Sei sulla pagina 1di 11

INTEGRALE INDEFINITO

OBIETTIVI MINIMI:
Saper definire lintegrale indefinito di una funzione.
Conoscere le propriet dellintegrale indefinito.
Saper calcolare lintegrale indefinito di una funzione utilizzando i diversi metodi
di integrazione.
DA RICORDARE

La derivata di una funzione, quando esiste UNICA.

Una funzione F x si dice primitiva di una funzione f x definita nellintervallo


a;b se F x derivabile in tutto a;b e la sua derivata f x .
Quindi: se F(' x ) f( x ) allora F( x ) una primitiva di f x .

Se F x una primitiva di f x allora lo sono anche tutte le funzioni del tipo


F( x ) C

con C costante reale arbitraria.

Infatti, poich la derivata di una costante nulla, si ha:


( F( x ) C )' F(' x ) f( x )

Se due funzioni F( x ) e G( x ) sono primitive della stessa funzione f x , allora


le due funzioni differiscono per una costante.

Se f x continua in un intervallo a;b allora in tale intervallo ammette


primitiva.

Definizione di integrale indefinito


Si definisce integrale indefinito della funzione f x , e si indica con

f( x )dx ,

linsieme di tutte le primitive F( x ) C di f x con C numero reale qualunque.


Nella scrittura f( x )dx

la funzione f x detta funzione integranda e la variabile

x variabile dintegrazione.

Teoremi degli integrali indefiniti

(
f1

k1 f1(

f( x )dx k f( x )dx

x ) f 2( x ) dx f1( x )dx f 2( x )dx

x ) k 2 f 2( x ) dx k1 f1( x )dx k 2 f 2( x )dx

I teoremi sopra elencati permettono di affermare che lintegrale indefinito, come la


derivata, un operatore lineare e il procedimento di integrazione che utilizza tali
teoremi detto integrazione per
decomposizione o per scomposizione.

Integrali immediati
Se possibile determinare lintegrale indefinito di una funzione grazie alle sole regole di
derivazione allora lintegrale detto immediato.
Tabella degli integrali immediati delle funzioni elementari e loro generalizzazioni
Integrale immediato
dx x C

Generalizzazione

kdx

kx C

x n dx

n 1

x
C
n 1

1
dx logx C
x

x
a dx
e

ax
C
loga

dx e x C

cos x C
cos xdx senx C
senxdx

1
2

dx tgx C

cos x
1
dx arctgx C

1 x 2

f (' x )dx f( x ) C

n 1

f (' x )dx k f( x ) C

f x n1 C
f( x ) n f (' x )dx
n 1

n 1

f (' x )
dx log f( x ) C
f( x )

f( x )

f (' x )dx

f( x )

a f( x )
C
loga

f (' x )dx e f(

x)

'

senf(

x ) f ( x )dx cos f( x ) C

cos f(

x ) f (' x )dx senf( x ) C

f (' x )dx tgf ( x ) C

cos f( x )

1
1 f( x )

f (' x )dx arctgf( x ) C

ESEMPI
Integrazioni immediate con utilizzo della regola di integrazione per decomposizione.

1
1
x 2 1

2e x dx 3 x 2dx dx 2 e x dx 3
logx 2e x C x 3 logx 2e x C
x
x
21

3x

2x senx

dx cos x 2 C
1

x senx 2 dx 2 2 x senx 2 dx 2 cos x 2 C

x 2x 4 1dx

8
2
x x x5 x C
3
5

1 x

1
2
4 x dx 2 x 4dx dx

tgxdx

1
1
x2

1
1
2

x 4 1
x3
x5
xC 4
2
xC
3
41
5
2

1
1
1
1
cos x dx 3
dx cos xdx 3arctgx senx C
2
2
2
2
1 x

senx

cos x dx

senx
dx log cos x C
cos x

Integrazione di funzioni razionali fratte


Per integrare le funzioni razionali fratte si utilizza, in genere, il metodo di decomposizione
che, come gi visto, si basa sulla possibilit di decomporre la funzione integranda nella
somma di funzioni.
P1
( x)
dx
Si debba integrare:
P2( x )

( x)
a) Se grado di P1
P1( x ) Q( x ) P2( x ) R( x )

grado di P2( x ) si esegue la divisione tra i polinomi:

P1( x )
R( x )
Q( x )
P2( x )
P2( x )

con

Q( x ) quoziente ,

R( x ) resto

( x ) < grado di P2( x ) e P2( x ) ax 2 bx c si calcola il


b) Se grado di P1
dellequazione associata. Si presentano 3 casi:

1 CASO

Si cercano due numeri


A e B tali che

Si fattorizza P2( x )

P2( x ) a x x1 x x2

P1( x ) 1 A
B

P2( x ) a x x1 x x2

Lintegrale di partenza si
trasforma in

1
A
1
b
dx
dx

a x x1
a x x2

Lintegrale la somma
di logaritmi
A
B
log x x1 log x x 2 C
a
a

2 CASO

Si cercano due numeri


A e B tali che

P1( x ) 1 A
B

P2( x ) a x x1 x x1 2

Si fattorizza

( x ) di 1 grado
se P1

P2
( x)

( x ) di grado 0
se P1

Lintegrale di partenza si
trasforma in

1
A
1
B
dx
dx

a x x1
a x x1 2

Lintegrale la somma
di un logaritmo e di
una funzione fratta
A
B
ln x x1
C
a
a x x1

Lintegrale quello
immediato di una
funzione fratta

3 CASO

P2
( x)

non

P1( x )
C
a x x1

P1
( x ) di grado 0 si scrive il
Se
denominatore come somma di due quadrati
ottenendo come
integrale un arcotangente

( x ) di 1 grado si scrive la frazione


Se P1
come somma di due frazioni , la prima delle
quali sia la primitiva di un logaritmo e la
seconda sia la primitiva di un arcotangente

ESEMPI

x
x 1 1
1
1

dx
dx 1
dx x logx 1 C
dx dx
x 1
x 1
x 1
x 1

x 1
2

x 5x 6

1CASO denominatore con 0

dx

Si scompone

x 2 5x 6 x 2 x 3

e, grazie al principio di identit polinomiale si

determinano le due costanti A e B tali che:


x 1
x 2 5x 6

A
B
A( x 3) B( x 2) x( A B )( 3A 2B )

x2 x3
x 2 x 3
x 2 x 3

A B 1

( 3A 2B ) 1

Risolvendo il sistema otteniamo

A 3

B4

e lintegrale diventa:

3
4
1
1
dx
dx 3
dx 4
dx 3logx 2 4logx 3 C
x2
x3
x2
x3

3x 1
4x

dx
4x 1

2CASO denominatore con 0

Si scompone 4x 2 4x 1 2x 1 2 e, grazie al principio di identit polinomiale, si

determinano le due costanti A e B tali che:


3x 1
2

4x 4x 1

A
B
A( 2x 1) B 2Ax A B

2
2x 1 2x 1
( 2x 1)2
( 2x 1)2

3
A

2A 3

A B 1

Risolvendo il sistema otteniamo

B 5

e lintegrale diventa:

3
1
5
1
3
2
5
2
3
5
dx
dx
dx
dx log 2 x 1
C
2
2

2 2x 1
2 2 x 1
4 2x 1
4 2 x 1
4
4 2 x 1

2x 1
2

x 4x 7

3CASO denominatore con 0

dx

Si riscrive la frazione come somma di frazioni, in modo che una di esse abbia come
numeratore la derivata del denominatore

2x 1

2x 4 4 1
2x 4
3
dx
dx
dx
dx
x 2 4x 7
x 2 4x 7
x 2 4x 7
x 2 4x 7

Il primo integrale immediato, mentre nel secondo si scrive il denominatore come somma
di due quadrati per poter integrare come arcotangente:

x 2 4x 7 x 2 4x 4 4 7 x 2 2

2x 4
x

4x 7

dx 3

x 2

log x 2 4 x 7 3

1
3

arctg

lintegrale di partenza diventa:

dx log x 2 4 x 7 3

x2
3

3 2

x 2

C log x 2 4 x 7 3arctg

3
x2
3

dx

Integrazione per sostituzione


Questo metodo viene utilizzato per semplificare il calcolo di alcuni integrali e consiste nella
sostituzione della variabile dintegrazione mediante una funzione del tipo x g( t ) :

f( x )dx f( g( t )) g(' t )dt

ESEMPI

4
7x 4 dx

t 7x 4

si pone

dt 7dx dx

4
4 dt
7 x 4 dx t

lintegrale diventa:

3e x

7 x 4 C
1 4
1 t5
t
dt

7
7 5
35
5

si pone

dx
e 2x 1

dt
7

t ex

dt e x dx dx

lintegrale diventa:

dt
t

3e x
e

2x

3t
dt
1
dx

3
dt 3arctgt C 3arctge x C
2
2
t
1
t 1
t 1

1 x 2 dx

si pone

sent x t arcsenx
costdt dx

lintegrale diventa:

1 x 2 dx 1 sen 2t costdt cos2 tdt

e grazie alle formule di bisezione:


1 cos2t
1
1
1
1 1
1
1
dt dt cos2tdt t 2 cos2tdt t sen2t C
2
2
2
2
2 2
2
4
1
1
1
1
t 2sent cost C arcsenx x 1 x 2 C
2
4
2
2
2
cos tdt

Integrazione per parti


Questo metodo viene utilizzato quando la funzione integranda il prodotto di un fattore
finito f( x ) e di un fattore differenziale

g(' x ),

in tal caso si applica la formula:

'
'
f( x ) g( x )dx f( x ) g( x ) f ( x ) g( x )dx

N.B.1 La scelta del fattore finito e del fattore differenziale quasi sempre determinante
per la riuscita del calcolo e, pur non essendoci una regola generale, in alcuni casi utile
sapere che:
conviene porre x n fattore finito nelle integrazioni: x n senxdx , x n cosdx , x n a x dx
conviene porre x n fattore differenziale nelle integrazioni:

logxdx , x n arctgdx .

N.B.2 Il metodo pu essere utilizzato pi di una volta per la risoluzione di un integrale.

ESEMPI

logxdx

f( x ) logx

si pone

g(' x ) 1 fattore

logxdx

lintegrale diventa

cos xdx

x logx x

f( x ) x 2

si pone

g( x ) x

fattore differenziale

f (' x ) 2x

g( x ) senx

cos xdx x 2 senx 2xsenxdx x 2 senx 2 x senxd x

applichiamo nuovamente il metodo nellultimo integrale:


f( x ) x

si pone

e si ottiene :

fattore finito

g(' x ) senx

fattore differenziale

f (' x ) 1

g( x ) cos x

x 2 senx 2 x senxd x x 2 senx 2 x cos x 2 1 cos x dx


x 2 senx 2 x cos x 2 senx C

ESERCIZI
1. Quesiti a risposta multipla:

1
x

dx

4logx C

1
x

1
dx x logx dx x logx x C
x

fattore finito

g(' x ) cos x

lintegrale diventa:

differenziale

f (' x )

fattore finito

1
3x

1
x3

- e 3 dx

a 1e 3 C

- xsenx 2dx

b 3e 3 C

1
cos x 2 C
2

1
2

b cos x 2 C

1 3
e
C
3

2 cos x 2 C

2. Calcola i seguenti integrali immediati:

a)

2x 1
x2 x

dx

3
senx cos

e)

6x 3x

b)

2e

c) 3 3x 1dx

dx

d)

xdx

2x

f) 2dx

1 dx

g)

2 x dx

h) cotgxdx

3. Calcola i seguenti integrali di funzioni razionali fratte:

a)

e)

2x 5
x2 2
3x 1
x

dx

b)

dx

f)

dx

c)

dx

g)

x 2 2x 1
2x 3
2

x 6x 9

4x 2 5x 2
dx
2x 3

x3

dx
x2 9

4. Calcola i seguenti integrali applicando il metodo di sostituzione:

a)

e x 2dx

x 1 x

b)

cos

2x 5
dx
3

c)

1
1

x
dx
x

d)

dx

5. Calcola i seguenti integrali applicando il metodo di integrazione per parti:


a) x 1 senxdx

x 2e x dx

6. Vero o Falso ?

b) x 1 cos x 1 dx

c)

sen

xdx

d)

- Lintegrale x 1 x dx con la sostituzione

x t

si trasforma in

2 1dt

- Lintegrale

logx
t
dx con la sostituzione logx t si trasforma in
dt
x log 3
t 3

- Lintegrale

ex
e

dx con la sostituzione e x t
1

si trasforma

in

1
dt
t 1

2x

x
dx arctg C
2
x 4

- e x cos xdx e x cos x e x senxdx

- Per calcolare

x 3 2x 2 1
dx
x2 1

si deve prima eseguire la divisione

tra numeratore e denominatore .


- x 1dx 0
-

dx

2 x dx log 2 x C

7. Calcola i seguenti integrali

a)

b)

2
12x 2 3

dx

c) tg 2xdx

d)

x 2senxdx

e)

1
dx
x logx 1

3x 2

e x 1dx

1 dx
x

f)

1 x 2
1 x 2

dx

g)

dx

dx
ex 3

h)

i)

x e x dx
3

1 x 2

dx

l)

2
cos

xdx

m) 1 2x dx

n)