Sei sulla pagina 1di 2

LISABETTA da MESSINA

 Riassunto della novella

La storia racconta di Lisabetta, una ragazza che viveva a Messina con i suoi tre
fratelli, erano dei mercanti. Lisabetta, nonostante non fosse ancora sposata,
s’innamora di un impiegato del magazzino che si chiamava Lorenzo, e che ricambia gli
stessi sentimenti della ragazza. Una notte, uno dei fratelli di Lisabetta si accorge
della loro relazione e al mattino decide di raccontarlo agli altri due fratelli, e dopo una
lunga riflessione, decisero di "sistemarlo". I tre fratelli portarono Lorenzo fuori dalla
citta in un luogo solitario e al momento giusto lo uccisero e poi lo seppellirono per non
farlo vedere da nessuno. Quando ritornarono a Messina, i fratelli raccontarono alle
persone che Lorenzo era stato inviato lontano per portare a termine alcuni affari,
cosa che viene creduta dalle persone perché lo facevano spesso. Lisabetta però
vedendo che non tornava Lorenzo, cominciò a domandare a suoi fratelli notizie su di
lui, ma una notte quest’ultimo le appare in un sogno dove diceva a Lisabetta che i suoi
fratelli lo avevano ucciso e le indico il luogo in cui era stato seppellito e infine
scomparve. Il mattino seguente Lisabetta decide di andare al luogo che le aveva
indicato Lorenzo, e trovò il corpo del ragazzo. Lei, sapendo che non poteva dargli una
sepoltura meritevole, gli tagliò la testa dove poi quando ritornò a casa, mise la testa di
Lorenzo dentro un vaso, lo riempì di terra e piantò nel vaso vari rami di basilico. La
novella finisce con alcuni dei vicini di Lisabetta che notano un cambiamento nel
comportamento della ragazza, allora decisero di informare i fratelli che le tolsero il
vaso.

 Analisi del testo


1. I personaggi

- Lisabetta: giovane e bella ragazza.

- Lorenzo: giovane ragazzo, aiutante dei fratelli di Lisabetta;

- I tre fratelli di Lisabetta: uomini perfidi e poco comprensivi.

2. È possibile rintracciare all’interno della novella azioni riconducibili all’etica


mercantile?

Lorenzo era un servitore della famiglia della ragazza, e i fratelli di Lisabetta


uccidono il ragazzo perché non gli piaceva la relazione a causa della differenza
della classe sociale.
3. Rifletti su alcuni particolari della vicenda, come la visione in sogno dell’amato, il
suo corpo sepolto intatto, la pianta di basilico: qual è il loro valore simbolico?

La pianta di basilico nella novella è simbolo di rinascita e di vita

4. Quali categorie sociali sono riconoscibili in questa novella? La loro gerarchia è


rappresentata come rigida o come passibile di mutamenti e mobilità?

In questa novella sono riconoscibili 2 tipi di categorie sociali. La famiglia di


Lorenzo e lui stesso, che fanno parte della categoria più povera, infatti lavorano
per la famiglia della ragazza. Invece si può notare una classe sociale più alta da
parte della famiglia di Lisabetta, per il lavoro del papà, per quello dei figli, per
l’atteggiamento nei confronti del giovane Lorenzo e per il gesto svolto da loro per
mantenere alta la reputazione della famiglia. Da parte della protagonista, viene
rappresentata come mutabile, ma da parte dei fratelli viene rappresentata come
rigida e senza cambimento.

5. Illustra quali sono i temi fondamentali del Decameron di Boccaccio,


soffermandoti su quelli più evidenti nella novella appena letta.

Il Decameron o Decamerone tratta più temi nell'arco delle sue 100 novelle. Quelli
principali sono l'amore, la fortuna e l'intelligenza. Questi temi sono trattati secondo
vari punti di vista e hanno varie interpretazioni e significati. Invece il tema trattato in
Lisabetta da Messina è l'amore, una forza naturale, travolgente e invincibile. Mentre
però altrove presenta questo sentimento gioioso e invincibile, qui lo rappresenta come
passione profonda e sconvolgente, che porta alla tragedia, alla follia e alla morte.