Sei sulla pagina 1di 2

INC - luglio/agosto 2005- OCiM contro gli abbandoni http://www.enci.it/rivista/articolo.php?

anno=2005&numero=07&ordine=1

SPAZIO ALLEVATORI | PRIVACY POLICY | INFORMATIVA | FAQ | LINK | CONTATTI | MAPPA | ENGLISH

Ente Nazionale
della Cinofilia Italiana
Home page Istituzionale Libro genealogico Soci Manifestazioni Pubblicazioni Razze italiane

Copertina del mese Arretrati


Fidanza: "Una campagna necessaria dopo l’entrata in vigore della legge 189 del 2004"

OCiM contro gli abbandoni

Qualcosa bolliva in pentola da mesi e finalmente ci siamo: parte la campagna contro l’abbandono
promossa dall’Osservatorio Cinologico Multidisciplinare.
"I nostri cani" intervista Carlo Fidanza, Presidente del Comitato tecnico-scientifico dell’OCiM.

Presidente Fidanza, l’O.Ci.M. quest’anno


ha voluto rilanciare sul tema
dell’abbandono.

Si, riteniamo che l’estate appena iniziata,


proprio perché è la prima dopo l’entrata in
I Nostri Cani vigore della legge 189 del 2004, sia il
luglio/agosto 2005 momento più propizio per lanciare una
campagna di sensibilizzazione sul drammatico
OCiM contro gli abbandoni fenomeno degli abbandoni. I cittadini devono
Il DNA in cinotecnica sapere che, grazie alla nuova legge,
abbandonare un cane non è più soltanto un
Più di mille per l'agility
atto spregevole e disumano sanzionabile con
Europea Tulln 2005
un’ammenda ma anche un reato grave e
Campionato del mondo rottweiler punibile con pene fino a un anno di reclusione.
2005 E’ giusto che l’Osservatorio si faccia carico di
Azawakh questa campagna informativa, sostenuta
Il cane nella mitologia classica dall’ENCI e patrocinata ed interamente
finanziata dal Ministero per le Politiche Agricole
Expo di Lecco
e Forestali.
Trofeo Zilio
A proposito, dopo quasi un anno
dall’entrata in vigore della legge 189/04
cominciano ad emergere i primi dati. Cosa
gliene pare?

I primi dati riguardano principalmente i


maltrattamenti, più facilmente perseguibili
perché avvengono in genere
continuativamente e presso strutture individuabili. L’abbandono è più difficilmente punibile perché
risulta spesso impossibile rintracciare chi se ne macchia: i dati in possesso delle istituzioni sono sempre
frammentari. Ma il fenomeno esiste ancora, anche se negli ultimi anni la sensazione è che sia di molto
aumentata la sensibilità sociale sul tema. E il merito di questo va certamente a quell’universo di
appassionati che ha saputo affermare con forza che il cane non è un bene disponibile ma un essere
vivente da amare e rispettare sempre e comunque.

Parliamo della campagna. Guardando l’immagine vengono i brividi…

Ci siamo affidati a Young & Rubicam, una delle più importanti agenzie pubblicitarie sul mercato.
Abbiamo scelto un’immagine forte e uno slogan ancora più duro. Attraverso alcune parole di uso
comune in una normale scena di vita familiare tra il padrone e il suo cane abbiamo voluto rafforzare il
distacco rispetto al momento disumano dell’abbandono, in cui quelle stesse parole vengono usate per
ammansire il cane prima di regalargli un destino di morte. Abbiamo voluto, in linea con quanto da
sempre sostenuto dalla cinofilia ufficiale, mettere al centro il ruolo del padrone come principale
interprete dell’educazione del cane.

Come si svolgerà questa campagna?

Abbiamo condiviso questo percorso con importanti partners del settore imprenditoriale, della
comunicazione e del mondo associazionistico. Le locandine della campagna verranno distribuite in tutti
i punti vendita Autogrill, quindi principalmente nelle aree di servizio autostradali ma anche in aeroporti
e centri commerciali. Grazie alla collaborazione di Grandi Stazioni verrà proiettato uno spot sui
videowall delle stazioni ferroviarie delle principali città italiane.

1 di 2 23/08/2007 12.29
INC - luglio/agosto 2005- OCiM contro gli abbandoni http://www.enci.it/rivista/articolo.php?anno=2005&numero=07&ordine=1

Grazie all’intesa con il Centro Sportivo Italiano raggiungeremo migliaia di ragazzi e di famiglie durante
le finali dei campionati sportivi giovanili in programma nelle prossime settimane.

Ancora, grazie alla disponibilità di Radio Italia, gli spot radiofonici della campagna verranno trasmessi
sulle loro frequenze con messaggi personalizzati dai principali interpreti della musica italiana che ci
faranno da testimonials.

Avete previsto uscite anche su internet?


Certo. E’ attivo il sito della campagna www.nonabbandonarlo.it. Su questo sito sarà possibile seguire
passo dopo passo la campagna, interagire, dare suggerimenti e proposte. Non solo: il banner della
campagna comparirà nelle home page dei siti di tutti i nostri partners.

Quale potrà essere il ruolo dell’ENCI e dei suoi soci?


Tutti i gruppi cinofili e le società specializzate riconosciuti dall’ENCI riceveranno il materiale della
campagna. Mi auguro vivamente di trovare in tutto questo fantastico mondo di appassionati seri e
competenti nuove energie per sostenere al meglio questo progetto, diffondendo le locandine in tutti gli
appuntamenti e le prove previste durante il periodo estivo.

Insomma, una campagna articolata e impegnativa…


Si, ma stiamo avendo molte soddisfazioni. Le difficoltà derivanti dal non essere un’associazione
radicata sul territorio ma un organismo istituzionale sono state superate grazie all’aiuto di tante
persone che hanno creduto in questo progetto, che ci hanno dedicato tempo e entusiasmo molto al di
là dei rispettivi ambiti professionali.

Ringraziamenti?
Certo. Ringrazio per primo il Ministro Alemanno che ha creduto in questo progetto, nonostante fosse
piuttosto atipico per il Mipaf. Ringrazio l’ENCI, a partire dal Presidente Attimonelli, dai Consiglieri e dal
Direttore Crivellari, per il supporto e la preziosa collaborazione che quotidianamente ci offre. Ringrazio
i nostri partners e i preziosi ragazzi che si sono adoperati nell’ombra per il successo della campagna.
Ringrazio in rigoroso ordine sparso: Paolo Santini, Direttore Marketing di Autogrill per l’entusiasmo e la
generosità, Veronica Marcucci dell’agenzia Mach2 e Giorgio Bonino per la dedizione che li ha animati
nella realizzazione dello spot radiofonico, la Young & Rubicam – art director Francesca Luzzani,
copywriter Mattia Peghin, account Matteo Sarzana con la direzione creativa esecutiva di Roberto
Pizzigoni e Aldo Cernuto - per la genialità, la pazienza e l’operatività, Matteo Rotondo di Radio Italia
per l’infinita disponibilità.

In conclusione spero che i soci ENCI potranno apprezzare il buon esito di questa importante campagna
e collaborare con l’Osservatorio anche nelle future iniziative.

LINK: OCIM

Paola Vitali

[Privacy] [Copyright] [Tariffe pubblicitarie 2007] [Contatta l'ENCI]

ENCI -Ente Nazionale della Cinofilia Italiana- V.le Corsica 20, 20137 MILANO - P.IVA 00809980154

2 di 2 23/08/2007 12.29