Sei sulla pagina 1di 12

Il Tempio della Tenebra Urlante e altri Racconti

di
Emanuele Nicolosi

Sterminatello

in quello che somiglia, un fumetto degli anni '20-anni '30 del XX°secolo, un fumetto che nello stile
ricalca riviste come “il Corriere dei Piccoli” o i primi fumetti di “Topolino” del 1920-1930, si
trova un personaggio a fumetti, chiamato Sterminatello, la cui storia e raccontata in Rime, da un
narratore esterno...

Sterminatello somiglia in apparenza a un personaggio buffo e carino, esteriormente, Sterminatello,


somiglia a un bambino piccolo carino, ma quel bambino e in realtà, posseduto da un demone
panDimensionale, di nome Shugan'hai, un demone dai poteri sconfinati e illimitati, che ha preso
possesso del corpo di Sterminatello, facendogli credere di essere uno “Spirito fatato”, che sta
parlando nella mente e pensiero di Sterminatello, spingendolo a compiere crimini violenti ed
efferati, facendogli credere che cose violente e brutali, come la violenza o l'uccidere a sangue
freddo la gente, siano cose “belle” o “Divertenti”, facendo credere a Sterminatello, che le persone
uccise, ritorneranno vive per magia, che le persone morte, non sono davvero morte, che con i propri
desideri, tutto si esaudisce e che tutto tornerà sempre alla normalità, con uno schiocco di dita, così,
Sterminatello, plagiato e manipolato da quel demone, inizia a compiere crimini e omicidi brutali ed
efferati, aiutato dai poteri sconfinati e illimitati, che il demone ha conferito a Sterminatello...

Sterminatello, arriva in un villaggio di campagna e così, perchè aveva voglia di farlo, usando i
poteri del demone che lo tiene posseduto, fa esplodere la testa a tutti gli abitanti di quel villaggio,
sterminando completamente la popolazione di quel villaggio di campagna, dopo che a tutti gli
abitanti, gli è esplosa la testa, spargendo ovunque, sangue e pezzi di cervello, cranio e materia
grigia...

il demone Shugan'hai, allora, spinge Sterminatello a sterminare e uccidere la sua famiglia, a odiare i
suoi genitori, fratelli e sorelle, arrivando prima ad assassinare, la padre, la madre, il fratello e la
sorella e poi a distruggere e rompere tutto quello che ama, con il demone Shugan'hai, che spinge
sterminatello a odiare e disprezzare tutto quello che ama, spingendo sterminatello ad amare e
apprezzare quello che in realtà odia, spingendo Sterminatello a odiare e detestare quello che in
realtà ama, poiché, sterminatello e diventato schiavo e succube del demone Shugan'hai, senza che
Sterminatello, se ne renda minimamente conto...

così, Sterminatello, dopo aver sterminato la sua famiglia, brucia e incendia la sua stessa casa,
mettendosi a ballare e cantare e ridendo a squarciagola, non rendendosi conto che il demone
Shugan'hai, lo sta spingendo a rovinarsi da solo...

questo, causa instabilità mentali e rovinando la mente e psiche di Sterminatello, senza che
sterminatello, se ne renda conto...

Sterminatello, crede a qualunque cosa gli dica il demone Shugan'hai, Sterminatello non contraddice
mai il demone Shugan'hai, dandogli sempre ragione e mai torto, approvando e accettando
passivamente, qualunque cosa gli dica il demone Shugan'hai...

così, Sterminatello, dopo aver distrutto la sua casa e sterminato la sua famiglia e bruciato i suoi
soldi e ucciso anche i suoi animali da compagnia, raggiunge una città, dove sterminatello inizia ad
usare i poteri demoniaci di Shugan'hai, con la convinzione che Shugan'hai, sia una “Fatina buona” e
che quei poteri demoniaci, siano in realtà dei poteri magici, con cui sterminatello, in quella città,
inizia a compiere crimini efferati, senza rendersene conto, per esempio, tramutando l'acqua potabile
di un acquedotto,

il prode Sterminatello, camminando spensierato per la campagna, senza alcun problema per la
testa, incontrò la bella Fiorinzia, di cui Sterminatell, ebbe un amore a prima vista...

Sterminatello trova una ragazza di nome Fiorinzia e se ne innamora, ma il demone Shugan'hai,


inizia a “guidare” e muovere Sterminatello, come fosso dai fili di una marionetta, guidandogli anche
che cosa deve dire o pensare...

così, sterminatello, invita Fiorinzia a seguirla e Fiorinzia, rivelandosi una ragazza pura, ingenua e
semplice, segue sterminatello, in un bosco, lontano da tutto e da tutti, qui inizialmente,
Sterminatello, cerca di confessare il suo amore a fiorinzia e a sedurla, ma il demone spinge
Sterminatello, dandogli una immensa forza e potenza, ad afferrare Fiorinzia e a violentarla, così,
Fiorinzia finisce prima stuprata, poi selvaggiamente picchiata e poi uccisa da Sterminatello, che
afferrando un grosso sasso, spacca il cranio a Fiorinizia uccidendola...

vagando per il bosco, a Sterminatello, viene fame e sete, così il demone, da poteri sconfinati e
illimitati a Sterminatello, che correndo a velocità ipersoniche, compie salti acrobatici, saltando su
degli alberi, dando la caccia a un grosso cervo, che Sterminatello, uccide mordendo il cervo al collo
e lacerandogli la carotide, poi Sterminatello, anche per sfamare il demone che lo tiene posseduto,
inizia a mangiare la carne cruda del cervo, che sta morendo dissanguato, per via della lacerazione
alla carotide, così Sterminatello inizia a mangiare la carne cruda di quel cervo e a berne il sangue,
sporcandosi completamente di sangue, sterminatello però, si accorge di avere una fame insaziabile,
una fame che non aveva mai avuto prima, iniziando a mangiare e divorare, anche le budella e
interiora di quel cervo...
Sterminatello, non ha più solo la sua fame personale, ma ha anche la fame del demone Shugan'hai
che lo tiene posseduto...

ma Sterminatello, continua a non rendersi conto delle cose, a non rendersi conto di nulla, con
Sterminatello, che trova quasi normale e naturale, aver ucciso quel cervo, bevendone il sangue e
divorandone le carni...

Sterminatello, in una vignetta finale, si allontana felice e spensierato, camminando verso l'orizzonte,
dove c'e un tramonto, mentre il demone che possiede Sterminatello, sta guidando l'ignaro
protagonista, verso un destino oscuro, una lunga strada di sterminio e annientamento in tutto il
mondo...

il fumetto, termina con il monologo finale del narratore, che tramite una narrazione a Rime,
racconta di come Sterminatello, stia vivendo felice e spensierato le sue avventure, aiutato dal suo
amico fantastico, dal suo “compagno di avventure”, ovvero, il demone Shugan'hai, che sta
sfruttando e manipolando Sterminatello, per spargere dolore e sofferenza in quel mondo, traendo
forza ed energia, dal dolore e sofferenza e senso di smarrimento degli esseri viventi...
morale della favola: esistono due tipi di persone al mondo: i malvagi e gli stupidi, la bontà non
esiste, le uniche persone buone, sono persone troppo stupide o imbecilli per accorgersi che il
mondo e l'universo intero, sono dominati dal male e dalla malvagità, alla fine, i buoni sono
solamente cibo per malvagi o pedine dei demoni, per spargere altro male e malvagità del mondo,
mossi come marionette manovrati da fili invisibili... le persone intelligenti sono sempre le più
malvage e crudeli, poiché, hanno capito che il cosmo e dominato dai demoni e non dagli angeli e
quindi, gli umani si sono adattati, diventando a loro volta malvagi... se tanto il cosmo e dominato
dai demoni... che senso ha essere buoni e gentili...
alla fine dei conti... esseri buoni e gentili e solo un facile modo per diventare delle facili prede per
predatori voraci e famelici, essere buoni e gentili in un mondo di demoni e come portare dei
pesciolini rossi in una piscina di squali...

la Verde campagna concimata dai cadaveri

Claudio Nezzi, un impiegato di una azienda pubblicitaria, mentre torna da casa, viene coinvolto in
un incidente d'auto, in una giornata piovosa e nebbiosa, Claudio dopo quel incidente, finisce in
coma, restando bloccato in un letto d'ospedale...

molto tempo dopo, Claudio nezzi, si risveglia dal letto d'ospedale, ma scoprendo stranamente, che il
mondo e cambiato, che il mondo era diverso da come l'aveva lasciato, notando molte cose strane:

la gente e sempre felice e contenta, nessuno e mai triste o arrabiato o scontento, nessuno si lamenta
mai di nulla, non c'e povertà o miseria, sembra che i problemi del mondo e i difetti della società,
siano spariti o scomparsi da tanto tempo...

Claudio, non riesce a capire, che cosa stia succendendo, Claudio non riesce a capire, come mai,
tutto sia cambiato di colpo, perchè di colpo, tutto nel mondo, sia così bello e perfetto...

Claudio, ben presto, inizia a diventare paranoico, venendo travolto dalla paranoia, Claudio non
riesce a credere che il male sia sparito dal mondo per sempre, Claudio non riesce ad accettare, che
non ci sia più malvagità nel mondo...

Claudio, ritorna a casa sua, ritrovando sua moglie, che accoglie felice e festosa claudio

ma Claudio, inizia a impazzire e delirare, sentendosi fuoriluogo in quel mondo, sentendosi come un
pesce fuori dal acqua in quel mondo, non riuscendo ad adattarsi da una società fatta solo di felicità e
allegria, claudio non sopporta tutta quella allegria, non riesce più a tollerarla...

Claudio allora, una notte, inizia a domandare incessantemente, in maniera ossessiva a sua moglie,
che cosa stia succedendo, perchè tutto nel mondo e così perfetto, chiedendo a sua moglie, di nome
Lisa, cosa stia succedendo, perchè il mondo sia diventato così, cosa sia successo nel mondo, quando
lui era in coma..

ma Lisa non capisce, non comprende, non riesce a capire, perchè Claudio sia così preoccupato e
paranoico, trovando normale un mondo felice
ma Claudio perde la pazienza, cercando di far capire a Lisa che un mondo del genere non esiste e
non potrà mai esistere, che tutto quello che stà accadendo, non è vero, non può essere vero...

ma Lisa, si preoccupa e crede che Claudio sia impazzito

Lisa: “Claudio! Ti prego, smettila! Sei impazzito???”


Claudio: Claudia, cos'e tutta questa messa in scena? PERCHE ESISTE UN MONDO DEL
GENERE????”

Claudio si arrabbia, perdendo i freni inibitori e tira degli schiaffi contro Lisa, facendola cadere a
terra e facendola piangere disperatamente...

Lisa in lacrime, inizia a gridare, minacciando Claudio che se non la smette, il “Corpo di Devozione
Celeste”; verrà a prelevarlo e a farlo sparire...

Claudio: il corpo di devozione celeste? Che cos'e il corpo di devozione celeste?

ma Claudio, si calma e si domanda che cosa sia il “Corpo di Devozione celeste”, ma Claudio si
ritrova a dover scappare e fuggire via dal suo appartamente, dopo che un gruppo di uomini in
divisa, simile a una polizia e arrivato vicino al suo appartamento, costringendo Claudio a scappare
via a gambe levate...

Claudio si dilegua, nascondendosi in un area di periferia, notando che in giro, non ci sono senzatetto
o barboni, non c'e nemmeno gente in giro, nemmeno discoteche o pub, nulla, cosa che fa
insospettire e inquietare claudio, che si domanda cosa sia successe nel mondo, quando lui era in
coma...

in un mondo, che sembra la terra dei nostri giorni o del epoca odierna, la gente trascorre
normalmente la propria vita, come se tutto fosse normale...
ma il mondo sembra perfetto e ideale, sembra che la criminalità e la povertà siano spariti e
scomparsi, tutti sono onesti, tutti rispettano le leggi e le istituzioni, nessuno evade le tasse, la
criminalità organizzata non esiste, non c'e odio, guerre, malattie e fame e tutti sono felici e
contenti...

ma nulla e come sembra...

quella terra non è la nostra terra o il nostro mondo, ma una versione alternativa della Terra, una
versione della Terra, dominata da una misteriosa razza di creature cosmiche, una razza di entità
aliene, molto evolute e civilizzate, ma non comuni alieni del nostro universo, ma alieni
Pandimensionali, Alieni provenienti da un altra dimensione, da un altro universo, una razza aliena
che si stà diffondendosi nel multiverso e nel continuum spazio-temporale, imponendo la dottrina
della “Società celeste”, la creazione di una società pura e perfetta, dove tutti i vizi e i difetti sono
spariti e scomparsi...

Claudio scopre, con orrore, che cosa sia successo nel mondo, quando lui era in coma...

quella misteriosa razza aliena, simili a Cubi viventi con braccia e gambe, simili a triangoli metallici
e con unica faccia, una facciata nera, con due cerchi rossi luminosi, si fanno chiamare
“Purificanti”...

i Purificanti, hanno creato nel mondo, una società bella, perfetta e meravigliosa, senza cattiveria e
malvagità, ma a un caro prezzo... massacrando e sterminando milliardi e milliardi di persone,
causando letteralmente dei genocidi di massa, lasciando in vita solo le persone “buone” “Pure” e
“gentili”, sterminando le persone “Inadatte”, come tossicodipendenti, alcoolizati, i poveri, gli
emarginati sociali, anche persone con disturbi mentali e psicologici, persone maleducate o con poca
e scarsa educazione, i criminali e i delinquenti, la gente che bestemmiava, che non onora e rispetta
se stesso e gli altri, le persone che non rispettano le leggi e l'autorità...

i Purificanti, hanno creato una terra, dominata dai “Puri”, ovvero, quelle persone, senza vizi o
difetti, senza inclinazioni cattive o negative, come la maleducazione, la violenza aggressiva, la
tendenza a consumare alcoolici o droghe, che tradiscono le loro mogli, che abusano o maltrattano
delle loro mogli e figli, ma anche senza ipocrisia, imponendo una razza umana dove tutti siano
sinceri e coerenti, dove tutti dicano sempre la verità e dove non ci siano mai bugie o menzogne...

la dottrina dei Purificanti e molto chiara: per i purificanti, la società e come un giardino, come una
bellissima vallata verde, come una foresta verde e incontaminata, che però, per essere alimentata e
curata bene, deve essere concimata con i cadaveri della gente morta, per i purificanti, nel giardino
bisogna separare l'erba buona dalle “Erbacce”, per i purificanti, bisogna separare nel albero da
frutto, i frutti buoni dai frutti marci, i Purificanti si considerano dei “giardinieri” della società di
massa, i Purificanti, hanno “Purificato” la società terrestre dal male e dalla cattiveria, i Purificanti
hanno liberato il mondo dal peccato, hanno creato un mondo puro e perfetto, hanno reso i sogni in
realtà, hanno fatto in modo, che la realtà, diventasse una favola, una fiaba meravigliosa, con un lieto
fine, dove il male e stato sconfitto e il bene ha trionfato per sempre, un mondo dove i cattivi sono
stati sconfitti e tutti vivono per sempre felici e contenti...

ma il tutto a un caro prezzo... poiché ogni cosa ha un prezzo da pagare, un prezzo molto salato...
ovvero... lo sterminio di massa, di milliardi e milliardi di persone, causando una strage, un massacro
su scala mondiale, creando millioni e millioni di morti per ogni singola nazione del mondo,
causando il più grande genocidio di massa della storia, da soli, i Purificanti, hanno causato più morti
di tutte le religioni integraliste e ideologie politiche estremiste, mai esistite in tutta la storia umana,
uccidendo moltitudini di umani, pur di creare una società felice, pur di creare un mondo felice, pur
di cambiare il mondo, pur di creare un mondo migliore, pur di liberare il mondo dalla cattiveria e
dalla malvagità, pur di creare una società più giusta ed equa, pur di creare un mondo senza vizi e
difetti, pur di creare il mondo perfetto, dominato dalla società perfetta, pur di creare una razza
umana perfetta...

quella che da fuori, sembra nel apparenza, un bellissimo giardino luminoso, un grande palazzo
dorato, dalle splendide fontane e dai giardini dai fiori profumati, sotto quella superficie, si trova un
immensa distesa di morti, cadaveri e scheletri, bagnati da fiumi e laghi di sangue, che
paradossalmente, stanno “alimentando” e dando una “linfa vitale” a quel giardino colorato e a quel
palazzo dorate, le cui fondamenta si poggiano su un immensa distesa di sangue, di morte, di
violenza e di cadaveri...

Claudio, allora, impazzisce, perdendo la ragione, venendo catturato dal “Corpo di Devozione
celeste”, che trovano Claudio, in stato confusionale, completamente impazzito, che inizia a ridere in
maniera isterica, che uccide Claudio, dopo che il capo dei Devoti, armato di una pistola laser,
colpisce Claudio alla testa, uccidendolo...

così, il cadavere di Claudio, viene portato alla “Concimazione”, ovvero, i cadaveri delle persone
“deviate”, vengono portati in grandi colonne di camion, in territori, dominati dai Purificanti, che
hanno iniziato a mangiare e consumare la carne degli “Impuri”, sfruttando gli impuri e la stessa
razza umana, come cibo, come forma di alimentazione...

La Foresta che aveva Fame

un gruppo di studiosi di Botanica e scienze naturali, giunge in una casa di montagna, sperduta in un
area di grandi foreste tra la Liguria e il Piemonte, in un area di grandi e immense foreste, si
stabilisce in una casa di montagna, convertita a un area di studio e ricerca sulla flora e fauna di
quelle zone, per conto di un centro di studi naturalistici, il gruppo comprende quattro persone, due
uomini e due donne...

ma nei giorni seguenti, accadono numerose cose strane e inquietanti, come di gruppi di escursionisti
e di raccoglitori di funghi e di cacciatori, misteriosamente spariti e scomparsi, dopo essere entrati
nella “Grande foresta delle Ombre”, una Foresta molto fitta e immensa, confinante alla casa dei
quattro botanici,

nei villaggi vicini, sono diffuse molte storie su quella foresta, che ritengono che la foresta sia
maledetta, che la foresta sia un entità “viva” e “Organica”, che quella foresta, sia un unico
organismo, un unica forma di vita senziente, che mangia e divora ogni cosa, che punisce chiunque
osi disturbare, gli “Spiriti”, che vivono in quella foresta...

ma il gruppo di botanici, non da credito a quelle storie...

ma una notte, le piante e gli alberi della foresta e la vegetazione, prendono misteriosamente vita e
forma, come mosse da un unica mente o un unico organismo, diventando simili a organismi
intelligenti e senzienti, come se le piante fossero divenute intelligenti e senzienti e avessero iniziato
a comunicare tra di loro...

i quattro botanici, sono ritrovati massacrati e stritolati, da dei rami e fili d'erba, divenuti simili a una
massa di tentacoli sentienti, che iniziano a penetrare in tutte le cavità e orifizi di due botanici,
soffocandoli, mentre gli altri due botanici rimasti, sono trascinati a forza e “assorbiti” e “divorati”
dalla vegetazione, divenuta simile a una spugna che assorbe ogni cosa, anche la carne e le ossa...

i quattro botanici, spariscono nel nulla, senza essere più ritrovati...

la Bambina del Lago

in un paesino di montagna, vicino a un grande lago, vive Tommaso, un ragazzino difficile e


problematico, spesso emarginato e malvisto dai suoi coetanei, Tommaso si rivela un ragazzino
timido e introverso, spesso, con la testa sopra le nuvole, un giorno, mentre Tommaso, visita il lago
vicino al paesino, trova una ragazzina, molto bella, carina e e aggrazziata, tommaso si avvicina alla
ragazzina, che si fa chiamare Mirena...

tra Tommaso e Mirena, nasce una grande e profonda amicizia, poiché Tommaso si sente incompreso
e poco capito, dagli altri ragazzi e ragazze del villaggio e instaura una forte e profonda amicizia con
Mirena, che si rivela l'unica che riesce a comprende e capire Tommaso e ad empatizzare con
quest'ultimo...

ma passano i giorni e Tommaso inizia a parlare ai suoi genitori, di Mirena,


i genitori di Tommaso, rimangono molto colpiti da questa cosa, poiché, prima di allora, Tommaso,
non riusciva a socializzare e non riusciva a fare amicizia con nessuno,

ma nessuno al paese, sembra conoscere Mirena, come se Mirena non esistesse o non fosse mai
esistita, alcuni accusano Tommaso di essersi inventato lui stesso l'esistenza di Mirena...

Tommaso, inizia ad essere inquietato da quella cosa, poiché sembra che solo Tommaso, riesca a
vedere Mirena e a parlare e interaggire con Mirena, mentre per il resto del villaggio e come se
Mirena non esistesse nemmeno, come se solo tommaso riuscisse a vedere e ascoltare Mirena, ma
Tommaso, rimane scettico e crede che Mirena sia ingiustamente emarginata e rifiutata dai coetanei
del suo paese, che Tommaso vede come crudeli e ingiusti nei confronti di Mirena...

ma a casa di Tommaso, giunge in visita, una donna anziana, molto avanti con l'età, una donna di 60
anni, una abitante del villaggio, che decide di confessare ai genitori di Tommaso, un segreto:
Mirena e la figlia di quella donna, ma Mirena era morta moltissimi anni fa, era morta circa 40 anni
fa, morendo affogata, cadendo accidentalmente nelle acque del lago, mentre giocava con alcuni
coetanei sul bordo del lago, cadendo accidentalmente nelle acque del lago e morendo in essa, una
perdita che sconvolse molto la madre di Mirena, che traumatizzata, non volle più avere figli, per
paura e timore di perdere nuovamente i figli...

Tommaso, scopre con Orrore che Mirena non era viva, Mirena era morta e quello era il fantasma di
Mirena, l'anima di Mirena, che era rimasta legata al lago e che si aggira per le rive del lago, che il
lago racchiude l'anima e lo spirito di Mirena...

ma Tommaso, instaura una forte amicizia e legame con Mirena, che nasce prima in una profonda
amicizia, poi, in una profonda storia d'amore...

quella bambina, rimase per sempre felice e contenta, tutt'ora oggi, molte persone, vedono una
bambina giocare felice e spensierata, sulle rive di quel lago, divertendosi per sempre, divertendosi
per l'eternità, eternamente legata alle acque di quel lago...

il Regno del Eterna Sofferenza

un gruppo di cinque persone, tre uomini e due donne, si risveglia in una città vuota e deserta, senza
ricordarsi o capire, come abbiano fatto a finire lì, persone di diversa origine e provenienza, senza
alcun legame o parentela o contatto tra di loro, causalmente finite in quella strada e misteriosa
città...

ma in quel mondo, ogni cosa e viva ed è senziente, come se i palazzi e le automobili avessero vita
propria e anche gli oggetti fossero animati o dotati di vita propria, oggetti che sembrano quasi fatti
apposta, per uccidere o lesionare o causare dolore e sofferenza, a chiunque, finisca in quella grande
città...

il gruppo delle cinque persone, cerca di organizzarsi e cerca di scappare e fuggire da quella strana e
misteriosa città, cercando tutti di capire, come siano finiti in quel posto, spaventoso e terrificante,
nel gruppo di cinque persone, iniziano a diffondersi teorie e ipotesi di ogni specie, genere e tipo:
alcuni ipotizzano, che il tutto sia un esperimento militari, altri che siano stati rapiti dagli alieni, altri
ancora, che sia un complotto da parte dei poteri forti, altri che sia iniziata la Terza guerra mondiale,
altri ancora, che sia una specie di “Sogno condiviso”, ma si rivelano tutte teorie, senza una risposta
definitiva...

il gruppo delle cinque persone, cerca di uscire dalla città, ma senza riuscirci, poiché, una parete
invisibile, che tiene bloccate e prigioniere le cinque persone, in quella città...

così, il gruppo di cinque persone, inizia ad essere ucciso uno ad uno, da un intera città vivente e
senziente, che sembra programmata per perseguitare, per disprezzare, per odiare le cinque persone,
finite in quella città...
Nunzio, uno dei membri del gruppo, viene stritolato da un palo di metallo di un cartello segnaletico
stradale, che ha preso vita, diventando lungo e snodabile, come un serpente, che si avvolge attorno a
nunzio, stritolandolo e uccidendolo, lacerandolo e spaccandogli le ossa...

gli oggetti, iniziano a parlare, ma parlando una strada e bizzarra lingua incomprensibile, una lingua
aliena strada...

Terenziani, allora, riesce a trovare una chiave inglese inerte e la usa, per uccidere alcune forchette e
cucchiai, che hanno preso vita e simili a uno sciame di insetti, hanno iniziato ad attaccare il gruppo
delle cinque persone, terenziani, uccide alcune di quelle forchette e cucchiai, che lesionati,
sprizzano sangue rosso e rivelano di avere dentro di loro, dei tessuti muscolari, carne rossa e delle
ossa, come se fossero organismi vivi e senzienti, alcuni di quei cucchiai e forchette, emettono grida
di dolore e sofferenza...

il gruppo inizia a sfaldarsi, alcuni sono uccisi a sangue freddo, altri impazziscono e iniziano a
delirare, poiché non c'e tregua a quella persecuzione continua e costante, poiché, i sopravissuti,
sono letteralmente perseguitati e torturati 24 ore su 24, per tutto il giorno e la notte, senza alcuna
pausa, senza potersi mai riposare, cosa che spinge molte delle persone finite lì, a suicidarsi o a
togliersi la vita, impazzendo del tutto,

l'unica sopravissuta, l'unica che resiste per tutto il tempo e Claudia Arizzi, una donna dal passato
difficile, travagliato e burrascoso, dalla vita difficile e complicata, finita in quella dimensione, di
dolore e sofferenza, senza capirne il perchè...

alla fine, Claudia Arizzi, viene risparmiata dal ambiente circostante e da quella città, che smette di
perseguitare Arizzi...

così, Claudia Arizzi, arriva ai bordi della città, prima irrangiungibili, ora divenuta attraversabile, la
parete invisibile e come sparita e scomparsa misteriosamente...

Claudia Arizzi, si ritrova davanti delle strane e misteriose creature, delle specie di creature umanoidi
mostruose, che si rivelano degli emissari per conto di una razza di creature cosmiche, di creature
titaniche, sconfinate oltre ogni immaginazione e concezione...

Claudia Arizzi, allora, scopre tutta la verità su quel posto in cui era finita...

la misteriosa città e una dimensione oscura, un altra dimensione, per la precisione, una
Nano-Dimensione artificiale, creata da una razza di creature mostruose e terrificanti, degli orrori
cosmici, per puro sadismo, per puro divertimento, creature che scoprendo l'esistenza della nostra
dimensione e universo, trovano l'ubicazione del pianeta Terra, iniziarono a rapire persone a caso, da
ogni provenienza, trascinandole a forza dentro quella nano-dimensione, che ha la forma di una
metropoli organica e senziente, dove ogni cosa e creata appositamente per uccidere e torturare, dove
le creature cosmiche, avevano creato un giro di scommesse per vedere chi resiste o dura di più,
creando quello spettacolo, per divertimento, per svago, per passatempo, per passare il tempo, come
una forma di svago, una forma di intrattenimento...

Claudia Arizzi, scopre che il nostro universo e solo una piccola bolla, tenuta rinchiusa in un
“Allevamento di bolle” o allevamento cosmico, creato da una razza di creature cosmiche mostruose
e terrificanti, che hanno creato il dolore e la sofferenza del cosmo per divertimento, che si spacciano
per dei, causando dolore e sofferenza nel universo, per divertimento, per svago, per gusto e piacere
nel dolore e sofferenza degli esseri umani, creature terrificanti, detti “Torturatori”; che hanno creato
quelle nano-dimensioni, delle dimensioni di pura malvagità e cattiveria, di puro dolore e sofferenza,
per rinchiudersi gli esseri viventi e farli soffrire, patire e disperare, per l'eternità, intrappolandoli in
un eterno ciclo di sofferenza, per puro gusto e divertimento...

allora, Claudia Arizzi, impazzisce completamente, perde la ragione e inizia a urlare e disperarsi, poi
Claudia perse i sensi...

tempo dopo, in una spiaggia, di una città costiera, viene ritrovato il corpo di Claudia Arizzi, mentre,
sparsi in varie zone, vengono ritrovati cinque cadaveri, di cinque persone morte, in circostante
strane e poco chiare, tutte persone, che erano finite in quel abisso di dolore e sofferenza, nel “Regno
del Eterna Sofferenza”...

la storia, termina con il monologo, da parte di uno degli “Emissari” dei Torturatori...

“il Dolore e la sofferenza, sono come il piacere sessuale, c'e chi prova repulsione per il dolore e la
sofferenza, c'e chi la evita come la peste, ma noi torturatori siamo diversi... noi adoriamo il dolore
e la sofferenza, facciamo di tutto pur di causarla, sopratutto verso gli esseri viventi, che noi
riteniamo inferiori e sottosviluppati... per noi... gli umani solo solamente, una massa di pulci o di
acari, dei batteri in fermentazione dentro uno Yogurt, delle formiche sulla schiena di un elefante...
a noi non ci importa, del dolore e sofferenza degli umani, da quando a un bambino importa del
dolore e sofferenza di una formica o di una mosca, quanti bambini trovano divertente tirare i
petardi addosso a un gatto o a un cane, divertendosi e ridendo a crepapelle, proprio quello che noi
torturatori, facciamo agli esseri umani, noi godiamo nella sofferenza, proviamo gusto e piacere
nella sofferenza... ci fa godere ed eccitare e più le vittime sono deboli o fragili o vulnerabili e
meglio e, c'e più dolore e sofferenza, più smarrimento e perdizione, quindi per noi, torturatori, c'e
più divertimento...

ma e ora di lasciarci... una nuova partita sta per iniziare, un “Nuovo Round” ha inizio... quando
caso, altri malcapitati sono di nuovo arrivati nella città della sofferenza, non voglio perdermi lo
spettacolo, sono curioso di sapere quanto resisteranno questi...”

così, un altra “Partita” ha inizio, con un altro gruppo di cinque persone, che finisce dentro la
dimensione della sofferenza...

La città dove camminò il Re dei Pazzi\ la Nube

in una città italiana, nel nord Italia, ai nostri giorni...

nella città di Berezzio, misteriosamente, senza alcun motivo, la popolazione inizia ad essere
controllata da qualcosa, tutti perdono la propria mente e pensiero e diventano tutti unificati
misteriosamente da una strana e misteriosa entità, chiamato “il Signore supremo”, il signore
supremo, pian piano, inizia a diffondersi in tutte le menti degli abitanti di Berezzio, infettandoli tutti
come se fosse un virus mentale o una peste psichica, che infetta la mente e psiche degli esseri
umani, spargendosi e diffondendosi a macchia d'olio, unificando ed omologando le menti e pensieri
degli esseri umani

le poche persone rimaste indipendenti mentalmente e psicologicamente, creano un gruppo di


persone e cercano di scappare e fuggire dalla città di Berezzio, ma scoprendo con orrore, che
l'esercito ha chiuso e blindato l'intera zona, isolando la città di Berezzio dal resto del mondo...

tramite delle radio e delle televisioni, il gruppo di sopravvisuti, scopre che le autorità nazionali,
pensavano inizialmente che Berezzio fosse stata colpita o da un virus sconosciuto o da un attentato
terroristico,
il Tempio della tenebra urlante

Birmania 1947

un comandante militare del esercito inglese in Birmania, di nome Scott Willard, poco dopo la fine
della seconda guerra mondiale, guida un gruppo di soldati in una giungla della birmania, prendendo
il controllo di un tempio locale, sepolto dalla vegetazione e abbandonato da molto tempo, gli
abitanti di un villaggio locale, avvertono al governatore e ai soldati, di non entrare in quel tempio,
che quel tempio e maledetto, che al interno del tempio, vive sigillato un oscuro e misterioso
demone, ma il comandante Scott non dà peso e credito a quegli avvertimenti, credendole solo
supertizioni locali...

i soldati, prendono il controllo del tempio e rompono un sigillo, scritto in un antica lingua Birmana

nei giorni seguenti, il comandante Scott si ritrova perseguitato da paranoie e manie ossessive,
vedendo ovunque lui vada, una strana e misteriosa figura umanoide, che inizia a tormentare e
perseguitare il comandante Scott, di giorno e di notte, perseguitando il comandante Scott anche nei
sogni notturni, apparendo sempre in un ogni sogno di Scott, disturbandolo e interrompendolo...

ben presto, il comandante Scott inizia ad impazzire e a delirare, ritrovandosi ossessionato,


perseguitato e torturato mentalmente da quel demone, che ora vuole punire il comandate Scott, per
aver violato e profanato il suo tempo, dove viveva assopito, tranquillo e in pace...

il Comandante Scott, inizia ad impazzire, cosa che fa preoccupare sua moglie e i parenti e colleghi
di Scott

ben presto, Scott, inizia a perdere la ragione, impazzendo completamente, prima assassinando la
moglie e sterminando la famiglia, poi nascondendone i cadaveri e poi un giorno, impazzendo del
tutto, prendendo una mitragliatrice automatica e gridando frasi in onore e gloria, del demone
Athukai, che oramai, ha definitivamente preso il controllo e possesso della mente e corpo del
generale Scott

La Donna serpente

siamo in un mondo, simile al Europa Medioevale

un cavaliere, salva una giovane ragazza, dal aggressione da parte di cinque contadini, il cavaliere
interviene e uccide i cinque contadini, pensando che siano degli aggressioni a danno di quella
ragazza

il cavaliere salva la ragazza

la ragazza, ad insaputa del principe, inizia a sprigionare dalla sua pelle, una strana polverina sottile,
che viene inalata dal principe,

ben presto, il principe, sotto effetto di quella strana polverina, inizia a sognare a occhi aperti,
vedendo solo cose belle e meravigliose,

il Principe si convince che quella ragazza, sia una bellissima principessa, che viene da un regno
incantato e che appena il principe sposerà la principessa, il principe vivrà una vita felice, vivendo
per sempre contento e felice con quella principessa, convincendosi che appena il principe si sposerà
quella ragazza, al istante, vivranno in un grande castello e avranno molti figli, portando a un finale
da fiaba...

allora, il principe, si porta la ragazza al suo castello e il principe incontra il padre, chiedendogli di
sposarsi la ragazza, ma il padre si mostra scettico e dubbioso, sulla reale natura e provenienza di
quella ragazza...

ma una notte, il principe, mosso da una strana e misteriosa forza, come manovrato dai fili di un
burattino, afferra una spada e inizia a fare a pezzi, tutti i membri della sua famiglia, uccidendoli nel
sonno, uccidendo anche suo padre e sua madre...

ma l'indomani mattina, quando il principe si risveglia, però, si risveglia completamente sporco di


sangue e con la spada in mano, sporca di sangue, spaventato, angosciato e terrorizzato, il principe
corre per i corridoi del castello, scoprendo con spavento e orrore, che tutti i membri della sua
famiglia sono morti, uccisi dallo stesso principe, che impazzisce, perdendo completamente la
ragione, iniziando a urlare e delirare, abbandonandosi a pianti e urla isteriche, iniziando a gridare a
squarciagola...

“perchè l'ho fatto? Perchè? PERCHE??? PERCHEEE??? NOOOOO!!! MAMMAAAAAA!!!!


PAPAAAAAAHHHH!!!!!AAAAHHHHHHHH!!! IO NON VOLEVO! NON VOLEVO! MAMMA!
SCUSAMI!! PAPA! SCUSAMI!!!!”

poi, davanti al principe, arriva la giovane ragazza, che con una risata malefica e sprezzante, osserva
il principe, in preda alle lacrime e sporco di sangue...

cosa mi è successo? COSA MI STA SUCCEDENDO????”

la ragazza, allora inizia a parlare, dicendo al principe, che lui ha una visione talmente bella e
positiva delle cose, un immagine talmente “allegra” e “colorata” delle cose, da essere divenuto
incapace di distinguere il bene dal male, di distinguere le cose giuste, dalle cose sbagliate, spiega la
ragazza, che se vedi sempre e solo cose belle, alla fine, tutto ti sembrerà bello, anche la violenza e
l'odio, ti sembrerà bello anche uccidere o assassinare a sangue freddo, anche distruggere e rovinare
se stessi, anche distruggere e devastate la propria famiglia o rinunciare a quello che si ama o si
vuole bene...

il principe, rendendosi conto di essersi autorovinato, inizia a impazzire e delirare, ma la ragazza


però, inizia a calmare il principe...

“non ti devi più preoccupare, hai perso i genitori, avrai pur perso tutto, ma hai me! Non hai ancora
perso me e non mi perderai mai!”

il principe, allora, inizia ad arrabbiarsi e innervosirsi, iniziando ad insultare e maledire quella


ragazza

“io voglio bene ai miei genitori! Io voglio bene alla mia famiglia! Non a te!”

allora, la ragazza, decide di rivelare al principe, la sua vera forma fisica, la forma di un serpente
gigante antropomorfo, che spaventa e terrorizza il principe, paralizzandolo dalla paura, la ragazza
serpente, uccide il principe, mangiandolo vivo e divorandolo vivo...

Potrebbero piacerti anche