Sei sulla pagina 1di 2

.

L'aeroporto internazionale del Kansai nella baia di Osaka ( Giappone) il primo aeroporto del mondo costruito sul mare aperto. Questo spettacolare aeroporto ultimato nel 1994 dotato di un'avveniristica aerostazione in vetro e acciaio ed situato su un'isola completamente artificiale. Con i suoi 1700 metri, l'edificio dell'aerostazione risulta essere una delle pi lunghe costruzioni al mondo. Per realizzare l'isola e il suo aeroporto gli ingegneri hanno fatto ricorso alle tecnologie pi avanzate.

Un aeroporto in mare aperto

Perch mai progettare un aeroporto in mezzo al mare? Una delle ragioni che sta diventando sempre pi problematico trovare vicino alla citt, lo spazio necessario per un grande aeroporto; un altro obiettivo la riduzione dell'inquinamento acustico. Il nuovo aeroporto del Kansai situato a 5 chilometri dalla costa di Honshuy, l'isola pi grande tra quelle che compongono il Giappone e perci pu rimanere aperto 24 ore al giorno senza procurare alcun disturbo alla popolazione.

Un'isola totalmente artificiale

Una volta discussa l'idea della creazione di una nuova isola, gli ingegneri cominciarono a fare dei progetti sul modo di migliorare per costruire un'isola di quasi 4 chilometri di lunghezza e 1250 metri di larghezza. Dapprima fu presa in considerazione l'eventualit di realizzare un'isola galleggiante, ma i costi sarebbero stati eccessivi e la struttura sarebbe risultata meno stabile. L'esecuzione del progetto approvato richiese cinque anni.

Il progetto vincente

Per la progettazione dell'aeroporto fu bandito un concorso internazionale ed il vincitore risult Renzo Piano. I lavori di costruzione dell'aeroporto ebbero inizio ancor prima che l'isola fosse ultimata. Piano decise di realizzare un'aerostazione lunga 1700 metri, all'interno della quale i passeggeri potessero spostarsi agevolmente da un capo all'altro, dall'ingresso sino al loro aereo. Il corpo centrale costituito da un edificio a quattro piani dall'enorme copertura curva, concepita espressamente per ricordare l'ala di un aereo. Le 900 colonne che sostengono la struttura sono costantemente monitorate da computer, in grado di modificarne leggermente l'altezza. Questa caratteristica di fondamentale importanza, dato che, oltre che sorgere in una zona sismica, l'isola ancora in fase di assestamento e per alcuni anni continuer a sprofondare un pochino.

La rete dei trasporti

L'isola aeroporto collegata alla terraferma per mezzo di un lungo ponte costruito su due livelli; quello inferiore per la ferrovia e quello superiore per gli automezzi. Pur disponendo di una sola pista, l'aeroporto del Kansai potr gestire un traffico aereo di 160.000 voli e 25 milioni di passeggeri all'anno.