Sei sulla pagina 1di 20

Project Management

Tecniche Reticolari
Metodologie per risolvere problemi di pianificazione di progetti
Progetto
insieme di attivit`a Ai di durata di, (= 1, ..., n)
insieme di relazioni di precedenza tra attivit`a:
Ai Aj Aj pu`o iniziare solo quando Ai `e terminata
Problema: determinare listante di inizio di ogni attivit`a in modo che la
durata complessiva del progetto sia minima
Problemi facili (Polinomiali) (risorse infinite)
C.P.M.
Critical Path Method (durate delle attivit`a deterministiche)
P.E.R.T. Project Evaluation and Review Technique (durate delle
attivit`a non deterministiche)
Estensioni:
richieste di risorse scarse associate alle varie attivit`a
In generale problemi difficili (NP-completi)

Ricerca Operativa

Project Management

Rappresentazioni Reticolari
Progetto Grafo orientato aciclico (rete o network)
archi = attivit`a
nodi = eventi
attivit`a fittizie =
attivit`a a durata nulla usate per descrivere precedenze
Activity Network
Esempio: A B, A C, C D, B E
B

E
D

E
D

CE
un attivit`a non pu`o essere interrotta
un evento ha durata nulla
nessun attivit`a uscente da un evento X pu`o essere iniziata prima
che siano terminate tutte le attivit`a entranti in X
Convenzioni

B
non ci sono archi multipli

R
-

A
un solo evento inizio e un solo evento fine

Ricerca Operativa

Project Management

Se il grafo `e aciclico) `e possibile numerare i nodi in modo che


se arco (i, j) i < j

k := 0;
while k < n do
k := k + 1;
scegli un vertice v in cui non entra alcun arco;
assegna a v il numero k;
elimina tutti gli archi uscenti da v
end while


2
R


1
R

3
R

-N
*

Esiste una rappresentazione con attivit`a sui nodi


Precedence Network
Le due rappresentazioni sono equivalenti

Ricerca Operativa

Project Management

Definizione del Network


Per ogni attivit`a bisogna stabilire:
quali attivit`a devono precederla
quali attivit`a devono seguirla
Attenzione ! Non introdurre precedenze indesiderate
C

*
-

Ej

N

-

Si vuole introdurre
HE eHF

H
C

 6

*
-

Ej

NO ! cos` si ha H C !!!!!

N

-

H

?

N


6
-


3

F
-

Ricerca Operativa

Project Management

Esempio 1
D
A B, A C,
B D, B E
C D, C E, C F
D G, E G, F G

E
A

w?

Esempio 2
A B, A C,
B D, B F
C F, F G, C E

B
I

..
..
..
.

^


..
.
.
.
..

^


Ricerca Operativa

Project Management

Critical Path Method


Durata del progetto= lunghezza del cammino pi`u lungo dal vertice
inizio al vertice fine
Longest Path Problem (LPP): NP-hard per grafi generici
polinomiale se il grafo `e aciclico
Per ogni evento h si determina
T M INh istante minimo in cui levento h pu`o accadere
T M AXh istante massimo in cui levento h pu`o accadere (per avere
durata minima del progetto
5,5
2

5
0,0

1
C

R


6,6

2
R

3
3,4

Diagramma
di Gantt

E
B

D
-

Ricerca Operativa

Project Management

Calcolo di TMIN e TMAX


for j := 1 to n do T M INj := 0;
LIST := { inizio };
while LIST 6= do
estrai i da LIST ;
for each j : i j do
T M INj := max(T M INj , T M INi + dij );
rimuovi la precedenza i j;
if / h : h j then LIST := LIST {j}
end for
end while
for j := 1 to n do T M AXj := +;
LIST := { fine }; T M AXfine := T M INfine ;
while LIST 6= do
estrai j da LIST ;
for each i : i j do
T M AXi := min(T M AXi, T M AXj dij );
rimuovi la precedenza i j;
if / : i then LIST := LIST {i}
end for
end while

Activity Times
i

dij

T M AXj
T M INi
Early Start Time ESij = T M INi
Late Start Time LSij = T M AXj dij
Ricerca Operativa

Project Management

T M INh := max{T M INi + dih , i h}


T M AXh := min{T M AXj dhj , h j}
1,3


0,0

5,5
2

1
2
R

3
2,2

U
-

6
6,6

4,5

Evento critico (non ritardabile)


h : T M INh = T M AXh
Attivit`a critica
T M INi = T M AXi,
T M INj = T M AXj ,
(i j) : T M INi = T M AXj dij

(ESij = LSij )

Cammio critico: cammino di attivit`a critiche


Slittamento (Slackness) di un attivit`a
Sij = LSij ESij = T M AXj dij T M INi

Ricerca Operativa

Project Management

Esempio 3


5


R


3
0
3
3
3
3
3
3
3
3
3

4
0
5
5
5
5
5
5
5
5
5

T M INh
5 6 7
0 0 0
0 0 0
11 0 0
11 10 0
11 10 11
11 10 11
11 10 11
11 10 11
11 10 11
11 10 11

R


6
3

4
R

2
0
6
6
6
6
6
6
6
6
6

1
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0

6
1

6- 7

10

5
2

R
-

8 9 10 LIST
0 0 0
1
0 0 0 2 ,3,4
11 0 0 3 ,4,5
11 0 0 4 ,5
11 0 0 5 ,6,7
14 0 0 6 ,7
15 0 0 7 ,8
15 13 0 8 ,9
9
15 13 21
15 13 21

Il nodo fine non viene inserito nella lista !

Ricerca Operativa

Project Management

10

Esempio 3 (continua)


5


R


6
3

4
R

R


6- 7

5
2

T M AXh
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 LIST
Il nodo inizio non viene nserito nella lista !

Ricerca Operativa

Project Management

Esempio
Eventi
T M INh
T M AXh

3
1
0
0

11

(continua)
2 3 4 5 6 7 8 9 10
6 3 5 11 10 11 15 13 21
7 3 6 12 10 14 15 16 21

Attivit`a ES LS S
(1,2)
0
1 1
0
0 0
(1,3)
0
1 1
(1,4)
(2,5)
6
7 1
6 10 4
(2,8)
(3,6)
3
3 0
5
6 1
(4,6)
(4,7)
5
8 3
11 12 1
(5,8)
(6,8)
10 10 0
10 13 3
(6,9)
(7,9)
11 14 3
15 15 0
(8,10)
(9,10)
13 16 3

Ricerca Operativa

Project Management

12

Esempio 4
Realizzazione di un nuovo prodotto (Z)
Z si ottiene assemblando il prodotto X con il prodotto Y, realizzati
in due differenti reparti
Prima dellinizio produzione devono essere acquistate le materie
prime e deve essere addestrato il personale addetto
Laddestramento `e diverso per le linee di produzione dei prodotti X
ed Y
Prima dellassemblaggio i prodotti Y sono ispezionati
I prodotti Z sono collaudati e successivamente stoccati in aree
preventivamente predisposte
La predisposizione delle aree per lo stoccaggio non pu`o iniziare prima
dellinizio della produzione dei prodotti di tipo Z
Elenco delle attivit`a
Attivit`
a
Durata (dij )
A) acquisto materie prime
9
B) addestramento reparto X
10
C) addestramento reparto Y
5
D) realizzazione prodotto X
8
E) realizzazione prodotto Y
7
F) ispezione prodotto Y
4
G) assemblaggio
6
H) collaudo prodotto Z
5
I) predisposizione stocccaggio
8
L) stoccaggio
2

Ricerca Operativa

Project Management

A)
B)
C)
D)
E)
F)
G)
H)
I)
L)

13

Attivit`
a
Precedenti
acquisto materie prime

addestramento linea X

addestramento linea Y

produzione prodotto X
A,B
produzione prodotto Y
A,C
ispezione prodotto Y
E
assemblaggio
D,F
collaudo prodotto Z
G
predisposizione stocccaggio
D,F
stoccaggio
H,I

B,10
1

3


0,0 1

F,4

2
?

E,7

10,12
B,10

G,6

7
H,5

A,9 C,5

D,8

3


I,8

L,2

26,26
G,6

7
H,5

A,9 -

2 9,9

F,4

I,8

31,31
C,5

L,2

20,20
D,8

9,9

E,7

33,33

5
16,16
Ricerca Operativa

Project Management

14

Esempio 5
Si consideri il seguente progetto, suddiviso in 8 attivit`a:
Attivit`
a Durata (dij ) Precedenze
A
10
A {C,E,F}
B
5
B {D,E,F}
C
6
CG
D
7
DH
E
5
EG
F
8

G
1

H
5

Si descriva il progetto mediante una rete CPM, limitando al massimo


lintroduzione di attivit`a fittizie, e si determini:
a) la durata minima complessiva del progetto;
b) il cammino critico della rete;
c) lo slittamento massimo associato a ciascuna atttivit`a.
La rete rappresentativa del progetto ed una numerazione ammissible
degli eventi `e riportata nella seguente figura
A,10 C,6
1
2
3 5
G,1

E,5
F,8

B,5

R


D,7

H,5
-

Ricerca Operativa

Project Management

15

Il risultato dellapplicazione dellalgoritmo CPM alla rete `e illustrato nella


figura seguente, in cui nei rettangoli riportati a fianco di ciascun evento
sono indicati i relativi valori di T M INi e di T M AXi .
0,0
10,10
A,10 1
2

C,6

16,17
3 5

E,5
F,8

B,5

3
5,6

G,1
R


10,10
D,7

7 18,18

H,5
-

6
12,13

La durata complessiva del progetto `e 18 unit`a di tempo. Gli archi critici


sono indicati con tratto ingrossato.
Nella seguente tabella sono infine riportati, per ciascuna attivit`a i relativi valori degli activity times, Early Start Time, Late Start Time e
Slittamento:
Attivit`
a i j ESTij LSTij Sij
A
1 2
0
0
0
B
1 3
0
1
1
C
2 5
10
11
1
D
3 6
5
6
1
E
4 5
10
12
2
F
5 6
10
10
0
G
6 7
16
17
1
H
7 8
12
13
1
Ricerca Operativa

Project Management

16

Modello Matematico CPM


ti = istante in cui si verifica levento i

min tn
tj ti dij i, j : i j
ti 0, i = 1, . . . , n

Programmazione Lineare Continua

Ricerca Operativa

Project Management

17

C.P.M. Tempi-Costi
In alcuni casi le durate delle attivit`a si possono accorciare utilizzando
maggiori risorse maggiori costi

costi

cN
-

durate

dN
dA
cN
dA

=
=
=
=

durata Normale
durata Accelerata
costo Normale
costo Accelerato

d
d
Costo unitario di accelerazione attivit`a (ij)
N
cA
ij cij
cij = N
dij dA
ij

yij = riduzione della durata attivit`a (i, j)


Costo attivit`a (i, j) ridotta di yij unit`a: cN
ij + cij yij
T = Termine fine progetto desiderata
min

ij

tn
tj ti
yij
ti
yjj

cij yij

T
dN
ij yij
A
dN
ij dij ,
0,
0,

i, j : i j
i, j : i j
i = 1, . . . , n
i, j

Ricerca Operativa

Project Management

18

P.E.R.T.
Durate attivit`a non deterministiche
Si utilizza la funzione Beta per descrivere le durate
a = stima ottimistica
b = stima pessimistica
b = stima pi`u verossimile
si pone: = (a + 4m + b)/6;

2 = (b a)2/36

m=

b
Ricerca Operativa

Project Management

19

Si applica la tecnica CPM con durata attivit`a Ai = valore medio


(di = i)
nellipotesi (restrittiva) che le durate delle attivit`a siano indipendenti
vale il teorema del limite centrale
La lunghezza di un cammino C `e una variabile stocastica
Normale N (, ) con
X
i
=
Ai C

Ai C

Nellipotesi che la durata del progetto coincida con quella del cammino critico la probabilit`a che il progetto sia completato entro un
tempo T `e Pr(N (, ) T )
Attenzione ! possono esserci cammini non critici con grande varianza per
cui la probabilit`a di terminare oltre T `e maggiore di quella del cammino
critico

Ricerca Operativa

Project Management

20

A
B
R

Attivit`a
A
B
C
D
E
F
G
H

a m b

1 2 3 2 1/9
2 3 4 3 1/9
1 2 3 2 1/9
2 4 6 4 4/9
1 4 7 4
1
1 2 9 3 16/9
3 4 11 5 16/9
1 2 3 2 1/9

R


Attivit`a ES LS
A
0
0
B
0
1
2
2
C
D
3
4
4
4
E
F
4 10
8
8
G
H
13 13

Probabilit`a di finire in 16 settimane:

Pr (N (15, 28/9) 16) = Pr


N (0, 1)

16 15

28/9

Pr(N (0, 1) 0.567) = 0.716

Ricerca Operativa