Sei sulla pagina 1di 1

12

MARTED 22 GENNAIO 2013

cronaca

SAN DONACI - E unassociazione animalista spiega in cinque punti che Serio sta sbagliando

Tommy cane di quartiere?


Il sindaco lo vuole.Eun atto illecito dice il legale di Sebastian Mapelli
di MARIATERESA LANZILLOTTI S AN DONACI Tommy diventato un cane di quartiere, parola di Serio. Atto illecito replica il legale di Sebastian Mapelli, unico erede della donna, Maria Lochi, che ha accudito Tommy per oltre quattro anni. Ma non solo, il primo cittadino aggiunge: E stato legittimamente affidato a un nostro concittadino. Peccato che nel caso dei cani collettivi la legge disciplini che lunico affidatario sia il Comune. Se fino a ieri si parlava di scontro, oggi arrivato il momento di parlare di guerra vera e propria. Oggetto del contendere: Tommy, un cane di tredici anni, un cane anziano. Prima abbandonato e disconosciuto. Poi ignorato da tutti per anni spiega Sebastian Mapelli dato che a prendersi cura di lui c sempre stata solo mia madre. Ora improvvisamente diventato il cane pi amato di San Donaci. Ci sarebbe da indagare anche sul senso di questo amore. Verrebbe da chiedersi quale forma di amore preveda che loggetto del proprio affetto viva per strada. Che venga nascosto quando, chi ne vorrebbe il bene, ossia ladozione, si muove per portarlo in un posto sicuro, venga impossibilitato a prendere il cane. E bastato che i media venissero a conoscenza della storia di Tommy, che le luci della ribalta si accendessero su San Donaci, perch da vita triste, ma tranquilla, quella di Tommy si trasformasse in un inferno. Sebastian Mapelli vuole regalare una vecchiaia serena al cane che dopo labbandono subito dal legittimo proprietario, fu di sua madre. Il cane che con sua della polizia municipale aggiunge Sebastian Mapelli. Ma la situazione arriva al tracollo solo ieri. A titolo personale, informo che il cane Tommy, da oggi, cane di quartiere del Comune di San Donaci ed stato legittimamente affidato a un nostro concittadino scrive il sindaco Domenico Serio su Facebook. Peccato che rendere Tommy un cane di quartiere dalla sera alla mattina, sia un atto illecito spiega lavvocato Missere. Il figlio di Maria Lochi, la donna che salv Tommy dopo labbandono e per deduzione logica, oggi unico proprietario del cane, va su tutte le furie: Ora guerra. Ormai inevitabile, sar il Tribunale a decidere sottolinea Sebastian Mapelli. Lassociazione animalista I sopravvissuti si prepara allo scontro frontale con il primo cittadino. Antonella Solomita, presidente del gruppo dichiara: Mi oppongo. Primo, perch il sindaco Serio non ha interpellato un educatore cinofilo per verificare cosa fosse meglio per la salute psichica del cane? E cos che si fa quando si iniziano le pratiche per far diventare un cane, cane di quartiere. Perch la materia disciplinata dalla legge. Non si pu fare il buono e cattivo tempo a proprio piacimento. Secondo, il cane collettivo va castrato. E non mi risulta che Tommy sia stato operato. Terzo, il cane di quartiere deve essere microchippato e intestato al Comune. Che ne stato della persona che anni addietro microchipp Tommy e poi lo abbandon, lex proprietario stato denunciato per abbandono? Quarto, - continua lanimalista Tommy un cane anziano cresciuto in casa, per il suo bene, deve essere adottato. Quinto, il cane collettivo non pu esser affidato a nessuno. Lunico affidatario il Comune. C solo un tutore responsabile. Tommy, abbandonato, amato da Mari Lochi, poi strumentalizzato, dicono Mapelli e Solomita. E queste sono solo le prime battute della guerra per Tommy.

Tommy. Nel riquadro, Sebastian Mapelli. Sotto, un post su Facebook del sindaco madre ha co n di v i so buona p a r t e della sua vita, fino a quando poi Maria Lochi prematuramente scomparsa. Sebastian Mapelli, erede di ci che fu della madre, quindi anche dei suoi cani, vuole che Tommy venga strappato alla strada e, tramite lassociazione animalista I sopravvissuti, assicurato alle cure di una vera famiglia. Ma no, questo impossibile. Chi a San Donaci dice di amare cos tanto il cane, si oppone. Sabato, Mapelli si muove per le vie legali. Fa pervenire al comandante della polizia municipale un documento con il quale pretende che il cane venga affidato a una persona di sua fiducia. Domenica, i volontari animalisti e il legale di parte, Raffaele Missere, si recano a San Donaci con tanto di pratica legale, tentano di prendere Tommy, ma niente. Il recupero stato impossibile perch la gente ci stata aizzata contro spiega lavvocato, perch resosi conto che Tommy stava per essere portato via, lo hanno sequestrato nel comando