benda del Sacerdote, lo scioglie e lo scopre e lo aiuta a rimettersi in
piedi. Lei poi lo conduce fuori
Daligon
dal tempio. Quindi il Maestro e la Maestra si prendono il loro piacere,
dirigendo le loro energie verso uno scopo o intenzione specifici).

NOTE: 1) Durante il banchetto, il Maestro e la Maestra si astengono e


iniziano invece a dirigere l'energia
rilasciata tramite la cerimonia nel cristallo (usando la visualizzazione
ecc.). Questa energia può quindi essere conservata
lì, o possono decidere di rilasciarla durante la conclusione verso lo
scopo o l'intenzione. Tuttavia, se lo
desiderano, possono dirigere l'energia nel Sacerdote. Se questo è fatto,
il sacerdote dovrebbe essere informato
in anticipo e gli sarà detto di osservare gli effetti per diversi giorni.
Quest'ultima procedura è intesa principalmente per i
nuovi iniziati ed è un aiuto per il loro sviluppo magico.
2) La Cerimonia può essere eseguita regolarmente, il Maestro sceglie il
Sacerdote che viene avvisato
solo poco prima dell'inizio del rituale. La cerimonia può anche essere
eseguita con una Sacerdotessa come "Opfer",
il rituale che segue il testo sopra, tranne che i ruoli del Sacerdote e
della Sacerdotessa sono invertiti.
3) A discrezione del Maestro o della Maestra, la Cerimonia può essere
estesa - il Sacerdote (o Sacerdotessa)
rimanendo nel Tempio per tutta la notte, la Cerimonia in questo caso
inizia al tramonto e infine si
conclude all'alba. Per questa estensione, l'energia presente viene
sempre inviata al Sacerdote (o Sacerdotessa).
La persona scelta per questo può essere qualsiasi membro del Tempio.
In questo, il Maestro, la Maestra e la Sacerdotessa
lascia la congregazione, al membro scelto viene detto di rimanere
restando immobile fino a che il Maestro
ritorna all'alba.
XII
Ordini satanici
Per molto tempo, il Satanismo tradizionale fu insegnato su base
individuale dal Maestro (o Padrona) a
allievo / Iniziato, questo Iniziato segue il percorso verso Adeptato
sotto guida. Quando i rituali cerimoniali

Daligon
sono stati intrapresi, era in segreto con solo membri di lunga data che
frequentano. I pochi Iniziati
sono stati accettati dopo che hanno dovuto subire un periodo di prova
di diversi anni prima di essere autorizzati a partecipare.
Era uno dei doveri del Maestro e della Maestra guidare i loro allievi
lungo il difficile cammino verso
la maestria magica e, a tal fine, fu usata la "magia interna", questo
sistema di magia interna
gradualmente esteso e raffinato nel corso dei secoli. Nelle sue fasi
iniziali, il vero satanismo riguarda tutto lo
sperimentare l'aspetto oscuro o ombra di se stessi e in passato è stato
istruito l'iniziato a
sperimentare in realtà molte cose. A volte, il Maestro o la Maestra li
avrebbe condotti in specifici
situazioni (alcune delle quali pericolose) perché l'iniziato possa
imparare da loro. Alcune di queste
esperienze erano non convenzionali e disapprovate dalla "società
convenzionale", e alcune sarebbero state pure
'illegali’.. Naturalmente, tali metodi erano difficili, ma per gli Iniziati
che sopravvissero o rimasero,
la libertà ha fornito esperienza genuina e autointuizione. Tuttavia,
gradualmente, (almeno nel tradizionale
Satanismo) è stato trovato un mezzo per "cortocircuitare" queste
esperienze evolutive: mentre nel passato i più
di loro sarebbero stati portati a pratico senso satanico nel portare
l'individuo ai suoi limiti, nel presente contemporaneo,
le tecniche sono diventate "internalizzate". Cioè, tendono ad essere
insegnamenti basati sulla magia piuttosto che sulla pratica.
L'essenza dei nuovi metodi era ed è ancora il "rituale di grado".
I Rituali di Grado (il primo dei quali è l'Iniziazione) sono una serie di
compiti e impegni, e l'individuo che segue la procedura di un rituale di
grado (i principali sono riportati in dettaglio in
NAOS - Una guida pratica alla sinistra magia ermetica ") raggiungerà la
comprensione magica e il sé,
intuizione di un tipo appropriato al Rituale di grado intrapreso. Ci
sono sette rituali di grado, e questi portano l'individuo da Iniziato-ad
Adepto esterno-ad Adepto interno-e quindi al Maestro / Maestra ed
oltre. Associati ai Rituali di Grado sono altri compiti, e questi
Daligon
costituiscono la base della formazione de l'Iniziato satanico! Per loro
stessa natura, producono un tipo specifico di individuo: uno, cioè,
imbevuto di autentico spirito satanista.
Il rituale di grado dell'Adepto interno coinvolge l'individuo nel vivere
in isolamento per almeno tre mesi, e se questo è intrapreso secondo i
principi del rito stesso, l'individuo emergerà come un autentico
Adepto. Naturalmente, questo rituale non è facile.
La fase successiva coinvolge l'individuo nell'entrare nell'Abisso: a
diventare parte dell'acausale, cioè,
di permettere alle energie acausali / caotiche- di entrare nella
coscienza senza alcun mezzo di controllo consapevole.
Questa parte magica del rituale di grado è preceduta da una parte
fisica (per gli uomini: camminare da soli e
senza aiuto una distanza di 80 miglia che inizia all'alba del primo
giorno e termina al tramonto del secondo
giorno; per le donne: la distanza è di 56 miglia).
Questa parte fisica è essenziale (e il limite di tempo e le condizioni
devono essere rigidamente osservate) ed esso
prosciuga il candidato sia fisicamente che mentalmente, quindi il
candidato ha poche "barriere". Questo rituale è non facile da
intraprendere.
Quindi si può vedere che l'addestramento degli Iniziati nei veri
Ordini Satanici è completo e veramente
difficile, perché gli ordini satanici non sono istituzioni religiose
impegnate a indottrinare i loro membri, semplicemente
in quanto non sono gruppi per la discussione e lo studio di argomenti
magici e occulti. Sono posti dove
la vera magia sinistra è intrapresa - questa vera magia è difficile e può
a volte essere pericolosa.
I satanisti non parlano - agiscono; non cercano di studiare oscure
leggende e miti relativi al
lato oscuro - diventano, attraverso la magia sinistra, il lato oscuro
stesso; non si spostano da un "gruppo" a
un altro, da un sistema all'altro - seguono le tecniche della settuplice
via, sotto le sue linee guida,
fino alla fine, rifiutandosi di cedere quando le cose diventano difficili e
pericolose. In breve, esemplificando

Daligon
lo spirito del satanista: quell'estasi che afferma la vita che conquista e
sfida.

XIII
Canto sinistro
Il canto sinistro è diviso in tre metodi distinti, che hanno tutti lo
stesso scopo generale:
produrre energia magica. Il tipo e l'effetto di questa energia varia in
base al metodo utilizzato.
Il primo metodo è la vibrazione di parole e frasi; il secondo cantando
e il terzo è 'Canto esoterico' - cioè, il seguire un testo specifico che
viene recitato in una delle modalità esoteriche.
Il canto esoterico è spiegato in dettaglio in NAOS.
La vibrazione è il metodo più semplice e coinvolge l'individuo che
"proietta" il suono. Un respiro profondo è
preso, e la prima parte della parola da vibrare viene "espulsa" con
l'espirazione. Questa espirazione deve essere controllata - cioè,
l'intensità del suono deve essere prolungata (non meno di dieci
secondi per ogni parte della parola) e il più costante possibile. La
persona che sta facendo la vibrazione allora
inspira e il processo viene ripetuto per la seconda parte della parola e
così via.
Così "Satanas" sarebbe vibrato come Sa - tan - come. La vibrazione
non è un grido, un urlo, ma una
concentrazione di energia sonora. La vibrazione dovrebbe coinvolgere
tutto il corpo e dovrebbe essere uno sforzo fisico.
La pratica regolare è essenziale per padroneggiare la tecnica e
l'individuo impara a proiettare le
distanze variabili (da dieci a trenta piedi o più) e aumentare la
potenza della vibrazione stessa.
L'essenza del metodo è il suono controllato della stessa intensità in
ogni parte della parola
e l'intera parola e / o testo.
Il canto è essenzialmente il canto di parole o testo in un normale
"monotono" - cioè nella stessa chiave,
anche se l'ultima parte del canto è solitamente "abbellita" in una certa
misura dal primo canto su un livello più alto di

Daligon
nota e poi una inferiore. Il ritmo del canto varia e può essere lento (o
"funerario") o veloce (o
estatico) a seconda della cerimonia e dell'umore dei partecipanti.
È uno dei compiti del Maestro o della Maestra che gestisce il Tempio,
addestrare la congregazione e i nuovi
membri in tutti e tre i metodi di canto e, a tal fine, dovrebbero essere
tenute sessioni regolari di pratica. Canto,
di qualsiasi tipo, quando correttamente eseguito è una delle chiavi per
la generazione di energia magica
durante un rituale cerimoniale e, come l'esecuzione drammatica di un
rituale, la sua importanza non può essere
sottovalutata.
Canti satanici:
1) Diabolus
Dies irae, dies illa
Solvet Saeclum in favilla
Teste Satan cum Sibilla.
Quantos tremor est futurus
Quando Vindex est venturus
Cuncta stricte discussurus.
Dies irae, dies illa!

2) Sanctus Satanas
Sanctus Satanas, Sanctus
Dominus Diabolus Sabaoth.
Satanas - venire!
Satanas - venire!
Ave, Satanas, ave Satanas.
Tui sunt caeli,
Tua est terra,
Ave Satanas!

3) Oriens Splendor
Oriens splendor lucis aeternae
Et Lucifer justitae: veni
Et illumine sedentes in tenebris
Et umbra mortis.

Daligon
4) Canti generali:
* Ad Satanas qui laetificat juventutem meam. (A Satana, donatore di
giovinezza e felicità.)
* Veni, omnipotens aeterne diabolus! (Vieni, onnipotente diavolo
eterno!)
* Pone, diabolus, custodiam! (Devil, imposta una guardia.)

5) Invocazione a Baphomet
Siamo armati e pericolosi davanti ai campi sanguinosi della storia;
Privo di dogmi - ma pronto a scolpire, a sfidare il transitorio:
Pronto a pugnalare con la nostra volontà penetrativa,
Colpite ogni guinzaglio, correte urlando lungo la montagna
dell'Uomo:
Pronta e desiderosa di immolare il mondo sul mondo
Con la nostra meravigliosa vampata.
E facciamoli tutti cantare che noi eravamo qui, come Maestri
Tra le specie fallite chiamato uomo.
Il nostro essere ha preso forma in sfida
Stare di fronte al tuo sguardo omicida.
E ora viaggiamo di fiamma in fiamma
E torre dalla volontà alla gloria!
AGIOS O BAPHOMET! AGIOS O BAPHOMET!

PARTE SECONDA:
Il Tempio Satanico
introduzione
Un tempio o gruppo satanista può essere formato per tre motivi:
1) per praticare l'autentico satanismo;
2) sperimentare la realtà della Magia Sinistra;
3) come compito dell'Adepto esterno.
Questa parte del libro "si applica a tutti e tre: coloro che non sono
ancora stati iniziati da un affermato satanista tradizionale di un
tempio, ma che desiderano iniziare il satanismo pratico per qualsiasi
ragione personale, dovrebbero intraprendere il rituale di Auto-

Daligon
Iniziazione dato nel capitolo XIV, quindi mettere in pratica i consigli
dati nel capitolo XV su come
organizzare e gestire un gruppo pratico.
Se intraprendi l'Auto-iniziazione, dovresti trovare al più presto un
individuo del contrario
sesso che è interessato alla Magia Nera. Puoi quindi Iniziare questa
persona, usando il rituale dell'Iniziazione nella prima parte come
guida. Dovresti trovare un posto adatto da usare come tempio e
dedicarlo secondo la ‘Dedicazione' nella prima parte.
Dovresti quindi dare al tuo Tempio un nome Sinistro adatto (come il
Tempio di Satana) e iniziare a
reclutare membri, il tuo compagno che agisce come Sacerdotessa /
Sacerdote e / o Padrona / Maestra. I regali e le gioie
di Satana saranno tue.
Tuttavia, se desideri andare oltre e iniziare la Settuplice Via Sinistra,
dovresti ottenere una
copia di 'Naos' e iniziare a intraprendere la magia ermetica e interiore,
continuando con la tua corsa del
Tempio fino a quando decidi di intraprendere il' Rituale di grado
dell'Adepto interno'. La scelta è tua.

XIV
Auto-Iniziazione
Saranno dati due rituali: uno per un luogo al chiuso e uno per uno
all'aperto. Scegli quello che a sensazione più si adatta a te.
I - Interno
Metti da parte un'area per l'esecuzione del rituale e in questa erigi
un altare e coprilo con un nero panno di stoffa. (L'altare può essere un
tavolo,). Ottieni alcune candele nere, alcuni candelabri, un po 'di
incenso nocciola,
un cristallo di quarzo o cristalli. Avrai anche bisogno di due piccoli
quadrati di pergamena (o tessuti costosi di
carta), una penna tipo penna d'oca, un coltello affilato, un po 'di sale
marino, una manciata di terra del cimitero (ottenuto in una notte di
luna nuova) e un calice da riempire con vino. Tutti questi elementi
dovrebbero essere posizionati sull'altare.
Se lo desideri, puoi anche indossare una veste nera dal design
adatto. Altrimenti, dovresti vestire in altri abiti ma sempre tutto di
Daligon
nero per il rituale.
Un'ora prima del tramonto, entra nella tua area del Tempio, guarda
ad est e canta il ‘Sanctus Satanas’ due volte. Poi
dì, ad alta voce:
A te, Satana, Principe delle Tenebre e Signore della Terra,
Dedico questo Tempio: lascia che diventi, come il mio corpo,
Un contenitore per il tuo potere e un'espressione della tua gloria!
Quindi vibrare 'Agios o Satanas' nove volte. Dopo questo, prendi il
sale e cospargilo sopra l'altare e
intorno alla stanza, dicendo:
Con questo sale suggello il potere di Satana!
Prendi la terra e gettala allo stesso modo, dicendo:
Con questa terra dedico il mio Tempio. Satanas - venire! Satanas
venire! Agios 0 Baphomet! Io sono Dio
permeato della tua gloria!
Quindi accendi le candele sull'altare, brucia incenso e lascia il
Tempio. Fai un bagno e poi
ritorno al tempio.
Una volta tornato nel Tempio, esegui la "Benedizione Sinistale" (vedi
Appendice), quindi rivolgiti verso l'altare, pungi leggermente il tuo
indice sinistro con il coltello. Con il sangue e usando la penna inscrivi
su di una pergamena l'occulto
nome che hai scelto (vedi Appendice III per alcuni suggerimenti sui
nomi). Sull'altro un iscrizione di
un pentagramma invertito. Tieni entrambe le pergamene verso Est
dicendo:
Con il mio sangue dedico il Tempio della mia vita!
Quindi girare in cerchio antiorario per tre volte, dicendo:
Io ... (indica il nome occulto che hai scelto) sono qui per iniziare la mia
sinistra ricerca! Principe delle tenebre,
ascolta il mio giuramento! Baphomet, Signora della Terra, ascoltami!
Ascoltate, Dei Oscuri che aspettate oltre l'Abisso!
Brucia le pergamene nelle candele. (Nota: spesso è più pratico
riempire una ciotola o contenitore con spirito e
posizionare le pergamene in questo e poi accendere lo spirito.
Tuttavia, se hai scelto la carta intrecciata, questo
metodo non sarà necessario). Mentre bruciano, dici:

Daligon
Satana, possa il tuo potere mescolarsi con il mio mentre il mio sangue si
mescola ora al fuoco!
Prendi il calice, alzalo verso est, dicendo:
Con questa bevanda suggello il mio giuramento. Sono tuo e farò opere
per la gloria del tuo nome!
Scola il calice, estrai le candele e poi parti dal Tempio.
L'iniziazione è quindi completa.
***
II - All'aperto
Trova uno spazio esterno adatto. Dovrebbe essere vicino a un corso
d'acqua, un lago o un fiume. Il rituale dovrebbe essere condotto
nella notte della luna piena in un momento a metà strada tra il
tramonto e l'alba.
Avrete bisogno di: olio di ambra grigia, candele nere (se possibile
nelle lanterne), due quadrati di pergamena o
carta intrecciata, coltello affilato o penna d'argento, penna a piuma
d'oca o simile, vestaglia nera o vestiti. Calice pieno di vino.
Inizia il rituale facendo il bagno nudo nel torrente, lago o nel fiume.
Dopo, strofinati di olio di ambra grigia sul
corpo, dicendo come lo fai 'Agios o Satanas'. Quindi cambiati in
vestaglia / vestiti e procedi verso il punto delle
candele ecc., che sono state stese precedentemente a terra. Accendile.
Quindi rivolto verso est, conduci una Satanica Benedizione (vedi
Appendice). Dopo, recita il ‘Sanctus Satanas'.
Quindi pungiti l'indice sinistro con il coltello / spillo e iscrivi una
pergamena con l'occulto nome scelto. Inserisci un pentagramma
invertito sull'altro foglio. Tieni entrambe le pergamene verso est,
dicendo: "Con il mio sangue dedico il Tempio della mia vita”.
Quindi gira in cerchio antiorario per tre volte e dici: "Io ....... (dichiara
il tuo nome occulto) sono qui per cominciare
la mia sinistra ricerca.
Principe delle tenebre, ascoltami! Ascoltate, voi Dei Oscuri che
aspettate oltre l'Abisso. '
Brucia le pergamene o carte nelle candele. (Se pergamena usa il
metodo come indicato in I sopra). Mentre bruciano,
dì: "Satana, possa il tuo potere mescolarsi al mio mentre il mio sangue
si confonde con il fuoco!" Prendi il calice

Daligon
e di ': "Con questa bevanda suggello il mio giuramento. Io sono tuo e
farò opere per la gloria del tuo nome. '
Scola il calice, estrai le candele, raccogli tutti gli oggetti che hai usato
e parti dall'area. L'iniziazione è quindi completa.

XV
Organizzazione e gestione di Templi satanici
Uno degli scopi del Tempio è di eseguire riti cerimoniali satanici su
base regolare, e il seguente programma è suggerito:
a) Una volta al mese (su una luna nuova, se possibile) celebrare la
messa nera. Questa celebrazione dovrebbe essere
seguito da una festa in cui il cibo e il vino preparato e / o portato al
Tempio dai membri è
consumato, questa stessa festa segue dopo l'orgia che conclude la
Messa Nera. Dovresti, come
organizzatore del Tempio (e quindi un 'Maestro' o 'Mistress' onorario-
l'organizzatore di un nuovo Tempio è
generalmente noto con il titolo di "Choregos"), la festa può solo
concludere la Messa - a cui è stata lasciata
la tua discrezione su quando l'orgia deve essere inclusa. Cioè, non è
sempre necessario concludere la
Messa con un'orgia, sebbene per ovvi motivi satanici, costituisce un
piacevole finale di Messa.
b) Ogni quindici giorni, i membri devono riunirsi per un incontro (un
sunedrion) in cui ogni membro può
richiedere l'aiuto magico per se stessi o per gli altri. L'aiuto può essere
di qualsiasi tipo - costitutivo, materiale, o
distruttivo. Questi aiuti desiderano scrivere le loro richieste su carta e
sigillarle in una busta che
mettono in una speciale urna / recipiente tenuta per questo scopo
vicino all'ingresso del Tempio. I membri dovrebbero radunarsi (in
abiti e piedi scalzi) nel Tempio, e il sunedrion è formalmente iniziato
da
voi, i Choregos, dicendo "Che il sunedrion abbia inizio". Se un membro
è stato nominato Guardiano (vedi
lista degli Uffici alla fine del capitolo) dovrebbe stare vicino
all'ingresso del Tempio e rifiutare

Daligon
ammissione a tutti i membri che arrivano in ritardo. Quelli presenti
nel Tempio poi recitano il Credo Satanico (vedi
testo della messa nera).
In seguito, la Sacerdotessa rimuove quindi a caso due delle richieste,
che lei legge.
I membri che sono stati scelti in tal modo, riconoscono le loro richieste
inchinandosi alla Sacerdotessa.
La prima richiesta scelta dalla Sacerdotessa viene eseguita quella sera,
l'altra alla prossima luna piena. Questo
significa che tu come Choregos dovresti avere tutto pronto per il
possibile ermetico e
rituali cerimoniali.
Le richieste possono essere per qualsiasi cosa un membro desideri,
e spetta a voi decidere come può la richiesta
essere realizzata magicamente scegliendo un rituale cerimoniale o
ermetico appropriato. Il mensile nero
La messa può essere utilizzata come veicolo, ad esempio: si scelgono i
canti / visualizzazioni adatti per
i membri che desiderano.
Il membro che richiede aiuto deve offrire qualcosa in cambio di
solito è una donazione finanziaria al
Tempio, un oggetto rituale per l'uso nel Tempio, vesti per uso di
membri o il proprio corpo per la
gratificazione dei Choregos o qualcuno scelto dai Choregos. Tuttavia, è
il membro che richiede
aiuto magico che decide sulla natura del dono.
Quelle richieste non scelte dalla Sacerdotessa sono considerate dai
Choregos dopo il sunedrion, e
quelli considerati idonei vengono intrapresi il prima possibile, i
membri vengono informati.
Se tu come Choregos scegli un rituale ermetico per una richiesta,
allora o lavori da solo o con il
membro la cui richiesta è stata avanzata - a meno che il rituale scelto
sia ermetico, quando lavori con la
Sacerdotessa / Sacerdote o membro se quel membro ha offerto il
proprio corpo come pagamento per l'aiuto.
Dopo aver scelto le richieste, i membri partono dal Tempio mentre
tu e il fratello dell'altare /
Daligon
sorella prepara il Tempio per il rituale che hai scelto per soddisfare la
prima richiesta. Durante questa preparazione,
i membri dovrebbero prepararsi per il rituale se è stata scelta una
forma cerimoniale.
Se la forma ermetica è scelta, questo è fatto nel tempio mentre i
membri festeggiano e bevono al di fuori del
Tempio.
c) Alla luna piena, un rituale all'aperto dovrebbe essere condotto in un
luogo adatto. Questo dovrebbe essere o a
invocazione di gruppo agli Dei Oscuri (vedi il capitolo XVI) o un altro
rituale cerimoniale (per esempio, il
Il rito della morte potrebbe essere scelto a causa della richiesta di un
membro).
Puoi scegliere di tenere il sunedrion alcuni giorni prima di questo, o
combinare il sunedrion con questo rituale,
a seconda del numero di membri e del loro impegno. Ciò che è
importante è stabilire un modello
di incontri e rituali.
Insegnamento:
Un altro scopo del Tempio dovrebbe essere l'insegnamento.
Dovresti provare a organizzare sessioni regolari con
membri interessati - il momento migliore è dopo il sunedrion e il suo
rituale associato (se esiste), il migliore ha
durata delle sessioni intorno ai tre quarti d'ora. Durante queste
sessioni puoi spiegare
del sistema settenario, del gioco stellare, dei tarocchi satanici e così
via. (Tutti questi e altri argomenti di
satanismo esoterico è coperto in NAOS). Quindi, potresti organizzare il
seguente programma a lui tenuto
nelle sessioni successive:
i) Introduzione al sistema settenario - Albero del Wyrd, sfere,
corrispondenze.
ii) Ulteriori corrispondenze, comprese le immagini dei Tarocchi
associate alle sfere.
iii) Percorsi e le loro "forme demoniache". Invocazione ecc.
iv) Rituali ermetici
v) Introduzione allo Star Game
vi) I tarocchi satanisti - divinazione ecc.
Daligon
vii) Canto esoterico - pratica ecc.
viii) Pratica di giocare allo Star Game.
Se si desidera seguire il sistema settenario sinistro, potresti metterti
un adatto
compito fisico, ottenere questo, quindi intraprendere il rituale di
grado dell'Adepto esterno. Dopo questo, potresti
iniziare a insegnare magia interiore agli altri, facendoli lavorare con i
percorsi e le sfere, ecc
Impostando gli obiettivi.
Guadagnando membri:
Ci sono molti modi per guadagnare membri. Ad esempio, potresti
infiltrarti in gruppi già esistenti
(di entrambi i percorsi della mano sinistra o destra) e cercare chi è
interessato a lavorare con la magia sinistra. Tu potresti
cercare anche di interessare gli amici o gli amici del tuo compagno -
usando l'esca di un'orgia. Qualunque cosa, qualunque
metodo usi, prova a rendere il tuo primo rituale drammatico e
impressionante - potresti decidere di usare un
rituale stabilito come la Messa Nera, o si potrebbe provare il rituale
suggerito di seguito (Primo rituale per un
Choregos). Il "Primo rituale" è inteso principalmente per
impressionare coloro che potrebbero essere nuovi alla magia.
Dovresti provare a creare in anticipo la giusta atmosfera magica,
rendendo il tuo Tempio il più
impressionante possibile. Cerca di essere creativo - per esempio, una
"palla al plasma" in un tempio illuminato a lume di candela è più
impressionante di una noiosa collezione di vecchie ossa e un teschio.
Inoltre, non usare simboli e / o occulti
disegni che tu stesso non ne conosci il significato. Attenersi al
simbolismo del satanismo tradizionale
- cioè, il settenario, evitando di usare il simbolismo stanco, vecchio (e
non autentico) della 'qabala'. No non usare alcun simbolismo da Eoni
vecchi e morti - per esempio egiziano, sumerico - come più pura
la tua magia è, più efficace sarà. Per puro qui si intende seguire una
genuina tradizione esoterica come il settenario. All'inizio è spesso
utile se ti senti parte di un vivere esclusivo una

Daligon
tradizione come quella rappresentata in questo "Libro nero" e "Naos".
Questo aggiunge potenza e carisma sia a te che ai tuoi meccanismi
magici.
Primo rituale:
È importante, prima del rituale, preparare coloro che
parteciperanno. Dovrebbe essere detto loro
che durante il rituale devono rimanere in silenzio e non muoversi.
Devono essere all'oscuro dei dettagli del rituale:
solo che è una invocazione satanica, e non devono vedere il Tempio
prima. Per aumentare la loro
aspettativa, puoi organizzarti per incontrarli a una certa distanza dal
Tempio stesso. Sono allora
bendati e portati al Tempio, e poi iniziare immediatamente la
cerimonia rituale. (Questo vale anche per i nuovi
membri di un tempio stabilito).
Sia tu che il tuo compagno (Sacerdotessa / Sacerdote) e tutti gli altri
coinvolti dovreste praticare il vostro ruolo in anticipo - familiarità con
le parole, i gesti e così via.
Obiettivo: Lo scopo del rituale è di produrre l'energia magica con
mezzi essenzialmente ermetici
per impressionare i 'novizi' che sono presenti.
Impostazione: di solito un tempio al coperto. Candele nere che
forniscono l'unica luce. Incenso (nocciolo) da bruciare alcune
ore prima del rituale. La musica da un sistema adeguatamente
nascosto dovrebbe essere suonata durante il rituale: scegliere
qualcosa di "demoniaco" che inizia lentamente e gradualmente si
trasforma in un climax.
Partecipanti: Choregos e compagno (Sacerdotessa e Sacerdote)
Il rito:
La congregazione è condotta nel Tempio. La Sacerdotessa (o
Choregos se donna) dovrebbe indossare abbigliamento sessualmente
rivelatore. La musica è iniziata dai Choregos che passano davanti alla
congregazione fissando loro e dicendo "Agios 0 Satanas".
I Choregos e / o il Sacerdote vibrano poi "Agios o Satanas" tre volte
dopo di che la Sacerdotessa
bacia ogni membro della congregazione, sfregando le mani sui genitali
degli uomini mentre lo fa.

Daligon
In seguito, il sacerdote Choregos dichiara "Invocazione a Baphomet"
mentre la Sacerdotessa visualizza
l'energia magica sinistra venire ed entrare nella congregazione.
Inizia quindi una lenta e sensuale danza alla musica mentre il
Choregos / Sacerdote canta il Dies Irae
seguito dall'invocazione a Baphomet. Continua a cantare l 'Agios o
Satanas mentre
la musica crea un climax. Mentre canta questo, passa dietro alla
congregazione.
La Sacerdotessa durante la danza dovrebbe continuare con la
visualizzazione.
Mentre sono ancora dietro la congregazione, il Choregos / Sacerdote
dice ad alta voce: "Tu sei tutto suo, ora! abbiamo
parole per legare la tua anima a noi! '
La Sacerdotessa smette di ballare, canta "Agios o Satanas" e poi
spegne le candele. Lei allora
visualizza una forma sinistra / demoniaca che entra nel Tempio vicino
all'altare (questa forma può essere uno dei
"demoni" sui percorsi settenari - ad es. Shugara). Durante questo, i
Choregos / Sacerdote dovrebbero cantare il nome
dell'entità scelta (ad esempio "Agios o Shugara 'Agios o Shugara!").
Non aspettarti in questa fase un elemento visivo di
manifestazione che si materializza, sebbene ciò possa anche accadere
se le energie sono pronunciate e / o una delle persone
della congregazione è dotata psichicamente. Lo scopo ad ogni modo è
quello di influenzare il subconscio della congregazione.
Dopo questo, dovrebbe esserci silenzio per alcuni minuti (la musica è
finita). La Sacerdotessa poi dice
'È finita' e il Choregos / Sacerdote conduce la congregazione dal
Tempio.
Nota: uno dei migliori mezzi è che i Choregos / Sacerdote utilizzino
un tabor o un piccolo tamburo a mano
accompagnare il rituale e la danza, invece della musica registrata.
Gradi di Tempio:
I membri del tempio possono essere nominati nelle seguenti
posizioni: Guardiano del Tempio, Altare Fratello
(o Sorella), Thurifer, Custode dei Libri.

Daligon
Il Thurifer è responsabile nel mantenere il Tempio incensato
durante e prima di un rituale: questo potrebbe essere fatto
usando un thurifer o un bruciatore di incenso statico. Il fratello /
sorella dell'altare ha il compito di assicurare il
Tempio essere pronto per il rituale: le candele accese, l'incenso pronto
e così via. Il Custode dei libri è
responsabile di garantire la sicurezza del Libro Nero e di altri libri e
manoscritti del Tempio,
come assicurarsi che il Libro e / o le carte dell'altare siano pronti per
un rituale.
Inoltre i Choregos possono nominare qualsiasi membro come
sacerdote o sacerdotessa per uno specifico rituale
o per un anno e un giorno. Un Sacerdote, quando officia nei rituali del
Tempio, indossa un medaglione con cui è scritto
o un pentagramma invertito o un septagono invertito; una
Sacerdotessa indossa una collana d'ambra e può anche optare di
indossare una catenina d'argento alla caviglia.
Il segno di un Choregos è, per gli uomini, un semplice anello nero
indossato sulla mano sinistra. I membri del tempio possono
indossare, per gli uomini, un anello con quarzo e indossato sulla mano
sinistra e, per le donne, una collana di quarzo.

XVI
Invocazione agli Dèi Oscuri
Per aprire una porta stellare e restituire gli dèi oscuri al nostro
universo causale, è stato creato un tetraedro di cristallo;
è richiesto il quarzo. Questo dovrebbe essere il più grande possibile e
fatto da una forma naturale da un esperto operatore.
Il rito del richiamo esiste in due versioni: il primo è adatto a due o
più individui e
implica la magia di base; il secondo richiede una preparazione
dettagliata e cantori addestrati ad uno standard elevato di
canto esoterico. La seconda versione è più potente, ma l'invocazione
regolare usando il primo metodo ha
lo stesso effetto.
I.
I partecipanti per la prima versione sono Sacerdotessa e Sacerdote,
insieme a qualsiasi altro numero di
Daligon
Iniziati forniti maschi e femmine sono presenti in numero uguale. La
convocazione può, tuttavia, assumere
posto senza questi Iniziati, cioè con solo la Sacerdotessa e il sacerdote
presenti.
Il rito inizia la notte della luna nuova con Saturno in aumento se solo
il Sacerdote e la Sacerdotessa sono pesenti, altrimenti è intrapreso
nella notte della luna piena. Se possibile, il rito dovrebbe essere
condotto
su una collina isolata e il Sacerdote e la Sacerdotessa dovrebbero
essere entrambi nudi. La congregazione dovrebbe indossare
vesti nere. Le candele nelle lanterne dovrebbero essere posizionate
per delimitare un grande cerchio sul terreno.
La chiamata inizia con il Sacerdote che vibra sette volte la frase
"Nythra kthunae Atazoth" mentre
la Sacerdotessa tiene tra le mani il tetraedro, con i palmi rivolti verso
l'alto. Quando la vibrazione è completa, il Sacerdote
mette le mani sul tetraedro ed entrambi vibrano "Binan ath ga wath"
fino a che il rituale non è completo.
Dopo la vibrazione, la Sacerdotessa - che ancora tiene il cristallo -
dovrebbe giacere a terra, la sua testa a Nord,
il Sacerdote la eccita con la sua lingua, quindi inizia l'unione sessuale,
con la visualizzazione della Porta Stellare in
apertura e la forma primordiale di Atazoth che esce. Atazoth può
essere visualizzato come un nebuloso scuro
caos - una stringa nel tessuto di uno spazio costellato di stelle che si
trasforma in un'entità drago / simile a Dagon.
Dopo il suo culmine sessuale, la Sacerdotessa seppellisce il cristallo
nella terra della collina. Quando questo è fatto,
lei vibra sul posto 'Aperiatur terra, et germinet CAOS!' Quindi segnala
alla congregazione
che smette di cantare. Tutti i partecipanti quindi partono dalla collina.
Nota: il tetraedro dovrebbe essere ben sepolto in un punto preparato
dal Sacerdote e dalla Sacerdotessa prima del rito.
Se la chiamata viene ripetuta, il rito inizia con la Sacerdotessa che
dissotterra il tetraedro. Dovrebbe essere
pulito prima dell'inizio del rituale - e deve essere seppellito senza
alcuna copertura.
II.
Daligon
La seconda versione coinvolge almeno otto persone tra cui Cantore
(i) e Sacerdote e Sacerdotessa. Maschio
e femmina dovrebbero essere presenti in numero uguale. Il rito si
svolge su o attorno all'equinozio d'autunno
o il solstizio d'inverno. Il posto migliore è una collina isolata.
Secondo la tradizione, il momento migliore per invocare è quando
(equinozio d'autunno) Venere tramonta dopo il sole e
la luna stessa è molto vicina alla stella Dabih; o quando (solstizio
d'inverno) Giove e Saturno sono vicini alla
luna che sta diventando nuova, il tempo prima dell'alba. Il primo è
associato al Dabih "Star Gate",
il secondo con Algol. Il posto più efficace è magicamente la cima di una
roccia pre-cambriana che giace
tra una linea di intrusione vulcanica e una di un'altra roccia. La cima
della collina dovrebbe avere una linea di
granaio cambriano che lo attraversa - questa descrizione che permette
ai luoghi consacrati, in questo paese, di essere
trovati.
Il cristallo dovrebbe essere posto su un foglio di mica su un frontone
di quercia. Il rito inizia con i
Cantori che vibrano in Mi minore "Nythra kthunae Atazoth" mentre
almeno sei della congregazione ballano nel
sorgere della luna attorno al cristallo, Cantori, Sacerdotessa e
Sacerdote. Questa danza è lenta e gradualmente aumenta
velocità, i partecipanti cantano "Binan ath ga wath am" mentre
ballano.
I Cantori vibrano la loro frase sette volte alla fine della quale la
Sacerdotessa pone le sue mani sul
tetraedro. I Cantori (se ce n'è solo uno, il prete agisce come cantore),
allora canta secondo Canto Esoterico
- cioè, in quarti - il Diabolus. La Sacerdotessa visualizza l'apertura
dello Star Gate.
Dopo il Diabolus, la sacerdotessa e il sacerdote vibrano "Binan ath
ga wath" una quinta parte (o una quinta e
un'ottava) mentre i Cantori vibrano la stessa frase anche a una quinta
parte. (Se è presente solo un Cantore, lui
vibra Atazoth in Mi minore). Dopo questa vibrazione e su un segnale
della Sacerdotessa, la congregazione
Daligon
inizia un rito orgiastico, durante il quale la Sacerdotessa continua con
la visualizzazione e con i Cantori
il "Binan ..." canta un quinto in disparte. Il sacerdote può visualizzare
l'energia orgiastica della congregazione in una
forza magica che spalanca la Porta della Stella, permettendo agli Dei
Oscuri di ritornare sulla Terra.
Il Sacerdote e la Sacerdotessa possono quindi visualizzare le energie
caotiche come disperse sulla Terra.
Tuttavia, se il rituale viene eseguito correttamente, gli Dei Oscuri
possono manifestarsi. Se ciò si verifica,
tutti i partecipanti dovrebbero esultare.
Nota: questa seconda versione può essere combinata con la Cerimonia
di Richiamo - e la Sacrificale
Conclusione intrapresa secondo la tradizione. L'invocazione agli Dei
Oscuri inizia dopo il sacrificio
con il Cantore che vibra 'Nythra ...' come sopra, mentre la Mistress
unge i partecipanti con il Rosso
Elisir. Per questo rituale combinato, la Signora nella "Cerimonia"
assume il ruolo di "Sacerdotessa" nell'
invocazione: il Maestro quello del Sacerdote. Questo rituale combinato
è giustamente vietato, perché è il più
rituale sinistro che esiste, le sue prestazioni in realtà richiamano sulla
Terra in forma fisica gli Dei Oscuri loro stessi.

Daligon
APPENDICE

I
Una benedizione satanica
Vibrare quanto segue verso la persona o l'area:
Agios ischyros Baphomet!

Dopo, e con la mano sinistra, estendendo l'indice, costruisci nell'aria


un pentagramma invertito,
iniziando dall'angolo destro, quindi:

Fallo in un movimento ininterrotto, continuo. Quando è completo,


colpisci l'area del cuore con la mano destra, dicendo:
Agios Athanatos!
La benedizione è quindi completa.

Daligon
II
Il Credo Sinistro

1. Satana in particolare e gli Dei Oscuri in generale sono un mezzo per


l'autorealizzazione e l'auto-comprensione.
2. Solo viaggiando attraverso l'oscurità dentro di noi possiamo
raggiungere l'auto-divinità e
quindi adempiere le potenzialità della nostra esistenza.
3. I nostri riti, cerimonie e pratiche sono tutti elementi che affermano
la vita e ci mostrano l'estasi dell'esistenza
e l'auto-superamento del vero Adepto.
4. Siamo temuti perché sfidiamo e cerchiamo di conoscere e quindi
comprendere. Ci rallegriamo di vivere: in tutti
i suoi piaceri ma soprattutto le sue possibilità. Estendiamo così le
frontiere dell'evoluzione
mentre altri dormono o piangono.
5. Detestiamo tutto ciò che snerva e preferirei morire piuttosto che
sottomettersi a qualcuno o qualcosa - questo orgoglio lo è
l'orgoglio di Satana, e Satana è un simbolo della nostra sfida e un
segno della nostra energia che aumenta la vita.
Gli altri vedono il nostro modo di vivere e il nostro modo di morire e
hanno paura.
6. Quando odiamo odiamo apertamente e con arroganza, e quando
amiamo, amiamo con passione,
abbinare questa arroganza: sempre attento a non amare mai nessuno
così tanto che non possiamo veder morire,
perché la morte è un naturale cambiamento di energie.
7. Ci prepariamo - attraverso la nostra magia e il nostro modo di
vivere - per l'Era del Fuoco (l'Eone degli Dèi Oscuri) che deve venire,
quando pochi elitisti raggiungeranno le stelle e le galassie e le nuove
sfide che porteranno.
8. La nostra strada è difficile e pericolosa ed è per i pochi che possono
davvero sfidare la matrice delle illusioni -di "buono" e "cattivo" - che
soffocano le potenzialità del nostro essere.
9. Ciò che non ci uccide, ci rende più forti.
Daligon
III
Iniziare nomi
a) Alcuni suggerimenti, basati su nomi tradizionalmente usati nei
sinistri Templi:
Uomo: Oger, Hacon, Serell, Noctulius, Athor, Engar, Aulwynd, Algar,
Suevis, Angar, Wulsin, Gord,
Ranulf
Femmina: Sirida, Eulalia, Lianna, Aesoth, Richenda, Edonia, Annia,
Liben, Estrild, Selann
b) Contrattare e / o trasporre il proprio nome per formare un altro;
per esempio, 'Conrad Robury' dà Cabur, Nocra e così via.
c) Trova un demone con il quale senti un'affinità particolare e usa
quel nome, sia come è o contratto /recepita.
d) Costruisci il tuo nome da una frase o canto satanico - per esempio,
'Quinvex' può essere derivato dal
'Quando Vindex' del Diabolus.
Ciò che è importante su tutto quanto sopra è che ti senti "attratto" da
un particolare nome o frase.
Qualunque sia il metodo utilizzato, il nome o la frase dovrebbe
derivare dal satanismo tradizionale (come spiegato in
questo libro) e per questo motivo i nomi / demoni derivanti da altre
tradizioni non dovrebbero essere usati.

Daligon
Daligon
Dèi Oscuri

Daligon
La luna si avvolge
Intorno al Dio selvaggio;
Impalato su un trono
Mentre gira la ruota dei teschi.
La signora ingioiellata
La vecchia ...
Inverno nel bosco più selvaggio.

Daligon
Una linea di canali fiancheggiata
Di grifoni bianchi.
Un vortice di spazio grigio senza stelle.
Il calice versa il suo
Sangue bianco
E la luce del Mandriano splende
Nella camera della Sfinge.

Daligon
Una rana rivela teste umane
Dentro la sua bocca
Campi bianchi solcati
Alberi bianchi e carichi di neve -
La sua faccia, presa dalla Luna;
I suoi occhi vengono a sapere
Lo stagno,
Prendi la scala a chiocciola
alla stanza blu ...

Daligon
Il rubino è la password
Lei della veste bianca
Cavalca il cavallo trasparente
La fanciulla si chiude.

Daligon
La terra che sanguina
Dalle gole degli sciocchi,
nei ruscelli
Dal cancello

Daligon
Nel deserto rosso
Tre dita e un teschio
Sono posati su pelliccia
Le pietre di un cerchio
Vai alle rane
Lo scheletro di un bambino
La nascita di un esercito
Un Nexion è aperto

Daligon
Il loro nome ...
Dentro la stanza del Sacrificio:
Fiori bianchi.
Un giardino, secco, di rose morte.
La signora mascherata
Tiene il suo nuovo figlio.

Daligon
Il potere dentro è grande
L'aquila mangia
La sua progenie umana
Musica fredda qui
La donna blu tiene la testa del cavallo mentre la veggente si tesse.

Daligon
Senza testa
L'angelo bianco impalato
Di sette.
Sette campane suonate,
Il corteo da una collina nera
È passato il cottage degli squatter.
Fiamma nera inghiottita
La fiamma nera mangiava il "santo".

Daligon
Autunno -
Un matrimonio sotto la Terra
In Elisir
Si lava le mani
Un'aquila nera
Un palazzo di luce
Lei diventa il serpente
Chi offre la spada
Per recidere il braccio ...

Daligon
In una prigione, un letto di fuoco
Da una sfera esplosa
Farfalle rosse
Con uno sguardo
La guerra è iniziata
Una maschera senza sesso
Nelle caverne del mare.

Daligon
Saffo balla nell'acqua immobile
Catene e rose in blu
Invoca il sole
Ad un arco di fuoco
Lapidi, farfalle
E fiumi di serpenti.

Daligon
La statua blu
I suoi occhi rossi osservano il labirinto
Portatore di saggezza
Il bambino perfetto
E il tetraedro
Bagnando i capelli nella piscina oscura
Successore...

Daligon
Allinea una barca in una piscina nera
Dai suoi passi:
L'ermafrodita,
il corpo è annegato.
Il pianeta di loro
E la prima goccia
In un deserto bianco
In acque limpide
Aktlal Maka.

Daligon
Ora nel deserto,
Un giullare
Saluta il cavallo trasparente
Sulla collina gente d'oro
Diventa fuoco
La neve si scioglie
I volti delle montagne
Il corvo con
La faccia della donna,
Il suo oro genera il sangue ...

Daligon
L'elisir di richiamo
Scorre in acqua pulita
La contrazione della stella oscura La separazione dell'attrattore
La piscina è aperta
Vai più a fondo
Contro tutti gli altri e sempre più oscuri, Richiamare.

Daligon
Le profondità del mare
Un tunnel di coltelli.
C'è un'unione qui
Mentre dirige il Prescelto
Rabbia nell'occhio
Della capra -
Il triangolo d'oro
Sta contro un cielo di fuoco.

Daligon
Due cavalli
Combatti in un cerchio di alberi
(Il sole di notte)
Due angeli
Ridere in una stanza di sacrificio
Due
In una nebbia d'oro
Oltre la porta.

Daligon
Da una montagna di teschi
Alberi blu
Un crepaccio di rose
Due donne camminano;
Il cadavere in un abito da sposa
Non più guide
Quattro cascate invadono la Terra
E i libri diventano cenere ...

Daligon
Un ragazzo storpio
Un tunnel di ossa
Una stella scende in una foresta
I volti vengono rimossi
E si siede nella casa di pietra
Inascoltato.

Daligon
La donna sotto l'acqua
Il tempio dentro
Di paesaggi lacerati dalla guerra, colline nere
Prendi il fulmine e tienilo premuto
Involucro scioccato
Il dono tra le sue braccia ...

*info_descrizioni da Caelethi di Christos Beest*


Daligon
Percorsi Oscuri
delle Sfere Planetarie

1. NOCTULIUS
\ Luna - Mercurio.

2. NYTHRA
\ Luna - Venere.

3. SHUGARA
\ Luna - Marte.

4. SHAITAN
\ Luna Sole.

5. AOSOTH
\ Luna - Giove.

6. AZANIGIN
\ Luna - Saturno.

7. NEKALAH
\ Mercurio - Venere.
Daligon
8. GA WATH AM
\ Mercurio - Sole.

9. BINAN ATH
\ Mercurio - Marte.

10. LIDAGON
\ Mercurio - Giove.

11. ABATU
\ Mercurio - Saturno.

12. KARU SAMSU


\ Venere - Sole.

13. NEMICU
\ Venere - Marte.

14. MACTORON
\ Venere - Giove.

Daligon
15. VELPECULA
\ Venere - Saturno.

16. KTHUNAE
\ Sole - Marte.

17. ATAZOTH
\ Sole - Giove.

18. VINDEX
\ Sole - Saturno.

19. DAVCINA
\ Marte - Giove.

20. SAUROCTONOS
\ Marte - Saturno.

21. NAOS
\ Giove - Saturno.

* Per l’associazione dei Tarocchi Sinistri consultare “Naos”

Daligon
ALFABETO DEGLI OSCURI IMMORTALI

Daligon
II

Daligon
MSS
FARE PETRICHOR

Prendi un po 'di terra asciutta contenente della vita vegetale, macina tutto, mettilo

in una pentola e raccogli abbastanza acqua piovana per sigillare ogni rilascio di

geosmina dal terreno. Rimuovere le piante dopo aver lasciato a bagno per circa 4

ore. Coprire con un coperchio. Far bollire ad alta temperatura per circa

un'ora. Filtrare e raccogliere il compost. Ripetere il processo di caldaia / filtro fino

a quando l'accumulo di compost è sufficiente. Impostare per asciugare su un foglio

sottile. Adesso hai il petrichor. L'ebollizione, il filtraggio e l'essiccazione possono

derivare praticamente da qualsiasi cosa. Inoltre, direi che l'acqua piovana e il

tempo specifico prescritto nel MS non sono assolutamente necessari. L'odore

rinfrescante, il fresco (petrichor) che si ottiene dopo le piogge è l'acidità che rilascia

geosmina può anche essere fatto usando acqua calda. Ci deve essere quello che la

chimica chiama un reagente (o forse il termine è "agente reagente", non sono sicuro

su questo). Il "compost" che sarà l'incenso, tuttavia, non sono le piante sterili che

rimuovi, ma la resina rimasta dall'ebollizione, cioè geosmina concentrata. Quando

lo accendi, la fiamma agisce come reagente e tu produci il petrichor.

*fonte ∆ https://blueeyeddevil999.wordpress.com/category/order-of-nine-angles-2/

Daligon
*La geosmina, che letteralmente si traduce in "odore di terra", è un composto organico con un netto
sapore e aroma di terra.

UNA MEDITAZIONE DEL


SOLE NERO
Lo scopo di questo lavoro è quello di espandere la propria coscienza acausale, in
particolare gli aspetti associati a Saturno e Vindex. Quindi la sua natura e gli effetti
associati sono rivoluzionari, violenti e potenzialmente pericolosi, servono a
risvegliare all'interno di se stessi ciò che può essere definito come coscienza
Vindexiana - una consapevolezza della verità della propria natura come nient'altro
che una fragile, fallibile, mortale nexione ma con un potenziale per essere qualcosa
di molto, molto più grande, se uno osa essere tale; un risveglio del proprio ruolo
unico all'interno della Sinistra Dialettica, uno scioglimento dei propri meschini
desideri e ambizioni per rivelare un Wyrd ben più significativo che unisce ma
trascende l'individualismo e il collettivismo. Sblocca l'anticristo interiore, porta in
armonia con il loro Baeldraca, Vindex , il vendicatore del sangue e il restauratore
dell'umanità per le glorie di un tempo ormai lontano. E, forse più semplicemente,
apre la nexion interiore e quindi espande l'anima in nuove vette, nuove dimensioni,
nuove abilità.
*Inizia sedendo o sdraiandoti comodamente, tenendo un tetraedro di
quarzo. L'ambientazione può essere al chiuso o all'aperto: se all'aperto, una
posizione elementare funziona meglio, se all'interno, una stanza buia con una sola
candela nera brucia meglio. Se scegli di usare l'incenso, vai con il patchouli. Inizia
cantando il Diabolus tre volte, poi Agios Vindex, tutti cantati secondo la
tradizione. Quindi fai vibrare "KAOS" 13 volte mentre visualizzi il sigillo di Vindex:

KAAAAAAAAAAOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOSSSSSSSSSSSSSS

Le vibrazioni inviate in questa invocazione iniziale sono le chiavi per sbloccare la


sfera di Saturno - lo stesso Trono di Vindex - all'interno.
Ora entra in trance profonda, più è profonda meglio è. Stai così rilassato da non
sentire più il tuo corpo. Adesso rivolgi la tua attenzione al tuo plesso
Daligon
solare. Visualizza una sfera nebulosa che inizia ad aprirsi ed espandersi: può
sembrare come desideri. Forse è perfettamente rotonda o forse è tutto increspato e
gorgogliante. Forse ci sono dei viticci che si protendono dal centro. Forse è una
piccola finestra in regni lontani e puoi vedere le stelle sparse su una piccola visuale
di infinito spazio nero. Sta a te decidere come farlo, qualsiasi cosa venga naturale,
qualunque cosa ti piaccia di più, è il modo giusto per farlo.
Sappi che questa sfera nera è il vero centro del tuo essere. È tutto ciò che sei, tutto
ciò che sei stato e tutto ciò che sarai mai, ma è anche l'essenza indivisibile di tutto
ciò che sta al di là di te. È la nexion interiore, la fonte inesauribile di azoth che
detiene la chiave del tuo pieno potenziale, il tuo vero Wyrd cosmico, che è legato
inesorabilmente al Wyrd di ogni altro uomo, donna e bambino. È il segreto
dell'aldilà, il Sé che si trova oltre il sé. È eternamente senza nome, eppure vibra per
sempre con quel canto più arcano: BINAN ATH, GA WATH AM ... BINAN ATH, GA
WATH AM ... BINAN ATH, GA WATH AM ... Il battito del cuore dell'anima risvegliato
da un'ambizione sinistra-numinosa. Ora fai vibrare questo canto lentamente,
profondamente ...

BIIIIIINNNNNAAAAAANNNN AAAAAATTTTTHHHH .......GAAAAAAA


WAAAAAATTTTHHH AAAAMMMMMM ......

Guarda il fuoco: la potenza dentro di me è grande!

Lascia che le vibrazioni riempiano il tuo intero essere. Non smettere di ripetere
questa vibrazione, lascialo continuare per tutta la durata dell'intera meditazione.
La sfera che si è espansa dal tuo plesso solare sta ora iniziando a estendere la sua
portata fuori dal tuo corpo e nello spazio intorno a te. Continua ad espanderlo verso
l'esterno; non hai più alcun senso del tuo corpo fisico, ma sei pienamente
consapevole e senti questa estensione del tuo corpo spirituale. Senti l'energia
acausale che fluisce dal tuo plesso solare e riempie il tuo intero essere e tutto ciò
che ti circonda. Quanto puoi rendere grande questa oscura e nebulosa nuvola di
anume oscuro? Puoi riempire una stanza? Che ne dici di un intero
edificio? Continua ad andare avanti, non fermarti fino a quando non senti che è
finito e sei andato quanto necessario. Esercitatevi regolarmente finché non sarete
in grado di coprire un intero campo di calcio con questa sfera di energia, quindi
continuate a praticarla ancora di più. Quando hai finito LENTAMENTE comincia ad
allontanarti dalla trance e riprendi il terreno con qualsiasi mezzo tu ritenga
opportuno. Siediti ed esulta nelle energie sollevate per almeno 15 minuti.

E un'ultima parola: io sono Vindex; tu sei Vindex; siamo tutti Vindex, se osiamo
essere ...

Daligon
*fonte https://blueeyeddevil999.wordpress.com/2014/06/25/black-sun-
meditation/

Traduzione di
Daligon

Daligon
“il mago” un disegno di Daligon

Daligon
Daligon