Sei sulla pagina 1di 1

10

GIOVED 17 GENNAIO 2013

una storia speciale

Maria Lochi non c pi da novembre.I primi ad aiutarlo sono stati Ebe e Patrizia Quaranta e Cristian Faggiano

Tre brindisini hanno allestito una cuccia tutta per Tommy


Il cane che attende in chiesa la sua padrona morta ha commosso tutti
di MARIATERESA LANZILLOTTI SAN DONACI Una cuccia per Tommy. Apprendendo la storia del cagnetto e della sua salvatrice, Maria Lochi, si sono tutti commossi. Chi pi, chi meno, tutti hanno fatto a gara per esprimere parole damore nei confronti del randagio. Ma i primi a muoversi per il bene di Tommy sono brindisini: Patrizia Quaranta e Cristian Faggiano, che hanno allestito una cuccia per il cane. La storia di Tommy, il cane accudito da una donna speciale, Maria Lochi, che ha immolato la propria esistenza sullaltare della tutela degli animali, ormai ha fatto il giro del mondo. Ora tutti sanno chi era Maria Lochi: un angelo. Una donna che ha sempre diviso tutto quel che aveva con i randagi. Una donna che non si mai tirata indietro quando cera da raccogliere dalla strada un cane in difficolt e farsi in quattro per salvarlo. Una persona che da sola per anni, per la sua intera vita, ha fatto il suo meglio per rimediare ai crimini altrui: labbandono e il maltrattamento degli animali. E come a c c a d e quando una persona del calibro di Maria Lochi viene a mancare, quando la sandonacese scomparsa, la sua assenza ha lasciato un vuoto incolmabile. Maria Lochi se ne andata a soli 57 anni. Dal 26 novembre, il giorno dei suoi funerali, i cani di Maria sono rimasti soli. I suoi randagi sono convinti che un giorno lei torner a prenderli. Tommy, uno dei cagnetti che era pi legato alla signora Maria, aspetta ancora che lei torni da lui. Tommy ha seguito i funerali della sua salvatrice, rimanendo affianco al suo feretro fino San Donaci, Tommy ancora l, non si muove. Lascia il luogo sacro solo sporadicamente. E si allontana solo per andare a sdraiarsi sulla tomba di Maria Lochi. Poi torna in chiesa. La storia di Tommy e della sua salvatrice ha commosso tutti e tutti si sono detti pronti a prodigarsi per trovare una casa al piccoletto. Messaggi damore nei confronti del randagio sono arrivati prima dalla gente della provincia di Brindisi, poi da tutta lItalia, poi persino dal resto del mondo. Tutti quelli che hanno letto del suo travaglio si sono detti pronti a regalargli una vita dignitosa. Ma di fatto, il cagnetto di Maria ancora per strada. Per il momento, nessuno ha fatto qualcosa di realmente utile per Tommy, solo parole. Gli unici, i primi ad essersi messi in gioco per salvare il cagnolone, a non aver esitato ad attingere ai propri risparmi per aiutare il dolce Tommy sono brindisini. O per meglio dire, unintera famiglia di Brindisi. Ebe Quaranta ha acquistato una grande cuccia per il piccoletto e la sorella Patrizia e il cognato Cristian Faggiano si sono messi in auto e lhanno portata a San Donaci. Ma daltronde cera da aspettarselo. Le sorelle Quaranta e relativi coniugi, come Maria Lochi, hanno dedicato tutta la propria vita agli animali. Ieri mattina Patrizia e Cristian sono andati da Tommy. Non potevamo rimanere con le mani in mano racconta Patrizia Quaranta e Cristian Faggiano - sapendo che il cagnolone ancora per strada. Tommy ha bisogno di unadozione. Tutti hanno pianto sapendo di lui e di Maria Lochi, ma nessuno si mosso per toglierlo dalla strada. Ieri ha piovuto, e Tommy era solo, senza nemmeno una cuccia. Almeno noi dovevamo aiutarlo. Anche se bisogna dire che noi siamo solo le braccia delloperazione una cuccia per Tommy, la vera beneficenza lha fatta Ebe che ha comprato la cuccia. Ora sottolineano i coniugi - la speranza che seguendo il nostro esempio qualcun altro si mobiliti per trovargli una casa.

Patrizia Quaranta e la cuccia per Tommy. A sinistra, il sandonacese Giampiero con il cane

allultimo. Poi lha seguita sino al cimitero.

E tornato nella chiese di San Donaci, alla Santa Maria Assunta. Si seduto l dove fino a pochi minuti prima

riposava la sua Maria e di l non si pi mosso. A quasi due mesi dalla scomparsa dellangelo dei cani di