Sei sulla pagina 1di 6

Tumori maligni del testicolo

Epidemiologia
• Incidenza compresa fra 2 e 9 casi per 100.000
maschi
• 1-3% di tutte le neoplasie maschili
• Picco di massima incidenza: 20-40 anni
• Importanza sociale riferita all’età
• In Danimarca + 260% dal 1947 al 1980
• Fattori di rischio: ambiente, criptorchidismo,
ernia, atrofia testicolare, epididimite, infertilità
Tumori maligni del testicolo: storia naturale

• Esordio con tumefazione testicolare non dolente.


• Dolore lombare se adenopatie lombo-aortiche.
• Segni sistemici se metastasi diffuse
• Diffusione:
– Per contiguità
– Per via linfatica (catene lombo-aortiche alte),
linfonodi iliaci (da epididimo), linfonodi inguinali
(da infiltrazione cutanea)
– Ematogena (polmone, poi fegato, scheletro,
encefalo)
Tumori maligni del testicolo: classificazione

• Stadio I: t. limitato al testicolo


• Stadio II
– IIA: metastasi retroperitoneali < 10 cm
– IIB: metastasi retroperitoneali > 10 cm
• Stadio III
– IIIA: metastasi linfatiche sopradiaframmatiche
– IIIB: metastasi ematogene, estensione locale o
metastasi linfatiche “atipiche”
Tumori maligni del testicolo: istologia
• T. primitivi germinali
– Seminoma
– Carcinoma embrionario
– Teratoma
– Corioncarcinoma
– T. del seno entodermico
• T. primitivi non germinali
• T. secondari
Tumori maligni del testicolo: terapia
• Seminoma:
– Chirurgia
– Radioterapia
– Chemioterapia
• T. non seminomatosi:
– Chirurgia estesa
– Chemioterapia
– Radioterapia palliativa o di recupero