Sei sulla pagina 1di 1

Uno su mille ce la fa!

Scritto da MarioEs
giovedì 18 gennaio 2007

Ieri mi trovavo a girovagare sul Blog di Beppe Grillo quando sono stato attratto e poi stupito dai numeri a dir poco stratosferici dei suoi "commenti per post".

Diciamo che deve essere sfigato per averne meno di MILLE.

Avete capito bene: 1.000! Bene, a questo punto dopo uno stupore iniziale mi sono fatto due conti prendendo il post in questione ("Un paese a sovranità limitata
", postato alle 19.36 del 16.01.2007) che aveva ben 1.800 commenti IERI SERA (è come se un piccolo paesino, come ce ne sono tanti in Italia, avesse risposto
in massa; ad ora i commenti sono 2005) e ho proceduto così:

1.800 diviso 24 ore fa 75 commenti al minuto ossia più di un commento al minuto (per la precisione 1,25 commenti al minuto).

Bel risultato innanzittutto!

Però i dubbi sono venuti successivamente in tutta spontaneità:

1) ma chi se li legge tutti questi commenti?

2) chi scrive i commenti si sarà letto qualche altro commento?

3) chi scrive il commento in un Blog dove sono in altri 1.799 a postare commenti allo stesso articolo perchè lo fa e con quali "speranze comunicative"?

4)si dice che un rapporto ottimale professore - alunno sia diciamo 1 a 10?, ma 1 a 1.800 come interazione la vedo duretta...anche se il buon Beppe non è un Prof.

5) a questo punto, o Grillo trascorre tutta la santa giornata a leggersi i commenti o deve delegare la lettura ad una redazione che fa per lui e gli seleziona quelli più
interessanti.

Fonte: www.flickr.com

URBAN CAOS By Andrès

Technorati tags:
blog 2 brain, caos, commenti, grillo, salotto

O forse sul sito di Grillo ci troviamo per caso di fronte ad una "isteria da commento"? E' COME SE parlassero tutti insieme, ma nessuno senta veramente quello
che dice quello che ha postato il commento prima di lui.

A prima vista.

Oppure una comitiva si fa due chiacchiere per una mezz'oretta e poi cede il passo ad un'altra...Più probabile.

C'è chi al 450° commento inizia con "Ciao Beppe...": sinceramente lo invidio per la certezza che di essere letto.

Il mio dubbio è questo. Tutto questo a che PRO?

Dato che non posso pensare che siano diventati tutti improvvisamente pazzi, mi devo dare una spiegazione sensata.

L'unica che mi sono riuscito a dare è questa: su numeri così enormi ad un certo punto quello che conta è il NUMERO STESSO, cioè se su quei 1.800 commenti ci
fosse solo scritto:"Beppe sono d'accordo" oppure "Beppe non sono d'accordo" oppure "Beppe non so...", riducendo il commento ad una sorta di sondaggio
d'opinione sarebbe lo stesso, anzi forse meglio per chi legge perchè poi Grillo potrebbe pure fare delle statistiche e rendercele note.

Perchè è questo che in fin dei conti che un blogger del livello di Grillo vuole: un ampio consenso.

Anzi, il mio consiglio è questo Beppe: invece di mettere i commenti fai un sondaggio della serie: "Siamo un Paese a sovranità limitata?" con il post che poi orienterà
il lettore a fornire le risposte che tu già predisponi.

Se no 'sti 2.000 commenti domani ce li possiamo pure giocare al lotto perchè chi mai se li sarà letti?

Siti come quello di Beppe Grillo a mio avviso, con numeri così alti, potrebbero davvero essere una sorta dibarometro statistico-sociale su tante questioni, ma le
chiacchiere e i commenti (alcuni sono pure lunghi) permettetemi di dire che si fanno in salotto (in Blog + "piccoli"). E già con più di una decina di persone diventa
dura...

Io ci penserei. Alla strada del sondaggio.