Sei sulla pagina 1di 34

ISOLE

Islands of Sicily

ISOLE
SIME-EDIZIONI

Islands of Sicily

Isolamento,

isolato, isolante, isolare: tutte voci con la stessa etimologia che ci rimandano a una dimensione di autonomia e separazione da ci che c intorno. A questo gruppo di parole appartiene anche il termine isola, che per sua definizione una superficie emersa limitata e interamente circondata dallacqua. Un piccolo universo a s stante, dunque, con confini ben definiti e lontano dalla terraferma. Un luogo particolare? Sicuramente si, anche perch regolato
-4-

da ritmi, abitudini e necessit proprie che lo rendono unico e irriproducibile. Per scoprire questa nuova dimensione, la Sicilia offre ben tre arcipelaghi da visitare: a nord quello delle Eolie con Ustica, a ovest le Egadi e a sud le Pelagie con Pantelleria. Tre gruppi di piccole isole che per non si assomigliano tra loro e offrono ai loro visitatori vacanze molto diverse. Le Eolie contano ben sette isole, nate e ancor oggi dominate da unintensa attivit vulcanica che regala paesaggi mozzafiato, spiagge di sabbia nera, pozze termali che scaturiscono a 90 dalla terra e notti illuminate dal rosso incandescente dei lapilli. Poi ci sono anche splendide camminate per gli amanti del trekking e pareti a strapiombo nel mare per gli instancabili divers, un mare cristallino per chi vuole nuotare e una gastronomia da favola capace di incontrare i gusti di tutti.
-5-

Davanti a Trapani invece ci sono le isole Egadi, famose per il loro colore rosato dato dalla presenza di roccia dolomitica, per alcune specie endemiche ancora presenti e per la loro morfologia variegata che spazia dalle piccole spiagge riparate agli strapiombi che superano i quattrocento metri daltezza. Continuando verso sud incontriamo le Pelagie che, con Pantelleria, offrono il vero compendio della vacanza ideale. Qui sport, storia, natura, archeologia, gastronomia, mondanit si vivono tra scogli e piccole spiagge nascoste, tra silenziosi paesi e terre coltivate: e tutto questo a due passi dal fascino esotico della Tunisia.

-6-

Isolation,

isolated, insulating, insulated: each of these words has the same root that recalls a dimension of independence and separation from all that surrounds it. The word island also belongs to this group of words and by definition is a surface which is above sea-level and is entirely surrounded by water. A small universe of itself, therefore, with well defined borders and at a certain distance from the mainland. Without a doubt a special kind of place, as it is driven by its own rhythms,
-7-

habits and needs that render it unique and one-of-a-kind. Sicily offers three archipelagos that present the opportunity to discover this new dimension. To the north are the Aeolian Islands with Ustica, to the west are the Egadi Islands and to the south the Pelagie Islands with Pantelleria. These three groups of small islands do not resemble each other at all and offer the visitor very different vacations. The Aeolian Islands are made up of seven islands, born of and still dominated by an intense volcanic activity that creates breathtaking landscapes, beaches of black sand, thermal pools that gush up at 90 Centigrade and night skies illuminated by the burning red glow of lava. Then there are splendid walks for trekkers and sheer cliffs that fall into the sea for tireless divers, crystal-clear waters for swimmers and a dream-cuisine with
-8-

something for everyones taste. Off the coast of Trapani are the Aeolian Islands, famous for their pink color due to the presence of dolomitic rocks, for their native species and for their varied structure with secluded beaches and high cliffs over four hundred meters high. Continuing in a southerly direction, one encounters the Pelagie Islands, three small islands that, along with Pantelleria, offer the epitome of an ideal vacation. Here one can find sports activities, history, nature, archaeology, delicious cuisine and a sparkling social life set among cliffs and secluded beaches, silent landscapes and farmlands. All this is but a stones throw from the exotic lure of Tunisia.

-9-

ISOLE

Islands of Sicily

Isole Egadi

Isole Pelagie

I. Ustica
MAR TIRRENO

Isole Eolie

MAR IONIO

MAR MEDITERRANEO

Introduzione Introduction Isole Eolie e Ustica Aeolian Islands and Ustica island Lipari Panarea Vulcano Salina Alicudi Filicudi Stromboli Ustica Isole Egadi Egadi Islands Favignana Levanzo Marettimo Pantelleria e Isole Pelagie Pantelleria Island and Pelagie Islands Pantelleria Lampedusa Linosa

4 20 30 58 80 98 122 138 154 178 196 204 226 238 256 264 288 304

- 20 -

Aeolian Islands

Isole Eolie

I. Ustica

I. Filicudi I. Alicudi

I. Stromboli

I. Panarea I. Salina I. Lipari

I. Vulcano

Le isole Eolie devono il loro nome al

dio dei venti, Eolo. Pare infatti che, nella notte dei tempi, il dio si fosse rifugiato qui (e pi precisamente a Lipari) e che, osservando le nubi che uscivano probabilmente dal vulcano Stromboli, prevedesse le condizioni del tempo. Larcipelago, con la sua rinomata forma a Y, si trova a circa quaranta chilometri al largo della Sicilia settentrionale e, nei giorni di maggior visibilit, si pu ammirare in tutto il suo splendore dalla costa siciliana. Le isole che lo compongono sono sette e ognuna di queste accompagnata da scogli o isolotti affioranti che ne aumentano il fascino e il
- 24 -

mistero. Si, queste terre hanno veramente qualcosa di particolare: grazie ad unattivit vulcanica ancora molto vivace, infatti, il loro aspetto ci appare quasi come quello di una creatura viva, che si muove e si adira quando meno lo si aspetta. A Stromboli, ad esempio, ancora oggi si parla dellisolotto emerso e poi subito riportato negli abissi. E cosa dire dellisola di Vulcano dove le notti sono ancora illuminate da colate incandescenti e lapilli, rombi e tuoni che vengono dal centro della terra e dove vasche naturali si riempiono di zolfo ribollente che scaturisce dal suolo. Ma non solo fuoco domina questo arcipelago: ci sono infatti isole dolcissime come Panarea e Salina, le piccole strade di pietra lavica da percorrere a dorso di mulo, la natura incontaminata, il profumo della Malvasia. E poi c il mare, che diventa blu cobalto dove le pareti
- 25 -

rocciose si inabissano oppure rimane cristallino, giocando con le sabbie finissime e con i ciotoli arrotondati dalla risacca. Un mare vivo, pieno di pesci e crostacei, che con il vento si arrabbia e sincrespa e col sole si distende, accogliendo come un amico lo straniero che venuto a salutarlo. Anche vestigia e resti archeologici arricchiscono questi luoghi che da sempre sono stati contesi e abitati, segno inequivocabile dellanima forte che tiene qui luomo con un laccio stretto che gli eventi del tempo non possono allentare.

- 26 -

owe their name to the god of the winds, Aeolus. Legend has it that, in the mists of time, the god took refuge upon the island (more precisly on Lipari) and that, by watching the clouds that were rising probably from the Stromboli volcano, he could forecast the weather. The archipelago, with its famous Y shape, is located about forty kilometers off the coast of Northern Sicily and on particularly clear days it can be admired from the Sicilian coast in all its splendor. There are seven islands that make up the archipelago and each is accompanied by a series of rocks or little
- 27 -

The Aeolian Islands

islands that increase its lure and mystery. Yes, these lands are truly a reality apart. Thanks to a still lively volcanic activity, in fact, they look almost like a living creature which moves and angers when least expected. On Stromboli, for example, stories are told still today about a small island that emerged briefly only to immediately sink back into the sea again. And what can be said about the island of Vulcano, where the nights are still lit up by the molten lava flows and fountains of lava, where you can hear thundering that comes from the center of the earth and where natural pools fill up with boiling sulfur that comes from the ground? But it is not only fire that dominates this archipelago. There are also sweet and charming islands such as Panarea and Salina, with narrow paths of lava stone which can be travelled upon the back of a donkey. There
- 28 -

is pristine nature and the scent of Malvasia grapes. Then theres the sea that becomes a cobalt blue where the rocky cliffs meet it or where it stays crystal-clear, playing with the fine sand and the pebbles that have been smoothed by the continuous washing of the waves. The sea is alive. It is a sea full of fish and crustaceans, a sea that, when there is wind, gets angry and wavy and, when there is sun, is flat and calm, welcoming the foreigner like a friend. Even ancient artifacts and remains enrich these places that for centuries have been fought over and lived in. These artifacts and remains are clear signs of the strong spirit that holds its people here like a snare that the events of time cannot loosen.

- 29 -

Lipari

Acquacalda

Canneto

Lipari

- 30 -

Trentasette

chilometri quadrati soltanto ma una storia gloriosa: colonizzati dai greci, gli abitanti di Lipari hanno combattuto contro gli etruschi, i cartaginesi, i greci di Sicilia per poi venir occupati dai romani. Grande vestigia del passato rimangono come segno indelebile di queste vicende darmi: tutte da visitare!

square kilometers but only a glorious history: colonized by the Greeks, the inhabitants of Lipari have fought against the Etruscans, the Carthaginians, the Greeks of Sicily and then be occupied by the Romans. Great vestiges of the past remain as indelible mark of these weapons of events: all to see!
- 32 -

Thirty

Titolo Isole - Islands of Sicily Testo Elisabetta Feruglio Traduzione Paula Burt Design Jenny Biffis Foto Antonino Bartuccio Pietro Canali Matteo Carassale Settimio Cipriani Guido Cozzi Cesare Gerolimetto Laurent Grandadam Johanna Huber Ugo Mellone
ISBN 978-88-95218-03-8 2009 SIME SRL WWW.SIME-EDIZIONI.IT TUTTI I DIRITTI RISERVATI Non consentita la traduzione, la riproduzione, la memorizzazione, ladattamento totale o parziale con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto di questo libro, senza previa autorizzazione scritta dellagenzia SIME. Leventuale autorizzazione scritta soggetta al pagamento di un diritto di utilizzo. ALL RIGHTS RESERVED All photography presented in this book is protected by copyright and belongs to Sime Srl and its contributing photographers. No part of this book may be reproduced in ay form or stored in any retrieval system without written permission from the publisher or from one of its authorized agents.

Aldo Pavan Arcangelo Piai Sandra Raccanello Roberto Rinaldi Fabrizio Romiti Alessandro Saffo Stefano Scat Giovanni Simeone