Sei sulla pagina 1di 8

ISIPMBaseSet11, Gruppo A

Modulo domande - Gruppo A

Nome e
Cognome:

Email

Codice utente

Firma

Informazioni terze parti


Se ha frequentato un corso di preparazione all'esame si prega di compilare il riquadro seguente

Azienda / Ente che


ha erogato il corso:

Luogo e durata del


corso

Nominativi dei
docenti

Istruzioni per la compilazione del Modulo risposte


Il modulo delle risposte verrà acquisito automaticamente mediante scansione. Si prega di non piegare,
macchiare o scarabocchiare per non creare problemi durante la scansione.

Usare una penna nera o blue per scegliere la risposta mediante una X.

Per cambiare risposta annullare la scelta selezionata riempiendo completamente la casella che verrà
così trattata come se fosse vuota

Le caselle corrette non possono essere selezionate di nuovo. Non scrivere fuori delle caselle

ISIPMBaseSet11, Gruppo A | Pagina 1 / 8


ISIPMBaseSet11, Gruppo A

1) Per gestione delle informazioni NON si intende


a) Preparare i risultati nel formato richiesto
b) Indicare le modalità con cui le informazioni devono essere cancellate/rimosse
c) Raccogliere tutti i dati relativi ai consuntivi ed alle prestazioni
d) Rendere disponibili in modo tempestivo agli stakeholder di progetto le informazioni stabilite

2) L'assicurazione qualità fa parte:


a) Dei processi di controllo
b) Dei processi di pianificazione
c) Dei processi di chiusura
d) Dei processi di esecuzione

3) Il momento in cui il project manager deve compiere l’analisi di contesto è:


a) Allorché ciò venga richiesto ed esplicitato nel kick-off meeting con lo sponsor.
b) All'inizio dei processi di avvio, e in ogni altro caso lo ritenga necessario.
c) Prima di iniziare la pianificazione del progetto
d) prima della redazione del project charter, e dopo l’analisi del contesto esterno.

4) Le performance economiche del progetto, in corso d'opera, vanno definite in base a:


a) I costi stimati per singola Attività
b) La Baseline dei costi
c) I costi definiti nel piano finanziario (Cash Flow)
d) Tutte le risposte sono corrette

5) Con Programma si intende:


a) Un gruppo di progetti e altre operazioni correlate, che concorrono al raggiungimento di un
obiettivo
b) Un insieme di attività altamente collegate tra di loro per raggiungere un beneficio comune
c) Progetti e portfoli di progetti che concorrono al raggiungimento di un obiettivo
d) Un gruppo di progetti indipendenti tra loro gestiti dalla stessa organizzazione

6) Il livellamento a "tempi limitati":


a) Determina necessariamente un ritardo sulla data di fiine progetto
b) Non determina mai un ritardo sulla data di fine progetto
c) Non determina lo spostamento temporale di attività aventi Total Float maggiore di 0
d) Determina un ritardo di progetto ma solo se vi sono risorse in sovraccarico

7) La revisione di una Baseline rende necessaria la approvazione di quali stakeholder di progetto?


a) Tutti gli Stakeholder
b) Il committente
c) Lo Sponsor
d) Il Project Manager

8) Con deliverable si intende:


a) Un beneficio relativo al prodotto/servizio del progetto.
b) Risposte A e C insieme.
c) Un prodotto, servizio, risultato (anche parziale) previsto nel piano di progetto.
d) Sempre un Work Package.

9) Quale delle seguenti affermazioni è da ritenersi corretta?


a) Un programma può scomporsi in sottoprogetti, fasi e sottofasi
b) Un progetto può scomporsi in sottoprogrammi e sottofasi
c) Un progetto può scomporsi in sottoprogetti, fasi e sottofasi
d) Un sottoprogetto è la scomposizione di attività e programmi

10) In accordo allo standard ISIPM, quale tra le seguenti NON è una tecnica di problem solving:
a) Metodo del Net Present Value
b) Metodo cartesiano
c) Analisi costi/benefici
d) Diagramma ""a lisca di pesce""

ISIPMBaseSet11, Gruppo A | Pagina 2 / 8


ISIPMBaseSet11, Gruppo A

11) A quale domanda la Matrice delle responsabilità fornisce risposta chiara ed esaustiva?
a) Chi fa, come e con che cosa?
b) Chi fa e con quali risorse?
c) Chi fa Cosa?
d) Chi fa con quali costi?

12) Rispetto ai seguenti valori di CPI e SPI, quale coppia indica il progetto con le migliori performace
economiche?
a) CPI=1 SPI=1
b) CPI=0,8 SPI=1,4
c) CPI=0,8 SPI=0,7
d) CPI=1 SPI=1,2

13) Con il “Metodo del percorso critico” si ottiene :


a) Il calcolo probabilistico dei “float” (tempi di slittamento delle attività)
b) La stima probabilistica della durata del progetto
c) L'individuazione delle attività non critiche
d) La stima deterministica della durata del progetto

14) La qualità di progetto percepita dagli stakeholder viene misurata attraverso


a) Lettere di encomio per il project manager
b) Indagini di Customer Satisfation
c) Report di completamento lavoro
d) Meeting di chiusura progetto

15) Che differenza c`è fra conflitto e crisi?


a) Il conflitto è una lite latente, la crisi una lite manifesta.
b) Conflitto: disaccordo, aumento della tensione, quando uno ritiene che i suoi interessi siano
ostacolati dagli interessi dell’altro; crisi: conflitto che si blocca, si paralizza, non ha più vie
d’uscita.
c) Il conflitto è la preparazione di una crisi, che ne fa esplodere le energie potenziali.
d) Il conflitto è una crisi meno grave. La crisi è la causa dei conflitti.

16) La stima analitica dei costi di progetto è:


a) Un'analisi delle offerte dei fornitori
b) Una valutazione quantitativa dei costi di tipo bottom-up
c) Una valutazione parametrica dei costi
d) Una metodologia di stima dei costi di tipo top-down

17) L'assicurazione qualità coinvolge:


a) I prodotti
b) I processi
c) I rischi
d) Gli stakeholder

18) Il piano di gestione del progetto (Piano di Progetto) può definirsi come:
a) Il piano generale che integra tutti i sotto-piani del progetto
b) Un piano che descrive le regole e le procedure da seguire per la gestione del programma
c) Un piano di alto livello del progetto
d) Il documento che costituisce di norma l'allegato tecnico al Project Charter

19) Oltre al controllo del personale, quali sono le altre caratteristiche di una struttura organizzativa?
a) Interscambiabilità di ruoli, struttura matriciale, efficacia ed efficienza
b) sviluppo di conoscenze, flessibilità e knowledge management
c) sviluppo di conoscenze, flessibilità, efficacia ed efficienza dei processi
d) anticipo dei tempi di produzione, risparmio sui costi, comodità logistica

ISIPMBaseSet11, Gruppo A | Pagina 3 / 8


ISIPMBaseSet11, Gruppo A

20) Con "forming" si intende:


a) La fase di formazione e conoscenza del gruppo di lavoro
b) Una forma di scheduling dei piani-tipo di lavoro
c) La fase di strutturazione del team di progetto
d) Una fase della formazione professionale del team

21) La definizione più appropriata di budget di progetto è:


a) La stima dei costi di progetto suddivisa per Work Package
b) Il risultato del processo di “budgeting & control” dell’ufficio o funzione costi e reporting del
progetto
c) La ripartizione temporale dei costi di progetto
d) La stima dei costi di progetto per voce di costo

22) Allorché un project manager americano citò l’acronimo EV, intendeva:


a) Il valore del lavoro effettivamente eseguito alla data di avanzamento.
b) Nessuno dei concetti qui presenti.
c) I costi a consuntivo.
d) Il budget dei costi a finire.

23) Durante la pianificazione della comunicazione è necessario definire:


a) Perché, cosa, dove e quando comunicare
b) A chi, dove e quando comunicare
c) Che cosa, come e dove comunicare
d) Chi comunica, a chi comunicare, cosa comunicare, quando comunicare, perché comunicare,
come comunicare, dove comunicare

24) Fra i principali criteri di successo del progetto assegnati al project manager non è compreso:
a) La soddisfazione degli stakehoder
b) Il rispetto degli Obiettivi concordati
c) Il successo finanziario a vita intera del progetto
d) Il rispetto delle scadenze temporali

25) Nelle conoscenze comportamentali, nell'ambito della negoziazione, la cooperazione si ha quando


gli obiettivi della controparte sono:
a) diversi ed impliciti
b) legati al concetto di supremazia
c) diversi, ma esistono vie di accordo
d) simili ed espliciti

26) Nel project management con "avvio” si definisce:


a) la fase iniziale del progetto
b) Un gruppo di processi che si usano nel progetto
c) l'attività di schedulazione delle milestone
d) l'analisi della fattibilità del progetto

27) Il tailoring dei processi di project management:


a) E' dettato dallo sponsor
b) E' responsabilità del project manager
c) Può essere imposto dagli stakeholder di alto potere e alto interesse
d) Le altre risposte presenti sono errate

28) Il documento con cui si individuano le parti costituenti un nuovo prodotto che deve essere
realizzato è:
a) WBS
b) PPS
c) PBS
d) ABS

ISIPMBaseSet11, Gruppo A | Pagina 4 / 8


ISIPMBaseSet11, Gruppo A

29) La ______________ NON è una caratteristica di un progetto. Riempire lo spazio bianco con una
delle seguenti alternative.
a) Unicità
b) Elaborazione progressiva
c) Ripetibilità
d) Temporaneità

30) Mi trovo in una fase avanzata di progetto ed ho bisogno di approvvigionarmi di un bene i cui
requisiti sono ben definiti. Vorrei preoccuparmi il meno possibile di quanto accadrà per realizzarlo.
Mi affido ad un contratto:
a) Time & Material
b) Fixed Price
c) Costi e Spese
d) Costi e Spese + Incentivo

31) Il project charter contiene diversi elementi TRANNE:


a) I deliverable previsti
b) Il Project Manager assegnato
c) I rischi di progetto e delle sue fasi
d) I criteri di successo del progetto

32) Nel project management la gestione della contrattualistica in generale si riferisce:


a) Alla redazione dei contratti
b) Al processo di approvvigionamento solo dei beni e servizi ad alto rischio
c) Alle attività di supporto dell’ufficio legale al project manager
d) Al processo di approvvigionamento di tutti i beni e servizi necessari al progetto

33) _________________ è uno dei criteri che rende di successo la gestione di un progetto (riempire
lo spazio bianco con la migliore tra le alternative)
a) L'uso efficace ed efficiente delle risorse assegnate
b) La chiara distinzione dei ruoli all'interno del team di progetto
c) La corretta definizione di una strategia di comunicazione
d) La verifica dei requisiti di qualità attraverso i controlli

34) Cosa indica l'acronimo AON?


a) Un grafico reticolare schedulabile solo con un algoritmo CPM
b) Ottimizzazione normalizzata delle attività
c) un insieme di nodi e archi in cui le attività di progetto sono rappresentate tramite frecce
orientate
d) Un grafico reticolare in cui le attività sono rappresentate sui nodi

35) I processi di project management previsti dalla norma UNI ISO 21500:
a) possono essere applicati in modo ripetitivo sull'intero progetto o su una singola fase
b) possono essere applicati in modo ripetitivo solo su una singola fase
c) possono essere applicati in modo ripetitivo solo sull'ultima fase o chiusura di un progetto.
d) possono essere applicati in modo ripetitivo solo sulla prima fase o avvio di progetto.

36) In un'organizzazione di tipo ____________ il project manager ha un alto grado di autorità e


indipendenza
a) Gerarchica
b) Funzionale
c) A matrice bilanciata
d) A progetti

ISIPMBaseSet11, Gruppo A | Pagina 5 / 8


ISIPMBaseSet11, Gruppo A

37) In un istogramma di carico risorse cosa indica un "sovraccarico" della risorsa R1 nel periodo T1?
(scegliere risposta migliore)
a) L'utilizzo della stessa risorsa R1 su due differenti attività che nel Gantt sono sovrapposte nel
periodo T1.
b) L'obbligo di una ottimizzazione dei carichi attraverso un livellamento limitato nelle risorse
c) Che la quantità richiesta dal progetto per la risorsa R1 supera, nel periodo T1, quella
disponibile.
d) Lo straordinario richiesto ad una risorsa umana R1 nel periodo T1

38) Quale tra i seguenti è un output dei processi di pianificazione che risponde alla domanda "come
fare"
a) Diagramma di GANTT
b) Cammino critico
c) Reticolo logico
d) Stima risorse necessarie

39) Nelle conoscenze comportamentali, con “attenuazione” si intende:


a) Un modo di evitare i punti di divergenza e sottolineare i punti di convergenza, nella risoluzione
dei conflitti.
b) La rinuncia alle proprie posizioni, risolvendo in tal modo il conflitto.
c) Un modo per cercare compromessi fra posizioni di conflitto, sottolineando i benefici per il
progetto.
d) Un comportamento del project manager, tendente ad attenuare il conflitto con le proprie
decisioni.

40) L'intelligenza emotiva è una caratteristica e conoscenza comportamentale del project manager
che consente di:
a) Considerare aspetti della persona complementari a quelli del lavoro (cultura, famiglia e altri)
b) Utilizzare tecniche di compromesso e di attenuazione i conflitti con i membri del team
c) Gestire con responsabilità sociale il progetto
d) Tener conto degli aspetti relazionali con le persone, e non solo di quelli professionali e tecnici

41) Un progetto può essere chiuso prima del previsto:


a) Nel caso il PM lo ritenesse corretto
b) nel caso in cui i clienti non richiedano più i deliverable già prodotti
c) Qualora viene richiesta una variazione dell'ambito tale da mettere in discussione la
motivazione stessa per la quale è nato il progetto o cambia radicalmente la natura iniziale del
prodotto del progetto
d) Quando i costi ed i tempi superano il livello di pericolo.

42) Le attività di integrazione, eseguite dal Responsabile di Progetto, NON comprendono le attività
necessarie:
a) per eseguire il piano;
b) per apportare modifiche al piano.
c) per sviluppare un piano di progetto
d) per cancellare un piano di progetto

43) Nel corso di un progetto di sviluppo software molto difficile, il PM sostituì un programmatore con
un altro più esperto. Con tale azione si volle in pratica:
a) Trasferire il rischio
b) Eliminare il rischio
c) Pianificare la risposta al rischio
d) Mitigare il rischio

44) Tutti i seguenti sono aspetti coinvolti nella attività svolte nei processi di controllo di un progetto,
tranne uno. Individuatelo.
a) Contrattuali
b) Legali
c) Economici
d) Gestionali di un programma

ISIPMBaseSet11, Gruppo A | Pagina 6 / 8


ISIPMBaseSet11, Gruppo A

45) Con CV (Cost Variance) si indica:


a) EV - PV
b) EV / AC
c) EV - AC
d) Nessuna delle risposte elencate è corretta.

46) Scegliere tra le seguenti quelle caratteristiche che NON rimandano al concetto di leadership.
a) La capacità di influenzare e convincere le persone, allo scopo di indurre il consenso a
conseguire determinati obiettivi.
b) Avere specifiche abilità di carattere personale, relazionale, pensiero strategico, creativo e
sistemico.
c) Essere in grado di guidare un gruppo di persone grazie all’autorità e autorevolezza.
d) Rifiutarsi di sostituirsi ai membri del team di progetto per apparire un pari tra i pari, perché il
governo del progetto deve attuarsi sempre facendo ricorso alla delega

47) Identificare i rischi di un progetto significa:


a) Individuare e descrivere i rischi valutandone il danno e la probabilità di accadimento
b) Individuare e descrivere i rischi valutandone il danno potenziale
c) Individuare e descrivere i rischi pianificando le azioni di risposta
d) Individuare e descrivere i rischi

48) Cosa è necessario associare ad ogni Work Package (WP) ?


a) Gli output di fine fase associati
b) Gli Stakeholder di riferimento
c) L'organizzazione del progetto
d) Un output misurabile e controllabile

49) Chi autorizza il progetto e risolve problemi e conflitti che vanno oltre l'autorità del project
manager?
a) Sponsor di progetto
b) Direzione progetti
c) Committente del progetto
d) Lo steering board (comitato di guida) del progetto

50) La struttura organizzativa di un progetto viene rappresentata attraverso


a) OMR (Organization Matrix Responsability)
b) OBS (Organization Breakdown Structure)
c) WBS (Work Breakdown Structure)
d) POS (Project Organization Structure)

51) Nella gestione di un progetto, l'integrazione comprende i processi necessari per


______________?
a) identificare e definire il lavoro e i deliverable, e tutto e solo il lavoro e i deliverable richiesti.
b) eseguire la programmazione delle attività di progetto e monitorare l’avanzamento al fine di
controllare lo stesso programma temporale.
c) individuare, definire, combinare, unificare, coordinare, controllare e chiudere le diverse attività
e processi relativi al progetto.
d) identificare e relazionarsi con lo sponsor, i clienti e tutte le parti interessate del progetto

52) Quale è la definizione più corretta di orientamento al risultato?


a) L'attitudine, generalmente positiva, di operare nelle modalità ritenute più idonee per il
raggiungimento di un obiettivo prefissato
b) L'abitudine ad operare con maggiore efficacia da soli che in gruppo
c) La capacità di realizzare i propri obiettivi in qualunque condizione
d) L'attitudine al calcolo logico-matematico

53) Nel project management con “Actual Cost” (AC) si definisce:


a) L’attuale stima del costo totale a finire del progetto
b) Il costo totale effettivamente sostenuto alla data di rilevazione dell’avanzamento
c) Il costo totale previsto nella baseline alla data di avanzamento
d) I due punti fondamentali di controllo avanzamento della curva Earned Value

ISIPMBaseSet11, Gruppo A | Pagina 7 / 8


ISIPMBaseSet11, Gruppo A

54) Il Program Management Office è un ufficio con il compito di?


a) Supportare il Program Manager nelle attività di programma e definire metodi, procedure e
standard che devono essere adottati da tutti i programmi e progetti che ne fanno parte
b) Supportare l'attività dei project manager e dei program manager dell'azienda nel
raggiungimento degli obiettivi assegnati
c) essere l'ufficio del Program Manager
d) supportare lo steering committe nelle decisioni aziendali

55) Nel corso di formazione di fine progetto, dedicato alla manutenzione e installazione, il formatore si
trovo in difficoltà, a causa della incompletezza del manuale utente. Scegliere la motivazione più
probabile.
a) L'inesperienza dell’organizzazione nelle attività formative
b) Un processo di gestione della configurazione non idoneo e poco efficace
c) Una scarsa attenzione degli utenti a seguire le sessioni di addestramento
d) Una scarsa definizione del documento di specifiche dei requisiti

56) Con mandato di progetto si intende il documento:


a) sottoscritto dallo sponsor/committente che innesta il processo di Avvio
b) in cui si definiscono le responsabilità e i ruoli dei componenti dell'intero team di progetto
c) realizzato al termine del processo di pianificazione del progetto
d) con cui si convoca il "kick off" meeting

57) Nel metodo CPM si individua con il termine “Cammino Critico”:


a) La sequenza delle attività che determina la durata del progetto
b) La somma delle durate deterministiche delle attività di progetto
c) La lista delle attività “critiche”, vale a dire con più rischi
d) La sequenza delle attività che determina il costo maggiore del progetto

58) Il piano di gestione della comunicazione comprende:


a) Le regole di negoziazione, comportamento e "team working"
b) Lo sponsor, il project manager, il project team e tutte le altre funzioni aziendali interessate al
progetto
c) Lo sponsor, il project team, i clienti, le altre funzioni aziendali interessate al progetto
d) Tutte le parti interessate al progetto

59) Sponsor di un progetto è (scegliere la risposta migliore):


a) La persona che si assume l'impegno globale del progetto
b) Il Committente
c) Il comitato di direzione dell'azienda
d) L'utente finale dei prodotti/servizi rilasciati dal progetto

60) A chi viene assegnato il compito principale di integrare le componenti variabili di un progetto?
a) Al Project Manager
b) Al Team di progetto
c) Al Manager funzionale da cui dipende il Project Manager
d) Allo Sponsor di Progetto

ISIPMBaseSet11, Gruppo A | Pagina 8 / 8

Potrebbero piacerti anche