Sei sulla pagina 1di 14

Analisidisicurezzadiunastrutturainacciaio

q
g

Dati:
L= 6m
g:N(9.5,1)kN/m
q:N(3.6,1.4)kN/m
2
fy:N(280,22.4)N/mm
(
) /

La trave costituita da un profilato IPE 270.


La rottura
rott ra della struttura
str tt ra si verifica
erifica quando
q ando il momento
sollecitante in mezzeria supera il momento resistente.
D.L. Allaix

Politecnico di Torino - Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica


Corso di Tecnica delle Costruzioni

Caratteristiche geometriche del profilato IPE

D.L. Allaix

Politecnico di Torino - Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica


Corso di Tecnica delle Costruzioni

Verifica con il metodo di livello 3


Verificaconilmetododilivello3
La probabilit di rottura definita nel seguente modo:
Pr = P[g ( X1, X 2 ,,...,, X n ) 0] =

X ( x1, x2 ,,...,, xn )dx1dx2 ...dxn

Di

dominio nel quale g(x) 0

dove:
X1 il carico permanente g;
X2 il carico variabile q;
q
X3 la tensione di snervamento fy
D.L. Allaix

Politecnico di Torino - Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica


Corso di Tecnica delle Costruzioni

Funzionedistatolimite
Assumendo un comportamento elasticoperfettamente
plastico
l i per lacciaio,
l i i la
l funzione
f i
di stato limite
li i la
l seguente:

g ( g , q, f y ) = M R M S = W pl f y

(
g + q )L2

dove il modulo
d
d l plastico
l i della
d ll sezione
i
Wpl parii a 484000 mm3.
Si definisce la variabile aleatoria Z = MRMS :

Z N Z ( Z ; Z )
dove: Z = M R M S = 76.6 kNm
2
2
Z = M
+

M S = 13.3 kNm
R
D.L. Allaix

Politecnico di Torino - Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica


Corso di Tecnica delle Costruzioni

La probabilit Pr viene calcolata nel seguente modo:

Pr = P(M R M S ) = P(Z 0) =
Z Z Z
= P

Z
Z

Z
=

= ( 5.7 ) = 4.67 109

Verifica di sicurezza:

Pr = 4.67 109 < Pr , target = 7.2 105

D.L. Allaix

Politecnico di Torino - Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica


Corso di Tecnica delle Costruzioni

Verifica con i metodi di livello 2


Verificaconimetodidilivello2
1)MetodoMVFOSM
Lindice di affidabilit definito come il rapporto tra valore
medio e deviazione standard della funzione di stato limite.

Z
=
Z

Z = g( X1, X 2 ,..., X n )

Nel caso in esame, la funzione di stato limite scritta come


segue:

g ( g , q, f y ) = W pl f y

D.L. Allaix

(
g + q )L2

Politecnico di Torino - Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica


Corso di Tecnica delle Costruzioni

Mediante uno sviluppo in serie di Taylor troncato ai termini


del primo ordine possibile ottenere delle approssimazioni di
Z e Z:
Z g( g , q , f y ) = W pl f y
g

X
i
i =1
n

g
=
g

(
g + q )L2

= 76.6 kNm
8

Var ( X ) =
i

2 + g
g q

2 g
q +
f y

2
f y = 13.3 kNm

Il valore dellindice di affidabilit p


pari a: =
D.L. Allaix

Z
= 5 .7
Z

Politecnico di Torino - Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica


Corso di Tecnica delle Costruzioni

2)MetodoAFOSM
)
Si introduce la variabile aleatoria qtot=g+q, in modo da ottenere
una rappresentazione grafica del problema.
problema
La soluzione del problema di sicurezza mediante il metodo
AFOSM comprende quattro passi:
1) Si scrive lespressione della funzione di stato limite g(qtot, fy):
qtot L2
g ( qtot , f y ) = W pl f y
8
g ( qtot , f y ) = 0

D.L. Allaix

Politecnico di Torino - Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica


Corso di Tecnica delle Costruzioni

2) Si trasformano le variabili (aleatorie) qtot ed fy in variabili


aleatorie indipendenti a distribuzione normale standard qtot
ed fy:
f
q 'tot =

qtot qtot

f y '=

q tot

fy

fy

3) SSi riscrive
sc e laa funzione
u o e d
di stato limite
te in funzione
u o e de
dellee
variabili qtot ed fy :

)(

g ( q 'tot , f y ' ) = W pl f y + f y ' f y qtot + q 'tot qtot

L2
8

g ( q 'tot , f y ' ) = 0
10.84 Es '7.76q 'tot +76.57 = 0

D.L. Allaix

Politecnico di Torino - Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica


Corso di Tecnica delle Costruzioni

4) Si calcola la distanza della funzione di stato limite g(qtot, fy)=0


dallorigine dello spazio (qtot, fy)
Per definizione,
definizione llindice
indice di affidabilit HL il valore di questa
distanza. In altri termini, HL pari alla distanza del punto
(qtot *,, fy*)) dallorigine.
(q
g

( q 'tot *, f y '*)

D.L. Allaix

Politecnico di Torino - Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica


Corso di Tecnica delle Costruzioni

10

0.72 f y '+ q 'tot = 0

10.84 f y '7.76q 'tot +76.57 = 0

q 'tot * = 3.34
f y '* = 4.67

HL = 5.7

Con entrambi i metodi MVFOSM e AFOSM,


AFOSM la verifica di
sicurezza soddisfatta:

= 5.7 > target = 3.8


D.L. Allaix

Politecnico di Torino - Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica


Corso di Tecnica delle Costruzioni

11

Verifica con il metodo semiprobabilistico


Verificaconilmetodosemi
probabilistico
La sicurezza strutturale viene verificata utilizzando le
indicazioni delle normative.
M Sd M Rd
Bisogna
i
verifica
ifi che:
h

Valore del momento sollecitante in mezzeria


sulla base della combinazione delle azioni
per situazioni persistenti e transitorie

D.L. Allaix

Politecnico di Torino - Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica


Corso di Tecnica delle Costruzioni

12

Momento sollecitante MSd:


Combinazione delle azioni per situazioni persistenti e
transitorie :
Ed = E { G , j GK , j ; P P; Q ,1Qk ,1; ; Q ,i 0,i QK ,i }

j 1; i > 1

I valori caratteristici dei carichi sono:


gk=9.5
=9 5 kN/m
qk=6 kN/m
I fattori parziali lato azioni sono:
G=1.35
Q=1.5
15
Quindi: M Sd

(
G g k + Q qk )L2
=
= 98.2 kNm

D.L. Allaix

Politecnico di Torino - Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica


Corso di Tecnica delle Costruzioni

13

Momento resistente MRd:


Viene calcolato nel seguente modo:
M Rd = W ppl

f yk

m0

= 108.3 kNm

Il fattori parziale M0 lato resistenza uguale a 1.05.


Verifica: M Sd = 98.2 kNm < M Rd = 108.3 kNm

D.L. Allaix

Politecnico di Torino - Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile e Geotecnica


Corso di Tecnica delle Costruzioni

14