Sei sulla pagina 1di 9

Baphomantis Luciferian/Satanic Mass

Per uno o due praticanti supervisionati da un Sommo


Sacerdote e / o Sacerdotessa.

Strumenti necessari:

Incenso (preferibilmente nocciolo)


Calice
Vino (o altro spirito)
2 patene (piccoli piatti di terracotta)
2 ostie - uno consacrato (che rappresenta Yeshua),
uno sconsacrato (che rappresenta
Lucifero) - fatto di pane, cracker, ecc.
Athame (pugnale, coltello, spada, ecc.)
1 candela bianca (destra dell'altare)
1 candela nera (a sinistra dell'altare)
Altare
Brocca d'acqua
Grande ciotola con una spolverata di terriccio
di cimitero

Per essere officiato il rituale, di sera, preferibilmente


su una luna nuova quando la notte è più buia. Può
anche essere praticato in qualsiasi festa satanica.
Deve essere eseguito da skyclad (nudo), vestito di
nero, o solo una tunica nera, ma devi essere scalzo.

"Il praticante 1 inizia camminando attorno all'altare


(preferibilmente per 3 volte) mentre recita il canto
di Sanctus Satanas.

“Sanctus Satanas Sanctus, Dominus Diabolus


Saboath, Satanas- Venire!, Satanas- Venire!, Ave
Satanas, Ave Satanas, Tui Sunt Caeli, Tua Est
Terra, Ave Satanas!”

Dopo di che ripete le seguenti tre volte in


ciascuna direzione, iniziando da NORD, EST,SUD
e finendo ad OVEST.

“LUCIFER + OUYAR + CHAMERON + ALISEON


+ MANDOUSIN + PREMY + ORIET + NAYDRUS
+ ESMONY + EPARINESONT + ESTIOT +
DUMMOSON + DANOCHAR + CASMIEL + HAYRAS
+ FABELLERONTHON + SODIRNO + PEATHAM +
Venite Lucifer + Amen"
"Vieni Lucifero a testimoniare questo rito di
dedizione a Te",
"Veni, Omnipotens Aeternae diabolus!”

Usando l' athame (o il loro indice sinistro), Praticante


2 disegna un pentagramma invertito nell'aria davanti
al tuo altare. Cominciando dalla punta centrale destra
e finendo il segno in un movimento continuato,come
fanno, dicono:

"Benedico questo altare nel nome di Lucifero


e Satana.
E dedico questo rito a te oh infernale Signore della
Terra, Colui che mi dà gioia.
Che le benedizioni dell'oscurità siano con
noi questa notte!
Scenderò agli altari dell'inferno. "

Dopo di che il Praticante 1 dice:

"Ti chiamo oh Signore Potente LUCIFERO a


testimoniare questo rito!
Invoco i demoni e le legioni degli Abissi a
testimoniare questo rito!
Invito gli Dei Oscuri a testimoniare questo rito! "

Sacerdote: "Sono davanti al Signore potente


della terra!
Io proclamo che Satana -Lucifero governa la Terra!
Io ratifico e rinnovo la mia promessa di riconoscerlo
e onorarlo in tutte le cose, senza riserve, desiderando
la sua multiforme assistenza nel completamento
con successo dei miei sforzi e nella realizzazione
dei miei desideri. "

Tutti: "Il Padre nostro che fu nei cieli è santificato il


tuo nome. In cielo come in Terra. Dacci oggi la nostra
estasi e consenti a tutti le tentazioni della carne,
poiché noi siamo il tuo regno per eoni ed eoni! "

Sacerdote: "A SATANA, datore di giovinezza e felicità!


Possa il Signore della terra, Re del mondo Concederci
i nostri desideri!

Ascoltaci. "Credo in una legge che trionfa su tutto.


Credo in un tempio, il nostro tempio di Signore
Lucifero e in una parola, quella dell' estasi. Rendo lode
a Lucifero e attendo con ansia il suo regno ultimo e
i piaceri che verranno.

Veni, Omnipotens Aeternae Diabolus!

Portatore dell'Illuminazione, ti saluto. Chi ci fa


cercare la conoscenza proibita e trova la vera
luce nelle Tenebre. "

Il partecipante 2 immerge il suo athame (o l'indice


sinistro) nel vino del calice, quindi disegna un
pentagramma invertito nell'aria. Come lui / lei
fa così, lui / lei dice:
"Beati i forti perché erediteranno la terra!
Beati gli orgogliosi perché genereranno dei!
Lascia che gli umili e i miti muoiano nella loro miseria!
Ave, nostro Padre e Signore della Terra! "

Il Sacerdote recupera la patena con l'ostia


sconsacrata in essa e la offre ad entrambi i Praticanti,
che dovrebbero stare davanti al Sacerdote.

Entrambi dicono:
"Sanctissimi Corporis Satanas,
Accetta quest'ostia, Signore Lucifero, che io, il
tuo degno servitore, ti offro. Possa guadagnare
forza attraverso Te e conoscenza per servirTi
meglio! Così sia!"

Il Sacerdote spezza un pezzo dell'ostia e la serve a


ogni praticante uno per uno.

Il sacerdote sostituisce la patena sull'altare e


recupera il calice. I praticanti dovrebbero rimanere
in piedi sul posto.

Sacerdote: "Offro il calice del desiderio che possa


sorgere alla vista della Tua maestà per il mio uso e
gratificazione e per essere gradito a Te.
A SATANA, donatore di giovinezza e felicità! "

Il prete serve un piccolo sorso del calice a ciascun


praticante uno per uno.

Il sacerdote sostituisce il calice sull'altare, poi


accende l'incenso, dicendo:
"Possa questo incenso alzarsi davanti a te,
Infernale Signore e possa la tua benedizione
discendere su di me."

Il prete recupera la brocca d'acqua e versa acqua


delicatamente nella ciotola contenente la polvere
del cimitero, dicendo:
"Caino vagò per il deserto di Nodd. Mentre Caino
si avvicinava alla morte dal calore del deserto, il
terreno si aprì e l'acqua salì. E Caino ne condivise
la sua dolcezza. Nel nome di Lucifero ti benedico
con le acque della vita! "

Per questa parte del rituale, il sacerdote si trova


a sinistra dell'altare. Ciascuno dei praticanti si
avvicina all'altare uno alla volta in fila . Immergono il
dito nel calice, disegnano il pentagramma invertito
sulla fronte, poi si inginocchiano davanti all'altare
e recitano un'invocazione. L'invocazione varia a
seconda del genere del praticante.

Se il praticante si identifica come donna:

"Io attraverso te ho acquisito conoscenza e forza.


Io sono la tua volontà manifesta nella carne della
donna. Accettami LUCIFERO, come tua, come ti do
il mio corpo e il mio amore immortale. Accettami
ora e per sempre, come tua, sangue del tuo stesso
sangue, carne della tua stessa carne, eternamente
come tua figlia.

Veni, Omnipotens Aeternae Diabolus, Hail LUCIFER! "

Se il praticante si identifica come maschio:

"Io attraverso te ho acquisito conoscenza e forza. Io


sono la tua volontà manifesta nella carne dell'uomo.
Accettami LUCIFERO, come tuo, come ti do il mio
corpo e il mio amore immortale. Accettami ora
e per sempre, come tuo, sangue del tuo stesso
sangue, carne della tua stessa carne, eternamente
come tuo figlio.

Veni, Omnipotens Aeternae Diabolus, Hail LUCIFER! "

Dopo che entrambi i praticanti si sono benedetti,


entrambi si inginocchiano davanti all'altare
fianco a fianco.

Il sacerdote recupera la patena con l'ostia consacrata


al Nazareno e la presenta ai praticanti.

"Guarda il corpo di Yeshua, il deceduto. Ti invoco


in questo pane. Tu che vieni ad asservire la razza
dell'uomo. Sei stato mandato da Colui che si chiama
Dio, per rafforzare le catene della schiavitù. Ti invoco
per spezzare le catene della schiavitù e accendere i
fuochi della libertà. Sì, hai guadagnato molti seguaci
e pecore del tuo ovile, ma ora la situazione sta
cambiando e il tuo gregge sta imparando la verità. Nel
nome di Lucifero, i Demoni e le Legioni. Ti condanno
all'Abisso e liberare le anime di tutto ciò che hai preso.

Questo pane è il tuo sudiciume che solo le tue


pecore mangeranno! "

Il Sacerdote (attenti!) Tiene l'ostia consacrata sul


fuoco della candela nera, dicendo:
"Per il fuoco di Lucifero, lascia che l'ignoranza
sia eliminata."

Il prete che sta dietro i due praticanti inginocchiati e,


di fronte all'altare, si inginocchia dicendo:
"Abbiamo guadagnato le benedizioni di nostro
Signore Lucifero!
Possa la Sua protezione e la Sua grazia essere con
noi nei nostri sforzi ".

Il sacerdote sorge.
"Questo rito è alla fine. Ci alzeremo in piedi
alti e orgogliosi nella nostra libertà. Sii con noi
mentre partiamo. "

Tutti sorgono

Tutti: "Salve Lucifero!


Ave, Satana! "

Se hai un'offerta, ora è il momento di lasciarla


sull'altare come omaggio a Signore Lucifero.
Un omaggio di lussuria è appropriato anche in
questo momento. "

Ultima modifica: 12:36