Sei sulla pagina 1di 1

san donaci

MERCOLED 23 GENNAIO 2013

15

Il figlio di Maria Lochi,che accudiva lastar inconsapevole,vuole che venga adottato da una famiglia

CHE FINE HA FATTO TOMMY?


Ora una persona di fiducia dice di tenere il cane di 13 anni con s
di MARIATERESA LANZILLOTTI SAN DONACI Si spacca il fronte dei compaesani di Tommy. Prima il sindaco annuncia che ormai lui diventato un cane di quartiere e che stato affidato a una persona di fiducia, che di per s gi un controsenso. Poi spunta fuori il presunto affidatario che dice di averlo adottato. Cosa ne sia stato di Tommy non ben chiaro. Ma di certo Sebastian Mapelli non rinuncia allidea di regarargli una vera casa e si muove per le vie legali. La fama, o quella che viene identificata come tale, la sete della gloria, anche se vana, anche se evanescente, che dura solo un istante. Quellattimo in cui per una volta nella propria vita si ha lopportunit di stare davanti a una telecamera e salutare i propri amici a casa fa gola a molti. E una volta assaggiato il nettare della notoriet fine a se stessa, in molti non vogliono pi rinunciarvi. E allora ci si aggrappano con le unghie e con i denti, passando sopra a tutto e tutti. Sembra che sia proprio questo ci che sta accadendo intorno a Tommy. E lui la star e chiunque vuole godere dello splendore della sua strada come un randagio, perch quello il Tommy che sua madre amava, perch il cane a San Donaci solo stato strumentalizzato dice lui. Ma ai volontari che vogliono portare Tommy in un posto sicuro viene impedito di prendere il cane, che viene nascosto. San Donaci le prova tutte per tenersi Tommy e lasciarlo per strada. Il primo cittadino luned esordisce dicendo che Tommy diventato cane di quartiere e che, in forte contraddizione con lo stesso concetto di cane collettivo, stato affidato a una persona di fiducia. Peccato che al pi il cane di quartiere ha un tutore respondabile. Poi ieri spunta dal nulla quella persona di fiducia e dice di avere adottato Tommy, di tenerlo con s da ormai due giorni, che lui vuole uscire di casa, ma che gli reso impossibile andare fuori per evitare che vada via. Non possibile capire cosa ne sia stato di Tommy. Che senso abbia tutto questo accanimento su un animale di 13 anni che si meriterebbe di vivere la vecchiaia in una famiglia che lo ami, in un ambiente sereno. Ed per questo che Sebastian Mapelli lotter fino alla fine, non si arrender mai. Perch Tommy, il suo cane, deve essere adottato. Deve essere protetto, non usato spiega luomo. La guerra per Tommy viaggia per diffide e deleghe a legali di parte. E la vera svolta giunger proprio oggi.

Tommy. A sinistra, la chiesa di Santa Maria a San Donaci Ma se Tommy andasse via dalle strade di San Donaci per essere adottato. Magari da una famiglia che impedisca che il cane venga ancora esposto alle manate di chiunque e alle telecamere. Magari Tommy starebbe meglio. Ma questo non possibile, non deve avvenire, altrimenti che ne sarebbe della notoriet tanto effimera quanto facile. Il figlio di Maria Lochi, lunica persona che si sia mai presa cura del cane, Sebastian Mapelli vuole che Tommy venga adottato perch ritiene ingiusto che a 13 anni, il cane rimanga per

luce riflessa. La gente, dal contadino, al personaggio pubblico, vuole un pezzettino della sua fama.