Sei sulla pagina 1di 44

SANDS FROM MARS ISSUE 18

Numero dedicato alle luci e alle ombre Ci che ci aspetta nel buio, ci che noi ci aspettiamo dalla luce, cose alla luce del sole e cose che possono avvenire solo con le tenebre. SOMMARIO SCRITTE INQUIETANTI STORIE DI FANTASMI GIAPPONESI LE STRANEZZE DI GOOGLE IL TOPO DI MARTE ROMANTICA NESSIE ADDIO? MARTE E DAVVERO COSI INOSPITALE COME CI HANNO SEMPRE RACCONTATO ? LA NSA DICE CHE GLI ALIENI ESISTONO E SE LO DICONO LORO WHITE NOISE ANCORA SI PARLA DI JACK NUMERI ARRETRATI DI SANDS FROM MARS ED AGGIORNAMENTI

SCRITTE INQUIETANTI La colonia di Roanoke fu il secondo insediamento inglese nel territorio nord Americano. Nel 1585 e nel 1587 vennero tentati i primi insediamenti che finirono in tragedia, sia dalla parte degli indigeni, sia dalla parte dei coloni.

La prima colonia capitanata da Sir Grenville e Sir Lane ebbe un epilogo sanguinoso, in quanto gli indigeni mal sopportavano la presenza di quelli che loro ritenevano degli intrusi, e spesso cerano piccoli attacchi da parte loro verso i coloni, furti di materiale e di cibo.

Alla fine stanchi di stare sulla difensiva, gli inglesi attaccarono gli indigeni che perdettero il loro capo trib Winginia, ma anche i coloni vennero decimati e ridotti da pi di un centinaio tra uomini, donne e bambini in qualche decina. Riportati in patria da Sir Francis Drake vennero lasciati a guardia dellaccampamento 15 persone, con lintento di tornare a riprenderli con il secondo tentativo dinsediamento.

La seconda spedizione guidata da Sir John White aveva lo scopo di portare oltre cento coloni sullisola e recuperare i volontari lasciati da Drake ma di questi ultimi non se ne trov pi traccia e si ritenne che fossero stati uccisi dagli indigeni

e che nei due anni che trascorsero tra il primo ed il secondo tentativo, dei corpi delle vittime non ne fosse pi rimasto un brandello.

Un mese pi tardi nacque Virginia Dare la prima bambina inglese nata nel territorio Americano. Ben presto White dovette far ritorno in patria per gli approvvigionamenti ma a causa della guerra di Spagna non riusc a fare ritorno che tre anni dopo, ma quando vi torn ci che si trov di fronte non se lo sarebbe mai aspettato nessuno: ogni traccia di quelle persone circa un centinaio tra donne, uomini e bambini e persino qualche animale, sembravano scomparsi nel nulla lasciando ogni cosa nelle proprie tende ed abitazioni. Ogni pi piccolo oggetto personale, vestiti, e persino quel poco cibo di cui disponevano era stato lasciato l, ma ancora lorrore non si era concluso. Proprio allentrata dellaccampamento vi si ergeva una sorta di portale che era lunico modo per entrare nel villaggio tutto recintato da una fitta palizzata e su di un tronco della palizzata e sopra un albero posto proprio vicino al portale si poteva leggere una scritta misteriosa apparentemente scritta con le unghie: CROATOAN.

White aveva dato delle precise istruzioni su cosa fare se i coloni si fossero trovati in difficolt o fossero stati costretti a fuggire, tra cui: lasciare lisola solo in caso di vita o di morte e spostarsi su quella pi vicina e molto probabilmente disabitata, lasciare una scritta chiara e breve che indicasse dove trovarli accompagnati da una croce di Malta, questo per essere sicuri che fossero stati davvero i coloni a scriverla e non qualche indigeno.

La scritta misteriosa poteva riferirsi allisola di Croatoan molto vicina a quella occupata ma White non pot controllare a causa di una improvvisa e disastrosa tempesta che si abbatt su tutta la zona.

Nessuna ipotesi formulata in seguito diede una risposta esauriente a quel che fu il destino di tutte quelle persone. I coloni avrebbero potuto raggiungere laltra isola perch minacciati dagli indigeni o da una tempesta e dispersi in mare, ma questo appare poco probabile, perch almeno un corpo sarebbe stato ritrovato prima o poi, oltre al fatto che scapparsene via senza oggetti indispensabili come occhiali, vestiti e soprattutto cibo sembrerebbe leffetto di una scelta fatta in modo troppo frettoloso. Nulla nel campo venne trovato fuori posto o quantomeno buttato a soqquadro come sarebbe stato prevedibile se gli indigeni avessero attaccato i coloni. Non venne trovato neppure un solo corpo, mentre se nel caso plausibile fossero stati attaccati ed uccisi, sarebbe stato normale che avessero impalato i corpi come monito per possibili altri visitatori a cui far capire di non essere graditi. Se fossero stati addirittura rapiti, uccisi e poi sepolti, un cos grosso numero di fosse non avrebbe potuto passare inosservato, senza pensare che il tutto sarebbe successo nel caos pi totale, quindi tutto il contrario di ci che venne trovato.

Perch incidere sul tronco e sulla palizzata la scritta con le unghie e non con un coltello, e che senso avrebbe avuto poi, se non centrava nulla lisola vicina? Forse veniva da l la minaccia? Perch nessun segno fu trovato? Forse il mistero in parte potrebbe essere svelato pensando allisola di Krakatoa non per nulla distante da l che venne distrutta da una tremenda eruzione del vulcano che come aveva creato lisola secoli prima, cos la distrusse nel 1883 quasi 5 secoli dopo.

Il suo nome in indonesiano significa isola di fuoco, riferito appunto alla presenza del vulcano. Forse la scritta Kroatoan che si assomiglia molto alla lingua indonesiana potrebbe stare a significare isola maledetta, ma anche in quel caso, perch scriverlo nella lingua degli indigeni e non in quella inglese? Forse avrebbe potuto essere stato proprio un indigeno a scriverla in quanto servisse come avvertimento per altri che dovessero toccare quelle coste e questo porterebbe alla conclusione che siano stati attaccati anche loro da qualcosa dimprevedibile, disastroso e mortale, ma anche talmente immediato da lasciare tutto cos com. La colonia perduta, cos come viene chiamata ancora adesso rimane in effetti misteriosamente scomparsa anche dopo secoli e forse non se ne scoprir mai la causa.

SCHEDA FILMUP Titolo originale: Vanishing on 7th Street Nazione: U.S.A. Anno: 2010 Genere: Thriller Durata: 90' Regia: Brad Anderson Sito ufficiale: www.magnetreleasing.com/vanishingon7th Sito italiano: www.vanishingilfilm.com Cast: Hayden Christensen, John Leguizamo, Thandie Newton, Jacob Latimore, Taylor Groothuis, Jordan Trovillion, Arthur Cartwright, Neal Huff, Larry Fessenden. Produzione: Herrick Entertainment, Mandalay Vision Distribuzione: One Movie Data di uscita: 29 Luglio 2011 (cinema)

Trama: Un inspiegabile blackout colpisce l'intera citt di Detroit. Quando sorge il nuovo giorno, il sole illumina solo pochi sopravvissuti. La quasi totalit degli abitanti misteriosamente scomparsa: rimangono soltanto abiti, oggetti e auto abbandonate. Luke (Hayden Christensen), un giornalista televisivo, scopre che le strade nei dintorni della sua casa sono deserte. Paul (John Leguizamo), un proiezionista, si ritrova solo in un cinema precedentemente gremito. Rosemary (Thandie Newton), una fisioterapista, uscita a fumare una sigaretta, rientra in un ospedale sinistramente vuoto. James (Jacob Latimore), un ragazzo spaventato, aspetta il rientro della madre. Questi quattro sconosciuti si ritrovano in un bar scalcinato. Il generatore a gasolio e le riserve di cibo e bevande lo rendono l'ultimo posto sicuro in una citt sull'orlo del baratro. Al calare delle tenebre le ombre iniziano a trasportare l'eco di inquietanti bisbiglii. Luke deciso a risolvere il mistero e crede che un nucleo di sopravvissuti si sia riunito nei pressi di Chicago: vaga cos per la citt alla ricerca di un veicolo funzionante. Gli altri per non sono ancora disposti a partire. Rosemary disperata per la scomparsa del figlio, Paul potrebbe essere ferito troppo gravemente per viaggiare, James non ha intenzione di muoversi senza sua madre. Il tempo inizia a scarseggiare. L'oscurit avanza e li costringe ad affrontare il terrore.

STORIE DI FANTASMI GIAPPONESI I fantasmi, gli spiriti e i demoni giapponesi sono davvero uninfinit e con una grande variet di caratteristiche, ne seguono alcuni tra i pi classici ma anche qualcuno tra i pi strani e meno conosciuti.

I Rokurokubi
Sono esseri che nelle ore diurne sembrano normali donne, che possono essere mogli e madri come tante altre, ma che durante la notte hanno il potere di allungare in maniera smisurata il proprio collo per andare a spiare le persone nel sonno anche a grandi distanze da dove si trovano.

Non sono dei demoni o spiriti malvagi, ma una sorta di osservatrici notturne, spesso per vengono confuse con i Nukekubi esseri malvagi della notte. I Rokurokubi a volte non sanno neppure di esserlo, credono cio di essere delle normali donne umane, e non se ne avvedono nemmeno quando alla notte gli si allunga il collo, che ricordano come un vago sogno dove hanno visto la propria camera da letto vista da angolazioni strane.

Altre volte invece sanno benissimo che cosa sono e sapientemente fanno paura a persone che non hanno credibilit nella societ, come persone dedite al bere, o alla droga o addirittura ai ciechi, ma in pi rari casi si palesano a normali persone che rimangono cos terrorizzate. Normalmente non fanno male a nessuno, ma la loro anima dispettosa le porta a spiare e spaventare le persone.

I Nukekubi Invece sono degli spiriti malvagi che hanno la capacit di rimuovere a loro piacimento al propria testa e alla notte escono per cercare persone di cui cibarsi.

Di norma la testa dio notte si stacca per cercare le sue vittime, che spaventa a morte per poi cibarsi del suo sangue ed in ultimo anche della sua carne, ma se la sua testa non si ricongiunge al corpo entro lalba, lintero demone muore; in questo ha delle similitudini con il vampiro delle leggende dellest.

Lunico modo per sconfiggerlo trovare il corpo mentre la testa ancora vagante, e nasconderlo in modo che le due parti non riescano a trovarsi e congiungersi, in questo nodo lo spirito dovrebbe morire o per lo meno scomparire. Una vecchia leggenda giapponese racconta che un monaco itinerante si sia imbattuto in uno di questi demoni, che alla notte ne combinava di tutti i colori, cos cerc e trov il corpo che poi spost in un altro luogo e lo nascose, in questo modo il demone infuriato si vendic scagliandogli addosso la propria testa lasciandogli un morso nella manica del vestito, dopodich lo spirito mor.

Gli Youkai Sono degli spiriti che hanno le sembianze animali, ma che per poter vivere nel nostro mondo assumono laspetto degli esseri umani.

You significa seducente mentre kai vuol dire apparizione , assumono spesso laspetto di giovani e bellissime donne, ma anche di bellissimi uomini, sono di indole pacifica e semplicemente vogliono vivere tra noi senza problemi cos come ad esempio:

le Kitsune (volpi)

Sono degli spiriti che in realt hanno laspetto delle volpi e che solitamente prendono le sembianze di splendide fanciulle che seducono gli uomini, tanto poi da arrivare a sposarli se non dopo averli fatti separare dalle proprie famiglie. In vari casi lamore delle Kitsune sincero, ma avendo sempre una specie di incantesimo dammaliamento intorno a se, lamore che lessere umano da loro, pu essere unillusione, a tal punto che anche se difficilmente, lumano che dovesse accorgersi della loro vera natura scorgendo nella forma dellombra quella della volpe anzich la forma umana, la Kitsune si vendicherebbe abbandonando lumano in un posto sconosciuto ed impervio, mentre lei se ne andrebbe per sempre dalla sua vita.

Tanuki (procioni) che assumono le sembianze maschili Sono la versione maschile delle Kitsune, e sono dei cani procioni, con enormi pance e spesso con testicoli enormi, prendendo le forme umane anchessi, cercano lamore tra gli esseri umani, molto meno vendicativi delle volpi, sono ingenui e spesso creduloni.

Il loro aspetto riesce ad ingannare ogni nostro senso, rendendoli in tutto e per tutto degli esseri umani, ma se gli si osserva lombra proiettata a terra o su un muro, si vedr la silouette che sveler la loro vera natura animale. Il termine Youkai identifica diversi tipi di creature che possono anche non essere benevoli, e dallaspetto grottesco e alterato dalleccesso di sentimenti o di vizi.

Gli Hanyou Sono il risultato dellamore ingannevole tra un Youkai e una donna umana e che spesso risultano sfigurati.

Le Yurei Sono quel genere di spiriti che rimangono intrappolati nel nostro mondo perch impossibilitati a passare oltre, per la morte improvvisa o violenta, o perch hanno lasciato qualcosa in sospeso sulla terra.

Gli Oni Sono demoni brutali e malvagi derivano da un ceppo leggendario diverso da quello della mongolia da dove derivano quelli Giapponesi classici, e vengono rappresentati come uomini pelosi e barbuti in grado di brandire clave enormi e vestiti di pelle di tigre. Ritenuti i guardiani delle porte dellinferno, sono portatori di calamit, pestilenza e devastazione. Ogni anno il 3 e il 4 febbraio in Giappone si svolge una festa dove si lanciano in aria delle fave per scacciare questi demoni.

I kappa Sono delle specie di diavoletti somiglianti a rospi con il guscio di tartaruga sulla schiena, il muso a forma di becco, mani e piedi palmate ed un piattino pieno d'acqua sulla testa.

Il loro potere e la loro vitalit contenuto nellacqua che c nel piattino, che se si dovesse svuotare porterebbe loro la morte. Non sempre per sono malvagi e a volte aiutano gli esseri umani in difficolt.

Tengu Gli spiriti della montagna sono creature alate che abitano le foreste, spesso raffigurati con un becco animale, una faccia rossa scarlatta, un naso enorme ed un ventaglio di piume nella mano.

Il loro comportamento dipende molto dalla moralit della persona che si trovano di fronte, a volte hanno insegnato larte della spada a nobili guerrieri, oppure hanno dato saggi insegnamenti sottoforma di sacerdoti nei templi Buddisti.

Yuki Honna Le donne spirito delle nevi che appaiono sempre sotto forma di donne bellissime dalla pelle candida e dai lunghi capelli neri.

A volte vestite di leggeri kimono e volte completamente nude cercano di sedurre la persona che viene prescelta cercando di non far mai notare di non possedere i piedi.

Si dice che questi spiriti nascano dallanima di una donna morta congelata nella neve dopo essere stata abbandonata, per questo cercano di far perdere lorientamento alle persone affinch si perdano tra la neve e muoiano congelati, oppure li raggiungono nel sonno e li congelano con il loro alito di ghiaccio. A volte quando le donne perdono i loro bambini in mezzo alla montagna, loro fanno finta di riportaglieli e quando la madre allunga le braccia per riprendersi il figlio, questa rimane congelata allistante.

Se riescono a sedurre la persona scelta, poi ne portano la morte per congelamento con un bacio, dopo aver fatto lamore, oppure se sono state invitate ad entrare, mettono a soqquadro la casa mentre luomo ignaro dorme e spalanca le finestre affinch questultimo muoia assiderato. Una antica leggenda parla di un uomo che vicino alla morte per congelamento, sarebbe stato salvato da uno di questi spiriti, ma con il giuramento di non rivelare mai a nessuno quello che era successo. Luomo poco dopo incontra una donna bellissima di cui sinnamora perdutamente e con cui ha una vita felice, piena di soddisfazioni e figli, ma un giorno davanti al camino luomo si lascia andare ai ricordi e racconta ai figli, come sia stato salvato dalla donna delle nevi, e a quel punto la donna si svela essere proprio quello spirito che lo salv tanti anni prima e nella prima delle tre varianti lei si scioglie per il dolore, come se fosse un fiocco di neve, nella seconda lei uccide i figli e abbandona il marito lasciandolo nella disperazione e senza pi nemmeno una casa in cui vivere, nella terza invece lei se va facendo giurare per al marito che se non si prender cura dei propri figli, lei lo ritrover e lo uccider. La leggenda di Okiku Okiku lavorava come domestica nella casa del samurai Tessan Aoyama. Un giorno il samurai la accus della sparizione di uno dei dieci piatti antichi che teneva in casa, e che erano considerati il patrimonio di famiglia. Cos la donna venne uccisa e il suo corpo fu gettato in un pozzo. Da allora il fantasma di Okiku esce dal pozzo per tormentare il samurai ogni notte, e nella casa si sente la sua voce contare fino a nove i piatti della collezione, e poi scoppiare in singhiozzi sconsolati. Una leggenda vuole che il samurai divenne pazzo, e Okiku ebbe la sua vendetta, un altro finale vuole che il suo spirito venne placato da un monaco, che attese la sua apparizione, e quando la sua voce arriv a contare fino a nove, egli grid a gran voce "dieci!!!" ed il fantasma si dissolse. Nel castello di Himeji si trova un pozzo che prende il nome di "Pozzo di Okiku"

Aizen-Myoo Aveva un terzo occhio verticale in mezzo ai due normali, una testa di leone tra i capelli, sei braccia e il volto corrucciato, venerata dai musicisti, dalle prostitute e dai monarchi, simbolo dellamore, del desiderio e della sensualit.

Ajari Joan Sacerdote giapponese della montagna scheletrica, un giorno fece il peccato di innamorarsi di una donna e come punizione divenne un demone che distrusse il suo tempio, quando il tempo pass, cap di aver sbagliato e in quel momento venne tramutato in fantasma e da allora riconosciuto come il fantasma del sacerdote scheletrico.

Aji-Shiki Era un giovane Dio che per la disperazione distrusse la cripta dove dove era stato sepolto il suo grande amico, cosicch la cripta cadde sulla terra e in quel modo nacque il monte Moyama.

Aji-Suki-Taka-Hi-Kone Divinit del tuono era tanto rumoroso anche da piccolo che per cercare di farlo tacere , gli altri Dei lo portavano su e gi per le scale del cielo, ed in questo modo si spiega ai bambini perch il tuono si avvicina e si allontana.

Amaterasu la grande dea che illumina il cielo, o Colei che brilla nel paradiso.

Era cos luminosa e brillante che i suoi genitori la mandarono dal Celestial Ladder su in paradiso, ove governa da allora. Quando suo fratello, il dio delle tempeste Susanowo, prese a devastare la Terra i due si posero alle due estremit della Via Lattea insultandosi a vicenda. Da questo litigio nacquero altre divinit che causarono ulteriori liti. Poi, stanca del fratello, Amaterasu si ritir in una caverna perch lui era troppo rumoroso, portandosi via il sole e chiuse la caverna con un grosso masso. La sua sparizione priv la Terra della luce e della vita. I demoni governavano la terra. Le altre divinit le offrirono uno specchio, una collana e delle stoffe per calmarla, ma Amaterasu insistette a restare nella grotta insieme al sole. Infine Uzume, la dea del riso, riusc a farla uscire: prese a ballare una danza allegra e lasciva davanti alla porta, e le risate delle altre divinit risvegliarono la curiosit di Amaterasu. Quando usc dalla caverna ne sfugg un raggio di luce (quella che viene chiamata alba). La dea vide il proprio riflesso in uno specchio che Uzume aveva appeso su un albero vicino. Quando si avvicin per dare unocchiata, gli dei la afferrarono e la tirarono fuori dalla grotta. Cos lei torn al cielo, portando la vita di nuovo nel mondo. Pi tardi cre i campi di riso, chiamti inada, e insegn alla gente a navigare e a coltivare i bachi da seta.

Amatsu Kami Dei eterni del cielo opposti a quelli della terra.

Amatsu Mikaboshi Dio del male, il suo nome significa venerabile stella del cielo, molto simile alloccidentale Lucifero.

Amida E il dio a cui i Giapponesi guardano al momento della morte. Simbolo dellamore universale, gli si attribuisce la custodia e la difesa delle anime umane contro le tentazioni.

Anshitsu Questo un eremo stregato in cui il viandante che sfortunatamente dovesse trovarsi a bussare per passare la notte, potrebbe trovarsi di fronte allo spirito del monaco che vi vissuto e morto allinterno.

Ashuku-Nyorai Viene chiamato anche Il Buddha Irremovibile., nelle statue a lui dedicate viene rappresentato come un Buddah con una mano stretta a pugno che indica la fermezza dellanimo, mentre laltra mostra due dita puntate verso terra per indicare la radicatezza delle proprie convinzioni e la purezza di spirito.

Awabi Demoni marini che affogano i marinai e li divorano.

Bakemono

quel termine che indica tutti quelli spiriti e demoni che cambiano le loro sembianze. Baku Raffigurato come una specie di patchwork animale, viene chiamato il mangiatore di brutti sogni. Questo spirito benevolo infatti se viene evocato dopo un brutto sogno, canceller tutto ci che ha spaventato il bambino e lo tramuter in un bel ricordo, se invece viene pregato prima di dormire, far fare solo bei sogni, mangiandosi la parte spaventosa dellavventura onirica.

Bimbogami lo spirito delle povert e amico delle famiglie.

Quando questa amicizia diventa troppa, la famiglia cade in disgrazia, cos nessuno lo vuole mai e si fanno scongiuri e rituali tra cui quello di prendere una canna di bamb infilarci dentro una moneta di rame e lanciarla poi dalla finestra o in un fiume, e questo sarebbe come buttare lo spirito della povert dalla finestra. Bimbomushi Questo un insetto della razza degli scarabei che si ritiene sia il servitore di Bimbogami, e che quando batte con le zampe sui muri di legno della casa o di un albero vicino alla propria abitazione, sia presagio di sventura di povert imminente e disgrazia.

Bakeneko

Questessere come gli spiriti volpe e quelli procioni, un animale e nello specifico, un gatto. Pu apparire come un gatto fantasma, che perfettamente trasparente fa vedere le proprie ossa che compongono il suo scheletro e pu essere portatore di sventura e morte oppure portare la persona designata a scoprire la verit che va cercando. Anche questo pu tramutarsi in una donna soprattutto, che cercher in tutte le maniere di ammaliare linconsapevole, e se questo non vorr cedere alle sue lusinghe, allora il Bakeneko si trasformer nel gatto fantasma e non riprender pi le fattezze umane.

La principessa Mononoke Spirito vendicativo e che si fa rappresentante di chi cerca vendetta, si aggira tra i boschi nelle sembianze di una principessa bellissima, che in realt nasconde un aspetto molto meno attraente.

Alla persona che dovr morire apparir come presagio delle orme di piccoli piedi sul soffitto, dove avr camminato a testa in gi.

LE STRANEZZE DI GOOGLE IL TOPO GIGANTE DI MARTE Ogni giorno si scoprono cose nuove grazie a Google Earth, dando limpressione di avere tutto il pianeta a propria disposizione, e linformazione diventa cos veloce, che quando esce una foto, una notizia particolare, sono talmente tante le condivisioni, che diventa poi quasi impossibile ritirare la foto oppure condurre una mossa di controinformazione efficace, perch ormai lhanno gi visto tutti e tutti si sono fatti la propria idea. il caso di due foto riprese dal rover su Marte, e che appunto con una nuova applicazione Google Mars, si pu vedere una foto che sembra essere stata cancellata dalla rete, ma che appare interessante, perch dopo la famosa sfinge, che sono riusciti tramite alterazioni grafiche a far diventare solo uno scherzo della mente, unillusione ottica, dopo i vari teschi, elmi, oggetti, piramidi, cave di opali, scritte e vegetali alti centinaia di metri, eccoci davanti a qualcosa di nuovo e che forse doveva restare segreto: un enorme topone del deserto che si aggira tranquillo sulla sabbia.

La gravit di Marte talmente bassa che i suoi abitanti e qualsiasi forma di vita apparirebbe gigante rispetto a noi, perch sarebbe proiettato tutto verso lalto, oppure avrebbe una vasta massa in modo da coprire pi spazio possibile. Dunque le famose foto che ritraevano arbusti e alberi, potevano essere una sorta anche di licheni o vegetazione desertica alta centinaia di metri. Fatte le doverose proporzioni dovrebbero esistere anche forme di vita intelligenti umanoidi o no grandi almeno 7 9 metri e di conseguenza anche animali appropriatamente ingranditi.

Gli egizi adoravano il gatto definendolo un animale sacro perch venuto dalle stelle, diciamo che pi o meno un micio di Marte sarebbe grande quanto un elefante, quindi immaginiamoci un topo con le dimensioni marziane sarebbe pi o meno cos.

I numeri alla base della foto servono per le coordinate, in modo da trovarle subito su Google Mars senza dover girare tutto il pianeta.

ROMANTICA NESSIE ADDIO? una notizia un po datata, ma comunque particolare parlare riguardo a Nessie e alla sua esistenza che stata scoperta grazie a Google Earth.

Le diverse immagini che hanno fatto il giro del mondo ritraggono come si pu vedere, qualcosa di molto grosso che lascia una spessa scia di schiuma nel lago scozzese, ma almeno allapparenza anche negli ingrandimenti, sembrerebbe trattarsi pi di un tipo enorme di cefalopode piuttosto che di un plesiosauro come ipotizzato fino ai giorni nostri. Le decine di racconti circa a delle specie di gobbe che spuntavano dallacqua come un serpente marino, il fatto che qualcuno avesse visto qualcosa simile a pinne ed altro ancora, e che non sempre le descrizioni concordassero tra loro a questo punto avrebbe una spiegazione: non un sauro ma un tipo di calamaro gigante o di seppia che dotata di diverse appendici come si pu vedere dalle foto, affiorando dallacqua potrebbero dare limpressione delle gobbe di un serpente dacqua o di pinne.

Certo se fosse appurato che si tratta di un calamaro gigante o Kraken, il romantico sauro preistorico rimasto lunico esemplare della sua specie, sarebbe del tutto mandata in pensione.

Rimane da pensare che possano esserci due mostri, quindi, che dividono lenorme e profondo lago. Per chi volesse vedere la foto originale basta inserire queste coordinate 57 1257 12' 52.13" N, 4 34' 14.16" W nella barra di Google Earth e andrete subito sulla parte del lago interessata, e per chi non lo avesse istallato ecco il collegamento per listallazione Google earth . lenorme lago e profondo diverse decine di metri, ha uno sbocco sottomarino con il mare e una grande formazione di grotte ancora in gran parte inesplorate dove in tempi remoti avrebbero potuto rimanere intrappolate varie specie animali ritenute al giorno doggi estinte, che hanno trovato nel lago un nuovo tipo di Habitat ma che abituati alla temperatura bassa dei fondali marini, rimangono la maggior parte del tempo nascosti in grotte sottomarine, bacini sotterranei ecc, che permette loro di avere la temperatura e la pressione ottimale per la loro stazza sicuramente enorme. Oltretutto bisogna pensare che il fondale fangoso comune a tutti i laghi, non permette lo scandaglio preciso e men che meno unesplorazione con mini sottomarini che dopo una certa profondit finirebbero per non avere pi nessun tipo di vista n umana e nemmeno tramite le apparecchiature, in quanto lo smuoversi del fango provoca false eco e oscura ancor di pi la vista.

MARTE E DAVVERO COSI INOSPITALE COME CI HANNO SEMPRE RACCONTATO ? Sempre pi foto appaiono su internet che arrivano dal rover su Marte e che per la velocit con cui vanno in rete, non sempre riescono ad essere controllate. Oltre alle varie facce sulla pietra, la sfinge ecc. ci sono anche altre stranezze meno evidenti ma oltremodo sconvolgenti: foto di Marte con unatmosfera come la Terra. Com possibile? Tutto quel che in effetti sappiamo del pianeta quel che ci hanno sempre raccontato, le missioni che non esistono che avrebbero visitato il pianeta, non sono vivi per confermare o cambiare la versione ufficiale di come si presenta il pianeta. Il famoso pianeta rosso, potrebbe in realt essere del tutto diverso, forse con temperature un po diverse dalla Terra, ma in generale essere tranquillamente abitabile dal genere umano. Perch ci avrebbero mentito? Ci sono diversi motivi: Il primo di origine religiosa, e cio se Marte uguale al nostro pianeta, allora anche la sua storia potrebbe essere simile ed i suoi abitanti se sono ancora vivi potrebbero essere molto simili a noi, dunque tutto si rimetterebbe in discussione, su chi sia il Messia, da dove venisse realmente, i racconti biblici degli Elohim ecc. ogni certezza ed ogni dogma cadrebbe immediatamente creando il caos totale. Il secondo motivo potrebbe essere che si vuol rendere agli occhi delle persone pi inospitale di quel che Marte, perch cos a nessuno verrebbe in mente di mandare una spedizione suicida, su di un pianeta dove probabilmente tutto lequipaggio farebbe inevitabilmente una brutta fine. Il terzo motivo viene dettato dai soliti complottasti che vedrebbero questo sistematico sistema di correggere le foto, aggiungere filtri rossastri alle foto per renderle pi simili al deserto e dargli unaria aliena ed ostile, come una sorta di via di fuga, una volta che il pianeta Terra divenisse invivibile. Ovviamente soltanto le persone molto ricche potrebbero permettersi di vivere laggi, ma sono proprio loro che stanno distruggendo lecosistema del nostro pianeta. Insomma sono tante le ragioni che vorrebbero Marte come un pianeta dove la vita fosse impossibile, ma dove molto probabilmente la vita intelligente non solo c stata, ma addirittura c ancora, anche se vive sotto terra. Limmagine di questo grand canyon non sembra che abbia dei pertugi un po troppo precisi nella parete rocciosa?

In questa foto ripresa in unaltra parte del pianeta, si vedono chiaramente delle sporgenze simili a rovine di colonne appartenute ad un palazzo, o come tanti hanno ipotizzato, ad una ziggurat. Ma quello che si vede chiaramente pi di tutto sono quelle aperture in fondo a destra che sembrerebbero degli hangar o forse piuttosto delle condutture che portano aria allinterno del terreno e spingono fuori poi laria satura di ossidi. I sono due grandi fessure ben delineate e quadrangolari, dove la prima appare ben chiara e pulita sul davanti come se fosse quella che elimina laria intrisa dossidi, mentre la seconda appare pi sporca come se ci fosse un cumulo di sabbia davanti, come se aspirasse appunto laria ed inevitabilmente anche la sabbia dalla superficie. Qualunque ipotesi vi si possa fare sopra, rimane il fatto che: Se i Marziani sono vissuti sottoterra, hanno costruito loro queste macchine per il ricambio daria, e come ultima cosa o le hanno costruite talmente bene che tuttora continuano a lavorare perfettamente dopo secoli, visto che tutti gli scienziati che credono nella vita su Marte datano la possibile vita intelligente intorno a diverse migliaia danni fa, oppure le macchine continuano a lavorare perch ci sono ancora esseri viventi nel sottosuolo. Comunque sia pare sempre pi chiaro che ci abbiano sempre mentito spudoratamente, giudicate voi e fatevi unidea da queste foto originali della N.A.S.A.

Vari tipi di facce antropomorfe sul pianeta, ma ricordiamoci sempre di dimensioni giganti.

Un lago ghiacciato, ma il pianeta non dovrebbe essere completamente privo dacqua?

Vari lavori di computer grafica sulla famosa sfinge di Marte, dove anche se si cambia lilluminazione, i filtri ecc, rimane sempre una faccia umanoide, e non un semplice effetto ottico come ci hanno propinato.

Ci che resta dun fiume, ma con ancora acqua liquida, rimaniamo sempre con la domanda se davvero Marte sia un pianeta cos inospitale.

Queste invece sono foto dove a sinistra sono quelle pubblicate normalmente con il filtro rosso, a destra invece le stesse foto senza filtro ingannatore.

Questa invece un bel esempio di vegetazione, dove non si capisce esattamente se si possa trattare di un tipo di cespuglio, dei licheni, un muschio o un tipo darbusto che sulla Terra non ha un confronto, rimane sempre un tipo di vegetazione che per vivere deve pur prendere acqua da qualche parte.

LA NSA DICE CHE GLI ALIENI ESISTONO E SE LO DICONO LORO Sul sito ufficiale della N.S.A. ( national security agency) stato pubblicato un insieme di messaggi che proverrebbero dallo spazio con annessa una sorta di guida alla comprensione del testo, e la possibilit di scaricare gratuitamente i files contenenti i documenti originali sempre per censurati in parte ( la Nsa dice sempre tutto quello che le conviene comunque!) anche se non dice proprio tutto ma importante che almeno facciano intravedere o intraleggere qualcosa, anche se si pu sempre pensare che anche questa sia sempre una mossa ad arte in modo che prossimamente possano farci credere per vera una notizia che si sono inventati di sana pianta. storico ormai che il governo Americano, o per lo meno i servizi segreti dello stesso Stato ci diano in pasto da decenni notizie vere e false, in modo da non riconoscere pi una cosa dallaltra, il sistema pi funzionale per chi vuole in qualche modo dirigere il pensiero delle persone verso una direzione o distoglierla da essa. Comunque per chi volesse andare a leggere i files, ovviamente tutti in lingua inglese li pu trovare su: http://www.nsa.gov/public_info/declass/ufo/index.shtml

WHITE NOISE Con questo termine viene denominato quel tipico rumore che fa il televisore quando finiscono i programmi e si stabilisce limmagine sulleffetto neve ( i tipici pallini bianchi e neri che appaiono quando finiva la giornata di un canale televisivo oppure quando era fuori sintonia), effetto visivo questo ormai quasi impossibile da vedere se non creandolo artificialmente attraverso lintervento diretto allapparecchio televisivo, poich i programmi in digitale e i canali che trasmettono 24 su 24 hanno eliminato.

Questo effetto viene studiato da anni con lappellativo di E. V. P. ovvero la visione e la registrazione, non solo di suoni dallaldil, ma anche di immagini.

Combinando diverse attrezzature come videoregistratori, televisori, microfoni ambientali e telecamere vecchio modello ed associandoli a computer ed altro ci sono persone che si dedicano a questo tipo di sperimentazioni. Le tecnologie di vecchio modello come i videoregistratori o le telecamere a cassette sono indispensabili, perch meno schermate dai campi magnetici e quindi pi sensibili a cambiamenti nei campi di forza. Ogni essere vivente durante la sua vita produce campi magnetici, in quanto il corpo umano stesso unenorme pila elettrica, ma quando il corpo fisico muore, questenergia pu rimanere imbrigliata in un posto come una casa, un luogo, dove magari ci sono state delle emozioni profonde come rabbia, disperazione o morte. Questenergia dunque, non va disperdendosi, ma rimane registrata nel luogo un po come se fosse una pellicola cinematografica ( memorie), cove ci che vi impresso alla stregua appunto, di un film non ha nessun modo di interagire con la realt, e viceversa; nel caso in cui questenergia invece mantenga anche certe caratteristiche che possedeva quando era un essere vivente pu palesarsi molto meglio usando dei vecchi strumenti di registrazione

che non dei moderni, che al contrario potrebbero disturbare proprio il campo energetico creato dalle emanazioni. Questa sorta di pseudo scienza per non perfetta n dimostrabile con esperimenti ripetibili, poich troppo influenzata da possibili varianti quali: lora delle osservazioni, la quantit di persone, lo stato danimo, la presenza demozioni forti come la rabbia o il rancore in qualcuno dei presenti, ma anche il senso di colpa e la depressione, il luogo e tanti altri. ovvio che per chi pratica questo tipo di ricerca, la non ripetibilit degli esperimenti essa stessa una prova della veridicit dei fenomeni, ma non si deve procedere con questo atteggiamento se si vuol fare una ricerca seria in questo campo della metafisica. Ad esempio non bisogna mai scartare lipotesi che limmagine o il suono catturato provenga da una fonte conosciuta, come una stazione televisiva o radiofonica mal sintonizzata, oppure pu accadere che lenergia emessa dalle diverse persone durante lesperimento lo influenzi a tal punto da creare delle immagini ad hoc sullo schermo e sul nastro. Bisogna essere certi che ognuno veda la stessa cosa, senza che nessuno dica la sua ipotesi o esprima a voce ci che vede nel nastro, ma sarebbe pi scientifico che tutti scrivessero il loro pensiero su dei foglietti e che venissero poi letti dopo poco senza che essi abbiano avuto manipolazioni. Il cambiamento di temperatura e la presenza delettricit statica nellaria possono essere segnali che qualcosa sta per succedere. A volte anche questi segnali possono avere una spiegazione fisica, occorre quindi leggere molto in proposito, in modo da scartare tutte le spiegazioni possibili di tipo fisico e soltanto quando non ci sono pi risposte, allora si pu procedere con laspetto metafisico. Il pioniere di questa particolare branca della ricerca e comprensione della vita nellaldil da attribuire a Friedrich Jrgenson

che per primo studi e classific questo tipo di esperimenti e fenomeni che potevano essere registrati e non solo ascoltati attraverso apparecchi radio. Oggi questo sistema diviso in due tipi di studio: levp che comprende sia la parte sonora che la parte visiva, e la metafonia che riguarda solo la parte sonora dei fenomeni. In alcuni casi di evp si sono riscontrati delle forme vagamente umane catturate sullo schermo di un comune televisore, a volte acceso e collegato a vari apparecchi, ma in talni casi si rivelato qualcosa anche sullo schermo spento. da tenere presente che ci sono molte risposte concrete che si possono dare ad una foto come questa:

La prima che viene in mente anche se pu sembrare stupida quella che potrebbe trattarsi di un normale riflesso di una persona presente nella stanza, la forma dello schermo di un televisore di vecchio stampo come questo incurvato verso lesterno e pu riflettere le immagini come uno specchio ma anche deformarle, proprio per la forma particolare su cui si specchia limmagine. Poi c la possibilit che il tipo di televisore sia vecchio abbastanza (15- 20 anni) da riscaldarsi parecchio dopo luso, questo fa si che sebbene lapparecchio sia spento, in realt lelettricit passiva ancora presente nei circuiti di funzionamento possa far vedere per alcuni secondi o anche un minuto circa lultima immagine che stava trasmettendo prima di essere spento. Se vi capitato di togliere dalla spina un caricabatteria con un led luminoso, avrete visto che non si spegne immediatamente dopo essere stato estratto, ma dopo qualche minuto, proprio per quella elettricit passiva o inerziale di cui parlavamo prima. Quindi lattenzione anche per i piccoli particolari sono dobbligo se si vuole fare una ricerca di tipo scientifico.

Il digitale esistente nelle trasmissioni tv, ha quasi del tutto tolto le frequenze tv che cerano inizialmente da quasi tutta lItalia, quindi ora c una qualche possibilit in pi che quello che si registra su di un vecchio apparecchio non sia un frame di un programma televisivo, ma qualcosa di autentico. Bisogna sempre ricordare che questi tipi di esperimenti non sono mai da sottovalutare, in quanto lenergia che sincanala in questo modo, non si pu mai essere certi di dove vada in effetti, e quali possano essere gli effetti secondari per cos dire, di esperimenti di questo genere per lungo tempo. Foto di fantasmi sulla rete se ne trovano a quintali tra vere e false come questa ad esempio:

Dove non solo si pu notare subito la differenza di nitidit molto sospetta tra la figura in primo piano e lo sfondo, inoltre la cosa pi stramba che per renderla pi spaventosa abbiano aggiunto poi un effetto 3d da occhialini rossi e bl. Oppure come questa, che dopo poco tempo dalluscita del film the ring ecco una bella foto di fantasma giapponese stile Samara.

Per quanto leffetto sia davvero credibile ad un primo sguardo, si pu notare che mentre nella parte pi bassa della ragazza c un effetto trasparenza che fa intravedere il suolo dietro di lei, appena poco pi in su e fino quasi alla testa, questa trasparenza non esiste pi tipico errore da photoshop, inoltre il ragazzo sembra un po troppo in posa per la fot, come se sapesse che poi aggiungeranno il fantasma in un secondo tempo e soprattutto la luce la cosa che fa notare ancora di pi il trucco: lalbero sul fondo e la ragazza hanno una luce molto meno intensa di quella sul ragazzo che per forza di cose abbagliato dal flash, per via della foto notturna, quindi se ne consegue che soltanto la figura del ragazzo reale, il resto tutto un fotomontaggio, e se si vuole essere ancora pi accurati basta notare il bordino nero che appare tutto attorno al corpo del ragazzo che fa subito pensare alla bacchetta magica di un photoshop o di un programma simile, quindi il ragazzo stato ritagliato da unaltra foto ed incollato su quella del bosco precedentemente preparata.

ANCORA SI PARLA DI JACK Ulteriori nuove tesi spuntano ancor aggi su chi fosse in realt Jack lo squartatore che in dieci settimane, nel 1888, lo Squartatore attacc cinque volte, lasciando in bilico la polizia e il quartiere di Whitechapel. Le vittime avevano un nome: Mary Ann Nichols, Anne Chapman, Elisabeth Stride, Catherine Eddowes e Mary Jane Kelly. Erano tutte prostitute dell'East End londinese e tre ebbero l'utero estirpato. Lo squallido quartiere era il luogo ideale per commettere i crimini, visto che per le sue strade girovagavano poveri, mendicanti e prostitute. L'ipocrita Inghilterra vittoriana, si distingueva per le pi abissali differenze sociali: spesso il lusso abitava a pochi passi dalla miseria. Dopo aver sospettato di tutti gli uomini di Londra, dai bassifondi fino alla corte di Sua Maest, arrivando a sospettare persino di un notissimo scrittore che arriv ad una notoriet incredibile che persiste ancor oggi, avendo creato la sua pi famosa opera Alice nel paese delle meraviglie: Lewis Carroll.

Ogni teoria fece un buco nellacqua, anche perch prevedendo un nuovo attacco di Jack, dopo lomicidio di Mary Kelly

Tutti pensarono che Jack si sarebbe rifatto vivo con una nuova sfida alla polizia, con lettere e pezzi organici spediti dentro ad un pacco, ma non fu cos. Inspiegabilmente arrivato al culmine della follia omicida, Jack scomparve per non tornare pi. Venne creduto che fosse morto travolto da una carrozza, poich dopo pochissimi minuti dallultimo omicidio, un uomo che rimase senza nome, venne orribilmente sfigurato da una carrozza che lo travolse in pieno, mentre correva per la strada, proprio in prossimit di dove venne trovata Mary Kelly. Quindi venne ipotizzato che potesse trattarsi persino di una donna gelosa e furiosa di non poter avere figli, che si sarebbe vendicata sulle prostitute che rimanevano spesso in cinta e che con altrettanta rapidit si sbarazzavano dellincomodo.

Lizzie Williams

Lizzie Williams, nata nel 1850, era sterile e si guadagn la sua vendetta sulle meretrici dell'East End. Lizzie era la moglie del medico personale dalla Regina Vittoria, Sir John Williams, considerato il principale sospettato.

L'oscuro oggetto del desiderio sarebbe stata la sensazione di possedere questi organi che per lei erano inutili. Vale la pensa far leva sul fatto che molti dati con i quali lavorano i ripperologi sono basati sui tabloid dell'epoca, e che la prima lettera che firm Jack lo Squartatore fu inventata da un giornalista scandalistico. Mary Ann Nichols

Questa fu la prima vittima che venne semplicemente uccisa ma non mutilata, forse il serial killer come lo chiamerebbe adesso, non aveva ancora cominciato il processo di ossessione ed ostentazione che caratterizza questo tipo dassassino, che non solo uccide, ma vuole anche dimostrare qualcosa a se stesso e/o agli altri.

Annie Chapman

Fu selvaggiamente mutilata il 7 settembre e i suoi oggetti personali furono posti ai suoi piedi in "modo molto femminile" secondo i rotocalchi dell'epoca. Questo argomento scontra per con le indagini di Scotland Yard che mettevano John Pizer, un calzolaio ebreo di origine polacca, sul luogo del delitto. Elisabeth Stride

La domenica del 30 settembre Jack luccise ma non termin di mutilarla per l'apparizione di un passante sulla scena del crimine. Quello stesso giorno consum il suo quarto omicidio, quello di: Catherine Eddowes.

I tre bottoni sanguinanti di uno stivale da donna fa pensare che l'assassino non fosse un uomo. Jack scrisse sulla parete "non si p incolpare gli ebrei", alludendo al calzolaio John Pizer. Era chiaro che leggesse i giornali e sfruttasse il successo mediatico.

Ed infine: Mary Kelly

Come succede spesso nei serial killer, la loro brutalit aumenta in maniera esponenziale con gli omicidi, poich una strana combinazione di sesso, autoconsacrazione, elevazione dellautostima ed un insieme di pi piccole parti della psicologia del soggetto, a cui non volendo e non potendo pi farne a meno, ricerca in maniera sempre pi cruenta e spasmodica, tanto da rischiare di commettere errori fatali per lui, che inconsciamente ricerca come una possibile espiazione del male che capisce di star facendo. Per questo strano che un killer che arrivi al livello di Jack in cos poco tempo, possa poi smettere da un momento allaltro, perch sarebbe come un tossico dipendente che volesse farla finita con la droga improvvisamente, ci sarebbero delle crisi, dolore e perdita della coscienza del proprio se. Si potrebbe dunque dire che il serali killer ricerca se stesso in quello che fa, o per lo meno ricerca quel che crede gli sia stato tolto dagli altri. L'ultima vittima era giovane e bella, ed il suo assassinio rimane il pi brutale di tutti: Mary Kelly venne uccisa in una piccola stanza su Millers Court Road. Venne decapitata, smembrata e tagliata a pezzi. Il naso, le orecchie e il petto strappato, e le sue viscere furono sparpagliate in tutta la stanza. Venne trovato un abito femminile semi bruciato nel camino, che non poteva appartenere a Mary, in quanto ritenuto troppo lussuoso. Quindi chiunque lavesse uccisa aveva anche premeditato di indossare un vestito da donna con cui potrebbero averlo/a visita in giro senza destare sospetti, poi avrebbe indossato il vestito di Mary, forse per dare limpressione che lei fosse ancora viva e quindi farla trovare morta in un tempo diverso da quello in cui stata trovata, ma forse anche perch il vestito rappresentava una sorta di Simulacro come se si fosse immedesimata in lei. Questo sarebbe per un comportamento davvero singolare per un serial killer, dove per in ogni caso sottolinea la ferocia crescente che non si sarebbe arrestata in maniera naturale se non a causa della morte dellassassino stesso. Unaltra teoria invece racconta come Lizze avrebbe spontaneamente smesso di uccidere quando seppe che Mary Kelly che aspettava un figlio dal marito di Lizze, avrebbe poi perduto il figlio tramite un aborto. Ma anche questo non starebbe in piedi in quanto se davvero era stato questo appunto lelemento scatenante allora non avrebbe avuto senso smettere. Poi venne la volta di:

Mary Pearcey

Era stata accusata domicidio per la moglie del suo amante, Phoebe Hogg, nel 1890 e per questo impiccata. Apparentemente lei aveva utilizzato un modus operandi simile a quello dello Squartatore, ecco dunque spiegato il perch Jack non avrebbe pi ucciso, sarebbe stato incarcerato e giustiziato poco dopo lultimo delitto. Si pens a lei, poich mentre la povera Mary era gi morta, venne vista da alcune persone, allontanarsi dal vicolo dove venne trovata, dunque chiunque labbia uccisa, le ha poi preso gli abiti e travestito/ta da donna si sarebbe allontanato poi indisturbato. La teoria che Jack in realt potesse essere una donna, viene da uno scienziato australiano che ha utilizzato tamponi sulle lettere mandate alla polizia dallo squartatore per poter stilare un profilo parziale del DNA dellassassino. I risultati suggeriscono che la persona che ha ucciso e mutilato almeno 5 donne dal 1888 potrebbe essere stata una donna. Ian Findlay, un professore di medicina legale e diagnosi molecolare, ha detto alla Australian Broadcasting Corporation di avere sviluppato una tecnica di profiling che pu estrarre il DNA da una singola cellula o da un solo capello vecchio anche di 160 anni mentre i metodi convenzionali richiedono almeno 200 cellule. Il dottor Findlay, che vive a Brisbane, ha viaggiato fino a Londra, dove nellArchivio Nazionale, sono custodite le prove degli omicidi ancora irrisolti. Il materiale, che stato conservato da Scotland Yard fino al 1961, include lettere mandate alla polizia in quel periodo, alcune firmate Jack lo Squartatore (Jack the Ripper). La prima ad esempio in cui si fa riferimento a Jack lo squartatore, fu uninvenzione di un giornalista, per fare sensazione e per dare un nome allomicida, che poi pare si sia appropriato di questo aggettivo e lo abbia usato in seguito. Molte sono ritenute false, ma alcune di esse si ritiene siano davvero state scritte dal killer. Il Dr. Findlay ha preso tamponi dal retro dei francobolli e dalla gomma usata per sigillare i documenti e possibili macchie di sangue. Ha poi portato con se questi dati a Brisbane, dove concentrandosi sui tamponi della cosiddetta Openshaw Letter, quella ritenuta autentica con maggiore probabilit ha estratto il DNA ed ha amplificato le informazioni per poterne ottenere un profilo. I risultati sono stati inconcludenti e non affidabili in termini di medicina legale, ma hanno delineato un profilo parziale ed in base alla sua analisi, dice, possibile che lo Squartatore fosse donna. Un altro sospettato per gli omicidi di jack fu: George Chapman

Nacque con il nome di Severin Klosowski nel villaggio di Nagornak nel 1865. Dal 1880 al 1885 fu apprendista di un chirurgo e fu solo nel 1887 (o forse nei primi mesi del 1888) che emigr a Londra, dove cambi il proprio nome in George Chapman. Nel 1902 fu accusato di omicidio nei confronti di sua moglie Maud, e dopo l'esumazione dei corpi delle due mogli precedenti, anche del loro omicidio per avvelenamento tramite l'uso di antimonio. Si scopr anche che i tre matrimoni erano stati dei falsi e nessuna delle tre donne era veramente sposata con Chapman. Le tre vittime di Chapman furono Mary Spink (25 dicembre 1897), Elizabeth "Bessie" Taylor (14 febbraio 1901) e Maud Marsh (22 ottobre 1902).

Dopo la sua impiccagione, avvenuta il 7 aprile 1903, il Capo Ispettore George Francis Abberline, che fu protagonista di molte delle indagini sui casi di Whitechapel, espresse la convinzione che finalmente Jack lo squartatore fosse stato preso e punito per i suoi crimini. Nel 1888 George Chapman era residente in George Yard, Whitechapel. Chapman era solito picchiare violentemente tutte e tre le donne ed anche la sua unica vera moglie, Lucy Klosowski. Quest'ultima raccont un episodio rivelatore del carattere spietato di Chapman: dopo la morte per polmonite del figlio, la coppia emigr, nella prima met del 1891 a New York; Lucy torn a Londra, sola e terrorizzata, nel febbraio 1892. Il motivo del precipitoso rientro fu, a quanto riporta Lucy stessa, un litigio con Chapman, il quale le premette con forza il viso su un cuscino. L'ingresso nel loro negozio di un cliente interruppe l'aggressione, ma la moglie, con orrore, scopr che da sotto al cuscino sporgeva un affilato coltello; lo stesso Chapman, in seguito, le disse che aveva l'intenzione di decapitarla con quello stesso coltello e le indic perfino il punto del pavimento sotto al quale l'avrebbe sepolta. All'obiezione della moglie che i vicini avrebbero sospettato, Chapman, con calma, rispose che avrebbe semplicemente detto che era tornata a Londra. Cosa che la donna fece immediatamente dopo, salvandosi cos probabilmente la vita. Non vi sono quindi prove dirette della colpevolezza di Chapman. Ma a rendere ancora pi misterioso il caso di jack e ancora pieno di sorprese, fu lassassinio di altre sei donne, che vennero in seguito addebitate anche se con diversi dubbi a Jack o per lo meno ad un emulo: Emma Elizabeth Smith

Una vedova di 45 anni, venne aggredita in Osborne Street, brutalmente percossa e stuprata con uno strumento non affilato, che provoc la rottura del perineo nelle prime ore della mattina del 3 aprile 1888. Tornata alla locanda in cui risiedeva, lament forti dolori al basso ventre e, nonostante il ricovero al London Hospital, mor per le gravi lesioni interne riportate. Per quanto il periodo e la tipologia della vittima (Emma era una prostituta) coincidano con i delitti dell'assassino, la testimonianza della vittima stessa indica un'aggressione da parte di tre individui e la morte fu causata da peritonite. Per questi motivi, la maggior parte dei cronisti della vicenda propende ad escluderla dal numero delle vittime di Jack lo squartatore. Martha Tabram

Una prostituta di 39 anni, venne ritrovata uccisa il 6 agosto 1888, alle 4.45 del mattino, sulle scale di una palazzina in George Yard (attualmente Gunthorpe Street).

Il corpo della vittima presentava un gran numero di ferite da taglio nella porzione inferiore del corpo. Il coroner parl di non meno di 39 lesioni, anche se su alcuni giornali del periodo si parla di 20. L'esame post-mortem riveler che sono state usate due differenti tipi di lama per infliggere le ferite. Il 9 agosto 1888, tre giorni dopo il delitto, una prostituta di nome Mary Ann Connelly, anche conosciuta come Pearly Poll, si present alla polizia dicendo che, la notte dell'omicidio, era stata in compagnia della vittima e di due soldati del reggimento Coldstream Guards. Nonostante un tentativo di confronto con tutti gli appartenenti al reggimento che non erano di servizio la notte del 6 agosto, Pearly Poll non fu in grado di identificare con certezza i due uomini e la pista investigativa si perse nel nulla. Data la ferocia dell'attacco e la tipologia della vittima, molti studiosi del caso tendono ora ad indicare Martha Tabram come una possibile vittima. Alice McKenzie

Fu ritrovata uccisa la notte del 17 luglio 1889 dall'agente Joseph Allen. Di ronda nell'area di Whitechapel High Street, l'agente si era fermato per qualche minuto sotto un lampione in Castle Alley per un veloce spuntino. Il vicolo, al momento, le 00.15 del mattino, era deserto. La sua ronda lo riport nello stesso punto circa 35 minuti dopo, alle 00.50. Immediatamente vide, a pochi passi dal lampione sotto il quale aveva sostato poco prima, il corpo di una prostituta quarantenne, la cui gola era stata recisa con due tagli da sinistra a destra, anche se l'opinione del medico legale era che si trattasse di pugnalate pi che di tagli netti, in maniera piuttosto simile ai delitti delle cinque vittime "canoniche". Inoltre, l'addome della vittima aveva subito delle mutilazioni, anche se in misura molto minore rispetto ai casi attribuiti a Jack lo squartatore. Sul caso di Alice McKenzie i pareri, tanto degli investigatori vittoriani quanto degli autori moderni, sono discordi. Frances Coles

Venne ritrovata uccisa alle 2.15 del mattino del 13 febbraio 1891 dall'agente Ernest Thompson. Di ronda lungo Chamber Street, ud un rumore frettoloso di passi davanti a lui e vide la figura indistinta di un uomo che si allontanava in direzione di Mansell Street. Pochi istanti dopo, in un buio passaggio che collegava Chamber Street con Royal Mint Street, conosciuto all'epoca come Swallow Gardens, trov il corpo di una prostituta di 26 anni, dalla cui gola squarciata fuoriusciva ancora il sangue. Chinandosi su di lei, l'agente le vide aprire e chiudere un occhio; trovandosi di fronte ad una vittima ancora in vita,

Thompson non pot inseguire l'uomo che aveva intravisto allontanarsi frettolosamente e si limit a chiamare aiuto con il fischietto in dotazione. Frances Coles mor poco dopo sul lastricato di Swallow Gardens. L'esame post-mortem rivel che la gola era interessata da tre lacerazioni, la prima da sinistra a destra, la seconda da destra a sinistra, l'ultima nuovamente da sinistra verso destra. Delle ferite sulla parte posteriore del cranio suggerivano che la vittima fosse stata scaraventata a terra prima di essere uccisa. Non vi era traccia di mutilazioni post-mortem. In un primo momento, la polizia sospett di Tom Sadler, il convivente della donna, che si rivel in seguito estraneo ai fatti. Sul caso di Frances Coles i pareri, tanto degli investigatori vittoriani quanto degli autori moderni, sono discordi. Il tipo di ferita alla gola certo ricorda il modus operandi di Jack lo squartatore, mentre l'assenza di mutilazioni addominali potrebbe essere imputata all'arrivo dell'agente Thompson, che avrebbe messo in fuga l'assassino, come si pensa possa essere avvenuto nel caso di Elizabeth Stride, nel 1888. Un tronco umano femminile ancora oggi sconosciuto fu ritrovato il 10 settembre 1889 vicino alle vie Osborne e Wentworth. Rose Mylett

Fu ritrovata accoltellata il 20 dicembre 1888. Il cadavere, trovato sul largo di una scala di un gruppo di case operaie in commercial-street, presentava 39 ferite. (wikipedia)

NUMERI ARRETRATI DI SANDS FROM MARS ED AGGIORNAMENTI SANDS FROM MARS NEW EDITION N.1 SANDS FROM MARS NEW EDITON N.2 SANDS FROM MARS NEW EDITON N.3 SANDS FROM MARS NEW EDITON N.4 SANDS FROM MARS NEW EDITON N.5 SANDS FROM MARS NEW EDITON N.6 SANDS FROM MARS NEW EDITION N.7 SANDS FROM MARS NEW EDITION N8/9 SANDS FROM MARS NEW EDITION N.10 SANDS FROM MARS NEW EDITION N.11 SANDS FROM MARS NEW EDITION N.12 SANDS FROM MARS NEW EDITION N.13 SANDS FROM MARS NEW EDITION N.14 SANDS FROM MARS NEW EDITION N.15 SANDS FROM MARS NEW EDITION N.16 SANDS FROM MARS NEW EDITION N.17

AGGIORNAMENTI INTERVISTA ESCLUSIVA A DREAM ARIA IN ITALIANO IN INGLESE RECENSIONE IN ITALIANO IN INGLESE MAURIZIO GANZAROLI INTERVISTA M.O.D. INTERVISTA ESCLUSIVA DAVE SIXX ROBY GUERRA INTERVISTA EUGENIO SQUARCIA ROBY GUERRA INTERVISTA GIANLUCA EVANGELISTI AZIONE FUTURISTA MAURIZIO GANZAROLI INTERVISTA FRANCO DAGA RECENSIONE E INTERVISTA WIREFRAME INTERVISTA ALLARTISTA ZHOU CHENG GUANG IN ITALIANO, INGLESE E CINESE INTERVISTA ALLARTISTA LIU LEAH IN ITALIANO, INGLESE, E CINESE MISTERIOSE VORAGINI SI APRONO IN TUTTO IL MONDO RECENSIONE PER ATIMIA LINGANNO IL CD DI DEBUTTO. SOAP AND SKIN LA FURIA DELLA TIGRE DAUSTRIA NIEL ARMSTRONG MUORE A 82 ANNI ADDIO A SERGIO TOPPI

LUOMO CHE TRASFORMO IL FUMETTO IN ARTE TONY SCOTT LUOMO PIU VELOCE DELLA LUCE LE FOTO DELLE MISSIONI GEMINI MAI VISTE BIOGRAFIA DI GERALD GARDNER RECENSIONE DEL NUOVO CD DI: VISIONI GOTICHE IL CINEMA DI FANTASCIENZA LEIT MOTIV 13 RECENSIONE DEL PROGETTO MULTISONORO