Sei sulla pagina 1di 3

Sostituzione e regolazione del potenziometro LMM

Non riprodurre senza autorizzazione - Nessuna responsabilit per eventuali danni

Nota Importante e Responsabilit


Il lavoro descritto in questo manuale deve essere eseguito solo da persone adulte qualificate
con esperienza e la conoscenza dettagliata delle norme di sicurezza. Nel dubbio, rivolgersi ad
una officina specializzata. Non si risponde del mancato rispetto di queste condizioni di
esclusione.
Istruzioni per la sostituzione e la regolazione
La sostituzione del potenziometro LMM non un compito molto difficile, in pratica. Sono necessari
alcuni strumenti di base e di un multimetro digitale per la regolazione elettrica. A seconda del
modello il lavoro di sostituzione pu richiedere da una mezz'ora fino a 4 ore. Per la maggior parte
delle tipologie di motori, molto semplice. Se avete domande o riscontrate problemi saremo felici
di aiutarvi. Non esitate a contattarci.
Sopra si
vede il

potenziometro con guarnizione, dalla parte anteriore e posteriore. Il nuovo potenziometro fornito
senza guarnizione, viti e tappi a vite, in modo da essere sicuri che non si possano perdere.
Se la tenuta fosse compromessa anche possibile utilizzare un normale O-ring 50x2 mm di
mercato. Sul lato frontale del potenziometro si vedono i terminali di connessione e sul retro lo
stampato con le traccie di contatto. Il colore del circuito potrebbe essere diverso da quello della
foto. I fori con le asole permettono la regolazione del potenziometro ruotandolo sull'asse (rientranza
cilindrica plastica del potenziometro).
La vite di regolazione fine vicino ai tre contatti elettrici non deve essere toccata ma occorre
sigillarla con silicone. Se il potenziometro stato consegnato senza rinforzi metallici delle asole, si
devono utilizzare quelli rimossi dal vecchio potenziometro.
Il veicolo di riferimento per queste istruzioni un 1989 300 SE M103 6 cilindri, ma la procedura
la stesso per la maggior parte dei modelli. Scollegare prima in ogni caso la batteria del veicolo
dal sistema elettrico.
Rimuovere il filtro dell'aria togliendo i tre dadi da 10mm (2 sul lato sinistro e uno sul
lato destro). Staccare il tubo dell'aria proveniente dal motore e quello di ingresso aria al filtro, se
necessario scollegare il sensore temperatura aria (IAT) e poi togliere il contenitore del filtro aria.

Ora possibile vedere l'alloggiamento potenziometro. Staccare la spina quindi rimuovere


l'accumulatore di pressione del carburante prima del potenziometro. Si prega di notare che nel
caso fuoriesca del carburante si deve rispettare la sicurezza rimuovendo accuratamente le
eventuali fuoriuscite. Svitare i tubi di collegamento del distributore di carburante, tirare
delicatamente il sottile tubo dello sfiato del basamento e poi il supporto dell'accumulatore. Ora
possibile metterlo a lato in modo da poter operare agevolmente sul potenziometro. Segnare la parte
superiore del vecchio potenziometro con un pennarello indelebile sul misuratore di flusso d'aria.
Scalzare i due cappucci in plastica nera con un piccolo cacciavite dalla parte superiore e conservarli
come riferimento. Ora svitando le 4 viti (Torx 15) si smonta il potenziometro. Recuperare la
guarnizione e le viti togliendole.

L'immagine di sinistra mostra il debimetro dopo aver rimosso il potenziometro. Fare attenzione a
non piegare o rovinare i due contatti striscianti. Installare il nuovo potenziometro con la vecchia
guarnizione. Allineare inizialmente il potenziometro al segno di marcatura fatto in precedenza (in
assenza di marcatura: in orizzontale); la regolazione viene fatta in seguito. Serrare le viti quel tanto
che basta da permettere di ruotare il potenziometro per la regolazione. Installare di nuovo
l'accumulatore di pressione del carburante e ricollegare la batteria del veicolo in modo che il motore
possa essere avviato.

Per il passo successivo sono ideali i puntali (clips) Hirschmann rappresentati in figura. si pu
utilizzare anche qualcos'altro, ma bisogna assicurarsi di non fare un corto circuito. Collegare il
multimetro come mostrato nella figura sui due spinotti in alto (1 e 2) e inserire la spina nera di
nuovo.
Impostare il campo di misura per misurare la tensione in corrente continua (VDC - Campo di
misura 0-2 volt), avviare il Motore e lasciare riscaldare a temperatura di esercizio di 80 C. Tutte le
utenze elettriche devono essere spente. Ora assicurarsi che la velocit al minimo corrisponda
esattamente a quella prevista dal costruttore.
Con il motore al minimo, regolare il potenziometro ruotandone il corpo delicatamente fino a
raggiungere 0,70 V (pi / meno 0,10 V). Questo un lavoro molto delicato, in quanto anche piccoli
movimenti causano differenze sostanziali. La migliore regolazione si fa toccando il lato destro
(verso il basso: il voltaggio diminuisce, in alto: aumenta). Quando il valore corretto, serrare
alternativamente tutte le viti accessibili verificando contemporaneamente che il valore non cambi.

Per i problemi di regolazione, tenere presente quanto segue: durante la regolazione, il controllo
motore pu entrare in stati di funzionamento non definiti. Per cancellare la memoria degli errori
scollegare la batteria dal veicolo per almeno 20 secondi.
Compiere questo passo se il controllo del motore (soprattutto il regime di minimo) si comporta in
modo imprevisto e/o la regolazione del potenziometro non risulta possibile.
Scollegare la batteria della vettura nuovamente. Ora necessario
smontare nuovamente l'accumulatore di pressione del carburante in modo che tutte le viti del
potenziometro si possono raggiungere. Attenzione il carburante pu uscire ancora una volta, si
prega di rispettare la sicurezza e rimuovere nuovamente le fuoriuscite.
Stringere con attenzione le 4 viti; non stringere troppo altrimenti sar necessario smontare il corpo
farfallato e rimaschiare i filetti M4. Ora rimontare l'accumulatore di pressione del carburante, la
batteria del veicolo e avviare il motore. Il valore del potenziometro non dovrebbe essere cambiato;
ma, se serve, cercare di correggere qualcosa attraverso qualche cosa di forte ma picchiando con
delicatezza. Se questo non aiuta, ripetere la procedura di regolazione. Quindi rimuovere i cavi di
prova del multimetro e inserire la spina nera nuovamente. Alla fine sigillare la vite del trimmer con
silicone. Controllare nuovamente tutti i collegamenti dell'accumulatore per evitare perdite, e
rimontare il filtro dell'aria.
Ora usare un paio di giorni la vostra auto e verificare il funzionamento. Dopo 100-200 miglia
ripetere nuovamente la misura: se OK, mettere i cappucci sulle viti; se il valore fortemente
deviato, ripetere la procedura di regolazione.