Sei sulla pagina 1di 116
Radio Elettronica N. 2 - FEBBRAIO 1977 - L. 800 ayes Le) a TORE | fice Fantastico!!! (CE) Microtest Mod. 80 | VERAMENTE Brovettato - Sensibilité 20.000 ohms / volt RIVOLUZIONARIO! Il tester pla piatto, pla piccolo e pli: leggero del mondo! (€0x70x18 mm, solo 120 grammi) con la pla ampla scala (mm. 80) i rgetao dl regoasions commutator! rotanit ‘Assenza Regolazione lettronica Alta precisione: 2% ia in 2 che ino 8 CAMPI DI MISURA E 40 PORTATE!!! VOLT 6.0.2 6 portale: 100 mV. - 2 V.~ 10 V. - 50 ¥. - 200 V.-- yo00'v.= * "(ao k G/y) VOLT CA: 5 portale: 1.5 V.~10 V.~50 V.~ 250 V, - 1000 V. = @Ran AMP, ©. 50,UA,- $00 UA 8 mA 80 mA = 00 AMP. CA B50 UA = 25 mk - 25 mA ~ 250 mA = OHM: 4 porlate: Low 2x1 x10 - Nx 100 (eat Pino a 5 Moga 2) H5 V,-10'V. = 50'V. = 260 V. «1000 V, V. UscITA: 5 po DECIBEL: | S.porlate: +6 d8- +22 08 - +3648 - +40 48 ar CAPACITAY 4 portate: 25 uF = 280 uF - 2800 uF - 25.000 uF eeporabile, Scatiurione dl qualsias! componente, m Hesiatonze 1. siraio motalico eo. @ fie dl mang (oa jt @ Protez bile {montato st! Holder Brevettato| per proteggere le Basse porate’ ohmmelriche Ugo normata, dl vo ennl. Mi Mleratest mod. 8016-6. 8 costruito.& sesioni tor i comporenta che si fasse accigentalmente.gussiato «ene pub. e898 Mandala at isvctione dettagisissimo comprengente anche una « Guide pr perare Ga el Prezza' nota Lire 12.800 franco nostea, st tall pila e manusle oi sstrurione. m VAR ome por Tester LCE 6806-6 660 580 T miglor! rvenditon. in caso di guastl accl- mento, completo di: astuccio In résinpelle speciale, reeistonte a qualslas! strappo 0 laverazione, pur izatore 8 completamente Indipenderte dal proprio sstuccio. A richiesta diect accessor! supplementeri LCE. @ accompagnato_ dal proprio certiicalo Brevettato - Sensibilita 20.000 ohms / volt - Precisione 2 °/o Supertester 680 G etn eae ea 40 CAMPI DI MISURA E 48 PORTATE VOLTS c.c.: 7 porate: 700 mV. - 2 V.- 10 V. - 50 V, ~ 200 Ve = 300 Ve 1000 V. 20 A/V) VOLTS CA: 6 portale: 2 V. - 10 V.- 59 V. 250 V. - 1000, @ 2506 volte (# k 2) AMP, €.6.: 6 portale: 50 uA 500 WA ~5 mA ~50 mA 500 mA @ Pace, IP. C.A: & portate: 250 wA - 25 mA - 25 mA- 250 mA 025 om Pomates Am CA, O10 - Ox1 - Ox10 Bix too. E1009 - x" 100c0 (per tote eda decima &1 Ohm ing a 100 Me ‘20mm Rivolatore a REATTANZA: 1 portata: ca 0 © 10 Megachms. CAPACITA': 5 portate: da,0 2 5000 © da 0 2 500000 oF - da 0 3°20; da'0 200 do 0.9 2000 Wherotarad FREQUENZA:2 portale: 0 +. 500 e 0 = S000 Hz V. USCITA: 5 portale: 10 v.- 50 V. - 250 ¥.- 1000 V. & 200 V. S portale: ca — 10 o8 9 +70 a8. DECIBELS: Uno studio tecnica approfendito ea une trentonnale ‘stato l Tester pil vondulo In Europa, nel madello 680 G che presenta le seguent! igo ingombree exo ancy iia fm, fsx Bx 2 gran 280) ut proertando um Guarana ancora, moll ample (10 mm.) Fun bile ai proterione a flo ripristinabe (montato su Holder brevettato) per proleggere le basse porlale chmmelriche. ™ Assemblaggio dl ttt Componéal ategulto su clrouita stampato Hbaltabile 0 complotamonto ssportable senze aleuna cisseldalura per wha eventuale feclissims. so Stiukione di ognt patiicolere, w Gostruto « sezioni intercamblabil per una feel ed economia sostituzione di mponente che veniese ‘dentalmente. quastato ® cha po see ‘atrurione deta Comprendente. anche una «Guida per riparare da’ soll Supe BO ato fn suaccannate migiorie, ha, come per it vacehio modelia E80 €, te sequent caraterstiche: Stumonto. a nucleo magnetico aniure i. cane! agnes)extorn, con scale 2 speceho. m Resitense 8 ato metalico ed fla.ai mange c 3a ‘Stabitt'g di atasima provisione (08 sl) m Protezione statica dello svumento contro | sovraccarieni anche mile volte superior ala su poral = mente Indipendenta éal proprio astucclo, m Abbinabile ai dadiel accessori supplementari_come’ per Il Supertester HOA © GRE. ‘Assenaa sssoluta dl commutator! rotant! e quindl eliminazione i Quast! meccanici © di contatl Imperet Prezzo L. 16.900 tranco ns/ stablimento, completo di: astuccio in esinpelle speciale, resistento a qualsias! strappo o lacerazione, puntall plnze A eoceodrila, pila © manualo o iettuzione. w Cale frie. M Og Tester 1G.£, e accompagnato dal proprio certicata di collaudo ® garanas CaN STRUMENTOT.G-N ROARANTITO. | Gp pe VIA RUT HELA: RICHIEDERE CaTaLoGHi GRaTurTi AL © EE. 20a: mivano - ret. 531.884/5/6 ttore MARIO. MAGRONE Redazione FRANCO TAGLIABUE Impaginazione GIUs|_MAURI Segretaria di redazione ‘ANNA D'ONOFRIO Covyriaht by ETL - Etas Perioici {gel Tempo libero ‘anti di Modrone 38, Milano, Tel. 709741 e 792710. Telex 37342 Kompass. Conto ‘corrente postale n. 3/43137 intestato ETL, Etas Periodici del Tempo libero $.p.8. Milano. Una copia di Radioelettronica costa lire 800. i lire 1.000. Abbonamento 12 12 8.800 (estero lire 13,000) Stampa: Ani Gratiche Belloni SpA Pacinotti, 16 - Verona Tel $0s605"Seictlone sole fotalite in nero - Tipi @ veline ‘Arti Gratiche Bellomi Sp.A.-Verona. Diffusione: lll Fabbri Editori S.p.A. Via Mecenate, 91, tel, 5095, Milano. Distribuzione’ per Iltalia: A. & G. Marco s.a.s. via Fortezza 27, tel, 2526, Milano. Pubblicita: Publikompass Sp.A. Settore Periodic’ 20'22 Milano ~ via Visconti di Modrone 38 tel. 78.37.41 20123 Milano » Via Gaetano Negri 8/10 tel, 85.96, Filial: 10126 Torino 80 M. d’Azeglio 60 tel, 65.89.65 {6121 Gonova - via E. Vernazza 23 tel, 59.25.60 40125 Bologna - via lzzoll 38 tel. 22.86.26. 22.67 28. 39100 Bolzano ~ via Portici 30/a tel, 23.325 - 26.230, (00184 Roma - via Quattro Fontane 16 tel. 47.55.904 - 47.55.947, 38100 Trento - pza Mi, Pasi 18 tel. 85.000, 39012 Merano ~ €.s0 Libert® 29 tel. 30.315, 39042 Bressanone -.via Bastioni 2 tel. 23.335. 38068 Rovereto - ¢:s0 Rosmini 53/b tel. 32.499 28100 Novara - ¢.s0 della Vittoria 2 tel. 29.981. - 32.381. 17100 Savona via Astengo 1/1 tel, 36.219-38.64.95. 6038S. Remo - via Gioberti 47 tel, 83.356. 18100 Imperia - via Mattaott 16 tel, 78.841 45100 Mantova - ¢.s0 V. Emanuele 3 tel. 24.495, 34132 Trieste paza Unita d'ltalia 7 tel. 34.931 35100 Udine - via della Prefettura & tel, 203924, 34170 Gorizia - ‘corso Italia 99 tel. B7 468. Radio Elettronica & una pubblicazione registrata presso il Tribunale di Milano con in. 112/72 det giorno 24472. Direttore responsabile: Mario Magrone. Pubblict al 70%. Tutti | Manoscritti, disogni, fotografie ‘anche se non pubblicati ‘non si restituiscono. Periodica Tatiana N. 2 - FEBBRAIO 1977 Radio Elettronica 32 Il dado elettronico 40 ixuto a prova di ladro 8B Ai suono degli elottroni, Orbiter 2000 62 indicator digitale per alimentatore 6G vis segnate net ricevitore 72. Fororriae tuttofare 78 onda quadra in laboratorio 85 In viaggio con la « bianca nave » RUBRICHE: 93, Novita; Indice degli inserzionisti 95, Lettere; 101, Piccoli annunci ace 010.101 ce 2 coperting 243 ist 0 a ISTITUTO MARCONI 2 tew CASSINELL ul ‘Mancucct cet 103 misetco ie 4 copertina “13 MOSTAA’ BRESCIA DE canouis % NATIONAL EARTH ITALIANA 2096 Nino ECO. ‘e SAET ELETTROMECCANICA RICCI ie SCUOLA RADIO ELETTRA ELETTRONICA’CORNO. an SUPERPILA EM. 7 VeccHIETT! FRANCHI 108 viet ac. sa100-110 WitsiKtT ‘GUERRINI 2 ZETA’ ELETTRONICA UN LIBRO ECCEZ| IN REGALO A CHI SI ABBONA A MUSICA ELETTRONICA kn > 3 “ovesownu “Bueyor 01109 |1 0 oul{a}IeD [1 BYiod WOU 9s YPYEA g uOU BINAIITI TT i) 3 a Hi sme ig | | , Ee iileill | £35 3 EIN PIU’. ‘iH ‘ao zs 5 Eso @ LATESSERA bs Bee SCONTO sei il o GBS Eo; ge3)) 0s 2eH Discount Card: E 8 < BSR sconti interessanti ° i? 3 per i Vostri acquisti =-----~----~-------------- : , . y og $ a 2 = in tutt'ltalia. = &5 ' Ss @ CONSULENZA 8 og 8 TECNICA a gk ' 7 ae 3 Per ogni domanda S a8 3 tecnica una risposta a l ne 2 . rn | 3 g privata in diretta a 1 |i 12 : casa. 5 A Ce 9 . 2? We z 2 3 @ SERVIZIO B Sur seg et SCHEMI TV oO eililii fey 3 a | ss g 4 ao F og | “8 5 7 Tutti gli schemi degli mo) g £ a x apparecchi TV a di- Aa igf) i) 3 8 “aN a sposizione a* sempli- Oo: $ 1g ce richiesta. BN sili. o 8 Js S iii 2 &§ 7A me Soe i]s = 8 3 | ee 3 ec Solo L. 8.800 --- — ee = Z (estero L. 13.000) || ° faq Bog gs | 5 SE Si i psi 2 es |: i { 8. = | 22 : PER RICEVERE SUBITO A CASA gis Eso RADIOELETTRONICA CON IL oS a Ose LIBRO DONO, GODENDO IM- Og g ees | MEDIATAMENTE DI TUTTI I 38 mgs VANTAGGI_ SOPRAELENCATI, es S g 4 s DEVI ABBONARTI MAGARIUTI- $F Fe. is 228 LIZZANDO IL BOLLETTINO DI $8 8 3 3 Sask VERSAMENTO RIPRODOTTO Eo § ® Sas QUI A LATO. n = 8 Se 3 yuDUleSI9A [ap a[esnED | OBI91 © azeDIpUl IL MODO L'ABBONAMENTO. ai SEMPLICE 3 RAPIDO aati FARE pied opus OUulSVLSOd | Ine ‘ess0) ep ayuese ajmsod 9/9 uj ojuamesio4 yop wnAadH Fy CeCe “megsod jyu2ws09 jyu09 rap pilf 2p mod vp auorrozzsojnp vyseud ‘opuawessen 1p e102 orsdosd Jad syvdwoys 1p poof vy vysquess02 11 seunsop ‘ouossod ap ano © pads ouos j9440> (9p OZ2UIPUI,|[P !UOIZEDyUNIUOD 1491q 939A1198 esi9n 1 “ojuauue 2 19p 0819) ¥ 10g 1SsauME OUOS ON ayeisod on j91109 19p 9]es0U38 02 Bd (edueys & 1s -soxduiy oueys jn uou ey8 wiojenb aquarsots oyuo> jap 2u01z8)s9n | 9 osu fonsoryouy uod gyoind foveal WO FUNDS worseaqe ‘21m 29 ye das 1 ufo uy ooiiqgnd jap suorzisodsip & “ua{gl BINsuo> 15 9/5 1p O19UINE Jap suo! mp ¥ onuap Wd ozzou 1 2 aZNa 5 FS & A = = Pee ——— rrr onpasa py suoprosado ayuasoud vy odog. “auoszosedo 9p 10> pu02 Jap 0 VOINOWLLATd O1GVa ojwaueuoqqe oAouULY C) ojaureuogqe oAonN 5) forsee 9p a}osne> of 49d ofzads ANCHE QUEST’ANNO IN REGALO A TUTTI GLI ABBONATI LA CARTA DI SCONTO DISCOUNT CARD 1977. NEI NEGOZI CONVENZIONATI, I PRODOTTI ED I PREZZI MIGLIORI PER I NOSTRI LETTORI. Ancona Flettronica Professionale, Via XXIV Settembre, 14. Avellino De Nisco Luigi, Via C-Del Balzo,103 Bagnoto in Piano (Reggio Emilia) CTE, via Valli, 16. Bologna Vecchietti, Via Battistelli, 6/C. Bolzano START « T» di Europa, 28, ‘Campobasso Maglione Antonio, Piazza V. Ema nuele, 13 (Grattacielo) Catania Casa mia, Corso Itali Trovato L., Piazza M. Angotti Franco, Via Nicola Serra, 56/60. Frosinone Piedimonte di San Germano Bianchi, Via G. Mameli, 6 Angelo Valer, Viale 162 uonarrati, 14 Elettron Genova ELI, Bletr. Ligure, Via Odero, 30. Giarre (Catania) CARE, Viale Liberti, 138/140. Gorizia RITE. di Cabrini, Via Trieste, 10 Gravina (Bari) Strumenti e musica Iglesias (Cagliari) Floris Raimondo, 22/24 Piazza Buozzi, 25, Via Don Minzoni, Milano AZ.., Via Varesina, 205 Buscemi, Corso Magenta, 27 CAAR ironica, Vie Dupré, 5 Franchi c, Via Padova, 72 Lanzoni, Via Comelico, 10 Mareucei, Via Bronzetti, 37 Modena Bianchini, Via De Bono Via S. Martino, 39 Piccolo 23/2) Padova Vanotti, Via Roma, 49 Piazze, 34 Palermo MMP. Corleo, 6 Pescara Testa, Via Milano, 12/14/16 Potenza Pergola, Via Pretoria, 296/298 Priolo (Siracusa) Elettronica Maccarone, Via Rossini 6 Antonio, Vie PS. Mancini Viale delle Electronics, Via Simone Roma Elettronica Biscossi, Via Ostiense, 166 Musicarte, Via F. Massimo, 55/57 Radio Argentina, Via Torre Argen tina, 47 Santa Giusta (Cagliari) Mulas Antonio, Via Giovanni XX1IT Settimo Torinese (Torino) Aggio Umberto, Via Aragno, 1 Piazza S. Pietro 9 Siena Bianchi Enzo, Via Montanini, 105 Taranto RATVEL, Via Mazzini, 136 Dante, 241 - Via Elettronica Piepoli, Via Oberdan, 128 - Via Temenide, 34/C Torino Pinto G., Via S. Domenico, 44 Morana “Ottavio, Via Villar Foe: chiardo, Trento START «T» di Angelo Valer, Via Tommaso Garr Treviso Radiomeneghel, 1V_ Novembre, 1214 Varese Miglierina, Via Donizetti, 2 la tua energia Superpila é la tua energia Pile corazzate uso universale, pile alcalino-manganese, accumulatori ermetici ricaricabili al nichel cadmio. Rigorosi criteri di ricerca scientifica, profonda esperienza e severa specializzazione, fanno di Superpila l'energia pil sicura per tutti i tuoi apparecchi, anche i pili sofisticati e preziosi Superpila é la pil venduta in Italia. Puoi trovarla sempre la dove ne hai bisogno. SUPERPILA la potente che dura nel tempo. Traslormator! al allmentazione (soto secondarte) 05 W0807509052016024 1 1.000 2Wososorsoeoioieos vb 1300 Swosceorscsorotsomy = L170 SWosuso7scso20eomy L 2e0 WWosceorsosoiowomy LC ase Wosceorsosororomy C3320 Bwoscearsooczoeomy C3260 Dwosceorsoeaizoreov L soa0 oo W 08082036058 V {630 100 W 0e0,12-024-096-041-050 V L ram 150 W O60 120240 95-081-080 Y C sb0a0 250 W 060120 240.9604-0 50 V L raseo 400 W 060120.249.960.41.0 500 600 700.80 'V 1. 97.200 500 W 060120240960.41-050060070000'0 20: 1 kw 9.9000.4000.500-0800 v UC Sa2s0 2 Kw 0 300. «00.0 500.0600 V £2000 4 Kew 0.9000 400-0 800.0600 V 50.400 ‘rasformator! dl alimentazione serie & {1 secondario's prota. central) 15 W 50560675075909-12012180.1628024 25 W 505-6067,507,8909-120.12160 16-2024 Lae 40 W 905-6087507,5009-12012-1801824028 act 60 W 906-12032.24024-6 098 {6200 100 W 80.5 12012 24024060 36-43 041-50080 7920 180 W 6.0642.012.240.2496.050-41 041-5005 10.000 applicazioni elettroniche trasformatori 25080 botticino mattina (brescia) via molinetto 20 a 030 / 2691426 Con pagamento in contrassegno le spedizioni verrano gravate di: LL 700 per pacchi fino a 1 Kg L850 per pacchi fino a 3 Kg LL 1000 per pacchi fino a 5 Kg L. 4600 per pacchi fino a 10 Kg {2000 per pacchi fino a 15 Kg LC 2400 per pacchi fino a 20 Kg Ai citati_costi verano aggiunte L. 300 di diritto postale di contras- segno. Le spedizioni vengono di regola e- vase entro 10 giorni dalla richiesta. prezzi sopra indicati non sono com: prensivi di IVA 12% - per pagamento anticipato sconto 3%. 280 W 606-12012.20.24-6 096-41 04160050 12.980 400 W 6.0512012.240.24.96.096-41.041-50 055- '50.060-700 70.80 00 C v7280 500 W 8.0620 12-240 2495.0.6-41.0.47-50 050- 800.60-70070-000.00 20.160 1 w 300.0 300-400 0.400 00.0 500-€00 0.600 t 2 Kew 80.6. 300-400 0 490-5000 S00-e00 0609 L: 42.000 t 29 Kw 900.0.30-400 400-50. 0 500-800 0600 Trastormetor on - 88888 500 Prim 1K Prim 2 kw Prim 5 kw Prim 12243641 30.80.7000 V (0 300 09.00 00 V w 0.300 a0 800800 8 300200 800609 ¥ 20 00 C t C © 8000 C C t L Trastormatort dl rete 200.210 20 250 240 V Se. 220 V 200 210220.280 290 V Seo, 220 200.210 200.290.240 V See. 200 200°210.220.280 a0 V Sec. 220 AMPLIFICATORI COMPONENTI l | [Mee | ELETTRONICI INTEGRATI S.p.A. Viale Bacchiglione, 6 - 20139 MILANO - Tel, 5696241-23.45 ‘CONDENSATORI sao.crae | eoMPAGT cassene 6/69 m0 CLEMOLITIGT 8200 & a F . 380 200 22 | comeacr cya 1 1000 PO. ung | Beez 090 | ALIMENTATORI con orotezione slettonicaanireuito Tue vey tm | Baer ecco «$888 Fegalilr aul’ SOV'e de S0mA CAS AL, 2000 i omesy a | Beer BS | Ges Se Ve dao nae Sea too ome Sov. 190 8200.90 volanga Sa 6 8 90 V © da SOMA a 45 A 43000 2 me too 100 controllata ‘6000 ALIMENTATORI a 4 tensioni 6-7,5-9-12 V per man: Some sev | Soxeest0 4309 | Slanastt, mangiadsch Selstaor ‘ace L200 22 mF By B | siooStéte 0 | estine si cancellsione e revistracione Lesa aa B | sicz temo | RESUME canescens» regisracon 1, se a me OY i | Blan S509 130) | Testine 47 = ia coooin L as0 gm Bo'y =| Stones 300 | testina ‘steno 6 L700 8 may soo | i cicna 3m | estina ovapmironica ra000 Bom zy | sreo.case0 gop | MICROFONI K 7 e ver L200 g may 3 nso ATGI POTENZIOMETAL perno lunge 4.0.6 em. e vari Lam 2 Mey my E STABILIZZATOR 45 A POTENZIOMETA! con interutore 1 % & me ie % “0 tune | POTENZIOMETRE micron sone interutore 30 my ¢ ua Usisaans 4 micron con interruttore radio Boma uk | tno 3600 | POTENZIOMETAL mi i ao LD Estmeayv oo | Mame 3880 | POTENZIOMETAI micromignan con Interuttore L220 ny % | Diane 2500 | TRASFORMATORI D'ALIMENTAZIONE Some wo | thsi 300 5 me SOV io |e 20 | on mA primar 220 secondario 6 V 0 78 V 0 fm meaov so | 28 Ea yay L150 Soscomesov foo | 508 2n 1A primato 220 V secondario 9 012 y Lam 10° mete v wo | Be Ed 1A. ‘oimorto 20 secondariot8Vi0 023 C3200 io messy io | ie Zio | 500 ma primano 200 seconcaio 754720 Lia mo me SOY. so | teat zo 2A peimerio 290 secondaro a0 Vea VL as00 1 many i FA frimaro 290 sesontare zeVotevo2ev L350 1904-100 me seo v 3000 DISPLAY LED 2A bamario 200 V secondario e432 V 6 ao" me eV 2 1190 une Bris y Ls ome BY 2 | tet oa 35 4A primero 220 V secondaio 15++15 V 0 mo meV zo | ted i Bevo as Lr Be me By i] ted Soren ne B me By zo | iat ath ap | anrecnan: oiciraut cosmos Bom By 3 | eof wo} to une Teo) Uke | Tp0 Re Bo messy zo | Fubsr eo | lo i dns 85 BD mov imo | ENBaoo oo | fom = ate ny Stoo ots ior ey io | other woo | ie pay, Bogus fou im omy 122 | ta" tcon sehemay 2400 | 35 anao Stason fou tomo mea a0 4007, 400 4023 “400 4051 1600 ome By 3 AMPUIFICATORL fey fo as ago st t00 my ney 1 | mp0. une | fom “Bp naan 8 wouay @ Da 12W a ov 4010, 1300 4028 ‘3600 4055, 1600 00 me 50 so con TAAGIIB Testina aort 400. 4027, 1200 4065 1300 oe nr sy Bo gon SN 7601 1800 4012 400, 4028, 2000 4072 550 pm mr Sy wo | Srew's ov a i & magnetica 2400 14 4030, 5¢ a 650 Dat Woe 12. con 4015 2400 4033 4100 ‘STAGNO ie we foo 1000 TAAGIIC testing 4018 ‘1000 4035, 2400 al Kg. L, 8200 Bm Sky SO magnetica ‘3000 aoN7 2600 4040 3300 mo mt 300 ‘Da 30 W 30/35 V 15000 A018 EJ 4082 1500 2000 me 50 V 139 Da 30+30 36/40 V con Bo me joo agp | DARDEN I/O Vicon, Samy 100 ALIMENTATOR Zo meay = iano | premiere a Aime y {0 SABICEAT iio me Tey soo || PASTE VAY som & Aawy 1950 so ne 3000 mE 25 V 500 Sscluso trasformstere 18000 8 A 300 V 1200 TPO Ny Hoo me sv © gyn, | elas tastomnarore san50 | BS A oo Y fom 0825 Az vo S000 mP fco'v ‘a00 coer ee BoA ov imo Vo tev 500 oy ea xo | Si aarsar, 35 Rov fn DeZg Aa yo ary OP aim mes Y 00 | pletoveh amemcatre Reo y Bm osves So messy Ho clua0 tesformators 18000 Sm mee Y jag | Sinan aterm BAgoy 0 UNIGIUNZION fe meoy = ao0 near 1 As Sm mr SDV. 00 | | atieeto “ee & 2 Roy $500 ane ‘om 20+ 100490425 me ay sooo | 2 AGRY wooo a2 aN 1500 | y‘con preampiitcs & A gov Ae 0 RADDRIZZATORI tore con"taasst "ao | $0 A 500 Y 13000 FNawer 1 m3 wise Teo een tine | 98 SOY 200 Nes no 10S 0 e000 Nair Ft esvcase wo |. 1, 81ey Be] BOA fom sooo NBT, g Baio. i | ishaey se) ok boy f00 Bo Pd 5 & - B30-C750 450, 22 ABV S00 Brr9, 3200 ZENER Baeran0 50 | Conraves gacimaii 2000 | Bred eo de 400 ow zo Bicrace 30 | Gonaves Sinan Zon | Fae oa x S4o-cea 200 > | Spalore ao | gras fo bs Wy a Bao-cra00 1600 | Aate‘Tietate con dass 150 | Bria0 feo Bh Ww 10 ATTENZIONE A fine, dt evitare disquid! nellevasione degli ordini, si proga di scxivere in stampatello nome ed indirzzo del committente, ita e CAP. in calce all ordine NNot'si decerano ordinazion! inferior a L. 4.000; exeluse Ie spese ai spedizione Richiedere. quatsiasimaterlie.elettranied, anche 3 non pubbliesto nella presente pagina CONSULTARE LE ALTE RIVISTE SPECIALIZZATE, Forniamo. qualsiasi preventiva, lotro versamento anticipato aL, 1.000. Aumento globale del 3% incluse le spese su tutta la merce | prezal indicati sono esclusi di IVA L circum | Tipo Une] enna 1500 | sw7e00% 7300 | TAASIO 2400 mrecran | Lap ‘coo | Shras0 Sco | SWe00s ann | Tasso 4500 0) tune | S655 {soo | Shiast eo | ENreois 2000 | TARSSO 600 cams seco | S888 200 | S153 to | Suess ton | TaRs 2600 casos ot | Swibses 3am | SNras Sco | Suissa Za) | Taaaso ato Gases Boon | Swieoo: 3a | Sra ‘sm | Suvecoo ooo | TAASSD "a Etooes ooo | SNiges2 ono | SNiara ao0 | Toxaseo S00 | TaASTO zito Saaoes 4a00 | SNzK00 ao | SNraa sco | toA%0 © Szoa | Taaott ioco Sane ‘on | SNre01 a0 | SNrers 00 | Toads — Sao0 | Taaeria = tao EAsoes oan | Son ‘oo | swra75 ano | Tovzson —3a00 | TAASIG © Yan Saas fon | Swrans so | Suraat soo | S705 Yann | Taasat 2000 Saanes too | SNe co | Shraea saan | SN7eH00 600 | TAAss0 a0 Ease fauo | Shrt09 50 | Sh7ane faa | SNzaior 63 | tansso 300 Sasso aco | SN7A00 yoo | Suraes ‘00 | Swreve 65 | TAsepia 2000 Adoas Sem | Sntaor &o | Sunes jeoo | Sweetin 50 | Tansee isco GaSoss 3000 | SNrao 45 | Nias som | SNreHbe fo | Taario 2200 Eases 5000 | Swrat0 ‘0 | suv4oo ‘om | Suveros 0 | Taare ié00 pate ‘soo | SN2a3 oo | SNreoe fo | Sarat 650 | Taasvo 2360 fara tooo | Sw7ei5 50 | Suess sooo | SNraH20 1Bo298 1600 ee oo | SNzet6 23 | Sviaoa Sian | SNraHo ‘Tee238 ‘0 ae say | sNiatr 0 | shires 0 | SATO Tense 1600 war sure ‘| Svraos soo | SNraHHO Tear {200 han soo | Shrsas so | Surana 5n0 | SNraH0 Tare 1x0 ares 950 | SNze00 fio | Sraiea S00 | Sater Teas io hie 2am | SNT32 foo | Swraisa rap | SN7aHEO Teazie 20 ties 200 | STE? 00 | Swraies Yeon | Svat? TA 261 eo nS ‘too | Shires So | Swraies 2800 | SNreti63 Teazrt 00 ues 1800 | Swraae do | Suraiat aan | SNTaL00 Toast 0 wats 1000 | Sh7atat ‘0 | Swraise ——ao0_| Shratg Teaan0 2300 waver 2000 | Sra 1000 | Suveiss —eoo | SNS TBA 2500 hares 200 | sures ‘Hoo | Swreise Zann. | Swrats Toaaco a0 tio sooo | Swiaaa 500 | Sureior aan | Suratsto Tae 3500 ut Stoo | SNeaas doen | Swreioa Zann | TIPO. Basia 20 tia ‘soo | Tipo Gige | 1120, Tine | Swrtsise Teasza 2200 tio foo | Stress foo | Swreses 3100 | TAANZN TBA390 0 tng somo | Sweaar 4500 | Swrarso ——_2ebo | TANGY Tease 2m VALVOLE Teasoo eo T8A360 2000 une une | 110 tine | 10 tine | Teas) a 00 ‘900 | Lar "30 | sw? “oo | Tease = oo 1000 | se 30 | Ser joo | TAS 2h no {o00 | Pts soo | 6668 jo00 | Tipo. tine 1000 4000 | Plas 330 | 6608 400 | Taga 00 fon0 2000 | US 1900 | fecer so | Yoana 2300 1000 {200 | spe ‘00 | 25808 000 | Tearzo 2300 00 40 | Puroe 100 | 6608 sem | TparaD 2 20 "a | Bs bso | Seae i000 3 00 | PL Soon 18 00 | vat a TRIG DARLINGTON 33) 00 | Bee co | neo une 000 ato | Byes ao | 1% 400 y “ato | rir une ‘00 00 | B88 fs | 45 A a00V 1900 | Boro: 2200 i000 1080 | Prs0 stoo | 63 A ao V i800 | Bore Zan) 250 {oso | Cucss mo | 6° A 600 Vv i800 | Boxee 2200 3 "730 | UcHeY foo | 10 A 380 v ec0 | Boxat 2200 ‘03 1000 | Use8a sto } 19 A aOY 4600 | Boose 2000 oo tooo | ces soo | to A 00 y 2200 | Boro 2500 1900 joe | Uctae 4200 | 1S A Soo y 3300 | Ftpooor 3a00 {000 50 | Utat 400 | 18 & oo v Sa00 | Here {00 on0 50 | Utes 50 | 25 8 400 v 200 | Herat 40 30 1209 | ves 50 | 25 A ooo v aon | Teras 4800 S33 | pceaor 4200 | 89. 1100 | 4% S00 v 24000 | Tieton 4100 soso | Persor tp | a tooo | 40 & S10 v Soom | Heras 4800 oso | Perso 80 | Se 4200 | 100 S00 ¥ Soo | Tptz6 1800 ‘wo | Pereos 30 | Sxa 1200 | 100 A B00 ¥ ooo | Helzr 4800 $90 | Poin aba 4200 | 100 8 sooo 0000 | Teva 2200 3 380 | axe 00 Tia Bo 200 | Pubs S00 | Sare ‘ago | TRAsFonmatoR! | Tiplaa a0 “on | CUBS, S| ga0s ‘20 | Po tine | Teves 3300 ‘bo | Petes seo | Sas foo |i0'A yey S000 | Miso seo | BELO ‘800 | Sens a0 |19.A 28y sooo | Mucsoe 300 | 6 4200 | Sc¥e ‘00 [10 A 38V_ts000 | AMoo0o ano | Psa 000 | 25a 1800 Tio Ads-rasv_t7000 | Mooot TiPO) Tine | T1Po URE | TPO, une | Tie0 Line 1300 | Bates 550 | dos 130 | Menisocc au) | Actas 250, {geo | 8109 50 | 1Nso09 eo | Meare 1500 | ACr20 250 {ooo | 83121 450 | iNecor 4 | Nersae ‘0 | Aciar 2s ooo | 38192 50 | oar 20 | 2naze 00 | AGtzrK = 2200 | BBta1 350] Onat 100 | 2nasre 0 | Aci28 20 fo | Barae 350 | Oats io | aNae20 soa | ACs2aK Es tooo | 85703 a0 | 8490, 60 | anaezs foo | Acta 20 ‘00 | B03 220 | Sast 8) | Snzot zawo | AGia8 0 “oo | Byte 25 | On99 8 | 2Ns205 | Aci38 3 amo | Byi16 eo | RAnIB 8 | ENocs? imp | Acie 350, ston | By 35 2i9 | BAL 8 | aNscse fms | ACi39« 0 Wo | Byi27 bao | AANIB 6 | aber sooo | Acia0 20 gio | BYt33 Bn | Aare fp | S26 4500 50, 2 | BY 109 cid Fer stan 4800 350 foo | Byi80 4309] Tie ue | Stier 2000 50 soo | Bvi89 ‘300 | Saas oo | SNzt2 ‘00 30 {aa | By208 25 | Seszee 100 piac 2) ‘0 | vin 550 | Sesoe? i20 | rip une 350, 50 | 138 330 | praae 89 | Baan vb 2 259 | 129 80 | Bras 700 | Ba soo V 500 550, 250 | Nota too BF2so 850 | P Semiconduttort Bo 400 | INsoo2 00 | BE2e7 50 | antecs 0 350 | iNdons 10] BeWio si | avioas 500 330 550 | iNaooe 20) Br ‘09 | avte2s EF 3 BATS Taare ToATE TeATe TABOO Toasies TeABa TaAS®O Teawo Taso Tenes0 Taataao Tea Toad Teast TeAgoO Tease TCAs Teacao Teasi0 TeAaago TTeasae Tasso 388 2370 SASsb0 Bass70 Sages Sassa0 Sain SAN Z20 Sal ai0 teens esHe0. Shziese SN22ae1 Shzva6e ThATIS Tears shiatay SNrata SN78150 SN74153 SN74160 SNraer SNS SNrIES Suites SNisi6D SNH sNntTe SNreia0 shia SNTaI98 SNvai98 Shzat98 Shzai98 TAA Taaoo0 TBATO Tange TAATS00 Toatsos aDxse Boxset ‘Taagro Hane bre ‘oagao T1PO AIK Aci ACIBOK acta! AGIBIK Actes Rar ACiBoK Actes acter Acta Cia AiBr Acree ACI Aci nee Aci Acio4 aci83« acto Abia0 ADI39 Abiaa Abies 00 SSSSSeE RRR Eee! cy rt ao ects TRE gEggaggesgusegsgagansgaseesseGges R08 ‘00 00 a0 Bageze2a0238 egeeduladg! a8 NevoeTest © ¢ nuova serie Classe 18 ce 25 ca TECNICAMENTE MIGLIORATO FUSIBILE 01 PROTEZIONE. PRESTAZION! MAGGIORATE SANE Artes, amouigg PREZZO INVARIATO Mod. 18441 man ae a ne nam cee mee 1 Gaiam Br kusuaK 71 eOeratE Aue ca 500 ma. 5A ots We io a x 100 REATTANZA feb atom Freouenza 430 3.60 He da 0 a S00 He vour uscira TEV leondens, exter] = 18 - a0 Toad v Sho aSa0 v becieet G portate: doo 10, 0a. 410-08 CaPmcitay —S fontate. SE 0 9 0S ur fallen, coe) 1 0 4 5000 nF (aliment. batteriad Mod, TS 161 #0000 ohmv in cc, 4000 ohmV in em 40 CAMPI Di MISURA 69 PORTATE VOUT Ce. IS parates 15D av wy ty SY Py vou ea aur ce awe ca ons, DECIBELS punts: do — 19 08 ae CAPACITAY # porta WisuaE Br INGOMBRO as Basal ah 20151 Milano lll Via Gradisca, 4 lM Telefoni 30.5241 / 3052.47 / 30.80.783 ACCESSOR! FORNITI A RICHIESTA iourtone ER “4 connente Va Zanardi, 2/10 Via Fra Bartolomeo, 38 ‘Via Marconi, 165, ‘Via Colombett, 2 IN VENDITA PRESSO TUTTI | MAGAZZINI DI MATERIALE ELETTRICO E RADIO TV AZ P2 Microamplificatore con TAA 611B —"Aimentazione 6 = 12 V/85 = 120 ma. = Pe otficace 07 + 1.5 W fu 4's 8 Onm = Dimension! 40x 40x 25. mm kit AZ PS Miniamplificatore con TBA 800 —Alimectazione 6 = 24V/70 = 300 mA = Py efficace 0:35 su 8) = 16 KOh ‘90 x 50 x 25 mm L4.000 15.000 aw — Dimensloni it | kits vengono forniti complet! di circuito stampato Forato @ Serlgratato, ‘componenti vari @ accessorl, schemi elettrici © di cablaggio, istruzioni per i! montaggio e l'uso PINZA PROVA AZ IBS INDICATORE DI BILANCIAMENTO STEREO AUTOPROTETTO Utile per il bilanciamento di amplificatori di potenza da 2 W a 100 W RMS. mediante regolazione’ interna. Dimensionj 40 x20 x 55 ‘it remontato AZMM1 METRONOMO MUSICALE con 555 Regolazione continua det tempo di batty. ta da 40 (Gravo) a 210 (Prestissimo) Indicazione acustica © a Lod. CIRCUITI INTEGRATI Pormette un facile accesso ad ogni pledino. Risolve | problemi di pro- Ya'con ogni tipo di sonda. Evita il pericolo di danneggiamento dogll_integrati Modelio. Te. re 9.600 5.940 6.220 14.720 13.070 18.130 45.130 18,100 19,940 26,050 27.450 ante’ in tralfato ) alluminio. SI pr montaggielationio! dl" qualsiasi BSI - Dimensiona mobi nim 34512030200 Dimension: sm "350x80%210, B82" Dimensions mobile mim. 410xt05%20 ‘Dimensione chassis rm 39884240 rmmgoox5x210 83"" Dimensione mobile ri. 4361205000 Dimensions chassis mm "HOt x10 tipo. chassis L. 12,000 Soro sisponibill contenitori metallic! di Alimentazione 8 12 v/25'm A max Kit L. 6,000 Montato L. 7.500. ICROSCOPIA M2223 8, aduiazions | troquenza con gamma a fomiasione 260 = 10 Mz. Lece fo Ia Tunga autonomia, con le ridottissime dimonsioni fanno te rendimento nmodo che $0 Inascoste. opportunamente pud capiare @ trasmottere qualsias| suon0 0. voce. PIASTRE PROTOTIPI La soluzione americana per luna rapide realizzazione di prototipi, Di facile o comodo uso, garantisce una sicureza di contatto faccerionale, capacita di 5 od! circuitali in tinea, facile inserimento di quaisiasi componente, R, C, L, circuiti Integrati, transistor ec. Recupero totale det componenti, Ampia gamma di prestazioni: da 728 a 3.648 punti di connessione a seconda del tipo, con capacita da 8 @ 36 integrati 14 pin. Maggiori dettagii su richiesta. 1 PREZZI NON COMPREN- DONO L’IVA "0 Tipo | Punti 200 208 201 k 22 218 227 E" disponibile su richlesta it eatalogo oll Tsting. prezzl i tutt | 8 magazzens, fedizioni_in contrassegno, Spese a ssporte a "carico. del dostinatatio VIA VARESINA 205 TEL. 3086931 MILANO NOVITA’}= == otenze [ue W | 44a W q ea hh eB BL zo 8-160, 8162 AZ C3 Kit 7.000 8.500 Indicatore di carl- Montato L. 8.000 8.900 ca accumulatore a AZPS cea =e ern = nzPS Seen oe sobre hee 22 e Alimentazione: 12. V/30_m_ A Kit"L 5.000" montato L. 6.000. ict 15.000 monte fece. Richiedeto It catalogo-listino AZ-VUS Indicatore duscita Amplificato STEREO Progeuato per uso quale indicatore di tensione d'uscita per preamplificatorl Alta Tedelta pud essere otimamente utilizzato come VU meter per amplificatori di potonza sensibilita, per la max deviazione, da 250 mV eff a 89 v eff - 990 W su 8 {2. Alimentazione maggiore di'@ V ccc. Altoparlanti Hi-Fi ~ Transistor ~ Darlington - TTL, MOS, ECL, Connettori LEDs DIGIT MULTIPLI 7 display Texas {onto bianca multiplexati - catodo comune 12 display Texas lente rossa 9 display piatto 10330 12 display Panaplex gas Forniti con schema collegamenti - 5.000 Disponibitita display Kit mono L. 5.000 Montato L. 6.000 - Kit stereo L. 10.000 Mentato L. 12.000 gm F2!"chlld, Opcoa, National, Litronix ENTOLE professionali Yeriior, conmigo, 220 V 50 Hz Pot. ans. 14 W Porta myn 23 |. Son VENTOLA tangenziale 220. V 13 W = 250x100 t $0, PROFESSIONALI OROLOGI E CRONOMETRI MOS-LSI ICM. 7207 - intersil - Base tempi per 7208 M 1001 B - National - Modulo completo 4 14 pin L. 9.900) LD. 110 - LD. 111 - Siliconix - Coppi con- digit - radio. clok 15.000 mam S35 “Netonsl 28 pin BCD multiplex veritore AD + Contatore al? digit = © digit Le 14.000 ggg MM. 5314 - National 24 pin BCD multiplex 8052-7101. = Intersil, Coppia Convertitore 'o argt L. 9.000, AD'= Contatore 3s digit BCD , MK. 50550 - Mosiok 28 pin multiplex 6 digit aang, raehid~ Votre cgtalo #4 24h = Allarm L. 12900 cial MK. 5017 ~ Wostek 24 pin - multiplex - 6 MULTIFUNZIONI ‘igi 3 version! L. 26.500 M.252 - Gonerstore i ritmi em. 7205"- Intersil crono 24 pin mux 2 5028 - Generatore per organo Hunzioni & digit L. 30.000 8038 © Generatore di funsione TOM. 7085. ~ Intersil - exono 28 pin mux 4 555 - Timor funzioni @ 49H L. 45.000 558 - Dual timer AY. 5-1224GIE- orologio 18 pin 4 digit 40°C 90'= Prescaler - 10-11.650 MHz imax L. 6500 UAA, 170 - Pilota 16 led per scale Lm. 3900 | OP = AMP - quadeupio, CONTATORI FREQUENZIMETRI - EM, 9900 - OF = AMP - quadrupl CONVERTITORI A-D Ne. 558. Fer -"OP - AMP MK. 5002-5007 ~ Mostek contatori 4 digit L. 16.000 SN. 76131 ~ Preamplificatore stereo ‘con display decoder ma 739 - Proanpiificatore stereo MK. 5009 = Mosiek Base tempi contatori 16 L, 26.000 78 XX - Serle régclaior! positivi pin-D0- 1 Mhz 79 XX = Serie tegolator’ negativi tem. "7208 Intersil - Contatore 6 Mhz, 7 L. 34,000 FED. 610 - Foto isolatore 1500 V. Sigit 25 pin F® ” Microprocessor ~ Fairchild ice Dieponiamo della produzione delle dite Nav ate ise COMPONENTI tonal” Fairchild ©‘Texas.” SOS = Signatics wfaterell = Mostek = Motorola. Philips = Rea = Slamane = HP - Opeoa = Litronics = Fame AZ VIA VARESINA 205 TEL. 3086931 MILANO. calaloghi e listini ELETTRONICI Taposta dt requenen £0 20000 He Irnpodenss'dingresso: 100k inpedenea aces 4 L. 12.900 Eun ampliticatore di costrarione | fstremamente rebut, Uapparacoho & pericslarmente adatto prionare in unlong alfUK 143. ‘limonterione 118:220-280 V = $080 He ‘Tonsione continua: 28 Vee Impedonss eseneioiti ingresso pie; So at « fB0 , Impedonca “e” Seneibiita ingress aust 68 k= 10. mV. impedence "e sensibiita Ingress regitratore: 10 Ki) = 170 mv, 41 tro datint! gruppi dh tempado, une per una per quelle der tami medi ed na Par L. 58.000 Partcolermenteadatto ¢ funcionare ia unione all UK 199, Alimontatione: 115200250 Vea. S060 He Potenca max delle lampade: 1560. W per canale. Potanza ‘dalam Ww: [a=a-} ‘oppure fino a 50. W. IN VENDITA PRESSO TUTTE LE SEDI (grazie al'elevate poten H'monteggio’@ facile o ® specialmante in stud) Ingerbie ure! eetrlche 2129 + 250 Vc, $990 He 2125 Vea. 730 W 3 Bat Vea. 1500 W L. 15.700 a REGOLATORE DI LUCE DA 1000 W Eun regalatore a stato solide ato a evariat)imaiegn i ella meravigiia .ne di costruirti (cose che_pensav lo per grandi tecnici ‘i Sol PLAY’ KITS Ae Se mane IN iaty C,T.E, NIERNAT sede: Filiate: Filial: Prodotti chimici della CPE - Chemical Product for Elee- tronic Appliances. CP/GN - Kit fotoincisione negativa per la preparazione del circuitl_stampati. Confezione da 100 ce Fotoresist = 1000 ce Sviluppo L._ 8.500 CP/GNM - Confezione da 50 ce Fotoresist -”500 cc Svilupo0 L. 4.800 GP/SIN - Kit colorazione in nero per alluminio ano- dizzato TL.” 6.500 CP/35 - Pasta salda - Conferione 100 gr t. 300, €P/36 Cloruro ferrico concentrate - Confer. 1 litro L900 CP/75 - Resina epossidica per incapsulaggio dei com: onenti elettronic! - Confezione Kit da 1/2 kg L. 5.500 CP/76 - Resina poliestere per incapsulaggio dei com- ponent! elettronici - Canfezione da ikg tL. 4.500 GP /at - Inchiostro antiacido per circuitl stampati auto- saldante - Conferione da 20c¢ L600 Confezione da 0.cc 1.200 GP/114 - Nuovo liquide speciale per la corrasione del rame, incolore, inadore, non macchis, aon lescia de: positi dopo Ia corrosione 1.200 GP/131-- Prodotto per 'essidazione superticiale della uminio e sue leghe - Contezione da 1000.cc L. 2.400 P/169 “ Gomma siliconica vuleanizzabile a treddo per ncapsulaggio dei componenti elettronici - Confezione 3100 af 3.500 €P/201 - Vernice protettive autosaldante per la prote: zione dei circuiti Starmpati - Cont. da 100 gr L. 650 €P/203 - Vernice isolante EAT Confezione da 100 ce L700 CP /316 - Kit per cireulti stampati composto da 1 fle cone inchiostro protettivo autosaldante 20 cc, un pen- nino da_normografo. un portapenne, 1000 cc. acido Goncentrato, quattra plastre ramate © istrusione. per Taso t. 2.800 CP/716 - Grasso silicone adatto per dissipazione termi a, antiossidante, ec Contezione da 100 gr L. 3.500 Gonfezione da 50 gr L. 2.000 Gonfezione da_20 gr {1.000 NEW CLEANER 35 - Bombola spray pulisci contatt = Confezione 7 once L1.100 New CLEANER 358 - Sombola spray pullscl coniatts con azione lubrificante ai silicon! Confezione 7 once L. 1.100 NEW FREEZER 12 - Bombola spray ratfreddante Confezione 7 once L900 Confezione 11 once LC 1.100 Filtri crossover - Frequenza d'inceucio 2500 Hz - 8 Ohm 25W L. $200. 36W L. 6.200 AMPLIFICATORE A16 a simmetria complementare pro: tetto contra 1 cortoritouiti - 11 transistor potenza 80W RMS su Bohm - alimentazione 4545 V" Banda assante da 1020000 Hz 4 1 08 L, 23.500, AMPLIFICATORE A2t - protetta contro i cortocircuiti Potenza uscita 120W ‘RMS su éOhm - distorsione minore dello 0.2 % - alimentazione «+45 V- Banda passante da 3Hz + S0kH: + 3.d8 L. 32.000, ALIMENTATORE PROFESSIONALE STABILIZZATO da 7 2.25V- 5A Ripple massimo a 5A 7 mV - utilizzabile anche come carica batier's - comando esterno regola Zione tensione - comande esterno regolazione fine ten sione » Trimmer interno per corrente di soglia Trim: mer interna per programmare lescursione minima massima della tensione - completo i voltmetro © amperometro 1. 36.000 Per altro materiale vedere |e riviste precedent STTENZIONE 31030 COLFOSCO - via Barca Il, 46 31015 CONEGLIANO «via Manin. 26/8 ‘32100 BELLUNO - via Rosselli, 109, ALIMENTATORE STABILIZZATO 3A esterna da 0,7 a 25V Completa di voltmetro ALTOPARLANTI PER STRUMENTI MUSICAL! Dimens. @ Potenzs W Rison. Hz frequen, He 200 8080/7000 250 65 60/8000 320 85 60/7000 250 100 80/4000, 320 5560/6000 ALTOPARLANTI PER STRUMENTI MUSICALL DoPPIO COND Dimens. @ PorenasW Rison. He Frequen. He 200 é 7 60/1300 250 5 65 60/1400 220 25 50 40/1600 320 40 60 50/1300 ALTOPARLANTI PER ALTA FEDELTA’ Dimens. @ Potenze W Rison. He Froquen. He Tweeters aexes 10 000,/18000 85x88 15 o00/18000 88x83 40 2000/2000 Zi 50 +2000 /20000 Middle range 130 25 400 00/1000 130 40 300 “600/900 Wooter 200 20 28 40/3000 200 0 28 40/2000 250 a5 24 40/2000 250 0 2235/1500, 20 50 20 35/1000 Nagli ordini si raccomanda di spe ALTOPARLANTI RCF per alta fedelta t L U telefono 0438-27143, tel, 0436-34602 Rogolazione ripple a pieno carico 2mV = "30,000 PREZZO 3.900 9.200 24.500 34.200 PREZZO 3.500 ‘a0 200 8.900 7.100 9:10 L 14.500 14.500 C L 47800 23.400 35.900 are Vimpedenza. Impedenza solo PREZZO L v L U L L L 22.500 25.000 16.500 25500 27.000 6.750 10.000 8a WOOFER Dim, Prof. Pot. Freq. rea Mod. ° W tagho He Lepsor 2109045, 32/3000 Li0b/05 264 118 6o 30/3000 MIDDLE RANGE MRIa 10897 49. 600600 23000 MRa/o1 218 115 50 300 3008000 ‘TWEETERS ws 7a 131 40 4000. 4¢00--20000 a tromba Twi 95 37 40 3000 300025000 L. 15.950 TROMBE per medie e alte frequenze senza unita 2010200 x 100 x 158. H2015 200 x 150.x 192 Has 235 x 485 x 375 UNITA" PER TROMBE C 35.400 ‘900 #5000 4 30-800 Tis 85 78 20 800 800=11000 L. 19.900 wes 85 80 30 800 TWido 93 140 100 800 40016000 L. 52.300 Per altri tipi di altoparlanti chiedore oferta. specif cando caratteristiche Disponiamo di una vasta gamma di prodotti chimict per Felettronica. Prezzi spociall per quantitativi Cetalogh! arrichiesta, atello nome @ indirizzo del committente. citta-€ CAP \m calce.allordiee EONDIZIONI D1 PAGAMENTO = Contrasseano ton le spese Incluse’ nell import dellordine, Non si accettano ordial inferior! ailimperto di L500) Napr't prezzi possono_subre delle variations dovute all'andamento del morcato fine di evitare cisguidi nell'evasione degli ordini si prega di tndirizare @ CONEGLIANO e ol scrivere in stam: Se geet} Dynes Te el Ce MeL ore is Reece moat Doren ear Parents oss er ee eee ce Score cen Co emo ieee cers Cet enr ars ecco re ea Eo Renee ceitel cian ee ee es OS ee oe ey yeti audio dynamic system Meee ee ea tel. 2470667 Orns elettromeccanica ricci 2040 Cislago (Va) via Cesare Battisti 792 - tel. 02/9630672 COMPONENT! ELETTRONIC! KIT PROGETTAZIONE INDUSTRIALE oscilloscopio 3” 8MHz rmontato 195000 voltmetro digitale 3 digit e 1/2 _ inkit 1 70500 montato L_ 88.500 voltmetro 3 digit e 1/2 con cambio di portata > inkit L. 79500 montato L._97.500 orologio da pannello 6 cifre da 1/2” inkit L 38000 montato L_37.000 orologio da pannelio 4 cifre da 1” ink montato 37,000 LL. 33000 orologio 6 cifre con sveglia = inkit 1 32000 rmantato L_36,000 orologio 6 cifre con sveglia je funzionante in caso di manoata tensione L 41,000 inkit L. 32000 montato'L_ 36,000 contasecondi a predisposizione per camera oscura ° be oe inkt’ L 97000 ‘montato L_98.000 PREZZI COMPRENSIMI DI IVA contasecondi per camera oscura & — inkit L 40500 montato L_ 45.500 aoe) ae DATI TECNICI ICUS) ea an cece om man CMa) Frequenze di crossover: Cyc ee cnc) eee rn eee Rat) Se ec te) RoR Gee Ke creer Coe a ieee Cac wee Comore ec ae Coe aan ome eae ice any Lit, 85.000 contrassegno - spese & carico De ee ea ees Arie Co. WTA QGEL audio dynamic system Picea Ru) Bo a aed a= a= NACI MACCHINA PER SCRIVERE M SP 42 Carattere Pica, 42 tasti Battitura_ molto veloce Nastro di seta, con fori cambia-direzione - Reggi fogli - Marginatore - Tasto sblocea rullo - Tasto ferma carrello - Carrello. lungo mm. 245 - Completa di coperchio = Dimensioni 320x320x130, Prezzo L. 46.200 CALCOLATRICE BROTHER 518 AD 8 ciffe - 4 operazioni fondamentaii - Cancellazione totale e parziale -Radice CALCOLATRICE r= —T a | BRR 43100 PARMA casella postale 150 Rey) RIPRODUTTORE STEREO DA AUTO CP 7090 Potenza d'uscita: 2x6 W. musicali - Risposta di frequenza: 50 - 8000 Hz. - Controllo del volume, del tono, del bilan ciamento - Cassetta piccola tipo stereo 7 - Tasto per Tavanzamento veloce del nastro - Alimentazione. 12 Vc.c. Dimensioni: 115x155x50. Prezzo L. 27.800 CALCOLATRICE quadrata - Pi greco “ Percentuale Caleolo reciproco - Calcolo inverso Elevazione al quadrato - Inversione di segno - Virgola futtuante - Memoria negativa e positiva - Timer di spegni- mento automatico dopo 30 secondi per un minimo consumo delle batterie - Alimentazione: 3 Vc.c. (presa aiimen- tatore esterno) ~ Dimensioni. 78x140x22 Prezzo L. 19.400 BROTHER 508 AD 8 cifre - 4 operazioni fondamentali - Co ite automatica - Virgola fluttuante Cancellazione totale - Memoria negativa © positiva - Percentuale - Radice qua- drata - Pi greco - Inversione di segno ~ Alimentazione: 3 Vc.c. (presa alimenta- tore esterno) - Dimensioni: 78x140x22, Prezzo: L. 18.400 BROTHER: 408 AD 8 cifre - 4 operazioni fondamental Costante automatica - Virgola fluttuan te - Percentuale - Radice quadrata Pi greco - Cancellazione totale @ par- ziale - Alimentazione: 3 Ve.c. (presa alimentazione esterno) - Dimension 78x140x22 Prezzo L. 15.000 CALCOLATRICE BROTHER 708 SR B citre -4 operazioni fondamentali - Costante automatica - Virgola fluttuante - Memoria - Cancellazione totale e parziale - Calcoli composti - Radici quadrate - Elevazione fal quadrato - Fuzion! trigonometriche - Funzioni trigono- metriche inverse - funzioni esponenziali - funzion! iperbo- liche - Funzioni logaritmiche - Alimentazione: 3 Vo. (presa alimentatore estemo) - Dimensioni: 78x140x22. Prezzo L. 25.800 CALCOLATRICE BROTHER 712 SR 8 cifre + 2 esponenziali - 4 operazioni fondamentali Costante automatica - Virgoia tluttuante - Memoria - Pi greco - Elevazione al quadrato - Radice quadrata - Eleva: Zione al cubo - Radice cubica - funzioni trigonometriche - Funzioni trigonometriche inverse - Funzioni iperboliche - Funzioni logaritmiche ~ Funzioni esponenziali - Funzioni fattoriali - Conversione delle coordinate rettangolari Calcoli reciproci - Cancellazione totale e parziale - Ali- mentazione: 6 Ve.. (presa alimentatore esterno) - Dimen Sloni: 90x158x26. Prezzo L. 39.800 Prossimo Salon International Segnate sulla vostra agenda... des Composants _Flectroniques 31 aa marzo 1 S - le Rea aprile 2. aa aprile 4 a. aprile ' 5 : Z aprile © aprile Gf Un colloquio interna zionale (dal 28 Marzo al 1°Apsile 1977) : elettronica + salon intemational des composants électroniques 77 ae ores Rca Ciara rs lone che operano in nente allestero (Ista qu |ALIZZATI FRANCES! 20.123 MILAN 18 PROMOSAL | | PC a J ‘ALIMENTATORI STABILIZZATL 220 Vac. 50 Hz BAS-30: tensione d'uscite: fegolaz. continua 5-15 Vcc, corrente 2.5 A protez. elettronica stru mento a doppia lettura VA 23.000 CARICA BATTERIE BRS-29: come sopra ms AUTOMATICO BRA-SO senza strumento 612v 3A ‘L. 15.000 Protezione elettronica BRS: 28 come sopra ten- Led di cortagircuito sione fissa 12,6 Veo 2A Led di fine carica L. 12.000, ‘L 20.000 20136 MILANO COSTRUITEVI UN DISPLAY PANORAMIC ECCEZIONALE STRUMENTO (SURPLUS) MARCON! NAVY TUBO CV 1522 (0 38 mm. tung. 142 Usual tle 1") corredeto ‘si carataristiche.tecniche {al tubo in costentors.alluminlo omprende gruppo. co- mando valvols alta tensions zoccolatura © supporto ubo potene. a. Tio ceram. varia, valvole. in minature Comm. eeramicl eee. a sole 28.000 ee eet ad VENTOLA TANGENZIALE Gostruzions USA35.W mm, 250. ‘ Tr 8.000 ISTRUMENTI: OFFERTA DEL MESE | Bleondizionai-Estericamente perett MARCONI INSTRUMENTS mod. Th 10? 8 Volmetro a valu Ae-ac 1. 20.00 mod. TF 100 Milivolmeto sensi 2 val 160.000 fod. iF 699 A Misuratore’ potensa tseite 1, 160.000 mod. TF 1067 Frequensimetro eter: dine ca 2-4 MHz frequenze pid alte vengone camplonate con le relative farmaniche (Freq. camp. 10 Ke/s)-" 100 o/s L, 800.000, tmod."'825 ‘Generstore’ di RF. da ‘30 Ke/s a 50. Mays OP s30.c0 weston fod. 365 VHF Calibrator freq, variabile 4-110 MH - Freq fisee 13 Miaya.s Wie 49006 KLEIN’ @ HUnnMeL mod. AVI Voimetto Eletronico Vee Vea 15-1500 V AO Q/"0 MQ. batt Intoena (marca la senda)” "L.70.000, Roabe 2 Schwaaz Type VOF” BN. 19451 FRA 1218/11 - Doppio volmetro 1oPfie «S00 KHz 2 mV=200 V0 commutariont " OuB ‘feos oge-—so ae $60.00 COMMUTATORE rerio 2 vie 6 posiz, L380 ‘00. pezalaconto" 20% COMAMUTATORE rotativo 1 via 12 posiz 1. 1.200 {SA'D a porno 2 6 NixXt Guo SBes7 (Fossa) L NIKE GNOA © 16197 [ehisre) L CONWETTOR! SOUR! AU za-s244201 L Sant 82 fem ELE MINIATURA SIEMENS-VARLEV ‘scam 700. ohm 20 VOC L. 1.50 FReLE" REED miniatura 1000 ohm 12 VOG 2.cont. NAL: 1.800, Breont. NCU. 2.800; INA+ING L. 2.290" 10 p. sconto {0% $00'p. seorita 20%, 1.900 1200 4.500 FONOVALIGIA portatile AC/OC 38/48 gil ‘ & 1, sm N Fete 220 -- pile 43. V TRASFORMATOR! MONOFASI a5 W Vi 220-290.285 V2. 848 L350 roo W Vi 220 V2 22KV AC e DC L. 3.500 150 W Vi 200-220245 2.25 Ag+ V2 110A 07 L. 4.500 500 W Vi UNIVERSALE V2 37-4049 L. 15.000 2000 W__AUTOSTRASFOR. V 117-220 . 20.000 VENTOLE 6-12 V ce. (Auto) Tipo 7 amper a 12 V 5 pale @ 180 mm, ‘ Prof, 130 mm. Alta velocita L. 9.000 Tipo 45 Amper a 12 VY 4 pale @ 220 mm. Prof, 130 mm. Media velocita L, 9.500 ‘OFFERTA SCHEDE COMPUTER Pechece mm, 250250 1 scheda mm. 250x160 10 achede ino 160x110 18 achece agsortite con montato. una grande (quantta di transistor, cond. elerel, cond. tanalio, cl Gilt “htegrat tasformetori “dimpulsi, resietense,” ce iE 40000, PACCO FILO COLLEGAMENTO Kot pezconi Trecciole stagneta e isolata P.V.C. % ve: “Tro‘em. colori assotit (ew) L. 2.000 CICALINO 48 vee S8x 45x18 mo MOTOR! MONOFASE A INDUZIONE SEMISTAGNI - REVERSIBILI 220 V'50 W900 RPM L. 6.000, 1/16 HP 1400 RPM L: 8.000 1/4 HP 1400 RPM L. 14000 VENTOLA PAST-MOTOREN 220 V 50 He 28 W Ex computer interamento in. metalio Statore votante cuscinetto. regatspinta fsutolubrifieante mm 113 x 113% 90 fo 09 gir) 2750" mish 14S “Db (A) 58 54500, oo Neco. sez. 10'S" mim. speazoni ds “30 ad ‘OFFERTA SPECIALE (TEMPORANEA) PER | LETTORI D! RADIO ELETTRONICA Gati000 MOTOGENERATORE 220 Vac - 1200 VA Motore « ASPERA » 4 tempi @ benzina 1000 W 3 220 Vac. (50 Hz) ¢ contemporaneamente 42Vec 20 A.0 24 Veo 10 A er carica batteria firm, 290 x 290 x 420 mm kg 28. Viene fornito con garanzia @ istruzioni per uso. Bar ton Wate GAY 1800 Weet 1. 360.000 1VA, C &00-000 VA N'B. in cago di pagemento anticipate il trasparta e @ nostro barica ih plu it preszo non ard gravat0 delle. spese rit forse ntraaseane. CUD a carico del destinatario. ‘MATERIALE. SURPLUS. VENTOLA TANGENZIALE, 220 ASW {7x10 rom. L. $.000 40 Schade, Unvac tsoets0 tans Seto see 220V SSW 250x100 mm __L. 9.000 20 Sehode oreywell 13065 tans. Siliclo = mieco10 ve = a eee Vertiatore. contetug fl 3 Schede Olivet! $501280:=(00 trang. 500 comp. LC’ 5.000 x Port. m'/h 23 L. 6200 fonnicee Swine ps VENTOLA BLOWER vost aD A. 250 g Boon var nw Bed Aah, 3 PRECISIONE. GeaMtanica Bet se Bey 3 glamour 10mm aicociee gare od figsaggio sul retro con viti MAL, 12.500 Bla Ze OY vero 308 vva——eer SER eee et cn at. VENTOLA ROTRON SKIPPER enn aa om i See ee ct GD) siemets plo mn 0 | orrenre specratr proton #5 So Rese, meet OOM L 40 (Beton 22 Beas cue b $B peso ca oe te Drepontemed quent [9.000 Bee ie Oh wom EB 33 Gore Sati ee, £m CONTATTI REED IN AMPOLLA 4 Botentiomety rate ssson U t300 PER Derr 1cco extra speciale (500_compon, wate Fee Pe 2010 pest 1 500 Maco one speciale, (50, compon) oS RRPEREG2 Ma, co sitere oe Filo ramesmatato tipo 5 choso € (1207. ih roo 2 mm Lae 2 am toabte ae Cur 908 er peal he Recs aa concen eM on ehidlg GBD ire Sas as : ELeTE ie SPECIAL/E por autonormal 2m 10.300 $300 one rm 33 soe os H 3 VENDITA PER CORRISPONDENZA 210 $90 09 370 ee Ted O12 5.000 0,40 3.600 NON DISPONIAMO DI CATALOGO. oe Som 940 3.600 aH re 62 er = 20 NUOVO STOCK (Pre: ionale) ig SETH eek SERIE So ons. oe rezzo eccezionale file re 7 ne DARL EA, UTED oe ASTUCCIO PORTABILE 12 Vcc 5 Ah/10h ALKALINE EAMETICA Lsstuco'@ comprense 2 cercstor- 2 bateie = 1 corde evs anton sitmentanone" "9 marae seratio sehen let, por mest ate Vac/220 Vac. da batt. (paral) 6 Contenitore ermetico in scciaio Veo10 Ah/i0h'da eat. (serie) +8 Voo--6 Vee Vermiclata mm 7OxTOx196 kg. ty San /i0n (aera cent) de. batt / (serie) 12 Veo’ 8 An/s0h ani batteria & corredata di co Restore 12.000, Possibilita d'impiego Apparecchi radio @ TV portal Reetresmettiton, strument) di Inisura, tagh, Tmpiant! eh ih: Iminazione ei emergensa, Tmecsaniea, eas aw pote porsbit cena eiewiel, Cacimuisoreerneice geser IL TUTTO Bie a is conascti vantasni Scuns estonsone’ “™°*" AL. 25.000 INDUSTRIA Wilbikit ELETTRONICA salita F.lli Maruca - 88046 LAMEZIA TERME - tel. (0968) 23580 KIT N. 47 Micro trasmettitore FM. 1 Watt ‘Questa scatola 4! monteggio progetata dalla WILBIKIT, & une inuscols trasmittents. con un ‘ottno.rendimante [asus gamma d. trasmiesione & comaress ita gli 68 @ | 108 Mi2, ie%sue emiesion’ guindl sone uaibil in ua comune rice: vied ragio. Ti'Suo ‘dso @ ilimitato: ud service come antiturte potehdo ca casa vostra tenarasotlo.-controllo it vostro. _nagazia, come Scherzo per degh amich oho resteranna Strabiiati nel idle. la Yoatra. voce ella ‘radio, oppure per contfollare alla stanza Ebitvalo Ga vol frequentata il fegolare gioco del vost’! ragazz', fhe sono. nella stanza opposta. alla. vostra, Bub ‘woltra essere usalo. sesieme ad-un’ caplatore. teletonico er reailzzare un ottimo amplificatore teletonica. senza. il 6.00 INTERESSANTE E DIVERTENTE SCATOLA DI MONTAGGIO! CARATTERISTICHE TECNICHE Frequenza di lavoro L. 4.500 7500 lore C00 Preanip! featore Hi-Fi alta impedence tp 30 RIN. & -aiimostatoe stabiarato B00"™ma 6 veo e380 KIN. 3 "Alimentator stailteato abo mA TS vce LL 3.950 KN 10 -Alimentator staniztato @00 ma @ vee Ly 3.950 aes fore stebulazata 62 ma 12 'vee Lr 3830 RitN 13 cAlimenttowe Stiiceto aa d'vce "A BR KIN. M4 Animentatore stebiigearo 287.5" Veo 1-800 KitN. 35. Alimentatore stabiato 24 8 vec Ure KIN (7 < Alimentatore stapiisato 28 15 Wi U rao KIEN 1B iguttore i tentione per auto. 600 ma pee L250 KaN.I9 dio 6) tensione ser auto BW mA 1, 250 KUN. -Rewore 6 tensone per auto OMAK, 2950 Kit. 21 Lucha fequenze varchite 2000 Ww 12000 KIN. 2 | Lick psichegeliche 2000" Wcansii medi L, 6.880, KEN 21. Luck patenoseliene 2090 WW canalt bees! LL 2.450 KCN. 24 "uct pslenedetiche 2000 W canal alti Ly 6880 KIN. 25" Varstore ar tensione alternate 2000 WL! 9.958 KIN. 28 Carica ateria automation regolabile ds Osa a ot 1 18500 Kit N21. annturo superavtomatico professionale per NUOVA PRODUZIONE DI KIT DIGITAL! LOGIC! Hit N. 52 Carice batteria al Nichel_cadmio 115.500 KIN. §3 Aliment. stab. per circ. digitall con generatore BS iivella Togico’ai_impulsi a ioHe-thz (. 14.500 WIEN, $4 Conlatore digitale per 10 9750 KUN. $5 Contatore digitale per 6 9.750 hit N. $8 Contatore digitale per 2 9.750 it N. $7 Coniatore digitale per 10 programmabile L. 14.500 ontatore digitale per 6 programmabile £. 14.500 tN. 8 Kit N. 58 Contatare digitale per 2 programmabile L. 14.500 Kit N. 60 Contatore digitale per 10 con memoria 1. 19.0 6 con momoria_L, 13.500 Kit N. 61 Contatore digitale Kit N. 62 Contatore digitale per 2 con memoria L. 18.500 KIN. 63 Gontatore digitale per 10 con memori program tetesco KIN, 64 Goniatore digitale per & con memoria program ie to.s00 KIUN, 65 Contatore digitale per 2 con memoria program (i 0 7.500 Kit N. 66 Logica conta pezzi digitale con pulsante L. Potenza max = warn Fenslone “ai alimentazione 9238 Veo Max assorbimento per 0.3 W. = 200m Kin N28 -anntunto automerica_ et or KieN 23“ Varatore Session slter t ig00 KIN Sa Vanatore 3 tenaione ‘esto Kit 31 | ont parchesetiche RIN HE thc psichedeliche cana KEN" Alimentatore:stausianeto: 22°" 15.4. per rane Kien. a5 Aiimentatore stailiesto 39. V 15 A por Kien. 36 Alimentaore stabilizzato SS 1S A por Rin Xie Nar Preampilicatore HLF! basse impesenea KIENHH iim etabe vanabile 18 Ver con rote fone Sc-A, 3A ror a9 lm ab bile 0 vec Pose SER 5A Kit Wao itm, stab) Sinabile 48 Vee con prot fone SER 8A Termostato & precisione al 1/10 dh grado fotocettla ‘2000. W. Vaestore ecepuacolare in atternata con fo. te $960 tocelluls 00 We bso ie as (Sel a hsauenge varlebile. @ 600 W tinsoo KILN: | Tomporseatore profess. da" O45 bacon, RON piteatore stereo per bossa © aa KonttS1 — pyeamaliicatore per wei eteadesche L. 7.800 Kit M. 67 Logica conta pezzi digitale con fotoceltula 7500 KitN. 68 Logica timer digitale con rele 1A _L. 18.500 KICN. 69 Logica _cronometro digital 16.500 KIUN. 79 Logica di programmazione per conta pezzi digitale ‘a puleante 26.000 KIEN 71 Logica di programmazione per conta pezzi digitale Gon folocellula 28.000 kit N, 72 Froquencimetro eigitale 1. 75.000 Kit N. 73 Luci steovoscopiche L. 29.500 NOVITA’ Kit N. 74 Compressore dinamico Lm1.800 KEN, 78 Luci psichedoliche in cc. canali medi L. 6950 “Kit N. 76 Luci psichedetiche in cc. canall bassi L. 6.050 KiUN. 77 Lucl peichedaticne In cc. canali alli L. 6.980 Kit N. 78 Temporizzatore per tergicristallo Le 8.500 Kil N. 78 Interfonico generico privo di commutaz. L. 13.500 Per lo caratterisiche pli dettagliata det Kits vedere | numer ‘Aswonteera tecnica opr tutte le nostee scatole a montageio. Gié hegon! "gi component! elaitronic pen EAVONE INDINIZEO Wt 6taMPATELLD resso la noava. casa, ‘Spedision! controsvegno © pet papas) ‘Callonh'e lnforrarient 4 lchiesiainviondo 490 lire ia franevboll | pme2zi SONO COMPRENSIV! OI 1.8 premontate 10% in id, Ue ordinarin’ posaoro ey ae ee a Soe UU ek De eee Oe ree ria Ce Cue ee UCR uu ee lem eT oat ee ee el ee ae ae] Cee eo OR Coed eee RCo SER Ee Mittente: Nome Cognome Iaditiaz0 | L ETT E RATU RA Be Ee oa ‘TECNICA “a NATIONAL Vd, Audio handbook Lire 4.500 Linear data book 3.000 Linear applications vol. 1 5.800 | Linear applications vol. 2 5.800 Me ne Voltage regulator handbook 2,000 | Special function data book 2.200 Transducers 2.500 Transistors 2.000 Interface integrated circuits 3.000 : TIL data book 3.500 iit Ae ana CMOS integrated circuits 2,000 Memory data book 3.500 Pace technical description 3.000 Pace TTL designers guide 5.000 Pace user's manual 15.000 SC/MP programming assembler manual 10.000 SC/MP technical description 3.000 _ Potete ordinare questi volumi presso LA RETE DI VENDITA DELLA NATIONAL sono disponibili anche presso i negozi della GBC CARTOLINA DI ORDINAZIONE Con ta presente cartolina ordino | seguenti volumi Cl Audio handbook DTransistors ElLinear data book Cinterface integrated circuits Linear applications vol. + COTIL data book CLinear applications vol. 2 COCMOS integrated circuits D Voltage regulator handbook DMemory data book Special function data book Pace technical description Transducer COSC/MP technical description Limporto di tire Verra pagato contrassegno 0] E allegato( Data Firma L. 35.000 / GIANNI VECCHIETTI ‘CONDENSATORI RADDRIZZATORI integra! =| CIRCUIT TIPO, URE | T1PO. pean Bren | ae liens MS wire BoaMOS | dA ne | Nias 0 AEE HPO oy po AM ine | Rime WES SMES S| AE Vong ay ae ‘Be tenon | Stat S| Eh 1 meBY fee fee (qe tm | Sr) Aran foray ca i [bares wo | Maan | AS 320 ins aio [tet 0 | STS | Ate 22 mF 25 V 80 4007 400 | p2A747 2000 | TAAGSS aoo0 | ACIat rey B om Pale amo | tees ts | AS iorey & i 3 | ta S| EAtsse in| ASL Morey ® ate oo | Bo] Ease lea | Aes Bonk moy oe Get fm | taasria an | Actes mee 838 vaang : : MERRY 2 | saa ae wanna, | ig SS Seis HEB) FARING. | Asad Be eae ee |e om |Seh dass | Aaa a | AST meee ERC Te | Oe 35 | Suite Tease an | Aan BoRray my gupcie me Be Wis | Sheet isn | FAR, | ASE Bomeey a) accu aa) ie | iNiessl mo] taAssy = | Aan Boma y oh) Bocas 305 | gurus | Fates BM SY 8 ) beancinmy ee | ie fa [Senor | Tae Me Soy ag Bion iibmy | See ele =) ae Benne y m Bo |Get BOMSY sb] e SARE | foe | Siesta Bom) jel SM saeen |e Byes =e Ta 50 mF 350 V TIPO i 1 Bice, Bl Mo, as |e aie |e eA 100" me 16. V 00 | LMSamci2 500 | 4237 3208 | Shay ato | Teaco 100 mF 25 V 140 | LMB40K15 2600 | 4028 2000 | sete op | TeAg&0 ce ed ee 1 Me Soy fam | iMeauoee” So | HS |Stri; | raat 184, me do vs | Ta ae QE ne gm va | en |e sas | Stes] TRA BMY 3) me ie | Sat fae |sntss BR Tene a me ‘ Be 30 me SOY 20 | 7a 2200 | 04s 4a00 | Swrase ‘00 | Tasso Binegy ia) me Paea 1s | ors | EARS Smal 8 wes gute 8 tease (250 mE 2 V DISPLAY E LED i he zo me ey = 0] DI ae | st io | SNzt@1 sco | Teasso Seo MET Tae | Led ross; “ay | S052 yan )anregg 1000 | ease 320, mE 18 V 150 | bed verdi ‘00 | 74 i io mrs ¥ 380 | tea Maren: Fan | se seg | SN7444 $300 | Tease im Teiey [ice gah” Ge so me ie¥ feo | FNor aon | 222 5a | Sua 1300 | TBAbe, rey 500 mE 25, 250 | FNDGST 2200 38 | Masa 1B | BARS Se Tey ST ANB s| Se sys gt | Tar ca) me 25 V 20 | DLIaT 3800 FET fe Bas is) Te con sn sist | Ar. fimo messy ap | eomeemase | neo ne eu | teats 1000 mF 80 Vv 650, Tee We mee YB) | Bie ya | Shri | 1A 2000 mE 16 V 350 | TIPO tie | SES Be | Sara Be | Teabee 2000 mF 25 V 300 | ayioz ‘sooo | Seage 50 | SITaTa ‘600 | TBABIOS ia | Shire | ra fo mee Yat [Vitae "Ra Be mee it Meri an | rere | TEAS Bp me me Mr sam |SNrugh 8 | Hes fio Tea Bo] is 3 | ENeg) es | Tate en am | iNiess sea | Shan | Tee we mee | ies fa | ress | Teo Re om ey (2053 "| SNrigs Ta | Yeu em We lace, a [stam Yeats igo may i jinsise 3 |SNram—sg] Fens? 83 fee me SY SS? as |ENriee ie | temo io ne BY = Sie fae TERS fe me Be) wc jks Hog | Fea atta ee eey ro | on'@e ye [sures eh seas S 7 rt seo [Heaney 200.5 100-+504-25 mF 750 | Da Soo V 500 | irtiag 00 | ToAaszo 2200 rie eon [Tenaya Te. sek 1 | panuncron |evrish dt | Tonto Heer 18 | ashing |ENttes in| ee 38 isl WO (str Ge ENT 28 | Stn co amy Je some fan |SNrties Bo | hot AiY Before Hoon | Sraien aon Sasanp 3583, : “(some io | SNrates an | Sasa PABY |g fie | SNrcee Sno | Sassen ae pAgY Shoe, [Tint imo SNrier— ro | Saat SAY ae (tee Hess Sieh in| SP Rio thee | Rane lies lao Grane 8 | SNe BoAsmy tao ARTE lier fain | SNe 800 ee aa 8 A600 V 2200 Tita 2200 SN75005 2200 | _ Semiconduttort 19 A aw y 2000 | _ UNIGIUNZIONE Tipiat 2200 | $N76013 2000 | ACI25 A BS aero [Hinds =o Sra | ASS BABY Se Rae Ne |i SMeahae | er " : 8 Amy ow Nicer abn JFaoor Son | Sram Sh | AGAR Bp 3 Asm y sti | MUI “ SWos 30 | Actar Bo i Nr eB Bey fe zewen wee, Slice BS BPEL BS ota ae Sy G3 ARR By oe SSSSSSSSSSGSSBVBNSSRBMRSENeReRsEeReA SESESSRSSUSSARE NGS ERSNUN EES BE SEES SS SES SESE See eBseReEsaES T1P0, aciaa eens ecwr Bows, Bows pers Beis beisr acts acts Bcieo Bete acts? Besia C316 URE 230 TIPO. 80599, 50800 0s 80606 Bose? 0608 Boao 0862 Beet aber? Berg Bens ar? arte ars BF erie Brae Brie arise Briss B56 Beier BFrs8 Bria Bre Bret erie Brice BeIee Beles Brier Bete Bria arts Brie Birr arte aH BF Ia eriat Brie Betas BENS BF a6 Beiae Bria5 BEI td Brie Brie9 BE200 rao? 208 bra BE Brox Broan Bras arz8 Bear Braa8 ara Bro Beast Brass e257 8239 Be2s0 Baer Beart Bere Berra Brera Be02 Bra03 bros Bras Bratt Bex Bra Benes Brus erica Brass Brass bres? Brass Bee BESO BEVSt Bryer BrvS6 BEvsr are Bre SEeeSu08 200 00 S00 300 a an 500 an 23) SS88eses 30 400, 40 00 20 Zo a 200 88 0 500 B00 BESSesesss: TiP0. BEWi6 Brwa0 Bar apat BExIe BPs aro BExet BFxGs BExeo Boxee Bsx28 Bsxas Bsxe6 sxso Bsxst Bus00 Buo2 autos Bui0s, BUH08, autor aut08 Sui09 Bunt Bune Buns Bui20 Bui Bu135 BuI26 Bur auta8 Burs buss aust ‘Buns BU206 su20T Buzce Buan5 Bo210 Buz Bu212 Busi0 Busty Buse 2Noe6 Noor Nos 2Nror 5 zl gegedeugsgassgnsgugesegs SEERESSauEd: aseiss: L.E.M. ATE) me 20144 MILANO Pe Cra bert ee NON SI ACCETTANO oat) wee PAGAMENTO reese Se ra ECCEZIONALE OFFERTA n. 1 $00 condensator! pin-up 200 resistenge a "ig -2-3-5-7W 3 potenslometri normal 5 potenslometr! con Interuttore 23 potensiometti deppt 5 Potenziomettt a fio 10 Condensatortelettrolitict 'S autodiad 124 100V 3 dod! 40A Yoov 3 godt eA 100 5 ponti Bao /C2500 TUTTO QUESTO MATERIALE NUOVO E GARANTITO ALL'ECCEZIONALE PREZZO DI LIT 5.000 + s/s ECCEZIONALE OFFERTA n. 2 1 variabile mica 20x20 {bbe 4 2305s 4 Boi aan 4 ButoD 100 condensator! ‘pin-up 100 resistonze TUTTO QUESTO MATERIALE NUOVO E GARANTITO ALL'ECCEZIONALE PREZZO DI LIT 6.500 + s/s ECCEZIONALE OFFERTA n. 3 1 paceo materiale surplus vario 2kg. L. 3.000 + s/s La Ditta LEM. s.r. comunica alla affezionata clientela che a partire dal 1° gennalo 1976 fapriraun nuovo banco di vendita in via Di- jgione, 3 - Milano, con un vasto assortimento ldi' semiconduttori © materiale’ radiantistico. le superofferte 1977 PREAMPLIFICATORE COMPRESSORE CON MICROFONO E VOX INCORPORATI IL MICROFONO CHE AVETE SEMPRE CERCATO — MAI TROVATO! MOD. 888 L. 56.000 CARATTERISTICHE TECNICHE = Alimentazione da 9 a 14 Volt 220 mA = Neposia dt trequenza da 40 a 8000 Me omponentimpiegatls + eieuto Infegrato, 1 fol 9 ransision Feglazione. del segnale in uscita da 18 mV a vanopola fro sessione di modulasione Bulzante di chiamata con fequenza 6a 1000 + —Covlatore bistabilo = Manual » a te posino- imirotona Sempre insert, ih) pose, ierotone Iaeorito parsiaimento = temperatura J funzionamento da => a + 50 RICETRASMETTITORI PONI cb 72/a, 6 ch, 5 W 57.000 cb 78, 23 ch, 5 W 80.000 ASTRO-LINE cb 515, 23 ch, 5 W 90.000 ELECTROPHONIC cb 800, 23 ch, 5 W 100.000 SOMMERKAMP TS 664, 64 ch, 10 W 220.000 ZODIAC M 5026, 24 ch, 5 W 180.000 CONTACT, 24 ch, 5 W 135.000 NASA 72 GX, 46 ch+23 ch, 10 W 168.000 PREAMPLIFICATORE D’ANTENNA Mod. 800 FET 27 MHz 24.900 VLEL VIRGILIANA ELETTRONICA Casella Postale 34 - 46100 Mantova, + Tel. 25616 Spedizione: in contrassegno + spese postali Attenzione: la ditta VIEL vende esclusivamente per corrispondenza CHIEDERE OFFERTE PER QUANTITATIVI Calcolatori « BROTHER » «UNIVERSUM » tipo RGR 9003 L.175.000 con garanzia DATI TECNICK INDUSTRIA Wilbikit ELetTTRONICA salita F.lli Maruca - 88046 LAMEZIA TERME - tel. (0968) 23580 KIT n. 74 - COMPRESSORE DINAMICO, matic di CARATTERISTICHE TECNICHE Ingresso magnetico sensibilita 5-30 mv. Ingresso_piezo-registratore-radio sensibilita 50-300 mv. Uscita da 0a 50 mv. Compressione massima 40 dB Distorsione 0,1% a 40 dB di compressions Distorsione 0,03% a 10 dB di compressione Regolazione del segnale di uscita in dotazione Regolatore del livello di compressione in dotaz. Alimentazione 6 Vice. - 15 Vice. Assorbimento max 20 mA. L 11.800 KIT n, 78 - TEMPORIZ: PER TERGICRISTALLO TORE | progettsti dolla WILBIKIT, sempre allavanguardia de- gil automatism! moderni henna ideato. questa. somplice Kit dalfe. otfime prestazion’ pratiche, tra. cul Ta facile stallazione, le fidotle misure ed una sicurez2a di Tungionarento nel"tempo ‘in quanto privo ai rei6 © a alt “component! meceaniciseggetti ad usvra Gan quasto it, cho pus benieaimo essere. Installato In {utte Ie autovetture s\‘pud regolare a piacere il tempo di Batture dot tergleristali- da un minimo. él une. battuta gn 40 Second! fina a raggiungers Ia, battuta, massima {er tergierstal in” dotazione, CARATTERISTICHE TECNICHE Alimentazione 615 Vice. Tempi regolabili max 1 battuta ogni 40 sec. = min. battuta del tergicristal- lo in_dotazione_dell’auto L. 8.500 Kit dalle prestazioni eceezionall dato il suo basso costo, e580 pud' essere Implegato’ nei plu. moltepilct usi quall, fegistiatori, amplifcazion,, discotecne 9 radio tibere ed intogni altro implego dove si riehiege un eantrolle, auto CARATTERISTICHE TECNICHE Alimentazione 6-8 Vice, Assorbimento max ‘500 mA, Sensibilita 50 mV. Potenza duscita Due microfoni piezo in dotazione Due pulsanti di chiamata in dotazione L. 13.500 3 waits RMS. KIT n. 75 - LUCI PSICHEDELICHE IN CORRENTE CONTINUA - CANALE MEDI | generatori di luci psichedeliche hanno avuto notevo- ietimo. succeszo, tanto che tutte le modorne ale Ja bal lo dispongono ai appersechiature ai questo tipo. La WIEBIKIT ha voluto estenders. con questo Kit la pos Sibilits di impiogo dl questo.aifstta, ipermettendone. i funzionamento 4 42 V.cone pertanto Tusa anche dove per vari motivl non si dlspone di corrente alternata @ 220 V.ca a eua elevata sensibilith permetto i applicarlo ad am= plifeator @ potenea anche limits, quali giradisen! por faut, autoradio,. mangianasteecc, Coma Tuer a: potranne Utlizzare delle comunissime lam Dadine ‘per auto con potenea fino e100 W. magari d Eposts In parabole, tipo tari “a auto opportunamente colorate CARATTERISTICHE TECNICHE Alimentazione 6-15 V.ce. Assorbimento max 100 watts, Sensibilita 100 mv. Gontrollo di sensibilita in dotazione Gamma di frequenza 20-20.000 Hz Le 6.950 KIT n. 79 - INTERFONICO GENERICO PRIVO DI COMMUTAZIONI Questo interfona ideato dalla WILBIKIT si distingue da {Uti gltaltnaftualmente in commereio, in -guanto. non adbieogna dalle fastidiose commutazion| per pariare ed fgcoltare. infati i1su9 funzionamento simile a quello fsfonico.permetta 12. simultanea. conversazione Ga teambs le part. Appunto’ per auesia Innovazione ® par tigolarmente indicato por essere Inserito nel caschi dei mmotocielis_ 2” permettare ‘cos! il “aialago.altrimentt im possibile, tra passeggero e il pilota. inoltra. Ta. sua Cersatilta giv consented eesere implagato, in tate quel is esigenze in cui # necessario comuricare val on uno 0 piu interlocutor. in embianti come ufiel,abi- Taalont magazzin, eco. (I KIT @ fornita ai un disposit'vo i chiamate) KIT n. 76 - LUCI PSICHEDELICHE A CORRENTE CONTINUA - CANALE BASS! CARATTERISTICHE TECNICHE Alimentazione 6-18 Vice. Assorbimento max 100 watts Sensibilita 100 mv. Controllo di sensibilita in dotazione Gamma di frequenza 20-1000 Hz L. 6.950 KIT n. 77 - LUCI PSICHEDELICHE A CORRENTE CONTINUA - CANALE ALT! CARATTERISTICHE TECNICHE Alimentazione 6:15 Vice. Assorbimento max 100 watts. Sensibitita 100 mv. Controlla di sensibilita in dotazione Gamma di frequenza '1000-20.000 Hz (6.950 Il dado elettronico Sette led per tentare la sorte. Applicazione pratica dei circuiti logici per la costruzione di un insolito dado da utilizzare come gadget. Per i tradizionali giochi di societa, come animatore delle alterne fortune: L’elettronica ormai dilaga in- vadendo i pit disparati_settori ed aspetti del nostro vivere quo- lidiano e doveva pertanto su. cedere che, sull’onda dell’imp. rativo oggi dominante — Digi talizzate tutto! —, il vecchio buon dado, innocente cubo, tri- plice Giano bifronte della for- tuna, cadesse pure lui vittima di questa diabolica mania Il siliceo novello pargolo, a ifferenza del vetusto progeni tore presenta una sola faccia 2 di FRANCESCO MUSSO costituita da sete diodi fotoemit- tenti (Led) i quali sostituiscono egregiamente i famosi punti neri © dorati del dado tradizionale il quale indicava un numero da uno a sei dopo un rotolamento pitt © meno Iungo mentre nella versione elettronica questo bana- le movimento meccanico viene sostituito dal suo pid raffinato equivalente elettronico: un rapi- dissimo conteggio di impulsi ¢ relativa divisione per sei. ‘A questo punto per poter ben capire come sia stata resa pos- sibile questa metamorfosi sara meglio pilotare le impazienti pw. pille affinché esplorino la por- zione di campo visivo (alias pa- gina) sul quale giace in bella mostra lo schema elettronico indi, dopo rapida assimilazione e collocazione in memoria del- Vosservato richiamarle pronta- mente indietro acciocché leggano la relativa discrizione del fun- zionamento, Passiamo a veder qualcosa del funzionamento. Abbiamo appena detto che questo dado non rotola ma con- ta e divide per 6 degli impulsi a produrre i quali provvede un oscillatore ad onda quadra co- stituito dalle porte Nand X;, X>, Xs (3/4 SN 7400) Elementi necessari per la com- prensione di conteggio degli im- pulsi e della relativa decodifica (integrati Xi+Xn) sono la Truth Table e lo schema funzio- nale a blocchi dell’integrato SN 7492 che espleta le funzioni di divisore per 6, per 9, per 2 (ta- bella 1) | divisori Dailo schema a blocchi si pud vedere come esso sia costituito da 4 |-K Flip-Flop il primo dei quali (A) espleta la funzione di divisore per 2 ed & indipendente Gagli altri, il secondo ed il terzo (B,C) dividono per 3 e l’ultimo (D) divide nuovamente per 2. Applicando un segnale all’in- gresso A (pin 14) e collegando Vuscita A con l'ingresso B C (pin 1) questo ricomparir’ al- Puscita A diviso per 2 all’uscita C diviso per 6 ed all’uscita D diviso per 12 mentre se Jo im- mettiamo direttamente all’ingres- so BC esso ricomparira all’uscita C diviso per 3 ed all'uscita D di- viso per 6 € questa la configu razione che fa al caso nostro. Compilando nuovamentelatavola della verita, eliminando perd la colonna A eé sostituendo lo zero Bout Massa Cout Dour 10 maeoenocccocy sHoceo--cosen eo-Hcocen-coe momonoucHoue> 0 i 2 3 4 5 6 7 8 9 0 1 6 7 #VCC Ro) Rot) In alto schema a blocchi funzionale det circuito integrato logic SN 7492 che opera come divisore per 6 per 3 @ per 2. Nel tabulato trovate if quadro defla verita delle operazioni compiute da questo integrato. (che non esiste sul dado) con Tuno, I'uno col 2 e€ cosi via, otterremo quanto illustrato nella tabella n. 2 nella quale compare anche Ja coufiguiazione dell’uni- ca faccia del dado. M1 dado si compone di sette Led contrasse- gnati con lettere dalla L alla S disposie in modo da poter ripro- durre il dado (radizionale, Non resta quindi che iniziare lo studio sulla decodifica delle uscite del divisore per 6 ¢ del pilotaggio del display a diodi, Dout—+ [ x4 Cout Pout AL+ LED Schema di principio per Faccensione di un led. 33 L MN ooo op ooo QRS A lato, evoluzione della tavola della verita in funzione delle esigenze del dado. TABELLA 2 Iniziamo dal Led centrale (P) il quale dovrd accendersi nel caso dei numeri 1, 3 5. Osser- vando la tabella n. 2 si vede che per questi tre numeri le usci- te Be D sono uguali e cio’ 0,0- 0,0-1,1 e pertanto bisognera che il circuito di decodifica legga questa condizione di uguaglian- za. Operando con porte Nand bisognera perd invertire i segnali di uscita di Be D del 7492 nel caso dei numeri 1 ¢ 3 ed a que- sto provvedono i due Nand Xs, B-Cin LR Bout_Cout Pout Schema elettrico generale de! dado elettronico. | 34 |g IL MONTAGGIO DEL DADO ELETTRONICO iy “] -QNLS MRP oBV CONTA AL —OEL LEO AL+ DEI LED GGE Componenti TR2 = BCIS3 D3 = come Di TRS = BCI53 D4 = come D1 Icl_ = SN7400 BCI53 D5 = come Di IC2 = SN7400 TRS = BCI53 Dé = come Di 1C3. = SN7400 D1 = qualunque diodo al C1 = 1 nF Ic4 = SN7492 silicio RI = 330 ohm 14 watt TRI = BC300 D2 = come Di R2_ = 270 ohm 1% watt R3 270 ohm % watt R4 = 270 ohm 14 watt RS = 270 ohm 14 watt R6 = 270 ohm 1% watt R7 = 180 ohm 1% watt RB = 180 ohm 14 watt RO = 180 ohm 1% watt P1 = deviatore a pulsante Led = FLV 102 (sette) I componenti adoperati per la_costruzione dell’appar chio sono elementi di facile reperibilita. La cifra orienta- tiva necessaria per lacquisto delle parti ® di circa 10.000 lire, 47n. LEDS 47n. LEDL AL + LED DISPLAY Xi collegati ad inverter. Liuseita della porta Xe va a livello logico zero nel caso del numero 5, quella della porta Xo nel caso dei numeri 1 e 3. 1 diodi Ds ¢ D, servono ad isolare fra di loro Vuscita delle due porte. Quando una di queste va a zero ill transistor TRS va in conduzione ed accente il Led P. Esaminiamo ora il caso dei diodi L, N, Q, S ed osserviamo che questi dovranno accendersi contemporaneamente per i nu- Qualora i led si accendessero con luminosita diversa interporre fra i catodi delle resistenze da 47 ohm. Nelle foto alcune immagini del prototipe realizzato; si noti Vimpiego degli zoccolini per if fissaggio dei circuiti integrati. meri 4, 5, 6. Sempre dalla ta- bella 2 vediamo che I’elemento che li accomuna 2 il fatto che Vuscita D del 7492 & a livello logico 1 e pertanto basterd leg- gere questa condizione e inver- tirla (O) a mezzo di Xs appli- cando poi il segnale ottenuto alla base di TR: che entrera in conduzione accendendo i sumen- zionati Led. 1 diodi L ed S devono perd accendersi anche nel caso del numero 3 la cui caratteristica Nelle immagini alcuni particolari della basetta del dado elettronico. In basso I'elemento su cul si interviene per dare Il via al dado: i! pulsante. Come potete constatare dalle immagini gli integratl sono Stat] montati su appositi zoccoll. Questa @ una soluzione molto interessante perché consente un eventuale recupero del componenti senza che portino le conseguenze di una serie di saldature. che lo contraddistingue @ il fatto che (vedi tabella 2) le uscite del 7492 sono D=0 e C=1. La porta X; e TR: provve- dono in merito, mentre i diodi Ds € Ds servono ad impedire che Faccensione di L ed S, nel caso del numero 3, non determini pu- re quella di N ¢ Q. Lasciamo ai lettori il piacere di completare Vanalisi del circui- to di decodifica e spendiamo due parole sulle porte Xz e Xis collegate secondo il classico cir- 37 | | cuito Set-Reset, Quando V'ingresso di Xi 8 a massa (pulsante P1 rilasciato) Vuscita relativa @ a livello logico 1 e pertanto TR1 conduce per- mettendo l'accensione dei Led mentre, essendo luscita di Xv (collegata alla porta Xs) a livel- lo zero, Voscillatore @ bloceato. Azionando P; la situazione si in- verte (uscita X= uscita Xis 0) e pertanto si spengono i Led mentre, attivato Voscillatore, inizia loperazione di conteggio degli impulsi. Al rilascio di P, cessano le oscillazioni € sul di- splay compare il numero for matosi. Esecuzione pratica Non esistono componenti cri tici 0 di difficile reperibilita; in- tegrato SN 7492 a parte, tutto il resto dovrebbe essere reperibile nei famigerati « cassettini delle meraviglie » di cui ognuno di noi dispone. Per il montaggio si consiglia di fare uso del circuito stampato in quanto, anche che la frequen- za dell’oscillatore non 2 elevata, bisogna pur sempre tener pre- sente che un’onda quadra ha un ricchissimo contenuto di armoni che che arrivano fino a svariate decine di MHz ¢ pertanto, fi ture troppo lunghe caotiche, potrebbero causare instabilitd di funzionamento. Altro consiglio & quello di racchiudere il circuito in un contenitore in metallo filtrando molto bene l'eventuale alimenta- zione da rete luce in quanto i contatori digitali sono molto sen- sibili ai disturbi e sarebbe vera- mente spiacevole vedere, a pul sante rilasciato Vindicazione del display cambiare continuamente, 11 circuito stampato & suddi- viso in due sezioni; la prima contiene il circuito vero e pro- prio la seconda serve da sup- porto per i Led del display. Avendo scelto, per ovvie ragioni di_semplicita esecutiva, di ese- guire il circuito stampato ad una sola faccia si sono dovuti ins. rire aleuni ponticelli in com spondenza dell’intersezione del: le piste, ma nulla vieta, ai pit bravini, di progettare, sulla fal- sariga di questo il circuito stam- pato a doppio rame. Qualora i due Led delle coppie L.S/M,R/ N,Q/ si accendessero con lumi- nosita diversa (luminosit’ nor- male uno, bassa luminosit’ Val- tro) interponete fra i catodi dei due Led ed i loro punti di con- nessione al circuito del Dado una resistenza da 47 ohm. PIASTRA CENTRALINA ANTIFURTO C.E.C.A. IX con: tom- 0 di entrata - tempo di uscita - tempo di aliarme = tem: BO di fine allarme - spia contaiti - spia. stand-by — spla Breallarme - indicatore a memoria di awenuto allarme, INGRESSI ALLARME: normalmente chiuso rtardato ripe titiva = normaimente aperta ritardato ripetitive - normalmen 4@ chiuso mitardato non ripetitiwo - ‘normalmente chiuso istantaneo ripetitivo - normamente aperto istanianeo ripe titivo = normalmente chiuso istanianes non ripetitive ~ nor malmerte chiusa antirapina antimanomissione - due uscwe Soparate per sirena protette contro | corti circuit. Lit. $5.00 Alimentazione 12 V, PIASTRA CENTRALINA ANTIFURTO con tempo d'uscita - tempo di Ingresso ~ tempo ¢i allarme - tempo fine altar me spia contalti - spia stand-by - spla preallacme - sndl- catore 2 memoria di avvenuto alsarme - ingresso allarme i= ‘lantaneo @ Ntardato ~ rele allarme in grado dh pilolare si- Tene fino 8 250 W tit 35 000 MINIGENTRALE ANTIFURTO (cm. 6x13) con tompo di ‘entrata - tempo di uscita - tempo di allarme - tempo di {i= ‘ne allarme - spia contatti - spia prealiarme - spia stand-by = spia memoria oi avvenuto allarme. INGRESS! ALLARME: normalmente chiuso sitardato ripoti- ‘iv = nonmalmente chiuso ritardato non ripetitive = anita: ing antimanomissione - rele allamme in grado di portare fina ad 8 Ampor Lit! 35.000, PIASTRA CARICA BATTERIA in tampone con sgancio auto- matico a batterie catica a ripristina automatics a ca'ore della carlea. indicatore deita iniensité di earica 1 max 1 A Ideaie per spplicazioni di impianti antiturto e in quaisiasi altro caso in cui oocorra mantenore costantemente caries tuna batteria tit. 20.000 PIASTRA CARICA BATTERIA con sgancio automatico a bs teria carioa @ ripristing automatico at calare della. carica ~ indioatore deila intensitt i carica = regolatore della cor rene massima di carica. ideale per’ applicazion| Im- pianti antifurto © in qualsiasi altro casa in cul oecorra men: tenere costantemense cariea una batteria it. 14.500 PIASTRE ALIMENTATORI professional! stabilizzati regolabill Caralteristiche: tens, 12 V-- corr. 2A Rumore fesiduo min. 0,03%e eax 0,24/6 wit. "78.000 PIASTRA ALIMENTATORE PROFESSIONALE. Caratteristi- che 12 V 2A Rumore residuo 0.03% - 0.2%, Adaito per im- piani antifuno a radar e in ogni altro caso occorra una ensione esiremamente stabilzzata Tit, 18.000, SIRENA ELETTRONICA 12 V 10 W bitoneie portala’m. 300 Lit. 18.000 BATTERIE RICARICABILI FERRO-NICHEL 6V 5 An ‘Lt. 12.000 PIASTRA RICEVITORE FM. con ampiificatore Flo di- scriminatore uit 2.800 CONTATTI MAGNETIC! ANTIFURTO da esterno Lit, 2.500 CONTATTI MAGNETIC! ANTIFURTO da Incasso Lit 2200 CONTATTI A VIBRAZIONE per antifurto ut. 5.500 = ia Digione, 3- 20124 MILANO CAR Tee Care nnn aes LCE ers ba a0) oe eds OTT rte) M1 Eee ee ad Valvole elettroniche = et ON LGL Nes reece OL DULY Pocus Sea Ce Cy Tretia ees GUERRINI VINCENZO pet eC es ue at scleral eT a a PC RRR EMC Sse re PRC a uate eco eke ed 8) L’auto? A prova di ladro! di CLAUDIO GUST 40 ae we aaa) va oe GS meee spesso: si esce dal cinema, si beve magari qualcosa al bar e ci si avvia, con qualche sbadiglio, verso il punto dove & stata parcheggiata la macchina; si volta l’angolo, ecco, & stata parcheggiata lag- git, Ie mani frugano in tasca in cerca delle chiavi, ma... No, forse non era qui, vediamo un po’... ma no, era proprio qui; i ile... guardiamo un po” € no, la macchina & stata proprio rubata. D> Un interruttore al posto giusto e una chiave elettronica ricavata magari da una vecchia spina jack: l'auto @ cosi sicura. Panoramica di sistemi per impedire la messa in moto, da adoperare anche a complemento di antifurti elettronici gia installati. Sistemi base per la protezione dei veicoli. Moltissimi forse avranno gia assi stito ad una scena del genere, molti altri, pid sfortunati, la avranno visstita in prima perso- na. Se poi la machina verr ritrovata (notare il « se ») rara- mente la si trova intatta, il pit delle volte senza ruote, autora- dio, registratore, spesso senza motore. Ed ecco a questo punto salta fuori chi, tra il serio ed il faceto, inveisce contro Ia crimi- nalitd dilagante, chi invoca ottu- samente la pena capitale, chi si augura uno Stato forte, pitt or- dine, come se non fosse ormai scontato che non & con simili mezzi che occorre agire. Il di- scorso ovviamente non finisce qui, e non sta a noi approfon- dirlo, ma al di 1a di questo, che ‘raduce poi in opinioni perso- nali © politiche,-resta il proble ma di come evitare di trovarsi personalmente coinvolti. «Con Vantifurto » dira qual cuno. Va bene, siamo d’accordo che un antifurto efficiente & una ottima soluzione; ma non pen- amo che dopo aver senten- Ziato « ci vuole Vantifurto » sia- no risolti tutti i problemi; tra i tanti il pitt impellente &: che tipo di antifurto? Eh gia, in teo- tia il yeicolo sarebbe gia dotato di ben due e in alcuni casi tre antifurti: chiave sulla portiera, chiave sul cruscotto, e in alcuni casi anche bloccasterzo; perd ogni mariuolo che si rispetti ha gia da tempo imparato a neutra- lizeare questi tre dispositivi che rientrano nel « cliché » classico di una autovettura nuova di fab- brica. 1 problema percid consi- ste nell’arricchire questo « cli- ché » con un elemento nuovo e imprevedibile, che potrebbe es- sere o un semplice interruttore addizionale (ovviamente, nasco- sto), oppure un sofisticatissimo ed elaboratissimo congegno elet- tronico con tanto di sirena, in- terruzione del circuito motore e, se vogliamo immaginarlo « alla Archimede Pitagorico » con ta- aliole e traboccheiti vari, libera: tione di gas irritanti, congegno per legare Iincauto malvivente al sedile, Senza lavorare troppo di fan- tasia, potremo constatare che un nuovo elemento, anche se sem- plice, pud servire in molti casi a disorientare e scoraggiare even- tuali malintenzionati. Ovviamen- te perd la semplicita contrasta un po’ con fa sicurezza, siamo tutti d’accordo nella _maggiore affidabilit& di un congegno diffi- cile a neutralizzarsi; vediamo per- cid di passare in rassegna i di versi tipi di soluzioni, ne analiz- zeremo poi vantaggi, difetti, particolari Distingueremo cinque tipi principal: 1) Interruttore addizionale op- portunamente nascosto, tale da impedire il corretto fun- zionamento del circuito elet- trico del motore. 2) Dispositivi meccanici ed elet- tromeccanici vari 3) Relé azionato da un pulsan- te, facente le funzioni dell’in- terruttore di cui sopra. 4) Rel8 che oltre ad esplicare le funzioni precedenti, azio- dalla apertura delle portiere; il tutto é inserito dall’esterno, 5) Tutte le funzioni precedenti, inserite perd dall'interno. Funzioni e accessor partico- lari aggiunti a quest’ultimo tipo lo rendono_particolar- mente sofisticato. Passiamo all’analisi_partico- 4 Interruttore Batteria lareggiata dei vari circuiti TIPO 1) Un interruttore va inserito in serie 0 (come vedre- mo) in parallelo alle puntine del ruttore, secondo i relativi schemi. Il medesimo, oltre che essere intelligentemente ¢ astuta- mente mimetizzato, deve anche essere dimensionato per le fun- zioni che gli competono. Si potrebbe interrompere Jo che dalla chiave porta il posi- tivo alla bobina (morsetto +); oppure sempre dalla bobina (morsetto —) alle puntine. F’ poco consigliabile interrompere il filo che porta tensione alla chiave, qitesto infatti su molte aitovetture sopporta anche il ca- rico dei vari servizi (luci di posi- zione, abbaglianti, indicatori di direzione, ecc.), per cui l'interrut- tore impiegato dovrebbe essere molto grosso con conseguente difficolta d’imboscamento. Lo stesso inconveniente capita an- che a chi vuole interrompere il circuito che dalla chiave va al motorino di avviamento; anche 42 d'avviamento Cel Spinterogeno Nel disegno trovate_un primo esempio di come si pud provwedere a rendere inaccessibile il sistema di accensione @ chi non conosce il sistema di protezione, Esempio di sistemazione di un interruttore sulla battuta del cofano, Si trata di un pulsante normalmente chiuso. |_-7___] JL—_--___] Interruttore supplementare if 5 | da inserire in serie qui la corrente in gioco @ tal mente alta da portare notevoli inconvenienti e far pensare ad altre soluzioni, IL tutto & perd relativo al tipo di macchina in questione; in genere i valori di corrente va: tiano in proporzione alla ci drata, Una raccomandazione valida comunque @ di fare attenzione alla resistenza totale del circuito aggiuntivo, che se @ alta, influi- sce molto, soprattutto nell’ultimo caso. E esperienza di chi scrive Vaver notato che una « Giulia » faticava a mettersi in moto per- ché linterruttore aggiunto in se- tie alla chiave di avviamento non era dei migliori e presen- tava, a contatti chiusi, una resi- stenza di pochi decimi di ohm, sufficienti perd ad impedire il corretto funzionamento. Influi- scono molto a questo proposito anche la sezione dei fili che si aggiungono e le connessioni sul- le morsettiere. Altra ottima soluzione, senza dubbio migliore delle precedenti per mille ragioni, tra le quali la esiguita dell'interruttore necessa- rio, e senza i sopracitati inconve- nienti, & l'accorgimento di corto- cireuitare le puntine. In questo modo si pud stare certi che il motore non partir’ pit; occorre perd controllare che lo schema elettrico della macchina sia identico a quello in figura. In caso contrario meglio optare per l'interruttore in serie, onde evitare eventuali scariche della batteria nelle soste. TIPO 2) Come dispositivi meccanici intenderemo qui que- sli accorgimenti vari che si pos. sono trovare presso i negozi di autoaccessori, quali: rubinetti supplementari per la benzina, bloccasterzo super rinforzati, serrature speciali o addirittura grosse catene (tipo elefante) con relativo maxi-lucchetto. C’ cl giura sulla affidabilita di tali sistemi, soprattutto ’ultimo, an- che perché servono da deterren- te per eventuali malintenzionati scoraggiati dall’evidenza di que- ste grosse catene che avvolgono il volante; ma in effetti sono, secondo noi, il solo vantaggio. L'appassionato elettro-trafficone dovrebbe sfruttare le sue qualita in ben altro modo. Ad esempio come un nostro conoscente che, avendo recuperato un connettore con una decina di contatti, ha studiato un ottimo sistema che descriveremo e che servira come esempio per dispositivi elettro- meecanici 2 Interruttore davviamento Batteria Interruttore antifurto Jl connettore consiste in una femmina da pannello ed un ma schio asportabile, che in origine era collegato ad ‘un grosso cavo multifilare. Orbene il nostro amico ha fatto in modo che i vari punti di tutto limpianto clettrico della macchina facesse- ro capo a diversi contatti sul connettore ¢ i relativi collega- menti tra loro fossero. sul ma- sehio. Risulta ora evidente che asportando il maschio, ben poco poteva funzionare, a meno che ~Spinterogeno- Puntine| rompersi il capo tentando di in- dividuare le varie combinazioni di ponticelli. Una certa parentela con que- sto sistema & l’accorgimento di installare una presa jack (ma- gari del tipo stereo in modo da ayere pitt contatti isolati dalla massa) a md di interruttore in serie, come esposto nel punto precedente, e fare in modo che il circuito risulti chiuso solo con il relativo jack inserito. Effetti- vamente non & un brutto siste- ma, anche perché @ molto im- probabile che il « mariuolo » se ne vada a zonz0 con un jack, guarda caso, in tasca. Lo sva taggio di questo, come di tutti i tipi senza allarme sonoro, & che possono sempre essere neu- tralizzati con un po’ di tempo e pazienza, poiché non impedisco- no l'entrata nell’abitacolo, ma solo la messa in moto del vei- colo. TIPO 3) Appena pit sofi- sticato dei precedenti ha il van- taggio di non avere oggetti da 43 portarsi dietro con le chiavi (connettori, jack), € rispetto ai primi con interruttore il vantag- gio consiste nel fatto che un in- terruttore prima o poi, se uno insiste, lo trova; anche un pul- santino, a ben considerare, perd gid la difficolta aumenta. Certo, perché per inserire e disinserire Pantifurto basta un_pulsantino piccolo piccolo, facilissimo da nascondere, con infinite possibi- ith di mimetizzazione (sotto la moquette, dietro ad un bordino, sotto un rivestimento, nel porta- cenere...), Pulsantino installato, vediamo un po’ cosa combina. L’elemento interruttore & un rel, del tipo « passo-passo » usato per gli impianti luce. Ave- te presente le luci che, premendo un pulsante si accendono e pre- mendo ancora si spengono, si? Ecco, allora il relé impiegato qui 8 proprio dello stesso tipo, repe- ribile facilmente presso tutti gli elettricisti; occorre chiedere un relé interruttore a 12 V per impianti luce. Costa molto poco. Il funzionamento & semplice e intuitivo. Premendo il pulsanti- no, prima di togliere la chiave, si eccita la bobina del rel che apre il contatto’di lavoro, inter- rompendo il circuito elettrico del motore; a questo punto, grazie a dispositivi meccanici, il con- tatto resta aperto sinché non si agir& nuovamente sul pulsantino, si eccitera di nuovo la bobina e si chiudera il contatto che reste- ra chiuso per permettere ill nor- male funzionamento del veicolo. Maggiori dettagli si potranno osservare nella relativa figura TIPO 4) Questo é gia un tipo di realizzazione che da una certa affidabilita, dato che non appe- na yengono forzate ed aperte le portiere entra in azione il cla- ckson, oltre che impedire l'avvia- mento del motore. Il punto de- bole sarebbe Tinserzione dallo esterno, ma si pud ovviare anche a questo con soluzioni intelli- genti; prendiamo prima in con- siderazione ill rel ed il cireuito annesso. I] rele & del tipo « nor- male », non del tipo « a paso » precedentemente impiegato, ov- vero i suoi contatti lavorano solo quando la bobina & percorsa da corrente. La tensione di lavoro @ di 12 V, i contatti sono 3 scambi ca- paci di sopportare correnti di circa 6 A. (Relé di questo tipo sono facilmente reperibili presso grossisti di materiale elettrico). Il funzionamento & abbastanza semplice: se Vinterruttore $1 & chiuso, non appena uno dei pul- santi delle portiere viene azio- nato il rel scatta, commutando i suoi contatti di scambio. Di questi, quello che chiameremo A serve per la ritenuta, ovvero se si richiude Id portiera (e si ria pre relativo pulsante), questo contatto mantiene il relé ecci- tato fino all’apertura delinter- ruttore generale S1. Lo scambio, che chiameremo B, lavora anch’esso in chiusura 3 44 PUNTINE © serve, nel caso di entrata in funzione dell’antifurto, ad impe- dire il funzionamento del_mo- tore, secondo il sistema prima accennato, ovvero cortocireuitan- do le puntine. 11 contatto C azio- na il clackson, le trombe o qual- siasi sistema elettroacustico; lo schema del collegamento detta- sliato pud essere diverso per ogni tipo di veicolo in circola- zione, dipende poi dallesistenza di relé per le trombe, clackson speciali, sirene ecc, Eventualmen- te una semplice soluzione potreb- be essere di collegare i due fi facenti capo allo scambio B diret- tamente in parallelo al pulsante del clackson sul volante. Qualche ulteriore nota va fat- ta a proposito dei pulsanti sulle portiere che in fin dei conti sono i «sensori ». Bisogna accertarsi che funzionino. bene e che non abbiano contatti ossidati; occor- re inoltre che siano protette le portiere posteriori, eventualmen- te baule € cofano; ovvero se non esistono sulle suddette portiere, bisogna montarli per l’occasione, collegandoli tutti in parallelo, Abbiamo accennato a baule ¢ cofano da « proteggere ». Logi- co, sarebbe prima cosa da fare per un « mariuolo » un po’ sve- slio disabilitare clackson 0 ad- dirittura scollegare Ia batteria, Utilizzando pulsanti come sensori si deve prestare molta attenzione a che l'umidita non renda completamente inefficace il contatto elettrico, BOBINA prima di entrare nell’abitacolo; € quale la strada migliore se non Vaprite il cofano? Gia che ci siamo, un piccolo consiglio per chi vuole farsi un antufurto so- noro: un clackson addizionale. Presso i demolitori di auto & fa- le trovarne usati, e una sua disposizione in un punto diverso da quello in cui @ sistemato quel- Io di serie & una chance in pid a vostro favore Torniamo ora a $1; abbiamo- detto che & il punto critico del Mimassa) M a A ———a B a BMS AL + DELLA PONTICELLO sistema, per cui & il particolare pitt importante da curare. Non occorre in questo caso un inter- ruttore con alto potefe di inter- ruzione, dato che sopporta solo il carico del rele (qualche centi- naio di milliampere). La cosa ® petcid compatibile con V'esigenza di un minuscolo interruttore, fa- cile da nascondere o sotto la scocea, nel baule (ovviamente dove non sia gid protetto dal pulsante sensore), dietro lo sportellino della benzina (per 45 chi ce I’ha) (ma & troppo comu- ne), sotto la targa, dietro il pa- raurti, Sarebbe anche meglio che la posizione strategica di questo elemento non implichi contorsio- ni 0 eccessivo lavorio di chi in- tende inserire o disinserire l’an- tifurto, il che darebbe nell’oc- chio ¢... tanto vale averlo na- scosto. Tanto per dare un‘idea si possono elencare come esempio, soluzioni degne di un’antologia dell’ingegno: fanalini mobili che si possono ruotare azionando cosi microswitch, maniglie par- ticolari, mimetizzazioni a md di antenna, bulloni che sembrano tali, ma celano leve di interrut- tori, specchietti retrovisori ester- ni che nascondono anch’essi con- tatti elettrici; la fantasia, la crea- tivita e Vingegno vengono messi alla prova Un argomento ulteriore: i ve- tri. C’® chi pensa di proteggere anche quelli da eventuali « in- cursioni ». La classica manovra, le serrature 2 di rompere o scas- sinare il deflettore, introdurre una mano e aprire la portiera (nel qual caso ci penserebbe Vanfurto ad avvertirvi) , 0 abbas- sare il finestrino ed entrare da li, Sarebbe buona cosa provve- dere con dei pulsanti_ azionati dai leveraggi della salita o di- scesa dei vetri. Non & possibile essere pitt dettagliati, a causa del solito fatto che le macchine in circolazione sono fatte in mil- le modi diversi. Chi volesse tra- scurare questo dettaglio si con- soli pensando che Vincauto mal- vivente preferisca aprire la por- tiera piuttosto che entrare dal finestrino, il che @ anche molto probabile; e in ogni caso gli capitera prima o poi di doverla aprite questa benedetta portiera per cui... Qualche consiglio: sono in vendita presso le ditte specializ- zate in antifurti (anche alla G.B.C.) degli interruttori a vi- brazione, in cui un contatto si apre o si chiude (come si prefe- rise), allor quando una massa, solidale con un contatto dellin- terruttore viene fatta vibrare, Questo dispositive pud servire ottimamente come « sensore », deve essere elettricamente con- nesso in parallelo ai pulsanti delle portiere, e pud essere ap- plicato ad esempio sui vetri, all’interno della carrozzeria, in un angolo del. parabrezza, Poiché la sensibilita & regole- bile, si puo fare in modo di far AL + DELLA BOBINA |RELE A (PASSO | PULSANTE L 46 ALLE PORT! BOBINA PLAFONIERA PULSANTI --4 | | | | IERE | {|______. ac AL INTERRUTTORE ESTERNO CLACKSON -]| RUTTORE _ scattare l'antifurto, anche con il solo pugno di una mano sul tetto. Un altro suggerimento a proposito di questo tipo di anti- furto é 'abbinamento con il tipo precedente; ossia sostituire a SI un relé interruttore, in modo che quest’ultimo possa essere azionato dallesterno del veicolo con un pulsantino piccolissimo, pit facilmente mimetizzabile. Un'ulteriore modifica, frutto del- Varguzia di un nostro amico, & quella di sostituire al pulsantino sopracitato un contatto reed, na- scosto sotto la guarnizione di un finestrino; per inserire Vantifur- to basta avvicinare a questo una calamita, comodamente portata a spasso sul portachiavi; altret- tanto facilmente si disinserisce, TIPO 5) E questo un tipo su cui non intendiamo dilungarci, per diverse ragioni, anzitutto perché lo scopo era di proporre una serie di facili accorgimenti, parlare di un antifurto vero ¢ proprio necessiterebbe di un al- tro _articolo;_secondariamente perché, chi intendesse autoco- struirsi_ un aggeggio elettronico di questo tipo non deve far altro che raccogliere una delle occa- sioni che gli si propongono st numeri della nostra rivista; e ancora per chi non gradisse sob- La protezione del bagagli ‘si pud effettuare con un pulsante azionato dalla superticie stessa del cotano. barcarsi un onere di questo tipo, @ facile trovare moduli premon- tati e antifurti completi a prezzi concorrenziali. E dialtronde gravoso tentare una panoramica sui vari tipi e sui loro modi di impiego. Avrete ormai imparato quali sono i cri- teri per un'analisi critica di tali dispositivi: interruttore difficil- mente individuabile, arresto del motore, allarme sonoro, eventua- le sensibilita alle vibrazioni, scar- sita di falsi allarmi (non c® che provarlo perd). Qui finisce il nostro compito descrittivo, a voi quello realiz- zativo; come ribadiamo, abbia- mo voluto offrirvi una panora- mica di spunti, proposte, facili accorgimenti, soluzioni insolite, FINE 47 | | | “Orbiter 2000 | sintetizzatore Speciale in scatola di montaggio Al suono degli elettroni: un apparecchio, mille e mille effetti musicali. Dall'armonia alla dissonanza con possib di variare frequenza e ampiezza di nota Circuiti per sustain e rumore bianco. Costruzione semplice e di sicuro succe: ita di ROBERTO MONEVI possibile oggi, molto fa- cilmente ma soprattutto con sicurezza, realizzare dei _cir- cuiti- capaci di generare il suono: ci riferiamo ovviamen- te ai circuiti cosiddetti sintetiz- zatori delle sette note musicali. Quello che vi presentiamo in queste_pagine, supercollaudato laboratorio’ in tutti i sensi, siamo sicuri incontrera sucesso enorme: si tratta di un progetti- no semplice ed insieme vera- mente meraviglioso, alla portata di tutti, di un vero minisintetiz. zaiore elettronico di eccezionale bonta di funzionamento. Radio Elettronica ha approntato, anche per aiutare chi @ alle prime ar- mi, una scatola di montaggio con i componenti essenziali, ba~ setta (gif preparata) compresa. L’Orbiter 2000, questo il nome assegnato al progetto, consiste in un sistema combinato di genera- zione delle sette note in pit frequenze con un impianto di miscelazione. Sono previsti_ il sustain e il generatore di rumore bianco. E ovvio che son previsti il controllo volume e frequenza. Sono assicurati leffetto vibrato, Veffetto wha-wha, il tremolo. Si iratta dunque di un circuito estremamente interessante. Consideriamo lo schema elet- trico derivato, come i pit! esper ti sicuramente sanno, dagli sche- mi di Moog. L’idea otiginaria & quella di un gruppo di oscilla- tori, di generatori di rumore bianco, di filtri. Egli stabili che a9 50 veal IVCF | LEVEL FILTER INPUT MIXER EXTERNAL INPUT Med OFF | Noise OFF +H2V FREQ. Schema a blocchi del sintetizzatore > {8 8 > 20-4 eit 4 afo + 5 g y Q x se = z g S|] € e| a 8 ° - 3 3 2 y 5 sia i generatori che i modifica- tori venissero controllati _attra- verso una serie di tensioni varia- bili, e progettd tutta una serie di circuiti che confermaronolava- lidita delle sue teorie, inauguran- do Vera della Voltagge Control- led Music. Sulla base degli insegnamenti di Moog possiamo dividere un sintetizzatore in tre sezioni: Ge- neratarice, Modificatrice e di Controllo; tutto questo ha per- messo di rendere molto pitt ver- Glossario della musica elettronica VC-VOLTAGE CONTROL - Ten- sione di controtlo atta a modifica re i parametri di altri circuiti (es. VCO, VCA, VOF eccetera). VP-VOLTAGE PROCESSOR Termine che indica tutti i circuiti uusati per elaborare la VC. VCO-VOLTAGE CONTROLLED OSCILLATOR - Oscillatore la cui jrequenza varia in ragione di luna 0 pit tensioni di controllo. LFO-LOW FREQUENCY OSCIL- LATOR - Osciliatore, conosciuto anche come LRO (Low Range Oscillator), che lavora a bassis- sima frequenza (generalmente fra 0,5 ¢ 50 Hz) normalmente usato come jonte di controllo per altri circuiti LEVCO-LOW FREQUENCY VOLTAGE CONTROLLED O- SCILLATOR ~ Uguale al prece- dente, ma controllato in tensione. FRO-FULL RANGE OSCILLA- TOR - Oscillatore in grado di co- prire tutta a gamma delle jre- quenizeudibili dall’orecehioumano. FRVCO-FULL RANGE VOLTA- GE CONTROLLED OSCILLA- TOR ~ Uguale al precedente ma controllato in tensione. VCA-VOLTAGE CONTROLLED AMPLIFIER ~ Amplificatore il cui guadagno pud essere variato attraverso una serie di tensioni di controllo. AR-ATTACK RELEASE - Circui- to che genera una tensione varia. bile fra. 0 e 5 Volt, con la possi- bilita di regolare il tempo di at- tacco e decadimento, Viene usato come VC. E’ conosciuto anche come generatore d'inviluppo. ADSR-ATTACK DECAY SU- STAIN RELE: Circuito co- me il precedente in cui & possi- bile mutare il tempo di attacco, decadimento iniziale, sostenimen’ fo decadimento finale, LPF.LOW PASS FILTER - Fil- tro passa basso LPVCFLOW PASS VOLTAGE CONTROLLED FILTER - Filtro passa basso la cui frequenza di taglio viene variata’ tramite una tensione di controllo, HPF-HIGH PASS FILTER - Fil- tro passa alto. HPVCF-HIGH PASS VOLTAGE CONTROLLED FILTER - Fil tro passa alto controttato in ten- BPF-BAND PASS FILTER - Fil- tro passa banda, Vv Diagramma di Attack Release. A BPVCF-BAND PASS VOLTAGE CONTROLLED FILTER - Filtro passa banda controllato in ten- BRP-BAND REJECT FILTER Filtro reietta banda BRVCF-BAND REJECT VOLTA. GE CONTROLLED FILTER - Filtro reiettore di banda control lato in tensione. VCF-VOLTAGE CONTROLLED FILTER - Filtro_controllato. in tensione con caratteristiche non meglio specificate Vv Diagramma di Attack Decay Sustain Release. satile lo strumento, oltre a ridur- re Vingombro e il prezzo, ponen- dolo cosi alla portata di un pit vasto pubblico. Dopo questa doverosa premes. sa, passiamo alla descrizione del- VOrbiter 2000 Synthesizer. Schema a blocchi Osservando lo schema a bloc: chi, possiamo notare che la Tes- sera e i] Sustain confluiscono al deviatore $4, che ha il compito ~ EF-ENVELOPE FOLLOWER - Circuito atto a trasformare un segnale audio (proveniente da una | Jonte esterna al sintetizzatore) in una VC in stretia dipendenza all'ampiezza del segnale audio. JOYSTICK » Comando a cloche che fornisce due differenti VC. MIXER ~ Circuito atto a misce- | lare segnali audio ef tensioni | di controllo. | NOISE GENERATOR - Genera. tore di rumore bianco. RIBBON - Tastiera a nastro idea. ta da R.A. Moog azionata tra: mite la pressione di un dito su di essa, viene usaia come VC. RM-RING MODULATOR - Cir cuito che fornisce in uscita un segnale composto dalla somma ela differenza algebrica delle Irequenze di due segnali appli ati ad eso, SEQUENCER - Circuito in grado di generare una serie di tensioni in una sequenza stabilitaprece- dentemente, viene generalmente utilizzato in unione ad un VCO per produrre motivi musicali di ‘accompagnamentto. 81 eonse1 rowan, 82 Nei due schemi elettrici @ rappresentata I'intera struttura elettrica del sintetizzatore per fa produzione di effetti musicali elettronici. | punti di unione fra i due schemi sono contraddistinti dai riterimenti A, B, C, D. A destra, nella foto, alcune delle prove nel nostro Jaboratorio. di_selezionare il controlio del VCO (Voltage Controlled Oscil. lator) per mezzo della tastiera © del comando di frequenza Pitch. Dal VCO possiamo estrar- re due forme d’onda; una dente di sega quadra e una quadra, quest’ultima regolabile in conti- uit nel suo contenuto armoni- co, variando manualmente la sua simmetria con il controllo di Shape. Le due uscite del VCO, uni- tamente al generatore di rumo- IL MONTAGGIO DEL SINTETIZZATORE R8 = 1 Kohm RI7 = 4,7 Kohm R10 R19 = 1 Mohm Ri = 10 Kohm Rit R20 = 47 Kohm R2 = 68 Kohm R 5. R21 = 1,8 Kohm R3_= 5,6 Kohm Ris = R22 = 39 Kohm R4/5 = 1 Kohm R14 = 100 Kohm R23 = 39 Kohm R6 = 82 Kohm RI5 = 33 Kohm R24 = 82 Kohm s es én, eu 3,9 Mohm 68 Kohm 15 Kohm 100 ohm 3,9 Kohm 330 Kohm 330 Kohm 330 Kohm 330 Kohm 330 Kohm 330 Kohm 1 Mohm 22 Kohm 2,2 Kohm 1 Kohm 1 Kohm 47 Kohm 47 Kohm 47 Kohm 47 Kohm 39 Kohm 1 Mohm 4,7 Kohm 330 ohm 150 ohm 4,7 Kohm : 3 ou @ i "5 = a Cove. ve Bo P1 = 47 Kohm lineare C3 = 470 KpF P2 = 1 Kohm lineare C4 = 100 KpF P3 = 220 Kohm logaritmico C3 = 2,2 uF 16 VI P4 = 220 Kohm logaritmico C6 = 22 uF 16 VI P5 = 220 Kohm logaritmico C7 = 2.2 uF 16 VI P6 = 220 Kohm logaritmico C8 = 5 uF 16 VI P7 = 47 Kohm lincare 220 KpF | P8 = 470 Kohm lineare 220 KpF | P9 = 4,7 Kohm lineare 220 KpF P10 = 10 Kohm logaritmico 5 KpF Ci = 100 uF 1 KpF i C2 = 470 KpF 1 KpF 5 uF 16 VI 100 KpF 22 uF 16 VI Per ilmateriale 2 UF te Vi Allo scopo di agevolare i let- 50 uF 16 VI tori interessati alla costru- 22 KpF ione, informiamo di essere in 100 KpF gtado di fornire (contrassegno 5 uF 16 VI L. 24.000) basetta e compo- 2N 2646 nenti, Non inviate denaro, pa- gherete al postino. D1/2 = diodo al silicio I trimmer della tasticra sono tutti da 10 Kohm 5 re bianco (Noise) ¢ all’External Input, confluiscono nel Filter Input Mixer a 4 canali, Tramite external input & pos- sibile inserire ¢ filtrare segnali esterni attraverso i restanti cir- cuiti modificatori dell’Orbiter 2000, L'uscita del_mixer passa at- traverso un VCF (Voltage Con- trolled Filter) in grado di fornire tre differenti curve di risposta, del tipo passa alto, passa banda, passa basso; la frequenza di ta- glio del filtro viene stabilita dal potenziometro Cut-Off, Passato il VCF, il segnale in uscita tro- va il VCA (Voltage Controlled Amplifier), dal quale prelevere- mo l’uscita generale del sintetiz- zatore. La descrizione termina con un modulo molto importante: il Low Frequency Oscillator (LFO), questo particolare oscillatore ge- nera un’onda sinusoidale varia- bile tra 2 © 12 Hz tramite I’ap- posito controllo di frequenza, che rappresenta un'ottima fonte di tensione di controllo per gli altri moduli. All'uscita dell’LFO troviamo un commutatore a 5 posizioni col quale & possibile instradare il segnale di controllo ottenendo una variazione periodica della frequenza del VCO (Vibrato), della frequenza di taglio del VCF (WHA-WHA) e dell’ampiezza del VCA (Tremolo). Possiamo quindi notare che l’Orbiter 2000 @ diviso in tre sezioni secondo Come potete vedere dalle diverse fotografie il prototipo non corrisponde perfettamente con i disegni dei piani costruttivi riportati nelle pagine precedent; cid & dovuto al fatto che si é giunt! ‘alla stesura definitiva del progetto per successive epprossimazioni. Nellimmagine di sinistra, dove ‘appare Vintera struttura dell’apparecchio, si nota anche fa presenza di un alimentatore: non ve ne proponiamo in questa occasione fo schema elettrico in quanto potete Implegare un comune alimentatore che magar! gla avete nel vostro laboratorio. Neturalmente occhio alle schermature, perché il ronzio della corrente alternata non é un effetto placevole, Esempio di realizzazione della tastiera con if metodo dei circuiti stampati. Indifferentemente dal tipo dj tastiera adottata, i trimmer di taratura sono tutti da 10 Kohm e debbono essere regoleti in modo da ottenere la glusta scala cromatica. Vordinamento di Moog. Osservando lo schema dell’Or- biter 2000 si pud notare la sua sempliciti circuitale, tanto che Vintera realizzazione richiede T'uso di 10 transistor, 2 diodi ed una manciata di altri compo- nenti, Schema elettrico Tralasciando per un’attimo la descrizione della tastiera (della quale parleremo in seguito), A ap fp » | oe pantirone -So 6 44e 6-H Se + _ fs ees Se z eae ie - 57 QUADRO COMANDI TASTIERA SUSTAIN (S1) FREQ. /KBD (S4) OCTAVE (S2) PITCH (P1) SHAPE (P2) LEVEL EXTERNAL INPUT (P53) LEVEL DENTE DI. SEGA (P5) LEVEL QUADRA (P4) LEVEL NOISE (Po) ‘CUT-OFF (P9) ‘MODE VCF (S5A/B) GAIN VCA (P10) FREQ. LFO (P7) LEVEL LFO (P8) MODE LFO (85) Genera una serie d'intervalli di frequenza secondo la scala eromatica. = In posizione ON Ia nota scelta dalla tastiera non cessa bruscamente al rilascio del tasto. = Seleriona il controllo del VCO per mezzo della tastiera o del PITCH, - In posizione ON abbassa di un’otiava la frequenza del VCO. = Varia manualmente Ia frequenza del VCO © Vintonazione della tasticra. ~ Varia Ia simmetria dell’onda quadra, alteran- done il timbfo. ~ Regola il livello dell’ingresso ausiliario. — Regola il livello della dente di sega. = Regola il livello della quadra. = Regola il livello del rumore bianco. = Varia manualmente Ia frequenza di taglio del filtro. = Seleziona la curva di risposta del filtro: Posizione 1 - LOW PASS » 2. HIGH PASS » _ 5 - BAND PASS ~ Regola il livello d'uscita del VCA ¢ defl'in- tero sintetizzatore. = Varia Ia frequenza di modulazione fra 2 ¢ 12 Hr. = Regola ta percentuale di modulazione. = Indirizza 1a modulazione ai citcuiti. passiamo subito alla funzione delt'interruttore St, il quale in ione “ON cortoci ondensatore C1. Sup poniamo ora di prelevare una tensione tramite la tastiera ed inviarla al VCO (Q1, Q2, Q3, 4) attraverso il deviatore S4¢ posto in posizione KBD, il con- densatore C1 si carichera fino ad arrivare allo stesso potenziale di tensione della tastiera, per scaricarsi solo quando questa vera a mancare, provocando il AUNATARUUOLLAD MM mantenimento per qualche se- condo della frequenza del VCO, creando cosi leffetto di Sustain Col deviatore $4 & possibile far variare la frequenza del VCO tramite‘la tastiera o automatica- mente attraverso il potenziome- tro PL che regola il Pitch (fre- quenza). La tensione di con- trollo prelevata sul centrale di S4 tramite Pl e R1, determina la carica di C3, che col transistor unigiunzione Q1, forma il tipico circuito di oscillatore a rilassa Nella successione fotogratica (vedi ‘a base pagina), alcuni esempi dei segnalf ottembili in uscita del sintetizzatore Orbiter 2000. Tutti gli effetti sono stati ottenut utilizzando I'apparecchio come unita autosutticiente, Altre variazioni sul tema possono essere ricavate utilizzando lingresso ausiliario del sintetizzatore. A questo ingresso pud essere collegato qualsiasi strumento musicale elettronico purché T'uscita abbia un livello di segnale compatibile con I'ingresso del _sintetizzatore, mento. Per mezzo dell’interrut- re S2 possiamo dimezzare la frequenza del VCO, raddoppian. do la capacita di C3 con C2, cosi facendo avremo un « ran- ge » di due ottave Dato che la carica e la scarica (attraverso la giunzione E-B1 di Q1) del condensatore C3 genera una rampa di tensione, possia- mo prelevare sull’emettitore del- Vunigiunzione un segnale a den- te di sega che invieremo all’emit- ter follower Q2 che provvedera a non caricare Voscillatore: Sulla base 2 del UIT trovie- mo R23 ¢ R22 che formano un sommatore resistivo per i segnali di _modulazione, R23 riceve VLFO, mentre R’ 22 @ libera in previsione di altri segnali. di controllo. ‘A questo punto abbiamo a di- sposizione un segnale la cui fre- quenza @ strettamente legata ad una tensione di controllo, la den- te di sega verra prelevata diret- tamente dopo R4, disaccoppiata da C6 e inviata all’ingresso Fil- ter Input Mixer, mentre la qua- dra verra ottenuta attraverso un Trigger di Schmitt. Quando Ia tensione della den- te di sega supera il valore di so- alia del Trigger (composto da O3 ¢ Q4), all’uscita (R50-C5) @ presente una tensione positiva che permane sintanto che il va- lore di tensione della rampa non ridiscende sotto il manteni mento del Trigger Ul potenziometro P2 (Shape) e a ‘resistenza RS determinano Vampiezza della rampa in in gresso al Trigger, regolando di conseguenza la durata dell’impul- so in uscita, quest’ultima verra connessa ad un altro ingresso del Mixer. Proseguendo la descrizio- né, troviamo il generatore di ru- more bianco (Noise) composto da Q6.Q7, in teoria questo cir- cuito genera tutte le frequenze udibili con tutte le possibili rela- zioni fra loro, ed & usato in mu- sica elettronica (previo un’ade- guato filtraggio) per ricreare suoni come la risacea, tuoni, esplosioni eccetera. Il transistor al silicio Q6 ha una bassa tensione di rottura tra base ed emettitore; e i 12 volts dell'alimentazione sono pid che sufficienti a provocarla, produ- cendo il cosiddetto effetio valan- ga, attraverso la resistenza R19 che funge da carico. Il segnale di Noise viene in- viato attraverso C7 allo stadio composto da Q7 che lo ampli- fica e lo invia al terzo ingresso del Mixer. Come & facilmente constata- bile il Filter Input Mixer non & altro che un comunissimo misce- latore passivo, composto da qu: tro potenziometri per la regola- zione dei singoli livelli ¢ altret- tante resistenze di disaccoppia- mento; P3 seleziona il livello dell’External Input, utilizzato permissare e filtrare segnali ester- ni, ad eccezione di microfoni e chitarre elettriche, per le quali sara necessario interporre un piccolo preamplificatore micro- fonico L'uscita del Filter Input Mi- xer, disaccoppiata da C21, en- tra nel VCF composto da’ Q8, Q9, Di e D2; il circuito 2 es- senzialmente un amplificatore controreazionato da due filtti, uno passa basso (R41-R42-C12- D1) e uno passa alto (C13-C14- D2). Gli ingressi dei due filtri_ so- no collegati alla base di O8, mentre le due uscite sono sele- zionabili singolarmente o in pa- FREQUENZE MUSICALI OTTAVA PER OTTAVA Do 1654Hz 52.69 Hz DO diesis 1730 Hz 34,62 Hz RE 1834 Hz 36,68 Hz RE diesis 1942 Hz 38,84 Hz. MI 2060 Hz = 41.20 Hz FA 2181 Hz 45,64 Hz FA diesis 25,09 Hz 46,21 Hz 1 2449 Hz 48,98 Hz SOL diesis 25,93 Hz 51,87 Hz LA 27,50 Hz 35,00 He LA dicsis 29,12 Hz 58,24 Hz 3087 Hz 61,73 He 6539 Hz 130,79 Hz 261,59 Hz © 623,19 Hz 106437 Hz 69.25 Hz = 13850 Hz 277/02 Hz 354,05 Hz —1108,10 Hz 7337 Hz 146,78 Hz 293,56 Hz 587,01 Hz 174,02 Hz 7770 Hz 15544 Hz 31088 Hz © 621,60 Hz 1245.28 Hz 8239 Hz 164,80 Hz 329,60 Hz 659,21 Hz 1318.42 Hz 87,30 Hz = 174,61 Hz 349.22 Hz 698,44 Hz 139688 Hz 9245 Hz 184,91 Hz 369,82 Hz 759,64 Hz 1479.29 Hz 97.96 Hz 195,95 Hz 391,86 Hz 785,75 Hz 156746 Hz 103,74 Hz = 20748 Hz 41497 Hz 829.97 Hz 1659.94 Hz 11000 Hz 220,00 Hz 446,00 Hz 880,00 Hz 1760,00 Hz - 11649 Hz 252.98 Hz 465,96 Hz 931.92 Hx 1863.85 Hz 12346 Hz = 246.94 Hz 495,88 Hz © 987,57 Hz 1975,13 Hz i rallelo attraverso il doppio com- mutatore $5, per chiudere la controreazione sull’emettitore di 09. Il parallelo dei due filtri for- ma una rete a doppio T,, tipica di un filtro passa banda, per- tanto dalla commutazione di $5 otterremo tre curve di risposta; la prima passa Basso, la seconda passa Altoc la terza passa Banda. La tensione di controllo viene applicata _contemporaneamente so un sommatore resistive forma- to dalle resistenze da R30 a R35, causando un maggior flus- so di corrente attraverso Di e D2, con una conseguente dimi- nuzione della loro impedenza caratteristica, cosi facendo cam- bieremo anche la frequenza di taglio del filtro. 11 « bias » for- mato da R29 © P9 che regola il Cut-Off & connesso. all’ingresso R32-R33, il segnale di controllo del LEO arriva su R34-R35, mentre I'ingresso su R30-R31 viene lasciato libero in previsio- ne di altre fonti di controllo. Liuscita del VCF viene prelevata fra R39-R40 poste sull’emeitito re di Q9 ed inviata tramite C16 all'ingresso del VCA composto da Q10, che lavora come ampli- ficatore polarizzato in maniera che la risposta in frequen- za sia molto lineare, (per questo R49 ¢ bipassata da C19). IL segnale proveniente dal- I'LEO arriva su C17, facendo si che if guadagno di Q10 venga variato periodicamente dalla tensione di controllo dando luo: go all’effetto di vibrato. E pre- visto un ingresso ausiliario per altte tensioni di controllo per il VCA su C18. L’uscita del VCA viene disaccoppiata da C20 ed attenuata dal potenziometro Gain P10, per essere poi inviata all'uscita generale del sinteti2- zatore A questo punto non resta che prendere in esame ’'LFO, for- mato da Q5, posto nel classico circuito di oscillatore a sfasa- mento, dal quale estrarremo una onda ‘sinusoidale a frequenza molto bassa, che potra essere Nel caso della tastiera stampata, soluzione economicamente plu vantaggiosa, i puntale di un tester pud essere utilizzato per ottenere i contatto elettrico. Quanti fossero interessati all'acquisto di una tastiera tradizionale possono rivolgersi a: Sig. Giuseppe Buroncini, vie Crespi 10 - Milano tel. 02/2699978: oppure a G.LD. di Grosso, Via Lessona 2 - Milano, 2092,75 Hz 4185,50 Hz 221622 Hz 4452.44 Hz 2548,05 Hz 4696.11 Hz 248058 Hz 4975,18 Hz 263656 Hz = 5273,12 Hz 2793.78 Hz 5587/52 Hz 295859 He 5917.18 Hz 313492 Hz 6269.77 Hz 3319,88 Hz 659,77 Hz 3520,00 Hz ——_7040,00 Hz 3727,70 He 745540 Hz 395027 Hz 790,54 Hz MUSICA ELETTRONICA IN REGALO AGLI ABBONATI Ricordiamo ai nostri lettori che Radio Elettronica offre gratuitamenie un volume, dedicato ai temi e ai progetti di musica elettronica, a coloro ‘che sottoscrivono un abbonamento per il 1977. Tl yolume non @ in vendita. regolata da 2 a 12 Hz tramite il potenziometro P7. Il segnale Presente sul collettore del tran- sistor verra attenuato da P8 ed inviato al commutatore $3, che provvedera 0 smistarlo verso il VCO, il VCF 0 il VCA. Realizzazione e taratura della tastiera Come & possibile constatare dalle fotografie del prototipo, la tastiera & stata realizzata con le tecnica del circuito stampato, metodo che offre notevoli van- taggi rispetto alle tradizionali ta- stiere meccaniche; soprattutto pensando alla loro scarsa repe- ribilita e al loro elevato prezzo. Sullo stampato della tasticra, che potra essere realizzato nella versione ad una o due ottave + DO, troveranno posto anche tut- tii trimmer da 10 Kehm, che IAT FOR Tae ont stabiliranno Vesatta frequenza di ogni nota. Vediamo dunque come do- vremo montare la tastiera:” pri- ma di tutto dovremo realizzare lo stampato, dopo di che do- vremo saldare tutti i trimmer, € collegarne tutti i capi al positivo dell’alimentazione; dovremo an- che attaccare un puntale (quelli del tester vanno benissimo) al contatto di S4 corrispondente al- la posizione KBD, dopo di che potremo iniziare la messa a pun- to dei trimmer. Per compiere questa operazio- ne, dovremo ruotare il Pitch completamente in senso antiora- rio, € servendoci dell’apposita tabella e di un frequenzimetro digitale, tarare tutti i trimmer da quello relativo al DO pitt basso sino a quello pid acuto; natural- mente per fare questo dobbiamo toccare col puntale le varie plac- che conduttrici dello stampato della tastiera. Chi non avesse a disposizione uno strumento di misura preciso, pud servirsi di un organo 0 di qualsiasi altro strumento musi- cale perfettamente accordato, fa- cendo si che le note della tastie- ‘a dell’Orbiter 2000, siano per- fettamente all’unisono con quel- le campione. Terminata questa operazione, la nostra tastiera sara perfetta- mente tarata, ed in grado di adempiere alla sua funzione. 61 Indicatore digitale: proposta per la realizzazione pratica di un dispositivo per ottenere la visualizzazione numerica di una tensione di uscita. display sull’alimentatore negli ultimi tempi si & no- tato un proliferare di ditte od organizzazioni pronte a lanciare sul mereato diversi a lanciare sul mercato diversi tipi di scatole di montaggio e basette premontate. Le realizza- zioni proposte sono alquanto va- tic e spaziano dal semplice am- plificatore audio ad un transi- stor, agli strumenti di misura con caratteristiche valide alla verifica immediata di un circui- to. Una buona fetta & dedicata agli alimentatori; di quest’ultimi, alcuni sono realizzati in modo tale da fornire tensioni fisse su valori di impiego comune, me- diante rotazione di un commu- tatore e conseguente inserzione di diodi zener. II circuito presen- tato permette di visualizzare su due display il valore della ten- 62 sione presente ai morsetti del- Valimentatore quando questa va- rida 10 a 15 Volt in scatti da 1 Volt; cid & particolarmente utile allo ‘sperimentatore, in quanto spesso una errata impostazione del commutatore pud pregiudi- care il funzionamento dell’appa- rato sottoposto a verifica, Anche un eventuale allenta- mento della manopola seleziona- trice delle tensioni pud indurre in errori notevoli; con la visua- fizzazione digitale taliinconve- nienti sono eliminati totalmente, Descrizione del circuito Lo schema, molto semplice, si suddivide in una parte in cui viene effettuata limpostazione delle unit, di un circuito di de- codifica e di un visualizzatore finale. Al fine di evitare facili entu- siasmi, va detto che il circuito proposto non & un_ voltmetro digitale, cio& non visualizza 1a tensione istante per istante pre- sente ai morseiti (occorrerebbe- ro ben altri component ¢ logica circuitale pit: complessa), ma un accessorio utile e di semplice impiego. Detto questo, vediamo come si comporta il circuito. Ul commutatore 1 altro non & che l'estensione di quello gia esi- stente sulPalimentatore; cid. si- gnifica che occorre, nella mag. gior parte dei casi, sostituire i commutatore originale che soli- tamente ad 1 via ed N posi- zioni quante sono le tensioni da fornire, con uno simile di tipo doppio che risolve il problema. Coloro che possedessero inuti- lizzato nel cassetto un commuta- tore ad 1 via e 5 posizioni, po- trebbero asportare il « wafer » su cui sono disposti i contatti ed di GIOVANNI TUMELERO inserirlo dietro a quello preesi- stente, sfruttando l'alberino ed i distanziatori rimasti Al termine del lavoro, ad ogni soatto del commutatore che inse- risce uno zener, deve corrispon- dere uno scatto sull'impostazio- ne delle unita. I primo display & collegato in modo da prese! tare sempre la cifra 1, per cui il campo di lettura totale spaziera da 10 a 15, con passi di una DECINE untra FND 500 a FNO500 ] PPP rrr le bs bobs Is +8. 2. jw Hey 9368 f—enc 9 . 5 i > s +o I 2 | 2 ‘ ; o> 4 p> —__ Commutatore SN 7410 63 IL MONTAGGIO DEL VISUALIZZATORE i R2 FIND: FNDSOO 4 7 . 4 gt 5 y B + ti 8 1 2 3) Componenti 1} 7pa140s }2 ® IC1 = SN7410 sv 1C2 = 9368 DS! = FND 500 A oto. schema di un Ds2 = FND 500 ‘fensione C1 e un Ri 82 ohm I watt elettrolitico da 10 uF R2 = 1 Kohm 1 watt © C2 da 470 uF Per il materiale I componenti adoperati per la costruzione dell’ apparec: chio sono elementi di facile reperibilita. La cifra orienta tiva necessaria per Pacquisto delle parti corrisponde a circa 7.000 lire. wawo O 1a alla volta, L’integrato SN-7410 & costi- tuito da 3 porte NAND a tre ingressi. Col commutatore in ul posizione zero, tutti gli ingressi sono a livello alto, in quanto collegati al positive +5 Volt. Passando in posizione 1, Pingre so 1 della prima porta va a | vello basso (cursore del commu- tatore a massa), di conseguenza il livello delf’uscita 12 diviene alto Lintegrato 9368 & un decodi: atore a sette segmenti in co- dice BCD con uscita a collettore aperto; al piedilo 7 si presenta il livello alto visto in preceden- za, per cui si accenderanno i segmenti bc del display, corri- spondenti alla cifra 1. In tal modo il visualizzatore presente: ri il velore 11 Con un ragionamento enalo: g0, ci si pud ricondurre agli altri valori di unita, in quanto i cir- cuito di impostazione @ il me- desimo. Chi volesse estendere il campo di valori, deve aggiungere un secondo integrato SN 7410 ed utilizzare i piedini del 9368 ri- masti inutilizzat Realizzazione del circuito La basetta in vetronite su cui trovano posto tutti i componen- ti ad eccezione del commutato- re ha le dimensioni di 125 x 55 mm, Come si nota dalle foto, sono stati previsti quattro. pon: ticelli, per poter semplificare il «master » ed evitare Vutilizza- zione di un « doppia faccia », il cui impiego pud complicare il lavoro agli sperimentatori. Gli integrati ed i display sono alloggiati in appositi zoccolini, utilissimi nel caso si abbiano a disposizione diversi « mille- piedi » del medesimo tipo o si milati e si vogliano provare in sequenza I morsetti segnati 1-2-3-4-5 e O sono realizzati piegando i ter- minali tagliati dalle resistenze, sino a far loro assumere Ia for: ma di un capocorda; infilati ne- gli appositi fori, vanno saldati nella parte che porta le piste ramate E vivamente consigliabile ati- lizzare cavetti di diverso colore per collegare la basetta al com- mutatore, scegliendo il rosso ed il nero per i +5 Volt d’alimen: tazione ed il negativo. Se si intende porre il cireuito visaulizzatore all/interno del con- tenitore in cui & sistemato Vali- mentatore, si pratichera una fi- nestrella nel pannello e si incol- era nella parte interna un pezzo rettangolare di plexiglas color 10350, che fara risaltare le cifre, atrenuando le vista di altre parti circuitali interne. Collaudo Il cireuito proposto non richie- de alcuna particolare operazio- ne di messa a punto. Deve fun- zionare di primo acchito senza problemi, Se cosi non fosse la causa deve essere ricercata fra i componenti ¢, nel caso specifico, negli integrati. Se non avete fat. to uso di zoccoli per il fissaggio dei circuiti integrati, la causa del guasto potrebbe risiedere proprio nelle unit logiche dan: neggiate durante la seldatura. In questo caso si pud proce- dere alla ricerca del guasto con- trollando i livelli logici. presenti alle diverse uscite che determi- nano gli stati necessari per far aceendere i visualizzatori Trovato il punto in cui si ma- nifesta la condizione anomala si deve controllare se cid accade per effetto di una saldatura fred- da (fatto a cui si rimedia pron- tamente), oppure se un surriscal- damento ha danneggiato il com- ponente. In questo secondo caso non c’é alternativa: si deve cam- biare il pezzo. 6 iu segnale nel ricevitore Se possedete gia un ricevitore in superreazione questo progetto di preamplificatore rappresenta il complemento ideale dell’RX in quanto, oltre ad allargare notevolmente il campo di ascolto, arriva ad evitare i disturbi tipici irradiati dai superreattivi vv nexzo ree; A 66 no dei principali diritti del Fuomo, e cio’ quello della libera espressione, ® stato accol- to dalla Corte Costituzionale che, come gid saprete, ha per- messo 1a liberalizzazione delle emittenti radiofoniche private che generalmente si autodefini- scono radio libere: Recentemente queste stazioni si sono cosi diffuse che non c’é citta che ne sia priva mentre si stanno diffondendo anche nei grossi centri di provincia La banda di frequenza di tra- smissione scelta da queste emit- tenti @ Ja gamma della modula- zione di frequenza che va da 84 ai 104 MHz. La qualita della trasmissione in molti casi non @ all’altezza di quelle RAT perd, in ogni caso, se il segnale che arriva & suffi. ciente, si ottiene un ascolto screto ¢ sufficientemente buono Per poter registrare i brani musi- cali pit interessanti Infatti_ molte di queste emit- tenti irradiano programmi musi- cali anche nel corso della notte con Jo slogan (non Stop Music) facilitando cos gli appassionatidi registrazione. Anche se in teoria a FM & immune dai disturbi in pratica, quando la stazione emittente & fontana o arriva in antenna un segnale troppo ba so, i disturbi dell’impianto di accensione dei motori delle auto si fanno sentire e impediscono una buona registrazione. Un'altra fonte di disturbi per Schema elettrico generale. 87 Guadagno in tensione: Rumore: IL MONTAGGIO DEL PREAMPLIFICATORE VHF AF 121 | AF102 AFII4 68 12 dB con AF 159 10 dB con AF 121 4 dB con AF 159 5 dB con AF 121 Per ilmateriale I componenti adoperati per la_costruzione dell’apparec- chio sono elementi di facile reperibilita. La cifra orienta- tiva necessaria per l’acquisto delle parti corrisponde a cir- ca 4.000 lire. chi ascolta sulle gamme delle onde corte ¢ cort tuito dalle insegne luminose al neon dei vari negozi per cui se ete Ja sfortuna di abitare in prossimit di tali insegne pubbli- citarie non vi resta altro che ras segnarvi ad attendere lorario di chiusura per poter effettuare in pace il vostro QSO in DX. Un rimedio che risolve alme- no in parte questi inconvenienti & costituito dall’amplificatore di antenna che, accordato sulla Componenti Ri = 680 ohm 14 watt R2 = 10 Kohm 1% watt R3 3,9 Kohm 1% watt ci 1 nF ceramico C2 = 10 pF ceramico c3 1 nF ceramico C4 = 1=10 pF compensat. C5 = 10 nF ceramico Ti = AF 139; AF 121 gamma di frequenza interessata, porta ad un livello chiaro e forte il segnale dapprima confuso e debole, Dato il basso livello di ru- more introdotto dal_preamplifi- catore l’incremento del rapporto segnale disturbo & notevole so- prattutto nella modulazione di frequenza dove non si nota pra- ticamente alcun incremento del soffio di fondo. Naturalmente oltre che nella gamma della FM il preamplificatore lavora bene anche sulla gamma aereonautica e sui 144 MHz dove operano, come & noto, i radioamatori, Se possedete gid un ricevitore in superreazione questo pream- plificatore rappresenta il com- plemento ideale del vostro rice- vitore in quanto oltre ad allar- gare notevolmente il campo di ascolio, arriva ad evitare di di- sturbare coloro che sono in col- legamento radio su questa fre quenza cosa questa particolar- mente utile per chi abita nei pressi di un aereoporto. 68 Oltre che per le gamme VHF questo circuito si presta bene anche per funzionare sulla gam- ma CB con Vavvertenza di so- stituire i condensatori e la bo- bina del circuito oscillante come consigliato pitt avanti Come amplificatore di radio- frequenza abbiamo PAF139 un transistor pnp al germanio che viene normalmente utilizeato nei gruppi del secondo canale dei televisori grazie alla sua elevata frequenza di transizione Tuttavia volendo sostituire questo componente con qualche altro che vi ritrovate nel casset- to dei transistor recuperati da qualche radio possiamo con: gliare PAF114 o anche I’AF102 con l'awvertenza, in questo caso, di portare la resistenza R1 al valore di 1,5 Kohm e di fare attenzione alle connessioni dei terminali del transistor che sono diverse dall’AF139 La configurazione circuitale scelta per il preamplificatore d'antenna & del tipo transistor 70 amplificatore con base a massa. Questa disposizione ci permet- te di avere una bassa impedenza di ingresso che quindi si adatta bene al cavo di discesa dell’an- tenna che pud essere sia di 50 che di 75 ohm La base a massa ha il grosso vantaggio di ridurre al minimo il pericolo di autoscillazioni per capacita interne del transistor, infatti la capacita collettore base in questo modo viene semplice- mente a trovarsi in parallelo al condensatore C4 e non pud retroazionare il segnale all’in- gresso. 1 transistor viene polarizzato dal partitore di tensione formato da R2 e R3 che assieme ad RI determinano il valore della cor- rente di emettitore fissato attor- no ai 2 milliampere per un ac- cettabile compromesso tra am- plificazione e rumore Il condensatore C2 & stato previsto per migliorare Vadatta- mento di impedenza dello stadio con la discesa della antenna per cui sara opportuno, una volta montati tutti i componenti, con- trollare se un valore di capacita diverso da un migliore adatta- mento. La capacita C3, di valore uguale a Cl, ha una reattanza capacitive di circa un ohm alla frequenza di 100 MHz, per cui cortocircuita a massa la radio- frequenza presente sulla base. Per la gamma delle VHF il condensatore C4 deve essere di picoola capacita residua cio’ inferiore a 1 pF altrimenti non si tiesce ad accordare per le frequenze pitt alte. Per la modulazione di fre- quenza L1 sara costituita da no- ve spire affiancate costituite da filo smaltato di 1 mm di diame- tro avvolte su un diametro inter- no di 8 mm. Per i 144 MHz LI sara di sei spire. In entrambi i casi la bobina L2 sara realizzata avvolgendo due spire dello stesso filo di Li avvolta sopra L1 sul lato freddo. Per i principianti ricordiamo che il lato freddo della bobina & Vestremo che va collegato a massa, L’accoppiamento induttivo co- si_realizzato & un po’ lasco ¢ cid permette di non caricare troppo il circuto accordato, cosa che farebbe calare sia la selett vita del circuito che Vamplifi cazione, pertanto sconsigliamo di_apmentare il numero. delle spite di L2 pensando di ottenere un segnale piit ampio all’uscita Volendo utilizzare il pream- plificatore per la gamma dei 27 MHz bisognera aumentare il va- ore della capacita di C1 e C3 portandole a 4,7 nF mentre la bobina L1 sara realizzata con quatiordici spire di filo smalta- to di 0,6 mm su supporto di 8 mm provvisto di nucleo in ferri- te per la regolazione. La bobina L2 potri essere realizzata con due o tre spire sempre perd dal lato freddo del- la bobina Lt. COME UTILIZZARE IL MASTER Nell'immagine un esempio di struttura realizzata per mantenere costanti, da una volta all‘altra, le condizioni fisiche a cui si opera per ottenere la fotoincisione delle basette ramate [ LISTA_MATERIALE. [ LE OPERAZIONI \ ~ FOTORESIST {(negazi materiale chimico) ‘in luce ambiente SVILUPPO. (negazi materiale chimico) — PULIZIA DELLA PIASTRA + PERCLORURO FERRICO (negozi materiale elettrico) La basetta sensibilizzata, il master ed il vetro che opera da premitore debbono essere posti nell’ apposito riquadro che si trova sotto Ia diretta influenza delle lampade al neon. Contenitore Ganzerli. — LAVAGGIO IN ACQUA CORRENTE + LUCE NEON {da 10W, negozi materiale elettrico) — ASCIUGATURA Hi om oA eA ~ LAMPADA ROSSA. ‘(negozi materiale elettrico) In rose 0 + BACINELLA (ogozi materiale ftogratca) — DISTRIBUZIONE DEL FOTORESIST — ESSICCAZIONE IN FORNO PER 1 MINUTO — RITORNO ALLA TEMPERATURA AMBIENTE SISTEMAZIONE DELLA PELLICOLA — ESPOSIZIONE ALLA LUCE DEL NEON — SviLUPPO. + CARTINE oTTiCi ale : i. (ee matelee tae) Radio Elettronica mette a disposizione la confezione del nateriale chimico comprendente fotoresst,sviluppo, perclorura fertico e bacinelle antiacido per il trattamento a lire 13.000 th (tuto compreso). Non invite denaro: pagherete al. postino ih comer | — LAVAGGIO IN ACQUA CORRENTE al ricevimento del materiale, Molti dei progetti presentati su Ra- dio Elettronica sono realizzabili a casa propria su circuito stampato. Il nostro giornale regala periodicamente il master degli stampati, riprodotti in naturale, per zealizzare con pri sione le’ basette Basta solo sapersi organizzare: due lampade al neon, qualche minuto di sosta della basetta nel forno di cucina ed il gioco & fatto, Ci procuriame innanzitutto una ba: seta ramata di dimensioni (per lato) almeno 1 cm pit: grande della traccie dello stampato che appare sul master © che vogtiamo riprodurre Puliamo la basetta con detersivo comune, quindi dopo lavaggio in ac- qua_corrente, la facciamo asciugare perfetiamente per essiccamento al ca lore. Niente strofinacci o dita sporche sulla superficie ramata, Abbiamo gid regalato a tutti i lettori, in gennaio, il master relative al_ progetto del sintetizzatore. E’ comun- que disponibile ancora a ri- chiesta dietro versamento di lire 1.000. Quindi, in camera oscura (al_buio © in un ambiente illuminato solo da una lampada rossa da 20 W), spal mare con uniformita sulla superficie ramata il fotoresist, vedi lista mate riale, mettendo alcune gocce su di un batulfolo di cotone racchiuso in une cartine di quelle uso ottico pulizia Tenth Si lascia essiceare (un minuto) nel forno di casa alla temperatura mini. ma e rafireddare, sempre al buio La basetta ora & pronta per T'inci- sione: in camera oscura sovrapporre il master alla superficie ramata assi curando aderenza con una piccola la stra di vetro (vedi figura). Accendere il neon (cinque minuti circa a secon: da della distanze del neon dal san dwich). Spegnere il neon, prendere la basetta ormai impressionata e im gerla nello sviluppo per cingue 1 (se le operazioni vengono effettuate sotto luce rossa si vede ad occhio nw do la formazione della traccia... Dopo, ormai anche in luce ambien. te, lavaggio in acqua corrente e im: mersione (mezzora) nella solucione di percloruro ferrico, Ultimo lavaggio, asciugatura e... le basetta @ ormai pronta per ospitare i ‘componenti elettronici Per informazioni pits dettagliate, consultare Radio Elettronica di lu: slio 1976 " tuttofare Pitt volte vi abbiamo descrit apparecchiature ¢ dispositivi ac- cessori che si avvalgono delle teeniche opto-elettroniche, Non & quindi argomento nuovo per quanti ci seguono abitualmente il fototriac che ci accingiamo a descrivere. Ma prima di entrare nel preciso discorso tecnico im- Postato per consentire una ana- lisi dei_principi fisici che rego- Jano il funzionamento dell’appa- recchio ¢ delle tecniche e degli accorgimenti necessari per pro- Un gioco? Un automatismo? No, un circuito da sperimentare e personalizzare con tante diverse applicazioni pratiche di RENZO FILIPPL cedere alla realizzazione pratica del progetto, vediamo gli scopi per cui @ stato ideato. Liintenzione di fondo con cui Vapparecchio & stato progettato poteva consistere nel voler di: sporre di un foto comando da utilizeare sia come gioco gadget che come sistema di automazione. Come vi esporremo pid avan ti in dettagtio, il fototriac pud essere adoperato per costruire un fucile ottico, una lanterna elettrica di accendere con un fiammifero o un controllo auto- matico a barriera luminosa, Le possibilita, e queste sono solo aleune, lasciano quindi molto spazio allo sperimentatore. Que- sta era dunque la nostra inten- zione quando si decise di pro- gettare il fototriae: proporre un apparecchio che lo sperimen tatore pud adattare alle proprie esigenze e plasmare con la fan- tasia. II fototriac @ dunque un progetto che si & evoluto mo- mento per momento, vediamo allora quali sono gli aspetti del la flessibilita di impiego che si sono maggiormente evidenziati Ad esempio con una torcia elettrica possiamo allestire un tiro a segno ottico, ed impiegan- do come carico un contacolpi meccanico potremo anche tota- fizzare i colpi andati a segno. I fucile ottico potra essere utilizzato con un pezzo di legno sagomato a forma di fucile so- pra il quale andra fissata la tor- cia elettric Schema elettrico generale. Schema di principio delle connessioni da effettuare rispetto al carico ed alla sorgente di alimentazione. Al posto del grilletto fissere- mo un pulsante che quando vie- ne premuto da tensione alla lam- padina e spara cosi il colpo di luce. Se disponete in casa di un paralume a forma di lanterna ad olio potete realizzare un sem- plice gadget. Sul campo del paralume prati- cheremo un piccolo foro ¢ instal- Ieremo il dispositivo all’interno con la fotoresistenza vicina al foro in modo che la luce am- biente non sia sufficiente a far scattare il dispositivo. La lampadina spia Lp andra collocata in modo da illuminare la fotoresistenza per cui quando avvicineremo un cerino acceso al foro della lanterna la lampada si accendera ed_illuminandosi anche la lampadina spia, il cit- cuito si manterrd innescato la- sciando di stucco i vostri ignari amici. Se vorremo poi spegnere la lanterna sari sufficiente agire 8 = IL MONTAGGIO DEL FOTOTRIAC sullinterruttore che dovra to- gliere anche Yalimentazione al circuito elettronico. Se qualcuno volesse realizzare una funzione inversa a quella finora esposta, e cio dare ten- sione al carico in assenza di lu- ce, sar sufficiente invertire tra loro la fotoresistenza ed R1. Cosi facendo potremo realiz- zare un interruttore crepusco- lare cio’ un automatismo che accende un carico di lampade quando la luce esterna cala sot- Disco rotante v Feritoie m4 to ad un valore prefissato Per regolare la soglia di scatto al valore di luce desiderato, so- stituiremo la resistenza con un potenziometro o un trimmer. Tra le altre applicazioni pos- sibili vorrei ricordare quella che forse & stata la prima per cit- cuiti fotosensibili ed & quello della barriera luminosa impiega- ta come apriporta automatic negli ascensori. Per realizzare i giochi di luce cui si 2 accennato allinizio im- 1 _Lampada E——p oT FRI FROFR3FR4 piegheremo quattro o cinque di questi fotodispositivi con le fo- toresistenze allineate davanti ad un disco rotante su cui sono sta- te praticate delle opportune fine- strelle, Dietro il disco fisseremo una sorgente luminosa, ad esempio una lampadina a siluro mentre ci assicureremo che le fotoresi- stenze siano schermate dalla lu- ce ambientale. Il disco natural- mente sara azionato da un mo- torino elettrico mediante una op- portuna demoltiplica dei giri Scegliendo la distribuzione di fori e finestrelle nel disco avre- mo la desiderata sequenza di commutazioni delle lampade pi- lotate dai circuiti fotosensibili. Il nostro circuito & costituito essenzialmente da un monosta- bile detto anche Trigger di Shmitt. La scelta & caduta su questo cireuito in quanto volevo otte- nere una commutazione rapida e decisa det dispositive anche per Per il materiale I componenti adoperati per la_costruzione dell’apparee: chio sono elementi di facile reperibilita. La cifra orienta- tiva necessaria per V'acquisto delle parti corrisponde a cir- ca 6,000 lire. Componenti RI = vedi testo R2 = 470 ohm 14 watt R3 = 1 Kohm % wate R4 = 560 ohm 1% watt R5 = 22 ohm 14 watt R6 = da 3,3 Kohm a 470 ohm, vedi testo i} Lp = lampada 1 watt 12 volt, vedi testo FR = fotoresistenza TI = BC157 12 = BCI57 Triac = 400 volt 1+15 A piccole variazioni della tensione di ingresso evitando indecisioni € inneschi su una sola semionda della tensione di rete. I trigger & pilotato dal parti- tore di tensione formato da RI e dalla fotoresistenza la quale, come i pit esperti sanno, in as senza di luce presenta un valore di resistenza estremamente alto superiore al megachm mentre in presenza di luce la resistenza cala_proporzionalmente alla in- tensita della luce fino ad un mi- nimo di circa 3 Kohm. Se la fotoresistenza @ colpita da una insufficiente quantita di luce la tensione ai suoi capi sar’ tale da portare in conduzione il transistor T1 che &, come T2, un PNP al silicio. Essendo T1 in conduzione la tensione sul connettore di TL sar troppo bassa per pilotare T2 per cui questo transistor re- sta interdetto come pure il Triae? Supponiamo ore di aumentare progressivamente V'intensita Iu. minosa, Sopra basetta del prototipo: a sinistra, esempio per la realizzazione di una struttura per la produzione di effetti /uminosi, Possibile soluzione per fa preparazione del disco @ vista in planta del disco e delle fotoresistenze. 15 Torcia — Fucile ottico La fotoresistenza cala la pro- ptia resistenza e polarizza di meno T1. La diminuzione di corrente di collettore di T1 ha due effetti: il primo provoca un aumento della tensione di collet- tore di Ti e di conseguenza della tensione sul partitore for- mato da R3 e R4; il secondo determina un_calo di tensione su R5 ed assieme al primo ha come conseguenza Ia entrata in conduzione di T2. 76 Contacolpi \ Bersaglio Cid determina una diminuzio- ne di tensione base emettitore di T1 provocando il passaggio in interdizione di T1 e in satura- zione di 'T2; la lampadina spia LP si illuminera e il Triac pas: sera in conduzione La resistenza R6 ¢ Ia lampadi- pria resistenza e polarizza il rente di innesco del Triac per cui usando dei componenti da 6A o maggiori si calera il va- lore R6 portandolo a 220 ohm. Nei disegni vedete due possibili applicazioni, nel testo sono riportate le diverse indicazioni per metterle in pratica; ma naturalmente motte altre cose si possono fare: avete mai pensato ad una elettroserratura azionabile dal fascetto df luce di una microtorcia del tipo che si usano come portachiavi? Lampaca Fowaspostive __| Volendo impiegare al posto del Triac degli SCR con corren- te massima inferiore ai 3A 2 abile aumentare R6 e scollegare la lampadina spia dal gate, in quanto si potrebbe dan- neggiare la giunzione gate ca- todo per eccesso di corrente, € collegarla al negativo. La fotoresistenza da me uti- lizzata & del tipo al solfuro di cadmio con potenza dissipabile di 150 mW, la resistenza massi- ma in assenza di luce @ di 20 Mohm mentre illuminata con un’intensita di 1000 LUX pre- senta un valore di resistenza di 600 ohm. Con questo tipo di fo- toresistenza R1 si assumera di circa 10+20 Kohm mentre uti- lizzando fotoresistenze dal va- lore pitt elevato, cio? che con 1000 LUX presentano una resi- stenza di 3+4 Kohm é consi- gliabile aumentare il yalore di RI portandolo attorno ai 68 Kohm, GUO solo L.800 IN TUTTE LE EDICOLE ETL EDITORE per fardase e meglio! MICROSPIA TX FM Portata senza antenna 500 metri, emis- sione 88-108 MHz. Progetto apparso su questo giornale in ottobre. Costo: lire 10.500, PSICHEDELIC BOX Generatore luci psichedeliche, 3. canali 2000 watt per canale. Progetto apparso Su questo giornale in gennaio. Costo: lire 19.500. Solo i tre trasformatori d'isola- mento: lire 4.500. Per ricevere il materiale effettuare pagamen to anticipato tramite vaglia postale. Aggiungi L. 00 per spedizione raccomandata KIT SHOP CORSO VITTORIO EMANUELE, 15 - MILANO. Per informazioni allegate francobollo risposta Ip & &}3}| Tre gamme di frequenza, da 20 a 20.000 Hz con un solo circuito integrato. Applicazione pratica di un amplificatore operazionale nel settore della strumentazione per il laboratorio. di ALBERTO MAGRONE noid 181 soo oS sie SQUARE Wave GENERATOR unis Leggere l’alta fedelta Non occorre spendere troppe parole per dimostrare Vestrema utilit2 di un generatore di onda quadra in un laboratorio che si occupi di impianti di amplifica- zione a bassa frequenza, special- mente nel campo defi'alta fe- delta. 8 Avendo a disposizione un ge- neratore che fornisca un’onda di entrata perfetiamente squadrata e simmetrica ad un amplificato- re, dalla forma dell’onde di usci- ta si potranno dedurre informa- Zioni estremamente _interessanti sul comportamento dell’amplifi- catore in esame. I generatori ad onda quadra finora usati, specie se non di prezzo elevatissimo, fornivano un’onda con fronti non perfet- tamente ripidi, in quanto la co- struzione con componenti discre- ti di un efficace multivibratore richiedeva una notevole compli- cazione di circuito ed un gran numero di accorgimenti destinati a compensare il tempo di salita dei transistori o delle valvole, sempre piuttosto lungo. Con Favvento dei circuiti in- tegrati lineari non sussite pit il problema del gran numero di componenti_ da impiegare in quanto questi sono tutti disposti su di un’unica piastrina di Sili- cio, e siccome il costo varia po- co con la complessita del cuito da integrare, non sussisto no limiti per ottenere a buon prezzo risultati eccellenti, di ca- rattere nettamente professionale Il costo di un circuito inte- grato diminuisce infatti forte- mente in ragione inversa al nu: mero degli esemplari prodott Nello schema che proponiamo usiamo il classico 709, che dal 1965 ad oggi ® stato uno dei piit usati e collaudati amplifica- tori operazionali esistenti sul mereato, Nel 709 sono contenuti ben 15 transistori, con le relative reti resistive di accoppiamento e di polarizzazione. La caratteristica di un amplificatore operazionale & quella di avere una tensione di uscita rigorosamente costante al di fuori del campo in cui esso funziona ad amplificatore perfet- tamente lineare, Lialimentazione di un amplifi- catore operazionale richiede due tensioni, una negativa ed una positiva, con « zero » centrale. Le entrate di pilotaggio sono due, una detta « di inversione » fornendo alla quale una tensione negativa, la tensione all’uscita sara positiva e viceversa; l'altra entrata si comportera in maniera opposta, ossia un segnale posi tivo all’ingresso determiner un segnale positivo all’uscita e vi- ceversa, Da queste considerazioni ri- sulta ovvio che collegando con ‘un resistore l’uscita con l’entrata di inversione si provochera nel- Vamplificatore un effetto di con- troreazione, con conseguente di- minuzione dell’amplificazione to- tale ed aumenio della resistenza di ingresso; si avrd invece un ef- fetto di reazione connettendo Vuscita con Ventrata non inver- tente Tenendo conto di queste due condizioni & facile realizzare con il 709 un multivibratore astabile, le cui caratteristiche saranno una forma d’onda quasi perfettame te rettangolare, ed una stabilita eccezionale, dovuta agli accorgi- menti adottati nel progetto del circuito integrato. Analisi del circuito Guardiamo con attenzione lo schema eletirico adottato per il generatore. La rete di controrea- zione, che collega il terminale 6 con Ventrata invertente 2, & for- mata dai tre resistori RI, R2 R3, di cui R3 & variabile, ¢ dai IN LABORATORIO La prova dell’onda quadra @ un test a cui si ricorte ogni qualvolta si intende apprezzare la linearita di amplificazione alle diverse frequenze dello spettro audio di un componente per alta fedelta. Nella successione dei disegni trovate una panoramica dei casi che possono essere rilevati sullo schermo dell'oscillo- scopio ed una interpretazione dei fenomeni, Se dunque dispo- nete dell’oscilloscopio e vi siete costruiti il generatore fate la prova del vostro impianto hi-fi, ma naturalmente ricordatevi di escludere il controllo dei toni, perché altrimenti le curve di risposta sarebbero certamente modificate, Ly NK 4 Onda che siha alluscite quondo Ia fase onticipa lle basse frequenze \ Onde che si he alluscite quando !o fase riterda alle basse frequenze £ Onda che si he all'uscite quando Famplificazione sale alle basse frequenze. Spostamento di fase nullo, C Onde che sihe all'uscita quando Famplificozione cade alle basse frequenze, Spostamento di fose nullo, 79 Nella foto appare un particolare CARATTERISTICHE TECNICHE della basetta de! generatore a montaggio ultimato. Come si vede dal circuito elettrico sotto riprodotto J'unico elemento Alimentazione: 220/240 Ve.a. attivo nella struttura circvitale Frequenza di rete: 50/60 Hz € lamplificatore operazionale BA 709, Gamme di frequenza: Tensione useita regolabile: 20 V picco-piceo Impedenza di uscita: 600 ‘Tempo di salit : cirea 2 us Circuito integrato: uA 709C Diodi impiegati: 2 x BAYTI due diodi D1 e D2. Di questo 7 circuito spiegheremo in seguito Ta funzione. La rete di reazione collega il terminale di uscita 6 del circuito integrato con l’entrata non inver= tente 3 per mezzo del partitore potenziometrico formato da R5, R6 (variabile) ed R7 che chiude il circuito a massa. Tra il terminale di ingresso 2 © massa @ sistemato un gruppo di condensatori diversi, che in- sieme alla resistenza di reazione, determineranno la frequenza di oscillazione del circuito. Icircuito pud avere due tasti ivo € mas- Componenti Rt 12 Kohm 0,5 W R2 = 12 Kohm 0,5 W RS 100 Kohm trimmer R4 = 47 ohmo,5 W RS 100 Kohm 0,5 W | R6 = 22 Kohm potenziom. R7_ = 18 Kohm 0,5 W R8_ = 560 ohm 0,5 W RO = 39 ohm 0,5 W | R10 = 39 ohm 0,5 W = 560 ohm 0,5 W j Ru Supponiamo per esempio che Vuscita sia al_livello positive massimo (+ Vo). Questa ten- sione & applicata all’entrata non invertente (reazione) per mezzo del divisore formato da R5, Ro, R7, ed alla entrata invertente per mezzo del resistore R1 e di quella parte di R3 che abbiamo in circuito. Durante questo periodo di funzionamento, la funzione della rete di controreazione & quella di caricare quello dei 3 conden- satori C6, C7 € C8 che abbiamo inserito in circuito mediante il commutatore SWI. Quando il livello della ten- sione al terminale 2 del circuito —F R12 = 2,2 Kohm potenz. R135 = 68 Kohm 0,33 W Cl = 1000 uF 25 VI elettr. C2 = 1000 F 25 VI elettr. cs (000 ZF 25 VI elettr. cs cs 10 pF 50 V ceramico 2,7 pF 50 V ceram. C6 = 1 uF 160 V poliestere C7 = 100 nF 160 V poliest. C8 = 10 nF 125 V poliest. Di = BAY71 D2 = BAY71 RP = ponte BS2 Ict BA 709C integrato raggiunge quello pre: sente al terminale 3, si ha una rapida commutazione e la ten- sione di uscita passa rapidamen- te al suo massimo valore Tl valore della _tensione di commutazione allingresso di- pende dal valore della tensione massima alluscita e dalla posi- Zione del potenziometro R6 che determina il valore della tensio- ne di reazione. E’ owvio quindi che, mante- nendo costante la capacita, la frequenza variera a seconda del- la posizione del cursore di R6, in quanto si produrra il bascula- mento in un punto diverso della curva di carica, Per il materiale Allesclusivo scopo di fa- cilitare i lettori che intendono realizzare Vapparecchio, con- sigliamo di_ rivolgersi_ alla GBC che offre V'intera gam- ma delle scatole di montaggio della Amtron-craft, Il contrario accade quando la tensione di uscita @ al suo massimo valore negativo, In que- sto caso il condensatore si deve scaricare attraverso la rete di controreazione, mentre valgono le condizioni dette sopra per quanto riguarda Peffetto del par- titore di reazione, Quindi spostando la posizione del cursore di R6, Ia frequen- za potra variare entro un certo campo. Per fornire vari campi di variazione della frequenza si commutano diversi valori di ca- pacita (C6, C7, C8) La frequenza dipende anche dal valore R della resistenza globale di controreazione, 3) Law eo 7 rem By esBistal oy} |. fo) emafaoe 19 @2| a si “a ee" os og ded ae r a ow al Siecome sulla rete di contro reazione sono stati disposti i diodi D1 e D2 che servono a separare nettamente il regime di carica da quello di scarica del condensatore, potremo inserire un potenziometro R3, variando: il quale potremo variare la du- rata della semionda positiva ri- spetto a quella negativa. Nel no- stro caso R3 servira a rendere uguali_ perfettamente le due du- rate, in quanto la_ simmetria costituisce la condizione essen- ziale di funzionamento per un generatore di onda quadra L'uscita del segnale avviene attraverso il condensatore C3 di pacita molto elevata e sulfi ciente a lasciare passare il se- gnale senza distorsione apprez- zabile, © Vattenuatore formato da R8, R9, R10, R11, con il potenziometro R12. La ragione di una tale rete resistiva & quella di rendere il pit possibile co- stante Vimpedenza di uscita con il variate dell’ampiezza del s a gnale. L’alimentazione +15 V verso massa L’ampiezza dell’onda quadra in uscita pud variare da zero a 20 V picco-picco su una impe- denza di 600 9. C4 e C5 servono a completa- re le controreazioni interne per allargare la risposta in frequen- za, in quanto & molto difficile effettuare l’integrazione delle ca pacita nei microcircuiti. avviene a Meccanica L'intero strumento & contenu- to in uno dei nuovi quadretti unificati, che sono composti da sette parti facilmente montabili © smontabili per verifiche e ri- parazioni. | comandi principali sono riuniti sul pannello ante- riore. Dal. pannello posteriore fuoriesce il cavo di alimentazio- ne @ su questo sono montati il commutatore di cambiatensioni ed il fusibile di protezione Quasi tutto il cireuito del ge- neratore compreso T’alimentato- re, & montato su un unico cir- cuito stampato in fibra di vetro, ed i collegamenti in cavo, ridotti al minimo indispensabile, sono facili da eseguire senza errori in quanto i punti di collegamen- to sono facilmente accessibili Sul pannello anteriore si nota il comando della regolazione continua della frequenza dotato di tna scala chiara e visibile. Troviamo inoltre il commuta- tore per il cambio della gamma Ogai gamma @ un multiplo della gamma precedente, cosi che & necessaria una sola scala per la regolazione continua. L’attenuatore situato a destra in basso reca una scala percen- tuale Appaiono infine sul pannello anteriore la lampada spia per la presenza della tensione nello strumento e l'interruttore ge- nerale Collaudo Prima di iniziare il collaudo bisogna controllare pit volte il circuito e l'isolamento nei punti pid critici. Se tale verifica & fatta scrupolosamente vengono eliminati tutti i pericoli che si possono presentare al momento dell’accensione dell"apparecchio. 1) Regolare il cursore del po- tenziometro semifisso R3 nella sua posizione intermedia. 2) Alimentare l’apparecchio e chiudere il circuito di alimenta- zione mediante Vinterruttore sw2 3) Misurare le tensioni nei punti indicati nel circuito elet- trico. La verifica delle tensioni ha lo scopo di accertare se le condizioni di alimentazione so- no quelle volute, ossia che le tensioni siano quelle indicate perfettamente uguali tra loro. Fatto questo, collegare Vusci- ta del generatore mediante il suo cavo di connessione all'ingresso di un oscilloscopio. Disporre il moltiplicatore di frequenza SW1 nella posizione x10. Regolare I'indice di sintonia sulla posizione 100. Dovremmo cost avere in uscita una frequen- za di 1000 Hz Regolare il comando di sensi- bilita delt’oscilloscopio in modo che la figura abbia un’altezza tale da non essere distorta dal- oscilloscopio stesso MOSTRA - MERCATO di RADIOELETTRONICA 2a edizione - Palasport EIB via Orzinuovi BRESCIA SRE sabato 12 marzo 1977 ore 9 - 19 domenica 13 marzo 1977 ore 9 - 18 Sees Informazioni presso RADIORADUNDO - c.p. 230 - 25100 BRESCIA ISSO 83 Mostra Mercato sires: RADIANTISTICA ALTA FEDELTA da one - E STRUMENTI MUSICAL! sez.o! verona WERONA - QUARTIERE FIERISTICO - 2-3 APRILE 1977 ore 8.30 - 12.30 - 14.30 - 19.30 Manifestazione patrocinata da: @ EA. FIERE DI VERONA @ ASSOCIAZIONE RADIOTECNICA ITALIANA ARI - SEZ. DI VERONA C.P. 400 - 37100 VERONA - TELEF. 045-24569 ea Peery In viaggio con “Ta bianca nave” CTC Seon on CBRE Bese Rae eo ee eee eee ween een cord Cee en Schreier Peer eessc syne) chiamava, fino alla sua morte nel 1937, ¢ le successive vi- eerie metre trey Pee cs Il panfilo « Elettra» @ em stato progettato dagli ingegnen: na- vali COX'e KING di Londra. Venne realizzato nei cantieri_na- vali della societa RAMAGE & FER- GUSSON (attualmente incorporate nella HENRY ROBB, di Londra), di Leith, in Scozia, assumendo il nome di ROWENSKA, cos battezzato dal- la arciduchessa Maria Teresa d’ Austria, Le caratteristiche del Panfilo era: no le seguent = stazza lorda 63281 ¢ = stazza neta 25218 t = armatura originale ‘a Brigantino-Goletta = lunghezza (fra il bordo di coronamento di poppa elo Nell'immagine a sinistra una copertina dell'epoca de « La Domenica del Corriere » In alto Marconi, terzo da sinistra, con i collaborator! della stazione di Glace-Bay nel 1907. 14 aprile 1912, i! transatlantic Titanic da 60.000 tonnellate della compagnie «White Star Line » con otre 2000 passegger! naufraga nell'oceano. Circa 700 passeggeri sl salvano grazie all'aluto della radio. A destra, Harold Bride, il radiotelegratista del Titanic fotogratato nella cabina radio da cul @ partite il tragico messaggio, Sotto, vista delle antenne e della stazione radio « ultrapotente » di Coltano (Pisa) realizzata su progetto di Marconi nel 1910. spignone del bonpresso) 71,50 m = lunghezza (Ira le perpendicolari) 56,50 m = larghezza_massima 846m = profondita 5m = machina a vapore a triplice espansione della potenza nominale di 1200 HP con focolai a carbone ed una sola elica capace di imprimere una velocita mmaesima di 12 nodi La nave rimase degli Asburgo fino al 1909, anno in cuit passd sotto ban- diera inglese, divenendo, prima di proprieta di Sir MAX WAETCHER ©, poi, nel 1914, di GUSTAVUS M. F. PRATT, mantenendo Londra co: me porto di armamento, Durante la prima guerra mondiale fu acquisita dall’ Ammiragliato britan nico come nave sussidiaria e, preci samente, nave ammiraglia del co- mando dragamine del mare del Nord. Posta in disarmo, nel febbraio 1919, fu acquistata’ da Gugtielmo Marconi che Ia ribaitezzd « Elettra » In un primo tempo propose per il nome « Scintilla » © passd sotto ban- diera italiana; Vatto di nazionalita yenne definitivamente rilasciato il 2 dicembre 1921 La decisione presa da Guglielmo Marconi, subito dopo la prima guer: ta mondiale, di adibire una sua pro- pria nave-laboratorio a ricerche sul- Ia propagazione delle onde corte, pud forse ricollegarsi _all’opinione seguente, espressa in un suo studio sugli effetti di dirigibilita: « Una slazione in moto, destinata a ser: vire per osservazioni e misure, gode di notevoli vantagggi in confronto ad_una stazione fissa, nel_risolvere problemi di portata, di effetti dire Zionali ed altr! problemi prelimineri » Per Marconi, non era una esigen- za nuova, perché gia cra stata 8 tita e soddistatta alVinizio delle ra diotrasmissioni, quando, nel 1902, il governo italiano mise a sua dispo: sizione la corazzata « Carlo Alber- to, cosi come abbiamo gia raccon- tato’ in questa cronistoria Marconi, acquisito il panfilo, ne affidd i lavori di adattamento,’ nel 1920, all'ammiraglio Filippo Campe- rio che Vadattd alla nuova funzione. ‘A Camperio si deve anche la scelta del comandante nella persona del capitano di fregata Lauro e del: Yaltro personale di bordo. L’« Bletira », per quasi un venten- nio, fu la fucina degli studi che potatono alla utilizzazione delle on: de corte, prima, cortissime poi, con- sentendo, cosi, un enorme progresso alle radiocomunicazioni. Passeremo in rassegna le diverse inistra, Marconi a Tobruk. In occasione del conflitto in Libia si realizzz0 iI collegamento diretto fra @ truppe e Italia, In basso altra immagine scattata in un momento di guerra (1915-1918): la radio sale @ bordo di un pallone trenato. Nella pagina accanto due immagini tecniche: sopra sintonizzatore multiplo della «Marconi» ideato da Franklin nel 1910 per l'accordo di rivelator! tipo «detector magnetico =, a « diodo di Fleming » 0 @ « carborundum ». In basso, uno dei primi ricevitort radio con rivelatore a cristallo dl = carborundum » reelizzato da Marconi. campagne attuate dal 1920 al 1937 ed, inline, citeremo le vicissitudini di cui fu oggetto nel suo travagliato periodo. successiva, Con Vausilio di fotografie, te in diversi momenti, cercheremo di dare una yjsione il’ pit. comple. ta possibile della nave, della vita e delle esperienze a bordo. Gli anni '20 Nel'aprile 1920 durante il viaggio di trasferimento dall’Inghilterra alla Italia, a bordo del panfilo, in navie gazione nel golfo di Bircaglia, si ve- rifica un fatto che, al momento in cui avvenne, aveva del prodigioso: sli ospiti a bordo hanno la piace- vole sorpresa di poter danzare, per la prima volta nella storia della radio, al suono di un‘orchestra lontana, quella det Savoy Hotel di Londra € di ascoltare 1a voce di Melba, la grande soprano che si esibiva’ al Covent Garden, programma trasmes so dalla prima. stazione broadca- sting Marconi di Chelmsfor 1115 giugno si ha la rieezione di uun concerto alla distanza di 2.000 igh, A parte queste ricezioni, che non cerano oggetto di programma, le espe- rienze presabilite comprendevano le prove del radiogoniometronavale Sir Ambrose Fleming (1849-1945), di cui vedete in alto i! volte accanto al suo diodo, realizz6 il primo tubo elettronico usato per la radio rivelazione (1904) A sinistra, uno del primi radioricevitori a tubi elettronici realizzato, nel 1916, dall'Arsenale della Marina Militare, Le valvole che appaiono nellimmagine sono di tipo posteriore. Marconi-Bellini-Tosi (si ricorda che il prof. Artom fu un precursore degli studi sulla radiogoniometria), a tubi elettronici, che divenne un prezioso aiuto alla navigazione, Ebbero anche tuogo, nefle acque Spagnole, prove di ricetrasmissione radiotelefonica con la nave « Victo: rian», in rotta atlantica, che fu la prima’ nave passeggeri con servizio telefonico nave-terra I 22 € il 25 settembre 1920, V'« Blettra > yiene accolta con entu: siasmo da Gabriele D’Annunzio, a Fiume, che da bordo trasmise ‘un messaggio al mondo per Vannessione di Flume all'italia, 90 Lee de Forest (1873-1960) é Tinventore dell'« audion », ossia del triodo, jl primo tubo amplificatore ed oscillatore. Nelle immagini in alto de Forest e I's audion » ‘A destra, interno della stazione radio trasmittente di Carnavon (Galles) realizzata nel 1921 Le 30 valvole eran montate in parallefo per ragglungere la Potenza desideraté, La radiostazione, quando in_un tempo successive (1924) la_cabina radio dell’Elettra venne trasformata, fu trasportata a Gardone nel Mu: sco Dannunziano, al Vittoriale, da dove fu successivamente ¢ definiti vamente invita al museo delle Poste e Telecomunicazioni di Piazza Mazzi- ni a Roma, ove ora si trova con- servata, Nel 1921 le prave ebbero luogo nei Mari del Nord © Mediterraneo; erano destinate alla continuazione delle esperienze di radiotelefonia mediante apparecchiature a tubi elet- tronici, studiati e realizzati nelle offi. ine inglesi di Chelmaford. 1 Grande interessepresentano le sistematiche esperienze attuate fra VElettra ¢ la stazione radiotelefonica Marconi, da 25 kw ad onde lun: she, installata a Centocelle, nel mag- gio 1921, dalla Marina Militare, Quella del 1922 & una campagna che porta I'Elettra nel Nord Americal Limportanza scientifica & relativa, ma quella nautica @ notevole per una serie di difficolta che si dover tero superare, 11 26 maggio la nave parte da, Southampton. Un violento ciclone ta co a ripararsi alle Bermude. 116 giugno artiva a Nuova York da dove risale il fiume Hudson fino ad Albany, ¢ ritorno, Visita, quindi il Canada Hl 20 giugno Marconi tiene una storica comunicazione ai soci _del- VeInstitution of Radio Engineers» di New York, sulle preziose proprieta delle onde corte rispetto alle lunghe. 11 6 luglio, a Nuova York, & con ferito a Marconi la « John Fritz Me- dal. In agosto, il panfilo getta ancora a Cowes, dopo una traversata_assai movimentata, che ne mise Jo scafo @ dura prova, soprattutto nel tratto fre le Azzorré ¢ 1a Manica tringe dhu (Cornovaglia), trasmettente su onda di 92 m, con potenza di 6 kw. La prima torneta di prove si svol: ge nei mesi di aprile e maggio, Con ricezione, anche in pieno Sole, alle distanze ‘seguenti: km 1450 Si Yielia, km 1520 Gibilterra, km 1556 Tangeri, km 1800 Casablanca, km 2000 Madera, km 4130 San Vincen- zo di Capo Verde. Nel mese di giugno seguono prove, controlli © misure, con tappe eS viglia © Tangeri € ritorno ai porti della. Manica. Viene cosi dimostrato che un se gnale pud essere chiaramente captata ad oltre 4000 km, anche con smissione @ potenza ridotta A Poldiis, nel 1924, viene instal lato un nuovo tipo di riflettore copi_di_ questa campagna nel VAulantico, Madera ¢ Mediterraneo, 2 la verifica delle condizioni di rice ione dei segnali emessi dalla nuova Elettra, il pantilo che fece la storia della radio. Marconi lo acquisto nel 1919 @ visse a bordo conducendo le ricerche che hanno portato a tangibili risultatl fino al 1937 anno della sua morte. Le « onde a fascio » IL 1925, vede I'« Blettra», nel VAtlantico, e Jungo la costa Africana occidentale, impegnata in una serie di sistematiche esperienze di rice: zione a distanze crescenti, dalla nuo. va stazione ad onde a fascio di Pot 92 antenna di Poldhu, nonché la verifica di prove di trasmissione, da bordo dell'Elettra, con onda di 32 m. Le prove avvengono per conto del Governo inglese. Viene «spaz- zolata» tutta Ia gamma dai 32 ai 60 metri, riuscendo a comunicare con una ‘potenza di soli 12 kw ad una distanza di 4.150 km. Si viene cosi a comprovare speri mentalmente la scelta delle onde da utilizzarsi per le comunicazioni not turne e quelle diurne «in piena luce ». Marconi, ormeggiato nei mari del Ja Siria, riuscira a comunicare radio- telefonicamente con onda di 32 m alle distanza di 3400 km, 11 contributo sperimentale fornito dalle espetienze attuate a bordo del VElettra fu formidabile per la dimo- strazione della possibilita di poter comunicare con onde corte alle massime distan: Marconi, da bordo dell’Elettra, poté cosi controllare il campo ir rediato dalla grande antenna a rifle tore istallata alla stazione di Poldhu, in Cornovaglia, Antenna ed impianto trasmittente erano opera in collaborazione con Ving. CS. Franklin, Marconi ¢ fa sua Compagnia pote- ono cosi fruire di tutti quegli ele menti probanti per realizzare ill st stema di collegamenti, fra l'Inghil: terra ed i Domini, col nuovo sistema detto « con onde a fase Nel mese di giugno si ha fa firma del contratto fra Marconi e il Gover: no inglese per Vattuazione della grandiosa « rete imperiale » Nello stesso _mese si ottiene la prima trasmissione con onde a fo- cio fra Londra e Buenos Ayres, 11 12 luglio, 2 Roma, UIT dicem- bre a Londra, Marconi tiene due fondamentali Conferenze sui risule tati ottenuti su lunghissime distanze mediante la radiotelegrafia dinezio- nale ad onde corte che costituiscono iL corenamento di tanta antenso Tae vyoro sperimentale Negli anni 1925 ¢ 1926 buona par- te del lavoro delle campagne suc- cessive venne rivelto all’acquisizione di nuovi dati ed a misure di campo relative ai nuovi impianti che via, via, entravano in servizio, per col: egare ['Inghilterra. col resto. del mondo. In questi anni si attuarono percid misure in alto mare, nell’Atlantico & sul Mediterraneo, relative al college mento a fascio fra l'inghilterra ed il Canada, collegamemto che fu inau- gurato il 24 ottobre 1926, Marconi indirizzd, anche, in_ quel periodo, le esperienze in vista di con- trollare Vagibilita dei radio-fari_ in presenza degli esponenti di compa- gnie di navigazior In effetti, si trattava di verificare Ta funzionalita di un radiofaro su onda di 6 m situato @ South Fo: reland, 1121 novembre del 1926, Marconi tiene, a Roma, una nuova magistrale conferenza sulle « Ra zioni ad onde corte a fascio'» che viene anche pubblicate con i tipi dell’editore Zanichelli Elettroni e conduttivita Gli_strumenti costruiti_dalia TRANS-MET sono particolar- mente adatti per la rivelazione ed il controllo della temperatura superficiale di nastri, rulli, fi- bre e fili in movimento sia allo stadio di ricerca che durante il proceso di produzione Limpiego di detti strumenti & di interesse per i laboratori f ' i i ff ricerca e controllo di produzione di industrie che producono e trattano fibre, fili_ metallici, na- stri di materiali diversi in’ mo- vimento, Il principio di misura sopra citato & basato sulla certezza che & pitt facile ed accurato compa- rare un parametro con ampiezza non nota con uno stesso. para- metro a grandezza nota, anziché misurare direttamente una gran. dezza non nota di un parametro che in questo caso & la tempera- tura superficiale di un corpo in movimento. Alla base di questo principio di misura troviamo le seguenti leggi fisiche: — Non esiste alcun seambio di calore fra due corpi che si trovano alla medesima tempe- ratura, — Vie scambio di calore fra due oggetti che si trovano a tem: peratura diversa, e detto scam- bio & sempre dal corpo pit caldo verso quello pitt freddo Sfruttando questo concetto la TRANS-MET ha realizzato degli strumenti che non sono oitici e neppure a contatto, eliminando cosi tutti gli inconvenienti di efissivit’ dei corpi, irraggiamen- to ed attrito, V’elemento di misura di que- i strumenti & sensibile al flusso lore convettive da un cor- po caldo verso uno meno caldo, ¢ lo rivela nel momento in cui si raggiunge l’equilibrio termico ei due corpi, A raggi infrarossi Per il telecomando di appa- recchi TV e Hi-Fi si va impo- nendo sempre pit Pimpiego di raggi infrarossi. Con gli ultra- suoni, come mezzo di trasmissio- ne, non & escluso infatti che le armoniche della frequenza di ri- ga del cinescopio possano cau- sare disturbi acustici La Siemens ha pertanto rea- lizzato_un_ telecomando optoe- lettronico con due nuovi circuiti MOS: 1’S 556, con 2 fino a 4 diodi luminescent LD 27, € VS 554, col fotodiodo BPW 34, che fungono rispettivamente da trasmettitore ricevitore. II si stema, dimensionato per un mas simo di 31 funzioni di comando, dispone di un codice binario alle uscite per limitare limpiego dei circuiti periferici. La cor rente di riposo del trasmettitore (a batteria) $556 @ minore di 10 uA. E possibile 1a disinser- zione rapida dall’audio ed anche effettuare altre funzioni supple- mentari, come per esempio ri produrre Vora sullo schermo del cinescopio. 93, Ad effetto di campo Nel passato se occorrevano dei transistori ad effetto di cam- po a bassissimo rumore di fondo (JFET) occorreva selezionare un certo numero di dispositivi stan: dard per identificare quelli a basso rumore di fondo. Il costo di questa speciale selezione ve- niva aggiunto a quello dei tran- sistori Ora i JFET a bassissimo re more di fondo sono disponibili da stock presso la National Se miconductor. La nuova serie comprende 3 dispositivi in con- tenitore metallico TO-72 ¢ 3 in contenitore Epoxy-B TO-92 Denominati _rispettivamente NF5101, NF5102 e NF5103 per la versione metallica © PF5101, PF5102 e PF5103 per la ve sione in plastica, i nuovi [FE sono particolarmente adatti per digitale che crediamo sia il primo strumento numerico a i Multimetro numerico le applicazioni audio e video a bassissimo rumore, applicazioni che comprendono gli idrofoni, i rivelatori di particelle, i pre-am: plificatori Vidicon, i sensori LR, nonché gli amplificatori audio “e videonastro. Le. specifiche principali dei nuovi JFET comprendono una tensione di rumore d’ingresso equivalente di corto circuito di 5 nanovolt per radice della fre- quenza, tipica con una corrente di drain di 0,5 mA e per f = 10 Hz, nonché una transcon- duitanza a source comune di 4000 ohm minima, con una cor- rente di drain di 0,3 mA. Per ulteriori informazioni con- tattare: Carlo Pignagnoli, CMP Studio, Via Melchiorre Goia 55, 20124 Milano. misurare le tensioni e correnti efficaci vere in C.A., come pure di provare diodi Studiato appositamente per soddisfare le esigenze degli addetti alla manutenzione ¢ riparazioni di apparecchiature elettroniche nel campo dei beni di consumo semidurevoli, per ufficio industriali, il modello 8030A @ la novita pit npor- tante degli ultimi due anni della gamma Fluke, di multimetri L’ultima novita della gamma in continua espansione di strumenti della Fluke @ rappresentata da un nuovo multimetro | 3-1/2 cifre che permetta numeric’ 9 Termostato elettronico UL termostato_elettronico di precisione tipo ZBI @ una no- vita della Divisione. Termistori della ITT Gruppo Componenti. La gamma di temperatura va- ria da —50°C a 500°C, con una precisione di inserimento/disin serimento di +0,1°C. Esso @ concepito per funzionare con qualsiasi sensore termico a ter- mistore con una resistenza com- presa fra 500 ohms e 10 Kohm. Il termostato elettronico ITT ZBI & inteso soprattutto ad agive come modulo d’interfaccia fra il sensore termico ¢ Vinterruttore dalimentazione. Tuttavia, pic- coli carichi come clementi ri- scaldanti di bassa potenza pos- sono venire commutatidiretta mente Per ulteriori informazioni si prega di contattare la Divisione Componenti della ITT Standard, corso Europa 51, Cologno Mon: zese Relé sempre piii piccoli La Divisione Componenti del- la ITT ha annunciato una nuo- va serie di relé in contenitore « Dual in line ». Si trata della serie MZ che & disponibile sia nella versione con contatti in lega oro/argento per commutazione di segnali a basso livello sia in versione con contatti in lega argento/palladio per commutazione di segnali ad alto livello. Questi rele occupano uno spa- zio molto piccolo, infatti quando sono montati sul circuito stam- pato sono alti appena 10,5 mm Per il momento questi compo- nenti saranno disponibili a li- vello industriale ma, comunque, non passer certo molto tempo prima di poter trovare sulle schede surplus questi relais: co- me ben si sa V'industria cambia spesso le schede elettroniche an- che se non ci sono guasti Tra le lettere che perverranno al giornale verranno scelte e pubblicate quelle relative ad argomenti di interesse generale. In queste colonne una selezione della posta gid pervenuta, | Luci psichedeliche Ho realizzato le luci psichedeliche a tre ca- nali apparse sul numero di gennaio ’76 ed & sorto il problema del suo collegamento al mio apparato stereofonico: Vuscita per il registra- tore @ infatti insujficiente a modulare le luci e devo necessariamente collegarle con Vuscita dello stadio finale. Ma collegandole ad un solo stadio perdo le frequenze dell‘altro canale; non c’é un apparecchio che permetta di pilo- tare le luci psichedeliche con entrambi i segnali? Alberto Pilesi - Osimo Il collegare le uci psichedeliche ad un solo canale stereo non da inconvenienti di rilievo in quanto le frequenze sono disposte abbastanza regolarmente in entrambi i canali Se volesse proprio avere un comando da tutti i segnali presenti nella registrazione pud costruire un preamplificatore dotato di micro- fono che amplifichi il segnale presente in sala in cui sono presenti tutte le armoniche amplifi- cate da entrambi i canali. In tal modo evita anche di « caricare » Puscita dell’amplificatore. Decade e ottava Ho sentito parlare abbastanza spesso di de- cadi e ottave a proposite delle risposte in jre- quenza di filtri e amplificatori, sapreste darmi una definizione precisa di queste grandezze? Roberto Fornati - Milano Una decade @ V'intervallo di frequenze che intercorre tra un determinato valore e lo stes- so moltiplicato per dieci, ad esempio tra 200 Hz e 2000 Hz c’t una decade, mentre V’ottava ® T'intervallo in cui la frequenza raddoppia, ad esempio tra 3000 e 6000 Hz c’ una ottava COSA VORRESTE FARE NELLA VITA? uate protessione vorresteofercitao nella vita? Certo una protessions 4 sicuro succesco ed awenire, che vl possa garantie una Feibuzlone ‘levata, Una protessione come queste: a Le protession! sopra iluatrate sono trae pit allascinant e megho pagate: la Scuola Radio Eleva, la pia grande Organ zzazione ei Siud! per Cor fispondenza.in Europavele insegna con! suo! CORSI DI SPECIALIZZAZIONE TECNICA (con materia!) RADIO. STEREO A TRANSISTOR! - TELEVISIONE BIANCO-NERO E COLOR!” ELETTROTECHICA ~ ELETTRONICA INDUSTRIALE. = ML-FL STEREO - FOTOGRAFIA ELETTRAUTO. Iserivendovi ad uno di questi cors riceverete, con te ferion, i meters ccassaraicearone don ihorntorio helo professions In, lla Scuola, a Torino, psr un periodo di pertezionamento CORSI DI QUALIFICAZIONE PROFESSIONALE PROGRAMMAZIONE £0 ELABORAZIONE OE! DAT! ~ DISEGNATORE MECCANICO PROGETTISTA ESPENTO. COMMERGIALE. = IMPIEGA. TORE ASSISTENTE E DISEGNATORE EDILE | modernasini cors di Inmparerete n poco tempo, grazie anche alle atrezzature igatiche che Competano cots, ed aviete oltime possibita dimpiego e d guadagno. CORSO ORIENTATIVO PRATICO (con materi CORSO NOVITA (con material) Evertrauro. Un corte nuovissimo dedicato allo studio delle part elettriene dau: omobile e avriccho da strumertl professional ot ate precisione THPORTANTE val termine dl ogni corso ia Scuola Radio Elsie slaacio Serivote vostro nome cogname © indilaz0, seqnalatecl I Corse 01 tina splenaida € Selagins documantacione m colon 7 RS Scuola Radio Elettra Via Stellone $/538 10126 Torino ‘SCUOLA RAB ELEVTRA va Stelone 5/538 0126 TORO RICETRASMETTITORE ai ELECTROPHONIC CB 800 = 23 canali quarzati - Completo di microfono - Prese per microfono, antenna ed altoparlante ester - Indicatore SIRF - Controllo volume e squelch - Sintonizzatore Delta Tuning = Commutatore PA/CB - Potenza stadio finale 5 Watts - Sensibilita 0,7 uV per 10 dB - Alimentazione 138 Vee. Prezzo L. 103,000 N\ A RADIORICEVITORE PORTATILE MD 950 Gamme di ricezione FM 87 - 108 Mhz ‘AM 530 - 1605 Khz LW 445 - 270 khz. Potenza d'uscita: 500 mW. Alimentazione: 6 Ve c. oppure 220 Vea. Dimensioni: 165x206x85 Prezzo L. 30.800 43100 PARMA casella i Re iad postale 150 PACKING TRIS CB aL 93.000 1 Trasmettitore PONY CB 78 - 23 canali quarzati - indicatore S/RF - compieto di microfono potenza stadio finale § W + 1 Alimentatore Stabilizzato 12,6 V 2A + 1 Antenna da auto caricata con stub di taratura RICETRASMETTITORE ASTRO-LINE CB 515 23 canali quarzati - Completo di microfono - Prese per microfono, antenna ed altoparlante estemo - Indicatore S/RF - Controllo volume e squeich Commutatore PA/CS - Potenza stadio finale Watts - Alimentazione 13,8 Vc c. Prezzo L. 94.000 RADIORICEVITORE PORTATILE KR 800 Gamme di ricezione FM 87,5 - 108 Mhz ‘AM 515 « 1605 Khz Microfono incorporato. Prese per microfono esterno, per cuffia ed ausiliaria Potenza d'uscita:.800 mW RMS. Risposta di frequenza: 100-8000 hz, Alimentazione: 6 Ve.c. oppure 220 Vea. Dimensioni: 275x60x170 Prezzo L. 47.800