Sei sulla pagina 1di 7

PONTIFICIA FACOLTA TEOLOGICA

DELLITALIA MERIDIONALE

ISTITUTO SUPERIORE
DI SCIENZE RELIGIOSE

Mons. Giuseppe Vairo

TESARIO

POTENZA, Via R. Acerenza, 37. Tel/Fax 0971411300 email issrpz@libero.it

1
AREA BIBLICA
1. Conoscenza di insieme della Costituzione Dogmatica Dei Verbum con particolare
attenzione ai temi dellispirazione, del canone e della verit biblica.

2. Generi letterari. Che cosa un genere letterario? Che cosa il Sitz im Leben di un genere
letterario? Quali sono i principali generi letterari utilizzati allinterno della Bibbia Ebraica
in generale e dei Salmi in particolare?

3. Teoria delle fonti J E D P. Principali criteri di identificazione ed ipotesi di collocazione


storica per ogni fonte. Le grandi sezioni e argomenti del Pentateuco. I tre grandi codici
legislativi del Pentateuco (codice dellalleanza, legge di santit, codice deuteronomico).
Dove si trovano? Quali sono le caratteristiche principali di ciascuno? I problemi
dellutilizzazione dellAntico Testamento come fonte per lo studio della storia dIsraele.
LAT o non un libro di storia o storiografia nel senso moderno della parola?
Perch?

4. Profeti pre-esilici: Amos, Osea, Isaia, Geremia. Conoscenza generale del quadro storico
della loro predicazione. Le grandi sezioni e temi dei libri a loro attribuiti. I profeti esilici e
post-esilici: Ezechiele, Isaia 40-66, Gioele, Zaccaria. Conoscenza generale del quadro
storico della loro predicazione. Le grandi linee del contenuto dei libri a loro attribuiti.

5. I libri sapienziali. Quali sono? Quali sono le domande e le preoccupazioni fondamentali di


questi libri?

6. I principali generi letterari del NT. Datazione degli scritti del NT. Significato degli
aggettivi seguenti: apocrifo, autentico, pseudoepigrafo. Esempi. Cosa uno scritto
canonico? Dare il nome di uno scritto non canonico della letteratura cristiana antica.

7. Che significa la questione sinottica? Quali sono le principali soluzioni proposte? Cosa si
intende per teoria delle due fonti? Elencare alcuni dei principali tratti letterari
(strutture) e teologici (cristologia, ecclesiologia, escatologia e morale) dei Sinottici. Scopo e
messaggio del libro degli Atti.

8. Segnalare alcuni dei principali accenti teologici delle seguenti lettere di San Paolo: 1Tes,
1Cor, 2Cor, Gal, Rm, Fil. Quali sono le lettere deuteropaoline? Cosa significa? Le
lettere ai Colossesi e agli Efesini. Somiglianze e differenze nei confronti delle altre
lettere paoline. Le lettere pastorali. La loro specificit nei confronti delle precedenti.
Sfondo ecclesiale e tratti teologici salienti.

9. Come va generalmente presentato il cuore del Vangelo secondo San Paolo?

10. Divisione, autore e datazione del Quarto Vangelo. Relazione con gli altri Vangeli.
Principali tratti teologici. Cosa significa e designa la parola apocalisse? Datazione e
situazione ecclesiale dellApocalisse di Giovanni.
Bibliografia consigliata
Dizionario Enciclopedico della Bibbia (Roma 1993; originale francese Dictionnaire encyclopdique de la
Bible, Brepols 1987); R. RENDTORFF, Introduzione allAntico Testamento. Storia, vita sociale e letteratura
dIsraele in epoca biblica (Piccola biblioteca teologica 22; Torino 1990); R. FABRIS, Introduzione generale
alla Bibbia (Logos Corso di Studi Biblici 1; Torino 1994); R. E. BROWN, Introduzione al Nuovo
Testamento (Brescia 2001); D. MARGUERAT, Introduzione al Nuovo Testamento (Strumenti 14; Torino
2004).
Per opere pi specifiche fare riferimento alle indicazioni fornite dai docenti per i singoli corsi esegetici.

2
AREA DOGMATICA

1. Il Cristianesimo come religione di Rivelazione a partire dallanalisi delle Costituzioni


dogmatiche Dei Filius e Dei Verbum.
Bibliografia: S. PI-NINOT, La Teologia Fondamentale, Queriniana Brescia, 2002, p. 213-309; AA.VV., Corso di
Teologia Fondamentale II, Queriniana Brescia, 1990, cap. 2; 3; 5; Dizionario di Teologia Fondamentale,
Rivelazione, a cura di R. LATOURELLE, 1990, p.1013-1066; SESBOU B THEOBALD C.., Storia dei dogmi, IV,
Piemme Casale Monferrato, 1998, p.230-276/ 449-491. DENZINGER - HUNNERMAN, 3000-3045: Concilio
Vaticano I, Cost. Dogm. Dei Filius, 24.4.1870; CONCILIO VATICANO II, Dei Verbum, Costituzione dogmatica
sulla divina Rivelazione 18.11.1965

2. La Testimonianza: segno di credibilit nella vita e missione della Chiesa.


Bibliografia: S. PI-NINOT, La Teologia Fondamentale, pp. 559-648; Dizionario di Teologia Fondamentale,
Testimonianza, a cura di R.LATOURELLE, pp.1312-1331.

3. Dal Ges storico al Cristo della fede: genesi e sviluppo della cristologia neotestamentaria;
le prime esposizioni della fede cristologica della Chiesa nella continuit tra il
fondamento biblico e lapprofondimento dogmatico: Nicea, Efeso e Calcedonia.
Bibliografia: J. DUPUIS, Introduzione alla Cristologia, Piemme, Casale Monferrato (AL) 1993, pp. 56-140.

4. Unicit ed universalit della mediazione salvifica di Ges Cristo.


Bibliografia: A. AMATO, Ges il Signore, EDB, BOLOGNA 20036, pp. 581-606.

5. Definizione della categoria teologica di sacramento: prospettiva antropologica e


fondazione biblica. La centralit dellEucarestia nellarticolazione del settenario
sacramentale.
Bibliografia: C. ROCCHETTA, Sacramentaria fondamentale, EDB, BOLOGNA 1989, pp. 33-88;
G. MAZZANTI, I sacramenti simbolo e teologia, VOL. II, EDB, BOLOGNA 1998, pp. 13-18. 165-184.

6. Maria figura e modello della Chiesa.


Bibliografia: CONCILIO VATICANO II, Lumen Gentium, cap. 8, DE FIORES, Maria madre di Ges. Sintesi
storico-salvifica, EDB, BOLOGNA.

7. La Chiesa mistero di comunione.


Bibliografia: CONCILIO VATICANO II, Lumen Gentium; J. WERBICK, La Chiesa un progetto ecclesiologico,
QUERINIANA, BRESCIA 1998.

8. Chiesa per il popolo o Chiesa del popolo (alcune posizioni delle recenti visioni
ecclesiologiche).
Bibliografia: ATI, Chiesa e sinodalit, A CURA DI G. ANCONA, VELAR, BERGAMO 2005.

9. Trinit e Mistero Pasquale: lamore trinitario di Dio.


Bibliografia: O DONNELL J., Il mistero della Trinit, Piemme -PUG, Casale Monferrato (AL) 1989, pp. ; G.
GRESHAKE, Il Dio unitrino. Teologia trinitaria, Queriniana, Brescia 2000; T. SPIDLIK, Noi nella Trinit, LIPA,
Roma 2000.

10. Solamente nel mistero del verbo incarnato trova piena luce il mistero delluomo (GS
22). Orientamenti nella teologia contemporanea.
Bibliografia: Antropologia in Nuovo Dizionario di Teologia, Paoline, pp. 24-40; COLZANI G., Antropologia
teologica. Luomo: paradosso e mistero, EDB, 1997, pp. 259-280; N. BORDONI N. CIOLA, Ges nostra
speranza, EDB 2000, pp. ; Escatologia, in Nuovo Dizionario di Teologia, Paoline, pp.

3
AREA FILOSOFICA
1. Introduzione allo studio della filosofia: dalla Jonia a Jena; la ricerca del principio: la scuola di
Mileto: Talete, Anassimene, Anassimandro; Pitagora; Eraclito; Il problema dellessere: Parmenide;
I fisici pluralisti: Empedocle, Anassagora, Democrito; Dal cosmo alluomo: la sofistica e Socrate;
La seconda navigazione: Platone; Fisica e Metafisica: Aristotele; Le filosofie dellet ellenistica:
epicureismo, scetticismo, stoicismo;Cultura e filosofia tra II secolo a.C. e III secolo d.C., ebraismo
e cristianesimo, il neoplatonismo e Plotino.
Bibliografia: F. CIOFFI-G. LUPPI-A. VIGORELLI-E. ZANETTE, Il testo filosofico. Let antica e medievale, B. Mondatori,
Milano, 1991: N. ABBAGNANO-G. FORNERO, Protagonisti e Testi della Filosofia, Vol. A, Tomi 1, Paravia, Torino, 1999.

2. Il pensiero greco-romano e il cristianesimo dal III al V secolo: la Patristica e santAgostino; la


cultura monastica; SantAnselmo; La rinascita umanista del XII secolo: le scuole parigine e
Chartres; la disputa sugli universali; Abelardo; Ragione aristotelica e sapienza cristiana: il XIII
secolo e la Scolastica; san Bonaventura; San Tommaso; Trasformazione e crisi della Scolastica:
Scoto, Ockham.
Bibliografia: F. CIOFFI-G. LUPPI-A. VIGORELLI-E. ZANETTE, Il testo filosofico. Let antica e medievale, B. Mondatori,
Milano, 1991: N. ABBAGNANO-G. FORNERO, Protagonisti e Testi della Filosofia, Vol. A, Tomi 2, Paravia, Torino, 1999.

3. La dialettica nella storia, il problema dellintenzionalit e il linguaggio nel pensiero contemporaneo:


a. La critica della dialettica hegeliana da Feuerbach, Marx e Kierkegaard; b. Lintenzionalit secondo
Edmund Husserl e Martin Heidegger; c. Il positivismo di Comte; d. Scheler e la fenomenologia; e. Il
positivismo logico e la filosofia analitica; f. Popper, Carnap, Quine; g. Maritain e Gilson; h.
Lermeneutica e Gadamer; i. Vattimo e il pensiero debole.
Bibliografia: AA.VV., Il testo filosofico. Storia della filosofia: autori, opere, problemi, B. Mondadori, Trento 2002, vol. 4.
HEIDEGGER Martin, I concetti fondamentali della filosofia antica, Adelphi, Milano 2000. MARITIAN Jacques, Il contadino della
Garonna, Morcelliana, Brescia 1966. VOLPI Franco, Guida a Heidegger, Laterza, Bari 2002.

4. Confronto tra logica, filosofia della conoscenza e metafisica: a. Che cos la verit; b. Che cos
lerrore; c. La conoscenza sensitiva; d. La conoscenza intellettiva; e. Il realismo moderato; f. La
mutabilit dellente corporeo; g. La sostanza corporea; h. Lunit di materia e forma; i. I
trascendentali; l. Atto e potenza; m. Heidegger e lessenza della verit; n. Bonaventura e la
conoscenza.
Bibliografia: MOLINARO Aniceto, Metafisica, corso sistematico, S. Paolo, Milano 1994. DERISI D. N., Filosofia della
conoscenza, Le Monier, Firenze 1987. VOLPI Franco, Guida a Heidegger, Laterza, Bari 2002. BONAVENTURA, Itinerario
della mente in Dio e riduzione delle arti alla teologia, Patron, Bologna 1972.

5. La filosofia della creazione e i rapporti con le religioni: a. La cosmologia greca e medievale; b.


Lepoca moderna; c. Lepoca contemporanea; d. Lo spazio e il tempo; e. Attivit e causalit; f. S.
Tommaso e la valutazione della prova ontologica dellesistenza di Dio; g. Il rapporto fra la causalit di
Dio e gli atti di libera scelta negli uomini; h. La dottrina dellilluminazione divina in S. Agostino; i. Il
punto di partenza della dimensione teologale delluomo; l. La realt umana; m. La religazione; n. La
dimensione teologale.
Bibliografia: AUBERT J. M., Cosmologia, filosofia della natura, Paideia, Brescia 1968. DUMMETT M., La natura e il futuro della
filosofia, Melangolo, Genova 2001. S. THOMAS, Summa Theologiae, I, qq. 2-26. SAVIGNANO A., La dimensione
teologale delluomo in X. Zubiri, Aquinas, 37 (1974), pp. 59-87. TINELLO F., Filosofia, religione, religioni, Massimo, Milano
1966.

6. Antropologia ed etica con ununica base metafisica: a. Il bene, il valore, i giudizi di valore; b.
Lobbligazione morale e la felicit; c. Le virt e le passioni; d. Una proposta etica: lamore; e. Letica
nella persona umana; f. La dimensione corporea delluomo. g. La dimensione sociale e storica
delluomo; h. Lintersoggettivit delluomo; i. Luomo essere culturale; l. La morte umana; m.
Lantropologia tommasiana.
Bibliografia: DE FINANCE J., Etica generale, PUG, Roma 1997. CURCIO G. G., Amore passione, amore dilezione. Un
confronto-intreccio tra S. Tommaso dAquino e Dante Alighieri, Aracne, Roma 2005. GEIGER L. B., Il problema della morte
nella filosofia contemporanea, Sacra dottrina, 51 (1969), pp. 369-394. AA.VV. Il problema filosofico dellantropologia,
Morcelliana, Brescia 1977.

4
AREA MORALE
1. Ges Cristo fondamento ultimo della teologia morale. Etica della fede e morale autonoma nel rapporto tra autonomia
morale e responsabilit morale nel credente alla luce della Veritatis Splendor.
Bibliografia: ANGELINI G., Teologia morale fondamentale. Tradizione, scrittura e teoria, Glossa, Milano 1999,
pp. 389-554; AUER A., Morale autonoma e fede cristiana, Paoline, Cinisello Balsamo 1991, pp. 17-56, 211-246;
BASTIANEL S., Autonomia morale del credente, Morcelliana, Brescia 1980, pp. 67-121; CHIAVACCI E.,
Teologia Morale. Morale Generale, Cittadella, Assisi 1989, pp. 114-117; DEMMER K., Interpretare e agire.
Fondamenti della morale cristiana, Paoline, Cinisello Balsamo 1989, pp. 75-124; DOLDI M., Fondamenti Cristo
logici della morale in alcuni autori italiani. Bilancio e prospettive, LEV, Citt del Vaticano 2000, pp. 83-149, 202-
251; SCHILLEBEEKX E., Cristo, sacramento dell'incontro con Dio, San Paolo, Cinisello Balsamo 1987, pp. 13-
56; TREMBLAY R., Radicati e fondati nel Figlio. Contributi per una morale di tipo filiale, Dehoniane, Roma
1997, pp. 107-156.
2. La coscienza, primo di tutti i vicari di Cristo, e il discernimento morale nella prospettiva della Veritatis Splendor tra
libert, legge e verit.
Bibliografia: CHIAVACCI E., Teologia Morale. Morale Generale, Cittadella, Assisi 1989, pp. 95-131; GOFFI T.-
PIANA G., Vita nuova in Cristo. Morale fondamentale e generale, Vol I, Queriniana, Brescia 1989, pp. 466- 507;
HARING B., Liberi e fedeli in Cristo, Paoline, Alba 1987, pp. 268-356; MAJORANO S., La coscienza. Per una
lettura cristiana, San Paolo, Alba 1994, pp. 123-179; VIDAL M., Manuale di etica teologica. Morale
fondamentale, Cittadella, Citt di Castello 1994, pp. 519-623; ZUCCARO C., Morale fondamentale, Dehoniane,
Bologna 1995, pp. 177-237.
3. Lopzione fondamentale e la decisione morale. Soggettivismo e oggettivismo in teologia morale e il pericolo del
relativismo morale.
Bibliografia: CHIAVACCI E., Teologia Morale. Morale Generale, Cittadella Editrice, Assisi 1989, pp. 226-231;
HARING B., Liberi e fedeli in Cristo, Paoline, Alba 1987, pp. 199-267; VIDAL M., Manuale di etica teologica.
Morale fondamentale, Cittadella, Citt di Castello 1994, pp. 841-866; ZUCCARO C., Morale fondamentale,
Dehoniane, Bologna 1995, pp. 157-173.
4. Peccato strutturale, responsabilit morale e sacramento della riconciliazione: postulati teologici per una
comprensione corretta della conversione e del sacramento della riconciliazione.
Bibliografia: CHIAVACCI E., Teologia Morale. Morale Generale, Cittadella, Assisi 1989, pp. 247-265; GOFFI
T.- PIANA G., Vita nuova in Cristo. Morale fondamentale e generale, Vol I, Queriniana, Brescia 1989, pp. 508-
555; HARING B., Liberi e fedeli in Cristo, Paoline, Alba 1987, pp. 445-553; VIDAL M., Manuale di etica
teologica. Morale fondamentale, Cittadella, Citt di Castello 1994, pp. 625-664,693-824; ZUCCARO C., Morale
fondamentale, Dehoniane, Bologna 1995, pp. 245-280.

5. Diritto di resistenza, disobbedienza civile e obiezione fiscale e di coscienza. Possibilit e limiti della punizione nel
confronto tra Stato e Chiesa.
Bibliografia: FRIGATO S., Vita in Cristo e agire morale. Saggio di teologia morale fondamentale, LDC,
Leuman 1994, pp. 229-234; VIDAL M., Manuale di etica teologica. Morale sociale, Vol. III, Cittadella, Citt di
Castello 1994, pp. 932-967; GUNTHOR A., Chiamata e risposta, Vol. III, Paoline, Cinisello Balsamo 1988, pp.
223-318.
6. La Verit nella comunicazione: criteri di discernimento etico e gli interventi del Magistero.
Bibliografia GOFFI T.- PIANA G., Vita nuova in Cristo. Morale fondamentale e generale, Vol. IV, Queriniana,
Brescia 1989, pp. 349-402; CHIAVACCI E., Teologia Morale. Teologia Morale e vita economica, Vol. III/2,
Cittadella, Assisi 1989, pp. 285-366; VIDAL M., Manuale di etica teologica. Morale sociale, Vol. III, Cittadella,
Citt di Castello 1994, pp. 793-817; VIDAL M., Manuale di etica teologica. Morale della persona e bioetica
teologica,, Vol. II, Cittadella, Citt di Castello 1994, pp. 251-304.

7. Propriet privata e lavoro: dalla denuncia dellingiustizia oppressiva al rispetto e alla dignit dei diritti della persona
umana.
Bibliografia: CHIAVACCI E., Teologia Morale. Teologia Morale e vita economica, Vol. I, Cittadella, Assisi
1989, pp. 192-213; CHIAVACCI E., Teologia Morale. Teologia Morale e vita economica, Vol. III/1, Cittadella,
Assisi 1989, pp. 24-47, 183-222; CHIAVACCI E., Teologia Morale. Teologia Morale della vita economica,
politica e di comunicazione, Vol. III/2, Cittadella, Assisi 1989, pp. 169-252; GOFFI T.- PIANA G., Vita nuova in
Cristo. Morale fondamentale e generale, Vol. III, Queriniana, Brescia 1989, pp. 452-492; GOFFI T.- PIANA G.,
Vita nuova in Cristo. Morale fondamentale e generale, Vol. IV, Queriniana, Brescia 1989, pp. 47-80; GATTI G.,

5
Morale sociale e della vita fisica, LDC, Leuman 1992, pp. 99-158; AUBERT J.M., Morale Sociale, Cittadella,
Assisi 1991, pp. 127-167.
8. La vita umana nascente. Uno statuto per lembrione umano: cultura della vita e tutela della persona umana. Diritto alla
vita tra reale tutela e aborto terapeutico e riproduzione selettiva.
Bibliografia: AA.VV., Identit e statuto dell'embrione umano, LEV, Citt del Vaticano 1998; VIAL CORREA J.-
SGRECCIA E., La cultura della vita: fondamenti e dimensioni. Atti della settima assemblea generale della
pontificia accademia per la vita, LEV, Citt del Vaticano 2002, pp. 179-248, 260-274; CASINI M., Il diritto alla
vita del concepito nella giurisprudenza europea. Le decisioni delle corti costituzionali e degli organi
sovranazionali di giustizia, CEDAM, Padova 2001, pp. 111-200,297-352; VIAL CORREA J.- SGRECCIA E.,
Natura e dignit della persona umana a fondamento del diritto alla vita. Le sfide del contesto culturale
contemporaneo, LEVa, Citt del Vaticano 2003, pp. 21-36, 193-252; ZUCCARO C., La vita umana nella
riflessione etica, Queriniana, Brescia 2000, pp. 25-45, 145-198; LUCAS LUCAS R., Bioetica per tutti, San Paolo,
Cinisello Balsamo 2002, pp. 11-156; VIDAL M., Morale della persona e bioetica teologica, Vol. II/1, Cittadella,
Assisi 1995, pp. 349-506.
9. La vita umana in fase terminale e avanzata. Eutanasia, accanimento terapeutico e suicidio assistito. Il dolore e la
sofferenza tra liceit e doverosit delle terapie palliative.
Bibliografia: RUSSO G., Le nuove frontiere della bioetica clinica, LDC, Leuman 1996, pp. 30-57,82-143;
ZUCCARO C., La vita umana nella riflessione etica, Queriniana, Brescia 2000, pp. 207-338; LUCAS LUCAS R.,
Bioetica per tutti, San Paolo, Cinisello Balsamo 2002, pp. 157-182; VIDAL M., Morale della persona e bioetica
teologica, Vol. II/1, cittadella editrice, Assisi 1995, pp. 507-590,803-838; AA. VV., La dignit degli ultimi giorni,
San Paolo, Cinisello Balsamo 1998, pp. 9-95; SEMPLICI S. (Ed.), Il diritto di morire bene, Il Mulino, Bologna
2002; TETTAMANZI D. (Ed. ), Chiesa e bioetica. Giovanni Paolo II ai medici e agli operatori sanitari, Ed.
Massimo, Milano 1988, pp. 68-78,101-103,274-290; AGAZZI E. (Ed.), Bioetica e persona, Franco Angeli, Milano
1993, pp. 183-189.
10. Non tutto ci che possibile realizzare scientificamente vuol dire che sia eticamente buono e giusto.
Ricerca e Sperimentazione scientifica: limiti e possibilit.
Bibliografia: VIDAL M., Morale della persona e bioetica teologica, Vol. II/1, Cittadella, Assisi 1995, pp. 591-793;
TETTAMANZI D. (Ed. ), Chiesa e bioetica. Giovanni Paolo II ai medici e agli operatori sanitari, Ed. Massimo,
Milano 1988, pp. 117-142, 198-201, 211-218,404-426; DONOFRIO F., Bioetica e biologia, Piemme, Casale
Monferrato 1994, pp. 196-199; GATTI G., Morale sociale e della vita fisica, LDC, Leuman 1992, pp. 221-226.
11. Nel Direttorio di Pastorale Familiare al n 10 si dichiara quanto segue: Il matrimonio per la sua intima struttura di
amore coniugale pienamente umano, che coinvolge cio ogni persona nella sua totalit unificata di spirito e
di corpo, possiede le note e le esigenze della totalit, unit, fedelt, indissolubilit e fecondit come sue
caratteristiche proprie, native e ineliminabili". Specificare la fisionomia, limmagine e il simbolo dell'alleanza che unisce
Dio con il suo popolo.
Bibliografia: CONCETTI G., Sessualit, amore, procreazione, Edizioni ARES, Milano 1990, pp. 9- 114;
PONTIFICIO CONSIGLIO PER LA FAMIGLIA, Morale coniugale e Sacramento della penitenza, LEV, Citt
del Vaticano 1998; GOFFI T.- PIANA G., Vita nuova in Cristo. Morale fondamentale e generale, Vol. II,
Queriniana, Brescia 1989, pp. 253-257, 348-359; VIDAL M., Morale della persona e bioetica teologica, Vol. II/2,
Cittadella, Assisi 1995, pp. 427-466,497-517, 531-636,
12. Nel Direttorio di Pastorale Familiare al n 10 si dichiara quanto segue: " Il matrimonio, quale intima comunit di
vita e di amore coniugale, fondata dal Creatore e strutturata con leggi proprie (...) ha avuto origine
nell'amore da una libera scelta di un uomo e di una donna che impegnano reciprocamente le loro persone e
tutta la loro vita (...) in modo fedele e rinnovato". Il matrimonio si identifica con l'amore coniugale di un uomo e di una
donna legittimamente manifestato, affonda nello stesso tempo le sue radici pi profonde nel mistero di Dio, della sua alleanza,
della scelta e della predestinazione che da sempre il Padre, in Cristo, ha fatto nei nostri confronti (Ef. 1,3-5). Si apra la
discussione sulle Unioni di fatto e la possibilit delladozione e il riferimento alla conformit all'immagine di Ges
Cristo e la realizzazione di questa conformit secondo il dono e il carisma tipici della coppia.
Bibliografia: HARING B., Liberi e fedeli in Cristo, Vol. III, Paoline, Alba 1987, pp. e 30-50; GOFFI T.- PIANA
G., Vita nuova in Cristo. Morale fondamentale e generale, Vol. II, Queriniana, Brescia 1989, pp. 253-258, 348-
377; GOFFI T.- PIANA G., Vita nuova in Cristo. Morale fondamentale e generale, Vol. III, Queriniana, Brescia
1989, pp. 177-186,245-283, 333-348; CONCETTI G., Sessualit, amore, procreazione, ARES, Milano 1990, pp. 9-
28,40-83, 101-114, 251-279; VIDAL M., Morale della persona e bioetica teologica, Vol. II/2, Cittadella, Assisi 1995,
pp. 304-332.

6
13. Responsabilit nella procreazione. Diritto al figlio, procreazione assistita e adozione.
Bibliografia: GOFFI T.- PIANA G., Vita nuova in Cristo. Morale fondamentale e generale, Vol. II, Queriniana,
Brescia 1989, pp. 348-374; VIAL CORREA J.- SGRECCIA E., Natura e dignit della persona umana a
fondamento del diritto alla vita. Le sfide del contesto culturale contemporaneo, LEV, Citt del Vaticano 2003,
pp. 238-352; VIAL CORREA J.- SGRECCIA E., La cultura della vita: fondamenti e dimensioni. Atti della
settima assemblea generale della pontificia accademia per la vita, LEV, Citt del Vaticano 2002, pp. 249-259,
304-316; TETTAMANZI D. (Ed. ), Chiesa e bioetica. Giovanni Paolo II ai medici e agli operatori sanitari, Ed.
Massimo, Milano 1988, pp. 55-58; GOFFI T.- PIANA G., Vita nuova in Cristo. Morale fondamentale e generale,
Vol. III, Queriniana, Brescia 1989, pp. 284-332; MELINA L., Corso di bioetica. Il Vangelo della vita, Piemme,
Casale Monferrato 1996, pp. 91-131; CONCETTI G., Sessualit, amore, procreazione, Edizioni ARES, Milano
1990, pp. 152-250; GATTI G., Morale sociale e della vita fisica, LDC, Leuman 1992, pp. 209-220; VIDAL M.,
Morale della persona e bioetica teologica, Vol. II/1, Cittadella, Assisi 1995, pp. 626-704; VIDAL M., Morale della
persona e bioetica teologica, Vol. II/2, Cittadella, Assisi 1995, pp. 637-688.

N.B. Si tenga presente la Documentazione Magisteriale, il Dizionario di Teologia Morale, il Codice di Diritto Canonico e il Direttorio di
Pastorale Familiare. Le citazioni bibliografiche sono solo indicative e non esaurienti per lesposizione di ogni tesina. Ogni tesina necessita
di una ricerca ulteriore e dellelaborazione personale.