Sei sulla pagina 1di 112

Sommario

n 1-5
3 4
7 9 11 12 13 15 17 18

Notiziario del Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma

EDITORIALE
Alessandro Cassiani

LE VOCI DELLAVVOCATURA
Etica professionale e responsabilit sociale dellavvocato
Riccardo Bolognesi

Il potere del principe


Fabrizio Bruni

Chi vorr ascoltare gli avvocati?


Andrea Caranci

Una giornata memorabile


Alessandro Cassiani

Rosa Valentino: punta di dimante dellAvvocatura al femminile


Alessandro Cassiani

Funzione sociale e ruolo costituzionale della difesa


Settimio Catalisano

I primi sei mesi di attivit dellOrdine degli Avvocati di Roma


Pietro Di Tosto

Lettera ai Deputati
Antonino Galletti

Larbitrato facoltativo rituale in luogo della mediazione quale errato e inadeguato sistema di soluzione alternativo delle controversie
Ferdinando Paparatti

21 24

XXXI Congresso Nazionale Forense Bari: il miracolo di San Nicola


Elisabetta Rampelli

Il progetto SIAMM per accelerare i pagamenti delle spese di giustizia. Nuove opportunit per i difensori di ufficio e per il patrocinio in favore dei non abbienti
Mario Scialla

26 28

LAvvocatura tra globalizzazione e rinnovamento


Isabella Maria Stoppani

Dal palco di Piazza SS. Apostoli in occasione della manifestazione dellAvvocatura del 23 ottobre 2012
Mauro Vaglio

29 ATTUALIT FORENSI
Presentazione delle attivit della scuola forense Vittorio Emanuele Orlando nellanno 2012
Riccardo Bolognesi 31 33 35

Maternit (e paternit) anche per gli avvocati. LAssemblea degli avvocati approva la mozione
CaterinaFlick

Diritto vivente e pratica forense


Aldo Minghelli

Defibrillatori negli uffici giudiziari

Foro Romano

Sommario

36 ATTIVIT DEL CONSIGLIO (ESTRATTI ADUNANZE CONSILIARI)


38 40 45 46 47 51 55 56 60 62

Elezione nuove cariche istituzionali - Adunanza del 23 febbraio 2012 Organismo di Mediazione Forense - Adunanza del 15 marzo 2012 Congresso Nazionale Forense straordinario. Mozioni congressuali - Adunanza del 20 marzo 2012 Progetto Scuola Forense Vittorio Emanuele Orlando - Adunanza del 29 marzo 2012 Bando di concorso per Segretari della XXXV Conferenza dei Giovani Avvocati presso la Corte di Appello di Roma - Adunanza del 19 aprile 2012 Regolamento attuativo per la formazione permanente obbligatoria per il triennio 2011/2013 - Adunanza del 17 maggio 2012 Conto consuntivo dellanno 2011 e Bilancio preventivo per lanno 2012 - Adunanza del 31 maggio 2012 Gli avvocati stabiliti - Linee guida per gli iscritti - Adunanza del 26 luglio 2012 Esami Avvocato - Sessione 2012: nomina Commissari - Adunanze del 6 e del 13 settembre 2012 Tavolo di confronto tra il Ministero della Giustizia e lAvvocatura sul D.M. 140/2012 - Adunanza del 27 settembre 2012 La partecipazione dellOrdine al 4 Salone della Giustizia - Adunanza del 25 ottobre 2012

68 FORMAZIONE CONTINUA
Convegni organizzati dallOrdine degli Avvocati
71 Convegni gratuiti accreditati dallOrdine degli Avvocati 107 Attivit formativa interna agli studi legali

109 110

AGGIORNAMENTO ALBO RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA DEONTOLOGICA

P.D. N. 7862 - Estensore Cons. Scialla


110 P.D. N. 8077 - Estensore Di Tosto - DEC. N. 17/2011 110 P.D. N. 8217 - Estensore Cassiani - DEC. N. 45/2011 110 P.D. N. 8236 - Estensore Cons. Scialla 111 P.D. N. 8250 - Estensore Cipollone - DEC. N. 89/2011 111 P.D. N. 8281 - Estensore Minghelli - DEC N. 12/2012

Foro Romano

Editorale

Alessandro Cassiani
Consigliere dellOrdine degli Avvocati di Roma

a sfiducia nella politica dilagante. La gente non crede pi in chi dovrebbe rappresentarla. Molti li vedono come nemici da combattere nelle piazze oppure disertando le urne. Un fenomeno terribile che rischia di incidere sulle fondamenta dello stato democratico e di travolgerlo in un vortice dagli sbocchi imprevedibili. Quale la soluzione? In che modo sar possibile ripristinare il rispetto per le Istituzioni e la fiducia in chi le rappresenta? Non sono in grado di dare una risposta. So soltanto che cos non possibile andare avanti e che necessario cambiare radicalmente le cose. So anche che i Cittadini vogliono sentirsi rappresentati da persone scelte in base al merito ed ai programmi piuttosto che alle oscure alchimie studiate nelle sacrestie dei partiti. Il malessere dilagante e tocca tutti: dai singoli Cittadini ad intere categorie professionali. Lesempio pi lampante rappresentato dalla condizione nella quale precipitata lAvvocatura. Basta sfogliare i provvedimenti che negli ultimi anni sono piovuti sulla nostra testa per rendersene conto. La legge sulle liberalizzazioni, quella sul riciclaggio che ci vorrebbe delatori dei nostri clienti, la media conciliazione obbligatoria, il filtro che dovrebbe ridurre indiscriminatamente le impugnazioni, la nuova geografia giudiziaria che ha sconvolto il territorio e condotto ad una guerra fratricida, il ridimensionamento della pratica forense che allontana dalle aule giudiziarie e di fatto rischia di aumentare il numero degli iscritti, la delega alle magistrature di scelte che riguardano disciplina ed emolumenti, costituiscono una sorta di accanimento terapeutico che denota al contempo disprezzo per i professionisti e disinteresse per i cittadini. Con laggravante che lo

scempio si verificato mentre eravamo in fiduciosa attesa di quellordinamento professionale che aspettiamo da oltre settantanni! Come potuto accadere tutto ci? Come possibile che una categoria che conta 250.000 iscritti e molti parlamentari non sia stata capace di prevenire ed evitare una sisma di cos immani proporzioni? Questa la domanda alla quale il Congresso Nazionale di Bari dovr dare una risposta. Sfuggire a questo impegno equivarrebbe condannarsi a fare in eterno quello che stato fatto finora: piangere sul latte versato e recriminare sulle cose che potevano essere e non sono state. Sono convinto che ci non accadr e che la soluzione sar possibile soltanto se si avr il coraggio di guardare in faccia la realt per individuare le ragioni per le quali la Rappresentanza dellAvvocatura non ha funzionato. Non si tratter di rottamare o, peggio ancora, di processare le persone. Al contrario! Bisogner immaginare qualcosa di nuovo che abbia veramente la forza di proiettarsi allesterno e di fronteggiare il mondo della politica. Auspico, insomma, un organismo nuovo che raccolga il consenso di tutta lAvvocatura e sia chiamata a svolgere stabilmente una funzione consultiva oltre che propositiva. Sono certo che ci sar possibile soltanto se i Consigli dellOrdine, il Consiglio Nazionale Forense, le Unioni Distrettuali e le Associazioni Forensi sapranno contribuire a questo risultato rinunciando a quelle rivalit che spesso hanno fatto il gioco del ...nemico. In caso contrario, lalternativa pronta. Lhanno indicata con forza ed in maniera plebiscitaria le migliaia di Colleghi convenuti a Piazza SS. Apostoli sotto le insegne dei Consigli dellOrdine.

Foro Romano

Le Voci dellAvvocatura

Etica professionale e responsabilit sociale dellavvocato


Intervento alla III Conferenza Europea 15/16 novembre 2012
Riccardo Bolognesi
Consigliere dellOrdine degli Avvocati di Roma Responsabile della Scuola Forense Vittorio Emanuele Orlando

LAmore dellumanit, che il riconoscimento delleguale dignit morale insopprimibile in ogni uomo, coincide in sostanza con loperoso ed esaltante amore della libert. Piero Calamandrei

n cordiale ed affettuoso saluto ai Colleghi che qui rappresentano tutti gli avvocati che, in Italia ed in Europa, amano, nonostante tutto, il lavoro che svolgono. Tutti quegli avvocati che continuano ad esercitare la professione con impegno e dedizione perch hanno a cuore, prima di ogni altra cosa, i diritti delle persone che riduttivamente chiamiamo clienti quando ci affidano le sorti dei loro beni, del lavoro, della casa, il destino delle loro famiglie, la loro libert personale. Non tutti, nel nostro Paese, in questo momento, dimostrano di avere a cuore i problemi dei pi deboli. Le strategie politiche-legislative degli ultimi anni hanno cercato soluzioni per limitare laccesso alla tutela giurisdizionale o per chiudere i processi gi pendenti, negando i necessari interventi strutturali chiesti dagli Uffici giudiziari e dagli avvocati. Nella relazione introduttiva del Congresso Nazionale Forense del 2008, celebrato a Bologna, il Presidente del CNF, lAvv. Guido Alpa, affermava: La giustizia malata. Tutti si prodigano al suo capezzale e si agitano, con pochi risultati persi propone di negare laccesso alla giustizia di legittimit, negando il ricorso per Cassazione; si propone di elevare le spese di giustizia, senza considerare che agevolare laccesso alla giustizia una delle funzioni essenziali dello Stato di diritto. Quelle proposte sono state tradotte in norme. La strategia deflattiva del contenzioso ha generato, nel 2010, lobbligatoriet e lonerosit della mediazione. Abbiamo dovuto combattere per oltre due anni, e le Associazioni Forensi romane sono state in prima linea, per impedire che Istituti ed Enti di Mediazione sviluppassero affari privati gestendo la domanda di giustizia dei cittadini, prescindendo dalla tutela dei diritti e dallopportuna assistenza degli avvocati. Abbiamo vinto quella battaglia, pochi giorni fa, dinanzi alla Corte Costituzionale. Ma la guerra ancora aperta perch mentre i cittadini e gli avvocati, dopo aver quasi sempre tentato fra loro la conciliazione, continuano ad invocare una tutela giurisdizionale dei diritti ed insistono a cercare giustizia nel processo, assistiamo sbalorditi allincremento continuo dei contributi unificati da versare per

instaurare una causa, senza che quelle maggiori entrate si trasformino in spese per necessari interventi strutturali, di organico, di mezzi informatici e di formazione, dai quali gli uffici giudiziari non possono prescindere. Sono state introdotte norme processuali che modificano i riti e riducono le tutele, che introducono condanne e spese maggiori a carico di coloro che si fanno dichiarare inammissibile limpugnazione o che risultano soccombenti in appello. Limitare laccesso alla giustizia o impedirla a chi non ha i mezzi economici per difendersi significa calpestare i diritti dei pi deboli. Certo, in Italia esiste anche il gratuito patrocinio per i non abbienti. E gli avvocati che si mettono a disposizione di questa classe sociale, degli ultimi, otterranno il pagamento delle spese dallo Stato. Il verbo ottenere volutamente coniugato al futuro, anzich al presente, perch lavvocato che oggi aiuta un povero in giudizio ricever tra due o tre anni la liquidazione di un compenso, peraltro in misura ridotta. Esiste una legge che sanziona lo Stato, non il magistrato, per la lentezza del processo. Ma il procedimento che dovrebbe garantire il ristoro dei danni pi lento del processo che vi ha dato causa ed il magistrato non ne risponde mai. Invece se un avvocato si fa scadere un termine, nel processo sempre perentorio, pu risponderne a titolo di responsabilit professionale. E per questo paga, opportunamente, il premio di una polizza assicurativa. Gli ultimi interventi sul processo civile non hanno offerto strumenti idonei ad incidere davvero sullarretrato disciplinando i passaggi pi critici del processo civile per renderlo pi agile, riducendo le udienze e le attese in aula per compiere inutili formalit, senza la possibilit di essere ascoltati. I sacrifici che hanno fatto gli avvocati, negli ultimi anni, a sostegno ed in soccorso degli uffici giudiziari, non hanno ricevuto alcun segno di solidariet e di gratitudine. Abbiamo svolto e continuiamo a svolgere funzioni di supplenza diretta, sostituendoci ai cancellieri ed al giudice in molti adempimenti, anche amministrativi, e non solo nella redazione dei verbali. Svolgiamo funzioni di supplenza indiretta, attraverso gli avvocati giudici onorari, di pace, numericamente il doppio dei giudici ordinari e costretti ad operare in condizioni di precariet. Forse la gratitudine per il nostro impegno quotidiano ci stata

Foro Romano

Le Voci dellAvvocatura

negata perch si ritenuto che lavvocato facesse supplenza solo per coltivare linteresse dellassistito o addirittura il proprio e non per quel senso di responsabilit sociale che spesso induce lavvocato a collaborare, per il ministero che gli attribuito, per realizzare quel bisogno di giustizia che la societ ed uno stato democratico deve avere la capacit di esprimere. A Roma gli Avvocati e, per loro, il Consiglio dellOrdine pagano decine di impiegati per svolgere funzioni di rinforzo agli uffici amministrativi giudiziari. Nessuno ci ringrazia. Piuttosto la politica e alcuni magistrati, quelli che purtroppo hanno preferito la ribalta mediatica al prestigioso ma duro e silenzioso lavoro quotidiano, continuano ad indicarci come il male della giustizia, strumentalizzando il numero degli iscritti (240.000) che farebbe lievitare il contenzioso. evidente, lo sanno tutti, che almeno un terzo di essi non svolge effettivamente e continuativamente la professione, mentre si tace il fatto che il numero di decisioni e di sentenze dei giudici non aumenta e tanto meno la qualit della produzione giurisprudenziale. Per questo sono stati introdotti incredibili filtri di ammissibilit attribuendo ad un solo magistrato (non ad un Collegio) lampio potere discrezionale di anticipare, con giudizio prognostico, la decisione di merito in forma di ordinanza, senza processo. Per tutto questo la FBE, a Bruxelles e a Ginevra, questanno, ha espresso piena solidariet per le condizioni in cui si trovano ad operare gli Avvocati in Italia. Linsegnamento di Piero Calamandrei, costituzionalista e processualista del secolo scorso, oggi vale pi che mai ad indicare quale debba essere la strada per restituire forza, dignit e prestigio alla nostra professione. Affermava Calamandrei lora in cui ogni classe, che non voglia essere spazzata via dallavvenire che incalza, deve compiere senza ipocrisie il suo esame di coscienza e domandarsi su quali titoli di utilit comune essa potr basare il suo diritto ad esistere domani in una societ migliore di questa. La difesa del cittadino e della legge non gi il titolo di utilit comune per eccellenza? Nelle relazioni di ieri abbiamo sentito parlare di etica e di valori di importanza fondamentale. Abbiamo ricordato che il ruolo dellAvvocato, anzi, il ministero del Difensore, scolpito nella Costituzione, nella legge professionale e nella legge di riforma. La formula del giuramento dellavvocato, effettivamente conferma che le funzioni e le responsabilit sociali dellavvocato non possono essere confinate nei limiti del mandato del cliente. La responsabilit sociale dellavvocato, infatti, non solo etica, deontologica, ma comprensiva di valori non codificati. Dinanzi agli scenari che ho descritto senza pudore, dal momento che lEuropa una casa comune e che in famiglia le cose vanno dette senza reticenze, la responsabilit sociale dellavvocato deve tradursi in azione concreta e spingersi, oramai, sino ai

limiti dellazione politica categoriale, non bastando pi quel tradizionale contributo di ispirazione alla produzione giurisprudenziale e, attraverso le sentenze, alla produzione legislativa. Il Consiglio dellOrdine di Roma ha coordinato e guidato una grande manifestazione pubblica di avvocati il 23 ottobre, nel centro di Roma. Eravamo 10.000 a sfilare in corteo, per i cittadini e per il diritto di difesa, prima di tutto. LAvvocatura, iniziando da Roma, ha deciso di farsi interprete del suo ruolo pubblico e delle sue responsabilit sociali. Forse apparir meno tecnica, meno colta che nel passato, ma preferisce accantonare un po lestetica, fare meno riverenze a coloro che non ci rispettano, ed essere pi concreta e quindi pi etica. Lavvocatura romana vanta tradizioni millenarie. Il Foro Romano non un cumulo di pietre. Sappiamo bene che il gladio non il miglior strumento di espressione degli uomini di cultura e dei professionisti, anche se gli avvocati hanno guidato, usando anche la forza, importanti cambiamenti nella storia di Paesi Europei e, di recente, nel Nord Africa, in Tunisia, dove nella lotta per la democrazia agli avvocati si sono affiancati i magistrati. Ci stiamo impegnando ancora di pi nella formazione dei giovani, di una nuova generazione di avvocati, che sia migliore, pi preparata della nostra. Dalla scuola e dalluniversit originano i problemi o le virt di una generazione nuova di avvocati, che abbiamo il dovere, la responsabilit sociale di esprimere, modificando latteggiamento solo critico nei confronti di coloro che si affacciano ora alla professione e cercando di far emergere i migliori. La Scuola Forense che ho lonore di dirigere, nella prestigiosa sede del palazzo di Giustizia, a Roma, sta dedicando molta attenzione alla cura dei comportamenti, delle regole. Sono riuscito ad impegnare gratuitamente, nella Scuola, 45 docenti, in prevalenza professori universitari, ordinari, associati e ricercatori, i quali hanno comunque garantito un taglio pratico e collaborano anche nel pesante lavoro di correzione degli elaborati. Si sono tenute riunioni periodiche (cinque plenarie ed altre di area) per rendere sempre pi omogeneo e coerente il metodo. Da maggio a luglio 2012 sono state erogate 50 ore di lezioni frontali, dedicando alcune ore anche al diritto commerciale, fallimentare, del lavoro ed alla deontologia forense e sono state svolte le prime tre esercitazioni scritte, corrette dai Docenti e discusse in aula. I tre allievi praticanti che hanno ottenuto i migliori voti nelle prime esercitazioni sono stati accompagnati dal sottoscritto in visita ed in udienza presso la Corte di Giustizia di Lussemburgo dall11 al 13 luglio, dividendo la spesa con la Scuola Superiore dellAvvocatura. Lattivit didattica ripresa il 5 settembre, con un altro importante seminario sulle tecniche di argomentazione e redazione atti e terminer il prossimo 5 dicembre, pochi

Foro Romano

Le Voci dellAvvocatura

giorni prima dellesame di abilitazione. Nella stagione autunnale sono state erogate altre 63 ore di lezioni frontali, il luned ed il mercoled. Il sabato sono state svolte ben dodici esercitazioni/simulazioni desame in Aula e sei lezioni sono state dedicate alla discussione ed alla correzione dei pareri e degli atti. Una decina di giovani della Scuola hanno aderito alla proposta di collaborare quali tutor nel progetto di assistere una ventina di detenuti di Rebibbia che sono iscritti a giurisprudenza. Si recheranno in carcere, nelle prossime settimane, con appositi permessi e li accompagneranno nel difficile percorso di studio e di riabilitazione sociale. Non riesco oramai a calcolare il tempo che sto e stiamo sacrificando, nel Consiglio dellOrdine di Roma, per cambiare il volto e limmagine di unavvocatura che appariva avvitata sul problema delle tariffe abrogate e non riusciva a curare una comunicazione efficace per riconquistare la dignit ed il rispetto per la toga. Cerco di trasmettere alle persone che lavorano accanto a me quello che ho imparato dai maestri che ho avuto la fortuna di incontrare nel mio percorso: il guadagno ed il successo non

possono essere lobiettivo della professione ma solo un naturale effetto che lentamente ma inesorabilmente discende dallaver svolto bene, con scrupolo e dedizione, la professione di avvocato. E vado dicendo, soprattutto ai giovani, che sarebbe ora che sulle facciate dei palazzi di giustizia, a Roma come a Milano, allinterno delle Aule, nei corridoi, accanto alle immagini dei magistrati Falcone e Borsellino, giustamente divenute icone, si esponessero le fotografie di alcune figure simbolo dellavvocatura, come Fulvio Croce e Giorgio Ambrosoli, vittime della criminalit e di poteri occulti che li hanno colpiti nelladempimento dei loro doveri professionali. Anche noi abbiamo i nostri martiri, ma nessuno si ricorda di citarli. E chiss quante altre fotografie potremmo esibire di avvocati che non hanno mai raggiunto la celebrit, non sono mai finiti sui giornali, in tv e non hanno mai occupato una poltrona di potere, ma che hanno lavorato duramente e responsabilmente per tutta la vita.

Foro Romano

Le Voci dellAvvocatura

Il potere del principe


Fabrizio Bruni
Consigliere dellOrdine degli Avvocati di Roma

Il disegno di legge di riforma dellordinamento forense, ovvero come si fa una legge dichiarando le intenzioni per intender altro

l disegno di legge di riforma dellordinamento forense, di prossima definitiva approvazione ad opera dagli organi parlamentari, evidenzia un rilevante vizio di legittimit, tale da rendere la disciplina gravabile di probabile giudizio impugnatorio. Mediante lapprovando disegno di legge, il Parlamento intende configurare il nuovo statuto dellavvocato tale da consentire allavvocatura di mantenere i caratteri di libert e indipendenza, divenendo per, dicesi, pi qualificata ed efficiente, e quindi consapevole della sua funzione sociale e sia regolata da una disciplina moderna in linea con i tempi odierni. In verit, ci non affatto vero. Al contrario, la prefata legislazione disvela un intento chiaramente antidemocratico, di matrice neocorporativa. Dispregiativa dei diritti dellavvocatura di base, quella non facente parte dellalbo degli iscritti alle magistrature superiori. Nonostante il ridondante contrario intendimento dei promulgatori la supposta riforma, rispetto alla previgente formazione, le differenze sono minimali, quasi di facciata. Laddove interviene, ed anche profondamente, invece, sullorganigramma delle competenze fra i vari organismi di diritto pubblico, rappresentativi della categoria professionale. Palese la differenza sostanziale. La nuova legislazione attribuisce ad un organo, non rappresentativo degli avvocati non cassazionisti, penetranti poteri di uniformare le modalit di svolgimento della professione davvocato: dal contenuto della sua concreta prestazione professionale nei confronti dei potenziali clienti (art. 1, comma 3 del D.L.), alle modalit di svolgimento del mestiere prescelto (art. 21, comma 1 del D.L.) nonch di aggiornamento culturale e professionale per arrivare allaspetto pubblico del lavoro (la possibilit o meno di fregiarsi del titolo di specialista in determinate branche del sistema giuridico). Privando, nella sostanza, di qualsiasi possibilit dingerenza e di condivisione della potest, lente professionale territoriale, ove lavvocato non cassazionista iscritto e deve permanere ad essere iscritto. Questi, alla luce della riforma, stato privato di qualsivoglia voce in capitolo. Palese, sul punto, lirrazionalit e lingiustizia del nuovo sistema professionale. Anche nella nuova configurazione dellordinamento forense, invero, il CNF continua ad essere un organismo elitario e cio perch composto esclusivamente dagli avvocati, iscritti allo speciale albo dei cassazionisti (art. 38 del D.L.).

Ma non solo, ed questo laspetto che rende la prospettata disciplina censurabile ai sensi dei canoni di cui agli artt. 3, 33 e 41 della Costituzione, candidabili e, quindi eleggibili, sono sempre e solo i prefati avvocati speciali. Con la conseguenza, pertanto, che gli avvocati non cassazionisti (la stragrande maggioranza degli avvocati italiani), pur non potendo essere candidabili al CNF, sono comunque soggetti alle regolamentazioni ed alle circolari da quellente pubblico, promananti. Sul punto, ben altro avrebbe dovuto essere il contenuto della riforma se si fosse voluto dotare il CNF di rappresentanza effettiva: consentire lelezione dei suoi membri con libera elezione su base proporzionale in relazione al numero degli iscritti agli albi nellintero territorio nazionale. Palese , quindi, che la riforma in via di approvazione in Parlamento, cristallizzi, tutto al contrario di quanto avrebbe dovuto, lassoluto difetto di rappresentativit del CNF nei confronti degli avvocati, appunto, non cassazionisti (ma forse anche di questi). Lirrazionalit del sistema prescelto consiste nella circostanza che lavvocato non cassazionista rappresentato (potendo votare i relativi consiglieri) da un ente pubblico (quello territorialmente competente) che, alla luce delle regole in via di approvazione, sar privato di quasi tutte le sue competenze regolatorie. Le quali, come abbiamo visto, sono state assegnate, invece, ad un altro ente pubblico (il CNF) che non lo rappresenta, essendo (art. 38, comma 1 del D.L.) privato dellelettorato attivo e passivo. Divenendo cost lavvocato semplice una specie di negletto intoccabile. Tale irrazionalit e ingiustificatezza dimostrata ancor pi, se ce ne fosse bisogno, dalla reintroduzione nel testo della riforma, dellart. 35 che impone allAvvocatura il CNF come suo rappresentante istituzionale pur senza poterne eleggere i membri. Di palmare evidenza , ovviamente, la differenza col sistema ordinamentale in corso di sostituzione. Nella vigenza del quale, la giurisprudenza (fra le ultimissime, Tar Campania, 28-5-2012, n. 1032; Tar Lazio, 2-5-2012, n. 3911; Cons. Stato, 14-2-2012, n. 717; Tar Puglia, 25-10-2011, n. 1847) ha magistralmente chiarito che le entit territoriali degli organismi professionali abbiano la rappresentanza istituzionale a tutela della professione, qualificandoli enti esponenziali degli interessi dei propri iscritti, potendo e dovendo per ci stesso difendere e patrocina-

Foro Romano

Le Voci dellAvvocatura

re le situazioni soggettive attive della categoria. Specificando (Cass., 22-3-1993, n. 3361 in Corr. Giur., 1993, 1434) che lordine locale un ente pubblico associativo esponenziale di una categoria di professionisti, al quale la legge affida la rappresentanza della categoria nellambito della circoscrizione territoriale. Chiarendo ulteriormente che il potere rappresentativo della categoria professionale spetta esclusivamente al relativo ordine o collegio (territoriale) alluopo istituito in forma di ente pubblico, al quale il professionista deve obbligatoriamente appartenere (Cass., 14-2-1992, n. 1811). La riforma, fortissimamente voluta dal Presidente del CNF, il prof. Guido Alpa, quindi da una parte spoglia di essenziali funzioni e competenze gli enti locali territoriali, affidandoli in via esclusiva al CNF, ma dallaltra continua a prevedere che i semplici avvocati ne siano esclusi. Lart. 38 del D.L., come nel vigente sistema, invero, ripete che siano eleggibili al CNF solo gli iscritti allalbo speciale per il patrocinio davanti alle giurisdizioni superiori. Il nuovo sistema professionale, nondimeno, si pone altres in contrasto con la disciplina professionale internazionale. Ed in particolare con la Carta dei Principi fondamentali dellAvvocato europeo. La quale, invero, in considerazione della molteplicit dei doveri ai quali lavvocato soggetto, richiede che la regolamentazione dellattivit professionale dellavvocato, debbiasi assicurare lassoluta indipendenza, libera da ogni tipo di influenza. La disinteratezza dellavvocato infatti ritenuto essere necessaria per credere nel processo della giustizia cos come

limparzialit del giudice (Dichiarazione di Perugia del 1977 del CCBE). Principio che stato ora solennemente e formalmente riassunto nel principio (j), rubricata come autoregolamentazione dellavvocatura che recita che Una delle caratteristiche delle societ illiberali il controllo, palese o occulto, dello Stato sullavvocatura e sullattivit degli avvocati. Vi sono sostanzialmente due modi possibili di disciplinare la professione forense: la disciplina statale e lautoregolamentazione dellavvocatura. In molti casi lo Stato, riconoscendo limportanza dei principi fondamentali, utilizza la legislazione per diffonderli, per esempio emanando norme vincolanti in materia di segreto professionale, o delegando agli ordini forensi poteri normativi vincolanti per lemanazione delle norme professionali. convinzione del CCBE che solo un forte grado di autoregolamentazione possa garantire lindipendenza professionale degli avvocati rispetto allo Stato: senza garanzia di indipendenza, gli avvocati non possono adempiere il loro compito professionale e giuridico (Consiglio degli Ordini Forensi Europei). Unaltra particolarit della recente riforma professionale (sempre peggiorativa della qualit del servizio garantito agli avvocati) contenuta nellart. 66. Il D.L. prevede un regime prescrizionale dei crediti previdenziali, unici fra tutti i lavoratori autonomi, non autonomi e parasubordinati, lunghissimo di 10 anni. Allorquando, per tutti, ed adesso anche per gli avvocati, il termine di soli 5 anni. Non si riesce a comprendere le ragioni di questa previsione. Forse che gli avvocati sono meno eguali degli altri.

Foro Romano

Le Voci dellAvvocatura

Chi vorr ascoltare gli avvocati?


Andrea Caranci
Avvocato del Foro di Roma

a gravit del momento sotto gli occhi di tutti. La crisi in atto che colpisce il nostro settore, come colpisce tutta la societ, leconomia, la stessa sicurezza nel futuro, riguarda indistintamente i giovani (mai come ora sono state incerte le prospettive per coloro che si affacciano alla vita lavorativa, i dati sulla disoccupazione giovanile parlano da soli), le persone in et matura (la precariet nel lavoro ormai una costante, gli esodati orrendo neologismo sono una realt che si accompagna a tante altre egualmente drammatiche), gli anziani, i pi indifesi e i bisognosi (i tagli orizzontali, in nome di astratti criteri di bilancio, arrivano addirittura a mettere in discussione lassistenza per coloro che sono colpiti da malattie terribili e totalmente invalidanti). Trasversalmente, i cittadini patiscono i morsi di nuove difficolt, fino a qualche anno fa neppure immaginabili. In questo contesto generale, la nostra categoria si trova sotto attacco, presa dassalto da provvedimenti che, in vista di una malcelata volont di privatizzare il servizio dellassistenza giudiziaria e della tutela dei diritti, minano alla radice la stessa identit della professione, cercando di erodere i principi che sino ad oggi lhanno governata. Provvedimenti, come quelli finalizzati ad abolire i minimi tariffari, ovvero gli altri, in linea con un trend di proposte che sempre meno timidamente hanno ingresso tra i lavori parlamentari, hanno una valenza ideologica e, soprattutto, delle conseguenza pratiche, che poco hanno a che vedere con le sbandierate esigenze di tutelare la concorrenza ed il consumatore; rendere lavvocato, di fatto, socio del proprio cliente, socio, magari, di un investitore che sulla sua potenziale capacit di generare reddito (dimpresa) scommette il proprio capitale, possono determinare distorsioni del ruolo di garanzia e pacificazione dellavvocatura le cui conseguenze, nel tempo, non potranno che danneggiare la collettivit, intesa come somma dei singoli utenti della giustizia e come Paese, che su di una buona sua amministrazione deve, necessariamente, misurare la propria civilt e le proprie prospettive di crescita e progresso. Che qualcosa non torni, oramai, lo avvertono pressoch tutti gli avvocati, i pi distratti, magari, perch colpiti da un dato di fatto che risparmia pochi: il guadagno medio del professionista, oggi, non cresce, quando non decresce sensibilmente. In un ambito in cui ormai apertamente si tenta di disincentivare (per usare un termine soft) laccesso alla giustizia, anche con decretazioni che di urgente hanno solo il nome, in barba ai principi costituzionali che nel rispetto delluguaglianza formale e

sostanziale dei cittadini dovrebbero garantire a tutti lesercizio del diritto di difesa, assistiamo ad una escalation di iniziative legislative che stanno facendo del servizio-giustizia un vero e proprio lusso, riservato ai pochi fortunati che possono investire ingenti risorse personali in attesa che, a distanza di anni, le proprie istanze abbiano riconoscimento formale. Aumento del costo del contributo unificato, obbligatoriet del tentativo di conciliazione (fortunosamente accantonato, ma per vizi che sembrano aver interessato aspetti genetici e non intrinseci della normativa), trappole varie di ordine procedurale, legate a norme inutili ed oggettivamente inadeguate al fine espresso (che senso ha far studiare una causa ad un giudice gi super oberato, quale quello di appello, perch ne valuti lammissibilit in relazione ad un giudizio prognostico e non euristico se, poi, si rinvia, comunque, la decisione di merito ad un secondo momento? E come potrebbe mai, tutto ci, dare nuova linfa allo sviluppo, nel cui decreto si inserisce la modifica dellart. 348 c.p.c.?), redatte per lo pi con tecnica formale (volutamente?) imprecisa, sanzioni postume per il caso di soccombenza, sono tutte iniziative che sembrano smaccatamente finalizzate a ridurre, sic et simpliciter, il numero dei procedimenti secondo una logica mercantile che sostituisce alla qualit del servizio la quantit delle cifre. Queste sciagurate manovre si inseriscono in un contesto gi prossimo al collasso. I tempi della giustizia sono tali da rendere grottesco ogni criterio di valutazione credibile; la tanto sbandierata Europa, in nome della quale si sono a torto o ragione giustificate operazioni dallimpatto a volte devastante, non a caso, quando si parla di giustizia e di politica giudiziaria, sparisce come per incanto dai discorsi politici, e ci non pu certo sorprendere, stante linadempimento cronico dellItalia agli obblighi che discendono dallart. 6 della Convenzione Europea dei Diritti dellUomo e le reiterate sanzioni che al nostro Paese arrivano da Strasburgo. In questo contesto, dunque, quale pu essere il ruolo dellavvocatura? Quale deve essere la posizione da prendere? Oggi pi che mai necessario che lAvvocatura assuma un ruolo centrale per la rinascita del Paese. La giustizia deve tornare (tornare? ... forse meglio iniziare) ad essere un servizio orientato al cittadino, uno dei pilastri su cui costruire il futuro, esprimendo una capacit di conferire certezza ai rapporti e che consenta, conseguentemente, di

Foro Romano

Le Voci dellAvvocatura

attrarre capitali in un contesto che, oggi, scoraggia chiunque dallavventurarsi in iniziative di impresa in Italia (la regola nun te pago, famme causa! non rappresenta certo il miglior incentivo). Solo una giustizia rapida e accessibile pu generare una sana selezione tra avvocati pi e meno capaci, risolvendo al contempo un altro dei drammi che soffocano il settore (... se tanto arriveremo, comunque e tutti, alla meta dopo quattro o cinque anni, per poi appendere al muro, in bella mostra, una qualsivoglia sentenza che si riveler materialmente ineseguibile, come potr mai un giovane di belle speranze affermarsi tra i 240.000 concorrenti che operano gi sulla piazza?!). La salvezza dellavvocatura, dunque, non pu passare che dalla salvezza del sistema giustizia. Senza la seconda, non c futuro per la prima. Ed allora, il momento in cui lavvocatura deve dare il proprio contributo, nei dibattiti, nelle proposte, in barba ad un sistema di media che dedica al tema giustizia sempre e solo attenzioni confinate a vicende che interessano pochi e sempre per le stesse ragioni, rilanciando le ragioni della nostra dignit quale strumento e presidio necessario per la libert dei cittadini. La stampa, purtroppo, si dimostrata tuttaltro che attenta alle nostre istanze, alle nostre indicazioni. Anche la splendida manifestazione del 23 ottobre, che ha visto la entusiasta partecipazione di migliaia di avvocati giunti a Roma da tutta la penisola, ha avuto un riscontro mediatico non adeguato allimportanza delliniziativa e dei temi che lhanno mossa: La nostra dignit la vostra libert, slogan per significare ai cittadini limportanza che il ruolo dellavvocatura mantenga inalterati i caratteri distintivi che ne fanno un unicum nel panorama delle libere professioni, ha rischiato di venir travolto dalla infelice battuta di Bruno Vespa che, nella puntata di Porta a Porta del giorno seguente seguita da 1.263.000 spettatori senza neppure un cenno allevento romano, ha stigmatizzato il ruolo della categoria dipingendola come strenua avversaria di qualsiasi iniziativa finalizzata a ridurre il numero delle cause pendenti (id est, come categoria contraria alla media-conciliazione, appena dichiarata incostituzionale dalla Consulta, ...perch gli avvocati guadagnano sui processi lunghi se dura 10 anni!). E probabilmente, non un caso. Perch abbia luogo linvocata inversione di tendenza, necessario, a mio personale avviso, uno sforzo di creativit e di impegno. Non certo con iniziative tradizionali che potremo scalfire lo status quo. Il muro contro muro ci vedr sempre e comunque soccombenti: la potenza di fuoco dei poteri forti (altro termine in voga che nella sua apparente evanescenza elide problemi e presenze inquietanti), il ruolo della stampa che certo non ci amica, ci costringerebbero alla sconfitta.

Anche le iniziative tradizionali, ritengo, poco possono sortire: le astensioni dalle udienze, consueta forma di espressione del dissenso, quasi mai vengono comprese dalla pubblica opinione, oltretutto senza neppure incidere sensibilmente sul prodotto dellattivit da cui ci si astiene, finendo per diluirsi nelle pluriennali lungaggini dei processi che per inerzia scivolano tra un rinvio e laltro, di anno in anno ... La cronaca ormai ci ha assuefatti anche a forme di sciopero ben pi imponenti e per questioni ancora pi drammatiche di quelle per le quali lavvocatura chiamata a reagire. Un noto detto dice che se un cane morde un passante non fa notizia, ma se il passante a mordere il cane, allora la notizia da prima pagina. In questo contesto, mia opinione che oggi lavvocatura debba riagganciare la societ, unirsi a tutti gli scontenti che cercano la bussola in questo momento di smarrimento e dare il proprio contributo costruttivo nel disegnare un mondo migliore. Mai come adesso deve essere riaffermata la centralit della giustizia, quale caposaldo di democrazia, sviluppo e civilt di un paese, ed in questo la nostra comunit pu e deve farsi parte diligente: andando, ad esempio, nelle scuole, per spiegare ai ragazzi cosa sia la Costituzione, che cosa , cosa dovrebbe essere, la tutela giurisdizionale, concordando con gli Uffici aperture straordinarie dei Tribunali al fine di far sapere al cittadino che quello strano luogo anche, e soprattutto, la sua casa, la casa dei suoi diritti, raccontando ai giovani la storia di Avvocati che hanno sacrificato la propria vita in nome della dignit e valore del servizio che si erano assunti lonere, ed onore, di rendere indossando la toga, ma anche con iniziative del taglio pratico, predisponendo strumenti alternativi (come, ad esempio, camere arbitrali presso i singoli distretti, in specie quelli recentemente tagliati dalle riforme) affinch la domanda di giustizia possa trovare sollievo. Insomma, bisogna intervenire con urgenza, spiazzando chi mistifica e continuer a cercare di mistificare il ruolo e lidentit della nostra professione, e con essa, della dignit del nostro lavoro e della sua funzione. Solo con unazione forte, in qualche modo inattesa e di servizio, potremo far emergere le questioni che riguardano il settore della giustizia ed, a cascata, la professione; solo coinvolgendo creativamente la pubblica opinione potremo incidere sulla classe politica, ed attenderci scelte ed indirizzi pi giusti, costruttivi per il bene comune e, contestualmente, salvare una attivit che non , n potr mai essere, soltanto un mestiere. Per fare questo servir necessariamente un diverso approccio, in cui venga recuperato il senso profondo che distingue lessere avvocato dal fare lavvocato, ed intervenga lassunzione di responsabilit, forse inedite, da parte di ciascuno di noi, come singoli e come categoria sociale ancor prima che professionale: i tempi sono maturi perch lAvvocatura faccia sentire la propria voce.

10

Foro Romano

Le Voci dellAvvocatura

Una giornata memorabile


Alessandro Cassiani
Consigliere dellOrdine degli Avvocati di Roma

l 23 ottobre 2012 rester nella nostra storia. Non soltanto per lenorme numero di Avvocati che hanno partecipato compostamente alla manifestazione indetta dal nostro Consiglio, ma soprattutto per la svolta epocale che hanno voluto imprimere alla rappresentanza della Categoria. Era ora che ci avvenisse! Da troppi anni sono volati sulla nostra testa provvedimenti che hanno eroso la nostra credibilit ed indipendenza senza che nessuno tentasse di fermare la mano del legislatore. Mi riferisco a quelli sul riciclaggio, sulla privacy, sulla concorrenza e sul patto di quota lite. E cio agli anelli di una lunga catena che negli anni stata avvolta intorno al collo degli Avvocati allevidente scopo di asfissiarli. I recenti provvedimenti sulle tariffe, sullaccesso e sulla disciplina, costituiscono la prova provata che il potere politico vuole distruggere la nostra categoria e non ha alcun rispetto per la funzione che lart. 24 della Costituzione ci ha assegnato. Gli Avvocati, di fronte a queste ultime novit, hanno finalmente capito che necessario rimboccarsi le maniche e manifestare sdegno non soltanto nei confronti del legislatore, ma anche di chi venuto meno al compito di rappresentarli. Liniziativa dellOrdine di Roma, di chiamare a raccolta gli Avvocati era

indilazionabile. La risposta immediata e plebiscitaria da parte di questi ultimi ne la conferma. Gli interventi, da quello appassionato di Mauro Vaglio a quelli dei Presidenti degli altri Ordini e del Presidente dellA.I.G.A., hanno incendiato gli animi e manifestato ai politici il disagio di una categoria che non lotta in difesa di presunti privilegi corporativi, ma vuole poter garantire ai cittadini quel diritto di difesa previsto come inviolabile dalla nostra Costituzione. Sono certo che dopo il 23 ottobre le cose cambieranno. La dimostrazione immediata lavremo a Bari in occasione del Congresso Nazionale. In quella sede non sentiremo pi le solite lamentele e le stucchevoli invocazioni ai governanti, non delegheremo pi i nostri destini a chi ha dimostrato di non saperli difendere. A Bari, i Consigli dellOrdine e le Unioni distrettuali prenderanno in mano la situazione e faranno valere la potenza dei numeri oltrech delle idee. Sono convinto che i politici capiranno e faranno marcia indietro accelerando la riforma di quellordinamento professionale che aspettiamo da 73 anni e cancelleranno una normativa che di fatto annulla quel poco di buono rinvenibile nella riforma. Se dovessero far finta di non capire, ci penseranno il TAR, la Corte Costituzionale e, soprattutto, i Cittadini in occasione delle imminenti elezioni!

Foro Romano

11

Le Voci dellAvvocatura

Rosa Valentino: punta di diamante dellAvvocatura al femminile


Alessandro Cassiani
Consigliere dellOrdine degli Avvocati di Roma

a quando ho iniziato la professione ad oggi molte cose sono cambiate: alcune in peggio, altre in meglio. Tra queste ultime indico le conquiste dellAvvocatura al femminile. Si trattato di un fenomeno meritato e allo stesso tempo strabiliante. Limperante maschilismo aveva creato miti che non ammettevano deroghe e che di fatto impedivano alle Colleghe di avere spazio in ambito forense. Ai giovani di oggi pu sembrare inverosimile, ma a quei tempi molti sostenevano senza vergogna che le donne non fossero tagliate per la nostra professione. Erano tempi arcaici nei quali si attribuivano alle donne caratteristiche che i fatti avrebbero dimostrato del tutto inesistenti. Si andava da una presunta fragilit ad unaltrettanto presunta mancanza di grinta che avrebbe impedito loro di poter affrontare efficacemente i colleghi nellagone forense. La storia degli ultimi cinquantanni ha dimostrato che si trattava soltanto di pregiudizi oppure di invenzioni a difesa di privilegi. Come stato possibile? Soprattutto con il sacrificio e limpegno di illustri Colleghe le quali hanno combattuto battaglie memorabili

nellambito delle associazioni forensi e nelle aule dei Tribunali. A loro il merito di avere aperto i cancelli alle tante Colleghe che ne hanno seguito lesempio e che oggi costituiscono met degli iscritti. Tra le Pioniere voglio citare Rosa Valentino da sempre in prima linea nellesercizio della professione e nella organizzazione di convegni a livello nazionale ed internazionale. La sua vita ancora oggi caratterizzata da un impegno costante e da una inesauribile passione per le Donne Giuriste e in genere per i problemi di tutta lAvvocatura. Molti e meritatissimi i premi e i riconoscimenti che adornano la sua toga. Mi limito a citare la Commenda conferitale dal Presidente Ciampi, la presidenza della sezione romana dellassociazione Donne Giuriste, la carica di Vice Presidente nazionale di tale Associazione e, da ultimo, il conferimento del Donne Premio Eccellenti da parte del Sindaco di Roma su proposta del Consiglio dellOrdine. Sono convinto che Rosa, ancora animata da giovanile entusiasmo, porter sempre pi in alto le insegne di un Avvocatura che non si arrende e, anzi, pretende di poter conquistare il proprio futuro.

12

Foro Romano

Le Voci dellAvvocatura

Funzione sociale e ruolo costituzionale della difesa


Garanzie Costituzionali e ragioni delleconomia
Settimio Catalisano
Avvocato del Foro di Roma Delegato OUA

l ruolo costituzionale della difesa chiaramente rintracciabile in diverse disposizioni della nostra Carta Costituzionale, ma forse, visto quello che sta avvenendo in Italia, e in tutti quei paesi europei considerati periferici, negli ultimi anni, giunto il momento di giungere a una chiara esplicitazione della questione. Molti sono stati e sono gli interventi, anche in itinere, che stanno minando alla radice le pur affermate prerogative costituzionali dellAvvocatura come soggetto necessariamente costituzionale allinterno del sistema giustizia. Inoltre, la necessit di ribadire fortemente tale ruolo sorge anche al fine di evitare gli equivoci che stanno sempre pi insorgendo nella collocazione dellattivit dellavvocatura rispetto allesercizio della funzione giurisdizionale. Appare ormai necessario giungere ad una proposta di riforma costituzionale del Titolo IV della Costituzione, che non dovrebbe pi intitolarsi solo alla Magistratura ma riferirsi alla Giurisdizione, quindi necessariamente con la previsione esplicita della funzione vitale dellavvocato. Tenendo presente che valori costituzionali sia nella nostra carta, sia in quella europea assumono con estrema chiarezza la specificit intellettuale e la funzione di garanzia della professione forense ma che, al contrario, sta emergendo fortissimo il conflitto con le forze pseudo politiche, e delle lobbies che su queste hanno grande influenza, che hanno invece forte interesse a privilegiare la concezione imprenditorialistica e concorrenziale della professione forense proprio per sminuirne la portata. Ovviamente, quando si parla del diritto di difesa viene immediato il richiamo al riferimento costituzionale che emerge in maniera pi evidente: lart. 24 Cost., laddove si precisa che tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi (1 c.) e che la difesa diritto inviolabile in ogni stato e grado del procedimento (2 c.); a ci si aggiunga il 3 comma per cui sono assicurati ai non abbienti, con appositi istituti, i mezzi per agire e difendersi davanti ad ogni giurisdizione. Che tale articolo si ponga come faro costituzionale allattivit dellavvocato non sembra possa esserci dubbio alcuno ma invece, allaffermazione primaria del diritto inviolabile di difesa, non si accompagna, nel testo costituzionale, lindicazione dei modi di esercizio di quel medesimo diritto con la conseguenza che il legislatore sviato o pressato, intendendo contemperare le forze e gli interessi in gioco tenti o riesca a intervenire, a

volte con provvedimenti nemmeno dotati di forza di legge o, peggio ancora, ottenuti con fiducie necessarie a ben altri fini, stabilire in quali casi non sia necessario lavvocato o finanche il processo. Nella giurisdizione i cardini centrali sono la certezza del diritto e il contraddittorio e chiaramente tutti sappiamo che questo lelemento differenziale della giurisdizione rispetto allamministrazione. Nella causa, in contraddittorio tra le parti, di fronte al Giudice si cerca di conferire al diritto oggettivo, nel momento e nel caso concreto, la tendenziale garanzia di certezza attraverso la pronuncia del giudice. In questa funzione il ruolo dellavvocato si colloca in maniera indispensabile e propedeutica per le seguenti ragioni logico giuridiche. Nel processo, specialmente in quello civile, c il giudice in posizione terza; le parti operano attraverso i loro difensori e nei loro confronti si esplica la funzione giurisdizionale. La struttura del processo, tende allaccertamento della verit attraverso lesposizione e lo svolgimento delle opposte ragioni. Lulteriore principio fondamentale quello del contraddittorio. A questo principio si ispirano le norme processuali attinenti lonere della prova, a esclusivo carico di colui che deduce e allega le circostanze di fatto e le ragioni in diritto su cui lazione e leccezione si fondano. Lavvocato deve principalmente assistere la parte nella dimostrazione dei fatti mentre per le norme di diritto vige il principio iura novit curia. Se al momento della decisione della causa il principale protagonista il giudice, nel corso del processo egli deve necessariamente valutare liter processuale e le prove che i difensori gli hanno sottoposto nel loro ruolo di impulso processuale, pur nella diversit dei ruoli e funzioni. Il risultato di questa commistione di ruoli definiti porta alla ricerca della certezza del diritto nel caso concreto. Nellattuale panorama normativo e, conseguentemente giurisprudenziale, al giudice non spetta per solo lonere di applicare la norma al caso concreto ma, proprio in virt dei vuoti normativi esistenti (e inevitabili) e del veloce mutamento della societ civile deve spesso supplire, integrare e, soprattutto interpretare la norma astratta per conformarla al caso concreto e alle sue specificit. Ecco allora che il ruolo dellavvocato deve essere rafforzato anzich diminuito con bavagli pre processuali o, peggio, endo processuali, che pare invece siano stati adottati come la panacea dei problemi che da tempo affliggono la nostra giustizia. Linterpretazione delle norme prevede forzatamente la

Foro Romano

13

Le Voci dellAvvocatura

presenza dei difensori delle parti che potranno e dovranno contribuire allapplicazione del diritto e alla sua corretta interpretazione. Una funzione che va oltre il processo perch rafforza la correttezza stessa della decisione del Giudice dandogli respiro nel rispetto del principio sancito dallart. 101 della Costituzione. La necessit di una riforma costituzionale appare quindi evidente se si vorr risalire una china che da parecchi anni sta oppri-

mendo proprio quelle funzioni che allavvocatura spettano. Una riforma che metta in chiara luce la sua funzione sociale e costituzionale nel rispetto di tutti i principi gi sanciti dalla costituzione ma che spesso sono dimenticati. Le ragioni (o i torti) delleconomia non possono prevalere sulla funzione di garanzia dellavvocatura. Ricordando Calamandrei: senza avvocato non pu esserci giudice.

14

Foro Romano

Le Voci dellAvvocatura

I primi sei mesi di attivit dellOrdine degli Avvocati di Roma


Pietro Di Tosto
Segretario del Consiglio dellOrdine di Roma

l nuovo Consiglio dellOrdine di Roma, a sei mesi dal suo insediamento, ha avviato il primo bilancio delle attivit intraprese, dei risultati sinora ottenuti e delle proposte tese a salvaguardare lavvocatura dal declassamento cui da diverso tempo sottoposta. Loperativit, il collegamento con la vita reale, la tutela della professione, sono state le linee guida alle quali ci siamo ispirati e, sia pure in un tempo cos breve, i Colleghi ci dicono che appaiono evidenti i segni di un deciso cambio di passo rispetto allimmobilismo precedente. Vediamo gli aspetti salienti di alcune tra le numerose iniziative intraprese e portate a buon fine. Semplificazione ed informatizzazione delle procedure di accesso allattivit giudiziaria: Sono stati intensificati i collegamenti telematici con gli uffici giudiziari e con gli organi di giustizia tributaria. I provvedimenti del settore esecuzioni mobiliari sono stati informatizzati. stato siglato un accordo con lUNEP per riservare alcune casse per pignoramenti e sfratti esclusivamente agli avvocati. Personale dipendente stato distaccato presso lufficio pubblicazione sentenze del Giudice di Pace affinch sia smaltito leccesso di sentenze non ancora pubblicate, con ragguardevoli risultati. stato sottoscritto un protocollo di intesa con Roma Capitale per il pagamento delle sentenze precedenti al 4 Luglio 2008, nei prossimi giorni inizier la raccolta delle sentenze presso gli uffici dellOrdine. stata accolta ed operativa linterpretazione del Consiglio in ordine circa la non esigibilit dellaumento del contributo unificato in appello sui provvedimenti emessi prima del 1 gennaio 2012. Sono stati ridotti i costi per laccesso alla mediazione, ottenuto limmediato rilascio del verbale negativo, incrementato il personale dellOrganismo di Mediazione dellOrdine, eliminato larretrato e totalmente riorganizzata la gestione contabile. stata ricostituita la sala delle indagini difensive al fine di consentire ai colleghi di poter espletare al meglio la propria attivit.

Potenziamento dellofferta informativa gratuita: Ormai quasi quotidianamente appaiono, sul sito dellOrdine in corso di rinnovo, eventi di approfondimento e aggiornamento professionale nelle pi varie materie e suddivisi in veri e propri corsi o in singoli appuntamenti monotematici. Si dato un forte impulso alla formazione deontologica e alle novit legislative, riguardanti sia gli aspetti tecnicoprocedurali, sia quelli squisitamente professionali, quale ad esempio lintroduzione dei nuovi parametri per i compensi. Si sono strutturati corsi sulla media conciliazione con lesame di casi pratici e rappresentazioni-tipo di incontri di mediazione. La Scuola Forense stata rilanciata, con formazione di altissimo livello e svolgimento di prove pratiche per instradare realmente i futuri Avvocati nella realt lavorativa. Iniziative a favore dei giovani colleghi: La Scuola Forense dellOrdine, una risorsa totalmente gratuita e particolarmente preziosa in questo periodo di grave crisi che tanto pesa sui giovani Colleghi. Stiamo predisponendo accordi per facilitare i giovani Avvocati nellaccessibilit a banche dati giuridiche, il cui onere spesso non sopportabile da chi si stia affacciando alla professione. Abbiamo richiesto allUnione Europea di finanziare progetti formativi e ridotto il numero di crediti necessari per laggiornamento professionale (nel numero di 48 triennali, di cui 9 deontologici) mantenendo per un elevato standard, in modo che essi non siano un appuntamento semplicemente formale. stata introdotta la qualifica di esperto in allo scopo di privilegiare la formazione dei Colleghi nelle materie di elezione con la possibilit di fregiarsi della suddetta qualifica. Infine stato rivoluzionato il concetto stesso di offerta formativa per gli avvocati, sostituendo alle obsolete ed inerti Commissioni i pi dinamici ed efficaci Progetti: posti sotto la vigilanza del Presidente, diretti dai singoli Consiglieri, gestiti da esperti Colleghi in qualit di responsabili, composti da comitati scientifici di esperti nel settore di pertinenza. In ognuno di essi si preparano e si curano i convegni ine-

Foro Romano

15

Le Voci dellAvvocatura

renti i temi di maggiore interesse, le novit legislative e giurisprudenziali, si rappresentano casi pratici. Il tutto periodicamente monitorato nelle sedute consiliari, per il raggiungimento degli obbiettivi proposti. Iniziative di carattere sociale: Sono state avviate numerose agevolazioni tra cui la recente intesa con un istituto di credito per lerogazione di mutui con procedure semplificate e vantaggiose per la costituzione di nuovi studi. Agli iscritti allOrdine viene fornita la possibilit di avere accesso a percorsi culturali di profilo elevato con un ampio ventaglio di proposte come mai si era avuto in precedenza. Sono state stabilite convenzioni con tutti i principali teatri della Capitale e con numerose associazioni culturali che continuamente propongono eventi in ambito archeologico ed artistico. Al progetto cultura stato affiancato il progetto spettacolo, con cui lOrdine propone la visione di pellicole a tema con il successivo approfondimento giuridico. Sono in corso di preparazione svariati eventi sportivi, nelle

diverse discipline (calcio, basket, rugby, golf). stata poderosamente rilanciata la figura dellAvvocato ed il suo impegno sociale grazie ad importanti iniziative come la recente consegna di quattordici defibrillatori donati agli Uffici Giudiziari romani, il protocollo dintesa con il Garante per i Detenuti del Comune di Roma per lattuazione di unattivit di tutoraggio che affianchi i detenuti iscritti alla facolt di Giurisprudenza ed il protocollo di intesa con Roma Capitale per la formazione dei dipendenti addetti alle politiche sociali e della famiglia. Abbiamo intensificato gli sforzi per la costruzione dellunit dellavvocatura a livello nazionale e nel Lazio, partecipando a tutte le riunioni dellUnione Distrettuale del Lazio e chiedendo allO.U.A., al C.N.F. ed alla Cassa Forense azioni congiunte in favore dellAvvocatura.

Insomma un bilancio lusinghiero che tuttavia non ci accontenta. Molte sono ancora le cose da fare in questo momento cos critico per lAvvocatura, ma ci conforta lentusiastico sostegno dei Colleghi che ogni giorno testimoniano il loro apprezzamento per le nostre iniziative.

16

Foro Romano

Le Voci dellAvvocatura

Lettera ai Deputati
Antonino Galletti
Consigliere dellOrdine degli Avvocati di Roma

hiarissimo Onorevole, nonostante la Corte costituzionale abbia recentemente annunciato lincostituzionalit della c.d. mediaconciliazione obbligatoria e ancora in attesa del deposito della sentenza, sono giunte voci allarmanti su improvvide e estemporanee iniziative di taluni che prima ancora di conoscere il testo della decisione della Consulta! si stanno preoccupando di scrivere emendamenti per reintrodurre un istituto inviso ai cittadini (e, quindi, anche allavvocatura), poich inutile e dispendioso. Il bilancio fallimentare dei successi (o, per meglio dire, degli insuccessi) dellistituto nel nostro ordinamento nel periodo precedente alla declaratoria dellincostituzionalit avrebbe potuto/dovuto convincere qualsiasi persona dotata di buon senso o, almeno, di senso della realt dellassurdit dellistituto al quale il precedente Governo aveva assegnato addirittura il compito di risollevare le sorti del nostro processo civile (purtroppo continuamente oggetto dinterventi e rimaneggiamenti che ne aggravano la situazione di collasso). La lobby degli enti di mediazione medio tempore costituiti vorrebbe la reintroduzione dellistituto al solo fine di evitare la

disoccupazione intellettuale dei loro (pochi) iscritti e simpatizzanti, ma converr con noi non possono costoro spingerci a danneggiare lintera cittadinanza per piegarla ai loro interessi. Peraltro, come noto, da mercoled 21 a sabato 24 novembre si svolger il XXXI congresso nazionale forense di Bari e lassociazione che mi onoro di presiedere fornir lelenco nominativo dei parlamentari con lindicazione della posizione assunta sul tema da ciascuno dopo la decisione della Consulta. Se prima, anche in buona fede, qualcuno poteva (forse) credere nellistituto della mediaconciliazione, oggi la declaratoria annunciata dincostituzionalit e la dimostrazione pratica del fallimento dellistituto impongono scelte diverse e conformi allinteresse dei cittadini, quale da sempre rappresentato dai loro difensori. Vorr, dunque, se lo desidera, comunicare le Sue cortesi determinazioni e iniziative al riguardo e segnalare eventuali interventi anche di altri parlamentari. Con osservanza. Avv. Antonino Galletti (lettera di ottobre 2012)

Foro Romano

17

Le Voci dellAvvocatura

Larbitrato facoltativo rituale in luogo della mediazione quale errato e inadeguato sistema di soluzione alternativo delle controversie
Perch tutto ci che facile e possibile si rende complicato e difficile? Coniugare lonest intellettuale e le competenze
Ferdinando Paparatti
Avvocato del Foro di Roma

ella vita, nellimpegno politico e sociale, cos come nella professione, lonest intellettuale e le competenze rendono proficuo ogni passaggio, dal pi banale al pi ostico. Le soluzioni tanto pi sono e saranno caratterizzate dallonest intellettuale e dalle competenze, tanto pi saranno condivisibili e inattaccabili o, almeno, meno attaccabili da quella parte del sistema che meno amiamo e che privilegia lesclusivo o preminente interesse particolare, come se il perseguire un interesse collettivo non consentisse di mantenere vivo e presente un interesse particolare non in contrasto con quello collettivo, della persona o del gruppo/categoria, alla quale si appartiene. Da anni il sistema giustizia si imbatte in una serie di gravi disfunzioni. La gran parte delle soluzioni adottate si sono rilevate e si rilevano inadeguate sotto molti profili, oltre che infruttuose da un punto di vista pratico. Talvolta agli Operatori del diritto: Magistrati, Avvocati, Cancellieri ecc, viene da domandarsi se si abbia, aldil di studi e statistiche, il polso della situazione, la reale consapevolezza di quali siano i punti nevralgici sui quali intervenire per far s che la tutela dei diritti dei Cittadini sia un risultato concreto e che a quegli Operatori, che a questo fine prestano la propria opera, sia salvaguardata la dignit e quindi il rispetto; ma quei principi costituzionalmente garantiti e quella dignit sono un obiettivo e un risultato che ogni giorno di pi si diluisce irrimediabilmente con effetti devastanti sul Paese. Questa situazione di graduale e costante diluizione si perseguita e si continua, visti gli interessi economici e particolari in campo, a voler perseguire, pi o meno consapevolmente (senza neanche attendere la motivazione della Corte Costituzionale che ha dichiarato lillegittimit costituzionale della mediazione obbligatoria per eccesso di delega), con linidoneo strumento della mediazione obbligatoria, ma anche facoltativa; s anche facoltativa, perch la mediazione percorso che ci allontana dai principi costituzionali di cui agli artt. 3 e 24 della Costituzione a differenza di altri sistemi di soluzione alternativa delle controversie gi esistenti, come ad esempio larbitrato facoltativo rituale, il quale, potrebbe facilmente essere incentivato ed even-

tualmente maggiormente adattato alle esigenze contingenti, con ogni relativo, utile e condiviso, intervento legislativo migliorativo. Senza presunzione di completezza, con questo scritto, che ha la sola finalit di favorire la reciproca riflessione, credo che, come gi rassegnato ai Colleghi nel corso della seduta del 15 novembre 2012 dei Delegati del Distretto del Lazio, dei quali mi onoro di far parte, si possa condividere: - lo stato della giustizia italiana, dovuto a pi concause, tra le quali la durata abnorme dei processi, che in concreto non consente la realizzazione e attuazione dei principi costituzionali appena richiamati; - la necessit contingente ed insuperabile di consentire al cittadino la tutela dei diritti garantiti dalla costituzione, come concreta attuazione e non come semplice e sterile enunciazione di principi; - che lAvvocatura sente come obbligo morale e non solo, ormai senza dilazione ulteriore, di opporsi ad unimpostazione e ad una lettura del sistema giustizia, in termini solo economici, di sola rapidit dei processi, rapidit di certo sacrosanta, ma non a discapito della tutela dei diritti dei Cittadini, tutela che si estrinseca concretamente solo con istruttorie complete e sentenze puntuali e adeguatamente motivate, onde dare contezza del perch di quella decisione e della sua conformit ai principi del diritto e alle leggi, che, se non rispettati, impongono che il Cittadino possa impugnare le sentenze emesse senza limitazione o deterrenti di sorta, perch la democrazia e la libert si estrinsecano nella compiuta e completa tutela dei diritti; - che una sentenza emessa in due mesi o in un anno, auspicata e invocata da tutta lAvvocatura, che per non rende giustizia solo un semplice foglio di carta, non espressione di un paese, quale lItalia, pilastro della cultura giuridica e allontana i Cittadini dalla giurisdizione, sede principe per la civile composizione delle controversie da parte di un Giudice terzo, Giudice che anello di garanzia del sistema; - che la tutela di tali diritti non pu essere degradata, da e

18

Foro Romano

Le Voci dellAvvocatura

con soluzioni alternative delle controversie che violano le norme costituzionali e la dignit dei cittadini e dellavvocatura, impegnata in prima linea al rispetto e allattuazione dei principi costituzionali. La mediazione di cui al D.Lgs 04.03.2010 n. 28 strumento errato, inidoneo e indirettamente coercitivo, in quanto: a) non tiene in considerazione e/o marginalizza i diritti dei Cittadini, perch per sua natura si caratterizza come soluzione che non pone laccertamento del diritto come punto di partenza e arrivo del procedimento di componimento delle controversie; b) il risultato, nei limitatissimi casi (17%) in cui conduce ad una conciliazione, indotto o costretto dalla prospettiva negativa e determinante di un lungo processo, allesito del quale, il cittadino avrebbe voluto giungere al fine della verifica e tutela dei suoi diritti dinanzi al Giudice naturale, ma deve accettare soluzioni non gradite di conciliazione e non di diritto, perch meno dannose di un lungo processo; c) comporta per lo stato e per i Cittadini costi ulteriori (dovuti agli organismi di mediazione creati ad hoc e prolificati come business generalizzato) e un allungamento dei tempi nel ricorso alla giustizia, quando, come nella maggior parte dei casi, la mediazione non porta alla conciliazione tra le parti; d) lede e mortifica la dignit degli avvocati che sono costretti, nel necessario e richiesto affiancamento da parte dei propri assistiti, a subire loperato di interlocutori, le cui competenze e formazione culturale-giuridica sono carenti, quando non mancanti (58 ore di corso), ma principalmente, nella stragrande maggioranza dei casi, diverse e non consone allattuazione dei principi costituzionali, irrinunciabili per la salvaguardia del sistema. TENUTO CONTO DI QUANTO SOPRA, - vista la necessit di trovare una soluzione che, da una parte, mantenga fermi e rispetti i principi costituzionali, e dallaltra, non li faccia svanire surrettiziamente, perch diluiti nel tempo a causa della durata dei processi o per il carico dei ruoli che, in mancanza di risorse umane e tecniche adeguate, producono provvedimenti giudiziari sempre pi frequentemente inadeguati e non rispondenti alla necessit e alle richieste di giustizia del Paese Italia; - visto che i provvedimenti legislativi diretti alla soluzione delleffettiva tutela dei diritti dei cittadini, sono risultati errati, sia perch rivolti a limitare laccesso alla giustizia, sia perch diretti a comprimere il diritto alla revisione dei provvedimenti giurisdizionali (vedasi, nel possibile ben pi lungo elenco: la motivazione succinta delle sentenze, la condanna avverso le inibitorie inammissibili in grado di appello, il filtro in appello, linammissibilit del ricorso per cassazione per omessa, insufficiente e contraddittoria motivazione, ecc.); - vista lincapacit del sistema, ancor di pi nellattuale

situazione economico-politica in cui versa il Paese Italia, di trovare soluzioni adeguate che portino risultati concreti rispetto alla paralisi del sistema giustizia, anche perch lAvvocatura stata, in un incomprensibile disegno politico bipartisan, marginalizzata e inascoltata rispetto alla denunciata violazione dei principi costituzionali e allinadeguatezza della mediazione, strumento fallimentare, dimostratosi idoneo solo per lacquisizione di risorse economiche in favore di soggetti creati ad hoc, quali gli organismi di mediazione accreditati, il cui attuale abnorme numero di 2.078 (fonte sito del Ministero di Grazia e Giustizia); - visto che esiste gi nel nostro ordinamento giuridico, un procedimento per la soluzione alternativa delle controversie, quale larbitrato, che non ha bisogno di nessun intervento legislativo radicale perch possa essere adattato, ancor di pi di quanto non lo sia autonomamente, alla soluzione della grave disfunzione del sistema giustizia, il tutto mantenendo fermi e rispettati i principi costituzionali, senza oneri economico finanziari aggiuntivi per lo Stato, senza necessit di strutture o organismi nuovi, perch gi esistenti, ma principalmente perch non necessari; - visto che, a differenza della mediazione e delle altre soluzioni alternative delle controversie, LARBITRATO FACOLTATIVO RITUALE - non pu risolversi con un verbale di conciliazione negativo e quindi essere infruttuoso per i fini di smaltimento delle controversie e affollamento del ricorso al Giudice naturale; - garantisce i principi costituzionali con un procedimento che tutela il diritto di difesa con unadeguata istruttoria cos come un provvedimento decisorio, il lodo, conforme al diritto e che produce gli stessi effetti della sentenza pronunciata dallAutorit giudiziaria (artt. 824 bis e 825 cpc); - garantisce limpugnazione del lodo, per i motivi di cui allart. 827 cpc e ss (di nullit, per revocazione e per opposizione di terzo), il tutto salvaguardando comunque il controllo giurisdizionale; - garantisce la celerit dei procedimenti e la definizione del contenzioso in un arco di tempo che pu contenersi massimo in sei mesi; - non comporta oneri aggiuntivi, in quanto, per quelli di procedura, di certo non superiori a quelli previsti dal contributo unificato e per i compensi degli Avvocati, gi fissati e previsti dallart. 6 del D.M 20.07.2012 n. 140 in vigore, rispetto al quale si auspicano successive modifiche e integrazioni, pi volte invocate dallAvvocatura; APPARE, FERMO RESTANDO QUANTALTRO SI POTREBBE ULTERIORMENTE ESPORRE NELLO STESSO SENSO, non dissennato cos come, non riflessione di casta?, ma riflessione e soluzione che favorisca il pi completo rispetto dei principi costituzionali nonch lesclusione dei riflessi negativi,

Foro Romano

19

Le Voci dellAvvocatura

giuridico-economico-sociali che si sono prodotti, auspicare e attivarsi affinch il Governo Italiano e il Parlamento abbandonino il procedimento di mediazione quale strumento di soluzione delle controversie, in ragione delle esplicate ragioni di inidoneit dello stesso, adottando a tal fine ogni relativo provvedimento, in quanto la mediazione non favorisce il rispetto dei principi costituzionali, comporta anomalie e distorsioni giuridico-economico-sociali che ledono il sistema giustizia, e perch gi esistente nel nostro sistema legislativo uno strumento idoneo di soluzione alternativa delle controversie, quale larbitrato e quindi, conseguentemente incentivino ladozione del procedimento arbitrale facoltativo rituale, anche con eventuali modifiche che possano renderlo maggiormente idoneo, quale strumento alter-

nativo di soluzione delle controversie e temporaneo strumento deflattivo dei contenziosi, cos come, il CNF, lOUA, i Consigli degli Ordini degli Avvocati, tutte le rappresentanze dellAvvocatura, i singoli Avvocati, si attivino, nelle forme e modi pi efficaci ed idonei, per rappresentare al Governo, al Parlamento, alla Magistratura, cos come alla Collettivit, il vulnus creato dalla mediazione allo stato di diritto in danno dei cittadini e quindi lidoneit e la scelta dellarbitrato quale strumento alternativo di soluzione delle controversie e temporaneo strumento deflattivo dei contenziosi, in attesa del possibile ed invocato pi rapido recupero da parte del sistema giustizia delle funzioni giurisdizionali, nel pi completo e concreto assolvimento dei principi costituzionali.

20

Foro Romano

Le Voci dellAvvocatura

XXXI Congresso Nazionale Forense Bari: il miracolo di San Nicola


Elisabetta Rampelli
Avvocato del Foro di Roma

on vorrei sembrare irriverente nei confronti del Congresso, ma la particolarit di questo oscuro momento storico, mi porta a leggere ci che sta accadendo allAvvocatura e alla Giustizia in un contesto pi ampio. Difatti, a causa della devastante incapacit della Politica, nel nostro Paese, come in tanti altri, si sta rafforzando lo strapotere della finanza speculativa: il mercato detta le leggi. Nel mondo i destini degli Stati, e degli uomini, sono appesi alle agenzie di rating e alle decisioni di spregiudicate oligarchie. Le regole sono imposte dalla fredda economia. In questo contesto, in Italia, giorno dopo giorno, veniamo espropriati delle nostre libert, senza che si levino voci tonanti in difesa di quelle conquiste che, fino a poco tempo fa, venivano sbandierate ad ogni occasione come privilegi della democrazia, in contrapposizione alle dittature e alle tirannie. Il Grande Fratello ci ascolta, ci osserva, ci scheda. Le nostre vite finiscono sui media in una gogna senza ritegno, e senza che il Garante della Privacy, cos solerte nellimporci di nascondere a sguardi indiscreti i nomi e gli affari dei nostri clienti nel nostro studio, cos attento a cancellare i nomi delle parti dai ruoli dei processi (tanto per renderci la vita pi facile!), adotti misure serie a tutela della vita privata di ciascuno di noi. Ma in condizione di adottarle? Un altro Garante, quello che ci mult pesantemente quando deliberammo lastensione dalle udienze senza rispettare i termini di preavviso, minaccia sanzioni e provvedimenti, ma soltanto nei confronti dei deboli, di coloro che non ce la fanno pi ad essere spremuti come limoni, e protestano scioperando. E minacciano di non rispettare le regole per la disperazione di non essere ascoltati, angosciati dal fatto che, per questo governo, manifestazioni e scioperi sono solamente folklore un po kitsch, e le pseudo riforme si fanno senza ascoltare nessuno. Il terzo Garante ci perseguita con norme sulla concorrenza, sullapertura degli albi, sullabolizione delle tariffe, sulla pubblicit ecc. ecc. E noi, storditi da questa gragnuola di colpi, traballiamo come pugili suonati, senza riuscire ad individuare una strategia che ci consenta di far valere il nostro indubitabile peso nella societ. Come se non bastasse, litighiamo tra noi, e non per trovare laccordo su una linea dintervento da seguire, ma per stabilire chi deve contare di pi. Ma dove? La Giustizia diventata un simulacro di se stessa che non esito

a definire INGIUSTIZIA. Giustizia dei ricchi e dei potenti, giustizia degli ignoranti, giustizia dei prepotenti. Eppure, tanti anni fa, quando muovevo i primi passi nel Foro, ero piena dorgoglio perch appartenevo a una realt sociale indispensabile in ogni aggregazione, con radici tanto antiche da nascere con lintelligenza delluomo. Ed ho cominciato a costruire nella mia mente un mondo in cui lAvvocatura potesse esprimere al meglio la propria funzione a servizio della Comunit e dei diritti, nella convinzione che se la Classe Forense avesse avuto il ruolo che le compete nella societ, sarebbe stato sempre pi difficile ridurre gli spazi di libert, diminuire o limitare le garanzie. E sarebbe stato pi facile ridurre progressivamente le ingiustizie. Sapevo che il ruolo dellAvvocato nel processo era fondamentale, sapevo che lAvvocato serviva non solo a tutelare qualcuno, ma anche a suscitare interrogativi nel giudice, a scatenare quella dialettica che comporta un migliore e pi attento esame delle posizioni delle parti. Sapevo che il Processo era una cosa seria e mi rendevo conto del fatto che lo Stato non investiva nella Giustizia. N aveva intenzione di farlo. Nel mio mondo, dunque, lAvvocatura svolgeva il ruolo fondamentale di intermediazione tra il diritto del cittadino ad avere giustizia ed il dovere dello Stato di assicurare lesercizio di quel diritto. Nel mio mondo era inconcepibile uno Stato che non si preoccupasse di potenziare sempre di pi le funzioni e i poteri dellintermediario, al duplice fine di conservare sacralit al processo e approntare gli strumenti necessari alle tutele dei suoi cittadini. In tale contesto, proprio del mio mondo, lo Stato si adoperava per gestire al meglio ogni controversia, lasciando che approdasse alla giurisdizione solamente la soluzione dei casi pi ostinati. Sognavo, quindi, Avvocati preparati e corretti, in grado di incutere soggezione e rispetto nei clienti e nei giudici. Sentivo che, quanto maggiore fosse stato il peso della Classe Forense nello stato, tanto maggiori sarebbero stati gli spazi di libert e tanto minori gli spazi di ingiustizia. Con queste premesse decisi di partecipare attivamente alla vita della categoria cercando di portare il mio contributo in questa direzione. Cominci quindi la mia militanza associativa, che mi port elet-

Foro Romano

21

Le Voci dellAvvocatura

ta allOrganismo Unitario dellAvvocatura. Presto mi resi conto, purtroppo, del fatto che la categoria era lacerata e divisa, poco selezionata, poco consapevole del suo ruolo fondamentale sia nello stato che nella societ, strutturalmente debole agli occhi di tutti, della politica come della magistratura, e soprattutto della gente. Molto ha inciso nel costruire questa debolezza laccesso indiscriminato agli albi: lassenza di sbocchi di lavoro aveva portato a considerare la professione non la naturale conseguenza di una vocazione etica, ma un parcheggio di sotto occupati. Via via, nel tempo, ho assistito ad una lunga sequela di torbide operazioni mediatiche e legislative, di offese e di emarginazioni, finalizzate ad indebolirne il peso sociale e a rendere sempre pi difficile laccesso del cittadino alla giustizia. Contavamo sempre di meno. In questo rapido declino siamo arrivati ai giorni nostri, nei quali il processo di delegittimazione ha subito una violenta accelerazione. Il primo attacco allautonomia venne con il Governo Prodi: lAvvocatura scese in piazza, ma risultati concreti non ce ne furono o furono assai limitati. Prodi cadde anche sullonda delle proteste dei professionisti, ma il Governo successivo, che indubbiamente fu eletto anche con il consenso dei professionisti ai quali le forze politiche avevano promesso un cambiamento di rotta, trad incredibilmente le aspettative e, proprio alla fine, assest colpi ferali: chiusura dei tribunali, aumento dei costi della giustizia, snaturalizzazione delle professioni e, in particolare, della nostra. La crisi politica, economica e soprattutto morale, sotto gli occhi di tutti. Oggi il nostro Paese, e lEuropa tutta, sono governati dai Mercati. Ed i colpi assestati allAvvocatura non si contano. Noi abbiamo perso tanto, troppo, tempo. Non voglio credere che per noi sia finita, ma certo siamo allultima spiaggia: o riusciamo a resistere e a recuperare terreno, o sar la fine. La fine di una Giustizia a misura duomo, distribuita capillarmente sul territorio, regolata da unAvvocatura responsabile e preparata, in grado di gestirne ogni fase. Dobbiamo lottare per avere Avvocati magistrati onorari, Avvocati mediatori preventivi, Avvocati preparati per il processo, Avvocati consulenti. Non dobbiamo pi accontentarci di battaglie di retroguardia, di briciole legislative, di promesse bugiarde: abbiamo il dovere di offrire serie e concrete soluzioni alternative. Abbiamo detto troppi no, senza presentare un progetto globale di riforma condiviso non tanto della legge professionale (progetti ce ne sono stati a iosa), ma del ruolo dellAvvocato nella giustizia e nella societ, e della Giustizia intesa non solamente come processo, ma come fondamentale esigenza sociale alla

quale la nostra categoria la pi indicata per dare risposte. Se negli Avvocati fosse instillata la cultura della mediazione, attraverso la gestione diretta delle liti sarebbe possibile scremare gli affari che giungono al processo, sottrarre, di fatto, alimento alla giurisdizione, e valorizzare il nostro contributo. Sarebbe un passo avanti. Ora bisogner farlo per forza, visti i costi del processo. Se fosse riservata alla magistratura onoraria una parte della giurisdizione, i diritti disponibili fino a una certa soglia di valore, e se la magistratura onoraria fosse reclutata solo tra gli avvocati, con tutte le garanzie necessarie in ordine alla preparazione, alla terziet, alle incompatibilit, alla correttezza, al giusto compenso, il numero dei magistrati non dovrebbe essere aumentato, e i processi sarebbero pi spediti e pi meditati. Se si pervenisse allunit della giurisdizione, ad un processo unico con le stesse regole per tutti, tutto sarebbe pi semplice e immediato, pi chiaro. Sicuramente ci sarebbero meno costi per lo Stato, e non ci sarebbero alibi per annientare la presenza capillare della giustizia sul territorio. Gi! La Giustizia deve essere visibile ovunque, deve essere monito e saper dare risposte. Deve essere a portata di mano del cittadino. Credo, che se la nostra categoria si strutturasse per assistere, con task-forces operative in ogni foro, organizzate dai Consigli degli Ordini, tutti coloro che non hanno i mezzi economici, ridurremmo sicuramente gli spazi di ingiustizia, e svolgeremmo un servizio benemerito al Paese. Avvocati paladini di Libert, di Uguaglianza, di Giustizia. Avvocati garanti dellapplicazione del Diritto e delle regole. Avvocati in grado di assumere il ruolo principale e fondamentale nellamministrazione della Giustizia, poich categoria naturalmente vocata e sensibile. Ed allora, con questo spirito guardo a Bari: potrebbe essere il Congresso della svolta e della rinascita. Chi non ha pi niente da perdere spesso riesce a risorgere con rinnovata energia e potente vigore. Con limmaginazione percorro i vicoli della citt vecchia ed arrivo di fronte alla Cattedrale di San Nicola. Una cattedrale romanica di pietra bianca che si staglia nel cielo azzurro della Puglia. Di giorno acceca lo sguardo con la sua luminosa bellezza disegnata dai raggi del sole, di notte riflette la luna e induce a meditare sul Mistero. maestosa, splendida e rapisce il cuore. Leffigie del Santo racconta dellEsicasmo, di antiche preghiere, di acque tempestose che portano miracoli e salvano anime e corpi. licona scintillante di un Uomo della carit che si distinse per la sua generosit verso i poveri e i bisognosi. Un Santo capace di domare la forza dei venti e la violenza delle onde, invocato contro le ingiustizie. La Puglia regala mille ricordi di Federico II, i suoi Codici, il suo

22

Foro Romano

Le Voci dellAvvocatura

spirito coraggioso e rivoluzionario, quel suo essere allavanguardia, quella sua capacit di precorrere i tempi ed elevare la cultura e la societ librandosi in alto, con lo sguardo pronto a seguire i suoi falchi in ascesa, sempre pi s, in quei cieli color turchese. Lo immagino mentre azzarda le sue idee innovative e costruisce il suo progetto di societ, mentre apre la sua mente come le ali di un falco dispiegate nella massima tensione. Lo immagino mentre i suoi pensieri scendono veloci in picchiata, fulminei come saette, per tradurre nella pratica le sue teorie. Lasciando a testimonianza del suo ardire e della sua grandezza, mille e mille tracce visibili e concrete di un sapere che si sta perdendo e sacrificando sullaltare delleconomia. E nelle notti silenziose e stellate, tutto parla Sento che dovremmo essere un po come lui, sento che dovrem-

mo osare e presentare al Paese e al Mondo un Manifesto dellAvvocatura, per spiegare il nostro ruolo nella societ in movimento, per rivendicare le nostre prerogative, per porci a servizio, per offrire soluzioni, con una visione avvocatocentrica del diritto e delle tutele. Ed allora, dal profondo della mia anima si alza prepotente una preghiera: San Nicola, tu che sei stato capace di domare la forza dei venti e la violenza delle onde, tu che sei invocato contro le ingiustizie, aiuta una categoria che su questa terra chiamata a proteggere la societ dalle ingiustizie! A Bari, fai il miracolo!

Foro Romano

23

Le Voci dellAvvocatura

Il progetto SIAMM per accelerare i pagamenti delle spese di giustizia Nuove opportunit per i difensori di ufficio e per il patrocinio in favore dei non abbienti
Mario Scialla
Consigliere dellOrdine degli Avvocati di Roma

l disfacimento del comparto giustizia sotto gli occhi di tutti e purtroppo il settore del penale stato contagiato come e pi degli altri ambiti di amministrazione della giustizia. Un sistema gi di per s poco efficiente e non sempre razionale stato portato alla paralisi da una dissennata scelta politica che negli ultimi anni ha ridotto gli stanziamenti per la giustizia fino al 30%, ricavando da ci addirittura un motivo di vanto perch, come riferito pubblicamente dallex Ministro della Giustizia al Congresso Forense di Genova del 2010, gli avvocati avrebbero dovuto distinguersi dai magistrati e non chiedere continuamente stanziamenti per la giustizia La speranza di sovvertire questo pericoloso andamento affidata soprattutto allintroduzione del processo telematico anche nel penale perch, a fronte di un investimento modesto, si dovrebbero ottenere consistenti vantaggi anche riducendo i costi per gli utenti. Attualmente gi attiva la consultazione informatica dei fascicoli, le cui indagini sono state concluse ai sensi dellart. 415 bis c.p.p., ormai interamente scannerizzati, mentre in fase sperimentale linvio delle copie dei fascicoli del Tribunale via pec. Purtroppo a Roma non stato ancora possibile informatizzare il registro generale degli indagati, consentendo agli avvocati di evitare interminabili file e soprattutto di accedere immediatamente alla consultazione di un dato essenziale che deve orientare da subito le scelte difensive. Gli intensi sforzi che lOrdine degli Avvocati, la Camera Penale e lOsservatorio per la giustizia penale stanno profondendo da anni, vengono vanificati da un atteggiamento della Procura che ancora esitante sul punto per una serie di motivi legati allaspetto organizzativo ed al timore di illecita diffusione di dati coperti dal segreto dindagine. di tutta evidenza che si verte in una materia delicata, che necessita di tutti gli accorgimenti e le verifiche necessarie, per pur vero che numerose altre Procure, tra cui quella di Napoli e Palermo, consentono da tempo questo servizio senza che siano emersi problemi applicativi. Sarebbe assai importante per lavvocato avere sotto costante

controllo la situazione generale delle iscrizioni del proprio assistito perch solo una corretta ed esaustiva informazione sullesistenza di procedimenti a suo carico pu consentire ladozione delle pi opportune scelte difensive, dallesperimento di investigazioni difensive alla scelta, addirittura, di riti alternativi. Il giusto processo, cui fa riferimento larticolo 111 della Costituzione, si attua anche attraverso una pronta conoscenza delle pendenze a carico della persona accusata. LOrdine degli Avvocati di Roma, consapevole di ci, ha accolto lofferta della societ Lextel di fornire gratuitamente, per alcuni mesi, laccesso ai registri degli indagati delle Procure che svolgono tale servizio (come detto Roma esclusa) e per facilitare laccesso verranno effettuate simulazioni durante il prossimo salone della giustizia. Lo scopo duplice: da un lato infondere nei colleghi la percezione dellindispensabilit di tale strumento e dallaltro rassicurare la Procura di Roma sulla possibilit di effettuare, senza rischi, tale consultazione, sperando di ottenerlo, in un immediato futuro, anche nella Capitale. importante che gli avvocati comincino essi stessi a sostenere la scelta telematica operando anche una rivoluzione culturale che sicuramente determiner un periodo di inziale disorientamento e sicuramente dei problemi applicativi ma che potr certamente ridurre il numero delle persone impiegate a fornire certi servizi. Del resto nessuno, alcuni anni or sono, avrebbe potuto immaginare di effettuare i pagamenti per via telematica o addirittura i versamenti di assegni o contanti nel proprio istituto di credito senza la sigla del cassiere, eppure tutto ci fa parte ormai del nostro patrimonio di conoscenze. In questo contesto alcune novit interessanti si prospettano nellambito del comparto delle spese di giustizia che si trova in gravissima crisi, causata, quantomeno in parte, dal forte congestionamento delle attivit di pertinenza. Dei conseguenti notevoli ritardi nel pagamento delle parcelle subiscono le conseguenze soprattutto i colleghi pi giovani, che sono allinizio della propria vita professionale e che fanno conto sui rimborsi ottenuti dallo Stato, spesso anche per la stessa

24

Foro Romano

Le Voci dellAvvocatura

sopravvivenza del loro studio. Appare, pertanto, di grande importanza ridurre drasticamente i tempi di lavorazione delle pratiche di liquidazione da parte delle cancellerie competenti. Questo risultato potrebbe essere raggiunto anche grazie ad una informatizzazione massiccia del relativo iter, a partire proprio dalla presentazione dellistanza stessa da parte del difensore. Grazie allattenzione della Commissione difese di ufficio ed in particolare del collega Marco Lepri, risulta che in data 19/10/2012 il Ministero della Giustizia Direzione Generale per i Sistemi Informativi Automatizzati, abbia diramato una circolare a tutte le principali Autorit Giudiziarie italiane, presso le loro sedi, per chiedere la diffusione massiva del rinnovato progetto Siamm/Spese di Giustizia. Le nuove funzionalit del citato sistema informatizzato garantirebbero la possibilit di: 1) inviare al beneficiario istante, una mail con allegata copia del provvedimento lordo emesso, per predisporre la relativa fattura ed invio telematico allufficio procedente della stessa; 2) visualizzare i provvedimenti, al netto delle ritenute, emessi anche a seguito della accettazione di unistanza presentata in cartaceo presso lUfficio Giudiziario; 3) chiedere e visualizzare anche la certificazione dei redditi corrisposti ed il dettaglio dei provvedimenti, al netto delle

ritenute che concorrono alla formazione della certificazione. La circolare indica anche la possibilit di chiedere delucidazioni e chiarimenti sul funzionamento del progetto in questione allhelp desk Siamm (tel. 06/90289117 e.mail: supporto.siamm@accenture.com), precisando che ulteriore documentazione specifica reperibile sul portale Siamm (siamm.giustizia.it). Pur consapevoli che gran parte del problema deriva dalla mancanza effettiva di fondi sufficienti sul capitolo di bilancio del Ministero della Giustizia (che penalizza, in realt, tutto il sistema giustizia), appare, comunque, di notevole importanza dare la massima pubblicit a tali nuove funzionalit del sistema informatizzato in questione, in maniera tale da porre i Colleghi a conoscenza delle possibilit che lo stesso garantisce e, quindi, concorrere a risolvere, almeno parzialmente, lannoso problema dei gravi ritardi nel pagamento delle parcelle relative al patrocinio a spese dello Stato ed alle difese di ufficio. Per ridurre i disagi derivanti dal disfacimento del sistema giustizia dovremo saper cogliere tutte le opportunit che provengono dal settore telematico e supportare iniziative come quella sopra menzionata, confidando altres nellimpegno che stanno profondendo i colleghi della Commissione informatica dellOrdine, i cui risultati ci consentiranno un migliore ed efficace esercizio della nostra attivit professionale.

Foro Romano

25

Le Voci dellAvvocatura

LAvvocatura tra globalizzazione e rinnovamento


Isabella Maria Stoppani
Consigliere dellOrdine degli Avvocati di Roma

a internazionalizzazione delleconomia e le conseguenti interconnessioni istituzionali postulano una correlativa competenza dellAvvocatura; tutti i processi organizzativi hanno un coessenziale risvolto giuridico e la complessit delle questioni che, a tutti i livelli, anche quindi sopranazionali si pongono oggi con grande evidenza hanno trovato gli avvocati italiani non sempre adeguatamente preparati. Si anche parlato di una sorta di colonizzazione da parte degli studi specialmente americani ed inglesi, che gi nei rispettivi sistemi avevano sperimentato, nei relativi imperi, la tecnica comparativa ed il lavoro di equipe nellaffrontare problemi giuridici legati a ordinamenti diversi. Se fino ai nostri giorni sembrato che imperasse il sistema di common law, forte del proprio pragmatismo, oggi assistiamo invece ad un sempre crescente interesse per lordinamento italiano e per i principi del diritto romano, da parte di paesi una volta considerati terzi, che vengono invece in questa fase storica ritenuti i maggiori protagonisti economici nellambito del mercato globale. Ecco allora che lAvvocatura italiana e, nellambito di questa, in particolar modo quella della Capitale, non deve venir meno ad una funzione che ben pu definirsi storica. Non si tratta, infatti, e non solo, di un mero processo culturale, ma pi concretamente di una apertura di importanti prospettive in ordine alle quali gli Ordini professionali devono sentire un loro specifico dovere nellindirizzare gli studi e le specializzazioni dei giovani avvocati verso tali occasioni di lavoro professionale. Va ricordato che anche le Universit sono carenti dal punto di vista dellofferta didattica, in molti casi i laureati in legge non parlano nemmeno una lingua straniera e preferiscono non affrontare gli esami di taglio comparatistico; ci non toglie che proprio il mondo forense debba svolgere unazione di pressione e di proposta nel senso della indispensabile internazionalizzazione degli studi giuridici. In questo contesto, proprio i nostri Ordini sarebbe opportuno che istituissero corsi di alta specializzazione, con scambi culturali, non solo nei paesi europei o negli Stati Uniti, ma anche in Cina, in India, in Brasile, in Sudafrica... Diversamente, non solo tali prospettive saranno inibite ai nostri Avvocati, ma continuer in maniera ancor pi massiccia la gi ricordata colonizzazione da parte di studi stranieri, dove i nostri giovani avvocati lavoreranno in una situazione pressocch impiegatizia. Il problema cos acuto ed urgente, che lAvvocatura dovrebbe

sollecitare un intervento del Governo e delle Istituzioni, affinch siano impartite direttive alle Universit ed alle Scuole di Formazione, e gli Ordini stessi, cooperando con tali strutture abbiano la possibilit di indirizzare i giovani a tali forme di specializzazione. paradossale che anche imprese italiane allestero debbano rivolgersi ad avvocati di paesi terzi che, a differenza dei Colleghi italiani, patrocinano nei paesi africani, asiatici, sudamericani. Insomma, va in qualche modo invertita la tendenza di un approccio alla vita professionale basato su una iniziale clientela corrispondente al proprio vicinato di amici e conoscenti, ovvero di qualche organizzazione di recupero crediti, nella convinzione che limportante sia cominciare; questo modo di accostarsi al mondo professionale determina una inflazione di professionisti anche bravi, ma immessi in una esasperata competizione concorrenziale, giacch poi alla fine tutti risultano esperti nelle stesse materie. Una volta cera comunque la garanzia, anche per lAvvocato per cos dire generalista, di un proprio decoro, garantito dalla inderogabilit dei minimi di tariffa, la cui abolizione (oggi completata con labrogazione della tariffa professionale) ha precipitato vasti strati dellAvvocatura in una situazione che, in alcuni casi, rasenta il degrado sociale. Cos come a livello manifatturiero la sfida sulla qualit che pu consentire ad un Paese come il nostro di competere sui mercati mondiali, cos nelle professioni intellettuali dobbiamo acquisire la consapevolezza delle nostre capacit e del nostro patrimonio culturale e imporci a livello internazionale, uscendo da quella sorta di recinto costituito dallordinamento nazionale, che ci fa sentire diversi e non esportabili. Se questa la situazione nei confronti del nostro rapporto con gli altri ordinamenti, dobbiamo anche segnalare come non sia migliore la considerazione della professione forense nellambito del nostro contesto nazionale. Ed invero c una certa diffusa diffidenza nei confronti della classe forense, in parte dovuta a luoghi comuni ed in parte non del tutto ingiustificata: esiste comunque un problema obiettivo, quello del recupero di un rapporto di fiducia che torni ad esaltare la figura dellAvvocato come difensore dei diritti civili e baluardo contro le sopraffazioni. Non un discorso retorico, se solo lo coniughiamo con lesigenza di una maggiore specializzazione e livello qualitativo degli operatori del diritto. E proprio in questo senso si mosso anche il nostro Consiglio dellOrdine, che, nella sua autonomia, ha

26

Foro Romano

Le Voci dellAvvocatura

deliberato lattribuzione della qualifica di esperto agli Avvocati che svolgono la propria opera in specifici ambiti professionali. La proposta dellistituzione di tale qualifica di esperto nella singola materia, annotata nellalbo, era gi stata avanzata anni fa dal Collega Prof. Giulio Prosperetti, allepoca Consigliere dellOrdine. Il problema quello di consentire ai potenziali Clienti di individuare il professionista la cui specializzazione la pi consona al contenzioso che deve affrontare, uno sviluppo di tale traguardo potr essere quello della gestione, da parte del Consiglio dellOrdine, di uno sportello rivolto al cittadino, come gi avviene in alcuni Ordini del Nord Italia. Un corollario di tale importante riforma, che prende atto del fatto che gli Avvocati non sono tutti fungibili, e che colma un gap tra lAvvocatura italiana e quella europea, senzaltro costituito da percorsi formativi selettivi, cos superando la logica dei crediti indifferenziati, che attualmente rappresenta soltanto una sorta di sperimentazione cui non corrispondono ancora concreti aumenti della qualit dellofferta professionale. Una formazione documentata e specifica pu dare occasioni di vera qualificazione e correlativo lavoro a tanti nostri giovani Colleghi, e ritengo che questo dovr essere il principale impegno, anche in futuro, del nostro Consiglio dellOrdine. Limportante attivit convegnistica cui questo Consiglio ha dato il via, testimonia la seriet dellimpegno, cui va per aggiunta la problematica della selettiva specializzazione che lattribuzione della qualifica di esperto potr incentivare.

Anche sul problema che si ricordato della internazionalizzazione della professione, questo Consiglio sta operando in maniera significativa; molti e costanti sono i contatti con gli Ordini dei Paesi Europei, nonch gli scambi con Avvocature di Paesi in via di sviluppo, che, come si detto, rappresentano un potenziale mercato per i servizi professionali. Vanno precisati i termini in ordine alla possibilit dei nostri praticanti di effettuare, nellambito dei 18 mesi anche stages allestero, presso Studi di avvocati europei, e ci in attuazione di quanto gi previsto dalla normativa europea. Nellambito del ricordato discorso di qualificazione e specializzazione, anche per gli Avvocati, sulla base di specifiche convenzioni con gli altri Ordini europei, potranno effettuarsi scambi volti a migliorare la conoscenza degli ordinamenti stranieri: attualmente gi operativa una convenzione con lOrdine di Madrid e siamo in attesa di perfezionare analoghe convenzioni con gli Ordini di Parigi e Francoforte. Sono questi gli obiettivi che lAvvocatura deve proporsi, per rispondere in maniera costruttiva a quel diffuso attacco alla professione forense che viene da determinati settori e poteri forti della nostra societ, che vorrebbero ridurre il ruolo dellAvvocato ad un lavoro funzionalizzato e sostanzialmente dipendente, ci che porterebbe ad un regresso sul piano della libert e della democrazia, laddove la professione forense deve invece rappresentare la concreta attuazione di quei principi costituzionali sia nazionali che europei, la cui difesa il precipuo compito dellAvvocato.

Foro Romano

27

Le Voci dellAvvocatura

Dal palco di Piazza SS. Apostoli in occasione della manifestazione dellAvvocatura del 23 ottobre 2012
Mauro Vaglio
Presidente dellOrdine degli Avvocati di Roma

ari Colleghi, essere cos numerosi in questa manifestazione ci rende orgogliosi, anche se gli Avvocati non sono abituati a scendere in Piazza. Questo significa che ne siamo stati proprio costretti. la prima volta che succede in questo modo ed un segno importante. Un segnale che diamo: - al cittadino, perch non si senta solo in questa battaglia per la democrazia e perch gli artt. 3 e 24 della Costituzione non diventino norme svuotate di significato; - al legislatore, perch riveda gli insensati provvedimenti che soffocano la nostra professione e i diritti costituzionali dei cittadini; - e, soprattutto, al mondo politico, perch sappia che gli Avvocati non si faranno umiliare, non subiranno senza reagire una vergognosa campagna di denigrazione, e perch sappia che difenderemo con ogni mezzo la dignit della nostra professione ed il futuro dei giovani Colleghi che sono, anchessi, figli di questo grande e nobile Paese. Ma c un altro destinatario di questo segnale e sono proprio i Consigli dellOrdine di tutta Italia che hanno organizzato questa manifestazione e tutti gli altri rappresentanti dellAvvocatura, i Movimenti e le Associazioni che vi hanno aderito, presenti (quasi tutti) e assenti (veramente pochi). Ci state dicendo, con questa presenza cos numerosa, che siete con noi, uno a fianco dellaltro per dare allAvvocatura tutta la forza dellunitariet ed il mandato per far sentire forte la nostra voce, la nostra protesta per i provvedimenti ingiusti e umilianti che ci stanno penalizzando e stanno togliendo il futuro ai pi giovani tra noi. necessario smascherare gli ingannevoli messaggi che una cattiva politica tenta di inviare allopinione pubblica. Il cittadino non sar di certo pi libero di scegliere come difendersi. Il cittadino non spender di meno per la sua difesa giudiziaria.

La Mediazione obbligatoria, il filtro in appello e le altre innovazioni procedurali non risolveranno i problemi della giustizia. Ridurre il numero degli Avvocati non velocizzer i processi. Naturalmente tutti noi questo lo sappiamo gi, ma il cittadino che deve essere correttamente informato ed a questo tutti noi dobbiamo provvedere con ogni mezzo. Ci rivolgeremo a tutti i partiti e movimenti politici per rappresentare le nostre ragioni e siamo certi che c ancora, in questo Paese, chi ha davvero a cuore il futuro democratico e che ha lonest di non ingannare i cittadini. Ricordiamo anche che lo Stato spende tra i due e i quattro miliardi di euro allanno per la gestione delle auto blu, somma superiore al gettito IMU per la prima casa! E non dimentichiamo poi i 20 miliardi di euro per lacquisto dei cacciabombardieri F35 di ultima generazione. E che dire dei costi della politica? Oltre al finanziamento pubblico dei partiti (gi bocciato da un referendum ma reintrodotto furbescamente con la denominazione rimborsi), il denaro si perde in mille rivoli per i gruppi dei partiti nelle varie assemblee elettive e nel frattempo il Governo non riesce nemmeno a varare una seria legge anticorruzione. Perch almeno parte di queste risorse non vengono impiegate per finanziare la giustizia a favore dei cittadini? Chiediamo che si investa ogni risorsa disponibile nellefficienza degli uffici giudiziari e nellassunzione di personale giovane, motivato ed addestrato affinch vi sia una gestione moderna degli uffici. Come vedete, qui noi siamo tantissimi e poich, insieme alle nostre famiglie, ai nostri clienti, ai nostri amici e ai nostri conoscenti, abbiamo un considerevole peso elettorale, gi vi dico fin dora: NON VOTEREMO CHI UMILIA LAVVOCATURA E INGANNA I CITTADINI RINNEGANDO LA COSTITUZIONE. CHE LO SAPPIANO! TUTTI!

28

Foro Romano

Attualit Forensi

Presentazione delle attivit della scuola forense Vittorio Emanuele Orlando nellanno 2012
Riccardo Bolognesi
Consigliere Coordinatore dellOrdine degli Avvocati di Roma

Universit insegna il diritto, la sua storia, il pensiero su cui si fondano i principi, gli ordinamenti e gli istituti, utilizzando una didattica organizzata per settori disciplinari che basa lapprendimento sulle singole materie, definite dalle leggi sostanziali e processuali. La formazione post laurea presuppone gi concluso lapprendimento del sapere giuridico, almeno nei fondamentali istituti, ed affidata alle Scuole di Specializzazione per le professioni legali e alle scuole forensi. Occorre distinguere bene. Le prime, collegate alle universit ed istituite con d.lgs. 398/97, attuato con d.m. 21 dicembre 1999, n. 537, sono scuole di formazione comune per magistrati, avvocati e notai, ove sulla base di modelli didattici omogenei provvedono alla formazione comune dei laureati in giurisprudenza attraverso lapprofondimento teorico, integrato da esperienze pratiche, finalizzato allassunzione dellimpiego di magistrato ordinario o allesercizio delle professioni di avvocato o notaio (cos lart. 16, 2 comma, d.lgs. 398/87). Le seconde hanno la finalit specifica di formare avvocati e sono basate sulla tradizione dei Consigli degli Ordini, mentre il CNF e la Scuola Superiore dellAvvocatura sono impegnate ad indicare linee guida comuni secondo modelli organizzativi fortemente innovativi sul piano didattico. La nostra Istituzione Forense, il pi grande Consiglio dellOrdine degli Avvocati dItalia e dEuropa, sente il dovere di contribuire, in modo efficace, alla formazione degli Avvocati. Dobbiamo certamente esercitare un controllo pi attento sulla formazione interna del praticante perch ogni avvocato senta la responsabilit della crescita culturale e professionale del giovane che a lui si affida come al Maestro pi importante per le sue scelte successive. Ma altrettanto importante che il Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma offra ai giovani che hanno gi scelto di intraprendere la professione di avvocato una Scuola Forense di primissimo piano, con un percorso didattico formativo diretto a infondere e sviluppare nel laureato competenze, abilit e maturit per lapplicazione del diritto ai casi della vita e, quindi, capacit di applicare conoscenze per portare a termine compiti e risolvere problemi. Non si tratta, tuttavia, soltanto del saper fare, cio dellapprendimento di tecniche e abilit, pur necessarie, ma anche di

acquisire la consapevolezza del perch si fa, secondo regole determinate e un metodo imperniato sullagire professionale e sulla coscienza della responsabilit sociale insita nel Ministero del Difensore. La formazione dellavvocato che una Scuola Forense dellOrdine deve offrire non pu limitarsi alla preparazione allesame di abilitazione, come si riteneva in passato e come pensano molti, anche oggi. La Scuola Forense di Roma curer anche quella preparazione, intensificando pareri ed esercitazioni (non meno di otto prove scritte) nel periodo compreso tra settembre e dicembre di questanno e da settembre a dicembre 2013. E magari i nostri Docenti saranno anche in grado di individuare, attraverso lesame delle Sentenze e delle questioni pi importanti e pi dibattute degli ultimi anni, alcuni temi che potrebbero formare oggetto delle prove dellesame di abilitazione. Ma per noi pi importante insegnare il metodo e tentare di colmare il vuoto esistente tra la laurea e leffettivo esercizio della professione legale, in un periodo formativo che, per la drammatica organizzazione degli Uffici Giudiziari romani, spesso caratterizzato da umilianti servizi esterni e da prove fisiche pi che intellettuali. Occorre seguire un metodo che, muovendo dalle fattispecie concrete, dai casi, attraverso processi di ricerca, di interpretazione e di applicazione del diritto, conduca a soluzioni concrete coerenti a quei principi di diritto e di giustizia che non si esauriscono nelle enunciazioni formali dei testi della legge e nel quale interagiscano cultura, razionalit ed etica professionale. Alla didattica delle materie, pertanto, la formazione sostituisce, integrandola, una didattica fondata sui principi e sul metodo, ma anche sulla verifica degli studi universitari e sullaggiornamento nelle materie di esame, colmando il vuoto esistente tra la laurea e leffettivo esercizio della professione legale. Ecco perch la formazione della Scuola Forense Vittorio Emanuele Orlando, promossa dallAvvocatura Romana, non potr essere confusa con un corso preparatorio allesame di abilitazione. In primo luogo perch una preparazione finalizzata a sostenere unanacronistica prova, qual lesame attuale, modellata sulla didattica universitaria e basata su compiti scritti, rispetto ai quali la prova orale si risolve in una sommaria ricognizione di ci che si studiato sui manuali, non presenterebbe alcuna utilit per esercitare concretamente la professione.

Foro Romano

29

Attualit Forensi

La formazione promossa dalla nostra prestigiosa ed orgogliosa avvocatura deve consistere in un processo di preparazione allesercizio della professione sotto il profilo della maturit culturale, della preparazione giuridica e della acquisizione di tutte quelle abilit e tecniche professionali che sono necessarie per esercitare la professione di avvocato ad un livello iniziale accettabile di qualit e di correttezza. Non vogliamo pi vedere primeggiare, per numero di iscrizioni e per qualit, corsi privati ed economicamente onerosi che ci tolgano il piacere di curare, nella Casa degli Avvocati, la formazione integrativa della pratica forense che si svolge negli studi, nellinteresse dei giovani che entrano e lavorano, per alcuni anni, nei nostri studi professionali. Vogliamo, piuttosto, che gli Studi della Capitale possano chiedere alla nostra Scuola Forense, dora innanzi, i curricula dei migliori allievi, per poter offrire opportunit di inserimento pi confacenti alle loro propensioni. Il 2 maggio inizieremo alle ore 12.00. Nel corso della settimana prossima troverete il programma completo delle lezioni sul sito del Consiglio dellOrdine, in attesa dellapertura del sito della Scuola al quale gli iscritti accederanno con password e potranno attingere a materiali didattici. Ci interesseremo anche di diritto commerciale, di diritto fallimentare, del diritto di famiglia, del diritto comunitario e del diritto del lavoro, oltre che della indispensabile deontologia, che non un libricino da sfogliare il giorno prima della prova orale, ma la piattaforma dei comportamenti e delle regole sui quali possono poggiarsi, con sicurezza, le competenze e le conoscenze acquisite. Aggiungeremo, quali ingredienti della nostra ricetta formativa, la teoria e la tecnica dellargomentazione giuridica, il linguaggio giuridico ed il suo rapporto con il linguaggio comune, il metodo giuridico della ricerca e dellinterpretazione, lanalisi economica e sociale del dato normativo e giurisprudenziale, le tecniche di comunicazione centrate sullo stile del giurista, della

mediazione, della negoziazione, le tecniche per lorganizzazione del discorso difensivo scritto ed orale. Non ancora le prove fisiche, di resistenza alle file e di attesa, in piedi, nei corridoi, come qualcuno, disperando che la nostra attuale condizione possa cambiare, mi aveva suggerito. Alcuni avevano diffuso la voce che la Scuola Forense non sarebbe stata pi gratuita, perch il Consigliere Bolognesi voleva vincolare gli iscritti alla frequenza della Scuola attraverso il versamento di una quota di iscrizione modesta, la pi bassa fra tutte quelle che i praticanti pagano in tutte le Scuole Forensi degli Ordini dItalia, escludendo il transito di curiosi e di perditempo. Il Consiglio dellOrdine di Roma ha deciso di conservare la gratuit dellofferta formativa e sono certo che, non per questo, scadr la qualit dellimpegno che attendiamo dai giovani praticanti iscritti alla Scuola, lunico corrispettivo che davvero ci interessava. Per questo abbiamo specificato che un numero di assenze superiore a quattro giornate, delle venti previste dal 2 maggio al 7 luglio, far perdere il diritto degli iscritti a frequentare le lezioni successive e che un numero di assenze superiore al 25 % del corso (da maggio a novembre) non consentir di ritirare lattestato di frequenza. Il Consiglio ha deliberato, gioved scorso, di aderire alliniziativa della Scuola Superiore dellAvvocatura di condurre in visita, presso la Corte di Giustizia del Lussemburgo, tre dei nostri giovani praticanti iscritti alla Scuola che risulteranno pi meritevoli allesito della correzione delle prime esercitazioni che svolgeremo nel corso dei mesi di maggio e di giugno. Altre opportunit di allargare gli orizzonti rispetto al lavoro quotidiano saremo subito pronti a coglierle, verso le altre Corti europee, verso Strasburgo e Bruxelles, vista lapertura dei canali di comunicazione e di collaborazione con lAvv. Alarico Mariani Marini e con la Scuola Superiore dellAvvocatura. Auguro a tutti i giovani iscritti di raggiungere presto, con sacrificio e pazienza, lobiettivo che ora li vede impegnati insieme ai Docenti.

30

Foro Romano

Attualit Forensi

Maternit (e paternit) anche per gli avvocati lAssemblea degli avvocati approva la mozione
Caterina Flick
Avvocato del Foro di Roma

el XXXI Congresso Nazionale Forense lassemblea ha approvato una mozione a favore della genitorialit, presentata dalle Commissioni Pari Opportunit istituite presso lOrganismo Unitario dellAvvocatura e il Consiglio Nazionale Forense e appoggiata con decisione dal Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma. La legge tutela la maternit e le lavoratrici in stato interessante, nonch la paternit, in caso di adozioni e affidamenti: nel nostro ordinamento, per, c una falla che riguarda gli avvocati, falla che le colleghe e i colleghi sperimentano quotidianamente sulla propria pelle. In mancanza di una norma specifica che consenta alle donne avvocato di far rinviare le udienze nel breve periodo in cui tutte le altre si preparano al parto e si dedicano al neonato, le colleghe si trovano costrette a svolgere il lavoro quotidiano come se nulla fosse o a chiedere la cortesia a colleghi e giudici di tenere conto del loro stato. Per non parlare poi del disinteresse con cui vengono accolte le richieste dei colleghi uomini, padri che si occupano dei figli in prima persona, mancando anche per essi una previsione ad hoc. Negli ultimi anni la questione stata affrontata, anche se non risolta. In numerosi Consigli Giudiziari sono stati adottati protocolli di intesa che tengono conto delle esigenze di conciliare la professione forense e la famiglia, nella gestione delle udienze e nella organizzazione delle attivit giudiziarie e dei relativi servizi amministrativi. Questo tuttavia non sufficiente, sia per la mancata diffusione di tali protocolli a livello nazionale, sia per la loro natura non vincolante (a cui consegue la loro possibile disapplicazione). Con particolare riferimento alle udienze penali, la mancanza di una previsione specifica di impedimento legittimo a comparire in udienza nel periodo della maternit - tale da consentire il rinvio delludienza stata di recente posta allattenzione della Consulta dal Tribunale di Perugia, alla luce delle norme costituzionali poste a tutela della famiglia. Lapplicazione della legislazione vigente a tutela della maternit e paternit agli avvocati nello svolgimento dei processi penali stata inoltre oggetto di un disegno di legge presentato nel 2010 (il DDL 2360), il cui esame purtroppo fermo da tempo. Da questo contesto nasce la mozione presentata dalle

Commissioni Pari Opportunit istituite presso lOrganismo Unitario dellAvvocatura e presso il Consiglio Nazionale Forense, e appoggiata con decisione dal Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma. Con la mozione si richiede allOUA e al CNF di sollecitare gli organi politici per consentire lapprovazione in breve tempo di norme che consentano anche agli avvocati madri e padri di beneficiare degli stessi diritti che hanno madri e padri che svolgono diverse attivit lavorative. Nellattesa, si chiede al CNF di attivarsi per promuovere protocolli di intesa a livello nazionale, diretti a tutelare in modo uniforme in tutti i Consigli Giudiziari la maternit e la genitorialit nella organizzazione delle attivit giudiziarie e dei relativi servizi amministrativi e nellesercizio della professione forense. Lapprovazione della mozione a larga maggioranza da parte dellAssemblea degli avvocati un segnale di grande civilt; c da auspicarsi che alla manifestazione di volont espressa dallAssemblea nel Congresso di Bari seguano azioni concrete.

XXXI CONGRESSO NAZIONALE FORENSE BARI 22/24 NOVEMBRE 2012 MOZIONE Le Commissioni per le Pari Opportunit istituite in seno allOUA, al CNF e al Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma hanno rilevato ed esaminato in diverse occasioni le forme di disuguaglianza che ostacolo la piena attuazione del principio di parit nel mondo professionale. Tra le altre, in mancanza di accorgimenti adeguati si traduce in una palese limitazione professionale per le donne avvocato (che costituiscono una larga parte degli iscritti allordine forense), il periodo della maternit. Analogamente limitativo nei confronti degli avvocati tutti il mancato riconoscimento delle esigenze connesse con la genitorialit, quali adozioni, affidamenti e congedo di paternit e malattia dei figli. Per garantire le pari opportunit, tenuto conto della tutela che ricevono gli uomini e le donne che a vario titolo concorrono allesercizio e al buon funzionamento della giurisdizione, nel 2010 stato presentato un disegno di legge (DDL 2360), che propone la modifica dellart. 420-ter del codice di procedura

Foro Romano

31

Attualit Forensi

penale, prevedendo il legittimo impedimento a comparire in udienza per il difensore in stato di gravidanza (durante i due mesi precedenti la data presunta del parto e durante i tre mesi dopo il parto) o quando ricorrano le altre condizioni previste dalle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternit e della paternit (D.Lgs. 151/01). Il disegno di legge citato stabilisce inoltre che costituisce legittimo impedimento a comparire in udienza per il difensore limprovvisa malattia di ciascun figlio di et inferiore a tre anni. Ladozione di tali norme consente di dare attuazione ai principi di uguaglianza non discriminazione sanciti dalla nostra Costituzione e dalle fonti normative comunitarie e internazionali in tema di pari opportunit nellattivit professionale (tra le altre direttiva 2006/54/CE). Nellattesa delladozione di un testo normativo in numerosi Consigli Giudiziari, grazie allattivit svolta dai Comitati per le Pari Opportunit, sono stati adottati protocolli di intesa volti a disciplinare le udienze civili e penali, finalizzati ad assicurare la tutela della maternit e della genitorialit nella gestione delle udienze penali e civili nella organizzazione delle attivit giudiziarie e dei relativi servizi amministrativi e nellesercizio della professione forense. Ci tuttavia non sufficiente, sia per la natura non vincolante dei protocolli di intesa, sia per la mancata diffusione di tali protocolli a livello nazionale. Ci premesso, lAvvocatura italiana riunita in Assemblea a Bari XXXI Congresso Nazionale Forense,

Sollecita il CNF e lOUA A chiedere con fermezza agli Organi Politici 1) di adoperarsi concretamente per lapprovazione del ddl 2360 recante modifica dellarticolo 420-ter del codice di procedura penale in materia di impedimento a comparire in udienza del difensore in stato di gravidanza (durante i due mesi precedenti la data presunta del parto e durante i tre mesi dopo il parto) o quando ricorrano le altre condizioni previste dalle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternit e della paternit, nonch nel caso di improvvisa malattia di ciascun figlio di et inferiore ai tre anni; 2) di predisporre un testo normativo diretto a prevedere il legittimo impedimento a comparire nelle udienze civili per il difensore in stato di gravidanza (durante i due mesi precedenti la data presunta del parto e durante i tre mesi dopo il parto) o quando ricorrano le altre condizioni previste dalle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternit e della paternit, nonch nel caso di improvvisa malattia di ciascun figlio di et inferiore ai tre anni. Invita il CNF A promuovere protocolli di intesa a livello nazionale, diretti a tutelare in modo uniforme in tutti i Consigli Giudiziari la maternit e la genitorialit nella organizzazione delle attivit giudiziarie e dei relativi servizi amministrativi e nellesercizio della professione forense.

32

Foro Romano

Attualit Forensi

Diritto vivente e pratica forense


Aldo Minghelli
Consigliere dellOrdine degli Avvocati di Roma

l progetto di Diritto Penale e quello di Procedura Penale del Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma hanno dato vita dallinizio della Consiliatura ad un programma di formazione in ambito penalistico che si muove su due direttrici principali: 1) garantire un numero sufficiente di crediti formativi a chi vorrebbe, tra i colleghi, fregiarsi del titolo esperto in; 2) dotare i giovani avvocati degli strumenti e dei consigli offerti da Avvocati e Magistrati di lungo corso professionale di quelle massime e conoscenze esperienziali che non possibile rintracciare sui libri. Lidea non nuova, perch gi venivano svolti, ma in maniera privata, sebbene con la possibilit di crediti formativi, corsi di Diritto e Procedura Penale che si ripromettevano le stesse finalit. Oggi, a otto mesi dallinizio del Progetto, arrivano i primi, rassicuranti, riscontri. Ben pi di 3.500 colleghi hanno partecipato alle iniziative, in numeri, che per ciascun evento, non sono mai andati sotto le 80 presenze. In programma, oltre agli eventi gi deliberati (fino al 17 dicembre), da gennaio cercheremo di dare riscontro alla richiesta di convegni di diritto sostanziale e procedurale che da pi parti ci vengono richiesti, sul tema della Legge sugli stupefacenti ed in particolare sulla coltivazione ad esempio o sulla scienza nel diritto - ed in particolare sulle nuove consulenze tecniche e sul loro impatto nel processo formativo della prova. Oltre a tutti i colleghi dei Progetti Consiliari, appare necessario, a questo punto, ringraziare pubblicamente i quattro professionisti che stanno settimanalmente impegnandosi nella creazione di questi eventi: lAvv. Massimo Biffa, lAvv. Carlo Borello, lAvv. Carlo Giacchetti, lAvv. Gian Antonio Minghelli. Sono stati scelti perch noti, perch apprezzati come professionisti, perch da sempre, non da oggi, sentono limportanza di trasmettere agli altri lo stile e i contenuti di una grande professione, quella Forense, quanto mai artigianato del pensiero, del ragionamento giuridico, anche se c chi la vorrebbe catena di montaggio e mercimonio. Tra i giovani e meno giovani colleghi che hanno partecipato, per impossibilit oggettiva a menzionarli tutti, piacerebbe segnalare il Prof. Giovanni Aric, autore di un memorabile intervento sullauspicata riforma delle intercettazioni, miele oratorio e contenutistico, o lAvv. Giosu Bruno Naso, autore di un ironico, puntuale e utilissimo intervento sulloratoria penale nel processo accusatorio, due colossi dellAvvocatura Romana che hanno

accettato di prestarsi alla formazione di tutti gli altri, e la collega Serena Gasperini, giovanissima, che in un intervento in tema di omicidio, con lausilio tecnico del computer e una grande padronanza della materia degli accertamenti scientifici, ha reso il segno della nuova frontiera scientifica e tecnica quella vera! non quella Commerciale che attende gli Avvocati che vogliano sentirsi pionieri. Da Ringraziare inoltre quelli che, tra Magistrati (Luigi Ciampoli, Pierluigi Cipolla, Francesco Scavo Lombardo, Giacomo Ebner, Giuseppe Corasaniti, Carlo La Speranza), Politici (Rita Bernardini) e tecnici negli altri campi dellesperienza penalistica (Vincenza Liviero, Antonella Pacini) hanno prestato il loro contributo per rappresentare laltra met del cielo, il diverso, ma necessario, punto di vista, si sono prestati al confronto. Viene dedicato loro minor spazio (e non ce ne voglia chi solo per ragioni di spazio non viene citato), perch la Presidenza li ha gi, prima e meglio di ora, ringraziati ogni volta. Doveroso omaggio a chi si dimostrato nei fatti amico dellAvvocatura. Spazi visivi Nessun decreto ministeriale n ordinanza interpretativa del CNF ha fino ad ora detto che la formazione professionale debba essere anche noiosa e pedante. per questo che il Progetto Spettacolo del Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma, sfruttando limpatto didattico delle immagini, ha pensato di organizzare convegni che prendendo spunto da questioni legali che ruotano intorno a famose pellicole trattino argomenti giuridici di attualit. Cos la crescita economica brasiliana, i processi ai criminali nazisti, il mondo della droga sono stati raccontati attraverso la dolce narrazione di Central Do Brasil, le Voci dei Protagonisti del Processo per lEccidio di Monte Sole, il forte impatto del volto dei protagonisti di Trainspotting. Liniziativa, che sta trovando grande consenso nellAvvocatura, nel prosieguo cercher di avere la sua collocazione naturale al venerd (sempre dalle 16 alle 19) per consentire la presenza a tutti i colleghi che riescano a dedicarsi le ultime tre ore della settimana eventualmente libere da altri impegni per una formazione professionale e deontologica che sia anche intrattenimento. Il progetto cultura e le visite guidate Sebbene lorganizzazione di eventi culturali non sia mai mancata allOrdine degli Avvocati di Roma, il nuovo Consiglio ha

Foro Romano

33

Attualit Forensi

deciso di puntare molto, in termini di visibilit e proposta, sulla Cultura, per offrire a tutti i colleghi che lo vogliano uno spazio di approfondimento personale e socializzazione. Senza ridurre la possibilit di accesso ai soli colleghi, grazie a partners entusiati (A.T.R., LObelisco, Meravigliarte, P.R.C. e allArch. Federico Cenciotti) e al lavoro del Cons. Donatella Cer di raccolta e proposta delle migliori offerte di visita alle mostre pi interessanti della Capitale, si cercato insomma di portare gli Avvocati e le loro famiglie al museo e sui siti archeologici, per un fine settimana sempre diverso. Con due o pi offerte per cia-

scun fine settimana, molti eventi infrasettimanali, ad un prezzo sempre altamente competitivo, con guide di eccezione e un numero mai troppo ampio di partecipanti, con attenzione alla qualit, gli appuntamenti per molti colleghi sono diventati una sana consuetudine, cos come non poche famiglie hanno approfittato delle iniziative per regalare ai propri figli il punto di vista dellArte. Il Progetto Cultura non si ferma qui. Sono in preparazione delle grandi iniziative che avranno come soggetto privilegiato la citt di Roma, la sua storia, i suoi protagonisti. Vi aspettiamo numerosi!

34

Foro Romano

Attualit Forensi

Comunicato Stampa Defibrillatori negli Uffici Giudiziari:


Roma, 4 ottobre 2012 Aula Avvocati del Palazzo di Giustizia Cerimonia di consegna
Per la prima volta nella storia italiana, il Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma, nelladunanza del 14 giugno u.s., ha deliberato di acquistare 14 defibrillatori da destinare ai piu importanti Uffici Giudiziari romani: Corte di Cassazione, Consiglio di Stato, Corte di Appello di Roma, Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio, Tribunale Ordinario di Roma, Tribunale per i Minorenni di Roma, Ufficio del Giudice di Pace di Roma. Un gesto sentito come doveroso dallOrdine degli Avvocati di Roma, a seguito della tragica scomparsa di una dipendente della Procura della Repubblica, deceduta sul lavoro per un attacco cardiaco. Sulla scia dellesperienza francese, si ritenuto necessario intervenire nel segno della salvaguardia e della tutela della salute, dotando le principali strutture del sistema giudiziario romano di apparecchiature utili ad affrontare questo tipo di emergenza; uniniziativa privata dellOrdine, volta alla salvaguardia non solo degli operatori ma di tutta la cittadinanza. Il giorno 4 ottobre 2012, alle ore 12,00, presso lAula Avvocati, sita al piano terra del Palazzo di Giustizia di Piazza Cavour, si terr, pertanto, la Cerimonia di consegna dei defibrillatori. Alla Cerimonia parteciperanno: il Dott. Ernesto Lupo, Presidente della Corte di Cassazione il Dott. Giancarlo Coraggio, Presidente del Consiglio di Stato il Dott. Giorgio Santacroce, Presidente della Corte di Appello di Roma il Dott. Calogero Piscitello, Presidente del Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio il Dott. Fabrizio Gentili, Presidente Vicario del Tribunale Ordinario di Roma la Dott.ssa Melita Cavallo, Presidente del Tribunale per i Minorenni di Roma lAvv. Alfredo Blasi, Coordinatore dellUfficio del Giudice di Pace di Roma. Liniziativa, oltre allOrdine degli Avvocati che ne promotore, si pregia della partecipazione di altre eminenti personalit della societ italiana: il noto regista Enrico Vanzina, che ha diretto il cortometraggio Il defibrillatore ed il Prof. Giuliano Altamura, Presidente dellAssociazione Insieme per il Cuore che contribuir con una donazione di due defibrillatori ed organizzer gratuitamente corsi per il loro utilizzo .

Il Consigliere Segretario Avv. Pietro Di Tosto

Il Presidente Avv. Mauro Vaglio

Foro Romano

35

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

Elezione nuove cariche istituzionali


Adunanza del 23 febbraio 2012
Alladunanza si procede seguendo lordine del giorno con le nomine delle cariche istituzionali. Elezione del Presidente Vengono distribuite le schede per la votazione relativa alla carica di Presidente. Il Presidente f.f. propone di nominare quale Presidente, lAvv. Mauro Vaglio. Elenca funzioni e meriti del Consigliere Vaglio, nonch il grande riscontro che ha ricevuto da parte dellintera Avvocatura. Si procede alla votazione per lelezione del Presidente. I voti vengono espressi come segue: - Avv. Mauro Vaglio: voti 13 - Schede bianche: 2 Risulta eletto, quale Presidente del Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma per il biennio 2012/2013, il Consigliere Avv. Mauro Vaglio, che assume le funzioni di Presidente. Elezione del Consigliere Segretario Si procede allelezione del Consigliere Segretario. Il Presidente propone di nominare quale Consigliere Segretario, lAvv. Pietro Di Tosto. I voti vengono espressi come segue: - Avv. Pietro Di Tosto: voti 13 - Schede bianche: 2 Risulta eletto, quale Consigliere Segretario del Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma per il biennio 2012/2013, il Consigliere Avv. Pietro Di Tosto, che assume le funzioni di Segretario. Elezione del Consigliere Tesoriere Si procede allelezione del Consigliere Tesoriere. Il Presidente propone di nominare quale Consigliere Tesoriere, lAvv. Donatella Cer. I voti vengono espressi come segue: - Avv. Donatella Cer: voti 13 - Schede bianche: 2 Risulta eletto, quale Consigliere Tesoriere del Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma per il biennio 2012/2013, il Consigliere Avv. Donatella Cer. Comunicazioni del Presidente Prende la parola il Presidente con un intervento che integralmente si trascrive: con grande piacere che rivolgo un caloroso benvenuto ai nove Consiglieri di nuova nomina, che per la prima volta partecipano a questo illustre consesso: Bolognesi, Bruni, Galletti, Mazzoni, Minghelli, Nicodemi, Santini, Scialla e Stoppani. Per quanto mi riguarda, ritengo doveroso ringraziare tutti per il grande onore ed onere che mi stato attribuito. Cercher di ricoprire la carica di Presidente del Consiglio dellOrdine con il pensiero costantemente rivolto a rappresentare ogni singolo Avvocato iscritto al nostro Albo e con lumilt di colui che ha sempre qualcosa da imparare da ciascun Collega. Un ruolo determinante in questo Consiglio verr svolto dal Consigliere Cassiani, che costituir il nostro faro e la guida per tutti noi nelle difficolt quotidiane, e che mi permetto di definire il nostro Presidente Onorario. Esprimo poi le pi vive congratulazioni al Consigliere Segretario Di Tosto ed al Consigliere Tesoriere Cer per le importanti cariche che ricopriranno in questo biennio. Il loro sar un compito veramente difficile e determinante, ma sono certo che sapranno assolverlo nel migliore dei modi. Ringrazio infine, con sincerit, il Consigliere Conte, il Consigliere Condello ed i Consiglieri non confermati per limponente lavoro istituzionale svolto nei due anni precedenti, sempre in armonia fra tutti. Mi riferisco in particolare alla disciplina, rispetto alla quale dobbiamo riconoscere che, grazie allimpegno di tutto il Consiglio cos come richiesto e sollecitato dal Presidente Conte, vi stato un azzeramento dellarretrato per quanto riguarda i procedimenti disciplinari, cui si aggiunta la mole di pareri di congruit sugli onorari, lottimo lavoro per le iscrizioni e cancellazioni NON PI COMMISSIONI MA PROGETTI da oggi non parleremo pi di Commissioni, ma di Progetti e ciascun Consigliere avr il compito di sottopormi il proprio progetto nellambito dei settori che nei prossimi giorni provveder ad assegnare, cos come compete al Presidente del Consiglio dellOrdine. Tali progetti dovranno essere portati a termine entro tre mesi ed in mancanza di puntuale adempimento da parte degli assegnatari, il compito verr riassegnato ad altri Consiglieri. Ma di questo avremo modo di parlare pi approfonditamente nelle prossime adunanze, nelle quali istituzionalizzeremo anche la Consulta Permanente dellAvvocatura romana e daremo avvio a tante altre novit, indirizzate a coinvolgere la professionalit del maggior numero possibile di Colleghi desiderosi di mettersi al servizio degli iscritti. Dobbiamo chiederci: cosa si aspetta lAvvocatura romana da noi? La professione forense, come del resto la societ, sta attraversando il momento di maggiore difficolt dal dopoguerra. Purtroppo tutti i governi che si sono susseguiti dal 2005 ad oggi sembra che abbiano preso di mira lAvvocatura ed i professionisti in genere con provvedimenti punitivi, come se lannientare la libera professione possa essere la panacea di tutti i mali della societ.

36

Foro Romano

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

Le conseguenze di ci non solo hanno determinato una sempre maggiore proletarizzazione ed un crescente impoverimento della nostra categoria, ma stanno incidendo drammaticamente sul pi alto principio costituzionale: il diritto di difesa e della tutela del cittadino. Altro che riduzione dei tempi dei processi! La strada intrapresa quella dellabolizione dei processi e della cancellazione della garanzia giurisdizionale. I nostri Colleghi ci chiedono quindi di intervenire con forza ed in modo incisivo a tutela della nostra stessa sopravvivenza. Noi, e per noi intendo tutti gli iscritti agli Albi dei vari Consigli dItalia, abbiamo le capacit, le conoscenze giuridiche e tecniche, la correttezza personale e letica politica per contribuire in modo positivo e determinante al cambiamento in atto della societ e per migliorarla nel rispetto dei principi costituzionali ed europei della giurisdizione a garanzia del cittadino. Tuttavia, questo obiettivo sar raggiungibile solo con lunione delle forze di tutte le componenti rappresentative dellAvvocatura. Ecco perch il nuovo Consiglio operer in stretta collaborazione e coesione con lOrganismo Unitario dellAvvocatura, con il Consiglio Nazionale Forense, con la Cassa Forense, con lUnione Distrettuale del Lazio, con gli altri Consigli dellOrdine territoriali, con tutte le Istituzioni Forensi e, soprattutto, con il mondo associativo di base. La ricchezza dellAvvocatura costituita dalla molteplicit delle sue componenti, ma se il numero di 250.000 Avvocati italiani fino ad oggi stato un limite per la mancanza di una forte rappresentativit unica, lavoreremo in modo da conseguire quellunit di indirizzo politico, indispensabile per avere un ruolo incisivo nella societ italiana. In questo modo, infatti, anche la politica non potr ignorare che noi Avvocati italiani possiamo rappresentare un bacino di almeno 1.000.000 di voti e non gli sar pi possibile tenerci fuori dalle decisioni che riguardano la nostra vita professionale, facendo affidamento sulle nostre divisioni interne. Con questo spirito di unit parteciperemo al Congresso Straordinario Forense di Milano del prossimo mese di marzo. Dovremo avere al nostro fianco anche la Magistratura, alla quale far comprendere che la distruzione dellAvvocatura come componente costituzionale del processo e la sottrazione allautorit giudiziaria della giurisdizione determineranno nel lungo periodo un depauperamento del suo stesso ruolo. Colpendo noi, si vuole colpire anche la Magistratura e, sottraendole il processo, la si vuole svuotare del suo potere di riequilibrio di forza rispetto al potere esecutivo e alla politica. Il ruolo politico del Consiglio dellOrdine ormai indiscutibile e chiedo il supporto e limpegno di tutti i Consiglieri per diventare il primo baluardo di salvaguardia della professione e

del cittadino. Dobbiamo necessariamente batterci per la sopravvivenza di tutti gli Avvocati, a cominciare da coloro che si trovano in grande difficolt. Sono convinto che disponiamo delle capacit e degli strumenti per vincere questa battaglia sociale e, nello svolgere questo compito, abbiamo assoluto bisogno del contributo di tutti quei Colleghi che, come noi, vogliano mettersi a disposizione per avviare la rinascita dellAvvocatura e del Paese. Comunicazioni del Consigliere Tesoriere Cari Amici Consiglieri, ringrazio il neo Presidente Mauro Vaglio e tutti voi per la fiducia e la stima manifestatami con questo incarico veramente prestigioso e di grande responsabilit. Permettetemi, innanzitutto, di rivolgere un particolare benvenuto a tutti i nuovi Consiglieri eletti, che si trovano per la prima volta a dover assolvere a un ruolo di indubbio prestigio ma altrettanto delicato e importante per lintera Avvocatura Romana. Un caro saluto va anche ai vecchi Consiglieri che, come me, ben conoscono le difficolt e gli ostacoli propri del compito che ci aspetta e che con rinnovata passione ed entusiasmo si sono messi nuovamente al servizio della nostra Istituzione. Il Vostro sostegno e soprattutto quello dei tanti Colleghi che hanno permesso al nuovo Consiglio di insediarsi, saranno decisivi per poter raggiungere tutti gli ambiziosi obiettivi che ci siamo prefissati e poter cos ridare alla nostra amata Professione il lustro e la dignit che le compete. Il momento particolarmente difficile, i ripetuti attacchi e le recenti riforme che mettono a rischio la libert stessa della nostra categoria, impongono unazione coesa di tutta lAvvocatura Romana e sono sicura che, nonostante la dura competizione elettorale ormai conclusa, tutti noi sapremo superare gli individualismi per far emergere ununica voce a tutela della nostra categoria e di tutti i cittadini. Quanto al mio ruolo di Consigliere Tesoriere, che mi onoro di assumere, posso assicurare che sar svolto con la massima trasparenza e con lo spirito di servizio che ha sempre contraddistinto la mia attivit consiliare nel corso di questi ultimi 12 anni. In tal senso, mi impegno sin dora avanti a Voi Consiglieri tutti e allAvvocatura Capitolina a garantire quel rigore e quellausterit propri dellEnte, nel rispetto delle peculiarit e delle esigenze organizzative e funzionali. Nel contempo, analogo impegno sar indirizzato nello sviluppare ed eventualmente incrementare anche attraverso limplementazione delle sponsorizzazioni, convenzioni ed agevolazioni tutte quelle iniziative complementari, quali ad esempio quelle sportive, culturali, benefiche e sociali, volte a creare momenti di condivisione e aggregazione in favore della nostra categoria. Buon lavoro a tutti noi!.

Foro Romano

37

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

Organismo di Mediazione Forense: relazione sullo stato organizzativo e contabile. Proposte e delibere, anche in relazione al Regolamento
Adunanza del 15 marzo 2012
Il Consigliere Nicodemi e il Consigliere Tesoriere relazionano in merito allargomento posto allordine del giorno. Il Consigliere Nicodemi riferisce come lOrganismo di Mediazione Forense presenta problematiche di natura organizzativa e contabile. Sulla contabilit evidenzia come sia opportuno sanare la ritardata emissione delle fatture dalla nascita dellOrganismo a oggi. Chiede, inoltre, che sia regolarizzata al pi presto la posizione fiscale dellOrganismo, anche relativamente alla questione I.V.A. Sullorganizzazione, chiede al Consiglio di prendere atto che, al 14 marzo 2012, risultano presentate circa 1.975 istanze, di cui 439 con inserimento dati, 339 con scansione delle istanze e 278 con avvenuta comunicazione ai mediatori. Rispetto alla presentazione delle istanze, la prima convocazione avviene dopo circa 90 giorni. Il Consigliere Tesoriere comunica di aver incontrato i Revisori dei Conti, il Consulente del Consiglio, Dott. Antonio Spoti, il Funzionario Piero Paris e di essere costantemente in relazione con il Consigliere Nicodemi per le problematiche fiscali dellattivit della Mediazione e precisamente: 1) Le criticit fiscali dipendono: a) dal notevole ritardo nella emissione delle fatture che devono essere emesse allatto dellincasso, essendo lattivit svolta dallOrdine una prestazione di servizio; b) dalle difficolt di determinare il risultato civilistico e fiscale dellattivit di Mediazione che, per la sua natura commerciale, sottoposta a precise disposizioni civilistiche e fiscali. Infatti, ad oggi, non possibile determinare il risultato, in quanto non sono noti i rimborsi da effettuare e i crediti da incassare per le attivit svolte dal Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma nellanno 2011. 2) Le criticit amministrative e contabili sono dovute a una generale carenza di procedure amministrative, di idonee figure professionali nonch di adeguati sistemi e supporti informatici, di comunicazione e relazioni tempestive delle criticit. 3) Suggerimenti: Per eliminare in via definitiva dette anomalie, ritiene opportuno: a) di procedere ad una analisi dettagliata delle varie fasi del processo al fine di determinare i tempi e i metodi di realizzazione; b) di prevedere, sulla base dei dati consuntivi nellanno 2011 e di quelli prospettici, anche in funzione delle nuove disposizioni legislative, il volume delle pratiche da gestire nel futuro; c) di individuare la forza lavoro necessaria, le competenze richieste e i supporti informatici, tecnologici e logistici necessari; d) di installare un sistema informatico che obblighi loperatore a inserire allorigine tutti i dati necessari per la gestione della pratica, ivi inclusi quelli di carattere amministrativo e non come oggi con due programmi, uno gratuito, fornito dal Consiglio Nazionale Forense e laltro realizzato dallEnte di Mediazione. Detto sistema deve, necessariamente, dialogare con il sistema contabile dellOrdine, per consentire lacquisizione delle informazioni e della documentazione in forma elettronica senza ulteriori interventi manuali; e) di modificare, come indicato dal Consigliere Nicodemi, il Regolamento per semplificare le attivit svolte dal personale dellOrdine e per le altre variazioni ritenute opportune, tra le quali la maggiorazione dellI.V.A. sul compenso di 40,00 euro corrisposto per lapertura della pratica, da sempre dovuta e mai richiesta nel passato biennio. 4) Suggerimenti per il superamento delle problematiche relative, insorte nella gestione passata relativa allanno 2011 Sulla base degli incassi risultanti dallestratto conto bancario dellanno 2011 (incassi effettuati a mezzo bonifici, pos e carte di credito), emettere le fatture rilevando dal fascicolo i dati necessari. Contestualmente, verificare lesistenza dellobbligo dellOrdine a restituire tutte o parte delle somme incassate procedendo allemissione delle note di credito, ovvero alla rilevazione di eventuali crediti non contabilizzati. - Queste operazioni (a fronte di euro 400.000,00 circa incassati ed euro 62.000,00 circa di fatture emesse), consentono: a) di sanare anche se a malincuore la problematica I.V.A. con il ricorso al ravvedimento operoso che comporta il pagamento di una penale a carico del Consiglio del 6% sullimponibile fatturato in ritardo, pi gli interessi del 2,5% annuo, fino a quando non sar risolto il problema. La stima per lanno 2011 di circa 20.000,00 euro a carico del Consiglio dellOrdine; b) di determinare il risultato dellattivit di mediazione per lesercizio 2011 che, per effetto degli oneri per il ravvedimento operoso e delle restituzioni da effettuare, sar di sicuro negativo. Inoltre, necessario che dette operazioni si concludano entro la fine di aprile, per consentire una rappresentazione corretta dellattivit di mediazione nel consuntivo dellOrdine la cui appro-

38

Foro Romano

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

vazione prevista per i primi di giugno, nel momento dellapprovazione del bilancio. Il Consigliere Nicodemi riferisce che le questioni pi rilevanti da risolvere riguardano: 1) la previsione di variazione del Regolamento per inserire la notifica della convocazione del primo incontro; 2) la previsione di un unico sistema informatico per gestire tutta la procedura di mediazione; 3) la previsione di un sistema di fatturazione che sia direttamente collegato con la contabilit dellOrdine; 4) la riorganizzazione logistica delle strutture e del personale in funzione dei cambiamenti opportuni per il miglioramento della procedura. A tal fine si gi attivato formando, tra i colleghi, dei gruppi di lavoro che si occuperanno delle problematiche evidenziate. In data odierna si riunito sia il gruppo interessato alla modifica del Regolamento, che quello dei Tutor, cio di coloro che, avendo maggiore esperienza in materia, possono contribuire a

indicare le ulteriori modifiche organizzative per ottimizzare la procedura di mediazione. Nei prossimi giorni verranno convocati anche gli altri gruppi per cercare di risolvere le ulteriori problematiche. Il Presidente, il Consigliere Segretario, il Consigliere Tesoriere e tutti i Consiglieri ringraziano il Consigliere Nicodemi per il lavoro svolto in pochi giorni e per tutti i chiarimenti forniti al Consiglio, sia a livello contabile, sia a livello organizzativo. Il Consigliere Mazzoni, vista la relazione sullo stato dellOrganismo di Mediazione Forense gestito dallOrdine, esaminate le evidenti criticit, chiede la convocazione di un Consiglio straordinario per assumere le necessarie decisioni. Il Consiglio delibera di incaricare il Consigliere Nicodemi a prendere tutte le iniziative opportune e/o necessarie per il miglior funzionamento dellOrganismo di Mediazione e a intervenire, anche in modo radicale, per sanare tutte le criticit evidenziate. Delibera, inoltre, di rinviare largomento alla prossima adunanza per avere lulteriore relazione del Consigliere Nicodemi.

Foro Romano

39

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

Congresso Nazionale Forense straordinario. Mozioni congressuali


Adunanza del 20 marzo 2012
I sottoscritti Delegati dellOrdine di Roma in ordine ai recenti interventi legislativi in materia di tariffe forensi e di societ tra professionisti, visti gli articoli 9 e 9bis del decreto legge n. 1/2012, Considerato che: - necessario un intervento urgente per salvaguardare lautonomia e lindipendenza nellesercizio della professione forense, difendendola dai condizionamenti e dalle regole di mercato imposte dai Contraenti Forti, attraverso il controllo dei mezzi di comunicazione e lutilizzo della politica nelle liberalizzazioni selvagge che insidiano, in realt, i diritti dei cittadini; - stato un errore abolire le tariffe forensi, creando incertezza nei rapporti tra lavvocato e lassistito. Infatti, proprio in ragione del rispetto delle indicazioni europee in materia di tutela del consumatore, il cittadino ha il diritto di conoscere quanto gli costa lattivit professionale sulla base di parametri oggettivi; - stato un errore prevedere la possibilit di costituire S.T.P. con le modalit ai sensi dellart. 9 bis del D.Lg. 1/12: lingresso negli studi professionali di un socio di capitali, a condizioni n regolamentate n condivise dallAvvocatura e dai suoi Organi istituzionali, compromette lautonomia dei professionisti nellattivit di assistenza allesercizio del diritto di difesa. Unica soluzione proponibile quella di ridurre leventuale quota di partecipazione del socio di capitali. Tanto considerato, lAvvocatura, istituzionalmente deputata alla difesa dei diritti, non pu che denunciare le gravi responsabilit del Governo nel voler procedere da solo, e per tentativi, disattendendo le esigenze dei cittadini e minando lautonomia della Professione Forense. Per tali motivi, i sottoscritti Delegati chiedono che il Congresso voti ed approvi la seguente MOZIONE Il Congresso Nazionale Forense chiede che lOrganismo Unitario dellAvvocatura Italiana, il Consiglio Nazionale Forense ed i Consigli dellOrdine Territoriali si facciano promotori effettivi dinanzi agli Organi legislativi e, pi in generale, dinanzi agli Organi Parlamentari e di Governo delle seguenti richieste: - chiedano al Governo e al Ministro della Giustizia che gli interventi legislativi in materia di liberalizzazioni delle professioni forensi vengano adottati previa consultazione obbligatoria degli Organi rappresentativi dellAvvocatura, compresi i Consigli dellOrdine e le Associazioni Forensi pi rappresentative; - esigano il ripristino delle tariffe forensi o, nellinteresse del cittadino, elaborino i nuovi parametri, previa consultazione obbligatoria degli Organi rappresentativi dellAvvocatura, compresi i Consigli dellOrdine e le Associazioni Forensi pi rappresentative; - pretendano labrogazione della norma che consente lingresso di soci di capitale nelle societ professionali. I Delegati del Congresso Straordinario. Il Consiglio approva con le modifiche apportate e fa propria la mozione. Il Presidente comunica che gli Avv.ti Fabiana Canale, Francesca DAlessio, Caterina Flick, Alessia Guerra, Massimo Gruarin, Giuseppe Lombardi, Antonio Jacopo Manca Graziadei, Roberto Maria Meola, Giulia Percoso e Paola Vitaletti, Delegati e non Delegati al Congresso Straordinario che si terr a Milano il 23 e 24 marzo 2012, hanno presentato la seguente mozione congressuale: MOZIONE SULLACCESSO ALLA PROFESSIONE I sottoscritti Delegati, considerato che: A) lAvvocatura, pienamente consapevole dellopportunit rappresentata da unautentica riforma della professione forense, intende partecipare attivamente al cambiamento nellottica di un deciso miglioramento della levatura professionale degli operatori del diritto e, quindi, dei servizi offerti agli utenti in funzione di una concreta liberalizzazione, nonch di un adeguamento del sistema di inserimento professionale delle giovani generazioni; B) la Riforma Professionale non pu prescindere dalla rilevanza costituzionale della prestazione professionale quale tutela di diritti fondamentali del cittadino, da cui la necessit che la prestazione sia svolta da soggetti in grado di garantire elevati standard qualitativi e competenza professionale, che operano in condizione di assoluta indipendenza. Condizioni, quelle ora accennate, che possono attuarsi mediante unorganica programmazione del numero degli iscritti agli Albi Professionali, unitamente ad un rinnovato percorso formativo volto alla riqualificazione della categoria, anche ripensando ai meccanismi dellazione disciplinare (sia sul piano dellaccelerazione delle procedure sia riguardo gli Organismi deputati a provvedervi);

40

Foro Romano

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

C) si ritengono elementi imprescindibili di una proficua riforma della professione forense per la riqualificazione dei professionisti attivi e le future generazioni: C.1) riorganizzazione del sistema universitario che dovrebbe prevedere la predisposizione di una programmazione dellaccesso alla professione forense e alle carriere giudiziarie da attuare unitamente ad un programma formativo strutturato secondo criteri di selezione, volti ad esaltare un sistema meritocratico di qualit, di seguito indicati: corso di laurea, dedicato al comparto giuridico, ove la determinazione del numero dei candidati che ogni anno ciascuna Universit in grado di poter accettare, verrebbe determinato con decreto del MIUR, in base a uno studio previsionale delle capacit del mercato di assorbire la possibile futura offerta legale e giudiziaria, elaborato di concerto con il Ministero di Giustizia, i Consigli degli Ordini forensi. Il corso di laurea, da integrare con corsi dedicati allo studio delle maggiori lingue straniere (con attenzione al linguaggio giuridico nonch comparazione dei sistemi ed istituti giuridici nei paesi di civil law e common law), potrebbe essere cos strutturato: a) triennio comune con frequenza obbligatoria ed esercitazioni pratiche periodiche in aula (simulazioni di udienza con la partecipazione di magistrati togati e non togati, simulazione di conciliazioni, laboratori didattici inerenti le modalit di svolgimento dellattivit investigativa), suscettibili di specifica autonoma valutazione. Il triennio si concluderebbe con una prova valutativa1; b) biennio di indirizzo, organizzato in percorsi diversificati ed autonomi a seconda della carriera giudiziaria scelta dallo studente. Ciascun profilo formativo dovrebbe prevedere un determinato numero di ore da dedicare ai laboratori di esercitazioni pratiche, da svolgersi anche presso studi legali2; C.2) previsione di un sistema di formazione professionale, altamente qualificante, caratterizzato da prove pratiche e stage (anche allestero ove possibile), con prove valutative di verifica periodiche. Tale sistema consentirebbe di anticipare aspetti formativi, a tuttoggi rinviati al periodo della pratica forense, da cui leventuale utilit della previsione di un periodo di tirocinio non inferiore a 18 mesi, da svolgersi con modalit tali da escludere la possibilit della mera pratica formale, in funzione dellattuazione nel concreto dei principi di cui allart. 26 Codice Deontologico Forense. Lesame per labilitazione alla professione ed iscrizione allAlbo dellOrdine territoriale del Foro ove il candidato sostiene le prove desame3, dovrebbe consistere in prova teorico pratica, che tenga conto dei risultati ottenuti dal candidato nel corso delle esercitazioni e dei laboratori seguiti durante il corso di laurea e dei risultati ottenuti durante il periodo formativo post universitario, raccolti in un dossier personale. Solo un miglioramento della qualit dei sistemi formativi e valutativi, potrebbe favorire lesercizio dellattivit professionale con dignit, prestigio e professionalit, con i vantaggi che ci

comporta in favore degli utenti; C.3) non obbligatoriet della predeterminazione del compenso al praticante: si ritiene, infatti, che lequiparazione del tirocinio ad un qualunque altro rapporto lavorativo possa snaturare la particolare natura del periodo di pratica, ove lapprendimento della professione forense, in quanto tale, non attiene solo a mansioni lavorative tipicamente intese. Il compenso dovrebbe essere parametrato sia allapporto lavorativo prestato sia al dimensionamento dello studio. C.4) necessit di un serio intervento in ambito deontologico e disciplinare: la pratica forense deve essere svolta sotto il diretto e rigido controllo dellavvocato che si assume tale impegno, morale e deontologico, nei confronti del Praticante e del Consiglio dellOrdine. Tali obblighi dellavvocato dominus/precettore devono corrispondere a precisi, puntuali e costanti controlli da parte del Consiglio dellOrdine. Eventuali violazioni degli obblighi assunti dallavvocato nei riguardi del praticante devono essere sanzionati a livello disciplinare, da graduare tenuto conto della gravit e reiterazione dei comportamenti non deontologici posti in essere; D) esercizio effettivo e continuativo della professione: si ritiene inopportuno che criterio di valutazione ai fini delliscrizione, mantenimento e reiscrizione allalbo degli avvocati, sia determinato sulla base del reddito minimo, ci sia in considerazione della avvenuta eliminazione delle tariffe minime, sia in considerazione delle diversit di situazioni economiche esistenti nelle diverse regioni e citt italiane. chiedono che il Congresso voti ed approvi la seguente MOZIONE Il Congresso Nazionale Forense invita lOrganismo Unitario dellAvvocatura Italiana, il Consiglio Nazionale Forense e tutti i Consigli dellOrdine locali a promuovere nelle opportune sedi parlamentari: 1) lintroduzione nel nostro Ordinamento della selezione qualitativa dei candidati destinati ad accedere alla professione forense ed altre carriere giudiziarie, con valutazione degli stessi a partire dallaccesso alla carriera universitaria, che dovrebbe aprire ad una formazione ad ampio respiro internazionale, in linea con le pi attuali esigenze dei mercati di riferimento delle libere professioni; 2) lattuazione del principio della programmazione dellaccesso alla professione forense ed alle carriere giudiziarie da attuare unitamente al percorso formativo di cultura giuridica di base, di carattere teorico pratico, strutturato secondo i criteri proposti al punto (C.1) delle considerazioni; 3) lo snellimento delle modalit di svolgimento dellesame di abilitazione alla professione forense, secondo i criteri proposti al punto (C.2) delle considerazioni; 4) la previsione che il praticante sia inserito in adeguato

Foro Romano

41

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

ambiente professionale e che gli sia riconosciuto, dopo un periodo iniziale di sei mesi, un compenso non predeterminato ex lege bens parametrato sia allapporto lavorativo prestato sia al dimensionamento dello studio; 5) studiare lintroduzione di un sistema di verifiche affinch il praticante sia realmente applicato alle attivit propedeutiche alla sua formazione professionale e la pratica forense sia svolta sotto il diretto e rigido controllo dellavvocato che si assume tale impegno, morale e deontologico, nei confronti del Praticante e del Consiglio dellOrdine, secondo i criteri e le modalit proposti al punto (C.4) delle considerazioni; 6) studiare lintroduzione di un sistema di valutazione dellesercizio effettivo e continuativo della professione forense, finalizzata alla iscrizione ed al mantenimento delliscrizione allalbo, che prescinda dalla individuazione di un reddito minimo, di concerto con gli organismi di rappresentanza dellAvvocatura. Il Consiglio approva con le modifiche apportate e fa propria la mozione. Il Presidente comunica che gli Avv.ti Fabiana Canale, Francesca DAlessio, Caterina Flick, Alessia Guerra, Massimo Gruarin, Giuseppe Lombardi, Antonio Jacopo Manca Graziadei, Roberto Maria Meola, Giulia Percoso e Paola Vitaletti, Delegati e non Delegati al Congresso Straordinario che si terr a Milano il 23 e 24 marzo 2012, hanno presentato la seguente mozione congressuale: MOZIONE SULLA LEGGE SULLORDINAMENTO PROFESSIONALE E FUNZIONI DEL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE I sottoscritti Delegati al Congresso Straordinario dellAvvocatura Premesso - che costituisce principio fondamentale di ogni societ civile ed esplicitamente sancito nella Costituzione della Repubblica Italiana, la tripartizione dei poteri legislativo, esecutivo e giudiziario; - che il Consiglio Nazionale Forense, sin dalla sua istituzione, stato concepito e strutturato quale Giudice Speciale di seconda istanza avente giurisdizione in materia deontologica per la classe forense; - che in sede di redazione e promulgamento della Carta Costituzionale repubblicana, pur essendosi provveduto allabolizione di tutti i Giudici speciali preesistenti, si deciso di mantenere e conservare la predetta giurisdizione domestica degli avvocati in considerazione dellaltissima e peculiare funzione dellAvvocatura che imponeva alla stessa il mantenimento di un superiore standard non solo in termini di preparazione tecnica ma, soprattutto, anche di un elevatissimo grado di eticit e legalit nel comportamento degli avvocati tutti per preservare la dignit ed il prestigio del loro distintivo ruolo di primo difenso-

re dei Diritti e della Libert del cittadino; - che, fermo restando la funzione di garanzia svolta da tale giurisdizione domestica, nellinteresse generale del controllo di qualit non solo delle prestazioni professionali legali ma anche della necessaria statura etica delle persone che svolgono le alte funzioni costituzionalmente demandate allAvvocatura, la struttura, composizione e costituzione dei relativi organismi giurisdizionali territoriali e di quello nazionale di appello dovranno essere radicalmente riformati, al fine di rendere tali giudici sostanzialmente e formalmente terzi e imparziali, anche e soprattutto nellinteresse e agli occhi degli utenti, clienti e/o consumatori; - che, nonostante i notevoli rivolgimenti avvenuti negli anni, il ruolo sociale e giuridico dellAvvocatura immutato e, anzi, tale ruolo stato ribadito e riaffermato anche a livello comunitario dalla Corte Europea dei Diritti dellUomo [sentenza Graziani-Weiss/Austria 18.10.2011]; - che il conferimento di poteri regolamentari al C.N.F. al pari del riconoscimento allo stesso del potere di rappresentanza della classe forense nei rapporti con le Istituzioni, viola apertamente il predetto principio di tripartizione dei poteri; - che comunque prevista dal progetto di legge di riforma dellOrdinamento professionale forense una sede democratica ed a base elettorale nella quale la classe forense individua e discute le problematiche inerenti la professione legale, costituita dal Congresso Nazionale Forense, nel cui seno sar eletto con criteri democratici e di vasta rappresentativit un ente, statutariamente individuato nellOrgano Unitario dellAvvocatura, che dovr dare esecuzione alle deliberazioni dellAssemblea; - che tale struttura appare quanto mai opportuna e presenta notevoli similarit con la composizione degli organi legislativi a rappresentanza popolare dello Stato; chiedono che il Congresso voti ed approvi la seguente MOZIONE Il Congresso Nazionale Forense invita lOrganismo Unitario dellAvvocatura Italiana, il Consiglio Nazionale Forense e tutti i Consigli dellOrdine locali a promuovere nelle opportune sedi parlamentari: 1) labrogazione di ogni e qualsiasi norma diretta al conferimento al Consiglio Nazionale Forense del potere regolamentare in materia organizzativa, mantenendo allo stesso precipuamente il carattere giurisdizionale in grado di appello per la materia deontologica della classe forense, nonch le funzioni consultive e di studio, insieme alla funzione di rappresentanza meramente istituzionale e non politica dellavvocatura italiana; 2) lintroduzione nel progetto di riforma di norma apposita che sancisca espressamente il potere di rappresentanza politica della classe forense in capo ad un Organo Unitario dellAvvocatura, comunque denominato ed istituzionalizzato legislativamente,

42

Foro Romano

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

rispetto al quale sia eliminato ogni collegamento strutturale, elettorale ed economico con i Consigli Territoriali e con lo stesso Consiglio Nazionale Forense, garantendo cos una sua maggiore democraticit, un suo diretto collegamento con la propria e liberamente costituita base dellAvvocatura, il suo autofinanziamento, nonch una maggiore trasparenza e autonomia nelle modalit di elezione dei suoi componenti. Il Consiglio approva con le modifiche apportate e fa propria la mozione, con lastensione del Consigliere Stoppani. Il Presidente comunica che gli Avv.ti Salvatore Nicola Calzone, Lidia Carcavallo, Giandomenico Catalano, Tiziana Cignarelli, Alfredo Fava, Clotilde Mazza, Luigi Milanese, Maria Morrone, Filippo Giuseppe Mur, Paolo Parisi, Andrea Rossi, Pasquale Rossi, Flavia Sforza, Onofrio Spinoso, Vincenzo Squillaci, Michela Vassallo, Avvocati iscritti nellElenco Speciale annesso allAlbo, gi Componenti della Commissione Enti Pubblici, hanno predisposto una mozione da sottoporre al Congresso Straordinario che si terr a Milano il 23 e 24 marzo 2012, che riguarda la loro specifica posizione e, in particolare, una proposta di emendamento allattuale formulazione dellart. 22 della Legge Professionale, il cui esame pendente alla Camera dei Deputati. MOZIONE/RACCOMANDAZIONE CONGRESSO STRAORDINARIO FORENSE

posizione di terziet ed indipendenza da tutti i settori dellapparato amministrativo previsti in organico ed al di fuori della gestione negli affari amministrativi dellente di appartenenza. Conseguentemente, la norma dellart. 22 dovrebbe poi essere completata dalla previsione di una contrattazione collettiva nazionale, cui sia demandata la disciplina del rapporto di lavoro degli avvocati pubblici dipendenti, adeguata a tali presupposti che collochi gli avvocati in apposite separate sezioni di contrattazione nellambito delle Aree dirigenziali di riferimento, proprio al fine di garantire lautonomia organizzativa e funzionale e la peculiarit della professionalit dellavvocato dipendente-pubblico. Si chiede dunque lapprovazione della seguente mozione: IL CONGRESSO STRAORDINARIO FORENSE - invita il Parlamento italiano ad approvare il testo dellart. 22 del D.D.L. cos come licenziato dal Senato della Repubblica, corretto con lemendamento sotto riportato. - Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e lInnovazione a dare direttive allARAN in sede di accordo per la composizione dei comparti e delle aree di contrattazione, previsto dallart. 54 del D.Lgs. n. 159/2009, affinch gli avvocati dipendenti degli enti pubblici, assoggettati alla disciplina del decreto legislativo 165/2001 siano collocati, ai fini contrattuali, in apposite sezioni separate di contrattazione nellambito delle corrispondenti Aree dirigenziali Attuale formulazione art. 22 Proposte di modifica (in grassetto) Art. 22 (Avvocati degli enti pubblici) 1. Fatti salvi i diritti acquisiti alla data di entrata in vigore della presente legge, gli avvocati degli uffici legali specificamente istituiti presso gli enti pubblici, anche se trasformati in persone giuridiche di diritto privato, sino a quando siano partecipati prevalentemente da enti pubblici ai quali venga assicurata la piena indipendenza ed autonomia nella trattazione esclusiva e stabile degli affari legali dellEnte ed un trattamento economico adeguato alla funzione professionale svolta (da eliminare se riportato al punto 2), sono iscritti in un elenco speciale annesso allalbo. Liscrizione nellelenco obbligatoria per compiere le prestazioni indicate nellarticolo 2. Nel contratto di lavoro garantita lautonomia anche dellorganizzazione dei relativi tempi e lindipendenza di giudizio intellettuale e tecnica dellavvocato, nonch un trattamento economico adeguato alla funzione esercitata, da determinare con le associazioni rappresentative degli avvocati in sede di contrattazione separata della dirigenza del pubblico impiego per la disciplina specifica degli avvocati.

PER IL

AVVOCATI DIPENDENTI - Art. 22 legge professionale Gli avvocati iscritti nellElenco Speciale annesso allAlbo ordinario, pur nella consapevolezza del difficile momento vissuto dallavvocatura nel suo complesso, chiedono che il Congresso compia un gesto di attenzione verso la categoria dellavvocato dipendente pubblico, che proprio in quanto composta da avvocati non riconducibile a quella propria degli altri dipendenti pubblici. Chiede al Congresso di appoggiare la richiesta di emendamento allattuale formulazione dellart. 22 della legge professionale, gi presentata alla Camera dei Deputati, con la quale si chiede al Legislatore di considerare limpostazione costante della Cassazione SS.UU. che ha espressamente ritenuto necessaria lautonomia organizzativa e funzionale dellavvocato dipendente da ente pubblico. Si chiede dunque al Legislatore di prevedere espressamente che il nuovo ordinamento professionale sancisca e garantisca non solo lautonomia professionale, ma anche e soprattutto lautonomia organizzativa delle strutture professionali istituite dagli enti pubblici, al fine di assicurare che lesercizio della professione forense allinterno di un Ente pubblico sia conforme ai principi propri dellattivit libero professionale svolta dagli avvocati del libero Foro, e lo svolgimento delle funzioni, siano esercitate in

Foro Romano

43

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

2. Per liscrizione nellelenco gli interessati presentano la deliberazione dellente dalla quale risulti la stabile costituzione di un ufficio legale con specifica attribuzione della trattazione degli affari legali dellente stesso e lappartenenza a tale ufficio del professionista incaricato con autonomia organizzativa in forma esclusiva di tali funzioni. La responsabilit dellufficio affidata ad un avvocato iscritto nellelenco speciale che esercita i suoi poteri in conformit con i principi della legge professionale. 3. Gli avvocati iscritti nellelenco sono sottoposti al potere disciplinare del Consiglio dellOrdine. Il Consiglio approva con le modifiche apportate e fa propria la mozione. Organismo di Mediazione Forense: relazione sullo stato organizzativo e contabile. Proposte e delibere, anche in relazione a modifiche del Regolamento Su proposta del Presidente, del Consigliere Segretario e del Consigliere Nicodemi il Consiglio delibera: a) di modificare lart. 4 del Regolamento di procedura dellOrganismo di Mediazione Forense di Roma come segue: Art. 4 -Avvio del procedimento di Mediazione 1. La Segreteria comunica, nel pi breve tempo possibile e in una forma comprovante lavvenuta ricezione alla parte istante (o alle parti istanti): il nominativo del Mediatore designato, la data e il luogo dellincontro di mediazione, informando contestualmente la parte (o le parti istanti) dei benefici fiscali previsti dagli artt. 17 e 20 D.Lgs. n. 28/10, avvertendola delle circostanze che, ai sensi dellart. 8, comma 5 del D.Lgs. n. 28/10, il Giudice pu desumere dalla mancata partecipazione argomenti di prova ai sensi dellart. 116, comma 2 c.p.c. e pu condannare la parte che senza giustificato motivo, non abbia partecipato al procedimento di mediazione, al versamento allentrata del bilancio dello Stato di una somma corrispondente al contributo unificato per il giudizio, informandola, altres, della facolt per la parte stessa di provvedere alle comunicazioni di cui al successivo comma 2, nel pi breve tempo possibile e in una forma comprovante lavvenuta ricezione; 2. La parte istante, ricevuta la comunicazione di cui al comma 1, comunica a sua cura e spese e in una forma comprovante lav-

venuta ricezione, alla parte chiamata (o alle parti chiamate): la domanda di mediazione, il nominativo del Mediatore designato, la data e il luogo dellincontro di mediazione, con linvito a comunicare, alla Segreteria dellOrganismo di Mediazione almeno otto giorni prima dellincontro, la propria adesione o non adesione a partecipare al procedimento, informando contestualmente la parte (o le parti chiamate) dei benefici fiscali previsti dagli artt. 17 e 20 D.Lgs. n. 28/10, avvertendola delle circostanze che, ai sensi dellart. 8, comma 5 del D.Lgs. n. 28/10, il Giudice pu desumere dalla mancata partecipazione argomenti di prova ai sensi dellart. 116, comma 2 c.p.c. e pu condannare la parte che senza giustificato motivo, non abbia partecipato al procedimento di mediazione, al versamento allentrata del bilancio dello Stato di una somma corrispondente al contributo unificato per il giudizio; 3. Tutte le comunicazioni alle parti previste nel presente Regolamento possono essere effettuate utilizzando il mezzo scritto pi idoneo, che sia comunque in grado di garantire la prova dellavvenuta ricezione da parte del destinatario. Dallavvenuto ricevimento delle comunicazioni decorrono i vari termini previsti dal Regolamento; 4. Le comunicazioni ai fini della interruzione dei termini di prescrizione e di impedimento della decadenza devono essere fatte direttamente dalla parte interessata. b) allart. 13 comma 1 viene aggiunto il seguente punto: h): Qualora una delle parti istanti o chiamate dichiari, alla prima seduta davanti al mediatore, che non sussistono i presupposti per una conciliazione, il mediatore redige verbale e dichiara concluso il procedimento, con lapplicazione dellindennit dei parametri di cui alla tabella A2; c) lart. 14 punto 3 capoverso 2 viene cos modificato: Le spese di mediazione devono essere corrisposte dalla parte istante nella misura di euro 50,00 oltre IVA prima dellincontro fissato davanti al mediatore; d) lart. 14 punto 3 capoverso 4 prima parte viene cos modificato: La parte chiamata deve versare, prima dellincontro con il mediatore, la somma di euro 50,00 oltre IVA; e) la tabella B1 viene abrogata; f) lart. 14 punto 3 capoverso 6 viene abrogato. La delibera immediatamente esecutiva, lestratto sar pubblicato sul sito dellOrdine in evidenza.

_________________ 1 Occorre tenere conto della necessit di prevedere lutilizzabilit del titolo conseguito al termine del primo triennio per altre tipologie di inserimenti lavorativi (per es. accesso a determinati concorsi pubblici) o formativi per coloro che non intendono proseguire il percorso formativo dedicato alle carriere del comparto giustizia. 2 Gli stage dovrebbero riguardare tutti e tre i settori. Le Facolt di concerto con i Consigli dellOrdine territoriali dovrebbero stabilire le modalit per consentire a tutti gli studenti di seguire il proprio periodo di stage. 3 Disciplinare rigidamente il divieto di migrazione in Albi di altre circoscrizioni, prima del decorso di un certo numero di anni dalliscrizione, ferma restando la possibilit di esercitare la professione su tutto il territorio Nazionale.

44

Foro Romano

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

Progetto Scuola Forense Vittorio Emanuele Orlando


Adunanza del 29 marzo 2012
Il Consigliere Bolognesi riferisce che il 16 aprile p.v., alle ore 14.00, in Aula Avvocati, saranno presentate le attivit e la metodologia della Scuola Forense Vittorio Emanuele Orlando, che inizier il Corso mercoled 2 maggio 2012 alle ore 12.00. La presentazione degli obiettivi e dei criteri organizzativi della prestigiosa Scuola, avverr alla presenza del Primo Presidente della Suprema Corte, del Presidente della Corte dAppello di Roma e del nuovo Presidente del Tribunale Ordinario di Roma, oltre che del Direttore della Scuola Superiore dellAvvocatura, Avv. Alarico Mariani Marini, il quale ha promesso un intervento sulle tecniche difensive e di redazione degli atti. Il Consigliere Bolognesi propone di estendere linvito, ove sia ritenuto opportuno, anche ai Presidi di tutte le Facolt di Giurisprudenza delle Universit della Capitale. Saranno presenti quasi tutti i Componenti del nuovo Direttivo della Scuola, dando continuit allimpegno di alcuni Colleghi che negli anni scorsi sono stati molto apprezzati dai giovani, e invitando alcuni noti Docenti universitari, esponenti delle diverse universit romane, di chiara fama anche sul piano professionale e non solo per le capacit di elaborazione teorica. Alcuni di loro il 16 aprile prossimo interverranno per illustrare il metodo, mentre lintervento del Consigliere Bolognesi sar pi mirato agli obiettivi di una Scuola Forense del Consiglio dellOrdine non solo il saper fare, per superare lesame, ma anche il perch si fa e i comportamenti sulle differenze rispetto alle SSPL delle Universit e sugli aspetti organizzativi (140 ore di aula tra lezioni frontali, discussioni di casi e otto esercitazioni su pareri e atti, nel periodo compreso tra il 2 maggio e il 5 dicembre 2012). Nel corso della prima riunione dei Docenti, il 22 marzo u.s., preso atto di quanto accaduto negli ultimi due anni sul piano organizzativo e gestionale, soprattutto per il disimpegno dei praticanti gratuitamente iscritti alla Scuola, spesso assenti, e del passaggio occasionale, in Aula, di soggetti non iscritti anche avvocati, in cerca di crediti formativi, soprattutto deontologici, ed esaminate le condizioni di iscrizione di tutte le altre Scuole Forensi degli Ordini, in Italia, tutte a pagamento e con quote comprese tra mille e trecento euro, allunanimit i Docenti chiedono che liscrizione alla Scuola Forense non sia pi del tutto gratuita. Il Consigliere Bolognesi propone la quota di iscrizione pi bassa praticata in Italia, 200,00 euro oltre IVA (a Catania si chiedono ai praticanti 600,00 euro, a Bari e a Napoli 300,00 euro), proprio per evitare che lAula diventi un porto di mare, frequentata occasionalmente e senza impegno da praticanti, iscritti e non iscritti o, addirittura, da avvocati in cerca di crediti formativi. La Scuola deve costituire un serio impegno, prima di tutto per gli allievi che, normalmente, sono pronti a pagare quasi mille euro per corsi privati di media qualit. Per questo si escluder la possibilit di ottenere il rilascio dellattestato di frequenza ove le assenze superino il 25% delle lezioni e delle esercitazioni. Molti Docenti hanno posto, quale condizione del loro coinvolgimento, che lorganizzazione e la gestione della Scuola sia seria. Il Consigliere Bolognesi ha ritenuto di poter impegnare il Consiglio nel dare garanzie in tal senso, non solo personali, sulla volont di offrire una Scuola di ottimo livello e di poter offrire agli studi legali della Capitale, dalla fine del 2012, un importante bacino di reperimento di giovani, che avranno ricevuto una formazione integrata oltre le possibilit, spesso limitate alla materia di specializzazione, dello studio che li accoglie per la formazione interna. Il Consigliere Bolognesi chiede, pertanto, che sia deliberata dal Consiglio la quota di iscrizione al corso di 200,00 euro oltre IVA, che la gestione delle iscrizioni sia gestita dallUfficio Amministrativo del Consiglio e che le risorse, che si prevede di ricavare, possano essere destinate per la gestione delle spese (acquisto di testi e di riviste, studium juris e diritto e giurisprudenza, prime fra tutte, finalizzate alla preparazione specifica allesame di abilitazione e alla professione e del materiale didattico) e per lo sviluppo dei progetti didattici della Scuola. Cos facendo si offrir, nel 2012, un sistema in equilibrio economico, che sar rispettato dallutenza, che si propone di limitare a un numero di 350 iscritti, e che potr ben essere gestito dal personale del Consiglio. Il Consiglio approva con esclusione della quota di iscrizione.

Foro Romano

45

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

Bando di concorso per Segretari della XXXV Conferenza dei Giovani Avvocati presso la Corte di Appello di Roma
Adunanza del 19 aprile 2012
Il Presidente comunica di aver approntato il bando per la XXXV Conferenza dei Giovani Avvocati, di cui al Bando in calce riportato: BANDO DI CONCORSO XXXV CONFERENZA DEI GIOVANI AVVOCATI PRESSO LA CORTE DI APPELLO DI ROMA Il Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma e i Segretari della XXXIII e XXXIV Conferenza dei Giovani Avvocati indicono il concorso per la proclamazione dei Segretari della XXXV Conferenza. I vincitori del concorso: - verranno proclamati Segretari della XXXV Conferenza nel corso di una cerimonia solenne alla quale interverranno le pi alte personalit del Parlamento, del Governo, della Magistratura e del Foro, innanzi alle quali il Primo Segretario terr una conferenza; - riceveranno una Toga donore dedicata ad un illustre Avvocato, un Diploma donore ed un eventuale premio in denaro; - svolgeranno un programma di studi e di lavori collegati allo sviluppo della professione forense; - collaboreranno ai lavori della Scuola Forense Vittorio Emanuele Orlando; - parteciperanno alla redazione della Rivista Temi Romana e di altre eventuali pubblicazioni promosse dal Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma; - interverranno, quali rappresentanti della giovane classe forense, ai convegni e alle cerimonie internazionali. Sono ammessi a partecipare al concorso tutti coloro che svolgono la professione nel Distretto della Corte di Appello di Roma (compresi i praticanti avvocati abilitati). Le domande di ammissione devono pervenire alla Segreteria del Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma, Palazzo di Giustizia Piazza Cavour Roma, entro e non oltre le ore 13.00 di Venerd 22 Giugno 2012. Il limite di et fissato in anni 28: possono, quindi, partecipare al concorso i nati dal 1 gennaio 1984. Lo Statuto della Conferenza dei Giovani Avvocati e il Regolamento del concorso possono essere consultati presso la Segreteria del Consiglio dellOrdine, nonch sul sito internet del Consiglio www.ordineavvocatiroma.it. La prova scritta si svolger Venerd 6 Luglio 2012, alle ore 8.30, presso lAula degli Avvocati Palazzo di Giustizia Piazza Cavour Roma: non sar data ulteriore comunicazione se non in caso di esclusione. Il Consiglio approva. Il Presidente comunica che il Responsabile della Formazione dellIstituto di Certificazione della Qualit Certiquality, al quale il Consiglio ha gi concesso luso dellAula Avvocati per il giorno 6 giugno 2012 per il Seminario gratuito su: D.Lgs. 231/2001 e nuove responsabilit in materia ambientale: quadro di riferimento e proposte operative per i modelli di organizzazione, gestione e controllo, ha chiesto, inoltre, il patrocinio e lutilizzo del logo del Consiglio. Il Consiglio accoglie la richiesta.

46

Foro Romano

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

Regolamento attuativo per la formazione permanente obbligatoria per il triennio 2011/2013


Adunanza del 17 maggio 2012
Art. 1 1. Il presente Regolamento disciplina la realizzazione della Formazione Professionale Continua da parte del Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma, in recepimento del Regolamento approvato dal Consiglio Nazionale Forense in data 13 luglio 2007. 2. In via temporanea e sperimentale, per il triennio 2011/2013 lobbligo di Formazione Permanente Continua assolto attraverso lacquisizione nellintero triennio di complessivi n. 48 crediti formativi, di cui n. 39 crediti ordinari e n. 9 crediti obbligatori (deontologia, ordinamento e previdenza). Art. 2 1. Il Consiglio realizza il programma avvalendosi di strutture e mezzi propri ovvero avvalendosi della collaborazione di altri Enti che abbiano presentato richiesta di accreditamento di un evento (Associazioni Professionali, Istituti Universitari, Istituzioni pubbliche o private). In tale ultimo caso spetta comunque al Consiglio dellOrdine il controllo e leventuale collaborazione nella direzione dellevento. In nessun caso il soggetto terzo pu avvalersi della qualifica di ente accreditato per la Formazione Professionale Continua poich esso viene delegato per lo svolgimento di singoli eventi nei limiti e con losservanza delle condizioni stabilite dal Consiglio accreditante. 2. Il Consiglio, anche attraverso lo sviluppo dei Progetti di Settore, promuove lorganizzazione di corsi di aggiornamento, seminari, master, convegni. Le Associazioni Professionali e gli altri enti o istituzioni propongono la realizzazione di analoghi eventi da sottoporre allapprovazione del Consiglio. 3. Integra assolvimento degli obblighi di formazione professionale continua anche lo svolgimento di corsi organizzati da due o pi studi professionali in collaborazione tra loro. Tali corsi non sono soggetti al limite di 12 crediti formativi di cui allart. 4 comma 2 del Regolamento del Consiglio Nazionale Forense. 4. Con riferimento alle pubblicazioni in materia giuridica di cui alla lettera b) dellart. 4 del Regolamento del Consiglio Nazionale Forense verranno attribuiti: - n. 2 crediti formativi per ogni pubblicazione in materia giuridica su riviste specializzate di ampia diffusione o rilevanza, anche on line, nonch sui siti web di natura giuridica (in primis, quelli dellOrdine di Roma: sito ufficiale, Temi Romana, Foro Romano); - n. 8 crediti formativi per ogni libro, saggio, monografia o trattato pubblicato. Fermo restando il limite massimo di n. 24 crediti per la partecipazione ad ogni singolo evento formativo anche se sviluppato in pi giornate, lo svolgimento della formazione on line (e-learning) attribuisce n. 2 crediti formativi per ogni ora di effettiva partecipazione in considerazione del particolare impegno richiesto che non si limita alla sola visione, ma richiede anche la risposta a numerosi quesiti e domande. Ai partecipanti ai Progetti di Settore sar attribuito n. 1 credito formativo per ogni ora di reale partecipazione allattivit svolta. 5. Integra, altres, assolvimento degli obblighi di formazione continua la partecipazione degli avvocati iscritti allElenco Speciale ad eventi formativi promossi dagli stessi Enti di appartenenza o dalle loro Avvocature, purch accreditati. Il 10% del totale dei posti disponibili per tali eventi dovr ad ogni modo essere riservato ad Avvocati del libero Foro. 6. Nel caso di elaborazione di relazioni o di svolgimento di lezioni in master, corsi di formazione e aggiornamento, seminari, convegni e tavole rotonde verranno attribuiti n. 2 crediti per ogni ora di svolgimento di attivit formativa espletata. 7. Gli eventi in materia di deontologia e ordinamento professionale nonch in materia di previdenza forense possono essere promossi e organizzati esclusivamente dal Consiglio dellOrdine, nonch da organismi consiliari o cui il Consiglio dellOrdine aderisce concedendo il patrocinio: a) solo qualora levento sia organizzato in collaborazione con lo stesso; b) consentito lo svolgimento di eventi nelle suddette materie nellambito dellattivit di studio e, comunque, presso gli studi legali solo se le lezioni siano tenute da almeno uno dei Consiglieri dellOrdine degli Avvocati di Roma. 8. Gli eventi organizzati dalle Associazioni e dai soggetti terzi devono garantire pari possibilit di ammissione alla frequenza dellevento a tutti gli iscritti. Lappartenenza o liscrizione allAssociazione o allente non pu costituire condizione di priorit allammissione alla frequenza dellevento stesso. L80% del totale dei posti disponibili per ogni evento deve, comunque, essere riservato agli iscritti allOrdine degli Avvocati di Roma. 9. La domanda d accreditamento proposta dagli Enti deve contenere le seguenti indicazioni: a. argomento trattato; b. durata effettiva dellevento;

Foro Romano

47

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

c. numero di posti disponibili (di regola non inferiore a 50 ovvero non inferiore a 10 qualora largomento previa richiesta e parere del Consigliere Coordinatore del Dipartimento Centro Studi, Formazione e Crediti Formativi abbia carattere particolarmente specialistico; il Consiglio pu stabilire deroghe al numero minimo di partecipanti, previa richiesta e parere del medesimo Consigliere coordinatore); d. luogo di svolgimento; e. modalit di rilevazione delle presenze; f. obiettivi del corso con particolare riferimento alla formazione dellAvvocato; e i seguenti requisiti: a) idoneo livello culturale e capacit formativa dellevento proposto; b) modalit di svolgimento tali da consentire, eventualmente, la vigilanza da parte del Consiglio dellordine; c) comprovata esperienza dellente nella formazione forense. Qualora gli eventi formativi abbiano fra i relatori soggetti non iscritti ad Albi professionali, alla domanda di accreditamento dovr essere allegato un sintetico curriculum dei relatori medesimi. 10. Il Consiglio, su parere del Consigliere delegato alla formazione, verifica la sussistenza dei requisiti, rinviando la richiesta al proponente qualora essa sia difforme rispetto a quanto richiesto. 11. Il Consiglio delibera sulle proposte pervenute e redige un programma suscettibile di variazione e/o aggiornamento che trasmette al Consiglio Nazionale Forense. 12. Il Consiglio, per evitare qualsiasi onere economico nei confronti degli iscritti, si impegna a promuovere eventi formativi gratuiti in numero tale da permettere la formazione gratuita per tutti gli iscritti, provvedendo ove necessario anche alla locazione di sale, teatri e strutture idonee. Art. 3 1. Le iscrizioni agli eventi formativi saranno effettuate on line sul sito istituzionale dellOrdine secondo le modalit ivi specificate, ovvero presso lente organizzatore dellevento stesso, a partire dalla data di pubblicizzazione dellevento e fino ad esaurimento dei posti disponibili secondo criterio cronologico e con modalit di volta in volta stabilite e rese note, con la possibilit di formazione di liste di attesa per accedere alla sala in caso di successiva vacanza di posti. La sopravvenuta impossibilit a partecipare allevento formativo per cui stata effettuata la prenotazione obbliga liscritto a dare disdetta entro due giorni prima dellinizio dellevento salvi i casi di forza maggiore da documentare onde consentire la partecipazione da parte di altri. 2. Il controllo delle presenze, per gli eventi organizzati dal Consiglio dellOrdine, sar effettuato allinizio e alla fine di ogni evento attraverso rilevazione manuale o elettronica. Sar onere degli enti organizzatori degli eventi formativi, al momen-

to della domanda di accredito, rendere note le modalit di controllo delle presenze degli iscritti ai fini del rilascio dellattestato di partecipazione. 3. Al termine di ogni evento formativo gli enti organizzatori rilasciano ai partecipanti un attestato di frequenza recante il numero di crediti attribuito. Per gli eventi organizzati direttamente dal Consiglio lattribuzione dei crediti avviene in modo automatico (mediante rilevazione elettronica) e pertanto con rilascio di attestato di frequenza reperibile on line. 4. Unapposita Commissione istituita dal Consiglio dellOrdine, proceder al controllo delle autocertificazioni triennali di cui al successivo punto 7 presentate dagli iscritti con potere di svolgere attivit di verifica anche a campione e di richiedere documentazione integrativa alliscritto. 5. facolt dellinteressato chiedere al Consiglio dellOrdine il riconoscimento di crediti pregressi alla propria iscrizione, ancorch non espressamente autorizzati dal Consiglio Nazionale Forense e/o dal Consiglio dellOrdine. 6. Per gli eventi formativi che si svolgono in pi giornate e a cui siano stati riconosciuti crediti cumulativi, in caso di partecipazione parziale, il Consiglio dellOrdine proceder allattribuzione di crediti in misura proporzionale alleffettiva frequenza del corso. 7. Al termine di ogni triennio, dovr essere presentata al Consiglio dellOrdine, tramite lapposito sistema on line predisposto sul sito istituzionale, unautocertificazione relativa ai crediti conseguiti. 8. Il conseguimento durante il triennio di almeno n. 40 crediti formativi in una specifica materia oggetto di insegnamento universitario (con esclusione dei macro settori: civile, amministrativo, penale, ecc...), supportato dalla prova documentale di avere trattato almeno n. 20 questioni relative a tale materia nel triennio, permette allAvvocato di indicare in qualsiasi comunicazione diretta al singolo o alla collettivit la dicitura esperto in, previa comunicazione al Consiglio dellOrdine, che proceder al relativo controllo ed approvazione. Art. 4 1. Sono esonerati a richiesta dallobbligo formativo, anche per quanto riguarda la materia deontologica, gli iscritti che versino in una delle seguenti situazioni: - gravidanza, parto, adempimento da parte delluomo o della donna di doveri collegati alla paternit o alla maternit in presenza di figli minori; - grave malattia o infortunio od altre particolari condizioni personali; - interruzione per un periodo non inferiore a sei mesi dellattivit professionale o trasferimento di questa allestero. Sono esonerati totalmente, a richiesta, anche i Colleghi con 25 anni di professione, nonch coloro che abbiano compiuto il ses-

48

Foro Romano

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

santesimo anno det e che, al tempo stesso, abbiano venti anni di iscrizione ( equiparato allo svolgimento dellattivit professionale lo svolgimento delle funzioni giudiziarie). Sono inoltre esonerati i docenti universitari di prima e seconda fascia ed i ricercatori con incarico di insegnamento, nonch i docenti a contratto per tutta la durata di espletamento dellincarico, fermo rimanendo lobbligo di aggiornamento in materia deontologica e di ordinamento professionale. 2. In caso di gravidanza lesonero compete dallinizio del settimo mese precedente la data prevista per il termine della gravidanza fino al 31 dicembre del secondo anno successivo alla data del parto, salvi esoneri ulteriori per comprovate ragioni di salute. Lesonero per adempimento da parte delluomo e della donna di doveri collegati alla paternit e alla maternit in presenza di figli minori pu essere richiesto da entrambi i genitori anche cumulativamente. Lobbligo di formazione permanente ridotto alla met per gli iscritti i cui coniugi o figli versino in stato di invalidit totale o superiore al 75%, asseverata dagli organi sanitari a ci preposti. 3. Sono, inoltre, esonerati, a richiesta, fermi restando gli obblighi formativi in materia di deontologia e ordinamento professionale, coloro che prestano le funzioni di Magistrato Onorario e di ViceProcuratore Onorario, nonch i membri delle Commissioni Tributarie. 4. A prescindere dalla data di iscrizione allAlbo, sono, altres, esonerati dagli obblighi formativi, ad eccezione di quelli in materia di ordinamento forense, previdenza e deontologia, coloro i quali abbiano superato lesame di stato limitatamente ai tre anni successivi dal conseguimento del titolo di Avvocato, nonch i dottori di ricerca, i dottorandi di ricerca, gli assistenti ordinari, i ricercatori e i cultori della materia che abbiano svolto attivit didattiche, nellambito di insegnamenti giuridici presso le sedi universitarie. 5. Lesonero dovuto ad impedimento pu essere accordato limitatamente al periodo di durata dellimpedimento. Allesonero parziale consegue la riduzione dei crediti formativi da acquisire nel corso del triennio, proporzionalmente alla durata dellesonero, al suo contenuto ed alle sue modalit. 6. La programmazione di un numero di eventi formativi che non consenta la formazione gratuita a tutti gli iscritti costituisce motivo di improcedibilit dellazione disciplinare nei confronti delliscritto che, pur documentando di avere fatto richiesta periodicamente e per almeno 8 volte nel corso di ciascun anno, non abbia potuto partecipare gratuitamente ai corsi di formazione organizzati direttamente dal Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma. Eventuali crediti in esubero non sono trasportabili da un triennio allaltro. Art. 5 Il mancato rispetto dellobbligo formativo permanente al di fuori dei casi di esonero esplicitamente previsti comporta lob-

bligo dellavvio dellazione disciplinare nei confronti delliscritto inadempiente, salva la facolt da parte del Consiglio dellOrdine di accettare leventuale piano di recupero presentato dalliscritto inadempiente. Art. 6 Il presente Regolamento potr essere modificato da successive delibere del Consiglio dellOrdine. ***** Su proposta del Consigliere Galletti, Coordinatore del Dipartimento Centro Studi Formazione e Crediti formativi, di concerto con il Presidente ed il Consigliere Segretario si modificato il Regolamento della Formazione Permanente Obbligatoria in modo da tenere conto del notevole impegno di tempo che i Colleghi debbono dedicare alle attivit formative, in ossequio al dovere deontologico di formazione e aggiornamento. La linea guida delle modifiche proposte quella di rendere pi agevole e snello per i Colleghi lassolvimento dellonere formativo e, al tempo stesso, di premiare i pi volenterosi ed attivi. Pertanto, i punti del Regolamento oggetto dellintervento sono i seguenti: 1) riduzione del numero di crediti nel triennio in corso da 60 a 48, di cui 39 ordinari e 9 obbligatori (in deontologia, ordinamento e previdenza), (art. 1, comma 2); tale previsione solo temporanea e durer fino al termine del triennio 2011/2013, proprio in considerazione delleccezionalit del momento di crisi e per consentire alla sua conclusione una rinnovata valutazione delle modifiche apportate e del loro impatto; 2) esclusione dallesonero totale per i partecipanti ai Progetti di Settore (come invece era stato disposto per i Componenti delle Commissioni), ma riconoscimento del servizio prestato in favore dellAvvocatura romana con la concessione di n. 1 credito formativo per ogni ora di reale partecipazione allattivit svolta (art. 2, comma 4), eliminando cos ogni sospetto di favoritismi e spiacevoli disparit; 3) riconoscimento espresso dellattribuzione di n. 2 crediti formativi anche per pubblicazioni su siti web di natura giuridica, ivi compresi quelli dellOrdine di Roma (sito ufficiale, Temi Romana, Foro Romano), (art. 2, comma 4); 4) esclusione dal limite di crediti conseguibili per ciascuna attivit svolta (art. 2, comma 4 e 6); 5) attribuzione per gli eventi formativi che si svolgono in pi giornate e a cui siano stati riconosciuti crediti cumulativi, di crediti in misura proporzionale alleffettiva frequenza del corso (art. 3, comma 6); 6) autorizzazione ad indicare nelle comunicazioni la dicitura esperto in per chi consegue nel triennio almeno n. 40 crediti formativi in una specifica materia. Detta autorizzazione sar concessa dal Consiglio dellOrdine su richiesta dellin-

Foro Romano

49

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

teressato, supportata dalla prova documentale anche resa mediante auto certificazione di avere trattato almeno n. 20 questioni relative a tale materia e dopo il relativo controllo da parte dellOrdine (art. 3, comma 8); 7) estensione della possibilit di esoneri totali o parziali al ricorrere di determinati requisiti, con particolare attenzione alle Colleghe in gravidanza e nel periodo successivo al parto, nonch riduzione del limite dellet massima entro il quale sussiste lobbligo di formazione (art. 4);

8) previsione della possibilit per liscritto che non abbia assolto in tutti o in parte gli obblighi formativi cos come disposto nel presente regolamento di sottoporre al Consiglio dellOrdine un piano di recupero in alternativa allavvio dellazione disciplinare oramai imposta per legge (art. 5); 9) eliminazione del privilegio dellesenzione dai crediti formativi per i componenti del Consiglio dellOrdine, i delegati alla Cassa Forense, i Componenti del Consiglio Nazionale Forense.

50

Foro Romano

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

Conto consuntivo dellanno 2011 e Bilancio preventivo per lanno 2012


Adunanza del 31 maggio 2012
Il Consigliere Tesoriere illustra al Consiglio il conto consuntivo dellanno 2011 e il bilancio preventivo per lanno 2012 e svolge le seguenti relazioni: RELAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO DELLANNO 2011 Il consuntivo dellesercizio 2011 si chiude con un avanzo economico di euro 398.184,00. Il risultato positivo stato conseguito sia per maggiori entrate principalmente per maggiori iscrizioni di Praticanti Abilitati, richiesta di pareri su note di onorario e sia ad una riduzione di spese per acquisto di beni di consumo e servizi. Il conto consuntivo risulta composto dai seguenti prospetti: 1) Rendiconto finanziario; 2) Situazione patrimoniale; 3) Conto economico; 4) Situazione amministrativa. Rendiconto finanziario Il rendiconto finanziario tiene conto delle entrate e delle uscite distinte per titolo e categoria. In particolare: ENTRATE: Il totale delle entrate accertate (riscosse e da riscuotere) risulta pari a euro 5.811.751,00. Le entrate contributive Titolo I cat. 1 pari a euro 4.034.982,00 presentano un aumento di euro 42.214,00 rispetto alle previsioni. Le entrate contributive per il Consiglio Nazionale Forense pari a euro 286.276,00 presentano un incremento di euro 6.039,00; si precisa che tale posta non rappresenta una entrata dellOrdine in quanto viene trasferita al Consiglio Nazionale Forense detratto il 5% che resta a favore del Consiglio dellOrdine. Le altre entrate, Titolo III, sono pari globalmente a euro 1.065.802,00 e, rispetto al preventivo presentano maggiori entrate per euro 224.412,00 principalmente per maggiori iscrizioni dei praticanti e richieste di pareri su note di onorario. Le entrate per partite di giro Titolo VII pari a euro 636.771,00 presentano rispetto al preventivo una differenza in pi di euro 76.771,00. USCITE: Il totale delle uscite (pagate e/o impegnate) nel 2011 sono pari a euro 6.164.316,00 e presentano una differenza in meno di euro 53.828,00 rispetto alle previsioni. In particolare per le spese correnti Titolo I si rileva: - cat. 1 (spese per gli Organi dellEnte) presenta rispetto alle previsioni di euro 50.000,00, una differenza in meno di euro 15.417,00; - cat. 2 (oneri per il personale) presenta rispetto alle previsioni di euro 2.264.606,00 una minore spesa di euro 78.073,00 considerando anche lincremento del TFR; - cat. 4 (spese per acquisto di beni di consumo e servizi) presenta rispetto alle previsioni di euro 1.682.000,00 una minore spesa a saldo di euro 28.423,00 dovuta a una generale riduzione di diversi capitoli di spesa; - cat. 5 (prestazioni istituzionali) presenta rispetto alle previsioni di euro 40.000,00 una minore spesa di euro 10.000,00, nella medesima categoria sono confluiti i risultati dellAttivit di Formazione e Mediazione che presentano globalmente spese superiori alle entrate per euro 67.698,00; - cat. 6 (trasferimenti passivi) presenta rispetto alle previsioni di euro 222.974,00 un maggiore trasferimento di euro 64.973,00; - cat. 7 (oneri finanziari) presenta rispetto alle previsioni di euro 20.000,00 una minore spesa di euro 15.162,00; - cat. 8 (oneri tributari) presenta rispetto alle previsioni di euro 155.000,00 una minore spesa di euro 2.841,00; - cat. 9 (poste correttive e compensative di entrate correnti) la spesa di euro 6.971,00 trattasi di rimborsi diversi ad avvocati e praticanti avvocati; - cat. 10 (spese non classificabili in altre voci) presenta rispetto alle previsioni di euro 86.422,00 una minore spesa di euro 34.609,00; Per le spese in conto capitale Titolo II si rileva: - cat. 11 (acquisizione di beni di uso durevole) rispetto alla previsione di euro 50.000,00 presenta una minore spesa di euro 36.321,00; - cat. 12 (acquisizione di immobilizzazioni tecniche) rispetto alla previsione di euro 80.000,00 presenta una minore spesa di euro 21.173,00; - cat. 14 (concessioni di crediti e anticipazioni) presenta un esborso di euro 43.200,00; - cat. 15 (indennit di anzianit al personale cessato dal servizio e anticipazioni) presenta un esborso di 156.579,00 quale tratta-

Foro Romano

51

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

mento e anticipazioni sul TFR; In particolare per le spese correnti Titolo IV si rileva: - cat. 21 (partite di giro) presenta rispetto alle previsioni di euro 560.000,00 una differenza in pi di euro 77.082,00. Situazione amministrativa La situazione amministrativa evidenzia un avanzo di amministrazione di euro 2.801.768,00. La situazione amministrativa evidenzia la consistenza di cassa allinizio dellesercizio e alla fine nonch lammontare dei residui attivi e passivi riferibili al 2011 ed esercizi precedenti. Scopo della situazione amministrativa quello di evidenziare lavanzo di amministrazione utilizzabile per futuri investimenti o per coperture di disavanzi di future gestioni. Le disponibilit liquide alla fine del 2011 ammontano a euro 2.720.104,00 cos come analiticamente indicati nella situazione patrimoniale e 897.900,00 di euro sono investiti in Titoli di Stato. Si rammenta che tra i residui passivi contabilizzato il Fondo acquisto sede pari a 1.250.000,00 euro. Situazione patrimoniale La situazione patrimoniale evidenzia la consistenza degli elementi patrimoniali attivi e passivi al termine dellesercizio; nel medesimo prospetto sono riportati anche i valori a fine dellesercizio 2010. In particolare le disponibilit pari a 2.720.104,00 risultano inferiori per euro 276.699,00. I residui attivi ammontano a euro 3.101.081,00 e presentano un incremento di euro 589.796,00. I residui attivi includono anche il valore della polizza INA della Soc. Assicurazioni Generali pari a euro 793.748,00 a copertura parziale del debito verso i dipendenti in servizio per il TFR pari a euro 807.787,00. Nel corso del 2012 si proceder ad integrare la polizza INA a totale copertura del debito del TFR. Immobilizzazioni tecniche presentano un aumento di euro 70.424,00 principalmente per lacquisto di nuovi computer e mobili per lallestimento degli uffici della Mediazione. I residui passivi, il Fondo fine rapporto lavoro, il Fondo acquisto sede ammontano a euro 2.094.382,00. Il patrimonio netto al 31 dicembre 2011 pari a euro 3.203.495,00 ed costituito oltre che dal fondo di riserva di euro 274.173,00, dallavanzo degli esercizi precedenti per euro 2.531.137,00 e dallavanzo dellesercizio del 2011 pari a euro 398.184,00. Conto economico Il conto economico rileva esclusivamente le entrate e le uscite di competenza dellesercizio del 2011. Il risultato dellesercizio 2011, presenta un avanzo economico di euro 398.184,00 a fronte di un bilancio preventivo a pareggio

approvato nellAssemblea Ordinaria del 14 aprile 2011. Il miglioramento del risultato economico dipeso da due elementi positivi. Infatti nellesercizio sono state rilevate alcune entrate superiori a quelle previste nel budget e generale riduzione di spesa per diversi capitoli. Il conto economico suddiviso in due sezioni, nella prima sono rilevate le entrate e le spese correnti che danno luogo a movimenti finanziari mentre nella seconda vengono rilevati i componenti che non danno luogo a movimenti finanziari. Dopo la chiusura dellesercizio finanziario dellanno 2011 non si sono verificati fatti di rilievo. ATTIVIT DI MEDIAZIONE E FORMAZIONE Nellanno 2011 lOrdine ha istituito nel proprio ambito un nuovo Dipartimento per lo svolgimento delle attivit di Formazione Mediatori e Mediazioni, attivit commerciali. Per quanto riguarda lattivit di formazione stato organizzato allinizio dellanno un corso di formazione per mediatori al quale hanno partecipato 630 avvocati. Il risultato economico di detta attivit, esente IVA, leggermente negativo, in quanto presenta, un risultato negativo di circa 7.600,00 euro, risultato che sar ripianato dallattivit istituzionale. Per quanto riguarda le poste patrimoniali esse sono dettagliatamente esposte nellapposto prospetto. Per quanto riguarda lattivit di mediazione, nel corso dellanno sono stati aperti n. 2.778 procedimenti di cui n. 1.347 chiusi nellanno. Il risultato economico di detta attivit negativo per circa 60.000,00 euro dovuto, per le difficolt iniziali per lavvio dellattivit. Anche tale risultato negativo sar ripianato dallattivit istituzionale. A tale settore al 31 dicembre erano dedicati n. 8 dipendenti, lorganico sar incrementato nel 2012 per far fronte alle esigenze operative e amministrative che tale attivit richiede. Poich necessita per alcune pratiche di effettuare rimborsi, a titolo prudenziale sono state previste restituzioni per 50.000,00 euro stimati sulla base di una apposita relazione. Nel corso di questo lavoro saranno eventualmente individuati crediti per attivit svolta sempre nel 2011 non rilevati al 31 dicembre 2011. RELAZIONE AL BILANCIO PREVENTIVO PER LANNO 2012 Il conto preventivo si compone di tre prospetti e precisamente il preventivo finanziario che riporta oltre alla previsioni del 2012 anche i dati del consuntivo del 2011, il preventivo economico per le entrate e le spese che presuntivamente saranno accertate e impegnate nel 2012 e il quadro riassuntivo del bilancio di previsione per lanno finanziario 2012. Le attivit istituzionali tradizionali nel corso degli ultimi anni sono ulteriormente aumentate a causa dellincremento del

52

Foro Romano

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

numero degli iscritti e si sono implementate per nuove attivit quale lorganizzazione e la gestione dei crediti formativi, formazione degli elenchi distrettuali per lautomatica comunicazione alle autorit inquirenti dei nomi dei difensori di Ufficio, per lammissione dei non abbienti al Patrocinio a spese dello Stato. Nellanno 2011 a queste attivit si aggiunta anche quella di Mediazione. Questi maggiori compiti hanno comportato lincremento dellorganico con conseguenti maggiori oneri per il personale. Il preventivo economico chiude in pareggio. ENTRATE Titolo I entrate contributive La categoria 1 relativa alle quote contributive per lanno 2012: alla data del 1 gennaio 2012 risultavano iscritti: n. 6.023 (5.711 nel 2011) cassazionisti, n. 17.003 (16.855 nel 2011) avvocati, n. 2.067 (2.134 nel 2011) praticanti abilitati, n. 3.834 (3.511 nel 2011) praticanti non abilitati (questi ultimi conteggiati a decorrere dal 1 gennaio 2005). In ordine alla categoria 2 si rammenta che limporto relativo esclusivamente agli avvocati cassazionisti. Titolo III altre entrate Per la categoria 6 (Corso per formazione Mediatore) di nuova istituzione prevede le entrate per i corsi di formazione di mediatori e ricavi per Mediazione. Per la categoria 7 (entrate derivanti dalle prestazioni di servizi e nuove iscrizioni di avvocati e praticanti avvocati), la principale voce di questo Titolo inerente alla voce Pareri e Conciliazioni. Per la categoria 8 (redditi e proventi patrimoniali) sono relativi alle disponibilit investite in Titoli di Stato e alle giacenze attive del conto corrente. Gli interessi sui prestiti al personale dipendente sono determinati nella misura del tasso legale. Titolo IV entrate per riscossione di crediti La voce 14/1 riguarda il totale delle rate mensili di rientro dei prestiti concessi al personale dipendente, per quota capitale e incassi di altri crediti. La voce 14/3 rappresenta il credito della polizza INA presso le Assicurazioni Generali. Titolo VII partite di giro Concerne le ritenute erariali, le ritenute previdenziali, le trattenute per conto terzi, lassistenza erogata dalla Cassa Nazionale di Previdenza Forense (v. Titolo IV della parte II spese). USCITE Titolo I spese correnti La categoria 1 (spese per gli organi dellEnte) in tale categoria previsto il rimborso delle spese sostenute dai componenti del Consiglio per la partecipazione a manifestazioni riconducibili allattivit istituzionale espletata dagli stessi e che si svolgono

fuori sede in ambito sia nazionale che internazionale. Per lanno 2012 limporto stanziato euro 50.000,00. Come per gli anni precedenti non stato previsto alcun compenso per la carica dei Consiglieri e del Presidente, n vi sono automezzi e personale a disposizione del Consiglio. La categoria 2 prevede gli oneri per il personale in attivit di servizio. Alla data della stesura della presente relazione lorganico costituito da globali 57 unit e precisamente 26 dipendenti a tempo indeterminato, 31 a tempo determinato. La categoria 4 consta di 25 voci. In detta categoria sono dettagliati tutti i costi previsti per lo svolgimento dellattivit istituzionale dellOrdine. La categoria 5 riguarda le spese per prestazioni istituzionali. Per la voce 2 (Centro Studi) prevista una spesa di euro 40.000,00. Nulla di rilevante vi da segnalare per quanto concerne le categorie 6 (trasferimenti passivi), 7 (oneri finanziari), 8 (oneri tributari), 9 (poste correttive e compensative di entrate correnti). Quanto alla categoria 10 (spese non classificabili in altre voci), si segnalano le spese per difensori di Ufficio in euro 30.000,00. Per quanto riguarda il fondo di riserva si precisa che non stato incrementato in quanto lattuale consistenza pari a euro 274.173,00 gi superiore al 3% del totale delle spese correnti previste. Titolo II spese in conto capitale La categoria 11 riguarda lacquisizione di beni di uso durevole. Per la voce 11/1 trattasi della acquisizione di software per gli aggiornamenti dei sistemi elettronici in dotazione al Consiglio. La categoria 12 In tale categoria sono previste le spese per acquisto di mobili e macchine prevalentemente destinate allarredo e al funzionamento degli uffici. Titolo IV partite di giro Concerne le ritenute erariali, i contributi previdenziali, le trattenute per conto terzi, lassistenza erogata dalla Cassa Nazionale di Previdenza Forense (v. Titolo VII della parte I entrate). PREVENTIVO ATTIVIT FORMAZIONE E MEDIZIONE A) Attivit di Formazione Nellanno 2012 si prevede lo svolgimento di un corso per la Formazione degli avvocati mediatori il cui costo previsto in circa euro 200.000,00. Il risultato economico prevede un utile di euro 12.000,00. B) Attivit di Mediazione Per questa attivit si prevedono ricavi per circa 740.000,00 euro. Anche per il 2012 si stima un risultato negativo di circa 72.000,00 euro in considerazione dei tempi necessari per raggiungere una maggiore efficienza gestionale dellattivit. Il preventivo dellAttivit Istituzionale ha considerato la copertura di tale risultato negativo stimato in euro 60.000,00 (72.000,00-12.000,00).

Foro Romano

53

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

PREVENTIVO ECONOMICO DELLESERCIZIO 2012 Il preventivo economico riporta esclusivamente le entrate e le spese di competenza del 2012. Il prospetto suddiviso in due sezioni in funzione della manifestazione o meno di movimenti finanziari; le varie poste sono analiticamente elencate nel prospetto. Il Consiglio approva allunanimit il conto consuntivo dellanno 2011 e il bilancio preventivo per lanno 2012 (all. n. 1). Delibera di fissare lAssemblea Ordinaria degli Iscritti nellAlbo per il giorno 28 giugno 2012, alle ore 12.00, per deli-

berare sul seguente ordine del giorno: 1) Comunicazioni del Presidente; 2) Comunicazioni del Consigliere Segretario; 3) Relazione del Consigliere Tesoriere sul conto consuntivo dellanno 2011 e sul bilancio preventivo per lanno 2012: discussione e approvazione; 4) Relazione del Consigliere Tesoriere sul versamento volontario del contributo allOrganismo Unitario dellAvvocatura Italiana: discussione e conseguente decisione.

54

Foro Romano

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

Gli avvocati stabiliti Linee guida per gli iscritti


Adunanza del 26 luglio 2012
Il Consigliere Mazzoni comunica che, considerato laumentare degli iscritti nella Sezione Speciale degli avvocati stabiliti (ex D.Lgs. 96/2001) e stante limpossibilit di monitorare sul corretto svolgimento dellattivit professionale, si rende necessario richiedere agli iscritti in tale sezione una produzione documentale attestante il corretto esercizio della professione forense e losservanza delle seguenti linee guida al corretto esercizio del diritto di stabilimento. Alluopo doveroso ricordare che: Liscritto nella Sezione Speciale, ex D.Lgs. 96/2001, deve utilizzare il titolo professionale di origine, indicato per intero nella lingua o in una delle lingue ufficiali dello Stato membro di origine, secondo le modalit stabilite dallo stesso decreto legislativo, in modo comprensibile e tale da evitare confusione con il titolo di avvocato (artt. 4 e 7, D.Lgs. 96/2001). Lavvocato stabilito tenuto allosservanza delle norme legislative, professionali e deontologiche che disciplinano la professione di avvocato in Italia. Altres, ricadono sul professionista straniero tutte le norme sulla incompatibilit stabilite per lesercizio della professione. Inoltre, lavvocato stabilito tenuto, al pari allavvocato italiano, ad assicurarsi contro la responsabilit professionale, ai sensi del D.L. 138/11 convertito con L. 148/11, nonch a frequentare i corsi di aggiornamento professionale permanenti (art. 5, D.Lgs. 96/2001). Con cadenza annuale, lavvocato stabilito tenuto a presentare, al Consiglio dellOrdine, un attestato di iscrizione allorganizzazione professionale di appartenenza, rilasciato in data non antecedente a tre mesi dalla data di presentazione, ovvero dichiarazione sostitutiva (art. 6 c. 10, D.Lgs. 96/2001). Nellesercizio delle attivit relative alla rappresentanza, assistenza e difesa nei giudizi civili, penali ed amministrativi, nonch nei procedimenti disciplinari nei quali necessaria la nomina di un difensore, lavvocato stabilito deve agire di intesa con un professionista abilitato ad esercitare la professione con il titolo di avvocato, il quale assicura i rapporti con lautorit adita o procedente e nei confronti della medesima responsabile dellosservanza dei doveri imposti dalle norme vigenti ai difensori. Lintesa deve risultare da scrittura privata autenticata o da dichiarazione resa da entrambi gli avvocati al giudice adito o allautorit procedente, anteriormente alla costituzione della parte rappresentata ovvero al primo atto di difesa dellassistito (art. 8, D.Lgs. 96/2001). Lavvocato stabilito ha diritto di esercitare, senza le limitazioni di cui allarticolo 8 D.Lgs. 96/2001, lattivit professionale stragiudiziale, fornendo in particolare consulenza legale sul diritto dello Stato membro di origine, sul diritto comunitario ed internazionale, nonch sul diritto nazionale (art. 10, D.Lgs. 96/2001). Nellesercizio dellattivit professionale lavvocato stabilito soggetto, per ogni violazione delle disposizioni contenute o richiamate nel decreto legislativo 96/2001, al potere disciplinare del Consiglio dellordine competente (art. 11, D.Lgs. 96/2001). Per lottenimento dellintegrazione nella professione di avvocato, lavvocato stabilito che ha esercitato per almeno tre anni dalla data di iscrizione alla Sezione Speciale e che non abbia svolto la prova attitudinale di cui allarticolo 8 del D.Lgs. 115/92, deve dimostrare di aver svolto la professione di avvocato con il titolo professionale di origine, in modo effettivo e regolare (inteso nel senso che deve essere dimostrato lesercizio senza interruzioni che non siano quelle dovute agli eventi della vita quotidiana) (art. 12, D.Lgs. 96/2001). La domanda per la dispensa, ovvero lintegrazione, deve essere presentata al Consiglio dellOrdine e deve essere corredata della documentazione relativa al numero e alla natura delle pratiche trattate, nonch di tutte le informazioni idonee a provare lesercizio effettivo e regolare dellattivit professionale svolta nel diritto nazionale, ivi compreso il diritto comunitario. Il Consiglio dellOrdine verificher la regolarit e lesercizio effettivo dellattivit esercitata, anche mediante richiesta di informazioni agli uffici interessati e pu invitare lavvocato a fornire chiarimenti o precisazioni in ordine agli elementi forniti e alla documentazione prodotta (art. 13, D.Lgs. 96/2001). Il Consiglio dellOrdine, nei confronti dellavvocato stabilito che con tre anni di iscrizione abbia trattato pratiche attinenti al diritto nazionale per un periodo inferiore, pu valutare, sulla base di un colloquio, se sia idoneo ad ottenere la dispensa dalla prova attitudinale (art. 14, D.Lgs. 96/2001). Pertanto, al fine di assicurare lottemperanza di quanto sopra evidenziato, vengono fissati i seguenti punti: - Relazione annuale Lavvocato stabilito potr presentare annualmente al Consiglio dellOrdine di appartenenza, unitamente alla Certificazione attestante la permanenza nellOrdine Professionale di Origine (o dichiarazione sostitutiva), una relazione illustrativa scritta, anche in forma riassuntiva, inerente le esperienze professionali acquisite nel diritto italiano. Al fine di dimostrare le esperienze professionali consigliato indicare cronologicamente tutte le udienze in cui si intervenuti, gli attestati di partecipazione a convegni, corsi o seminari sul diritto italiano, anche relativi allordinamento forense e alla deontologia professionale, nonch, allegare gli atti giudiziari, le missive redatte ed ogni documento equipollente atto

Foro Romano

55

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

a dimostrare lesercizio effettivo e regolare dellattivit in un numero minimo di 5 fino ad un massimo di 10 per ogni anno di iscrizione (allegazioni che devono essere svolte nel circondario del Tribunale di Roma). Quanto sopra, anche ai fini di una eventuale verifica da parte del Consiglio dellOrdine, in relazione allo svolgimento dellattivit nel circondario del Tribunale di Roma, in ossequio, alla disciplina del Foro professionale, che impone quale foro obbligatorio quello ove detta attivit viene esercitata in modo stabile e continuativo. Si tratta, quindi, di un concetto verificabile sulla base di dati oggettivi (frequenza e continuit delle prestazioni erogate, numero dei clienti, giro di affari), suscettibili dei dovuti controlli ad opera del Consiglio dellOrdine competente. Qualora il professionista si avvalga, per lesercizio della sua attivit, di una pluralit di sedi, il domicilio professionale va inteso nel senso di centro principale di attivit, tenuto conto della durata, della frequenza, della periodicit e della continuit delle prestazioni professionali erogate, nonch del numero di clienti e del giro di affari realizzato, secondo le indicazioni della Corte di Giustizia Europea. Il Consiglio dellOrdine potr darne informazione al Consiglio dellOrdine della circoscrizione territoriale in cui liscritto risiede ed ha il reale centro di interessi. Il Consiglio dellOrdine, al momento della presentazione della relazione annuale, che deve avvenire entro i 30 giorni successivi alla scadenza del periodo annuale di iscrizione, valuter la documentazione ed apporr sulla medesima un visto. - Documentazione per la dispensa Al momento della presentazione della domanda di cui allarticolo 13 del D.Lgs. 96/2001, la produzione delle relazioni, debitamente vistate dal Consiglio dellOrdine, dar diritto alla dispensa dalla prova attitudinale. Nel caso liscritto si sia trasferito da altro Foro si valuter lattivit professionale del periodo in questione mediante la presentazione di una relazione che comprenda tutte le esperienze professionali compiute nel foro di provenienza.

- Limite di avvocati stabiliti per avvocato del foro nazionale Al fine di un corretto esercizio della normativa viene stabilito che lavvocato nazionale pu agire dintesa con un massimo di 3 avvocati stabiliti. - Tesserino Professionale Il tesserino di riconoscimento professionale rilasciato dal Consiglio dellOrdine conterr la dicitura avvocato straniero oltre che il riferimento alliscrizione ai sensi del Decreto legislativo 96/2001. - Difese dufficio e Patrocinio a Spese dello Stato Lavvocato stabilito potr essere iscritto alle liste dei difensori dufficio con esclusione dalla turnazione di reperibilit, in quanto non sar possibile, per le modalit con cui questo si svolge, relazionarsi con lavvocato dintesa. Per il Patrocinio a Spese dello Stato, in considerazione dellattuale normativa sul punto, lavvocato stabilito risulta, proprio in virt della circostanza che deve agire dintesa con un professionista nazionale, non avere quelle attitudini ed esperienza professionale specifica richieste dallart. 81 del DPR 30 maggio 2002, n. 115. Detta circostanza determina una possibile limitazione dellesercizio del diritto di difesa, non compatibile con il mandato difensivo previsto nei giudizi con il Patrocinio a spese dello Stato, Istituto volto a garantire la piena attuazione dellart. 24 della Costituzione. - Disciplina transitoria Quanto stabilito nelle presenti linee guida entrer in vigore dal giorno successivo alla delibera del Consiglio dellOrdine. Per quanto riguarda, invece, gli avvocati che, a tale data, risultino gi iscritti nella Sezione speciale dellAlbo, si precisa che, nel triennio di stabilimento, ad ogni scadenza annuale della loro iscrizione, potranno presentare una relazione complessiva dellattivit svolta; il Consiglio dellOrdine, ai fini dellintegrazione, potr deliberare il passaggio alla sezione ordinaria, tenendo in considerazione gli usi precedenti e valutando singolarmente caso per caso. Il Consiglio approva.

56

Foro Romano

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

Esami Avvocato Sessione 2012: nomina Commissari


Adunanza del 6 settembre 2012
Il Presidente riferisce che il Consiglio Nazionale Forense, con nota pervenuta in data 10 agosto 2012, assunta al protocollo del Consiglio al n. 18472, ha invitato il Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma a comunicare i nominativi dei Componenti della Commissione per gli esami di Avvocato per la Sessione 2012 per il Distretto del Lazio, entro il 1 settembre 2012, come da richiesta del Ministero della Giustizia. Non stato possibile predisporre le Commissioni entro tale termine, peraltro ordinatorio, perch alcuni Consigli degli Ordini Distrettuali non hanno ancora comunicato i nominativi di loro competenza e, quindi, le Commissioni verranno formate alla prossima adunanza del 13 settembre 2012. Il Presidente sottopone al Consiglio la possibilit di procedere nelladunanza odierna, quantomeno alla nomina del Presidente della Prima Sottocommissione. Il Consiglio, allunanimit, designa quale Presidente della Prima Sottocommissione per gli esami di Avvocato Sessione 2012, Avv. Ennio Luponio, con studio a Roma in Via Michele Mercati, 51.

Adunanza del 13 settembre 2012


Il Presidente comunica la composizione della Commissione di esame di abilitazione per lanno 2012, che la seguente: DISTRETTO DELLA CORTE DI APPELLO DI ROMA Commissione di esami di avvocato - anno 2012 I SOTTOCOMMISSIONE Vice Presidente effettivo Vice Presidente supplente Componente effettivo Componente supplente Ennio LUPONIO Benevento, 30.04.1941 Ordine Roma iscritto 15.10.1970 III SOTTOCOMMISSIONE Vice Presidente effettivo Vice Presidente supplente Componente effettivo Componente supplente Maria MINOTTI Frosinone, 18.09.1956 Marco CECILIA Roma, 26.11.1964 Oreste CARRACINO Salerno, 05.04.1974 Silvia GRECO Roma, 04.05.1971 Ordine Frosinone iscritta 13.11.1986 Ordine Roma iscritto 29.09.1994 Ordine Roma iscritto 19.07.2000 Ordine Roma iscritta 29.07.1999

Ordine Latina Luca Maria PIETROSANTI Roma, 02.11.1964 iscritto 26.11.1991 Pietrangelo IARICCI Roma, 01.06.1938 Paolo MALDARI Brindisi, 26.05.1969 Ordine Roma iscritto 28.03.1963 Ordine Roma iscritto 19.11.1998

IV SOTTOCOMMISSIONE Vice Presidente effettivo Vice Presidente supplente Componente effettivo Componente supplente Ordine Rieti Fausto Emiliano FELIZIANI Rieti, 09.01.1965 iscritto 18.11.1994 Luciana SELMI Pordenone, 05.04.1959 Ivano CIMATTI Roma, 11.06.1964 Guido MUSSINI Roma, 22.11.1962 Ordine Roma iscritta 05.12.1991 Ordine Roma iscritto 21.01.1998 Ordine Roma iscritto 17.11.1994

II SOTTOCOMMISSIONE Vice Presidente effettivo Vice Presidente supplente Componente effettivo Componente supplente Ivano BISOZZI Ordine Civitavecchia Civitavecchia, 23.09.1963 iscritto 26.05.2000 Teodoro CARSILLO Carife, 26.01.1970 Antonella LO CONTE Roma, 22.11.1969 Carlo BORELLO Catanzaro, 12.09.1961 Ordine Roma iscritto 04.11.1999 Ordine Roma iscritta 31.10.1996 Ordine Roma iscritto 18.01.1991

V SOTTOCOMMISSIONE Vice Presidente effettivo Francesca BUFALINI Terni, 10.05.1964 Ordine Viterbo iscritta 04.11.1994

Foro Romano

57

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

Vice Presidente supplente Componente effettivo Componente supplente

Bruno LUPI Roma, 15.02.1947 Giovanni GIGLI Roma, 25.11.1954

Ordine Roma iscritto 09.06.1977 Ordine Roma iscritto 23.06.1983

IX SOTTOCOMMISSIONE Vice Presidente effettivo Vice Presidente supplente Componente effettivo Componente supplente Ordine Roma Pier Aurelio COMPAGNONI Roma, 25.03.1959 iscritto 26.10.1995 Adriano CASELLATO Roma, 07.06.1952 Angelo REMEDIA Isernia, 02.08.1966 Gianfranco ZACCARIA Subiaco, 10.05.1964 Ordine Roma iscritto 21.09.1978 Ordine Roma iscritto 27.07.1995 Ordine Tivoli iscritto 15.01.1998

Claudia DI GIANDOMENICO Ordine Roma Roma, 20.04.1967 iscritta 04.12.1997 VI SOTTOCOMMISSIONE

Vice Presidente effettivo Vice Presidente supplente Componente effettivo Componente supplente

Renato NEGRONI Roma, 26.01.1957 Marco LEPRI Roma, 25.09.1968

Ordine Velletri iscritto 31.10.1984 Ordine Roma iscritto 11.01.1996

X SOTTOCOMMISSIONE Vice Presidente effettivo Vice Presidente supplente Componente effettivo Componente supplente Francesco BEVIVINO Catanzaro, 13.10.1963 Patrizia SOLDINI Roma, 12.10.1956 Fiorenza USAI Roma, 08.09.1954 Beniamino PAPA Cassino, 01.07.1967 Ordine Roma iscritto 14.01.1993 Ordine Roma iscritta 09.07.1987 Ordine Roma iscritta 28.02.1991 Ordine Cassino iscritto 22.01.1999

Ordine Roma Adalberto CARROZZINI Roma, 01.03.1953 iscritto 09.10.1986 Marina BINDA Milano, 09.08.1961 Ordine Roma iscritta 21.10.1993

VII SOTTOCOMMISSIONE Vice Presidente effettivo Michele IUCCI S.Elia F.R., 30.11.1941 Ordine Cassino iscritto 03.12.1975

XI SOTTOCOMMISSIONE Vice Presidente supplente Componente effettivo Componente supplente Carlo BORROMEO Rovigo, 28.06.1963 Antonio BUTTAZZO Cosenza, 05.05.1961 Giuseppina SERAGO Riccia, 01.03.1960 Ordine Roma iscritto 17.09.1992 Ordine Roma iscritto 07.11.1991 Ordine Roma iscritta 28.01.1993 Vice Presidente effettivo Vice Presidente supplente Componente effettivo Componente supplente Ciro PELLEGRINO Napoli, 04.05.1965 Filippo MANCA Roma, 11.02.1969 Paolo GARAU Roma, 28.09.1969 Ordine Roma iscritto 13.06.1991 Ordine Roma iscritto 08.09.1997 Ordine Roma iscritto 25.11.1999

VIII SOTTOCOMMISSIONE Vice Presidente effettivo Vice Presidente supplente 26.07.1990 Componente effettivo Componente supplente Alessandra RUGOLO Tivoli, 18.03.1963 Ordine Tivoli iscritta 13.01.1994 Ordine Roma iscritto

Roberta DI GIULIOMARIA Ordine Velletri Velletri, 06.01.1963 iscritta 10.01.1996 XII SOTTOCOMMISSIONE

Giampiero AMORELLI Collalto Sabino, 04.06.1960

Vice Presidente effettivo Vice Presidente supplente Componente effettivo

Massimo POZZI Lecce, 05.01.1953 Armando MACRILL Catanzaro, 14.12.1969

Ordine Roma iscritto 16.03.1978 Ordine Roma iscritto 14.11.1996

Elisabetta MACRINA Catanzaro, 10.05.1948 Arnaldo TUTTI Abbazia, 04.01.1945

Ordine Roma iscritta 22.03.1979 Ordine Roma iscritto 24.09.1992

Ordine Roma Elena DE MARTINIS Gioia dei Marsi, 14.05.1963 iscritta 06.07.2000

58

Foro Romano

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

Componente supplente

Elena GALLO Cosenza, 27.07.1967

Ordine Viterbo iscritta 08.02.2000

XVI SOTTOCOMMISSIONE Vice Presidente effettivo Vice Presidente supplente Componente effettivo Componente supplente Valentina RICCIOTTI Roma, 27.01.1966 Pierfilippo SCHINA Roma, 22.11.1956 Giampaolo GIRARDI Roma, 01.01.1965 Luca SCIPIONE Formia, 20.11.1970 Ordine Roma iscritta 11.01.1996 Ordine Roma iscritto 24.04.1985 Ordine Roma iscritto 21.10.1993 Ordine Latina iscritto 26.10.1999

XIII SOTTOCOMMISSIONE Vice Presidente effettivo Vice Presidente supplente Componente effettivo Componente supplente Giovanni TORTORICI Spadafora, 19.05.1938 Armando CONTI Pico, 24.11.1950 Carlo LUPPINO Roma, 20.07.1960 Ordine Roma iscritto 06.12.1963 Ordine Roma iscritto 18.05.1977 Ordine Roma iscritto 07.11.1996

Francesco Saverio PASQUETTI Ordine Rieti Rieti, 04.12.1965 iscritto 09.01.1996 XIV SOTTOCOMMISSIONE

XVII SOTTOCOMMISSIONE Vice Presidente effettivo Vice Presidente supplente Componente effettivo Componente supplente Ordine Roma Gian Antonio MINGHELLI Roma, 02.05.1943 iscritto 18.01.1968 Filippo Giuseppe CAPUZZI Ordine Roma Palombaro, 29.04.1950 iscritto 11.07.1985 Giovanna GALLO Cir Marina, 09.04.1971 Fabrizio MARCELLINI Roma, 13.03.1964 Ordine Roma iscritta 11.12.1997 Ordine Roma iscritto 09.01.1997

Vice Presidente effettivo Vice Presidente supplente Componente effettivo Componente supplente

Anton Giulio LANA Firenze, 05.10.1961 Marco SILI SCAVALLI Roma, 15.12.1967

Ordine Roma iscritto 24.11.1990 Ordine Roma iscritto 07.09.1994

Ordine Roma Ciro SINDONA Viterbo, 02.11.1952 iscritto 06.09.1989 Giuseppe LO VECCHIO Ordine Frosinone Ceccano, 16.03.1961 iscritto 23.10.1991 XV SOTTOCOMMISSIONE

XVIII SOTTOCOMMISSIONE Vice Presidente effettivo Vice Presidente supplente Componente effettivo Componente supplente Cesare PERSICHELLI Roma, 31.03.1933 Walter LOMBARDI Roma, 13.05.1970 Alessandra GULLO Riccione, 22.06.1958 Gianluca FUSCO Palermo, 08.11.1964 Ordine Roma iscritto 23.12.1959 Ordine Roma iscritto 13.04.2000 Ordine Roma iscritta 24.09.1987 Ordine Roma iscritto 25.10.1990

Vice Presidente effettivo Vice Presidente supplente Componente effettivo Componente supplente

Paolo IMPROTA Napoli, 27.03.1956

Ordine Roma iscritto 22.11.1983

Ordine Roma Andrea Emilio FALCETTA Roma, 27.10.1963 iscritto 11.10.1990 Ordine Roma Donatella DE CARIA Vibo Valentia, 15.03.1968 iscritta 07.03.1996 Arrigo BERGONZINI Modena, 30.07.1950 Ordine Civitavecchia iscritto 02.04.1986

Foro Romano

59

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

Tavolo di confronto tra il Ministero della Giustizia e lAvvocatura sul D.M. 140/2012
Adunanza del 27 settembre 2012
Il Presidente rappresenta al Consiglio che stato istituito un Tavolo di confronto tra il Ministero della Giustizia e le Associazioni pi rappresentative dellAvvocatura, su diversi aspetti dubbiosi e problematici delle recenti Riforme varate dal Governo, in particolare nello scorso mese di agosto. Dopo una serie di provvedimenti contrari allAvvocatura, con il D.M. 140/12, contenente i parametri per la liquidazione giudiziale dei compensi, stato sferrato il pi grave attacco alla professione forense. Numerosi, molteplici e vistosi sono i profili di illegittimit e irragionevolezza del detto Regolamento che, peraltro, saranno oggetto di impugnativa anche da parte dellOrdine romano. Su di esso, appare opportuno e doveroso un motivato e ragionato intervento del Consiglio dellOrdine, con una propria delibera da far pervenire, immediatamente, al Responsabile del predetto Tavolo, Dott. Marco Mancinetti, in ordine alla necessit di alcune indispensabili correzioni e modificazioni del testo precettivo. La base di partenza del ragionamento critico, costituito dalle condivisibili critiche di merito e di legittimit svolte dal Consiglio Nazionale Forense e da talune importanti Istituzioni forensi (per esempio, lUnione degli Ordini del Triveneto). In aggiunta e ad integrazione a quanto gi obiettato, la prima doverosa modifica riguarda lambito di applicazione dellart. 41 del Regolamento, che deve essere modificato come segue: Le disposizioni di cui al presente Decreto si applicano alle liquidazioni delle attivit professionali e/o delle fasi processuali successive alla sua entrata in vigore. Questo per evitare che il compenso di attivit svolte sotto il regime delle tariffe forensi, venga ridotto notevolmente con lapplicazione dei parametri di gran lunga penalizzanti. Secondariamente, data lincomprensibile soppressione del rimborso forfettario delle spese generali del 12,50%, siccome disciplinato dallart. 14 del D.M. 8 aprile 2004, n. 127, appare doveroso chiederne limmediata reintroduzione. Come noto, nella pregressa disciplina, il rimborso forfettario aveva lo scopo di esonerare il professionista dal gravoso onere di una minuta documentazione di spese connesse allespletamento dellincarico, che non possono ascriversi a una personale scelta del cliente, ma sono indispensabili per un corretto svolgimento dellattivit difensiva. Occorre anche tenere conto che, in ragione delle varie riforme processuali e della professione forense, le spese non documentate e ricorrenti per la gestione di ciascuna pratica, sono aumentate a dismisura. stato, inoltre, totalmente ignorato il problema del compenso dellavvocato che segue la causa in altra sede e della domiciliazione, in particolare, per le Giurisdizioni Superiori. Tuttavia, il pi grave vulnus al decoro della professione forense, stato perpetrato sicuramente con lintroduzione dei nuovi criteri e principi di liquidazione dellattivit relativa alla messa in esecuzione delle sentenze. Ed invero disdicevole e contrasta con lart. 2233 c.c., la previsione secondo cui per tutta lattivit antecedente e contestuale alla redazione dellatto di precetto si riconoscano somme illogiche, irrazionali e addirittura irriguardose. Il Ministero della Giustizia non ha tenuto conto, infatti, che nellatto di precetto (ante riforma) gli onorari erano, comunque, assolutamente irrisori (come lo sono ora i parametri), venendo, per, considerata tutta lattivit come procuratoria e compensata in misura adeguata attraverso la liquidazione dei diritti fissi; peraltro, tale attivit pratica spesso, in Uffici Giudiziari grandi come Roma, richiede maggior impegno di tempo e di energie di quanto possa esserlo la semplice redazione dellatto di precetto. Ad esempio, per richiedere la copia della sentenza, necessario accedere per 2 o 3 volte allapposito Ufficio, con file che impegnano lintera mattinata. Oggi, alla luce dei vigenti parametri di liquidazione dei compensi, il tempo impiegato per siffatte vacazioni e accessi, di fatto, prestato dal professionista legale gratuitamente. Non , inoltre, comprensibile, ma neppure ragionevole, il motivo che ha indotto lestensore del Regolamento a individuare un unico scaglione che equipara il compenso per le questioni del valore da 5.000,00 fino a 500.000,00 euro, tra laltro con una variazione minima da 150,00 a 350,00 euro, che non rispecchia, evidentemente, le diverse responsabilit dindole professionale e civile, che fanno capo al difensore, rispetto al valore della questione trattata (e che incidono anche sullammontare del premio per la polizza assicurativa). A titolo puramente esemplificativo, il suggerimento che i parametri per latto di precetto vengano aumentati come segue: - fino ad euro 5.000,00: min. 140,00 max. 600,00; - da 5.000,00 a 20.000,00: min. 650,00 max. 1100,00; e cos via, con aumenti proporzionali al valore della questione trattata. Anche i parametri per i procedimenti di esecuzione sono alquanto ridotti e non tengono per nulla in considerazione tutta lattivit pratica svolta dallavvocato (tipo le difficolt per pas-

60

Foro Romano

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

sare allUfficiale Giudiziario latto di pignoramento, per controllarne lesito e per ritirarlo). Questi compensi, per corrispondere al reale lavoro svolto, devono essere aumentati almeno del 30-40%. Il legislatore ministeriale non si reso conto che, azzerando di fatto le spese di precetto e diminuendo drasticamente quelle di esecuzione, si incentiva il debitore a non pagare o, quantomeno, a pagare il pi tardi possibile, considerato che le spese di procedura liquidate dal Giudice, saranno di gran lunga inferiori al costo degli interessi applicati dagli Istituti di credito. Unulteriore incongruenza si rileva nei parametri relativi ai procedimenti per ingiunzione, laddove i minimi degli scaglioni successivi sono inferiori ai massimi dello scaglione precedente: - scaglione fino a euro 5.000,00: da 50,00 a 700,00 euro; - scaglione da euro 5.001,00 a euro 500.000,00: da 400,00 a 2.000,00 euro; - scaglione da euro 500.001,00 a euro 1.500.000,00: da 1.000,00 a 2.500,00 euro. Tanto per fare un esempio, per un valore di 500.000,00 euro, si dovrebbe liquidare una sorte pari al massimo del secondo scaglione (euro 2.000,00), mentre per una sorte di 500.001,00 euro si verrebbe a liquidare il minimo del terzo scaglione (euro 1.000,00). Anche questi compensi devono essere, pertanto, aumentati almeno del 30-40%. Inoltre, non nemmeno comprensibile il motivo per cui i parametri per i procedimenti di espropriazione presso terzi e per

consegna o rilascio, debbano essere diminuiti del 10% rispetto allespropriazione mobiliare, tenuto conto che i primi spesso richiedono unattivit maggiore degli altri. E, quindi, siffatti parametri patrimoniali debbono essere adeguati al reale impegno professionale necessario per lespletamento dellincombenza. In materia penale, si segnala, in particolare, come sia inaccettabile un compenso orario per la fase di esecuzione di 20,00 euro! Infine, occorre evitare di lasciare al pi ampio arbitrio dei Magistrati le liquidazioni delle spese giudiziali, con conseguenti decisioni prevedibilmente contrastanti tra i vari Uffici Giudiziari e, addirittura, tra Giudice e Giudice, perci indispensabile vincolare i Giudici a non derogare dai minimi previsti dai parametri, soprattutto nelle difese di ufficio e nel gratuito patrocinio, salvo, eventualmente, quanto stabilito espressamente per la compensazione delle spese dallart. 92 c.p.c. (gravi ed eccezionali ragioni). Allo stato, invece, il Regolamento sembra lasciare al Giudice la pi ampia discrezionalit nella liquidazione, non vincolandola ad alcuna motivazione. Il Consiglio, vista lurgenza in relazione alla convocazione del Tavolo con il Ministero della Giustizia in data 28 settembre 2012, delibera di inviare al Ministero della Giustizia, anche tramite lOrganismo Unitario dellAvvocatura Italiana, i presenti rilievi, riservandosi di integrarli con una successiva delibera, fermo restando la proposizione del ricorso giurisdizionale, gi deliberato. Dichiara la presente delibera immediatamente esecutiva.

Foro Romano

61

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

La partecipazione dellOrdine al 4 Salone della Giustizia


Adunanza del 25 ottobre 2012
Nei giorni 29 e 30 novembre e 1 dicembre p.v. si terr, presso la Fiera di Roma, il 4 Salone della Giustizia al quale il Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma parteciper con uno stand proprio, unitamente al proprio partner tecnologico e fornitore del servizio di Punto di Accesso per il Processo Telematico, Lextel S.p.A. La partecipazione congiunta ha lo scopo principale di fornire a tutti i colleghi ed a quanti interverranno alla manifestazione una panoramica quanto pi ampia possibile dei servizi ad alto valore aggiunto che il Consiglio dellOrdine in grado di mettere a disposizione degli iscritti e, quindi, dei cittadini per ridurre, nella misura in cui ci reso possibile dallo sviluppo delle nuove tecnologie, i deficit organizzativi del funzionamento quotidiano degli Uffici Giudiziari. Nel corso della manifestazione verranno tra gli altri presentati i nuovi servizi di recente attivati sul Foro di Roma, in materia di Processo Telematico e, in particolare, il pagamento telematico delle spese di giustizia (contributi unificati per le iscrizioni a ruolo dei nuovi procedimenti), i servizi relativi al processo penale (art. 335 c.p.p. e rilascio copie dei verbali). Ai fini di una compiuta organizzazione dellevento appare opportuno nominare un referente del Consiglio che curi direttamente sia i rapporti con lorganizzazione del Salone che con il partner tecnologico Lextel S.p.A, ai fini di un compiuto coordinamento tra il Consiglio ed i sopraindicati soggetti. Dato lorientamento della partecipazione, il Presidente propone, quale referente del Consiglio e delegato alla tenuta dei rapporti con lorganizzazione, il Collega Guglielmo Lomanno del Gruppo Informatico di Presidenza. Il Consiglio delega, quale Responsabile, lAvv. Guglielmo Lomanno. Un nuovo regolamento contabile Essa Consigliere Cer, come gi anticipato, sta procedendo alla predisposizione di un nuovo Regolamento contabile e fiscale, preciso e aggiornato alle nuove normative che avrebbero dovuto entrare in vigore nel 2004. Il Regolamento sar pronto in tempi brevi, ma, nel contempo, necessario che il Consiglio, presa visione e conoscenza di quanto predisposto, provveda a recepire e approvare con precisione il Regolamento in questione. A tal fine si premette che: - lOrdine degli Avvocati di Roma (nel prosieguo, per brevit, Ordine), Ente pubblico non economico, amministrazione aggiudicatrice ai sensi e per gli effetti dellart. 3, cc. 25 e 32 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e s.m.i. recante il Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE (nel prosieguo semplicemente Codice dei contratti pubblici) e del D.P.R. 5/10/2010, n. 207 e s.m.i. recante il Regolamento di esecuzione ed attuazione del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE (nel prosieguo semplicemente Regolamento di attuazione del Codice dei contratti pubblici); - che il Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma (nel prosieguo, per brevit, Consiglio) ha in corso di elaborazione e di approvazione uno specifico Regolamento contabile destinato ad investire anche la materia dei contratti; - che lattivit contrattuale dellOrdine gi conformata alle predette norme generali; - che, non di meno, si rende opportuno, nella finalit di ancor maggiore trasparenza delle procedure e degli atti contrattuali dellOrdine, dettare, in pendenza dellapprovazione del predetto Regolamento contabile, ulteriori norme di generale applicazione per un sollecito espletamento delle procedure contrattuali definendo gli ambiti di discrezionalit degli Uffici; - che lart. 125 del Codice consente alle Amministrazioni aggiudicatrici, nel cui ambito soggettivo ricompreso lOrdine, di provvedere, nel rispetto dei principi di adeguatezza, efficacia e proporzionalit dellattivit amministrativa, allacquisizione di lavori, forniture e servizi nei limiti dimporto ivi previsti, mediante affidamento a terzi in economia nella forma del cottimo fiduciario; - che il predetto art. 125 del Codice rinvia, per la disciplina di dettaglio dellespletamento dei singoli procedimenti di affidamento in economia, ai provvedimenti di carattere generale di ciascuna Amministrazione aggiudicatrice; - che ai fini della pi ampia attuazione del medesimo art. 125 del Codice opportuno definire con maggiore precisione, nellambito dei compiti e delle risorse professionali impiegate dallOrdine, i ruoli e i limiti della figura del Responsabile del procedimento in modo da assicurare il rafforzamento dei ruoli e delle prerogative del Consiglio e del Consigliere Tesoriere e la tempestivit, qualit e correttezza dellattivit contrattuale; - che, salvo quanto disciplinato dalle norme dellapprovando Regolamento contabile, le norme del presente Regolamento sono destinate a decadere con lapprovazione del predetto Regolamento. Art. 1 Acquisizioni in economia 1. Le acquisizioni in economia dellOrdine si espletano nel rispetto dei principi indicati dallart. 2 del Codice, dal Trattato

62

Foro Romano

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

dellUE e delle disposizioni sul procedimento amministrativo di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 241. 2. I limiti dimporto delle acquisizioni in economia sono quelli dettati dallart. 125 del Codice. Eventuali modifiche di tali limiti dimporto sintendono automaticamente recepite nel presente Regolamento, senza necessit di apposita modifica dello stesso. 3. Salvi i casi espressamente previsti dal presente Regolamento, qualora le prestazioni affidate in economia debbano subire variazioni in aumento, le stesse devono essere contenute entro i limiti dimporto previsti dal comma 2. Nel caso in cui le varianti necessarie impongano il superamento del predetto importo, si provvede, ove occorra, mediante esercizio dello jus variandi in diminuzione delle prestazioni affidate, alla creazione di un nuovo lotto funzionale da affidarsi, ricorrendone i presupposti, a norma del presente Regolamento, con nuovo procedimento cui deve essere invitato il contraente originario. 4. Ove possibile e in tutti i casi in cui ci non determini un eccessivo restringimento della concorrenza, si procede alle comunicazioni con gli operatori economici mediante posta elettronica certificata o telefax. 5. Agli affidamenti oggetto del presente Regolamento si applicano le norme del Codice dei contratti pubblici e del Regolamento di attuazione del Codice dei contratti pubblici relative ai requisiti degli operatori economici, allavvalimento, ai soggetti ammissibili alle procedure di affidamento e al subappalto. Trovano inoltre applicazione le norme della c.d. legislazione antimafia. Art. 2 Ruoli e responsabilit del Consiglio, del Consigliere Tesoriere e del Responsabile del procedimento 1. Lattivit contrattuale dellaffidamento in economia si espleta, salvo diversa deliberazione del Consiglio, da parte del Responsabile del procedimento coincidente con il Funzionario preposto in funzione apicale allUfficio Amministrazione e sotto la direzione del Consigliere Tesoriere, mediante apposizione del visto preventivo alla singola ordinazione. In caso dimpossibilit del Funzionario preposto in funzione apicale allUfficio Amministrazione, il Consigliere Tesoriere provvede alla nomina del Responsabile del singolo procedimento tra gli altri Funzionari dellUfficio Amministrazione, ovvero tra gli altri dipendenti in servizio. 2. Sono esentati dal visto e si espletano sotto lesclusiva responsabilit del Responsabile del procedimento le c.d. minute spese di singolo importo inferiore a euro 1.000. Tali minute spese sono, comunque, soggette a supervisione del Consigliere Tesoriere a cadenza mensile, ove ritenuto opportuno dallo stesso Consigliere Tesoriere, mediante esame ed apposizione del visto successivo su appositi elenchi cumulativi redatti dal Responsabile del procedimento. 3. Salvo sempre il divieto di artificioso frazionamento e salva diversa richiesta del Consiglio relativa a specifici oggetti, gli

affidamenti di singoli importi superiori a 1.000 euro ed inferiore a 40.000 euro si espletano sotto la responsabilit del Consigliere Tesoriere, che si avvale del Responsabile del procedimento e sono ratificati dal Consiglio, ove occorra, per ragioni di celerit, mediante elenchi cumulativi, su comunicazione del Consigliere Tesoriere. 4. Gli affidamenti di singoli importi compresi tra 40.000 e 200.000 euro si espletano sotto la responsabilit del Consigliere Tesoriere, che si avvale del Responsabile del procedimento, e devono essere preventivamente approvati dal Consiglio con apposita deliberazione che investa lo scopo, limporto, le principali condizioni contrattuali ed il procedimento di affidamento da seguirsi. Per i medesimi affidamenti la stipulazione del contratto ad opera del Consigliere Tesoriere o, ove deliberato in tal senso dal Consiglio, dal Presidente del Consiglio dellOrdine, subordinata ad approvazione del Consiglio. 5. Fermi restando i limiti di oggetto previsti dal primo comma del successivo art. 3, per i lavori durgenza e di somma urgenza si applicano le norme degli artt. 175 e 176 del Regolamento attuazione del Codice dei contratti pubblici, ove occorra anche in deroga rispetto alle disposizioni del presente articolo. Art. 3 Lavori, forniture e servizi eseguibili in economia 1. I lavori eseguibili in economia sono esclusivamente quelli di manutenzione di opere o impianti e gli interventi non programmabili in materia di sicurezza. 2. Le forniture e i servizi affidabili in economia con riguardo alle specifiche esigenze dellOrdine sono esclusivamente quelle direttamente riconducibili alle seguenti categorie di beni e servizi: a) partecipazione e organizzazione di convegni, congressi, conferenze, riunioni, mostre ed altre; b) manifestazioni culturali e scientifiche nellinteresse dellOrdine; c) acquisizione di servizi di consulenza, studi, ricerca, analisi, indagini e rilevazioni, traduzioni, interpretariato; d) acquisizione di servizi progettazione, di coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, di direzione dei lavori, di coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione e di collaudo di lavori dimporto inferiore, per singolo incarico, a 100 mila euro; e) servizi di verifica e/o collaudo dei servizi e/o delle forniture anche mediante analisi di laboratorio; f) pubblicit di bandi di gara e di concorso, avvisi a mezzo stampa o con altri mezzi di informazione; g) acquisto di libri, riviste, giornali e pubblicazioni di vario genere ed abbonamenti a periodici e ad agenzie di informazione, anche in forma multimediale; h) acquisizione di servizi di rilegatura di libri e pubblicazioni; g) lavori di stampa, tipografia, litografia, o realizzati a mezzo di tecnologia audiovisiva;

Foro Romano

63

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

i) acquisizione di servizi postali, di trasporto, spedizione, facchinaggio, traslochi, deposito e magazzinaggio; j) acquisto di coppe, medaglie, diplomi ed altri oggetti per premi o per rappresentanza; l) acquisto di cancelleria, toner, materiale fotografico e similari; m) acquisto e locazione di terminali, computer, stampanti, macchine fotocopiatrici e a stampa, attrezzature audio-video e materiale informatico di supporto apparati e servizi informatici mobili ed altre attrezzature dufficio, nonch loro manutenzione e riparazione; n) acquisto di attrezzature, strumenti, arredi e materiali di consumo; o) spese postali, telefoniche, telegrafiche, telematiche e di telecomunicazione in genere; p) spese per allacciamenti di energia elettrica e termica, di gas e spese per allacciamenti e consumo di acqua consumo; q) acquisizione del servizio di smaltimento di rifiuti di qualsiasi natura; r) acquisto e noleggio di mezzi di trasporto, nonch loro manutenzione, revisione, riparazione, custodia e rimessaggio; acquisto di parti di ricambio, accessori e materiali di consumo; s) acquisto, manutenzione, revisione e riparazione di apparecchi e strumenti antincendio e antifurto, provvista di dispositivi per la protezione e la sicurezza sul lavoro; t) acquisto di apparecchiature e materiali per la segnaletica; u) acquisto di vestiario di servizio nonch spese di lavatura, stiratura e riordino dei medesimi; v) spese per corsi di formazione, aggiornamento e addestramento del personale; w) acquisizione di servizi di pulizia, derattizzazione, disinfestazione, e servizi analoghi e acquisto del relativo materiale di consumo; x) acquisto di fiori, piante e prodotti e servizi per giardinaggio; y) acquisto di servizi di catering e/o di ristorazione in genere correlate e/o connesse alle spese di cui sopra; z) servizi e materiali per elezioni; aa) acquisizione di servizi di vigilanza, custodia e portierato. 3. Il ricorso allacquisizione in economia , altres, consentito nelle seguenti ipotesi: a) risoluzione di un precedente rapporto contrattuale, o in danno del contraente inadempiente, quando ci sia ritenuto necessario o conveniente per conseguire la prestazione nel termine previsto dal contratto; b) necessit di completare le prestazioni di un contratto in corso, ivi non previste, se non sia possibile imporne lesecuzione nellambito del contratto medesimo; c) prestazioni periodiche di servizi, forniture, a seguito della scadenza dei relativi contratti, nelle more dello svolgimento delle ordinarie procedure di scelta del contraente, nella misura strettamente necessaria; d) urgenza, determinata da eventi oggettivamente imprevedibi-

li, al fine di scongiurare situazioni di pericolo per persone, animali o cose, ovvero per ligiene e salute pubblica, ovvero per il patrimonio storico, artistico, culturale. 4. Nei casi di: a) risoluzione di un precedente rapporto contrattuale; b) esecuzione in danno del contraente inadempiente; c) necessit di completare le prestazioni di un contratto in corso; il ricorso allacquisizione in economia non pu determinare il superamento dei limiti dimporto previsti dallart. 1, comma 2. 5. Nei casi durgenza previsti dalla lett. d) del precedente comma 3, fermi i limiti dimporto di cui al comma 4, il ricorso allacquisizione in economia consentito nei limiti delle prestazioni strettamente occorrenti per scongiurare le situazioni di pericolo. 6. Nei casi previsti dalla lett. c) del precedente comma 3 la durata del contratto da affidarsi mediante acquisizione in economia non pu superare i 6 mesi, naturali, consecutivi e continui, salvo il caso in cui sia necessario acquisire la progettazione delle prestazioni mediante ricorso a risorse esterne, nel qual caso tale durata non pu, comunque, superare i 9 nove mesi. Art. 4 Ricorso al mercato elettronico della pubblica amministrazione (MePa) 1. Lacquisizione in economia avviene, di norma, mediante utilizzazione del mercato elettronico della pubblica amministrazione (MePa) gestito dalla Consip; 2. Salvi i casi previsti dallart. 2, comma 2, il Responsabile del procedimento espleta le funzioni di punto istruttore ai sensi delle vigenti norme in materia di MePa, mentre le funzioni di punto ordinante sono assunte dal Consigliere Tesoriere. Per i casi di impossibilit del Responsabile del procedimento previsti dallart. 2, comma 1, si procede nei modi ivi indicati alla nomina del punto istruttore; 3. Il Consigliere Tesoriere provvede, in sede di prima applicazione, avvalendosi dellUfficio Amministrazione, alla procedure di registrazione e/o abilitazione al MePa e, previa verifica degli atti contrattuali attualmente in essere, pu avvalersi delle strutture di supporto informatico attualmente convenzionate con il Consiglio. Art. 5 Elenchi di operatori economici da consultare per le acquisizioni in economia 1. Per i casi di motivata impossibilit di ricorso al MePa di cui allart. 4, ovvero in tutti i casi in cui non si rinvengano nel MePa gli oggetti da affidarsi, per la scelta degli operatori economici da consultare per le acquisizioni in economia, lUfficio Amministrazione provvede, sotto la supervisione del Consigliere Tesoriere, alla predisposizione di uno o pi elenchi nei quali iscrivere, a domanda, gli operatori economici dotati di determinati requisiti ed, eventualmente, suddivisi per categorie

64

Foro Romano

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

di qualificazione dei lavori, merceologiche e di servizi e/o per importi. I criteri di iscrizione, nonch i provvedimenti di cancellazione dai predetti elenchi in conformit allart. 332, comma 2 del Regolamento di attuazione del Codice dei contratti pubblici, sono soggetti a preventiva approvazione da parte del Consiglio, su proposta del Consigliere Tesoriere. 2. Gli elenchi di cui al precedente comma 1 sono oggetto di avvisi pubblicati sul portale dellOrdine, sono sempre aperti e sono aggiornati periodicamente con cadenza almeno annuale. Il Consiglio, il Consigliere Tesoriere o il Responsabile del procedimento in proprio, possono procedere in qualsiasi momento, a campione o su segnalazione esterna, alla verifica del possesso dei requisiti dichiarati dai singoli operatori economici affidatari. 3. Il Consiglio promuove, anche attraverso la conclusione di specifici accordi con altri Ordini forensi, la creazione di elenchi comuni di operatori economici, nonch lutilizzo di elenchi predisposti da altri Ordini forensi. 4. Per gli affidamenti di particolare complessit, come tali individuati dal Consiglio, possibile procedere ad apposite e preventive indagini di mercato. 5. In sede di prima applicazione del presente Regolamento e fino alla creazione dei predetti elenchi accertata dal Consigliere Tesoriere, gli operatori economici, da consultare per le acquisizioni in economia, possono essere individuati autonomamente dal Responsabile del procedimento ed approvati dal Consigliere Tesoriere ai sensi dellart. 2, comma 1, facendo applicazione dei canoni di trasparenza, rotazione e parit di trattamento, ferma in ogni caso lapplicazione degli artt. 38 e 39 del Codice dei contratti pubblici. Salvi i casi di cui allart. 2, comma 2 ovvero di urgenza accertata dal Consigliere Tesoriere, la consultazione deve essere preceduta dalla pubblicazione, sul portale dellOrdine, di apposito avviso di manifestazione di interesse contenente lindicazione delloggetto della futura acquisizione, limporto presunto, anche di massima, e linvito a manifestare, per iscritto o a mezzo di posta elettronica certificata, il proprio interesse alla consultazione entro un termine non inferiore a 10 giorni naturali, consecutivi e continui decorrenti dalla data di pubblicazione dellavviso sul portale. 6. In caso di prestazioni periodiche di servizi e successivamente alla scadenza dei relativi contratti, il precedente affidatario, salva verifica del mantenimento dei prescritti requisiti, , comunque, invitato alla consultazione relativa allaffidamento delle prestazioni oggetto del precedente affidamento ancorch oggetto di variazione. Art. 6 Progettazione delle prestazioni da acquisirsi in economia 1. Salvi i casi di cui allart. 2, comma 2, tutte le acquisizioni in economia devono essere precedute dalla redazione di appositi elaborati progettuali. Per la definizione del contenuto e del livello di dettaglio degli elaborati progettuali relativi ai lavori si

applicano le disposizioni previste dal Codice dei contratti pubblici e dal Regolamento di attuazione del Codice dei contratti pubblici. Per le forniture e i servizi la progettazione deve, comunque, consistere in una relazione contenente la descrizione delloggetto e dello scopo delle prestazioni da acquisire, nel capitolato doneri contenente gli elementi di dettaglio del contenuto della lettera dinvito per come descritto dallart. 334, comma 1, lett. da a) ad e) e da i) ad n) del Regolamento di attuazione del Codice dei contratti pubblici. Alla progettazione allegato lo schema di contratto. 2. Sono fatte salve le norme in materia di sicurezza sul lavoro che prevedono a carico dellOrdine particolari adempimenti progettuali e/o documentali. 3. Ove possibile ed economicamente conveniente, gli affidamenti sono suddivisi in lotti funzionali. Art. 7 Criteri di aggiudicazione 1. Salvi i casi di acquisizioni che, in relazione alle caratteristiche delloggetto del contratto e secondo motivata valutazione del Responsabile del procedimento da approvarsi ai sensi e nei modi previsti allart. 2, impongono il ricorso al criterio dellofferta economicamente pi vantaggiosa, il criterio per la scelta della migliore offerta con lacquisizione in economia quello del prezzo pi basso con applicazione dellesclusione automatica delle offerte anormalmente bassa entro i limiti previsti, rispettivamente, per i lavori dallart. 122, comma 9 e per le forniture e i servizi dallart. 124 del Codice dei contratti pubblici. 2. Salva diversa indicazione del Consiglio, la presidenza delle procedure di affidamento da affidarsi con il criterio del massimo ribasso demandata al Responsabile del procedimento. 3. Nelle procedure da affidarsi con il criterio dellofferta economicamente pi vantaggiosa, la valutazione delle offerte demandata a unapposita commissione giudicatrice, composta da 3 (tre) componenti compreso il Presidente, la cui nomina ed il cui operato si conformano alle pertinenti norme del Codice dei contratti pubblici e del Regolamento di attuazione del Codice dei contratti pubblici, scelta secondo il riparto di competenze di cui allart. 2, fermo il divieto di coincidenza fisica del Presidente della commissione con il Responsabile del procedimento. Ferma la necessit che i componenti della commissione giudicatrice siano in prevalenza esperti nello specifico settore cui si riferisce loggetto del contratto, laddove nellambito dei dipendenti dellOrdine non si rinvengano specifiche professionalit adeguate, i commissari diversi dal Presidente sono scelti, di norma, tra funzionari appartenenti ad altre amministrazioni aggiudicatrici. A tal fine, il Consiglio promuove la stipula di convenzioni con Universit, Enti di ricerca, Amministrazioni centrali e/o periferiche dello Stato ed altre amministrazioni aggiudicatrici al fine di garantire il reperimento di professionalit adeguate ed il contenimento dei costi. Nel caso in cui il ricorso ai funzionari di altre amministrazioni aggiudicatrici non

Foro Romano

65

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

risulti possibile, si applicano le disposizioni previste dallart. 84, commi 8 e 9 del Codice dei contratti pubblici. Art. 8 Procedimento di affidamento 1. Salvi i casi di cui allart. 2, comma 2, laffidamento diretto consentito, su richiesta motivata del Responsabile del procedimento, esclusivamente nei seguenti casi: 2. Nei contratti pubblici relativi a lavori, forniture, servizi, la procedura consentita: a) mancanza di offerte in una precedente procedura di affidamento e fermo il divieto di modifica in modo sostanziale delle condizioni iniziali del contratto; b) comprovate ragioni di natura tecnica o artistica, ovvero attinenti alla tutela di diritti esclusivi; c) estrema urgenza, risultante da eventi imprevedibili ed non imputabili allOrdine, non compatibile con il confronto fra pi offerte; d) prodotti fabbricati esclusivamente a scopo di sperimentazione, di studio o di sviluppo, a meno che non si tratti di produzione in quantit sufficiente ad accertare la redditivit del prodotto, o a coprire i costi di ricerca e messa a punto; e) consegne complementari effettuate dal fornitore originario e destinate al rinnovo parziale di forniture o di impianti di uso corrente o allampliamento di forniture o impianti esistenti, qualora il cambiamento di fornitore obbligherebbe lOrdine ad acquistare materiali con caratteristiche tecniche differenti, il cui impiego, o la cui manutenzione, comporterebbero incompatibilit o difficolt tecniche sproporzionate; la durata di tali contratti e dei contratti rinnovabili non pu, comunque, di regola superare i tre anni; f) forniture quotate e acquistate in una borsa di materie prime; g) acquisto di forniture a condizioni particolarmente vantaggiose, da un fornitore che cessa definitivamente lattivit commerciale oppure dal curatore o liquidatore di un fallimento, di un concordato preventivo, di una liquidazione coatta amministrativa, di unamministrazione straordinaria di grandi imprese; h) lavori o servizi complementari, non compresi nel progetto iniziale n nel contratto iniziale, che, a seguito di una circostanza imprevista, siano divenuti necessari allesecuzione dei lavori o del servizio oggetto del progetto o del contratto iniziale, purch aggiudicati alloperatore economico che presta tale servizio o esegue tali lavori, nel rispetto delle seguenti condizioni: h.1) tali lavori o servizi complementari non possano essere separati, sotto il profilo tecnico o economico, dal contratto iniziale, senza recare gravi inconvenienti allOrdine, ovvero pur essendo separabili dallesecuzione del contratto iniziale, siano strettamente necessari al suo perfezionamento; h.2) il valore complessivo stimato dei contratti aggiudicati per lavori o servizi complementari non superi il 50% dellimporto del contratto iniziale; i) per nuovi servizi consistenti nella ripetizione di servizi analo-

ghi gi affidati dallOrdine alloperatore economico aggiudicatario del contratto iniziale; in questa ipotesi la possibilit del ricorso allaffidamento diretto consentito solo nei 3 anni successivi alla stipulazione del contratto iniziale e deve essere stata indicata negli atti relativi alla procedura di affidamento del contratto originario; limporto complessivo stimato dei servizi successivi computato per la determinazione del valore globale del contratto ai fini del rispetto degli artt. 1 e 2. 3. , in ogni caso, vietato il rinnovo tacito dei contratti e i contratti rinnovati tacitamente sono nulli. 4. In tutti gli altri casi, sempre salvo quanto previsto allart. 2, comma 2, laffidamento deve essere preceduto dal confronto tra pi offerte e dallinvio, ad almeno 5 operatori economici selezionati ai sensi del presente Regolamento e sempre che sussistano in tale numero soggetti idonei, di una lettera dinvito avente il contenuto minimo previsto allart. 334 del Regolamento di attuazione del Codice dei contratti pubblici. 5. Nei casi previsti dallart. 2, comma 2, il Responsabile del procedimento provvede, autonomamente, allindividuazione degli operatori economici con i quali contrattare applicando i canoni di parit di trattamento e di rotazione. ammessa, secondo gli usi, la quantificazione a consuntivo delle prestazioni effettivamente espletate (es. spese di ristorazione, soggiorno, trasporto ecc.). 6. Per le cause di esclusione trova applicazione quanto disposto dallAutorit per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture (nel prosieguo, per semplicit, Avcp) con la determinazione n. 4 del 10 ottobre 2012 BANDO-TIPO. Indicazioni generali per la redazione dei bandi di gara ai sensi degli articoli 64, comma 4-bis e 46, comma 1-bis, del Codice dei contratti pubblici. Art. 9 Pubblicit delle operazioni di affidamento 1. Salvi i casi di ricorso al MePa, si espletano in seduta pubblica le operazioni di apertura dei plichi contenenti le offerte tecniche, al fine di procedere alla verifica della presenza dei documenti prodotti, nonch quelle di apertura dei plichi contenenti le eventuali offerte relative al termine di esecuzione delle prestazioni e dei plichi contenenti le offerte economiche. 2. Le sedute pubbliche sono dirette dal Presidente della specifica procedura in termini tali da assicurare il decoro e lordinato svolgimento delle sedute stesse, nonch limparzialit del seggio di gara. A tal fine, il Presidente pu impartire tutte le istruzioni occorrenti, ivi compresi il divieto di utilizzazione, da parte dei soggetti ammessi ad assistere alle operazioni, di apparecchi elettronici e lallontanamento di coloro che con il loro comportamento ne turbino lespletamento. 3. I risultati delle procedure di affidamento sono resi pubblici mediante pubblicazione sul portale dellOrdine. 4. Al fine di assicurare la riservatezza delle procedure e la par condicio tra gli operatori economici, e in applicazione dellart.

66

Foro Romano

Attivit del Consiglio (estratti adunanze consiliari)

13 del Codice dei contratti pubblici, in sede di pubblicazione dei verbali delle adunanze del Consiglio, il Consigliere Segretario o un suo sostituto provvedono per lo stralcio dei contenuti delle deliberazioni relative alle procedure di affidamento e fino allapprovazione dellaggiudicazione definitiva delle stesse. Art. 10 Ulteriori adempimenti dellUfficio Amministrazione 1. Sono demandati allUfficio Amministrazione, sotto la responsabilit del suo dirigente apicale ed il controllo a consuntivo del Consigliere Tesoriere, tutti gli altri adempimenti previsti da leggi, atti aventi forza di legge e regolamenti in materia di acquisizioni in economia ivi compresi, a titolo esemplificativo, ma non esaustivo: a) le comunicazioni previste dal Codice dei contratti pubblici; b) gli adempimenti verso lAvcp ivi compresi quelli correlati e/o connessi alla contribuzione a favore della stessa Avcp; c) gli adempimenti correlati e connessi alle norme in materia di tracciabilit dei pagamenti. Art. 11 Entrata in vigore disciplina transitoria 1. Il presente Regolamento si estende a tutte le procedure di affidamento in economia avviate successivamente alla data della sua approvazione da parte del Consiglio e alle fasi ancora da espletarsi dei procedimenti di affidamento in corso alla stessa data. 2. Il contratto, affidato mediante cottimo fiduciario, pu anche consistere in apposito scambio di lettere con cui il Consiglio dellOrdine dispone lordinazione dei beni o dei servizi, mediante affissione sul nostro sito e con invito alle societ gi precedentemente contattate. Il Consigliere Tesoriere, alla luce di quanto sottoposto al Consiglio sul Regolamento per la disciplina delle acquisizioni

in economia di lavori, forniture e servizi del Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma, fa presente di aver predisposto, ai sensi dellart. 334, la nuova procedura di cottimo fiduciario per la pulizia dei locali di Via Attilio Regolo e di Piazza Cavour sui seguenti presupposti: a) loggetto della prestazione, le relative caratteristiche tecniche e il suo importo massimo previsto, con esclusione dellIVA; b) le garanzie richieste allaffidatario del contratto; c) il termine di presentazione delle offerte; d) il periodo in giorni di validit delle offerte stesse; e) lindicazione del termine per lesecuzione della prestazione; f) il criterio di aggiudicazione prescelto; g) gli elementi di valutazione, nel caso si utilizzi il criterio dellofferta economicamente pi vantaggiosa; h) leventuale clausola che preveda di non procedere allaggiudicazione nel caso di presentazione di ununica offerta valida; i) la misura delle penali, determinata in conformit delle disposizioni del codice e del presente regolamento; l) lobbligo per lofferente di dichiarare, nellofferta, di assumere a proprio carico tutti gli oneri assicurativi e previdenziali di legge, di osservare le norme vigenti in materia di sicurezza sul lavoro e di retribuzione dei lavoratori dipendenti, nonch di accettare condizioni contrattuali e penalit; m) lindicazione dei termini di pagamento; n) i requisiti soggettivi richiesti alloperatore economico e la richiesta allo stesso di rendere apposita dichiarazione in merito al possesso dei requisiti soggettivi richiesti. Il Presidente invita tutti i Consiglieri ad esaminare con attenzione il Regolamento, ringraziando il Consigliere Tesoriere per il lavoro svolto. Il Consiglio rinvia ad altra adunanza.

Foro Romano

67

Formazione continua

Convegni organizzati dallOrdine degli Avvocati


30.03.2012 La composizione della crisi da sovra indebitamento (legge 27 gennaio 2012, n. 3) 04.04.2012 Diritto vivente e pratica forense La nuova confisca obbligatoria informatica (art. 240, co. 2, n. 1 bis c.p.) 10.04.2012 Diritto vivente e pratica forense La strategia difensiva: dallavviso 415 bis c.p.p. al fascicolo del dibattimento 11.04.2012 Essere Avvocato negli Stati Uniti 13.04.2012 LEuropa anche per gli Avvocati 17.04.2012 La previdenza e lassistenza forense 18.04.2012 Diritto vivente e pratica forense La responsabilit medica e cooperazione colposa dequipe 23.04.2012 La tutela intellettuale sul web 24.04.2012 Diritto vivente e pratica forense Fuga, inquinamento, reiterazione, il carcere virtuale 30.04.2012 Diritto vivente e pratica forense Il reato di bancarotta per unanalisi dei presupposti e delle diverse fattispecie 04.05.2012 Le infrastrutture come volano di sviluppo e recupero del patrimonio 08.05.2012 Diritto vivente e pratica forense Intercettazioni, instradamento e remotizzazione 09.05.2012 La composizione della crisi da sovra indebitamento (legge 27 gennaio 2012, n. 3) 09.05.2012 Colloqui sui nuovi orizzonti del Diritto di Famiglia 14.05.2012 Il Diritto penale internazionale: vecchi istituti e nuove realt 15.05.2012 Diritto vivente e pratica forense Omicidio colposo ed omicidio colposo stradale 16.05.2012 Colloqui in materia di istruttoria nel Diritto di Famiglia 23.05.2012 Colloqui sui nuovi orizzonti del Diritto di Famiglia (evoluzione normativa e giurisprudenziale) 28.05.2012 La nuova Libia economica. Opportunit e sfide per gli imprenditori italiani 29.05.2012 Il contratto di rete Aspetti giuridici, finanziari ed organizzativi 29.05.2012 Diritto vivente e pratica forense Lo stalking tra cultura e malattia 04.06.2012 Lillecito concorrenziale nei vari profili 05.06.2012 Il nuovo progetto sulla Difesa di Ufficio 05.06.2012 Diritto vivente e pratica forense Le indagini difensive 05.06.2012 La valutazione del danno alla persona micro permanenti 07.06.2012 IMU: profili applicativi della nuova imposta e dubbi di costituzionalit 11.06.2012 Lordinamento forense e le liberalizzazioni. Il ruolo dellOrdine tra competenze presenti e future 12.06.2012 La documentazione del trasporto aereo di cose 13.06.2012 Il ricorso in Cassazione 15.06.2012 Lascolto del minore in ambito giudiziario. Il punto sullascolto del minore nei procedimenti civili e penali 16.05.2012 Il ricorso in cassazione 18.05.2012 Il nuovo processo amministrativo: criticit e nodi problematici dopo le recenti innovazioni legislative 18.05.2012 La legislazione dellemergenza e luso della forza 21.05.2012 La nuova Libia: prospettive ed attese. La riconciliazione di un Paese con i suoi cittadini 22.05.2012 Diritto vivente e pratica forense La fase esecutiva e i vizi del titolo (mai dire mai!)

68

Foro Romano

Formazione continua

15.06.2012 La mediazione tributaria 20.06.2012 Il processo telematico: unopportunit da cogliere 26.06.2012 Mediazione e deontologia alla luce del disposto dellart. 55 bis c.d. 26.06.2012 Limpegno dellItalia nella Lotta Europea a Razzismo e Xenofobia. Negazionismo: tempo scaduto 27.06.2012 Presentazione del volume Il nodo gordiano tra Diritto Nazionale e Diritto Europeo 02.07.2012 Il Minore Testimone Psicologia della testimonianza del minore. Le cattive procedure e i loro costi economici e sociali verso una definizione di buone pratiche 03.07.2012 La responsabilit civile dellagente 05.07.2012 IRAP e Professioni: profili applicativi e dubbi sulla debenza dellimposta. Lautonoma organizzazione del lavoro 09.07.2012 La tutela giuridica nel diritto di famiglia 10.07.2012 Tutela del minore nei trattamenti di Chirurgia Estetica ed Estetica non Medica 10.07.2012 Le opposizioni a cartelle di pagamento e lesecuzione esattoriale in materia di sanzioni amministrative 10.07.2012 Il contratto di Fractional Ownership: aspetti giuridico/finanziari e Tutela del consumatore alla luce del D.Lgs. n. 79 del 23.5.2011 nel codice degli appalti pubblici 12.07.2012 Il nuovo Codice del Processo Amministrativo a due anni esatti dalla sua emanazione: evoluzione normativa, arresti giurisprudenziali di rilievo e questioni ancora aperte 18.09.2012 Mediazione obbligatoria: prime applicazioni (e disorganizzazioni) da parte della Giurisprudenza di merito 18.09.2012 Il processo civile e la normativa comunitaria 19.09.2012 Avvocato: la nuova professione Le novit sulla formazione, nuove tariffe, mediazione, disciplina, pubblicit ed assicurazione professionale 19.09.2012 Enti Locali i nuovi strumenti finanziari e contrattuali. Finanza di progetto e partenariato pubblico-privato: soluzioni per il rinnovamento

20.09.2012 Enti Locali i nuovi strumenti finanziari e contrattuali. Il leasing costruendo, il contratto di disponibilit e la protezione assicurativa 21.09.2012 Le locazioni abitative: ricognizione sostanziale, novit e aspetti processuali 21.09.2012 Spazi visivi Approfondimenti Sociali del Diritto. Appunti critici e giuridici dal film Central do Brasil 24.09.2012 Colloqui in materia di Processo di Famiglia 25.09.2012 Colloqui in materia di Privacy nel Diritto di Famiglia 26.09.2012 La riforma del Diritto del Lavoro 26.09.2012 Avvocato: quale futuro? Le novit sulla disciplina, mediazione, tirocinio, difese di ufficio, filtro in appello e legge Pinto 07.09.2012 La riforma del Diritto del Lavoro 28.09.2012 Lincidenza sulleconomia nazionale dellinfiltrazione criminale sui pubblici appalti 28.09.2012 Spazi visivi Approfondimenti Sociali del Diritto. Lo Stato di eccezione processo per MONTE SOLE 62 anni dopo 28.09.2012 Enti locali i nuovi strumenti finanziari e contrattuali. Finanziamento, strumenti di garanzia e controlli 01.10.2012 Il testamento biologico 02.10.2012 Imprese soggette a fallimento e procedimento per la dichiarazione 05.10.2012 Colloqui sulla deontologia forense 08.10.2012 Diritto vivente e pratica forense. Lo stalking tra cultura e malattia 08.10.2012 La responsabilit professionale del Medico. Profili civilistici, giurisprudenziali e assicurativi 08.10.2012 La notificazione degli atti a mezzo P.E.C. dopo la legge 183/11. Profili applicativi della nuova opportunit 09.10.2012 Gli organi preposti al fallimento 10.10.2012 Avvocato: casi pratici di Mediazione in R.C.A. e locazione

Foro Romano

69

Formazione continua

10.10.2012 La riforma dellOrdinamento Forense e i parametri di liquidazione dei compensi 10.10.2012 La novella al codice del processo amministrativo: cristallizzazione normativa degli interventi della giurisprudenza 15.10.2012 Diritto vivente e pratica forense. La riforma dei reati contro la P.A. 15.10.2012 Gli ultimi provvedimenti governativi e lumiliazione dellAvvocatura: una questione di dignit. Il Consiglio dellOrdine incontra gli Avvocati romani 16.10.2012 I parametri per la determinazione del compenso dellAvvocato. Cosa cambia nelle Difese di Ufficio e nel Gratuito Patrocinio? 16.10.2012 Il procedimento dinnanzi al Tribunale per i Minorenni 17.10.2012 Casi pratici di mediazione in condominio e responsabilit medica 17.10.2012 Riflessi della giurisprudenza della Corte Europea dei Diritti dellUomo sullordinamento penale e processuale penale italiano 19.10.2012 Prime riflessioni sulla nuova procedura in materia

di licenziamento 22.10.2012 Diritto vivente e pratica forense. La responsabilit para penale degli Enti 23.10.2012 Gli effetti del fallimento 24.10.2012 Avvocato: casi pratici di mediazione in successioni e R.C.A. 24.10.2012 La tutela dei diritti nel mondo del lavoro che cambia 26.10.2012 Il procedimento espropriativo: evoluzione legislativa e giurisprudenziale 29.10.2012 Ius variandi e servizi di pagamento a distanza nellesperienza dellArbitro Bancario Finanziario 30.10.2012 Diritto vivente e pratica forense. La tecnica oratoria nel processo accusatorio 30.10.2012 Diritto vivente e pratica forense. Abisso Carceri. Tutto quello che tutti sanno della crisi del sistema penitenziario italiano 31.10.2012 Il filtro in appello 31.10.2012 Laffidamento condiviso dei figli

70

Foro Romano

Formazione continua

Convegni gratuiti accreditati dallOrdine degli Avvocati


Accademia Forense La consulenza tecnica civile ADAPT Associazione per gli Studi internazionali e comparati sul Diritto del Lavoro e delle relazioni Industriali e Associazione Amici Marco Biagi Progettare per modernizzare. Il pensiero e la Scuola di Marco Biagi dieci anni dopo AGI Associazione Giuriste Italiane Sezione romana in collaborazione con ANPRI Associazione nazionale professionale per la ricerca Ricerca e diritto. Verso lo spazio europeo della ricerca: una readmap per lItalia A.I.Me.F. Associazione Italiana Mediatori Familiari Coppia moderna Vecchie abitudini ANF CONF PROFESSIONI Libere professioni: lavoro e prospettive ANVAG Mediazione: aiuto o denegata giustizia per il non abbiente? Associazione Antitrust Italiana Crisi, liberalizzazioni e concorrenza: il ruolo dellAutorit Antitrust Associazione Avvocati per lEuropa Il compenso per le prestazioni professionali allavvocato alla luce del D.L. n. 1/2012 Obblighi del professionista Liquidazione da parte di un organo giudiziario Modalit conferimento incarico; Le notifiche nel processo civile: a mezzo ufficiale giudiziario, a mezzo posta elettronica certificata, e diretta dellAvvocato; Rettifica delibera del 23 febbraio 2012 (patrocinio e deontologia) Associazione Consumers Forum La conciliazione dei consumatori nello scenario delle ADR. Secondo Rapporto; Telecomunicazioni: infrastrutture, mercato e Consumatori Associazione di Promozione Sociale Democrazia nelle regole Il procedimento amministrativo: i principi; Il procedimento amministrativo: i principi; Il procedimento amministrativo: gli accordi; Il procedimento amministrativo: la conferenza di servizi; Il procedimento amministrativo: semplificazione e liberalizzazione; Il procedimento amministrativo: i vizi dellatto amministrativo; Il procedimento amministrativo: lautotutela amministrativa; Il procedimento amministrativo: termine procedimentale, silenzi della P.A. e danno da ritardo; Il procedimento amministrativo: istruttoria e partecipazione Associazione Forense Ius ac Bonum I reati tributari e la responsabilit amministrativa degli Enti Associazione Giuristi Democratici di Roma (GD) Il diritto contro la crisi. Analisi e proposte Associazione Progetto Diritti Rifugiati o pacchi postali Associazione Nazionale Volontarie del Telefono Rosa - Onlus Violenza contro le donne. Lo stato Italiano si sta adeguando Associazione Nonne Nonni Penalizzati dalle Separazioni Onlus Nonni senza nipoti in genitore senza figli Avv. Alessandra Cagnazzo Avv. Filippo Preite Laffidamento condiviso; Adozione nazionale ed internazionale; Stalking; Gli accordi prematrimoniali ed i patti di convivenza; La mediazione familiare in Italia Azione Legale La mediazione immobiliare nella compravendita e nella locazione: il contratto di mandato, il corrispettivo, i limiti di rappresentanza e di poteri; Lomicidio da sinistro stradale; La crisi familiare: ruolo del mediatore e del consulente familiare; La responsabilit amministrativa degli enti; Le autorizzazioni in edilizia: profili di diritto privato e amministrativo; La professione forense tra le riforme e gli scenari futuri Deontologia (patrocinio); Lavoratori dipendenti e precari: profili inerenti la tutela, la retribuzione e il trattamento previdenziale e fiscale. Il costo del lavoro nelle imprese; Il trasferimento della propriet immobiliare: compravendita, donazione, eredit. I casi pratici con la pi recente giurisprudenza; Neuroscienze e processo penale; I rapporti tra processo penale e processo tributario: interconnessioni e questioni aperte in punto di prove e di giudicato; I principi e le sanzioni in materia di gestione dei rifiuti; Le istituzioni forensi e, in particolare, il Consiglio dellOrdine Deontologia (patrocinio); Le istituzioni forensi e, in particolare, il Consiglio dellOrdine Deontologia (patrocinio); Proposte Europee contro la disoccupazione giovanile in Italia e in Europa Banca dItalia Servizio Consulenza Legale Disciplina dei controlli e della concorrenza nei servizi di pagamento Camera Civile di Roma Le nuove tecnologie e lavvocato: posta elettronica certificata e processo telematico Camera Penale di Roma Maresciallo mi sente?

Foro Romano

71

Formazione continua

CamMino Camera Minorile Nazionale Nuove e meno nuove prassi applicative del Tribunale per i Minorenni e del Tribunale Ordinario in tema di procedimenti separatili della coppia genitoriale CED Corte di Appello Formazione Decentrata Giustizia genere femminile? La tutela della maternit e lorganizzazione degli Uffici Giudiziari e della professione forense; Lillecito disciplinare negli orientamenti recenti della giustizia della Sezione Disciplinare del CSM e della Corte di Cassazione; Questioni nuove o controverse nella giurisprudenza della Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione in materia penale; Laccertamento tecnico preventivo nel processo previdenziale (art. 445 bis cod.proc.civ.): problemi interpretativi ed applicativi; Il danno non patrimoniale in materia civile e del lavoro Certiquality S.r.l. D.Lgs. 231/01 e nuove responsabilit in materia ambientale quadro di riferimento e proposte operative per i modelli di organizzazione, gestione e controllo CODACONS La riforma degli ordini professionali e la nuova class action. Considerazioni in merito alla funzione delle associazioni alla luce della sentenza parziale del Consiglio di Stato n. 677/2012 REG.PROV.COLL. (N. 08219/2011 REG.RIC.) Consiglio Superiore della Magistratura Commissione per la formazione della Magistratura Onoraria Fermo amministrativo e ipoteca: Problemi procedurali con particolare riguardo alla sentenza della corte di Cassazione SS.UU. n. 20931 12/10/2011; La convalida dellarresto e il giudizio direttissimo; Profili caratteristici dei problemi minorili Corte Suprema di Cassazione Il contratto di diritto europeo; Le misure cautelari reali: principi generali, prassi giurisprudenziali, problematiche applicative Corte Suprema di Cassazione e Consiglio Giustizia Tributaria Il giudicato esterno ed il processo tributario DEI CONSULTING Srl Approfondimenti sulla mediazione ad un anno dalla sua entrata in vigore; Evoluzione giurisprudenziale in materia di contenzioso bancario Enel S.p.A. La mediazione civile e commerciale ENI S.p.A. Risk and threats of corruption and the legal profession Ente di Formazione Medialex La deontologia del Mediatore civile professionista alla luce del DM 145/2011 Fondazione Nazionale Sicurezza Rubes Triva Obblighi di pre-

venzione, responsabilit civili, penali e amministrative una lettura interdisciplinare della sentenza della Corte dAssise di Torino sul caso Thyssen Formazione decentrata CED Corte di Appello Il danno non patrimoniale in materia civile e del lavoro IGI Istituto Grandi Infrastrutture I contratti pubblici nella stagione dei Decreti Legge; I nuovi scenari comunitari: direttive-appalti e meccanismi di finanziamento innovativi INTERTIC e Studio Chiomenti The 2012 Intertic Cnference on Antitrust Policy (Il convegno si svolger in lingua inglese) Istituto Guglielmo Tagliacarne Corso di aggiornamento sul Diritto Amministrativo Istituto di Studi Giuridici del Lazio A.C. Jemolo La mediazione/conciliazione ad un anno dallentrata in vigore dellobbligatoriet Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato SpA Corso In mouse per la Struttura Legale Aggiornamento in tema di servizi e forniture; Formazione in materia di appalti pubblici JUS CONSULTING S.r.l. Dal libro verde alle nuove direttive comunitarie sugli appalti: gli scenari che si prospettano Justowin Formazione Giuridica per concorsi ed esami Incontro di studio: i temi caldi, il punto Lega Italiana Diritti dellUomo Osservatorio Vittime Colpa medica, medicina difensiva e speculazioni: profili medico sociali e giuridici per una proposta legislativa Legambiente-Osservatorio Ambiente e Legalit (ONAL) Rifiuti Spa Dieci anni di applicazione del delitto di traffico organizzato di rifiuti (art. 260 del Testo Unico Ambientale D.Lgs. 152/2006): Numeri e storie di una conquista italiana. Uneccezione che dovrebbe diventare la regola; Veleni in campo, dai traffici illegali di rifiuti allagromafia; Limpatto sulleconomia, i danni allambiente e i rischi per la salute. Il Business delle ecomafie. Aspetti sanzionatori, processuali e sostanziali (artt. 259 e 260 del Testo Unico Ambientali D.Lgs. 152/2006, gli artt. 442, 444 e 515 del Codice Penale sulle frodi alimentari LIDU-Lega Italiana dei Diritti dellUomo Colpa medica, medicina difensiva e speculazioni: profili medico sociali e giuridici per una proposta legislativa MediaOstiensis La mediazione obbligatoria per la responsabi-

72

Foro Romano

Formazione continua

lit civile da circolazione della auto e dei natanti e in materia condominiale. Una prima disamina delle problematiche anche alla luce delle esperienze finora maturate presso la Sezione Distaccata di Ostia Osservatorio Nazionale sul Diritto di Famiglia I regolamenti europei sulla famiglia; Lo statuto giuridico della famiglia di fatto; Trattamento di fine rapporto e diritto di famiglia RI.P.DI.CO Tendenze e controtendenze del nuovo diritto fallimentare e commerciale Trust Med Conciliazione S.r.l. Strumenti deflattivi del contenzioso nei rapporti con la Pubblica Amministrazione UER Universit Europea di Roma Nuovi servizi e contenuti digitali tra semplificazione amministrativa, diffusione della conoscenza e diritti individuali; I contratti di somministrazione e di distribuzione mercato e nuove fattispecie negoziali; Diritti fondamentali, libert religiosa e integrazione UNAI (Unione Nazionale Amministratori DImmobili) Novit Legislative e Giurisprudenziali dellanno 2011 UNIONE FINANZIARIE ITALIANE Trasparenza bancaria finanziaria e relazioni con la clientela Universit degli Studi Roma Tre ASTRIL Fondazione Marco Biagi Flessibilit del lavoro, problemi e prospettive ADR CENTER S.p.A. Negoziare efficacemente ANCE Associazione Nazionale Costruttori Edili La responsabilit in materia di sicurezza sul lavoro I ruoli individuati dal T.U. n. 81/2008 e delega di funzioni Associazione No Profit Progetto Vittime Ustica: un mare di menzogne ASTRIL Fondazione Biagi Universit di Roma Tre Seminario di studi ammortizzatori sociali e politiche di attivazione CAMMINO Camera Minorile Nazionale I procedimenti ex art. 709 ter c.p.c. Universit degli Studi di Roma Sapienza Revisione del processo penale alla luce di nuove valutazioni scientifiche ADR UNION Lectio magistralis sullarbitrato AGI - Associazione Giuriste Italiane Prevenzione dei rischi e

tutela nei cantieri AIDP-Lazio Studio Legale Marazza e Associati La giurisprudenza del lavoro 2011 AIGE Associazione Italiana Giuristi Europei Norme europee, concorrenza e tutela dinanzi ai giudici amministrativi ANFI Associazione Nazionale Familiaristi Italiani Il futuro nelle mani dei bambini Associazione Antitrust Italiana Un anno di Antitrust Associazione Concretamente La legge sulle quote di genere negli organi di amministrazione e controllo delle societ quotate e delle societ pubbliche non quotate. Genesi, adozione e prevedibili scenari attuativi Associazione LE TOGHE Le controversie nel settore elettrico, del gas e delle telecomunicazioni Associazione VIGILE AMICO IV congresso nazionale polizia locale Assoconciliatori Aspettando la sentenza della Corte Costituzionale ASTEIMMOBILI.IT S.P.A. SISCO La liquidazione e la ripartizione dellattivo nel fallimento Azienda Complesso Ospedaliero S. Filippo Neri La mediazione civile in sanit ad un anno dallentrata in vigore del D.Lgs. n. 28/2010 Byron Language Services S.r.l. Corso intensivo di inglese giuridico 32 ore Legal Eagle CED Corte di Appello Consiglio Superiore della Magistratura Formazione Decentrata Il codice antimafia e gli strumenti di contrasto patrimoniale della criminalit CONSOB Corporate Governance: il mercato del controllo societario e linformazione societaria Corte Suprema di Cassazione Le corti supreme degli altri ISVAP (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo) Diritto comunitario: teoria e pratica UER Universit Europea di Roma La composizione della crisi da sovraindebitamento (L. 27 gennaio 2012 n. 3) e le misu-

Foro Romano

73

Formazione continua

re pro-competitive nel D.L. 24 gennaio 2012 n.1 Universit degli Studi Roma Tre Lazione di annullamento nel codice del processo amministrativo e nelle sue applicazioni giurisprudenziali Ufficio dei referenti distrettuali per la formazione decentrata e presidenza Corte di Appello di Roma LUnione Europea tra crisi attuale e prospettive future Universit Popolare degli Studi Giovanni Paolo II La mediazione familiare: aspetti legali e profili psicosociali AGIFOR ed Accademia Nazionale del Diritto La deontologia dellavvocato, del mediatore e dellassicuratore in relazione alla mediazione obbligatoria A.IM.A. Amministratori Immobiliari Associati Condominio e mediazione ANF Sede di Roma Regolamento concernente la disciplina dellaccordo di integrazione tra straniero e lo Stato APL Avvocati per il Lavoro Legge 23.3.1981 n. 91 sul lavoro sportivo: quale riforma? Consiglio Superiore della Magistratura La responsabilit penale alla luce dei risultati delle neuroscienze Consiglio Superiore della Magistratura Il contributo delle competenze extragiuridiche nel sistema processuale minorile IGI I ritardati pagamenti tra allarmismi e realt: i rimedi offerti dallordinamento Unione Finanziarie Italiane Intermediari finanziari e intermediari del credito: verso una nuova realt professionale Universit Telematica Ecampus Principi contabili internazionali, riflessioni in materia di fair value A.I.G.A. - Sezione di Roma e Universit Europea Crisi finanziaria e diritto internazionale ASSOCIAZIONE DI STUDI PENALI E CRIMINOLOGICI SILVIA SANDANO, SAPIENZA UNIVERSIT DI ROMA, COMUNE DI ROMA I principi fondamentali del diritto penale fra tradizioni nazionali e prospettive sovranazionali DEI CONSULTING S.r.l. Approfondimenti sulla mediazione

ad un anno dalla sua entrata in vigore DEI CONSULTING S.r.l. Profili civilistici dellusura con particolare riferimento ai contratti bancari DEI CONSULTING S.r.l. Fideiussione e contratto autonomo di garanzia ELSA ROMA THE EUROPEAN LAW STUDENTS ASSOCIATION Giovani al lavoro. DallUniversit al lavoro: tirocinio, apprendistato, riforma Gelmini. Quali opportunit per loccupazione giovanile? STUDIO LEGALE AVV. DOSI Il contratto di comunione tra conviventi. Aspetti processuali STUDIO LEGALE AVV. DOSI Aspetti processuali della separazione e divorzio (riconciliazione, reclamo, modifica, sentenza non definitiva UNIVERSIT DEGLI STUDI DI ROMA TRE DIPARTIMENTO DI DIRITTO EUROPEO Le giornate della concorrenza Accademia Forense Il danno estetico e la riforma delart. 139 del codice delle assicurazioni ASSOCIAZIONE DONNE GIURISTE ITALIA Conoscere il diritto europeo per una migliore strategia processuale ASTRIL Fondazione Biagi Universit Roma Tre Seminario di studi: costo del lavoro, produttivit e competitivit delle imprese CAMMINO Camera Minorile Nazionale Esame di recenti pronunce in materia di relazioni familiari Centro Italiano Successioni (C.I.S.) La successione ereditaria: aspetti normativi, processuali e giurisprudenziali Centro Studi AKADEMOS Linee guida per una riforma possibile del processo civile: la revisione dellistituto della media conciliazione Cooperativa Sociale C.E.A.S. Tavola Rotonda lascolto dei bambini e delle bambine tra indagini, vuoti legislativi e buone prassi INTESA SAN PAOLO S.p.A. Mettere in comune competenze Formiamo lItalia dei consumatori 2^ fase

74

Foro Romano

Formazione continua

STUDIO LEGALE GHIA Reati fallimentari e adempimenti fiscali UNICREDIT CREDIT MANAGEMENT BANK S.p.A. La composizione delle crisi da sovra indebitamento A.D.R. AEQUITAS Per una mediazione di qualit: perch la mediazione costituisca una vera opportunit A.F.G. - Alleanza Forense per la Giustizia in collaborazione con il Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma Relatori Cons. Conte e Cons. Condello (3 crediti deontologici) Giustizia e tecnologia: web, processo telematico e posta elettronica certificata A.G.I. Avvocati Giuslavoristi Italiani Riforma del mercato del lavoro Flessibilit in uscita ed aspetti processuali ASSOCIAZIONE AVVOCATI PER LEUROPA Sezione Territoriale di Roma Relatore Cons. Condello (3 crediti deontologici) Formazione e aggiornamento avvocati art. 10 Codice Deontologico Forense ASSOCIAZIONE AVVOCATI PER LEUROPA Sezione Territoriale di Roma - Relatore Cons. Condello (3 crediti deontologici) Labrogazione delle tariffe forensi e le nuove modalit per la determinazione del compenso agli Avvocati Legge 24.3.2012 n. 27 (C.D. Liberalizzazioni) ASSOCIAZIONE AVVOCATI PER LEUROPA Sezione Territoriale di Roma Responsabilit professionale del medico e della struttura sanitaria ASSOCIAZIONE DEGLI AVVOCATI ROMANI Stress lavoro-correlato e danno psichico: prevenzione e tutela ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIURISTI DEMOCRATICI ASSOCIAZIONE GIURISTI DEMOCRATICI DI ROMA Per uno statuto democratico dei partiti. Regole, rappresentativit, trasparenza ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIURISTI DEMOCRATICI ASSOCIAZIONE GIURISTI DEMOCRATICI DI ROMA Sicurezza, ambiente, impresa, responsabilit penale. Sentenza Thyssen e possibili sviluppi C.E.A.S. Centro di Eccellenza Altiero Spinelli POLO DI ECCELLENZA JEAN MONNET UNIVERSIT DEGLI STUDI ROMA TRE The making of European private law: why, how, what, who CENTRO STUDI DI DIRITTO DEL LAVORO DOMENI-

CO NAPOLETANO Il difficile equilibrio tra flessibilit in entrata e in uscita: ieri, oggi e domani CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA COMMISSIONE PER LA FORMAZIONE DELLA MAGISTRATURA ONORARIA Le prove atipiche CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA FORMAZIONE DECENTRATA DELLA CORTE DAPPELLO Privacy e processo civile: problematiche specifiche e casistica DISPUTE RESOLUTION S.R.L. ORGANISMO DI MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE Le controversie in materia di contratti bancari e finanziari ENI S.p.A. Seminar on international commercial arbitration I.I.P. Istituto Italiano per la privacy INTERGRUPPO PARLAMENTARE PER LA PRIVACY Cookie, profilazione e privacy su internet. Scenari applicativi dopo il recepimento della Direttiva 2009/136/CE in Italia: come salvare e incentivare la competitivit intelligente del mercato pubblicitario digitale (web, editoria, tv, tlc), garantendo pi scelta e pi trasparenza agli utenti U.E.R. Universit Europea di Roma Il contratto di pubblicit e sponsorizzazione UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI La mediazione bancaria e finanziaria A.D.R. CENTER S.P.A. Negoziare efficacemente. Come rappresentare al meglio il proprio cliente e concludere accordi vantaggiosi A.I.DI.F. Avvocatura Italiana per i Diritti delle Famiglie Diritto dei bambini ad una famiglia, rispetto della vita. Limportante cammino delle adozioni A.I.G.E. Associazione Italiana Giuristi Europei Concorrenza ed effettivit della tutela processuale nellUnione Europea e nellordinamento Italiano A.N.T.I. Associazione Nazionale Tributaristi Italiani Sezione Lazio Le indagini bancarie e finanziarie Dal segreto bancario alla trasparenza finanziaria La tutela del contribuente ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE DEMOCRAZIA NELLE REGOLE Ultime pretorie di diritto civile, penale ed amministrativo

Foro Romano

75

Formazione continua

ASSOCIAZIONE PRIMAVERA FORENSE Ruolo e strategie dellAvvocato in mediazione AVVOCATI & AVVOCATI La certificazione di qualit come strumento di organizzazione e marketing legale Il compenso dellAvvocato dopo labrogazione delle tariffe forensi CODACONS Coordinamento delle associazioni per la difesa dellambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori Legittimazione e diritto di accesso delle associazioni dei consumatori alla luce della sentenza del Consiglio di Stato n. 7/2012 AP 2/2012. Novit in tema di mediazione civile I.N.A.I.L. La legge applicabile ai rapporti di lavoro con elementi di internazionalit: profili sostanziali e processuali ISSIRFA - ISTITUTI DI STUDI SUI SISTEMI REGIONALI FEDERALI E SULLE AUTONOMIE CNR Le autonomie della Repubblica: la realizzazione concreta UNIVERSIT LUISS GUIDO CARLI DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA Levoluzione del sistema fiscale e il principio di capacit contributiva Le basi teoriche A.A.R.B.A. Association for the Advancement of Radical Behavior Analysis e A.N.M.I.L. Associazione Nazionale fra lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro Congresso Europeo sulla Behavior-Based Safety: Evidence-Based Safety: adottare metodi efficaci applicando le Leggi della Scienza A.G.C.M. Universit degli Studi Roma Tre Il nuovo potere di legittimazione dellA.G.C.M. ex art. 21 bis L. 287/90 A.N.F. Sede di Roma Le nuove tecnologie applicate al processo civile telematico A.N.F. Sede di Roma A.G.I. Lazio Questioni giurisprudenziali ed operative del Collegato lavoro Le conseguenze della nullit del termine apposto al contratto di lavoro dopo lintervento della Corte Costituzionale (sent. N. 303/2011) Gli effetti del Milleproroghe (art. 2, co. 54, l.n. 10/2011) sui nuovi termini decadenziali del Collegato Lavoro A.P.L. Avvocati per il Lavoro Lo stato della riforma della professione e novit dalla Cassa Forense Associazione Le Toghe Principio di oralit e distorsioni del sistema probatorio penale A.S.T.R.I.L. Fondazione Biagi Universit Roma Tre Seminario di Studi: Rappresentanza sindacale e contrattazione collettiva

Centro Nazionale Studi e Ricerche sul Diritto della Famiglia e dei Minori La deontologia dellAvvocato familiarista Centro Studi Akdemos Linee guida per una riforma possibile del processo civile: La revisione dellIstituto della mediaconciliazione Cittadinanzattiva Onlus Casa nostra! Cittadini a tutela della giustizia Consiglio Superiore della Magistratura Ufficio dei Referenti Distrettuali per la Formazione Decentrata CED Corte di Appello di Roma Ingegneria della conoscenza: presentazione del sistema Daedalus Europa2010 Centro Studi e Formazione Ente non profit Pontificia Facolt Teologica San Bonaventura Master Universitario di I livello in: Antropologia filosofica e forense, criminologia e tecniche investigative avanzate Gruppo Editoriale S.E.I. ConvegnoEtica delle professioni Una tavola rotonda per un confronto sulle problematiche connesse alla deontologia professionale Novalex Formazione Gli obblighi e le sanzioni del datore del lavoro in materia di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro Prof. Avv. Claudio Scognamiglio Funzione normativa della giurisprudenza di legittimit e commisurazione del danno non patrimoniale Sezione Italiana del National Center for Victims of Crime Nella mente del criminale: la chiave del profilo U.N.A.I. (Unione Nazionale Amministratori dImmobili) Prospettive professionali in un contesto di internazionalizzazione e globalizzazione Universit degli Studi di Roma Tor Vergata C.O.I.N.F.O. (Consorzio Interuniversitario per la Formazione) La gestione della gara per gli appalti pubblici e il contenzioso alla luce delle pi recenti riforme Le fasi delle procedure di affidamento dal bando alla stipula A.G.I.F.O.R. Accademia Nazionale del Diritto Lattivit edilizia tra incentivi e controlli A.I.G.E. Associazione Italiana Giuristi Europei Dallimmigrazione allintegrazione Lingresso dellimmigrato

76

Foro Romano

Formazione continua

Associazione Avvocato di Strada Onlus Sportello di Roma Corso di Formazione I diritti degli stranieri e la normativa sullimmigrazione Associazione Forense Ius Ac Bonum La responsabilit amministrativa degli enti per i reati ambientali e il modello organizzativo Associazione Movimento Forense La proposta del divorzio breve: cui prodest Associazione Progetto Diritti (Avv. Mario Angelelli) Convenzione Europea dei diritti dellUomo. Divieto della tortura e dei trattamenti inumani e degradanti. Il caso Ocalan. Banca dItalia Servizio Consulenza Legale Rischio e contratti finanziari. Il punto dopo la crisi. Consiglio Superiore della Magistratura Commissione per la Formazione della Magistratura Onoraria Le spese di giustizia Consiglio Superiore della Magistratura Ufficio dei referenti distrettuali per la formazione decentrata Il giudice penale italiano e il diritto dellUnione Europea: un approccio non pi differibile Consiglio Superiore della Magistratura Ufficio dei referenti distrettuali per la formazione decentrata presso la Corte di Appello di Roma La semplificazione dei riti civili (D.Lgs. n. 150/2011) Lopposizione ad ordinanza-ingiunzione dopo la semplificazione Fondazione Italiana per il Notariato Le prassi applicative in materia di reati connessi alle procedure di insolvenza e di amministrazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalit nel rapporto tra norme nazionali e comunitarie Universit degli Studi di Roma Tor Vergata La centralit del territorio nella formazione del professionista economico-contabile Universit Sapienza Facolt di Economia Dipartimento Diritto ed Economia delle attivit produttive La rilevanza sul piano sanzionatorio dellelusione fiscale e dellabuso della norma tributaria Universit Telematica E-Campus Le nuove dinamiche della professione forense tra liberalizzazione e media-conciliazione ALEC Administrative Law Easier for Competition Le energie rinnovabili

Accademia Forense Le impugnazioni nei processi con pi parti Associazione Il Trust in Italia Associazione Bancaria Italiana Trust e operazioni bancarie Giuriform S.r.l. Il procedimento di mediazione alla luce della recente giurisprudenza di merito Legautonomie Axiis I contratti derivati degli enti locali: profili giuridici e tecnico-finanziari Organismo di ricerca giuridico-economica S.r.l. Impresa sociale La riforma del sistema fiscale e tributario Osservatorio Nazionale sul Diritto di Famiglia Laffidamento condiviso a sei anni dalla riforma problemi risolti e quelli ancora aperti Osservatorio Nazionale sul Diritto di Famiglia La legge sulla unificazione dello stato giuridico dei figli. Prepariamoci ad applicarla Studio Legale Milazzo e Castaldo La trasparenza formale e sostanziale nellattivit bancaria: luci e ombre Accademia Forense Danno biologico e le tabelle di riferimento del Tribunale di Roma A.D.R. Concordia Italia con Assomedia e Associazione Le Toghe La mediazione civile: Una sfida da vincere nellera della globalizzazione e di internet A.F.G. Alleanza Forense per la Giustizia in collaborazione con il Consiglio dellOrdine degli Avvocati di Roma Locazione e condominio nel procedimento di mediazione: interrogativi e soluzioni A.I.G.A. Associazione Italiana dei Giovani Avvocati Sezione di Roma La Giustizia Sportiva A.I.G.E. (Associazione Italiana Giuristi Europei) La disciplina Italiana della immigrazione regolare A.N.F. Sede di Roma Le nuove tecnologie applicate al processo civile telematico A.N.F. Sede di Roma Le intese restrittive della concorrenza: le competenze dellAutorit garante della concorrenza e del mercato e dellAutorit giudiziaria ordinaria A.S.D. Tennis Forense Illecito sportivo e illecito penale Assaereo Associazione Nazionale Vettori e Operatori del

Foro Romano

77

Formazione continua

Trasporto Aereo Il mercato del trasporto aereo in Italia Quali prospettive? Associazione Agire e Informare Corso di preparazione allesame di Avvocato (6 lezioni) Associazione Avvocati Difensori dinanzi alla Corte dei Conti Mediazione e conciliazione tra privati e Pubblica Amministrazione specificazioni e realizzazioni Associazione Avvocati per lEuropa I lati oscuri del web: Identit digitale, geolocalizzazione, computer zombi, privacy, oscuramento dati personali, diritto alloblio digital law consulenti esperti in tematiche legate al web Associazione Italiana Vittime della Strada L.I.D.U.-Lega Italiana Diritti dellUomo Conferenza nazionale per la riforma dellomicidio stradale Associazione Laboratorio Forense Le novit normative in tema di liberalizzazione delle professioni e le ricadute pratiche, deontologiche e previdenziali Associazione Nazionale Forense Sede di Roma Una modernizzazione sostenibile. Opinioni a confronto sul futuro della professione forense Consiglio Superiore della Magistratura Commissione per la Formazione della Magistratura Onoraria Il danno della vacanza rovinata I.I.C.L. Istituto Italiano di Diritto Collaborativo Separarsi insieme Il processo collaborativo nel diritto di famiglia Sapienza Universit degli Studi di Roma Dipartimento di Scienze Giuridiche Facolt di Giurisprudenza; con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Giornata di studio su Agricoltura ed alimenti: tra identit e sicurezza. Scenari italiani ed europei organizzato nellambito del Master Universitario di II livello in Diritto dellAmbiente Universit degli Studi di Roma Tre Facolt di Giurisprudenza La mediazione come strumento di gestione delle controversie commerciali AFG Alleanza Forense per la Giustizia Larbitrato Profili sostanziali e processuali Amministrazione Provinciale di Roma Il nuovo procedimento amministrativo: il regime di invalidit, le novit ai sensi dei

decreti del 2011 e del decreto legge n. 05/2012 Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo Amministrazione Provinciale di Roma La liberalizzazione delle professioni forensi Associazione Custodi Giudiziari Criticit nelle esecuzioni immobiliari ed aree di miglioramento Centro Studi Demetra Autorit dei trasporti Riassetto istituzionale del comparto aerospaziale IGI Istituto Grandi Infrastrutture Appalti Pubblici LUSPIO Libera Universit degli Studi per le Innovazione e le Organizzazioni Tutela del consumatore e Autorit indipendenti dopo ladunanza plenaria del Consiglio di Stato dell11 maggio 2012 (n.n. 11-16) RI.P.DI.CO. Rivista Parlata di Diritto Concorsuale Giurisprudenza, Dottrina e Legislatore a confronto A Buon Diritto ONLUS Lampedusa non unisola. Profughi e migranti alle porte dellItalia AFG Alleanza Forense per la Giustizia Figli legittimi e naturali: pari tutela successoria e patrimoniale AGI Il lavoro a termine nelle pubbliche amministrazioni: profili discriminatori APL Avvocati per il Lavoro Il contrato di apprendistato: novit normative e giurisprudenza di merito APL Avvocati per il Lavoro Fondi pensione Associazione degli Avvocati Romani Doping e antidoping Associazione Forense Emilio Conte Movimento Forense Atto damore La famiglia: dalla crisi coniugale alla separazione tra i coniugi. Riflessioni sulle dinamiche familiari ed il processo Associazione Nuova Coscienza Separazioni: disagio sociale per adulti e minori Associazione Le Toghe Alla luce delle modifiche giurisprudenziali della Suprema Corte, occorre cambiare il codice deontologico forense? CODACONS Gli immigrati li maltrattanogli imprenditori, i nuovi poveri, si ammazzano

78

Foro Romano

Formazione continua

Comitati Azione per la Giustizia Lattualit del codice penale: i riflessi della corruzione e dei reati connessi sul sistema economico-finanziario e sulla spesa pubblica LUISS Guido Carli Il sesso degli indipendenti Movimento Forense Riforma del processo civile e competitivit del paese: le proposte degli avvocati Osservatorio Nazionale sul Diritto di Famiglia La filiazione: riforme e riflessi processuali Osservatorio sulla Legalit di Impresa Profili problematici della responsabilit da reato delle imprese TLS Associazione Professionale di Avvocati e Commercialisti La governance e la disciplina dei controlli delle societ di capitali TLS Associazione Professionale di Avvocati e Commercialisti Responsabilit amministrativa degli enti ex D.Lgs. n. 231/2001. Novit legislative e recenti orientamenti giurisprudenziali Amministrazione Provinciale di Roma Appalti e contratti pubblici: dal decreto sul semestre europeo (70/2011, conv. L. n. 106/2011) alla legge di stabilit 2012 (L. n. 183/2011) fino ai recentissimi decreti liberalizzazioni (1/2012) e semplificazione (5/2012) legge sullo statuto dellimpresa (L. n. 180/2011) Amministrazione Provinciale di Roma Innovazioni legislative in materia di rifiuti. Rifiuti e bonifiche: responsabilit da inquinamento. La disciplina degli scarichi delle acque reflue Alleanza Forense per la Giustizia LArbitrato Societario Associazione Avvocati per lEuropa La commedia antica (aspetti giuridici nelle commedie plautine con particolare riferimento alla pubblica sicurezza) Associazione Avvocati per lEuropa I lati oscuri del web: identit digitale, geolocalizzazione, computer zombi, privacy, oscuramento dati personali, diritto alloblio digital law consulenti esperti in tematiche legate al web Associazione Forense Ius Ac Bonum Il patrocinio a spese dello stato e diritto di difesa: garanzie per limputato detenuto e deontologia del difensore dufficio che subentra nella difesa al difensore di fiducia dopo il rigetto dellammissione al patrocinio a spese dello stato

Associazione nazionale Giuristi Democratici / Associazione Giuristi Democratici di Roma Riforma del mercato del lavoro e controriforma del diritto del lavoro Associazione Le Toghe Localizzazione e Realizzazione delle Opere Pubbliche: Urbanistica Partecipazione e Procedimento Camera Civile di Roma Corso sul processo civile telematico e sulluso della pec Centro Studi e ricerche sul diritto della famiglia e dei minori Nuove frontiere del diritto di autore Conciliatore Bancario Finanziario in Collaborazione con LUISS Guido Carli e Fondazione Visentini LEsperienza Europea in Materia di ADR nel Campo Bancario, Finanziario ed Assicurativo Hdemia delle professioni Centro Studi Interprofessionale La riforma del lavoro va nella direzione giusta? ISVAP Diritto Comunitario: Teoria e Pratica Nova Itinera Associazione non riconosciuta Ordine pubblico e polizia locale. Modelli e proposte per una citt pi sicura. 1^ sessione Nova Itinera Associazione non riconosciuta Ordine pubblico e polizia locale. Modelli e proposte per una citt pi sicura. 2^ sessione O.F.R. Opificio Forense Romano Omicidio stradale. Stato di ebbrezza e sicurezza pubblica On. Ida dIppolito Responsabile Coesione e Sviluppo Unione di Centro La Giustizia civile per la crescita e lo sviluppo del Paese Universit Telematica E-Campus Come cambia il diritto del lavoro: flessibilit in entrata, licenziamenti e reintegrazione del lavoratore alla luce della riforma Fornero A.P.L. Avvocati per il Lavoro Concordato per risanamento e liquidatorio: la sorte dei rapporti di lavoro A.P.L. Avvocati per il Lavoro La responsabilit solidale negli appalti privati tra vecchie norme e nuove riforme Associazione Forense Ius ac Bonum con Aracne Editrice Presentazione dei volumi editi da Aracne Editrice

Foro Romano

79

Formazione continua

Conciliatore Bancario Finanziario Lesperienza europea in materia di adr nel campo bancario, finanziario ed assicurativo Consiglio Superiore della Magistratura Ufficio dei Referenti per la Formazione decentrata presso il CED della Corte dAppello La giurisdizionalizzazione del processo minorile Consiglio Superiore della Magistratura Ufficio dei Referenti per la Formazione Decentrata presso il CED della Corte dAppello Lo stato della lotta alla criminalit organizzata a ventanni dalle stragi di Capaci e Via dAmelio Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma Composizione della crisi da sovraindebitamento: la disciplina Italiana nel panorama Europeo ed il ruolo degli organismi di composizione della crisi A.D.R. Center S.p.a. Negoziare efficacemente. Come rappresentare al meglio il proprio cliente e concludere accordi vantaggiosi A.G.I. Avvocati Giuslavoristi Italiani La nuova legge di riforma del mercato del lavoro Associazione Laboratorio Forense La composizione delle crisi da sovraindebitamento prevista dalla L. 27 gennaio 2012 n. 3 Centro Nazionale Studi e Ricerche sul Diritto della Famiglia e dei Minori Liberalizzazioni e deontologia dellAvvocato Ente di Formazione Medialex La famiglia oggi tra affido condiviso e mediazione familiare: evoluzione ed esperienze a confronto I.S.V.A.P. Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo Diritto comunitario: teoria e pratica; Aspetti del Diritto comunitario rilevanti nellambito del mercato interno con particolare riguardo agli aiuti di Stato ASSTRA Associazione Trasporti Per rescriptum principis: principia LUISS Guido Carli La riforma del mercato del lavoro: spunti di riflessione su crescita e occupazione Non c Pace senza Giustizia Corte Penale Internazionale: 10 anni dopo lItalia ancora inadempiente Studio Legale Avv. Deborah Impieri per Roma Capitale e Associazione ANIMEC Estate e categorie protette. I consigli

degli specialisti. La responsabilit professionale medica nelle aziende sanitarie. Il ruolo della media-conciliazione U.F.I. Unione Finanziarie Italiane Il correttivo al D.Lgs. 141/2010 e lapertura degli elenchi OAM: cosa cambia per gli intermediari operanti nel comparto del credito ai consumatori? ASSOCIAZIONE POLITICA RADICALI ITALIANI La persona tra lalgoritmo di Google e la rete di Facebook. La responsabilit civile, paziente costruzione del soggetto giuridico in Rete IGOP S.r.l. La disapplicazione dellatto amministrativo da parte del giudice civile e penale, la responsabilit della P.A. e la cd. Pregiudizialit per lazione risarcitoria alla luce del nuovo codice del processo amministrativo (D.Lgs. N. 104/2010) La Gazzetta Amministrativa Corso sul procedimento amministrativo, sul processo amministrativo e sullinnovazione tecnologica A.N.A.Me.F. Associazione Nazionale Avvocati Mediatori Familiari La mediazione familiare: dal modello facilitativo al trasformativo Associazione di Promozione Sociale Democrazia nelle regole Ultime pretorie di diritto civile, penale ed amministrativo Associazione Le Toghe Catturiamo la latitanza delle assicurazioni nel procedimento di mediazione I.G.I. Istituto Grandi Infrastrutture Art. 46 Associazione Antitrust Italiana Prassi e giurisprudenza in materia di pratiche commerciali scorrette Autorit garante della concorrenza e del mercato (AGCM) Leniency programs: Lessons from US and EU experiences Avvocatura Generale dello Stato Verso lintroduzione dellazione di adempimento nel processo amministrativo Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea Ufficio Attivit Culturali Ministero per i Beni e le Attivit Culturali Presentazione del libro Le Tribunal Special pour le Liban et le respect des droits de lhomme di Maria Stefania Cataleta (incontro in memoria di Antonio Cassese, Primo Presidente del Tribunale Speciale per il Libano) Camera Civile di Roma Avv. Andrea Pontecorvo Nuove tecnologie per lAvvocato; utilizzo piattaforma ministeriale del

80

Foro Romano

Formazione continua

processo telematico e pec per notificazioni e comunicazioni tra Avvocati e con gli Uffici Giudiziari Consiglio Superiore della Magistratura Commissione per la Formazione della Magistratura Onoraria Miti e riti della propriet Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare S.a.s. In Roma CapitaleI ragazzi sono il nostro futuro. Legge 170/2010 Nuove norme in materia scolastica. Analisi critica dellapplicazione delle nuove norme in materia di DSA, dal 2010 ad oggi Studio Legale Pontecorvo, Associazione Professionale in Roma Seminari di Alta Specializzazione SLP SettembreNovembre 2012 Alleanza Forense per la Giustizia (A.F.G.) Il filtro in appello: i dubbi sulla L.143/12 A.N.T.I. Associazione Nazionale Tributaristi Italiani Sez. Latina Fisco e contribuente: novit legislative, accertamenti, difese Associazione Giovanna dArco Onlus La Pedofilia: come affrontarla A.D.R Media Italia Mediazione civile e controversie di diritto di famiglia A.F.G. Alleanza Forense per la Giustizia Giustizia digitale dai siti web al deposito degli atti processuali, ai pagamenti telematici, ai social forum A.N.F. Associazione Nazionale Forense Il D.M. 140/2012. Linformativa al cliente I contratti tra cliente e avvocato A.N.F. Associazione Nazionale Forense Corso di diritto delledilizia Associazione Avvocati per lEuropa Il compenso allavvocato dopo labrogazione delle tariffe Associazione Avvocati per lEuropa Il compenso allavvocato dopo labrogazione delle tariffe La nuova legge professionale Associazione Professionale Studio Legale Aureli Associazione culturale Amici di Santa Severa Il Ponte Azione Legale Seminari di formazione gratuita Consiglio Superiore della Magistratura Organizzazione degli

uffici. Specializzazione del giudice e profili deontologici connessi Fondazione Logos PA Il cantiere delle riforme e gli effetti sulle politiche degli Enti Locali Giuffr Editore Il ruolo del difensore nello statuto cautelare, casistica, regolamento, aspetti formali e sostanziali, deontologia del difensore Studio Amministrativisti Avv.ti Valeri e Mannucci Procedura civile Studio Legale Associato AD ASHURST LLP The new renewable energy legal framework Unione Finanziarie Italiane Il correttivo al D.Lgs. 141/2010 e la riforma della vigilanza assicurativa Universit LUISS Guido Carli Dipartimento di giurisprudenza Levoluzione del sistema fiscale e il principio di capacit contributiva. Le prospettive di riforma: gli aspetti particolari A.D.G.T. Associazione Donne Giuriste Italia Avvocatura: quale futuro tra crisi economica e della giustizia A.F.G. Alleanza Forense per la Giustizia Il filtro in appello: i dubbi sulla L. 134/12 A.N.F. Sede di Roma Gli adempimenti degli Studi Legali: privacy, antiriciclaggio, sicurezza sul lavoro Associazione Le Toghe Agente infiltrato, agente provocatore e formazione della prova in dibattimento Associazione Nazionale Cooperative di Produzione e Lavoro e Appalti e Formazione S.r.l. La tutela dei soggetti deboli nella filiera dei contratti pubblici: i possibili correttivi di un sistema a rischio paralisi Corte Suprema di Cassazione Cassazione Penale e principio di legalit Pontificia Universit Lateranense Apostolato Accademico Salvatoriano I padri poveri. Giustizia e nuovi fenomeni di discriminazione Accademia Forense Riservatezza e coscienza professionale Accademia Forense Il conflitto dinteresse e i rapporti con il cliente e i magistrati

Foro Romano

81

Formazione continua

Accademia Forense Rapporti tra colleghi e pubblicit Associazione Avvocati per lEuropa Il compenso allAvvocato dopo labrogazione delle tariffe Avv. Alessandra Cagnazzo Avv. Filippo Preite Lascolto del minore nei procedimenti in ambito di famiglia e minorile Centro Studi Parlamentaria La guerra alle donne non mai finita C.I.S. Centro Italiano Successioni La successione testamentaria: disposizioni normative e relative azioni Comitato Organizzativo del Festival della Diplomazia Edizione 2012 Roma Spoleto La nuova direttiva Europea per la lotta alla pedofilia Consiglio Superiore della Magistratura Ufficio dei Referenti Distrettuali per la Formazione Decentrata presso la Corte di Appello di Roma Il Decreto Ministeriale n. 140 del 2012 sulle tabelle professionali: Aspetti problematici e prime riflessioni Consiglio Superiore della Magistratura Ufficio dei Referenti Distrettuali per la Formazione Decentrata presso la Corte di Appello di Roma Il diritto penale tributario tra norma e prassi Consumers Forum Authority e Consumatori Corte Suprema di Cassazione Perdita della vita e risarcimento del danno Dipartimento di Scienze Aziendali Economico Giuridiche Facolt di Economia Universit degli Studi di Roma Tre Master Universitario di II livello Globalizzazione dei mercati e tutela dei consumatori Ente di Formazione Medialex Gli aspetti deontologici dellAvvocato in mediazione. Le sanzioni e il danno erariale per il comportamento del Giudice e della P.A. nel giudizio civile Forum delle Professioni Processo disciplinare illegittimit ed inutilit della riforma Prevenzione Sicurezza La sicurezza sul lavoro nella Pubblica Amministrazione: risparmi e programmazione degli interventi prevenzionistici Sapienza Universit di Roma AGCM Bocconi

Liberalizzazioni e concorrenza Sapienza Universit degli Studi di Roma Dipartimento di Scienze Giuridiche Facolt di Giurisprudenza Lautorit di regolazione del settore e i consumatori organizzata nellambito del nono modulo Le discipline settoriali: energia, aria, suolo, acque, bonifiche, rifiuti del Master Universitario di II livello in Diritto dellAmbiente Vassalli Olivo e Associati Studio Legale Crisi economica e risposte legislative: la procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento e le nuove misure di contrasto a usura ed estorsione A.GI.FOR. La deontologia forense e la riforma dellordinamento professionale Associazione Concreta-Mente Associazione S.I.S. Social Innovation Society Associazione Vicina Professionalit al femminile: da quote di genere a risorse per linnovazione nella corporate governance in Europa Associazione Cultura Giustizia Societ Il futuro della mediazione, profili giuridici, psicologici e deontologici Associazione degli Avvocati Romani Il filtro in appello Consiglio Superiore della Magistratura Commissione per la formazione della magistratura onoraria I reati tributari assegnati al giudice monocratico Coratella Studio Legale Aspetti fisiologici e patologici del modello di gestione ex D.Lgs. 231/01 Studio Legale Sanino Il sistema delle impugnazioni nel processo amministrativo A.G.C.M. Universit degli Studi Roma 3 Il controllo giurisdizionale delle Corti Comunitarie e dei Giudici Nazionali in materia di antitrust A.G.I. Avvocati Giuslavoristi Italiani La legge di riforma del mercato del lavoro: il nuovo rito per limpugnazione dei licenziamenti Alleanza Forense per la Giustizia La previdenza dellavvocato A.P.L. Avvocati per il Lavoro A 10 mesi dallentrata in vigore il punto sullATP in materia previdenziale Associazione Ius Disputando Simposi Giuridici Tutela e cura

82

Foro Romano

Formazione continua

del minore: il diritto alla giusta nutrizione Associazione Ius Gustando Simposi Giuridici Associazione Chaine Des Rotisseurs La disciplina dei prodotti alimentari Cammino Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni Maltrattamenti, pedopornografia e pedofilia. La convenzione di Lanzarote, nuovo strumento di tutela delle persone di et minore Centro Nazionale Studi e Ricerche sul Diritto di Famiglia Avvocati e pubblicit, tra deontologia e liberalizzazioni Centro Nazionale Studi e Ricerche sul Diritto della Famiglia e dei Minori Nuove prospettive sul diritto dautore Consiglio Superiore della Magistratura Referenti Distrettuali per la Formazione Decentrata e Presidenza della Corte dAppello di Roma La nuova tutela delle obbligazioni alimentari con carattere transfrontaliero. La risposta dellordinamento comunitario allillecito endofamiliare Corte Suprema di Cassazione Giurisdizione Nazionale e Diritti fondamentali dopo il trattato di Lisbona. Il dialogo tra le Corti Europee, la Corte Costituzionale e la Corte di Cassazione I.G.I. Istituto Grandi Infrastrutture La legge 241 sul procedimento amministrativo e il codice dei contratti I.S.V.A.P. Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo La riforma dellordinamento forense Laboratorio Forense Social network, cloud computing, cessione e diffusione dei dati personali. Le forme di tutela possibili La Cura del Girasole Onlus Separazioni conflittuali e PAS (Sindrome da alienazione genitoriale): caratteristiche e complessit dellintervento NLP Italy S.r.l. Strumenti di PNL per la comunicazione efficace Sapienza Universit degli Studi di Roma Osservatorio Giuridico Italiano Santa Maria Capua Vetere Incontro ItaliaUSA. Scienze criminologiche e nuove tecniche investigative Sapienza Universit degli Studi di Roma Trialoghi sulla filiazione. Linee della riforma Accademia Giuridica Romana I rapporti tra i colleghi

A.F.G. Alleanza Forense per la Giustizia La riforma del lavoro: novit e risvolti operativi A.F.G. Alleanza Forense per la Giustizia Le cartelle esattoriali: le azioni in opposizione ANIA La salute; assicurare la medicina e proteggere i cittadini. Dalle ragioni di tutti ad una soluzione condivisa AR Net S.r.l. La tutela del lavoratore alla luce della riforma Fornero Associazione Avvocati per lEuropa Antiriciclaggio: la normativa e gli adempimenti per i professionisti Lagenda digitale: notifiche e comunicazioni a mezzo pec e procedimento di risoluzione della crisi da sovraindebitamento I contratti dopera professionale Associazione Le Toghe Lascolto del minore. Presupposti e modalit Camera Civile di Roma Corso sul processo civile telematico e sulluso della P.E.C. Camera Penale di Roma Maresciallo mi vede? Centro Nazionale Studi e Ricerche sul Diritto della Famiglia e dei Minori Internet e diritto (evoluzione normativa e giurisprudenziale Centro Nazionale Studi e Ricerche sul Diritto della Famiglia e dei Minori Avvocati e rapporti con la parte assistita (evoluzione normativa e giurisprudenziale Centro Nazionale Studi e Ricerche sul Diritto della Famiglia e dei Minori Informatizzazione della Giustizia Cittalia Servizio Centrale Strumenti giuridici per gli operatori del diritto nella tutela dei richiedenti e titolari di protezione internazionale e umanitaria. Profili innovativi e recente casistica Corte Suprema di Cassazione Il nuovo giudizio di Cassazione dopo la legge n. 134 del 2012 Sapienza Universit degli Studi di Roma Dipartimento di Scienze Giuridiche Facolt di Giurisprudenza in convenzione con lUniversit LUISS Guido Carli di Roma Prolusione del Ministro per la Pubblica Amministrazione e la semplificazione Filippo Patroni Griffi su Riforma dellAmministra-zione e spending review organizzata in

Foro Romano

83

Formazione continua

occasione dellinaugurazione del Master Interuniversitario di II livello in Organizzazione e funzionamento della Pubblica Amministra-zione a.a. 2012-2013 Universit LUISS Guido Carli La tutela delle indicazioni geografiche agro-alimentari Accademia Giuridica Romana I rapporti tra colleghi Associazione Club.Salento.Vivo Avv. De Simone Antonio Ferdinando Prof. Donato Magi Matrimonio: dati ed effetti di una crisi Associazione di Promozione Sociale Democrazia nelle Regole Ultime pretorie di diritto civile, penale ed amministrativo Associazione di Promozione Sociale Democrazia nelle Regole Vivere nelle regole, vivere uniti, convivere civile: sapere, osare, saper osare Banca dItalia Servizio Consulenza Legale Deontologia e responsabilit degli Avvocati degli Enti Pubblici Consiglio Superiore della Magistratura Ufficio dei Referenti Distrettuali per la Formazione Decentrata Commissione per la Formazione della Magistratura Onoraria Beni comuni Fantozzi & Associati Studio Legale Tributario Il processo tributario: nuovi istituti e antichi problemi Sapienza Universit degli Studi di Roma Dipartimento di Scienze Giuridiche Facolt di Giurisprudenza Prolusione del Sottosegretario di Stato del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali Prof. Franco Braga su Agricoltura, ambiente e sviluppo sostenibile organizzata in occasione dellinaugurazione del Master Universitario di II livello in Diritto dellAmbiente Sapienza Universit degli Studi di Roma Osservatorio Giuridico Italiano Santa Maria Capua Vetere Incontro ItaliaUSA. Scienze criminologiche e nuove tecniche investigative

AIAF Lazio Incontro di studio Il ruolo dellavvocato nella gestione dei conflitti: riti e pratiche alternative, profili deontologici ALTALEX Formazione Il concorso di referendario della Corte dei Conti aggiornamento e tecniche per la prova scritta Associazione Giovanna DArco Onlus Corso di aggiornamento e formazione di pedofilia e abusi allinfanzia Associazione Italiana Internal Auditors Corso di specializzazione per componenti degli Organismi di vigilanza ex D.Lgs. 231/01 e altri responsabili dei controlli Business International Il Collegio Sindacale e gli Organi di Controllo di Spa e Srl alla luce delle novit introdotte dalla Legge di Stabilit per il 2012 Camera di Commercio Internazionale Comitato Nazionale Italiano ICC ITALIA La vendita internazionale redazione e negoziazione di contratti e di condizioni generali Cenacolo Giuridico Srl La forma del sistema disciplinare e dei Codici Deontologici nelle libere professioni dopo la L. 14 settembre 2011 n. 148 (di conversione del D.L. 13 agosto 2011 n. 138), la Legge di Stabilit 12 novembre 2011 n. 183 ed il Decreto Salva Italia 6 dicembre 2011 n. 201, L. 214/2011 Cenacolo Giuridico Srl La gestione del procedimento disciplinare delineata dal D.L.GS. 27 ottobre 2009 n. 150 e dai C.C.N.L. Area Dirigenza 2006-2009: Circolari della Funzione Pubblica, primi problemi applicativi, prime decisioni della Magistratura Fiera di Milano Media S.p.A. Divisione Business International Il trasporto dei prodotti healthcare. Vincoli normativi e problematiche tecnico operative Fondazione Italiana per il Notariato Il Notariato parte attiva del sistema antiriciclaggio Incontro con le altre Istituzioni impegnate nella difesa della legalit: esperienze, problematiche, contributi, istruzioni operative Istituto Superiore di Studi Giuridici Corso annuale per la preparazione allesame di avvocato febbraio-dicembre 2012

EVENTI A PAGAMENTO ITA S.p.A. Come si redige un contratto a prova di contenzioso AAAML Asociacin de Alicante, Carretera DE SAN VINCENTE DEL RASPEIG Enforcing Trademak Rights. Oppositions and other crucial remedies in Eu and Latin American Countries ITA S.p.A. La gestione dei pagamenti delle Pubbliche Amministrazioni

84

Foro Romano

Formazione continua

ITA S.p.A. Verbali e Organi Collegiali nelle Pubbliche Amministrazioni ITA S.p.A. Novit importanti sul D.Lgs. 231/01 ITA S.p.A. Il ciclo di vita del documento informatico: formazione, trasmissione e conservazione ITA S.p.A. Tutela della privacy in ambito sanitario ITA S.p.A. La nuova formazione in materia di sicurezza del lavoro ITA S.p.A. Campi elettromagnetici ITA S.p.A. Lattuazione della riforma degli intermediari finanziari ITA S.p.A. SIMOG, CIG, MAV, rapporti con lAVCP ITA S.p.A. Aggiornamento dei principi contabili oic per la redazione dei bilanci ITA S.p.A. La gestione informatica della documentazione sanitaria ITA S.p.A. La nuova disciplina della tutela del consumatore/utente e della concorrenza (D.L. 1/2012) Maggioli Formazione e Consulenza Master in appalti pubblici (modulo base e moduli specialistici) 8^ edizione Organismo di Ricerca Giuridico-Economica Srl La novit sullantiriciclaggio Organismo di Ricerca Giuridico-Economica Srl La novit fiscali del Governo Monti Paradigma Srl I crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione e la gestione dei ritardati pagamenti SACA Srl Societ di Avvocati per la Conciliazione e lArbitrato Il ruolo dellavvocato nella mediazione Lavvocato mediatore Scuola Superiore dellEconomia e della Finanza Ezio Vanoni Master I contratti pubblici in materia di lavoro, beni e servizi. Aspetti giuridici ed economici degli appalti e concessioni nellattuale congiuntura Studio Legale Internazionale Gaglione Corso di Legal

English Studio Legale Prof. Avv. Franco Giampietro e Studio Ingegneria Vittorio Giampietro Reati ambientali & responsabilit dimpresa. Sottoprodotti & end of waste Synergia Formazione S.r.l. Waste to energy Synergia Formazione S.r.l. Servizi e forniture Synergia Formazione S.r.l. Danno erariale Universit di Roma Tor Vergata Consorzio UNIPROF Modulo Diritto e Contenzioso Tributario Master per le professioni economico contabili Sapienza Universit degli Studi di Roma Master Universitario di II livello in Diritto del Minore VALOR Srl Seminario di approfondimento. Il processo di legittimit Il ricorso per Cassazione Contenuto Tecniche Strategie Associazione Avvocati del Tribunale di Putignano La prova scientifica nel processo penale ENAIP Impresa Sociale Corso di specializzazione Diritto condominiale ANF Sede di Roma Master Specialistico in giurisdizioni amministrative EUROPEAN YOUNG BAR ASSOCIATION Eyba spring conference Fiera Milano Media SpA Infrastrutture e Finanza. Le nuove forme di partenariato pubblico privato dopo lentrata in vigore dei Decreti Cresci Italia(DL 1/2012) e Salva Italia (DL 201/2011) Istituto di Studi Europei A. De Gasperi Corso di aggiornamento sugli appalti: Le principali novit per gli appalti pubblici dopo lentrata in vigore del regolamento dei contratti e delle recenti norme anticrisi ITA S.p.A. La responsabilit amministrativa in ambito sanitario ITA S.p.A. Privacy compliance: novit, adempimenti, sanzioni, ispezioni ITA S.p.A. La disciplina di contratti e concessioni in ambito

Foro Romano

85

Formazione continua

portuale Paradigma Srl Il processo di composizione delle crisi da sovraindebitamento Sapienza Universit degli Studi di Roma Master di II Livello in Scienze Criminologico-Forensi Studio Associato NFC Psicologia giuridica, CTP, CTU. Verso unintegrazione dei linguaggi psicologico e giuridico Universit LUISS Guido Carli Summer School on International trade: Law and economics Edizione 2012 AIAF Lazio Incontro di studio Corso di diritto internazionale privato in materia di separazione e divorzio A.L.P. Associazione Liberi Professionisti Sede di Roma Seminario di diritto di famiglia e mediazione familiare Edisef S.r.l. 2 ID Security 2012 ITA S.p.A. Contratti sulla crisi dimpresa: contenuti e tecniche redazionali ASSOCTU I derivati finanziari: aspetti tecnici, civili e penali BUSINESS INTERNATIONAL Divisione di Fiera Milano Media S.p.A. Italian Biomass Summit 2012 Istituto di Medicina Legale e delle Assicurazioni dellUniversit Cattolica del Sacro Cuore di Roma The hidden side of DNA profiles. Artifacts, errors and uncertain evidence ITA S.p.A. La sicurezza del lavoro negli appalti, subappalti e nei distacchi di personale ITA S.p.A. La nuova disciplina dei servizi pubblici locali

ITA S.p.A. Tutto sugli avvocati incardinati nelle pubbliche amministrazioni ITA S.p.A. La responsabilit amministrativa dei dipendenti pubblici: novit normative e giurisprudenziali Organismo di Ricerca Giuridico-Economica S.r.l. Impresa Sociale La responsabilit amministrativa degli enti (D.Lgs. 231/01) Associazione degli Avvocati Romani Seminario di approfondimento tecnico-giuridico di diritto sportivo CON.SER Consulenza e Servizi S.r.l. Le novit per i servizi pubblici di enti locali e regioni dopo le manovre estive 2011 e il D.L. Monti 2012 sulle liberalizzazioni Paradigma S.r.l. Le societ a partecipazione pubblica. Disciplina, Governance, Responsabilit Associazione Immediata-ADR Corso per mediatori civili e commerciali Associazione LE TOGHE Corso di approfondimento specialistico per avvocati e mediatori EDISEF S.r.l. 4 Health Conference 2012 Gruppo SOI S.p.A. Gestione rifiuti e tracciabilit: nuovi adempimenti e responsabilit ISE - Istituto di Studi Europei A. De Gasperi Corso di aggiornamento sui fondi strutturali europei: la politica di coesione europea e il ciclo di programmazione dei fondi strutturali 2007-2013 ITA S.p.A. Codice appalti e regolamento esecutivo (D.Lgs. 163/06 DPR 207/10) Novit L. 106/11 e L. 180/11 ITA S.p.A. Come si conduce una procedura negoziata

ITA S.p.A. Le verifiche nelle gare dappalto, decertificazione e cause di esclusione (D.L. 70/11, L. 183/11, D.Lgs. 163/06) ITA S.p.A. La cessione dei crediti nei confronti della P.A. ITA S.p.A. Pignoramento, sequestro e cessione di stipendio: gli adempimenti del datore di lavoro ITA S.p.A. Laffidamento dei contratti pubblici: le novit 2011/2012 (L. 106/11, L. 183/11, D.L. 201/11, D.L. 1/12, D.L. 5/12)

ITA S.p.A. Come redigere determine, decreti e delibere senza rischi di annullamento e responsabilit ITA S.p.A. Il nuovo procedimento amministrativo: le novit ai sensi dei decreti del 2011 e della legge di semplificazione (D.L. n. 5/2012) ITA S.p.A. La corretta gestione delle antenne per telecomunicazioni ITA S.p.A. Malattia e inidoneit al lavoro

86

Foro Romano

Formazione continua

ITA S.p.A. Procedure comparative per lattribuzione di incarichi esterni (art. 7 T.U. Pubblico Impiego) Mediaconsult S.r.l. Il mercato elettronico della pubblica amministrazione: semplificazione ed economicit degli acquisti sotto soglia Universit di Roma Tor Vergata Uniprof Corso avanzato di diritto fallimentare Universit LUISS Guido Carli Corso di perfezionamento in diritto e gestione della propriet intellettuale. Edizione 2012/2013 Wolters Kluwer Italia S.r.l. Scuola di Formazione Ipsoa La sistemazione successoria del patrimonio AIAF LAZIO La sindrome di alienazione genitoriale APL - Avvocati per il Lavoro La riforma Fornero: licenziamenti ed ammortizzatori sociali alla luce della riforma del mercato del lavoro ASGI - Associazione Studi Giuridici sullimmigrazione La condizione giuridica dei cittadini stranieri di paesi terzi e di paesi membri dellUnione Europea nel diritto italiano ed europeo Avv. Massimiliano Scaringella La scrittura dinanzi lautorit giudiziaria e il suo disconoscimento Centro Nazionale Studi e Ricerche sul diritto della famiglia e dei minori Corso di perfezionamento e approfondimento diritto della famiglia e dei minori Corsolexfor Gli ultimissimi arresti pretori in diritto civile, penale ed amministrativo ISTAF S.r.l. La riforma del mercato del lavoro: innovazioni e riflessioni del Decreto Fornero ITA S.p.A. Esecuzione e contabilit dei lavori pubblici la disciplina del regolamento generale degli appalti (dpr 207/10) ITA S.p.A. Nuove misure in materia di dragaggi dopo lart. 48, L. 27/12 (liberalizzazioni) ITA S.p.A. Tutto su firme elettroniche, pec e cec-pac ITA S.p.A. Adempimenti e gestione del procedure concorsuali per il reclutamento del personale delle P.A. dopo il milleproroghe 2012

ITA S.p.A. Novit in tema di banche e tesoreria enti MEDIACONSULT S.r.l. Il mercato elettronico della pubblica amministrazione: semplificazione ed economicit degli acquisti sotto soglia Universit Popolare degli Studi Giovanni Paolo II Master Biennale in Mediazione Familiare 2012-2013 Sapienza Universit degli Studi di Roma Master Interuniversitario di II livello in Organizzazione e funzionamento della pubblica amministrazione Sapienza Universit degli Studi di Roma Dip. di Medicina Legale XV Giornate medico legali romane ed europee ANF Sede di Roma La Cassa Forense tra sistema contributivo e retributivo ANF Sede di Roma Corso pratico in diritto processuale amministrativo ASSOCIAZIONE PSICOLOGIA INSIEME ONLUS Master di alta formazione in atti persecutori DIREKTA S.r.l. Istituto nazionale di alta formazione giuridica Corso specialistico intensivo di aggiornamento professionale per Avvocati del Libero Foro e della Pubblica Amministrazione, valido anche per la preparazione al concorso di referendario di TAR DIRITTO ALLAMBIENTE CORSI & FORMAZIONE S.r.l. Le aree di rischio di responsabilit penale nella gestione dei rifiuti e scarichi idrici: analisi della normativa di settore anche alla luce della nuova responsabilit delle persone giuridiche prevista dal D.Lgs. n. 121/2011 FIERA MILANO MEDIA S.p.A. BUSINESS INTERNATIONAL Antitrust compliance program, Roma 29 Maggio SAPIENZA UNIVERSIT DI ROMA DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE FACOLT DI GIURISPRUDENZA Master Universitario di II livello in Diritto dellAmbiente WOLTERS KLUWER ITALIA S.r.l. SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA Dal bilancio alla valutazione dazienda. Corso pratico per avvocati e giuristi dimpresa WOLTERS KLUWER ITALIA S.r.l. SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA Master Economics di base per la gestione

Foro Romano

87

Formazione continua

dimpresa WOLTERS KLUWER ITALIA S.r.l. SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA Gli aspetti legali del recupero del credito A.I.A. Associazione Italiana per larbitrato La cross examination in arbitrato A.I.DI.F. Avvocatura Italiana per i Diritti delle Famiglie Master breve in diritto di famiglia e minorile CAMERA DI COMMERCIO INTERNAZIONALE Organizzare una rete di distribuzione allestero: contratti con agenti e distributori stranieri CAMMINO La funzione genitoriale da potest a cura responsabile e autorevole. Profili giuridici, sociologici, psicologici e indicazioni della European Commission on Family Law CEIS Centre for Economic and International Studies dellUniversit di Roma Tor Vergata I Sessione Diritto ed Economia dei Beni Culturali e dellAmbiente CONVENIA S.r.l. La riforma del mercato del lavoro ITA S.p.A. Social housing. Le nuove misure in materia di edilizia residenziale pubblica ORGANISMO DI RICERCA GIURIDICO-ECONOMICA S.r.l. La riforma del mercato del lavoro PARADIGMA S.r.l. La riforma del mercato del lavoro: unopportunit di crescita per il paese? SAPIENZA UNIVERSIT DEGLI STUDI DI ROMA Master Universitario di II livello in diritto dellambiente SOCIET ITALIANA DEGLI AVVOCATI AMMINISTRATIVISTI LIBERA UNIVERSIT INTERNAZIONALE DEGLI STUDI SOCIALI LUISS GUIDO CARLI Disciplina degli appalti e profili processuali SOI S.p.A. Le opposizioni a cartelle esattoriali: fermo e ipoteca STUDIO LEGALE JACOBACCI&ASSOCIATI E INTERNATIONAL BAR ASSOCIATION Nuova arte: nuove sfide giuridiche UNAI Unione Nazionale amministratori dImmobili Corso propedeutico per amministratori di condominio

A.I.A.F. LAZIO Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia e i Minori La violenza morale nelle relazioni familiari aspetti giuridici e psicologici A.I.A.F. LAZIO Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia e i Minori La violazione degli obblighi di assistenza familiare: trattazione casi pratici A.I.A.F. LAZIO Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia e i Minori Il ricongiungimento familiare (art. 31) A.I.I.P Associazione Italiana Istituti di Pagamento Expanding the horizons of payment system development A.M.I. Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani Diritto di Famiglia: le riforme che vogliamo ASSOCIAZIONE CULTURALE FORENSE ROMANA Corso di formazione in criminologia e scienze forensi (lAvvocato, il criminologo e lo psicologo, tre figure professionali, un unico obiettivo) CAMERA CIVILE DI ROMA Corso Basic Principiles of English Law 2012 GRUPPO SOI S.p.A. Vigilanza, sanzioni e demolizioni in tema di abusi edilizi GRUPPO SOI S.p.A. Novit su contratti bancari, interessi anatocistici e tutela dei consumatori ISTAF S.r.l. La riforma del mercato del lavoro: innovazioni e riflessioni del Decreto Fornero U.N.I.R.E.C. Unione Nazionale Imprese a Tutela del Credito (Associazione di categoria di Confindustria) II Giornata sui servizi a tutela del credito WOLTERS KLUWER ITALIA S.R.L. SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA Nuovo contenzioso del lavoro A.L.P.E.F. Associazione Liberi Professionisti Europei per la Formazione La consulenza in ambito giudiziario ASSOCIAZIONE LE TOGHE Corso di trilogia per Avvocati in mediazione ITA S.p.A. Il nuovo contenzioso delle imprese dopo il D. L. 1/2012 (Conv. in L. n. 27 del 24.3.12) ITA S.p.A. Laccordo di ristrutturazione dei debiti

88

Foro Romano

Formazione continua

ITA S.p.A. La S.C.I.A. dopo il D.L. Liberalizzazioni (Legge n. 27 del 24.3.12 G. U. n. 71 S.O. 53 del 24.3.12) ITA S.p.A. Tutto sul recupero dei crediti JUSTOWIN S.r.l. Corso di preparazione per il concorso in magistratura MEDIACONSULT S.r.l. Il RUP e la gestione dellattivit contrattuale nelle Pubbliche Amministrazioni: Profili critici, innovazioni normative e spunti di riflessioni SYNERGIA FORMAZIONE S.r.l. Focus D.Lgs. 231/01 Salute e sicurezza sul lavoro - Ambiente C.O.N.I. Servizi S.p.A. Scuola dello Sport Studio Martinelli Rogolino & Associati e Centro Studi Fiscalit e Diritto dello Sport Aspetti controversi nella disciplina giuridico/amministrativa delle societ e associazioni sportive dilettantistiche Convenia S.r.l. La riforma del mercato del lavoro Apprendistato contratti di inserimento licenziamenti ammortizzatori sociali GAIA S.r.l. Corso annuale Avvocati 2012 Corso annuale per la preparazione alla prova scritta dellesame di abilitazione alla professione di avvocato e per laggiornamento dei praticanti avvocati ammessi al patrocinio ITA S.p.A. T.U. 81/2008: Aggiornamento salute e sicurezza lavoro ITA S.p.A. Piccoli appalti e cottimi fiduciari ITA S.p.A. Incarichi extra-istituzionali dei dipendenti pubblici: le autorizzazioni ed incarichi extra dei pubblici dipendenti (7/6/2012). Gli adempimenti dellanagrafe delle prestazioni (8/6/2012) ITA S.p.A. Le gare con lofferta economicamente pi vantaggiosa (lavori, servizi, forniture) ITA S.p.A. E-government 2012: nuovi obblighi e opportunit per pubbliche amministrazioni e imprese ITA S.p.A. Pubblico Impiego: Bandi di mobilit e criteri di selezione dei dipendenti pubblici (26/6/2012). Il contratto collettivo decentrato delle P.A. (27/6/2012). Il part-time nella Pubblica Amministrazione (28/6/2012)

Paradigma S.r.l. Gli appalti di lavori, servizi e forniture nel nuovo quadro normativo e regolamentare Promo P.A. Fondazione Corso intensivo di preparazione al VI concorso SSPA per Dirigenti (26 posti) Universit degli Studi Roma Tre La disciplina di contrasto al riciclaggio Associazione degli Avvocati Romani Riforma del Lavoro 2012 Il Sole 24 Ore Formazione ed Eventi Accertamento e contenzioso (IV modulo master specializzazione in diritto tributario Il Sole 24 Ore Formazione ed Eventi 6 Diritto Societario Master di Specializzazione L.E.S. (Licensing Executives Society) Italia Intellectual Property: a tool for economic growth in the third Millennium (La propriet Intellettuale: uno strumento per la crescita nel terzo Millennio) O.P.H.I.R. Consulting di Simone Montaldo col patrocinio di: Camera di Commercio Nord Sardegna, Regione Sardegna; in collaborazione con: Master di II livello in Scienze Criminologico Forensi, La Sapienza diretto dal Prof. Vincenzo Mastronardi Fondamenti di Criminologia per la scrittura creativa e giornalistica Promo P. A. Fondazione Corso Intensivo di preparazione al concorso per referendario della Corte dei Conti Universit LUISS Guido Carli Legal Advisor & Human Resources management A.A. 2012/2013 (Master II Livello) Universit LUISS Guido Carli Diritto di impresa A.A. 2012/2013 (Master II Livello) Universit LUISS Guido Carli Corso di perfezionamento in diritto dellenergia edizione 2012/2013 Universit LUISS Guido Carli Diritto Penale dimpresa A.A. 2012/2013 Universit LUISS Guido Carli Relazioni Istituzionali, lobby e comunicazione dimpresa (Master II livello) A.A. 2012/2013 Universit LUISS Guido Carli Management e regolazione per lenergia sostenibile (Master II livello) A.A. 2012/2013 Universit LUISS Guido Carli Regolazione dellattivit e dei

Foro Romano

89

Formazione continua

mercati finanziari (Master II livello) A.A. 2012/2013 Altalex Consulting S.r.l. Corso intensivo per la preparazione allesame di Avvocato 2012 Fiera Milano Media S.p.a. Divisione Business International Sperimentazioni cliniche. Ultime novit, profili normativi, problematiche tecnico-operative Associazione Avvocati per lEuropa Corso di Amministratore Giudiziario beni sequestrati e confiscati (master breve teorico e pratico) Associazione Le Toghe Corso di diritto di famiglia Il contenzioso familiare Centro Nazionale Studi e Ricerche sul Diritto della Famiglia e dei Minori Corso di approfondimento in diritto di famiglia Forum Familiare Associazione Corso di informazione sulla violenza domestica Gruppo SOI S.p.A. Polizze vita linked Gruppo SOI S.p.A. S.O.S. SOS: La segnalazione di operazioni sospette in ambito riciclaggio Gruppo Strazzeri Franchising S.r.l. Modelli di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs. 231/01 Corso per professionisti componenti di Organismi di Vigilanza, Auditor ed Esperti ex D.Lgs. 231/01 ITA S.p.A. Il subappalto di lavori, forniture e servizi ITA S.p.A. I contratti pubblici esclusi dal codice appalti ITA S.p.A. Novit su accesso, privacy e decertificazione nellazione amministrativa (L.183/11, L.27/12, L.35/12) ITA S.p.A. La banca tesoriere terzo pignorato ITA S.p.A. La gestione del contenzioso penale/civile degli amministratori e dei controllori di societ ITA S.p.A. Novit in tema di gestione degli aeroporti e dei servizi aeroportuali dopo il decreto liberalizzazioni ITA S.p.A. Corso mini intensivo di preparazione al concorso per magistrato T.A.R. 2012 JUS Consulting Primo semestre 2012: cosa successo nelle

gare pubbliche: norme, giurisprudenza, determinazioni Autorit di Vigilanza. Prospettive, ipotesi di lavoro e strategia per vincere la concorrenza Maggioli Formazione e Consulenza Modulo specialistico sugli Appalti di Lavori Pubblici del Master in Appalti Pubblici (8 edizione) Maggioli Formazione e Consulenza Modulo specialistico sugli Appalti di Lavori Pubblici di servizi e forniture del Master in Appalti Pubblici (8 edizione) Paradigma S.r.l. Il trasferimento degli immobili. I pi recenti profili amministrativi, civilistici e fiscali e aspetti problematici per la redazione degli atti Universit LUISS Guido Carli Corso di perfezionamento in diritto e politiche dei media Universit LUISS Guido Carli Master di II livello in diritto della concorrenza e dellinnovazione Universit LUISS Guido Carli Master di II livello in Diritto delle societ e dei contratti. Profili europei e internazionali. Business and company law: European and international perspectives Valor S.r.l. Seminario di approfondimento. Decreto liberalizzazioni e assicurazione R.C. Auto Centro Studi Giuridici Santa Caterina Corso di preparazione per lesame di Avvocato Il Sole 24 Ore S.p.A. Corso di preparazione allesame di Avvocato Minerva Sapiens Srl Unipersonale Master in Mediazione familiare Dei Consulting S.r.l. Fideiussione nei contratti bancari ITA S.r.l. LA B C dei contratti pubblici di lavori, forniture, servizi ITA S.r.l. Corso intensivo per la preparazione allesame di avvocato 2012 ITA S.r.l. Simog, cig, mav, rapporti con lAvcp Ministero della Giustizia Educare in situazioni di difficolt. La responsabilit di proseguire il racconto dei diritti

90

Foro Romano

Formazione continua

Organismo di Ricerca Giuridico-Economica Forum servizi pubblici locali Direkta S.r.l. Istituto nazionale di alta formazione giuridica Corso INTENSIVO per la preparazione allesame per lAbilitazione Forense Direkta S.r.l. Istituto nazionale di alta formazione giuridica Corso di formazione e aggiornamento professionale per Avvocati del Libero Foro e della Pubblica Amministrazione e valido anche per la preparazione ai concorsi per le magistrature Superiori (Referendario di Tar e Referendario di Corte dei Conti Direkta S.r.l. Istituto nazionale di alta formazione giuridica Corso di Diritto Civile, Penale e Amministrativo e per la preparazione al concorso della MAGISTRATURA ORDINARIA ITA S.r.l. Idoneit al lavoro e idoneit difficili ITA S.r.l. Indagini finanziarie e tutela della privacy ITA S.r.l. Corso annuale di preparazione al concorso per magistrato ordinario 2012/2013 ottobre-novembre 2012 ITA S.r.l. Corso annuale di preparazione al concorso per magistrato ordinario 2012/2013 novembre 2012-gennaio 2013 ITA S.r.l. Corso annuale di preparazione al concorso per magistrato ordinario 2012/2013 gennaio-marzo 2013 ITA S.r.l. Corso annuale di preparazione al concorso per magistrato ordinario 2012/2013 marzo-maggio 2013 MELIUSFORM S.r.l. Executive Master in AVVOCATO DAFFARI MELIUSFORM S.r.l. Executive Master in GIURISTA DIMPRESA MELIUSFORM S.r.l. Executive Master in COMPLIANCE E SISTEMI DI CONTROLLO INTERNO U.F.T.D.U. Unione Forense per la Tutela dei Diritti Umani Tutela europea dei diritti umani Associazione FGLAW Corso di preparazione per lesame di avvocato e per il concorso in magistratura Associazione Avvocati Difensori Corte dei Conti Associazione Irene Mediazione tributaria normativa antirici-

claggio e novit sul segreto bancario alla luce del decreto salva Italia aspetti Europei Avv. Scaringella Massimiliano La comunicazione verbale nella professione forense Bridge Mediation Italia e con lAssociazione Culturale Forense Romana Corso di formazione dellAvvocato nellassistenza del cliente durante il procedimento di mediazione (lAvvocato nel procedimento di mediazione) Wolters Kluwer Italia S.r.l. Scuola di Formazione IPSOA Master di specializzazione Gestione Rifiuti C.I.G.H.E. Centro Internazionale di Grafologia Medica in collaborazione con il Master di II livello Scienze Forensi del Prof. Francesco Bruno Universit Sapienza Roma 3 convegno: la grafopatologia in ambito giudiziario Istituto Superiore di Studi Giuridici Corso intensivo per la preparazione allesame di Avvocato Settembre-Dicembre 2012 ITA S.r.l. Le verifiche nelle gare dappalto, decertificazione e cause di esclusione (D.L. 70/11, L. 183/11, D.Lgs. 163/06 ITA S.r.l. Corso mini intensivo di preparazione al concorso per magistrato Corte dei Conti 2012 ITA S.r.l. La delega di responsabilit in tema di sicurezza del lavoro ITA S.r.l. Rischi da interferenze e redazione del DUVRI ITA S.r.l. Codice dei contratti, regolamento (D. 207/10), decreti correttivi Universit degli Studi di Roma Tor Vergata Facolt di Medicina e Chirurgia Master di II livello Genetica Forense ITA S.r.l. Certezza dei dati, decertificazione, accertamenti dufficio, dichiarazioni sostitutive ITA S.r.l. Aspetti pratici della responsabilit amministrativa contabile nel pubblico impiego/servizio ITA S.r.l. Il mutamento di mansioni nel pubblico impiego ITA S.r.l. Tecniche di redazione dellatto amministrativo e degli atti normativi a prova di annullamento ITA S.r.l. Tutto sugli avvocati incardinati nelle pubbliche

Foro Romano

91

Formazione continua

amministrazioni ITA S.r.l. La gestione dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni (in G.U. I decreti sblocca-pagamenti) e il D.L. 95/12 (Spending Review) SACA S.r.l. Il ruolo dellavvocato nella mediazione Lavvocato mediatore SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA Master di Diritto Tributario dImpresa SCUOLA DI FORMAZIONE Aggiornamento Tributario IPSOA Percorso di

Altalex Formazione Il processo tributario: tecniche di difesa accertamento esecutivo, reclamo e mediazione Altalex Formazione Master in diritto di famiglia Altalex Formazione Master breve in diritto fallimentare e nuovi strumenti per la gestione della crisi dimpresa Altalex Formazione Master in diritto dello spettacolo Associazione Il trust in Italia Trust interni ed esteri: caratteristiche operative e possibili profili di criticit Fiera Milano Media S.p.A. International Legal Privacy 2012 Divisione Business

SLIG EDUCATION ITALY S.r.l. Corso di Legal English ITA S.r.l. Tecniche di redazione dellatto amministrativo e degli atti normativi a prova di annullamento ITA S.r.l. Tutto sugli avvocati incardinati nelle pubbliche amministrazioni ITA S.r.l. La gestione dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni (in G.U. I decreti sblocca-pagamenti) e il D.L. 95/12 (Spending Review) SACA S.r.l. Il ruolo dellavvocato nella mediazione Lavvocato mediatore SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA Master di Diritto Tributario dImpresa SCUOLA DI FORMAZIONE Aggiornamento Tributario IPSOA Percorso di ITA S.r.l. I concorsi per il reclutamento del personale delle P.A. dopo il decreto semplificazione 2012 ITA S.r.l. I cinque documenti fondamentali della sicurezza del lavoro ITA S.r.l. Codice dei contratti, regolamento (D. 207/10), decreti correttivi Paradigma S.r.l. Gli strumenti di tutela del patrimonio personale Synergia Formazione S.r.l. Forum Lavoro L. 92/2012 Jus & Law S.r.l. Corso di preparazione allesame scritto di avvocato per lanno 2012 ITA S.r.l. Il nuovo assetto della L. n. 241 del 1990 in tema di procedimento amministrativo ITA S.r.l. I trasporti, la concorrenza e la nuova disciplina dei servizi pubblici locali ITA S.r.l. Formazione O A M ITA S.r.l. Siti web delle P.A.: trasparenza, obblighi di pubblicazione e responsabilit nella gestione ITA S.r.l. Il nuovo sistema di reclutamento dei professori e dei ricercatori universitari ITA S.r.l. Le nuove responsabilit di dirigenti e funzionari nellattivit degli uffici dopo gli ultimi interventi normativi di semplificazione

SLIG EDUCATION ITALY S.r.l. Corso di Legal English Altalex Formazione Master breve in diritto bancario e finanziario Altalex Formazione Master in diritto dautore Altalex Formazione Master in diritto del lavoro e della previdenza sociale Altalex Formazione Master in diritto dellenergia e governo del territorio Altalex Formazione Lesecuzione forzata e la ricerca dei beni del debitore nel nuovo processo civile

92

Foro Romano

Formazione continua

Convenia S.r.l. La Riforma Fornero del mercato del lavoro Nuova disciplina della flessibilit in entrata e in uscita e dei contratti di lavoro (legge n. 92/2012) ITA S.r.l. Laffidamento di incarichi nella P.A. tra appalto di servizi e incarico di lavoro autonomo ITA S.r.l. Sicurezza del lavoro: rischi e patologie muscoloscheletriche alla luce del T.U. 81/08 ITA S.r.l. La nuova legge sul lavoro (Legge n. 92/2012) ITA S.r.l. Crisi dimpresa, soluzioni negoziate e continuit aziendale ITA S.r.l. Le novit per il pubblico impiego tra spending review e riforma del lavoro (D.L. 95/2012 L. 92/2012) HR Planet S.r.l. La riforma del lavoro: nuovi aspetti e nuove criticit Maggioli Formazione e Consulenza Master in appalti pubblici (modulo base) 9^ edizione Sida Group S.r.l. Il bilancio: strumento per la diagnosi prognosi e terapia aziendale Bilancio per avvocati, giuristi dimpresa, dottori commercialisti, consulenti e quadri aziendali Societ Italiana degli Avvocati Amministrativisti LUISS Guido Carli, Facolt di Giurisprudenza Corso di orientamento specialistico sullordinamento giuridico del giuoco calcio Wolters Kluwer Italia S.r.l. Il contratto di apprendistato, soluzioni operative per il corretto utilizzo Altalex Consulting S.r.l. Corso avanzato sulle tecniche di liquidazione dei danni civili American College of Bankruptcy Studio Legale Ghia Rome international insolvency & restructuring symposium Dott. Luca Palazzi, Notaio in Roma Corso intensivo alta formazione giuridica in diritto civile, successorio e commerciale Fiera Milano Media S.p.A. Divisione Business International Riforma del lavoro: cosa cambia per aziende e dipendenti Gruppo SOI S.p.A. Perequazione, compensazione, incentivazione e disciplina dei diritti edificatori nella pianificazione

urbanistica Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare S.a.s. Master intensivo Pedagogia e Criminalit. Le famiglie detenute: ragazzi e genitori in carcere Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare S.a.s. Master in mediazione familiare Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare S.a.s. Master Disturbi specifici di apprendimento (Legislazione scolastica ed applicazione della Legge 170/2010) Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare S.a.s. Master in mediazione penale minorile Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare S.a.s. Master in situazioni di affido ed adozione ITA S.r.l. Data protection officer: adempimenti e responsabilit ITA S.r.l. Tutto sul recupero dei crediti ITA S.r.l. Corso annuale di preparazione al concorso per magistrato TAR 2012/2013 ITA S.r.l. Corso annuale di preparazione al concorso per magistrato della Corte dei Conti 2012/2013 Itechlaw International Technology Law Association 2012 European Conference LRPsicologia Societ di Formazione, Clinica, Ricerca Corso di alta formazione in psicologia giuridica Metodologia della perizia e della consulenza tecnica in ambito civile, penale e minorile Societ Italiana degli Avvocati Amministrativisti Dipartimento di Giurisprudenza Libera Universit Internazionale degli Studi Sociali LUISS Guido Carli Disciplina dei beni culturali e del paesaggio e relativo contenzioso Societ Italiana degli Avvocati Amministrativisti Dipartimento di Giurisprudenza Libera Universit Internazionale degli Studi Sociali LUISS Guido Carli Contenzioso in materia edilizia e urbanistica Maggioli Formazione e Consulenza Modulo specialistico sugli appalti pubblici di servizi e forniture del master in appalti pubblici (9^ edizione)

Foro Romano

93

Formazione continua

Maggioli Formazione e Consulenza Modulo specialistico sugli appalti di lavori pubblici del master in appalti pubblici (9^ edizione) Wolters Kluwer Italia S.r.l. Master Nuovo Diritto del Lavoro Ceida S.r.l. Corso intensivo per gli esami di Avvocato Ceida S.r.l. Corso di preparazione per il concorso di Magistrato della Corte dei Conti Ceida S.r.l. Corso di preparazione per il concorso di Magistrato T.A.R. Ceida S.r.l. Corso annuale post-universitario di preparazione allesame di abilitazione per Avvocato Cenacolo Giuridico S.r.l. La riforma del sistema disciplinare e dei codici deontologici nelle libere professioni dopo il D.P.R. 7 agosto 2012 n. 137, la L. 14 settembre 2011 n. 148 (di conversione del D.L. 13 agosto 2011 n. 138). La legge di stabilit 12 novembre 2011 n. 183 ed il Decreto Salva Italia 6 dicembre 2011 n. 201, L. 214/2011. Guida alla redazione dei nuovi regolamenti disciplinari. Roma, 24 ottobre 2012 Certiquality S.r.l. Incontri sui modelli organizzativi per la prevenzione dei reati in materia ambientale e di salute e sicurezza Clarizia Associati S.r.l. in collaborazione con la rivista www.giustamm.it Corso di deontologia Clarizia Associati S.r.l. in collaborazione con la rivista www.giustamm.it Corso di formazione specialistico sul processo amministrativo, sul decreto liberalizzazioni e sulle nuove frontiere della semplificazione Dipartimento Scienze Giuridiche - Facolt Giurisprudenza Universit degli Studi di Roma La Sapienza Regolazione dei mercati finanziari Synergia Formazione S.r.l. Responsabilit nei rapporti con la P.A. Centro Nazionale Studi e Ricerche sul diritto della famiglia e dei minori Master in diritto di famiglia I.T.A. S.r.l. La gestione dei crediti nei confronti della pubblica amministrazione: cessione, compensazione e transazione I.T.A. S.r.l. Verbali e organi collegiali nelle pubbliche amministrazioni

I.T.A. S.r.l. Antiriciclaggio 2012: ladeguata verifica della clientela I.T.A. S.r.l. Laffidamento e la gestione dei servizi e dei beni informatici nella P.A. Studio Legale Spadafora De Rosa Corso intensivo per la preparazione allesame di abilitazione per avvocati Synergia Formazione S.r.l. Prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro Ambiente e gestione del rifiuto Uniprof Consorzio Universit di Roma Tor Vergata Bilancio di esercizio. Principi contabili nazionali ed internazionali Universit di Roma Tor Vergata Corso di alta formazione in ispezione del lavoro, diritto sanzionatorio e difesa del datore di lavoro Certiquality S.r.l. Incontri sui modelli organizzativi per la prevenzione dei reati in materia ambientale e di salute e sicurezza I.T.A. S.r.l. Doveri dei dipendenti pubblici, codice di comportamento e regime delle responsabilit I.T.A. S.r.l. Gli acquisti delle P.A. dopo lo spending review (D.L. 52/12 conv. in L. 94/12 e D.L. 95/12 conv. in L. 135/12) I.T.A. S.r.l. Digital e Geo Marketing: comunicazioni elettroniche e privacy, telemarketing e data protection: ultime novit normative ed orientamenti del Garante I.T.A. S.r.l. Corso intensivo di preparazione al concorso per Procuratore dello Stato 2012 LUMSA Master Universitario in Diritto e Gestione dei Servizi Pubblici IX Edizione Paradigma S.r.l. Il nuovo regime delle societ a partecipazione pubblica dopo lo Spending Review Sida Group S.r.l. Il bilancio come strumento per la diagnosi e prognosi aziendale. La rimodulazione e/o stralcio del debito. Risanamento delle imprese in crisi Synergia Formazione S.r.l. Le novit in materia di impugnazione nel processo civile A.G.I.F.O.R. Associazione Giovanile Forense Corso specialistico in Diritto Penale 2012/2013

94

Foro Romano

Formazione continua

Associazione medico giuridica Melchiorre Gioia Le nuove frontiere della medicina legale e del diritto. Quali cambiamenti nel mondo professionale ed assicurativo dopo la legge 27/2012 Cenacolo Giuridico S.r.l. La gestione del procedimento disciplinare delineata dal D.Lgs. 27 Ottobre 2009 n. 150 e dai C.C.N.L. Area Dirigenza 2006-2009: circolari della Funzione Pubblica, principali problemi applicativi, prime decisioni della magistratura Diritto e Scienza S.r.l. Corso ordinario di preparazione per magistrato ordinario e avvocato Fiera Milano Media S.p.a. Divisione Business International Social Media Professional HR Planet S.r.l. Master in Diritto Tributario LUISS Business School Divisione di LUISS Guido Carli Master in Diritto Tributario, Contabilit e Pianificazione Fiscale, Ed. 2012-2013 LUISS Business School Divisione di LUISS Guido Carli Consulente Legale dimpresa Prospettive Nazionali e Internazionali, Ed. 2012-2013 MA.G. Dispute Rsolution S.r.l. Ente di Formazione per Mediatori e Organismo di Mediazione accreditato presso il Ministero della Giustizia Approfondimento sugli aspetti giuridici e pratici della procedura di mediazione prevista dal D.Lgs. 28/2010 Optime S.r.l. Le nuove regole del mercato del lavoro ITA S.r.l. Il nuovo procedimento amministrativo Synergia Formazione S.r.l. Il codice del processo amministrativo dopo due correttivi e due anni di giurisprudenza A.GI.FOR. Associazione Giovanile Forense Corso specialistico in Diritto e Procedura Civile A.Gi.For. 2013 Associazione Italiana Magistrati per i Minorenni e la Famiglia (A.I.M.M.F.) Tutela delle persone minori det e rispetto delle relazioni familiari Il Sole 24 Ore Formazione ed Eventi 5 Master part time appalti pubblici ITA S.r.l. Totalizzazione, ricongiunzione e riscatto di periodi contributivi dopo la riforma delle pensioni

ITA S.r.l. Come attuare la sicurezza sul lavoro evitando la responsabilit amministrativa D.Lgs. 231/01 ITA S.r.l. Le posizioni di responsabilit nella P.A. ITA S.r.l. Pignoramento, sequestro e cessione di stipendio: gli adempimenti del datore di lavoro ITA S.r.l. Aggiornamento per il servizio di prevenzione e protezione dai rischi Menslab S.r.l. Linguaggi di precisione e comunicazione persuasiva NLP Practitioner Certification per Avvocati NLP Italy S.r.l. PNL per la professione forense Norton Rose Studio Legale in partnership con Business International Certificazione e recupero dei crediti nella P.A. Strumenti, vincoli e implicazioni economiche, legali e gestionali dei nuovi provvedimenti Studio Legale Pessi e Associati La riforma Fornero L. 28/6/12 n. 92 Associazione Italina Internal Auditors (AIIA) La tenuta del modello nel tempo ITA S.r.l. Il nuovo codice dellamministrazione digitale Optime S.r.l. Le nuove S.r.l. Paradigma S.r.l. Bonifiche e danno ambientale. Recenti modifiche normative. Continuit produttiva. Procedure. Presidio delle responsabilit apicali Scuola Superiore dellEconomia e delle Finanze Dipartimento delle Scienze Economiche Corso di Alta Formazione in sistemi contabili e bilanci degli Enti Pubblici Studio Legale e Tributario Coccanari & Partners - Domino S.r.l. Costruire uno Studio Legale di successo Associazione non riconosciuta ImMediata A.D.R. La locazione di immobili urbani e nei rapporti di comodato Ceida S.r.l. Linquinamento atmosferico, elettromagnetico, acustico Ceida S.r.l. Disciplina e gestione dei rifiuti solidi e liquidi Convenia S.r.l. Le nuove regole sul concordato preventivo. La

Foro Romano

95

Formazione continua

continuit aziendale MAG 2000 S.r.l. Questioni di diritto civile, penale e amministrativo Nuovi orientamenti dottrinali e giurisprudenziali Synergia Formazione S.r.l. La giurisprudenza in materia di contratti di lavoro e licenziamenti Universit degli Studi Roma Tre Master di II livello per giuristi e consulenti di impresa

Studio Legale Coggiatti & Associati Impugnazione del lodo arbitrale Studio Legale Coggiatti & Associati Finanziamenti, diretti ed indiretti, dellUnione Europea destinati alle piccole e medie imprese Studio Legale Coggiatti & Associati Aspetti pratici e novit giurisprudenziali in materia di media conciliazione Studio Legale Coggiatti & Associati Diffamazione e social network, motori di ricerca e nuove tecnologie, applicabilit delle norme in materia di sequestro delle pubblicazioni a mezzo stampa Studio Legale Coggiatti & Associati La composizione della crisi da sovraindebitamento Studio Legale Coggiatti & Associati Gli accordi prematrimoniali ed i patti di convivenza Studio Legale Coggiatti & Associati La sistemazione successoria del patrimonio: trust e altre tutele del patrimonio familiare Studio Legale Lombardo & Associati e Studio Legale Tributario Santacroce-Procida-Fruscione Disciplina amministrativa e tributaria degli appalti di opere pubbliche Studio Legale Avv. Francesco Cotrona e Avv. Monica Oletto Procedimenti speciali: decreto penale di condanna Studio Legale Astolfo Di Amato e Associati Studio Legale Enrica Folino Studio Legale Fabrizio Matteoni Studio Legale Gianfranco Passaretti Il recupero del credito nalla procedura fallimentare Studio Legale Salinetti Studio Legale Sciuto Capasso Berardi Le offerte pubbliche di acquisto Studio Legale Gullotta Diritto e gestione dellambiente

ATTIVIT FORMATIVA INTERNA AGLI STUDI LEGALI Associazione Professionale Studio Legale Aureli BTG & PARTNERS La giustizia nelleffettivit della tutela giurisdizionale: Rapporti tra orinamenti; fase di conciliazione; la prova del Diritto Studio Amministrativisti Avv. Giovanni Valeri Avv. Fedrico Mannicci Piano casa Regione Lazio LR. 21/2009 come modificata dalla L.R. 10/2011 Studio Legale Avv. Francesco Cutrona e Studio Legale Avv. Monica Oletto Art. 415 bis Il decreto citazione a giudizio e questioni preliminari al dibattimento Studio Legale e Commerciale Montemarano Problematiche giuridiche emergenti nella gestione degli Enti non Profit Studio Legale Tributario Di Tanno e Associati Richiesta accreditamento eventi formativi 2012 Studio Legale Associato Picozzi & Morigi Richiesta di accreditamento delle attivit formative organizzate dallo Studio per lanno 2012 Studio Legale Coggiatti & Associati Le nuove norme in materia di liberalizzazioni Studio Legale Coggiatti & Associati Lattivit di due diligence Studio Legale Coggiatti & Associati Imprese in crisi e piani di ristrutturazione dei debiti Studio Legale Coggiatti & Associati Compravendita immobiliare: contratto preliminare e trascrizione Studio Legale Coggiatti & Associati Testo unico sullapprendistato

Studio Legale Marco Meduri, Maria Chiara Paternesi, Andrea Paternesi Studio Legale Silvio Rocchini, Nicoletta Ruscigno Aggiornamento professionale alla luce delle recenti riforme Studio Legale Nissolino di Avvocati & Avvocati Studio Legale Maccioni di Avvocati & Avvocati La certificazione di qualit ISO 9001 Studio Legale Avv. Francesco Cutrona Studio Legale Avv.

96

Foro Romano

Formazione continua

Monica Oletto Decreto ingiuntivo e opposizione precetto e opposizione Studio Legale Associato Nunziante Magrone Il caso dellimpianto termo-elettrico di Valona in Albania Studio Legale Associato Nunziante Magrone La mediazione ex D.Lgs. 28/2010: aggiornamenti normativi e giurisprudenziali Studio Legale Associato Nunziante Magrone Lapplicazione del principio comunitario: chi inquina paga nella procedura di bonifica e nella disciplina della responsabilit ambientale Studio Legale Associato Nunziante Magrone Il contratto di disponibilit Studio Legale Associato Nunziante Magrone Novit fiscali 2012 Studio Legale Associato Nunziante Magrone Crisi economica misure adottate Studio Legale De Berti Jacchia Studio Legale Stigi & Stiefel Lavvocato e la mediazione Studio Legale De Berti Jacchia Studio Legale Stigi & Stiefel Le recenti modifiche al codice di procedura civile Studio Legale De Berti Jacchia Studio Legale Stigi & Stiefel I finanziamenti dei soci alla societ: disciplina e questioni Studio Legale De Berti Jacchia Studio Legale Stigi & Stiefel La tutela del Know how Studio Legale De Berti Jacchia Studio Legale Stigi & Stiefel I contratti telematici F-Legal e Studio Legale Amato e Associati La tutela del design nel settore della moda Studio Legale Sciuto Capasso Berardi Studio Legale Salinetti Il diritto privato delleconomia QUORUM Studio Legale Associato Riforma dellart. 18 Statuto dei Lavoratori e licenziamenti Studio Legale Avv. Alessandra Cagnazzo Avv. Filippo Preite Ruolo dellAvvocato nella mediazione familiare A.S.L.A. Associazione Studi Legali Associati La comunica-

zione efficace per lo studio professionale: comunicare in studio, comunicare con i clienti Studio Legale Macchi di Cellere Gangemi Le principali novit normative nelle aree del diritto comunitario, del lavoro e dellenergia Studio Legale Maresca Morrico Boccia e Associati Disposizioni in materia di riforma del lavoro: disciplina e risvolti applicativi Mc Dermott Will & Emery Studio Legale Associato Privacy e sicurezza: prevenzione frodi aziendali, controlli e responsabilit; Anatomia di un contratto di acquisizione I; Anatomia di un contratto di acquisizione II; D.L. 22 Giugno 2002 n. 83: lapertura dei mercati obbligazionari alle societ italiane non quotate Studio Legale De Berti Jacchia Franchini Forlani con il patrocinio di ASLA Associazione Studi Legali Associati Mediazione transfrontaliera, in particolare tra Italia e Francia Studio Legale Avv. Francesco Cutrona Studio Legale Avv. Monica Oletto Pignoramento presso terzi (PPT). Pignoramento quote societarie del debitore Avv. Oreste Carracino: richiesta di autorizzazione ad indicare nelle comunicazioni la dicitura: Esperto in diritto del lavoro QUORUM Studio Legale Associato Decreto sviluppo modifiche processuali e fallimentari Tonucci & Partners Delfino Associati Willkie Farr & Gallagher Corsi di formazione professionale 2012 Studio Amministrativisti Avv. Giovanni Valeri Avv. Federico Mannucci 1) La riforma del processo amministrativo (D.Lgs. n. 195/2011 e n. 160/2012); 2) La liberalizzazione delle attivit economiche (L. n. 148/11 L. n. 27/12 L. n. 134/12 Studio Legale Associazione Professionale Studio Avv. Antonio Cali I contratti pubblici di servizi Studio Legale Astolfo Di Amato e Associati; Studio Legale Enrica Folino; Studio Legale Fabrizio Matteoni; Studio Legale Gianfranco Passaretti Novit legislative anno 2012 (liberalizzazione attivit di impresa; contratto di disponibilit; il c.d. filtro in appello; etc...) Studio Legale Lipani & Partners, in persona dellAvv.

Foro Romano

97

Formazione continua

Damiano Lipani, in collaborazione con lo Studio Legale LabLaw, in persona dellAvv. Nicola Petracca Le recenti riforme legislative in ambito pubblicistico e giuslavoristico Studio Legale Magno Massafra Lunari Corso di formazione sul mobbing responsabilit civili e penali le ultime evoluzioni giurisprudenziali Associazione Professionale Studio Legale e Tributario Anello & Partners 29 Ottobre Riforma delle professioni 5 Novembre Decreto crescita e altri provvedimenti (profili societari e di diritto finanziario nuovi strumenti di finanziamento alle imprese, S.r.l. semplificate, project bond) 8 Novembre Decreto crescita e altri provvedimenti Monti profili fiscali 12 Novembre Decreto crescita e altri provvedimenti Monti: profili processualistici Riforma Appello 15 Novembre Riforma Fornero del diritto del lavoro Principali modifiche al codice di diritto amministrativo 19 Novembre Legge 24.3.12 n. 27 Decreto cresci Italia Rating Legalit 22 Novembre Regimi Fiscali Agevolativi per il Cinema 26 Novembre Reti di Impresa 29 Novembre Tribunale delle Imprese 3 Dicembre Novit sugli accordi di ristrutturazione dei debiti 6 Dicembre Riforma del Processo in Cassazione 20 Dicembre Il principio del pareggio di bilancio consacrato a livello Costituzionale Studio Legale Carbonetti e Associati La nuova disciplina delle reti distributive e di prodotti bancari e finanziari Studio Legale Gallavotti Honorati De Marco & Partners e Studio Legale e Tributario Napolitano 5 Ottobre 2012 Le novit sullappello introdotte dalla legge

134/2012. In particolare, considerazioni in ordine allappello filtrato 12 Ottobre 2012 La riforma del mercato del lavoro introdotta dalla legge 92/2012 19 Ottobre 2012 La riforma della legge fallimentare di cui alla L. 134/12. Prima parte: introduzione ed analisi delle modifiche legislative 26 Ottobre 2012 La riforma della legge fallimentare di cui alla L. 134/12. Seconda parte: la nuova disciplina del concordato preventivo e le finalit conservative della continuit aziendale 9 Novembre 2012 Le recenti innovazioni in materia di privacy 16 Novembre 2012 Il D.M. 20 luglio 2012, n. 140 contenente le disposizioni regolamentari in tema di liquidazione giudiziale dei compensi degli avvocati 23 Novembre 2012 La mediazione tributaria 30 Novembre 2012 La tassazione degli immobili e delle attivit finanziarie allestero lIVIE e lIVAFE 14 Dicembre 2012 Decreto sviluppo: Le misure fiscali di interesse per il settore delle costruzioni

Studio Professionale Associato a Baker & Mc Kenzie Spending Review, Decreto Balduzzi e novit in materia di crediti delle aziende farmaceutiche e biomedicali Studio Lepore Associazione Professionale Studio Avv. Antonio Cali I contratti pubblici di forniture Studio Martelli & Partners Responsabilit medica: principio indennitario e coassicurazione diretta e indiretta Studio dellAvv. Marco Federici & Partners STP La frode assicurativa reati specifici evoluzione legislativa e giurisprudenziale Studio Lepore Associazione Professionale Studio Avv. Antonio Cali I contratti pubblici di lavori

98

Foro Romano

Formazione continua

Convegni a pagamento accreditati dallOrdine degli Avvocati


AAAML Asociacin de Alicante, Carretera DE SAN VINCENTE DEL RASPEIG Enforcing Trademak Rights. Oppositions and other crucial remedies in Eu and Latin American Countries A.G.I.F.O.R. Associazione Giovanile Forense Corso specialistico in Diritto Penale 2012/2013; Corso specialistico in Diritto e Procedura Civile A.Gi.For. 2013 A.I.A. Associazione Italiana per larbitrato La cross examination in arbitrato AIAF Lazio - Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia e i Minori Incontro di studio Il ruolo dellavvocato nella gestione dei conflitti: riti e pratiche alternative, profili deontologici; Incontro di studio Corso di diritto internazionale privato in materia di separazione e divorzio; La sindrome di alienazione genitoriale; La violenza morale nelle relazioni familiari aspetti giuridici e psicologici; La violazione degli obblighi di assistenza familiare: trattazione casi pratici; Il ricongiungimento familiare (art. 31) A.I.DI.F. Avvocatura Italiana per i Diritti delle Famiglie Master breve in diritto di famiglia e minorile A.I.I.P Associazione Italiana Istituti di Pagamento Expanding the horizons of payment system development A.L.P. Associazione Liberi Professionisti Sede di Roma Seminario di diritto di famiglia e mediazione familiare A.L.P.E.F. Associazione Liberi Professionisti Europei per la Formazione La consulenza in ambito giudiziario ALTALEX Formazione Il concorso di referendario della Corte dei Conti aggiornamento e tecniche per la prova scritta; Corso intensivo per la preparazione allesame di Avvocato 2012; Master breve in diritto bancario e finanziario; Master in diritto dautore; Master in diritto del lavoro e della previdenza sociale; Master in diritto dellenergia e governo del territorio; Lesecuzione forzata e la ricerca dei beni del debitore nel nuovo processo civile; Il processo tributario: tecniche di difesa accertamento esecutivo, reclamo e mediazione; Master in diritto di famiglia; Master breve in diritto fallimentare e nuovi strumenti per la gestione della crisi dimpresa; Master in diritto dello spettacolo; Corso avanzato sulle tecniche di liquidazione dei danni civili American College of Bankruptcy Studio Legale Ghia Rome international insolvency & restructuring symposium A.M.I. Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani Diritto di Famiglia: le riforme che vogliamo ANF Sede di Roma Master Specialistico in giurisdizioni amministrative; La Cassa Forense tra sistema contributivo e retributivo; Corso pratico in diritto processuale amministrativo APL - Avvocati per il Lavoro La riforma Fornero: licenziamenti ed ammortizzatori sociali alla luce della riforma del mercato del lavoro ASGI - Associazione Studi Giuridici sullimmigrazione La condizione giuridica dei cittadini stranieri di paesi terzi e di paesi membri dellUnione Europea nel diritto italiano ed europeo Associazione Avvocati del Tribunale di Putignano La prova scientifica nel processo penale Associazione Avvocati Difensori Corte dei Conti Associazione Irene Mediazione tributaria normativa antiriciclaggio e novit sul segreto bancario alla luce del decreto salva Italia aspetti Europei Associazione Avvocati per lEuropa Corso di Amministratore Giudiziario beni sequestrati e confiscati (master breve teorico e pratico) ASSOCIAZIONE CULTURALE FORENSE ROMANA Corso di formazione in criminologia e scienze forensi (lAvvocato, il criminologo e lo psicologo, tre figure professionali, un unico obiettivo) Associazione degli Avvocati Romani Seminario di approfondimento tecnico-giuridico di diritto sportivo; Riforma del Lavoro 2012 Associazione FGLAW Corso di preparazione per lesame di avvocato e per il concorso in magistratura Associazione Giovanna DArco Onlus Corso di aggiornamen-

Foro Romano

99

Formazione continua

to e formazione di pedofilia e abusi allinfanzia Associazione Il trust in Italia Trust interni ed esteri: caratteristiche operative e possibili profili di criticit Associazione Italiana Internal Auditors Corso di specializzazione per componenti degli Organismi di vigilanza ex D.Lgs. 231/01 e altri responsabili dei controlli; La tenuta del modello nel tempo Associazione Italiana Magistrati per i Minorenni e la Famiglia (A.I.M.M.F.) Tutela delle persone minori det e rispetto delle relazioni familiari Associazione LE TOGHE Corso di approfondimento specialistico per avvocati e mediatori; Corso di trilogia per Avvocati in mediazione; Corso di diritto di famiglia Il contenzioso familiare Associazione medico giuridica Melchiorre Gioia Le nuove frontiere della medicina legale e del diritto. Quali cambiamenti nel mondo professionale ed assicurativo dopo la legge 27/2012 Associazione non riconosciuta ImMediata A.D.R. La locazione di immobili urbani e nei rapporti di comodato ASSOCIAZIONE PSICOLOGIA INSIEME ONLUS Master di alta formazione in atti persecutori ASSOCTU I derivati finanziari: aspetti tecnici, civili e penali Associazione Immediata-ADR Corso per mediatori civili e commerciali Avv. Massimiliano Scaringella La scrittura dinanzi lautorit giudiziaria e il suo disconoscimento; La comunicazione verbale nella professione forense Bridge Mediation Italia e con lAssociazione Culturale Forense Romana Corso di formazione dellAvvocato nellassistenza del cliente durante il procedimento di mediazione (lAvvocato nel procedimento di mediazione) Business International Il Collegio Sindacale e gli Organi di Controllo di Spa e Srl alla luce delle novit introdotte dalla Legge di Stabilit per il 2012 Divisione di Fiera Milano Media S.p.A. Italian Biomass Summit 2012 CAMERA CIVILE DI ROMA Corso Basic Principiles of

English Law 2012 CAMERA DI COMMERCIO INTERNAZIONALE Organizzare una rete di distribuzione allestero: contratti con agenti e distributori stranieri Comitato Nazionale Italiano ICC ITALIA La vendita internazionale redazione e negoziazione di contratti e di condizioni generali CAMMINO La funzione genitoriale da potest a cura responsabile e autorevole. Profili giuridici, sociologici, psicologici e indicazioni della European Commission on Family Law Ceida S.r.l. Corso intensivo per gli esami di Avvocato; Corso di preparazione per il concorso di Magistrato della Corte dei Conti; Corso di preparazione per il concorso di Magistrato T.A.R.; Corso annuale post-universitario di preparazione allesame di abilitazione per Avvocato; Linquinamento atmosferico, elettromagnetico, acustico; Disciplina e gestione dei rifiuti solidi e liquidi CEIS Centre for Economic and International Studies dellUniversit di Roma Tor Vergata I Sessione Diritto ed Economia dei Beni Culturali e dellAmbiente Cenacolo Giuridico Srl La forma del sistema disciplinare e dei Codici Deontologici nelle libere professioni dopo la L. 14 settembre 2011 n. 148 (di conversione del D.L. 13 agosto 2011 n. 138), la Legge di Stabilit 12 novembre 2011 n. 183 ed il Decreto Salva Italia 6 dicembre 2011 n. 201, L. 214/2011; La gestione del procedimento disciplinare delineata dal D.Lgs. 27 ottobre 2009 n. 150 e dai C.C.N.L. Area Dirigenza 2006-2009: Circolari della Funzione Pubblica, primi problemi applicativi, prime decisioni della Magistratura; La riforma del sistema disciplinare e dei codici deontologici nelle libere professioni dopo il D.P.R. 7 agosto 2012 n. 137, la L. 14 settembre 2011 n. 148 (di conversione del D. L. 13 agosto 2011 n. 138) La legge di stabilit 12 novembre 2011 n. 183 ed il Decreto Salva Italia 6 dicembre 2011 n. 201, L. 214/2011 Guida alla redazione dei nuovi regolamenti disciplinari. Roma, 24 ottobre 2012; La gestione del procedimento disciplinare delineata dal D.Lgs. 27 Ottobre 2009 n. 150 e dai C.C.N.L. Area Dirigenza 20062009: circolari della Funzione Pubblica, principali problemi applicativi, prime decisioni della magistratura Centro Nazionale Studi e Ricerche sul diritto della famiglia e dei minori Corso di perfezionamento e approfondimento diritto della famiglia e dei minori; Corso di approfondimento in diritto di famiglia; Master in diritto di famiglia

100

Foro Romano

Formazione continua

Centro Studi Giuridici Santa Caterina Corso di preparazione per lesame di Avvocato Certiquality S.r.l. Incontri sui modelli organizzativi per la prevenzione dei reati in materia ambientale e di salute e sicurezza; Incontri sui modelli organizzativi per la prevenzione dei reati in materia ambientale e di salute e sicurezza C.I.G.H.E. Centro Internazionale di Grafologia Medica in collaborazione con il Master di II livello Scienze Forensi del Prof. Francesco Bruno Universit Sapienza Roma 3 convegno: la grafopatologia in ambito giudiziario Clarizia Associati S.r.l. in collaborazione con la rivista www.giustamm.it Corso di deontologia; Corso di formazione specialistico sul processo amministrativo, sul decreto liberalizzazioni e sulle nuove frontiere della semplificazione C.O.N.I. Servizi S.p.A. Scuola dello Sport Studio Martinelli Rogolino & Associati e Centro Studi Fiscalit e Diritto dello Sport Aspetti controversi nella disciplina giuridico/amministrativa delle societ e associazioni sportive dilettantistiche CON.SER Consulenza e Servizi S.r.l. Le novit per i servizi pubblici di enti locali e regioni dopo le manovre estive 2011 e il D.L. Monti 2012 sulle liberalizzazioni CONVENIA S.r.l. La riforma del mercato del lavoro; La riforma del mercato del lavoro Apprendistato contratti di inserimento licenziamenti ammortizzatori sociali; La Riforma Fornero del mercato del lavoro Nuova disciplina della flessibilit in entrata e in uscita e dei contratti di lavoro (legge n. 92/2012); Le nuove regole sul concordato preventivo. La continuit aziendale Corsolexfor Gli ultimissimi arresti pretori in diritto civile, penale ed amministrativo Dei Consulting S.r.l. Fideiussione nei contratti bancari DIREKTA S.r.l. Istituto nazionale di alta formazione giuridica Corso specialistico intensivo di aggiornamento professionale per Avvocati del Libero Foro e della Pubblica Amministrazione, valido anche per la preparazione al concorso di referendario di TAR; Corso INTENSIVO per la preparazione allesame per lAbilitazione Forense; Corso di formazione e aggiornamento professionale per Avvocati del Libero Foro e della Pubblica Amministrazione e valido anche per la preparazione ai concorsi per le magistrature Superiori (Referendario di Tar e Referendario di Corte dei Conti); Corso di Diritto Civile,

Penale e Amministrativo e per la preparazione al concorso della MAGISTRATURA ORDINARIA DIRITTO ALLAMBIENTE CORSI & FORMAZIONE S.r.l. Le aree di rischio di responsabilit penale nella gestione dei rifiuti e scarichi idrici: analisi della normativa di settore anche alla luce della nuova responsabilit delle persone giuridiche prevista dal D.Lgs. n. 121/2011 Diritto e Scienza S.r.l. Corso ordinario di preparazione per magistrato ordinario e avvocato Dott. Luca Palazzi, Notaio in Roma Corso intensivo alta formazione giuridica in diritto civile, successorio e commerciale Notaio Luca Palazzi Edisef S.r.l. 2 ID Security 2012; 4 Health Conference 2012 ENAIP Impresa Sociale Corso di specializzazione Diritto condominiale EUROPEAN YOUNG BAR ASSOCIATION Eyba spring conference Fiera Milano Media SpA Infrastrutture e Finanza. Le nuove forme di partenariato pubblico privato dopo lentrata in vigore dei Decreti Cresci Italia(DL 1/2012) e Salva Italia (DL 201/2011); Il trasporto dei prodotti healthcare. Vincoli normativi e problematiche tecnico operative; Antitrust compliance program, Roma 29 Maggio; Divisione Business International Sperimentazioni cliniche. Ultime novit, profili normativi, problematiche tecnico-operative; Legal Privacy 2012; Riforma del lavoro: cosa cambia per aziende e dipendenti; Social Media Professional Fondazione Italiana per il Notariato Il Notariato parte attiva del sistema antiriciclaggio Incontro con le altre Istituzioni impegnate nella difesa della legalit: esperienze, problematiche, contributi, istruzioni operative Forum Familiare Associazione Corso di informazione sulla violenza domestica GAIA S.r.l. Corso annuale Avvocati 2012 Corso annuale per la preparazione alla prova scritta dellesame di abilitazione alla professione di avvocato e per laggiornamento dei praticanti avvocati ammessi al patrocinio Gruppo SOI S.p.A. Gestione rifiuti e tracciabilit: nuovi adempimenti e responsabilit; Vigilanza, sanzioni e demolizioni in tema di abusi edilizi; Novit su contratti bancari,

Foro Romano

101

Formazione continua

interessi anatocistici e tutela dei consumatori; Polizze vita linked; S.O.S. SOS: La segnalazione di operazioni sospette in ambito riciclaggio; Perequazione, compensazione, incentivazione e disciplina dei diritti edificatori nella pianificazione urbanistica Gruppo Strazzeri Franchising S.r.l. Modelli di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs. 231/01 Corso per professionisti componenti di Organismi di Vigilanza, Auditor ed Esperti ex D.Lgs. 231/01 HR Planet S.r.l. La riforma del lavoro: nuovi aspetti e nuove criticit; Master in Diritto Tributario Il Sole 24 Ore Formazione ed Eventi Accertamento e contenzioso (IV modulo master specializzazione in diritto tributario); 6 Diritto Societario Master di Specializzazione; Corso di preparazione allesame di Avvocato; 5 Master part time appalti pubblici ISE - Istituto di Studi Europei A. De Gasperi Corso di aggiornamento sui fondi strutturali europei: la politica di coesione europea e il ciclo di programmazione dei fondi strutturali 2007-2013 ISTAF S.r.l. La riforma del mercato del lavoro: innovazioni e riflessioni del Decreto Fornero; La riforma del mercato del lavoro: innovazioni e riflessioni del Decreto Fornero Istituto di Medicina Legale e delle Assicurazioni dellUniversit Cattolica del Sacro Cuore di Roma The hidden side of DNA profiles. Artifacts, errors and uncertain evidence Istituto di Studi Europei A. De Gasperi Corso di aggiornamento sugli appalti: Le principali novit per gli appalti pubblici dopo lentrata in vigore del regolamento dei contratti e delle recenti norme anticrisi; Corso di aggiornamento sugli appalti: Le principali novit per gli appalti pubblici dopo lentrata in vigore del regolamento dei contratti e delle recenti norme anticrisi Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare S.a.s. Master intensivo Pedagogia e Criminalit. Le famiglie detenute: ragazzi e genitori in carcere; Master in mediazione familiare; Master Disturbi specifici di apprendimento (Legislazione scolastica ed applicazione della Legge 170/2010); Master in mediazione penale minorile; Master in situazioni di affido ed adozione Istituto Superiore di Studi Giuridici Corso annuale per la preparazione allesame di avvocato febbraio-dicembre 2012;

Corso intensivo per la preparazione allesame di Avvocato settembre-dicembre 2012 ITA s.r.l. Come si redige un contratto a prova di contenzioso; La gestione dei pagamenti delle Pubbliche Amministrazioni; Verbali e Organi Collegiali nelle Pubbliche Amministrazioni; Novit importanti sul D.Lgs. 231/01; Il ciclo di vita del documento informatico: formazione, trasmissione e conservazione; Tutela della privacy in ambito sanitario; La nuova formazione in materia di sicurezza del lavoro; Campi elettromagnetici; Lattuazione della riforma degli intermediari finanziari; SIMOG, CIG, MAV, rapporti con lAVCP; Aggiornamento dei principi contabili oic per la redazione dei bilanci; La gestione informatica della documentazione sanitaria; La nuova disciplina della tutela del consumatore/utente e della concorrenza (D.L. 1/2012); La responsabilit amministrativa in ambito sanitario; Privacy compliance: novit, adempimenti, sanzioni, ispezioni; La disciplina di contratti e concessioni in ambito portuale; Contratti sulla crisi dimpresa: contenuti e tecniche redazionali; La sicurezza del lavoro negli appalti, subappalti e nei distacchi di personale; La nuova disciplina dei servizi pubblici locali; Le verifiche nelle gare dappalto, decertificazione e cause di esclusione (D.L. 70/11, L. 183/11, D.Lgs. 163/06); La cessione dei crediti nei confronti della P.A.; Pignoramento, sequestro e cessione di stipendio: gli adempimenti del datore di lavoro; Laffidamento dei contratti pubblici: le novit 2011/2012 (L. 106/11, L. 183/11, D.L. 201/11, D.L. 1/12, D.L. 5/12); Tutto sugli avvocati incardinati nelle pubbliche amministrazioni; La responsabilit amministrativa dei dipendenti pubblici: novit normative e giurisprudenziali; Codice appalti e regolamento esecutivo (D.Lgs. 163/06 DPR 207/10) Novit L. 106/11 e L. 180/11; Come si conduce una procedura negoziata; Come redigere determine, decreti e delibere senza rischi di annullamento e responsabilit; Il nuovo procedimento amministrativo: le novit ai sensi dei decreti del 2011 e della legge di semplificazione (D.L. n. 5/2012); La corretta gestione delle antenne per telecomunicazioni; Malattia e inidoneit al lavoro; Procedure comparative per lattribuzione di incarichi esterni (art. 7 T.U. Pubblico Impiego); Esecuzione e contabilit dei lavori pubblici la disciplina del regolamento generale degli appalti (dpr 207/10); Nuove misure in materia di dragaggi dopo lart. 48, L. 27/12 (liberalizzazioni); Tutto su firme elettroniche, pec e cec-pac; Adempimenti e gestione del procedure concorsuali per il reclutamento del personale delle P.A. dopo il milleproroghe 2012; Novit in tema di banche e tesoreria enti; Social housing. Le nuove misure in materia di edilizia residenziale pubblica; Il nuovo contenzioso delle imprese dopo il D.L. 1/2012 (Conv. in L. n. 27 del 24.3.12); Laccordo di ristrutturazione dei debiti; La S.C.I.A. dopo il D.L. Liberalizzazioni (Legge n. 27 del 24.3.12 G.U. n. 71 S.O. 53 del 24.3.12); Tutto sul recupero dei crediti; T.U. 81/2008: Aggiornamento salute e

102

Foro Romano

Formazione continua

sicurezza lavoro; Piccoli appalti e cottimi fiduciari; Incarichi extra-istituzionali dei dipendenti pubblici: le autorizzazioni ed incarichi extra dei pubblici dipendenti (7/6/2012); Gli adempimenti dellanagrafe delle prestazioni (8/6/2012); Le gare con lofferta economicamente pi vantaggiosa (lavori, servizi, forniture); E-government 2012: nuovi obblighi e opportunit per pubbliche amministrazioni e imprese; Pubblico Impiego: Bandi di mobilit e criteri di selezione dei dipendenti pubblici (26/6/2012); Il contratto collettivo decentrato delle P.A. (27/6/2012); Il part-time nella Pubblica Amministrazione (28/6/2012); Il subappalto di lavori, forniture e servizi; I contratti pubblici esclusi dal codice appalti; Novit su accesso, privacy e decertificazione nellazione amministrativa (L. 183/11, L. 27/12, L. 35/12); La banca tesoriere terzo pignorato; La gestione del contenzioso penale/civile degli amministratori e dei controllori di societ; Novit in tema di gestione degli aeroporti e dei servizi aeroportuali dopo il decreto liberalizzazioni; Corso mini intensivo di preparazione al concorso per magistrato T.A.R. 2012; LA B C dei contratti pubblici di lavori, forniture, servizi; Corso intensivo per la preparazione allesame di avvocato 2012; Simog, cig, mav, rapporti con lAvcp; Idoneit al lavoro e idoneit difficili; Indagini finanziarie e tutela della privacy; Corso annuale di preparazione al concorso per magistrato ordinario 2012/2013 ottobre-novembre 2012; Corso annuale di preparazione al concorso per magistrato ordinario 2012/2013 novembre 2012-gennaio 2013; Corso annuale di preparazione al concorso per magistrato ordinario 2012/2013 gennaio-marzo 2013; Corso annuale di preparazione al concorso per magistrato ordinario 2012/2013 marzomaggio 2013; Le verifiche nelle gare dappalto, decertificazione e cause di esclusione (D.L. 70/11, L. 183/11, D.Lgs. 163/06; Corso mini intensivo di preparazione al concorso per magistrato Corte dei Conti 2012; La delega di responsabilit in tema di sicurezza del lavoro; Rischi da interferenze e redazione del DUVRI; Codice dei contratti, regolamento (D. 207/10), decreti correttivi; Certezza dei dati, decertificazione, accertamenti dufficio, dichiarazioni sostitutive; Aspetti pratici della responsabilit amministrativa contabile nel pubblico impiego/servizio; Il mutamento di mansioni nel pubblico impiego; Tecniche di redazione dellatto amministrativo e degli atti normativi a prova di annullamento; Tutto sugli avvocati incardinati nelle pubbliche amministrazioni; La gestione dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni (in G.U. I decreti sblocca-pagamenti) e il D.L. 95/12 (Spending Review); Il nuovo assetto della L. n. 241 del 1990 in tema di procedimento amministrativo; I trasporti, la concorrenza e la nuova disciplina dei servizi pubblici locali; Formazione O A M; Siti web delle P.A.: trasparenza, obblighi di pubblicazione e responsabilit nella gestione; Il nuovo sistema di reclutamento dei professori e dei ricercatori universitari; Le nuove responsabilit di dirigenti e funzionari nellattivit degli uffici dopo gli ultimi interventi normativi di

semplificazione; I concorsi per il reclutamento del personale delle P.A. dopo il decreto semplificazione 2012; I cinque documenti fondamentali della sicurezza del lavoro; Codice dei contratti, regolamento (D. 207/10), decreti correttivi; Laffidamento di incarichi nella P.A. tra appalto di servizi e incarico di lavoro autonomo; Sicurezza del lavoro: rischi e patologie muscoloscheletriche alla luce del T.U. 81/08; La nuova legge sul lavoro (Legge n. 92/2012); Crisi dimpresa, soluzioni negoziate e continuit aziendale; Le novit per il pubblico impiego tra spending review e riforma del lavoro (D.L. 95/2012 L. 92/2012); Data protection officer: adempimenti e responsabilit; Tutto sul recupero dei crediti; Corso annuale di preparazione al concorso per magistrato TAR 2012/2013; Corso annuale di preparazione al concorso per magistrato della Corte dei Conti 2012/2013; La gestione dei crediti nei confronti della pubblica amministrazione: cessione, compensazione e transazione; Verbali e organi collegiali nelle pubbliche amministrazioni; Antiriciclaggio 2012: ladeguata verifica della clientela; Laffidamento e la gestione dei servizi e dei beni informatici nella P.A.; Doveri dei dipendenti pubblici, codice di comportamento e regime delle responsabilit; Gli acquisti delle P.A. dopo lo spending review (D.L. 52/12 conv. in L. 94/12 e D.L. 95/12 conv. in L. 135/12); Digital e Geo Marketing: comunicazioni elettroniche e privacy, telemarketing e data protection: ultime novit normative ed orientamenti del Garante; Corso intensivo di preparazione al concorso per Procuratore dello Stato 2012; Il nuovo procedimento amministrativo; Totalizzazione, ricongiunzione e riscatto di periodi contributivi dopo la riforma delle pensioni; Come attuare la sicurezza sul lavoro evitando la responsabilit amministrativa D.Lgs. 231/01; Le posizioni di responsabilit nella P.A.; Pignoramento, sequestro e cessione di stipendio: gli adempimenti del datore di lavoro; Aggiornamento per il servizio di prevenzione e protezione dai rischi; Il nuovo codice dellamministrazione digitale; Itechlaw International Technology Law Association 2012 European Conference JUS Consulting Primo semestre 2012: cosa successo nelle gare pubbliche: norme, giurisprudenza, determinazioni Autorit di Vigilanza. Prospettive, ipotesi di lavoro e strategia per vincere la concorrenza Jus & Law S.r.l. Corso di preparazione allesame scritto di avvocato per lanno 2012 JUSTOWIN S.r.l. Corso di preparazione per il concorso in magistratura L.E.S. (Licensing Executives Society) Italia Intellectual Property: a tool for economic growth in the third Millennium

Foro Romano

103

Formazione continua

(La propriet Intellettuale: uno strumento per la crescita nel terzo Millennio) LRPsicologia Societ di Formazione, Clinica, Ricerca Corso di alta formazione in psicologia giuridica Metodologia della perizia e della consulenza tecnica in ambito civile, penale e minorile LUMSA Master Universitario in Diritto e Gestione dei Servizi Pubblici IX Edizione MA.G. Dispute Rsolution S.r.l. Ente di Formazione per Mediatori e Organismo di Mediazione accreditato presso il Ministero della Giustizia Approfondimento sugli aspetti giuridici e pratici della procedura di mediazione prevista dal D.Lgs. 28/2010 MAG 2000 S.r.l. Questioni di diritto civile, penale e amministrativo Nuovi orientamenti dottrinali e giurisprudenziali Maggioli Formazione e Consulenza Master in appalti pubblici (modulo base e moduli specialistici) 8^ edizione; Modulo specialistico sugli Appalti di Lavori Pubblici del Master in Appalti Pubblici (8^ edizione); Modulo specialistico sugli Appalti di Lavori Pubblici di servizi e forniture del Master in Appalti Pubblici (8^ edizione); Master in appalti pubblici (modulo base) 9edizione; Modulo specialistico sugli appalti pubblici di servizi e forniture del master in appalti pubblici (9^ edizione); Modulo specialistico sugli appalti di lavori pubblici del master in appalti pubblici (9^ edizione) Mediaconsult S.r.l. Il mercato elettronico della pubblica amministrazione: semplificazione ed economicit degli acquisti sotto soglia; Il mercato elettronico della pubblica amministrazione: semplificazione ed economicit degli acquisti sotto soglia; Il RUP e la gestione dellattivit contrattuale nelle Pubbliche Amministrazioni: Profili critici, innovazioni normative e spunti di riflessioni MELIUSFORM S.r.l. Executive Master in AVVOCATO DAFFARI; Executive Master in GIURISTA DIMPRESA; Executive Master in COMPLIANCE E SISTEMI DI CONTROLLO INTERNO Menslab S.r.l. Linguaggi di precisione e comunicazione persuasiva NLP Practitioner Certification per Avvocati Minerva Sapiens Srl Unipersonale Master in Mediazione familiare Ministero della Giustizia Educare in situazioni di difficolt. La responsabilit di proseguire il racconto dei diritti

NLP Italy S.r.l. NL per la professione forense Norton Rose Studio Legale in partnership con Business International Certificazione e recupero dei crediti nella P.A. Strumenti, vincoli e implicazioni economiche, legali e gestionali dei nuovi provvedimenti O.P.H.I.R. Consulting di Simone Montaldo col patrocinio di: Camera di Commercio Nord Sardegna, Regione Sardegna; in collaborazione con: Master di II livello in Scienze Criminologico Forensi, La Sapienza diretto dal Prof. Vincenzo Mastronardi Fondamenti di Criminologia per la scrittura creativa e giornalistica Optime S.r.l. Le nuove regole del mercato del lavoro; Le nuove S.r.l. Organismo di Ricerca Giuridico-Economica Srl La novit sullantiriciclaggio; La novit fiscali del Governo Monti; La responsabilit amministrativa degli enti (D.Lgs. 231/01); La riforma del mercato del lavoro; Forum servizi pubblici locali Paradigma Srl I crditi nei confronti della Pubblica Amministrazione el la gestione dei ritardati pagamenti; Il processo di composizione delle crisi da sovraindebitamento; Le societ a partecipazione pubblica. Disciplina, Governance, Responsabilit; La riforma del mercato del lavoro: unopportunit di crescita per il paese?; Gli appalti di lavori, servizi e forniture nel nuovo quadro normativo e regolamentare; Il trasferimento degli immobili. I pi recenti profili amministrativi, civilistici e fiscali e aspetti problematici per la redazione degli atti; Gli strumenti di tutela del patrimonio personale; Il nuovo regime delle societ a partecipazione pubblica dopo lo Spending Review; Bonifiche e danno ambientale. Recenti modifiche normative. Continuit produttiva. Procedure. Presidio delle responsabilit apicali Promo P. A. Fondazione Corso Intensivo di preparazione al concorso per referendario della Corte dei Conti; Corso intensivo di preparazione al VI concorso SSPA per Dirigenti (26 posti) SACA Srl Societ di Avvocati per la Conciliazione e lArbitrato Il ruolo dellavvocato nella mediazione Lavvocato mediatore; Il ruolo dellavvocato nella mediazione Lavvocato mediatore SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA Master di Diritto Tributario dImpresa; Percorso di Aggiornamento Tributario Scuola Superiore dellEconomia e della Finanza Ezio Vanoni Master I contratti pubblici in materia di lavoro, beni

104

Foro Romano

Formazione continua

e servizi. Aspetti giuridici ed economici degli appalti e concessioni nellattuale congiuntura; Corso di Alta Formazione in sistemi contabili e bilanci degli Enti Pubblici Sida Group S.r.l. Il bilancio: strumento per la diagnosi prognosi e terapia aziendale Bilancio per avvocati, giuristi dimpresa, dottori commercialisti, consulenti e quadri aziendali; Il bilancio come strumento per la diagnosi e prognosi aziendale. La rimodulazione e/o stralcio del debito. Risanamento delle imprese in crisi SLIG EDUCATION ITALY S.r.l. Corso di Legal English Societ Italiana degli Avvocati Amministrativisti Libera Universit Internazionale degli Studi Sociali LUISS Guido Carli Disciplina degli appalti e profili processuali; Corso di orientamento specialistico sullordinamento giuridico del giuoco calcio; Disciplina dei beni culturali e del paesaggio e relativo contenzioso Societ Italiana degli Avvocati Amministrativisti Dipartimento di Giurisprudenza Libera Universit Internazionale degli Studi Sociali LUISS Guido Carli Contenzioso in materia edilizia e urbanistica SOI S.p.A. Le opposizioni a cartelle esattoriali: fermo e ipoteca Studio Associato NFC Psicologia giuridica, CTP, CTU. Verso unintegrazione dei linguaggi psicologico e giuridico Studio Legale e Tributario Coccanari & Partners - Domino S.r.l. Costruire uno Studio Legale di successo Studio Legale Internazionale Gaglione Corso di Legal English STUDIO LEGALE JACOBACCI&ASSOCIATI E INTERNATIONAL BAR ASSOCIATION Nuova arte: nuove sfide giuridiche Studio Legale Pessi e Associati La riforma Fornero L.28/6/12 n. 92 Studio Legale Prof. Avv. Franco Giampietro e Studio Ingegneria Vittorio Giampietro Reati ambientali & responsabilit dimpresa. Sottoprodotti & end of waste Studio Legale Spadafora De Rosa Corso intensivo per la preparazione allesame di abilitazione per avvocati Synergia Formazione S.r.l. Waste to energy; Servizi e fornitu-

re; Danno erariale; Focus D.Lgs. 231/01 Salute e sicurezza sul lavoro Ambiente; Forum Lavoro L. 92/2012; Responsabilit nei rapporti con la P.A; Prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro Ambiente e gestione del rifiuto; Le novit in materia di impugnazione nel processo civile; Il codice del processo amministrativo dopo due correttivi e due anni di giurisprudenza; La giurisprudenza in materia di contratti di lavoro e licenziamenti U.F.T.D.U. Unione Forense per la Tutela dei Diritti Umani Tutela europea dei diritti umani UNAI Unione Nazionale amministratori dImmobili Corso propedeutico per amministratori di condominio Uniprof Consorzio Universit di Roma Tor Vergata Bilancio di esercizio. Principi contabili nazionali ed internazionali U.N.I.R.E.C. Unione Nazionale Imprese a Tutela del Credito (Associazione di categoria di Confindustria) II Giornata sui servizi a tutela del credito Universit degli Studi di Roma Sapienza Master Interuniversitario di II livello in Organizzazione e funzionamento della pubblica amministrazione; Master Universitario di II livello in Diritto del Minore; Master di II Livello in Scienze Criminologico-Forensi; Master Universitario di II livello in diritto dellambiente Dip. di Medicina Legale XV Giornate medico legali romane ed europee Dipartimento di Scienze Giuridiche - Facolt di Giurisprudenza Master Universitario di II livello in Diritto dellAmbiente; Regolazione dei mercati finanziari Universit degli Studi Roma Tre La disciplina di contrasto al riciclaggio; Master di II livello per giuristi e consulenti di impresa Universit di Roma Tor Vergata Corso di alta formazione in ispezione del lavoro, diritto sanzionatorio e difesa del datore di lavoro Consorzio UNIPROF Modulo Diritto e Contenzioso Tributario Master per le professioni economico contabili; Corso avanzato di diritto fallimentare Facolt di Medicina e Chirurgia Master di II livello Genetica Forense Universit LUISS Guido Carli Summer School on International trade: Law and economics Edizione 2012; Corso di perfezionamento in diritto e gestione della propriet intellettuale. Edizione 2012/2013; Legal Advisor & Human Resources management A.A. 2012/2013 (Master II Livello); Diritto di impresa A.A. 2012/2013 (Master II Livello); Corso di perfezio-

Foro Romano

105

Formazione continua

namento in diritto dellenergia edizione 2012/2013; Diritto Penale dimpresa A.A. 2012/2013; Relazioni Istituzionali, lobby e comunicazione dimpresa (Master II livello) A.A. 2012/2013; Management e regolazione per lenergia sostenibile (Master II livello) A.A. 2012/2013; Regolazione dellattivit e dei mercati finanziari (Master II livello) A.A. 2012/2013; Corso di perfezionamento in diritto e politiche dei media; Master di II livello in diritto della concorrenza e dellinnovazione; Master di II livello in Diritto delle societ e dei contratti. Profili europei e internazionali. Business and company law: European and international perspectives LUISS Business School Divisione Master in Diritto Tributario, Contabilit e Pianificazione Fiscale, Ed. 2012-2013; Consulente Legale dimpresa Prospettive Nazionali e Internazionali, Ed. 2012-2013 Universit Popolare degli Studi Giovanni Paolo II Master

Biennale in Mediazione Familiare 2012-2013 Valor S.r.l. Seminario di approfondimento. Il processo di legittimit Il ricorso per Cassazione Contenuto Tecniche Strategie Valor S.r.l. Seminario di approfondimento. Decreto liberalizzazioni e assicurazione R.C. Auto Wolters Kluwer Italia S.r.l. Scuola di Formazione Ipsoa La sistemazione successoria del patrimonio; Dal bilancio alla valutazione dazienda. Corso pratico per avvocati e giuristi dimpresa; Master Economics di base per la gestione dimpresa; Gli aspetti legali del recupero del credito; Nuovo contenzioso del lavoro; Master di specializzazione Gestione Rifiuti; Il contratto di apprendistato, soluzioni operative per il corretto utilizzo; Master Nuovo Diritto del Lavoro

106

Foro Romano

Formazione continua

Attivit formativa interna agli studi legali


Associazione Professionale Studio Legale Aureli BTG & PARTNERS La giustizia nelleffettivit della tutela giurisdizionale: Rapporti tra orinamenti; fase di conciliazione; la prova del Diritto Studio Amministrativisti Avv. Giovanni Valeri Avv. Fedrico Mannicci Piano casa Regione Lazio L.R. 21/2009 come modificata dalla L.R. 10/2011 Studio Legale Avv. Francesco Cutrona e Studio Legale Avv. Monica Oletto Art. 415 bis Il decreto citazione a giudizio e questioni preliminari al dibattimento Studio Legale e Commerciale Montemarano Problematiche giuridiche emergenti nella gestione degli Enti non Profit Studio Legale Tributario Di Tanno e Associati Richiesta accreditamento eventi formativi 2012 Studio Legale Associato Picozzi & Morigi Richiesta di accreditamento delle attivit formative organizzate dallo Studio per lanno 2012 Studio Legale Coggiatti & Associati Le nuove norme in materia di liberalizzazioni; Lattivit di due diligence; Imprese in crisi e piani di ristrutturazione dei debiti; Compravendita immobiliare: contratto preliminare e trascrizione; Testo unico sullapprendistato; Impugnazione del lodo arbitrale; Finanziamenti, diretti ed indiretti, dellUnione Europea destinati alle piccole e medie imprese; Aspetti pratici e novit giurisprudenziali in materia di media conciliazione; Diffamazione e social network, motori di ricerca e nuove tecnologie, applicabilit delle norme in materia di sequestro delle pubblicazioni a mezzo stampa; La composizione della crisi da sovraindebitamento; Gli accordi prematrimoniali ed i patti di convivenza; La sistemazione successoria del patrimonio: trust e altre tutele del patrimonio familiare Studio Legale Lombardo & Associati e Studio Legale Tributario Santacroce-Procida-Fruscione Disciplina amministrativa e tributaria degli appalti di opere pubbliche Studio Legale Avv. Francesco Cotrona e Avv. Monica Oletto Procedimenti speciali: decreto penale di condanna; Decreto ingiuntivo e opposizione precetto e opposizione; Pignoramento presso terzi (PPT). Pignoramento quote societarie del debitore Studio Legale Astolfo Di Amato e Associati Studio Legale Enrica Folino Studio Legale Fabrizio Matteoni Studio Legale Gianfranco Passaretti Il recupero del credito nella procedura fallimentare Studio Legale Salinetti Studio Legale Sciuto Capasso Berardi Le offerte pubbliche di acquisto Studio Legale Gullotta Diritto e gestione dellambiente Studio Legale Marco Meduri, Maria Chiara Paternesi, Andrea Paternesi Studio Legale Silvio Rocchini, Nicoletta Ruscigno Aggiornamento professionale alla luce delle recenti riforme Studio Legale Nissolino di Avvocati & Avvocati Studio Legale Maccioni di Avvocati & Avvocati La certificazione di qualit ISO 9001 Studio Legale Associato Nunziante Magrone Il caso dellimpianto termo-elettrico di Valona in Albania; La mediazione ex D.Lgs. 28/2010: aggiornamenti normativi e giurisprudenziali; Lapplicazione del principio comunitario: chi inquina paga nella procedura di bonifica e nella disciplina della responsabilit ambientale; Il contratto di disponibilit; Novit fiscali 2012; Crisi economica misure adottate; Studio Legale De Berti Jacchia Studio Legale Stigi & Stiefel Lavvocato e la mediazione; Le recenti modifiche al codice di procedura civile; I finanziamenti dei soci alla societ: disciplina e questioni; La tutela del Know how; I contratti telematici; Mediazione transfrontaliera, in particolare tra Italia e Francia F-Legal e Studio Legale Amato e Associati La tutela del design nel settore della moda Studio Legale Sciuto Capasso Berardi Studio Legale Salinetti Il diritto privato delleconomia QUORUM Studio Legale Associato Riforma dellart. 18 Statuto dei Lavoratori e licenziamenti; Decreto sviluppo modifiche processuali e fallimentari Studio Legale Avv. Alessandra Cagnazzo Avv. Filippo Preite Ruolo dellAvvocato nella mediazione familiare

Foro Romano

107

Formazione continua

A.S.L.A. Associazione Studi Legali Associati La comunicazione efficace per lo studio professionale: comunicare in studio, comunicare con i clienti Studio Legale Macchi di Cellere Gangemi Le principali novit normative nelle aree del diritto comunitario, del lavoro e dellenergia Studio Legale Maresca Morrico Boccia e Associati Disposizioni in materia di riforma del lavoro: disciplina e risvolti applicativi Mc Dermott Will & Emery Studio Legale Associato Privacy e sicurezza: prevenzione frodi aziendali, controlli e responsabilit; Anatomia di un contratto di acquisizione I; Anatomia di un contratto di acquisizione II; D.L. 22 Giugno 2002 n. 83: lapertura dei mercati obbligazionari alle societ italiane non quotate Avv. Oreste Carracino: richiesta di autorizzazione ad indicare nelle comunicazioni la dicitura: Esperto in diritto del lavoro Tonucci & Partners Delfino Associati Willkie Farr & Gallagher Corsi di formazione professionale 2012 Studio Amministrativisti Avv. Giovanni Valeri Avv. Federico Mannucci 1) La riforma del processo amministrativo (D.Lgs. n. 195/2011 e n.160/2012); 2) La liberalizzazione delle attivit economiche (L. n. 148/11 L. n. 27/12 L. n. 134/12 Studio Legale Associazione Professionale Studio Avv. Antonio Cali I contratti pubblici di servizi; I contratti pubblici di forniture; I contratti pubblici di lavori Studio Legale Astolfo Di Amato e Associati; Studio Legale Enrica Folino; Studio Legale Fabrizio Matteoni; Studio Legale Gianfranco Passaretti Novit legislative anno 2012 (liberalizzazione attivit di impresa; contratto di disponibilit; il c.d. filtro in appello; etc) Studio Legale Lipani & Partners, in persona dellAvv. Damiano Lipani, in collaborazione con lo Studio Legale LabLaw, in persona dellAvv. Nicola Petracca Le recenti riforme legislative in ambito pubblicistico e giuslavoristico Studio Legale Magno Massafra Lunari Corso di forma-

zione sul mobbing responsabilit civili e penali le ultime evoluzioni giurisprudenziali Associazione Professionale Studio Legale e Tributario Anello & Partners Riforma delle professioni; Decreto crescita e altri provvedimenti (profili societari e di diritto finanziario nuovi strumenti di finanziamento alle imprese, S.r.l. semplificate, project bond); Decreto crescita e altri provvedimenti Monti profili fiscali; Decreto crescita e altri provvedimenti Monti: profili processualistici Riforma Appello; Riforma Fornero del diritto del lavoro Principali modifiche al codice di diritto amministrativo; Legge 24.3.12 n. 27 Decreto cresci Italia Rating Legalit; Regimi Fiscali Agevolativi per il Cinema; Reti di Impresa; Tribunale delle Imprese; Novit sugli accordi di ristrutturazione dei debiti; Riforma del Processo in Cassazione; Il principio del pareggio di bilancio consacrato a livello Costituzionale Studio Legale Carbonetti e Associati La nuova disciplina delle reti distributive e di prodotti bancari e finanziari Studio Legale Gallavotti Honorati De Marco & Partners e Studio Legale e Tributario Napolitano Le novit sullappello introdotte dalla legge 134/2012. In particolare, considerazioni in ordine allappello filtrato; La riforma del mercato del lavoro introdotta dalla legge 92/2012; La riforma della legge fallimentare di cui alla L. 134/12. Prima parte: introduzione ed analisi delle modifiche legislative; La riforma della legge fallimentare di cui alla L. 134/12. Seconda parte: la nuova disciplina del concordato preventivo e le finalit conservative della continuit aziendale; Le recenti innovazioni in materia di privacy; Il D.M. 20 luglio 2012, n. 140 contenente le disposizioni regolamentari in tema di liquidazione giudiziale dei compensi degli avvocati; La mediazione tributaria; La tassazione degli immobili e delle attivit finanziarie allestero lIVIE e lIVAFE; Decreto sviluppo: Le misure fiscali di interesse per il settore delle costruzioni Studio Professionale Associato a Baker & Mc Kenzie Spending Review, Decreto Balduzzi e novit in materia di crediti delle aziende farmaceutiche e biomedicali; Studio Martelli & Partners Responsabilit medica: principio indennitario e coassicurazione diretta e indiretta Studio dellAvv. Marco Federici & Partners STP La frode assicurativa reati specifici evoluzione legislativa e giurisprudenziale

108

Foro Romano

Aggiornamento Albo

Alla data dell8 novembre 2012: Avvocati Cassazionisti Totale


di cui Albo ordinario Elenco Speciale Professori 21.810 1.743 280

17.607 6.226 23.833

Praticanti (dal 1/1/2005) Abilitati Totale

3.994 1.931 5.925

Foro Romano

109

Rassegna di Giurisprudenza Deontologica

P.D. N. 7862 Estensore Cons. SCIALLA Partecipare a disordini nei pressi dello stadio in occasione di una partita di calcio e darsi alla fuga, dopo aver effettuato il lancio di bottiglie ed aver colpito, per divincolarsi, un maresciallo dei carabinieri incorrendo nellarresto in flagranza e nella condanna a quattro mesi di reclusione, determina la violazione dellart. 5 del codice deontologico, compromettendo limmagine, la dignit ed il decoro della classe forense. Fattispecie nella quale si provveduto alla irrogazione della sospensione dallesercizio della professione per mesi due. COMMENTO Con riferimento alla vita privata vero che i fatti disciplinarmente rilevanti sono precipuamente quelli che direttamente attengono allesercizio dellattivit professionale, o che, comunque, riguardano comportamenti tenuti nellespletamento della professione, tuttavia anche fatti di per s privati, ma che, per ci che li caratterizza, valgono a connotare negativamente la figura di un iscritto allalbo ed a gettare discredito sullimmagine della categoria professionale, sono da reputare deontologicamente rilevanti e tali quindi da poter essere posti a fondamento di un procedimento disciplinare. Il decoro dellavvocato, infatti, non si realizza esclusivamente nella sua attivit professionale, ma nel complesso delle sue doti morali, nonch del rispetto e nella stima che esse determinano nella pubblica opinione (Consiglio nazionale forense, 4 aprile 2007, n. 36)

DEC. N. 17/2011 P.D. N. 8077 Estensore DI TOSTO Laccusa di essere venuti meno al dovere professionale di diligenza e sollecito adempimento al mandato di cui allart. 38 del Codice Deontologico per non aver presenziato alludienza per la dichiarazione di fallimento, cos come la denuncia ad un avvocato di aver falsamente dichiarato di aver incardinato un giudizio civile di responsabilit professionale, laddove non confermati con le testimonianze nel giudizio disciplinare o supportati da idonea documentazione, non consentono laffermazione di alcuna infrazione disciplinare. COMMENTO Fattispecie nella quale lesponente, nonch le tre persone indicate in qualit di testimoni, non sono mai comparsi alludienza nonostante la ricezione delle notifiche degli atti di citazione testimoni. Si precisa che laddove i fatti esposti non hanno natura documentale e non traggono la conferma necessaria con lespletamento delle prove testimoniali non possono dirsi provati e tali da determinare linsorgere della responsabilit professionale anche a fronte di opposta, e non smentita, produzione documentale difensiva.

DEC. N. 45/2011 PD N. 8217 Estensore CASSIANI Viola lart. 30 del codice deontologico forense lavvocato che omette di corrispondere al procuratore domiciliatario i compensi dovuti per le prestazioni svolte. COMMENTO Fattispecie nella quale stato sanzionato con la censura il comportamento di un avvocato che aveva fornito lincarico di procuratore domiciliatario ad altro collega per curare una causa, fornendogli istruzioni, puntualmente adempiute, senza per provvedere al pagamento, nonostante le numerose richieste. Si segnala in proposito la modifica dellart. 30 operata dal Consiglio Nazionale Forense, con la delibera del 27/1/2006, laddove elimina il vincolo di solidariet passiva in ordine al pagamento del compenso che la precedente norma instaurava tra lavvocato ed il cliente per il pagamento del compenso al professionista scelto dal primo per conto del secondo. La nuova norma introduce, in luogo del vincolo di solidariet, un obbligo di attivarsi perch il cliente si induca ad adempiere. Oggetto di censura deontologica, a differenza che in passato, non pi il mancato pagamento in s, bens il se e la qualit delle iniziative poste in essere dallavvocato per indurre il proprio cliente a far fronte ai suoi obblighi nei confronti del collega. Determina, per, una ipotesi di responsabilit deontologica quella in cui lavvocato stato puntualmente pagato dal proprio cliente e si disinteressato completamente di far ottenere al collega quanto di sua competenza.

P.D. N. 8236 Estensore CONS. SCIALLA Determina la violazione dellart. 6 del Codice Deontologico Forense la condotta di colui il quale, dopo aver concluso una transazione con un collega e corrisposta la somma di euro 1.500,00 omette di corrispondere i restanti euro 2.000,00 malgrado la causa,

110

Foro Romano

Rassegna di Giurisprudenza Deontologica

cos come previsto da detta transazione, fosse stata cancellata dal ruolo per la mancata comparizione delle parti, provvedendo a versare la rimanente somma solo dopo la fissazione del tentativo di conciliazione davanti allOrdine degli Avvocati, senza aver avvisato del ritardo il collega di controparte, non rispondendo alle telefonate e ad una raccomandata dello stesso nella quale si chiedevano i motivi del ritardo. Fattispecie nella quale si comminata la sanzione dellavvertimento. COMMENTO Lart. 6 del codice deontologico forense prescrive che il comportamento dellavvocato deve essere sempre corretto e leale e la correttezza, pertanto, come la buona fede, costituisce un canone etico di comportamento improntato alla solidariet (art. 2 Cost.) che si esprime anche nella lealt (trasparenza) dei modi di operare, cui non pu restare estraneo il processo. Pi precisamente la violazione dei doveri deontologici di lealt e correttezza diverso da quello dei doveri di probit, dignit e decoro che portano allattenzione i comportamenti professionali non strettamente processuali, nonch le condotte estranee alla professione, mentre lealt e correttezza concernono essenzialmente lattivit processuale.

DEC. N. 89/2011 P.D. N. 8250 Estensore CIPOLLONE Viola i doveri di probit, dignit e decoro, di cui allart. 5 e 56 canone 1, del codice deontologico forense, lAvvocato che contratto in locazione un immobile si renda moroso, rilasci quattro assegni di conto corrente postdatati, successivamente andati in protesto in quanto privi di copertura nonch presti garanzia fideiussoria rilasciata da una societ per azioni, successivamente rilevatasi insussistente. COMMENTO Fattispecie nella quale lAvvocato, rimasto debitore di alcune somme per canoni non pagati e di altre per spese di condominio insolute, giustificava linadempienza accampando lesistenza di vizi e difetti che avrebbero inciso sulla possibilit di utilizzare pienamente limmobile mentre, in realt, gli stessi erano inesistenti. La condotta posta in essere dallincolpata deontologicamente inaccettabile e contraria a quella che deve ispirare il professionista forense nel rispetto dellosservanza dei doveri di probit, dignit e decoro, come espressamente previsto dallart. 5 del codice Deontologico Forense. Le giustificazioni addotte dalla stessa, circa presunte inadempienze contrattuali (mancanza di allaccio al gas, rumori stradali, ecc) non sono stati provati in alcun modo ed appaiono quindi inattendibili tentativi di giustificare una condotta assolutamente riprovevole. Anche nei rapporti con i terzi lavvocato deve ispirarsi alla correttezza e nella sua vita privata deve comportarsi in modo tale da non far venire meno la fiducia che i terzi devono avere sulla sua capacit di adempiere i doveri professionali e le obbligazioni economiche.

P.D. N. 8281 Estensore Minghelli DEC N. 12/2012 Il mancato avviso al difensore di ufficio della propria nomina a difensore di fiducia, determina la violazione dellart. 23 del codice Deontologico Forense. COMMENTO Fattispecie nella quale stato sanzionato con lavvertimento il difensore di fiducia che si presentato, mediante sostituta, la mattina delludienza in Corte di Appello, senza aver preavvisato il difensore di ufficio che aveva assistito limputato in primo grado, redatto i motivi di appello e si era presentato la mattina in udienza per la discussione. Nel canone III il rapporto tra obbligo di colleganza e dovere di difesa trova modo di esplicarsi nellaffermazione dellesistenza di un dovere del difensore che riceve lincarico di fiducia, di comunicare tempestivamente e con mezzi idonei al collega gi nominato di ufficio il mandato ricevuto. Inoltre lultima parte del canone risulta riformulata nel 2006 ed in essa si introduce il richiamo al dovere del difensore di fiducia di raccomandare al proprio cliente di corrispondere lonorario al precedente difensore di ufficio per lattivit espletata. La novit solo apparente perch il comportamento doveva anche prima ritenersi esigibile come espressione del generico dovere di colleganza che impone un atteggiamento di correttezza.

Foro Romano

111