Sei sulla pagina 1di 70

Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo

Le Tavole di Smeraldo Le Tavole di Smeraldo


di di
Thoth lAtlantideo Thoth lAtlantideo
Traduzione inglese ed Interpretazione delle Tavole di
Maurice Doreal
Traduzione italiana a cura di
Elio Lupo
Una traduzione letterale con interpretazione di uno dei pi antichi e segreti fra i grandi
lavori dellantica saggezza.
Indice delle Tavole
PREA!I"#E alle $Le Tavole di Smeraldo di Thoth lAtlantideo% di Elio Lupo2
PREA!I"#E alloriginale de $Le Tavole di Smeraldo di Thoth lAtlantideo% di Doreal3
I#TR"D&!I"#E allinterpretazione de $Le Tavole di Smeraldo% di Doreal..5
TA'"LA I( la Storia di Thoth lAtlantideo..6
Interpretazione di Doreal.9
TA'"LA II( le Sale di Amenti...12
Interpretazione di Doreal15
TA'"LA III( la )hiave della Saggezza...18
Interpretazione di Doreal20
TA'"LA I'( la #ascita dello Spazio...23
Interpretazione di Doreal25
TA'"LA '( lA*itante di &nal27
Interpretazione di Doreal29
TA'"LA 'I( la )hiave della Magia..32
Interpretazione di Doreal........34
TA'"LA 'II( i Sette Signori...36
Interpretazione di Doreal.......38
TA'"LA 'III( la )hiave dei Misteri...41
Interpretazione di Doreal........43
TA'"LA I+( la )hiave della Li*ert, dello Spazio........................45
Interpretazione di Doreal........47
TA'"LA +( la )hiave del Tempo...49
Interpretazione di Doreal........51
TA'"LA +I( la )hiave al Sopra ed al Sotto.....53
Interpretazione di Doreal........55
TA'"LA +II( la Legge di )ausa ed E--etto e la )hiave della Pro-ezia......57
Interpretazione di Doreal........59
TA'"LA +III( le )hiavi della 'ita e della Morte..61
Interpretazione di Doreal........63
TA'"LA +I' supplementare( divenendo Tre 'olte .rande.....64
TA'"LA +' supplementare( il Segreto dei Segreti...68
1
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
PREA!I"#E
di Elio Lupo
a $Le Tavole di Smeraldo% di Thoth lAtlantideo
Nel 1930 furono pubblicate in forma ciclostilata queste Tavole di Smeraldo,
traotte al misterioso Dr/ Maurice Doreal. !""i sono parte inte"rante ei corsi el iore
della 'ita.
Nessuno #a mai $isto l%antico manoscritto ori"inale, n& tanto meno le Tavole, e '
altrettanto i"nota la $era ientit( ell%autore.
)%unica pro$a storica ri"uara la Tavola di Smeraldo i Ermete Trismegisto, ella
quale riportiamo una elle trau*ioni pi+ iffuse,
-. ."li ' $ero sen*a men*o"na, certo e $erissimo.
--. /i0 c#e ' in basso ' come ci0 c#e ' in alto, e ci0 c#e ' in alto ' come ci0 c#e ' in basso, per fare i miracoli ella /osa
1nica.
---. . poic#& tutte le cose sono e pro$en"ono a 1na, per la meia*ione i 1na, cos2 tutte le cose sono nate a questa /osa
1nica meiante aattamento.
-3. -l 4ole ' il pare, la )una ' la mare, il 3ento l%#a portata nel suo "rembo, la 5erra ' la sua nutrice.
3. -l 6are i tutto, il 7ine el mono ' qui8 )a 4ua for*a ' intera se essa ' con$ertita nella 5erra.
3-. 5u separerai la 5erra al 7uoco, il sottile al "rosso, olcemente e con "rane inustria.
3--. ."li sale alla 5erra al /ielo e nuo$amente iscene in 5erra e rice$e la for*a alle cose superiori e inferiori.
3---. 5u a$rai con questo me**o tutta la "loria el mono e per me**o i ci0 l%oscurit( fu""ir( a te.
-9. /%' la 7or*a pi+ forte i tutte le for*e, perc#& $incer( tutte le cose sottili e penetrer( tutte le cose solie.
9. : cos2 c#e tutto il mono ' stato creato.
9-. ;a ci0 saranno e eri$eranno mera$i"liosi aattamenti, il cui metoo ' qui.
9--. : perci0 c#e sono stato c#iamato .rmete 5risme"isto, a$eno le tre parti ella filosofia el mono.
9---. : completo ci0 c#e #o etto el la$oro el 4ole.
7orse le Tavole di Smeraldo i Doreal sono materiale canalizzato o forse no, ma
ci0 c#e pi+ conta ' c#e quanto scritto corrispona sia a alcune trai*ioni esoteric#e antic#e
iffuse in questi ultimi anni, c#e a pubblica*ioni molto recenti ri"uaranti alcuni aspetti
inquietanti contenuti in quest%opera.
Nelle Tavole di Smeraldo i Doreal sono escritte sofisticate tecnic#e i
meita*ione. <ueste tecnic#e presuppon"ono la capacit( a parte el lettore i poter acceere
a stati i consape$ole**a non orinari e i essere poi in "rao i "estire il "rane poten*iale
liberato.
-l nostro scopo ' quello i anali**are le tecnic#e escritte, conuceno il lettore $erso
la conoscen*a el mondo sciamanico ella tradizione tolteca iffusa a )arlos )astaneda
nelle sue opere, e colle"anole sia a quest%ultima c#e a altre trai*ioni orientali c#e #anno
ini*iato a i$ul"are parte el proprio contenuto esoterico.
)a nostra ricerca #a anc#e quest%obietti$o, stuiare teoricamente e praticamente "li
elementi pro$enienti a $arie culture costituenti i punti di interferenza elle i$erse
scuole di pensiero, come li a$rebbe c#iamati il fisico Werner Heisenberg.
/i poniamo nei confronti i queste trai*ioni in maniera critica costrutti$a, non
accettano o"maticamente nulla, ma confrontano informa*ioni e tecnic#e c#e, opo essere
state provate sul campo, sono incorporate al nostro ba"a"lio.
6ertanto abbiamo colto l%opportunit( c#e il la$oro el Dr. Doreal ci #a offerto,
a""iun"eno un%esplica*ione alle tecnic#e contenute nelle sue Tavole.
Elio Lupo
2
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
PREA!I"#E
di Doreal
alloriginale de $Le Tavole di Smeraldo% di Thoth lAtlantideo
)a storia elle ta$ole traotte nelle pa"ine se"uenti ' sin"olare e oltre le teorie e"li
scien*iati moerni. )a loro antic#it( ' sorprenente, atata circa a 01/222 anni a/)/
)o scrittore ' Thoth, un Sacerdote Re Atlantideo, c#e fon0 una colonia nell%antico
Egitto opo l%inabissamento ella sua mare patria. ."li fu il fonatore ella .rande
Piramide di .iza, erroneamente attribuita a )heope. 3i incorpor0 la sua conoscen*a
ell%antica sa""e**a e sicuramente anc#e arcaic#e testimonian*e e metoolo"ie ell%antica
Atlantide.
6er circa 31/222 anni "o$ern0 l%antica stirpe e"i*iana, approssimati$amente al
42/222 a/)/ al 01/222 a/)/
= quel tempo l%antica stirpe barbara, fra i quali e"li e i suoi se"uaci si erano inseriti,
fu portata a un alto "rao i ci$ilt(.
Thoth era un immortale, in altre parole a$e$a $into la morte, moreno soltanto quano
$ole$a e anc#e allora non in maniera orinaria.
)a sua "rane sa""e**a lo rese "o$ernatore i $arie colonie atlantidee, incluse quelle
el Sud e el )entro America.
<uano arri$0 per lui il momento i lasciare l%Egitto, eific0 la .rande Piramide
sopra l%entrata elle .randi Sale di Amenti, $i colloc0 le sue testimonian*e, e nomin0 custoi
ei suoi se"reti i pi+ eminenti tra la sua "ente. 6i+ tari i iscenenti i questi custoi
i$ennero saceroti ella piramie, mentre Thoth fu i$ini**ato Dio di Saggezza, e il
Testimone, a coloro c#e $issero nell%epoca oscura c#e se"u2 il suo trapasso. Nella
le""ena, le Sale di Amenti i$ennero l%oltretomba, le Sale degli Dei, o$e l%anima si
trasferisce, opo la morte, per il "iui*io.
Nelle epoc#e successi$e, lo spirito i Thoth si incarn0 nei corpi i altri uomini, come
escritto nelle Tavole. -n questo moo ritorn0 tre $olte, l%ultima $olta come 5ermes, il tre
volte nato. -n quest%ultima incarna*ione lasci0 "li scritti noti a"li occultisti moerni come le
Tavole di Smeraldo, un%antolo"ia, pi+ tara e meno remota, i antic#i misteri.
)e Tavole tradotte in questo testo sono dieci e furono lasciate nella .rande Piramide
in custoia ai sacerdoti della Piraide. )e prime dieci Tavole sono i$ise per comoit( in
tredici parti. )e altre due Tavole, le ultime, sono cos2 importanti e lun"imiranti nel loro
si"nificato c#e al oento ! stato proibito rivelarne il contenuto al ondo intero
"
. 5utta$ia,
in quelle qui contenute, $i sono se"reti c#e pro$eranno al $ero stuioso il loro inestimabile
$alore. : necessario le""erle non una $olta, ma centinaia i $olte, perc#& solo cos2 pu0
esserne compreso il $ero si"nificato contenuto. 1na lettura casuale fornir( ispira*ioni
affascinanti, ma uno stuio pi+ attento aprir( $arc#i i sa""e**a al ricercatore.
=esso un accenno i come questi potenti se"reti furono ri$elati all%uomo moerno
opo essere stati nascosti per cos2 lun"o tempo.
/irca "#$$ anni pria di %risto, l%Egitto, l%antico 6hem, era in ri$olta, e molte
ele"a*ioni i saceroti furono manate in altre parti el mono. 7ra questi alcuni Sacerdoti
della Piramide portarono con s& le Tavole di Smeraldo come talismano per esercitare la loro
1
4i riferisce alla sua pubblica*ione. )e 5a$ole qui traotte sono oici, conse"uentemente la 9-3 e la 93 non
conten"ono l%interpreta*ione i ;oreal.
3
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
autorit( su saceroti meno e$oluti, iscenenti a ra**e i altre colonie atlantidee. )e Tavole
furono concepite come le""ena per conferire autorit( al etentore a parte i Thoth.
-l particolare "ruppo i saceroti possessori elle Tavole emi"r0 in &ud 'erica o$e
tro$0 una stirpe fiorente, i Ma7a, c#e ricora$a molto ell%antica sa""e**a. - saceroti
s%inseiarono e rimasero con loro. Nel decio secolo, i Ma7a si stabilirono completamente
nello 8ucatan, e le Tavole furono riposte sotto l%altare i uno ei pi+ "rani templi el Dio
del &ole. ;opo la conquista ei Ma7a a parte e"li Spagnoli, le citt( furono abbanonate e i
tesori ei templi imenticati.
3a etto c#e la .rande Piramide %Egitto ' stata, e ' ancora, un Tempio
diniziazione ai misteri. -n questa furono ini*iati .es9, Salomone, Apollonio e altri.
)%autore, >(aurice Doreal ).d.*.? @le"ato alla .rande Loggia :ianca operante
anc#e con il &acerdozio della PiraideA, fu istruito a recuperare e restituire alla .rande
Piramide le antic#e Tavole. .se"u2 il suo compito in se"uito a $ari a$$enimenti non escritti
qui. 6rima i restituirle, "li fu ato il permesso i traurle e i tenere una copia ella sa""e**a
incisa sulle Tavole. <uesto a$$enne nel 3;<4, e soltanto recentemente ' stato consentito i
pubblicarne una parte. /i si aspetta c#e in molti le screitino. /iononostante il $ero stuioso
sapr( le""ere tra le ri"#e e conse"uir( la sa""e**a. 4e in $oi c%' Luce, la Luce c#e ' incisa in
queste Tavole $i risponer(.
Bi"uaro alla loro forma fisica si tratta i dodici Tavole di smeraldo verde, composte
i una sostan*a creata per trasforma*ione alc#emica. 4ono inistruttibili, resistenti a tutti "li
elementi e sostan*e. -n effetti, la loro struttura atomica e molecolare ' fissa, non ' mai mutata,
perci0 eluono la Legge materiale ella ioni**a*ione. 4ulle Tavole sono incisi i caratteri
nell%antico linguaggio Atlantideo, sono caratteri c#e risponono alle onde sintonizzate del
pensiero, liberano la $ibra*ione mentale colle"ata alla mente el lettore. )e Tavole sono
tenute insieme a strisce i amal"ama colorata %oro fissate a una bacc#etta ello stesso
materiale. )a sa""e**a i$i contenuta ' il fonamento i antic#i misteri. 6er c#i le le""er( con
occ#i e mente aperti la sa""e**a aumenter( i cento $olte.
)e""etele. /reeteci o no, ma le""etele. )a $ibra*ione c#e $i si tro$a ris$e"lier( una
risposta nel $ostro animo.
-n =rmonia /osmica,
Doreal
4uprema 3oce i 7ratellan*a
4
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
I#TR"D&!I"#E
di Doreal
alloriginale de $&nInterpretazione alle Tavole di Smeraldo%
Nelle pa"ine se"uenti, ri$eler0 alcuni misteri c#e, finora, sono stati trattati
ri"uarosamente solo a me e a altri inse"nanti e stuiosi ella $erit(.
)e ricerc#e umane per comprenere le le""i c#e re"olano la $ita sono state sen*a fine,
eppure la $erit( ' sempre esistita, i l( el $elo c#e prote""e "li alti piani ella $isione
materiale ell%uomo, pronta a essere assimilata a coloro c#e, nella propria ricerca, ampliano
la loro ottica ri$ol"enosi all%interno i s&, e non all%esterno.
Nel silenzio dei sensi materiali esiste la c#ia$e per s$elare la sa""e**a. /#i parla non
sa8 c#i sa non parla. )a conoscen*a pi+ "rane ' inesprimibile, perc#& esiste come essen*a in
piani c#e trascenono le parole o i simboli.
5utti i simboli non sono altro c#e c#ia$i i porte c#e conucono alla $erit(, e molte
$olte la porta non si apre perc#& la c#ia$e sembra troppo "rane, e le cose c#e sono al i l(
restano in$isibili. 4e riusciremo a capire c#e le c#ia$i, tutti i simboli materiali, sono
manifesta*ioni, e quini estensioni i una "rane Legge e $erit(, cominceremo a s$iluppare
l%ottica c#e ci permetter( i penetrare i l( el $elo.
5utte le cose in tutti "li uni$ersi si muo$ono secono una Legge, e la Legge c#e re"ola
il mo$imento ei pianeti non ' pi+ in$ariabile ella Legge c#e re"ola le espressioni materiali
ell%uomo.
1na elle ma""iori Leggi )osmiche ' quella c#e preispone la composi*ione
ell%uomo come essere materiale. )a "rane meta elle scuole misteric#e i tutte le epoc#e '
stata i ri$elare le opere ella Legge c#e correlano l%uomo materiale e l%uomo spirituale.
)%anello i colle"amento tra l%uomo materiale e l%uomo spirituale ' l%uomo
intellettuale, proprio perc#& la mente partecipa sia alle qualit( materiali c#e a quelle spirituali.
)%aspirante alla conoscen*a superiore e$e s$iluppare il lato intellettuale ella sua natura, e
cos2 poten*iare la sua $olont(, per essere in "rao i concentrare tutti i poteri el suo essere
sopra e entro il piano c#e esiera.
)a "rane ricerca i Luce, $ita e amore, esiste solo sul piano materiale. 6ortata
all%estremo, la sua meta finale ' l%unione totale con la coscien*a uni$ersale. -l principio nel
materiale ' il primo passo8 poi se"ue la meta superiore ella reali**a*ione spirituale.
Nelle pa"ine se"uenti ar0 un%interpreta*ione elle Tavole di Smeraldo e ei loro
si"nificati se"reti, nascosti e esoterici. /elati nelle parole i Thoth ci sono molte
informa*ioni c#e non traspaiono esternamente. )a Luce i conoscen*a prootta alle Tavole
amplier( molti nuo$i spa*i al pensiero. +eggete e sarete saggi, ma ci0 a$$err( soltanto se
la Luce ella $ostra coscien*a ris$e"lier( la comprensione profona c#e ' la qualit( intrinseca
ell%anima.
Nella triplice Luce
Doreal
5
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
TA'"LA I
La Storia di Thoth lAtlantideo
-o, Thoth l%Atlantideo, maestro i misteri, custoe i testimonian*e, potente re, ma"o,
$i$ente a "enera*ione in "enera*ione, esseno sul punto i passare alle Sale di Amenti,
metto per iscritto, per inse"nare a coloro c#e $erranno opo, queste testimonian*e ella
potente sa""e**a ella .loriosa Atlantide.
Nella "rane citt( i 6eor, sull%isola i &ndal, in un tempo molto lontano, ini*iai
questa incarna*ione.
- potenti i Atlantide non $i$e$ano e mori$ano come i piccoli uomini ell%epoca
attuale, ma piuttosto, a epoca in epoca, rinno$a$ano la loro $ita nelle Sale di Amenti, o$e il
fiume ella $ita scorre eternamente rinno$ato.
/ento $olte ieci #o attra$ersato la $ia oscura c#e porta alla Luce, e o"ni $olta c#e
sono asceso alla tenebra alla Luce si sono rinno$ati la mia for*a e il mio potere.
!ra isceno per un perioo. Cli uomini i 6hem non mi $eranno pi+.
Da in un tempo futuro risor"er0 ancora, forte e potente, esi"eno un resoconto a c#i
#o lasciato ietro.
4tate unque attenti, o# uomini i 6hem, se a$rete traito il mio inse"namento con la
falsit(, $i far0 caere al $ostro alto stato nella tenebra elle ca$erne a o$e $eniste.
Non ri$elate i miei se"reti a"li uomini del #ord o a"li uomini del Sud per timore c#e
la mia malei*ione ricaa su i $oi.
Bicorate e fate atten*ione alle mie parole, perc#& certamente ritorner0 e $i c#ieer0
quello c#e custoite.
42, perfino i l( al tempo e i l( alla morte ritorner0, ricompensano o puneno,
perc#& contraccambier0 la $ostra feelt(.
Crane fu il mio popolo nei tempi antic#i, "rane i l( all%imma"ina*ione el piccolo
popolo c#e aesso mi circona8 esso conosce$a la sa""e**a ell%antico, cerca$a lontano nel
cuore ell%infinita conoscen*a c#e appartene$a alla "io$ent+ ella Terra.
.ra$amo sa""i "ra*ie alla sa""e**a ei igli della Luce c#e imora$ano fra noi.
.ra$amo forti "ra*ie al potere estratto al uoco Eterno.
. i tutti questi, il pi+ "rane tra i -igli degli uomini era mio pare, Thotme, custoe
el .rande Tempio, tramite fra i igli della Luce c#e imora$ano nel Tempio e la stirpe
e"li uomini c#e abita$ano le dieci isole.
6orta$oce, opo i Tre, ell%A*itante di &nal, parlante ai Re con $oce c#e o$e$a
essere ubbiita.
/rebbi l(, a bambino alla maturit(, esseno ini*iato a mio pare a"li antic#i misteri,
fino al tempo in cui crebbe il fuoco ella sa""e**a, c#e pi+ tari esplose in una fiamma
istrutti$a.
Non esiera$o c#e il conse"uimento ella sa""e**a.
1n "ran "iorno l%A*itante del Tempio iee il comano c#e fossi portato a lui.
.rano poc#i i -igli degli uomini c#e a$e$ano posato lo s"uaro su quel potente $olto e
$i$e$ano, perc#& i igli della Luce non sono come i -igli degli uomini, quano non sono
incarnati in un corpo fisico.
.ro stato scelto tra i -igli degli uomini, per essere eucato all%A*itante affinc#& i suoi
propositi potessero essere reali**ati, propositi ancora non partoriti al "rembo el tempo.
6
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
6er lun"#e ere imorai nel Tempio, acquiseno sempre pi+ sa""e**a, finc#& anc#%io
mi a$$icinai alla Luce iffusa al .rande uoco.
)%A*itante m%inse"n0 il percorso per Amenti, la terra o$e il .rande Re era seuto
sul suo trono i potere.
D%inc#inai con profona eferen*a a$anti ai Signori della 'ita e ai Signori della
Morte, rice$eno in ono la )hiave della 'ita.
.ro libero nelle Sale di Amenti, non le"ato alla morte al cerc#io ella $ita.
3ia""iai lontano $erso le stelle, finc#& spa*io e tempo i$ennero insi"nificanti.
6oi a$eno be$uto profonamente alla coppa ella sa""e**a, "uarai nei cuori e"li
uomini, $i tro$ai i misteri pi+ "rani e fui felice.
6erc#& soltanto nella Ricerca della 'erit, la mia Anima pote$a essere placata e la sua
fiamma essere spenta.
3issi attra$erso i secoli, $eeno "li altri intorno sorse""iare alla coppa ella morte,
e ritornare nuo$amente alla Luce ella 3ita.
Craualmente attra$erso i Regni di Atlantide passarono one i coscien*a c#e erano
state uno con me, soltanto per essere sostituite alla pro"enie i una stella inferiore.
-n obbeien*a alla Legge, la parola el Maestro crebbe nel fiore.
- pensieri e"li Atlantidei si ri$ol"e$ano in profonit( $erso le tenebre, finc#& alla fine
l%A*itante con la sua collera si erse al suo Ag=anti, pronun*iano il 'er*o, c#iamano il
potere.
Nelle profonit( ella Terra, i igli di Amenti uirono, e iressero la muta*ione el
iore di uoco c#e brucia eternamente, cambianolo e mutanolo, usano il Logos, finc#& il
.rande uoco mut0 la sua ire*ione.
4ul mono poi irruppero le "rani acque, alla"ano e sommer"eno, cambiano
l%equilibrio ella Terra finc#& fu lasciato in piei soltanto il Tempio di Luce sulla "rane
monta"na i &ndal, ancora alta sull%acqua8 c%era c#i $i$e$a ancora, in sal$o al flusso elle
one.
6oi il Maestro mi c#iam0, iceno,
,aduna il io popolo. %on le arti che hai appreso portalo lontano attraverso le
ac-ue. finch/ raggiungerai la terra dei barbari pelosi. che diorano nelle caverne del
deserto. +0 esegui il piano che conosci.
;unque raunai il mio popolo e salii sulla grande nave el Maestro.
4alpammo al mattino. 4otto i noi si tro$a$a il Tempio nel buio.
-mpro$$isamente sopra i questo si solle$arono le acque. /os2 il .rande Tempio fu
sparito alla Terra, fino al tempo stabilito.
3elocemente fu""immo $erso il sole el mattino, finc#& sotto i noi ci fu la terra ei
-igli di 6hem.
/ostoro, furiosi, $ennero con bastoni e lance al*ate per l%ira, cercano i ucciere e
istru""ere i igli di Atlantide.
=llora al*ai il mio bastone e proussi un ra""io i $ibra*ione, colpenoli solamente
nelle loro orme, come una frana i pietre ella monta"na.
6oi parlai loro con parole bene$ole e pacific#e, raccontano ella poten*a i
Atlantide, iceno c#e era$amo i -igli del Sole e i suoi messa""eri.
)i intimorii usano la ma"ica scien*a, finc#& si prostrarono ai miei piei, poi li liberai.
;imorammo a lun"o nella terra i 6hem, per tanto, tanto tempo. !bbeeno ai
comani el Maestro, c#e ormiente $i$e eternamente, trasferii i igli di Atlantide, li manai
7
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
in molte ire*ioni, affinc#& al "rembo el tempo la sa""e**a potesse nuo$amente ris$e"liarsi
nei suoi fi"li.
;imorai per lun"o tempo nella terra i 6hem, faceno "rani opere con la mia
sa""e**a.
/rebbero alla Luce ella conoscen*a i -igli di 6hem, ba"nati alla pio""ia ella mia
sa""e**a.
=prii poi il sentiero per Amenti cos2 a poter conser$are i miei poteri, $i$eno i
epoca in epoca come un Sole di Atlantide, manteneno la sa""e**a, preser$ano le
testimonian*e.
;i$ennero "rani i fi"li i 6hem, conquistano i popoli intorno a loro, e$ol$enosi
lentamente in consape$ole**a ell%=nima.
=esso mi allontano per un perioo a loro, $ao $erso le oscure Sale di Amenti in
profonit( nelle Sale della Terra, a$anti ai Signori del Potere, ancora una $olta i fronte
all%A*itante.
/ostruii una porta sopra l%entrata, un cancello conucente "i+ a Amenti.
6oc#i a$rebbero a$uto il cora""io i osarlo, poc#i passano il portale ell%oscura
Amenti. .ificai sopra il Passaggio una .rande Piramide, usano il potere c#e supera$a la
for*a ella Terra. Dolto "i+ in profonit( collocai una stan*a, o sala, colma i ener"ia8 a
questa sca$ai un passaggio circolare c#e quasi ra""iunse il grande vertice. )( sull%apice, posi
un cristallo c#e, manano un ra""io nello &pazio1*epo, attir0 la for*a al i fuori
ell%etere, concentranola sul cancello i Amenti.
/ostruii altre sale e le lasciai apparentemente $uote, eppure in esse ci sono le c#ia$i
per Amenti.
/#i cora""iosamente $orr( tentare i re"ni elle tenebre, e$e purificarsi i"iunano a
lun"o. Ciaccia nel sarcofa"o i pietra nella mia stan*a. 6oi "li ri$eler0 i "rani misteri. 6oco
opo s%inoltrer( o$e io, Thoth, Signore di Saggezza, lo incontrer0, nell%oscurit( ella Terra,
tenenolo sempre con me e imorano con lui.
/ostruii la .rande Piramide, ise"nata sopra la piramie i for*a terrestre, arente
eternamente cos2 c#e possa urare attra$erso i secoli. -n questa accumulai la mia conoscen*a
ella Magica Scienza cos2 c#e possa ritro$arla qui quano i nuo$o torner0 a Amenti. 42,
mentre ormo nelle Sale di Amenti, la mia =nima errante libera si incarner(, abitano tra "li
uomini in questa o in un%altra forma.
-o sono l%Emissario sulla Terra ell%A*itante, aempiente i suoi comani al fine c#e
l%uomo possa ele$arsi. !ra ritorno alle Sale di Amenti, lasciano ietro i me un po% ella
mia sa""e**a.
6reser$ate e mantenete il comano ell%A*itante, al*ate "li occ#i sempre $erso la
Luce.
/ertamente nel tempo, i$errete uno con il Maestro, certamente per iritto i$errete
uno con il Maestro, certamente per iritto i$errete uno con il Tutto.
!ra, parto a $oi. /onoscete i miei comanamenti, osser$ateli e siateli, e io sar0 con
$oi, aiutano$i e "uiano$i $erso la Luce.
!ra a$anti a me si apre il portale.
-o $ao "i+ nell%oscurit( ella notte.
8
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
Interpretazione di Doreal
alla Tavola I
-l passa""io i Thoth $erso le Sale di Amenti non era il cambiamento c#e c#iamiamo
morte. 4emplicemente mette$a il suo corpo fisico sotto il ra""io i for*a, pi+ tari riferito
come il freo iore della 'ita, o$e sarebbe stato preser$ato in eterno. Non sarebbe pi+
tornato come Thoth. Dentre il suo corpo rimane$a in anima*ione sospesa, la sua coscien*a
torna$a in molti corpi e $i$e$a molte $ite.
6eor era la citt( el )lero di Atlantide. = &ndal, l%isola proprio opposta a &nal, $i
erano ue citt(, o piuttosto ue parti i una "rane citt( c#e si estene$a su tutta l%isola.
)%isola era completamente circonata a mura a terra**e e i$isa nel me**o a un alto muro.
6eor era i fronte a &nal e era see el clero, mentre l%altra parte ell%isola era nota
come )hien e era see i classi scientific#e e filosofic#e. Nessuno era ammesso nell%isola se
non era fornito i un lasciapassare firmato ai capi el "ruppo.
- potenti citati erano "li aepti i Atlantide e erano treici i numero. Thotme, Padre
di Thoth, era capo o governatore dei tredici. 6ratica$ano la ottrina c#e poi sarebbe i$entata
la .rande Loggia :ianca. /onosce$ano la $ia alle Sale di Amenti, o$e per un perioo
rimane$ano sotto il iore della 'ita al fine i rin"io$anire il proprio corpo.
)o stesso Thoth era isceso a Amenti un centinaio i $olte per rinno$are il suo
corpo. ., poic#& "li era necessario iscenere una $olta o"ni cinquanta anni, Thoth a$e$a
approssimati$amente circa 42/222 anni all%epoca i questo scritto. =$e$a <2/222 anni
all%epoca ello sprofonamento i Atlantide, per cui la stesura elle ta$ole o$rebbe essere
a$$enuta circa <2/222 anni fa.
Thoth pose il suo corpo ori"inale sotto il iore della 'ita, per poterlo nuo$amente
riutili**are a suo piacimento, e nasceno in altri corpi $i trasfer2 la sua coscien*a. =fferma c#e
certamente risor"er( ancora in un corpo in un%epoca ancora a $enire. Nelle Tavole il perioo
citato ' inicato successi$o a quano "li in$asori allo spa*io esterno attacc#eranno la Terra.
)asci0 il segreto delle Piramidi e la grande nave da guerra sotto la S-inge.
Cli uomini i 6hem, o Egitto, erano stati lasciati come custoi, #anno ese"uito
feelmente l%orine e ne tutelano ancora i se"reti. )%Arcana Saggezza c#e a$e$a inse"nato #a
consentito i tutelare i se"reti alla "ente c#e ' $enuta in se"uito.
)a "ente i Thoth non era l%intera colletti$it( Atlantidea, ma il "ruppo c#e $i$e$a a
&ndal, e c#e rauna$a la classe scientifica, filosofica e sacerotale. =$e$ano imparato a
cercare la conoscen*a alla fonte, alle Testimonianze A>ashiche.
- igli della Luce erano $enuti tra loro a molto tempo e a$e$ano inse"nato la
sa""e**a c#e consenti$a i anare a$anti, il potere el fuoco eterno ella )oscienza
&niversale.
Thotme, pare i Thoth, era un alto sacerote i &ndal, porta$oce ei igli della
Luce e ell%A*itante a &ndal, per i re e per la "ente elle isole.
Thoth fu istruito sui misteri c#e si tro$a$ano ne"li arc#i$i se"reti el Tempio. Nel
passato si era e$oluto a un "rao tale a imparare prontamente le $erit( c#e "li erano state
inse"nate. -l esierio ella conoscen*a suprema, "li port0 for*e talmente profone a
metterlo su un piano i $ibra*ione cos2 ele$ato a fare i$enire l%A*itante conscio ella sua
esisten*a.
)%A*itante non a$e$a aspetto o sembian*e umane, ma un corpo simile a quello
utili**ato alla )oscienza urante la parte ini*iale el primo ciclo, o$$ero il corpo "lobulare.
9
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
)a Luce e la for*a emessa a tale corpo erano cos2 "rani per il li$ello meio
ell%uomo, c#e soltanto una coscien*a a alto li$ello i $ibra*ione a$rebbe potuto sostenerle
rimaneno ancora materiale.
)%A*itante $ie c#e Thoth era pronto a rice$ere la Scintilla di Luce emessa alla
fiamma. )%intensifica*ione ella fiamma port0 a Thoth una $ita pi+ $i"orosa i quella e"li
uomini comuni. 6oic#& cresce$a nella conoscen*a, "li fu mostrato il percorso alle Sale di
Amenti o$e ' concentrata la for*a el iore della 'ita su questo pianeta.
;i fronte ai Signori della 'ita e della Morte, rice$ette le c#ia$i ella $ita e ella
morte, con il potere i prenerle o lasciarle a piacimento.
!ttenuto il potere sulla $ita e sulla morte, Thoth fu preparato a lasciare il suo corpo,
e a sua $olont( $ia""iare nelle $aste estensioni i questo spa*ioEtempo.
Custata la sa""e**a el cosmo, scopr2 c#e era basata sul cuore e sulla mente e"li
uomini. -n ci0 tro$0 i misteri pi+ "rani, perc#& ' attra$erso l%uomo c#e il cosmo si estene in
un ambito inesplorato.
Thoth era nato circa <2/222 anni prima ell%inabissamento i Atlantide. Da poic#&
a$e$a accettato un compito particolare, non ' trapassato come altri c#e #anno ra""iunto la
Prima Illuminazione. /oloro c#e erano stati con lui, in "io$ent+, passarono su 3enere per
essere sostituiti a un%ona i consape$ole**a pro$eniente a Darte.
)a successi$a ona i coscien*a fu tale c#e non fu possibile affiar loro la scien*a e la
sa""e**a ei primi Atlantidei, perc#& ne a$rebbero abusato. )%A*itante pronun*i0 il 'er*o
del Potere c#e fu uito ai Signori dei )icli imoranti a Amenti, i quali, uenolo,
cambiarono l%equilibrio ella Terra in nuo$i canali, causano cos2 l%inabissamento i
Atlantide, e trascinano $ia anc#e la scien*a e la conoscen*a c#e il popolo possee$a. <uesta
conoscen*a, anc#e se trascurabile in para"one a quella c#e possee$ano i igli della Luce,
era troppo "rane per restare nelle mani ei primiti$i. -l iore della 'ita non si tro$a nel
iore del uoco della 'ita ma nella piramie el freo fuoco c#e ' l%equilibrio ella Terra.
-l Tempio di Luce non era il Tempio di &nal, ma il Tempio esteriore el clero i
&ndal. -l Tempio di &nal non era mai riferito come Tempio, ma come la porta o il luo"o
ell%A*itante. 4apeno i cosa era composto, non si ritene$a possibile la sua istru*ione e,
quini, non era consierato nell%inabissamento. 4olo poc#i e"li uomini sa""i i &ndal
$ennero risparmiati quano il resto ella terra s%inabiss0.
)a terra ei $illosi barbari ' la terra ora conosciuta come Egitto. 6hem fu il primo
centro i cultura fonato a"li Atlantidei. ;a l(, furono in$iati porta$oce in altre trib+ barbare
in $arie parti ella superficie terrestre. 7u questo il piano inicato, usare 6hem come see
centrale ella cultura per una nuo$a stirpe.
)a nave del Maestro era un%astrona$e in "rao i $ia""iare tra i pianeti, e era armata
con armi c#e pote$ano istru""ere tutti "li esseri $i$enti ella Terra, se usate a piena poten*a.
Nell%atmosfera era "uiata a motori atomici, ma fuori ello strato pesante, pote$a muo$ersi
con il pensiero, non solo tra i pianeti, ma in qualsiasi spa*io la mente el pilota potesse
$isuali**are. )a sua struttura era tale c#e la sua sostan*a al*a$a o abbassa$a la propria
$ibra*ione in sintonia con la $olont( el pilota.
<uano Thoth lasci0 l%isola i &nal @anc#e se non lo cita, &nal era "i( affonataA,
anc#e il "rane Tempio o luo"o ell%A*itante si inabiss0, ma non fu istrutto.
- barbari, appena incontrarono Thoth e i suoi se"uaci, "li Atlantidei, tentarono i
uccierli, ma furono immobili**ati a un ra""io parali**ante el bastone i Thoth o pertica
el potere. <uesta pertica era in "rao i trasmettere o proiettare centinaia i i$erse
manifesta*ioni i for*a, emanate al potere el possessore.
10
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
-l potere soprannaturale manifestato a Thoth caus0 la sottomissione ei barbari. . la
sua ic#iara*ione i essere un iglio del Sole fu la base ell%aora*ione el sole tra le ra**e
antic#e. Thoth, naturalmente, si riferi$a al Sole Spirituale. /i $ollero molti anni per fonare
la nuo$a imora ei igli del Sole. <uano fu completata, furono manati ele"ati a altre
ra**e per eucarle e "uiarle.
5rascorse el tempo, e Thoth ritenne necessario aprire un passa""io per Amenti per
poter rinno$are il suo corpo c#e, anc#e se ancora potente, opo centinaia %anni comincia$a
a inebolirsi. .ra necessario, perc#& il suo compito non si era ancora concluso.
;opo un lun"o perioo i barbari i 6hem s$ilupparono la coscien*a, finc#& furono in
"rao i prose"uire sen*a l%aiuto i Thoth. Thoth pianific0 i tornare alle Sale di Amenti e i
porre il suo corpo sotto il iore della 'ita, mentre la sua coscien*a sarebbe anata altro$e.
)%entrata i Amenti si tro$a sotto la .rande Piramide di )heope @o 6hu-uA, c#e fu costruita
cambiano la struttura atomica ella pietra affinc#& questa i$enti molto le""era e si
ritrasformi quano $iene collocata. 4otto la Piramide si tro$a una stanza di energia @for*aA,
colle"ata all%apice ella Piramide a un canale o po**o. Nella parte superiore el canale c%'
una lente o cristallo, c#e emette ra""i "uiati alla stan*a i ener"ia. <uesti ra""i sono ri$olti
$erso lo spa*io tempo e, cur$ano, aprono un sentiero imensionale sotto la Piramide $erso le
Sale di Amenti c#e, in mo$imento simultaneo e spa*iale con la Terra, esistono nel proprio
spa*io.
)e stan*e se"rete sono quelle i cui si parla nel libro ella .rande Piramide. -l
sarcofa"o ' colle"ato con il canale centrale. <uano ci si istene entro per un particolare
perioo i tempo, il corpo ' trasportato "i+ nel canale, al centro ella stan*a %ener"ia. <uesta
conoscen*a fu preser$ata ne"li anni se"uenti, ma e"raata a rito %ini*ia*ione. .ra prima
necessario spalmare il corpo con un ato un"uento affinc#& l%occupante fosse trasportato, ma
questa conoscen*a non fu conser$ata a"li e"i*iani c#e $ennero opo.
)a .rande Piramide ' inistruttibile. 4e le sue parti pi+ nascoste saranno ro$inate,
$erranno liberate le for*e ei .uardiani, c#e istru""eranno qualsiasi persona o cosa $err(
loro in ostacolo.
Thoth in se"uito si ' incarnato come 5ermes e in altri .randi Maestri, ma non
sempre sulla Terra.
Thoth afferma c#e, a suo tempo, altri saranno in "rao i camminare sullo stesso
sentiero.
11
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
TA'"LA II
Le Sale di Amenti
6rofone nel cuore ella Terra ci sono le Sale di Amenti, lontane sotto le isole ella
sommersa Atlantide, le Sale della Morte e le Sale del 'ivente, ba"nate al fuoco ell%infinito
T&TT".
)ontano, in un%epoca remota, persa nello spa*io tempo, i igli della Luce "uara$ano
"i+ $erso il mono. 3ee$ano i -igli degli uomini riotti in sc#ia$it+, confinati alla for*a c#e
pro$eni$a all%alil(. 4ape$ano c#e solo con la libert( alla sc#ia$it+, l%uomo pote$a ele$arsi
alla Terra al Sole.
Loro iscesero "i+ e crearono i propri corpi, assumeno le sembian*e e"li uomini
come proprie. - Maestri i o"ni cosa, opo la propria crea*ione issero,
)oi siao coloro che furono creati dalla polvere spaziale. facendo parte della vita
dellinfinito T&TT"2 viventi nel ondo coe -igli degli uomini. siili eppure dissiili dai
-igli degli uomini.
6oi per loro imora, lontano sotto la crosta terrestre, con il loro potere aprirono "rani
spa*i, spa*i lontani ai -igli degli uomini. 4i circonarono i for*e e i potere, protetti a o"ni
cosa alle Sale dei Morti.
6oi, a un lato all%altro, posero altri spa*i, e li riempirono con 'ita e Luce all%alto.
<uini costruirono le Sale di Amenti, c#e pote$ano abitare eternamente $i$eno ella $ita
fino alla fine ell%eternit(.
Trentadue erano l(, i igli della Luce c#e era $enuta tra "li uomini, cercano i
liberare alla sc#ia$it+ ella tenebra quelli c#e erano $incolati alla for*a all%alil(.
6rofono nelle Sale della 'ita crebbe un fiore, arente, espanente, allontanante la
notte.
7u posto al centro un raggio di grande potenza, arrecando 'ita, arrecando Luce,
colmano i potere c#i "li si a$$icina$a.
Cli posero intorno trentadue troni, i posti per o"nuno ei igli della Luce, isposti
cos2 affinc#& fossero inonati alla raian*a, colmati con la 'ita ella Luce Eterna.
)(, ripetutamente, posero i loro primi corpi creati, cos2 a poter essere colmati con lo
Spirito della 'ita. %ento anni ogni ille la Luce che dava la 'ita doveva ardere davanti ai
loro corpi. =nimanoli, ris$e"liano lo Spirito della Luce.
)( nel cerc#io, epoca opo epoca, risieono i .randi Maestri, $i$eno una $ita
sconosciuta a"li uomini.
)(, tra le Sale della 'ita "iacciono ormienti8 la loro Anima fluisce libera attra$erso i
corpi e"li uomini. Bipetutamente, entre i loro corpi giacciono dorienti, s%incarnano nei
corpi e"li uomini, inse"nano e conuceno in a$anti e in alto, fuori ell%oscurit(, $erso la
Luce.
)(, nella Sala della 'ita colmata alla loro sa""e**a, non conosciuti alle ra**e
umane, $i$enti per sempre sotto il freddo fuoco della vita, sono seuti i igli della Luce.
/i sono tempi in cui si ris$e"liano, $en"ono alle profonit( per essere luci tra "li
uomini, esseri infiniti tra i finiti.
/#i con profitto ' uscito all%oscurit(, e si ' ele$ato alla notte alla Luce, ' reso libero
alle Sale di Amenti, libero al iore della Luce e della 'ita. 6oi "uiato, con sa""e**a e
12
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
conoscen*a, passa a uomo a Maestro di 'ita. )( pu0 imorare come uno ei Maestri, libero
ai $incoli ell%oscurit( ella notte.
4euti all%interno el fiore di radianza sono posti i Sette Signori ello Spazio?Tempo
sopra i noi, aiutano e "uiano con infinita &aggezza il cammino attra$erso il tempo ei
-igli degli uomini. 6otenti e unici, loro, velati con i loro poteri, silenti, onniscienti, portatori
ella orza della 'ita, i$ersi eppure uno con i fi"li ell%uomo. 42, i$ersi, eppure uno con i
igli della Luce.
/ustoi e osser$atori ella for*a ella sc#ia$it+ nell%uomo, pronti a liberarlo quano
la Luce ' stata ra""iunta.
6rimo e pi+ potente, siee la 'elata Presenza, Signore dei Signori, l%infinito #ove, su
tutti "li altri i o"ni )iclo )osmico, $alutano e osser$ano il pro"resso e"li uomini.
4otto i L&I, sono i Signori dei )icli, Tre, @uattro, )inAue e Sei, Sette, "tto, o"nuno
con la sua missione, o"nuno con il proprio potere, "uiano, iri"eno il estino ell%uomo.
)oro sieono l(, forti e potenti, liberi a tutto il tempo e lo spa*io. Non sono i questo mono,
eppure simili a esso, loro, ratelli Maggiori ei -igli degli uomini, "iuicano e pesano,
con la loro sa""e**a, osser$ano il pro"resso i Luce fra "li uomini.
7ui conotto all%A*itante l( a$anti a loro. )o $ii fonersi con &no all%alto. 6oi a
Egli $enne fuori una $oce iceno,
*u sei grande. Thoth. tra i -igli degli uomini. dora innanzi libero dalle Sale di
Amenti. Maestro di 'ita tra i -igli degli uomini. )on proverai la Morte se non la
desidererai. ti disseterai della 'ita sino alla fine dell3ternit0. Dora innanzi la 'ita ! per
sepre tua coe vuoi. Dora innanzi la Morte sar0 in ano tua -uando la chiaerai. 'bita
-ui o parti -uando lo desideri. libero ! Amenti al Sole delluomo. 4ivi la 'ita in -ualsiasi
fora lo desideri. iglio della Luce cresciuto tra gli uoini. &cegli tu il tuo copito. perch/
tutte le anie devono lavorare. ai essere libere dal caino della Luce. Hai copiuto un
passo in avanti nel lungo caino. 'desso la ontagna di Luce ! infinita. 5gni passo che
fai innalza la ontagna2 tutto il tuo progresso innalza la eta. 'vvicinati sepre allinfinita
&aggezza. non allontanarti ai dalla eta. 5ra sei libero dalle Sale di Amenti per
cainare ano nella ano con i Signori del mondo. con un unico intento. operando
insiee. apportatori di Luce ai -igli degli uomini.
6oi al suo trono $enne uno ei Maestri, mi prese la mano e mi conusse a$anti,
attra$erso tutte le Sale ella profona terra nascosta. Di conusse tra le Sale di Amenti,
mostranomi i misteri c#e sono sconosciuti all%uomo. =ttra$erso l%oscuro passa""io $erso il
basso mi conusse alla Sala o$e see$a l%oscura Morte. 3asta come lo &pazio era la Sala
a$anti a me, oscurata alle tenebre eppure piena i Luce.
-nnan*i a me compar$e un "rane trono buio, e nascosto in esso see$a una fi"ura
oscura. 6i+ buia ell%oscurit( see$a la "rane fi"ura, scura con un%oscurit( non appartenente
alla notte. ;i fronte a lei inu"i0 poi il Maestro, profereno il 'er*o c#e conuce$a alla 4ita,
iceno,
5h Maestro dell"scurit,. guida della via dalla 4ita alla 4ita. davanti a te ho
portato un Sole del mattino.
)on toccarlo ai con il potere della notte.
)on richiaare ai la sua fiaa alloscurit0 della notte.
%onoscilo e guardalo. uno dei nostri fratelli. elevato dalla tenebra alla Luce.
+ibera la sua fiaa dalla schiavit. ,endi libera la fiaa dalloscurit0 della
notte.
13
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
4i al*0 allora la mano ella fi"ura, %innan*i crebbe una fiamma c#e sal2 c#iara e
brillante.
4i ritir0 rapiamente la cortina ell%oscurit(, s$elano la Sala all%oscurit( ella notte.
6oi altre ne crebbero nel "rane spa*io, a$anti a me, fiamma opo fiamma, al $elo
ella notte. -nnumere$oli milioni ne appar$ero, alcune fiamme""ianti come fiori i fuoco.
=ltre iffone$ano una pallia raian*a, arenti ma eboli al i fuori ella notte. =ltre erano
l( c#e s$ani$ano rapiamente. =ltre cresce$ano a una piccola scintilla i Luce. !"nuna era
circonata al suo ebole $elo i tenebra, eppure fiamme""iante i una Luce c#e mai
potrebbe estin"uersi. 3eneno e anano come lucciole in prima$era, riempi$ano lo spa*io
con la Luce e con la 'ita.
6oi una $oce parl0, potente e solenne, iceno,
6ueste sono luci che sono anie tra gli uoini. crescendo e scoparendo. esistendo
per sepre. eppure cabiando vita. attraverso la orte nella vita. 6uando sono sbocciati in
fiore. e raggiunto lo zenit di crescita nella loro vita. io rapidaente ando il io velo di
oscurit0. avvolgendole nel sudario e cabiandole in nuove fore di vita. %ostanteente
ascendenti attraverso le ere. crescono. apliandosi in una fiaa ancora pi grande.
illuinando loscurit0 con ancora aggiore potere. estinguendosi eppure non spegnendosi
dal velo della notte. %os7 cresce lania delluoo sepre in ascesa. estinguendosi eppure
non spegnendosi nelloscurit0 della notte. Io. Morte. vengo. eppure non riango. perch/
esiste la vita eterna nel Tutto2 solo un ostacolo. io. nel caino. pronta ad essere
con-uistata dalla Luce infinita. ,isvegliati. oh fiaa che bruci sepre interiorente.
ipara. oh fiaa e vinci il velo della notte.
=llora in me**o le fiamme nell%oscurit( ne crebbe una c#e illumin0 la notte,
fiamme""iano, espanenosi, sempre pi+ luminosa, finc#& alla fine non ci fu altro c#e Luce.
=llora la mia "uia parl0, la $oce el Daestro,
8uarda la tua stessa ania coe cresce nella Luce. ora libera per sepre dal
Signore della notte.
Di conusse attra$erso molti "rani spa*i colmi i misteri ei igli della Luce8
misteri c#e l%uomo non potr( conoscere mai finc#& non sar( un Sole della Luce.
Egli mi riport0 inietro alla Luce ella Sala della Luce. =llora m%in"inocc#iai a$anti
ai .randi Maestri, Signori di T&TT" ai cicli i sopra.
Egli parl0 con parole i "rane poten*a iceno,
*u sei stato reso libero dalle Sale di Amenti. &cegli il tuo copito tra i -igli degli
uomini.
=llora io parlai,
5h grande (aestro. lasciai essere un aestro di uoini. portandoli avanti ed in
alto finch/ anche loro diverranno luci tra gli uoini9 liberi dal velo della notte che li
circonda. fiaeggianti di Luce che splender0 tra gli uoini.
6oi la $oce mi parl0,
4a. sia coe vuoi. %os7 ! decretato. *u sei aestro del tuo destino. libero di
prendere o di lasciare a volont0. Prendi il potere. Prendi la saggezza. :rilla coe una Luce
tra i -igli degli uomini.
=llora l%A*itante mi conusse in alto. ;imorai ancora tra i -igli degli uomini,
inse"nano e ri$elano un po% ella mia sa""e**a8 Sole della Luce, un fuoco tra "li uomini.
!ra nuo$amente ripercorrer0 il sentiero iscenente, cercano la Luce nell%oscurit(
ella notte. 5ieni e conser$a, preser$a la mia testimonian*a, sar( una "uia ai -igli degli
uomini.
14
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
Interpretazione di Doreal
alla Tavola II
)e Sale di Amenti sono spa*i peculiari nascosti ella Terra, perc#& non si tro$ano in
questa otta$a i $ibra*ione materiale, ma in una pie"a ello spa*io situata a parte rispetto a
tutti "li altri. Fanno un colle"amento iretto con le polarit( positi$a e ne"ati$a i 8ar>ima.
)a loro posi*ione approssimati$a in rapporto alla Terra ' sotto Atlantide ma per entrare si
e$e uscire alla pie"a ello spa*io.
3i sono i$ersi posti o$e lo si pu0 effettuare, le Sorgenti Sul-uree in !Gla#oma8 il
Monte Shasta in /alifornia8 Mictolan in 4u =merica8 Sham*alla in 5ibet8 la .rande
Piramide in ."itto8 la oresta #era in Cermania8 :enares in -nia8 i Monti Atlas nell%=frica
el nor o$est.
)a lontana epoca remota ' il primo ciclo, fissato nel passato spa*ioEtempo, e ' quel
particolare perioo c#e se"u2 al ne"ati$o c#e iscese sull%uomo, renenolo sc#ia$o el piano
materiale.
- Maestri i quel perioo, o igli della Luce, crearono i loro corpi alla materia
primaria e la inte"rarono con la $ita. =nc#e se esteriormente questi corpi erano simili
all%uomo, la struttura interna era i$ersa, a$e$ano "li or"ani ei sensi fruibili solo a una
unit( oppia i consape$ole**a, masc#ile e femminile.
Non erano $incolati a incomplete**a o confusione come l%uomo, e erano quini
liberi i compiere cose c#e il resto ell%umanit( non era in "rao i fare. Dentre il corpo
fisico i Thoth o$e$a rinno$arsi o"ni cinquanta anni, il loro corpo ori"inale ric#iee$a un
rinno$amento solo una $olta o"ni cento anni.
7u nel primo ciclo c#e furono costruite le Sale di Amenti ai igli della Luce c#e
iscesero in questo pianeta. /on le for*e c#e controlla$ano, alterarono lo spa*io e costruirono
Amenti e la confinarono nella Terra. )e Sale imensionali intorno, la prote""e$ano
all%in"resso i c#iunque non fosse otato i una coscien*a ele$ata. -l "rane spa*io era
sui$iso in altri spa*i pi+ piccoli o$e erano fatte con$er"ere concentra*ioni i for*a irette
a 8ar>ima.
4ulla Terra c%erano trentaue igli della Luce, incaricati elle $icene terrestri.
Nelle Sale fu posto un punto i concentra*ione i 7or*a 3itale o 4pirito. -n esso si
ri$ersa quella 7or*a 3itale c#e fornisce la $ita stessa al pianeta. <uano la materia sulla
Terra si isinte"ra, lo spirito liberato ' attirato al iore della 'ita in Amenti per essere
riutili**ato. ="isce per la Terra nello stesso moo in cui il plesso solare a"isce per il corpo
umano.
- troni ei igli della Luce erano cos2 isposti per tro$arsi nel pieno flusso ello
spirito, c#e pro$$ee$a ai loro corpi non appena erano lasciati. <uini un corpo posto sotto
el iore della 'ita non trae$a la $ita irettamente alla fonte, ma ne era intriso alla sua
raian*a. )%equilibrio era mantenuto perfetto mentre la coscien*a era lontana, anc#e per
secoli. )a for*a ella $ita ' cos2 forte c#e la riser$a accumulata nel corpo posto sotto il iore
della 'ita per cento anni, era tanto appa"ata c#e sarebbe urata per mille anni sen*a necessit(
i rinno$o. <uini con ieci anni o"ni cento a$rebbero potuto mantenere il corpo "io$ane e
ener"ico.
-n molti casi lascia$ano il loro corpo per lun"#i perioi i tempo, e i igli della Luce
entra$ano nei corpi e"li uomini alla nascita. !ccasionalmente si presenta$ano con i loro
corpi ori"inali, anc#e se non i frequente.
15
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
<uano qualcuno ra""iun"e la Terza Illuminazione, ' reso libero a Amenti e pu0, se
lo esiera, porre il proprio corpo sotto il uoco della 'ita e rinno$arlo i epoca in epoca.
- Sette Signori sono emana*ioni irette elle estensioni alla coscien*a el sette
cosmico. !perano inipenenti, eppure in armonia con questa coscien*a. /ontrollano alcune
for*e all%alil(, come il isorine ne"ati$o e #anno emana*ioni su tutti i pianeti abitati el
cosmo. =ltre fun*ioni ei Signori sono il controllo ello spa*ioEtempo, la separa*ione ei
@uattro Tempi e il contenimento i un attacco i isorine ella limita*ione ne"ati$a sulle
fiamme i coscien*a c#e l%#anno "enerata. : loro il potere c#e conuce la for*a $ita al suo
punto i unione nel iore della 'ita e i$i lo trattiene.
-l Signore dei Signori ' l%emana*ione el #ono )iclo )osmico e etiene il suo titolo
perc#& ' il pi+ e$oluto e la pi+ lontana estensione i questo I/8oB. : il potere c#e controlla il
ne"ati$o in tutti i cicli cosmici. 4otto i Lui, ma u"uali nel proposito e nel controllo ei loro
specifici poteri, si tro$ano i Signori i altri sei cicli sopra i noi. =nc#e se non apparten"ono
a questa consape$ole**a cosmica, le sono uniti per tutte le epoc#e formate allo stesso
materiale i base, e sono nati alla stessa fonte, lo I/8oB, la -onte primaria della creazione.
Thoth fu conotto a$anti ai Signori a 5orlet, l%A*itante i &nal, e l( ammir0
l%A*itante fonersi con uno ei Signori, in altre parole, entrarono cos2 in armonia c#e
i$ennero uno. ;a lui "iunse una $oce. - Signori, non a$eno forma e $ibra*ione umana, non
pote$ano comunicare con parole. -l loro potere fu riimensionato cos2 c#e Thoth pote$a
sentire. -n se"uito fu capace i al*are la propria $ibra*ione cos2 a sentire la silente $oce ei
Signori. =l momento non pote$a $erificarsi, perc#& o$e$a ancora superare eterminate
pro$e.
= Thoth fu ata la libert( a Amenti e la c#ia$e con la quale, a $olont(, pote$a aprire
quello spa*io, e a$eno accesso al iore della 'ita mori$a quano $ole$a. Thoth impar0 le
le""i ella crea*ione in moo a potere assumere qualsiasi forma o corpo esierasse.
4econo la Legge a$rebbe o$uto sce"liere il particolare incarico c#e a$rebbe ese"uito,
poic#& il ra""iun"imento ell%illumina*ione reca ma""iore opportunit( e potere per operare.
)%ele$ate**a c#e Thoth a$e$a ra""iunto, era soltanto una collina elle alte monta"ne i Luce
trascenentale $erso cui tutte le coscien*e cosmic#e sta$ano operano.
<uano Thoth ra""iun"e$a una meta, pote$a prose"uire con c#i sta$a cercano una
meta superiore. 7u uno ei 0< igli della Luce, e non uno ei Signori, c#e conusse Thoth
nel suo primo "iro nelle Sale di Amenti, il luo"o o$e re"na$a l%antitesi ella $ita @c#e '
morteA.
<uesta for*a, esseno qualcosa i simile a quella c#e si c#iama $ita, si tro$a nel luo"o
ella $ita. 6otrebbe sembrare paraossale efinire la morte come simile alla $ita, ma se
consieriamo c#e ' con l%a*ione ella morte al ne"ati$o c#e la $ita si libera, potremmo
ra$$isarne la sua affinit(.
-l Signore della Morte non ' uno ei Signori ei cicli superiori, ma appartiene a
questo ciclo cosmico. Fa l%incarico i a"ire con la for*a ella morte sul ne"ati$o c#e circona
o"ni scintilla i coscien*a. <uell%oscurit(, c#e ' la perita i coscien*a o morte, ' c#iamata
notte, perc#& in essa la coscien*a pere la memoria i quello c#e ' stata. 4i c#iee al Signore
della Morte i non toccare Thoth con la perita i coscien*a, e i $eerlo e riconoscerlo come
un Sole della Luce, a non trattenere o toccare con la morte. )a mano el Signore della
Morte ' al*ata, spri"ionano la fiamma, simbolo ella Luce issimulata all%oscurit( ella
morte. )a Luce esilia l%oscurit(.
= Thoth si ri$elano innumere$oli milioni i fiamme, o"nuna un%anima c#e si
manifesta in questo piano. )a luminosit( o oscurit( ella fiamma ri$ela il "rao i isorine
16
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
ne"ati$o a cui ' le"ata. -l Signore della Morte ri$ela a Thoth i misteri ella $ita e ella morte,
spie"ano come l%anima s%incarna in un corpo fisico, ra""iun"e lo *enit ella sua crescita e
poi passa attra$erso il cambiamento ella morte per poi pro"reire con ma""iore Luce. )a
morte "iun"e, ma solo temporaneamente. )a $ita stessa ' immortale, esisteno all%ini*io alla
fine. -nfine, sempre, 'ita e Luce e$ono $incere morte e oscurit(. )a Morte esiera c#e la
Luce ne annulli il potere, perc#& anc#e la Morte pro$iene alla Luce. = Thoth ' mostrato
come la sua stessa anima a$an*a all%oscurit( e fiamme""ia in piena Luce. )a Cuia poi
conuce Thoth in altri "rani spa*i in Amenti, mostrano"li o$unque i misteri ri$elati solo
a"li aepti. 5ra altri, "li sono inicati spa*i pi+ interni ella quarta imensione. Thoth fu poi
conotto i nuo$o a$anti ai Signori, e a coloro c#e "li a$e$ano parlato prima "li fu
orinato i sce"liere il suo incarico. Thoth, spontaneamente, scelse i i$entare un inse"nante
per conurre le anime all%oscurit( alla Luce. 7u appro$ato nella sua scelta ai Signori e "li
fu orinato i prose"uire a operare per come a$e$a scelto.
Thoth fu conotto sulla Terra, per attuare la scelta fatta. ."li termina con
l%afferma*ione i stare per anare ancora a Amenti, lasciano l%uomo per un perioo.
17
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
TA'"LA III
La )hiave della Saggezza
-o, Thoth l%Atlantideo, ono la mia sa""e**a, la mia conoscen*a e il mio potere.
)iberamente li ono ai -igli degli uomini. )i ono affinc#& loro possano a$ere la sa""e**a per
illuminare il mono al $elo ella notte. 4a""e**a ' potere e potere ' sa""e**a, l%uno con
l%altro, perfe*ionano il tutto.
Non essere or"o"lioso, o# uomo, per questa sa""e**a. ;iscuti con l%i"norante come
con il sapiente. 4e qualcuno $iene a te pieno i conoscen*a, ascoltalo e fai atten*ione, perc#&
la sa""e**a ' tutto.
Non tacere quano il male ' nominato, affinc#& la 'erit,, come la Luce el 4ole,
splena su tutto.
/#i calpesta la Legge sar( punito, perc#& solo attra$erso la Legge si ottiene la libert(
e"li uomini.
Non causare paura, perc#& la paura ' una sc#ia$it+, una catena c#e le"a all%uomo
l%oscurit(.
4e"ui il tuo cuore urante la tua $ita. 7ai pi+ i quanto ti ' comanato.
<uano #ai ra""iunto la ricc#e**a ascolta il tuo cuore, perc#& questa ' inutile se il
cuore ' stanco. Non iminuire il tempo per se"uirlo. /i0 ' aborrito all%anima.
/oloro c#e sono "uiati non si smarriranno, ma coloro c#e si sono persi non potranno
tro$are un percorso corretto.
4e $ai tra "li uomini, fai in moo c#e per te l%Amore sia l%ini*io e il fine el cuore.
4e qualcuno $iene a te per un consi"lio, lascialo parlare liberamente, affinc#& lui
possa fare la cosa per la quale ' $enuto a te. 4e esita a aprirti il suo cuore ' perc#& tu, il
"iuice, #ai sba"liato.
Non ripetere parole stra$a"anti e non ascoltarle, perc#& sono l%espressione i c#i non '
equilibrato. Non ripeterle, cos2 c#e c#i ti si tro$a a$anti possa conoscere la sa""e**a.
-l Silenzio ' i "rane utilit(. 1n%abbonan*a i parole non "io$a a nulla.
Non esaltare il tuo cuore sopra ei -igli degli uomini, per timore c#e sia portato pi+ in
basso ella pol$ere.
4e sei "rane tra "li uomini, sii onorato per conoscen*a e "entile**a.
4e cerc#i i conoscere la natura i un amico, non c#ieere la sua compa"nia, ma
trascorri un perioo a solo con lui. ;iscuti sa""iano il suo cuore per me**o elle sue parole
e el suo conte"no.
/i0 c#e $a nella ispensa e$e essere utile, e le tue cose e$ono essere coni$ise con
un amico.
)a conoscen*a ' consierata allo sciocco come i"noran*a, e le cose proficue sono per
lui olorose. ."li $i$e nella morte. H l( il suo alimento.
)%uomo sa""io lascia c#e il suo cuore trabocc#i ma tiene silente la bocca.
!# uomini, ascoltate la $oce ella sa""e**a, ascoltate la $oce ella Luce. /i sono
misteri nel )osmo c#e s$elati colmano il mono con la loro Luce. )asciate c#e c#i $uole
essere libero alla sc#ia$it+ ell%oscurit( separi apprima il materiale all%immateriale, il
fuoco alla terra8 perc#& sappiate c#e come la terra iscene alla terra, cos2 il fuoco ascene al
fuoco e i$enta uno con il fuoco.
18
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
/#i riconosce il fuoco c#e ' in s& ascener( al fuoco eterno e imorer( in esso
eternamente.
-l uoco, il fuoco interiore, ' la pi+ potente i tutte le for*e, perc#& supera tutte le cose
e penetra in tutte le cose ella Terra.
)%uomo sostenta s& stesso solo con quello c#e persiste. /os2 la Terra e$e resistere
all%uomo affinc#& possa esistere.
Non tutti "li occ#i $eono con la stessa $isuale, perc#& per uno l%o""etto appare in una
forma e colore e a un ifferente occ#io in un%altra. /os2 anc#e il fuoco infinito, cambiano i
colore in colore, non ' mai lo stesso i "iorno in "iorno.
<uini parlo io, Thoth, ella mia sa""e**a, perc#& l%uomo ' un fuoco c#e brucia
luminoso attra$erso la notte, mai si estin"ue nel $elo ell%oscurit(, mai si estin"ue nel $elo
ella notte.
Fo scrutato con la mia sa""e**a nel cuore e"li uomini e non li #o tro$ati liberi alla
sc#ia$it+ ella lotta. )ibera alle fatic#e il loro fuoco, o# fratello mioI 6er paura questo si
consuma nell%ombra ella notte.
=scolta, o# uomo, e senti questa sa""e**a, o$e cessano nome e formaJ
4olo nella coscien*a, in$isibile, brilla un%infinita for*a i raian*a. )e forme c#e crei
con la luminosit( ella tua $isione sono $eramente "li effetti c#e se"uono la tua causa.
)%uomo ' una stella le"ata a un corpo e alla fine si libera, attra$erso la sua fatica.
4olo con lo sfor*o e la$orano uramente al tuo estremo la stella entro i te sboccer( a
nuo$a $ita. 6er c#i conosce il principio i tutte le cose, la sua stella ' libera ai re"ni ella
notte.
Bicora, o# uomo, tutto ci0 c#e esiste ' solo un%altra forma i quello c#e non esiste.
!"ni cosa c#e ' stata prima sta proceeno ancora in un altro essere e tu stesso non sei
un%ecce*ione.
!sser$a la Legge, perc#& tutto ' Legge. Non cercare quello c#e la Legge non ', perc#&
esiste solo nell%illusione ei sensi.
)a 4a""e**a $a a tutti i suoi fi"li perfino se loro si muo$ono "i( $erso la sa""e**a.
-n tutte le epoc#e, la Luce ' stata nascosta.
4$e"liati, o# uomo, e sii sa""io.
6rofonamente #o $ia""iato nei misteri ella $ita, cercano e esaminano ci0 c#e '
nascosto.
=scolta, o# uomo, e sii sa""io.
-n profonit( sotto la crosta ella Terra, nelle Sale di Amenti, i misteri c#e #o $isto
sono celati a"li uomini.
4pesso #o $ia""iato attra$erso il profono passa""io nascosto, "uarano la Luce c#e
' 'ita fra "li uomini. )(, sotto il iore della 'ita sempre $i$ente, #o cercato nei cuori e nei
se"reti e"li uomini. Fo scoperto c#e l%uomo sta cresceno ma $i$e nell%oscurit(, la Luce el
"rane fuoco ' nascosta nell%intimo.
;a$anti ai Signori ella nascosta Amenti #o imparato la sa""e**a c#e ri$elo a"li
uomini. Loro sono i Maestri ella "rane Saggezza Segreta, portata al futuro ell%infinita
fine.
4ono sette, i Signori di Amenti, supremi ai igli del Mattino, Soli dei )icli, Maestri
di Saggezza. Non sono fatti come i -igli degli uomini.
Tre, @uattro, )inAue e Sei, Sette, "tto, #ove sono i titoli ei Maestri e"li uomini.
)ontano al futuro, sen*a forma eppure formati, sono $enuti come inse"nanti per i
-igli degli uomini. 3i$ono per sempre, tutta$ia non el $i$ente, non le"ati alla $ita e in o"ni
19
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
caso liberi alla morte. Co$erneranno per sempre con infinita sa""e**a, le"ati, e tutta$ia non
le"ati, alle oscure Sale della Morte. Fanno la $ita in s&, tutta$ia $ita c#e non ' $ita. - Signori
del Tutto sono liberi a o"ni cosa.
;a loro eri$ano i Logos, i loro strumenti el potere su tutto. Crane ' il loro
soste"no, eppure nascosto nelle piccole**e, formati a una forma, conosciuti eppure
sconosciuti.
-l Tre #a la c#ia$e i tutta la ma"ia nascosta, e ' il creatore delle Sale dei Morti.
.mana il potere, $elanolo con l%oscurit(, e le"a le anime ei -igli delluomo8 iri"e
l%oscurit(, incatenano la for*a ell%anima, ' amministratore el ne"ati$o ei -igli degli
uomini.
-l @uattro ' c#i libera il potere. 4i"nore i 'ita per i -igli degli uomini. -l suo corpo '
Luce, la fiamma ' il suo soste"no, li*eratore di anime per i -igli degli uomini.
-l )inAue ' il maestro, il Signore di tutta la magia E )hiave del 'er*o c#e risuona tra
"li uomini.
-l Sei ' il Signore della Luce, il sentiero nascosto, cammino delle anime per i -igli
degli uomini.
-l Sette ' il Signore dellimmensit,, maestro dello Spazio e chiave dei Tempi.
)%"tto ' c#i orina il pro"resso, pesa e *ilancia il viaggio degli uomini.
-l #ove C il padre. =mpio ' il suo soste"no. 7orma e cambia all%esterno il sen*a
forma.
Deitate sui simboli c#e $i o. 4ono )hiavi, sebbene nascoste a"li uomini.
5eni sempre $erso l%alto, o# anima el mattino. 3ol"i i tuoi pensieri in alto, $erso la
Luce e la 'ita. 5ro$a nelle c#ia$i ei numeri c#e ti #o ato, la Luce sul sentiero ella $ita
$erso la $ita.
/erca la sa""e**a. 3ol"i i pensieri al tuo intimo. Non c#iuere la tua mente al iore
della Luce.
6oni nel tuo corpo un%imma"ine formaEpensiero. 6ensa ai numeri c#e ti "uiano alla
'ita.
)impio ' il percorso per c#i #a la sa""e**a. =pri la porta al Regno della Luce.
Bi$ersa a$anti a te la fiamma, come un Sole del mattino. /#iui fuori l%oscurit( e
$i$i nel "iorno.
!# uomo, ritienili come parte el tuo essere, i Sette c#e sono ma non sono come
sembrano. =priti, o# uomoI Fo manifestato la mia sa""e**a. 4e"ui il cammino nel moo c#e
#o presentato.
Maestri di Saggezza, Soli del Mattino, Luce e 'ita per i -igli degli uomini.
Interpretazione di Doreal
alla Tavola III
)a )hiave della Saggezza, contiene alcuni ei precetti ati a Thoth ai barbari, ai
igli di 6hem, c#e fu affiata loro affinc#& non anassero perute le )hiavi della Luce.
)a sa""e**a e il potere camminano affiancate. .ntrambi necessari, l%una sen*a l%altro
' inutile e illusoria, perc#& il potere non si crea sen*a la sa""e**a, e la sa""e**a non si
ottiene solo con il poten*iamento e l%uso el potere.
)a persona or"o"liosa non ' sa""ia ma sciocca, perc#& l%or"o"lio fa s2 c#e si rifiuti
l%inse"namento, poic#& porta a misurare o"ni cosa con il proprio li$ello e "rao.
-l silen*io ' %oro. 6arlare el male "li incanala la for*a creati$a e "li ( $ita e realt(.
20
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
5entare i ribellarsi alla Legge prouce la 4ua puni*ione, perc#& non c%' nulla sen*a
Legge. . c#i tenta i operare contro la Legge le si scontra.
)a paura non e$e entrarci entro, n& obbiamo creare la paura in altri, perc#& ' una
sc#ia$it+. 4e nel nostro cuore abbiamo amabilit(, allora c#i ama l%armonia ' attratto a noi. 4e
questo non a$$iene, allora l%altro ' "o$ernato al isorine. /erc#iamo i se"uire solo "li
orini el maestro c#e ' in noi. Non tentate i fare i pi+ obietti$amente. )a ricc#e**a ' il
me**o per un fine, non il fine. <uano i biso"ni materiali sono soisfatti, la mente @il cuore
e"li antic#iA e$e ri$ol"ersi $erso re"ni superiori.
<uano si ' sul percorso ' necessario a$ere una "uia. =ltrimenti, ci si smarrisce
tentano i tro$are la $ia pi+ facile.
)%amore ' l%ini*io e la fine el cammino, perc#& l%unione ' riposta nell%amore, questo
raccoman0 Thoth ai popoli, trasmetteno "li inse"namenti i fratellan*a e unione.
)a persona preoccupata c#e c#iee un consi"lio tro$a conforto esprimenosi. 4e esita,
' perc#& c#i lo ascolta #a qualc#e ifetto e ' scostante.
<uest%afferma*ione #a un "ran $alore. -l iscorso stra$a"ante imostra sempre una
mancan*a %equilibrio, e ' annoso sia parlare in tale moo c#e ascoltare, perc#& molte
persone possono facilmente sbilanciarsi. )%unica meta ' la perfe*ione. Non o$ete essere
soisfatti i qualsiasi cosa sia meno. : solo la mancan*a i conoscen*a c#e impeisce i
penetrare il $elo ietro il quale si cela la sa""e**a.
-l silen*io ' la "ran c#ia$e per l%e$olu*ione. Dantieni il potere in te stesso in silen*io.
Non ma"nificarti, perc#& poten*ialmente "li altri #anno il tuo stesso potere. )a $era "rane**a
non ric#iee auto appre**amento. )ascia "li altri riconoscere la tua "rane**a alla tua
isponibilit( $erso i compa"ni.
!"ni persona tro$a il riflesso ella sua natura in c#i #a i fronte. <uini non ascoltare
ci0 c#e qualcuno ice su altri, ma esaminano la sua mente e la sua attituine $erso un altro
compa"no puoi tro$arne la sua $era natura.
4e la possiei, non ne"are la conoscen*a a c#i ne #a biso"no e c#iee con arore. 4ono
amici tutti quelli c#e se"uono lo stesso cammino. Non permettere c#e le parole i uno sciocco
i"norante ti tocc#ino, solo "li i"noranti sono toccati a"li i"noranti. )e $ibra*ioni ella mente
i una persona sono percettibili. )e parole non sono necessarie.
Thoth ( un inse"namento per c#i ' pronto, con le c#ia$i e i simboli. )a parte
immateriale ella natura umana, l%anima, e$e essere separata alla natura materiale, la carne,
prima i portarsi nella Luce el Sole )osmico.
)%anima ' il fuoco, mentre la carne ' simile alla terra, entrambi tornano alla propria
fonte. -l fuoco interiore penetra tutti i piani in cui si manifesta il .rande uoco, incluso il
piano materiale. )a terra, esseno ensa, sostenta in "rao riotto anc#e il fuoco ell%anima.
-noltre l%anima esseno infinita, potrebbe cambiare la terra a finita in infinita. : l%e$olu*ione
ella coscien*a c#e permette all%occ#io i $eere colore e Luce. -l fuoco infinito,
s$iluppanosi e cambiano eternamente, fa e$ol$ere anc#e le perce*ioni.
)%uomo ' un fuoco c#e si trasforma, non ' mai lo stesso. 6ro"reisce sempre, i
"iorno in "iorno, finc#& si ele$a sopra l%oscurit(, c#e non cambia pur esseno ancora oscurit(.
5utta$ia, l%oscurit( si combiner( tanto con il fuoco a cessare i essere.
)otta, oio e paura sono il risultato ell%oscurit(. )a libert( all%oscurit( li elimina. -l
nome e la forma, i$ersamente al istacco personale, cessano i esistere nella piena Luce
ella coscien*a ris$e"liata.
)%uomo apprene solo con fatica e esperien*a, perc#& queste sono le cause
purificanti c#e eliminano le scorie ell%oscurit( all%anima.
21
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
)a materialit( non ' altro c#e una forma inconscia i manifesta*ione ella coscien*a.
<uini in ultima analisi, materialit( e immaterialit( sono uno. Niente c#e ' materiale ' fisso,
si muo$e costantemente $erso il cambiamento. <uesto ' il percorso alla crea*ione in poi.
)%uomo unisce la coscien*a a questa Legge i natura.
)a Legge, in ultima analisi, ' tutto ci0 c#e esiste. 5utto il resto ' fantasia e illusione
c#e si formano nelle menti i c#i non #a conoscen*a.
)a sa""e**a si ottiene solo cercano. ;o$ete fare il primo passo e poi anare a$anti
mi"liorano.
)e Sale della Morte, sotto le Sale el iore della 'ita, racc#iuono il riflesso elle
anime e"li uomini. 7u l( c#e Thoth riusc2 a le""ere la storia el pro"resso ell%uomo
all%oscurit( alla Luce. 1n paraosso simile ' contenuto nelle parole portato dal futuro
dellinfinita fine. )a iaccola Latrice ell%Insosteni*ile Luminosit, ' l%ini*io e la fine i
tutte le cose. 6erc#& come ori"inano le cose a questa, alla fine e$ono ritornarci,
completano cos2 il cerc#io. Nella iaccola Latrice ' concepito il compimento. <uini il
piano ' conosciuto all%emana*ione iretta, i Signori. - Sette sono l%appellati$o ei Signori dei
)icli i l( a noi, ciascuno efinito al numero el suo )iclo, in rapporto allo I/8oB.
6ro$enienti ai cicli i l( a questo, sono parte ell%essen*a assoluta i o"nuna i
queste coscien*e cosmic#e. Non sono le"ati n& alla $ita n& alla morte perc#& la loro atti$it( '
controllata irettamente a 8ar>ima. <uini la loro $ita non ' $ita i emana*ioni a un ciclo
cosmico, ato c#e non ipenono allo spirito per la propria manifesta*ione.
-l Logos, termine inicati$o o ra"ione, ' un%emana*ione ei Signori i o"ni ciclo
@ricordate sepre che c! un Signore di -uesto ciclo anche se non incluso nei &etteA perc#&,
letteralmente, ' un%emana*ione ella nostra ra"ione allo I/8oB. /ome questo pro$iene a
8ar>ima, cos2 loro sono la cellula centrale a cui fluisce.
4ono "rani nel soste"no perc#& si estenono in tutti "li spa*i cosmici, eppure sono
piccoli perc#& concentrati nella forma. -l Tre, il Signore el ciclo proprio i l( a noi, ' il
custoe i quelle cose c#e toccano irettamente l%umanit(. : il responsabile ell%accesso el
ne"ati$o, e ' attra$erso il suo potere c#e i riflessi elle anime e"li uomini furono
focali**ate nelle Sale dei Morti.
-l flusso e la ire*ione i quella for*a c#e conosciamo come for*a ella $ita '
controllata al Signore el @uattro. =lcune elle for*e ma""iori, come la morte, sono attratte
al @uattro, un ciclo o$e cessa i esistere la $ita, per come noi la conosciamo. !"ni Signore
#a la sua fun*ione, offreno l%accesso nello spa*io cosmico ai poteri c#e #anno s$iluppato con
il loro stesso pro"resso attra$erso lo spa*io. <uesto iscene e si trasmette con i Signori,
o"nuno c#e ( quello c#e #a a quelli al i sotto. -l )inAue ' il "uariano el 'er*o, apreno
l%ultima porta quano l%uomo ' pronto. -l Sei, il Sette e l%"tto #anno in carico alcune elle
strutture fisse essen*iali el tempo futuro, mentre il #ove #a in carico il isorine c#e
successi$amente i$enta "rdine. -n un certo senso sono "li assistenti ella )oscienza
)osmica, c#e ese"uono "li aspetti necessari allo s$iluppo ella coscien*a c#e questa
)oscienza )osmica non ' cos2 capace i usare.
-n questi numeri si tro$a anc#e la c#ia$e el 'er*o anc#e se non pu0 essere s$elata, la
sua acquisi*ione ' $eramente il ra""iun"imento i 'ita e i Luce.
22
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
TA'"LA I'
La #ascita della Spazio
=scolta, o# uomo, la $oce ella sa""e**a, ascolta la $oce i Thoth l%Atlantideo.
)iberamente ti ono la mia sa""e**a raccolta al tempo e allo spa*io i questo ciclo8
maestro i misteri, Sole del mattino, $i$ente per sempre, un iglio della Luce splenente i
luminosit(, stella el mattino, Thoth eucatore e"li uomini, e i Tutto.
5anto tempo fa, nella mia infan*ia, mi tro$a$o sotto le stelle in Atlantide, ormai a
tempo sepolta, so"nano i misteri al i sopra e"li uomini. 6oi nel mio cuore crebbe un "ran
esierio i conse"uire il cammino c#e porta$a alle stelle.
=nno opo anno cercai la sa""e**a, cercano nuo$a conoscen*a, se"ueno la $ia,
finc#& alla fine la mia =nima, in "rane tra$a"lio, ruppe le sue catene e bal*0 $ia.
.ro libero alla sc#ia$it+ e"li uomini ella Terra. )ibero al mio corpo, mi proiettai
nella notte.
6er me fu aperto lo spa*io stellare. 7ui libero alla sc#ia$it+ ella notte. =l limite
ello spa*io cercai la sa""e**a, molto i l( alla conoscen*a ell%uomo finito.
)ontano nello spa*io, la mia =nima $ia""i0 liberamente nell%infinito cerc#io i Luce.
4trani, ben oltre la conoscen*a, erano alcuni pianeti, "rani e "i"antesc#i, al i l( ei so"ni
e"li uomini.
.ppure tro$ai la Legge in tutta la sua belle**a, operante attra$erso e fra loro come qui
tra "li uomini. )a mia anima si proiett0 attra$erso l%infinita belle**a, e con i miei pensieri
$olai lontano attra$erso lo spa*io.
Di riposai su un pianeta i "rane belle**a. Deloie armoniose erano iffuse nell%aria.
)( c%erano forme, c#e si muo$e$ano in "rdine. .rano "rani e maestose come stelle nella
notte, ascenenti in armonia, in orinato equilibrio, simboli el )osmico, secono la Legge.
Nel mio $ia""io $isitai molte stelle, molte ra**e i uomini nei loro moni8 alcuni c#e
ra""iun"e$ano l%alto come stelle el mattino, altri c#e cae$ano in basso nell%oscurit( ella
notte.
5utti loro si affanna$ano $erso l%alto, ra""iun"eno le alte**e e scana"liano le
profonit(, a $olte muo$enosi nei reami i luminosit(, $i$enti nell%oscurit(, per ra""iun"ere
la Luce.
4appi, o# uomo, c#e la Luce ' il tuo reta""io. 4appi c#e l%oscurit( ' solo un $elo.
4i"illato nel tuo cuore c%' lo splenore eterno in attesa el momento i conquistare la libert(,
c#e aspetta i rimuo$ere il $elo ella notte.
Fo tro$ato c#i #a conquistato l%etere. .rano liberi allo spa*io, eppure erano ancora
uomini. 1sano la for*a c#e ' il fonamento i T&TTE le cose, lontano nello spa*io, #anno
costruito un pianeta, attirato alla for*a c#e fluisce al T&TT"8 conensano, foneno
l%etere in forme c#e cresce$ano come $ole$ano loro. 4uperano in scien*a tutte le ra**e,
potenti in sa""e**a, -igli delle stelle.
Di fermai molto tempo, per stuiare la loro sa""e**a. )i $ii creare fuori all%etere
citt( enormi i rosa e oro. /omposto all%elemento ori"inario, base i tutta la materia, l%etere
si proietta$a lontano.
6oi lontano #anno conquistato l%etere, liberanosi alla sc#ia$it+ ella fatica8
forma$ano nella loro mente solo una fi"ura e prontamente la crea$ano, si s$iluppa$a.
23
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
6oi a$anti la mia anima acceler0 attra$erso il )osmo, osser$ano sempre cose nuo$e e
$ecc#ie8 imparano c#e l%uomo ' $eramente nato nello spa*io, un 4ole el 4ole, un -iglio
delle stelle.
4appi, o# uomo, qualsiasi corpo tu abiti, certamente ' uno con le stelle. - $ostri corpi
non sono altro c#e pianeti ruotanti intorno ai loro soli centrali. <uano #ai ra""iunto la Luce
i tutta la sa""e**a, sarai libero i splenere nell%etere, uno ei 4oli c#e illuminano l%oscurit(
esterna, un essere nato nello spa*io e cresciuto nella Luce. 6roprio come le stelle con il tempo
perono la loro brillante**a irraiano la Luce a una fonte pi+ "rane, cos2, o# uomo, la tua
anima passa oltre, lascianosi ietro l%oscurit( ella notte.
4ei formato all%etere primario, colmato alla luminosit( c#e fluisce alla Sorgente,
le"ato all%etere fuso intorno, eppure sempre arente finc#& alla fine sarai libero. )ibera la tua
fiamma all%oscurit(, $ola alla notte e sarai libero.
Fo $ia""iato attra$erso lo spa*ioEtempo, sapeno c#e la mia anima alla fine sarebbe
stata libera e a$rei potuto perse"uire la sa""e**a.
7inc#&, alla fine, passai su i un piano nascosto alla conoscen*a e non conosciuto alla
sa""e**a, estensione i l( a tutto quello c#e conosce$amo. !ra, o# uomo, quano seppi
questo, felicemente la mia anima crebbe, perc#& ormai ero libero.
=scolta, tu nato nello spa*io, ascolta la mia sa""e**a, non sai c#e anc#e tu puoi essere
libero.
=scolta ancora, o# uomo, la mia sa""e**a, perc#& ascoltanomi puoi $i$ere e essere
libero.
5u terrestre non appartieni alla Terra, ma sei fi"lio ell%In-inita Luce )osmica.
Non sai, o# uomo, el tuo reta""ioJ Non sai c#e sei $eramente LuceJ 4ole el .rande
Sole, quano ra""iun"i la sa""e**a i$enti $eramente consape$ole ella tua comunione con la
Luce.
!ra ti o la conoscen*a, la possibilit( i proceere nel cammino c#e #o percorso,
mostranoti $eramente come con il mio sfor*o, #o camminato sulla $ia c#e porta alle stelle.
=scolta, o# uomo, e sappi ella tua sc#ia$it+, sappi i come liberarti alle fatic#e.
;e$i le$arti sopra elle tenebre, e essere uno con la Luce e uno con le stelle. 4e"ui sempre
il cammino ella sa""e**a. 4olo cos2 potrai ele$arti al basso. -l estino conuce a$anti o"ni
uomo, nelle )urve dellIn-inito T&TT".
4appi, uomo, c#e tutto lo spa*io ' orinato. 4olo con l%"rdine tu sarai &no con il
T&TT".
"rdine e equilibrio sono la Legge del )osmo. 4e"uili e sarai &no con il T&TT".
/#i se"ue il cammino ella sa""e**a e$e essere aperto al iore della 'ita,
espaneno la sua coscien*a oltre l%oscurit(, per fluire attra$erso il tempo e lo spa*io nel
T&TT".
,esta profondaente in silenzio e devi pria attendere finch/. infine. sarai libero dal
desiderio. libero dalla voglia di parlare. &ia con-uistata dal silenzio la schiavit delle
parole. 'stieniti dallaliento. finch/ avrai con-uistato il desiderio del cibo. che ! la
schiavit dellania.
Poi giaci nelloscurit0. chiudendo gli occhi ai raggi della Luce. %oncentra la tua
forza vitale nel luogo della coscienza. uovendola libera dai vincoli della notte. Poni nella
tua ente liagine che desideri.
4isualizza il luogo che desideri vedere.
4ibra avanti ed indietro con il tuo potere.
24
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
&lega la tua ania dalla sua notte. 'rdenteente devi liberarla con tutto il tuo
potere. finch/ alla fine la tua ania sar0 libera.
Dolto lontano, oltre le parole, si tro$a la fiamma el )osmo, sospesa in piani
sconosciuti all%uomo8 potente e equilibrata, muo$enosi nell%"rdine, musica i armonie,
lontana i l( all%uomo. )a fiamma el principio ell%Eternit, del T&TT" parla con la
musica, canta con i colori.
5u sei scintilla ella fiamma, o# fi"lio mio, arente con il colore e $i$ente con la
musica. =scolta la $oce e sarai libero.
)a coscien*a libera si fone con il )osmo, &no con l%"rdine e Legge el T&TT".
Non sape$i uomo c#e fuori ell%oscurit( la Luce are$a, simbolo el T&TT".
7ai questa pre"#iera per ottenere la sa""e**a. 6re"a per l%a$$ento ella Luce al
T&TT".
5h potente Spirito della Luce che splendi nel )osmo. attira la ia fiaa pi
vicina alla tua aronia. 3leva il io fuoco fuori delloscurit0. agnete di fuoco che ! &no
con il T&TT". 3leva la ia ania. oh tu grande e potente. iglio della Luce. non
allontanarti. ;ai in odo che io abbia il potere di scioglieri nella tua fornace9 &no con
tutte le cose e tutte le cose in &no. fuoco dello sforzo della vita ed &no con la Mente.
<uano libererai la tua anima alla sua sc#ia$it+, sappi c#e per te l%oscurit( finir(.
6er sempre potrai cercare la sa""e**a nello spa*io, non pi+ le"ato alla catena for"iata
nella carne.
5i muo$erai in alto e in basso nell%alba come un libero ba"liore, o# =nima, $erso i
reami ella Luce.
Duo$iti nell%"rdine, muo$iti nell%Armonia, liberamente ti muo$erai con i igli della
Luce.
/erca e conosci la mia )hiave della Saggezza. /os2, o# uomo, sarai certamente libero.
Interpretazione di Doreal
alla Tavola I'
Thoth, in questa ta$ola, ricora alcune sue esperien*e nella ricerca ella sa""e**a. ;(
anc#e una precisa imostra*ione ella sua maestria. )a libera*ione ella sua anima alle
catene fu la prima proie*ione ella sua coscien*a. ;opo a$er s$iluppato questo potere, Thoth
fu in "rao i esplorare i misteri ello spa*io e el tempo. .splor0 altri pianeti e alla fine
ra""iunse il ciclo interno ella Luce, la prima imensione.
-l pianeta i "ran belle**a era uno ei sette pianeti c#e circonano la coscien*a
cosmica nella prima imensione. )e forme c#e si muo$e$ano in orine erano i corpi "lobulari
e"li illuminati. Thoth an0 in tutti i sistemi solari e $ie i i$ersi "rai i e$olu*ione
ra""iunti nei pianeti pi+ $icini e pi+ lontani ai propri Soli. Cli uomini efiniscono quelle
forme i $ita come atti$ate alla coscien*a conscia, anc#e se raramente la loro forma ' quella
umana. - conquistatori ell%etere erano "li abitanti i Antares, la stessa stirpe c#e $enne sulla
Terra in epoc#e passate. =$e$ano compreso il se"reto el $ia""io interplanetario secoli fa,
perc#& erano i pi+ illuminati el loro sistema solare. Dateria e forma erano i loro ominio. .
alla Madre &niversale, erano capaci i creare o"ni cosa esierassero.
Thoth impar0 c#e l%uomo ' uni$ersale, esisteno in o"ni parte ello spa*io e esseno
parte inte"rante ella coscien*a cosmica. )a forma ell%uomo, per quanto ri"uara$a la sua
materialit(, era una con la materia i base elle stelle. /ome i pianeti ruotano intorno al loro
25
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
sole, cos2 il corpo materiale ell%uomo ruota intorno al suo sole centrale, l%anima. <uano
qualcuno libera la sua coscien*a all%oscurit( el isorine, i$enta uno i quei maestri c#e
operano sul ne"ati$o all%esterno. -l corpo ell%uomo ' formato alla sostan*a ori"inale, la
pol$ere cosmica, c#e ' anc#e l%etere in cui i pianeti fluttuano. Bisol$ere i misteri ello spa*io
spie"a le cause elle molte manifesta*ioni ella Legge c#e, altrimenti, non potrebbe essere
capita. Thoth sape$a c#e a$rebbe potuto esplorare sen*a fine la "emma ella $erit(, finc#&
poi sarebbe passato al ciclo cosmico successi$o. ;opo, attra$erso l%eternit(, a$rebbe potuto
perse"uire la conoscen*a.
)%uomo in realt( non appartiene alla Terra n& ' realmente materiale ma, in ultima
analisi, ' lo stesso fuoco i$ino. Thoth ( la c#ia$e alla libert( ella coscien*a al materiale, e
questa libert( apre il cammino a altri moni e piani. 1na $olta ottenuta, l%uomo non ' pi+
le"ato, ma libero. 4olo attra$erso la conoscen*a si conse"ue la capacit( i liberarsi al corpo
terreno e i$entare uno con la Luce.
/ome lo spa*io ' preisposto a se"uire la Legge, cos2 anc#e l%uomo e$e "enerare
orine per ele$arsi al suo stesso essere. <uano l%orine e l%armonia i tutte le parti el suo
essere sono perfetti, allora non ' pi+ le"ato al piano ella materia. . pro"reeno attra$erso la
sua armonia con la Legge, pu0 ascenere al piano cosmico.
Per liberare la coscienza dal corpo. la cosa igliore da fare ! espandere il plesso
solare. <il iore della 'ita del corpo=. e far fluire la forza vitale affinch/ il corpo si
rivitalizzi preparando la coscienza ad andarsene. altrienti -uesta ultia sar0 riluttante a
lasciarlo.
Poi seguir0 lisolaento dalle ipressioni sensorie esterne che dovranno essere
precluse in odo rapido.
Dopo che si raggiunger0 il silenzio indotto dalla volont0. si dovr0 concentrare la
coscienza sulla pineale. e si dovr0 creare liagine pensata o lo scenario del luogo dove
si ha intenzione di andare. 'llora con un intenso sforzo di volont0 diretto verso le giuste
curve sarete liberi dal corpo.
)a coscien*a cosmica, letteralmente parlano, si tro$a nella prima imensione o piano.
. le sue armonie e orini sono tali c#e l%uomo, mentre ' ancora fisico, non pu0 concepirne il
perfetto mo$imento.
)%anima ell%uomo ' un fuoco i$ino, una fiamma proiettata al "rane fuoco seppure
ancora uno con esso. )%uomo ' la Luce nell%oscurit(, eppure separato nel potere e nell%orine.
)a $era pre"#iera ' un orine, e ' eicata a stabilire un%armonia o connessione tra
l%anima o coscien*a e la )oscienza )osmica.
<uano l%uomo #a completamente liberato la sua anima al le"ame ella materia, non
' pi+ so""etto al isorine o alla ne"ati$it(, e pu0 cercare la sa""e**a alla sua fonte.
26
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
TA'"LA '
LA*itante di &nal
4pesso so"no la peruta Atlantide, persa nei secoli c#e sono passati nella notte.
.poc#e opo epoc#e ' esistita in belle**a, splenente nell%oscurit( ella notte.
Crane nel potere, ominano il nato in Terra, Signore della Terra nei "iorni i
Atlantide, Re elle na*ioni, Maestro i sa""e**a, Luce in Suntal, )ustode ella 'ia, imor0
nel suo Tempio il Maestro di &nal, Luce ella Terra nei "iorni i Atlantide.
Maestro, Lui, era i un ciclo i l( a noi, $i$ente in un corpo come uno tra "li uomini.
Non era come nato in terra, Egli i l( a noi, Sole i un ciclo, pro"reito pi+ e"li uomini.
4appi, o# uomo, c#e 5orlet il Maestro, non fu mai un -iglio degli uomini.
)ontano nel passato, quano Atlantide al principio crebbe in poten*a, appar$e un
essere con la )hiave della Saggezza, inicano la 'ia della Luce a tutto.
-nic0 a tutti "li uomini il cammino per la reali**a*ione, la 'ia della Luce c#e fluisce
fra "li uomini. ;omina$a l%oscurit(, "uia ell%=nima umana in alto, $erso le alte**e c#e
erano &no con la Luce.
Egli i$ise i Be"ni in parti. .rano ieci, "o$ernati ai -igli degli uomini. 4u un altro,
costru2 un Tempio, non eificato ai -igli degli uomini.
7uori all%Etere Egli c#iam0 la sua sostan*a, plasmata e formata al potere i 8tolan
nelle forme c#e costru2 con la Sua mente. 6er mi"lia su mi"lia copr2 l%isola. 4pa*io su spa*io
crebbe nella sua "rane**a. Nera, eppure non nera ma scura come lo spa*ioEtempo, e
profona nel suo cuore era l%Essenza della Luce.
Bapiamente crebbe il Tempio nell%essere, plasmato e for"iato al 'er*o
ell%A*itante, ric#iamato al sen*a forma in una forma.
Egli costru2 poi nel Tempio "rani stan*e, e le riemp2 con forme ric#iamate all%Etere,
le colm0 con la sa""e**a rie$ocata alla Sua mente.
Egli era sen*a forma all%interno el Suo Tempio, eppure si era formato a imma"ine
e"li uomini. ;imora$a tra loro, eppure non era simile ma era sin"olare e molto i$erso ai
-igli degli uomini.
Egli scelse poi tra la "ente, i Tre c#e divennero la sua porta daccesso. Egli scelse i
Tre ai pi+ sommi affinc#& i$enissero i suoi le"ami con Atlantide. )oro i$ennero
messa""eri, latori el suo consi"lio per i Be ei -igli degli uomini.
Egli conusse altri e "li inse"n0 la sa""e**a8 inse"nanti, loro, ei -igli degli uomini.
)i stabil2 sull%isola i &ndal per farne inse"nanti i Luce a"li uomini.
!"nuno i quelli c#e furono scelti cos2, o$e$a essere istruito per quinici anni.
4oltanto cos2 a$rebbe capito i essere Luce per i -igli degli uomini.
/os2 l( fu eificato il Tempio, una imora per il Maestro ell%uomo.
-o, Thoth, #o sempre cercato la sa""e**a, cercano nell%oscurit( e nella Luce. = lun"o
nella mia "io$ent+ #o percorso il sentiero, cercano sempre i apprenere nuo$a conoscen*a.
7inc#& opo molte fatic#e, uno dei Tre mi port0 la Luce. Di port0 i comani ell%A*itante
attiranomi all%oscurit( alla Luce. Di conusse a$anti all%A*itante, in profonit( nel
Tempio a$anti al grande uoco.
)( sul "rane trono, osser$ai l%A*itante, $estito i Luce e arente i fuoco. Di
in"inocc#iai a$anti a quella "rane sa""e**a, senteno le one ella Luce scorrermi
attra$erso. 1ii poi la $oce ell%A*itante,
27
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
5h oscurit0. vieni alla Luce. ' lungo hai cercato il caino della Luce. 5gni
ania che sulla Terra scioglie le sue catene. presto sar0 resa libera dalla schiavit della
notte. Dalloscurit0 ti sei levato e ti sei avvicinato di pi alla Luce della tua eta. 6ui
diorerai coe uno dei iei figli. custode di testionianze raccolte con la saggezza.
struento della Luce dallaldil0. &ei pronto per fare ci> che ! necessario. protettore di
saggezza attraverso le ere delloscurit0 che presto verranno sui -igli degli uomini. 4ivi -ui
ed assapora tutta la saggezza. I segreti ed i isteri ti saranno svelati.
6oi risposi, al Maestro dei )icli, iceno,
5h Luce che discendi agli uoini. dai la tua saggezza. che io possa essere un
insegnante degli uoini. Dai la tua Luce affinch/ io possa essere libero.
Di parl0 ancora, il Maestro,
3ra dopo era dovrai vivere attraverso la tua saggezza. &7. -uando su Atlantide si
rovesceranno le onde delloceano. conserverai la Luce. anche se nascosta nelloscurit0.
pronta a anifestarsi -uando tu la invocherai. 5ra v0. ed ipara la grande saggezza. %resci
attraverso la Luce dellIn-inito T&TT".
6oi a lun"o imorai nel Tempio ell%A*itante finc#& alla fine fui 1no con la Luce.
4e"uii poi il percorso $erso i piani stellari e continuai il cammino $erso la Luce.
6rofono nel cuore ella Terra se"uii il sentiero, imparai i se"reti, sotto come sopra8 imparai
il sentiero alle Sale di Amenti8 appreneno la Legge c#e equilibra il mono. Nelle camere
nascoste ella Terra penetrai con la mia sa""e**a, profone attra$erso la crosta ella Terra,
nel percorso nascosto per ere ai -igli degli uomini. 4$elatomi a$anti, acquisii pi+ sa""e**a
finc#& ra""iunsi una nuo$a conoscen*a, capii c#e o"ni cosa ' parte el T&TT", "rane e
ancora pi+ "rane i tutto ci0 c#e conosciamo. /ercai il cuore ell%-nfinito attra$erso le ere.
-n profonit( e sempre pi+ profonamente, scoprii pi+ misteri.
!ra, quano "uaro inietro attra$erso le ere, so c#e la sa""e**a ' sen*a $incoli,
cresce sempre pi+ "rane attra$erso le ere, 1no con l%-nfinito pi+ "rane el tutto.
/%era la Luce nell%antica Atlantide. 42, ma anc#e l%oscurit( era nascosta nel Tutto.
/os2 qualcuno c#e tra "li uomini si era ele$ato ai $ertici cae alla Luce nell%oscurit(.
)oro i$entarono or"o"liosi per la propria conoscen*a, or"o"liosi el loro posto tra "li
uomini. 4ca$arono in profonit( nel proibito e aprirono la porta c#e conuce$a in basso.
/ercarono i acquisire sempre pi+ conoscen*a ma cercano i portarla in alto al
basso.
/#i scene in basso e$e a$ere equilibrio, altrimenti ' $incolato alla mancan*a ella
nostra Luce. =prirono poi, con la loro conoscen*a, i percorsi proibiti all%uomo.
Nel Suo Tempio, $eeno tutto, l%A*itante sta$a nel Suo Ag=anti, mentre la Sua
Anima $a"a$a libera per Atlantide. Egli $ie "li Atlantidei, con la loro ma"ia, aprire la porta
c#e a$rebbe portato alla Terra una "rane s$entura. <uini, $elocemente, la Sua Anima
ritorn0 i nuo$o nel corpo. 4i le$0 al Suo Ag=anti. /#iam0 i Tre potenti messa""eri. ;iee
i comani c#e scon$olsero il mono.
Bapiamente l%A*itante iscese in profonit( sotto la crosta ella Terra alle Sale di
Amenti. <uini ric#iese c#e i Sette Signori impu"nassero i poteri, cambi0 l%equilibrio ella
Terra. . Atlantide s%inabiss0 sotto le one oscure.
7u istrutta l%apertura c#e era stata aperta8 fu istrutta la porta c#e porta$a in basso.
5utte le isole furono istrutte tranne &nal, e parte ell%isola ei fi"li ell%A*itante.
Egli li preser$0 perc#& fossero inse"nanti, Luci sul cammino i quelli c#e sarebbero $enuti
opo, Luci per i pi+ piccoli fi"li e"li uomini.
28
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
6oi Egli c#iam0 me, Thoth, a$anti a s&, e mi iee "li orini per tutto quello c#e
o$e$o fare, iceno,
Prendi. oh Thoth. tutta la tua saggezza. ,accogli tutte le tue testionianze. Prendi
tutta la tua agia. 4ai avanti coe insegnante degli uoini. 4ai avanti preservando le
testionianze affinch/ nel tepo la Luce cresca tra gli uoini. &arai Luce attraverso i
secoli. nascosto seppure rintracciabile dagli uoini illuinati. &u tutta la Terra. #"I ti
diao il potere e la libert0 a tua volta di darlo o toglierlo. ,aduna ora i -igli di Atlantide.
Prendili e fuggi verso il popolo delle caverne di roccia. 4ola verso la terra dei -igli di
6hem.
=llora raunai i -igli di Atlantide. Nella na$e spa*iale portai tutte le mie testimonian*e
e quelle i Atlantide inabissata. Baccolsi tutti i miei poteri, molti con"e"ni ella potente
ma"ia.
6oi ci solle$ammo in alto sulle ali ell%alba.
=lti ci solle$ammo sul Tempio, lascianoci ietro i Tre e l%A*itante, in profonit(
nelle Sale sotto il Tempio.
Ci+ sotto le one s%inabiss0 il "rane Tempio, c#iueno il sentiero $erso i Signori
dei )icli.
.ppure per sempre, a c#i #a la conoscen*a, sar( aperto il percorso a Amenti.
3eloci fu""immo sulle ali el mattino $erso la terra ei -igli di 6hem. )( con il mio
potere, li conquistai e li ominai. -nnal*ai alla Luce i -igli di 6hem.
-n profonit( sotto le rocce occultai la mia na$e spa*iale, aspettano il tempo in cui
l%uomo sarebbe stato libero. 4opra la na$e spa*iale, eressi un emblema con la forma i un
leone seppure simile all%uomo. )(, sotto la fi"ura, riposa la mia na$e spa*iale, c#e sar( portata
fuori quano si presenter( la necessit(.
4appi, o# uomo, c#e nel lontano futuro "li in$asori $erranno fuori el profono. =llora
o$rai s$e"liarti, tu c#e possiei la sa""e**a. ;o$rai fare a$an*are la mia na$e e conquisterai
con facilit(.
-n profonit( sotto la fi"ura "iace il mio se"reto. /erca e tro$a nella Piramide c#e #o
eificato.
!"nuna ell%altra ' la Pietra chiave8 o"nuna l%entrata c#e conuce alla 'ita. 4e"ui la
)hiave c#e #o lasciato ietro i me. /erca, e la porta alla 'ita sar( tua. /erca nella mia
Piramide, in profonit( nel passa""io c#e termina con un muro. 1sa la )hiave dei Sette, e a
te sar( aperto il passa""io $erso il basso.
=esso ti #o ato la mia sa""e**a. !ra ti #o inicato la mia $ia. 4e"ui il percorso.
/#iarisci i miei se"reti. 5i #o inicato la $ia.
Interpretazione di Doreal
alla Tavola '
<uesta ta$ola ' forse la pi+ mistica, perc#& contiene anc#e informa*ioni finora
nascoste all%uomo. Thoth contempla le "lorie i Atlantide al suo apice, para"onanola al
mono c#e a$e$a intorno a quel tempo.
)%A*itante i &nal, il Maestro 5orlet, era il "o$ernatore i tutta la Terra @con il
potere cosmico c#e possee$aA, anc#e se non inter$eni$a nel "o$erno elle na*ioni a meno
c#e non fosse necessario.
5orlet non era el tutto i questo ciclo, ma era un%estensione i uno ei Signori dei
)icli, manifestatosi in Terra per compiere certe fun*ioni necessarie, aiutare a stabilire la
29
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
conoscen*a e l%armonia tra "li uomini. /ostitu2 i re"ni i Atlantide, i$ienoli tra le ra**e e
poneno i pi+ e$oluti come re""enti el resto e"li uomini.
<uano costru2 il Tempio i &nal moell0 l%etere o sostan*a primaria per isporla a
sua $olont(, usano il potere i 8tolan per tenerla in forma. -l Tempio, quarato, era i tre
mi"lia i lato e i un mi"lio i alte**a. -n realt( non si tro$a$a nello spa*io triimensionale,
ma nella nona imensione e quini nell%oscurit(. Nessun%arma alla ter*a imensione pote$a
anne""iarlo o perfino toccarlo, perc#& qualsiasi cosa lanciata$i contro si sarebbe persa nelle
cur$e ella nona imensione. =$e$a nel suo cuore l%essen*a ella Luce, perc#& l( si tro$a$a
la porta %accesso a Amenti, o$e il iore della 'ita are eternamente.
)%A*itante us0 il 'er*o per moellare la forma el Tempio. -l 'er*o poi espresso
come 8tolan. Nel Tempio l%A*itante cre0 potenti macc#ine i $ario "enere, formanole alla
materia prima e atti$anole a sua $olont(. Beali**ate cos2 a$rebbero fun*ionato per sempre,
perc#& la $olont( c#e forni$a loro la poten*a motrice ' una cosa eterna.
Nel Tempio l%A*itante normalmente non si manifesta$a, in altre parole il corpo fisico
c#e occupa$a i $olta in $olta rimane$a all%interno el Tempio mentre la sua coscien*a era
altro$e.
7urono scelti Tre fra "li uomini pi+ e$oluti per essere messa""eri ell%A*itante. Egli li
istru2 accuratamente sul proprio compito, e tramite loro ne scelse altri c#e sistem0 a &ndal,
i fronte &nal, affinc#& fossero eucatori e saceroti, scien*iati e filosofi i Atlantide.
Thoth ebbe il suo primo contatto con l%A*itante tramite uno i questi messa""eri. 7u
conotto al suo cospetto nel Tempio el "rane fuoco. <uesto fuoco non era il uoco della
'ita, ma la raia*ione causata al raccoro ello spa*io el Tempio con quello i Amenti.
Thoth fu conotto a$anti all%A*itante c#e, seuto sul trono, riflette$a la Luce alla
porta %accesso. = Thoth appar$e letteralmente ri$estito i fuoco. Egli lo inform0 c#e era
stato scelto per essere il custoe elle testimonian*e, poic#& l%A*itante pote$a $eere nel
futuro ell%uomo e sape$a c#e i cambiamenti i coscien*a a$rebbero portato un%ona i bassa
e$olu*ione per la Terra. 4ape$a anc#e c#e sarebbero a$$enute istru*ioni i *one ella
superficie terrestre. /os2 si o$e$ano prenere pro$$eimenti in moo c#e nulla anasse
peruto. Thoth a$e$a a$uto questo pri$ile"io per proprio merito.
-l riferimento all%A*itante come Maestro dei )icli ' un riferimento ai cicli terra, non
ai cicli cosmici. .ra il custoe el pro"resso ell%uomo a un ciclo terra all%altro. Thoth
c#iese i a$ere la sa""e**a per poter offrire la propria conoscen*a all%uomo.
= Thoth fu ata la $ita eterna affinc#& a$esse potuto portare a compimento il suo
proposito. Bimase nel Tempio finc#& ebbe rice$uto la completa illumina*ione. = Thoth fu
ata la conoscen*a per penetrare i se"reti i spa*io tempo e materia, e con queste ri$ela*ioni
ebbe accesso a se"reti sempre pi+ "rani.
Ne"li ultimi "iorni i Atlantide, la "rane ona i coscien*a c#e a$e$a arricc#ito i
corpi e"li uomini ella Terra era passata a 'enere, e la coscien*a c#e si ri$ers0 sui corpi
elle masse pro$eni$a a Marte, questa era pi+ materialistica ella preceente.
Cuarare nell%oscurit(, in$ece c#e nella Luce, caus0 l%apertura i 8og?Sog?Thoth, la
porta el ciclo inferiore. 1n po% ella coscien*a ell%ona preceente fu attratta al potere
materiale e penetr0 nel piano, forse fu questa la parte ella loro natura c#e li #a trattenuti al
pro"reire con i loro compa"ni.
/#i apre la porta al ciclo inferiore, e$e essere un maestro, altrimenti il suo potere non
pu0 essere cos2 equilibrato a sostenere c#i $a al basso in alto.
Dentre "li uomini attua$ano questo, l%A*itante era lontano al suo corpo e era
proiettato nel luo"o o$e ci0 sta$a accaeno.
30
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
<uano l%A*itante $ie quello c#e accae$a, torn0 nel suo corpo, c#iam0 i messa""eri
e li man0 a Atlantide, portanone alcuni a &ndal. )%A*itante poi iscese a Amenti per
for*are l%apertura elle stan*e nel canale attra$erso il quale passa l%equilibrio ella Terra.
<uano attra$ers0 la piramie i for*a, $i attir0 sopra il potere ei Sette e cambi0 l%equilibrio
ella Terra a un canale all%altro, c#iueno il preceente.
-l risultante inabissamento i Atlantide istrusse l%apertura, eliminano le macc#ine
c#e altera$ano lo spa*io a$$iate a"li Atlantidei.
Thoth fu c#iamato all%A*itante c#e "li orin0 i proceere nelle terre rimaste in
superficie, raunano "li uomini i &ndal e racco"lieno le testimonian*e ell%antica
sa""e**a. 7u nominato eucatore e i$ul"atore i Luce.
Thoth raccolse le testimonian*e, "li strumenti scientifici e le macc#ine, e con i sa""i
i Atlantide entr0 in una na$e spa*iale e $ol0 a 6hem.
)a poten*a el motore ella na$e spa*iale era ata all%ener"ia estratta al sole e
accumulata. )%elettricit( ' una forma i quell%ener"ia eri$ata alle emana*ioni ella
piramie i for*a.
<uano la na$e spa*iale part2, l%A*itante si"ill0 il Tempio e lo inabiss0 con &ndal
sotto le one. 6oi Egli e i Tre anarono altro$e.
Thoth arri$0 in Egitto e conquist0 i barbari. <uini nascose la na$e spa*iale e altri
ispositi$i a "uerra sotto una "rane roccia, c#e fu poi scolpita come la S-inge, quano
arri$er( il momento in cui "li in$asori attacc#eranno la Terra allo spa*io, queste macc#ine
saranno portate in superficie per respin"erli.
Thoth ( una c#ia$e per aprire il passa""io nascosto alla Piramide alla S-inge. )a
stessa c#ia$e aprir( la porta ella stan*a c#e apre la $ia a Amenti.
31
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
TA'"LA 'I
La )hiave della Magia
=scolta, o# uomo, la sa""e**a ella ma"ia.
=scolta la conoscen*a ei poteri imenticati.
5anto, tanto tempo fa, nei "iorni el primo uomo, cominci0 la "uerra tra l%oscurit( e la
Luce. Cli uomini, allora come aesso, erano pieni i oscurit( e i Luce8 e mentre in qualcuno
l%oscurit( a$e$a il preominio, in altri la Luce riempi$a l%anima.
42, annosa ' questa "uerra, l%eterna lotta tra l%oscurit( e la Luce. =rentemente '
combattuta nei secoli, usano strani poteri nascosti nell%uomo.
-n un luo"o "li aepti sono stati colmati con la mal$a"it(, lottano sempre contro la
Luce8 ma altro$e ce ne sono altri c#e, pieni i splenore, #anno sempre sottomesso l%oscurit(
ella notte.
-n qualsiasi luo"o possiate essere, in tutte le epoc#e e i piani, certamente conoscerete
la batta"lia con la notte.
5anti secoli fa i Soli del Mattino, isceneno, tro$arono il mono colmo con la notte.
)(, in quel tempo passato, cominci0 la batta"lia, l%annosa lotta tra l%oscurit( e la Luce.
Dolti, in quei tempi, erano cos2 pieni %oscurit( c#e solo fie$olmente are$a la Luce
alla notte.
=lcuni i loro erano maestri elle tenebre, e cerca$ano i coprire tutto con la loro
oscurit(, tenta$ano i attirare "li altri nella loro notte.
-ntrepiamente "li si oppone$ano i maestri ella luminosit(, intensamente
combatte$ano l%oscurit( ella notte.
- maestri elle tenebre cerca$ano sempre i serrare i ceppi, le catene c#e le"a$ano
l%uomo all%oscurit( ella notte. 1sa$ano sempre la ma"ia nera, portata all%uomo al potere
ell%oscurit(8 la ma"ia c#e a$$ol"e$a l%anima ell%uomo con l%oscurit(.
1niti insieme in un orine, i ratelli dell"scurit, attra$ersarono le epoc#e, ri$ali ei
-igli degli uomini. /amminarono sempre se"reti e nascosti, tro$ati ma celati per i -igli degli
uomini. ;a sempre camminarono e la$orarono nell%oscurit(, nascosti alla Luce alle tenebre
ella notte.
4ilen*iosamente, se"retamente, usarono il loro potere, reneno sc#ia$i e le"ano le
anime e"li uomini.
Non $isti $ennero e non $isti anarono. )%uomo, nella sua i"noran*a, c#iam0 Loro al
basso.
!scura ' la $ia c#e percorrono i ratelli #eri, oscura i un%"scurit, non ella notte.
3ia""iano sulla Terra, loro penetrano attra$erso i so"ni ell%uomo. Fanno ottenuto il potere
all%"scurit, c#e li circona, c#iamano altri A*itanti a fuori el loro piano, in $ie c#e sono
oscure e in$isibili all%uomo. - ratelli #eri entrano nella mente ell%uomo. =ttorno a essa
tessono il $elo ella loro notte. : l( c#e, urante la sua $ita, l%anima imora in sc#ia$it+.
)e"ata alla catene el $elo ella notte. 4ono potenti nella conoscen*a proibita, proibita
perc#& ' uno con la notte.
=scolta, o# uomo, e se"ui il mio a$$ertimento, sii libero alla sc#ia$it+ ella notte.
Non arrenere la tua anima ai ratelli dell"scurit,. 5ieni sempre lo s"uaro ri$olto alla
Luce. Non sai, o# uomo, c#e la tua triste**a pro$iene solo al $elo ella notteJ
32
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
42, o# uomo, presta atten*ione al mio a$$ertimento, concentrati sempre $erso l%alto,
$ol"i la tua anima $erso la Luce.
- ratelli dell"scurit, scel"ono per fratelli coloro c#e #anno percorso il cammino
ella Luce . 6erc#& sanno bene c#e c#i #a $ia""iato lontano $erso il 4ole nel suo percorso i
Luce, #a un "rane, e ancora pi+ "rane potere i a$$ol"ere con l%"scurit, i igli della
Luce.
=scolta, o# uomo, c#i $iene a te. Da pesa sulla bilancia se le sue parole sono i
Luce, perc#& molti camminano nella Luminosit, "scura e non sono igli della Luce.
: facile se"uire il loro cammino, facile se"uire il percorso c#e fanno. Da s2, o# uomo,
ascolta il mio a$$ertimento, la Luce "iun"e solo a c#i si impe"na. ;uro ' il percorso c#e
conuce alla 4a""e**a, uro ' il cammino c#e conuce alla Luce. 5ro$erai molte pietre sul
tuo cammino, molte le monta"ne c#e scalerai $erso la Luce. .ppure sappi, o# uomo, c#i
$incer( sar( libero nel percorso i Luce. Non se"uire mai i ratelli #eri. 4ii sempre un
iglio della Luce. 6erc#& sappi, o# uomo, alla fine la Luce e$e $incere, e oscurit( e notte
saranno banite.
=scolta, o# uomo, e presta atten*ione a questa sa""e**a, proprio come l%"scurit,, cos2
' la Luce.
<uano l%"scurit, sar( scacciata, e tutti i $eli saranno rimossi, l( arer( all%"scurit,
la Luce.
6roprio come tra "li uomini esistono i ratelli #eri, cos2 esistono i ratelli della
Luce. 4ono anta"onisti ei ratelli dell"scurit, e cercano i liberare "li uomini alla notte.
Fanno poteri, "rani e potenti.
/onosceno la Legge, i ratelli della Luce obbeiscono. !perano sempre in armonia
e orine, liberano l%animo ell%uomo alla sc#ia$it+ ella notte. 4e"reti e nascosti,
camminano anc#e loro. Non sono conosciuti ai -igli degli uomini. .ppure sappi c#e
camminano sempre con te, inicano la 'ia ai -igli degli uomini. )oro #anno sempre
combattuto i ratelli #eri, conquistano e $inceno sen*a fine. )a Luce alla fine e$e essere
maestra, allontanano l%oscurit( ella notte.
42, uomo, sii consape$ole i questa conoscen*a, accanto a te camminano i igli della
Luce. Maestri loro el potere el Sole, eppure sempre non $isti, custoi e"li uomini.
=perto a tutti ' il loro percorso, aperto a c#i camminer( nella Luce. )iberi sono Loro
alla Scura Amenti, liberi alle Sale o$e la 'ita re"na suprema. Loro sono i Soli e i
Signori del Mattino, igli della Luce splenenti tra "li uomini.
Loro sono come l%uomo, eppure issimili. Non furono mai i$isi in passato. 4ono stati
1no nell%&nione eterna, all%ini*io alla fine i tutto lo spa*io, sin al principio el tempo. 4i
sono ele$ati nell%&nione con l%&no Tutto, su al primo spa*io, formato e non formato. Fanno
ato all%uomo i se"reti c#e li ifeneranno e li prote""eranno a tutto il male.
/#i percorrer( il cammino i maestro, apprima o$r( essere libero alla sc#ia$it+
ella notte. ;e$e $incere il sen*a forma e il confuso8 e$e $incere il fantasma ella paura.
/on la conoscen*a e$e trarre "io$amento a tutti i se"reti, e percorrere il sentiero c#e passa
attra$erso l%"scurit,, teneno sempre a$anti a s& la Luce ella sua meta. -ncontrer( "rani
ostacoli nel percorso, ma insister( $erso la Luce el Sole.
=scolta, o# uomo, il Sole ' il simbolo ella Luce c#e splene alla fine ella tua straa.
!ra ti o i se"reti, come a$$icinare il potere oscuro e incontrare e $incere la paura
ella notte. 4olo conoscenoli puoi $incere8 solo conoscenoli puoi a$ere la Luce.
!ra ti o la conoscen*a, nota ai Maestri, la conoscen*a c#e $ince tutte le paure oscure.
1sa questo, la sa""e**a c#e ti o. Maestro tu sarai ei ratelli della #otte.
33
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
6uando in te capita un sentiento. che ti attira pi vicino alla porta oscura.
esaina il tuo cuore e scopri se il sentiento che hai proviene dallinterno. &e scopri
l"scurit, nei tuoi pensieri. bandiscili dalla tua ente. (anda nel tuo corpo unonda di
vibrazione. la pria irregolare e la seconda regolare. ripetendolo volta dopo volta finch/
sarai libero. Inizia con l5nda di ;orza nel %entro del tuo %ervello. Dirigila in onde dalla
testa ai piedi.
Da se tro$i c#e il tuo cuore non ' oscurato, sii certo c#e una for*a esterna ' iretta a
te. 4olo con la conoscen*a puoi $incerla. 4olo con la sa""e**a puoi sperare i essere libero.
)a conoscen*a conuce alla sa""e**a e la sa""e**a conuce al potere.
Ba""iun"ila, e a$rai il potere su tutto.
/erca prima un luo"o le"ato all%"scurit,. 6oni un cerc#io intorno a te. 4tai in piei in
me**o al cerc#io. =opera questa formula e sarai libero. =l*a le tue mani nello spa*io
oscuro a$anti a te. /#iui "li occ#i e ritirati nella Luce. /#iama lo Spirito della Luce allo
4pa*io 5empo, usano queste parole e sarai libero,
,iepi il io corpo. oh Spirito della Luce. cola il io corpo con lo Spirito della
Luce. 4ieni dal iore che risplende nell"scurit,. 4ieni dalle Sale dove governano i Sette
Signori. +i chiao per noe. io. i Sette9 Tre. @uattro. )inAue e Sei. Sette. "tto, #ove. +i
chiao con i loro noi per aiutari. liberari e salvari dall"scurit, della notte9
&ntanas. @uertas. )hietal. e .o7ana. 5uertal. Semveta, Ardal. %on i loro noi li
iploro. liberatei dall"scurit, e colatei di Luce.
4appi, o# uomo, c#e quano a$rai fatto questo, sarai libero alle catene c#e ti le"ano,
eliminano la sc#ia$it+ ei ratelli della #otte. Non $ei c#e i nomi #anno il potere i
liberare con la $ibra*ione le catene c#e ti le"anoJ 1sali quano a$rai biso"no i liberare tuo
fratello cos2 c#e anc#e lui possa uscire alla notte.
5u, o# uomo, sei l%aiutante i tuo fratello.
Non lasciarlo rimanere nella sc#ia$it+ ella notte.
!ra a te o la mia ma"ia.
6renila e imora sul sentiero i Luce.
Luce in te, 'ita in te, Sole possa tu essere nel ciclo successi$o.
Interpretazione di Doreal
alla Tavola 'I
-n questa ta$ola Thoth parla ella ma"ia, aottano il termine c#e enota l%uso i
potere s$iluppato nella lotta tra le for*e ell%!rine e el isorine. <uesta lotta ' se"uita alla
cauta ell%uomo nel primo ciclo, e continuer( finc#& la )oscienza )osmica sar( pronta a
passare attra$erso Suntal.
/i sono aepti c#e usano i "rani poteri el cosmo per istru""ere in$ece c#e per
promuo$ere, perc#& la Legge opera sia per il bene c#e per il male, positi$o o ne"ati$o. <uesti
aepti c#e usarono la for*a cosmica per istru""ere, erano i ratelli "scuri, ma"#i neri c#e
lottarono contro i igli della Luce. 5entarono i tenere e respin"ere quelli c#e i igli della
Luce tenta$ano i portare $erso la Luce.
)a ratellanza #era ' l%antitesi ella ratellanza :ianca, una istru""e, l%altra
costruisce. )a ratellanza #era aesso #a un%or"ani**a*ione nota come Dugpas #era,
perc#& "li aepti #anno i chelas come "li Adepti :ianchi. )a loro or"ani**a*ione '
34
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
impostata come quella ella Loggia :ianca e spesso in"annano "li uomini faceno"li creere
i essere ella Loggia :ianca. =iutano le persone a ottenere certe cose e poteri finc#& le
#anno prese in trappola, poi quano non c%' $ia i scampo, le impri"ionano. 6er ottenere i
loro scopi #anno specifici poteri poten*iati, come aprire la settima imensione e c#iamare "li
elementali. Fanno il potere i controllare la mente attra$erso il trasferimento el pensiero e
l%ipnosi. /os2 ne otten"ono il controllo e la inucono al isorine. 4e qualcuno si arrene alla
ratellanza #era e firma con il suo nome nel loro libro, ' $incolato a loro per tutta la urata
ell%incarna*ione.
)%anima ell%uomo non e$e essere le"ata se esiera pro"reire nella Luce.
=rrenersi alle for*e nere implica la sospensione ella Luce. )%uomo ' ostacolato soltanto
alle catene ell%oscurit( e el isorine. <uini e$e i$entare Luce e orine.
)a ratellanza #era tenta sempre i emolire la persona c#e #a ra""iunto uno
s$iluppo urante il cammino i Luce, perc#& #a "i( consoliato i poteri. : per questa ra"ione
c#e una persona molto e$oluta e$e resistere pi+ i una persona poco o per niente e$oluta. 6i+
si impara sulla Luce, paraossalmente, e si sa elle manipola*ioni el isorine e pi+ si '
stimati alla ratellanza #era. : necessario mi"liorare ra"ione e equilibrio affinc#&
possiamo istin"uere l%"scurit, alla Luce, l%!rine al isorine, nelle parole i c#i $iene
a noi. 4olo superano "li ostacoli e con continui sfor*i si ra""iun"er( l%obietti$o.
-n opposi*ione alla ratellanza #era c%' la Loggia :ianca, c#e si sfor*a
continuamente i liberare "li uomini al isorine e i respin"ere i poteri ella ratellanza
#era. 4e il ricercatore #a $eramente esierio i Luce e non i potere, la Loggia :ianca si
porr( tra lui e la ratellanza #era, perc#& #a molto pi+ potere i questa ultima. .ppure ai
#eri ' concesso esistere, perc#& fanno parte ell%"scurit, c#e l%uomo e$e superare. )a lotta
tra le for*e ella ratellanza #era e la Loggia :ianca ' ini*iata al principio i tutto. -
Maestri e i .randi Adepti della Loggia :ianca usano il potere el Sole ris$e"liato
nell%uomo per sostenere e prote""ere. - igli della Luce K quelli c#e non #anno mai perso la
loro unione ori"inale K sono anc#e custoi ell%uomo, il loro fratello. 4ono custoi ei se"reti
c#e allontanano l%"scurit, e c#e sono concessi a c#i percorre la $ia alla maestria.
/#i esiera essere un maestro, e$e imparare la maestria elle Leggi c#e re"olano la
manifesta*ione. ;e$e conquistare la paura e camminare impa$io nel sentiero ella Luce.
Thoth mette a isposi*ione i se"reti concernenti l%opera ella Legge i prote*ione.
4olo conosceno, potete acquisire.
;o$ete usare la conoscen*a ata, altrimenti tutto ' inutile. Dolte elle $ibra*ioni c#e
sembrano ne"ati$e, in realt(, apparten"ono al $ostro stesso s&, e non sono causa i coni*ioni
esterne. )a mancan*a i equilibrio mentale spesso ipene al sor"ere i tali pensieri
ne"ati$i, c#e percepiamo come se $eramente operassero su noi entit( o for*e esterne.
'pplica la Luce della ragione allin-uietudine. cercando di capire se ! interiore o no.
&e ! interiore avvia una vibrazione dalla pineale e dirigila ad onde irregolari in tutto corpo.
%io!. anda la pria onda. conta uno. andane unaltra. conta tre. unaltra onda. poi due e
cos7 via.
Dopo averlo fatto per un po. avviala con onde regolari in -uesto odo9 anda
londa. conta uno. unaltra onda. due e cos7 via.
&e analizzando. capisci che si tratta di una forza esterna. devi andare in una stanza
buia e fare un cerchio intorno a te. non chiudendo il cerchio finch/ non ne sei allinterno. e
segui la forula data da Thoth.
)a formula ' $alia per te stesso come per altri.
-l potere ato pu0 essere usato.
35
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
TA'"LA 'II
I Sette Signori
=scolta, o# uomo, e compreni la mia 3oce.
=pri lo spa*ioEmente e be$i alla mia sa""e**a.
!scuro ' il cammino ella 'ita c#e percorri. 4ono molte le trappole c#e si tro$ano
sulla tua straa. /erca i conquistare sempre ma""iore sa""e**a. Ba""iun"ila e ci sar( sempre
Luce sul tuo cammino.
=pri la tua =nima al )osmo, o# uomo, e lasciali fluire insieme.
)a Luce ' eterna e l%"scurit, ' momentanea.
/erca sempre, o# uomo, la Luce.
4appi sempre c#e appena la Luce colmer( il tuo essere, presto per te l%"scurit,
scomparir(.
=pri la tua anima ai ratelli della Luminosit,. )asciali entrare e colmati i Luce.
=l*a i tuoi occ#i alla Luce el )osmo. Bi$ol"i sempre lo s"uaro $erso la meta. 4oltanto
conse"ueno la Luce i tutta la sa""e**a, sarai uno con la meta infinita. /erca sempre l%1nit(
eterna. /erca sempre la Luce ella meta.
)a Luce ' infinita e la Luce ' finita, separata nell%uomo solo all%"scurit,. /erca
sempre i solle$are il 'elo dell"scurit,. /onuciti insieme alla Luce nell%&no.
=scolta, o# uomo, senti la mia 3oce c#e canta la can*one ella Luce e ella 'ita. -n
tutto lo spa*io, pre$ale la Luce, circonano Tutto con "li emblemi ella fiamma. /erca
sempre nel 'elo dell"scurit, e in qualc#e luo"o sicuramente tro$erai la Luce. Nascosto e
sepolto, peruto alla conoscen*a ell%uomo, profono nel finito, esiste l%-nfinito. 6eruta ma
esistente, fluente in tutte le cose, $i$ente in Tutto ' la Mente In-inita.
-n tutto lo spa*io, c%' solo &na sa""e**a.
=nc#e se apparentemente i$iso, c%' l%&no nell%&no. 5utto ci0 c#e esiste eri$a alla
Luce, e la Luce eri$a al T&TT".
!"ni cosa creata si basa sull%"rdine, la Legge "o$erna lo spa*io o$e imora
l%-nfinito. ;all%equilibrio eri$ano i "rani cicli, muo$enosi in armonia $erso la fine
ell%-nfinito.
4appi, o# uomo, c#e lontano nello spa*io tempo, lo stesso -nfinito o$r( passare il
cambiamento. !i e ascolta la 3oce ella 4a""e**a, sappi c#e tutto ' T&TT" per sempre.
4appi c#e con il tempo puoi perse"uire la sa""e**a e tro$are sempre pi+ Luce sul tuo
cammino. 42, scoprirai sempre c#e allontananoti la tua meta ti eluer( i "iorno in "iorno.
5anto tempo fa, nelle Sale di Amenti, io, Thoth, mi tro$a$o a$anti ai Signori dei
)icli. 6otenti, Loro, nei loro aspetti i potere. 6otenti, Loro, nella sa""e**a s$elata.
;apprima "uiato all%A*itante, li $ii. Da in se"uito fui libero i tro$armi alla loro
presen*a, libero i entrare nel loro concla$e a $olont(.
4pesso #o percorso l%oscuro cammino alla Sala o$e risplene la Luce.
-mparai ai Maestri dei )icli la sa""e**a portata ai cicli superiori e la conoscen*a
portata all%In-inito Tutto. Dolte omane #o posto ai Signori dei )icli. Crane fu la
sa""e**a c#e mi ieero. !ra io o a te questa sa""e**a, pro$eniente alla fiamma el uoco
In-inito.
Nelle profonit( elle Sale "scure si tro$ano le Sette unit( i coscien*a ai cicli
superiori.
36
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
)oro si manifestano in questo ciclo come "uie ell%uomo alla conoscen*a el Tutto.
4ono Sette, "rani nel potere, proferenti queste parole a"li uomini tramite me. 3olta
opo i $olta sta$o a$anti a loro, ascoltano le parole c#e "iun"e$ano sen*a suono.
1na $olta Loro mi issero,
5h uoo. vuoi ac-uisire la saggezza? %ercala nel cuore della fiaa. 4uoi
ac-uisire la conoscenza del potere? %ercala nel cuore della fiaa. 4uoi essere uno con il
cuore della fiaa? 'llora cerca in te la tua fiaa nascosta.
Dolte $olte Loro mi parlarono, inse"nanomi la sa""e**a estranea al mono,
inicanomi sempre nuo$e $ie i luminosit(, inse"nanomi la sa""e**a portata all%alto. Di
ieero la conoscen*a ell%effetto, inse"nanomi la Legge, l%orine i Tutto.
Di parlarono ancora i Sette, iceno,
Da lontano oltre il tepo #oi siao venuti. oh uoo. 'bbiao viaggiato da oltre lo
&pazio1*epo. s7. dal luogo della fine dellInfinito. 6uando tu e tutti i tuoi fratelli eravate
senza fora. #oi fuo forati dallordine di T&TT". )on siao fatti coe luoo #oi.
anche se una volta lo eravao. ;uori dal 8rande 4uoto #oi fuo forati in ordine e per la
Legge. Perch/ tu sai che -uello che ! forato veraente ! senza fora. avendo fora solo ai
tuoi occhi.
. i Sette mi parlarono ancora, iceno,
iglio della Luce. oh Thoth. tu sei libero di attraversare il percorso luinoso
ascendente dove alla fine *utti diventano &no.
#oi fuo forati dopo il nostro ordine9 Tre. @uattro. )inAue e Sei. Sette. "tto.
#ove. &appi che -uesti sono i nueri dei cicli che #oi discendiao alluoo. 5gnuno ha -ui
un dovere da adepiere2 ognuno ha -ui una forza da controllare. 3ppure siao &no con
l'nia del nostro ciclo. 3ppure anche #oi stiao cercando una eta. (olto lontano dal
pensiero delluoo. linfinito si estende in un &no pi grande del Tutto. +0. in un tepo che
! anche un non tepo. dobbiao Tutti diventare &#" in un &no pi grande del Tutto.
*epo e spazio si stanno uovendo in cerchi. Ipara la loro Legge ed anche tu sarai libero.
&7. dovrai essere libero per uoverti attraverso i cicli. superare i guardiani che
diorano sulla porta.
6oi mi parl0 Egli el #ove iceno,
3poche dopo epoche sono esistito. non conoscendo la 'ita. e non gustando la Morte.
Perch/ sappi. oh uoo. lontano nel futuro. vita e orte saranno uno con il Tutto. 5gnuna
cos7 perfetta e-uilibrando laltra. che nessuna delle due esister0 nell&nit, del Tutto.
)egli uoini di -uesto ciclo la forza ! eergente. a la vita nella sua crescita diventa
uno con il Tutto.
6ui i anifesto in -uesto vostro ciclo. eppure sono l0. nel vostro futuro del tepo.
3ppure per e il tepo non esiste. perch/ nel io ondo il tepo non esiste. perch/
#oi siao senza fora.
#oi non abbiao la vita eppure abbiao lesistenza. pi piena e pi grande e pi
libera di te.
+uoo ! una fiaa legata ad una ontagna. a #oi nel nostro ciclo sareo
sepre liberi. &appi. oh uoo. che -uando progredirai nei cicli che si prolungano sopra. la
vita stessa passer0 all"scurit, e riarr0 soltanto lessenza dell'nia.
6oi mi parl0 il Signore dell"tto iceno,
*utto -uello che sai ! solo una inia parte. )on hai ancora toccato il 8rande.
+ontano dallo spazio dove la Luce regna suprea. io venni alla Luce. ;ui forato. a non
coe sei forato tu.
37
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
)orpo di Luce era la ia fora senza fora. )on conoscevo la 'ita e non conoscevo
la Morte. eppure sono aestro di tutto -uello che esiste. %erca di trovare il sentiero
attraverso le barriere. 4iaggia sulla via che conduce alla Luce.
=ncora mi parl0 il #ove iceno,
%erca di trovare il sentiero allaldil0. )on ! ipossibile giungere ad una coscienza
superiore. Perch/ -uando Due sono diventati &no ed &no ! diventato il Tutto. sappi che la
barriera si ! sollevata. e sei reso libero dalla strada.
%resci dalla fora al senza fora. Potrai essere libero dalla strada.
<uini attra$erso le ere ascoltai, imparano la $ia al Tutto. !ra io innal*o il mio
pensiero al Tutto. =scolta e oi quano c#iama.
5h Luce. tutto pervadente. Uno con *utto e *utto con Uno. fluisci in e attraverso il
canale. 3ntra cos7 che io possa essere libero. ,endii Uno con l'nia Unitaria. splendendo
nell"scurit, della notte. ,endii libero dallo spazio tepo. libero dal 4elo della notte. Io.
un iglio della Luce. coando9 sia +ibero dall"scurit,.
4ono sen*a forma per l%Anima Luce, sen*a forma eppure splenente i Luce. 4o c#e i
le"ami ell%"scurit, e$ono essere infranti e caere a$anti alla Luce.
!ra offro questa sa""e**a. 6otresti essere libero, o# uomo, $i$eno nella Luce e nella
luminosit(. Non isto"liere il tuo s"uaro alla Luce. )a tua anima imora nei reami ella
luminosit(. 4ei un iglio della Luce.
3ol"i i tuoi pensieri interiormente, non all%esterno. /erca la tua Anima i Luce
all%interno. 4appi c#e tu sei il Daestro. <ualsiasi cosa pro$iene all%intimo. =ccresci i re"ni
ella luminosit(. 3ol"i sempre il tuo pensiero alla Luce.
4appi essere uno con il )osmo, una fiamma e un iglio della Luce.
!ra ti o un a$$ertimento, non lasciare c#e il tuo pensiero ti istol"a. 4appi c#e la
luminosit( fluisce nel tuo corpo eternamente. Non $ol"erti $erso la Luminosit, "scura,
pro$eniente ai ratelli del #ero. 5ieni sempre lo s"uaro ri$olto in alto e la tua anima in
sintonia con la Luce.
Bice$i questa sa""e**a e se"uila.
=scolta la mia 3oce e obbeisci.
4e"ui il percorso $erso la luminosit(, e sarai 1no con il cammino.
Interpretazione di Doreal
alla Tavola 'II
<uesta ta$ola ini*ia con l%orine i aprire la mente alla sa""e**a i Thoth. ."li ice
c#e la $ita ' piena i ostacoli c#e e$ono essere superati. 4i e$e permettere alla Luce el
)osmo i fluire e manifestarsi. )a meta i tutta la ricerca e$e essere l%unione con la
)oscienza )osmica, altrimenti c%' limita*ione.
)a Luce ' sia finita c#e infinita, perc#& Dio, la )oscienza )osmica, ' Luce e tutte le
cose manifeste e nascoste sono una parte i Dio. <uini, non pu0 esserci separa*ione. 6erfino
sotto la coltre ell%"scurit,, c#e noi c#iamiamo ne"ati$o, ' nascosta l%essen*a ella Luce
pronta a scaturire quano si solle$a il $elo.
-l /er$ello -nfinito ' peruto alla comprensione e"li uomini, poic#& non si renono
conto c#e o"ni cosa non ' altro c#e una manifesta*ione separata ell%unico /er$ello /osmico.
5utte le caratteristic#e ella sa""e**a, sia in Dio c#e nell%uomo, sono parti i un%unica
sa""e**a c#e si manifesta in canali i$ersi.
38
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
)a Legge e l%"rdine sono le re"ole fonamentali i tutta la crea*ione, sia in Dio c#e
nell%uomo. 6erc#& solo nell%"rdine si tro$a equilibrio.
Thoth parla ancora el nostro lontano passato, prima c#e Atlantide s%inabissasse. -l
suo ini*io fu tramite l%A*itante, poi conobbe la c#ia$e e fu in "rao i entrare a solo. /#e
ifferen*a ai ricercatori oierni c#e a$uta la c#ia$e la utili**ano.
- Signori dei )icli parlarono a Thoth ei cicli futuri, in moo c#e a$esse la loro
conoscen*a anc#e se non sarebbe potuto penetrare tramite Suntal nei cicli pi+ alti.
Thoth promise i offrire la sa""e**a acquisita.
/i ice c#e i Signori sono Cuie per l%uomo K e lo sono K perc#& inse"nano quelle
cose c#e sono i l( alla capacit( i questa )oscienza )osmica, e unque e"li acquis2 la
conoscen*a ell%estensione ello I/8oB.
4econo l%antico simbolismo, la sa""e**a si tro$a$a nella fiamma.
-l fuoco, eri$ante al non manifesto, esiste per un perioo nel manifesto e poi ritorna
nel non manifesto. /os2 i$enta il simbolo ella coscien*a c#e pro$iene al non manifesto,
esiste per un perioo nel corpo fisico per poi ritornare nuo$amente nel non manifesto. -n
sostan*a si ice all%uomo i cercare la sa""e**a nella sua coscien*a.
- Sette erano $enuti a oltre il ciclo tempo limitato, ipeneno alla raia*ione
ell%atomo ori"inale infinito. - Sette erano parte ella )oscienza )osmica prima i noi c#e
eri$0 allo I/8oB, e furono formati mentre noi face$amo ancora parte el isorine.
4i s$ilupparono prima ell%epoca ell%uomo, anc#e se quano occuparono questo ciclo
cosmico appari$ano come uomini. )a )oscienza alla fine ' informe e flessibile, e pu0
assumere la forma i qualsiasi concetto concepito.
4i ice a Thoth i essere libero i percorrere il cammino finc#& si sar( completato il
ciclo finale nel quale quello c#e un tempo era nell%1no ritorner( ancora nell%1no.
)e )oscienze )osmiche, c#e occupano i cicli cosmici superiori, furono formate in
sequen*e orinate, non tutte in una $olta. /e ne sono Sette oltre a noi, in altre parole pi+
lontano nello spa*io allo I/8oB.
<uesti Signori, anc#e se si manifestano qui, sono ancora colle"ati con la propria
)oscienza )osmica.
)%infinito ' quello spa*io pi+ "rane, a noi c#iamato trascenentale. <uano "li
I/8oB #anno completato la loro estensione nello spa*io infinito, si uniranno al Latore della
iaccola nello spa*io trascenentale.
4i e$ono conoscere le spirali i 4pa*ioE5empo prima i poter$i entrare. 4i s$iluppa il
potere i muo$ersi attra$erso spa*io e tempo solo opo a$erli conosciuti. 'ita e Morte
esistono solo come termini comparati$i. !"ni cosa #a il suo opposto, to"liete un polo e l%altro
cessa i esistere. Nel piano ella coscien*a nel quale si manifesta la pi+ alta )oscienza
)osmica el #ove, la morte non ' conosciuta, quini la $ita non ' conosciuta. /%' solo
esisten*a, immortale e eterna, sen*a $aria*ione el punto focale i manifesta*ione o perita
i coscien*a conscia. <uano l%uomo $ince la morte, #a anc#e ominato la $ita e per lui
cessano entrambe i esistere. -l Signore del #ove ' sen*a tempo nel proprio piano, perc#& il
tempo ' il risultato ell%esisten*a ella materialit(, e la nona )oscienza )osmica non
manifesta una materialit(.
)%animo ell%uomo ' una fiamma c#e ' le"ata a una monta"na, la carne. <uano
i$entiamo &no con lo I/8oB nel completamento finale el cerc#io infinito, materialit( e $ita,
c#e sono uno con la morte, cesseranno i esistere.
=nc#e nell%otta$o ciclo, la $ita e la morte sono uno e $i si manifesta solo l%esisten*a
eterna. )%otta$o ciclo cosmico ' il ciclo ella Luce, perc#& qui la Luce infinita si concentra
39
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
sul isorine manato al nono ciclo, rompenolo in parti c#e sono trasmesse ai cicli cosmici
inferiori. -l isorine c#e cambia in orine ' la base i o"ni cosa. )a Luce ' maestra i tutto
quello c#e esiste.
: possibile proceere nel ciclo cosmico superiore quano le ue parti i un%unit( i
coscien*a i$entano uno e tutte le altre parti sono i$entate uno con l%&no i$entano Tutto.
Thoth afferma c#iaramente c#e tutte le parti ella sua unit( sono uno, quano ice c#e
la sua meta ' il Tutto. Thoth utili**a una pre"#iera alla Luce, c#e, come sempre, termina con
un comano.
=lla Luce quello c#e noi efiniamo forma ' sen*a forma, perc#& solo nella Luce esiste
la $era realt(. Thoth offre liberamente la sua sa""e**a affinc#& anc#e altri possano percorrere
lo stesso cammino.
!rina ai suoi se"uaci i ri$ol"ere lo s"uaro sempre $erso la Luce, iri"eno i propri
pensieri $erso il maestro interiore. 4i e$ono unque e$itare le brillanti promesse el potere
materiale ei ratelli #eri.
40
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
TA'"LA 'III
La )hiave dei Misteri
= te, o# uomo, #o ato la mia conoscen*a. = te #o ato la Luce. !ra ascolta e rice$i la
mia sa""e**a portata ai piani ello spa*io superiore e ancora oltre.
Non sono come l%uomo perc#& mi sono reso libero a imensioni e piani. -n ciascun
piano assumo un corpo nuo$o. -n ciascun piano cambio la mia forma. =esso so c#e il sen*a
forma ' tutto quanto ' la forma.
Crane ' la sa""e**a ei Sette. 6otenti sono Loro all%alil(. Loro si manifestano
attra$erso il proprio potere, ri$ersato alla for*a all%alil(.
=scolta queste parole i sa""e**a. =scolta e falle tue. 5ro$ale nel sen*a forma. 5ro$a
la c#ia$e all%alil(. H mistero la conoscen*a nascosta. /onosci e s$elerai. 5ro$a la sa""e**a
profonamente nascosta e sii maestro i "scurit, e i Luce.
6rofoni sono i misteri intorno a te, nascosti i se"reti ei tempi antic#i. /erca con le
/#ia$i ella mia 4a""e**a. /ertamente tro$erai la $ia. )%accesso al potere ' se"reto, ma c#i
lo ra""iun"e lo rice$er(. Cuara la Luce, o# fratello mioI =pri e rice$erai. -noltrati nella $alle
ell%"scurit,. 3inci l%A*itante ella notte. 5ieni sempre lo s"uaro $erso il Piano?Luce, e
sarai 1no con la Luce.
)%uomo si tro$a nel processo i cambiare in forme c#e non apparten"ono a questo
mono. /resce nel tempo $erso il sen*a forma, un piano el ciclo superiore. 4appi c#e o$rai
i$entare sen*a forma prima i poter essere uno con la Luce.
=scolta, o# uomo, la mia $oce c#e ti parla ei percorsi $erso la Luce, inicanoti la
$ia alla reali**a*ione, quano sarai &no con la Luce. /erca i misteri el cuore ella Terra.
-mpara la Legge c#e esiste manteneno le stelle nel loro equilibrio con la for*a el $apore
primoriale. /erca la fiamma ella 'ita della Terra. Biempiti con lo splenore ella sua
fiamma. 4e"ui il percorso trian"olato finc#& anc#e tu sarai una fiamma.
6arla con parole sen*a $oce a c#i abita al i sotto. .ntra nel Tempio :lu e immer"iti
nel fuoco i tutta la $ita.
4appi, o# uomo, c#e sei complesso, un essere i terra e i fuoco. )ascia c#e la tua
fiamma splena ful"iamente, c#e tu sia solo fuoco.
)a sa""e**a ' nascosta nell%"scurit,.
<uano sarai illuminato alla fiamma ell%=nima, tro$erai la sa""e**a e sarai un
#ato?Luce, un Sole della Luce sen*a forma. /erca sempre pi+ sa""e**a. 5ro$ala nel cuore
ella fiamma. 4appi c#e solo lottano la Luce pu0 ri$ersarsi nella tua mente. !ra #o parlato
con sa""e**a. =scolta la mia 3oce e obbeisci. 4trappa i 3eli ell%"scurit,. 4pleni, Luce,
sulla 3ia.
6arlo ell%Antica Atlantide, parlo ei "iorni el Regno delle "m*re, parlo
ell%a$$ento ei -igli delle om*re. 7urono c#iamati fuori elle profonit( alla sa""e**a e"li
uomini ella Terra allo scopo i conquistare "rane potere.
-n un lontano passato, prima ell%esisten*a i Atlantide, l( c%erano uomini c#e
ricerca$ano nell%"scurit,, usano la ma"ia nera e e$ocano esseri alle profonit( sotto i
noi. /os2 essi entrarono in questo ciclo. .rano, sen*a forma, appartenenti a un%altra
$ibra*ione, $i$eno non $isti ai -igli degli uomini ella Terra. &olo attraverso il sangue
sarebbero potuti essere forati. 4olo tramite l%uomo a$rebbero potuto $i$ere nel mono.
41
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
Nelle epoc#e passate furono $inti ai Maestri, ricacciati "i+ nel luo"o a o$e
pro$eni$ano. Da ce ne furono alcuni c#e rimasero, nascosti in luo"#i e li$elli sconosciuti
all%uomo. 3i$e$ano a Atlantide come ombre, ma a $olte compari$ano tra "li uomini.
&7. -uando si offriva il sangue. venivano per diorare tra gli uoini.
4otto sembian*e umane si iffusero tra noi, ma solo a prima $ista erano come "li
uomini. =$e$ano la testa i serpente, se si elimina$a l%incantesimo, ma erano $isibili
all%uomo in sembian*e umane. 4%insinua$ano nelle Assem*lee, assumeno forme simili
all%uomo, truciano con le loro arti i capi ei re"ni, assumenone le sembian*e e re"nano
su"li uomini. 6ote$ano essere scoperti solamente per me**o ella ma"ia. 4olo per me**o el
suono i loro $olti pote$ano essere $isti. ;al re"no elle tenebre cerca$ano i istru""ere
l%uomo e "o$ernare al suo posto.
Da, sappiate, i Maestri erano potenti in ma"ie, capaci i solle$are il 3elo al $olto el
serpente, capaci i ricacciarlo a o$e era $enuto. 3ennero all%uomo e "li inse"narono il
se"reto, il 'er*o c#e solo un uomo pote$a pronunciare. Bapii allora solle$arono il 3elo al
serpente e lo cacciarono alla terra e"li uomini.
.ppure, atten*ione, il serpente $i$e ancora in un posto c#e a $olte ' accessibile al
mono. Non $isti camminano tra $oi in luo"#i o$e si compiono i riti. ;i nuo$o, in futuro
ripreneranno sembian*e umane.
6ossono essere c#iamati al Maestro c#e conosce il bianco o il nero, ma solo il
Maestro bianco riesce a controllarli e li pu0 le"are mentre sono incarnati.
Non cercare il re"no elle ombre perc#& certamente il male apparir(. 4olo il Maestro
di luminosit, conquister( l%ombra ella paura.
4appi, o# fratello mio, c#e la paura ' un ostacolo enorme. 4ii maestro i tutto ci0 c#e '
Luce, e l%ombra sparir( presto. =scolta e se"ui la mia sa""e**a, la $oce ella Luce ' c#iara.
Non cercare la $alle ell%ombra e solo la Luce apparir(.
=scolta, o# uomo, la mia profona sa""e**a. 6arlo ella conoscen*a nascosta
all%uomo. 4ono stato lontano nel mio $ia""io attra$erso lo 4pa*ioE5empo, sino alla fine ello
spa*io i questo ciclo. )2 #o tro$ato la .rande :arriera, resistente all%uomo c#e tenta i
uscire a questo ciclo. 4empre attenti i :racchi della :arriera, sono in attesa i c#i tenter( i
passare. -n quello spa*io o$e il tempo non esiste, $a"amente sentii i guardiani dei cicli. 4i
muo$ono solo attra$erso "li an"oli. Non sono liberi i muo$ersi nelle imensioni cur$e.
4trani e terribili sono i :racchi della :arriera. -nse"uono la coscien*a sino ai limiti
ello spa*io. Non pensare i fu""ire rientrano nel tuo corpo, perc#& loro $eloci inse"uono
l%=nima attra$erso "li an"oli. 4olo il cerc#io pu0 arti prote*ione e sal$arti a"li arti"li
ell%A*itante degli Angoli.
1na $olta, in un tempo passato, mi sono a$$icinato alla "rane :arriera, e #o $isto ai
confini o$e il tempo non esiste le fi"ure sen*a forma ei :racchi della :arriera.
42, li #o tro$ati nascosti nella fosc#ia oltre il tempo8 e loro, fiutanomi in lontanan*a,
si sono ri**ati e #anno ululato il se"nale %allarme c#e si pu0 sentire i ciclo in ciclo e si
sono mossi attra$erso lo spa*io, $erso la mia =nima.
6rontamente sono fu""ito a$anti a loro, tornano all%inconcepibile limite el tempo.
Da opo mi inse"uirono sempre, muo$enosi in strani an"oli non conosciuti
all%uomo. 42, al "ri"io confine el limite ello 4pa*ioE5empo, #o tro$ato i :racchi della
:arriera, infuriati per l%=nima c#e tenta l%alil(.
7u""ii attra$erso i cerc#i tornano nel mio corpo. 7u""ii, e $eloci m%inse"uirono.
42, i preatori mi inse"uirono, cercano attra$erso "li an"oli i i$orare la mia =nima.
42
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
42, sappi o# uomo, c#e l%=nima c#e tenta i passare la Larriera pu0 caere in sc#ia$it+
ei :racchi al i l( el tempo, trattenuta finc#& questo ciclo sar( tutto completato e rilasciata
solo quano la /oscien*a se ne $a.
4ono rientrato nel mio corpo. Fo creato i cerc#i c#e non conten"ono an"oli, #o creato
la forma c#e ebbe ori"ine alla mia forma. Fo posto il mio corpo in un cerc#io pereno "li
inse"uitori nei cerc#i el tempo. Da, anc#e allora, quano sono libero al mio corpo, e$o
sempre essere cauto a non muo$ermi attra$erso an"oli, altrimenti la mia anima non potrebbe
mai essere libera.
4appi c#e i :racchi della :arriera si muo$ono sempre per an"oli e mai nelle cur$e
ello spa*io. 4olo muo$enoti per cur$e puoi sfu""ire loro, perc#& ne"li an"oli
t%inse"uiranno.
!# uomo ascolta il mio a$$ertimento, non cercare %infran"ere l%accesso all%alil(.
4ono poc#i quelli c#e riescono a oltrepassare la :arriera $erso la "rane Luce c#e
splene al i l(, perc#& sappi c#e sempre i .uardiani cercano simili =nime a trattenere in
loro sc#ia$it+.
=scolta, o# uomo, e presta atten*ione al mio a$$ertimento8 cerca i non spostarti mai
in an"oli ma solo in cur$e. 4e quano sei libero al tuo corpo senti c#iaramente un suono
simile a un latrato c#iaro e sonoro i un :racco e un ric#iamo al tuo corpo, torna $erso i
esso in cerc#i, non penetrare prima la fosc#ia. <uano sei entrato nel corpo in cui imori, usa
la croce e il cerc#io uniti.
=pri la bocca e usa la tua 3oce. 6ronuncia il 'er*o e sarai libero. 4olo c#i #a il
massimo ella Luce pu0 sperare i oltrepassare i .uardiani ella $ia. . poi e$e spostarsi
attra$erso strane cur$e e an"oli formati in ire*ioni sconosciute all%uomo.
=scolta, o# uomo, e stai attento al mio a$$ertimento, nel percorso non tentare i
oltrepassare i .uardiani ella $ia. 6iuttosto o$resti cercare i ottenere la tua Luce e
prepararti a superare il passa""io sulla $ia.
)a Luce ' il tuo fine ultimo, o# fratello mio. /erca e tro$a sempre la Luce nel tuo
cammino.
Interpretazione di Doreal
alla Tavola 'III
Thoth #a ra""iunto il potere ella maestria, e quini la capacit( i penetrare in o"ni
mono interipenente e l( assumere una forma, e anc#e la facolt( i entrare ne"li spa*i
interni ella quarta imensione.
)e c#ia$i i sa""e**a si tro$ano nei simboli. 4olo c#i cerca i si"nificati nascosti tro$a
la $ia. Nell%uomo c%' costante mutamento e e$olu*ione, sia materiale c#e spirituale. Nello
stesso moo si e$ol$e la coscien*a c#e in efiniti$a ' sen*a forma. =lla fine ra""iun"e quel
ciclo cosmico in cui nessuna materia si manifesta nella forma.
Thoth ice i stuiare i misteri interni ella Terra e impararne l%equilibrio.
)a piramie i for*a ' composta all%essen*a i quella for*a, c#e fa s2 c#e "li atomi
respin"ano le particelle i s& stessi. )%uomo e$e tro$are la piramie e rimanere sia nel corpo
c#e in proie*ione a$anti a essa, per rice$ere la sua for*a uni$ersale.
/i ice anc#e i entrare nel Tempio illuminato i blu c#e ' la "rane Sala di Amenti,
o$e sono i Sette. )%uomo ' sia corpo c#e coscien*a, ma la coscien*a, la fiamma, e$e
assorbire il corpo, la terra. 4olo attra$erso l%impe"no si pu0 tro$are la sa""e**a, nascosta
43
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
nell%"scurit,. .ppure, in quella sa""e**a, l%essen*a ella fiamma esiste e in questa si tro$a
la $era sa""e**a.
-l Regno delle "m*re era quello ell%otta$a i $ibra*ione in cui si tro$a$ano le entit(
portate al ciclo cosmico inferiore quano l%uomo a$e$a aperto l%accesso. <uesto accae$a
nel 5er*o ciclo, o 6olare, e i ricercatori nell%"scurit, erano uomini c#e ama$ano i poteri
materiali piuttosto c#e estinare la loro $ita alle cose spirituali. <uesti esseri e$ocati erano
sen*a forma, "iacc#& era stata estata solo la coscien*a, ato c#e i corpi si sarebbero o$uti
formare qui.
)oro, come "li elementali, erano esseri separati alla propria coscien*a cosmica e
alla sua forma creati$a, ma non erano in "rao i unirsi a questo ciclo, perc#& non a$e$ano
s$iluppato le sue cur$e primarie. 4olo con la $olont( ell%uomo e la separa*ione ello spirito
al san"ue a$rebbero potuto prenere forma. - maestri a$e$ano riconotto molti i loro
attra$erso l%entrata inferiore, ma ce ne furono alcuni c#e erano rimasti nel luo"o costruito per
loro, $eneno solo al ric#iamo el loro nome e con sacrifici i san"ue. 6resero sembian*e
umane, ma il loro $ero aspetto era il corpo i uomo o onna con la testa i serpente.
.rano in "rao i proiettare un incantesimo ipnotico intorno a loro e apparire
assumeno sembian*e umane. : questo il fonamento ella creen*a ei poteri ipnotici el
serpente. =ssunsero le caratteristic#e ei leaer c#e se"retamente a$e$ano ucciso. .
"raatamente, loro e "li uomini c#e li a$e$ano ric#iamati, presero il controllo elle na*ioni.
=$e$ano sembian*e umane, ma c%era una parola c#e non sape$ano pronunciare e c#e $eni$a
inse"nata ai maestri e"li uomini. . i$enne Legge c#e o"ni uomo c#e a$esse incaric#i
o$e$a pronunciare questa parola a$anti al popolo o"ni mese lunare. 4e sba"lia$a, era
ucciso. <uesto li rimosse alla posi*ione c#e a$e$ano tra "li uomini, e cos2 "raatamente
furono imenticati, ma alcuni sono rimasti ai propri posti, incapaci i entrare perc#& l%uomo
imentic0 i riti per con$ocarli. )a parola c#e non pote$ano pronunciare era 6ininigen.
4ia il Maestro ella ma"ia bianca c#e ella nera li pu0 con$ocare, ma solo un Maestro
bianco #a il potere i controllarli. Co$ernano con la paura. 3incete la paura, e a$rete
ra""iunto la Luce.
Thoth afferma c#e ' stato a Suntal e #a perfino $isto la sesta imensione. ;ice c#e $i
sono .uardiani capaci i muo$ersi tramite an"oli e mai in cur$e. )a coscien*a proiettata c#e
tenta i penetrare la sesta imensione sar( infallibilmente attaccata ai :racchi della
:arriera. 4olo muo$enosi nello spa*io tramite cerc#i si pu0 sfu""ire ai :racchi. /%'
prote*ione solo nel cerc#io. Bitornare nel corpo non aiuta. 5utta$ia, non ci si pu0 a$$icinare a
loro per caso.
Thoth a$e$a a$uto quest%esperien*a nel passato e a$e$a imparato a essere cauto.
5ent0 i passare l%accesso, Suntal, e i "uariani anarono a lui. /onosce$a la Legge ei
cerc#i e an"oli e tramite ci0 li eluse, tornano nel suo corpo e completano la prote*ione. -
:racchi della :arriera non i$orano o istru""ono l%anima letteralmente, ma le impeiscono
altre manifesta*ioni finc#& questo ciclo cosmico ' terminato, poi potr( unirsi alla coscien*a
cosmica successi$a. 6erfino opo a$er compiuto la sua prote*ione, sta$a attento a non
a$$icinarsi alla sesta imensione con mo$imenti an"olari.
Thoth ripete ancora il suo a$$ertimento sul mo$imento tramite le cur$e. ;ice anc#e i
non tentare i passare Suntal prima el tempo, perc#& solo poc#i #anno a$uto successo. ;ice
anc#e come riconoscere i .uardiani.
44
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
TA'"LA I+
La )hiave della Li*ert, dello Spazio
=scolta, o# uomo, senti la mia $oce c#e ti inse"na la Saggezza e la Luce in questo
ciclo, t%inse"na come allontanare l%"scurit,, t%inse"na come portare la Luce nella tua $ita.
/erca, o# uomo, i tro$are il "rane percorso c#e conuce alla 'ita eterna come un
Sole.
=llontanati al $elo ell%"scurit,. /erca i i$entare una Luce nel mono. 7ai i te
stesso un recipiente i Luce, un focus per il Sole i questo spa*io.
=l*a "li occ#i al )osmo. =l*a "li occ#i alla Luce. 6arla con le parole ell%A*itante,
con il canto c#e ric#iama la Luce. /anta la can*one ella libert(. /anta la can*one
ell%=nima. /rea l%alta $ibra*ione c#e ti rener( &no con il Tutto. 7oni tutto te stesso con il
)osmo. /resci nell%&no con la Luce. 4ii un canale ell%orine, un percorso ella Legge al
mono.
)a tua Luce, o# uomo, ' la "rane Luce, risplenente attra$erso l%ombra ella carne.
;e$i rial*arti libero all%"scurit,, prima c#e tu sia &no con la Luce.
!mbre %"scurit, ti circonano. )a 3ita ti colma con il suo flusso. Da sappi, o#
uomo, e$i solle$arti, e anare lontano al tuo corpo $erso i piani c#e ti circonano, eppure
sono &no con te.
Cuara intorno a te, o# uomo. Cuara la tua Luce riflessa. 42, la tua Luce si iffone
anc#e attra$erso il $elo ell%"scurit, intorno a te.
/erca sempre la sa""e**a. Non lasciare c#e il tuo corpo ti traisca. 4erbalo sul
sentiero ell%ona i Luce. -llumina la $ia oscurata. 4appi c#e la sa""e**a ' ure$ole,
esistente a prima c#e ini*iasse il Tutto?Anima, creatore ell%armonia al )aos per la Legge
c#e esiste sulla 'ia.
=scolta, o# uomo, la le*ione ella sa""e**a. =scolta la $oce c#e parla el passato. 42,
ti parlo ella conoscen*a imenticata, ti parlo ella sa""e**a nascosta nel passato, persa nella
fosc#ia ell%oscurit( attorno a me.
4appi, o# uomo, c#e tu sei l%estremo i tutte le cose. )a conoscen*a i questo '
imenticata, persa quano l%uomo fu messo in sc#ia$it+, sc#ia$o e incatenato con le catene
ell%"scurit,.
5anto, tanto tempo fa, mi spo"liai el corpo. 3a"ai libero nella $astit( ell%etere, "irai
intorno a"li an"oli c#e ten"ono in sc#ia$it+ l%uomo. 4appi, o# uomo, c#e sei solo uno spirito.
-l corpo non ' nulla. )%=nima ' 5utto. Non lasciare c#e il tuo corpo sia una catena. )iberati
all%"scurit, e $ia""ia nella Luce. )iberati el corpo, o# uomo, e sarai libero. 4ei realmente
una Luce c#e ' &no con la Luce.
<uano sarai libero alle catene ell%"scurit, e $ia""erai nello spa*io come un Sole
della Luce, saprai c#e lo spa*io non ' sconfinato, ma $eramente $incolato a an"oli e cur$e.
4appi, o# uomo, c#e tutto ci0 c#e esiste ' solo un aspetto elle pi+ "rani cose ancora a
$enire. )%ar"omento ' fluio e si spar"e come una corrente, costantemente a una cosa a
un%altra.
=ttra$erso le ere ' esistita la conoscen*a8 non ' mai cambiata, anc#e se nascosta
nell%"scurit,8 non si ' mai peruta, anc#e se imenticata all%uomo.
4appi c#e a un capo all%altro ello spa*io c#e abiti, ce ne sono altri cos2 "rani come
il tuo, interconnessi tramite il cuore ella tua materia, eppure separati nel loro proprio spa*io.
45
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
1na $olta, in un tempo a lun"o imenticato, io, Thoth, aprii l%accesso e penetrai in
altri spa*i imparano i se"reti nascosti.
6rofoni nell%essen*a ella materia ci sono molti se"reti nascosti.
#ove sono le dimensioni interconnesse, e #ove sono i cicli dello spazio. #ove sono le
espansioni della coscienza, e #ove sono i mondi dentro i mondi. 42, #ove sono i Signori ed i
)icli c#e pro$en"ono a sopra e a sotto.
)o spa*io ' pieno i quelli nascosti, perc#& lo spa*io ' i$iso al tempo. /erca la
c#ia$e allo 4pa*ioE5empo, e aprirai l%accesso. 4appi c#e a un capo all%altro ello 4pa*ioE
5empo la coscien*a esiste $eramente. 4ebbene sia nascosta alla nostra conoscen*a, eppure
esiste per sempre.
)a c#ia$e ai moni entro i te si tro$a solo nell%intimo, perc#& l%uomo ' la porta el
mistero e la c#ia$e ' l%&no nell%&no.
/erca all%interno el cerc#io. 1sa il 'er*o c#e ti ar0. =pri la porta entro i te, e
certamente anc#e tu $i$rai. 1omo, tu pensi i $i$ere, ma sappi c#e la $ita ' entro la morte,
perc#& sicuramente finc#& sei le"ato al tuo corpo, per te la $ita non esiste.
4oltanto l%=nima ' libera allo spa*io, #a $ita c#e ' realmente $ita.
5utto il resto ' solo una sc#ia$it+, una catena a cui liberarsi.
Non pensare c#e l%uomo sia nato alla Terra, anc#e se pu0 essere $enuto alla Terra.
)%uomo ' uno spirito nato alla Luce.
Da, sen*a il sapere, e"li non potr( mai essere libero.
)%"scurit, circona il #ato?Luce, l%"scurit, incatena l%=nima. 4olo c#i sta cercano
pu0 sperare i essere libero.
4tanno caeno le ombre intorno a te. )%"scurit, riempie tutto lo spa*io. 4pleni, o#
Luce ell%anima umana. Biempi l%"scurit, ello spa*io.
4ei il Sole ella .rande Luce.
Bicora e sarai libero. Non rimanere nelle ombre. 4or"i all%"scurit, ella notte.
)ascia c#e la tua =nima sia Luce, o# Nato al 4ole, colmata con la "loria ella Luce, liberata
alle catene ell%"scurit,, =nima c#e ' 1no con la Luce.
4ei la c#ia$e a tutta la sa""e**a. ;entro i te c%' tutto il tempo e lo spa*io. Non $i$ere
sc#ia$o ell%"scurit,. )ibera la tua forma Luce alla notte.
8rande Luce che riepi tutto il )osmo. fluisci pienaente alluoo. ;ai del tuo
corpo una fiaccola di Luce che. fra gli uoini. non si estingua ai.
= lun"o, nel passato, #o cercato la sa""e**a, la conoscen*a i"nota all%uomo. )ontano,
nel passato, #o $ia""iato nello spa*io o$e ' ini*iato il tempo. Fo cercato sempre nuo$a
conoscen*a a a""iun"ere alla sa""e**a c#e "i( a$e$o. .ppure #o scoperto c#e solo il futuro
possee$a la c#ia$e alla sa""e**a c#e cerca$o.
Fo $ia""iato "i+ $erso le Sale di Amenti, per cercare la conoscen*a superiore. Fo
c#iesto ai Signori dei )icli la $ia alla sa""e**a c#e cerca$o.
Fo posto ai Signori questa omana,
Dov! la fonte di T&TT"?
Fa risposto, in toni c#e erano forti, la $oce el Signore del #ove,
+ibera la tua 'nia dal corpo ed avanza con e nella Luce.
=nai oltre il mio corpo, una fiamma splenente nella notte. Bimasi a$anti ai
Signori, ba"nato al -uoco della 'ita. 7ui preso poi a una for*a, "rane i l( alla
conoscen*a ell%uomo. 7ui portato nell%=bisso attra$erso "li spa*i sconosciuti all%uomo.
46
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
3ii plasmare l%"rdine al )aos e "li an"oli ella notte. 3ii la Luce sor"ere
all%"rdine e ne sentii la $oce. 3ii la fiamma ell%=bisso, plasmare l%"rdine e la Luce. 3ii
l%"rdine sor"ere al )aos. 3ii la Luce are la 'ita.
6oi sentii una $oce,
'scolta e coprendi. +a iamma ! la Sorgente di tutte le cose. contenente in
potenza tutte le cose. +"rdine che crea la Luce ! il 'er*o e dal 'er*o viene la 'ita e
lesistenza di tutto.
=ncora parl0 la $oce iceno,
+a 'ita in te ! 'er*o. &copri la 'ita in te ed avrai i poteri per usare il 'er*o.
Cuarai a lun"o la fiamma i Luce, c#e si ri$ersa$a all%Essenza del uoco,
compreneno c#e la 'ita non ' c#e "rdine e c#e l%uomo ' uno con il fuoco.
Bitornai al mio corpo. Bimasi ancora con il #ove, ascoltai la voce dei )icli, c#e
$ibranti i potere parlarono,
&appi. oh Thoth. che la 'ita non ! che il 'er*o del uoco. +a -orza ella 'ita che
stai cercando ! il 'er*o. coe un fuoco nel (ondo. %erca la via del 'er*o ed i poteri
saranno certaente tuoi.
=llora c#iesi al #ove,
5h &ignore. indicai la via. Dai la via alla saggezza. Indicai la via al 'er*o.
=llora mi rispose il Signore del #ove,
%on l"rdine troverai la via. )on vedi che il 'er*o venne dal )aos? )on vedi che la
+uce venne dal uoco? %erca il disordine nella tua vita. 3-uilibra ed ordina la tua vita.
,eprii tutto il )aos delle eozioni e nella 'ita avrai lordine. +"rdine attratto dal )aos ti
porter0 al 'er*o della Sorgente. ti dar0 il potere dei )icli. e creer0 nella tua 'nia una
forza che liberaente si estender0 attraverso le ere. un Sole perfetto dalla Sorgente.
=scoltai la $oce e le parole iscesero profonamente nel mio cuore, perc#& a$e$o
sempre cercato l%orine c#e a$rei estratto al 'er*o.
4appi c#e c#i lo ra""iun"e e$e sempre essere in "rdine, perc#& l%uso el 'er*o nel
isorine non ' mai stato n& mai potr( essere.
=ccetta queste parole, o# uomo.
)asciale far parte ella tua $ita. /erca i sconfi""ere il isorine, e sarai &no con il
'er*o.
4for*ati i ottenere la Luce nel cammino ella 'ita. /erca i essere &no con lo Stato
el Sole. /erca i essere unicamente la Luce. 3ol"i il tuo pensiero all%&nione della Luce con
il corpo ell%uomo. 4appi c#e tutto ' "rdine pro$eniente al )aos nato nella Luce.
Interpretazione di Doreal
alla Tavola I+
)a prima parte ella ta$ola consiste i orini affinc#& sia perse"uita la Luce piuttosto
c#e l%"scurit,, in moo c#e si possa reali**are l%&nione i tutte le cose.
-l comano ice i cercare la sa""e**a e i non permettere c#e la materia ci tratten"a,
perc#& solo la sa""e**a crea armonia.
6erfino al tempo in cui scri$e Thoth, la sa""e**a elle antic#e "enera*ioni era stata
imenticata ai popoli c#e iscene$ano elle trib+ barbare c#e Egli incontr0 opo a$ere
lasciato Atlantide.
)%uomo fa parte ell%essen*a ella coscien*a, ma questa conoscen*a ' stata
imenticata all%umanit(.
47
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
Thoth, con la proie*ione ella coscien*a, si rese conto c#e proprio la coscien*a ' la
realt( ultima e c#e il corpo ' la catena c#e le"a l%uomo al mono fisico. /on l%esperien*a
ra""iunta nella proie*ione, comprese le cur$e e "li an"oli ello spa*io.
Thoth comincia a mostrare alcune Leggi c#e erano tenute se"rete alla "ente el suo
tempo, cos2 come lo sono aesso.
<uella c#e appare essere la totalit( i tutte le cose ' solo una sfaccettatura, un aspetto
el "ioiello c#e ' la $erit(.
)a materia ' tanto fluia a isinte"rarsi costantemente per ricomporsi in nuo$e
combina*ioni. Cli altri spa*i citati sono moni interipenenti, "li spa*i interni ella quarta e
i altre imensioni.
)a frequen*a el numero #ove ' efinita incluente i #ove Signori dei )icli, anc#e se
ci parla solo ei Sette. - #ove incluono i Signori di Auesto ciclo cosmico e i Auello
in-eriore.
)o 4pa*ioE5empo ' efinito completo i quelli nascosti, l%occultamento ' ietro le
cur$e ello spa*io spirale. ;ato c#e in qualc#e aspetto i o"ni cosa ' presente la coscien*a, ne
conse"ue c#e e$e tro$arsi anc#e nelle estensioni i passatoEmateriaEtempo.
-l percorso a altri piani pu0 essere aperto solo attra$erso l%uomo. -l cerc#io
rappresenta il compimento ell%apertura el canale i for*a c#e passa attra$erso i centri el
corpo. -l 'er*o ' la $ibra*ione c#e libera il potere. 4oltanto cos2 si pu0 reali**are $eramente
la $ita.
)%uomo non ' materia, anc#e se sembra esserlo. H Luce, c#e scaturisce alla Sorgente
eterna e c#e appare solo come essere materiale. 6erfino la materialit( ' solo apparente, perc#&
alla fine la materia i$enta Luce.
Thoth cerca costantemente ma""iore sa""e**a a a""iun"ere a quella c#e "i( #a.
Thoth $( alle Sale di Amenti e pone ai Signori la omana, Dov! la fonte?
-l Signore del #ove "li comana i liberare s& stesso al corpo, perc#& a$rebbe potuto
$eramente risponere alla omana solo con lo spirito. Thoth esce al corpo e ' proiettato
nell%abisso, letteralmente nella "ran profonit(, e l( $ee manifesta la reali**a*ione
ell%"rdine al isorine. -l Signore del #ove lo #a temporaneamente armoni**ato con tutto
il flusso i 8ar>ima, e pu0 $eere nello I/8oB in Arech e contemplare la crea*ione e la
confi"ura*ione i una )oscienza )osmica.
/i ice c#e il $ero 'er*o ' "rdine, c#e muta tutto il isorine a propria somi"lian*a.
)a 'ita nell%uomo ' una manifesta*ione i "rdine e quini una c#ia$e al 'er*o. 4e potete
rener$i conto el pieno si"nificato el passa""io, a$ete la c#ia$e al Mondo Perduto.
)a 'ita ' un%espressione ell%"rdine c#e procee al fuoco uni$ersale el Latore
della iaccola. 6oi ci inica c#e il 'er*o ' "rdine e Armonia. -l cammino al 'er*o si tro$a
orinano la propria $ita cos2 a eliminarne il )aos. )%uomo #a perso il 'er*o perc#& #a
permesso c#e isorine e )aos "o$ernassero la sua $ita. !"ni sfor*o, o"ni $ittoria sul
isorine, $i porta pi+ $icini al 'er*o.
48
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
TA'"LA +
La )hiave del Tempo
=scolta, o# uomo. =scolta la mia sa""e**a. -mpara i profoni nascosti misteri ello
spa*io. -mpara il Pensiero c#e crebbe nell%abisso, portano "rdine e Armonia nello spa*io.
4appi, o# uomo, c#e tutto quello c#e esiste ' solo a causa ella Legge. /onosci la
Legge e sarai libero, mai pi+ le"ato alle catene ella notte.
)ontano, attra$erso insoliti spa*i, #o $ia""iato nel profono ell%abisso el tempo,
imparano strani e ancora pi+ strani misteri, finc#& alla fine tutto mi fu ri$elato.
4appi c#e il mistero ' tale perc#& ' conoscen*a i"norata all%uomo.
<uano a$rai approfonito il cuore i tutti i misteri, conoscen*a e sa""e**a
certamente saranno tue.
/erca, e impara c#e il 5empo ' il se"reto attra$erso il quale puoi essere libero a
questo spa*io.
= lun"o io, Thoth, #o cercato la sa""e**a8 s2, e la cerc#er0 fino alla fine ell%eternit(
perc#& so c#e a$anti a me si muo$e sfu""ente la meta c#e cerco i ra""iun"ere. =nc#e i
Signori dei )icli con tutta la loro sa""e**a sanno c#e non #anno ancora ra""iunto la meta,
perc#& la 'erit, aumenta sempre.
1na $olta, nel passato, #o parlato all%A*itante. /#iesi el mistero el tempo e ello
spa*io.
Cli posi la omana c#e mi si presenta$a sempre, iceno,
5h (aestro. cos! il tepo?
=llora Egli mi parl0, il Maestro,
&appi. oh Thoth. al principio cera il 4uoto ed il )ulla9 un senza tepo. senza
spazio. nulla. 3 dentro il nulla venne un pensiero. deciso. tutto pervadente. che riep7 il
4uoto. +0 non esisteva ateria. solo forza. un oviento. un vortice o vibrazione del deciso
pensiero che riep7 il 4uoto.
-nterro"ai il Maestro, iceno,
6uesto pensiero era eterno?
. l%A*itante mi rispose,
'l principio ci fu pensiero eterno. e perch/ il pensiero fosse eterno. doveva esistere
il tepo. %os7 nel pensiero tutto pervadente crebbe la Legge del Tempo. &7. il tepo che
esiste in tutto lo spazio propagandosi con un aronioso ritico oviento. ! eternaente in
uno stato di solidificazione. Il tepo non cabia. a tutte le cose cabiano nel tepo.
Perch/ il tepo ! la forza che tiene separati gli eventi. ognuno al proprio posto.
Il tepo non ! in oviento. eppure ti uovi attraverso il tepo coe la tua
coscienza si uove da un evento allaltro. &7. da -uando esisti. tutto nel tutto. sei &na
esistenza eterna. &appi che anche se nel tepo sarai separato. resterai sepre &no esistente
per sepre.
4i ferm0 la $oce ell%A*itante, e me ne anai a meitare sul tempo, perc#& sape$o c#e
in quelle parole c%era la sa""e**a e la $ia per esplorare i misteri el tempo.
4pesso #o ponerato le parole ell%A*itante. 6oi #o cercato i risol$ere il mistero el
tempo. Fo scoperto c#e il tempo si muo$e attra$erso strani an"oli. .ppure solo tramite le
cur$e pote$o sperare i ottenere la c#ia$e c#e mi a$rebbe ato l%accesso allo 4pa*ioE5empo.
49
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
4coprii c#e soltanto muo$enomi $erso l%alto e ancora muo$enomi a estra a$rei
potuto essere libero al tempo con il mo$imento.
=$an*ai fuori el corpo, se"ueno i mo$imenti c#e mi cambia$ano nel tempo. -nsolite
furono le $isioni c#e $ii nei miei $ia""i, molti i misteri c#e mi si sc#iue$ano alla $ista.
42, $ii il principio ell%uomo, imparai al passato c#e niente ' nuo$o.
/erca, o# uomo, %imparare il percorso c#e conuce attra$erso "li spa*i c#e si sono
formati a$anti nel tempo.
Non imenticare, o# uomo, in tutta la tua ricerca, c#e la Luce ' la meta c#e e$i
perse"uire. /erca sempre la Luce sul tuo cammino e sempre per te la meta esister(.
Non lasciare mai c#e il tuo cuore si ri$ol"a all%"scurit,. )ascia c#e la tua =nima sia
Luce, un Sole sul cammino. 4appi c#e nella luminosit( eterna e$i sempre tro$are la tua
=nima nascosta nella Luce, mai incatenata alla sc#ia$it+ ell%"scurit,, splenente sempre
come un Sole della Luce.
42, sappi c#e anc#e se nascosta nell%"scurit,, la tua =nima, una scintilla ella $era
fiamma, esiste. 4ii &no con la pi+ "rane elle Luci. 5ro$a alla Sorgente il compimento ella
tua meta.
)a Luce ' $ita, perc#& sen*a la "rane Luce niente pu0 mai esistere. 4appi c#e in tutta
la materia formata esiste sempre il cuore ella Luce. 42, benc#& $incolata nell%"scurit,, nella
materia la Luce esiste sempre.
1na $olta rimasi nelle Sale di Amenti e ascoltai la $oce ei Signori di Amenti, c#e
parla$ano in toni c#e risuona$ano nel silen*io, parole i comano, forti e potenti.
/anta$ano la meloia ei cicli, le parole c#e apri$ano la $ia all%alil(. 42, #o $isto la
"rane, ampia $ia, e #o "uarato per un istante nell%alil(. Fo $isto i mo$imenti ei cicli,
ampi tanto quanto il pensiero ella Sorgente pu0 trasmettere.
6oi seppi c#e anc#e l%-nfinito si muo$e $erso qualc#e impensabile meta. 3ii c#e il
)osmo ' "rdine e parte i un moto c#e si estene in tutto lo spa*io, una parte i un "rdine i
"rdini, costantemente muo$enti in un%armonia i spa*io. 3ii "irare i cicli simili a "rani
cerc#i attra$erso il cielo. 4eppi allora, c#e tutto quello c#e ' stato sta cresceno per incontrare
ancora un altro essere, in un lontano ra""ruppamento i spa*io e i tempo.
4eppi poi c#e nelle Parole c%' il potere per aprire i piani nascosti all%uomo. 42, seppi
c#e anc#e nelle parole -alse ' nascosta la c#ia$e c#e aprir( l%alto e il basso.
=esso ascolta, uomo, ti lascio questa parola. 1sala e tro$erai il potere nel suo suono.
6ronuncia la parola, !in?&ru e tro$erai il potere.
;e$i anc#e capire c#e l%uomo ' Luce e la Luce ' ell%uomo.
=scolta, o# uomo, e appreni il mistero pi+ strano i quanto ' falso sotto il Sole.
4appi, o# uomo, c#e tutto lo spa*io ' pieno i moni nei moni8 s2, uno nell%altro
eppure separati alla Legge.
1na $olta nella mia ricerca ella profona sa""e**a nascosta, aprii la porta c#e
esclue$a Loro all%uomo. /#iamai, a altri piani ell%esisten*a, colei c#e era stata la pi+
luminosa elle -iglie degli uomini. 42, l%#o c#iamata a fuori lo spa*io a risplenere come una
Luce nel mono e"li uomini.
1sai il tam*uro del Serpente. -nossai abiti i porpora e %oro. Disi sul capo la
corona %=r"ento. 7eci intorno a me il cerc#io i splenente cinabro. =l*ai le braccia e "riai
l%in$oca*ione c#e apre il cammino ai piani al i l(, "riai ai Signori dei Segni nelle loro case,
Signori dei due orizzonti. custodi delle triple porte. che state Uno a destra ed Uno a
sinistra -uando la &tella assurge al trono e governa sul suo segno. &7. tu principe tenebroso
di Arulu. apri le porte delloscura. nascosta terra e libera colei che tieni iprigionata.
50
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
'scoltate. ascoltate. ascoltate Signori tenebrosi e &plendenti. e con i vostri noi
segreti. noi che conosco e posso pronunciare. ascoltate ed obbeditei.
=ccesi poi con la fiamma, il mio cerc#io e )a c#iamai ai piani imensionali i l(.
iglia della Luce ritorna da Arulu. &ette volte e sette volte passai attraverso il
fuoco. )on ho angiato cibo. )on ho bevuto ac-ua. *i chiao da Arulu. dal regno di
E>ershegal. *i convoco Signora della Luce.
=llora a$anti a me sorsero le tenebrose fi"ure, s2, le fi"ure ei Signori di Arulu. 4i
separarono a$anti a me e $enne a$anti la Signora della Luce.
.ra libera ai Signori della notte, libera i $i$ere nella Luce el Sole ella Terra,
libera i $i$ere come una iglia della Luce.
=scoltate e comprenete, o# fi"li miei. )a Magia ' conoscen*a e ' solo Legge. Non
siate impauriti el potere c#e ' in $oi, perc#& se"ue la Legge come le stelle nel cielo.
4appiate c#e, per c#i ' sen*a conoscen*a, la sa""e**a ' ma"ia e non Legge. Da
sappiate c#e sempre, con la conoscen*a, potete arri$are pi+ $icini a un luo"o nel Sole.
=scoltate, fi"li miei, e se"uite il mio inse"namento. 4iate sempre ricercatori i Luce.
4plenete nel mono e"li uomini intorno a $oi, come una Luce sul cammino c#e splener(
tra "li uomini.
4e"uite e imparate la mia ma"ia. 4appiate c#e tutta la for*a ' $ostra, se $olete. Non
temete il cammino c#e $i conuce alla conoscen*a, piuttosto $i e$iter( la $ia oscura.
)a Luce ' tua, o# uomo, affinc#& tu la prena. Cetta le catene e sarai libero. 4appi c#e
la tua =nima sta $i$eno in sc#ia$it+, incatenata alla paura c#e ti tiene in suitan*a.
=pri "li occ#i e "uara la "rane Luce el Sole. Non a$er paura, tutto ' tuo. )a paura
pro$iene al Signore della tene*rosa Arulu, per c#i non #a mai affrontato l%oscurit(.
42, sappi c#e la paura ' creata a c#i n%' $incolato.
4le"ate i $ostri $incoli, o# fi"li, e camminate nella Luce el "lorioso "iorno. Non
$ol"ete mai i $ostri pensieri all%"scurit, e sicuramente sarete &no con la Luce.
)%uomo ' solo quello c#e cree i essere, un -ratello dell"scurit, o un iglio della
Luce. 3enite alla Luce, fi"li miei. /amminate sulla $ia c#e conuce $erso il Sole.
!ra ascolta e se"ui la mia sa""e**a. 1sa la parola c#e ti #o ato. 1sala e certamente
tro$erai potere sa""e**a e Luce per camminare sulla $ia. /erca e tro$a la c#ia$e c#e ti #o
ato e sarai sempre un iglio della Luce.
Interpretazione di Doreal
alla Tavola +
-l pensiero c#e si manifest0 nell%abisso fu la prima espressione i a*ione e mo$imento.
4en*a la Legge, c#e ' "rdine, nulla sarebbe esistito nella forma.
-l Tempo, il "rane se"reto, ' la c#ia$e alla libert(, perc#& quano l%uomo $ince il
tempo #a anc#e $into la morte.
)%infinito "ioiello ella $erit( non pu0 mai essere interamente spie"ato, perc#& la
$erit( presenta estensioni i s& stessa, e quano se ne approfonisce una se ne presentano
altre.
Thoth interro"a l%A*itante sul tempo e sullo spa*io, e questi "li parla el principio i
tutte le cose nel "rane $uoto.
Cli ice el pensiero c#e sor"e nell%essere e c#e rispone alla omana sull%eternit(.
51
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
Thoth scopre c#e il tempo ' an"olare nel mo$imento, pur a$eno pareti cur$e. 6er
penetrare il tempo passato la coscien*a e$e muo$ersi in cur$e parteno alla pineale, si tratta
ello stesso eserci*io ato in preceen*a.
Thoth approfon2 il tempo e fu capace i muo$ersi in a$anti e all%inietro, $isitano
cose insolite e $eeno il principio ell%uomo.
Thoth esorta nuo$amente l%uomo a cercare la Luce, perc#& questo ' l%unico moo per
conoscere la propria anima. =fferma anc#e c#e tutta la materia ' Luce o coscien*a e esiste
anc#e se non si tratta sempre i coscien*a conscia.
Thoth racconta ella sua straorinaria esperien*a a Amenti quano i Signori "li
aprirono la $ia ai loro cicli e permisero i $eere con i propri occ#i quello c#e esiste al i l(.
;a questo, Thoth cap2 c#e la pro"ressione e l%"rdine sono "li stessi in tutti i cicli cosmici e
c#e tutto procee in armonia $erso la stessa meta.
Thoth fu in "rao i capire il proposito el iffonersi nello spa*io ei cicli cosmici, e
compreneno, con il Signore del #ove, il ise"no completo elle estensioni ei ifferenti
I/8oB. -mpar0 c#e le parole erano esempi i $ibra*ione, contenenti la c#ia$e per aprire "li
spa*i e perfino i cicli.
Thoth ci ( una Parola i $ibra*ione c#e ' la )hiave della 'ita.
6arla i moni interconnessi e i spa*i separati a quello in cui $i$iamo, o"nuno pieno
i manifesta*ioni i coscien*a. 6oi ci racconta ella straorinaria esperien*a ella libera*ione
i una consape$ole**a ella sesta imensione impri"ionata ai Signori di Arulu.
<uano ci tro$a$amo nel ciclo preceente, lei a$e$a tentato i passare in questo ciclo
cosmico, ma a$e$a fallito e era stata impri"ionata ai Signori di Arulu. Thoth, con la sua
conoscen*a, apre l%accesso e ric#iama questa coscien*a impri"ionata.
!rina ai Signori i liberarla e li obbli"a usano i loro nomi se"reti. )ei i$enta parte
i questa coscien*a, a cui "i( appartene$a.
Thoth afferma c#e la conoscen*a ' c#iamata ma"ia all%i"norante, e ci ice i non
temere le $arie manifesta*ioni ella Legge. 5utti potrebbero a$ere la for*a se sapessero come
usarla, ma poc#i #anno la conoscen*a per tro$arla.
<uelli c#e temono l%i"noto renono questa paura una cosa $i$ente. 5utte le paure
ell%umanit( si fonano sui Signori "scuri. /onquista la paura e sii libero. )%uomo si rene
un essere i Luce o uno ell%"scurit,, secono il proprio pensiero.
52
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
TA'"LA +I
La )hiave al Sopra ed al Sotto
=scoltate e comprenete, o# igli di 6hem, le parole c#e $i ico $i conurranno alla
Luce.
4appiate, o# uomini, c#e conobbi i $ostri pari, s2, i $ostri pari i tanto tempo fa.
4ono stato immortale nei secoli, $i$eno tra $oi a quano ebbe ini*io la conoscen*a.
Di sono sempre sfor*ato per portar$i in alto, $erso la Luce ella .rande Anima, e
conur$i fuori all%"scurit, ella notte.
4appiate, o# popoli fra i quali #o camminato, c#e io, Thoth, #o tutta la conoscen*a e
tutta la sa""e**a conosciuta all%uomo sin ai "iorni antic#i. 4ono stato custoe ei se"reti
ella "rane stirpe, etentrice ella c#ia$e c#e conuce alla $ita. 4ono stato apportatore per
$oi, o# fi"li miei, perfino all%"scurit, ell%=ntico ei Ciorni.
!ra ascoltate le parole ella mia sa""e**a. 1ite ora il messa""io c#e $i porto.
=scoltate ora le parole c#e $i o, e $i ele$erete all%"scurit, alla Luce.
)ontano nel passato, quano la prima $olta $enni a $oi, $i tro$ai nelle ca$erne i
roccia. /on il mio potere e la mia sa""e**a $i #o ele$ato, finc#& non brillaste come uomini fra
"li uomini. 42, $i #o tro$ato sen*a alcuna conoscen*a. ;i solo poco $i era$ate resi i$ersi
alle bestie. 4empre #o soffiato sulla scintilla ella $ostra coscien*a, finc#& alla fine $i
infiammaste come uomini.
!ra $i parler0 ella conoscen*a antica c#e $a oltre il pensiero ella $ostra stirpe.
4appiate c#e noi ella .rande Stirpe a$e$amo e abbiamo ancora una conoscen*a ma""iore
i quella ell%uomo. =bbiamo ra""iunto la sa""e**a elle stirpi ei natiEstella, sa""e**a e
conoscen*a ben oltre quelle umane. Ci+ a noi sono iscesi maestri i sa""e**a tanto lontani
a noi quanto io lo sono a $oi.
!ra ascoltate mentre $i o la mia sa""e**a. 1satela e sarete liberi.
&appiate che nella piraide che ho costruito si trovano le )hiavi che vi
indicheranno la 'ia alla vita. &7. ho tracciato una linea dalla grande iagine che ho
costruito allapice della piraide. costruita coe un accesso. *racciatene unaltra opposta
con lo stesso angolo e direzione. &cavate e troverete -uello che vi ho nascosto. +0 troverete
lentrata sotterranea ai segreti nascosti pria che voi foste uoini.
3i racconto ora i misteri ei cicli c#e si spostano con mo$imenti c#e sono insoliti
all%essere limitato, perc#& sono infiniti oltre la conoscen*a ell%uomo. 4appiate c#e ci sono
no$e cicli, s2, no$e sopra e quattorici sotto, c#e si muo$ono in armonia $erso il luo"o i
unione c#e esister( nel futuro el tempo.
4appiate c#e i Signori dei )icli sono unit( i coscien*a manate a altri per unificare
@uesto con il Tutto. Loro sono i pi+ alti i tutti i )icli, operano in armonia con la Legge.
Loro sanno c#e nel tempo tutto sar( perfetto, non essenoci nessun sopra e nessun sotto, ma
tutto &no in un In-inito perfetto, un%armonia i tutto nell%&nione di Tutto.
-n profonit( sotto la superficie ella Terra, nelle Sale di Amenti, sono seuti i Sette, i
Signori dei )icli, s2, e un altro, il Signore del Sotto. .ppure sappiate c#e nell%-nfinito non
esiste n& sopra n& sotto. Da sempre c%' e sempre ci sar( &nione di Tutto, quano il tutto sar(
completo. 4pesso sono stato a$anti ai Signori di Tutto. 4pesso #o be$uto alla fonte ella
loro sa""e**a e colmato sia il corpo c#e l%=nima con la loro Luce.
53
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
Di #anno parlato e etto ei cicli e ella Legge c#e offre loro i me**i per esistere. 42,
mi #a parlato il Signore del #ove iceno,
5h Thoth. sei grande tra i figli della Terra. a esistono isteri che tu ancora non
conosci. &ai che sei venuto da uno &pazio1*epo sotto di -uesto e sai che viaggerai verso lo
&pazio1*epo al di l0. (a sai poco dei isteri contenuti in -uesti. sai poco della saggezza al
di l0. &appi che. nellinsiee di -uesta coscienza. sei solo una cellula nel processo di
crescita.
+a coscienza sotto di te si espande sepre in odi diversi da -uelli a te conosciuti. &7.
anche nello &pazio1*epo sotto di te. la coscienza ! sepre crescente in odi che sono
diversi da -uelli che facevano parte delle tue stesse vie. Perch/ sappi che cresce coe
risultato della tua crescita. a non nello stesso odo nel -uale sei cresciuto tu.
+a crescita che hai avuto e che adesso possiedi. ha portato in essere una causa ed un
effetto. )essuna coscienza segue il sentiero delle precedenti. altrienti tutto sarebbe una
inutile ripetizione. 5gni coscienza del ciclo esiste in seguito al suo percorso verso la eta
finale. 5gnuna gioca il suo ruolo nel Piano dei )osmi. 5gnuna gioca il suo ruolo nella fine
ultia. Pi lontano ! il ciclo. aggiore la sua conoscenza e capacit0 di aronizzare la
Legge del tutto.
&appi che. nei cicli sotto di noi. stanno operando i ruoli inori della Legge. entre
noi del ciclo che si estende da -ui allInfinito ci sforziao di costruire la Legge pi grande.
5gnuno ha un suo ruolo da giocare nei cicli. 5gnuno ha il suo copito da eseguire a
odo suo. Il ciclo sotto di te non ! inferiore. a ! solo forato per una necessit0 che esiste.
perch/ sappi che la fonte della saggezza che eette i cicli ! eternaente alla ricerca di nuovi
poteri da raggiungere. &appi che la conoscenza si raggiunge solo con la pratica. e la
saggezza si crea solo con la conoscenza. ed in -uesto odo i cicli sono creati dalla Legge.
&ono struenti per la con-uista della conoscenza. perch/ il Piano della Legge ! la onte di
Tutto. Il ciclo sotto non ! realente in basso. a ! solo differente nello spazio e nel tepo.
+a %oscienza l0 sta operando. e prova eno cose di -uelle che fai tu. 3 sappi che proprio
coe tu stai operando al eglio. cos7 sopra ci sono -uelli che stanno operando coe te con
altre Leggi. +a differenza che esiste tra i cicli ! solo nellabilit0 di operare con la Legge.
)oi. che siao stati nei cicli oltre a te. siao coloro che per prii avanzao dalla
Sorgente e. nel passaggio attraverso lo &pazio1*epo. abbiao ac-uisito labilit0 di usare le
Leggi del Pi9 .rande. che sono lontane dalla concezione delluoo. +0 non c! niente che
realente ! sotto di te. a solo una diversa attivit0 della Legge.
8uarda sopra e guarda sotto. troverai lo stesso. perch/ tutto ! parte dell&nione che
si trova alla Sorgente della Legge. +a coscienza inferiore ! una tua stessa parte. coe lo
siao noi.
*u da babino non avevi la conoscenza che ! venuta dopo. -uando sei diventato
uoo. Paragona i cicli alluoo nel suo viaggio dalla nascita alla orte. e vedi nel ciclo
inferiore il babino con la conoscenza che aveva2 guarda te stesso coe un babino
diventato pi grande che si arricchisce in conoscenza al passare del tepo. 8uarda )oi. il
babino cresciuto in aturit0 con la conoscenza e la saggezza che auenta con gli anni.
%os7. oh Thoth. sono i cicli di coscienza. figli in diverse fasi di crescita. eppure provenienti
tutti da ununica ;onte. la &aggezza. e tutti che torneranno nuovaente alla &aggezza.
Egli poi smise i parlare, e rimase in quel silen*io c#e $enne ai Signori. 6oi mi parl0
i nuo$o, iceno,
5h Thoth siao riasti a lungo ad Amenti. sorvegliando la -iamma della vita nelle
Sale. &appi. siao ancora parte dei nostri %icli con la nostra 4isione che si estende fino ad
54
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
essi ed oltre. &7. sappiao che fra tutte le cose nulla iporta. eccetto la crescita che
possiao raggiungere per la nostra 'nia. &appiao che la carne ! teporanea. +e cose
che sono pi iportanti per gli uoini. per noi non sono nulla. +e cose che cerchiao non
appartengono al corpo. a sono solo lo stato perfetto dell'nia. 6uando tu. coe gli
uoini. iparerai che nulla oltre il progresso dell'nia pu> contare alla fine. allora sarai
veraente libero da tutte le schiavit. libero di operare nellaronia della Legge. &appi. oh
uoo. devi raggiungere la perfezione. perch/ solo cos7 puoi raggiungere la eta. 'nche se
saprai che nulla ! perfetto. deve essere la tua aspirazione e la tua eta.
)a $oce el #ove nuo$amente si ferm0, e le parole iscesero nella mia coscien*a.
=esso cerco sempre pi+ sa""e**a per perfe*ionarmi nella Legge con il Tutto.
6resto anr0 "i+ alle Sale di Amenti a $i$ere sotto il freo iore della 'ita. 3oi, ai
quali #o inse"nato, non mi ri$erete mai pi+. .ppure io $i$r0 per sempre nella sa""e**a c#e
#o inse"nato.
5utto quello c#e l%uomo ', ' per la sua sa""e**a. 5utto quello c#e sar(, sar( il risultato
el suo scopo.
=scolta ora la mia $oce e i$enta pi+ "rane ell%uomo comune.
=l*a "li occ#i in alto, lascia c#e la Luce riempia il tuo essere, sii sempre un iglio
della Luce. 4olo con fatica potrai ele$arti al piano o$e la Luce ' il Tutto el Tutto. 4ii un
maestro i tutto quello c#e ti circona. Non essere mai sottomesso a"li effetti ella tua $ita.
/rea unque cause sempre pi+ perfette e con il tempo sarai un Sole della Luce.
4ia libera la tua =nima i ele$arsi sempre in alto, sia libera alla sc#ia$it+ e alle
catene ella notte. =l*a i tuoi occ#i al Sole nel cielo. 6er te lascia c#e sia il simbolo ella $ita.
4appi c#e sei la .rande Luce, perfetto nella tua stessa sfera, quano sarai libero.
Non "uarare mai l%"scurit,. =l*a "li occ#i allo spa*io al i sopra. )ascia c#e la tua
Luce risplena libera in alto e sarai un iglio della Luce.
Interpretazione di Doreal
alla Tavola +I
Thoth escri$e, a"li uomini el suo tempo, le epoc#e i quano i loro antenati lo
conobbero, e solo questo o$rebbe essere sufficiente a far capire loro il suo potere. Cli ricora
i essere stato il custoe ei misteri elle epoc#e passate e i a$erli "uiati allo stato
sel$a""io alla Luce. =fferma c#e ri$eler( alcuni ei misteri pi+ antic#i, c#e "li furono ri$elati,
insieme ai suoi antenati, ai igli della Luce e ai Signori dei )icli.
Thoth ri$ela come si pu0 aprire una $ia alle Sale di Amenti. 5racciano una linea a
an"olo "eometrico alla S-inge, si pu0 tro$are la c#ia$e per aprire la stan*a sacra sotto la
piramie.
- )icli i cui parla Thoth sono i cicli cosmici al lato positi$o i questo Arech al lato
ne"ati$o, $erso cui ci stiamo spostano. -l lato ne"ati$o i questo e il lato positi$o ell%altro
#anno ciascuno quattorici cicli cosmici. - Signori dei )icli apparten"ono al Tutto centrale i
o"ni )oscienza )osmica. /onoscono la perfe*ione finale i tutto.
6er la prima $olta Thoth accenna al Signore dal :asso, in altre parole appartenente al
ciclo cosmico inferiore. !"ni )oscienza )osmica, unque, #a c#i la rappresenta in tutti i cicli
cosmici.
-l Signore del #ove ice a Thoth c#e ' "rane e a$anti in coscien*a cosmica, ma c#e
ancora ci sono misteri i cui lui non ' a conoscen*a.
55
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
Thoth ' sapiente, eppure nascoste in o"ni )oscienza )osmica ci sono cose c#e non
conoscer( pienamente finc#& o"ni cosa i$err( &no.
)%espansione %o"ni coscien*a ' i$ersa, perc#& o"nuna sta aempieno a una parte
ifferente el piano infinito. !"nuna completa l%altra, cos2 c#e la crescita i una a"isce
sull%altra, reciprocamente. !"nuna ' necessaria quanto l%altra, anc#e se qualcuna aempie a
incaric#i pi+ importanti.
-n $erit( non c%' realmente sopra e sotto, perc#& questi sono termini comparati$i.
)e )oscienze )osmiche sono "li strumenti con cui il Latore della iaccola muta il
isorine e il )aos in "rdine e in Legge. !"nuna opera nel suo spa*io compieno le
necessarie fun*ioni. . il ciclo cosmico inferiore ' importante sia per il piano pi+ alto c#e per
l%altissimo. - cicli cosmici superiori sono soltanto i "rane abilit(.
5utte le )oscienze )osmiche in ultima analisi sono &no, proprio come tutte le =nime
sono uno nella )oscienza )osmica.
)a ifferen*a i capacit( elle )oscienze )osmiche superiori e inferiori ' para"onata
al ra"a**o e all%uomo. = Thoth ' presentato l%esempio i un microcosmo e un
macrocosmo, come sopra cosD sotto.
- Signori, anc#e se manifestanti in Amenti, sono colle"ati e fanno parte el loro stesso
ciclo cosmico. -l loro manifestarsi nei cicli cosmici ser$e allo scopo i aiutare la crescita
ell%anima umana, e trasmetterne i risultati alla loro stessa )oscienza )osmica, cos2 a porre
la base per la qualit( el isorine permesso i fluire a o"ni ciclo cosmico.
)a meta sar( la perfe*ione, anc#e se noi o$remo renerci conto c#e la $aluta*ione
ella perfe*ione iminuisce in propor*ione iretta alla nostra stessa crescita. <uello c#e o""i
sembra perfe*ione, omani sar( imperfe*ione, perc#& sappiamo c#e la perfe*ione non sar(
mai reali**ata neppure al Latore della iaccola.
Thoth ripete c#e $a a Amenti, $i$r( con Loro nella $erit( c#e #a imparato, quasi la
stessa cosa c#e #a etto .es9. Thoth ( il comano affinc#& si facciano tutti i tentati$i
possibili per renersi uno con la Luce.
Thoth termina la ta$ola con l%orine i al*are "li occ#i al Sole e liberarsi
all%"scurit,.
56
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
TA'"LA +II
La Legge di )ausa ed E--etto e La )hiave della Pro-ezia
=scolta o# uomo, le parole ella mia sa""e**a, ascolta la $oce i Thoth, l%Atlantideo.
Fo conquistato la Legge ello 4pa*ioE5empo. Fo ra""iunto la conoscen*a el futuro
el tempo. 4o c#e l%uomo nel suo mo$imento attra$erso lo 4pa*ioE5empo sar( sempre &no
con il Tutto.
4appi, o# uomo, c#e o"ni cosa el futuro ' un libro aperto c#e si pu0 le""ere. /ome
o"ni effetto far( pro"reire la sua causa, cos2 tutti "li effetti si ori"ineranno alla causa prima.
4appi c#e il futuro non ' fisso o stabile, ma $aria cos2 come $aria la causa c#e prouce un
effetto. !sser$a nella causa c#e porterai a effetto, e sicuramente ne $erai tutto il suo fine.
Nel "ran principio crebbe la )ausa Prima c#e mise in essere tutto ci0 c#e esiste. 5u,
tu stesso, sei l%effetto ella causalit( e a turno sarai ancora la causa i altri effetti.
/os2, o# uomo, sii certo c#e "li effetti c#e etermini saranno sempre cause i effetti
sempre pi+ perfetti. 4appi c#e il futuro non ' mai fisso, ma se"ue il libero arbitrio ell%uomo
quano si muo$e attra$erso i mo$imenti ello 4pa*ioE5empo, $erso la meta o$e ini*ia un
nuo$o tempo.
)%uomo pu0 solo le""ere il futuro per le cause c#e proucono effetti. /erca entro la
causa e sicuramente tro$erai l%effetto.
=scolta, o# uomo, mentre ti parlo el futuro, ti parlo ell%effetto c#e se"ue la causa.
4appi c#e l%uomo nel suo $ia""io a ifesa ella Luce cerca sempre i sfu""ire alla notte c#e
lo circona come le ombre circonano le stelle nel cielo e, come le stelle nel cielo infinito,
anc#e lui briller( attra$erso le ombre ella notte.
-l suo estino lo far( pro"reire sempre, finc#& sar( &no con la Luce. 42, anc#e
quano la sua $ia si tro$er( in me**o alle ombre, sempre a$anti a s& arer( la .rande Luce.
6er quanto sar( scura la $ia, $incer( le ombre c#e "li scorrono attorno come la notte.
)ontano nel futuro, $eo l%uomo nato nella Luce, libero all%"scurit, c#e "li incatena
l%=nima, $i$ente sen*a c#e i $incoli ell%"scurit, coprano la Luce, c#e ' Luce ella sua
=nima.
4appi, o# uomo, c#e prima c#e tu la ra""iun"a, molte ombre oscure caranno sulla tua
Luce, lottano per reprimere con le ombre ella tenebra la Luce ell%=nima c#e combatte per
essere libera.
Crane ' la lotta tra la Luce e l%"scurit,, antica e mai nuo$a. .ppure, "i( conosciuta
un tempo, lontano nel futuro, la Luce sar( Tutto e l%"scurit, car(.
=scolta, o# uomo, le mie parole i sa""e**a. 6reparati e la tua Luce non sar( le"ata.
)%uomo si ' al*ato, e l%uomo ' cauto come sempre, one i coscien*a fluiscono al "rane
abisso sotto i noi $erso il Sole ella loro meta.
3oi, fi"li miei, $i siete ele$ati a uno stato c#e era appena pi+ alto elle bestie, finc#&
siete i$enuti superiori a tutti "li uomini. .ppure prima c%erano altri pi+ "rani. . ancora $i
ico c#e prima i $oi altri sono cauti, e c#e $err( anc#e la $ostra fine.
. sulla terra, o$e ora imori, i barbari imoreranno, e a turno $i ele$erete $erso la
Luce. )%antica sa""e**a sar( imenticata, ma per sempre $i$r( nascosta a"li uomini.
42, nella terra c#e c#iami 6hem, le ra**e si ele$eranno e caranno. 5u sarai
imenticato ai -igli degli uomini. .ppure ti sposterai in uno spa*io stellare oltre a questo,
lascianoti ietro questo posto o$e #ai imorato.
57
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
)%=nima ell%uomo pro"reisce sempre, non le"ata a una stella qualsiasi. Da sempre
si muo$e $erso la "rane meta a$anti, o$e si issol$er( nella Luce el Tutto. 4appiate c#e
o$rete sempre pro"reire, mossi alla Legge i causa e effetto, finc#& alla fine entrambe
i$erranno &no.
42, uomo, opo c#e te ne sarai anato, altri si sposteranno nel luo"o o$e #ai $issuto.
/onoscen*a e sa""e**a saranno imenticate, e sopra$$i$r( solo una memoria e"li
Dei. /ome, per la mia conoscen*a, io sono un Dio per te, cos2 anc#e $oi sarete Dei el futuro,
per la $ostra conoscen*a molto lontana alla loro. .ppure sappiate c#e attra$erso tutte le ere,
l%uomo potr( acceere alla Legge quano lo $orr(.
)e ere a $enire $eranno la rinascita ella sa""e**a per c#i ereiter( il tuo posto su
questa stella. )oro, a turno, arri$eranno alla sa""e**a e impareranno a $incere l%"scurit,
con la Luce. .ppure "rane sar( la loro lotta attra$erso le ere, per riconursi alla libert( ella
Luce.
Dolti, le"ati all%"scurit,, lotteranno per allontanare altri alla Luce.
6oi sull%uomo $err( la "rane "uerra c#e far( tremare la Terra e scon$ol"er( il suo
corso.
42, i ratelli #eri pro$oc#eranno la "uerra tra la Luce e l%oscurit(.
<uano l%uomo nuo$amente conquister( l%oceano e $oler( in aria con ali come un
uccello, quano a$r( imparato a utili**are il fulmine, allora ini*ier( il tempo ella "uerra.
Crane sar( la batta"lia tra le for*e, "rane la lotta tra l%"scurit, e la Luce.
Na*ione si solle$er( contro na*ione usano le for*e oscure per istru""ere la Terra.
Armi di -orza faranno pian"ere "li uomini ella Terra, finc#& met( ei popoli se ne anr(.
=llora si faranno a$anti i igli del Mattino e aranno il loro eitto ai -igli degli uomini,
iceno,
5h uoini. settete di lottare con i vostri fratelli. &olo cos7 tornerete alla Luce.
Desisti con la tua iscredenza. oh fratello io. segui il caino e sappi che sarete giusti.
=llora "li uomini smetteranno i combattere, fratello contro fratello e pare contro
fi"lio. 6oi l%antica casa el mio popolo si solle$er( al suo posto sotto le one el cupo
oceano. <uini si aprir( l%Era della Luce, e tutti cerc#eranno la Luce ella meta. - ratelli
della Luce "o$erneranno il popolo. )%"scurit, ella notte sar( sconfitta.
42, i -igli degli uomini pro"reiranno e si ele$eranno $erso la "rane meta.
;i$enteranno igli della Luce. )e loro =nime saranno per sempre fiamma ella 7iamma. /i
saranno conoscen*a e sa""e**a nella "rane era ell%uomo, perc#& si sar( a$$icinato alla
fiamma eterna, la onte i tutta la sa""e**a, il luo"o el principio, c#e ' &no con la fine i
tutte le cose. 42, in un tempo ancora non nato, tutto sar( &no, e &no sar( Tutto. )%uomo,
fiamma perfetta i questo )osmo, s%inoltrer( $erso un luo"o nelle stelle. 42, si muo$er( a
fuori i questo 4pa*ioE5empo in un altro, i l( alle stelle.
= lun"o mi a$ete ascoltato, o# fi"li miei. = lun"o a$ete ascoltato la sa""e**a i
Thoth. =esso mi allontano a $oi nell%"scurit,. !ra $ao nelle Sale di Amenti, per
imorare l( nel futuro, quano la Luce ritorner( all%uomo.
.ppure, sappiate, il mio 4pirito sar( sempre con $oi, "uiano i $ostri passi nel
cammino ella Luce.
/ustoite i se"reti c#e $i lascio, e certamente il mio spirito $i prote""er( urante la
$ita.
5enete sempre i $ostri occ#i ri$olti al cammino $erso la sa""e**a. 5enete sempre pi+
la Luce come $ostra meta.
58
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
Non incatenate la $ostra =nima alla sc#ia$it+ ell%"scurit,8 lasciatela $olare libera
nel suo percorso $erso le stelle.
!ra parto per imorare a Amenti. 4iate i miei fi"li in questa $ita e nella prossima.
3err( il tempo quano anc#e $oi sarete immortali, $i$eno a era in era come Luce tra "li
uomini.
/ustoite l%entrata alle Sale di Amenti. /ustoite i se"reti c#e #o nascosto in me**o a
$oi. Non lasciate c#e la sa""e**a sia ata ai barbari. )a o$ete tenere a parte per arla a c#i
cerca la Luce.
=esso me ne $ao. Bice$ete la mia benei*ione. 6renete il mio cammino e se"uite
la Luce.
;ondi la tua 'nia con la .rande Essenza.
+ascia che la tua %oscienza sia &no con la .rande Luce.
%hiaai -uando hai bisogno di e.
Usa il io noe tre volte in fila9
)heAuetet Arelich 'olmalites.
(Pron: ciketet relitci vomalits)
Interpretazione di Doreal
alla Tavola +II
Thoth #a $into il tempo e quini #a la completa perce*ione ella Legge i causa e
effetto. : stato in "rao i penetrare il passato e l%effetto ella causa e i sapere c#e niente
succee per caso, e c#e il futuro non ' stabilito al fato, ma ra""iunto per la Legge i effetto
risultante alle cause c#e compone. ;alla causa prima all%estensione pi+ lontana, tutte le cose
e$ono muo$ersi secono questa Legge. 4apenolo, l%uomo e$e stare attento alle cause c#e
compone.
Thoth comincia a parlare el futuro secono le cause c#e ispone.
-l estino ell%uomo ' la combina*ione finale con la Luce, anc#e se si muo$e
nell%"scurit, urante le incarna*ioni materiali. <uano parla el futuro #ato Luce, sta
parlano el settimo ciclo. . parla anc#e el )aos c#e $err( prima, anc#e se alla fine la Luce
$incer( la tenebra.
-n epoc#e passate l%uomo si era s$iluppato e era arri$ato pi+ $icino allo stato Sole.
<uello c#e ' a$$enuto prima accar( ancora. <uelli i cui Thoth #a parlato pre$arranno e
moriranno, il loro posto sar( preso a un%altra ona i coscien*a pro$eniente a un pianeta
inferiore.
)%antica stirpe con il tempo sarebbe stata imenticata, e i "o$ernanti sarebbero
i$entati Dei per c#i sarebbe $enuto opo, cos2 fu per "siride, 5orus e Iside.
)%anima ell%uomo rimane su questo pianeta finc#& rice$e il primo "rao
%illumina*ione, poi passa a 'enere, quini a Mercurio e in fine al Sole, o$e i$enter( uno
con la )oscienza )osmica.
;opo c#e l%antica stirpe se ne an0, la conoscen*a c#e a$e$ano fu imenticata
all%uomo, eccetto c#e per c#i ne era custoe. )%antica lotta continuer(, l%uomo combatte
costantemente per riconquistare quello c#e #a peruto. /i sono alcuni, c#e si tro$ano in
"rane isorine, c#e lotteranno per portare inietro "li altri, ma la Luce o$r( conquistare la
tenebra, l%"rdine $incere il isorine, anc#e se la Terra tremer( per il combattimento.
59
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
4econo la profe*ia, il tempo nel quale tutto questo o$r( a$$enire ' quello attuale.
)a profe*ia in questa pa"ina ' cos2 c#iara a non a$ere biso"no i commento, a parte
c#e stiamo attualmente entrano nel perioo i cui si parla.
=lla fine la Luce re"ner( e l%uomo i$enter( &no con la )oscienza tutto per$aente e
passer( come &no in un ciclo cosmico superiore.
Thoth si prepara a lasciare la Terra esterna e tornare a Amenti, metteno il suo corpo
sotto il iore della 'ita, mentre la sua =nima anr( altro$e. 6romette c#e ritorner( quano
l%uomo si ele$er( nuo$amente alla Luce,.
)i esorta a custoire i se"reti c#e #a ato, e particolarmente l%entrata alle Sale di
Amenti. /ome siano stati ben custoiti questi se"reti ' imostrato al fatto c#e lo sono ancora
o""i.
60
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
TA'"LA +III
Le )hiavi della 'ita e della Morte
=scolta, o# uomo, ascolta la mia sa""e**a. =scolta il 'er*o c#e ti colmer( i 'ita.
=scolta il 'er*o c#e $incer( la tenebra. =scolta la $oce c#e sconfi""er( la notte.
Distero e sa""e**a #o portato ai miei fi"li8 conoscen*a e potere pro$enienti ai tempi
antic#i. Non sapete c#e sar( aperta o"ni cosa quano tro$erete l%unione i tuttoJ
;o$ete essere 1no con i Maestri del Mistero, )onAuistatori della Morte e Maestri
della 'ita.
42, o$ete conoscere il iore di Amenti, il iore della 'ita c#e risplene nelle Sale.
/on lo 4pirito o$ete ra""iun"ere le Sale di Amenti e riportare la sa""e**a c#e $i$e nella
Luce. 4appiate c#e l%accesso al potere ' se"reto. 4appiate c#e l%accesso alla $ita ' attra$erso
la morte. 42, attra$erso la morte, ma non come la conoscete. =ttra$erso una morte c#e ' $ita,
e ' fuoco e ' Luce.
;esieri conoscere il profono, nascosto se"retoJ Cuara nel tuo cuore o$e '
incatenata la conoscen*a. 4appi c#e il se"reto ' nascosto in te, Sorgente i tutta la $ita e fonte
i tutta la morte.
=scolta, o# uomo, mentre ti s$elo il se"reto ei tempi antic#i.
6rofono nel cuore ella Terra si tro$a il iore, la fonte ello Spirito c#e le"a tutto
nella sua forma. 6erc#& sappi c#e la Terra sta $i$eno in un corpo, come tu sei $i$o nel tuo.
-l iore della 'ita corrispone in te alla see el tuo Spirito, e scorre attra$erso la
Terra come tu fluisci attra$erso la tua forma8 ano $ita alla Terra e ai suoi fi"li,
rinno$ano lo Spirito a forma a forma. <uesto ' lo Spirito c#e forma il tuo corpo,
moellanoti e mescolanoti nella sua forma.
4appi, o# uomo, c#e la tua forma ' uplice, e mentre esiste ' equilibrata nelle polarit(.
4appi c#e quano ti si a$$icina rapiamente la Morte, ' solamente perc#& il tuo equilibrio '
istrutto. : solamente perc#& ' stato perso un polo.
4appi c#e quano il tuo corpo ' in pieno equilibrio non potr( mai essere sfiorato alle
ita ella Morte.
42, perfino la s$entura pu0 toccarti solo quano non c%' equilibrio. <uano sei in
equilibrio bilanciato, $i$rai nel tempo e non sarai toccato alla Morte.
4appi c#e sei la perfe*ione equilibrata, e esisti a causa ell%equilibrio ei tuoi poli.
<uano, in te, un polo si abbassa, l%equilibrio ella $ita ti si allontana rapiamente, e unque
ti si a$$icina la frea Morte, portanoti il cambiamento ella $ita sbilanciata.
4appi c#e il se"reto ella $ita in Amenti ' il se"reto per reinte"rare l%equilibrio ei
poli. 5utto quello c#e esiste #a forma e ' $i$o "ra*ie allo Spirito ella $ita nei suoi poli.
Non $ei c#e nel cuore ella Terra c%' l%equilibrio i tutte le cose c#e esistono e sono
state sulla sua superficieJ
)a sor"ente el tuo spirito parte al cuore ella Terra, perc#& nella tua forma tu sei
uno con la Terra.
<uano #ai imparato a tenere il tuo equilibrio, allora attirerai in equilibrio la Terra.
.sisterai finc#& la Terra esiste, cambiano nella forma solo quano la Terra cambier(, non
assaporano la morte, ma uno con il pianeta, manteneno la tua forma finc#& tutto sparir(.
'scolta. oh uoo. voglio svelarti il segreto cos7 che anche tu possa assaporare di
non cabiare. Unora ogni giorno devi stare con la tua testa rivolta verso la direzione del
61
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
polo positivo <nord=. Unora ogni giorno devi stare con la testa rivolta verso la direzione
del polo negativo <sud=. (entre la testa ! rivolta verso nord. antieni la tua coscienza dal
petto alla testa. 3 -uando la testa ! rivolta verso sud. antieni il tuo pensiero dal petto ai
piedi. *ieniti in e-uilibrio una volta ogni sette giorni. ed il tuo bilanciaento si conserver0
al copleto del suo vigore. &7. se sei vecchio. il tuo corpo si rinnover0 e la tua forza
diventer0 coe -uella di un giovane. 6uesto ! il segreto noto ai Maestri. con il -uale
tenevano a distanza le dita della Morte. )on trascurare di seguire il percorso che ti ho
indicato. perch/ -uando vai verso i cento anni trascurarlo significher0 larrivo della
Morte.
=scolta le mie parole e se"ui il percorso. 5ieniti in equilibrio e continua a $i$ere la
$ita.
=scolta, o# uomo, e se"ui la mia $oce. =scolta la sa""e**a c#e ti parla ella Morte.
6uando sei alla fine della tua opera. puoi desiderare di lasciare -uesta vita e
passare al piano dove vivono i Soli del Mattino. e sarai coe i igli della Luce. Passa
senza dolore e senza dispiacere al piano dove c! leterna Luce.
Pria distenditi in riposo con la testa ad est. Incrocia le ani sulla Sorgente della
tua vita <plesso solare=. Poni la tua coscienza al centro vitale. ,uotala e dividila a nord ed
a sud.
(andane una parte verso nord. Poi andane laltra verso sud. ,ilassa la presa al
tuo essere. Davanti la loro fora voler0 la tua scintilla dargento. in alto ed in avanti verso
il &ole del attino. ardente di Luce. uno con la sua Sorgente. +a fiaa arder0 l0. finch/
sar0 creato il desiderio. Poi ritorner0 in un luogo ed in una fora. &appiate. oh uoini.
che cos7 passano le grandi 'nie. passando a volont0 da vita a vita. %os7 sepre passa
lAvatar. decidendo la propria Morte. coe la propria 'ita.
@)a se"uente ' la c#ia$e per mantenere la coscien*a al momento ella morte, cos2 c#e
questa memoria sia portata a un%incarna*ione all%altraA.
'scolta. oh uoo. ipregnati della ia saggezza. Ipara il segreto che ! (aestro
del *epo. Ipara coe coloro che chiai Maestri sono capaci di ricordare le vite del
passato. 8rande ! il segreto eppure facile da iparare. dandoti la aestria del tepo.
6uando la orte rapida ti si avvicina. non teere. a sappi che sei Maestro della Morte.
,ilassa il tuo corpo. non resistere con tensioni. Poni nel tuo cuore la fiaa della tua
'nia. Poi rapidaente spostala al centro del triangolo. *rattienila un oento. Poi
uovila alla eta. 6uesta tua eta ! il punto tra le sopracciglia. il punto dove la eoria
della vita deve antenere il doinio. (antieni la fiaa -ui. nel centro della ente. finch/
le dita della Morte afferreranno la tua 'nia. Poi passerai attraverso lo stato di
transizione. e sicuraente scorreranno anche le eorie della vita. 'llora il passato sar0
uno con il presente e dun-ue sar0 conservata la eoria di tutto. &arai libero da tutte le
regressioni. +e cose del passato vivranno nelloggi.
1omo, #ai ascoltato la $oce ella mia sa""e**a. 4e"uila e $i$rai come me attra$erso le
ere.
Interpretazione di Doreal
alla Tavola +III
62
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
Thoth #a promesso %inse"nare il se"reto el iore della 'ita. <uano si ra""iun"e
l%unione, si e$e anare a Amenti.
-l iore della 'ita ' il plesso solare ella Terra. ;a questo punto lo 4pirito fluisce,
conser$ano la Terra in forma.
/os2 come nella Terra lo stesso 4pirito ' nell%uomo, solo i$erso in quantit(.
)%uomo ' uale in polarit(, quano un polo si sbilancia, l%equilibrio el corpo '
compromesso e compaiono malattia e morte. -l perfetto equilibrio elle polarit( elimina
malattia e morte.
-l iore della 'ita esercita un effetto equilibrante sulle polarit( el corpo,
mantenenole in equilibrio.
-l resto i questa ta$ola ' cos2 c#iaro c#e non ric#iee interpreta*ione, perc#& inica
solo eterminate formule.
63
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
TA'"LA +I'
Divenendo Tre 'olte .rande
Supplementare
=scolta, o# uomo, la profona sa""e**a se"reta, persa al mono sin al tempo e"li
A*itanti, peruta e imenticata a"li uomini i questa epoca.
4appi c#e la Terra ' un portale, custoito a poteri sconosciuti all%uomo. .ppure i
Signori #eri nasconono l%entrata c#e conuce alla Terra nata in /ielo.
4appi c#e la $ia alla sfera i Arulu ' custoita a barriere aperte solo all%uomo nato
nella Luce.
4ulla Terra sono etentore elle c#ia$i elle porte el Sacro Suolo.
Fo orinato con poteri oltre ai miei, i lasciare le c#ia$i al mono ell%uomo. 6rima
ella mia ipartita, $i lascio i Segreti per liberar$i alla sc#ia$it+ ell%"scurit, e "ettare le
catene ella carne c#e $i #anno $incolato, e per ele$ar$i alla tenebra alla Luce.
4appiate c#e la $ostra anima o$r( essere purificata alla sua oscurit(, altrimenti non
entrerete mai ai portali ella Luce. <uini pon"o i Misteri tra $oi, cos2 c#e i Segreti
potranno sempre essere ritro$ati.
42, anc#e se l%uomo cae nella tenebra, sempre la Luce splener( come una "uia.
Nascosta nella tenebra, $elata in simboli, sar( sempre ritro$ata la $ia al portale. )%uomo in
futuro ne"#er( i misteri, ma sempre il ricercatore tro$er( la $ia.
!ra $i comano i mantenere i miei se"reti, affianoli solo a c#i a$ete esaminato,
cos2 c#e il puro non possa essere corrotto, cos2 c#e il potere ella 3erit( possa pre$alere.
=scolta ora la ri$ela*ione el Mistero. =scolta i simboli el Mistero c#e o. 7anne
una reli"ione, perc#& cos2 la sua essen*a rimarr(.
/i sono ue re"ioni tra questa $ita e il .rande &no, percorse alle =nime c#e
lasciano questa Terra, Duat, la casa el potere ell%illusione, e Se>het 5etspet, la )asa degli
Dei.
"siride ' il simbolo el custoe el portale, c#e respin"e le anime e"li uomini
ine"ni.
=l i l( c%' la sfera ei poteri ei nati in cielo, Arulu, il luo"o o$e sono passati i
.randi. )(, quano a$r0 portato a termine il mio incarico tra "li uomini, mi unir0 ai .randi
ella mia antica casa.
Sette sono le mansioni ella casa el Potente8
Tre sor$e"lia il portale i o"ni casa all%"scurit,8
@uindici sono le $ie c#e conucono a Duat.
Dodici sono le case ei Signori dellIllusione, i fronte a @uattro 'ie, o"nuna i$ersa
all%altra.
@uarantadue sono i "rani poteri, "iuicanti i Morti c#e cercano il portale.
@uattro sono i igli di 5orus.
Due sono le .uardie ell%Est e ell%"vest i Iside, la mare c#e implora per i suoi
fi"li, Be"ina ella )una, riflettente il Sole.
:a ' l%essen*a, sempre $i$ente.
6a ' l%!mbra c#e l%uomo conosce come $ita.
:a non $iene finc#& 6a ' incarnato.
<uesti sono i misteri a preser$are attra$erso le ere.
64
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
4ono le )hiavi i 'ita e i Morte.
!ra ascolta il Distero ei Disteri, impara el cerc#io sen*a principio e sen*a fine, la
forma i )olui c#e ' &no e nel Tutto.
=scolta e senti, $ai a$anti e applicalo, perc#& cos2 percorrerai la mia $ia.
Distero nel Distero, eppure c#iaro per il nato nella Luce, ora ti ri$eler0 il 4e"reto i
tutto.
;ic#iarer0 un se"reto all%ini*iato, ma fai c#e la porta sia ben c#iusa al profano.
Tre ' il mistero, pro$eniente al .rande &no.
=scolta, e la Luce scener( su i te.
=i primori, imora$ano Tre Entit,. !ltre queste, non pote$a esistere nessuno.
<ueste sono l%equilibrio, la fonte ella crea*ione, un Dio, una 'erit,, un Punto di
Li*ert,.
Tre pro$en"ono al Tre ell%equilibrio, tutta la 'ita, tutto il :ene, tutto il Potere.
Tre sono le qualit( i Dio nella sua imora i Luce, infinito Potere, infinita Saggezza,
infinito Amore.
Tre sono i poteri ati ai Maestri, mutare il male, assistere il *uono, usare il
discernimento.
Tre sono le cose ine$itabili c#e Dio rappresenta, potere mani-esto, saggezza e
amore.
Tre sono i poteri c#e creano tutte le cose, il Divino Amore, posseeno la conoscen*a
perfetta, la Divina Saggezza, conosceno tutti "li strumenti possibili, il Divino Potere,
posseeno l%unione ella $olont( el Divino Amore e ella Divina Saggezza.
Tre sono i cerc#i @statiA %esisten*a,
-l )erchio di Luce o$e imora null%altro c#e Dio, e c#e solo Dio pu0 attra$ersare8
-l )erchio del )aos o$e tutte le cose per natura sor"ono alla Morte8
-l )erchio della )onsapevolezza o$e tutte le cose scaturiscono alla 'ita.
5utte le cose animate apparten"ono ai Tre stati ell%esisten*a, )aos o morte, Li*ert,
nell%umanit( e elicit, in )ielo.
Tre necessit( controllano tutte le cose, il principio nel .rande Pro-ondo, il cerc#io el
)aos, la piene**a in )ielo.
Tre sono i percorsi ell%=nima, &omo, Li*ert,, Luce.
Tre sono "li ostacoli, mancan*a %impe"no per ottenere la conoscen*a, non e$o*ione
a Dio, attaccamento al male.
Nell%uomo, i Tre sono manifesti.
Tre sono i Re el potere interiore.
Tre sono le stanze dei misteri, tro$ate ma non ancora tro$ate nel corpo ell%uomo.
4enti ora i c#i si ' liberato, reento alla sc#ia$it+ ella $ita alla Luce. /on la
conoscen*a, la fonte i tutti i moni si aprir(. 42, perfino le Porte di Arulu non saranno
sbarrate.
5utta$ia atten*ione, o# uomo, per c#i tenter( i entrare in cielo. 4e non sei e"no,
me"lio sarebbe caere nel fuoco.
4appi c#e i )elestiali passano attra$erso la pura fiamma. = o"ni ri$olu*ione ei cieli,
combattono nelle fontane ella Luce.
=scolta, o# uomo, questo mistero.
5anto tempo fa, prima c#e tu fossi nato uomo, imorai nell%antica Atlantide. )( nel
Tempio be$$i ella 4a""e**a, $ersata come una fontana i Luce all%A*itante.
5i o la c#ia$e per ascenere alla 6resen*a ella Luce nel Crane mono.
65
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
Di tro$ai a$anti al Sacro &no seuto sul 5rono nel iore di uoco.
.ra $elato alla luminosit( ell%"scurit,, tanto c#e la mia =nima fu turbata alla
Cloria.
;a$anti ai piei el suo 5rono come iamante, s"or"arono quattro fiumi i fuoco al
suo po""iapiei, e si ri$ersarono attra$erso i canali elle nu$ole al mono ell%1omo. )a sala
fu piena e"li Spiriti del )ielo. Dera$i"lia elle mera$i"lie era il Palazzo Stellato.
-n alto nel cielo, come un arcobaleno i uoco e i Luce el Sole, erano formati "li
spiriti. /anta$ano le "lorie el Sacro &no. 6oi in me**o al uoco $enne una $oce,
8uardate la 8loria della )ausa Prima.
!sser$ai c#e la Luce, alta sopra tutta l%"scurit,, si riflette$a nel mio stesso essere.
Ciunsi, come era, al Dio i tutti "li Dei, lo Spirito Sole, il Sovrano elle S-ere Sole.
=ncora la 3oce isse,
%! uno. persino il Prio. che non ha principio. non ha fine. che ha fatto tutte le
cose. che governa tutto. che ! buono. che ! giusto. che illuina. che sostiene.
6oi al 5rono s"or"0 un "rane ful"ore, circonano e solle$ano la mia anima con la
sua poten*a. Bapiamente mi mossi attra$erso "li spa*i el )ielo e mi fu inicato il mistero
ei misteri, mi fu mostrato il 4e"reto /uore el )osmo.
7ui conotto alla terra i Arulu, a$anti ai Signori nelle loro )ase. =prirono la 6orta
affinc#& potessi "uarare il )aos primoriale.
)a mia anima fu scon$olta alla $ista ell%orrore e inietre""i0 a quell%oceano
%"scurit,.
;unque $ii la necessit( elle barriere, $ii la necessit( ei Signori di Arulu. 4olo
loro, con il loro infinito equilibrio, pote$ano rimanere sulla $ia el fluente )aos. 4olo loro
pote$ano custoire la crea*ione i Dio.
6oi passai intorno al cerc#io ell%"tto. 3ii tutte le anime c#e a$e$ano $into la
tenebra. 3ii lo splenore ella Luce o$e imora$ano.
;esiera$o prenere posto nel loro cerc#io, ma esiera$o anc#e la $ia c#e a$e$o
scelto, quano sta$o nelle Sale di Amenti e a$e$o eciso l%incarico c#e a$rei compiuto.
6assai alle Sale di Arulu "i+ nello spa*io ella Terra o$e "iace il mio corpo. Di
al*ai alla Terra o$e riposa$o. 7ui a$anti all%A*itante. 7eci la promessa i rinunciare al
mio .rande Diritto finc#& il mio la$oro sulla Terra sarebbe stato compiuto, finc#& l%.ra
ell%"scurit, sarebbe passata.
=scolta, o# uomo, le parole c#e ti ir0. -n esse tro$erai l%.ssen*a ella 3ita. 6rima el
mio ritorno nelle Sale di Amenti, e$o inse"narti i Segreti dei Segreti, in moo c#e anc#e tu
possa ele$arti alla Luce. 6reser$ali e custoiscili, nasconili in simboli, cos2 c#e il profano
ria e rinunci.
-n o"ni paese, or"ani**a i misteri. =l ricercatore reni la $ia ifficile a percorrere.
/os2 il ebole e il titubante saranno respinti.
/os2 i se"reti saranno nascosti e custoiti, preser$ati fino al momento in cui sar( "irata
la ruota.
Nei secoli bui, aspettano e osser$ano, il mio 4pirito rimarr( nella profona terra
nascosta.
<uano qualcuno #a superato tutte le pro$e fisic#e, mi c#iami con la )hiave c#e
conser$a. =llora io, l%Iniziatore, risponer0, $err0 alle Sale degli Dei in Amenti. =llora
rice$er0 l%ini*iato e "li ar0 le parole el potere.
66
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
=scolta, ricora queste parole i a$$ertimento, non conurmi il carente i sa""e**a,
l%impuro i cuore o il ebole nel suo proposito. =ltrimenti ti to"lier0 il potere i ric#iamarmi
al luo"o el mio sonno.
3ai a$anti e $inci l%elemento ella tenebra.
.salta nella tua natura la tua essen*a i Luce.
!ra procei e c#iama i tuoi fratelli cos2 c#e io possa impartire loro la mia sa""e**a,
illuminano il loro cammino quano non ci sar( pi+ la mia presen*a. 3ieni nella stan*a sotto
il mio Tempio. Non man"iare cibo finc#& tre "iorni non siano passati. )( ti ar0 l%essen*a
ella sa""e**a cos2 c#e con il potere potrai risplenere tra "li uomini.
)( ti ar0 i se"reti cos2 c#e anc#e tu potrai le$arti ai /ieli. 5u sei 1omoE;io in 3erit(
come in essen*a.
!ra parti e lasciami, mentre c#iamo quelli i cui sai ma c#e ancora non conosci.
67
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
TA'"LA +'
Il Segreto dei Segreti
Supplementare
!ra $i riunisco, fi"li miei, c#e aspettate i ascoltare il Segreto dei Segreti c#e $i ar(
il potere i s$elare l%1omoE;io, e $i ar( la $ia alla $ita .terna.
6arler0 c#iaramente i Misteri Svelati. Non $i far0 iscorsi oscuri. =scoltate aesso,
fi"li miei. =scoltate e obbeite alle parole c#e ir0.
6rima parler0 ei ceppi ell%oscurit( c#e $i le"ano in catene alla sfera ella Terra.
*enebra e Luce sono entrabi di una natura. diverse solo in apparenza. perch/
ognuna sorge dalla fonte di Tutto.
+a Tene*ra ! disordine.
+a Luce ! 5rdine.
+a *enebra trasforata ! Luce della Luce.
6uesta. figli iei. ! la vostra eta in essere9 la trasforazione della tenebra in Luce.
!ra ascoltate il mistero ella natura, le rela*ioni ella $ita alla Terra o$e imora.
4appi c#e per natura sei triplice, -isico, astrale e mentale in uno.
Tre sono le qualit( i o"ni natura, nove in tutto, come sopra, cosD sotto.
Nel fisico i canali sono questi, il Sangue c#e si muo$e in moto $orticoso, rea"eno sul
cuore per continuare il suo battito, il Magnetismo c#e si muo$e attra$erso il percorso ner$oso,
portatore i ener"ie a tutte le cellule e ai tessuti, l%A>asha c#e fluisce attra$erso i canali,
sottile ma fisica, perfe*ionanoli.
!"nuno ei tre sintoni**ato con "li altri, o"nuno inerente alla $ita el corpo.
7ormano l%intelaiatura sc#eletrica attra$erso cui fluisce il sottile etere. -l 4e"reto ella
3ita nel corpo si tro$a nella loro maestria. )asciati solo per $olere ell%aepto, quano il suo
proposito i $i$ere ' compiuto.
Tre sono le nature in Astrale, intermeiario tra sopra e sotto, non el 7isico, non ello
4pirituale, ma in "rao i muo$ersi tra sopra e sotto.
Tre sono le nature ella Mente, portatrice ella 3olont( el .rande &no. =rbitro i
/ausa e .ffetto nella tua $ita.
/os2 ' formato l%essere triplice, iretto a sopra per il potere el @uattro.
4opra e i l( alla triplice natura ell%uomo, c%' il re"no el SE Spirituale.
@uattro ' in qualit(, splenente in o"nuno ei piani %esisten*a, ma Tredici in uno, il
numero mistico.
Lasati sulle qualit( ell%uomo sono i ratelli, o"nuno e$e iri"ere lo spie"arsi
ell%essere, o"nuno e$e essere canale el .rande &no.
4ulla Terra l%uomo si tro$a in sc#ia$it+, le"ato allo spa*io e al tempo al piano ella
Terra.
/in"ente o"ni pianeta c%' un%ona i $ibra*ione, c#e lo $incola al suo piano i
e$olu*ione. .ppure nell%uomo c%' la /#ia$e per liberarsi, nell%uomo si pu0 tro$are la libert(.
6uando avete liberato il s/ dal corpo. vi alleggerirete dei legai esterni al vostro
piano1terra. Pronunziate la parola Dor?E?Lil?La. Poi per un periodo la vostra Luce sar0
sollevata. libera potr0 oltrepassare le barriere dello spazio. Per un tepo della et0 del
sole <sei ore=. potete passare liberi le barriere del piano1terra. vedere e conoscere coloro
68
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
che sono di l0 da voi. &7. potrete passare nei ondi pi alti e vedere le vostre possibili
altezze di copiento. conoscere tutti gli avvenienti terreni dell'nia.
4ei le"ato al tuo corpo, ma con il potere puoi essere libero. <uesto ' il 4e"reto per cui
la sc#ia$it+ e$e essere sostituita alla libert(.
+ascia che la tua ente sia cala. ;ai riposare il corpo9 conscio solo della libert0
dalla carne.
%oncentrati sulla eta del tuo desiderio. Pensa di continuo ad essere libero. Pensa
a -uesta parola9 La?&m?I?L?.an. ,ipetutaente lasciala risuonare nella tua ente.
+asciati trasportare dal suono al luogo del tuo desiderio. +ibero dalla schiavit
della carne per tua volont0.
=scolta mentre ti o il pi+ "rane ei se"reti, come entrare nelle Sale di Amenti, come
entrare nel luo"o e"li immortali come feci io, a$anti ai Signori nei loro posti.
(ettiti supino con il corpo rilassato. %ala la tua ente in odo che il pensiero non
ti disturbi. Devi essere puro nella ente e nel proposito. altrienti arriverai solo al
falliento. 4isualizza Amenti coe te lho descritta nelle ie Tavole. Desidera con tutto il
cuore di essere l0. %on locchio della ente sii davanti ai Signori. Pronuncia
<entalente= le parole di potere che ti do9
Me>ut?El?Sha*?El
5ale?Sur?:en?El?!a*rut
!in?E-rim?@uar?El.
,ilassa la ente ed il corpo. Poi sii certo che sarai chiaato.
!ra ti o la )hiave per Sham*ala, il luo"o o$e i miei ratelli $i$ono nella tenebra,
tenebra, ma colma i Luce el Sole.
5enebra ella Terra, ma Luce ello Spirito, "uia per te quano il mio "iorno sar(
finito.
Bilassa il tuo corpo come ti #o inse"nato. !ltrepassa le barriere el profono, nascosto
posto. Bimani a$anti alle entrate e ai loro "uariani. !rina loro i lasciarti entrare con
queste parole,
Io sono la Luce. In e non c! "scurit,. &ono libero dalla schiavit della notte.
'prite la via dei Dodici e dell&no. cos7 che io possa passare nei regni della saggezza.
4e rifiutano, come certamente faranno, orina loro i aprire con queste parole i
potere,
Io sono la Luce. Per e non esistono barriere.
'prite. ve lordino. per il Segreto dei Segreti.
Edom?El?Ahim?Sa**ert?!ur Adom.
<uini se le tue parole sono state la 4erit0 pi+ alta, per te sar( aperto e le barriere
caranno.
!ra, $i lascio, fi"li miei.
Ci+, eppure su, anr0 alle Sale.
/onquistate la $ia c#e $i porta a me, fi"li miei.
;i$enterete $eramente i miei fratelli.
/os2 termino le mie scritture.
)asciate c#e siano )hiavi per c#i $err( opo.
Da solamente per c#i cerca la mia sa""e**a, perc#& solo per questi sono la )hiave e la
'ia.
69
Le Tavole di Smeraldo di Thoth, lAtlantideo
70