Sei sulla pagina 1di 1

17 URBINOE PROVINCIA MERCOLED 6 AGOSTO 2014

GENERAZIONI
Asinistra,
Giuseppe
Pasquini.
Alato,
Giorgio
Mochi.
Nelle foto:
in alto,
Pasquini nel
cerchietto
vicino a
Ferruccio
Parri;
nellaltra
foto
Pasquini con
Mario Scelba,
secondo da
sinistra
SANTANGELOIN VADO
CAMMINA con passo sicuro, an-
che se la vista cede. Giuseppe Pa-
squini, sindaco di SantAngelo in
Vado dal 1956 al 1985, tramuta in
un lampo lo sguardo severo in un
sorrisoaperto. Forza, ditemi quan-
ti anni avr adesso..., dice senza
tanti giri di parole.
OTTANTACINQUE..., pro-
viamo ad azzardare. E lui: Ottan-
totto sono dietro langolo. Hai capi-
to? Ma sono pieno denergia e con
le idee molto, molto chiare.
Su cosa?
Sul tema pi importante, ovvio,
cio la nuova guida della regione
Marche.
Lei pensa a candidarsi? Voi
democristiani doc non molla-
te mai...
Ma dai, ti par possibile. Io ho inve-
ce ben chiaro chi dovr essere can-
didato alla presidenza della Regio-
ne per il centrodestra: una persona
capacissima, con grande esperien-
za, umanamente straordinaria, uno
che sarebbe il miglior presidente,
ovvero Giorgio Mochi, attuale sin-
daco di Piobbico.
Ci scusi, perch proprio Mo-
chi?
Hopensato a lungo prima di espri-
mermi. Prima di tutto unsindaco
egregio, ma soprattutto un politico
integrato nellentroterra di cui co-
nosce tutti i problemi. Come ogni
sindaco di una piccola comunit fa
una gran fatica a far quadrare i bi-
lanci, fa sacrifici per risolvere i pro-
blemi. Per sono preoccupato.
Motivo?
E il candidato perfetto, faranno
di tutto per mettergli i bastoni tra
le ruote.
Chi in particolare?
Temo le segreterie regionali, quel-
le nazionali, temo coloro che punta-
no solo su se stessi.
Mi scusi, ma candidandolo
non finir per bruciarlo?
E allora quando se ne parler?
Guardi che i tempi sono cambiati.
Pensi che un vecchio democristia-
no doc come me, per quel che ha
detto pubblicamente ha persino ri-
cevuto complimenti dal Movimen-
to 5 Stelle, quando affermai che
lonorevole Morani si doveva di-
mettere perch nonaveva beninter-
pretato il senso della sua missione
parlamentare.
Torniamo a Mochi, lex Pdl lo
digerir?
Da queste colonne lancio un ap-
pello a Remigio Ceroni ed Alessan-
dro Bettini. Non bruciamo la gran-
de occasione di avere unpresidente
che viene dalla provincia di Pesaro
e Urbino. Sar ora o no di avere di
nuovo unpresidente del nostro ter-
ritorio? Uno che salvi lentroterra?
E dalla fine della carriera politica
di Rodolfo Giampaoli che racco-
gliamo briciole.
Ci dica, perch non sono mai
emerse figure importanti do-
po Giampaoli?
Perch hanno sempre cercato di
soffocare tutto quello che nasceva.
Ora diciamo basta e puntiamo drit-
to su Giorgio Mochi.
Giovanni Lani
FRANCESCOMancini Zanchi sar il nuo-
vo presidente della Cappella Musicale del
SS Sacramento: ieri mattina, in conferenza
stampa per la Festa del Duca, il vice sinda-
co Francesca Crespini, con la presenza e il
consenso del sindaco Gambini, ha annun-
ciato il passaggio di consegne che avverr
presto dallavvocato Antonio Fabi al giova-
ne musicista.
SONO STATO contattato dallassessore
Crespini perch aveva pensato per questo
incarico ad un giovane e io posso costituire
uncollegamento convarie istituzioni musi-
cali del territorio, da Pesaro a Fano a Rimi-
ni ha spiegato Mancini . Devo ringra-
ziare moltissimo lassessore e il sindaco per
la loro fiducia nei miei confronti per un in-
carico cos prestigioso e assicuro che mette-
r tutto lentusiasmo e la passione che mi
caratterizza. Mancini, contrabbassista libe-
ro professionista, 33 anni, diplomato ai
Conservatori di Pesaro e Gi-
nevra, svolge numerose atti-
vit concertistiche che spa-
ziano dalla musica classica
al jazz: musicista dellOr-
chestra sinfonica Rossini,
collabora con numerosi
quartetti jazz, tra cui Wel-
come to the Django, pro-
getto di riferimento nella
sua carriera. Mancini inse-
gna, concontratti di collaborazione, allIsti-
tuto superiore di Studi Musicali Lettimi di
Rimini e con la Cappella musicale di Urbi-
no ha avviato una convenzione per fare un
percorso pre accademico che consenta agli
allievi di Urbino di prepararsi per lesame
allistituto che come un conservatorio. Il
mio intento di valorizzare il carisma di
queste diverse realt musicali, conclude
Mancini.
Lara Ottaviani
SCENARI POLITICI APPELLOAL CENTRODESTRA: PUNTIAMOSUUNPERSONAGGIOCAPACE E SERIO
Si candidi Mochi alla guida della Regione
Giuseppe Pasquini, figura storica della vecchia Dc, propone il sindaco di Piobbico
PRESIDENZAFRANCESCOMANCINI SUBENTRAAFABI
Cappella Musicale, passaggio di mano
LUNIVERSIT di Urbino ripropone il
corso di perfezionamento post lauream in
Geologia e gusto per la formazione di nar-
ratori del gusto e della cultura, comunicatori
del benessere e selezionatori delle tipicit.
Dopo i 24 specialisti diplomati lo scorso an-
ni, liniziativa ritorna perch deve diventa-
re figo narrare lenogastronomia di classe
che regala passione, ha detto Giuseppe Cri-
stini, uno degli ideatori e docente al corso.
Il racconto lelemento fondamentale di
questo corso e gli allievi hanno una prepara-
zione a met tra lo scienziato e il comunica-
tore ha spiegato il direttore Rodolfo Coc-
cioni . Ci occuperemo di temi attuali, in
vista dellExpo 2015: nutrire il Pianeta, so-
stenere lambiente, alimentazione sana e suf-
ficiente per tutti, clima e influenze sulle pro-
duzioni agricole, ciclo biologico e tradiziona-
le. Il corso, realizzato con il patrocinio della
Regione e dellAssam, ci insegna che man-
giare una necessit, farlo in modo intelli-
gente unarte. Il corso partir il 6 ottobre e
proseguir fino al 14 novembre, sar artico-
lato in lezioni frontali, stage, visite in azien-
de, project work e pratica anche in cucina,
per un totale di 250 ore. Le iscrizioni on line
sul sito dellUniversit www.uniurb.it e sa-
ranno aperte fino al 21 settembre e la parteci-
pazione coster 600 euro.
I professionisti che usciranno da qui sapran-
no aiutare i turisti a vivere meglio unespe-
rienza nel nostro territorio, a comprendere le
bellezze artistiche, la storia, oltre che le eccel-
lenze gastronimiche ha spiegato Cristini
. Urbino, che stata pioniera per questa
iniziativa, sar la sede di un Bistrot delle
Marche, una struttura che, nata da un pro-
gramma regionale per i Distretti culturali
evoluti, proporr solo prodotti marchigiani e
avr bisogno proprio di narratori del gusto.
Lara Ottaviani
FORMAZIONERIPARTONOI CORSI
Il gustotra scienza e racconto