Sei sulla pagina 1di 3

Filologia germanica Vaciago Lezione 21 (prima parte )

(v. 110-125 - pag 233)

Ond he swa ws hine getrymmende mid heofonlecan wegneste ond him ores lifes
ingong gegearwode. a gyt he frgn hu neah re tide wre tte a broor arisan
scolden ond Godes lof rran ond heora uhtsong singan. a ondswaredon heo: "Nis hit
feor to on." Cw he: "Teala: wuton we wel re tide bidan." Ond a him gebd ond
hine gesegnode mid Cristes rodetacne ond his heafod onhylde to am bolstre ond
medmicel fc onslepte, ond swa mid stilnesse his lif geendade.

Ond swa ws geworden, tte swa swa he hluttre mode ond bilwitre ond smyltre
wilsumnesse Drihtne eode, t he eac swylce swa smylte deae middangeard ws
forltende ond to his gesihe becwom. Ond seo tunge e swa monig halwende word in
s Scyppendes lof gesette, he a swelce eac a tmstan word in his herenisse, hine
seolfne segniende ond his gast in his honda bebeodende, betynde. Eac swelce t is
gesegen t he wre gewis his seolfes forfore of m e we nu secgan hyrdon.

TRADUZIONE

E cos (Caedmon) si fortific (oppure: fortificava se stesso) con il viatico celeste


(comunione) e per se stesso prepar lingresso nellaltra vita. Poi ancora egli chiese
quanto vicino fosse al tempo che i fratelli dovevano alzarsi e innalzare la lode di Dio e
cantare il canto mattutino (oppure: le lodi del mattino). Allora risposero essi: Non
esso lontano a ci (in pratica: non manca molto). Disse lui: Bene: aspettiamo bene
quel tempo. E allora egli preg per se e si segn con il segno della croce di Cristo e
pose la sua testa sul cuscino e per un breve periodo dorm e cos in pace, termin la
sua vita. E cos avvenne (letteralmente: fu divenuto che) che, cos come egli con animo
puro e con devozione innocente e serena serv il Signore, (avvenne) che egli anche
ugualmente cos con morte serena lasci (letteralmente: fu lasciante) la terra e giunse
alla sua visione. E la lingua che aveva ordinato (oppure: disposto) cos tante parole
salutari (oppure: salvifiche) in lode del Creatore, (egli) allora, ugualmente anche le
ultime parole in suo onore, segnandosi (segnando se stesso), e raccomandando la sua
anima nelle sue mani (ossia: le mani del Creatore), concluse.
Anche ugualmente ci visto (oppure: si riscontra anche questo), che egli era conscio
della propria morte di cui noi ora abbiamo udito raccontare.

Getrymmende = part. pres. (ge)trymman: fortificare per la t e la geminata


debole I classa che si forma sullagg. trum. Luso del part. pres. nellanglosassone non
indica necessariamente unazione continua.
y = strumentale
Heofonlecan = gen. sing. neutro agg heofonlic: celeste
Wegneste = (n) viatico (in generale un mezzo di sostentamento): strumentale da
wegnest (in questo caso C. prende il viatico prima di morire)
Ingong = (m) entrata/ingresso acc. sing.
Ores: gen. sing. neut. nellaltra (in questo contesto unaltra vita dopo la morte) lifes
= gen. sing. da lif (n) = vita
Gegearwode = passato verbo debole II classe gegearwian = preparare
Frgn = chiese frignan = chiedere
Hu = quanto (int. indiretta) Neah = agg: vicino
tte = che (cos che)
Broor = forma del sing. e pl. sono uguali! i fratelli
Rran = innalzare
Lof = (n) lode acc. sing.
Uhtsong = (m) canto mattutina acc. sing.
Nis = ne + is = non (forma contratta del verbo)
Feor = agg. lontano nom. sing. n.
Wuton = 1 pers. pl. congiuntivo passato. Forma utilizzata per introdurre
unesortazione (da witan: aspettare ) wuton + inf (bidan) = usato per introdurre
unesortazione
Teala = bene (avv.) interiez.
Gebd = preg biddan = pregare verbo forte che ha la particolarit di avere il
presente che morfologicamente assomiglia a un presente debole. Al presente avviene
la metafonia e la geminazione e al passato un verbo forte di V classe.
Gesegnode = segnian (prestito dal latino signum = segno --- segnale)
Rodetacne = dat. sing. rodetacn (n) = segno della croce tacn = segno rod = croce
Cristes = gen. sing. di Cristo Crist (Cristo)
Onhylde = passato di onhyldan = verbo forte posare
Heafod = (n) acc. sing. testa
Bolstre = dat. sing. sul cuscino bolster (n)
Medmicel = breve faec = periodo
Onslepte= passato debole di onslepan
Stilnesse = dat. sing. in pace stilbnes (f) pace
Geendade = passato di (ge)endian = finire concludere (end)
Geworden = part. passato verbo forte (finisce in en) liquida + consonante = III
classe weoran = inf. presente
Swaswa = cos come
Mode = dat. sing. con spirito
Hluttre = puro hluttor = agg. = puro tt 2 consonanti = sillaba pesante quando si
declina lagg. scompare la sillaba mediana.
Wilsumnesse = (f) devozione dat. sing. con devozione
Bilwitre = agg. con innocente bilewit = agg.
Smyltre = dat. sing. femm. smylte = serena
eode = passato di eowan = servire eow = servo
Eac swylce swa = anche ugualmente cos
dea m morte deae = dat. sing. con morte
ws forltende = lett: fu lasciante (= lasci) part. pres. + essere forltan = lasciare
middangeard = acc. sing. la terra
becwoman = passato becuman = venire/raggiungere
gesihe = dat. sing. gesih = visione (f) giunse alla sua visione = quando vuole
arriva alla visione della vita dopo la morte lobiettivo massimo
tunge = (f) nom. la lingua (In questa frase, in latino era presente un ablativo che il
traduttore sbagliando interpreta come un nominativo infatti poi c anche un cambio
di soggetto .. la lingua e poi egli (Cedmon))
halwende = agg. salvifiche/salutari
lof = (n) lode
gesette = passato (ha composto i versi in lode del Creatore) gesettan =
comporre/disporre ( disporre in versi in questo contesto)
ytmstan = agg. che significa ultimo utmost = (ingl) ultimo/estremo
herenisse = in suo onore .. herenes (f) onore
seolfne = acc. sing. masch.
beodan = raccomandare
gast = anima acc. sing.
betynde = concluse betynan
honda = dat. sing. nelle mani hand = mano
gesegen = visto part di seon = vedere
gewis = conscio/consapevole nom. sing. masch. (prevedeva la morte)
we = noi
nu = now ora
hyrdon = abbiamo udito
segcan = raccontare ---> uno dei 4 verbi che rientrano nella III classe dei verbi deboli!