Sei sulla pagina 1di 3

AL SIGNOR PRESIDENTE DEL CONSIGLIO REGIONALE

INTERPELLANZA A RISPOSTA ORALE

L'Aquila, l 04 febbraio 2016

Oggetto : Avviso per il conferimento di incarichi dirigenziali della Giunta Regionale,


approvato con Deliberazione di Giunta regionale 28 luglio 2015, n. 650.
Il sottoscritto consigliere regionale
Premesso che:

con Deliberazione di Giunta regionale 28 luglio 2015, n. 650, a seguito del nuovo assetto
organizzativo dei dipartimenti e servizi a supporto della Giunta, stato approvato un Avviso per
il conferimento di incarichi dirigenziali della Giunta regionale, ai fini della copertura di una
trentina di posizioni dirigenziali rimaste vacanti;

nell'Avviso sono stati fissati come requisiti ai fini della selezione delle domande il possesso:
1. laurea magistrale e ove previsto della iscrizione all'Albo professionale attinente al posto da
ricoprire;
2. particolare e comprovata qualificazione professionale derivanti da attivit in organismi ed
enti pubblici o privati ovvero aziende pubbliche o private con esperienza acquisita per
almeno u quinquennio in funzioni dirigenziali, o che abbiano conseguito una particolare
specializzazione

professionale,

culturale

scientifica

desumibile

dalla

formazione

universitaria e postuniversitaria, da pubblicazioni scientifiche e da esperienze di lavoro


maturate per almeno un quinquennio, anche presso amministrazioni pubbliche ivi comprese
quelle che conferiscono gli incarichi, in posizioni funzionali previste per l'accesso alla
dirigenza, o che provengono dai settori della ricerca, della docenza universitaria, delle
magistrature e dei ruoli degli avvocati e procuratori dello Stato;

nello stesso Avviso si riferisce che le domande saranno selezionate in base alle modalit
previste dal disciplinare approvato con Deliberazione di Giunta regionale 15 maggio 2015, n.
360;

nel Disciplinare per il conferimento degli incarichi di funzione dirigenziale dei Servizi della
Giunta regionale, in attuazione del Piano per la prevenzione della corruzione, approvato con
Deliberazione di Giunta regionale 15 maggio 2015, n. 360, agli artt. 4 e 5, prevede che
l'Amministrazione regionale in caso di conferimento di incarico dirigenziale, in relazione alle
priorit, ai piani e ai programmi definiti dall'organo di vertice politico nei propri atti di indirizzo
ed alla necessit di assicurare l'efficacia, l'efficienza e la continuit dell'azione amministrativa,
tiene conto dei seguenti criteri:

a) natura e caratteristica degli obiettivi da perseguire;


b) complessit della struttura da dirigere;
c) attitudini e capacit professionali rilevate dal curriculum vitae;
d) risultati conseguiti in precedenza nell'amministrazione di appartenenza e relativo giudizio,
ottenuto in esito al processo di valutazione della prestazione;
e) specifiche competenze comprovate da titoli o attestazioni formali;
f) esperienze di direzione maturate, anche all'estero, sia presso il settore privato che presso
altre amministrazioni pubbliche, attinenti l'incarico da conferire;
g) altre esperienze rilevanti;
altres, pubblica l'Avviso di selezione, nel rispetto del principio di trasparenza, nel quale
specifica i requisiti richiesti e le modalit di invio delle domande. L'istruttoria svolta a cura del
Direttore del Dipartimento, il quale provvede ad inviare le domande all'Assessore competente
in materia per l'adempimento dei provvedimenti necessari alla selezione della persona idonea;

a seguito dell'Avviso approvato con Deliberazione di Giunta regionale 28 luglio 2015, n. 650, il
componente la Giunta competente in materia di Bilancio ha provveduto a selezionare la nuova
figura di Dirigente del Servizio Bilancio, rimasta vacante, approvata con successiva
Deliberazione di Giunta regionale 03 novembre 2015, n. 886;

Considerato che:

in questi giorni, da articoli della stampa locale, si appresa la denuncia da parte della
Segreteria regionale della Federazione nazionale dei dirigenti e dei quadri direttivi (DIRER), la
quale contesta l'Avviso pubblicato dalla Direzione Generale per il conferimento di incarichi
dirigenziali della Giunta regionale, sopra richiamato, poich, a dire della stessa, risulterebbe
priva della fissazione sulle modalit di valutazione dei titoli dei candidati e sulle modalit di
confronto fra i curriculum dei richiedenti. Negli stessi articoli, la Segreteria regionale della
DIRER, denuncerebbe, altres, l'eccessiva discrezionalit della Giunta regionale nella scelta dei
curriculum presentati, infatti, sembrerebbero non pubblicate le circa 2000 domande pervenute,
ne le procedure e i criteri con i quali si proceduto ad istruirle, in completa disarmonia con i
principi della trasparenza che dovrebbero connaturare l'azione della Pubblica Amministrazione;

inoltre, la Segreteria regionale della DIRER, negli articoli di stampa, denuncerebbe il modus
operandi adottato dalla Giunta nel riformare i dipartimenti e le dirigenze, in totale
contradditorio, visto che prima la stessa aveva provveduto a ridurre le Direzioni da 10 a 7 e in
seguito, sembrerebbe, che la stessa stia procedendo ad una organizzazione di direzione
opposta, con la previsione di aumento delle caselle dirigenziali e del numero dei dipartimenti,
mentre, a dire della stessa, si potrebbe benissimo procedere ad un ulteriore riduzione e
accorpamento di posti dirigenziali;

per i motivi sopra esposti, la Segreteria regionale della DIRER ha presentato ricorso al TAR nei
confronti dell'Avviso pubblicato dalla Direzione Generale per il conferimento di incarichi
dirigenziali della Giunta regionale;
Interpella il Presidente della Giunta e l'assessore competente

Per conoscere:
1. Il numero delle domande presentate in risposta all'Avviso pubblicato dalla Direzione Generale
per il conferimento di incarichi dirigenziali della Giunta regionale, approvato con Deliberazione
della Giunta regionale 28 luglio 2015, n. 650 e quali siano stati, nello specifico, i criteri e le
modalit adottate dall'Amministrazione per la selezione delle stesse.
2. Se la Giunta regionale non intenda modificare ed integrare le modalit di selezione stabilite nel
Disciplinare per il conferimento degli incarichi dirigenziali dei Servizi della Giunta regionale,
approvato con Deliberazione di Giunta regionale 15 maggio 2015, n. 360, al fine di recepire le
istanze sollevate dalla Segreteria regionale della DIRER.
3. Se risulta vero che questa Giunta regionale, nelle more della riorganizzazione dei dipartimenti e
delle dirigenze di supporto alla stessa, stia perseguendo un aumento del numero delle caselle
dirigenziali e del numero dei dipartimenti.

Il Consigliere regionale M5S


Domenico Pettinari