Sei sulla pagina 1di 10

LostLands le terre perdute

di
Emanuele Nicolosi

questa e la storia di un mondo antico...


un mondo che era un grande sacco di stupori e di meraviglie...
un mondo che era pieno e gonfio di vita...
un mondo che era un pupulare di ogni specie e tipo di forma di vita...
quel mondo... era la terra...
i miti e le leggende, che ci vengono perpetuate ed ereditate di padre in figlio, di madre in figlia, raccontano
di un tempo, in cui la razza umana, i figli del Eden, popolavano la terra...
ma un tempo lontano, i figli del Eden, guardarono verso il cielo, ammirando le stelle, capivano che prima o
poi, l'eden sarebbe diventato troppo piccolo e stretto, per tutti i suoi figli, i figli del Eden, dovevano farsi
crescere le ali, dovevano partire alla ricerca di un nuovo nido, di una nuova casa, partire lontano, oltre
l'Eden..
L'umanit, abbandon la terra, andando a vivere nelle stelle, che divennero la nuova casa della razza
umana,
non tutti gli umani, abbandonarono la terra, molti rimasero saldamente legati alla terra, umani, che non
avevano tagliato il loro cordone ombelicale, con Gaia, il grembo materno che aveva generato la vita e gli
umani, come noi li conosciamo...
l'umanit si era espansa in tutto l'universo, oramai divenuta la nuova casa di tutta l'umanit, gli umani
vivono in pace con le razze aliene e trans-umane, l'intero universo e divenuto una fornace di vita, una
mezzaluna fertile ricca di progresso, sviluppo e prosperit, uniti nelle grandi reti che collegano le
galassie, uan grande rete di espande, conoscendo ed esplorando nuovi universi e nuove dimensioni.
La terra, non era morta, ma stava morendo, non uccisa dalla razza umana, ma pian piano logorata da un
sole in continua e costante espansione, gli oceani e i mari, si prosciugarono e si inaridirono, le foreste e la
vegetazione scomparve, resa secca e arida dal sole sempre pi grosso e potente, gli animali sparirono
completamente, nella superficie della terra, riuscivano a sopravivvere, solo creature mutanti, adattate ad
ambienti estremi, oppure, Robot e macchine dimenticate o abbandonate...
Mentre le grandi reti si espandevano oltre gli universi e le dimensioni conosciute, mentre l'umanit entrava
in una nuova et dell'oro, in una nuova era di ricchezza, sviluppo e progresso, la terra sprofondava in una
grande oscurit, la terra piombava nel oblio, ridotta a un mondo perduto, dimenticato,divenuta cloaca e
discarica di tutta la Galassia, una Terra di nessuno, la Terra venne esclusa e dimenticata dalla storia del
universo e del umanit, ridotta ad essere marginale...
la Terra era oramai un mondo perduto e dimenticato, un mondo che era divenuto il Paria di tutto
l'universo, gli esseri umani si erano oramai dimenticati della terra, nemmeno sanno che cosa sia la terra,
l'umanit si espansa e allargata talmente tanto nell'universo, che la terra divenne inutile e superflua per
gli stessi esseri umani, come l'uccello che per crescere, deve lasciare il suo nido.
La Terra sta morendo, e attende il suo salvatore...
Pianeta terra, esalioni ed esalioni di secoli, se non millenni, o innumerevoli e infiniti trillioni di secoli e
millenni nel futuro...

in un futuro remoto, molto remoto nel tempo...


La Terra e un pianeta lontano e distante anni luce, dalle principali rotte commerciali planetarie e galattiche,
un mondo lontano e distante e remoto dalla rete dei mondi abitanti, un pianeta dimenticato da tutti, isolato
da ogni cosa e dimenticato da dio, un mondo abbandonato da secoli e millenni.
La Terra e una terra di nessuno, un mondo dove non ci sono leggi o regole, dove regna la libert pi totale,
qui hanno trovato riparo e rifugio pirati spaziali, banditi, contrabbandieri e fuorilegge, ma anche minoranze o
gente che vive ai margini della societ, tutti emigrati o riparati nella NeoPangea del pianeta Terra,
qui si trovano colonie, avamposti e vere e proprie citt di Pirati spaziali, fuorilegge, contrabbandieri,
avamposti spesso situati attorno a zone ostili e pericolose, la terra e divenuto un mondo pieno di rischi e
pericoli, anche mortali...
La terra era divenuto un mondo morente, un mondo dimenticato da tutto e da tutti, gli esseri umani avevano
abbandonato la terra per sempre, definitivamente, la terra oramai era perduta, era stata dimenticata dagli
esseri umani, che avevano fatto delle stelle, la loro nuova casa, l'umanit aveva lasciato la terra, come un
uccello che lascia il suo vecchio nido per creare un nuovo nido.
L'umanit era entrata in contatto con nuove razze, popoli, culture e civilt aliene, l'umanit si era espansa e
avventurata verso nuovi lidi, nuove frontiere venivano scoperte, gli umani si erano fusi e mescolati con i
nuovi popoli con cui entravano in contatto, l'universo divenne troppo piccolo, per i comuni esseri umani, che
si espansero alla scoperta ed espansione di nuovi universi e nuove dimensioni...
nuovi lidi e orizzonti venivano scoperti dagli umani, nuove opportunit e ricchezze nascevano, altrove si
trovava il progresso e lo sviluppo, non pi nella terra, che venne abbandonata e dimenticata, poich, non
contava pi nulla, era ridotto da secoli, inizialmente, a mondo storico, a mondo da cartolina, a mondo di
foklorismi e antichit archeologice, a fossile o reperto da museo...
La terra era divenuta una piccola formichina, dimenticata e prevaricata da mondi nuovi, moderni, giovani e
vibranti di vita, la vita proliferava nel universo, dinamica, vibrante e prolifica, mentre la terra usciva dalla
storia del universo... Avviandosi verso il crepuscolo...
Ma sarebbe giunto il tempo in cui la terra sarebbe rinata, il tempo in cui la terra sarebbe tornato ad essere un
pianeta verde e azzurro, una fornace di vita.
Per secoli e milleni, la Terra era stata un mondo centrale, un mondo cosmopolita, ma il baricentro, i centri
delle decisioni pi importanti, si spostarono dalla terra, ai mondi e galassie esterne alla Via Lattea e al
sistema solare, oramai, nello spazio esterno, nascevano nuove culture, nuove civilt, nuovi stili di vita e modi
di vivere, nuove mentalit e concezioni...
l'umanit aveva abbandonato per sempre la terra, come un uccello che lascia e abbandona il suo vecchio
nido, per cercare un nuovo Nido, una nuova casa dove vivere, cos aveva fatto l'umanit, divenuta come un
grande e immenso albero millenario, che non poteva pi stare in quel piccolo vaso, che era la terra, quel
grande albero, cercava ora un vaso pi grande dove mettersi dentro e continuare ad espandere le sue radici...
i miti e le leggende degli Edenici, quegli umani che rimasero nella terra, rifiutando di andare nelle stelle,
chiamano la diffusione di massa della razza umana nel Universo, come Lo spargimento o la grande
semina, un epoca mitologica e leggendaria, in cui i figli della terra, i frutti del Eden, lasciarono di massa la
terra, per cercare nuove opportuni, nei nuovi mondi, mondi che erano nati e popolati dalla colonizzazione
di massa antropica e dalle campagne di terraformizzazione di massa dei mondi e pianeti prima inabitabili,
come Marte e Venere.
La razza umana, divenuta navigante e pesce sguazzante nel oceano infinito delle stelle, entr in contatto con
popoli e razze aliene ed extra-umane, gli umani entrarono in contatto con altri popoli, culture e razze aliene,
con cui i gruppi umani, iniziarono a confondersi e mescolarsi...
dallo Spargimento, nacque la Grande rete, una rete cosmopolita di collegamenti inter-luminali e di rotte
spaziali che collegano pianeti, galassie, superammassi di galassie e sistemi solari, che collega i popoli,

culture, civilt ed etnie del universo...


pi il progresso andava avanti e pi la Terra e il sistema solare, perdevano il peso e importanza che avevano
avuto per secoli e milleni.
i Pianeti interni, pianeti terraformati come Marte e Venere, da pianeti centrali e cosmopoliti, come
centri di sviluppo culturale, artistico, economico e politico, divennero mondi marginali e di provincia,
divennero sonnolenti campanili di campagna, nel immensit e vastit del universo, mondi dove i popoli
regredirono al Medioevo o a forme di societ pi arretrate...
quando ebbe inizio lo spargimento, l'umanit si divise in due grandi tronchi:
- gli umani che si espansero nelle stelle e nello spazio, andando a popolare e spargersi, nei mondi e pianeti
alieni, ma anche in pianeti terraformati, Sfere di Dyson, Titanopoli che navigano nello spazio e in immensi
Tori di Stanford o in stabilimenti planetari atmosferici, questa divenne la nuova alba del umanit, un
umanit cosmopolita,giovane e dinamica, che diede il via a nuove invenzioni, a nuove scoperte, allargando
gli orizzonti, scoprendo e raggiungendo nuovi orizzonti e nuove frontiere...
gli umani che rifiutarono di andare nelle stelle e rimasero nella terra, questi umani, si irrigidorno, si
chiusero in se stessi, ripudiarono ogni cosa fosse evoluta o ipertecnologica, questi umani, si chiusero
in se stessi, si isolarono dal resto del universo e delle galassie, facendo ripiombare la terra, in quel
isolamento planetario, che la terra aveva subito da secoli e milleni, prima del era spaziale, questo
fece regredire la terra e gli umani rimasti nella terra, detti gli Edenici...
la diffusione degli umani nello spazio, fu come una marea, innarestabile, a macchia d'olio, nei pianeti dove si
era sparsa l'umanit, erano nati nuovi popoli, nuove etnie, nuove razze, nuove culture, nuove civilt,
l'umanit nello spazio, si era sparsa e frammentata, in un marasma e crogiolo di diversit infinite e
incalcolabili...
gli umani, che rimasero nella terra, regredirono prima al medioevo, poi, al Paleolitico, alle caverne, gli umani
rimasti nella terra, tentarono di restaurare la magia e le religioni, ma fallendo miseramente...
mentre la Terra, venne del tutto dimenticata, l'umanit si espanse talmente tanto nel universo, giunse vette
talmente alte del evoluzione, che si dimenticarono l'esistenza stessa della terra, ritenuta solo un mito, una
leggenda, una favola inventata dai popoli umani pi antichi...
in quel tempo, la Terra esiste ancora, ma pochi ne sanno l'esistenza, in larga parte, si tratta di un pianeta
ignorato ed evitato da tutti, un pianeta che si era avvicinato troppo a una stella rossa gigante, un evoluzione
del Sole, per poter essere adatto alla vita umana stabile e colonica.
ma le autorit delle Reti intergalattiche, ignoravano che quel pianeta, quel ammasso di rocce e sabbie,
potesse essere proprio la Terra, l'antico giardino perduto...
la Terra e un pianeta fuori da tutte le rotte commerciali e militari inter-galattiche, la Guardia Siderale,
organismo di polizia e militari che combattono pirati e banditi spaziali, aveva scoperto l'esistenza della terra,
quando era iniziata una ricerca dei pianeti ostili o selvaggi, usati come covi e ripari per i pirati e
contrabbandieri dello spazio...
pianeti dove non solo c'erano criminali e fuorilegge, ma anche frange pi conservatrici, reazionarie,
retrograde e mentalmente chiuse di tutto l'universo, che rigettavano e ripudiavano le societ delle reti
interplanetarie, societ libertarie, progressiste, ultra-liberali, societ arcobaleno, diciamo cos, societ dove
pace e amore tra i diversi regnano sovrane, dove ogni diversit e stata resa coesa e unit, dove conflitti e
rivalit sono state superate...
tra queste frangie retrive, frange conservatrici, ci sono gruppi religiosi, gruppi dei discendenti di quello che
erano l'estrema destra e i razzisti, gente che ripudiava le societ intergalattiche come troppo cosmopolite,
troppo Multiculturali, troppo politicamente corrette, troppo Umanitarie, troppo Arcobaleno, societ
dove le minoranze erano divenute maggioranze e le maggioranze erano divenute minoranze, cosa da sempre
avvenuta nel cammino della storia: un potere nuovo spazza via il potere vecchio, continuando come un ciclo
della vita...
gente che reputava gli umani, oramai divenuti una esigua minoranza, rispetto alle masse demografiche di

alieni ed extra-umani, chi invece reputava invadente la presenza di TransUmani e degli umani espansi, con
le nanotecnologie, come gli Umani base; gli umani biologici che vedono con ostilit e diffidenza i
TransUmani e gli Espansi, o gli antropocentrici, ostili e diffidenti verso le razze aliene ed extraumane,
oppure Atei e laici, che reputavano eccessiva la presenza di religioni e spiritualit diverse nelle Reti
interGalattiche, reputandolo Indecoroso, per delle reti Intergalattiche che fanno della laicit, del progresso
scientifico-tecnologico e del secolarismo, la loro base e colonna portante, oppure integralisti religiosi che
vedono le reti intergalattiche come troppo laiche e progressiste e corrotte dal demonio, scegliendo la
ex terra, come riparo e rifugio dalle tentazioni del mondo moderno e della modernit...
nei Mondi esterni, esterni al sistema solare, il progresso scientifico-tecnologico, era andato oltre ogni
immaginazione,aveva superato tutte le previsioni pi azzardate: immense cosmopoli che si spandono per KM
e KM, metropoli che si fondevano con gli habitat naturali circostanti, metropoli talmente immense e
titaniche, da essere quasi mondi e universi a se stanti, tecnologie talmente evolute e avanzate, da essere simili
o facilmente confondibili con la Magia o con poteri sovrannaturali...
un progresso talmente evoluto, che molti degli Edenici, lo vedevano come le vette supreme del cielo, come
una titanide cosmica che travalica lo spazio e il tempo, come una forza eterna e infinita, gli Edenici si
sentono piccoli e insignificanti, rispetto al immensa e grandezza dello sviluppo scientifico e tecnologico e
sociale delle Reti InterGalattiche, descritti dagli Edenici, come mondi ameni e paradisiaci, come terre di
ricchezza, prosperit e opportunit...
uno sviluppo talmente avanzato, che molti edenici, facevano fatica a concepire nella loro mente, i macchinari
avanzati e le Cosmopoli e Titanopoli delle Reti intergalattiche, come voler spiegare un Aereo o un Treno ad
un uomo del Medioevo, come provare a descrivere un computer a un cavernicolo...
Nel pianeta Terra, oramai desertificato, affluirono bande di pirati, avventurieri, ribelli, contrabbandieri e
pionieri, che fecero della terra abbandonata, la loro nuova casa, libera e indomita, lontata dai governo e
istituzioni delle Reti multicentrice intergalattiche...
poich la Terra, non appartiene a nessun governo InterPlanetario o intergalattico, la Terra e divenuto un
pianeta di nessuno, un pianeta senza governi, un mondo anarchico, senza leggi e regole o capi, senza
istituzioni o giurisdizioni,il pianeta terra, viene reputato un mondo morto, un mondo senza nulla da offrire,
che non interessa a nessuno, un fossile vivente del sistema solare...
la gente, che ancora cerca l'avventura o fazioni che rifiutano le leggi e istituzioni delle reti multicentriche
interplanetarie, hanno trovato un luogo sicuro nella terra, dove possono fare tutto quello che vogliono, senza
l'intromissione di governi e autorit, la Terra e divenuta una specie di frontiera selvaggia e ostile, ma
anche, un pianeta dove ognuno cercava la propria libert personale e il proprio spazio...
la Terra era ricoperta da immensi, titanici e mastodontici ruderi e rovine di cosmopoli e titanopoli terrestri,
di grattacieli talmente alti che toccano il cielo e lo penetrano, Cosmopoli perdute e dimenticate, ora ricoperte
da immense dune di sabbia, seppellite sotto rocce e sabbie...
la Terra oramai e divenuto un pianeta inacessibile alle astronavi regolarmente registrate ai Dipartimenti di
navigazione stellare, delle reti interplanetarie, il cui accesso e vietato dalle autorit inter-galattiche.
la Terra e divenuto un mondo odiato e detestato dai naviganti delle stelle, che lo reputano una Tortuga
dello spazio, un covo di pirati e avventurieri spaziali, un piccolo pianetino sperduto e dimenticato e rinnegato
da tutto e da tutti, anche dagli stessi esseri umani, che oramai si sono dimenticati di essere originari o
appartenenti alla terra.
Oramai, la Terra esiste solo e unicamente nei miti e nelle leggende, molti reputano l'esistenza della terra
come una favola...
Il sole e divenuto, pi grosso, poderoso e potente, da grande stella a nana rossa, pi luminoso che in passato,
la Luna non esiste pi, essendo andata distrutta dell'tutto,
non esistono pi forme di vita nella terra, la Terra e oramai divenuto un unico, arido e immenso deserto senza

vita, costantemente bruciato dall'sole, come un grande forno o un immensa fornace, un unico deserto.
La Terra e divenuto un pianeta perduto un paria della via lattea, la civilt, la vita e il progresso, si sono
spostati in altri mondi e pianeti, la terra divenne un mondo dimenticato, un mondo perduto, un mondo
ignorato e sconosciuto a tutti...
la terra e divisa in due grandi zone:
le Terre alte: le zone della terra che erano gli ex continenti terrestri, radunati milleni prima in una unica
Pangea, in un solo e unico supercontinente, qui si concentrano i pochi esseri viventi rimasti e gli
avventurieri e pirati spaziali...
le Terre maledette: una unica e immensa depressione, dove si ammassa e si concentra maggiormente il
calore dei raggi solari, divenuti pi potenti e carichi di raggi UV, si trovano l dove una volta c'erano i mari e
gli oceani della terra...
le Grandi Montagne: qui vivono concentrati gli Edenici, divisi in trib e fazioni tribali, erano le montagne e
le catene montuose della terra, concentrate in immense mega-montagne, qui si trovano reti di gallerie
sotteranee e immense caverne sotteranee, dove ancora resistono piante e vegetali...
Nella terra di 5-7 milliardi di anni, rimane un solo e unico continente, la NeoPangea, che dopo il
prosciugamento e inaridimento dei mari e degli oceani della terra, divenne un unico e immenso altipiano,
mentre l dove c'erano i mari e gli oceani, divennero un unica e immensa depressione, dove il sole, in
continua e costante espansione, arrostisce qualunque cosa, dove le temperature sono talmente alte, da rendere
impossibile ogni forma di vita, una unica e immensa Valle della morte, queste lande roventi, sono
chiamate Le terre maledette, terre di cui hanno tutti paura e timore, terre evitate da tutti, poich laggi
regna soltanto la morte, nei popoli delle montagne, chi viola le leggi, per punizione, viene preso e mandato a
forza nelle Terre maledette, dove si resiste meno di 1 giorno...
Il Mar Mediterraneo non esiste pi, al suo posto, c'e una vasta e immensa catena di montagne che si stende
dal Portogallo al Medio Oriente, i continenti terrestri si sono radunati in una sola e unica massa continentale,
la "NeoPangea", divenuto un unico vasto e immenso altopiano, mentre dove c'erano i mari e gli oceani,
evaporati dal'espansione del attivit solare che hanno reso i territori marini, depressioni infernali riarse dal
sole e dal caldo, dove la vita e impossibile, queste sono chiamate "le terre maledette"...
il Popolo delle montagne e i pirati e avventurieri umani e alieni, vivono tutti concentrati nella zona della
NeoPangea, l'unica zona della terra, dove ancora rimane la vita.
Ma l'atmosfera della terra, si sta deperendo, un atmosfera che sta cascando a pezzi, con i raggi UV che
diventando sempre pi penetranti e invadenti, rendendo difficile, se non impossibile, la vita sulla superficie
terrestre...
qui il principale pericolo sono Robot vecchi di secoli, dotati di intelligenza artificiale avanzata, divenuti dei
predatori che danno la caccia a qualunque essere vivente per sintetizzarne le sostanze bio-organiche, questi
Robto senzienti avanzati, sono chiamati Predatori del deserto...
Andaruk e il Missile
dei Banditi spaziali, detti Scavatori di tombe, dei trafficanti di antichit e reperti archeologici terrestri,
avevano creato il loro covo e abitazione in una base militare con Silos per i missili nucleare, gli Scavatori
di Tombe, decisero di rinunciare al loro mestiere, per farne un altro pi lucroso: dominare la ex-terra,
usando un arma segreta, un arma antica e arcaica, ma ancora funzionante, pericolosa e letale: un missile
nucleare ICBM, ovvero a gittata inter-continentale, ma per farlo funzionare, servono delle chiavi e dei codici
di attivazione, per far partire il missile, il capo e leader degli Scavatori di tombe, Andaruk Thre'bom,
mand i suoi uomini, il lungo e il largo, le Terre alte, alla ricerca dei codici e chiavi di attivazione del
Silos nucleare, con lo scopo di usare il missile nucleare per ricattare e tenere sotto scacco, le innumerevoli
fazioni della ex-terra, Andaruk voleva diventare il re e monarca supremo della Terra, fare della sua terra, il
suo regno e impero personale, il suo territorio privato e personale...

mentre il piano di Zhu-Lon Sakhtarov, Scavatore di tombe rivale e concorrente di Andaruk, era diventare
ricco sfondato, vendendo il missile nucleare a peso d'oro, a qualche collezionista privato o benestante di
antichit archeologiche terrestri...
ma i cacciatori di Tesori e gli avventurieri di ogni sorta, partirono in direzione della Terra desertica, alla
ricerca di un insieme di grandi tesori, che gli avrebbero portati a ricchezza e fortuna: i pochi missili nucleari
ICBM che erano stati perduti o dimenticati nella terra, che quegli avventurieri, vedevano come resti arcani e
pericolosi, ma allo stesso tempo, preziosi e di alto valore, di civilt avanzate decadute che popolavano la
terra e le epoche remote e ancestrali, come una Atlantide del pianeta terra...
controllare un antico missile ballistico intercontinentale, significa, non solo controllare una ricchezza vasta e
immensa, da permettere una lunga vita di sola rendita, ma anche di ottenere il controllo di un arma dalla
potenza distruttiva vasta e immensa, da usare come mezzo di ricatto, come spina o pungilione per colpire i
propri avversari, sia nella Terra, che nello spazio...
la sete di potere e l'avidit, port a una vera e propria guerra e scontri armati, tra bande di Scavatori di
tombe rivali, per il controllo e dominio dei pochi missili ballistici intercontinentali rimasti...
la Stanza del tesoro
nella Terra, oramai ridotta a un unico immenso deserto, arido e secco, giunsero bande di avventurieri e
cacciatori di tesori, il cui scopo era ritrovare il leggendario Tesoro di Fort Knox, un tesoro risalente a
tempi immemori, quando esisteva ancora una nazione descritta solo dei miti e leggende della Terra antica e
ancestrale, gli Stati uniti d'America, in questa fortezza, si trovavano i depositi e riserve in oro, degli Stati
uniti d'america, ma le fonti sulla quantit di oro, sono vaghe e dubbie, alcuni parlano di 124 milliardi di
dollari, altri una cifra minore, altri una cifra maggiore...
un autentico lago d'oro, una miniera d'oro immensa e sconfinata,
le storie sul oro di Fort Knox, giunsero nei pianeti delle Grandi Reti, portate da studiosi e archeologi
TransUmani,Neo-Umani, Post-Umani e Xenoantropomorfi, che studiavano gli scavi e ritrovamenti
archeologi della terra, sopratutto nello strato Urbano, della terra...
questo attir in quella che era terra, ora chiamato Pianeta Delton 2347,nel sistema di classificazione
planearia Pan-Umana Zhujian-Beriadev, qui, giungono di massa, avventurieri e cacciatori di tesori, tutti
volevano mettere le mani sul quel immenso tesoro, pure i pirati spaziali e abbordatori galattici, che avevano
trovato riparo e rifugio nella ex-terra, che era divenuta una Tortuga dei pirati spaziali, volevano
imposessarsi di quel tesoro...
La Citt perduta
Nella terra, in epoche remote e ancestrali, avvenne una massiccia colonizzazione aliena, numerose cosmopoli
aliene, vennero costruite sopra le vecchie cosmopoli umane, quando gi da molto tempo, gli umani avevano
abbandonato di massa la terra, per andare a vivere altrove, nello spazio, poich la Terra era oramai divenuta
un mondo di provincia, un mondo isolato, senza nulla di importante o rilevante, con i principali centri
politici, economici, artistici e culturali e intelletuali, spostati altrove, al di fuori della Terra,
secondo gli studiosi, in questa fase della storia geologica terrestre, detta Xenocene, avvenne una forte
fusione e miscelanza genetica e biologica tra popoli umani e popoli terrestri, fu una fase di Alienizzazione
della terra, visto che oramai, maggioranza del umanit e della cultura umana, si era trasferita altrove, in
pianeti, mondi e galassie al di fuori del sistema solare e della Via lattea.
dopo la Dispersione della razza umana nello spazio, la terra venne colonizzata fortemente e
massiciamente da popolazioni aliene, che divennero la maggioranza etnica, mentre gli umani, vennero ridotti
a minoranza etnica.
gli archeologi, chiamano questa fase come Xenostrato, che si trova sopra il Strato urbano e gli strati

antropici, molto pi antichi e millenari degli Xenostrati.


Molti cacciatori di reperti e scavatori di tombe, rubano, razziano e saccheggiano antichi reperti alieni
dai ruderi e rovine di cosmopoli e immense citt aliene, oramai abbandonate e in rovine, per via del aumento
del attivit solare, che oramai ha reso invivibile e inabitabile il pianeta terra...
gli scavatori di tombe, si misero a vendere a peso d'oro, nel mercato nero dei reperti archeologici, reperti
archeologici alieni, mentre armi e armamenti alieni, abbandonati nella terra, vennero rubati e catturati dai
Pionieri,che li usarono per avvantaggiarsi e diventare pi potenti militarmente, per combattere le
Macchine senzienti che dominano i grandi deserti della ex-terra, mentre la Chiesa antropaica; si mise a
distruggere e perseguitare ogni resto o traccia delle culture aliene della terra, reputate Demoni o creature
demoniache o ingaggi del demonio, mentre i pirati, briganti e contrabbandieri, fecero incetta di
tecnologie e armamenti alieni, usandoli per avere la meglio sui loro nemici e avversari...
ma le rovine delle metropoli aliene, sono spesso ostili, poich i popoli alieni avevano dimenticato e
abbandonato nella terra, sia macchinari alieni, che animali e creature aliene, che resistevano al clima ostile
della terra...
il Piano di Eirun Amudha
Nelle Reti interPlanetarie, la Terra oramai e un mondo perduto, dimenticato, molta gente ignora
l'esistenza stessa della terra, non sa nemmeno di essere discendente di coloni terrestri, n di essere originari
della terra, tramite bio-ingegnieria, gli esseri umani si sono fusi alle razze aliene con cui sono entrati in
contatto, il progresso scientifico e tecnologico, la vita artistica e culturale, avviene tutta nelle Reti
interplanetarie e nelle Cosmopoli spaziali e planetarie,
per molti, la Terra e solamente un mito, una leggenda, una favola, un racconto mitologico, una specie di
patria ancestrale degli umani terrestri, ma per molti, la Terra e soltanto Folklore dei terrestri, visto dai
terrestri come l'Eden, il Giardino in cui sono nati gli esseri umani,
la Ex terra e indicata nelle Mappe Astrografiche, come Pianeta RN-214 nel sistema di classificazione
planetaria Oshkon-Valedji, viene reputato un mondo ostile, ovvero pianeti troppo selvaggi o ostili per
essere colonizzato, ma allo stesso tempo, tali tipi di pianeti sono senza il controllo e autorit delle
innumerevoli Reti interplanetarie, sono rifugi per avventurieri, pirati e contrabbandieri dello spazio,
una potente compagnia interplanetaria, specializzata in Ingegnieria planetaria, decide di dare il via a un
poderoso programma di Terraformazione della terra, spostando l'orbita del pianeta terra, per distanziarla da
un sole divenuto non solo Nana Rossa, ma troppo vicino alla terra, la creazione di un Sole artificiale e la
creazione di un atmosfera artificiale, in modo da ricreare la vita sul pianeta RN-214, che gli Xeno-archeologi
confermano essere l'antico Pianeta Terra...
Eirun Amudha, celebre e famoso ingegnere Planetario neo-Ibrido, cittadino della Unione Planetaria
Nushaira, la principale superpotenza spaziale nella Via Lattea e unione planetaria membro della
Alleanza Tendhera, che controlla il superammasso di Galassie di Laniakea.
Eirun Amudha, direttore di una ricca e potente multinazionale e compagnia di Ingegneria planetaria, la
Anzush GeoPlanetary InterSpacial, ha in mente un piano ambizioso e poderoso, ovvero, rigenerare e far
rinascere il pianeta Terra, reputato dagli archeologi e storici come il pianeta natale e primigenio della razza
Umana, un pianeta oramai perduto e dimenticato, gli esseri umani, oramai ibridati e mescolati con gli alieni,
si sono completamente dimenticati del esistenza stessa della Terra, poich gli umani si sono talmente espansi
e allargati nel universo da non saper pi n di essere originari e provenienti della terra, nemmeno che sia
esistito un mondo chiamato Terra.
Ma i colleghi di Eirun Amudha, si mostrano scettici e dubbiosi sul suo progetto, che reputano folle e
megalomane...

Eirun Amudha, riesce a far schierate le Titano-Navi nel orbita della terra, con lo scopo di dare il via alla
Terraformazione, aspettando il segnale di via libera da Eirun Amudha.
l'ingegnere planetario giunge nella terra, scortato da una missione militare della Unione Planetaria
Nushaira, come sopraluogo per l'opera di ricostruzione planetaria, ma la spedizione viene attaccata da
una grossa creatura di Silicio e di Metallo, simile a un ammasso di fango con i tentacoli, un Divoratore
delle sabbie, un Robot a struttura nano-tecnologica, dalla mente di un animale predatore, vasto e immenso,
alto 30 metri, che attacca la spedizione, facendo precipitare l'astronave che trasportava a bordo Eirun.
-fazioni:
Chiesa Antropaica:
nato da una fusione di Cristianesimo, Ebraismo e Islam, venne creata per mettere fine ai conflitti e rivalit tra
le principali religioni mondiali e per creare un unica fede che unisse definitivamente l'intera razza umana, ma
tale religione, divenne ben presto minoritaria, relegata e confinata nella Terra, reputato il Mondo Sacro
degli Antropaici e il Eden creato da dio appositamente per la razza umana...
si rifanno al pensiero Cristiano e religioso, usano come riferimenti ideologici la Bibbia, il Corano, la Torah e
i Vangeli, ma li interpretano alla lettera, usano anche autori cristiani tardo-antichi e Medioevali come
Tertulliano, Paolo di Tarso e Oddone, Abbate di Cluny...
gli antropaici, reputano le razze aliene, come creature demoniache create dal demonio per distruggere e
annientare la razza umana e per detronizzare la razza umana dal loro posto di predilezione e supremazia
messo da Dio...
una setta religiosa che vede il progresso tecnologico come la causa del decadimento spirituale del umanit,
vede la scienza e la tecnologia come entit demoniache e malefiche, che vogliono degradare l'umanit della
sua sacralit e della loro provenienza divina...
chiesa che reputa gli esseri umani una razza suprema, una razza eletta a dominare su tutti gli esseri viventi,
che per reputa l'umano inferiore rispetto alla grandezza divina.
Sono detti anche Umani Primigeni, ovvero esseri umani che hanno ripudiato ogni forma di progresso
scientifico e tecnologico, regrendendo al Medioevo, a uno stile di vita contadino-rurale, il cui scopo e
ricostruire o restaurare l'umanit antecedente al progresso scientifico-tecnologico, che vedono come un
umanit pura e incontaminata.
sono discendenti delle grandi religioni monoteiste...
i Pionieri:
sono umani che hanno abbandonato i mondi e pianeti delle Reti planetarie multicentriche, una categoria
eterogenea, sono composti da Credenti religiosi, frange di movimenti politici-ideologici estremisti, frange
conservatrici e reazionarie e anti-progressiste delle societ interplanetarie.
Vedono la Terra, come una Frontiera selvaggia, da conquistare e colonizzare, come un territorio libero,
dove creare i propri governi e istituzioni indipendenti e sovrane, senza l'intromissione o invadenza dei
governi e istituzioni planetarie e interplanetarie.
Gli Edenici:
sono una setta religiosa, che fanno parte del etnia dei Narai, l'unica etnia nativa della Terra, che non
proviente da popoli esterni o emigrati dal di fuori della terra.
Proclamano di essere gli ultimi discendenti inalterati della razza umana, vivendo rifugiati in Montagne e
vallate montuose o in zone isolate e inacessibili, si considerano gli ultimi discendenti di Adamo ed Eva, i
figli e figlie del Grande Giardino o Sommo Eden, che sarebbe la Terra, quando era ancora dominata
dalla natura, antecedente al avvento della razza umana, lo scopo degli Edeniti e riportare la natura
incontaminata nel pianeta terra, rendere nuovamente la terra, una fornace di vita, il Pianeta verde di una
volta...

ricordano quasi una specie di ordine monastico, che fonde animismo ad ambientalismo, ci sono sia uomini
che donne, combattono solo con il corpo, agli edeniti e vietato combattere con armi, reputano Naturale
usare solo il proprio corpo...
gli Edenici, da setta religiosa, sono diventati un etnia e popoli a se stante, una ramificazione dei Narai, abitati
a vivere nelle montagne...
Congrega degli IperUrani: sono degli umani che reclamano di essere gli ultimi discendenti di un antica
razza pura e suprema, gli Iperborei, secondo tale setta\milizia paramilitare estremista, gli Iperborei,
sarebbero un antica razza vissuta nelle terre occidentali, ovvero, Europa e Stati uniti d'America, in epoche
remote e ancestrali, un popolo che venerava divinit scandinave e i Signori del marmo, che sono statue
antiche greco-romane, scambiate o per divinit antiche o per segni della razza Iperborea.
Gli IperUrani, sono una societ Guerriera, Machista, patriarcale, ultra-conservatrice, sono dei fanatici
religiosi, venerano come divinit suprema il IperUrano,ovvero, una specie di Panteismo che venera il
Urano supremo come fonte della virilit, della Tradizione ancestrale e dello spirito guerriero\solare
primordiale...
reputano gli alieni e gli Extra-umani, come una minaccia e pericolo bio-organico alla purezza della razza
IperUranica...
sono discendenti dei NeoNazisti e dei fascisti...
Onirici: sono una setta religiosa che afferma che l'umanit deve abbandonare la realt, per diventare un
Sogno, visto come un piano superiore del esistenza...
venerano come dei antichi, i personaggi di fumetti e cartoni animati e le fiabe, venerano un Dio supremo
chiamato Isd-ney, che deriva da Walt Disney, creduto un essere divino dagli Onirici...
secondo cui in epoche antiche, c'era la Terra dei Sogni, quando nella terra, i sogni e le fantasie esistevano
realmente, poi sono decadute con il demone Materion; il demone della realt e dei piedi per terra,
reputata una maledizione dagli Onirici.
Sono discendenti dei Nerd e degli Otaku e della gente influenzata dal intrattenimento di massa...
Gairana:
sono una fazione di coloni alieni, che vedono la Terra come un mondo da colonizzare e conquistare, i
Gairana hanno una propria religione, cultura e linguaggio, hanno una societ ad alveare, una societ
organica, dove non esiste l'individualismo, dove tutti fanno parte di una unica immensa comunit, sono legati
da una misteriosa religione detta le radici della terra, che impone ai suoi seguaci di proteggere e
diffondere e proliferare ogni forma di vita nel universo, anche l dove non cresce la vita...
sono paragonabili ai Mormoni o agli Amish...
Creature delle sabbie
sono dei Robot con intelligenza artificiale iper-evoluta da essere quasi indistinguibile da quella umana, che
rimasti isolati e tagliati fuori da tutto e da tutti, sono regrediti a uno stadio primitivo e selvatico, attaccano
qualunque essere vivente biologico.
Narai:
i Narai, detti anche "popolo del deserto", sono gli ultimi discendenti della razza umana a noi conosciuta,
sono mulatti e meticci, formatisi dopo secoli e milleni di mescolanze tra i popoli terrestri, un ricordo e traccia
delle precedenti "epoche del oro",
La cultura dei Narai, ricalca la cultura dei Tuareg o dei Beduini del deserto, o dei Berberi del nord africa,
hanno una propria cultura e linguaggio e usanze, hanno miti e leggende proprie, che descrivono il passato in
maniera mitologica o leggendaria...
Vedono le tecnologie avanzate come una forma di magia o come forze sovrannaturali, la confondono con la
magia, sono ostili e diffidenti verso la scienza e la tecnologia...
si reputano i discendenti di un antica ed evoluta civilt, poi decaduta e imbarbarita, i Narai sarebbero i
discendenti di questa civilt, che secondo le leggende Narai, scelsero di rinunciare alla civilt e al progresso
scientifico-tecnologico, per tornare a vivere uno stile di vita basilare, semplice, frugale e sobrio,per riscoprire

gli antichi legami perduti...


se gli Edenici, vivono concentrati nelle montagne, i Narai vivono in rifugi e ripari naturali sotto le sabbie e le
rocce delle Terre alte, controllano i territori esterni, agli avamposti e citt degli avventurieri spaziali...
in quel tempo, quando i figli del Eden lasciarono la loro dimora, il loro grande giardino, per partire per
sempre alla volta delle stelle, quel mondo, verde e colmo di vita, stava ora morendo...
la morte sembrava destinata a trionfare definitivamente, il destino della terra, sembrava oramai segnato...
ma finch... un giorno... dalle stelle... giunse un salvatore...
loro, quei piccoli esseri, piccoli, piccoli, avrebbero fatto la storia di questo mondo, sarebbero stati i
seminatori di una nuova vita, i giardinieri di un nuovo giardino, l'Eden sarebbe tornato verde e rigoglioso,
una nuova vita attende la sua nascita, ma questo, dipendeva da quei piccoli esseri che ancora vivevano in
quel mondo...
la culla che diede vita agli umani, era a un crocevia... o la rinascita... o la morte!
Il grembo della terra, fremeva di rinascere...