Sei sulla pagina 1di 289

Calcolo integrale

by http://www.appuntionline.net
Indice
I Teoria dellintegrazione di una funzione reale di vari-
abile reale 5
1 Integrale denito 6
1.1 Funzioni primitive . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6
1.2 Misura degli insiemi piani . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8
1.3 Area del rettangoloide . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14
1.4 Denizione di integrale denito . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19
1.5 Propriet dellintegrale denito . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 22
1.5.1 Propriet additiva . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23
1.5.2 Propriet distributiva . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23
1.6 Teorema della media . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23
1.7 Teorema fondamentale del calcolo integrale . . . . . . . . . . . . . 25
2 Integrale indenito 28
2.1 Denizione di integrale indenito . . . . . . . . . . . . . . . . . . 28
2.2 Integrali indeniti fondamentali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29
II Esercizi sullintegrazione di una funzione reale di vari-
abile reale 31
3 Integrali indeniti 32
3.1 Integrali indeniti fondamentali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 32
3.2 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 32
3.2.1 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 34
3.3 Integrali di somme di funzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 34
3.3.1 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 34
3.4 Integrali di una f ( (x)), con (x) funzione lineare . . . . . . . . 36
3.4.1 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 36
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale . . . . . . 39
3.5.1 Calcolare gli integrali: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40
3.5.2 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40
3.5.3 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 49
INDICE 2
3.5.4 Calcolare gli integrali: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 57
3.6 Integrazione per sostituzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 61
3.6.1 Calcolare gli integrali: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 64
3.6.2 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 64
3.6.3 Calcolare i seguenti integrali utilizzando le sostituzioni trigono-
metriche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 69
3.7
_
sin
2
xdx,
_
cos
2
xdx . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 72
3.8 Integrazione per parti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 73
3.8.1 Calcolare gli integrali: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 74
3.8.2 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 74
3.8.3 Calcolare gli integrali: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 77
3.8.4 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 78
3.8.5 Formule ricorrenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 81
3.8.6 Calcolare i seguenti integrali applicando il metodo pi op-
portuno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 85
3.8.7 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 85
3.9 Integrali contenenti un trinomio di secondo grado . . . . . . . . . 87
3.9.1 Calcolare gli integrali: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 90
3.9.2 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 91
3.9.3 Calcolare gli integrali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 95
3.9.4 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 95
3.9.5 Calcolare gli integrali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 98
3.9.6 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 98
3.10 Coppia di integrali notevoli . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 103
3.11 Esercizi riepilogativi sugli integrali contenenti un trinomio di sec-
ondo grado . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 104
3.11.1 Calcolare i seguenti integrali . . . . . . . . . . . . . . . . . 104
3.11.2 Calcolare i seguenti integrali . . . . . . . . . . . . . . . . . 106
3.11.3 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 107
3.12 Integrazione delle funzioni razionali . . . . . . . . . . . . . . . . . 108
3.12.1 Funzioni razionali proprie . . . . . . . . . . . . . . . . . . 109
3.12.2
_
dx
(x
2
+1)
2
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 117
3.12.3 Calcolare i seguenti integrali . . . . . . . . . . . . . . . . . 117
3.12.4 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 117
3.12.5 Calcolare i seguenti integrali . . . . . . . . . . . . . . . . . 126
3.12.6 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 127
3.12.7 Calcolare i seguenti integrali . . . . . . . . . . . . . . . . . 134
3.12.8 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 134
3.12.9 Calcolare i seguenti integrali . . . . . . . . . . . . . . . . . 143
3.12.10Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 143
3.12.11Funzioni razionali improprie . . . . . . . . . . . . . . . . . 150
INDICE 3
3.12.12Calcolare i seguenti integrali . . . . . . . . . . . . . . . . . 151
3.12.13Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 151
3.13 I
n
(x) =
_
dx
(x
2
1)
n , J
n
(x) =
_
dx
(x
2
+1)
n . . . . . . . . . . . . . . . . 157
3.14 Integrali di funzioni irrazionali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 161
3.14.1 Integrali del tipo 1 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 161
3.14.2 Calcolare i seguenti integrali . . . . . . . . . . . . . . . . . 162
3.14.3 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 162
3.14.4 Integrali del tipo 2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 170
3.14.5 Calcolare i seguenti integrali . . . . . . . . . . . . . . . . . 172
3.14.6 Integrali del tipo 3 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 175
3.14.7 Calcolare i seguenti integrali . . . . . . . . . . . . . . . . . 175
3.14.8 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 176
3.14.9 Integrali del tipo 4 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 178
3.14.10Calcolare i seguenti integrali . . . . . . . . . . . . . . . . . 179
3.14.11Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 180
3.15 Esercizi riepilogativi sugli integrali di funzioni irrazionali . . . . . 185
3.15.1 Calcolare i seguenti integrali . . . . . . . . . . . . . . . . . 185
3.15.2 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 185
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche . . . . . . . . . . . . . . . . . 198
3.16.1 Integrali del tipo 1 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 198
3.16.2 Integrali del tipo 2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 204
3.16.3 Esercizi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 205
3.16.4 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 205
3.16.5 Integrali del tipo 3 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 215
3.16.6 Esercizi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 215
3.16.7 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 215
3.16.8 Integrali del tipo 4 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 217
3.16.9 Esercizi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 218
3.16.10Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 219
3.16.11Esercizi riepilogativi sugli integrali trigonometrici . . . . . 228
3.17 Integrazione delle funzioni iperboliche . . . . . . . . . . . . . . . . 234
3.17.1 Esercizi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 235
3.18 Sostituzioni trigonometriche ed iperboliche . . . . . . . . . . . . . 238
4 Integrali deniti 239
4.1 Somme integrali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 239
4.1.1 Soluzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 239
4.2 Teorema fondamentale del calcolo integrale. . . . . . . . . . . . . 243
5 Estensione del concetto di integrale 257
5.1 Introduzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 257
5.2 Rettangoloide generalizzato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 260
INDICE 4
A Integrali notevoli 285
A.1
_
sin
2
xdx,
_
cos
2
xdx . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 285
A.2
_
dx
(x
2
1)
n . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 285
A.3
_
dx
(x
2
+1)
n . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 286
A.4
_
dx
(sin x)
n ;
_
dx
(cos x)
n . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 287
A.5
_
(tan x)
n
dx;
_
(cot x)
n
dx . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 287
Parte I
Teoria dellintegrazione di una
funzione reale di variabile reale
Capitolo 1
Integrale denito
1.1 Funzioni primitive
Sia f (x) una funzione reale denita in (a, b) R.
Denizione. Dicesi funzione primitiva o semplicemente primitiva di f (x),
ogni funzione reale F (x) denita in (a, b) e tale che:
d
dx
F (x) = f (x) (1.1)
Il problema fondamentale del calcolo integrale consiste nel determinare eventuali
primitive di una assegnata funzione f (x).
Osserviamo innanzitutto che se F (x) una primitiva di f (x), per ogni c R,
F (x) + c ancora una primitiva di f (x):
d
dx
[F (x) + c] = f (x) (1.2)
In altri termini se una funzione dotata di una primitiva, tale funzione ammette
innite primitive. Inoltre:
(F
1
(x) , F
2
(x) primitive di f (x)) =(F

1
(x) = f (x) , F

2
(x) = f (x))
da cui:
F

1
(x) F

2
(x) = 0 =F
1
(x) F
2
(x) = C, essendo C una costante reale
Cio due primitive di unassegnata funzione f (x) dieriscono per una costante
additiva.
Si conclude che se f (x) ammette una primitiva F (x) in (a, b), la totalit delle
primitive di f (x) :
G(x) = F (x) + c, (1.3)
con c variabile da a +.
1.1 Funzioni primitive 7
***
Supponiamo ora che f (x) sia continua in [a, b] e non negativa. Consideriamo il
graco di f (x), cio la curva di equazione )y = f (x)
1
. Sussite la seguente
Denizione. Dicesi rettangoloide di base [a, b] relativo alla funzione f (x),
il sottoinsieme di R
2
:
R =
_
(x, y) R
2
| a x b, 0 y f (x)
_
(1.4)
Ci premesso, consideriamo il sottoinsieme di R:
R() = {(x, y) R | a x , 0 y f (x)} , (1.5)
essendo [a, b]. Quindi la funzione reale di variabile reale:
F : misR() , (1.6)
essendo misR() larea di R().
Incrementiamo la variabile :
+ | ( + ) [a, b]
Da cui lincremento di F ():
F = F ( + ) F ()
Siano:
m()
def
= min
[,+]
f (x)
M ()
def
= max
[,+]
f (x)
Senza perdita di generalit supponiamo che sia > 0:
m() F M () =m()
F

M ()
Per una nota propriet delle funzioni continue in un intervallo chiuso:
_
m()
F

M ()
_
=
f (x) continua
in [, + ]
_

[, + ] | f (

) =
F

_
1
Tale curva giace nel semipiano y 0, giacch f (x) non negativa per ipotesi.
1.2 Misura degli insiemi piani 8
o, ci che lo stesso:
[0, 1] |
F ( + ) F ()

= f ( + )
Da ci segue (tenendo conto della continuit di f (x)):
lim
0
F ( + ) F ()

= f () (1.7)
Poich una variabile muta, la (1.7) pu scriversi:
F

(x) = f (x) (1.8)


Cio la funzione (1.6) che associa ad ogni [a, b] larea di R() una primitiva
di f (x). Da tale conclusione si evince che il problema della ricerca delle funzioni
primitive di unassegnata funzione f (x) direttamente connesso al problema
della misura di un insieme piano.
1.2 Misura degli insiemi piani
Fissiamo un riferimento cartesiano ortogonale (Oxy). Siano A(a

, a

), B(b

, b

)
punti del piano, essendo a

, b

.
Denizione. Dicesi rettangolo chiuso di estremi A, B, linsieme di punti:
_
(x, y) R
2
| a

x b

, a

y b

_
(1.9)
Denizione. Dicesi rettangolo aperto di estremi A, B, linsieme di punti:
_
(x, y) R
2
| a

< x < b

, a

< y < b

_
(1.10)
Le suddette denizioni si specializzano nel caso in cui vale la disuguaglianza
in senso stretto a sinistra o a destra (reattangolo semiaperto a sinistra e
rettangolo semiaperto a destra, rispettivamente).
Denizione. Il centro del rettangolo (1.9 o 1.10) il punto C (x
0
, y
0
) tale che:
x
0
=
a

+ b

2
, y
0
=
a

+ b

2
Le dimensioni del rettangolo (1.9 o 1.10) sono i numeri reali non negativi:
2 = b

, 2 = b

Le semidimensioni del rettangolo sono i numeri reali non negativi , .


1.2 Misura degli insiemi piani 9
Assegnato il rettangolo chiuso (1.9):
2x
0
= a

+ b

2 = b

,
da cui:
x
0
x x
0
+ ,
o, ci che lo stesso:
|x x
0
|
Similmente:
|y y
0
|
Si conclude che il rettangolo chiuso (1.9) pu essere scritto come:
_
(x, y) R
2
| |x x
0
| , |y y
0
|
_
mentre il rettangolo chiuso (1.10):
_
(x, y) R
2
| |x x
0
| < , |y y
0
| <
_
Denizione. Dicesi intorno rettangolare di centro P
0
, ogni rettangolo aperto
di centro P
0
.
***
Assegnato un punto P
0
(x
0
, y
0
) e un r (0, +):
Denizione. Dicesi cerchio chiuso di centro P
0
e raggio r, linsieme:
_
(x, y) R
2
| (x x
0
)
2
+ (y y
0
)
2
r
2
_
Denizione. Dicesi cerchio aperto di centro P
0
e raggio r, linsieme:
_
(x, y) R
2
| (x x
0
)
2
+ (y y
0
)
2
< r
2
_
Denizione. Dicesi intorno circolare di centro P
0
, ogni cerchio aperto di
centro P
0
.
Nel seguito ci riferiremo indierentemente ad un intorno rettangolare o circolare
di un assegnato punto P del piano. Indicheremo tale intorno con I (P).
***
1.2 Misura degli insiemi piani 10
Sia A R
2
.
Denizione. A limitato
def
cerchio A di centro O(0, 0)
A non limitato
def
cerchio di centro O(0, 0), (R ) A = .
Denizione. P
0
interno ad A
def
I (P
0
) A
P
0
esterno ad A
def
I (P
0
) : I (P
0
) A =
P
0
punto di frontiera per A
def
I (P
0
) , I (P
0
) A, I (P
0
) A =
Denizione. Dicesi frontiera di A linsieme di punti:
A = {P | P di frontiera per A}
Indichiamo con il simbolo linsieme dei punti interni di A:

def
= {P A | P punto interno}
Ci premesso, sia u lunit di misura dei segmenti. Conseguentemente lunit di
misura delle aree u
2
. Indichiamo con P la classe dei poligoni. Ad ogni poligono
P possiamo associare la sua misura () [0, +) rispetto allunit di
misura u. Resta perci denita la seguente funzione non negativa:
: P R
+
0
(1.11)
La (1.11) verica le seguenti propriet:
1. Propriet additiva:

1
,
2
P :

2
= =(
1

2
) = (
1
) + (
2
) (1.12)
2. Invarianza per conguenza:

1
,
2
P :
1
,
2
congruenti =(
1
) = (
2
)
Consideriamo ora un insieme A R
2
limitato. Se A / P, si pone il problema
della denizione di (A). A tale scopo costruiamo gli insiemi:

1
= { P | A} (1.13)

2
= { P | A}
Osservazione. Se A privo di punti interni, allora
1
= .
1.2 Misura degli insiemi piani 11
Poniamo:
(A)
def
= {() |
1
}
(A)
def
= {() |
2
}
Evidentemente:
(
1
,
2
, ) =() () ,
cio (A) e (A) sono insiemi separati.
Denizione. Si denisce misura interna di A il numero reale non negativo

i
(A) = sup (A)
Denizione. Si denisce misura esterna di A il numero reale non negativo

e
(A) = inf (A)
Risulta:

i
(A)
e
(A)
Osservazione. Se A privo di punti interni:

1
= =(A) =
def
=
i
(A) = 0
Denizione. Linsieme A misurabile (secondo Peano - Jordan) se risulta

i
(A) =
e
(A). In tal caso si pone:
(A)
def
=
i
(A) =
e
(A) ,
essendo (A) la misura di A.
Osservazione. Se A misurabile ed privo di punti interni, segue necessaria-
mente che (A) = 0, poich
i
(A) = 0.
Dalla denizione di misurabilit segue che A misurabile se e solo se gli insiemi
(A) e (A) sono contigui:
> 0,


1
,


2
| (

) (

) < (1.14)
Nel caso speciale in cui A misurabile e privo di punti interni, la (1.14) si scrive:
> 0,


2
| (

) <
1.2 Misura degli insiemi piani 12
Resta cos denita la misura degli insiemi limitati A R
2
non appartenenti a
P:
: MR
+
0
(1.15)
essendo:
M=
_
A R
2
| A limitato e misurabile
_
(1.16)
Teorema 1. P M
Dimostrazione. Osserviamo che i poligoni sono particolari insiemi limitati e mis-
urabili, donde:
P, M (1.17)
Consideriamo ora un qualunque cerchio di centro (x
0
, y
0
) e raggio r:
=
_
(x, y) R
2
: (x x
0
)
2
+ (y y
0
)
2
r
2
_
Abbiamo: () = r
2
; cio limitato e misurabile = M. Ma / P,
donde (tenendo conto della (1.15)) lasserto.
***
La misura (1.15) conserva le propriet (additivit e congruenza) della misura
(1.11). Rispetto a questultima possiede la propriet di monotonia:
A, B M| A B =(A) (B)
Altre propriet.
Se A, B M
A B M, A B M, A B M (1.18)

A B = =(A + B) = (A) + (B)


A B =(A B) = (A) (B)
A, B M, (A B) = (A) + (B) (A B)
Dallultima delle (1.18) segue:
A, B M, (A B) (A) + (B) (1.19)
Ci si esprime dicendo che la misura (1.15) subadditiva.
***
1.2 Misura degli insiemi piani 13
La nozione di misura di un insieme si estende facilmente al caso di insiemi non
limitati. A tale scopo sia A R
2
un insieme non limitato.
Denizione.
A misurabile
def
X M, A X M
In tal caso, la misura di A :
(A) = sup
XM
(A X) +
Precisamente:
(A) < +=A di misura nita
(A) = +=A di misura innita
Indichiamo con R la classe dei rettangoli (, ) di centro lorigine e dimensioni
, :
(, ) =
_
(x, y) R
2
| |x| , |y|
_
Ci premesso, sussiste il seguente
Teorema 2.
(A misurabile) ( R, A M)
Se A misurabile:
(A) = sup
R
(A )
Dimostrazione. Implicazione diretta Abbiamo:
(A misurabile) =(X M, A X M) =
RM
( R, A M)
Implicazione inversa Lipotesi :
R, A M
Preso ad arbitrio X M scegliamo R tale che X, donde:
A X = (A ) X
Quindi
A M=A X M
cio la tesi. Inoltre, nelle medesime ipotesi:
sup
R
(A ) (A) (A ) =(A) = sup
R
(A )
1.3 Area del rettangoloide 14
1.3 Area del rettangoloide
Premettiamo la seguente
Denizione. Sia A = . Gli insiemi non vuoti A
1
, A
2
, ..., A
n
costituiscono una
partizione di A se:
n
_
k=1
A
k
= A

A
k

A
k
= , per k, k

{1, 2, ..., n} con k = k

Sia f (x) continua in [a, b] R e ivi non negativa. Eseguiamo una partizione
dellintervallo [a, b] attraverso n + 1 punti:
x
0
, x
1
, ...., x
n
[a, b]
Precisamente:
a = x
0
< x
1
< x
2
< ... < x
n1
< x
n
= b
Si tratta di una partizione, poich:
n1
_
k=0
[x
k
, x
k+1
] = [a, x
1
] [x
1
, x
2
] ... [x
n1
, b] = [a, b]
k, k

{0, 1, ..., n 1} con k = k

, (x
k
, x
k+1
) (x
k
, x
k

+1
) =
Indichiamo tale partizione con il simbolo convenzionale D(x
0
, x
1
, ..., x
n
). Poni-
amo per denizione:
= max
kN
(x
k+1
x
k
) , N = {0, 1, 2, ..., n 1}
Il numero reale > 0 si chiama ampiezza della partizione. Inoltre, se f (x) non
identicamente nulla consideriamo il minimo e il massimo di f (x) in [x
k
, x
k+1
]:
m
k
= min
[x
k
,x
k+1
]
f (x)
M
k
= max
[x
k
,x
k+1
]
f (x)
Quindi:
r
k
def
=
_
(x, y) R
2
| x
k
x x
k+1
, 0 y m
k
_
(1.20)
R
k
def
=
_
(x, y) R
2
| x
k
x x
k+1
, 0 y M
k
_
1.3 Area del rettangoloide 15
Cio r
k
il rettangolo di base [x
k
, x
k+1
] e altezza m
k
, mentre R
k
il rettangolo
di base [x
k
, x
k+1
] e altezza M
k
. Restano cos deniti i seguenti poligoni:
(D) =
n1
_
k=0
r
k
(1.21)
(D) =
n1
_
k=0
R
k
Denizione. (D) il plurirettangolo inscritto a R associato alla partizione
D.
(D) il plurirettangolo circoscritto a R associato alla partizione D.
Evidentemente:
s
D
def
= [ (D)] =
n1

k=0
(r
k
) =
n1

k=0
m
k
(x
k+1
x
k
) (1.22)
S
D
def
= [(D)] =
n1

k=0
(R
k
) =
n1

k=0
M
k
(x
k+1
x
k
)
Inoltre:
D, D

, (D) (D

) =D, D

, s
D
S
D

Teorema 3. Nelle suddette ipotesi il rettangoloide


R =
_
(x, y) R
2
: a x b, 0 y f (x)
_
misurabile, risultando:
(R) = sup
D
s
D
= inf
D
S
D
Dimostrazione. Se f (x) identicamente nulla, lasserto banale:
R =
_
(x, y) R
2
: a x b, y = 0
_
=(R) = 0
D, s
D
= S
D
= 0 =sup
D
s
D
= inf
D
S
D
= 0
Consideriamo quindi il caso non banale, cio f (x) non identicamente nulla in
[a, b]. Per il teorema di Heine-Cantor, la funzione ivi uniformemente continua,
per cui:
> 0,

> 0 : x

, x

[a, b] , |x

| <

=|f (x

) f (x

)| <

b a
1.3 Area del rettangoloide 16
Eseguiamo una partizione

D(x
0
, x
1
, ..., x
n
) dellintervallo [a, b] di ampiezza

<

.
Siano
x
k
, x

k
[x
k
, x
k+1
] : f ( x
k
) = m
k
, f ( x

k
) = M
k
Quindi:
| x

k
x
k
| x
k+1
x
k


<

=M
k
m
k
<

b a
Inoltre:
S
D
s
D
=
n1

k=0
(M
k
m
k
) (x
k+1
x
k
) <

b a
n1

k=0
(x
k+1
x
k
) =
Ma S
D
e s
D
sono le aree di due poligoni:

D
_
=

D
_
=

Perci:
> 0,

: (

) (

) <
ci implica la misurabilit di R. Inne:
s
D
(R) , s
D
> S
D
,
cio:
S
D
(R) < (1.23)
Similmente:
(R) S
D
, S
D
< s
D
+
per cui:
(R) s
D
< (1.24)
Dalle (1.23)-(1.24) segue:
(R) = sup
D
s
D
= inf
D
S
D
***
Dal teorema appena dimostrato segue che n N, D(x
0
, x
1
, ..., x
n
):
s
D
= valore approssimato per difetto di (R)
S
D
= valore approssimato per eccesso di (R)
1.3 Area del rettangoloide 17
Scegliere come valore approssimato di (R) la somma s
D
, equivale ad approssi-
mare k N, il rettangoloide:
_
(x, y) R
2
| x
k
x x
k+1
, 0 y f (x)
_
(1.25)
con il rettangolo r
k
in esso inscritto. Viceversa, scegliere come valore approssi-
mato di (R) la somma S
D
, equivale ad approssimare k N, il rettangoloide
(1.25) con il rettangolo R
k
ad esso circoscritto.
Ora poniamo:
k N,
k
def
=
_
(x, y) R
2
| x
k
x x
k+1
, 0 y
k
_
,
essendo
k
[m
k
, M
k
].
Il poligono:
(D) =
n1
_
k=0

k
un plurirettangolo che non inscritto ad R e al tempo stesso non circoscritto
ad R.

D
def
= ( (D)) =s
D

D
S
D
Il numero reale
D
comunque un valore approssimato di (R). Inoltre:
(m
k

k
M
k
) =
f (x) continua
in [x
k
, x
k+1
]
(
k
[x
k
, x
k+1
] | f (
k
) =
k
)
Quindi:
(
k
) = f (
k
) (x
k+1
x
k
) =
D
=
n1

k=0
(
k
) =
n1

k=0
f (
k
) (x
k+1
x
k
) (1.26)
Dalla (1.26) segue che
D
dipende da
k
per ogni k N.

k
[x
k
, x
k+1
] (con k N), s
D

D
S
D
=|
D
(R)| S
D
s
D
Dalla dimostrazione dellultimo teorema segue
Teorema 4.
> 0,

> 0 | D ( <

) , |
D
(R)| < (1.27)
1.3 Area del rettangoloide 18
La (1.27) pu essere scritta nela forma simbolica:
lim
0

D
= (R) (1.28)
Si osservi che la (1.28) non lusuale operazione di passaggio al limite, giacch

D
non una funzione ad un sol valore di . Infatti, assegnato un numero reale
positivo < b a, esistono innite partizioni di ampiezza , e per ciascuna
partizione esistono inniti valori di
D
, giacch questi ultimi dipendono dai punti

k
(che possono essere scelti in inniti modi). Da ci si conclude che
D
una
funzione ad inniti valori di . Pertanto, la (1.28) andrebbe riscritta nella forma:

D

0
(R) ,
e cio le somme
D
tendono allarea del rettangoloide, quando la loro ampiezza
tende a zero.
***
Sia f (x) continua in [a, b] e ivi non positiva. In tal caso il rettangoloide di base
[a, b], relativo a f (x), si ridenisce:
R
def
=
_
(x, y) R
2
| a x b, f (x) y 0
_
Indichiamo con R

il rettangoloide di base [a, b], relativo a f (x). facile


convincersi che R

simmetrico a R rispetto allasse x.


Per i teoremi precedenti si ha che R

misurabile:
(R

) = lim
0

D
, (1.29)
essendo:

D
=
n1

k=0
[f (
k
)] (x
k+1
x
k
) (1.30)
=
n1

k=0
f (
k
) (x
k+1
x
k
)
=
D
,
per una generica partizione D di ampiezza , e per ogni
k
[x
k
, x
k+1
]. Dalle
(1.29)-(1.30) segue
(R

) = lim
0

D
Dalla misurabilit di R

e dalla simmetria tra R

e R, segue che R misurabile:


1.4 Denizione di integrale denito 19
(R) = (R

) ,
donde:
lim
0

D
= (R) (1.31)
1.4 Denizione di integrale denito
Sia f (x) continua in [a, b]. Eseguiamo ad arbitrio una partizione D(x
0
, x
1
, ..., x
n
)
di ampiezza dellintervallo [a, b]. Per ogni
k
[x
k
, x
k+1
], consideriamo le
somme:

D
=
n1

k=0
f (
k
) (x
k+1
x
k
)
Posto
= lim
0

D
, (1.32)
risulta:
=
_
(R) , se f (x) 0
(R) , se f (x) 0
, (1.33)
essendo R il rettangoloide di base [a, b] relativo a f (x).
Teorema 5.
! R | lim
0

D
= (1.34)
Dimostrazione. Poniamo:
f
+
(x) =
f (x) +|f (x)|
2
, f

(x) =
f (x) |f (x)|
2
(1.35)
Le funzioni continue f

(x) sono rispettivamente la parte non negativa (+) e


la parte non positiva () di f (x). Evidentemente:
f (x) = f
+
(x) + f

(x) (1.36)
Se
+
)y = f
+
(x):
x [a, b] : f (x) > 0 =f
+
(x) = f (x)
x [a, b] : f (x) < 0 =f
+
(x) = 0
1.4 Denizione di integrale denito 20
Cio
+
composto dalle parti del graco )y = f (x) di ordinata positiva, e dai
punti dellasse x le cui ordinate sono negative. Similmente

)y = f

(x)
x [a, b] : f (x) < 0 =f

(x) = f (x)
x [a, b] : f (x) > 0 =f
+
(x) = 0
D,
k

D
=
n1

k=0
f (
k
) (x
k+1
x
k
)

D
=
n1

k=0
f

(
k
) (x
k+1
x
k
)
Dalle (1.36):

D
=
+
D
+

D
Inoltre:
lim
0

+
D
= (R
+
) , lim
0

D
= (R

) ,
essendo R

il rettangoloide di base [a, b], relativo a f

(x). Per una nota propriet


del valore assoluto:
|
D
[(R
+
) (R

)]|

+
D
(R
+
)

. .
</2
+

D
(R

. .
=
</2
Posto
= (R
+
) (R

) , (1.37)
segue:
|
D
| =lim
0

D
=
La (1.37) implica esistenza e unicit di .
***
Per il teorema appena dimostrato, assegnata una funzione f (x) continua in [a, b],
esiste ed unico il limite dato dallequazione (1.32). Tale numero reale si chiama
integrale della funzione f (x) esteso allintervallo [a, b]:
=
b
_
a
f (x) dx (1.38)
Cio:
1.4 Denizione di integrale denito 21
lim
0
n1

k=0
f (
k
) (x
k+1
x
k
) =
b
_
a
f (x) dx (1.39)
Linterpretazione geometrica dellintegrale (1.39) :
b
_
a
f (x) dx = (R) , se f (x) 0 (1.40)
b
_
a
f (x) dx = (R) , se f (x) 0
b
_
a
f (x) dx = (R
+
) (R

) , altrimenti
Se f (x) una funzione denita nellintervallo X ed ivi continua, per ogni
a, b X con a < b, risulta denito loggetto:
b
_
a
f (x) dx (1.41)
Poniamo quindi per denizione:
a
_
b
f (x) dx
def
=
b
_
a
f (x) dx (1.42)
Da ci segue che (1.41) ha senso per ogni coppia di punti x

, x

X:
x

_
x

f (x) dx (1.43)
Il numero reale (1.43) si chiama integrale denito della funzione f (x) esteso
allintervallo orientato di estremi x

e x

.
Seguono le denominazioni:
1.5 Propriet dellintegrale denito 22
_
segno di integrale
x

, x

limiti di integrazione
x

limite inferiore
x

limite superiore
f (x) funzione integranda
Osservazione. Il numero reale (1.41) dipende da a, b e da f (x), ma non dalla
variabile x. Ci si esprime dicendo che x una variabile muta, donde possiamo
scrivere:
x

_
x

f (x) dx =
x

_
x

f (y) dy =
x

_
x

f (t) dt =
x

_
x

f () d =
x

_
x

f () d = ... (1.44)
1.5 Propriet dellintegrale denito
Sia f (x) funzione continua nellintervallo X e ivi non negativa. Sussistono le
seguenti propriet di cui omettiamo le dimostrazioni:
a, b X,
b
_
a
f (x) dx = 0 f (x) 0
a < b =
b
_
a
f (x) dx 0
a > b =
b
_
a
f (x) dx 0
a < b, [a

, b

] [a, b] ,
b

_
a

f (x) dx
b
_
a
f (x) dx
Qualunque sia il segno di f (x):
a, b X,

b
_
a
f (x) dx

b
_
a
|f (x)| dx

1.6 Teorema della media 23


1.5.1 Propriet additiva
a, b, c X,
b
_
a
f (x) dx =
c
_
a
f (x) dx +
b
_
c
f (x) dx (1.45)
1.5.2 Propriet distributiva
f
1
(x), f
2
(x) , ..., f
n
(x) funzioni continue in X:
c
1
, c
2
, ...c
n
R, (1.46)
b
_
a
[c
1
f
1
(x) + c
2
f
2
(x) + ... + c
n
f
n
(x)] dx
= c
1
b
_
a
f
1
(x) dx + c
2
b
_
a
f
2
(x) dx + ... + c
n
b
_
a
f
n
(x) dx
Nel caso particolare: f
k
(x) 0, per ogni k {2, 3, ...n}, la (1.46) si scrive:
b
_
a
c
1
f
1
(x) dx = c
1
b
_
a
f
1
(x) dx,
che in generale si riscrive:
b
_
a
cf (x) dx = c
b
_
a
f (x) dx
Ci si esprime dicendo che ogni costante moltiplicativa pu essere portata fuori
dal segno di integrale.
1.6 Teorema della media
Teorema della media.
f (x) continua in [a, b] = [a, b] | f () =
b
_
a
f (x) dx
b a
(1.47)
1.6 Teorema della media 24
Dimostrazione. Poniamo:
=
b
_
a
f (x) dx
b a
Eseguiamo quindi una partizione D(x
0
, x
1
, ..., x
n
) di [a, b] con ampiezza . Presi
ad arbitrio i punti
k
[x
k
, x
k+1
], costruiamo la somma
D
:

D
=
n1

k=0
f (
k
) (x
k+1
x
k
) (1.48)
La (1.48) verica la doppia disuguaglianza:
m(b a)
D
M (b a) , (1.49)
essendo m = min
[a,b]
f (x), M = max
[a,b]
f (x). Eseguendo nella (1.49) loperazione di
passaggio al limite per 0:
m(b a)
b
_
a
f (x) dx M (b a) m M =
f (x) continua
in [a, b]
= [a, b] : f () = ,
da cui lasserto.
Denizione. Il numero reale si chiama media integrale.
Interpretazione geometrica.
Eseguiamo una equipartizione di [a, b], cio una partizione D
n
attraverso n
punti equidistanti. Ad esempio:
x
k
= a +
k (b a)
n
, k N = {0, 1, ..., n 1}
Abbiamo:
x
k+1
x
k
=
b a
n
=
n
= max
kN
(x
k+1
x
k
) =
b a
n
Determiniamo una somma
D
n
assumendo
k
= x
k+1
:

D
n
=
n1

k=0
f (x
k+1
) (x
k+1
x
k
) =
b a
n
n

k=1
f (x
k
)
Passiamo dalle somme allintegrale:
1.7 Teorema fondamentale del calcolo integrale 25
b
_
a
f (x) dx = lim

n
0

D
n
= lim
n+

D
n
= (b a) lim
n+
n

k=1
f (x
k
)
n
Da cui:
= lim
n+
n

k=1
f (x
k
)
n
= lim
n+
f (x
1
) + f (x
2
) + ... + f (x
n
)
n
[f (x
1
) + f (x
2
) + ... + f (x
n
)] /n la media aritmetica dei valori assunti da f (x)
in n punti equidistanti di [a, b], e si presenta come il limite di tale media per
n +. Da qui la denominazione di media integrale.
1.7 Teorema fondamentale del calcolo integrale
Siamo ora in grado di risolvere il problema della ricerca della primitiva di una
funzione continua f (x) in un intervallo X.
Assegnato un punto x
0
X, consideriamo:
x X, F (x) =
x
_
x
0
f () d (1.50)
La funzione F (x) dicesi funzione integrale della funzione f (x) di punto
iniziale x
0
.
Proposizione (Teorema fondamentale del calcolo integrale) 6. La fun-
zione integrale (1.50) derivabile in X, risultando:
x X, F

(x) = f (x) ,
cio F (x) una primitiva di f (x).
1.7 Teorema fondamentale del calcolo integrale 26
Dimostrazione.
F (x + x) F (x)
x
=
x+x
_
x
0
f () d
x
_
x
0
f () d
x
=
x+x
_
x
0
f () d +
x
0
_
x
f () d
x
=
x+x
_
x
f () d
x
Per il teorema della media:
[0, 1] : f (x + x) =
x+x
_
x
f () d
x
=
F (x + x) F (x)
x
La continuit di f (x) implica:
lim
x0
F (x + x) F (x)
x
= f (x) ,
donde lasserto.
***
Per lequazione (1.3) la famiglia delle primitive di una funzione f (x) continua
nellintervallo X, :
G(x) =
x
_
x
0
f () d + c, con c (, +) (1.51)
In particolare, nella (1.51) possiamo porre c = G(x
0
), onde:
G(x) = G(x
0
) +
x
_
x
0
f () d (1.52)
La dierenza tra la (1.51) e la (1.52) evidente: mentre nella (1.51) la primitiva
indeterminata, in quanto denita a meno di una costante additiva, nella (1.52)
1.7 Teorema fondamentale del calcolo integrale 27
essa univocamente determinata. Inoltre, ponendo nella (1.52) x
0
= a, x = b, si
ottiene:
b
_
a
f (x) dx = G(b) G(a) (1.53)
La (1.52) la formula fondamentale del calcolo integrale, poich fornisce
lintegrale denito della funzione f (x) tra a e b, attraverso la dierenza dei valori
assunti in a e in b da una qualunque primitiva.
La (1.52) viene spesso scritta con la notazione simbolica:
b
_
a
f (x) dx = G(x)|
b
a
(1.54)
Capitolo 2
Integrale indenito
2.1 Denizione di integrale indenito
Denizione. Dicesi integrale indenito, la totalit dele primitive di una as-
segnata funzione f (x) continua in un intervallo X, e si indica con il simbolo:
_
f (x) dx (2.1)
Una qualunque primitiva di f (x) una determinazione dellintegrale indenito
(2.1).
Se F (x) una primitiva, in forza della (1.3) si ha:
_
f (x) dx = F (x) + c, con c (, +) (2.2)
Il numero reale c si chiama costante di integrazione.
Osservazione. Lintegrale denito
b
_
a
f (x) dx,
un numero reale. Viceversa, lintegrale indenito:
_
f (x) dx,
un insieme di funzioni.
Lintegrale indenito rappresenta loperazione inversa della derivazione. Pi
precisamente loperazione di derivazione denita da:
Df (x) = f

(x) , (2.3)
2.2 Integrali indeniti fondamentali 29
essendo D loperatore di derivazione e f (x) una qualunque funzione derivabile.
Lintegrazione indenita esegue loperazione inversa della (2.3), giacch:
D
_
f (x) dx = f (x)
Si osservi che il risultato dellapplicazione delloperatore di derivazione su una
qualunque funzione dotata di espressione elementare, a sua volta una funzione
dotata di espressione elementare. Ci si pu chiedere se tale circostanza si verica
per loperatore di integrazione indenita. La risposta negativa, nel senso che
esistono funzioni le cui primitive non sono dotate di espressioni elementari.
2.2 Integrali indeniti fondamentali
Introdotta la nozione di integrale indenito, si pone il problema della ricerca delle
funzioni primitive di una assegnata funzione dotata di espressione elementare
(quando ci possibile, secondo quanto esposto nella sezione precedente). Il
punto di partenza per la soluzione di tale problema fornito dalla tabella degli
integrali indeniti fondamentali:
1)
_
x
n
dx =
1
n+1
x
n+1
+ C, per n = 1 10)
_
sin xdx = cos x + C
2)
_
dx
x
= ln |x| + C 11)
_
cos xdx = sin x + C
3)
_
dx
x
2
+a
2
=
1
a
arctan
_
x
a
_
+ C, a = 0 12)
_
dx
cos
2
x
= tan x + C
4)
_
dx
x
2
a
2
=
1
2a
ln

xa
x+a

+ C, a = 0 13)
_
dx
sin
2
x
= cot x + C
5)
_
dx
a
2
x
2
=
1
2a
ln

a+x
ax

+ C, a = 0 14)
_
dx
sin x
= ln

tan
_
x
2
_

+ C
6)
_
dx

x
2
a
2
= ln

x +

x
2
a
2

+ C, (a = 0) 15)
_
dx
cos x
= ln

tan
_
x
2
+

4
_

7)
_
dx

a
2
x
2
= arcsin
_
x
a
_
+ C, (a > 0) 16)
_
sinh dx = cosh x + C
8)
_
a
x
dx =
a
x
ln a
+ C, (a > 0) 17)
_
cosh dx = sinh x + C
9)
_
e
x
dx = e
x
+ C 18)
_

_
_
dx
cosh
2
x
= tanh x + C
_
dx
sinh
2
x
= coth x + C
Una coppia di integrali notevoli la 14)-15) che pu essere riscritta nella forma:
2.2 Integrali indeniti fondamentali 30
_
dx
sin x
= ln

1
sin x
cot x

+ C (2.4)
_
dx
cos x
= ln

1
cos x
+ tan x

+ C
Parte II
Esercizi sullintegrazione di una
funzione reale di variabile reale
Capitolo 3
Integrali indeniti
3.1 Integrali indeniti fondamentali
Calcolare i seguenti integrali, utilizzando la tabella degli integrali indeniti fon-
damentali:
1)
_
x
3
dx 7)
_
2
x
dx 13)
_
dx

5x
2
5
2)
_

xdx 8)
_
3 sin xdx 14)
_
dx
5+5x
2
3)
_
dx

x
9)
_
2 sinh xdx 15)
_
3dx
x
2
1
4)
_
x

xdx 10)
_
3
x
dx 16)
_

a

ax
2
+a
dx (a > 0)
5)
_
5
4

x
3
dx 11)
_
3

44x
2
dx 17)
_
5a
2
x
6
dx
6)
_
e
x/2
dx 12)
_
3dx

x
2
1
18)
_

2pxdx
3.2 Soluzioni
1.
_
x
3
dx =
1
4
x
4
+ C
2.
_

xdx =
x
1
2
+1
1
2
+1
+ C =
2
3
x
3/2
+ C
3.
_
dx

x
=
x

1
2
+1

1
2
+1
+ C = 2

x + C
4.
_
x

xdx =
_
x
3/2
dx =
2
5
x
5/2
+ C
3.2 Soluzioni 33
5.
_
5
4

x
3
dx = 20
x
4

x
3
+ C = 20
4

x + C
6.
_
e
x/2
dx = 2e
1
2
x
+ C = 2e
1
2
x
+ C
7.
_
2
x
dx =
1
ln 2
2
x
+ C
8.
_
3 sin xdx = 3
_
sin xdx = 3 cos x + C
9.
_
2 sinh xdx = 2
_
sinh xdx = 2 cosh x + C
10.
_
3
x
dx = 3
_
dx
x
= 3 ln x + C
11.
_
3

44x
2
dx =
3
2
_
dx

1x
=
3
2
arcsin x + C
12.
_
3dx

x
2
1
= 3 ln

x +
_
(1 + x
2
)

+ C
13.
_
dx

5x
2
5
=
1

5
_
dx

x
2
1
=
1

5
ln

x +

x
2
1

+ C
14.
_
dx
5+5x
2
=
1
5
arctan x + C
15.
_
3dx
x
2
1
=
3
2
ln

x1
x+1

+ C
16.
_

a

ax
2
+a
dx =
_
1

x
2
+1
dx = ln

x
2
+

x
2
+ 1

+ C
17.
_
5a
2
x
6
dx == 5a
2
_
x
6
dx =
5
7
a
2
x
7
+ C
18.
_

2pxdx = 2px
_
x
1/2
dx =
2
3

2px
3/2
+ C =
2
3
x

2px + C
Altri esercizi:
1)
_
dx
n

x
3)
_
dx
x
2
+7
5)
_
dx

4+x
2
2)
_
(nx)
1n
n
dx 4)
_
dx
x
2
10
6)
_
dx

8x
2
3.3 Integrali di somme di funzioni 34
3.2.1 Soluzioni
1.
_
dx
n

x
=
n
n1
x
1
1
n
+ C =
n
n1
n

x
n1
+ C
2.
_
(nx)
1n
n
dx = n
1n
n
_
x
1n
n
dx = n
1n
n
x
1n
n
+1
1n
n
+1
+ C = n
1/n
x
1/n
=
n

nx
3.
_
dx
x
2
+7
=
1

7
arctan
x

7
+ C
4.
_
dx

8x
2
=
1

10
ln

10
x+

10

+ C
5.
_
dx

4+x
2
= ln
_
x +

x
2
+ 4
_
+ C
6.
_
dx

8x
2
= arcsin
x

8
+ C
3.3 Integrali di somme di funzioni
Calcolare i seguenti integrali, utilizzando la propriet additiva:
1)
_
(sin x + cos x) dx 7)
_
_
3

1x
2

2
1+x
2
_
dx 13)
_
cos 2x
cos x+sin x
dx
2)
_
_
3

x
2

1
3

x
2
_
dx 8)
_
2x
4
3x
2
+5x
x
2
dx 14)
_
(ax + b)
3
dx
3)
_
3x
5
2x
3
+1
x
dx 9)
_
cos 2x
sin xcos x
dx 15)
_
(2x + 1)
4
dx
4)
_
3x
5
2x
3
+1
x
3
dx 10)
_
_
2 sin x +
sin 2x
sin x
_
dx 16)
_

2+x
2

2x
2

4x
4
dx
5)
_
_
3
cos
2
x
+
2
sin
2
x
_
dx 11)
_
_
e
3x
+
5
x
_
dx 17)
_
(6x
2
+ 8x + 3) dx
6)
_
sin 2x+2 cos x
cos x
dx 12)
_
_

1x
2
+
1
cos
2
x
_
dx 18)
_
x(x + a) (x + b) dx
3.3.1 Soluzioni
1.
_
(sin x + cos x) dx =
_
sin xdx+
_
cos xdx = (cos x + C
1
)+(sin x + C
2
)
= sin x cos x + C
2.
_
_
3

x
2

1
3

x
2
_
dx =
_
3

x
2
dx
_
1
3

x
2
dx
=
x
2
3
+1
2
3
+1
+ C
1

_
x

2
3
+1

2
3
+1
+ C
2
_
=
3
5
x
3

x
2
3
3

x + C
3.3 Integrali di somme di funzioni 35
3.
_
3x
5
2x
3
+1
x
dx = 3
_
x
4
dx 2
_
x
2
dx +
_
dx
x
=
3
5
x
5

2
3
x
3
+ ln |x| + C
4.
_
3x
5
2x
3
+1
x
3
dx = 3
_
x
2
dx 2
_
dx +
_
x
3
dx = x
3
2x
1
2x
2
+ C
5.
_
_
3
cos
2
x
+
2
sin
2
x
_
dx = 3
_
dx
cos
2
x
+2
_
dx
sin
2
x
= 3 (tan x + C
1
)+2 (cot x + C
2
)
= 3 tan x 2 cot x + C
6.
_
sin 2x+2 cos x
cos x
dx =
_
sin 2x
cos x
dx + 2
_
dx = 2 (cos x + C
1
) + 2 (x + C
2
) =
2 (cos x x) + C
7.
_
_
3

1x
2

2
1+x
2
_
dx = 3
_
dx

1x
2
2
_
dx
1+x
2
= 3 arcsin x 2 arctan x + C
8.
_
2x
4
3x
2
+5x
x
2
dx = 2
_
x
2
dx 3
_
dx + 5
_
dx
x
= 2
_
1
3
x
3
+ C
1
_
3 (x + C
2
) + 5 (ln |x| + C
3
) =
2
3
x
3
x + 5 ln |x| + C
9.
_
cos 2x
sin xcos x
dx =
_
cos
2
xsin
2
x
sin xcos x
dx
=
_
sin xdx
_
cos xdx = cos x sin x + C
10.
_
_
2 sin x +
sin 2x
sin x
_
dx = 2
_
sin xdx + 2
_
cos xdx = 2 cos x + 2 sin x
= 2 (sin x cos x) + C
11.
_
_
e
3x
+
5
x
_
dx =
_
e
3x
dx + 5
_
dx
x
=
1
3
e
3x
+ C
1
+ 5 ln |x| + C
2
=
1
3
e
3x
+ 5 ln x + C
12.
_
_

1x
2
+
1
cos
2
x
_
dx = 2
_
dx

1x
2
+
_
dx
cos
2
x
= 2 arccos x + tan x + C
13.
_
cos 2x
cos x+sin x
dx =
_
cos
2
xsin
2
x
cos x+sin x
dx =
_
cos xdx
_
sin xdx = cos x+sin x+C
14.
_
(ax + b)
3
dx =
_
(a
3
x
3
+ 3a
2
bx
2
+ 3b
2
ax + b
3
) dx
=
1
4
a
3
x
4
+ a
2
bx
3
+
3
2
b
2
ax
2
+ b
3
x + C
15.
_
(2x + 1)
4
dx =
_
(16x
4
+ 32x
3
+ 24x
2
+ 8x + 1) dx
=
16
5
x
5
+ 8x
4
+ 8x
3
+ 4x
2
+ x + C
3.4 Integrali di una f ( (x)), con (x) funzione lineare 36
16.
_

2+x
2

2x
2

4x
4
dx =
_

2+x
2

(2x
2
)(2+x
2
)
dx
_

2x
2

(2x
2
)(2+x
2
)
dx
=
_
dx

2x
2

_
dx

2+x
2
= arcsin
x

2
ln
_
x +

x
2
+ 2
_
+ C
17.
_
(6x
2
+ 8x + 3) dx = 2x
3
+ 4x
2
+ 3x + C
18.
_
x(x + a) (x + b) dx =
_
x
3
dx + (a + b)
_
x
2
dx + ab
_
xdx
=
1
4
x
4
+
1
3
(a + b) x
3
+
1
2
abx
2
3.4 Integrali di una f ( (x)), con (x) funzione lin-
eare
Calcolare gli integrali:
1)
_
sin (ax + b) dx 5)
_
dx
(ax+b)
n 9)
_
5
3
sinh (5x) dx
2)
_
(ax + b)
n
dx 6)
_
(3 5x)
3
dx 10)
_
dx

14x
2
3)
_
e
ax+b
dx 7)
_
cos (5x 2) dx 11)
_
adx
ax
4)
_
cos (ax + b) dx 8)
_
3e
2x+5
dx
3.4.1 Soluzioni
1. I (x) =
_
sin (ax + b) dx; poniamo
= ax + b =d = adx, (3.1)
donde:
I () =
1
a
_
sin d =
1
a
cos + C,
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
a
cos (ax + b) + C
2. I (x) =
_
(ax + b)
n
dx; eseguendo il cambio di varibile (3.1):
I () =
1
a
_

n
d =
1
a (n + 1)

n+1
+ C,
3.4 Integrali di una f ( (x)), con (x) funzione lineare 37
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
(ax + b)
n+1
a (n + 1)
+ C, per n = 1
3. I (x) =
_
e
ax+b
dx; eseguendo il cambio di varibile (3.1):
I () =
1
a
_
e

d =
1
a
e

,
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
a
e
ax+b
+ C
4. I (x) =
_
cos (ax + b) dx; eseguendo il cambio di varibile (3.1):
I () =
1
a
_
cos d =
1
a
sin ,
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
a sin (ax + b)
+ C
5. I (x) =
_
dx
(ax+b)
n ; eseguendo il cambio di varibile (3.1):
I () =
1
a
_
d

n
=
1
a
1
1 n

1n
+ C,
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
(ax + b)
1n
a (1 n)
+ C, per n = 1
6. I (x) =
_
(3 5x)
3
dx; eseguendo il cambio di varibile (3.1):
I () =
1
5
_

3
d =
1
5

4
4
+ C,
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
(3 5x)
4
20
+ C
3.4 Integrali di una f ( (x)), con (x) funzione lineare 38
7. I (x) =
_
cos (5x 2) dx; eseguendo il cambio di variabile del tipo (3.1):
I () =
1
5
_
cos d =
1
5
sin + C,
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
sin (5x 2)
5
+ C
8. I (x) =
_
3e
2x+5
dx; eseguendo il cambio di varibile del tipo (3.1):
I () =
3
2
_
e

d =
3
2
e

+ C,
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
3
2
e
2x+5
+ C
9. I (x) =
_
5
3
sinh (5x) dx; eseguendo il cambio di varibile del tipo (3.1):
I () =
1
3
_
sinh d =
1
3
cosh + C,
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
3
cosh (2x) + C
10. I (x) =
_
dx

14x
2
; eseguendo il cambio di varibile:
= 2x,
segue:
I () =
1
2
_
d
_
1
2
=
1
2
arcsin + C,
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
2
arcsin (2x) + C
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 39
11. I (x) =
_
adx
ax
; eseguendo il cambio di varibile:
= a x,
segue:
I () = a
_
d

= a ln || + C
1
,
Ripristinando la variabile x:
I (x) = a ln |a x| + C
1
Poniamo:
C
1
= a ln |C| ,
da cui:
I (x) = a ln

C
a x

3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di


integrale
Esempio 1:
_
xdx

1 + x
4
=
_
xdx
_
1 + (x
2
)
2
Poniamo
= x
2
,
donde:
xdx =
1
2
d =
_
xdx
_
1 + (x
2
)
2
=
1
2
_
d
_
1 +
2
=
1
2
ln
_
+
_
1 +
2
_
+ C
Quindi:
_
xdx

1 + x
4
=
1
2
ln
_
x
2
+

1 + x
2
_
+ C
Esempio 2
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 40
I
n
(x) =
_
x
n1
e
x
n
dx
Poniamo:
= x
n
=x
n1
dx =
d
n
,
donde:
I
n
() =
1
n
_
e

d =
1
n
e

n
+ C =I
n
(x) =
1
n
e
x
n
+ C
***
3.5.1 Calcolare gli integrali:
1)
_
xdx
cos
2
x
2
11)
_

x+ln x
x
dx 21)
_
x

arctan 2x
1+4x
2
dx
2)
_
tan xdx 12)
_
2x5
3x
2
2
dx 22)
_
e

(
x
2
+1
)
dx
3)
_
cot xdx 13)
_
32x
5x
2
+7
dx 23)
_
x7
x
2
dx
4)
_
tan

x
dx

x
14)
_
xdx
x
2
5
24)
_
e
1/x
x
2
dx
5)
_
xcot (x
2
+ 1) dx 15)
_
xdx
2x
2
+3
25)
_
5

x dx

x
6)
_
sin
3
6xcos 6xdx 16)
_
ax+b
a
2
x
2
+b
2
dx 26)
_
(a
x
b
x
)
2
a
x
b
x
dx
7)
_
cos ax
sin
5
ax
dx 17)
_
xdx

a
4
x
4
27)
_
a
2x
1

a
x
dx
8)
_
sin 3x
3+cos 3x
dx 18)
_
x
2
dx
1+x
6
28)
_
e
x
e
x
1
dx
9)
_
sin xcos x

cos
2
xsin
2
x
dx 19)
_
_
arcsin x
1x
2
dx 29)
_
e
x

a be
x
dx
10)
_
x

x
2
+1
dx 20)
_
arctan
x
2
4+x
2
dx 30)
_
_
e
x/a
+ 1
_
1/3
e
x/a
dx
3.5.2 Soluzioni
1. I (x) =
_
xdx
cos
2
x
2
; eseguiamo il cambio di variabile
= x
2
=xdx =
1
2
d,
quindi:
I () =
1
2
_
d
cos
2

=
1
2
tan + C =I (x) =
1
2
tan x
2
+ C
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 41
2. I (x) =
_
tan xdx =
_
sin x
cos x
dx; eseguiamo il cambio di variabile:
= cos x =d = sin xdx =
=I () =
_
d

= ln || + C =I (x) = ln |cos x| + C
3. I (x) =
_
cot xdx =
_
cos x
sin x
dx; eseguiamo il cambio di variabile:
= sin x =d = sin xdx =
=I () =
_
d

= ln || + C =I (x) = ln |sin x| + C
4. I (x) =
_
tan

x
dx

x
=
_
sin

x
cos

x
dx

x
; eseguiamo il cambio di variabile:
= cos

x =d =
1
2

x
sin

xdx,
quindi:
I () = 2
_
d

= 2 ln || + C
I (x) = 2 ln

cos

+ C
5.
_
xcot (x
2
+ 1) dx =
_
x
cos
(
x
2
+1
)
sin(x
2
+1)
dx; eseguiamo il cambio di variabile:
= sin
_
x
2
+ 1
_
=d = 2xcos
_
x
2
+ 1
_
dx,
quindi:
I () =
1
2
_
d

=
1
2
ln || + C
I (x) = 2 ln

sin
_
x
2
+ 1
_

+ C
6. I (x) =
_
sin
3
6xcos 6xdx =
1
6
_
sin
3
6xd (sin 6x) =
1
24
sin
4
6x
7. I (x) =
_
cos ax
sin
5
ax
dx =
1
a
_
d

=
1
a

_

1
4
_

4
+ C =I (x) =
1
4a sin
4
ax
+ C
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 42
8. I (x) =
_
sin 3x
3+cos 3x
dx; eseguiamo il cambio di variabile:
= 3 + cos 3x =d = 3 sin 3xdx
Quindi:
I () =
1
3
_
d

=
1
3
ln || + C =I (x) =
1
3
ln |3 + cos 3x| + C
9. I (x) =
_
sin xcos x

cos
2
xsin
2
x
dx =
1
2
_
sin 2x

cos 2x
dx; eseguiamo il cambio di variabile:
= cos 2x =d = 2 sin 2xdx
Quindi:
I () =
1
4
_
d

=
1
2
_
+ C =I (x) =
1
2

cos 2x + C
10. I (x) =
_
x

x
2
+1
dx; eseguiamo il cambio di variabile:
= x
2
+ 1 =d = 2xdx
Quindi:
I () =
1
2
_
d

=
1
2
_
+ C =I (x) =
1
2

x
2
+ 1 + C
11. I (x) =
_

x+ln x
x
dx =
_
_
1

x
+
ln x
x
_
=
_
dx

x
+
_
ln x
x
dx = (2

x + C
1
) +
_
ln xd (ln x) =
1
2
_
4

x + ln
2
x
_
+ C
12. I (x) =
_
2x5
3x
2
2
dx =
_
_
2x
3x
2
2

5
3x
2
22
_
dx = 2
_
xdx
3x
2
2
5
_
dx
3x
2
2
=
2I
1
(x) 5I
2
(x)
Calcolo di I
1
(x)
Eseguiamo il cambio di variabile:
= 3x
2
2 =d = 6xdx
Quindi:
I
1
() =
1
6
_
d

=
1
6
ln || + C
1
=I
1
(x) =
1
6
ln

3x
2
2

+ C
1
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 43
Calcolo di I
2
(x)
Eseguiamo il cambio di variabile:
=

3x =d =

3dx
Quindi:
I
2
() =
1

3
_
d

_
2
_
2
=
1

1
2

2
ln

2
+

+ C
2
=
1
2

6
ln

2
+

+ C
2
=I
1
(x) =
1
2

6
ln

3x

3x +

+ C
2
donde:
I (x) =
1
3
ln

3x
2
2

5
2

6
ln

3x

3x +

+ C
13. I (x) =
_
32x
5x
2
+7
dx = 3
_
1
5x
2
+7
dx 2
_
x
5x
2
+7
dx = 3I
1
(x) 2I
2
(x)
Calcolo di I
1
(x) =
_
1
5x
2
+7
dx =
_
1
(

5x
)
2
+
(

7
)
2
dx
Eseguiamo il cambio di variabile:
=

5x =d =

5dx
Quindi:
I
1
() =
1

5
_
d

2
+
_
7
_
2
=
1

7
arctan

7
+ C
1
=I
1
(x) =
1

35
arctan
_
_
5
7
x
_
+ C
1
Calcolo di I
2
(x) =
1
5
_
d
(
5x
2
+7
)
5x
2
+7
=
1
10
ln |5x
2
+ 7| + C
2
, donde:
I (x) =
3

35
arctan
_
_
5
7
x
_

1
5
ln

5x
2
+ 7

+ C
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 44
14. I (x) =
_
xdx
x
2
5
=
1
2
_
d
(
x
2
5
)
x
2
5
=
1
2
ln |x
2
5| + C
15. I (x) =
_
xdx
2x
2
+3
=
1
4
_
d
(
2x
2
+3
)
2x
2
+3
=
1
4
ln (2x
2
+ 3) +C
16. I (x) =
_
ax+b
a
2
x
2
+b
2
dx = a
_
xdx
a
2
x
2
+b
2
+ b
_
dx
a
2
x
2
+b
2
= aI
1
(x) + bI
2
(x)
Calcolo di I
1
(x) =
_
xdx
a
2
x
2
+b
2
Eseguiamo il cambio di variabile:
= a
2
x
2
+ b
2
=d = 2a
2
xdx
Quindi:
I
1
() =
1
2a
2
_
d

=
1
2a
2
ln || + C
1
=I
1
(x) =
1
2a
2
ln

a
2
x
2
+ b
2

+ C
1
Calcolo di I
2
(x) =
_
dx
a
2
x
2
+b
2
Eseguiamo il cambio di variabile:
= ax =d = adx
Quindi:
I
2
() =
1
a
2
_
d

2
+ b
2
=
1
a

1
b
arctan
_

b
_
+ C
2
=I
2
(x) =
1
ab
arctan
_
a
b
x
_
+ C
2
donde:
I (x) =
1
2a
2
ln

a
2
x
2
+ b
2

+
1
a
arctan
_
a
b
x
_
+ C
17. I (x) =
_
xdx

a
4
x
4
. Eseguiamo il cambio di variabile:
= x
2
=d = 2xdx
Quindi:
I () =
1
2
_
d
_
(a
2
)
2

2
= arcsin
_

a
2
_
+ C
=I (x) =
1
2
arcsin
_
x
2
a
2
_
+ C
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 45
18. I (x) =
_
x
2
dx
1+x
6
=
_
x
2
dx
1+(x
3
)
2
. Eseguiamo il cambio di variabile:
= x
3
=d = 3x
2
dx
Quindi:
I () =
1
3
_
d
1 +
2
=
1
3
arctan + C
=I (x) =
1
3
arctan
_
x
3
_
+ C
19. I (x) =
_
_
arcsin x
1x
2
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= arcsin x =d =
dx

1 x
2
Quindi:
I () =
_
_
d =
2
3

3/2
+ C
=I (x) =
2
3
(arcsin x)
3/2
+ C
20. I (x) =
_
arctan
x
2
4+x
2
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= arctan
x
2
=d =
1
2
dx
1 +
_
x
2
_
2
=
dx
1 + 4x
2
=
1
2
d
Quindi:
I () =
1
2
_
d =
1
4

2
+ C
=I (x) =
1
4
_
arctan
x
2
_
2
+ C
21. I (x) =
_
x

arctan 2x
1+4x
2
dx =
_
x
1+4x
2
dx
_

arctan 2x
1+4x
2
dx = I
1
(x) I
2
(x)
Calcolo di I
1
(x) =
_
x
1+4x
2
dx =
1
8
_
d
(
1+4x
2
)
1+4x
2
dx =
1
8
ln (1 + 4x
2
) + C
1
Calcolo di I
2
(x) =
_

arctan 2x
1+4x
2
dx
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 46
Eseguiamo il cambio di variabile:
= arctan 2x =d =
2
1 + 4x
2
dx =
dx
1 + 4x
2
=
1
2
d
Quindi:
I
2
() =
1
2
_
_
d =
1
3

3/2
+ C
1
=I
2
(x) =
1
3
(arctan 2x)
3/2
+ C
2
,
donde:
I (x) =
1
8
ln
_
1 + 4x
2
_

1
3
(arctan 2x)
3/2
+ C
22. I (x) =
_
e

(
x
2
+1
)
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
=
_
x
2
+ 1
_
=d = 2xdx =xdx =
1
2
d
Quindi:
I () =
1
2
_
e

d =
1
2

2
+ C
=I (x) =
1
2
e

(
x
2
+1
)
+ C
23. I (x) =
_
x7
x
2
dx =
1
2
_
7
x
2
d (x
2
) =
7
x
2
2 ln 7
+ C
24. I (x) =
_
e
1/x
x
2
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
=
1
x
=d =
dx
x
2
=
dx
x
2
= d
Quindi:
I () =
_
e

d = e

+ C
=I (x) =
1
2
e
1/x
+ C
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 47
25. I (x) =
_
5

x dx

x
. Eseguiamo il cambio di variabile:
=

x =d =
dx
2

x
=
dx

x
= 2d
Quindi:
I () =
_
5

d = 2
5

ln 5
+ C
=I (x) = 2
5

x
ln 5
+ C
26. I (x) =
_
(a
x
b
x
)
2
a
x
b
x
dx =
_
_
a
x
b
x
2 +
b
x
a
x
_
dx = I
1
(x) 2 (x C
2
), essendo:
I
1
(x) =
_
a
x
b
x
dx +
_
b
x
a
x
dx
def
= J
1
(x) + J
2
(x)
Qui :
J
1
(x) =
_
a
x
b
x
dx, J
2
(x) =
_
b
x
a
x
dx
Risulta:
J
1
(x) =
_
_
a
b
_
x
dx =
_
a
b
_
x
ln a ln b
+ K
1
Scambiando a con b:
J
2
(x) =
_
b
a
_
x
ln b ln a
+ K
2
Quindi:
I
1
(x) =
a
x
b
x
a
x
b
x
ln a ln b
+ C
1
=I (x) =
a
x
b
x
a
x
b
x
ln a ln b
2x + C
27. I (x) =
_
a
2x
1

a
x
dx =
_
_
a
2x
a
x/2
a
x/2
_
dx =
_
_
a
2x
x
2
a
x/2
_
dx
=
_
a
3
2
x
dx
_
a
x/2
dx = I
1
(x) I
2
(x) ,
essendo:
I
1
(x) =
2
3
_
a
3
2
x
d
_
3
2
x
_
=
2
3
a
3
2
x
ln a
+ C
1
I
2
(x) = 2
_
a

x
2
d
_
x
2
_
= 2
a

x
2
ln a
+ C
2
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 48
Quindi:
I (x) =
2
3 ln a
_
a
3
2
x
+ 3a

x
2
_
+ C
28. I (x) =
_
e
x
e
x
1
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= e
x
=e
x
dx = d
Quindi:
I () =
_
d
1
=
_
d ( 1)
1
= ln | 1| + C
=I (x) = ln |e
x
1| + C
29. I (x) =
_
e
x

a be
x
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= a be
x
=e
x
dx =
1
b
d
Quindi:
I () =
1
b
_
_
d =
1
b

1
1 +
1
2

3/2
+ C
=I (x) =
2
3b
_
(a be
x
)
3
+ C
30. I (x) =
_
_
e
x/a
+ 1
_
1/3
e
x/a
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= e
x/a
=d =
1
a
e
x/a
dx
Quindi:
I () = a
_
( + 1)
1/3
d =
3a
4
( + 1)
4/3
+ C
=I (x) =
3a
4
_
e
x/a
+ 1
_
4/3
+ C
***
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 49
3.5.2.1 Calcolare gli integrali
1)
_
a
x
dx
1+a
2x
11)
_
(2 sinh 5x 3 cosh 5x) dx 21)
_
a
sin x
cos xdx
2)
_
e
bx
1e
2bx
dx 12)
_
tanh dx 22)
_
x
n1
dx
n

x
n
+1
dx
3)
_
e
x

1e
2x
dx 13)
_
x
n

n x
2
dx 23)
_
tan
2
axdx
4)
_
(cos ax + sin ax)
2
dx 14)
_
xe
x
2
dx 24)
_
3

1+ln x
x
dx
5)
_
sin (ln x)
dx
x
15)
_
3

2+3x
2
2+3x
2
dx 25)
_
tan

x 1
dx

x1
6)
_

tan x
cos
2
x
dx 16)
_
dx

e
x
26)
_
e
arctan x
+xln
(
1+x
2
)
+1
1+x
2
dx
7)
_
xsin (1 x
2
) dx 17)
_
1sin x
x+cos x
dx 27)
_
sin xcos x
sin x+cos x
dx
8)
_
(cot x)
2/3
sin
2
x
dx 18)
_
dx
xln
2
x
28)
_
x
2
x
2
2
dx
9)
_
1+sin 3x
cos
3
3x
dx 19)
_
dx
cos
2
x

2tan
2
x
29)
_
e
sin
2
x
sin 2xdx
10)
_
dx
ba cot 3x
20)
_
_
2 +
x
2x
2
+1
_
dx
2x
2
+1
30)
_
53x

43x
2
dx
3.5.3 Soluzioni
1. I (x) =
_
a
x
dx
1+a
2x
. Eseguiamo il cambio di variabile:
= a
x
=1 + a
2x
= 1 +
2
; d = a
xdx
Quindi:
I () =
_
d
1 +
2
= arctan + C
=I (x) = arctan (a
x
) + C
2. I (x) =
_
e
bx
1e
2bx
dx; Eseguiamo il cambio di variabile:
= e
bx
=1 e
2bx
= 1
2
; d = be
bxdx
Quindi:
I () =
1
b
_
d
1
2
=
1
2b
ln

1 +
1

+ C
=I (x) =
1
2b
ln

1 + e
bx
1 e
bx

+ C
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 50
3. I (x) =
_
e
x

1e
2x
dx; Eseguiamo il cambio di variabile:
= e
x
=e
x
dx = d
Quindi:
I () =
_
d
_
1
2
= arcsin + C
=I (x) = arcsin (e
x
) + C
4. I (x) =
_
(cos ax + sin ax)
2
dx =
_
_
cos
2
ax + sin
2
ax + sin 2ax
_
dx =
_
dx+
+
1
2a
_
sin 2axd (2ax) = (x + C
1
) +
1
2a
(cos 2ax + C
2
) = x
1
2a
cos 2ax+C
5. I (x) =
_
sin (ln x)
dx
x
. Eseguiamo il cambio di variabile:
= ln x =d =
dx
x
Quindi:
I () =
_
sin d = cos + C
=I (x) = cos (ln x) + C
6. I (x) =
_

tan x
cos
2
x
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= tan x =d =
dx
cos
2
x
Quindi:
I () =
_
_
d =
2
3

3/2
+ C
=I (x) =
2
3

tan
3
x + C
7. I (x) =
_
xsin (1 x
2
) dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= 1 x
2
=xdx =
1
2
d
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 51
Quindi:
I () =
1
2
_
sin d =
1
2
cos + C
=I (x) =
1
2
cos
_
1 x
2
_
+ C
8. I (x) =
_
(cot x)
2/3
sin
2
x
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= cot x =d =
dx
sin
2
x
Quindi:
I () =
_

2/3
d =
3
5

5/3
+ C
=I (x) =
3
5
(cot x)
5/3
+ C
9. I (x) =
_
1+sin 3x
cos
3
3x
dx =
_
dx
cos
3
3x
+
_
sin 3x
cos
3
3x
dx = I
1
(x) + I
2
(x)
I
1
(x) =
_
dx
cos
3
3x
=
1
3
tan 3x + C
1
I
2
(x) =
_
sin 3x
cos
3
3x
dx
Per calcolare I
2
(x) eseguiamo il cambio di variabile:
= cos 3x =d = 3 sin 3xdx
Quindi:
I
2
() =
1
3
_
d

2
=
1
3
1

+ C
2
=I
2
(x) =
1
3 cos 3x
+ C
2
=I (x) =
1
3
_
tan 3x +
1
cos 3x
_
+ C
10. I (x) =
_
dx
ba cot 3x
. Eseguiamo il cambio di variabile:
= cot 3x =
dx
sin
2
3x
=
1
3
d
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 52
Quindi:
I () =
1
3
_
d
b a
=
1
3a
_
d (b a)
b a
=
1
3a
ln |b a| + C
=I (x) =
1
3a
ln |b a cot 3x| + C
11. I (x) =
_
(2 sinh 5x 3 cosh 5x) dx = 2
1
5
_
sinh 5xd (5x)
3
5
_
cosh 5xd (5x)
=
2
5
cosh 5x
3
5
sinh 5x + C =
1
5
(2 cosh 5x 3 sinh 5x) + C
12. I (x) =
_
tanh dx =
_
sinh x
cosh x
dx =
_
d(cosh x)
cosh x
dx = ln (cosh x) + C
13. I
n
(x) =
_
x
n

n x
2
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= n x
2
=d = 2xdx =xdx =
1
2
d
Quindi:
I
n
() =
n
2 (1 +n)

1+n
n
+ C
=I
n
(x) =
3
5
n
_
(n x
2
)
1+n
14. I (x) =
_
xe
x
2
dx =
1
2
_
e
x
2
d (x
2
) =
1
2
e
x
2
+ C
15. I (x) =
_
3

2+3x
2
2+3x
2
dx = 3
_
dx
2+3x
2

_
dx

2+3x
2
= 3I
1
(x) I
2
(x)
I
1
(x) =
_
dx
2+3x
2
=
_
dx
(

2
)
2
+
(

3x
)
2
=
1

3
_
d
(

3x
)
(

2
)
2
+
(

3x
)
2
=
1

6
arctan
__
3
2
x
_
+ C
1
I
2
(x) =
_
dx

2+3x
2
=
_
dx
_
(

2
)
2
+
(

3x
)
2
=
=
1

3
_
d
(

3x
)
_
(

2
)
2
+
(

3x
)
2
=
1

3
ln

3x +

2 + 3x
2

+ C
2
,
donde:
I (x) =
_
3
2
arctan
_
x
_
3
2
_

3
ln

3x +

2 + 3x
2

+ C
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 53
16. I (x) =
_
dx

e
x
=
_
e

1
2
x
dx = 2
_
e

1
2
x
d
_

1
2
x
_
= 2e
x/2
+ C
17. I (x) =
_
1sin x
x+cos x
dx =
_
d(x+cos x)
x+cos x
= ln |x + cos x| + C
18. I (x) =
_
dx
xln
2
x
. Eseguiamo il cambio di variabile:
= ln x =d =
dx
x
Quindi:
I () =
_
d

=
1

+ C
=I (x) =
1
ln x
+ C
19. I (x) =
_
dx
cos
2
x

2tan
2
x
. Eseguiamo il cambio di variabile:
= tan x =d =
dx
cos
2
x
Quindi:
I () =
_
d
_
2
2
= arcsin
_

2
_
+ C
=I (x) = arcsin
_
tan x

2
_
+ C
20. I (x) =
_
_
2 +
x
2x
2
+1
_
dx
2x
2
+1
= 2
_
dx
2x
2
+1
+
_
xdx
(2x
2
+1)
2
= 2I
1
(x) + I
2
(x)
Qui :
I
1
(x) =
_
dx
2x
2
+ 1
=
_
dx
1 +
_
2x
_
2
=
1

2
_
d
_
2x
_
2
2x
2
+ 1
=
1

2
arctan
_

2x
_
+ C
1
;
I
2
(x) =
_
d (2x
2
+ 1)
(2x
2
+ 1)
2
=
1
4
1
2x
2
+ 1
+ C
2
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 54
Quindi:
I (x) =

2 arctan
_

2x
_

1
4 (2x
2
+ 1)
+ C
21. I (x) =
_
a
sin x
cos xdx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= cos x =d = cos xdx
Quindi:
I () =
_
a

d =
a

ln a
+ C
=I (x) =
a
sinx
ln a
+ C
22. I (x) =
_
x
n1
dx
n

x
n
+1
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= x
n
+ 1 =d = nx
n1
dx
Quindi:
I
n
() =
1
n
_
d

1/n
=
1
n
1
1
1
n

1
1
n
+ C
=I
n
(x) =
1
n

n
n 1
(x
n
+ 1)
1
1
n
+ C
=
1
n 1
n
_
(x
n
+ 1)
n1
+ C
23. I (x) =
_
tan
2
axdx =
_
sin
2
ax
cos
2
ax
dx =
=
_
1cos
2
ax
cos
2
ax
dx =
_
dx
cos
2
ax

_
dx =
1
a
tan ax x
24. I (x) =
_
3

1+ln x
x
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= ln x =d =
dx
x
Quindi:
I () =
_
(1 + )
1/3
d =
3
4
3
_
(1 + )
4
+ C
=I (x) =
3
4
3
_
(1 + ln x)
4
+ C
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 55
25. I (x) =
_
tan

x 1
dx

x1
. Eseguiamo il cambio di variabile:
=

x 1 =d =
dx
2

x 1
Quindi:
I () = 2
_
sin
cos
d = 2
_
d (cos )
cos
= 2 ln |sin | + C
=I (x) = 2 ln

sin

x 1

+ C
26. I (x) =
_
e
arctan x
+xln
(
1+x
2
)
+1
1+x
2
dx = I
1
(x) + I
2
(x) + I
3
(x), essendo:
I
1
(x) =
_
e
arctan x
1 + x
2
dx
I
2
(x) =
_
xln (1 + x
2
)
1 + x
2
dx
I
3
(x) =
_
dx
1 +x
2
dx
Calcolo di I
1
(x)
Eseguiamo il cambio di variabile:
= arctan x =
dx
1 + x
2
= d
Quindi:
I
1
() = 2
_
e

d = e

+ C
1
=I
1
(x) = e
arctan x
+ C
1
Calcolo di I
2
(x)
Eseguiamo il cambio di variabile:
= ln
_
1 +x
2
_
=d =
2xdx
1 + x
2
Quindi:
I
2
() =
1
2
_
d =
1
4

2
+ C
2
=I
2
(x) =
1
4
ln
2
_
1 + x
2
_
+ C
2
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 56
Calcolo di I
3
(x)
I
3
(x) =
_
dx
1 + x
2
= arctan x + C
3
Quindi:
I (x) = e
arctan x
+
1
4
ln
2
_
1 +x
2
_
+ arctan x + C
27. I (x) =
_
sin xcos x
sin x+cos x
dx =
_
d(sin x+cos x)
sin x+cos x
= ln |sin x + cos x| + C
28. I (x) =
_
x
2
x
2
2
dx =
_
x
2
2+2
x
2
2
dx =
_
_
1 +
2
x
2
2
_
dx
=
_
dx + 2
_
dx
x
2
2
= x + 2
_
1
2

2
ln

2
x+

_
+ C = x +

2
2
ln

2
x+

29. I (x) =
_
e
sin
2
x
sin 2xdx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= sin
2
x =d = sin 2xdx
Quindi:
I () =
_
e

d = e

+ C
=I (x) = e
sin
2
x
+ C
30. I (x) =
_
53x

43x
2
dx = 5I
1
(x) 3I
2
(x), essendo:
I
1
(x) =
_
dx

4 3x
2
I
2
(x) =
_
dx

4 3x
2
Calcolo di I
1
(x)
I
1
(x) =
1

3
_
dx
_
_
2

3
_
2
x
2
=
1

3
arcsin
_
x

3
2
_
+ C
1
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 57
Calcolo di I
2
(x)
Eseguiamo il cambio di variabile:
= 4 3x
2
=xdx =
1
6
d
Quindi:
I
2
() =
1
6
_
d

=
1
3
_
+ C
2
=I
2
(x) =
1
3

4 3x
2
+ C
2
Da ci segue:
I (x) =
5

3
arcsin
_
x

3
2
_
+
1
3

4 3x
2
+ C
3.5.4 Calcolare gli integrali:
1)
_
sin
_
2
T
+
0
_
dt 5)
_
sin xcos x

2sin
4
x
dx 9)
_
x
2
cosh (x
3
+ 3) dx
2)
_
dx
x
(
4ln
2
x
)
6)
_
arcsin x+x

1x
2
dx 10)
_
3
tanh x
cosh
2
x
dx
3)
_
arccos
(
x
2
)

4x
2
dx 7)
_
cos 2x
4+cos
2
2x
dx
4)
_
e
tan x dx
cos
2
x
8)
_
_
ln
(
x+

x
2
+1
)
1+x
2
dx
1. I (t) =
_
sin
_
2
T
+
0
_
dt. Eseguiamo il cambio di variabile:
=
2
T
+
0
=d =
2
T
dt =dt =
T
2
d
Quindi:
I () =
2
T
_
sin d =
T
2
cos +C =I (t) =
T
2
cos
_
2
T
+
0
_
+C
2. I (x) =
_
dx
x
(
4ln
2
x
)
. Eseguiamo il cambio di variabile:
= ln x =
dx
x
= d
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 58
Quindi:
I () =
_
d
4
2
=
_
d
2
2

2
=
1
4
ln

2 +
2

+ C
I (x) =
1
4
ln

2 + ln x
2 ln x

+ C
3. I (x) =
_
arccos
(
x
2
)

4x
2
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= arccos
_
x
2
_
=
dx

4 x
2
= d
Quindi:
I () =
_
d
=
1
2

2
+ C
I (x) =
1
2
_
arccos
_
x
2
__
2
+ C
4. I (x) =
_
e
tan x dx
cos
2
x
. Eseguiamo il cambio di variabile:
= tan x =d =
dx
cos
2
x
Quindi:
I () =
_
e

d
= e

+ C
I (x) = e
tan x
+ C
5. I (x) =
_
sin xcos x

2sin
4
x
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= sin
2
x =sin xcos xdx =
1
2
d
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 59
Quindi:
I () =
1
2
_
d
_
2
2
=
1
2
arcsin
_

2
_
+ C
I (x) =
1
2
arcsin
_
sin
2
x

2
_
+ C
6. I (x) =
_
arcsin x+x

1x
2
dx =
_
arcsin x

1x
2
dx +
_
x

1x
2
dx
Poniamo:
I
1
(x)
def
=
_
arcsin x

1 x
2
dx; I
2
(x)
def
=
_
x

1 x
2
dx
Calcolo di I
1
(x)
Eseguiamo il cambio di variabile:
= arcsin x =
dx

1 x
2
= d
Quindi:
I
1
() =
1
2
_
d
=
1
2

2
+ C
1
I
1
(x) =
1
2
(arcsin x)
2
+ C
1
Calcolo di I
2
(x)
Eseguiamo il cambio di variabile:
= 1 x
2
=
xdx

1 x
2
=
d
2
Quindi:
I
2
() =
1
2
_
d

=
_
+ C
2
I
1
(x) =

1 x
2
+ C
2
3.5 Integrazione per introduzione sotto il segno di integrale 60
Lintegrale I (x) :
I (x) =
1
2
(arcsin x)
2

1 x
2
+ C
7. I (x) =
_
cos 2x
4+cos
2
2x
dx =
_
cos 2x
5sin
2
2x
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= sin 2x =cos 2xdx =
d
2
Quindi:
I () =
1
2
_
d
5
2
=
1
4

5
ln

5 +

+ C
I (x) =
1
2
ln
_

5 + sin 2x

5 sin 2x
_
+ C
8. I (x) =
_
_
ln
(
x+

x
2
+1
)
1+x
2
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= ln
_
x +

x
2
+ 1
_
=
dx

1 + x
2
= d
Quindi:
I () =
_
_
d
=
2
3
_

3
+ C
I (x) =
2
3
_
ln
3
_
x +

x
2
+ 1
_
+ C
9. I (x) =
_
x
2
cosh (x
3
+ 3) dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= x
2
+ 3 =x
2
dx =
d
3
Quindi:
I () =
1
3
_
cosh d
=
1
3
sinh + C
I (x) =
1
3
sinh
_
x
3
+ 3
_
+ C
3.6 Integrazione per sostituzione 61
10. I (x) =
_
3
tanh x
cosh
2
x
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= tanh x =
dx
cos
2
x
= d
Quindi:
I () =
_
3

d
=
3

ln 3
+ C
I (x) =
3
tanh x
ln 3
+ C
3.6 Integrazione per sostituzione
Assegnato lintegrale:
_
f (x) dx (3.2)
si esegue la sostituzione:
x = () (3.3)
In tal modo lintegrale (3.2) diventa:
_
f [()]

() d (3.4)
La scelta della funzione () deve essere tale che (3.4) riconducibile agli integrali
fondamentali.
Esempio 1
I (x) =
_
x

x 1dx
Poniamo:
=

x 1,
da cui:
x =
2
+ 1
dx = 2d
3.6 Integrazione per sostituzione 62
Lintegrale diventa:
I () = 2
_
_

2
+ 1
_

2
d = 2
_
1
5

5
+
1
3

3
_
+ C
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
2
5
(x 1)
5/2
+
2
3
(x 1)
3/2
+ C
Esempio 2
I (x) =
_
dx

5x 2
Poniamo:
= 5x 2
da cui:
d = 5dx
Lintegrale diventa:
I () =
1
5
_
d

=
2
5
_
+ C
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
2
5

5x 2 + C
Esempio 3
I (x) =
_
xdx

1 + x
4
Poniamo:
= x
2
da cui:
d = 2xdx
Lintegrale diventa:
I () =
1
2
_
d
_
1 +
2
=
1
2
ln

+
_

2
+ 1

+ C
Ripristinando la variabile x:
3.6 Integrazione per sostituzione 63
I (x) =
1
2
ln
_
x
2
+

x
4
+ 1
_
+ C
***
In molti casi conveniente eseguire le sostituzioni trigonometriche. Precisa-
mente, se lintegrando contiene uno dei seguenti radicali:

a
2
x
2
,

x
2
a
2
,

x
2
+ a
2
,
si eseguono le sostituzioni:

a
2
x
2
, x = a sin =

a
2
x
2
= a cos

x
2
a
2
, x =
a
cos
=

x
2
a
2
= a tan

x
2
+ a
2
, x = a tan =

x
2
+ a
2
=
a
cos
Esempio 4
I (x) =
_

x
2
+ 1
x
2
dx
Poniamo:
x = tan
da cui:

x
2
+ 1 =
1
cos
Lintegrale diventa:
I () =
_
d
sin
2
cos
=
_
sin
2
+ cos
2

sin
2
cos
d
= I
1
() +I
2
() ,
essendo:
I
1
() =
_
d
cos
= ln

1
cos
+ tan

+ C
1
I
1
() =
_
cos
sin
2

d =
_
d (sin )
sin
2

=
1
sin
+ C
2
,
3.6 Integrazione per sostituzione 64
Quindi:
I () = ln

1
cos
+ tan

1
sin
+ C
Ripristinando la variabile x e osservando che
1
cos
=
_
1 + tan
2
=

1 + x
2
1
sin
=
_
1 +
1
tan
2

=
_
1 +
1
x
2
,
si ottiene:
I (x) = ln

x +

1 + x
2

1 + x
2
x
+ C
3.6.1 Calcolare gli integrali:
1)
_
dx
x

x
2
2
6)
_
x(2x + 5)
10
dx 11)
_
e
2x

e
x
+1
dx
2)
_
dx
e
x
+1
7)
_
1x
1+

x
dx 12)
_
sin
3
x

cos x
dx
3)
_
x(5x
2
3)
7
dx 8)
_
dx
x

2x+1
13)
_
dx
x

1+x
2
dx
4)
_
xdx

x+1
9)
_
dx

e
x
1
5)
_
cos xdx

1+sin
2
x
10)
_
ln 2x
ln 4x
dx
x
3.6.2 Soluzioni
1. I (x) =
_
dx
x

x
2
2
. Procediamo per sostituzione:
=
1
x
=
dx
x
=
d

3.6 Integrazione per sostituzione 65


Quindi:
I () =
_
d
_
1
_

2
_
2
=
1

2
_
d
_

2
_
_
1
_

2
_
2
=
1

2
arcsin
_

2
_
+ C
I (x) =
1

2
arcsin
_

2
x
_
+ C
2. I (x) =
_
dx
e
x
+1
. Procediamo per sostituzione:
x = ln =
dx
e
x
+ 1
=
d
+ 1
Quindi:
I () =
_
d
+ 1
= ln | + 1| + C
I (x) = ln
_
1 + e
x
_
+ C
3. I (x) =
_
x(5x
2
3)
7
dx. Procediamo per sostituzione:
5x
2
3 = =xdx =
d
10
Quindi:
I () =
1
10
_

7
d
=
1
80

8
+ C
I (x) =
1
80
_
5x
2
3
_
8
+ C
4. I (x) =
_
xdx

x+1
. Procediamo per sostituzione:
=

x + 1 =
dx

x + 1
= 2d
3.6 Integrazione per sostituzione 66
Quindi:
I () = 2
_
_

2
1
_
d
=
2
3

3
2 + C
I (x) =
2
3
_
(x + 1)
3
2

x + 1 +C
5. I (x) =
_
cos xdx

1+sin
2
x
. Procediamo per sostituzione:
= sin =cos xdx = d
Quindi:
I () = 2
_
d
_
1 +
2
= ln

+
_
1 +
2

+ C
I (x) = ln

sin x +
_
1 + sin
2
x

+ C
6. I (x) =
_
x(2x + 5)
10
dx. Poniamo
= 2x + 5 =d = 2dx
Quindi:
I () =
1
2
_ _

2

5
2
_

10
d
=
1
24

12

5
44

11
+ C
I (x) =
1
4
_
1
12
(2x + 5)
12

5
11
(2x + 5)
11
_
+ C
7.
_
1x
1+

x
dx =
_
(
1

x
)(
1+

x
)
1+

x
dx =
_
dx
_

xdx = x
3
2

x
3
+ C
8. I (x) =
_
dx
x

2x+1
. Poniamo
=

2x + 1 =d =
dx

2x + 1
3.6 Integrazione per sostituzione 67
Quindi:
I () = 2
_
d

2
1
= ln

1
+ 1

+ C
I (x) = ln

2x + 1 1

2x + 1 + 1

+ C
9. I (x) =
_
dx

e
x
1
. Poniamo
=

e
x
1 =
dx

e
x
1
= 2
d

2
+ 1
Quindi:
I () = 2
_
d

2
+ 1
= arctan + C
I (x) = 2 arctan
_
e
x
1
_
+ C
10. I (x) =
_
ln 2x
ln 4x
dx
x
=
_
ln 2+ln x
ln 4+ln x
dx
x
. Poniamo
= ln x =
dx
x
= d
Quindi:
I () =
_
ln 2 +
ln 4 +
d
=
_ _
1 +
ln 2 ln 4
ln 4 +
_
d
= ln 2
_
d ( + ln 4)
ln 4 +
= ln 2 ln | + ln 4| + C
I (x) = ln x ln 2 ln |ln x + ln 4| + C
11. I (x) =
_
e
2x

e
x
+1
dx. Poniamo
=

e
x
+ 1 =
e
2x
dx

e
x
+ 1
= 2
_

2
1
_
d
3.6 Integrazione per sostituzione 68
Quindi:
I () = 2
_
_

2
1
_
d
= 2
_
1
3

_
+ C
I (x) =
2
3
(e
x
2)

e
x
+ 1 +C
12. I (x) =
_
sin
3
x

cos x
dx. Poniamo
= cos x =
sin
3
x

cos x
dx =
1
2

d
Quindi:
I () =
_
_

3/2

1/2
_
d
=
2
5

5/2
2
1/2
+ C
I (x) = 2

cos x
_
1
5
cos
2
x 1
_
+ C
13. I (x) =
_
dx
x

1+x
2
dx. Poniamo
=
1
x
=
dx
x
=
d

Quindi:
I () =
_
d
_
1 +
2
= ln

+
_

2
+ 1

+ C
I (x) = ln

x
1 +

x
2
+ 1

+ C
***
3.6 Integrazione per sostituzione 69
3.6.3 Calcolare i seguenti integrali utilizzando le sostituzioni
trigonometriche
1)
_
x
2
dx

1x
2
5)
_

x
2
+1
x
dx
2)
_
x
3
dx

2x
2
6)
_
dx
x
2

4x
2
3)
_

x
2
a
2
x
dx 7)
_

1 x
2
dx
4)
_
dx
x

x
2
1
8)
_
dx

x(1x)
1. I (x) =
_
x
2
dx

1x
2
. Poniamo
x = sin =
x
2
dx

1 x
2
= sin
2
d
Quindi:
I () =
_
sin
2
d
=
1
2
_
(1 cos 2) d
=
1
2
__
d
1
2
_
cos 2d (2)
_
=

2

1
4
sin 2
I (x) = arcsin x
x
2

1 x
2
+ C
2. I (x) =
_
x
3
dx

2x
2
. Poniamo
=

2 sin =
x
3
dx

2 x
2
= 2
3/2
sin
3
d
3.6 Integrazione per sostituzione 70
Quindi:
I () = 2
3/2
_
sin
2
sin d
= 2
3/2
_
_
cos
2
1
_
d (cos )
= 2
3/2
_
1
3
cos
3
cos
_
+ C
= 2
3/2
_
1
3
_
1 sin
2

_
_
1 sin
2

_
1 sin
2

_
+ C
I (x) = 2
3/2
_
1
3
_
1
x
2
2
_
_
1
x
2
2

_
1
x
2
2
_
+ C
=
1
3
_
4 + x
2
_
2 x
2
+ C
3. I (x) =
_

x
2
a
2
x
dx. Poniamo
x =
a
cos
=tan =
1
a

x
2
a
2
; dx =
a
cos
2

sin d
Quindi:
I () = a
_
sin
2

cos
d
= a
_
1 cos
2

cos
d
= a
__
d
cos

_
cos d
_
= a
_
ln

tan +
1
cos

sin + C
_
I (x) = a
_
ln

x
2
a
2
+ x
a

x
2
a
2
x
_
+ C
4. I (x) =
_
dx
x

x
2
1
. Anzich eseguire una sostituzione trigonometrica,
conveniente porre:
x =
1

=
dx
x
=
d

I () =
_
d
_
1
2
= arccos
I (x) = arccos
1
x
+ C
3.6 Integrazione per sostituzione 71
5. I (x) =
_

x
2
+1
x
dx. Poniamo
x = tan =dx =
d
cos
2

Quindi:
I () =
_
d
sin cos
2

=
_
sin
2
+ cos
2

sin cos
2

d
=
_
sin
cos
2

d +
_
d
sin
=
_
d (cos )
cos
2

+
_
d
sin
=
1
cos
+ ln

1
sin
cot

+ C
Osservando che:
1
sin
=
_
1 + tan
2
=

x
2
+ 1
x
1
cos
=

x
2
+ 1,
si ottiene:
I (x) =

x
2
+ 1 + ln

x
2
+ 1 1
x

+ C
6. I (x) =
_
dx
x
2

4x
2
. Anzich eseguire una sostituzione trigonometrica,
conveniente porre:
x =
1

=
dx
x
2
= d
I () =
_
d

_
4
2
1
=
1
8
_
d (4
2
1)
_
4
2
1
=
1
4
_
4
2
1 + C
I (x) =

4 x
2
4x
+ C
3.7
_
sin
2
xdx,
_
cos
2
xdx 72
7. I (x) =
_

1 x
2
dx. Poniamo
x = sin =
_
dx = cos d,

1 x
2
= cos
_
Quindi:
I () =
_
cos
2
d
=
_
cos 2 + 1
2
d
=
1
2
_
1
2
_
cos 2d (2) +
_
d
_
=
1
2
_
1
2
sin 2 +
_
+ C
I (x) =
1
2
arcsin x +
x
2

1 x
2
+ C
8. I (x) =
_
dx

x(1x)
. Poniamo
x = sin
2
=
_
dx = 2 sin cos d,
_
x(1 x) = sin cos
_
Quindi:
I () = 2
_
d
= 2 + C
I (x) = 2 arcsin

x + C
3.7
_
sin
2
xdx,
_
cos
2
xdx
Dagli esercizi precedenti, risulta:
_
sin
2
xdx =
1
2
(x sin xcos x) + C =
1
4
(2x sin 2x) + C (3.5)
_
cos
2
xdx =
1
2
(x + sin xcos x) + C =
1
4
(2x + sin 2x) + C
3.8 Integrazione per parti 73
3.8 Integrazione per parti
Proposizione. Se f (x) e g (x) sono funzioni derivabili, sussiste la formula di
integrazione per parti:
_
f (x) g

(x) dx = f (x) g (x)


_
g (x) f

(x) dx, (3.6)


che pu essere riscritta come:
_
f (x) dg (x) = f (x) g (x)
_
g (x) df (x) (3.7)
Dimostrazione. immediata: basta applicare loperatore di derivazione ad ambo
i membri della (3.7).
Esempio 1
_
xln xdx =
_
ln xd
_
x
2
2
_
=
x
2
2
ln x
1
2
_
x
2
dx
x
=
x
2
2
ln x
1
4
x
2
+ C
=
x
2
4
(2 ln x 1) + C
Esempio 2
_
e
x
cos xdx =
_
e
x
d (sin x) = e
x
sin x
_
e
x
sin xdx
= e
x
sin x
_
e
x
d (cos x)
= e
x
sin x + e
x
cos x
_
e
x
cos xdx,
risolvendo rispetto a
_
e
x
cos xdx:
_
e
x
cos xdx =
e
x
2
(sin x + cos x) + C
3.8 Integrazione per parti 74
3.8.1 Calcolare gli integrali:
1)
_
ln xdx 6)
_
x
e
x
dx 11)
_
(x
2
+ 5x + 6) cos 2xdx
2)
_
arctan xdx 7)
_
x 2
x
dx 12)
_
x
2
ln xdx
3)
_
arcsin xdx 8)
_
x
2
e
3x
dx 13)
_
ln
2
xdx
4)
_
xsin xdx 9)
_
x
3
e
x/3
dx 14)
_
ln x
x
3
dx
5)
_
xcos 3xdx 10)
_
xsin xcos xdx 15)
_
ln x

x
dx
3.8.2 Soluzioni
1. I (x) =
_
ln xdx = xln x
_
xd (ln x) = xln x
_
dx = x(ln x 1) + C
2. I (x) =
_
arctan xdx = xarctan x
_
xdx
1+x
2
= xarctan x
1
2
ln (1 +x
2
) +C
3. I (x) =
_
arcsin xdx = xarcsin x
_
xdx

1x
2
= xarcsin x +
1
2
_
d
(
1x
2
)

1x
2
= xarcsin x +

1 x
2
+ C
4. I (x) =
_
xsin xdx =
_
xd (cos x) = xcos x +
_
cos xdx
= xcos x + sin x + C
5. I (x) =
_
xcos 3xdx =
_
xd
_
1
3
sin 3x
_
=
1
3
xsin 3x
1
9
_
sin 3xd (3x)
=
1
3
_
xsin 3x +
1
3
cos 3x
_
+ C
6. I (x) =
_
x
e
x
dx =
_
xe
x
dx =
_
xd (e
x
) = xe
x
+
_
e
x
dx = xe
x

_
e
x
d (x)
= xe
x
+
_
e
x
dx = xe
x

_
e
x
d (x) = xe
x
e
x
+C =
x+1
e
x
+C
7. I (x) =
_
x2
x
dx =
_
xd
_

2
x
ln 2
_
=
1
ln 2
x2
x
+
1
ln 2
_
2
x
dx =
x+1
2
x
ln 2
+
C
3.8 Integrazione per parti 75
8. I (x) =
_
x
2
e
3x
dx. Anzich integrare per parti, conveniente utilizzare il
metodo dei coecienti indeterminati. Assegnato lintegrale:
I
n,m
(x) =
_
p
n
(x) e
mx
dx,
essendo p
n
(x) un polinomio di grado n:
p
n
(x) =
n

k=0
a
k
x
k
risulta:
I
n,m
(x) = q
n
(x) e
mx
, (3.8)
qui :
q
n
(x) =
n

k=0
b
k
x
k
Applichiamo loperatore di derivazione ad ambo i membri della (3.8):
D
_
p
n
(x) e
mx
dx = D[q
n
(x) e
mx
] ,
ottenendo:
p
n
(x) = q

n
(x) +mq
n
(x) (3.9)
Il principio di identit dei polinomi applicato alla (3.9) conduce ad un sis-
tema di equazioni lineari che permette di ricavare i coecienti indeterminati
b
k
, e quindi lintegrale I
n,m
(x).
Nel caso in esame :
I
2,3
(x) =
_
x
2
e
3x
dx =
_
b
2
x
2
+ b
1
x + b
0
_
e
3x
x
2
= 3b
2
x
2
+ (3b
1
+ 2b
2
) x + b
2
+ 3b
0
Anch sia vericata lultima, deve essere:
3b
2
= 1
3b
1
+ 2b
2
= 0
b
2
+ 3b
0
= 0,
da cui i coecienti indeterminati:
(b
2
, b
1
, b
0
) =
_
1
3
,
2
9
,
2
27
_
,
3.8 Integrazione per parti 76
quindi lintegrale:
I
2,3
(x) =
e
3x
27
_
9x
2
6x + 2
_
9. I (x) =
_
x
3
e
x/3
dx. Procedendo come nellesercizio precedente:
_
x
3
e
x/3
dx =
_
b
3
x
2
+ b
2
x
2
+ b
1
x + b
0
_
e

x
3
,
donde:
x
3
e
x/3
=
_
3b
3
x
2
+ 2b
2
x + b
1
_
e
x/3

1
3
_
b
3
x
3
+ b
2
x
2
+ b
1
x + b
0
_
e
x/3
=
b
3
3
x
3
+
_
3b
3

b
2
3
_
x
2
+
_
2b
2

b
1
3
_
x + b
1

b
2
3
da cui:
b
3
+ 3 = 0
3b
3

b
2
3
= 0
2b
2

b
1
3
= 0
b
0
3b
1
= 0
_
x
3
e
x/3
dx = 3
_
x
3
+ 9x
2
+ 54x + 162
_
e
x/3
10. I (x) =
_
xsin xcos xdx =
1
2
_
xsin 2xdx
=
1
2
_
xd
_

cos 2x
2
_
=
1
2
_

1
2
xcos 2x +
1
4
_
cos 2xd (2x)
_
=
1
4
(sin 2x 2xcos 2x) + C
11. I (x) =
_
(x
2
+ 5x + 6) cos 2xdx. Anzich procedere per unintegrazione
per parti, conviene applicare il metodo dei coecienti indeterminati. Pi
in generale, consideriamo lintegrale:
I
n,
(x)
def
=
_
p
n
(x) cos (x) dx (3.10)
Lintegrale (3.10) ha la forma:
I
n,
(x) = q
n
(x) cos (x) + r
n
(x) sin (x) , (3.11)
3.8 Integrazione per parti 77
essendo:
p
n
(x) =
n

k=1
a
k
x
k
q
n
(x) =
n

k=1
b
k
x
k
r
n
(x) =
n

k=1
c
k
x
k
Applicando loperatore di derivazione ad ambo i membri della (3.11) ed
eseguendo le dovute semplicazioni:
I
n,
(x) =
1

3
_
(a
1
+ 2a
2
x) cos (x) +
_
(a
0
+ a
1
x)
2
+ a
2
_
2 +
2
x
2
__
sin (x)

Nel caso in esame :


I
2,2
(x) =
1
4
_
(5 + 2x) cos (2x) +
_
2x
2
+ 10x + 11
_
sin (2x)

12. I (x) =
_
x
2
ln xdx =
_
ln xd
_
x
3
3
_
=
x
3
3
ln x
1
3
_
x
2
dx =
x
3
9
(3 ln x 1)+C
13. I (x) =
_
ln
2
xdx = xln
2
x 2
_
ln xdx = x
_
ln
2
x 2 ln x + 2
_
+ C
14. I (x) =
_
ln x
x
3
dx =
_
ln xd
_

1
2x
2
_
=
_
ln xd
_

1
2x
2
_
=
1
2x
2
ln x +
1
2
_
1
x
2
dx
x
=
1
2x
2
ln x
1
4
1
x
2
+ C =
1+ln x
4x
2
+ C
15. I (x) =
_
ln x

x
dx =
_
ln xd (2

x) = 2

xln x 2
_

x
dx
x
= 2

xln x 2
_
x
1/2
dx = 2

x (ln x 2) + C
***
3.8.3 Calcolare gli integrali:
1)
_
ln x

x
dx 5)
_
xdx
sin
2
x
9)
_
e
ax
sin bxdx
2)
_
xarctan xdx 6)
_
xcos xdx
sin
2
x
10)
_
sin (ln x) dx
3)
_
xarcsin xdx 7)
_
e
x
sin xdx
4)
_
ln
_
x +

1 + x
2
_
dx 8)
_
3
x
cos xdx
3.8 Integrazione per parti 78
3.8.4 Soluzioni
1. I (x) =
_
ln x

x
dx =
_
ln xd (2

x) = 2

xln x 2
_

x
dx
x
= 2

x(ln x 2) + C
2. I (x) =
_
xarctan xdx =
_
arctan xd
_
x
2
2
_
=
x
2
2
arctan x
1
2
_
x
2
x
2
+1
dx
Poniamo:
J (x) =
_
x
2
x
2
+ 1
dx
=
_
x
2
+ 1 1
x
2
+ 1
dx
=
_
dx
_
dx
x
2
+ 1
= x arctan x + C
1
,
donde:
I (x) =
x
2
+ 1
2
arctan x
x
2
+ C
3. I (x) =
_
xarcsin xdx =
_
arcsin xd
_
x
2
2
_
=
x
2
2
arcsin x
1
2
_
x
2
dx

1x
2
Poniamo:
J (x) =
_
x
2
dx

1 x
2
=
_
x
2
1 + 1

1 x
2
dx
=
_
x
2
1

1 x
2
dx +
_
dx

1 x
2
=
_

1 x
2
dx + arcsin x
Calcoliamo a parte
_
1 x
2
dx:
_

1 x
2
dx =
x=sin
_
sin
2
d
=
1
2
_
(1 cos 2) d
=
1
2
_

1
2
sin 2
_
+ C
1
=
=arcsin x
1
2
_
arcsin x x

1 x
2
_
+ C
1
,
3.8 Integrazione per parti 79
donde:
I (x) =
x
2
2
arcsin x
1
4
_
arcsin x x

1 x
2
_
+ C
4. I (x) =
_
ln
_
x +

1 + x
2
_
dx = xln
_
x +

1 +x
2
_

_
x

1+x
2
dx
= xln
_
x +

1 + x
2
_

_
d
(
1+x
2
)

1+x
2
= xln
_
x +

1 + x
2
_
2

1 + x
2
+ C
5. I (x) =
_
xdx
sin
2
x
=
_
xd (cot x) = xcot x +
_
cot xdx = xcot x +
_
cos x
sin x
dx
= xcot x + ln |sin x| + C
6. I (x) =
_
xcos xdx
sin
2
x
=
_
xcos xd (cot x) = xcos xcot x+
_
cot x(cos x xsin x) dx
Poniamo:
J (x) =
_
cot x(cos x xsin x) dx
=
_
cos
2
x xcos xsin x
sin x
dx
=
_
cos
2
x
sin x
dx
_
xcos xdx
=
_
1 sin
2
x
sin x
dx
_
xsin x
_
sin xdx
_
=
_
dx
sin x
xsin x = ln

tan
x
2

xsin x + C,
donde:
I (x) = xcos xcot x + ln

tan
x
2

xsin x + C
=
x
sin x
+ ln

tan
x
2

+ C
7. I (x) =
_
e
x
sin xdx =
_
e
x
d (cos x) = e
x
cos x +
_
cos xd (e
x
)
Poniamo:
J (x) =
_
e
x
cos xdx
=
_
e
x
d (sin x) = e
x
sin x I (x) ,
3.8 Integrazione per parti 80
da cui:
I (x) =
e
x
2
(sin x cos x) +C
8. I (x) =
_
3
x
cos xdx =
_
3
x
d (sin x) = 3
x
sin x
_
sin xd (3
x
) = 3
x
sin x
1
ln 3
_
3
x
sin xdx
Poniamo:
J (x) =
_
3
x
sin xdx =
_
3
x
d (cos x)
= 3
x
cos x +
1
ln 3
_
3
x
cos xdx
Quindi
I (x) = 3
x
sin x ln 3 [3
x
cos x + I (x) ln 3]
Risolvendo rispetto a I (x):
I (x) =
3
x
(cos xln 3 + sin x)
1 + ln
3
+ C
9. I
a,b
(x) =
_
e
ax
sin bxdx
Abbiamo
I
a,b
(x) =
_
e
ax
d
_

1
b
cos bx
_
=
1
b
e
ax
cos bx +
a
b
_
e
ax
cos bxdx
Poniamo:
J
a,b
(x) =
_
e
ax
cos bxdx =
_
e
ax
d
_
1
b
sin bx
_
=
1
b
e
ax
sin bx
a
b
I
a,b
(x) ,
donde:
I
a,b
(x) =
e
ax
(a sin bx b cos bx)
a
2
+ b
2
+ C
3.8 Integrazione per parti 81
10. I (x) =
_
sin (ln x) dx = xsin (ln x)
_
cos (ln x) dx = xsin (ln x) J (x)
essendo:
J (x) =
_
cos (ln x) dx
= xcos (ln x) + I (x) ,
quindi:
I (x) =
x
2
[xsin (ln x) cos (ln x)] + C
3.8.5 Formule ricorrenti
In questa sezione determiniamo alcune formule ricorrenti utilizzando lintegrazioni
per parti.
I
()
n
(x) =
_
dx
(a
2
x
2
)
n
(3.12)
Calcoliamo I
(+)
n
(x):
I
(+)
n
(x) =
1
a
2
_
a
2
+ x
2
x
2
(a
2
+ x
2
)
n
dx
=
1
a
2
_
I
(+)
n1
(x) J
n
(x)
_
,
essendo:
J
n
(x) =
_
x
2
(a
2
+ x
2
)
n
dx
Osserviamo che:
x
(a
2
+ x
2
)
n
=
d
dx
_

1
2 (n 1)
1
(a
2
+ x
2
)
n1
_
,
quindi:
J
n
(x) =
x
2 (n 1)
1
(a
2
+ x
2
)
n1
+
1
2 (n 1)
I
(+)
n1
(x)
Perci:
I
(+)
n
(x) =
1
a
2
_
x
2 (n 1)
1
(a
2
+ x
2
)
n1
+
2n 3
2 (n 1)
I
(+)
n1
(x)
_
Similmente si perviene a I
()
n
(x):
3.8 Integrazione per parti 82
I
()
n
(x) =
1
a
2
_
x
2 (n 1)
1
(a
2
x
2
)
n1
+
2n 3
2 (n 1)
I
()
n1
(x)
_
(3.13)
Si osservi che la (3.13) valida per n = 1:
I
(+)
1
(x) =
1
a
arctan
x
a
+ C
I
()
1
(x) =
1
a
arctan h
x
a
+ C
Esempi:
I
(+)
2
(x) =
1
a
2
_
x
2 (a + x
2
)
+
1
2a
arctan
x
a
_
+ C
I
(+)
3
(x) =
1
a
2
_
x
4 (a + x
2
)
2
+
3
4
I
(+)
2
(x)
_
=
1
8a
4
_
x(3x
2
+ 5a
2
)
(a + x
2
)
2
+
3
a
arctan
_
x
a
_
_
+ C
_
dx
(1 +x
2
)
5/2
=
x
3 (1 +x
2
)
3/2
+
2
3
_
dx
(1 + x
2
)
3/2
_
dx
(1 + x
2
)
3/2
=
x
(1 + x
2
)
1/2
+ C
1
=
_
dx
(1 + x
2
)
5/2
=
x
3 (1 +x
2
)
3/2
+
2
3
x
(1 + x
2
)
1/2
+ C
Calcoliamo:
I
()
n
(x) =
_
_
a
2
x
2
_
n
dx (3.14)
Calcoliamo I
(+)
n
(x):
I
(+)
n
(x) =
_
_
a
2
+ x
2
_
n
dx
Sviluppiamo lintegrando nel seguente modo:
_
a
2
+ x
2
_
n
=
_
a
2
+ x
2
_ _
a
2
+ x
2
_
n1
= a
2
_
a
2
+ x
2
_
n1
+ x
2
_
a
2
+ x
2
_
n1
,
3.8 Integrazione per parti 83
donde:
I
(+)
n
(x) = a
2
I
(+)
n1
(x) + J
n
(x) ,
essendo:
J
n
(x) =
_
x
2
_
a
2
+ x
2
_
n1
dx
Osserviamo che:
x
_
a
2
+ x
2
_
n1
=
d
dx
_
1
2n
_
a
2
+ x
2
_
n
_
Ci implica che possiamo eseguire unintegrazione per parti:
J
n
(x) =
x
2n
_
a
2
+ x
2
_
n

1
2n
I
(+)
n
(x)
Quindi:
2n + 1
2n
I
(+)
n
(x) =
x
2n
_
a
2
+ x
2
_
n
+ a
2
I
(+)
n1
(x)
Analogo risultato per I
()
n
(x). In denitiva abbiamo ottenuto la seguente re-
lazione:
I
()
n
(x) =
x
2n + 1
_
a
2
x
2
_
n
+
2na
2
2n + 1
I
()
n1
(x) , n =
1
2
(3.15)
Esempio:
I
(+)
3/2
(x) =
_
_
9 + x
2
_
3/2
dx (3.16)
=
x
4
_
9 + x
2
_
3/2
+
27
4
I
(+)
1/2
(x)
I
(+)
1/2
(x) =
_
_
9 + x
2
_
1/2
dx
=
x
2
_
9 + x
2
_
1/2
+
9
2
ln
_
9 +
_
9 + x
2
_
1/2
_
+ C
1
=
I
(+)
3/2
(x) =
x
4
_
9 + x
2
_
3/2
+
x
2
_
9 + x
2
_
1/2
+
9
2
ln
_
9 +
_
9 + x
2
_
1/2
_
+ C
In maniera simile si dimostrano le seguenti:
3.8 Integrazione per parti 84
_
dx
(x
2
a
2
)
n
=
1
a
2
_
x
2 (n 1)
1
(x
2
a
2
)
n1
+
2n 3
2 (n 1)
_
dx
(x
2
a
2
)
n1
_
(3.17)
_
_
x
2
a
2
_
n
dx =
x
2n + 1
_
x
2
a
2
_
n

2n
2n + 1
_
_
x
2
a
2
_
n1
dx
Ricaviamo ora una formula ricorrente per lintegrale:
I
n
(x) =
_
x
n
e
ax
dx (3.18)
Abbiamo:
I
n
(x) =
_
x
n
d
_
1
a
e
ax
_
=
1
a
x
n
e
ax

n
a
_
x
n1
e
ax
dx
Cio:
I
n
(x) =
1
a
x
n
e
ax

n
a
I
n1
(x)
Ad esempio:
I
3
(x) =
_
x
3
e
ax
dx
=
1
a
x
3
e
ax

3
a
I
2
(x)
I
2
(x) =
1
a
x
2
e
ax

2
a
I
1
(x)
I
1
(x) =
1
a
x
2
e
ax

2
a
I
0
(x)
I
0
(x) =
1
a
xe
ax
+ C
0
da cui:
I
3
(x) =
e
ax
a
4
_
a
3
x
3
3a
2
x
2
+ 6ax 6
_
+ C
3.8 Integrazione per parti 85
3.8.6 Calcolare i seguenti integrali applicando il metodo
pi opportuno
1)
_
x
3
sin xdx 7)
_
ln
2
x
x
2
dx 13)
_
arcsin

1x
dx
2)
_

x ln (2x) dx 8)
_
ln(ln x)
x
dx 14)
_
xtan
2
2xdx
3)
_
x
3
e
x
2
dx 9)
_
x
2
arctan 3xdx 15)
_
sin
2
x
e
x
dx
4)
_
e

x
dx 10)
_
x(arctan x)
2
dx
5)
_
(x
2
2x + 3) ln xdx 11)
_
(arcsin x)
2
dx
6)
_
xln
_
1x
1+x
_
dx 12)
_
arcsin x
x
2
dx
3.8.7 Soluzioni
1. I (x) =
_
x
3
sin xdx
Poniamo:
_
x
3
sin xdx = sin x
3

k=1
b
k
x
k
+ cos x
3

k=1
c
k
x
k
Derivando primo e secondo membro, e risolvendo rispetto ai coecienti
b
k
, c
k
:
_
x
3
sin xdx = x
_
x
2
6
_
cos x + 3
_
x
2
2
_
sin x + C
2. I (x) =
_

xln (2x) dx =
_
ln (2x) d
_
2
3
x
3/2
_
=
2
3
x
3/2
ln (2x)
2
3
_
x
1/2
dx
=
2
3
x
3/2
ln (2x)
4
9

x
3
+ C,
donde:
I (x) =
2
9

x
3
[3 ln (2x) 2] + C
3. I (x) =
_
x
3
e
x
2
dx =
_
x
2
xe
x
2
dx =
1
2
_
x
2
xe
x
2
dx =
1
2
_
x
2
e
x
2
d (x
2
)
=
=x
2
_
e

d. Calcoliamo a parte questintegrale utilizzando il metodo dei


coecienti indeterminati:
_
e

d = (b
0
+ b
1
) e

+ C
3.8 Integrazione per parti 86
Derivando primo e secondo membro:
e

= (b
0
+ b
1
) e

,
da cui:
(b
0
, b
1
) = (1, 1) =
_
e

d = (1 + ) e

+ C
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
2
_
1 + x
2
_
e
x
2
+ C
4. I (x) =
_
e

x
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
=

x =dx = 2d,
donde:
I () = 2
_
e

d = 2
_
e

_
e

d
_
= 2 ( 1) e

+ C,
ripristinando la variabile x:
I (x) = 2
_
x 1
_
e

x
+ C
5.
_
(x
2
2x + 3) ln xdx =
1
3
x
3
ln x
1
9
x
3
(ln x) x
2
+
1
2
x
2
+3xln x 3x +C
6.
_
xln
_
1x
1+x
_
dx =
x
2
1
2
ln
_
1x
1+x
_
+ C
7.
_
ln
2
x
x
2
dx =
1
x
_
ln
2
x + 2 ln x + 2
_
+ C
8.
_
ln(ln x)
x
dx = ln x[ln (ln x) 1] + C
9.
_
x
2
arctan 3xdx =
1
3
x
3
arctan 3x
1
18
_
x
2

1
9
ln (1 + 9x
2
)

+ C
10.
_
x(arctan x)
2
dx =
x
2
+1
2
(arctan x)
2
xarctan x +
1
2
ln (1 + x
2
) + C
11.
_
(arcsin x)
2
dx = arcsin x
_
xarcsin x + 2

1 x
2
_
2x + C
3.9 Integrali contenenti un trinomio di secondo grado 87
12.
_
arcsin x
x
2
dx =
1
x
arcsin x + ln

x
1+

1x
2

+ C
13.
_
arcsin

1x
dx = 2

1 xarcsin

x + 2

x + C
14.
_
xtan
2
2xdx =
1
2
xtan 2x
1
2
x
2

1
8
ln (1 + tan
2
2x) + C
15.
_
sin
2
x
e
x
dx =
1
5
sin x2 cos x
e
x
sin x
2
5e
x
+ C
3.9 Integrali contenenti un trinomio di secondo
grado
Consideriamo gli integrali del tipo:
F (x) =
_
mx + n
ax
2
+ bx + c
dx, (3.19)
essendo m, n, a, b, c R. Senza perdita di generalit, consideriamo a > 0.
Poniamo:
mx + n = A(2ax + b) + B, (3.20)
da cui:
A =
m
2a
, B = n
mb
2a
, (3.21)
donde:
_
mx + n
ax
2
+ bx + c
dx =
m
2a
_
2ax + b
ax
2
+ bx + c
dx +
_
n
mb
2a
__
dx
ax
2
+ bx + c
=
m
2a
ln

ax
2
+ bx + c

+ C
1
+
_
n
mb
2a
_
G(x) ,
essendo:
G(x) =
_
dx
ax
2
+ bx + c
Per calcolare G(x) procediamo nel modo seguente:
ax
2
+ bx + c = a (x + k)
2
+ l, (3.22)
da cui si ricava:
3.9 Integrali contenenti un trinomio di secondo grado 88
k =
b
2a
, l = c
b
2
4a
=

4a
, (3.23)
essendo
= b
2
4ac, (3.24)
il discriminante del trinomio.
Distinguiamo i tre casi:
1. < 0
2. > 0
3. = 0
Iniziamo con il caso 1:
G(x) =
1
l
_
dx
1 +
__
a
l
(x + k)

2
Eseguiamo il cambio di variabile:
_
a
l
(x + k) = =dx =
_
l
a
d (3.25)
Lintegrale G() diventa:
G() =
_
1
al
_
d
1 +
2
=
1

al
arctan + C
2
Ripristinando la variabile x:
G(x) =
1

al
arctan
__
a
l
_
x +
b
2a
__
+ C
2
Osserviamo che:
a
l
=
4a
2

a l =

4
, (3.26)
quindi:
G(x) =
2

arctan
_
2ax + b

_
+ C
2
(3.27)
Finalmente lintegrale (3.19):
F (x) =
m
2a
ln
_
ax
2
+ bx + c
_
+
2

_
n
mb
2a
_
arctan
_
2ax + b

_
+ C (3.28)
3.9 Integrali contenenti un trinomio di secondo grado 89
Esempio 7. Calcoliamo:
F (x) =
_
x + 2
x
2
3x + 10
dx
Qui = 31, quindi applichiamo la (3.28):
F (x) =
1
2
ln
_
x
2
3x + 10
_
+
7

31
arctan
_
2x 3

31
_
+ C
Nel caso speciale m = 0, n = 1:
F (x) =
_
dx
ax
2
+ bx + c
=
2

arctan
_
2ax + b

_
+ C (3.29)
***
Nel caso 2, la (3.22) si scrive:
ax
2
+ bx + c = a (x + k)
2
|l| , (3.30)
giacch l < 0. Quindi
G(x) =
_
dx
a (x + k)
2
|l|
=
1
a
_
d (x + k)
(x + k)
2

|l|
a
=
1
2
_
a |l|
ln

x + k
_
|l|
a
x + k +
_
|l|
a

+ C
2
=
1

ln

2ax + b

2ax + b +

+ C
2
,
Esempio 8.
G(x) =
_
dx
x
2
2x 3
Qui : = 16, quindi:
G(x) =
1
4
ln

x 3
x + 1

+ C
cio:
F (x) =
m
2a
ln

ax
2
+ bx + c

+
1

_
n
mb
2a
_
ln

2ax + b

2ax + b +

+ C (3.31)
3.9 Integrali contenenti un trinomio di secondo grado 90
***
Caso 3 ( = 0): l = 0, per cui
G(x) =
_
dx
a (x + k)
2
=
1
a
_
d (x + k)
(x + k)
2
=
2
2ax + b
+ C
2
,
cio:
F (x) =
m
2a
ln
_
ax
2
+ bx + c
_

_
n
mb
2a
_
2
2ax + b
+ C (3.32)
Esempio 9.
F (x) =
_
3x + 2
x
2
4x + 4
dx
=
3
2
ln
_
x
2
4x + 4
_

8
x 2
+ C
Riassumendo:
< 0 =F (x) =
m
2a
ln
_
ax
2
+ bx + c
_
+
2

_
n
mb
2a
_
arctan
_
2ax + b

_
+ C
> 0 =F (x) =
m
2a
ln

ax
2
+ bx + c

+
1

_
n
mb
2a
_
ln

2ax + b

2ax + b +

+ C
= 0 =F (x) =
m
2a
ln
_
ax
2
+ bx + c
_

_
n
mb
2a
_
2
2ax + b
+ C
3.9.1 Calcolare gli integrali:
1)
_
x
2
1
x
2
x1
dx 4)
_
3x2
x
2
4x+5
dx 7)
_
dx
3x
2
x+1
2)
_
dx
x
2
+2x+5
5)
_
(x2)
2
x
2
+3x+4
dx
3)
_
dx
x
2
+2x
6)
_
x
2
x
2
6x+10
dx
3.9 Integrali contenenti un trinomio di secondo grado 91
3.9.2 Soluzioni
1. F (x) =
_
x
2
1
x
2
x1
dx =
_ _
1 +
x
x
2
x1
_
dx = x +
_
x
x
2
x1
dx
= x +
1
2
_
ln |x
2
x x| +
1

5
ln

2x1

5
2x1+

_
+ C
2. F (x) =
_
dx
x
2
+2x+5
=
1
2
arctan
_
x+1
2
_
+ C
3. F (x) =
_
dx
x
2
+2x
=
1
2
ln

x
x+2

+ C
4. F (x) =
_
3x2
x
2
4x+5
dx =
3
2
ln (x
2
4x + 5) + 4 arctan (x 2) + C
5. F (x) =
_
(x2)
2
x
2
+3x+4
dx = x
7
2
_
ln (x
2
+ 3x + 4)
6

7
arctan
_
2x+3

7
__
+ C
6. F (x) =
_
x
2
x
2
6x+10
dx = x + 3 ln (x
2
6x + 10) + 8 arctan (x 3) + C
7. F (x) =
_
dx
3x
2
x+1
=
2

11
11
arctan
_
6x1

11
_
+ C
***
Consideriamo integrali del tipo:
H (x) =
_
mx + n

ax
2
+ bx + c
dx, (3.33)
Qui vanno distinti i casi:
1. a > 0
2. a < 0
Consideriamo a > 0
Applicando larticio (3.20):
H (x) =
m
2a
_
2ax + b

ax
2
+ bx + c
dx +
_
n
mb
2a
__
dx

ax
2
+ bx + c
=
m
a

ax
2
+ bx + c + C
1
+
_
n
mb
2a
_
K (x) ,
essendo:
3.9 Integrali contenenti un trinomio di secondo grado 92
K (x) =
_
dx

ax
2
+ bx + c
Per calcolare K (x) applichiamo larticio (3.22):
K (x) =
_
dx
_
a (x + k)
2
+ l
,
cosicch vanno distinti i tre casi:
1. < 0
2. > 0
3. = 0
Iniziamo con il caso 1:
K (x) =
1

l
_
dx
_
1 +
__
a
l
(x + k)

2
Eseguendo il cambio di variabile x =
_
a
l
(x + k):
K () =
1

a
_
d
_
1 +
2
=
1

a
ln

+
_

2
+ 1

+ C
2
Ripristinando la variabile x:
K (x) =
1

a
ln

_
a
l
(x + k) +
_
1 +
a
l
(x + k)
2

+ C
2
Per le (3.26):
=
2ax + b

,
donde:
K (x) =
1

a
ln

2ax + b

1 +
(2ax + b)
2
||

+ C
2
Finalmente lintegrale (3.33):
H (x) =
m
a

ax
2
+ bx + c +
1

a
_
n
mb
2a
_
ln

2ax + b

1 +
(2ax + b)
2
||

+ C
(3.34)
3.9 Integrali contenenti un trinomio di secondo grado 93
Ad esempio:
H (x) =
_
x + 3

x
2
+ 2x + 2
dx
=

x
2
+ 2x + 2 + 2 ln

x + 1 +

x
2
+ 2x + 2

+ C
Caso 2 ( > 0) vale la (3.30), donde:
K (x) =
1
_
|l|
_
dx

_
_
a
|l|
(x + k)
_
2
1
Eseguiamo il cambio di variabile:
=
_
a
|l|
(x + k)
K () =
1

a
_
dx
_

2
1
=
1

a
ln

+
_

2
1

+ C
2
Per le (3.26):
=
2ax + b

,
donde:
K (x) =
1

a
ln

2ax + b

(2ax + b)
2

+ C
2
Quindi:
H (x) =
m
a

ax
2
+ bx + c +
_
n
mb
2a
_
1

a
ln

2ax + b

(2ax + b)
2

+ C
(3.35)
Caso 3 ( = 0):
3.9 Integrali contenenti un trinomio di secondo grado 94
K (x) =
_
dx
_
a (x + k)
2
=
1

a
ln |x + k| + C
2
=
1

a
ln

2ax + b
2a

+ C
2
Quindi:
H (x) =
m
a

ax
2
+ bx + c +
_
n
mb
2a
_
1

a
ln

2ax + b
2a

+ C (3.36)
Consideriamo a < 0
H (x) =
m
a

ax
2
+ bx + c + C
1
+
_
n
mb
2a
_
K (x)
Qui :
K (x) =
_
dx
_
|a| (x + k)
2
+ l
con k e l dati dalla (3.23). Consideriamo solo il caso > 0, giacch per 0
lintegrando immaginario.
K (x) =
1

l
_
dx

1
_
_
|a|
l
(x + k)
_
2
Eseguendo il cambio di variabile
=
_
|a|
l
(x + k)
otteniamo:
K () =
1
_
|a|
arcsin + C
2
Ripristinando la variabile x:
=
_
4a
2

2ax + b
2a
=
2ax + b

= (3.37)
=K (x) =
1
_
|a|
arcsin
_
2ax + b

_
+ C
2
,
3.9 Integrali contenenti un trinomio di secondo grado 95
donde:
H (x) =
m
a

ax
2
+ bx + c
1
_
|a|
_
n
mb
2a
_
arcsin
_
2ax + b

_
+ C (3.38)
Esempi
1. H (x) =
_
2x3

2x
2
+3x+2
dx =

2x
2
+ 3x + 2
3
4

2 arcsin
_
4x3
5
_
+ C
2. H (x) =
_
dx

x
2
+2x+5
= arcsin
_
x1

6
_
+ C
3.9.3 Calcolare gli integrali
1)
_
dx

xx
2
4)
_
x+2

2xx
2
dx
2)
_
2x8

1xx
2
dx 5)
_
10x4

2+5x7x
2
dx
3)
_
3x+2

14x6x
2
dx 6)
_
2x+3

14+5x7x
2
dx
3.9.4 Soluzioni
1. H (x) =
_
dx

xx
2
= arcsin (2x 1) + C
2. H (x) =
_
2x8

1xx
2
dx = 2

1 x x
2
9 arcsin
_
2x+1

5
_
+ C
3. H (x) =
_
3x+2

14x6x
2
dx =
1
2

1 4x 6x
2
+

6
6
arcsin
_

10
5
(3x + 1)
_
+C
4. H (x) =
_
x+2

2xx
2
dx =

2 x x
2
+
5
2
arcsin
_
2x+1
3
_
+ C
5. H (x) =
_
10x4

2+5x7x
2
dx =
10
7

2 + 5x 7x
2

7
49
arcsin
_
14x5
9
_
+ C
6. H (x) =
_
2x+3

14+5x7x
2
dx
=
2
7
_
(14 + 5x 7x
2
) +
16
49

7 arcsin
14
417

417
_
x
5
14
_
+ C
Esercizio 10. Calcolare:
K (x) =
_
dx
_
x
2
+ px + q
3.9 Integrali contenenti un trinomio di secondo grado 96
Soluzione 11. x
2
+ px + q =
_
x +
p
2
_
2
+
4qp
2
4
Risulta = p
2
4q, per cui se < 0 abbiamo:
K (x) =
_
dx

_
4qp
2
4
_
1 +
_
2

4qp
2
_
x +
p
2
_
_
2
_
Poniamo:
=
2
_
4q p
2
_
x +
p
2
_
,
donde:
K () = ln

+
_
1 +
2

Cio:
K (x) = ln
_
2
_
4q p
2

x +
p
2
+
_
x
2
+ px + q

_
+ C
1
= ln

x +
p
2
+
_
x
2
+ px + q

+ C,
essendo C = ln
_
2

4qp
2
_
+ C
1
.
Se > 0:
x
2
+ px + q =
_
x +
p
2
_
2

|4q p
2
|
4
,
donde:
K (x) =
_
dx

_
|4qp
2
|
4
_
_
2

|4qp
2
|
_
x +
p
2
_
1
_
2
_
Eseguendo il cambio di variabile:
=
2
_
|4q p
2
|
_
x +
p
2
_
,
otteniamo:
K () = ln

+
_
1

+ C
1
In funzione di x:
K (x) = ln
_
2
_
|4q p
2
|

x +
p
2
+
_
x
2
+ px + q

_
+ C
1
= ln

x +
p
2
+
_
x
2
+ px + q

+ C,
3.9 Integrali contenenti un trinomio di secondo grado 97
essendo C = ln
_
2

|4qp
2
|
_
+ C
1
.
Se = 0:
x
2
+ px + q =
_
x +
p
2
_
2
,
donde:
K (x) =
_
dx
_
x +
p
2
_
2
= ln

x +
p
2

+ C
***
Consideriamo gli integrali del tipo:
L(x) =
_
dx
(mx + n)

ax
2
+ bx + c
, (3.39)
essendo m, n, a, b, c R tali che (m, n) = (0, 0).
Gli integrali di questo tipo si riducono a quelli del tipo (3.33) eseguendo il cambio
di variabile:
=
1
mx + n
Esempio
L(x) =
_
dx
(x + 1)

x
2
+ 1
Esegiamo il cambio di variabile:
x + 1 =
1

=dx =
d

2
,
donde:
L() =
_
d
_
2
2
2 + 1
=
1

2
ln

2 1 +
_
4
2
4 + 2

+ C
Ripristinando la variabile indipendente:
L(x) =
1

2
ln

1 x +
_
2 (1 +x
2
)
1 +x

+ C
3.9 Integrali contenenti un trinomio di secondo grado 98
3.9.5 Calcolare gli integrali
1)
_
dx
x

1x
2
3)
_
dx
(x1)

x
2
2
2)
_
dx
x

x
2
+x1
4)
_
dx
(x+1)

x
2
+2x
3.9.6 Soluzioni
1. L(x) =
_
dx
x

1x
2
. Eseguiamo il cambio di variabile:
x =
1

,
donde:
L() =
_
d
_

2
1
= ln

+
_

2
1

+ C
Ripristinando la variabile x:
L(x) = ln

x
1 +

1 x
2

+ C
2. L(x) =
_
dx
x

x
2
+x1
. Eseguiamo il cambio di variabile:
x =
1

,
donde:
L() =
_
d
_

2
+ + 1
Applicando la (3.37):
L() = arcsin
_
2 + 1

5
_
+ C
Ripristinando la variabile x:
L(x) = arcsin
_
x 2
x

5
_
+ C
3.9 Integrali contenenti un trinomio di secondo grado 99
3. L(x) =
_
dx
(x1)

x
2
2
. Eseguiamo il cambio di variabile:
x 1 =
1

,
donde:
L() =
_
d
_

2
+ 2 + 1
Applicando la (3.37):
L() = arcsin
_
+ 1

2
_
+ C
Ripristinando la variabile x:
L(x) = arcsin
_
x 2

2 (x 1)
_
+ C
4. L(x) =
_
dx
(x+1)

x
2
+2x
. Eseguiamo il cambio di variabile:
x + 1 =
1

,
donde:
L() =
_
d
_
1
2
= arcsin + C
Ripristinando la variabile x:
L(x) = arcsin
_
1
x + 1
_
+ C
***
Consideriamo gli integrali del tipo:
M (x) =
_

ax
2
+ bx + cdx (3.40)
Qui vanno distinti i casi:
3.9 Integrali contenenti un trinomio di secondo grado 100
1. a > 0
2. a < 0
Consideriamo a > 0
Ricaviamo dal trinomio un quadrato completo applichando larticio (3.22):
M (x) =
_ _
a (x + k)
2
+ ldx
Eseguiamo il cambio di variabile:
= x + k (3.41)
Quindi:
M () =

a
_
_

2
+
l
a
d (3.42)
Calcoliamo lintegrale a secondo membro della (3.42), ponendo = l/a. Inte-
grando per parti:
_
_

2
+ d =
_

2
+
_

2
d
_

2
+
=
_

2
+
_
(
2
+ )
_

2
+
d
=
_

2
+
_
_

2
+ d +
_
d
_

2
+
,
donde:
_
_

2
+ d =

2
_

2
+ +

2
_
d
_

2
+
=

2
_

2
+ +

2
ln

+
_

2
+

+ C
1
Osserviamo che:
= x + k =
2ax + b
2a
=

4a
2
=
2
+ =
ax
2
+ bx + c
a
Quindi:
3.9 Integrali contenenti un trinomio di secondo grado 101
M (x) =
2ax + b
4a

ax
2
+ bx + c

a
8a
2
ln

2ax + b
2a
+
_
ax
2
+ bx + c
a

+ C
2
=
2ax + b
4a

ax
2
+ bx + c

a
8a
2
_
ln

a
2ax + b
2a
+

ax
2
+ bx + c

ln

a
_
+ C
2
Incorporando ln

a nella costante di integrazione:


C = C
2
+

a
8a
2
ln

a,
otteniamo:
M (x) =
2ax + b
4a

ax
2
+ bx + c

a
8a
2
ln

a
2ax + b
2a
+

ax
2
+ bx + c

+ C
(3.43)
Esempi
M (x) =
_

x
2
+ 2x 3dx =
x+1
2

x
2
+ 2x 3 2 ln
_
1 + x +

x
2
+ 2x 3
_
+ C
M (x) =
_

3x
2
+ x + 2dx
=
1
72
_
6 (6x + 1)

3x
2
+ x + 2 + 23

3 ln

1+6x
2

3
+

3x
2
+ x + 2

_
+ C
M (x) =
_

25x
2
+ 4x + 7dx
=
1
250
_
5 (2 + 25x)

25x
2
+ 4x + 7 + 171 ln

2
5
+ 5x +

25x
2
+ 4x + 7

+ C
Consideriamo a < 0
Lintegrale diventa (3.40)
M (x) =
_
|a|
_ _

2
(x + k)
2
dx,
essendo

2
=
l
|a|
=

4a
2
da ci segue anch lintegrando sia reale, deve essere > 0. Eseguendo il
cambio di variabile (3.41):
M () =
_
|a|
_
_

2
d (3.44)
Integriamo per parti:
3.9 Integrali contenenti un trinomio di secondo grado 102
_
_

2
d =
_

2
+
_

2
_

2
d
=
_

_
(
2

2
)
2
_

2
d
=
_

_
_

2
d +
2
_
d
_

2
=
_

_
_

2
d +
2
arcsin
_

_
,
da cui:
_
_

2
d =

2
_

2
+

2
2
arcsin
_

_
+ C
1
Sostituendo nella (3.44) e ripristinando la variabile x:
M (x) =
2ax + b
4a

ax
2
+ bx + c

_
|a|
8a
2
arcsin
_
2ax + b

_
+ C
Esempi
M (x) =
_

x
2
2x + 1dx =
x+1
2

x
2
2x + 1 + arcsin
_
1+x

2
_
+ C
M (x) =
_

x x
2
dx =
2x1
4

x x
2
+
1
8
arcsin (2x 1) + C
M (x) =
_

2 x x
2
dx =
2x+1
4

2 x x
2
+
9
8
arcsin
_
2x+1
3
_
+ C
***
Riassumendo:
_
mx + n
ax
2
+ bx + c
dx (3.45)
=
m
2a
ln

ax
2
+ bx + c

+
_

_
+
2

_
n
mb
2a
_
arctan
_
2ax+b

_
+ C, se < 0
+
1

_
n
mb
2a
_
ln

2ax+b

2ax+b+

+ C, se > 0

2
2ax+b
+ C, se = 0
3.10 Coppia di integrali notevoli 103
_
mx + n

ax
2
+ bx + c
dx (3.46)
=
m
a

ax
2
+ bx + c +
_

_
1

a
_
n
mb
2a
_
ln

2ax+b

+
_
1 +
(2ax+b)
2
||

+ C, se a > 0, < 0
_
n
mb
2a
_
1

a
ln

2ax+b

+
_
4a(ax
2
+bx+c)

+ C, se a > 0, > 0
_
n
mb
2a
_
1

a
ln

2ax+b
2a

+ C, se a > 0, = 0

|a|
_
n
mb
2a
_
arcsin
_
2ax+b

_
+ C, se a < 0, > 0
_
dx
(mx + n)

ax
2
+ bx + c
(3.47)
si riconduce alla forma (3.46)
mediante la sostituzione
=
1
mx + n
_

ax
2
+ bx + cdx (3.48)
=
2ax + b
4a

ax
2
+ bx + c +
_
_
_

a
8a
2
ln

a
2ax+b
2a
+

ax
2
+ bx + c

+ C, se a > 0

|a|
8a
2
arcsin
_
2ax+b

_
+ C, se a < 0
3.10 Coppia di integrali notevoli
Dai calcoli precedenti segue lesistenza della coppia di integrali notevoli:
_

x
2
+ d =
x
2

x
2
+ +

2
ln

x +

x
2
+

+ C (3.49)
_
_

2
x
2
d =
x
2
_

2
x
2
+

2
2
arcsin
_
x

_
+ C
3.11 Esercizi riepilogativi sugli integrali contenenti un trinomio di
secondo grado 104
3.11 Esercizi riepilogativi sugli integrali contenen-
ti un trinomio di secondo grado
3.11.1 Calcolare i seguenti integrali
1)
_
dx
x

x
2
1
11)
_
x+2

4xx
2
dx 21)
_

4x
2
4x + 5dx
2)
_
dx
2x
2
+2x+5
12)
_
x+2

x
2
+9
dx 22)
_
dx
x

x
2
5
3)
_
x+1
x
2
4x+8
dx 13)
_
2x3
4x
2
11
dx 23)
_
2x3
x
2
+6x+13
dx
4)
_
dy
y
2
+10y+30
14)
_
x+2

x
2
+2x3
dx 24)
_
x1
3x
2
4x+3
dx
5)
_
x+3

1x
2
dx 15)
_
2x
4x
2
+4x3
dx 25)
_
x

27+6xx
2
dx
6)
_
2x7
x
2
+9
dx 16)
_

25 x
2
dx 26)
_
54x

12x4x
2
8
dx
7)
_
dx

20+8xx
2
17)
_

3 4x
2
dx 27)
_

16 9x
2
dx
8)
_
dx

2812xx
2
18)
_

x
2
36dx 28)
_

x
2
16dx
9)
_
x+3

54xx
2
dx 19)
_

3x
2
+ 5dx 29)
_

4x
2
+ 9dx
10)
_
2x+3
9x
2
12x+8
dx 20)
_

3 2x x
2
dx 30)
_

x
2
2x 3dx
3.11.1.1 Soluzioni
1. I (x) =
_
dx
x

x
2
1
. Eseguiamo il cambio di variabile:
x =
1

,
donde:
I () =
_
d
_
1
2
= arcsin + C
Ripristinando la variabile x:
I (x) = arcsin
_
1
x
_
+ C
2.
_
dx
2x
2
+2x+5
=
1
3
arctan
_
2x+1
3
_
3.11 Esercizi riepilogativi sugli integrali contenenti un trinomio di
secondo grado 105
3.
_
x+1
x
2
4x+8
dx =
1
2
ln |x
2
4x + 8| +
3
2
arctan
_
x2
2
_
+ C
4.
_
dy
y
2
+10y+30
=
1

5
arctan
_
y+5

5
_
+ C
5.
_
x+3

1x
2
dx =

1 x
2
+ 3 arcsin x + C
6.
_
2x7
x
2
+9
dx = ln (x
2
+ 9)
7
3
arctan
_
x
3
_
+ C
7.
_
dx

20+8xx
2
= arcsin
_
x4
6
_
+ C
8.
_
dx

2812xx
2
= arcsin
_
x+6
8
_
+ C
9.
_
x+3

54xx
2
dx =

5 4x x
2
+ arcsin
_
x+2
3
_
+ C
10.
_
2x+3
9x
2
12x+8
dx =
1
9
ln |9x
2
12x + 8| +
13
18
arctan
_
3
2
x 1
_
+ C
11.
_
x+2

4xx
2
dx = 4 arcsin
_
1
2
x 1
_

4x x
2
+ C
12.
_
x+2

x
2
+9
dx =

x
2
+ 9 + 2 ln

x +

x
2
+ 9

+ C
13.
_
2x3
4x
2
11
dx =
1
4
ln |4x
2
11|
3
4

11
ln

2x

11
2x+

11

+ C
14.
_
x+2

x
2
+2x3
dx = ln

1 + x +

x
2
+ 2x 3

x
2
+ 2x 3 + C
15.
_
2x
4x
2
+4x3
dx =
=
1
8
ln |4x
2
+ 4x 3| +
5
16
ln

2x1
2x+3

+ C
=
1
8
(ln |2x + 3| + ln |2x 1|) +
5
16
(ln |2x 1| ln |2x + 3|) + C
=
7
16
ln |2x + 3| +
3
16
ln |2x 1| + C
16.
_

25 x
2
dx =
x
2

25 x
2
+
25
2
arcsin
x
5
+ C
17.
_

3 4x
2
dx =
x
2

3 4x
2
+
3
4
arcsin
_
2x

3
_
+ C
3.11 Esercizi riepilogativi sugli integrali contenenti un trinomio di
secondo grado 106
18.
_

x
2
36dx =
x
2

x
2
36 18 ln

x +

x
2
36

+ C
19.
_

3x
2
+ 5dx =
x
2

3x
2
+ 5 +
5

3
6
ln

3x +

3x
2
+ 5

+ C
20.
_

3 2x x
2
dx =
x+1
2

3 2x x
2
+ 2 arcsin
_
1+x
2
_
+ C
21.
_

4x
2
4x + 5dx =
2x1
4

4x
2
4x + 5+ln

2x 1 +

4x
2
4x + 5

+C
22.
_
dx
x

x
2
5
=
1

5
arcsin
_

5
x
_
+ C
23.
_
2x3
x
2
+6x+13
dx = ln |x
2
+ 6x + 13|
9
2
arctan
_
x+3
2
_
+ C
24.
_
x1
3x
2
4x+3
dx =
1
6
ln |3x
2
4x + 3|

5
15
arctan
_
3x2

5
_
+ C
25.
_
x

27+6xx
2
dx =

27 + 6x x
2
+ 3 arcsin
_
x3
6
_
+ C
26.
_
54x

12x4x
2
8
dx =
1
2
arcsin (3 2x) + 2

3x x
2
2 +C
27.
_

16 9x
2
dx =
x
2

16 9x
2
+
8
3
arcsin
_
3
4
x
_
+ C
28.
_

x
2
16dx =
1
2
x

x
2
16 8 ln

x +

x
2
16

+ C
29.
_

4x
2
+ 9dx =
1
2
x
_
(4x
2
+ 9) +
9
4
ln

2x +

4x
2
+ 9

+ C
30.
_

x
2
2x 3dx =
x1
2

x
2
2x 3 2 ln

1 + x +

x
2
2x 3

+C
3.11.2 Calcolare i seguenti integrali
1)
_

12 + 4x x
2
dx 5)
_
dx

49x
2
2)
_

x
2
+ 4xdx 6)
_
sin 8x
9+sin
4
4x
dx
3)
_

x
2
8xdx 7)
_
xdx
x
4
4x
2
+3
4)
_

6x x
2
dx 8)
_
cos x
sin
2
x6 sin x+12
dx
3.11 Esercizi riepilogativi sugli integrali contenenti un trinomio di
secondo grado 107
3.11.3 Soluzioni
1.
_

12 + 4x x
2
dx =
x2
2

12 + 4x x
2
+ 8 arcsin
_
x2
4
_
+ C
2.
_

x
2
+ 4xdx =
x+2
2

x
2
+ 4x 2 ln

2 + x +

x
2
+ 4x

+ C
3.
_

x
2
8xdx =
x4
2

x
2
8x 8 ln

x 4 +

x
2
8x

+ C
4.
_

6x x
2
dx =
x3
2

6x x
2
+
9
2
arcsin
_
1 +
1
3
x
_
+ C
5.
_
dx

49x
2
=
1
3
arcsin
3
2
x + C
6. I (x) =
_
sin 8x
9+sin
4
4x
dx = 2
_
sin 4xcos 4x
9+sin
4
4x
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= sin 4x,
donde:
I () =
1
2
_
d
9 + (
2
)
2
=
1
4
_
d (
2
)
9 + (
2
)
2
=
1
36
_
d (
2
)
1 +
_

2
3
_
2
=
1
12
arctan
_

2
3
_
+ C
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
12
arctan
_
sin
2
4x
3
_
+ C
7. I (x) =
_
xdx
x
4
4x
2
+3
. Eseguiamo il cambio di variabile:
= x
2
,
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 108
donde:
I () =
1
2
_
d

2
4 + 3
=
1
4
ln

3
1

+ C
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
4
ln

x
2
3
x
2
1

+ C
8. I (x) =
_
cos x
sin
2
x6 sin x+12
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
= sin x,
donde:
I () =
1
2
_
d

2
6 + 12
=
1

3
arctan
_
3

3
_
+ C
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1

3
arctan

sin x 3

+ C
3.12 Integrazione delle funzioni razionali
Consideriamo lintegrale indenito:
_
f (x) dx, (3.50)
essendo:
f (x) =
p (x)
q (x)
, (3.51)
con p (x), q (x) polinomi in x di grado m e n rispettivamente:
p (x) =
m

k=0
a
k
x
k
, q (x) =
n

k=0
b
k
x
k
(3.52)
Denizione. La funzione f (x) espressa dalla (3.51) una funzione razionale.
Pi precisamente, una funzione razionale propria se m < n; una funzione
razionale impropria se m n.
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 109
3.12.1 Funzioni razionali proprie
Sotto ragionevoli ipotesi, la funzione (3.51) ammette una decomposizione in
frazioni parziali, cio somme di fattori del tipo:
A
i
x
i
,
A
i,j
(x
i
)

j
,
Ax + B
ax
2
+ bx + c
,
A
i
x + B
i
(ax
2
+ bx + c)
i
Ad esempio, se q (x) ha r radici reali distinte:

1
,
2
, ...,
r
Se
k
la molteciplit di
k
:
r

k=1

k
= n,
donde:
q (x) =
r

k=1
(x
k
)

k
(3.53)
In tal caso la decomposizione in frazioni parziali
f (x) =
r

i=1

j=1
A
i,j
(x
i
)
j
, (3.54)
essendo A
i,j
coecienti indeterminati. Esplicitando il secondo membro della
(3.54):
f (x) =
A
1,1
x
1
+
A
1,2
(x
1
)
2
+ ... +
A
1,
1
(x
1
)

1
(3.55)
+
A
2,1
x
2
+
A
2,2
(x
2
)
2
+ ... +
A
2,
2
(x
1
)

2
... +
A
r,1
x
r
+
A
r,2
(x
r
)
2
+ ... +
A
r,
r
(x
r
)

r
Nel caso speciale r = n (cio q (x) ammette n radici reali e distinte ciascuna di
molteplicit 1), la decomposizione (3.54) :
f (x) =
n

i=1
A
i
x
i
=
A
1
x
1
+
A
2
x
2
+ ... +
A
n
x
n
(3.56)
La (3.56) esprime una decomposizione in fattori lineari distinti.
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 110
Esempio 12.
f (x) =
1
x
2
4
=
1
(x 2) (x + 2)
=
A
1
x 2
+
A
1
x 2
=
(A
1
+ A
2
) x + 2 (A
1
A
2
)
x
2
4
Per il principio di identit dei polinomi:
A
1
+ A
2
= 0 (3.57)
2 (A
1
A
2
) = 1
La soluzione del sistema (3.57) :
(A
1
, A
2
) =
_
1
4
,
1
4
_
,
donde la demposizione in fattori lineari distinti :
f (x) =
1
4 (x 2)

1
4 (x + 2)
Nel caso generale r {1, 2, ...n 1}, si applica la (3.54) che esprime una decom-
posizione in fattori lineari ripetuti.
Esempio 13.
p (x) = x, q (x) = x
3
+ x
2
x 1
Cerchiamo le radici reali di q (x):
q (x) = 0 x = 1, 1
Precisamente:

1
= 1, (
1
= 1)

2
= 1, (
2
= 2) ,
per cui:
q (x) = (x 1) (x + 1)
2
La decomposizione si scrive:
x
(x 1) (x + 1)
2
=
A
1,1
x 1
+
A
2,1
x + 1
+
A
2,2
(x + 1)
2
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 111
Per non appesantire la notazione, rideniamo i coecienti della decomposizione:
x
(x 1) (x + 1)
2
=
A
x 1
+
B
1
x + 1
+
B
2
(x + 1)
2
Abbiamo:
(A + B
1
) x
2
+ (2A + B
2
1) x + A B
1
B
2
= 0
da cui il sistema lineare:
A + B
1
+ 0 = 0
2A + 0 + B
2
= 1
A B
1
B
2
= 0
che compatibile e determinato:
(A, B
1
, B
2
) =
_
1
4
,
1
4
,
1
2
_
Perci:
x
(x 1) (x + 1)
2
=
1
4 (x 1)

1
4 (x + 1)
+
1
2 (x + 1)
2
Quindi lintegrale:
_
x
(x 1) (x + 1)
2
=
1
4
ln

x 1
x + 1

1
2 (x + 1)
+ C
Esempio 14.
I (x) =
_
p (x)
q (x)
dx,
essendo:
p (x) = 1, q (x) = x
3
2x
2
+ x = x(x 1)
2
,
donde:
p (x)
q (x)
=
A
x
+
B
1
x 1
+
B
2
(x 1)
2
Ci implica:
A + B
1
+ 0 = 0
2A + B
1
B
2
= 0
A + 0 + 0 = 1
La soluzione
(A, B
1
, B
2
) = (1, 1, 1)
Quindi I (x) = ln

x
x1

1
x1
+ C
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 112
Se q (x) contiene dei fattori irriducibili ax
2
+bx+c, a ciascuno di essi corrisponde
una frazione parziale propria:
Ax + B
ax
2
+ bx + c
,
con A, B coecienti indeterminati. In tal caso si ha una decomposizione in
fattori quadratici distinti.
Esempio 15. Sia:
f (x) =
x
3
+ x
2
+ x + 2
x
4
+ 3x
2
+ 2
La decomposizione :
f (x) =
Ax + B
x
2
+ 2
+
Cx + D
x
2
+ 1
Deve essere:
A + 0 + C + 0 = 1
0 + B + 0 + D = 1
A + 0 + 2C + 0 = 1
0 + B + 0 + 2D = 2
Tale sistema lineare compatibile e determinato:
(A, B, C, D) = (1, 0, 0, 1)
Quindi:
f (x) =
x
x
2
+ 1
+
1
x
2
+ 1
Lintegrale vale:
_
f (x) dx =
1
2
ln
_
x
2
+ 1
_
+ arctan x + C
Se q (x) contiene dei fattori irriducibili (ax
2
+ bx + c)

, a ciascuno di essi cor-


risponde una somma di frazioni parziali proprie:

i=1
A
i
x + B
i
(ax
2
+ bx + c)
i
,
con A
i
, B
i
coecienti indeterminati. In tal caso si ha una decomposizione in
fattori quadratici ripetuti.
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 113
Esempio 16. Sia:
f (x) =
2x
2
+ 3
(x
2
+ 1)
2
Abbiamo:
f (x) =
Ax + B
x
2
+ 1
+
Cx + D
(x
2
+ 1)
2
Otteniamo il sistema di equazioni lineari:
A + 0 + 0 + 0 = 0
0 +B + 0 + 0 = 2
A + 0 + C + 0 = 0
0 + B + 0 + D = 3,
che compatibile e determinato, con soluzione:
(A, B, C, D) = (0, 2, 0, 1)
donde:
f (x) =
2
x
2
+ 1
+
1
(x
2
+ 1)
2
Ci implica che lintegrale :
I (x) =
_
f (x) dx = 2 arctan x +
_
dx
(x
2
+ 1)
2
Calcoliamo lintegrale a secondo membro attraverso il cambio di variabile:
x = tan ,
per cui:
_
dx
(x
2
+ 1)
2
=
_
cos
2
d =
1
2
( + sin cos ) + C
Per ripristinare la variabile x necessario esplicitare:
sin (arctan x) , cos (arctan )
A tale scopo osserviamo che:
cos x =
_
1
tan
2
x + 1
,
quindi:
cos (arctan ) =
1

x
2
+ 1
(3.58)
sin (arctan x) =
_
1 cos
2
(arctan x)
=
x

x
2
+ 1
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 114
Dalle (3.58) otteniamo:
sin cos =
x
x
2
+ 1
,
quindi lintegrale:
_
dx
(x
2
+ 1)
2
=
1
2
arctan x +
x
2 (x
2
+ 1)
+ C
1
(3.59)
Finalmente:
_
f (x) dx =
5
2
arctan x +
x
2 (x
2
+ 1)
+ C
Esempio 17. Sia:
f (x) =
x
5
x
4
+ 4x
3
4x
2
+ 8x 4
(x
2
+ 2)
3
Abbiamo:
f (x) =
Ax + B
x
2
+ 2
+
Cx + D
(x
2
+ 2)
2
+
Ex + F
(x
2
+ 2)
3
Eseguendo i calcoli:
A + 0 + 0 + 0 + 0 + 0 = 1
0 + B + 0 + 0 + 0 + 0 = 1
4A + 0 + C + 0 + 0 + 0 = 4
0 + 4B + 0 + D + 0 + 0 = 4
4A + 0 + 2C + 0 +E + 0 = 8
0 + 4B + 0 + 2D + 0 + F = 4,
la cui unica soluzione :
(A, B, C, D, E, F) = (1, 1, 0, 0, 4, 0)
Quindi:
f (x) =
x 1
x
2
+ 2
+
4x
(x
2
+ 2)
3
Lintegrale:
_
f (x) dx =
_
x
x
2
+ 2
dx
_
dx
x
2
+ 2
+ 4
_
xdx
(x
2
+ 2)
3
=
1
2
ln
_
x
2
+ 2
_

2
arctan
_
x

2
_

1
(x
2
+ 2)
2
+ C
La tabella seguente riassume i vari casi:
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 115
Fattore Frazioni parziali N
ax + b
A
ax+b
1
(ax + b)

A
(ax+b)
i
, i = 1, 2, ...,
ax
2
+ bx + c
Ax+B
ax
2
+bx+c
1
(ax
2
+ bx + c)

Ax+B
(ax
2
+bx+c)
i
, i = 1, 2, ...,
Se il polinomio q (x) ha radici reali e complesse multiple, per il calcolo dellinte-
grale (3.50) si applica la seguente formula di riduzione:
_
p (x)
q (x)
dx =
X (x)
q
1
(x)
+
_
Y (x)
q
2
(x)
dx (3.60)
Nella (3.60) q
1
(x) il massimo comune denominatore di q (x) e q

(x) =
d
dx
q (x),
mentre X (x), Y (x) sono polinomi a coecienti indeterminati di grado r 1,
essendo r il grado di q
1
(x). Il polinomio q
2
(x) :
q
2
(x) =
q (x)
q
1
(x)
Esempio 18. p (x) = 1, q (x) = (x
3
1)
2
. Abbiamo q

(x) = 6x
2
(x
3
1), per
cui q
1
(x) = q
2
(x) = x
3
1. Per la (3.60)
_
dx
(x
3
1)
2
=
Ax
2
+ Bx + C
x
3
1
+
_
Dx
2
+ Ex + F
x
3
1
Derivando primo e secondo membro:
1
(x
3
1)
2
=
(2Ax + B) (x
3
1) 3x
2
(Ax
2
+ Bx + C)
(x
3
1)
2
+
Dx
2
+ Ex + F
x
3
1
=
Dx
5
+ (E A) x
4
+ (F 2B) x
3
+ (D 3C) x
2
+ (E 2A) x F B
(x
3
1)
2
Da cui:
0 + 0 + 0 +D + 0 + 0 = 0 (3.61)
A + 0 + 0 + 0 +E + 0 = 0
0 2B + 0 + 0 + 0 +F = 0
0 + 0 3C D + 0 + 0 = 0
2A + 0 + 0 + 0 E + 0 = 0
0 B + 0 + 0 + 0 F = 1
Dalla prima e dalla quarta equazione del sistema (3.61):
D = C = 0,
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 116
donde otteniamo il sistema:
A + 0 + E + 0 = 0 (3.62)
0 2B + 0 + F = 0
2A + 0 E + 0 = 0
0 B + 0 F = 1
Dalla prima e dalla terza:
A = E = 0
Quindi:
B =
1
3
, F =
2
3
Riassumendo:
A = 0, B =
1
3
, C = 0, D = 0, E = 0, F =
2
3
donde:
I (x) =
1
3
x
x
3
1

2
3
_
dx
x
3
1
Poniamo:
J (x)
def
=
_
dx
x
3
1
def
=
_
p (x)
q (x)
dx
Dove:
p (x) = 1, q (x) = x
3
1 = (x 1)
_
x
2
+ x + 1
_
cio q (x) ha radici complesse. In tal caso la riduzione :
_
dx
(x 1) (x
2
+ x + 1)
=
L
x 1
+
Mx + N
x
2
+ x + 1
Da cui:
(L, M, N) =
_
1
3
,
1
3
,
2
3
_
,
cio:
J (x) =
1
3
ln |x 1|
1
3
_
x + 2
x
2
+ x + 1
dx
Lintegrale a secondo membro si calcola con la (3.45):
_
x + 2
x
2
+ x + 1
dx =
1
2
ln
_
x
2
+ x + 1
_
+

3 arctan
_
2x + 1

3
_
+ C
2
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 117
Quindi lintegrale J (x):
J (x) =
1
3
ln |x 1|
1
6
ln
_
x
2
+ x + 1
_

3
3
arctan
_
2x + 1

3
_
+ C
1
Lintegrale I (x):
I (x) =
x
3 (1 x
3
)
+
1
9
ln
_
x
2
+ x + 1
(x 1)
2
_
+
2

3
9
arctan
_
2x + 1

3
_
+ C
3.12.2
_
dx
(x
2
+1)
2
Dai calcoli precedenti segue un integrale che compare spesso:
_
dx
(x
2
+ 1)
2
=
1
2
_
x
x
2
+ 1
+ arctan x
_
+ C (3.63)
***
3.12.3 Calcolare i seguenti integrali
1)
_
dx
(x+a)(x+b)
, (a = b) 5)
_
5x
2
+6x+9
(x3)
2
(x+1)
2
dx 9)
_
dx
(x
2
4x+3)(x
2
+4x+5)
2)
_
dx
(x1)(x+2)(x+3)
6)
_
x
2
8x+7
(x
2
3x10)
2
dx 10)
_
dx
x
3
+1
3)
_
2x
2
+41x91
(x1)(x+3)(x4)
dx 7)
_
2x3
(x
2
3x+2)
3
dx 11)
_
dx
x
4
+1
4)
_
dx
x(x+1)
2
8)
_
x
5
7x+1
(x
2
3x+2)
3
dx 12)
_
dx
x
4
+x
2
+1
3.12.4 Soluzioni
1. I (x) =
_
dx
(x+a)(x+b)
. Abbiamo:
1
(x + a) (x + b)
=
A
x + a
+
B
x + b
=
(A + B) x + (Ab + Ba)
(x + a) (x + b)
da cui:
(A, B) =
_
1
b a
,
1
b a
_
Quindi:
I (x) =
1
b a
ln

x + a
x + b

+ C
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 118
2. I (x) =
_
dx
(x1)(x+2)(x+3)
. Abbiamo:
1
(x 1) (x + 2) (x + 3)
=
A
x 1
+
B
x + 2
+
C
x + 3
Quindi il sistema di equazioni lineari:
A + B + C = 0
5A + 2B C = 0
6A 3B 2C = 1,
che compatibile e determinato:
(A, B, C) =
_
1
12
,
1
3
,
1
4
_
Quindi:
I (x) =
1
12
ln |x 1|
1
3
ln |x + 2| +
1
4
ln |x + 3| + C
3. I (x) =
_
2x
2
+41x91
(x1)(x+3)(x4)
dx. Abbiamo:
2x
2
+ 41x 91
(x 1) (x + 3) (x 4)
=
A
x 1
+
B
x + 2
+
C
x + 3
Quindi il sistema di equazioni lineari:
A + B + C = 2
A 5B + 2C = 41
12A + 4B 3C = 91,
che compatibile e determinato:
(A, B, C) = (4, 7, 5)
Quindi:
I (x) = 4 ln |x 1| 7 ln |x + 3| + 5 ln |x 4| + C
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 119
4. I (x) =
_
dx
x(x+1)
2
. Qui :
p (x) 1, q (x) x(x + 1)
La (3.54) porge:
1
x(x + 1)
=
A
1,1
x
+
A
2,1
x + 1
+
A
2,2
(x + 1)
2
def
=
A
x
+
B
1
x + 1
+
B
2
(x + 1)
2
Otteniamo il sistema di equazioni lineari:
A + B
1
+ 0 = 0
2A + B
1
+ B
2
= 0
A + 0 + 0 = 1,
la cui soluzione :
(A, B
1
, B
2
) = (1, 1, 1)
Quindi:
I (x) =
1
x + 1
+ ln

x
x + 1

+ C
5. I (x) =
_
5x
2
+6x+9
(x3)
2
(x+1)
2
dx. Qui :
p (x) 5x
2
+ 6x + 9, q (x) (x 3)
2
(x + 1)
2
La (3.54) porge:
p (x)
q (x)
=
A
1,1
x 3
+
A
1,2
(x 3)
2
+
A
2,1
x + 1
+
A
2,2
(x + 1)
2
def
=
A
x 3
+
B
(x 3)
2
+
C
x + 1
+
D
(x + 1)
2
Otteniamo il sistema di equazioni lineari:
A + 0 + C + 0 = 0
A + B 5C + D = 5
5A + 2B + 3C 6D = 6
3A + B + 9C + 9D = 9,
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 120
Tale sistema compatibile e determinato, con soluzione
(A, B, C, D) =
_
0,
9
2
, 0,
1
2
_
Quindi:
I (x) =
5x + 3
(x 3) (x + 1)
+ K
6. I (x) =
_
x
2
8x+7
(x
2
3x10)
2
dx. Qui :
p (x) x
2
8x + 7, q (x)
_
x
2
3x 10
_
2
Le radici di q (x) = 0 e le relative moltepicit sono:

1
= 5, (
1
= 2)

2
= 2, (
2
= 2)
donde:
q (x) = (x 5)
2
(x + 2)
2
La (3.54) porge:
p (x)
q (x)
=
2

i=1

j=1
A
i,j
(x
i
)
j
=
2

i=1
_
A
i,1
x
i
+
A
i,2
(x
i
)
2
+ ... +
A
i,
i
(x
i
)

i
_
=
A
1,1
x
1
+
A
1,2
(x
1
)
2
+
A
2,1
x
2
+
A
2,2
(x
2
)
2
Per non appesantire la notazione, rideniamo:
(A
1,1
, A
1,2
, A
2,1
, A
2,2
)
def
= (A, B, C, D)
per cui:
p (x)
q (x)
=
=
A(x 5) (x + 2)
2
+ B(x + 2)
2
+ C (x 5)
2
(x + 2) +D(x 5)
2
(x 5)
2
(x + 2)
2
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 121
cio:
(A + C) x
3
+ (A + B 8C + D) x
2
+ (16A + 4B + 5C 10D) x
+ (20A + 4B + 50C + 25D)
= x
2
8x + 7
Per il principio di identit dei polinomi deve essere:
A + 0 + C + 0 = 0
A + B 8C + D = 1
16A + 4B + 5C 10D = 8
20A + 4B + 50C + 25D = 7
Tale sistema compatibile e determinato. La soluzione :
(A, B, C, D) =
_
30
343
,
8
49
,
30
343
,
27
49
_
Quindi:
p (x)
q (x)
=
30
343
_
1
x 5

1
x + 2
_

1
49
_
8
(x 5)
2
+
1
(x + 2)
2
_
Lintegrale:
I (x) =
30
343
ln

x 5
x + 2

19x 151
49 (x
2
3x 10)
+ K
7. I (x) =
_
2x3
(x
2
3x+2)
3
dx. Lintegrazione immediata:
I (x) =
1
2
_
d (x
2
3x + 2)
(x
2
3x + 2)
3
dx
=
1
2 (x
2
3x + 2)
2
+ K
8. I (x) =
_
x
5
7x+1
(x
2
3x+2)
3
dx. Qui :
p (x) x
5
7x + 1, q (x)
_
x
2
3x + 2
_
3
Le radici di q (x) = 0 e le relative moltepicit sono:

1
= 2, (
1
= 3)

2
= 1, (
2
= 3)
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 122
donde:
q (x) = (x 2)
3
(x 1)
3
La (3.54) porge:
p (x)
q (x)
=
2

i=1

j=1
A
i,j
(x
i
)
j
=
2

i=1
_
A
i,1
x
i
+
A
i,2
(x
i
)
2
+ ... +
A
i,
i
(x
i
)

i
_
=
A
1,1
x
1
+
A
1,2
(x
1
)
2
+
A
1,3
(x
1
)
3
+
A
2,1
x
2
+
A
2,2
(x
2
)
2
+
A
2,3
(x
2
)
3
Per non appesantire la notazione, rideniamo:
(A
1,1
, A
1,2
, A
1,3
, A
2,1
, A
2,2
, A
2,3
)
def
= (A, B, C, D, E, F)
per cui:
p (x)
q (x)
=
=
1
q (x)
{A(x 2)
2
(x 2)
3
+ B(x 2) (x 1)
3
+ C (x 1)
3
+ D(x 1)
2
(x 2)
3
+ E (x 1) (x 2)
3
+ F (x 2)
3
}
Da cui:
p (x)
q (x)
=
19
(x 2)
3
+
16
(x 2)
2

25
x 2
+
5
(x 1)
3
+
17
(x 1)
2
+
26
x 1
Lintegrale:
I (x) =
9 14x
2 (x
2
3x + 2)
2
+
38 33x
x
2
3x + 2
25 ln |2 + x| + 26 ln |x 1| + K
9. I (x) =
_
1
(x
2
4x+3)(x
2
+4x+5)
. Qui :
p (x) 1, q (x)
_
x
2
4x + 3
_ _
x
2
+ 4x + 5
_
Le radici reali di q (x) sono:

1
= 3,
2
= 1
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 123
con molteplicit:

1
=
2
= 1
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x 3
+
B
x 1
+
Cx + D
x
2
+ 4x + 5
, (3.64)
giacch x
2
+ 4x + 5 ha radici complesse coniugate. La (3.64) implica
A + B + C + 0 = 0
3A + B 4C + D = 0
A 7B + 3C 4D = 0
5A 15B + +0 + 3d = 1,
la cui unica soluzione :
(A, B, C, D) =
_
1
52
,
1
20
,
2
65
,
3
26
_
onde:
I (x) =
1
52
ln |x 3|
1
20
ln |x 1| + J (x) ,
essendo:
J (x) =
1
130
_
4x + 15
x
2
+ 4x + 5
,
che si calcola attraverso la (3.45), ottenendo:
J (x) =
1
65
ln

x
2
+ 4x + 5

+
7
130
arctan (x + 2) +K
1
Finalmente:
I (x) =
1
52
ln |x 3|
1
20
ln |x 1|+
1
65
ln

x
2
+ 4x + 5

+
7
130
arctan (x + 2)
10. I (x) =
_
dx
x
3
+1
. Qui :
p (x) 1, q (x) x
3
+ 1
Risulta:
q (x) = (x + 1)
_
x
2
x + 1
_
,
donde:
p (x)
q (x)
=
A
x + 1
+
Bx + C
x
2
x + 1
,
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 124
che conduce al sistema:
A + B + 0 = 0
A + B + C = 0
A + 0 + C = 1
compatibile e determinato:
(A, B, C) =
_
1
3
,
1
3
,
2
3
_
cio
p (x)
q (x)
=
1
3
1
x + 1

1
3
x 2
x
2
x + 1
Quindi lintegrale:
I (x) =
1
3
ln |x + 1|
1
3
J (x) ,
essendo:
J (x) =
_
x 2
x
2
x + 1
dx,
che si calcola attraverso la (3.45), ottenendo:
J (x) =
1
2
ln
_
x
2
x + 1
_

3 arctan
_
2x 1

3
_
+ K
1
Finalmente:
I (x) =
1
3
ln |x + 1|
1
6
ln
_
x
2
x + 1
_
+
1

3
arctan
_
2x 1

3
_
+ K
11. I (x) =
_
dx
x
4
+1
. Qui :
p (x) = 1, q (x) = x
4
+ 1 =
_
x
2
+

2x + 1
__
x
2

2x + 1
_
Quindi:
p (x)
q (x)
=
(Ax + B)
_
x
2

2x + 1
_
+ (Cx + D)
_
x
2
+

2x + 1
_
q (x)
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 125
da cui il sistema:
A + 0 + C + 0 = 0

2A + B +

2C + D = 0
A

2B + C +

2D = 0
0 + B + 0 + D = 1
compatible e determinato
(A, B, C, D) =
_
1
2

2
,
1
2
,
1
2

2
,
1
2
_
Quindi lintegrale:
I (x) =
1
2

2
[J
1
(x) J
2
(x)] ,
essendo:
J
1
(x) =
_
x +

2
x
2
+

2x + 1
dx, J
2
(x) =
_
x

2
x
2

2x + 1
dx
che si calcolano attraverso la (3.45), ottenendo:
J
1
(x) =
1
2
ln
_
x
2
+

2x + 1
_
+ arctan
_

2x + 1
_
+ C
1
J
2
(x) =
1
2
ln

x
2

2x + 1

arctan
_

2x 1
_
+ C
2
Finalmente:
I (x) =
1
4

2
_
ln
x
2
+

2x + 1

x
2

2x + 1

+ 2 arctan
_

2x + 1
_
2 arctan
_

2x 1
_
_
(3.65)
12. I (x) =
_
dx
x
4
+x
2
+1
. Qui :
p (x) = 1, q (x) = x
4
+ x
2
+ 1 =
_
x
2
+ x + 1
_ _
x
2
x + 1
_
Quindi:
p (x)
q (x)
=
(Ax + B) (x
2
x + 1) + (Cx + D) (x
2
+ x + 1)
q (x)
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 126
da cui il sistema:
A + 0 + C + 0 = 0
A + B + C + D = 0
A B + C + D = 0
0 + B + 0 +D = 1
compatible e determinato
(A, B, C, D) =
_
1
2
,
1
2
,
1
2
,
1
2
_
Quindi lintegrale:
I (x) =
1
2
[J
1
(x) J
2
(x)] ,
essendo:
J
1
(x) =
_
x +

2
x
2
+

2x + 1
dx, J
2
(x) =
_
x

2
x
2

2x + 1
dx
che si calcolano attraverso la (3.45), ottenendo:
J
1
(x) =
1
2
ln
_
x
2
+ x + 1
_
+
1

3
arctan
_
2x + 1

3
_
+ K
1
J
2
(x) =
1
2
ln
_
x
2
x + 1
_

3
arctan
_
2x 1

3
_
+ K
2
Finalmente:
I (x) =
1
2
_
ln
_
x
2
+ x + 1
x
2
x + 1
+
1

3
_
arctan
2x + 1

3
+ arctan
2x 1

3
_
_
+ K
***
3.12.5 Calcolare i seguenti integrali
1)
_
x+1
x
2
5x+6
dx 5)
_
x+1
x
2
3x+2
dx 9)
_
x
2
+1
x
3
4x
2
+5x2
dx
2)
_
x
2
+1
x
3
x
2
x+1
dx 6)
_
x
2
(x+2)(x1)
2
dx 10)
_
2x
2
+1
x
3
2x
2
+x2
dx
3)
_
(x+2)
2
x
3
1
dx 7)
_
x
2
+2
(x1)
3
dx 11)
_
x+1
x
3
1
dx
4)
_
x
3
+2x
2
+1
x
5
x
4
+2x
3
2x
2
+x1
dx 8)
_
x
2
1
(x2)(x
2
+1)
dx 12)
_
x
2
2x
(2x1)(x
2
+1)
dx
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 127
3.12.6 Soluzioni
1. I (x) =
_
x+1
x
2
5x+6
dx. Qui :
p (x) = 1, q (x) = x
2
5x + 6 = (x 3) (x 2)
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x 3
+
B
x 2
da cui
(A, B) = (4, 3)
Lintegrale:
I (x) = 4 ln |x 3| 3 ln |x 2| + C
2. I (x) =
_
x
2
+1
x
3
x
2
x+1
dx. Qui :
p (x) = x
2
+ 1, q (x) = x
3
x
2
x + 1 = (x 1)
2
(x + 1)
Le radici di q (x) = 0 e le relative moltepicit sono:

1
= 1, (
1
= 2)

2
= 1, (
2
= 1)
La (3.54) porge:
p (x)
q (x)
=
2

i=1

j=1
A
i,j
(x
i
)
j
=
2

i=1
_
A
i,1
x
i
+
A
i,2
(x
i
)
2
+ ... +
A
i,
i
(x
i
)

i
_
=
A
1,1
x
1
+
A
1,2
(x
1
)
2
+
A
2,1
x
2
Per non appesantire la notazione, rideniamo:
(A
1,1
, A
1,2
, A
2,1
)
def
= (A, B, C)
per cui:
p (x)
q (x)
=
A
x 1
+
B
(x 1)
2
+
C
x + 1
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 128
che conduce al sistema
A + 0 + C = 1
0 + B 2C = 0
A + B + C = 1,
compatibile e determinato:
(A, B, C) =
_
1
2
, 1,
1
2
_
Lintegrale:
I (x) = ln
_
|x
2
1|
1
x 1
+ K
3. I (x) =
_
(x+2)
2
x
3
1
dx. Qui :
p (x) = x
2
+ 4x + 4, q (x) = (x 1)
_
x
2
+ x + 1
_
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x 1
+
Bx + C
x
2
+ x + 1
da cui
A + B + 0 = 1
A B + C = 4
A + 0 C = 4
La soluzione
(A, B, C) = (3, 2, 1)
Perci:
p (x)
q (x)
=
3
x 1

2x + 1
x
2
+ x + 1
=
3
x 1

d
dx
(x
2
+ x + 1)
x
2
+ x + 1
Quindi:
I (x) = 3 ln |x 1| ln
_
x
2
+ x + 1
_
+ K
= ln
_
|x 1|
3
x
2
+ x + 1
_
+ K
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 129
4. I (x) =
_
x
3
+2x
2
+1
x
5
x
4
+2x
3
2x
2
+x1
dx. Qui :
p (x) = x
3
+2x
2
+1, q (x) = x
5
x
4
+2x
3
2x
2
+x1 =
_
x
2
1
_ _
x
2
+ 1
_
2
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x 1
+
Bx + C
x
2
+ 1
+
Dx + E
(x
2
+ 1)
2
da cui il sistema:
A + B + 0 + 0 + 0 = 0
0 B + C + 0 + 0 = 1
2A + B C + D + 0 = 2
0 B C D + E = 0
A + 0 C + 0 E = 1
compatibile e determinato
(A, B, C, D + E) = (1, 1, 0, 1, 0)
Ci implica:
p (x)
q (x)
=
1
x 1

x
x
2
+ 1
+
x
(x
2
+ 1)
2
Quindi lintegrale:
I (x) = ln |x 1|
1
2
ln
_
x
2
+ 1
_

1
2 (x
2
+ 1)
+ K
5. I (x) =
_
x+1
x
2
3x+2
dx. Qui :
p (x) = x + 1, q (x) = x
2
3x + 2 = (x 2) (x 1)
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x 2
+
B
x 1
Anch ci sia vero, deve essere:
A = 3, B = 2
Ci implica:
I (x) = 3 ln |x 2| 2 ln |x 1| + K
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 130
6. I (x) =
_
x
2
(x+2)(x1)
2
dx. Qui :
p (x) = x
2
, q (x) = (x + 2) (x 1)
2
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x + 2
+
B
1
x 1
+
B
2
(x 1)
2
Anch ci sia vero, deve essere:
A + B
1
+ 0 = 1
2A + B
1
+ B
2
= 0
A 2B
1
+ 2B
2
= 0
Lunica soluzione di tale sistema
A =
4
9
, B =
5
9
, C =
1
3
Ci implica:
I (x) =
4
9
ln |x + 2| +
5
9
ln |x 1|
1
3 (x 1)
+ C
7. I (x) =
_
x
2
+2
(x1)
3
dx. Qui :
p (x) = x
2
+ 2, q (x) = (x 1)
3
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x 1
+
B
(x 1)
2
+
C
(x 1)
3
Anch ci sia vero, deve essere:
A + 0 + 0 = 1
2A + B + 0 = 0
A B + C = 2
Lunica soluzione di tale sistema
A = 1, B = 2, C = 3
Ci implica:
I (x) = ln |x 1|
2
x 1

3
2 (x 1)
2
+ K
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 131
8. I (x) =
_
x
2
1
(x2)(x
2
+1)
dx. Qui :
p (x) = x
2
1, q (x) = (x 2)
_
x
2
+ 1
_
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x 2
+
Bx + C
x
2
+ 1
Anch ci sia vero, deve essere:
A + B + 0 = 1
0 2B + C = 0
A + 0 2C = 1
Lunica soluzione di tale sistema
(A, B, C) =
_
3
5
,
2
5
,
4
5
_
Ci implica:
I (x) =
3
5
ln |x 2| +
1
5
ln
_
x
2
+ 1
_
+
4
5
arctanx + C
9. I (x) =
_
x
2
+1
x
3
4x
2
+5x2
dx. Qui :
p (x) = x
2
+ 1, q (x) = x
3
4x
2
+ 5x 2 = (x 1)
2
(x 2)
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x 2
+
B
x 1
+
C
(x 1)
2
Anch ci sia vero, deve essere:
A + B + 0 = 1
2A 3B + C = 0
A + 2B 2C = 1
Lunica soluzione di tale sistema
(A, B, C) = (5, 4, 2)
Ci implica:
I (x) = 5 ln |x 2| +
2
x 1
4 ln |x 1| + K
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 132
10. I (x) =
_
2x
2
+1
x
3
2x
2
+x2
dx. Qui :
p (x) = 2x
2
1, q (x) = x
3
2x
2
+ x 2 = (x 2)
_
x
2
+ 1
_
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x 2
+
Bx + C
x
2
+ 1
da cui
A + B + 0 = 2
0 2B + C = 0
A + 0 2C = 1
La soluzione
(A, B, C) =
_
9
5
,
1
5
,
2
5
_
Perci:
p (x)
q (x)
=
9
5 (x 2)
+
1
5

x + 2
x
2
+ 1
Lintegrale:
I (x) =
9
5
ln |x 2| +
1
5
J (x) ,
essendo:
J (x) =
_
x + 2
x
2
+ 1
dx
=
_
x
x
2
+ 1
dx + 2
_
dx
x
2
+ 1
=
1
2
ln

x
2
+ 1

+ 2 arctan x + C
1
,
donde:
I (x) =
9
5
ln |x 2| +
1
10
ln
_
x
2
+ 1
_
+
2
5
arctan x + C
11. I (x) =
_
x+1
x
3
1
dx. Qui :
p (x) = x + 1, q (x) = x
3
1 = (x 1)
_
x
2
+ x + 1
_
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 133
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x 1
+
Bx + C
x
2
+ x + 1
da cui
A + B + 0 = 0
A B + C = 0
A + 0 C = 1
La soluzione
(A, B, C) = (1, 1, 0)
Perci:
p (x)
q (x)
=
1
x 1

x
x
2
+ x + 1
Lintegrale:
I (x) = ln |x 1| J (x) ,
essendo:
J (x) =
_
x
x
2
+ x + 1
dx
=
1
2
ln
_
x
2
+ x + 1
_

3
arctan
_
2x + 1

3
_
+ K
1
,
Si conclude che:
I (x) = ln
|x 1|

x
2
+ x + 1
+
1

3
arctan
_
2x + 1

3
_
+ K
12. I (x) =
_
x
2
2x
(2x1)(x
2
+1)
dx. Qui :
p (x) = x
2
2x, q (x) = (2x 1)
_
x
2
+ 1
_
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
2x 1
+
Bx + C
x
2
+ 1
da cui
A + 2B + 0 = 1
0 B + 2C = 2
A + 0 C = 0
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 134
La soluzione
(A, B, C) =
_

3
5
,
4
5
,
3
5
_
Perci:
p (x)
q (x)
=
3
5 (2x 1)
+
1
5

4x 3
x
2
+ 1
Lintegrale:
I (x) =
3
10
ln |2x 1| +
1
5
J (x) ,
essendo:
J (x) =
_
4x 3
x
2
+ 1
dx
= 2 ln
_
x
2
+ 1
_
3 arctan x + C
1
,
Si conclude che:
I (x) =
3
10
ln |2x 1| +
2
5
ln
_
x
2
+ 1
_

3
5
arctan x + C
***
3.12.7 Calcolare i seguenti integrali
1)
_
5x
2
+11x2
(x+5)(x
2
+9)
dx 5)
_
x
2
2x+3
(x1)
2
(x
2
+1)
dx 9)
_
2x
2
+12
x
4
+12x
2
+16
dx
2)
_
x1
9x
2
18x+7
dx 6)
_
x3
(x2)(x
2
+x+1)
2
dx 10)
_
dx
x
3
+x
3)
_
x
3
+x+1
x
4
+x
2
dx 7)
_
dx
x(x
2
+1)
11)
_
2x
3
(x
2
+1)
2
dx
4)
_
dx
(x
2
1)
2
8)
_
x
3
+2x
2
2x
x
4
+4
dx 12)
_
x
3
+x1
(x
2
+1)
2
dx
3.12.8 Soluzioni
1. I (x) =
_
5x
2
+11x2
(x+5)(x
2
+9)
dx. Qui :
p (x) = 5x
2
+ 11x 2, q (x) = (x + 5)
_
x
2
+ 9
_
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x + 5
+
Bx + C
x
2
+ 9
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 135
da cui
A + B + 0 = 5
0 + 5B + C = 11
9A + 0 + 5C = 2
La soluzione
(A, B, C) = (2, 3, 4)
Perci:
p (x)
q (x)
=
2
x + 5
+
3x 4
x
2
+ 9
Lintegrale:
I (x) = 2 ln |x + 5| + J (x) ,
essendo:
J (x) =
_
3x 4
x
2
+ 9
dx
=
3
2
ln
_
x
2
+ 9
_

4
3
arctan
_
x
3
_
+ K
1
,
Si conclude che:
I (x) = 2 ln |x + 5| +
3
2
ln
_
x
2
+ 9
_

4
3
arctan
_
x
3
_
+ K
2. I (x) =
_
x1
9x
2
18x+7
dx. Anzich procedere per decomposizione in frazioni
semplici, preferibile procedere nel modo seguente
I (x) =
1
18
_
d (9x
2
18x + 7)
9x
2
18x + 7
=
1
18
ln

9x
2
18x + 7

+ K
3. I (x) =
_
x
3
+x+1
x
4
+x
2
dx. Qui :
p (x) = x
3
+ x + 1, q (x) = x
4
+ x
2
= x
2
_
x
2
+ 1
_
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x
+
B
x
2
+
Cx + D
x
2
+ 1
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 136
da cui
A + 0 +C + 0 = 1
0 + B + 0 + D = 0
A + 0 + 0 + 0 = 1
0 + B + 0 + 0 = 1
La soluzione
(A, B, C, D) = (1, 1, 0, 1)
Perci:
p (x)
q (x)
=
1
x
+
1
x
2

1
x
2
+ 1
Lintegrale:
I (x) = ln |x|
1
x
arctan x + K,
4. I (x) =
_
dx
(x
2
1)
2
. Qui :
p (x) = 1, q (x) =
_
x
2
1
_
2
= (x 1)
2
(x + 1)
2
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x 1
+
B
(x 1)
2
+
C
x + 1
+
D
(x + 1)
2
da cui
A + 0 + C + 0 = 0
A + B C + D = 0
A + 2B C 2D = 0
A + B + C + D = 1
La soluzione
(A, B, C, D) =
_

1
4
,
1
4
,
1
4
,
1
4
_
Perci:
p (x)
q (x)
=
1
4 (x 1)
+
1
4 (x 1)
2
+
1
4 (x + 1)
+
1
4 (x + 1)
2
Lintegrale:
I (x) =
1
4
_
ln

x + 1
x 1

2x
x
2
1
_
+ K
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 137
5. I (x) =
_
x
2
2x+3
(x1)
2
(x
2
+1)
dx. Qui :
p (x) = x
2
2x + 3, q (x) = (x 1)
2
_
x
2
+ 1
_
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x 1
+
B
(x 1)
2
+
Cx + D
(x
2
+ 1)
da cui
A + 0 + C + 0 = 0
A + B 2C + D = 1
A + 0 + C 2D = 2
A + B + 0 + D = 3
La soluzione
(A, B, C, D) = (1, 1, 1, 1)
Perci:
p (x)
q (x)
=
1
x 1
+
1
(x 1)
2
+
x + 1
(x
2
+ 1)
Lintegrale:
I (x) = ln |x 1| +
1
1 x
+ J (x) ,
essendo:
J (x) =
_
x + 1
x
2
+ 1
dx
=
_
x
x
2
+ 1
dx +
_
dx
x
2
+ 1
=
1
2
ln
_
x
2
+ 1
_
+ arctan x
Quindi:
I (x) =
1
1 x
+ ln

x
2
+ 1
|x 1|
+ arctan x + K
6. I (x) =
_
x3
(x2)(x
2
+x+1)
2
dx. Qui :
p (x) = x 3, q (x) = (x 2)
_
x
2
+ x + 1
_
2
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x 2
+
Bx + C
x
2
+ x + 1
+
Dx + E
(x
2
+ x + 1)
2
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 138
da cui
A + B + 0 + 0 + 0 = 0
2A B + C + 0 + 0 = 0
3A B C + D + 0 = 0
2A 2B C 2D + E = 1
A + 0 2C + 0 2E = 2
La soluzione
(A, B, C, D, E) =
_

1
49
,
1
49
,
3
49
,
1
7
,
10
7
_
Perci:
p (x)
q (x)
=
1
49
1
x 2
+
1
49
x + 3
x
2
+ x + 1
+
1
7
x + 10
(x
2
+ x + 1)
2
Lintegrale:
I (x) =
1
49
ln |x 2| +
1
49
J
1
(x) +
1
7
J
2
(x) ,
essendo:
J
1
(x) =
_
x + 3
x
2
+ x + 1
dx =
1
2
ln
_
x
2
+ x + 1
_
+
5

3
arctan
_
2x + 1

3
_
+ K
1
J
2
(x) =
_
x + 10
(x
2
+ x + 1)
2
dx =
19x + 8
3 (x
2
+ x + 1)
+
38
3

3
arctan
_
2x + 1

3
_
+ K
2
Quindi:
I (x) =
1
882
_
42(19x+8)
x
2
+x+1
+ 562

3 arctan
_
2x+1

3
_
18 ln |x 2| + 9 ln (x
2
+ x + 1)
_
+
+K
7. I (x) =
_
dx
x(x
2
+1)
. Qui :
p (x) = 1, q (x) = x
_
x
2
+ 1
_
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x
+
Bx + C
x
2
+ 1
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 139
da cui
A + B + 0 = 0
0 + 0 +C = 0
A + 0 + 0 = 1
La soluzione
(A, B, C) = (1, 1, 0)
Perci:
p (x)
q (x)
=
1
x

x
x
2
+ 1
Lintegrale:
I (x) = ln |x|
1
2
ln
_
x
2
+ 1
_
+ K
8. I (x) =
_
x
3
+2x
2
2x
x
4
+4
dx. Abbiamo:
I (x) =
_
x
3
x
4
+ 4
dx +
_
2x
2
2x
x
4
+ 4
dx (3.66)
=
1
4
ln
_
x
4
+ 4
_
+ J (x) ,
essendo:
J (x) =
_
2x
2
2x
x
4
+ 4
dx
Abbiamo:
2x
2
2x
x
4
+ 4
=
Ax + B
x
2
2x + 2
+
Cx + D
x
2
+ 2x + 2
da cui:
A + 0 +C + 0 = 0
2A + B 2C + D = 1
2A + 2B + 2C 2D = 1
0 + 2B + 0 + 2D = 0
La soluzione di tale sistema :
A =
1
4
, B =
1
4
, C =
1
4
, D =
1
4
Quindi:
J (x) =
1
4
[G
1
(x) G
2
(x)] ,
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 140
essendo:
G
1,2
=
_
x 1
x
2
2x + 2
dx
Calcolando i due integrali:
G
1
(x) =
1
2
ln

x
2
2x + 2

+ C
1
G
2
(x) =
1
2
ln
_
x
2
+ 2x + 2
_
2 arctan (x + 1) +C
2
Finalmente:
I (x) =
1
4
ln
_
x
4
+ 4
_
+
1
4
ln
|x
2
2x + 2|
x
2
+ 2x + 2
+ arctan (x + 1) +C
9. I (x) =
_
2x
2
+12
x
4
+12x
2
+16
dx = 2
_
x
2
+6
x
4
+12x
2
+16
dx. Qui :
p (x) = x
2
+ 6, q (x) = x
4
+ 12x
2
+ 16 =
_
x
2
+ 6 + 2

5
__
x
2
+ 6 2

5
_
Quindi:
p (x)
q (x)
=
Ax + B
x
2
+ 6 + 2

5
+
Cx + D
x
2
+ 6 2

5
da cui il sistema:
A + 0 + C + 0 = 0
0 +B + 0 + D = 1
_
6 2

5
_
A + 0 +
_
6 + 2

5
_
C + 0 = 0
A +
_
6 2

5
_
B + 0 +
_
6 + 2

5
_
D = 6
La soluzione :
(A, B, C, D) =
_
0,
1
2
, 0,
1
2
_
,
donde:
I (x) =
_
dx
6 + 2

5 + x
2
+
_
dx
6 2

5 + x
2
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 141
Calcoliamo ( > 0)
_
dx
+ x
2
=
1

_
dx
1 +
_
x

_
2
=
1

_
d
_
x

_
1 +
_
x

_
2
=
1

arctan
_
x

_
+ const
Quindi:
I (x) =
1
_
2
_
3 +

5
_
arctan
_
_
x
_
2
_
3 +

5
_
_
_
+
1
_
2
_
3

5
_
arctan
_
_
x
_
2
_
3

5
_
_
_
10. I (x) =
_
dx
x
3
+x
. Qui :
p (x) = 1, q (x) = x
3
+ x
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x
+
Bx + C
x
2
+ 1
da cui il sistema:
A + B + 0 = 0
0 + 0 +C = 0
A + 0 + 0 = 1
La soluzione :
(A, B, C) = (1, 1, 0) ,
donde:
I (x) =
_
dx
x

_
x
x
2
+ 1
dx
= ln
|x|

x
2
+ 1
+ C
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 142
11. I (x) =
_
2x
3
(x
2
+1)
2
dx. Qui :
p (x) = 2x
3
, q (x) =
_
x
2
+ 1
_
2
Quindi:
p (x)
q (x)
=
Ax + B
x
2
+ 1
+
Cx + D
(x
2
+ 1)
2
da cui il sistema:
A + 0 + 0 + 0 = 2
0 + B + 0 + 0 = 0
A + 0 +C + 0 = 0
0 + B + 0 + D = 0
La soluzione :
(A, B, C, D) = (2, 0, 2, 0) ,
donde:
I (x) =
_
2x
x
2
+ 1
dx
_
2x
(x
2
+ 1)
2
dx
=
_
d (x
2
+ 1)
x
2
+ 1

_
d (x
2
+ 1)
(x
2
+ 1)
2
= ln
_
x
2
+ 1
_
+
1
x
2
+ 1
+ C
12. I (x) =
_
x
3
+x1
(x
2
+1)
2
dx. Procedendo come nel n. 11:
A + 0 + 0 + 0 = 1
0 + B + 0 + 0 = 0
A + 0 + C + 0 = 1
0 + B + 0 +D = 1,
la cui soluzione :
(A, B, C, D) = (1, 0, 0, 1) ,
donde:
I (x) = ln

x
2
+ 1
_
dx
(x
2
+ 1)
2
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 143
Lintegrale a secondo membro dato dalla (3.63), che riscriviamo:
_
dx
(x
2
+ 1)
2
=
1
2
_
x
x
2
+ 1
+ arctan x
_
+ C
1
(3.67)
per cui:
I (x) = ln

x
2
+ 1
1
2
_
x
x
2
+ 1
+ arctan x
_
+ C
3.12.9 Calcolare i seguenti integrali
1)
_
x
4
+8x
3
x
2
+2x+1
(x
2
+x)(x
3
+1)
dx 5)
_
x
3
+x
2
+x+3
(x
2
+1)(x
2
+3)
dx 9)
_
dx
(x
4
1)
2
2)
_
x
3
+x
2
5x+15
(x
2
+5)(x
2
+2x+3)
dx 6)
_
xdx
(x2)
2
10)
_
dx
(x+1)
2
(x
2
+1)
3)
_
dx
e
2x
e
x
7)
_
x
2
3x1
x
3
+x
2
2x
dx
4)
_
sin x
cos x(1+cos
2
x)
dx 8)
_
dx
(x+1)
2
(x
2
1)
2
3.12.10 Soluzioni
1. I (x) =
_
x
4
+8x
3
x
2
+2x+1
(x
2
+x)(x
3
+1)
dx. Qui :
p (x) = x
4
+8x
3
x
2
+2x+1, q (x) =
_
x
2
+ x
_ _
x
3
+ 1
_
= x(x + 1)
2
_
x
2
x + 1
_
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x
+
B
x + 1
+
C
(x + 1)
2
+
Dx + E
x
2
x + 1
da cui
A + B + 0 + D + 0 = 1
A + 0 + C + 2D + E = 8
0 + 0 C + D + 2E = 1
A + B + C + 0 +E = 2
A + 0 + 0 + 0 + 0 = 1
La soluzione
(A, B, C, D, E) = (1, 2, 3, 2, 0)
Perci:
p (x)
q (x)
=
1
x

2
x + 1
+
3
(x + 1)
2
+
2x
x
2
x + 1
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 144
Lintegrale:
I (x) = ln |x| 2 ln |x + 1|
3
x + 1
+
_
2x
x
2
x + 1
dx
Calcoliamo a parte lintegrale a secondo membro:
_
2x
x
2
x + 1
dx =
_
2x 1 + 1
x
2
x + 1
dx
= ln

x
2
x + 1

+
_
1
x
2
x + 1
dx
= ln

x
2
x + 1

+
4
3
_
1
1 +
_
2

3
_
x
1
2
_
_dx
= ln
_
x
2
x + 1
_
+
2

3
arctan
_
2x 1

3
_
+ C
1
,
donde:
I (x) = ln
|x
3
x
2
+ x|
(x + 1)
2

3
x + 1
+
2

3
arctan
_
2x 1

3
_
+ C
2. I (x) =
_
x
3
+x
2
5x+15
(x
2
+5)(x
2
+2x+3)
dx. Qui :
p (x) = x
3
+ x
2
5x + 15, q (x) =
_
x
2
+ 5
_ _
x
2
+ 2x + 3
_
Quindi:
p (x)
q (x)
=
Ax + B
x
2
+ 5
+
Cx + D
(x
2
+ 2x + 3)
da cui
A + 0 + C + 0 = 1
2A + B + 0 + D = 1
3A + 2B + 5C + 0 = 5
0 + 3B + 0 + 5D = 15
La soluzione
(A, B, C, D) = (0, 5, 1, 6)
Da ci segue:
I (x) = 5
_
dx
x
2
+ 5
+
_
x + 6
x
2
+ 2x + 3
dx
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 145
Calcoliamo a parte i due integrali:
_
dx
x
2
+ 5
=
1

5
_
d
_
x

5
_
1 +
_
x

5
_
2
=
1

5
arctan
_
x

5
_
+ C
Il secondo integrale si calcola con la (3.45):
_
x + 6
x
2
+ 2x + 3
dx = ln

x
2
+ 2x + 3 +
5

2
arctan
_
x + 1

2
_
+ C
Finalmente:
I (x) = ln

x
2
+ 2x + 3 +
5

2
arctan
_
x + 1

2
_

5
arctan
_
x

5
_
+ C
3. I (x) =
_
dx
e
2x
e
x
. Eseguiamo il cambio di variabile:
y = e
x
=dx =
dy
y
,
per cui:
I (y) =
_
dy
y
2
(y 1)
Procediamo per decomposizione in frazioni semplici:
1
y
2
(y 1)
=
A
y
+
B
y
2
+
C
y 1
Il principio di identit dei polinomi conduce al sistema di Cramer:
A + 0 + C = 0
A + B + 0 = 0
0 B + 0 = 1,
con soluzione:
(A, B, C) = (1, 1, 1)
Quindi:
I (y) =
1
y
+ ln

y 1
y

+ C
Ripristinando la variabile x:
I (x) = e
x
+ ln

1 e
x

+ C
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 146
4. I (x) =
_
sin x
cos x(1+cos
2
x)
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
y = cos x =dy = sin xdx,
donde:
I (y) =
_
dy
y (1 + y
2
)
Procediamo per decomposizione in frazioni semplici:
1
y
2
(1 + y
2
)
=
A
y
+
By + C
y
2
+ 1
Il principio di identit dei polinomi conduce al sistema di Cramer:
A + B + 0 = 0
0 + 0 +C = 0
A + 0 + 0 = 1,
con soluzione:
(A, B, C) = (1, 1, 0)
Quindi:
I (y) = ln
|y|
_
1 + y
2
+ C
Ripristinando la variabile x:
I (x) = ln

1 + cos
2
x
|cos x|
+ C
5. I (x) =
_
x
3
+x
2
+x+3
(x
2
+1)(x
2
+3)
dx. Qui :
p (x) = x
3
+ x
2
+ x + 3, q (x) =
_
x
2
+ 1
_ _
x
2
+ 3
_
Quindi:
p (x)
q (x)
=
Ax + B
x
2
+ 1
+
Cx + D
x
2
+ 3
da cui
A + 0 + C + 0 = 1
0 +B + 0 + D = 1
3A + 0 + C + 0 = 1
0 + 3B + 0 + D = 3
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 147
La soluzione
(A, B, C, D) = (0, 1, 1, 0)
Da ci segue:
I (x) = arctan x +
1
2
ln
_
x
2
+ 3
_
+ C
6. I (x) =
_
xdx
(x2)
2
. Qui :
p (x) = x, q (x) = (x 2)
2
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x 2
+
B
(x 2)
2
da cui
A = 1
B 2A = 0
La soluzione
(A, B) = (1, 2)
Da ci segue:
I (x) = ln |x 2|
2
x 2
+ C
7. I (x) =
_
x
2
3x1
x
3
+x
2
2x
dx. Qui :
p (x) = x
2
3x 1, q (x) = x
3
+ x
2
2x = x(x + 2) (x 1)
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x
+
B
x + 2
+
C
x 1
da cui
A + B + C = 1
A B + 2C = 3
2A + 0 + 0 = 1
La soluzione
(A, B, C) =
_
1
2
,
3
2
, 1
_
Da ci segue:
I (x) = ln
_
x(x + 2)
3
|x 1|
+ C
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 148
8. I (x) =
_
dx
(x+1)
2
(x
2
1)
2
. Qui :
p (x) = 1, q (x) = (x + 1)
2
_
x
2
1
_
2
= (x + 1)
4
(x 1)
2
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x + 1
+
B
(x + 1)
2
+
C
(x + 1)
3
+
D
(x + 1)
4
+
E
(x + 1)
4
+
F
(x 1)
2
da cui
(A + E) x
5
+ (A + B + 3E + F) x
4
+ (2A + C + 2E + 4F) x
3
+
+ (2A 2B C + D 2E + 6F) x
2
+
+ (A C 2D 3E + 4F) x+
+ (A + B + C + D E + F)
= 1
Per il principio di identit dei polinomi:
A + 0 + 0 + 0 +E + 0 = 0
A + B + 0 + 0 + 3E + F = 0
2A + 0 + C + 0 + 2E + 4F = 0
2A 2B C + D 2E + 6F = 0
A + 0 C 2D 3E + 4F = 0
A + B + C + D E + F = 1
La soluzione
(A, B, C, D, E, F) =
_
1
8
,
3
16
,
1
4
,
1
4
,
1
8
,
1
16
_
Da ci segue:
I (x) =
1
8
_
dx
x + 1
+
3
16
_
dx
(x + 1)
2
+
1
4
_
dx
(x + 1)
3
+
1
4
_
dx
(x + 1)
4

1
8
_
dx
x 1
+
1
16
_
dx
(x 1)
2
=
1
8
ln

x + 1
x 1

3x
3
+ 6x
2
+ x 4
12 (x + 1)
3
(x 1)
+ C
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 149
9. I (x) =
_
dx
(x
4
1)
2
. Qui :
p (x) = 1, q (x) = (x 1)
2
(x + 1)
2
_
x
2
+ 1
_
2
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x 1
+
B
(x 1)
2
+
C
x + 1
+
D
(x + 1)
2
+
Ex + F
x
2
+ 1
+
Gx + H
(x
2
+ 1)
2
da cui
A + 0 +C + 0 + E + 0 + 0 + 0 = 0
A + B C + D + 0 + F + 0 + 0 = 0
A + 2B + C 2D E + 0 + G + 0 = 0
A + 3B C + 3D + 0 F + 0 + H = 0
A + 4B C 4D E + 0 2G + 0 = 0
A + 3B + C + 3D + 0 F + 0 2H = 0
A + 2B C 2D + E + 0 + G + 0 = 0
A + 2B + C + D + 0 + F + 0 + H = 1
La soluzione
(A, B, C, D, E, F, G, H) =
_
3
16
,
1
16
,
3
16
, 0,
1
4
, 0,
1
4
_
Da ci segue:
I (x) =
3
16
_
dx
x 1
+
1
16
_
dx
(x 1)
2
+
3
16
_
dx
x + 1
+
1
16
_
dx
(x + 1)
2
+
1
4
_
dx
x
2
+ 1
+
1
4
_
dx
(x
2
+ 1)
2
=
3
16
ln

x + 1
x 1

+
1
4
arctan x
1
16
1
x 1

1
16
1
x + 1
+
1
4
_
dx
(x
2
+ 1)
2
+ const
Lintegrale
_
dx
(x
2
+1)
2
dato dalla (3.63) donde:
I (x) =
1
16
_
3 ln

1 +x
1 x

+ 6 arctan x
4x
x
4
1
_
+ const
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 150
10. I (x) =
_
dx
(x+1)
2
(x
2
+1)
. Qui :
p (x) = 1, q (x) = (x + 1)
2
_
x
2
+ 1
_
Quindi:
p (x)
q (x)
=
A
x + 1
+
B
(x + 1)
2
+
Cx + D
x
2
+ 1
Per il principio di identit dei polinomi:
A + 0 + C + 0 = 0
A + B + 2C + D = 0
A + 0 + C + 2D = 0
A + B + 0 + D = 1,
la cui soluzione :
(A, B, C, D) =
_
1
2
,
1
2
,
1
2
, 0
_
Quindi:
p (x)
q (x)
=
1
2 (x + 1)
+
1
2 (x + 1)
2

x
2 (x
2
+ 1)
,
da cui lintegrale:
I (x) =
1
2
ln |x + 1|
1
2 (x + 1)
+
1
4
ln
_
x
2
+ 1
_
+ C
3.12.11 Funzioni razionali improprie
Qui il grado del numeratore di quello del denominatore.
Esempio
_
x
3
+ 8
x 2
dx
Eseguendo la divisione dei polinomi, otteniamo:
x
3
+ 8
x 2
= x
2
+ 2x + 4 +
16
x 2
,
donde:
_
x
3
+ 8
x 2
dx =
x
3
3
+ x
2
+ 4x + 16 ln |x 2| + C
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 151
3.12.12 Calcolare i seguenti integrali
1)
_
x
6
x
5
+x
4
x
2
+x
x
4
1
dx 5)
_
5x
3
+2
x
3
5x
2
+4x
dx 9)
_
x
4
(1x)
3
dx
2)
_
x
4
2x
3
+3x
2
x+3
x
3
2x
2
+3x
dx 6)
_
x
3
1
4x
3
x
dx
3)
_
x
2
+3x4
x
2
2x8
dx 7)
_
x
4
6x
3
+12x
2
+6
x
3
6x
2
+12x8
dx
4)
_
x
2
5x+9
x
2
5x+6
dx 8)
_
x
4
x
4
1
dx
3.12.13 Soluzioni
1. I (x) =
_
x
6
x
5
+x
4
x
2
+x
x
4
1
dx. Eseguendo la divisione tra polinomi:
x
6
x
5
+ x
4
x
2
+ x
x
4
1
= x
2
x + 1 +
1
x
4
1
,
donde:
I (x) =
1
3
x
3

1
2
x
2
+ x + I
1
(x) ,
essendo:
I
1
(x) =
_
dx
x
4
1
Per calcolare I
1
(x) occorre applicare il metodo dei coecienti indetermi-
nati:
1
x
4
1
=
A
x 1
+
B
x + 1
+
Cx + D
x
2
+ 1
,
da cui il sistema:
A + B + C + 0 = 0
A B + 0 + D = 0
A + B C + 0 = 0
A B + 0 D = 1
La cui unica soluzione :
(A, B, C, D) =
_
1
4
,
1
4
, 0,
1
2
_
,
per cui:
I
1
(x) =
1
4
_
dx
x 1

1
4
_
dx
x + 1

1
2
_
dx
x
2
+ 1
=
1
4
ln

x 1
x + 1

1
2
arctan x + C
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 152
Finalmente:
I (x) =
1
3
x
3

1
2
x
2
+ x +
1
4
ln

x 1
x + 1

1
2
arctan x + C
2. I (x) =
_
x
4
2x
3
+3x
2
x+3
x
3
2x
2
+3x
dx. Risulta:
x
4
2x
3
+ 3x
2
x + 3
x
3
2x
2
+ 3x
= x +
3 x
x
3
2x
2
+ 3x
,
per cui:
I (x) =
1
2
x
2
+ I
1
(x) ,
essendo:
I
1
(x) =
_
3 x
x
3
2x
2
+ 3x
dx
Applichiamo il metodo dei coecienti indeterminati:
3 x
x
3
2x
2
+ 3x
=
A
x
+
Bx + C
x
2
2x + 3
,
ottenendo il sistema:
A + B + 0 = 0
2A + 0 + C = 1
3A + 0 + 0 = 3,
che ammette lunica soluzione:
(A, B, C) = (1, 1, 1)
Quindi:
I
1
(x) =
_
dx
x

_
x 1
x
2
2x + 3
dx
= ln |x|
1
2
_
d (x
2
2x + 3)
x
2
2x + 3
= ln |x|
1
2
ln
_
x
2
2x + 3
_
+ C
Si conclude che:
I (x) =
1
2
x
2
+ ln |x|
1
2
ln
_
x
2
2x + 3
_
+ C
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 153
3. I (x) =
_
x
2
+3x4
x
2
2x8
dx. Risulta:
x
2
+ 3x 4
x
2
2x 8
= 1 +
5x + 4
x
2
2x 8
Perci:
I (x) = x + I
1
(x) ,
essendo:
I
1
(x) =
_
5x + 4
x
2
2x 8
dx
Tale integrale si calcola con la (3.45):
I
1
(x) =
5
2
ln

x
2
2x 8

+
3
2
ln

x 4
x + 2

+ C
= ln

(x + 2) (x 4)
4

+ C,
donde:
I (x) = x + ln

(x + 2) (x 4)
4

+ C
4. I (x) =
_
x
2
5x+9
x
2
5x+6
dx. Abbiamo:
I (x) =
_
x
2
5x + 6 + 3
x
2
5x + 6
dx
=
_
dx + 3
_
dx
x
2
5x + 6
Lintegrale a secondo membro si calcola con la (3.45):
_
dx
x
2
5x + 6
= ln

x 3
x 2

+ C,
per cui:
I (x) = x + 3 ln

x 3
x 2

+ C
5. I (x) =
_
5x
3
+2
x
3
5x
2
+4x
dx = 5
_
dx +
_
2+25x
2
20x
x
3
5x
2
+4x
dx. Calcoliamo a parte il
secondo integrale:
J (x)
def
=
_
25x
2
20x + 2
x
3
5x
2
+ 4x
dx
Metodo dei coecienti indeterminati:
25x
2
20x + 2
x
3
5x
2
+ 4x
=
A
x
+
B
x 4
+
C
x 1
,
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 154
da cui il sistema lineare:
A + B + C = 25
5A + B + 4C = 20
4A + 0 + 0 = 2,
che ammette lunica soluzione:
(A, B, C) =
_
1
2
,
161
6
,
7
3
_
,
perci:
I (x) = 5x +
1
2
ln |x| +
161
6
ln |x 4|
7
3
ln |x 1| + C
6. I (x) =
_
x
3
1
4x
3
x
dx =
1
4
_
dx+
_ 1
4
x1
4x
3
x
dx =
1
4
_
dx+
1
4
_
x4
4x
3
x
dx. Calcoliamo
a parte il secondo integrale:
J (x)
def
=
_
x 4
4x
3
x
dx
Metodo dei coecienti indeterminati:
J (x) =
_
4
x
dx
_
7
2 (2x 1)
dx
_
9
2 (2x + 1)
dx
= 4 ln x
7
4
ln (2x 1)
9
4
ln (2x + 1) +C
Quindi:
I (x) =
1
4
x + ln x
7
16
ln (2x 1)
9
16
ln (2x + 1) +C
7. I (x) =
_
x
4
6x
3
+12x
2
+6
x
3
6x
2
+12x8
dx. Abbiamo:
x
4
6x
3
+ 12x
2
+ 6
x
3
6x
2
+ 12x 8
= x +
6 + 8x
x
3
6x
2
+ 12x 8
,
per cui:
I (x) =
1
2
x
2
+ 2
_
4x + 3
x
3
6x
2
+ 12x 8
dx (3.68)
Applicando il metodo dei coecienti indeterminati
4x + 3
x
3
6x
2
+ 12x 8
=
11
(x 2)
3
+
4
(x 2)
2
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 155
Quindi
_
4x + 3
x
3
6x
2
+ 12x 8
dx =
5 8x
2 (x 2)
2
+ C
Sostituendo nella (3.68):
I (x) =
x
4
4x
3
+ 4x
2
16x + 10
2 (x 2)
2
+ C
8. I (x) =
_
x
4
x
4
1
dx. Abbiamo:
x
4
x
4
1
= 1 +
1
x
4
1
,
donde:
I (x) = x +
_
dx
x
4
1
(3.69)
Calcoliamo lintegrale a secondo membro della (3.69) con il metodo dei
coecienti indeterminati:
1
x
4
1
=
A
x 1
+
B
x + 1
+
Cx + D
x
2
+ 1
,
da cui il sistema lineare:
A + B + C + 0 = 0
A B + 0 + D = 0
A + B C + 0 = 0
A B + 0 D = 1,
la cui unica soluzione :
(A, B, C, D) =
_
1
4
,
1
4
, 0,
1
2
_
Quindi:
1
x
4
1
=
1
4 (x 1)

1
4 (x + 1)

1
2 (x
2
+ 1)
Perci:
_
dx
x
4
1
=
1
4
ln

x 1
x + 1

1
2
arctan x + C
Sostituendo nella (3.69):
I (x) = x +
1
4
ln

x 1
x + 1

1
2
arctan x + C
3.12 Integrazione delle funzioni razionali 156
9. I (x) =
_
x
4
(1x)
3
dx. Abbiamo:
x
4
(1 x)
3
= x 3 +
8x + 6x
2
+ 3
(1 x)
3
,
da cui lintegrale:
I (x) =
_ _
x 3
6x
2
8x + 3
(x 1)
3
_
dx (3.70)
=
1
2
x
2
3x
_
6x
2
8x + 3
(x 1)
3
dx
Calcoliamo lintegrale a secondo membro della (3.70) con il metodo dei
coecienti indeterminati:
6x
2
8x + 3
(x 1)
3
=
A
x 1
+
B
(x 1)
2
+
C
(x 1)
3
,
da qui il sistema lineare:
A + 0 + 0 = 6
2A + B + 0 = 8
A B + C = 3,
che ammette lunica soluzione:
(A, B, C) = (6, 4, 1)
Quindi
_
6x
2
8x + 3
(x 1)
3
dx = 6 ln |x 1|
4
x 1

1
2 (x 1)
2
+
1
(x 1)
3
+ C
Sostituendo nella (3.70)
I (x) =
1
2
x
2
3x 6 ln |x 1| +
8x 7
2 (x 1)
2
+ C
3.13 I
n
(x) =
_
dx
(x
2
1)
n , J
n
(x) =
_
dx
(x
2
+1)
n 157
3.13 I
n
(x) =
_
dx
(
x
2
1
)
n
, J
n
(x) =
_
dx
(
x
2
+1
)
n
Iniziamo con il primo eseguendo il cambio di variabile (anzich applicare il metodo
dei coecienti indeterminati):
t =
x 1
x + 1
(3.71)
Dalla (3.71) otteniamo:
x =
1 + t
1 t
, dx =
2
(1 t)
2
dt,
donde:
I
n
(t) =
1
2
2n1
_
(1 t)
2(n1)
t
n
dt (3.72)
La (3.72) pu essere utilizzata solo per piccoli valori di n. Ad esempio, per n = 1:
I
1
(t) =
1
2
_
dt
t
=
1
2
ln |t| + C
Ripristinando la variabile x:
I
1
(x) =
1
2
ln

x 1
x + 1

+ C
Osservazione. Il risultato precedente equivalente a:
_
dx
x
2
1
= arctanh x + C
Per n = 2:
I
2
(x) =
1
8
_
(1 t)
2
t
2
dt
=
1
8
__
dt
t
2
2
_
dt
t
+
_
dt
_
=
1
8
_

1
t
2 ln |t| + t + C
1
_
Ripristinando la variabile x:
3.13 I
n
(x) =
_
dx
(x
2
1)
n , J
n
(x) =
_
dx
(x
2
+1)
n 158
I
2
(x) =
1
8
_

x + 1
x 1
2 ln

x 1
x + 1

+
x 1
x + 1
_
+ C
=
x
2 (1 x
2
)

1
4
ln

x 1
x + 1

+ C
Per n = 3:
I
3
(x) =
1
32
_
(1 t)
4
t
3
dt
=
1
32
__
dt
t
3
4
_
dt
t
2
+ 6
_
dt
t
4
_
dt +
_
tdt
_
=
1
32
_

1
2t
2
+
4
t
+ 6 ln |t| 4t +
1
2
t
2
_
+ C
Ripristinando la variabile x:
I
3
(x) =
1
32
_

1
2
(x + 1)
2
(x 1)
2
+ 4
x + 1
x 1
+ 6 ln

x 1
x + 1

4
x 1
x + 1
+
1
2
(x 1)
2
(x + 1)
2
_
+ C
=
x(3x
2
5)
8 (x
2
1)
2
+
3
16
ln

x 1
x + 1

+ C
I rimanenti integrali (n > 3) sono riportati in Appendice A.
Passiamo a J
n
(x); per n = 1 un integrale fondamentale:
J
1
(x) = arctan x + C
Per n = 2, abbiamo gi calcolato (vedi eq.3.59):
J
2
(x) =
1
2
arctan x +
x
2 (x
2
+ 1)
+ C
possibile giungere al medesimo risultato attraverso unintegrazione per parti.
Per ogni n:
J
n
(x) =
_
x
2
+ 1 x
2
(x
2
+ 1)
n
dx
=
_
x
2
+ 1
(x
2
+ 1)
n
dx
_
x
2
(x
2
+ 1)
n
dx,
cio:
3.13 I
n
(x) =
_
dx
(x
2
1)
n , J
n
(x) =
_
dx
(x
2
+1)
n 159
J
n
(x) = J
n1
(x) J
n
(x) , (3.73)
essendo:
J
n
(x)
def
=
_
x
2
(x
2
+ 1)
n
dx (3.74)
Per n = 2:
J
2
(x) = J
1
(x) J
2
(x)
Qui :
J
2
(x) =
_
x
2
(x
2
+ 1)
2
dx
Per calcolare tale integrale, procediamo per parti osservando che:
d
_
1
x
2
+ 1
_
=
2xdx
(x
2
+ 1)
2
,
donde:
J
2
(x) =
1
2
_
xd
_
1
x
2
+ 1
_
=
1
2
_
x
1
x
2
+ 1

_
dx
x
2
+ 1
_
=
1
2
_
x
x
2
+ 1
J
1
(x)
_
Quindi:
J
2
(x) =
1
2
J
1
(x) +
x
2 (x
2
+ 1)
Ma J
1
(x) =
_
dx
x
2
+1
= arctan x+const, per cui:
J
2
(x) =
1
2
arctan x +
x
2 (x
2
+ 1)
+ C (3.75)
Passiamo a n = 3; per la (3.73):
J
3
(x) = J
2
(x) J
3
(x)
Qui :
J
3
(x) =
_
x
2
(x
2
+ 1)
3
dx
3.13 I
n
(x) =
_
dx
(x
2
1)
n , J
n
(x) =
_
dx
(x
2
+1)
n 160
Anche in questo caso procediamo per parti osservando che:
d
_
1
(x
2
+ 1)
2
_
=
4xdx
(x
2
+ 1)
3
,
donde:
J
3
(x) =
1
4
_
xd
_
1
(x
2
+ 1)
2
_
=
1
4
x
(x
2
+ 1)
2
+
1
4
J
2
(x)
Quindi:
J
3
(x) =
3
4
J
2
(x) +
1
4
x
(x
2
+ 1)
2
Lintegrale J
2
(x) dato dalla (3.75), per cui:
J
3
(x) =
3
8
arctan x +
3
8
x
x
2
+ 1
+
1
4
x
(x
2
+ 1)
2
+ C (3.76)
=
3
8
arctan x +
x(3x
2
+ 5)
8 (x
2
+ 1)
2
+ C
Iterando il procedimento, si trova:
J
n
(x) =
2n 3
2 (n 1)
J
n1
(x) +
x
2 (n 1) (x
2
+ 1)
n1
+ C (3.77)
Ad esempio per n = 4:
J
4
(x) =
5
6
J
3
(x) +
x
6 (x
2
+ 1)
3
(3.78)
=
5
16
arctan x +
5
16
x
x
2
+ 1
+
5
24
x
(x
2
+ 1)
2
+
x
6 (x
2
+ 1)
3
+ C
Per n = 5:
J
5
(x) =
7
8
J
4
(x) +
x
8 (x
2
+ 1)
4
(3.79)
=
35
128
arctan x +
35
128
x
x
2
+ 1
+
35
192
x
(x
2
+ 1)
2
+
7
48
x
(x
2
+ 1)
3
+
x
8 (x
2
+ 1)
4
+ C
Una tabella di valori di J
n
(x) riportata in Appendice A.
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 161
3.14 Integrali di funzioni irrazionali
3.14.1 Integrali del tipo 1
Hanno un espressione generale:
_
R
_
x,
_
ax + b
cx + d
_
p
1
q
1
,
_
ax + b
cx + d
_
p
2
q
2
, ...,
_
ax + b
cx + d
_
p
n
q
n
_
dx,
essendo R una funzione razionale, mentre p
i
, q
i
N{0}. Gli integrali di questo
tipo si riconducono ad integrali di funzioni razionali attraverso la sostituzione:
ax + b
cx + d
= t
k
(3.80)
Qui k il m.c.m. di q
1
, q
2
, ...q
n
. Ad esempio, calcoliamo lintegrale:
I (x) =
_
dx

2x 1
4

2x 1
La (3.80) :
2x 1 = t
4
,
donde:
dx = 2t
3
dt
Quindi lintegrale:
I (t) = 2
_
t
2
t 1
dt
= 2
_ _
t + 1 +
1
t 1
_
dt
= (t + 1)
2
+ 2 ln |t 1| + C
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
_
1 +
4

2x 1
_
2
+ 2 ln

2x 1 1

+ C
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 162
3.14.2 Calcolare i seguenti integrali
1)
_
x
3

x1
dx 5)
_

x1
3

x+1
dx 9)
_
x
_
x1
x+1
dx
2)
_
xdx
3

ax+b
6)
_

x+1+2
(x+1)
2

x+1
dx 10)
_
3
_
x+1
x1
dx
3)
_
dx

x+1+

(x+1)
3
7)
_

x
x+2
dx 11)
_
x+3
x
2

2x+3
dx
4)
_
dx

x+
3

x
8)
_
dx
(2x)

1x
12)
_
2
3
_
2x+1
x1
x+4
_
2x+1
x1
dx
3.14.3 Soluzioni
1. I (x) =
_
x
3

x1
dx. Qui q
1
= 2, n = 1, perci: k = 2. La (3.80) porge:
x 1 = t
2
Ci implica:
dx = 2tdt
Quindi lintegrale in funzione di t:
I (t) = 2
_
_
t
2
+ 1
_
3
dt
=
2
7
t
7
+
6
5
t
5
+ 2t
3
+ 2t + K
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
2
7
_
(x 1)
7
+
6
5
_
(x 1)
5
+ 2
_
(x 1)
3
+ 2

x 1 + C
1
= 2

x 1
_
1
7
(x 1)
3
+
3
5
(x 1)
2
+ x
_
+ C
2. I (x) =
_
xdx
3

ax+b
. Qui q
1
= 3, n = 1, perci: k = 3. La (3.80) porge:
ax + b = t
3
Ci implica:
x =
1
a
_
t
3
b
_
dx =
3t
2
a
dt
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 163
Quindi lintegrale in funzione di t:
I (t) =
_
1
a
_
t
3
b
_
3t
a
dt
=
3
a
2
_
t
_
t
3
b
_
dt
=
3
a
2
_
1
5
t
5

b
2
t
2
_
+ const
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
3
a
2
_
1
5
3
_
(ax + b)
5
b
3
_
(ax + b)
2
_
+ const
3. I (x) =
_
dx

x+1+

(x+1)
3
=
_
R
_
(x + 1)
1
2
, (x + 1)
3
2
_
. Qui q
1
= q
2
= 2,
perci: k = 2. La (3.80) porge:
x + 1 = t
2
Ci implica:
dx = 2tdt
Quindi lintegrale in funzione di t:
I (t) =
_
2tdt
t + t
3
= 2
_
dt
1 + t
2
= 2 arctan t + const
Ripristinando la variabile x:
I (x) = 2 arctan

x + 1 + const
4. I (x) =
_
dx

x+
3

x
=
_
R
_
x
1
2
, x
1
3
_
dx. Qui q
1
= 2, q
2
= 3, perci: k = 6.
La (3.80) porge:
x = t
6
Ci implica:
dx = 6t
5
dt
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 164
Quindi lintegrale in funzione di t:
I (t) =
_
6t
5
dt
t
3
+ t
2
= 6
_
t
3
1 + t
dt
= 6
_ _
t
2
t + 1
1
t + 1
_
= 2t
3
3t
2
+ 6t ln |t + 1| + const
Ripristinando la variabile x:
I (x) = 2

x 3
3

x + 6
6

x 6 ln

x + 1

+ const
5. I (x) =
_

x1
3

x+1
dx =
_
R
_
x
1
2
, x
1
3
_
dx. Qui q
1
= 2, q
2
= 3, perci: k = 6.
La (3.80) porge:
x = t
6
Ci implica:
dx = 6t
5
dt
Quindi lintegrale in funzione di t:
I (t) =
_
t
3
1
t
2
+ 1
6t
5
dt
= 6
_
t
5
(t
3
1)
t
2
+ 1
dt
= 6
_ _
t
6
t
4
t
3
+ t
2
+ t 1
t 1
t
2
+ 1
_
= 6
_
1
7
t
7

1
5
t
5

1
4
t
4
+
1
3
t
3
+
1
2
t
2
t
_
t 1
t
2
+ 1
_
= 6
_
1
7
t
7

1
5
t
5

1
4
t
4
+
1
3
t
3
+
1
2
t
2
t
1
2
ln

t
2
+ 1

+ arctan t + const
_
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
6
7
x
6

x
6
5
6

x
5

3
2
3

x
2
+ 2

x
+3
3

x 6
6

x 3 ln

x + 1

+ 6 arctan
6

x + const
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 165
6. I (x) =
_

x+1+2
(x+1)
2

x+1
dx =
_
R
_
(x + 1)
2
, (x + 1)
1
2
, (x + 1)
1
2
_
dx. Qui :
p
1
= 2, q
1
= 1
p
2
= 1, q
1
= 2
p
3
= 1, q
3
= 2,
donde:
k = 2
Il cambio di variabile :
x + 1 = t
2
Ci implica:
dx = 2tdt
Lintegrale:
I (t) = 2
_
t
2
+ 2t
t
4
t
dt
Lintegrando una funzione razionale propria:
t + 2
(t 1) (t
2
+ t + 1)
=
1
t 1

t + 1
t
2
+ t + 1
,
per cui:
I (t) = 2
__
dt
t 1

_
t + 1
t
2
+ t + 1
dt
_
(3.81)
= 2
_
ln |t 1|
_
t + 1
t
2
+ t + 1
dt
_
Lintegrale al secondo termine del secondo membro della (3.81) si calcola
attraverso la (3.45) ottenendo:
_
t + 1
t
2
+ t + 1
dt =
1
2
ln
_
t
2
+ t + 1
_
+
1

3
arctan
_
2t + 1

3
_
+ C
Sostituendo nella (3.81):
I (t) = 2 ln |t 1| ln
_
t
2
+ t + 1
_

3
arctan
_
2t + 1

3
_
+ C
Ripristinando la variabile x:
I (x) = ln
_
x + 1 1
_
2
x + 2 +

x + 1

3
arctan
_
2

x + 1 + 1

3
_
+ C
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 166
7. I (x) =
_

x
x+2
dx =
_
R
_
x, x
1
2
_
dx. Qui k = 2. La (3.80) porge:
x = t
2
Ci implica:
dx = 2tdt
Quindi lintegrale in funzione di t:
I (t) =
_
t
2
t
2
+ 2
dt
= 2
__
dt 2
_
dt
t
2
+ 2
_
= 6
_
_
_
t

2
_
d
_
t

2
_
1 +
_
t

2
_
2
_
_
_
= 2
_
t

2 arctan
t

2
_
Ripristinando la variabile x:
I (x) = 2
_

2 arctan
_
x
2
_
+ const
8. I (x) =
_
dx
(2x)

1x
=
_
R
_
x, (1 x)
1
2
_
dx. Qui q
1
= 2, perci: k = 2. La
(3.80) porge:
1 x = t
2
Ci implica:
dx = 2tdt
Quindi lintegrale in funzione di t:
I (t) = 2
_
dt
1 + t
2
= 2 arctan t + const
Ripristinando la variabile x:
I (x) = 2 arctan
_
1 x
_
+ const
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 167
9. I (x) =
_
x
_
x1
x+1
dx =
_
R
_
x,
_
1x
1+x
_
p
1
q
1
_
dx. Qui :
p
1
= 1, q
1
= 2,
donde:
k = 2
La (3.80) porge:
x 1
x + 1
= t
2
Risolvendo rispetto a x:
x =
1 + t
2
1 t
2
da cui il dierenziale:
dx =
4t
(1 t
2
)
dt
Quindi lintegrale in funzione di t:
I (t) = 4
_
t
2
(t
2
+ 1)
(1 t
2
)
3
dt
Applicando il metodo dei coecienti indeterminati:
I (t) =
1
2
ln

t + 1
t 1

+
t + 3t
2
(t
2
1)
2
+ C
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
2
ln

x 1 +

x + 1

x 1

x + 1

+
+
(x + 1)
2
4
3 (x 1)

x + 1 + (x + 1)

x 1
_
(x + 1)
3
+ C
10. I (x) =
_
3
_
x+1
x1
dx =
_
R
_
_
x+1
x1
_
p
1
q
1
_
. Qui :
p
1
= 1, q
1
= 3,
donde:
k = 3
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 168
La (3.80) porge:
x + 1
x 1
= t
3
Risolvendo rispetto a x:
x =
t
3
1
t
3
1
da cui il dierenziale:
dx =
6t
2
(t
3
1)
dt
Quindi lintegrale in funzione di t:
I (t) = 6
_
t
3
(t
3
1)
2
dt
Sviluppiamo lintegrando in frazioni parziali:
t
3
(t
3
1)
2
=
1
9 (t 1)
2
+
1
9 (t 1)

t + 3
9 (t
2
+ t + 1)
+
t + 1
3 (t
2
+ t + 1)
2
Quindi:
_
t
3
(t
3
1)
2
dt =
1
9
ln |t 1|
1
9
1
t 1

1
9
_
t + 3
t
2
+ t + 1
dt
1
3
_
t + 1
(t
2
+ t + 1)
2
dt
Risulta:
_
t + 3
t
2
+ t + 1
dt =
1
2
ln
_
t
2
+ t + 1
_
+
5

3
arctan
_
1 + 2t

3
_
+ C
1
_
t + 1
(t
2
+ t + 1)
2
dt =
t 1
3 (t
2
+ t + 1)
+
2
3

3
arctan
_
1 + 2t

3
_
+ C
2
donde:
I (t) =
1
3
_
ln
t
2
+ t + 1
(t 1)
2
+ 2

3 arctan
_
1 + 2t

3
_
+
6t
t
3
1
_
+ C
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
3
_
ln
3
_
(x + 1)
2
+
3
_
(x 1)
2
2
3

x
2
1
3
_
(x + 1)
2
+
3

x
2
1
3
_
(x 1)
2
+
2

3 arctan
_
3

x 1 + 2
3

x + 1
3
_
3 (x 1)
_
3
3
_
(x
2
1) (x 1)
_
+ C
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 169
11. I (x) =
_
x+3
x
2

2x+3
dx. Qui :
p
1
= 1, q
1
= 2,
donde:
k = 2
La (3.80) porge:
2x + 3 = t
2
Risolvendo rispetto a x:
x =
1
2
_
t
2
3
_
da cui il dierenziale:
dx = tdt
Quindi lintegrale in funzione di t:
I (t) = 2
_
t
2
+ 3
(t
2
3)
2
dt
Sviluppiamo lintegrando in frazioni parziali:
t
2
+ 3
(t
2
3)
2
=
1
t
2
3
+
6
(t
2
3)
2
Lintegrale in funzione di t
I (t) =
2t
t
2
3
+ C
Ripristinando la variabile x:
I (x) =

2x + 3
x
+ C
12. I (x) =
_ 2
3
_
2x+1
x1
x+4
_
2x+1
x1
dx =
_
R
_
x,
_
2x+1
x1
_
1/3
,
_
2x+1
x1
_
1/4
_
dx. Qui k = 6, per
cui il cambio di variabile :
2x + 1
x 1
= t
6
Risolvendo rispetto a x:
x =
t
6
+ 1
t
6
2
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 170
Dierenziando rispetto a t:
dx = 18
t
5
dt
(t
6
2)
Lintegrale diventa:
I (t) = 18
_
t
7
2t
5
(t
6
2) (4t
9
+ t
6
8t
3
+ 1)
dt,
che lintegrale di una funzione razionale propria. Riducendo:
I (t) = 18
_
2
3
_
t
5
t
t
6
2
dt +
_
8t
8
+ 2t
5
8t
4
+ t
3 (4t
9
+ t
6
8t
3
+ 1)
dt
_
Il primo integrale a secondo membro :
_
t
5
t
t
6
2
dt =
1
24
_
2
3

3 arctan
_
1 +
3

4t
2

3
_
+
3

2 ln

2 +
3

4t
2
+
3

2t
4
3

4t
2
2

+ 4 ln

t
6
2

_
+ C
1
Il secondo integrale non si esprime in forma chiusa. Utilizzando il software
Mathematica:
_
8t
8
+ 2t
5
8t
4
+ t
4t
9
+ t
6
8t
3
+ 1
dt =
1
6

ln (t ) 8
3
ln (t ) + 2
4
ln (t ) + 8
7
ln (t )
6
7
+
4
4
,
dove la somma estesa a tutte le radici reali del polinomio 4t
9
+t
6
8t
3
+1.
3.14.4 Integrali del tipo 2
Hanno un espressione generale:
I
n
(x) =
_
p
n
(x)

ax
2
+ bx + c
dx, (3.82)
essendo p
n
(x) un assegnato polinomio di grado n:
p
n
(x) =
n

k=0
a
k
x
k
Qui n 2, poich per n = 0, 1 lintegrale si calcola con i metodi visti nelle
sezioni precedenti.
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 171
Proposizione. Lintegrale (3.82) :
I
n
(x) = q
n1
(x)

ax
2
+ bx + c +
_
dx

ax
2
+ bx + c
, (3.83)
essendo R, mentre q
n1
(x) un polinomio di grado n 1 a coecienti
indeterminati:
q
n1
(x) =
n1

k=0
b
k
x
k
Dimostrazione. Omessa
I coecienti indeterminati e il numero reale si ottengono derivando primo e
secondo membro della (3.83):
n

k=0
a
k
x
k

ax
2
+ bx + c
=

ax
2
+ bx + c
n2

k=0
(k + 1) b
k+1
x
k
+
2ax + b
2

ax
2
+ bx + c
n1

k=0
b
k
x
k
+
+

ax
2
+ bx + c
,
da cui:
2
n

k=0
a
k
x
k
= 2
_
ax
2
+ bx + c
_
n2

k=0
(k + 1) b
k+1
x
k
+ (2ax + b)
n1

k=0
b
k
x
k
+ 2 (3.84)
Per il principio di identit dei polinomi la n-pla (b
n1
, b
n2
, ..., b
0
, ) la soluzione
di un sistema di Cramer.
Esempio
I
4
(x) =
_
x
4
+ 4x
2

x
2
+ 4
La (3.83) :
I
4
(x) = q
3
(x)

x
2
+ 4 +
_
dx

x
2
+ 4
Derivando:
x
4
+ 4x
2

x
2
+ 4
=
_
3b
3
x
2
+ 2b
2
x + b
1
_
x
2
+ 4 +
x(b
3
x
3
+ b
2
x
2
+ b
1
x + b
0
)

x
2
+ 4
+

x
2
+ 4
Segue il sistema:
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 172
4b
3
+ 0 + 0 + 0 + 0 = 1
0 + 3b
2
+ 0 + 0 + 0 = 0
12b
3
+ 0 + 2b
1
+ 0 + 0 = 4
0 + 8b
2
+ 0 + b
0
+ 0 + 0 = 0
0 + 0 + 4b
1
+ 0 + = 0,
la cui unica soluzione :
(b
3
, b
2
, b
1
, b
0
, ) =
_
1
4
, 0,
1
2
, 2
_
,
donde:
I
4
(x) =
x
3
+ 2x
4

x
2
+ 4 2
_
dx

x
2
+ 4
=
x
3
+ 2x
4

x
2
+ 4 2 ln
_
x +

x
2
+ 4
_
+ C
3.14.5 Calcolare i seguenti integrali
1)
_
x
2

x
2
x+1
dx 2)
_
x
5

1x
2
dx 3)
_
x
6

1+x
2
dx
4)
_
4x

x
2
4x+2
dx
1. I (x) =
_
x
2

x
2
x+1
dx. La (3.83) :
_
x
2

x
2
x + 1
dx = (b
1
x + b
0
)

x
2
x + 1 +
_
dx

x
2
x + 1
(3.85)
Derivando primo e secondo membro e riordinando i termini:
2x
2
= 4b
1
x
2
+ (2b
0
3b
1
) x + (b
0
+ 2b
1
+ 2)
Per il principio di identit dei polinomi:
2b
1
+ 0 + 0 = 1 (3.86)
3b
1
+ 2b
0
+ 0 = 0
2b
1
b
0
+ = 0
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 173
La soluzione del sistema (3.86) :
(b
1
, b
0
, ) =
_
1
2
,
3
4
,
1
8
_
Sostituendo nella (3.85):
I (x) =
1
4
(2x + 3)
1
8
J (x) ,
essendo:
J (x) =
_
dx

x
2
x + 1
(3.87)
Lintegrale (3.87) si calcola attraverso la (3.46), e si ottiene:
J (x) = ln

2x 1 + 2

x
2
x + 1

+ C
1
= ln

2x 1 + 2

x
2
x + 1

+ C
2
,
avendo incorporato ln

3 nella costante di integrazione. In denitiva:


I (x) =
1
4
(2x + 3)
1
8
ln

2x 1 + 2

x
2
x + 1

+ C
2. I (x) =
_
x
5

1x
2
dx. La (3.83) :
_
x
5

1 x
2
dx = q
4
(x)

1 x
2
+
_
dx

1 x
2
Applicando direttamente la (3.84):
2x
5
= 2
_
1 x
2
_
3

k=0
(k + 1) b
k+1
x
k+1
2x
4

k=0
b
k
x
k
+ 2
Si ottiene:
b
4
=
1
5
, b
3
= 0, b
2
=
4
15
, b
1
= 0, b
0
=
8
15
, = 0
da cui:
I (x) =
1
15
_
3x
4
+ 4x
2
+ 8
_
1 x
2
+ C
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 174
3. I (x) =
_
x
6

1+x
2
dx. La (3.83) :
_
x
6

1 + x
2
dx = q
6
(x)

1 + x
2
+
_
dx

1 + x
2
Applicando direttamente la (3.84):
x
6
=
_
x
2
+ 1
_
4

k=0
(k + 1) b
k+1
x
k
+ x
5

k=0
b
k
x
k
+
Per il principio di identit dei polinomi:
6b
5
+ 0 + 0 + 0 + 0 + 0 + 0 = 1
0 + 5b
4
+ 0 + 0 + 0 + 0 + 0 = 0
5b
5
+ 0 + 4b
3
+ 0 + 0 + 0 + 0 = 0
0 + 4b
4
+ 0 + 3b
2
+ 0 + 0 + 0 = 0
0 + 0 + 3b
3
+ 0 + 2b
1
+ 0 + 0 = 0
0 + 0 + 0 + 2b
2
+ 0 + b
0
+ 0 = 0
0 + 0 + 0 + 0 +b
1
+ 0 + = 0
Tale sistema ammette lunica soluzione:
(b
5
, b
4
, b
3
, b
2
, b
1
, b
0
, ) =
_
1
6
, 0,
5
24
, 0,
5
16
, 0,
5
16
_
,
donde:
q
5
(x) =
5
16
x
5
24
x
3
+
1
6
x
5
Ricordando che
_
dx

x
2
+1
= ln

x +

x
2
+ 1

+ C
1
, si ottiene:
I (x) =
1
48
_
8x
5
10x
3
+ 15x
_
x
2
+ 1
5
16
ln

x +

x
2
+ 1

+ C
4. I (x) =
_
4x

x
2
4x+2
dx. Si calcola con la (3.46):
I (x) = 4

x
2
4x + 2 + 8 ln

x 2 +

x
2
4x + 2

+ const
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 175
3.14.6 Integrali del tipo 3
Hanno un espressione generale:
J
n
(x) =
_
dx
(x x
0
)
n

ax
2
+ bx + c
(3.88)
Si osservi che per n = 0, 1 lintegrale (3.88) del tipo (3.46)-(3.47) rispettiva-
mente, donde assumiamo n N {0, 1}.
Eseguiamo il cambio di variabile:
1
x x
0
= t (3.89)
Lintegrale diventa:
J
n
(t) =
_
t
n1
_
t
2
+ t +
dt = I
n1
(t) , (3.90)
essendo:
= ax
2
0
+ bx
0
+ c (3.91)
= 2ax
0
+ b
= a
e
I
n1
(t) =
_
t
n1
_
t
2
+ t +
dt
Abbiamo quindi ricondotto lintegrale al tipo 2, per cui n 3. Quindi:
I
n1
(t) = q
n2
(t)
_
t
2
+ t + +
_
dt
_
t
2
+ t +
(3.92)
2t
n1
= 2
_
t
2
+ t +
_
n3

k=0
(k + 1) b
k+1
t
k
+ (2t + )
n2

k=0
b
k
t
k
+ 2
3.14.7 Calcolare i seguenti integrali
1)
_
dx
(x+1)
3

x
2
+2x
2)
_
dx
x
5

x
2
1
3)
_
x
2
+x+1
x

x
2
x+1
dx
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 176
3.14.8 Soluzioni
1.
_
dx
(x+1)
3

x
2
+2x
. Qui :
= 1, = 0, = 1
Quindi:
J
3
(t) = I
2
(t) =
_
t
2
dt

1 t
2
(3.93)
Calcoliamo I
2
(t):
I
2
(t) = q
1
(t)

1 t
2
+
_
dt

1 t
2
Per la seconda delle (3.92):
2t
2
= 2
_
1 t
2
_
b
1
+ (2t) (b
0
+ b
1
t) + 2
Ci implica:
2b
1
+ 0 + 0 = 1
0 b
0
+ 0 = 0
b
1
+ 0 + = 0,
la cui unica soluzione :
(b
1
, b
0
, ) =
_

1
2
, 0,
1
2
_
Osservando che
_
dt

1t
2
= arcsin t si ottiene:
I
2
(t) =
1
2
_
t

1 t
2
+ arcsin t
_
+ C
2
Per la (3.93):
J
3
(x) =
1
2
_

x
2
+ 2x
(x + 1)
2
arcsin
1
x + 1
_
+ C
2.
_
dx
x
5

x
2
1
. Qui :
= 0, = 0, = 1
Quindi:
J
5
(t) = I
4
(t) =
_
t
4
dt

1 t
2
(3.94)
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 177
Calcoliamo I
4
(t):
I
4
(t) = q
3
(t)

1 t
2
+
_
dt

1 t
2
Per la seconda delle (3.92):
2t
4
= 2
_
1 t
2
_ _
b
1
+ 2b
2
t + 3b
3
t
2
_
+ (2t)
_
b
0
+ b
1
t + b
2
t
2
+ b
3
t
3
_
+ 2
Ci implica:
4b
3
+ 0 + 0 + 0 + 0 = 1
0 3b
2
+ 0 + 0 + 0 = 0
3b
3
+ 0 2b
1
+ 0 + 0 = 0
0 + 2b
2
+ 0 b
0
+ 0 = 0
0 + 0 +b
1
+ 0 + = 0,
la cui unica soluzione :
(b
3
, b
2
, b
1
, b
0
, ) =
_

1
4
, 0,
3
8
, 0,
3
8
_
Osservando che
_
dt

1t
2
= arcsin t+const, si ottiene:
I
4
(t) =
1
8
_

_
3t + 8t
3
_
1 t
2
+ arcsin t
_
+ C
1
Per la (3.94):
J
5
(x) =
1
8
_
2 + 3x
2
x
4

x
2
1 arcsin
1
x
_
+ C
3.
_
x
2
+x+1
x

x
2
x+1
dx. Spezziamo lintegrale:
F (x) =
_
x
2
+ x + 1
x

x
2
x + 1
dx
=
3

k=1
F
k
(x) ,
essendo:
F
1
(x) =
_
xdx

x
2
x + 1
(3.95)
F
2
(x) =
_
dx

x
2
x + 1
F
3
(x) =
_
dx
x

x
2
x + 1
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 178
Calcoliamo separatamente i tre integrali (3.95). Per la (3.46):
F
1
(x) =

x
2
x + 1 +
1
2
ln

2x 1 + 2

x
2
x + 1

+ C
1
F
2
(x) = ln

2x 1 + 2

x
2
x + 1

+ C
2
F
3
(x) si calcola con la sostituzione x = t
1
ottenendo
F (t) =
_
dt

t
2
t + 1
,
che a parte il segno, pari a F
2
(x), quindi:
F
3
(t) = ln

2t 1 + 2

t
2
t + 1

+ C
3
,
essendo t = x
1
. Ripristinando la variabile x:
F
3
(x) = ln |x| ln

2 x + 2

x
2
x + 1

+ C
3
Quindi:
F (x) =

x
2
x + 1 +
3
2
ln

2 x + 2

x
2
x + 1

+
+ ln |x| ln

2 x + 2

x
2
x + 1

+ const
3.14.9 Integrali del tipo 4
Hanno un espressione generale:
I
m,n,p
(x) =
_
x
m
(a + bx
n
)
p
dx, (3.96)
essendo m, n, p Q.
Proposizione (Teorema di Cebyscev) 19. Lintegrale (3.96) esprimibile
attraverso una combinazione nita di funzioni elementari se e solo se vericata
una delle condizioni:
1. p Z
2.
m+1
n
Z
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 179
3.
_
m+1
n
+ p
_
Z
Nel caso 1 il cambio di variabile :
x = t
q
, (3.97)
essendo q il m.c.m. dei denominatori di m e n.
Nel caso 2 il cambio di variabile :
a + bx
n
= t
k
, (3.98)
essendo k il denominatore di p.
Nel caso 3 il cambio di variabile :
ax
n
+ b = t
k
(3.99)
Dimostrazione. Omessa.
Esempio:
I

1
2
,
1
4
,
1
3
(x) =
_
3
_
1 +
4

x
dx
Qui :
m =
1
2
, n =
1
4
, p =
1
3
, a = b = 1
Siamo nel caso 2:
1 +x
1
4
= t
3
=dx = 12t
2
_
t
3
1
_
3
dt
Ci implica:
I

1
2
,
1
4
,
1
3
(t) = 12
_
_
t
6
t
3
_
dt =
12
7
t
7
3t
4
+ const
Ripristinando la variabile x:
I

1
2
,
1
4
,
1
3
(x) =
12
7
3
_
_
1 +
4

x
_
7
3
3
_
_
1 +
4

x
_
4
+ const
3.14.10 Calcolare i seguenti integrali
1)
_
x
3
(1 + 2x
2
)
3/2
dx 2) F
m
(x) =
_
x
m
dx
4

1+x
4
per m = 1, 4 3)
_
dx
x
4

1+x
2
4)
_
dx
x
3

1+x
5
5)
_
dx
x
2
(2+x
3
)
5/3
6)
_
dx

x
3
3

1+
4

x
3
7)
_

x(1 +
3

x)
2
dx 8)
_
3

x
4
_
1 +
3

x
2
dx 9)
_
3

1+
4

x
dx
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 180
3.14.11 Soluzioni
1.
_
x
3
(1 + 2x
2
)
3/2
dx. Qui m = 3, n = 2, p =
3
2
:
I
3,2,
3
2
(x) =
_
x
3
_
1 + 2x
2
_
3/2
dx,
quindi:
a + bx
n
= t
k
1 + 2x
2
= t
2
=dx =
1

2
tdt

t
2
1
Lintegrale diventa:
I
3,2,
3
2
(t) =
1
4
_ _
1
1
t
2
_
dt
=
1
4
t
2
+ 1
t
+ const
Ripristinando la variabile x:
I
3,2,
3
2
(x) =
1 + x
2
2

1 + 2x
2
+ const
2. F
1
(x) =
_
dx
x
4

1+x
4
. Qui
m+1
n
= 0, per cui il cambio di variabile:
1 + x
4
= t
4
,
per cui:
F
1
(t) =
_
t
2
(t
4
1)
dt
Procedendo per decomposizione in frazioni semplici:
F
1
(t) =
1
4
ln

t + 1
t 1

+
1
2
arctan t + C
Ripristinando la variabile x:
F
1
(t) =
1
4
ln

x
4
+ 1 + 1
4

x
4
+ 1 1

+
1
2
arctan
4

x
4
+ 1 +C
Procedendo in maniera simile per m = 4:
F
4
(x) =
1
16
_
_
ln

x
4
+ 1 1
4

x
4
+ 1 + 1

+ 2 arctan
4

x
4
+ 1 +
4
4
_
(x
4
+ 1)
3
4
_
(x
4
+ 1)
3
1
_
_
+C
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 181
3.
_
dx
x
4

1+x
2
. Qui m = 4, n = 2, p =
1
2
I
4,2,
1
2
(x) =
_
dx
x
4

1 + x
2
,
quindi:
ax
n
+ b = t
k
x
2
+ 1 = t
2
=dx =
tdt
(t
2
1)
3/2
Lintegrale diventa:
I
1,4,
1
4
(t) =
_
_
t
2
1
_
dt
=
1
3
t
3
+ t + const
Ripristinando la variabile x:
I
1,4,
1
4
(x) =
_
(1 + x
2
)
3
3x
2
+

1 + x
2
x
+ const
=

1 + x
2
3x
2
_
2x
2
1
_
+ const
4.
_
dx
x
3

1+x
5
. Qui m = 1, n = 5, p =
1
3
I
1,5,
1
3
(x) =
_
dx
x
3

1 +x
5
,
quindi:
a + bx
n
= t
k
1 + x
5
= t
3
=dx =
3
5
t
2
dt
(t
3
1)
4/5
Lintegrale diventa:
I
1,5,
1
3
(t) =
3
5
_
tdt
t
3
1
Abbiamo quindi ricondotto lintegrale 4 allintegrale di una funzione razionale
propria. Riduciamo lintegrando in frazioni semplici:
t
t
3
1
=
A
t 1
+
Bt + C
t
2
+ t + 1
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 182
Si ottiene:
A + B + 0 = 0
A B + C = 1
A + 0 C = 0,
la cui unica soluzione :
(A, B, C) = (0, 1, 0)
Quindi:
I
1,5,
1
3
(t) =
3
5
_
1
3
ln |t 1|
1
3
_
t 1
t
2
+ t + 1
_
+ const
Calcoliamo lintegrale a secondo membro con la (3.45):
_
t 1
t
2
+ t + 1
=
1
2
ln
_
t
2
+ t + 1
_

3 arctan
_
2t + 1

3
_
+ const
Ripristinando la variabile x:
I
1,5,
1
3
(x) =
1
5
_

_
ln

1 + x
5
1
_
3
_
(1 + x
5
)
2
+
3

1 + x
5
+ 1

3 arctan
_
2
3

1 +x
5
+ 1

3
_
_

_
+C
5.
_
dx
x
2
(2+x
3
)
5/3
. Qui m = 2, n = 3, p =
5
3
I
2,3,
5
3
(x) =
_
dx
x
2
(2 + x
3
)
5/3
,
quindi:
ax
n
+b = t
k
2x
3
+1 = t
3
=
_
x =
2
1/3
(t
3
1)
1/3
, dx = 2
1/3
t
2
dt
(t
3
1)
4/3
_
Lintegrale diventa:
I
2,3,
5
3
(t) =
_
_
(t
3
1)
2/3
2
2/3

1
2
5/3
(t
3
1)
5/3
t
5
2
1/3
t
2
(t
2
1)
4/3
_
dt
=
1
4
_
t
3
1
t
3
dt
=
1
4
_
t +
1
2
t
2
_
+ C
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 183
Ripristinando la variabile x:
I
2,3,
5
3
(x) =
1
4
_
(2 + x
3
)
1/3
x
+
1
2
x
2
(2 + x
3
)
2/3
_
+ C
=
4 + 3x
3
8x(2 + x
3
)
2/3
+ C
6.
_
dx

x
3
3

1+
4

x
3
. Qui m =
3
2
, n =
3
4
, p =
1
3
I

3
2
,
3
4
,
1
3
(x) =
_
dx

x
3
3
_
1 +
4

x
3
,
quindi:
ax
n
+ b = t
k
x
3/4
+ 1 = t
3
=dx = 4
t
2
dt
(t
3
1)
7/3
Lintegrale diventa:
I
2,3,
5
3
(t) = 4
_
tdt
= 2t
2
+ C
Ripristinando la variabile x:
I
2,3,
5
3
(x) = 2
3
_
_
4

x
3
+ 1
_
2

x
+ C
7.
_

x(1 +
3

x)
2
dx. Qui m =
1
2
, n =
1
3
, p = 2
I1
2
,
1
3
,2
(x) =
_

x
_
1 +
3

x
_
2
dx,
quindi:
x = t
6
=dx = 6t
5
dt
Lintegrale diventa:
I1
2
,
1
3
,2
(t) = 6
_
_
t
12
+ 2t
10
+ t
8
_
dt
= 6
_
1
13
t
13
+
2
11
t
11
+
1
9
t
9
_
+ const
Ripristinando la variabile x:
I1
2
,
1
3
,2
(x) = 6
_
1
13
x
13/6
+
2
11
x
11/6
+
1
9
x
3/2
_
+ const
3.14 Integrali di funzioni irrazionali 184
8.
_
3

x
4
_
1 +
3

x
2
dx. Qui m =
1
3
, n =
2
3
, p =
1
4
I1
3
,
2
3
,
1
4
(x) =
_
3

x
4
_
1 +
3

x
2
dx,
Abbiamo:
m + 1
n
= 1,
donde il cambio di variabile
a+bx
n
= t
k
1+x
2/3
= t
4
=
_
x =
_
t
4
1
_
3/2
, dx = 6t
3
_
t
4
1
_
1/2
dt
_
Lintegrale diventa:
I1
2
,
1
3
,2
(t) = 6
_
t
4
_
t
4
1
_
dt
= 6
_
1
9
t
9

1
5
t
5
_
+ const
Ripristinando la variabile x:
I1
2
,
1
3
,2
(x) = 6
_
1
9
4
_
_
1 +
3

x
2
_
9

1
5
4
_
_
1 +
3

x
2
_
5
_
+ C
= 6
4
_
_
1 +
3

x
2
_
5
5
3

x
2
4
45
+ C
9.
_ 3

1+
4

x
dx. Qui m =
1
2
, n =
1
4
, p =
1
3
I

1
2
,
1
4
,
1
3
(x) =
_
3
_
1 +
4

x
dx,
Abbiamo:
m + 1
n
= 2,
donde il cambio di variabile
a +bx
n
= t
k
1 +x
1/4
= t
3
=
_
x =
_
t
3
1
_
4
, dx = 12t
2
_
t
3
1
_
3
dt
_
Lintegrale diventa:
I1
2
,
1
3
,2
(t) = 12
_
t
3
_
t
3
1
_
dt
= 12
_
1
7
t
7

1
4
t
4
_
+ C
3.15 Esercizi riepilogativi sugli integrali di funzioni irrazionali 185
Ripristinando la variabile x:
I1
2
,
1
3
,2
(x) = 12
_
1
7
3
_
_
1 +
4

x
_
7

1
4
3
_
_
1 +
4

x
_
4
_
+ C
=
3
7
3
_
_
1 +
4

x
_
7
_
4
4

x 3
_
+ C
3.15 Esercizi riepilogativi sugli integrali di fun-
zioni irrazionali
3.15.1 Calcolare i seguenti integrali
1)
_

x
2
+4x+4+x
2
x+1
dx 2)
_
dx
x2
3

x+4
3)
_
x
3
(1 + x
4
)
1/2
dx 4)
_
dx
3

x+x
3
5)
_

x
1+x
dx 6)
_
dx

x
(
1+

x
)
7)
_
dx
3+

x+2
8)
_
1

3x+2
1+

3x+2
dx
9)
_
dx

x
2
x+1
10)
_
dx
x

x
2
+x1
11)
_
dx

6+xx
2
12)
_

4xx
2
x
3
dx
13)
_
dx
(x+1)
1/2
+(x+1)
1/4
14)
_
dx
x
2

4x
2
15)
_
_
1 +

xdx 16)
_
x
2

1 xdx
17)
_
1
3

x+
4

x
dx 18)
_
1
3

x+1

x+1+
3

x+1
dx 19)
_
dx

x
2
3x+2
20)
_
xdx

x
2
+x+2
***
21)
_

x
2
+ 4x + 13dx 22)
_

x
2
x + 1dx 23)
_
x
3
+x

x
4
+3x
2
2
dx
24)
_
x+
4

x+2
3

x+2
dx 25)
_

x

x+1+x
dx 26)
_

x
2
14x + 17dx
27)
_
6x5

x
2
12x+52
dx 28)
_
_
x
x2
dx 29)
_
dx
x

x
2
+x+1
3.15.2 Soluzioni
1. I (x) =
_

x
2
+4x+4+x
2
x+1
dx. Si riduce facilmente allintegrale di una funzione
razionale impropria:
I (x) =
_
(x + 2) +x
2
x + 1
dx
=
_ _
x +
2
x + 1
_
dx
=
1
2
x
2
+ 2 ln |x + 1| + const
2. I (x) =
_
dx
x2
3

x+4
=
_
R
_
x, x
1/3
_
dx, cio del tipo 1 con (p
1
, q
1
) = (1, 3),
donde:
x = t
3
3.15 Esercizi riepilogativi sugli integrali di funzioni irrazionali 186
Lintegrale diventa:
I (t) = 3
_
t
2
dt
t
3
2t + 4
= 3
_
t
2
dt
(t + 2) (t
2
2t + 2)
Riduciamo in frazioni semplici:
t
2
(t + 2) (t
2
2t + 2)
=
A
t + 2
+
Bt + C
t
2
2t + 2
cio:
(A + B) t
2
+ (2A + 2B + C) t + 2A + 2C = t
2
Per il principio di identit dei polinomi:
A + B + 0 = 1 (3.100)
2A + 2B + C = 0
2A + 0 + 2C = 0
Il sistema (3.100) di Cramer, e risolvendo:
(A, B, C) =
_
2
5
,
3
5
,
2
5
_
Quindi:
I (t) = 3
_
2
5
_
dt
t + 2
+
1
5
J (t)
_
,
essendo:
J (t) =
_
3t 2
t
2
2t + 2
dt,
che si calcola con la (3.45):
J (t) =
3
2
ln
_
t
2
2t + 2
_
+ arctan (t 1) + const
Quindi:
I (t) = 3
_
2
5
ln |t + 2| +
3
10
ln
_
t
2
2t + 2
_
+
1
5
arctan (t 1)
_
+ const
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
3
5
_
2 ln

x + 2

+
3
2
ln
_
3

x
2
2
3

x + 2
_
+ arctan
_
3

x 1
_
_
+const
3.15 Esercizi riepilogativi sugli integrali di funzioni irrazionali 187
3.
_
x
3
(1 + x
4
)
1/2
dx. del tipo 4 con m = 3, n = 4, p =
1
2
I
3,4,
1
2
(x) =
_
x
3
_
1 +x
4
_
1/2
dx,
Abbiamo:
m + 1
n
+ p = 0,
donde il cambio di variabile
ax
n
+b = t
k
x
4
+1 = t
2
=
_
x =
_
t
2
1
_
1/4
, dx =
1
2
t
_
t
2
1
_
5/4
dt
_
Lintegrale diventa:
I
3,4,
1
2
(t) =
1
2
_
t
2
t
2
1
dt
=
1
2
_
t +
_
dt
t
2
1
_
dt
=
1
2
_
t +
1
2
ln

t + 1
t 1

_
+ C
Ripristinando la variabile x:
I
3,4,
1
2
(x) =
1
2
_

x
4
+ 1
x
2

1
2
ln

x
4
+ 1 + x
2

x
4
+ 1 x
2

_
+ C
4.
_
dx
3

x+x
3
=
_
x
1/3
(1 + x
2
)
1/3
dx. del tipo 4 con m =
1
3
, n = 2, p =
1
3
I

1
3
,2,
1
3
(x) =
_
x
1/3
_
1 + x
2
_
dx,
Abbiamo:
m + 1
n
+ p = 0,
donde il cambio di variabile
ax
n
+b = t
k
x
2
+1 = t
3
=
_
x =
_
t
3
1
_
1/2
, dx =
3
2
t
2
_
t
3
1
_
3/2
dt
_
Lintegrale diventa:
I

1
3
,2,
1
3
(t) =
3
2
_
t
t
3
1
dt
3.15 Esercizi riepilogativi sugli integrali di funzioni irrazionali 188
Riduciamo in frazioni semplici:
t
t
3
1
=
A
t 1
+
Bt + C
t
2
+ t + 1
=
A(t
2
+ t + 1) + (Bt + C) (t 1)
t
3
1
=
(A + B) t
2
+ (A B + C) t + A C
t
3
1
Per il principio di identit dei polinomi:
A + B + 0 = 0 (3.101)
A B + C = 1
A + 0 C = 0
Il sistema (3.101) di Cramer, quindi risolviamolo con lomonima regola:
=

1 1 0
1 1 1
1 0 1

= 3

A
=

0 1 0
1 1 1
0 0 1

= 1

B
=

1 1 0
1 1 1
1 0 0

= 1

C
=

1 1 0
1 1 1
1 0 0

= 1
Quindi:
A =

A

=
1
3
B =

B

=
1
3
C =

C

=
1
3
Lintegrale diventa:
I

1
3
,2,
1
3
(t) =
1
2
_
ln |t 1| + C
1

_
t 1
t
2
+ t + 1
_
3.15 Esercizi riepilogativi sugli integrali di funzioni irrazionali 189
Lintegrale a secondo membro si calcola con la (3.45), ottenendo:
_
t 1
t
2
+ t + 1
=
1
2
ln
_
t
2
+ t + 1
_

3 arctan
_
2t + 1

3
_
+ C
2
Sostituendo nella precedente:
I

1
3
,2,
1
3
(t) =
1
2
ln |t 1| +
1
4
ln
_
t
2
+ t + 1
_

3
2
arctan
_
2t + 1

3
_
+const
Ripristinando la variabile x:
I

1
3
,2,
1
3
(x) =
1
2
ln

x
2
+ 1 1

+
1
4
ln
_
3
_
(x
2
+ 1)
2
+
_
(x
2
+ 1) + 1
_

3
2
arctan
_
2
3

x
2
+ 1 + 1

3
_
+ C
5. I (x) =
_

x
1+x
dx. Il cambio di variabile

x = t =dx = 2tdt
donde:
I (t) = 2
_
t
2
t
2
+ 1
dt
= 2
_
t
2
+ 1 1
t
2
+ 1
dt
= 2
__
dt
_
dt
t
2
+ 1
_
= 2 (t arctan t) + const
Ripristinando la variabile x:
I (x) = 2
_
x arctan

x
_
+ const
6. I (x) =
_
dx

x
(
1+

x
)
. Il cambio di variabile

x = t =dx = 2tdt
donde:
I (t) = 2
_
dt
t + 1
= 2 ln |t + 1| + const
Ripristinando la variabile x:
I (x) = 2 ln

x + 1

+ const
3.15 Esercizi riepilogativi sugli integrali di funzioni irrazionali 190
7. I (x) =
_
dx
3+

x+2
. Eseguiamo il cambio di variabile:

x + 2 = t =dx = 2tdt
donde:
I (t) = 2
_
tdt
t + 3
= 2 (t 3 ln |t + 3|) + const
Ripristinando la variabile x:
I (x) = 2
_

x + 2 3 ln
_

x + 2 + 3
__
+ const
8. I (x) =
_
1

3x+2
1+

3x+2
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:

3x + 2 = t =
_
x =
1
3
_
t
2
2
_
, dx =
2
3
tdt
_
donde:
I (t) =
2
3
_
t t
2
1 + t
dt
=
2
3
_ _
t + 2
2
1 + t
_
dt + C
1
=
2
3
_

1
2
t
2
+ 2t 2 ln |1 +t|
_
+ C
1
Ripristinando la variabile x:
I (x) = x +
4
3
_

3x + 2 ln
_
1 +

3x + 2
__
+ C
9. I (x) =
_
dx

x
2
x+1
. Si calcola direttamente con la (3.46):
I (x) = ln

2x 1 + 2

x
2
x + 1

+ const
10. I (x) =
_
dx
x

x
2
+x1
. Eseguiamo il cambio di variabile:
t =
1
x
,
3.15 Esercizi riepilogativi sugli integrali di funzioni irrazionali 191
ottenendo:
I (t) =
_
dt

t
2
+ t + 1
,
con la (3.46):
I (t) = arcsin
1 2t

5
+ const
Ripristinando la variabile x:
I (x) = arcsin
x 2
x

5
+ const
11. I (x) =
_
dx

6+xx
2
. Si calcola direttamente con la (3.46):
I (x) = arcsin
1 2x
5
+ const
= arcsin
2x 1
5
+ const
12. I (x) =
_

4xx
2
x
3
dx. Pu essere scritto come:
I (x) =
_
x
5/2

4 xdx
=
_
x
m
(a + bx
n
)
p
dx
Risulta:
m + 1
n
+ p = 1,
per cui il cambio di variabile :
4x
1
1 = t
2
,
da cui:
x =
4
t
2
+ 1
, dx =
8tdt
(t
2
+ 1)
Lintegrale diventa:
I (t) =
_
4
5/2
_
t
2
+ 1
_
5/2
2t
(t
2
+ 1)
1/2
(8) t
(t
2
+ 1)
2
dt
= 16 4
5/2
_
t
2
dt
=
16
3
4
5/2
t
3
+ const
3.15 Esercizi riepilogativi sugli integrali di funzioni irrazionali 192
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
_
(4x x
2
)
3
6x
3
+ const
13. I (x) =
_
dx
(x+1)
1/2
+(x+1)
1/4
=
_
R
_
(x + 1)
1/2
, (x + 1)
1/4
_
, quindi del tipo 1
con q
1
= 2, q
2
= 4, donde k = 4. Il cambio di variabile :
(x + 1)
4
= t
Lintegrale diventa:
I (t) = 4
_
t
2
dt
t + 1
= 4
_ _
t 1 +
1
t + 1
_
dt
= t
_
1
2
t
2
t + ln |t + 1|
_
+ const
Rirpristinando la variabile x:
I (x) = 4
_
1
2
(x + 1)
1/2
(x + 1)
1/4
+ ln

(x + 1)
1/4
+ 1

_
+ const
14. I (x) =
_
dx
x
2

4x
2
. Eseguiamo il cambio di variabile:
x =
2
t
Lintegrale diventa:
I (t) =
1
4
_
tdt

t
2
1
=
1
4

t
2
1 + const
Ripristinando la variabile x:
I (x) =

4 x
2
4x
+ const
3.15 Esercizi riepilogativi sugli integrali di funzioni irrazionali 193
15. I (x) =
_ _
1 +

xdx. del tipo 4 con m = 0, n = 1/2, p = 1/2, per cui il


cambio di variabile :
1 + x
1/2
= t
2
,
dierenziando:
dx = 4t
_
t
2
1
_
dt
Lintegrale diventa:
I (t) = 4
_
t
2
_
t
2
1
_
dt
= 4
_
1
5
t
5

1
3
t
3
_
+ const
Ripristinando la variabile x:
I (x) = 4
_
1
5
_
1 + x
1/2
_
5/2

1
3
_
1 + x
1/2
_
3/2
_
+ const
=
4
15
_
_
1 +

x
_
3
_
3

x 2
_
+ const
16. I (x) =
_
x
2

1 xdx. del tipo 4 con m = 2, n = 1, p = 1/2, per cui:

1 x = t
2
Lintegrale diventa:
I (t) = 2
_
_
t
6
2t
4
+ t
2
_
dt
= 2
_
1
7
t
7

2
5
t
5
+
1
3
t
3
_
+ const
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
2
105
_
(1 x)
3
_
15x
2
+ 12x + 8
_
+ const
17. I (x) =
_
1
3

x+
4

x
dx =
_
R
_
x
1/3
, x
1/2
, x
1/4
_
, quindi il cambio di variabile :
x = t
12
3.15 Esercizi riepilogativi sugli integrali di funzioni irrazionali 194
Lintegrale diventa:
I (t) = 12
_
t
8
(1 t
4
)
t
3
+ 1
dt
= 12
_ _
1 t
2
t
3
+ t
5
+ t
6
t
9
+
t 1
t
2
t + 1
_
dt
= 12
_
t
1
3
t
3

1
4
t
4
+
1
6
t
6
+
1
6
t
6
+
1
7
t
7

1
10
t
10
+ J (t)
_
,
essendo:
J (t) =
_
t 1
t
2
t + 1
=
1
2
ln
_
t
2
t + 1
_

3
arctan
_
2t 1

3
_
+ C
1
Sostituendo nella precedente e ripristinando la variabile x:
I (x) = 12
12

x 4
4

x 3
3

x + 2

x +
12
7
12

x
7

6
5
6

x
5
+ 6 ln
_
6

x
12

x + 1
_

12

3
arctan
2
12

x 1

3
+ C
18. I (x) =
_
1
3

x+1

x+1+
3

x+1
dx =
_
R
_
(x + 1)
1/2
, (x + 1)
1/3
_
dx, quindi il cambio
di variabile :
x + 1 = t
6
Lintegrale diventa:
I (t) = 6
_
_
t
3
t
4
_
dt = 6
_
1
4
t
4

1
5
t
5
_
+ const
Rirpristinando la variabile x:
I (x) =
3
2
3
_
(x + 1)
2

6
5
6
_
(x + 1)
5
+ const
19. I (x) =
_
dx

x
2
3x+2
. Si calcola direttamente con la (3.46), ottenendo:
I (x) = ln

2x 3 + 2

x
2
3x + 2

20. I (x) =
_
xdx

x
2
+x+2
. Si calcola direttamente con la (3.46), ottenendo:
I (x) =
1
2
arcsin
1 2x
3

x
2
+ x + 2 + const
3.15 Esercizi riepilogativi sugli integrali di funzioni irrazionali 195
21. I (x) =
_
x
2
+ 4x + 13dx. Si calcola direttamente con la (3.48), ottenen-
do:
I (x) =
x + 2
2

x
2
+ 4x + 13 +
9
2
ln

x + 2 +

x
2
+ 4x + 13

+ const
22. I (x) =
_
x
2
x + 1dx. Si calcola direttamente con la (3.48), ottenen-
do:
I (x) =
2x + 1
4

x
2
x + 1 +
5
8
arcsin
2x + 1

5
+ const
23. I (x) =
_
x
3
+x

x
4
+3x
2
2
dx. Pu essere scritto come:
I (x) =
1
2
_
x
2
+ 1

x
4
+ 3x
2
2
d
_
x
2
_
,
per cui conveniente eseguire il cambio di variabile:
y = x
2
,
donde:
I (y) =
1
2
_
y + 1
_
y
2
+ 3y 2
dy,
che si calcola con la (3.46), ottenendo:
I (y) =
5
4
arcsin (2y 3)
1
2
_
y
2
+ 3y 2 + const
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
5
4
arcsin
_
2x
2
3
_

1
2

x
4
+ 3x
2
2 + const
24. I (x) =
_
x+
4

x+2
3

x+2
dx =
_
R
_
x, (x + 2)
1/3
, (x + 2)
1/4
_
dx, per cui il cambio
di variabile :
x + 2 = t
12
Dierenziando rispetto a t:
dx = 12t
11
dt
Lintegrale diventa:
I (t) = 12
_
_
t
19
+ t
10
2t
7
_
dt
= 12
_
t
20
20
+
t
11
11

1
4
t
8
_
+ const
3.15 Esercizi riepilogativi sugli integrali di funzioni irrazionali 196
Ripristinando la variabile x:
I (x) = 12 (x + 2)
2/3
_
1
20
(x 1) +
1
11
(x + 2)
1/11
_
+ const
25. I (x) =
_

x

x+1+x
dx. Indicando con f (x) la funzione integranda:
f (x) =

x + 1 + 1

x + 1 1

x + 1 1
=

x
_
x + 1 1
_
x
=
_
x + 1
x

1

x
,
donde:
I (x) =
_
_
x + 1
x
dx
_
dx

x
(3.102)
= J (x) 2

x + const,
essendo:
J (x) =
_
_
x + 1
x
dx
Per il calcolo di J (x) eseguiamo il cambio di variabile:
_
x + 1
x
= t,
da cui:
x =
1
t
2
1
, dx =
2tdt
(t
2
1)
2
Quindi:
J (t) = 2
_
t
2
(t
2
1)
2
dt
Riduciamo lintegrando in frazioni semplici:
t
2
(t
2
1)
2
=
t
2
(t 1)
2
(t
2
+ 1)
=
1
4
_
1
(t 1)
2
+
1
t 1
+
1
(t + 1)
2

1
t + 1
_
3.15 Esercizi riepilogativi sugli integrali di funzioni irrazionali 197
Integrando:
J (t) =
1
2
_
ln

t + 1
t 1

+
2t
t
2
1
_
+ const
Ripristinando la variabile x e sostituendo nella (3.102):
I (x) = x
_
x + 1
x
2

x +
1
2
ln

x + 1 +

x + 1

+ const
26. I (x) =
_
x
2
14x + 17dx. Si calcola direttamente con la (3.48):
I (x) =
x + 7
2

x
2
14x + 17 + 33 arcsin
x + 7

66
+ const
27. I (x) =
_
6x5

x
2
12x+52
dx. Si calcola direttamente con la (3.46):
I (x) = 6

x
2
12x + 52 + 31 ln

x 6 +

x
2
12x + 52
4

+ const
28. I (x) =
_ _
x
x2
dx. Eseguiamo il cambio di variabile:
x
x 2
= t
2
donde:
x =
2t
2
t
2
1
, dx =
4t
t
2
1
dt
Lintegrale diventa:
I (t) = 4
_
t
2
dt
(t
2
1)
2
Sviluppiamo lintegrando in frazioni semplici:
t
2
(t
2
1)
2
=
1
4
_
1
t 1
+
1
(t 1)
2
+
1
(t + 1)
2

1
t + 1
_
Da cui lintegrale:
I (t) =
2t
t
2
1
+ ln

t + 1
t 1

+ const
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
_
x(x 2) + ln

x +

x 2

x 2

+ const
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 198
29. I (x) =
_
dx
x

x
2
+x+1
. Si calcola con la (3.47). Il cambio di variabile :
=
1
x
,
da cui:
I () =
_
d
_

2
+ + 1
=
_
ln

2 + 1 + 2
_

2
+ + 1

ln

3
_
+ const
Ripristinando la variabile x e incorporando ln

3 nella costante di inte-


grazione:
I (x) = ln

x
x + 2 + 2

x
2
+ x + 1

+ const
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche
3.16.1 Integrali del tipo 1
Hanno la seguente espressione:
I
n
1
,n
2
(x) =
_
(sin x)
n
1
(cos x)
n
2
dx, (3.103)
essendo n
1
, n
2
Z.
Consideriamo n
i
entrambi positivi. Lo schema di calcolo per I
n
1
,n
2
(x) legato
alla partit di n
1
, n
2
. Pi precisamente, il caso pi immediato quello in cui n
i
dispari. Senza perdita di generalit, supponiamo che n
1
sia dispari:
k N : n
1
= 2k + 1,
donde:
I
n
1
(k),n
2
(x) =
_
(sin x)
2k
(cos x)
n
2
sin xdx
=
_
_
1 cos
2
x
_
k
(cos x)
n
2
d (cos x)
Eseguiamo il cambio di variabile:
y = cos x (3.104)
Quindi:
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 199
I
n
1
(k),n
2
(y) =
_
_
1 y
2
_
k
y
n
2
dy,
che si risolve facilmente. Ad esempio:
I (x) =
_
sin
3
xcos
4
xdx
=
_
_
1 cos
2
x
_
cos
4
xd (cos x)
Il cambio di variabile (3.104):
I (y) =
_
_
1 y
2
_
y
4
dy
=
1
5
y
5
+
1
7
y
7
+ const
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
5
cos
5
x +
1
7
cos
7
x + const
Nel caso n
2
= 2k + 1, il cambio di variabile y = sin x:
I
n
1
,n
2
(k)
(x) =
_
(sin x)
n
1
(cos x)
2k
cos xdx
=
_
(sin x)
n
1
_
1 sin
2
x
_
k
d (sin x)
Cambiando la variabile:
I
n
1
,n
2
(k)
(y) =
_
y
n
1
_
1 y
2
_
k
dy,
che si risolve facilmente.
***
Se n
1
e n
2
sono entrambi pari, si cerca di trasformare lintegrando utilizzando le
formule trigonometriche:
sin
2
x =
1
2
(1 cos 2x)
cos
2
x =
1
2
(1 + cos 2x)
sin xcos x =
1
2
sin 2x
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 200
Ad esempio:
I (x) =
_
cos
2
3xsin
4
3xdx
=
_
(cos 3xsin 3x)
2
sin
2
3xdx
=
_
sin
2
6x
4

1 cos 6x
2
dx
=
1
8
_
_
sin
2
6x sin
2
6xcos 6x
_
dx
=
1
2
_ _
1 cos 12x
2
sin
2
6xcos 6x
_
dx
=
1
2
_
x
2

1
24
sin 12x
1
18
sin
3
6x
_
+ C
=
1
576
_
36x 3 sin 12x 4 sin
3
6x
_
+ C
***
Consideriamo ora il caso in cui n
1
, n
2
0 : (n
1
, n
2
) = (0, 0). Lintegrale (3.103)
si scrive:
I
n
1
,n
2
(x) =
_
dx
(sin x)
|n
1
|
(cos x)
|n
2
|
(3.105)
Ricordiamo le formule:
1
sin
2
x
= 1 +
1
tan
2
x
(3.106)
1
cos
2
x
= 1 + tan
2
x,
da cui:
(sin x)
|n
1
|
=
1
_
1 +
1
tan
2
x
_
|n
1
|
2
dx
(cos x)
|n
2
|
=
_
1 + tan
2
x
_
|n
2
|2
2
d (tan x)
Sostituendo in (3.105):
I
n
1
,n
2
(x) =
_ _
1 +
1
tan
2
x
_
|n
1
|
2
_
1 + tan
2
x
_
|n
2
|2
2
d (tan x)
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 201
Eseguiamo il cambio di variabile:
y = tan x
Quindi:
I
n
1
,n
2
(y) =
_
(y
2
+ 1)
|n
1
|+|n
2
|
2
1
y
|n
1
|
dy (3.107)
Osservazione. La (3.107) valida anche se n
1
, n
2
sono numeri razionali.
Alcuni esempi:
I (x) =
_
dx
cos
4
x
Qui :
|n
1
| = 0, |n
2
| = 4,
donde la (3.107):
I (y) =
_
_
y
2
+ 1
_
dy
=
y
3
3
+ y + C
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
3
tan
3
x + tan x + C
Consideriamo ora:
I (x) =
_
dx
sin
3
x
Conviene riscrivere I (x) nella forma:
I (x) =
1
8
_
dx
sin
3 x
2
cos
3
x
2
Poniamo:
=
x
2
Ci implica:
I () =
1
4
_
d
sin
3
cos
3

3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 202


Qui :
|n
1
| = |n
2
| = 3,
per cui:
I (y) =
1
4
_
(y
2
+ 1)
2
y
3
dy
=
1
4
__
ydy +
_
2y
2
+ 1
y
3
dy
_
=
1
4
_
y
2
2
+ 2 ln |y|
1
2y
2
_
+ C
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
8
_
tan
2
x
2
+ 4 ln

tan
x
2

cot
2
_
x
2
__
+ C
3.16.1.1
_
dx
(sin x)
n ,
_
dx
(cos x)
n
Questi integrali possono essere calcolati attraverso un procedimento ricorsivo (qui
n 2). Iniziamo con il primo integrale:
F
n
(x) =
_
dx
(sin x)
n
=
_
sin
2
x + cos
2
x
(sin x)
n
dx
= F
n2
(x) + H
n
(x) ,
essendo:
H
n
(x) =
_
cos
2
x
(sin x)
n
dx
Osserviamo che
d
dx
_
1
(sin x)
n1
_
= (n 1)
cos x
(sin x)
n
Quindi:
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 203
H
n
(x) =
_
cos x
cos x
(sin x)
n
dx
=
1
n 1
_
cos xd
_
1
(sin x)
n1
_
Eseguendo unintegrazione per parti nellultimo integrale:
H
n
(x) =
1
n 1
cos x
(sin x)
n1

1
n 1
F
n2
(x)
Finalmente:
F
n
(x) =
1
n 1
_
(n 2) F
n2
(x)
cos x
(sin x)
n1
_
(3.108)
Attraverso la formula ricorrente (3.108) possibile determinare F
n
(x) per asseg-
nati valori di n (ved. Appendice). Passiamo allintegrale contenente il coseno.
Poniamo:
G
n
(x) =
_
dx
(cos x)
n
=
_
sin
2
x + cos
2
x
(cos x)
n
dx
= G
n2
(x) + K
n
(x) ,
essendo:
K
n
(x) =
_
sin
2
x
(cos x)
n
dx
Osserviamo che
d
dx
_
1
(cos x)
n1
_
= (n 1)
sin x
(cos x)
n
Quindi:
K
n
(x) =
_
sin x
sin x
(cos x)
n
dx
=
1
n 1
_
sin xd
_
1
(cos x)
n1
_
Eseguendo unintegrazione per parti nellultimo integrale:
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 204
K
n
(x) =
1
n 1
sin x
(cos x)
n1

1
n 1
G
n2
(x)
Finalmente
G
n
(x) =
1
n 1
_
(n 2) G
n2
(x) +
sin x
(cos x)
n1
_
(3.109)
Attraverso la formula ricorrente (3.109) possibile determinare G
n
(x) per asseg-
nati valori di n (ved. Appendice).
Osservazione. Le (3.108)-(3.109) sono inapplicabili per n = 1. A tale valore
corrispondono due integrali notevoli:
F
1
(x) = ln

tan
_
x
2
_

+ C
G
1
(x) = ln

tan
_
x
2
+

4
_

+ C
3.16.2 Integrali del tipo 2
Per denizione:
I
n
(x) =
_
(tan x)
n
dx, (3.110)
essendo n N. Per n = 0, 1 il calcolo immediato:
I
0
(x) = x + C
I
1
(x) = ln |cos x| + C
=
1
2
ln
_
1 + tan
2
x
_
+ C
Per n 2:
I
n
(x) =
_
(tan x)
n2
tan
2
xdx (3.111)
Sostituendo la seconda delle (3.106) nella (3.111):
I
n
(x) =
_
(tan x)
n2
_
1
cos
2
x
1
_
dx
Cio:
I
n
(x) =
1
n 1
(tan x)
n1
I
n2
(x) (3.112)
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 205
Procedendo in maniera analoga per lintegrale:
J
n
(x) =
_
(cot x)
n
dx,
si giunge:
J
n
(x) =
1
1 n
(cot x)
n1
J
n2
(x) (3.113)
In Appendice 5 sono esplicitati gli integrali I
n
(x), J
n
(x) per alcuni valori di n.
3.16.3 Esercizi
1)
_
cos
3
xdx 2)
_
sin
5
xdx 3)
_
sin
2
xcos
3
xdx 4)
_
sin
3 x
2
cos
5 x
2
dx
5)
_
cos
5
x
sin
3
x
dx 6)
_
sin
4
xdx 7)
_
cos
4
xdx 8)
_
sin
2
xcos
2
xdx
9)
_
sin
2
xcos
4
xdx 10)
_
cos
6
3xdx 11)
_
dx
sin
4
x
12)
_
dx
cos
6
x
13)
_
cos
2
x
sin
6
x
dx 14)
_
dx
sin
2
xcos
4
x
15)
_
dx
sin
5
xcos
3
x
16)
_
dx
sin
x
2
cos
3
x
2
17)
_
sin
(
x+

4
)
sin xcos x
dx 18)
_
dx
sin
5
x
19)
_
tan
2
5xdx 20)
_
dx
cos
5
4x
21)
_
cos
3
x
sin
4
x
dx 22)
_
xsin
2
x
2
dx 23)
_
sin
5
x
3

cos xdx 24)


_
dx

sin xcos
3
x
3.16.4 Soluzioni
1. I (x) =
_
cos
3
xdx =
_
cos
2
xcos xdx =
_ _
1 sin
2
x
_
d (sin x)
= sin x
1
3
sin
3
x + C
2. I (x) =
_
sin
5
xdx. Abbiamo:
I (x) =
_
sin
4
xsin xdx
=
_
_
1 cos
2
x
_
2
d (cos x)
Il cambio di variabile y = cos x implica:
I (y) =
_
_
1 y
2
_
2
dy
=
_
y
2
3
y
3
+
1
5
y
5
_
+ C
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 206
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
2
3
cos
3
x cos x
1
5
cos
5
x + C
3. I (x) =
_
sin
2
xcos
3
dx. Abbiamo:
I (x) =
_
sin
2
xcos
2
xcos xdx
=
_
sin
2
x
_
1 sin
2
x
_
d (sin x)
Il cambio di variabile y = sin x implica:
I (y) =
_
y
2
_
1 y
2
_
dy
=
1
3
y
3

1
5
y
5
+ C
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
3
sin
3
x
1
5
sin
5
x + C
4. I (x) =
_
sin
3 x
2
cos
5 x
2
dx. Poniamo:
y =
x
2
Quindi:
I () = 2
_
sin
3
y cos
5
ydy
= 2
_
sin
3
y
_
1 sin
2
y
_
d (sin y)
Il cambio di variabile = sin y implica:
I () =
_

3
_
1
2
_
2
d
= 2
_
1
8

1
3

6
+
1
4

4
_
+ C
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
12
_
3 sin
8
_
x
2
_
8 sin
6
_
x
2
_
+ 6 sin
4
_
x
2
__
+ C
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 207
5. I (x) =
_
cos
5
x
sin
3
x
dx. Abbiamo:
I (x) =
_
cos
4
x
sin
3
x
d (sin x)
=
_
_
1 sin
2
x
_
2
sin
3
x
d (sin x)
Ponendo y = sin x:
I (y) =
_
(1 y
2
)
2
y
3
dy
=
_ _
y
2
y
+
1
y
3
_
dy
=
1
2
y
2
2 ln |y|
1
2y
2
+ C
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
2
sin
2
x 2 ln |sin x|
1
2 sin
2
x
+ C
6. I (x) =
_
sin
4
xdx. Abbiamo:
sin
4
x =
1
4
(1 cos 2x)
2
Sostituendo:
I (x) =
1
4
[x sin 2x + J (x)] ,
essendo:
J (x) =
_
cos
2
2xdx =
1
2
_
cos
2
2xd (2x)
Dalla seconda delle (3.5):
J (x) =
1
8
(4x + sin 4x) + const
Quindi:
I (x) =
1
32
(12x 8 sin 2x + sin 4x) + const
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 208
7. I (x) =
_
cos
4
xdx. Abbiamo:
cos
4
x =
1
4
(1 + cos 2x)
2
Sostituendo:
I (x) =
1
4
[x + sin 2x + J (x)] ,
essendo:
J (x) =
_
cos
2
2xdx =
1
8
(4x + sin 4x) + const
Quindi:
I (x) =
1
32
(12x + 8 sin 2x + sin 4x) + C
8. I (x) =
_
sin
2
xcos
2
xdx. Abbiamo:
sin
2
xcos
2
x =
1
4
sin
2
2x,
donde:
I (x) =
1
8
_
sin
2
2xd (2x)
Dalla prima delle (3.5):
I (x) =
1
32
(4x sin 4x) + C
9. I (x) =
_
sin
2
xcos
4
xdx. Risulta:
_
sin
2
xcos
4
xdx =
_
sin
2
2x
4

1
2
(1 + cos 2x) dx
=
1
8
__
sin
2
2xdx +
_
sin
2
2xcos 2xdx
_
Poniamo:
I
1
(x) =
_
sin
2
2xdx, I
2
(x) =
_
sin
2
2xcos 2xdx
Calcoliamo I
1
(x):
I
1
() =
1
2
_
sin
2
d, con = 2x
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 209
Quindi:
I
1
() =
1
4
_
(1 cos 2) =
1
4
_

1
2
sin 2
_
+ C
1
I
1
(x) =
1
2
x
1
8
sin 4x + C
1
Calcoliamo I
2
(x):
I
2
(x) =
1
2
_
sin
2
2xd (sin 2x) =
1
6
sin
3
2x + C
2
da cui:
I (x) =
1
192
_
12x 3 sin 4x + 4 sin
3
2x
_
10. I (x) =
_
cos
6
3xdx. Poniamo y = 3x:
I (y) =
1
3
_
cos
6
ydy
Sviluppiamo lintegrando:
cos
6
y =
1
8
(1 + cos 2y)
3
=
1
8
_
cos
3
2y + 3 cos
2
2y + 3 cos 2y + 1
_
Quindi:
I (y) =
1
24
_
y +
3
2
sin 2y + 3F
1
(y) +F
2
(y) + C

_
,
essendo:
F
1
(y) =
_
cos
2
(2y) dy
=
y
2
+
1
8
sin 4y + C
1
F
2
(y) =
_
cos
3
(2y) dy
=
1
2
_
sin 2y
1
3
sin
3
2y
_
+ C
2
Semplicando e ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
576
_
48 sin 6x + 180x + 9 sin 12x 4 sin
3
6x

+ C
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 210
11. I (x) =
_
dx
sin
4
x
. Si calcola attraverso una formula di ricorrenza (ved. Ap-
pendice). Alternativamente, procediamo nel seguente modo:
I (x) =
_
1
sin
2
x
d (cot x)
Dalla prima delle (3.106):
1
sin
2
x
= 1 + cot
2
x,
donde:
I (y) =
_
_
1 + y
2
_
dy
= y
1
3
y
3
+ C,
essendo y = cot x.
I (x) = cot x
1
3
cot
3
x + C
12. I (x) =
_
dx
cos
6
x
. Abbiamo:
I (x) =
_
1
cos
4
x
d (tan x)
Dalla seconda delle (3.106):
1
cos
4
x
=
_
1 + tan
2
x
_
2
,
donde:
I (y) =
_
_
1 + y
2
_
2
dy
=
1
5
y
5
+
2
3
y
3
+ y + C,
essendo y = tan x.
I (x) =
1
5
tan
5
x +
2
3
tan
3
x + tan x + C
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 211
13. I (x) =
_
cos
2
x
sin
6
x
dx. Abbiamo:
I (x) =
_
cos
2
x
sin
4
x
d (cot x)
=
_
_
cos x
sin x
_
2
1
sin
2
x
d (cot x)
Tenendo conto della prima delle (3.106):
I (y) =
_
_
y
2
+ y
4
_
dy
=
1
3
y
3

1
5
y
5
+ C,
essendo y = cot x.
I (x) =
1
3
cot
3
x
1
5
cot
5
x + C
14. I (x) =
_
dx
sin
2
xcos
4
x
. Applicando la (3.107):
I (y) =
_
(y
2
+ 1)
2
y
2
dy
=
_ _
y
2
+ 2 +
1
y
2
_
dy
=
1
3
y
3

1
y
+ 2y + C
I (x) =
1
3
tan
3
x
1
tan x
+ 2 tan x + C
15. I (x) =
_
dx
sin
5
xcos
3
x
. Applicando la (3.107):
I (y) =
_
(y
2
+ 1)
3
y
5
dy
=
_ _
y +
3
y
+
3
y
3
+
1
y
5
_
dy
=
1
2
y + 3 ln |y|
3
2y
2

1
4y
4
+ C
I (x) =
1
2
tan
2
x + 3 ln |tan x|
3
2 tan
2
x

1
4 tan
4
x
+ C
16. I (x) =
_
dx
sin
x
2
cos
3
x
2
. Prima di applicare la (3.107) eseguiamo il cambio di
variabile:
=
x
2
,
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 212
per cui:
I () = 2
_
d
sin cos
3

La (3.107) si scrive:
I (y) =
_
(y
2
+ 1)
y
dy
= 2 ln

tan
_
x
2
_

+ tan
2
_
x
2
_
+ C
17. I (x) =
_
sin
(
x+

4
)
sin xcos x
dx. Sviluppando il numeratore con le formule di addizione
degli archi:
I (x) =

2
2
_
sin x + cos x
sin xcos x
dx
=

2
2
__
dx
cos x
+
_
dx
sin x
_
Gli integrali a secondo membro dellequazione precedente, compongono una
coppia di integrali notevoli dati dalla (2.4) che qui riscriviamo:
_
dx
sin x
= ln

1
sin x
cot x

+ C
1
_
dx
cos x
= ln

1
cos x
+ tan x

+ C
1
Quindi:
I (x) =

2
2
_
ln

1
cos x
+ tan x

+ ln

1
sin x
cot x

_
+ C
18. I (x) =
_
dx
sin
5
x
. Abbiamo:
I (x) =
_
_
1 + cot
2
x
_
3/2
d (cot x)
Con lusuale cambio di variabile y = cot x:
I (y) =
_ _
(1 + y
2
)
3
dy
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 213
Tale integrale pu essere risolto ponendo y = cosh t:
I (t) =
_
sin
4
tdt
Utilizzando la nota relazione:
sin
2
t =
1
2
(cosh 2t 1)
si ha:
I (t) =
1
4
_
(cosh 2t 1)
2
=
1
4
__
cosh
2
(2t) dt sinh (2t) + t
_
+ C
Calcoliamo a parte lintegrale a secondo membro:
_
cosh
2
(2t) dt =
1
2
__
(cosh (4t) dt + t)
1
_
=
1
8
sinh (4t) +
t
2
+ C
1
Quindi:
I (t) =
1
32
sinh (4t) +
1
4
sinh (2t)
3
8
t + C,
con t = arccosh(cot x).
19. I (x) =
_
tan
2
5xdx. Poniamo:
= 5x,
per cui:
I () =
1
5
_
tan
2
d
=
1
5
_ _
1
cos
2

1
_
d
=
1
5
tan 5x x + C
20. I (x) =
_
dx
cos
5
4x
. Dopo aver eseguito il cambio di variabile = 4x conviene
applicare la formula ricorsiva esplicitata in Appendice 4, ottenendo:
I (x) =
1
16
_
3
2
_
ln

tan
_
2x +

4
_

+
sin 4x
cos
2
4x
_
+
sin 4x
cos
4
4x
_
+ C
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 214
21. I (x) =
_
cos
3
x
sin
4
x
dx =
_
cos
2
x
cos x
sin
4
x
dx =
_
cos
2
xd
_

1
3
1
sin
3
x
_
; integrando per
parti:
I (x) =
cos
2
x
3 sin
3
x
+
2
3
1
sin x
+ C
22. I (x) =
_
xsin
2
x
2
dx. Abbiamo:
I (x) =
1
2
_
sin
2
x
2
d
_
x
2
_
Eseguendo il cambio di variabile y = x
2
:
I (y) =
1
2
_
sin
2
ydy,
che un integrale notevole (eq. 3.5):
I (y) =
1
8
(2y sin 2y) + C
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
8
_
2x
2
sin 2x
2
_
+ C
23. I (x) =
_
sin
5
x
3

cos xdx =
_
(1 cos
2
x)
2
3

cos xd (cos x). Eseguendo il


cambio di variabile y = cos x:
I (y) =
_
y
1/3
_
1 y
2
_
2
dy
=
3
5
y
10/3

3
16
y
16/3

3
4
y
4/3
+ C
Quindi:
I (x) =
3
4
3

cos
4
x +
3
5
3

cos
10
x
3
16
3

cos
16
x + C
24. Qui :
I (x) =
_
1
(sin x)
1/2
(cos x)
1/2
d (tan x)
=
_ _
1 +
1
tan
2
x
_
1/4
1
(1 + tan
2
x)
1/4
d (tan x)
=
_
(tan x)
1/2
d (tan x)
= 2

tan x + C
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 215
3.16.5 Integrali del tipo 3
Sono integrali del tipo:
_
f
m
(x) f
n
(x) dx, (3.114)
essendo f
m
(x) una funzione sin, cos
f
m
(x) = sin mx, cos mx
Si trasforma lintegrando della (3.114) in una somma procedendo poi per decom-
posizione. A tale scopo si utilizzano le note formule trigonometriche:
sin mx cos nx =
1
2
[sin (m + n) x + sin (mn) x] (3.115)
sin mx sin nx =
1
2
[cos (mn) x cos (m + n) x]
cos mx cos nx =
1
2
[cos (mn) x + cos (m + n) x]
Ad esempio:
I (x) =
_
sin 4xcos 12xdx
=
1
2
__
sin 16xdx
_
sin 8xdx
_
=
1
32
(2 cos 8x cos 16x) +C
3.16.6 Esercizi
1)
_
sin 3xcos 5xdx 2)
_
sin 10xsin 15xdx 3)
_
cos
_
x
2
_
cos
_
x
3
_
dx
4)
_
sin
_
x
3
_
cos
_
2
3
x
_
dx 5)
_
cos (ax + b) cos (ax b) dx 6)
_
sin (t) sin (t + ) dt
7)
_
cos xcos
2
3xdx 8)
_
sin xsin 2xsin 3xdx
3.16.7 Soluzioni
1. I (x) =
_
sin 3xcos 5xdx =
1
2
__
sin 8xdx
_
sin 2xdx
_
=
1
16
(4 cos 2x cos 8x) + C
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 216
2. I (x) =
_
sin 10xsin 15xdx =
1
2
__
cos 5xdx
_
cos 25xdx
_
=
1
50
(5 sin 5x sin 25x) + C
3. I (x) =
_
cos
_
x
2
_
cos
_
x
3
_
dx = 3 sin
1
6
x +
3
5
sin
5
6
x + C
4. I (x) =
_
sin
_
x
3
_
cos
_
2
3
x
_
dx =
1
2
_
3 cos
x
3
cos x
_
+ C
5. I (x) =
_
cos (ax + b) cos (ax b) dx. Poniamo: = ax + b, = ax b,
donde lintegrando:
cos cos =
1
2
[cos ( ) + cos ( + )]
=
1
2
[cos (2b) + cos (2ax)]
Quindi:
I (x) =
1
4a
[2axcos (2b) + sin (2ax)] + C
6. I (t) =
_
sin (t) sin (t + ) dt. Poniamo: = t, = t + , donde
lintegrando:
sin sin =
1
2
[cos ( ) cos ( + )]
=
1
2
[cos cos (2t + )]
Quindi:
I (t) =
1
2
_
t cos
1
2
sin (2t + )
_
+ C
=
1
4
[2t cos sin (2t + )] +C
7. I (x) =
_
cos xcos
2
3xdx
I (x) =
_
cos xcos 3xcos 3xdx
=
1
2
_
(cos 2x + cos 4x) cos 3xdx
=
1
2
__
cos 2xcos 3xdx +
_
cos 4xcos 3xdx
_
=
1
2
_
sin x +
1
5
sin 5x
_
+ C
1
+
1
2
_
sin x +
1
7
sin 7x
_
+ C
2
=
1
140
(70 sin x + 7 sin 5x + 5 sin 7x) + C
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 217
8. I (x) =
_
sin xsin 2xsin 3xdx
I (x) =
_
1
2
(cos x cos 3x) sin 3xdx
=
1
2
__
cos xsin 3xdx
_
cos 3xsin 3xdx
_
=
1
2
_
1
2
_
(sin 4x + sin 2x) dx
1
2
_
sin 6xdx
_
=
1
48
(2 cos 6x 3 cos 4x 6 cos 2x) + C
3.16.8 Integrali del tipo 4
Sono integrali del tipo:
_
R(sin x, cos x) dx, (3.116)
essendo R una funzione razionale. Il cambio di variabile :
x t = tan
x
2
, (3.117)
da cui:
R(sin x, cos x) R
_
2t
1 +t
2
,
1 t
2
1 + t
2
_
,
e il dierenziale:
dx =
2dt
1 + t
2
Ad esempio:
I (x) =
_
dx
sin x + cos x + 1
,
diventa:
I (t) =
_
dt
1 + t
= ln |1 + t| + C
Ripristinando x:
I (x) = ln

1 + tan
x
2

+ C
***
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 218
Se R una funzione pari:
R(sin x, cos x) R(sin x, cos x) ,
il cambio di variabile
x t = tan x, (3.118)
donde:
R(sin x, cos x) R
_
t

1 + t
2
,
1

1 + t
2
_
,
e il dierenziale:
dx =
dt
1 + t
2
Ad esempio:
I (x) =
_
dx
1 + cos
2
x
,
diventa:
I (t) =
_
dt
2 +t
2
=

2
2
arctan
_
t

2
_
+ C
cio:
I (x) =

2
2
arctan
_
tan x

2
_
+ C
3.16.9 Esercizi
1)
_
dx
3+5 cos x
2)
_
dx
sin x+cos x
3)
_
cos x
1+cos x
dx
4)
_
sin x
1sin x
dx 5)
_
dx
84 sin x+7 cos x
6)
_
dx
cos x2 sin x+3
7)
_
3 sin x+2 cos x
2 sin x+3 cos x
dx 8)
_
1+tan x
1tan x
dx 9)
_
dx
1+3 cos
2
x
10)
_
dx
3 sin
2
x+5 cos
2
x
11)
_
dx
sin
2
x+3 sin xcos xcos
2
x
12)
_
dx
sin
2
x5 sin xcos x
13)
_
sin x
(1cos x)
3
dx 14)
_
sin 2x
1+sin
2
x
dx 15)
_
cos 2x
cos
4
x+sin
4
x
dx
16)
_
cos x
sin
2
x6 sin x+5
dx 17)
_
dx
(2sin x)(3sin x)
18)
_
1sin x+cos x
1+sin xcos x
dx
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 219
3.16.10 Soluzioni
1. I (x) =
_
dx
3+5 cos x
. Qui :
R(cos x) =
1
3 + 5 cos x
,
donde il cambio di variabile (3.117). Lintegrale diventa:
I (t) =
_
dt
4 t
2
=
1
4
ln

2 + t
2 t

+ C
Cio:
I (x) =
1
4
ln

2 + tan
_
x
2
_
2 tan
_
x
2
_

+ C
2.
_
dx
sin x+cos x
.
x t = tan
x
2
=I (t) =
_
dt
t
2
2t 1
Applicando direttamente la (3.45) troviamo:
I (t) =
1
2

2
ln

t + 1 +

2
t 1

+ C
Cio:
I (x) =
1
2

2
ln

tan
x
2
+ 1 +

2
tan
x
2
1

+ C
3. I (x) =
_
cos x
1+cos x
dx.
I (x) =
_ _
1
1
1 + cos x
_
dx
= x J (x) + const,
essendo:
J (x) =
_
dx
1 + cos x
Eseguiamo il cambio di variabile:
x t = tan
x
2
,
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 220
donde:
J (t) =
_
1
1 +
1t
2
1+t
2
2
dt
1 + t
2
=
_
dt = t + const,
quindi:
J (x) = tan
x
2
+ const
Cosicch lintegrale vale:
I (x) = x tan
x
2
+ const
4. I (x) =
_
sin x
1sin x
dx =
_
sin x1+1
1sin x
dx = x + J (x), essendo:
J (x) =
_
dx
1 sin x
Eseguiamo il cambio di variabile:
x t = tan
x
2
,
donde:
J (t) =
_
1
1
2t
1+t
2
2dt
1 + t
2
= 2
_
dt
(t 1)
2
=
2
t 1
+ const,
quindi:
J (x) =
2
tan
x
2
1
+ const
Cosicch lintegrale vale:
I (x) = x
2
tan
x
2
1
+ const
5. I (x) =
_
dx
84 sin x+7 cos x
. Eseguiamo il cambio di variabile:
x tan
x
2
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 221
Quindi:
I (t) = 2
_
dt
t
2
8t + 15
Lintegrale suddetto si risolve con la (3.45):
I (t) = ln

t 5
t 3

+ C,
da cui:
I (x) = ln

tan
x
2
5
tan
x
2
3

+ C
6. I (x) =
_
dx
cos x2 sin x+3
. Eseguiamo il cambio di variabile:
x tan
x
2
Quindi:
I (t) =
_
dt
t
2
2t + 2
Lintegrale suddetto si risolve con la (3.45):
I (t) = arctan (t 1) + C,
da cui:
I (x) = arctan
_
tan
x
2
1
_
+ C
7. I (x) =
_
3 sin x+2 cos x
2 sin x+3 cos x
dx. Osserviamo che il numeratore si pu esprimere
come combinazione lineare del denominatore e della sua derivata prima:
3 sin x + 2 cos x = A(2 sin x + 3 cos x) + B
d
dx
(2 sin x + 3 cos x) (3.119)
Quindi:
I (x) = Ax + Bln |2 sin x + 3 cos x| + C,
essendo C lusuale costante di integrazione.
Dalla (3.119) si ottiene il sistema:
2A 3B = 3
3A + 2B = 2,
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 222
quindi i coecienti indeterminati A e B:
A =
12
13
, B =
5
13
e lintegrale:
I (x) =
12
13
x
5
13
ln |2 sin x + 3 cos x| + C
8. I (x) =
_
1+tan x
1tan x
dx =
_
sin x+cos x
cos xsin x
dx =
_
d(cos xsinx)
cos xsinx
= ln |cos x sin x| + C
9. I (x) =
_
dx
1+3 cos
2
x
. Osserviamo che:
I (x) =
_
dx
1 + 3 cos
2
x
=
_
1
1
cos
2
x
+ 3
dx
cos
2
x
Ma:
1
cos
2
x
= 1 + tan
2
x
dx
cos
2
x
= d (tan x) ,
donde eseguendo il cambio di variabile x y = tan x:
I (x) =
_
dy
4 + y
2
=
1
2
_
d
_
y
2
_
1 +
_
y
2
_
2
=
1
2
arctan
_
tan x
2
_
+ C
10. I (x) =
_
dx
3 sin
2
x+5 cos
2
x
. Osserviamo che:
I (x) =
_
dx
3 sin
2
x + 5 cos
2
x
=
_
dx
3 tan
2
x + 5
1
cos
2
x
=
_
1
5 + 3 tan
2
x
d (tan x) ,
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 223
donde eseguendo il cambio di variabile x y = tan x:
I (x) =
_
dy
5 + 3y
2
=
1

15
_
d
__
3
5
y
_
1 +
__
3
5
y
_
2
=
1

15
arctan
_
_
3
5
tan x
_
+ C
11. I (x) =
_
dx
sin
2
x+3 sin xcos xcos
2
x
. Risulta:
I (x) =
_
dx
cos
2
x(tan
2
x + 3 tan x 1)
Eseguendo il cambio di variabile x y = tan x:
I (y) =
_
dy
y
2
+ 3y 1
=
1

13
ln

2y + 3

13
2y + 3 +

13

+ C,
cio:
I (x) =
1

13
ln

2 tan x + 3

13
2 tan x + 3 +

13

+ C
12. I (x) =
_
dx
sin
2
x5 sin xcos x
. Risulta:
I (x) =
_
dx
sin
2
x(1 5 cot x)
Eseguendo il cambio di variabile x y = cot x:
I (y) =
_
dy
5y 1
=
1
5
ln |5y 1| + C,
cio:
I (x) =
1
5
ln

5 tan x
tan x

+ C
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 224
13. I (x) =
_
sin x
(1cos x)
3
dx. Risulta:
I (x) =
_
d (cos x)
(1 cos x)
3
Eseguendo il cambio di variabile x y = cos x:
I (y) =
_
d (1 y)
(1 y)
3
=
1
2 (1 y)
2
+ C
Cio:
I (x) =
1
2 (1 cos x)
2
+ C
14. I (x) =
_
sin 2x
1+sin
2
x
dx. Risulta:
I (x) = 2
_
sin xcos x
1 + sin
2
x
dx
= 2
_
sin x
1 + sin
2
x
d (sin x)
Eseguendo il cambio di variabile x y = sin x:
I (y) = 2
_
ydy
1 + y
2
=
_
d (1 + y
2
)
1 + y
2
= ln
_
1 + y
2
_
+ C
Cio:
I (x) = ln
_
1 + sin
2
x
_
+ C
15.
_
cos 2x
cos
4
x+sin
4
x
dx. Risulta:
I (x) =
_
cos
2
x sin
2
x
cos
4
x + sin
4
x
dx
=
_
1 tan
2
x
1 + tan
2
x
d (tan x)
Eseguendo il cambio di variabile x y = tan x:
I (y) =
_
1 y
2
1 + y
4
dy (3.120)
= I
1
(y) I
2
(y) ,
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 225
essendo:
I
1
(y) =
_
dy
1 + y
4
I
2
(y) =
_
y
2
dy
1 + y
4
Lintegrale I
1
(y) stato gi calcolato precedentemente (eq. 3.65):
I
1
(y) =
1
4

2
_
2 arctan
_
1

2y
_
+ 2 arctan
_
1 +

2y
_
+ ln

y
2
+

2y + 1
y
2

2y + 1

_
+const
Per il secondo integrale procediamo per decomposizione in frazioni semplici:
y
2
1 + y
4
=
Ay + B
y
2
+

2y + 1
+
Cy + D
y
2

2y + 1
Risolvendo il conseguente sistema di Cramer:
(A, B, C, D) =
_

1
2

2
, 0,
1
2

2
, 0
_
,
donde:
I
2
(y) =
1
2

2
J
1
(y) +
1
2

2
J
2
(y) ,
essendo:
J
1
(y) =
_
ydy
y
2
+

2y + 1
J
2
(y) =
_
ydy
y
2

2y + 1
,
che si calcolano con la (3.45):
J
1
(y) =
1
2
ln

y
2
+

2y + 1

arctan
_

2y + 1
_
+ const
J
1
(y) =
1
2
ln

y
2

2y + 1

+ arctan
_

2y 1
_
+ const
Quindi:
I
2
(y) =
1
4

2
ln

y
2
+

2y + 1
y
2

2y + 1

+
1
2

2
_
arctan
_
1 +

2y
_
arctan
_
1

2y
__
+const
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 226
Sostituendo nella (3.120):
I (y) =
1
2

2
ln

y
2
+

2y + 1
y
2

2y + 1

+ const
Cio:
I (x) =
1
2

2
ln

tan
2
x +

2 tan x + 1
tan
2
x

2 tan x + 1

+ const
=
1
2

2
ln

2 + sin 2x

2 sin 2x

+ const
16.
_
cos x
sin
2
x6 sin x+5
dx =
_
d(sin x)
sin
2
x6 sin x+5
. Eseguendo il cambio di variabile x
y = sin x:
I (y) =
_
dy
y
2
6y + 5
=
1
4
ln

y 5
y 1

+ C
Da cui:
I (x) =
1
4
ln

sin x 5
sin x 1

+ C
17. I (x) =
_
dx
(2sin x)(3sin x)
. Riduciamo lintegrando in frazioni semplici (rispet-
to a sin x):
1
(2 sin x) (3 sin x)
=
A
2 sin x
+
B
3 sin x
=
(3A + 2B) + (A B) sin x
(2 sin x) (3 sin x)
Deve essere:
A + B = 0
3A + 2B = 1
Risolvendo:
(A, B) = (1, 1)
Quindi:
1
(2 sin x) (3 sin x)
=
1
2 sin x

1
3 sin x
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 227
Lintegrale:
I (x) = I
1
(x) I
2
(x) ,
essendo:
I
1
(x) =
_
dx
2 sin x
I
2
(x) =
_
dx
3 sin x
Risolviamo I
1
(x):
x t = tan
x
2
=I
1
(t) =
_
dt
t
2
t + 1
=
2

3
arctan
_
2t 1

3
_
+ const
Perci:
I
1
(x) =
2

3
arctan
_
2 tan
x
2
1

3
_
+ const
Risolviamo I
2
(x):
x t = tan
x
2
=I
2
(t) = 2
_
dt
3t
2
2t + 3
=
1

2
arctan
_
3t 1
2

2
_
+const
Perci:
I
1
(x) =
1

2
arctan
_
3 tan
x
2
1
2

2
_
+ const
Lintegrale I (x):
I (x) =
2

3
arctan
_
2 tan
x
2
1

3
_
+
1

2
arctan
_
3 tan
x
2
1
2

2
_
+ C
18. I (x) =
_
1sin x+cos x
1+sin xcos x
dx. Prima di eseguire il cambio di variabile x t =
tan
x
2
, semplichiamo lintegrando:
I (x) =
_ _
1 +
2
1 + sin x cos x
_
dx
= x + 2J (x) ,
essendo:
J (x) =
_
dx
1 + sin x cos x
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 228
Cambiando la variabile:
J (t) =
_
dt
t (t + 1)
=
_ _
1
t

1
t + 1
_
dt
= ln

t
t + 1

+ C
da cui I (x):
I (x) = x + 2 ln

tan
x
2
tan
x
2
+ 1

+ C
3.16.11 Esercizi riepilogativi sugli integrali trigonometrici
1)
_
cos
4
2xsin
3
2xdx 2)
_
sin
3
3xcos
5
3xdx 3)
_
sin
2
3xcos
5
3xdx
4)
_
cos
n x
n
dx (n > 1) 5)
_
sin
4
3xcos
2
3xdx 6)
_
sin 3xsin 2xdx
7)
_

1 cos xdx 8)
_
(1 + cos 3x)
3/2
dx 9)
_
dx

1sin 2x
10)
_
tan
3
3xsec
4
3xdx 11)
_
tan
2
xsec
3
xdx 12)
_
tan
3
2xsec
3
2xdx
13)
_
cot 3xcsc
4
3xdx 14)
_
cot
3
xcsc
5
xdx 15)
_
sin
4
2xdx
16)
_
sin
7
xdx
1. I (x) =
_
cos
4
2xsin
3
2x. Abbiamo:
I (x) =
1
2
_
cos
4
2x
_
1 cos
2
2x
_
d (cos 2x)
Poniamo y = cos 2x:
I (y) =
1
2
_
y
4
_
y
2
1
_
dy
=
1
2
_
1
7
y
7

1
5
y
5
_
+ C
Cio:
I (x) =
1
14
cos
7
2x
1
10
cos
5
2x + C
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 229
2. I (x) =
_
sin
3
3xcos
5
3xdx. Abbiamo:
I (x) =
_
_
1 sin
2
3x
_
cos
5
3xsin 3xdx
Poniamo y = cos 3x:
I (y) =
1
3
_
y
5
_
1 y
2
_
dy
=
1
3
_
1
6
y
6

1
8
y
8
_
+ C
Cio:
I (x) =
1
24
cos
8
3x
1
18
cos
6
3x + C
3. I (x) =
_
sin
2
3xcos
5
3xdx. Abbiamo:
I (x) =
1
3
_
sin
2
3x
_
1 sin
2
3x
_
2
d (sin 3x)
Poniamo y = sin 3x:
I (y) =
1
3
_
y
2
_
1 y
2
_
2
dy
=
1
3
_
1
3
y
3

2
5
y
5
+
1
7
y
7
_
+ C
Cio:
I (x) =
1
3
_
1
3
sin
3
3x
2
5
sin
5
3x +
1
7
sin
7
3x
_
+ C
4. I
n
(x) =
_
cos
n x
n
dx.
I
n
(x) = n
_
_
cos
x
n
_
n1
cos
x
n
dx
= n
_
_
1 sin
2
x
n
_n1
2
d
_
sin
x
n
_
Eseguendo il cambio di variabile x y = sin
x
n
:
I
n
(y) = n
_
_
1 y
2
_n1
2
dy
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 230
Ad esempio, per n = 3:
I
3
(y) = 3
_
_
1 y
2
_
dy
= 3
_
y
1
3
y
3
_
+ C,
per cui:
I
3
(x) = 3 sin
x
3
sin
3
x
3
+ C
5. I (x) =
_
sin
4
3xcos
2
3xdx. Abbiamo:
I (x) =
_
(sin 3xcos 3x)
2
sin
2
3xdx
Osservando che:
sin 3xcos 3x =
1
2
sin 6x
sin
2
3x =
1
2
(1 cos 6x) ,
si ha:
I (x) =
1
8
_
sin
2
6x(1 cos 6x) dx
=
1
8
[I
1
(x) I
2
(x)] ,
essendo:
I
1
(x) =
_
sin
2
6xdx =
1
2
_
(1 cos 12x) dx =
1
2
_
x
1
12
sin 12x
_
+ C
1
I
2
(x) =
_
sin
2
6xcos 6xdx =
1
6
_
sin
2
6xd (sin 6x) =
1
18
sin
3
6x + C
2
,
per cui:
I (x) =
x
16

1
144
sin 12x
1
192
sin
3
6x + C
6. I (x) =
_
sin 3xsin 2xdx . Per le (3.115):
sin 3xsin 2x =
1
2
(cos x cos 5x) ,
donde:
I (x) =
1
2
sin x
1
10
sin 5x + C
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 231
7. I (x) =
_
1 cos xdx. Osservando che:
cos x = 1 2 sin
2
x
2
, (3.121)
segue:
1 cos x = 2 sin
2
x
2
,
donde:
I (x) =

2
_
sin
x
2
dx = 2

2 cos
x
2
+ C
8. I (x) =
_
(1 + cos 3x)
3/2
dx. Dalla (3.121):
cos y = 2 cos
2
y
2
1
Se poniamo y = 3x:
cos 3x = 2 cos
2
_
3
2
x
_
1,
donde:
(1 + cos 3x)
3/2
= 2

2 cos
3
_
3
2
x
_
Lintegrale diventa:
I (x) = 2

2
_
cos
2
_
3
2
x
_
cos
_
3
2
x
_
dx
=
4
3

2
_ _
1 sin
2
_
3
2
x
__
d
_
sin
_
3
2
x
__
=
4
9

2 sin
_
3
2
x
__
3 sin
2
_
3
2
x
__
+ C
9. I (x) =
_
dx

1sin 2x
=
_
dx
_
1cos
(

2
2x
)
. Poniamo:
y =

2
2x
donde:
I (y) =
1
2
_
dy

1 cos y
=
1
2

2
_
dy
sin
y
2
=
1

2
ln

1
sin
y
2
cot y

+ C
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 232
Ripristinando la variabile x:
I (x) =

2
2
ln

1
sin
_

4
x
_ cot
_

4
x
_

+ C
10. I (x) =
_
tan
3
3xsec
4
3xdx. Poniamo 3x = :
I () =
1
3
_
tan
3

d
cos
4

(3.122)
=
1
3
_
tan
3

1
cos
2

d (tan )
Ma
1
cos
2

=
sin
2
+ cos
2

cos
2

= tan
2
+ 1
Quindi la (3.122) diventa:
I () =
1
3
_
tan
3

_
tan
2
+ 1
_
d (tan )
Esegiamo il cambio di variabile y = tan :
I (y) =
1
3
_
y
3
_
y
2
+ 1
_
dy
=
1
3
_
1
6
y
6
+
1
4
y
4
_
+ const
Ritornando alla variabile x:
I (x) =
1
6
_
1
3
tan
6
3x +
1
2
tan
4
3x
_
+ C
11. I (x) =
_
tan
2
xsec
3
xdx =
_
dx
cos
5
x

_
dx
cos
3
x
= G
5
(x)G
2
(x), essendo G
n
(x)
espresso dalla (3.109). Abbiamo:
G
3
(x) =
1
2
_
G
1
(x) +
sin x
cos
2
x
_
+ const
=
1
2
_
ln

tan
_
x
2
+

4
_

+
sin x
cos
2
x
_
+ const
G
5
(x) =
1
4
_
3G
3
(x) +
sin x
cos
4
x
_
+ const,
donde:
I (x) =
1
4
G
3
(x) +
sin x
4 cos
4
x
+ C
3.16 Integrali di funzioni trigonometriche 233
12. I (x) =
_
tan
3
2xsec
3
2xdx. Poniamo = 2x:
I () =
1
2
_
tan
3

d
cos
3

=
1
2
_
1 cos
2

cos
6

d (cos )
Eseguiamo il cambio di variabile y = cos :
I (y) =
1
2
__
y
4
dy
_
y
6
dy
_
=
1
2
_

1
3
y
3
+
1
5
y
5
_
+ C
Ritornando alla variabile x:
I (x) =
1
2
_
1
5 cos
5
2x

1
3 cos
3
2x
_
+ C
13. I (x) =
_
cot 3xcsc
4
3xdx =
1
3
_
cot 3x
sin
2
3x
d (cot 3x). Osservando che:
1
sin
2
3x
= 1 + cot
2
3x,
si ha:
I (x) =
1
3
_
cot 3x
_
1 + cot
2
3x
_
d (cot 3x)
=
1
12
cot
2
3x
_
2 + cot
2
3x
_
+ C
14. I (x) =
_
cot
3
xcsc
5
xdx. Sviluppiamo lintegrando:
cot
3
xcsc
5
xdx =
cos
2
x
sin
8
x
dx
=
d (sin x)
sin
8
x

d (sin x)
sin
6
x
,
donde:
I (x) =
_
d (sin x)
sin
8
x

_
d (sin x)
sin
6
x
=
1
7 sin
7
x
+
1
5 sin
5
x
+ C
3.17 Integrazione delle funzioni iperboliche 234
15. I (x) =
_
sin
4
2xdx. Abbiamo ( = 2x):
I () =
1
2
_
sin
4
d
=
1
2
_
sin
2
d
_
1
4
(2 sin 2)
_
=
1
8
_
2 sin
2
sin
2
sin 2 + cos 2
1
2
cos 2
1
2
sin 2 +
1
2

1
8
sin 4
_
+ C
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
8
_
4xsin
2
2x sin
2
2xsin 4x + 2xcos 4x
1
2
sin 4x + x
1
8
sin 8x
_
+ C
=
1
8
sin
3
2xcos 2x
3
16
cos 2xsin 2x +
3
8
x + C
16. I (x) =
_
sin
7
xdx =
_
(1 cos
2
x)
3
d (cos x). Eseguiamo il cambio di
variabile x y = cos x:
I (y) =
1
7
y
7

3
5
y
5
+ y
3
y + C
Ripristinando la variabile x:
I (x) =
1
7
cos
7
x
3
5
cos
5
x + cos
3
x cos x + C
3.17 Integrazione delle funzioni iperboliche
Il punto di partenza la relazione fondamentale:
cosh
2
x sinh
2
x = 1 (3.123)
La prima relazione utile si ottiene dalla formula di duplicazione:
cosh 2x = 2 sinh
2
x + 1, (3.124)
risolvendo rispetto a sinh
2
x:
sinh
2
x =
1
2
(cosh 2x 1) (3.125)
La (3.125) utilizzabile quando lintegrando contiene sinh
2
x.
Tenendo conto della (3.123), la (3.125) diventa:
cosh
2
x =
1
2
(cosh 2x + 1) (3.126)
3.17 Integrazione delle funzioni iperboliche 235
Inne dalla:
sinh 2x = 2 sinh xcosh x,
si ottiene:
sinh xcosh x =
1
2
sinh 2x, (3.127)
utilizzabile quando lintegrando contiene sinh xcosh x.
Esempio 1
Calcoliamo:
I (x) =
_
cosh
2
xdx
=
1
2
_
(cosh 2x + 1) dx
=
1
2
_
1
2
_
cos 2xd (2x) +
_
dx
_
=
1
2
_
1
2
sinh 2x + x
_
+ C
=
1
2
x +
1
4
sinh 2x + C
Esempio 2
Calcoliamo:
I (x) =
_
cosh
3
xdx
=
_
cosh
2
xd (sinh x)
=
_
_
sinh
2
x + 1
_
d (sinh x)
=
1
3
sinh
3
x + sinh x + C
3.17.1 Esercizi
1)
_
sinh
3
xdx 2)
_
cosh
4
xdx 3)
_
sinh
3
xcosh xdx
4)
_
sinh
2
xcosh
2
xdx 5)
_
dx
sinh xcosh
2
x
6)
_
dx
sinh
2
xcosh
2
x
7)
_
tanh
3
xdx
3.17 Integrazione delle funzioni iperboliche 236
1. I (x) =
_
sinh
3
xdx =
_
sinh
2
xd (cosh x) =
_ _
cosh
2
x 1
_
d (cosh x)
=
1
3
cosh
3
x cosh x + C
2. I (x) =
_
cosh
4
xdx =
1
4
_
(cosh 2x + 1)
2
dx =
1
4
__
cosh
2
2xdx + 2
_
cosh 2x + x
_
=
1
4
_
1
8
sinh (4x) +
x
2
+
1
2
sinh (2x) + c

+ C
=
1
32
sinh (4x) +
1
4
sinh (2x) +
3
4
x + C.
3. I (x) =
_
sinh
3
xcosh xdx =
_
sinh
3
xd (sinh x) =
1
4
sinh
4
x + C
4. I (x) =
_
sinh
2
xcosh
2
xdx =
_
(sinh xcosh x)
2
dx =
1
4
_
sinh
2
2xdx
Calcoliamo a parte
_
sinh
2
2xdx:
_
sinh
2
2xdx =
t=2x
1
2
_
sinh
2
tdt
=
1
4
_
(cosh 2t 1) dt
=
1
8
sinh 2t
1
4
t + C
1
=I (x) =
1
32
sinh (4x)
1
8
x + C
5. I (x) =
_
dx
sinh xcosh
2
x
=
_
1
sinh x
d (tanh x)
Abbiamo:
1
sinh x
=

cosh
2
x sinh
2
x
sinh
2
x
=
_
1
tanh
2
x
1,
quindi:
I (x) =
_
_
1
tanh
2
x
1d (tanh x)
Poniamo y = tanh x, per cui:
I (y) =
_
_
1 y
2
y
dy
=
_
y
m
(1 y
n
)
p
dy
con m = 1, n = 2, p = 1/2. Risulta:
m+1
n
N, quindi la sostituzione
1 y
2
= t
2
I (t) =
_
t
2
t
2
1
dt
=
_ _
1 +
1
t
2
1
_
dt = t + ln

t 1
t + 1

+ C
3.17 Integrazione delle funzioni iperboliche 237
Ripristinando la variabile y:
I (y) =
_
1 y
2
+ ln |y| ln

1 +
_
1 y
2

Ma y = tanh x
I (x) =
1
cosh x
+ ln

tanh
_
x
2
_

+ C
6. I (x) =
_
dx
sinh
2
xcosh
2
x
Abbiamo:
1
sinh
2
x
=
1
tanh
2
x
1, (3.128)
quindi:
I (x) =
_ _
1
tanh
2
x
1
_
d (tanh x)
Poniamo y = tanh x, per cui:
I (y) =
_
1 y
2
y
2
dy
=
_
dy
y
2

_
dy
=
1
y
y + C
Ripristinando la variabile x:
I (x) = coth x tanh x + C
7. I (x) =
_
tanh
3
xdx. del tipo
I
n
(x) =
_
tanh
n
xdx
e va calcolato tramite una relazione di ricorrenza.
I
0
(x) = x + C
I
1
(x) = ln |cosh x| + C
Per ogni n
3.18 Sostituzioni trigonometriche ed iperboliche 238
3.18 Sostituzioni trigonometriche ed iperboliche
Sia
I (x) =
_
R
_
x,

ax
2
+ bx + c
_
dx,
essendo R una funzione razionale. Per calcolare I (x) conveniente ridurre il
trinomio ax
2
+ bx + c alla forma a (x + k)
2
+ l, e con un opportuno cambio di
variabile si ha:
I (y) =
_
R
_
y,
_

2
y
2
_
dy
sost. trig.
= y = sin t (3.129)
I (y) =
_
R
_
y,
_

2
+ y
2
_
dy
sost. iper.
= y = sinh t
I (y) =
_
R
_
y,
_
y
2

2
_
dy
sost. iper.
= y = cosh t
Nel secondo e terzo integrale possibile eseguire sostituzioni trigonometriche
anzich iperboliche:
I (y) =
_
R
_
y,
_

2
+ y
2
_
dy
sost. trig.
= y = tan t (3.130)
I (y) =
_
R
_
y,
_
y
2

2
_
dy
sost. trig.
= y = sec t
Capitolo 4
Integrali deniti
4.1 Somme integrali
Si chiede di calcolare i seguenti integrali considerandoli come il limite delle cor-
rispondenti somme integrali.
1)
b
_
0
x
2
dx 2)
b
_
a
dx 3)
T
_
0
(v
0
+ gt) dt, con v
0
, g =const
4)
1
_
2
x
2
dx 5)
10
_
0
2
x
dx 6) f (x) =
x
_
0
sin tdt
4.1.1 Soluzioni
1. Eseguiamo una equipartizione D
n
di [0, b]:
x
k
= k
b
n
, k N = {0, 1, ..., n 1}
Lampiezza

n
=
b
n
La somma integrale:

D
n
=
n1

k=0
f (
k
) (x
k+1
x
k
)
Prendiamo
k
= x
k
:

D
n
=
_
b
n
_
3 n1

k=0
k
2
4.1 Somme integrali 240
Ma:
n1

k=0
k
2
=
n(2n 1) (n 1)
6
,
donde:

D
n
=
b
3
6
(2n 1) (n 1)
n
2
,
da cui lintegrale:
b
_
0
x
2
dx = lim

n
0

D
n
= lim
n+

D
n
=
b
3
3
2. Eseguiamo unequipartizione D
n
di [a, b]:
x
k
= a +
k (b a)
n
, k N = {0, 1, 2, ..., n 1}
Lampiezza di D
n
:

n
=
b a
n
Assumendo
k
= x
k+1

D
n
=
n1

k=0
f (x
k+1
) (x
k+1
x
k
)
=
b a
n
n

k=1
f (x
k
)
= b a,
quindi:
b
_
a
dx = lim

n
0

n
= lim
n+

n
= b a
3. Questintegrale ha una semplice interpretazione sica, se poniamo:
y (T) =
T
_
0
(v
0
+ gt) dt
Qui y (T) al tempo T la quota di un punto materiale in caduta libera in
un campo gravitazionale (g laccelerazione di gravit) con velocit iniziale
4.1 Somme integrali 241
v
0
. Lasse y orientato verso il basso e si trascura la resistenza dellaria.
Lintegrando la velocit istantanea:
v (t) = v
0
+ gt
Eseguiamo unequipartizione D
n
di [0, T]:
t
k
= k
T
n
, con k N = {0, 1, 2, ..., n 1}
Lampiezza

n
= max
kN
(t
k+1
t
k
) =
T
n
La somma integrale

D
n
=
n1

k=0
v (
k
) (t
k+1
t
k
)
Assumendo
k
= t
k+1
:

D
n
=
T
n
n

k=1
_
v
0
+ g
T
n
k
_
= Tv
0
+
n + 1
n
gT
2
Quindi lintegrale:
y (T) = lim

n
0

D
n
= lim
n+

D
n
= v
0
T +
1
2
gT
2
4. Eseguiamo una equipartizione D
n
di [2, 1]:
x
k
= 2 +
3
n
k, con k = 0, 1, ..., n 1
di ampiezza:

n
=
3
n
4.1 Somme integrali 242
Assumendo
k
= x
k+1
:

D
n
=
3
n
n

k=1
x
2
k
=
3
n
n

k=1
_
3
n
k 2
_
2
=
3
2
2n
2
3n + 3
n
da cui:
1
_
2
x
2
dx = lim
n+

D
n
= 3
5. Eseguiamo una equipartizione D
n
di [0, 10]:
x
k
=
10
n
k, con k = 0, 1, ..., n 1
di ampiezza:

n
=
10
n
Assumendo
k
= x
k+1
:

D
n
=
10
n
n

k=1
2
k
10
n
=
52
10+n
n
_
1 + (1024)
1/n
_
n
(1 + 1024
1/n
)
n
da cui:
10
_
0
2
x
dx = lim
n+

D
n
=
10230
ln (1024)
6. Eseguiamo lequipartizione:
t
k
= k
x
n
, con k N = {0, 1, ..., n 1}
Lampiezza dellintervallo [t
k
, t
k+1
] :

k,n
= t
k+1
t
k
=
x
n
,
4.2 Teorema fondamentale del calcolo integrale. 243
donde lampiezza della partizione:

n
= max
kN
(
k
) =
x
n
Assumendo
k
= t
k+1
e ponendo g (t) = sin t:

D
n
=
n1

k=0
g (t
k+1
)
x
n
=
x
n
n

k=1
sin
_
k
x
n
_
Per il calcolo della sommatoria utilizziamo una nota relazione trigonomet-
rica:
n

k=1
sin (ky) =
cos
_
y
2
_
cos
__
n +
1
2
_
y

2 sin
_
y
2
_ ,
donde:

D
n
=
x
_
cos
_
y
2
_
cos
__
n +
1
2
_
y
_
2nsin
_
y
2
_
Passiamo al limite per n +:
lim
n

D
n
= lim
n
x
_
cos
_
x
2n
_
cos
__
1 +
1
2n
_
x
_
2nsin
_
x
2n
_
=
x(1 cos x)
2 lim
n+
nsin
_
x
2n
_
Calcoliamo a parte il limite a denominatore:
lim
n+
nsin
_
x
2n
_
=
m=n
1
lim
m0
+
sin
_
mx
2
_
m
=
x
2
,
Quindi
f (x) = lim
n

D
n
= 1 cos x
4.2 Teorema fondamentale del calcolo integrale.
1. Calcolare
dI
da
,
dI
db
, essendo:
I =
b
_
a
dx
ln (sin x)
4.2 Teorema fondamentale del calcolo integrale. 244
sia F (x) una qualunque primitiva di [ln (sin x)]
1
:
F (x) =
_
dx
ln (sin x)
,
per cui:
I = F (b) F (a)
Quindi le derivate:
dI
da
= F

(a) =
1
ln (sin a)
dI
db
= F

(b) =
1
ln (sin b)
2. Calcolare la derivata della funzione:
F (x) =
x
_
1
ln tdt
Poniamo:
G(t) =
_
ln tdt
Quindi:
F (x) = G(x) G(1) =F

(x) = G

(x) = ln x
3. Calcolare la derivata della funzione:
F (x) =
x
2
_
x
e
t
2
dt
Poniamo:
G(t) =
_
e
t
2
dt
Quindi:
F (x) = G
_
x
2
_
G(x)
La derivata :
F

(x) =
d
dx
G
_
x
2
_

d
dx
G(x)
= 2xG

_
x
2
_
G

(x)
= 2xe
x
4
e
x
2
4.2 Teorema fondamentale del calcolo integrale. 245
4. Calcolare la derivata della funzione:
F (x) =
0
_
x

1 + t
4
dt
Poniamo:
G(t) =
_

1 + t
4
dt
Quindi:
F (x) = G(0) G(x) =F

(x) =

1 + x
4
5. Calcolare la derivata della funzione:
F (x) =

x
_
1/x
cos
_
t
2
_
dt
Poniamo:
G(t) =
_
cos
_
t
2
_
dt
Quindi:
F (x) = G
_
x
_
G
_
1
x
_
La derivata :
F

(x) =
d
dx
G
_
x
_

d
dx
G
_
1
x
_
=
1
2

x
cos x +
1
x
2
cos
_
1
x
2
_
6. Determinare i punti estremali della funzione seno integrale:
F (x) =
x
_
0
sin t
t
dt
Poniamo:
G(t) =
_
sin t
t
dt,
donde:
F (x) = G(x) G(0)
4.2 Teorema fondamentale del calcolo integrale. 246
Segue:
F

(x) = G

(x) =
sin x
x
I punti estremali di F (x) sono le radici dellequazione:
F

(x) = 0
sin x
x
= 0
Cio:
x
k
= k, k Z {0}
In gura 4.1 riportato il graco di F (x).
***
Calcolare:
1)
1
_
0
dx
1+x
2)
1
_
2
dx
x
3
3)
x
_
x
e
t
dt 4)
x
_
0
cos tdt
Soluzioni
1. I =
_
1
0
dx
1+x
. Poniamo:
F (x) =
_
dx
1 + x
= ln |1 + x| + C,
donde:
I = F (1) F (0) = ln 2
2. I =
_
1
2
dx
x
3
=
1
2x
2

1
2
=
3
8
.
3. I =
_
x
x
e
t
dt = e
t
|
x
x
= e
x
e
x
4. I (x) =
_
x
0
cos tdt = sin t|
x
0
= sin x
***
Calcolare i seguenti limiti attraverso gli integrali deniti.
1. lim
n+
_
1
n
2
+
2
n
2
+ ... +
n1
n
2
_
4.2 Teorema fondamentale del calcolo integrale. 247
10 8 6 4 2 2 10 4 2 6 8
x

2
-1

2
1

2
1
1

2
3

2
y
Figura 4.1: Graco della funzione seno integrale e degli asintoti orizzontali: y =
/2.
4.2 Teorema fondamentale del calcolo integrale. 248
2. lim
n+
_
1
n+1
+
1
n+2
+ ... +
1
n+n
_
3.
p
= lim
n+
1
p
+2
p
+...+n
p
n
p+1
(p > 0)
Soluzioni
1. il limite di una somma integrale relativa a f (x) = x in [0, 1]. Infatti,
eseguiamo una equipartizione D
n
di [0, 1]:
x
k
=
k
n
, con k N = {0, 1, 2, ..., n 1}
La norma :

n
= max
kN
(x
k
x
k1
) =
1
n
Assumendo
k
= x
k
:

D
n
=
n1

k=0
f (
k
) (x
k
x
k1
)
=
1
n
2
n1

k=0
k
=
1
n
2
+
2
n
2
+ ... +
n 1
n
2
,
donde:
lim
n+
_
1
n
2
+
2
n
2
+ ... +
n 1
n
2
_
= lim
n+

D
n
=
1
_
0
xdx =
1
2
2. Poniamo:

D
n
=
1
n + 1
+
1
n + 2
+ ... +
1
n + n
=
n

k=1
1
n + k
essendo D
n
una equipartizione di [0, 1]. Deve essere:

D
n
=
n

k=1
f (x
k
) (x
k
x
k1
)
=
1
n
n

k=1
f
_
k
n
_
4.2 Teorema fondamentale del calcolo integrale. 249
Confrontando con la precedente:
f
_
k
n
_
=
n
n + k
=
1
1 +
k
n
,
cio:
f (x) =
1
1 + x
,
per cui
D
n
una somma integrale relativa a f (x) = x. Da ci segue:
lim
n+
_
1
n + 1
+
1
n + 2
+ ... +
1
n + n
_
=
1
_
0
dx
1 + x
= ln 2
3. Poniamo:

D
n
=
1
p
+ 2
p
+ ... + n
p
n
p+1
=
1
n
p+1
n

k=1
k
p
essendo D
n
una equipartizione di [0, 1]. Deve essere:

D
n
=
n

k=1
f (x
k
) (x
k
x
k1
)
=
1
n
n

k=1
f
_
k
n
_
Confrontando con la precedente:
f
_
k
n
_
=
_
k
n
_
p
,
cio:
f (x) = x
p
Quindi:

p
=
1
_
0
x
p
dx =
1
p + 1
4.2 Teorema fondamentale del calcolo integrale. 250
***
Calcolare:
1)
2
_
1
(x
2
2x + 3) dx 2)
8
_
0
_
2x +
3

x
_
dx 3)
4
_
1
1+

y
y
2
dy 4)
6
_
2

x 2dx
5)
3
_
0
dx

25+3x
6)
3
_
2
dx
x
2
1
7)
1
_
0
xdx
x
2
+3x+2
8)
1
_
1
y
5
dy
y+2
9)
1
_
0
dx
x
2
+4x+5
10)
4
_
5
dx
x
2
3x+2
11)
1
_
0
s
3
ds
s
8
+1
12)

2/2
_
0
dx

1x
2
13)
7/2
_
2
dx

x
2
+4x+5
14)
1
_
0
y
2
dy

y
6
+4
15)
/2
_
0
sin
3
xdx 16)
e
2
_
e
dx
xln x
Soluzioni
1. I =
_
2
1
(x
2
2x + 3) dx =
_
1
3
x
3
x
2
+ 3x
_

x=2
x=1
=
7
3
2. I =
_
8
0
_
2x +
3

x
_
dx =

2
_
8
0
x
1/2
dx +
_
8
0
x
1/3
dx
=

2
2
3
8
3/2
+
3
4
8
4/3
=
100
3
3. I =
_
4
1
1+

y
y
2
dy =
_
4
1
y
2
dy +
_
4
1
y
3/2
dy =
_

1
y
_
4
1
+
_
2y
1/2

4
1
=
1
4
+ 1 +
_
2
1
2
+ 2 1
_
=
7
4
4. I =
_
6
2

x 2 = F (6) F (2), essendo


F (x) =
_

x 2dx
=
_
(x 2)
1/2
d (x 2)
=
2
3
(x 2)
3/2
+ C,
donde:
I =
16
3
4.2 Teorema fondamentale del calcolo integrale. 251
5. I =
_
3
0
dx

25+3x
= F (3) F (0), essendo:
F (x) =
_
dx

25 + 3x
=
1
3
_
(25 + 3x)
1/2
d (25 + 3x)
=
2
3

25 + 3x + C,
donde:
I =
2
3

16
2
3

25 =
2
3
6. I =
_
3
2
dx
x
2
1
= F (3) F (2), essendo:
F (x) =
_
dx
x
2
1
=
1
2
ln

x 1
x + 1

+ C,
donde:
F (3) =
1
2
ln 2 + C
F (2) =
1
2
ln 3 + C
Quindi:
I =
1
2
ln
2
3
7. I =
_
1
0
xdx
x
2
+3x+2
= F (1) F (0), essendo:
F (x) =
1
_
0
xdx
x
2
+ 3x + 2
=
1
2
ln

x
2
+ 3x + 2

3
2
ln

x + 1
x + 2

+ C
= ln |x + 1| + 2 ln |x + 2| + C,
donde:
F (1) = ln 2 + 2 ln 3 +C
F (0) = 2 ln 2 +C
Quindi:
I = ln
9
8
4.2 Teorema fondamentale del calcolo integrale. 252
8. I =
_
1
1
y
5
dy
y+2
= F (1) F (1), essendo:
F (y) =
_
y
5
dy
y + 2
=
_ _
y
4
2y
3
+ 4y
2
8y + 16
32
y + 2
_
dy
=
1
5
y
5

1
2
y
4
+
1
5
y
3
4y
2
+ 16y 32 ln |y + 2| + C,
donde:
I =
526
15
32 ln 3
9. I =
_
1
0
dx
x
2
+4x+5
= F (1) F (0), essendo:
F (x) =
_
dx
x
2
+ 4x + 5
Per la (3.45):
F (x) = arctan (x + 2) +C,
donde:
I = arctan 3 arctan 2,
che pu eesere semplicata:
tan I = tan ( ) , con = arctan 3, = arctan 2
Come noto:
tan ( ) =
tan tan
1 + tan tan
,
da cui:
tan I =
1
7
=I = arctan
1
7
10. I =
_
1
0
dx
x
2
3x+2
= F (4) F (5), essendo:
F (x) =
_
dx
x
2
3x + 2
Per la (3.45):
F (x) = ln

x 2
x 1

+ C,
donde:
I = ln
2
3
ln
3
4
= ln
8
9
4.2 Teorema fondamentale del calcolo integrale. 253
11. I =
_
1
0
s
3
ds
s
8
+1
= F (1) F (0), essendo:
F (s) =
_
s
3
ds
s
8
+ 1
Eseguendo il cambio di variabile s y = s
4
:
F (y) =
1
4
_
dy
y
2
+ 1
=
1
4
arctan y
Ripristinando la variabile s:
F (s) =
1
4
arctan
_
s
4
_
,
donde:
I =

16
12. I =
_

2
2
0
dx

1x
2
= [arcsin x]

2
2
0
=

4
13. I =
_
7/2
2
dx

x
2
+4x+5
= F
_
7
2
_
F (2), essendo:
F (x) =
_
dx

x
2
+ 4x + 5
Dalla (3.46):
F (x) = arcsin
_
x 2
3
_
+ C,
donde:
I = arcsin
_
1
2
_
=

6
14. I =
_
1
0
y
2
dy

y
6
+4
= F (1) F (0), essendo:
F (y) =
_
y
2
dy
_
y
6
+ 4
Eseguendo il cambio di variabile y x = y
3
:
F (x) =
1
3
_
dx

x
2
+ 4
=
1
3
ln

x +

x
2
+ 4

+ C
4.2 Teorema fondamentale del calcolo integrale. 254
Cio:
F (y) =
1
3
ln

y
3
+
_
y
6
+ 4

+ C
donde:
I =
1
3
ln
_
1 +

5
2
_
15. I (x) =
_
/3
0
sin
3
xdx =
_
/2
0
sin
2
xd (cos x). Integriamo per parti:
_
/2
0
sin
2
xd (cos x) = cos xsin
2
x

/2
0
+ 2
_
/2
0
sin xcos
2
xdx
= 2
_
F
_

2
_
F (0)
_
,
essendo:
F (x) =
_
sin xcos
2
xdx
=
_
cos
2
xd (cos x)
=
1
3
cos
3
x + C,
donde:
I =
2
3
16. I =
_
e
2
e
dx
xln x
= F (e
2
) F (e), essendo:
F (x) =
_
dx
xln x
=
_
d (ln x)
ln x
= ln (ln x) + C,
donde:
F
_
e
2
_
= ln 2 + C
F (e) = C
Quindi:
I = ln 2
Calcolare:
4.2 Teorema fondamentale del calcolo integrale. 255
1)
/4
_
/4
tan xdx 2)
/3
_
/6
cot
4
xdx 3)
1
_
0
e
x
1+e
2x
dx 4)
6
_
2

x 2dx
5)
3
_
0
dx

25+3x
6)
3
_
2
dx
x
2
1
7)
1
_
0
xdx
x
2
+3x+2
8)
1
_
1
y
5
dy
y+2
9)
1
_
0
dx
x
2
+4x+5
10)
4
_
5
dx
x
2
3x+2
11)
1
_
0
s
3
ds
s
8
+1
12)

2/2
_
0
dx

1x
2
13)
7/2
_
2
dx

x
2
+4x+5
14)
1
_
0
y
2
dy

y
6
+4
15)
/2
_
0
sin
3
xdx 16)
e
2
_
e
dx
xln x
Soluzioni
1. I =
_
4

4
tan x. Risulta I = 0. Infatti se f (x) una funzione dispari e per
ogni a (0, +):
I
a
=
a
_
a
f (x) dx
=
0
_
a
f (x) dx +
a
_
0
f (x) dx
Nel secondo integrale eseguiamo il cambio di variabile x x

= x, per
cui:
0 x = x

a =0 x

a
cio:
I
a
=
0
_
a
f (x) dx
a
_
0
f (x

) dx

=
0
_
a
f (x) dx +
0
_
a
f (x

) dx

= 0
2. I =
_
3

6
cot
4
xdx =
_

1
3
cot
3
x + cot x + x

6
=
8
9

3
+

6
.
3. I =
_
1
0
e
x
1+e
2x
dx = F (1) F (0), essendo:
F (x) =
_
e
x
1 +e
2x
dx
4.2 Teorema fondamentale del calcolo integrale. 256
Eseguendo il cambio di variabile x y = e
x
:
F (y) =
_
dy
1 + y
2
= arctan y + C
Cio:
F (x) = arctan (e
x
) +C,
donde:
I = arctan e

4
Capitolo 5
Estensione del concetto di integrale
5.1 Introduzione
Nel capitolo 1 abbiamo introdotto la nozione di integrale denito di una funzione
continua in un intervallo chiuso e limitato [a, b]. Ci si pu chiedere se tale nozione
possa essere estesa al caso di una funzione che abbia punti di discontinuit e/o
che sia denita in un intervallo illimitato. Sotto opportune ipotesi, la risposta
aermativa. Per rendere operativa tale estensione della nozione di integrale,
ricordiamo la seguente
Denizione. Una funzione reale di variabile reale f (x) denita in un inter-
vallo A R, si dice generalmente continua, se linsieme dei suoi punti di
discontinuit al pi numerabile.
In questa sezione ci occuperemo del caso in cui f (x) generalmente continua
e non negativa nellintervallo A R. facile rendersi conto che comunque
possibile costruire una successione nita di intervalli:
[a
1
, b
1
] , [a
2
, b
2
] , ..., [a
n
, b
n
]
tali che:
[a
k
, b
k
] A, con k = 1, 2, ..., n
[a
k
, b
k
] [a
k
, b
k
] = , k = k

k, f (x) continua in [a
k
, b
k
]
Si osservi che tale propriet continua a valere anche se A illimitato. Ad esempio
se A = [a, +), ssiamo A

= [a, b] A e ripetiamo il procedimento per


lintervallo A

.
Poniamo per denizione:
5.1 Introduzione 258
D
def
=
n
_
k=1
[a
k
, b
k
] (5.1)
Chiamiamo linsieme (5.1) dominio limitato e misurabile di continuit per
f (x).
Osservazione. Assegnato lintervallo A R, esistono inniti domini (5.1).
Esempio 20. Consideriamo la seguente funzione non negativa in A = [0, 3]:
f (x) =
1
x
+ (x 2)
2
se x [0, 1) (5.2)
f (x) = x
2
+ 4x se x [1, 3]
Linsieme delle discontinuit di f (x) :
S = {
0
= 0,
1
= 1} ,
donde f (x) generalmente continua. Costruiamo gli intervalli:
[a
1
, b
1
] , [a
2
, b
2
]
essendo a
1
= 0.2, b
1
= 0.8, a
2
= 1.2, b
2
= 3 (gura 5.1).
Si conclude che un dominio limitato di continuit per f (x) D = [a
1
, b
1
] [a
2
, b
2
].
***
Costruiamo quindi la famiglia:
F = {D | D un dominio limitato e mis di continuit per f (x)}
Ci posto, indichiamo con il simbolo:
_
X
f (x) dx
lintegrale di f (x) esteso ad un intervallo chiuso e limitato X in cui f (x)
continua. Evidentemente:
D F,
_
D
f (x) dx =
n

k=1
b
k
_
a
k
f (x) dx 0,
poich f (x) 0 per ipotesi. Inoltre:
D F,
_
D
f (x) dx = [0, +) ,
5.1 Introduzione 259
a
1
b
1

1
a
2
b
2
x
y
Figura 5.1: Graco della funzione (5.2)
5.2 Rettangoloide generalizzato 260
Denizione. Si chiama integrale della funzione generalmente continua
f (x) 0 esteso allintervallo A, lestremo superiore dellinsieme :
_
A
f (x) dx = sup + (5.3)
5.2 Rettangoloide generalizzato
La denizione (5.3) non si presta ad un calcolo diretto dellintegrale di una fun-
zione generalmente continua esteso ad un intervallo limitato o illimitato. Ci pu
essere realizzato attraverso unoperazione di passaggio al limite. Iniziamo con
losservare che:
D F =D

F | D

D,
per cui possiamo costruire una successione di domini:
{D
n
}
nN
| D
1
D
2
...D
n
... (5.4)
Inoltre:
D F, D A S
essendo S linsieme (numerabile) dei punti di discontinuit di f (x).
Denizione. Al crescere indenito di n, la successione (5.4) tende allinsieme
A S se risulta:
D A S, N | D

D
Quindi:
n N, N | D

D
n
Esprimiamo ci scrivendo:
lim
n+
D
n
= A S
Teorema 21. Nelle ipotesi poste:
lim
n+
_
D
n
f (x) dx = sup =
_
A
f (x) dx
Dimostrazione. Omessa.
Questo teorema ci dice che nelle ipotesi poste:
_
A
f (x) dx = lim
n+
_
D
n
f (x) dx (5.5)
5.2 Rettangoloide generalizzato 261
Diamo ora uninterpretazione geometrica alla (5.5). A tale scopo consideriamo il
sottoinsieme di R
2
:
U
def
=
_
(x, y) R
2
| x A S, 0 y f (x)
_
Tale insieme di punti si chiama rettangoloide generalizzato di base A S,
relativo a f (x).
Si osservi che U illimitato in uno dei seguenti casi: 1) A limitato e f (x) non
limitata (cio dotata di singolarit); 2) A illimitato e f (x) limitata (dotata al pi
di punti di discontinuit eliminabili o di prima specie); 3) A e f (x) non limitati.
Ci premesso, sussiste il
Teorema 22. Nelle ipotesi poste:
misU =
_
A
f (x) dx
Dimostrazione. Omessa.
Osserviamo che la misura di U pu essere nita anche se U illimitato, come nel
caso della funzione:
f (x) =
1

1 x
2
con x A = [1, 1]
Tale funzione generalmente continua in A:
S = {1, 1} =A S = (1, 1)
Pi precisamente:
lim
x1

f (x) = +
lim
x1
+
f (x) = +
Il rettangoloide generalizzato :
U =
_
(x, y) R
2
| 1 < x < 1, 0 x
1

1 x
2
_
Costruiamo la successione {D
n
}
nN
:
D
n
=
_
1 +
1
n
, 1
1
n
_
come mostrato in gura 5.2.
5.2 Rettangoloide generalizzato 262
y
x
-1+1/n 1-1/n
Figura 5.2: Graco della funzione f (x) =
1

1x
2
.
Quindi:
1
_
1
dx

1 x
2
= lim
n+
1
1
n
_
1+
1
n
dx

1 x
2
= lim
n+
_
arcsin
_
1
1
n
_
arcsin
_
1 +
1
n
__
= arcsin (1) arcsin (1) = ,
donde:
misU =
Un esempio di insieme illimitato di misura innita dato dal rettangoloide
generalizzato relativo alla seguente funzione:
f (x) =
1
e
x
1
con x A = [0, 1]
f (x) non negativa, inoltre:
lim
x0
+
f (x) = +,
5.2 Rettangoloide generalizzato 263
donde:
A S = (0, 1]
Costruiamo la successione di domini:
D
n
=
_
1
n
, 1
_
,
come mostrato in gura 5.3.
0
2
4
6
8
10
12
14
0 0.2 0.4 0.6 0.8 1
y
x
1/n
Figura 5.3: Graco della funzione f (x) =
1
e
x
1
.
Evidentemente:
lim
n+
D
n
= (0, 1]
Abbiamo:
1
_
0
dx
e
x
1
= lim
n+
1
_
1/n
dx
e
x
1
= lim
n+
_
ln

1 e
x

1
1/n
= ln

1 e
1

ln 0
+
= +,
5.2 Rettangoloide generalizzato 264
donde:
misU = +
Riportiamo di seguito un esempio di integrale di una funzione continua esteso ad
un intervallo illimitato.
f (x) =
1
1 +x
2
per x A = (, +) (5.6)
La funzione (5.6) manifestamente continua ed innitesima allinnito:
lim
|x|+
1
1 + x
2
= 0
+
Costruiamo la successione (5.4) assumendo:
D
n
= [n, n]
come mostrato in g. 5.2.
0
0.2
0.4
0.6
0.8
1
-3 -2 -1 0 1 2 3
y
x
Figura 5.4: Graco della funzione f (x) =
1
1+x
2
.
donde:
5.2 Rettangoloide generalizzato 265
+
_

dx
1 + x
2
= lim
n+
n
_
n
dx
1 + x
2
= lim
n+
[arctan (n) arctan (n)]
=

2

_

2
_
=
Quindi anche in questo caso abbiamo un insieme illimitato di misura nita:
U =
_
(x, y) R
2
: < x < +, 0 y f (x)
_
misU =
***
Calcoliamo lintegrale:
I =
x
0
+h
_
x
0
h
f (x) dx,
essendo:
f (x) =
1
|x x
0
|

(5.7)
Qui A = [x
0
h, x
0
+ h], essendo per ipotesi x
0
R, e h, > 0. Lintegrando
ha una singolarit in x
0
:
lim
xx
0
1
|x x
0
|

= +,
donde A S = A {x
0
}.
Costruiamo la successione (5.4) assumendo:
D
n
=
_
x
0
h, x
0

1
n
_

_
x
0
+
1
n
, x
0
+ h
_
come mostrato in g. 5.5.
Quindi:
I = lim
n+
_
_
_
x
0

1
n
_
x
0
h
dx
|x x
0
|

+
x
0
+h
_
x
0
+
1
n
dx
|x x
0
|

_
_
_
(5.8)
5.2 Rettangoloide generalizzato 266
0
20
40
60
80
100
120
140
x
0
x
0
-h x
0
+h
Figura 5.5: Graco della funzione f (x) =
1
|xx
0
|
.
Poniamo:
I
1
=
x
0

1
n
_
x
0
h
dx
|x x
0
|

I
2
=
x
0
+h
_
x
0
+
1
n
dx
|x x
0
|

Eseguendo il cambio di variabile x = x x


0
:
I
1
=

1
n
_
h
d

I
2
=
h
_
1
n
d

In virt della simmetria di )y = f () rispetto allasse delle ordinate: I


1
= I
2
,
per cui:
5.2 Rettangoloide generalizzato 267
I = 2 lim
n+
h
_
1
n
d

Se = 1:
I =
2
1
_
1
h
1
0
_
=
2h
1
1
, se (0, 1)
I =
2
1
_
1
h
1
(+)
_
= +, se (1, +)
Se = 1
I = 2 lim
n+
ln (nh) = +
Cio:
I =
_
2h
1
1
, se (0, 1)
+, se [1, +)
In g. 5.6 sono riportati i graci della funzione (5.7) per x
0
= 5, h = 2, nei due
casi: a = 0.4, 2.
0
0.5
1
1.5
2
2.5
3
3 3.5 4 4.5 5 5.5 6 6.5 7
y
x
x
0
Figura 5.6: Graco della funzione (5.7).
5.2 Rettangoloide generalizzato 268
Per quanto visto lintegrale (5.8) converge solo per (0, 1):
lim
1

I () = +
In g. 5.7 riportato landamento di I in funzione del parametro .
0
20
40
60
80
100
120
140
160
180
200
0 0.2 0.4 0.6 0.8 1
I
(

Figura 5.7: Andamento dellintegrale I in funzione di .


***
Calcoliamo gli integrali:
I =
+
_
x
0
+h
f (x) dx (5.9)
J =
x
0
h
_

g (x) dx,
essendo
f (x) =
1
(x x
0
)

(5.10)
g (x) =
1
(x
0
x)

5.2 Rettangoloide generalizzato 269


Nella (5.10) x
0
un punto arbitrario dellasse x, mentre , h parametri positivi.
Il graco riportato in g. (5.8).
0
0.05
0.1
0.15
0.2
0.25
y
x
x
0
+h x
0
+n
Figura 5.8: Graco della funzione (5.10).
Costruiamo i domini D
n
:
D
n
= [x
0
+ h, x
0
+ n]
Quindi:
I = lim
n+
I
n
,
essendo:
I
n
=
x
0
+n
_
x
0
+h
dx
(x x
0
)

Risulta:
I
n
=
n
1
h
1
1
, se = 1
I
n
= ln
n
h
, se = 1
Quindi:
5.2 Rettangoloide generalizzato 270
I ( = 1) = lim
n+
n
1
h
1
1
=
_
+, se 0 < < 1
h
1
1
, se > 1
I ( = 1) = lim
n+
ln
n
h
= +
Si conclude che lintegrale converge solo per > 1.
0
20
40
60
80
100
y
x
x
0
+h
x
0
+h
Lintegrale J (secondo degli integrali (5.9)) assume lo stesso valore di I, in virt
della simmetria dellintegrando. Infatti possiamo scrivere:
I =
+
_
x
0
+h
f (x) dx
J =
x
0
h
_

f (x) dx,
avendo ridenito la funzione integranda:
f (x) =
1
|x x
0
|

Tale funzione manifestamente simmetrica rispetto alla retta xx


0
= 0, per cui:
5.2 Rettangoloide generalizzato 271
I =
+
_
h
d

J =
h
_

***
Calcoliamo lintegrale:
I =
+
_

e
|x|
dx
Procediamo per decomposizione:
I =
0
_

e
|x|
dx +
+
_
0
e
|x|
dx
def
= I
1
+ I
2
,
essendo:
I
1
=
0
_

e
|x|
dx =
0
_

e
x
dx
I
2
=
+
_
0
e
|x|
dx =
+
_
0
e
x
dx
Eseguiamo in I
1
il cambio di variabile: x x

= x. Osserviamo che:
x = x

0,
per cui:
+ x

0
Quindi:
5.2 Rettangoloide generalizzato 272
I
1
=
0
_
+
e
x

dx

=
+
_
0
e
x

dx

= I
2
,
donde:
I = 2
+
_
0
e
x
dx
Assumendo:
D
n
= [0, n] ,
si ha:
I = 2 lim
n+
n
_
0
e
x
dx
= 2 lim
n+
_
1 e
n
_
= 2
che la misura del rettangoloide generalizzato:
U =
_
(x, y) R
2
| < x < +, 0 y e
|x|
_
,
come riportato in gura (5.9).
***
Passiamo ora al caso in cui la funzione f (x) generalmente continua e di segno
qualunque in A R.
Deniamo:
f
1
(x) =
|f (x)| + f (x)
2
, f
2
(x) =
|f (x)| f (x)
2
(5.11)
Quindi:
f (x) = f
1
(x) f
2
(x) (5.12)
5.2 Rettangoloide generalizzato 273
0
0.2
0.4
0.6
0.8
1
-4 -3 -2 -1 0 1 2 3 4
y
x
Figura 5.9: Graco di f (x) = e
|x|
.
Evidentemente:
f
1
(x) = f (x) , per x A | f (x) > 0
f
1
(x) = 0, altrimenti
Mentre:
f
2
(x) = f (x) , per x A | f (x) < 0
f
2
(x) = 0, altrimenti
Sempre dalla (5.11) segue
x A, f
1
(x) 0, f
2
(x) 0
Cio le (5.11) sono non negative in A, e al pari di f (x) sono generalmente con-
tinue in A. Pi precisamente, se S linsieme dei punti di discontinuit di
f (x), indicando con S
1
, S
2
linsieme dei punti di discontinuit di f
1
(x) , f
2
(x)
rispettivamente, segue:
S
k
S con k = 1, 2 (5.13)
Verichiamo la (5.13) attraverso degli esempi. Sia S tale che:
5.2 Rettangoloide generalizzato 274

x
y
lim
x

f (x) = l
1
(, 0)
lim
x
+
f (x) = 0
Un possibile andamento illustrato in g. (5.2).
Abbiamo:
lim
x

f (x) = l
1
(, 0) =( > 0 | x ( , ) A =f (x) < 0 =f
1
(x) = 0)
Cio:
lim
x

f
1
(x) = 0
lim
x
+
f
1
(x) = 0,
da cui la continuit di f
1
(x) in . Quindi S, / S
1
.
Per la f
2
(x) consideriamo questaltro esempio:
lim
x
+
f (x) = l
2
(0, +)
lim
x

f (x) = 0
Abbiamo:
5.2 Rettangoloide generalizzato 275
lim
x
+
f (x) = l
2
(0, +) =( > 0 | x (, + ) A =f (x) > 0 =f
2
(x) = 0)
Cio:
lim
x

f
2
(x) = 0
lim
x
+
f
2
(x) = 0,
da cui la continuit di f
2
(x) in . Quindi S, / S
2
. Landamento illustrato
in g. (5.2).

Ricapitolando: assegnata la funzione f (x) generalmente continua in A e di segno


qualunque, restano denite le funzioni (5.11) non negative e generalmente contin-
ue in A. La funzione f (x) si esprime poi attraverso la (5.12). Per quanto detto,
le f
k
(x) sono non negative, quindi hanno senso gli integrali:
_
A
f
1
(x) dx +,
_
A
f
2
(x) dx + (5.14)
Si noti che il rettangoloide generalizzato relativo ad una f (x) che cambia segno
in A, sar costituito da punti di ordinata y < 0; ad esempio consideriamo la
funzione il cui graco riportato in gura (5.10).
Il rettangoloide generalizzato riportato in g. (5.2).
Passando alle funzioni (5.11) possiamo denire i seguenti rettangoloidi generaliz-
zati:
5.2 Rettangoloide generalizzato 276

1

2
x
y
Figura 5.10: Graco di una funzione generalmente continua e di segno qualunque.

1

2
x
y
5.2 Rettangoloide generalizzato 277
U
1
= {(x, y) R | x A S, 0 y f
1
(x)}
U
2
= {(x, y) R | x A S, f
2
(x) y 0} ,
riportati in gg. (5.11)-(5.12).

1

2
x
y
Figura 5.11: Rettangoloide U
1

1

2
x
y
Figura 5.12: Rettangoloide U
2
Evidentemente:
misU
1
=
_
A
f
1
(x) dx,
mentre:
misU
2
=
_
A
[f
2
(x)] dx =
_
A
f
2
(x) dx
In forza delle (5.14):
5.2 Rettangoloide generalizzato 278
misU
1
+, misU
2
+
Daltro canto la (5.12) suggerisce di porre:
_
A
f (x) dx =
_
A
f
1
(x) dx
_
A
f
2
(x) dx (5.15)
La (5.15) non accettabile se i due integrali a secondo membro sono entrambi
inniti; da un punto di vista geometrico signica che i due rettangoloidi U
1
e
U
2
hanno entrambi misura innita. In tal caso la (5.15) si presenta nella forma
indeterminata . Ci implica la seguente
Denizione. La funzione f (x) integrabile in A se almeno uno dei due inte-
grali (5.14) < +.
In particolare:
_
A
f
1
(x) dx = +,
_
A
f
2
(x) dx < +
_
_
=
_
A
f (x) dx = +
_
A
f
1
(x) dx < +,
_
A
f
2
(x) dx = +
_
_
=
_
A
f (x) dx =
_
A
f
1
(x) dx < +,
_
A
f
2
(x) dx < +
_
_
=
_
A
f (x) dx < +
Da un punto di vista geometrico:
_
A
f (x) dx = misU
1
misU
2
,
cio
_
A
f (x) dx ha senso solo se uno dei due rettangoloidi ha misura nita. In tal
caso
_
A
f (x) dx la dierenza tra le due aree, e pu essere nita o pari a + o
.
Per quanto detto:
misU
1
= +, misU
2
= +) =
_
A
f (x) dx non ha senso
Si osservi che potremmo comunque scegliere una particolare successione {D
n
}
tale da rimuovere la forma indeterminata , ma in tal caso il valore assunto
dallintegrale viene a dipendere dalla scelta della successione, per cui questa non
5.2 Rettangoloide generalizzato 279
una denizione operativa. Inoltre molte propriet classiche non sono pi ver-
icate. Tuttavia la rimozione della forma indeterminata spesso utilizzata nelle
applicazioni. Si parla in tal caso di integrali impropri.
Assumiamo per ora la denizione precedente:
_
A
f (x) dx =
_
A
f
1
(x) dx
_
A
f
2
(x) dx (5.16)
k {1, 2} |
_
A
f
k
(x) dx < +
Si osservi che la (5.16) contiene come caso particolare la denizione di integrale
per una funzione generalmente continua e non negativa. Infatti:
x A, f (x) 0 =f
1
(x) f (x) , f
2
(x) 0 =
_
A
f (x) dx =
_
A
f
1
(x) dx
(5.17)
Viceversa:
x A, f (x) 0 =f
1
(x) 0, f
2
(x) f (x) =
_
A
f (x) dx =
_
A
f
2
(x) dx
(5.18)
Teorema 23. Sia f (x) una funzione generalmente continua in A ed ivi di segno
qualunque. Se f (x) integrabile in A, indicato con S linsieme dei punti di
discontinuit, risulta:
{D
n
}
nN
| lim
n+
D
n
= A S, lim
n+
_
D
n
f (x) dx =
_
A
f (x) dx
Dimostrazione. Omessa
Si osservi che tale teorema applicabile solo se la funzione integrabile. In altri
termini, lintegrabilit della funzione va stabilita a priori.
Esempio 24. Studiamo lintegrabilit di f (x) = log x in A = [0, 1].
x
0
= 0 una singolarit poich lim
x0
+ log x = , quindi AS = (0, 1]. Dal-
tro canto f (x) 0 in A, per cui la funzione ivi integrabile. Pi precisamente
(per la (5.18))
_
A
f (x) dx =
_
A
f
2
(x) dx
5.2 Rettangoloide generalizzato 280
Risulta:
_
A
f (x) dx = lim
n+
_
D
n
f (x) dx
Assumiamo come successione di domini limitati e misurabili di continuit per
f (x):
D
n
=
_
1
n
, 1
_
(5.19)
Ci riportato in g. (24).
1
n
1
x
4
3
2
1
y
Al crescere di n, il dominio (5.19) si avvicina allintervallo A, come mostrato in
g. (24).
1
n
1
x
4
3
2
1
y
5.2 Rettangoloide generalizzato 281
Quindi:
1
_
0
log xdx = lim
n+
1
_
1/n
log xdx
Risulta:
1
_
1/n
log xdx =
= [xlog x]
x=1
x=
1
n

1
_
1/n
dx
=
1
n
ln
_
1
n
_
1 +
1
n
Quindi:
1
_
0
log xdx = 1 + lim
n+
1 + ln n
n
Ma:
lim
n+
1 + ln n
n
= lim
n+
1
n
. .
=0
+ lim
n+
ln n
n
. .
=0
= 0,
donde:
1
_
0
log xdx = 1
Esempio 25. Studiamo lintegrabilit f (x) = e
x
sin x nellintervallo A = [0, +).
Qui abbiamo una funzione continua in un intervallo illimitato. Osserviamo che:
|f (x)| = e
x
|sin x| e
x
=e
x
f (x) e
x
Cio f (x) unoscillazione sinuisoidale il cui inviluppo di modulazione y =
e
x
. Inoltre:
lim
x+
f (x) = 0
Il graco riportato in g. (5.13).
f (x) cambia segno innite volte in A, per cui determiniamo le funzioni:
f
1
(x) =
|f (x)| + f (x)
2
, f
2
(x) =
|f (x)| f (x)
2
5.2 Rettangoloide generalizzato 282

2
2
x
f

2

y
Figura 5.13: Graco di f (x) = e
x
sin x in [0, 2].
Risulta:
f
1
(x) =
_

_
e
x
sin x, x
_
kN
[2k, (2k + 1) ]
0, x
_
kN
[(2k + 1) , (2k + 2) ]
f
2
(x) =
_

_
e
x
sin x, x
_
kN
[(2k + 1) , (2k + 2) ]
0, x
_
kN
[2k, (2k + 1) ]
Restano cos deniti i rettangoloidi generalizzati:
U
1
=
_
(x, y) R
2
| x A, 0 y f
1
(x)
_
U
2
=
_
(x, y) R
2
| x A, f
2
(x) y 0
_
Poniamo:
W =
_
(x, y) R
2
| x A, 0 y e
x
_
,
donde:
misW =
+
_
0
e
x
dx = 1
Le curve y = e
x
sin x, y = e
x
sono tangenti nei punti di intersezione x
k
=

2
+ 2k come possiamo vedere in g. (25).
Poniamo:
U

2
=
_
(x, y) R
2
| x A, 0 y f
2
(x)
_
5.2 Rettangoloide generalizzato 283

2

x
f

2

y
Evidentemente:
misU
2
= misU

2
Inoltre dal graco di g. (5.14).

2
2
x
0.1
0.2
0.3
0.4
y
Figura 5.14:
segue:
misU
1
+ misU

2
< misW = 1 =misU
1
+ misU
2
< 1
Cio:
misU
1
< +, misU
2
< +
Si conclude che f (x) integrabile in A. Per il calcolo dellintegrale, assumiamo:
D
n
= [0, n]
5.2 Rettangoloide generalizzato 284
Quindi:
+
_
0
e
x
sin xdx = lim
n+
n
_
0
e
x
sin xdx
Lintegrale
_
n
0
e
x
sin xdx si calcola per parti:
n
_
0
e
x
sin xdx =
1
2
e
n
[sin (n) + cos (n)] +
1
2
Osservando che:
lim
n+
e
n
[sin (n) + cos (n)] = 0,
si conclude:
+
_
0
e
x
sin xdx =
1
2
Esempio 26. Studiamo lintegrabilit della funzione:
f (x) =
_
e
x
sin x, x [0, ] [2, 3] [4, 5] ...
e
x
sin x, x [, 2] [3, 4] [5, 6] ...
nellintervallo A = [0, +].
Osserviamo che il graco di f (x) unoscillazione sinusoidale il cui inviluppo di
modulazione y = e
x
per le semionde positive e y = e
x
per le semionde negative.
f
1
(x) =
_
e
x
sin x, x [0, ] [2, 3] [4, 5] ...
0, x [, 2] [3, 4] [5, 6] ...
f
2
(x) =
_
e
x
sin x, x [, 2] [3, 4] [5, 6] ...
0, x [0, ] [2, 3] [4, 5] ...
Quindi i rettangoloidi:
U
1
=
_
(x, y) R
2
| x A, 0 y f
1
(x)
_
U
2
=
_
(x, y) R
2
| x A, f
2
(x) y 0
_
Appendice A
Integrali notevoli
A.1
_
sin
2
xdx,
_
cos
2
xdx
_
sin
2
xdx =
1
2
(x sin xcos x) + C =
1
4
(2x sin 2x) + C (A.1)
_
cos
2
xdx =
1
2
(x + sin xcos x) + C =
1
4
(2x + sin 2x) + C
A.2
_
dx
(
x
2
1
)
n
1.
_
dx
x
2
1
= arctanh x+const
2.
_
dx
(x
2
1)
2
=
x
2(1x
2
)

1
4
ln

x1
x+1

+const
3.
_
dx
(x
2
1)
3
=
x
(
3x
2
5
)
8(x
2
1)
2
+
3
16
ln

x1
x+1

+const
4.
_
dx
(x
2
1)
4
=
1
48(1+x)
3
+
1
16(1+x)
2

5
32(1+x)

5
32
ln (1 + x)
1
48(1+x)
3

1
16(1+x)
2

5
32(1+x)
+
5
32
ln (1 + x)
5.
_
dx
(x
2
1)
5
=
1
128(1+x)
4
+
5
192(1+x)
3

15
256(1+x)
2
+
35
256(1+x)
+
35
256
ln (1 + x)+
1
128(1+x)
4
+
5
192(1+x)
3
+
15
256(1+x)
2
+
35
256(1+x)

35
256
ln (1 + x)
A.3
_
dx
(x
2
+1)
n 286
6.
_
dx
(x
2
1)
6
=
1
320(1+x)
5
+
3
256(1+x)
4

7
256(1+x)
3
+
7
128(1+x)
2

63
512(1+x)

63
512
ln (1 + x)
1
320(1+x)
5

3
256(1+x)
4

7
256(1+x)
3

7
128(1+x)
2

63
512(1+x)
+
63
512
ln (1 + x)
7.
_
dx
(x
2
1)
7
=
1
768(1+x)
6
+
7
1280(1+x)
5

7
512(1+x)
4
+
7
256(1+x)
3

105
2048(1+x)
2
+
231
2048(1+x)
+
231
2048
ln (1 + x) +
1
768(1+x)
6
+
7
1280(1+x)
5
+
7
512(1+x)
4
+
7
256(1+x)
3
+
105
2048(1+x)
2
+
231
2048(1+x)

231
2048
ln (1 +x)
8.
_
dx
(x
2
1)
8
=
1
1792(1+x)
7
+
1
384(1+x)
6

9
1280(1+x)
5
+
15
1024(1+x)
4

55
2048(1+x)
3
+
99
2048(1+x)
2

429
4096(1+x)

429
4096
ln (1 + x)
1
1792(1+x)
7

1
384(1+x)
6

9
1280(1+x)
5

15
1024(1+x)
4

55
2048(1+x)
3

99
2048(1+x)
2

429
4096(1+x)
+
429
4096
ln (1 + x)
A.3
_
dx
(
x
2
+1
)
n
1.
_
dx
x
2
+1
= arctan x+const
2.
_
dx
(x
2
+1)
2
=
1
2
x
x
2
+1
+
1
2
arctan x+const
3.
_
dx
(x
2
+1)
3
=
1
4
x
(x
2
+1)
2
+
3
8
x
x
2
+1
+
3
8
arctan x
4.
_
dx
(x
2
+1)
4
=
1
6
x
(x
2
+1)
3
+
5
24
x
(x
2
+1)
2
+
5
16
x
x
2
+1
+
5
16
arctan x+const
5.
_
dx
(x
2
+1)
5
=
1
8
x
(x
2
+1)
4
+
7
48
x
(x
2
+1)
3
+
35
192
x
(x
2
+1)
2
+
35
128
x
x
2
+1
+
35
128
arctan x+const
6.
_
dx
(x
2
+1)
6
=
1
10
x
(x
2
+1)
5
+
9
80
x
(x
2
+1)
4
+
21
160
x
(x
2
+1)
3
+
21
128
x
(x
2
+1)
2
+
63
256
x
x
2
+1
+
63
256
arctan x+const
7.
_
dx
(x
2
+1)
7
=
1
12
x
(x
2
+1)
6
+
11
120
x
(x
2
+1)
5
+
33
320
x
(x
2
+1)
4
+
77
640
x
(x
2
+1)
3
+
77
512
x
(x
2
+1)
2
+
231
1024
x
x
2
+1
+
231
1024
arctan x
8.
_
dx
(x
2
+1)
8
=
1
14
x
(x
2
+1)
7
+
13
168
x
(x
2
+1)
6
+
143
1680
x
(x
2
+1)
5
+
429
4480
x
(x
2
+1)
4
+
143
1280
x
(x
2
+1)
3
+
143
1024
x
(x
2
+1)
2
+
429
2048
x
x
2
+1
+
429
2048
arctan x
9.
_
dx
(x
2
+1)
9
=
1
16
x
(x
2
+1)
8
+
15
224
x
(x
2
+1)
7
+
65
896
x
(x
2
+1)
6
+
143
1792
x
(x
2
+1)
5
+
1287
14 336
x
(x
2
+1)
4
+
429
4096
x
(x
2
+1)
3
+
2145
16 384
x
(x
2
+1)
2
+
6435
32 768
x
x
2
+1
+
6435
32 768
arctan x
A.4
_
dx
(sin x)
n ;
_
dx
(cos x)
n 287
10.
_
dx
(x
2
+1)
10
=
1
18
x
(x
2
+1)
9
+
17
288
x
(x
2
+1)
8
+
85
1344
x
(x
2
+1)
7
+
1105
16 128
x
(x
2
+1)
6
+
2431
32 256
x
(x
2
+1)
5
+
2431
28 672
x
(x
2
+1)
4
+
2431
24 576
x
(x
2
+1)
3
+
12 155
98 304
x
(x
2
+1)
2
+
12 155
65 536
x
x
2
+1
+
12 155
65 536
arctan x
11.
_
dx
(x
2
+1)
11
=
1
20
x
(x
2
+1)
10
+
19
360
x
(x
2
+1)
9
+
323
5760
x
(x
2
+1)
8
+
323
5376
x
(x
2
+1)
7
+
4199
64 512
x
(x
2
+1)
6
+
46 189
645 120
x
(x
2
+1)
5
+
46 189
573 440
x
(x
2
+1)
4
+
46 189
491 520
x
(x
2
+1)
3
+
46 189
393 216
x
(x
2
+1)
2
+
46 189
262 144
x
x
2
+1
+
46 189
262 144
arctan x
A.4
_
dx
(sin x)
n
;
_
dx
(cos x)
n
Applicando le (3.108)-(3.109) per valori crescenti di n = 3, 4, 5:
_
dx
sin
3
x
=
1
2
_
ln

tan
_
x
2
_


cos x
sin
2
x
_
+ C
_
dx
cos
3
x
=
1
2
_
ln

tan
_
x
2
+

4
_

+
sin x
cos
2
x
_
+ C
_
dx
sin
4
x
=
1
3
_
2 cot x +
cos x
sin
3
x
_
+ C
_
dx
cos
4
x
=
1
3
_
tan x +
sin x
cos
3
x
_
+ C
_
dx
sin
5
x
=
1
4
_
3
2
_
ln

tan
_
x
2
_


cos x
sin
2
x
_

cos x
sin
4
x
_
+ C
_
dx
cos
5
x
=
1
4
_
3
2
_
ln

tan
_
x
2
+

4
_

+
sin x
cos
2
x
_
+
sin x
cos
4
x
_
+ C
A.5
_
(tan x)
n
dx;
_
(cot x)
n
dx
Applicando le (3.112)-(3.113) per n = 2, 3, ..., 8:
A.5
_
(tan x)
n
dx;
_
(cot x)
n
dx 288
_
tan
2
xdx = tan x x + C
_
cot
2
xdx = cot x x + C
_
tan
3
xdx =
1
2
tan
2
x
1
2
ln
_
1 + tan
2
x
_
+ C
_
cot
3
xdx =
1
2
cot
2
x +
1
2
ln
_
1 + cot
2
x
_
_
tan
4
xdx =
1
3
tan
3
x tan x + x + C
_
cot
4
xdx =
1
3
cot
3
x + cot x + x + C
_
tan
5
xdx =
1
4
tan
4
x
1
2
tan
2
x +
1
2
ln
_
1 + tan
2
x
_
+ C
_
cot
5
xdx =
1
4
cot
4
x +
1
2
cot
2
x
1
2
ln
_
1 + cot
2
x
_
+ C
_
tan
6
xdx =
1
5
tan
5
x
1
3
tan
3
x + tan x x + C
_
cot
6
xdx =
1
5
cot
5
x +
1
3
cot
3
x cot x x + C
_
tan
7
xdx =
1
6
tan
6
x
1
4
tan
4
x +
1
2
tan
2
x
1
2
ln
_
1 + tan
2
x
_
+ C
_
cot
7
xdx =
1
6
cot
6
x +
1
4
cot
4
x
1
2
cot
2
x +
1
2
ln
_
1 + cot
2
x
_
+ C
_
tan
8
xdx =
1
7
tan
7
x
1
5
tan
5
x +
1
3
tan
3
x tan x + x + C
_
cot
8
xdx =
1
7
cot
7
x +
1
5
cot
5
x
1
3
cot
3
x + cot x + x + C